ott-771624.jpgGraphics©: ENO

Queste almeno sarebbero le conclusioni cui è giunto un recente studio della Mailman School of Public Health della Columbia University di New York che ha indagato 516 nuovi cittadini trasferitisi a NY city di cui 126 esclusivamente eterosessuali e gli altri in parte bisessuali e in parte omosessuali.

Secondo gli autori dello studio, pubblicato nello scorso aprile, ed unico finora nel suo genere, almeno il 15 per cento degli omosessuali e dei bisessuali di sesso maschile hanno riferito di aver sofferto in qualche momento della loro vita di un disturbo del comportamento alimentare. Un problema analogo è invece stato riferito solo dal 4 per cento degli uomini eterosessuali.

Sempre secondo gli autori il motivo non sarebbe da ricercarsi nel fatto di essere omosessuali.

Un’indagine svolta a livello femminile (dove la prevalenza dei DCA è per definizione più alta) non ha infatti riscontrato le stesse differenze. Donne lesbiche mostrano infatti la stessa prevalenza di DCA di donne eterosessuali.

Quale può essere la causa di tale fenomeno?

Non se ne riesce a capire il motivo: almeno non con i metodi usati dai ricercatori della Columbia University

622788487_5bed55e79b.jpgPhoto©:ojo pelao bebe

Finora una delle teorie più accreditate per spiegare questa prevalenza di disturbi alimentari negli omosessuali era quella che puntava il dito contro l’attenzione ossessiva che viene data alla forma fisica dalla stessa comunità omosessuale, i cui membri sembrano essere molto più preoccupati degli uomini eterosessuali del loro aspetto fisico e della loro immagine ideale.

Per verificare questa ipotesi i ricercatori sono andati a verificare se per caso gli omosessuali che frequentavano più attivamente la comunità ed i raduni gay fossero più colpiti da questi problemi rispetto a quelli che non lo facevano. La risposta è stata negativa. Il problema cioè riguarda sia gli omosessuali che frequentano la comunità gay che quelli che non la frequentano (e che non sono pertanto sottoposti a questa pressione di gruppo).

E comunque non si spiega perchè questa aumentata prevalenza si riscontri anche nei maschi bisessuali e infine l’assenza di tutto questo nella popolazione femminile.

Insomma la ricerca è arrivata per ora ad un punto morto…

3 Commenti

  1. Jacopo91 dice:

    Credo che l’anoressia sia una delle malattie più gravi e scandalose di tutto il mondo…non bisogna essere magri per essere belli l’importante è non finire come alcune delle persone viste nelle foto…nella vita non conta essere belli per essere felici,ma ci sono tanti altri modi per trovare la felicità..

  2. Depressione dice:

    Concordo pienamente con quanto detto da Jacopo, dovremmo cercare di essere meno schiavi delle mode e pensare un po piu’ al nostro benessere, piuttosto che al nostro apparire…

  3. Kelis dice:

    Thanks for siharng. What a pleasure to read!

Scrivi un commento