2412494844_272e02f4fc_m1.jpgGraphics©: Missy-Arliss

Non ce la faccio. Non ci riesco da sola. Ho bisogno di aiuto!

Ma non so chiederlo…i miei non possono aiutarmi…

Non l’hanno fatto in passato e non lo faranno neanche ora…

Oggi ho passato un’intera giornata a mangiare e a vomitare…ero sola a casa, ho mangiato tutto quello che avevo nel mio armadietto, tutto quello che c’era nel frigo ed ho svuotato l’armadietto di due mie compagne di appartamento…

Ho fatto colazione con: un litro di latte, 2 pacchi di merendine, 5 vasetti di yogurt, un chilo di gelato, 1 litro di coca cola, 3 pacchi di wafer, 1 pacco di kinder maxi, 1 litro di acqua…poi ho vomitato a ripetizione, per più di un’ora…

498456963_0ef36a04cb_m.jpg Photo©: Faith & Fiction

A pranzo ho mangiato: un chilo di tortellini, 15 wurstel, di cui 10 crudi, 3 cordon bleu cotti e 3 crudi, 4 fette di carne, 2 pacchi di bastoncini Findus da 12, 3 pacchi di sofficini, una crostata, un pacco di Fiesta, un pacco di pop corn, 3 pacchi di caramelle, 2 pacchi di abbracci mulino bianco, 2 litri di CocaCola, un litro di fanta, 3 hamburger, patatine fritte, una scatola di fagioli, un barattolo di Nutella grande, un barattolo di miele ed uno di marmellata, prosciutto crudo, 2 pacchi di sottilette…seguito tutto da vomito per più di un’ora e mezzo…

Il pomeriggio è stato anche peggio ed ho fatto cose di cui mi vergogno profondamente.

Ho mangiato in un solo pasto più di quello che avevo mangiato a colazione e per pranzo e per vomitare meglio ho preparato un cocktail di olio, aceto, acqua calda e sapone per i piatti…

Alla fine, sono uscita per una corsa di oltre un’ora e appena tornata a casa ho fatto un’altra ora di ginnastica…poi, dopo aver fatto la doccia, sono di nuovo scesa per andare al supermercato a comprare le cose che avevo sottratto alle altre: 100 €, di cui 80 solo per riempire gli armadietti svaligiati…

498456969_fa7a3a8039.jpg Photo©: Faith & Fiction

Il fatto è che all’uscita del supermercato sono svenuta…per fortuna, mi ha retto un passante, che molto gentilmente mi ha accompagnata a casa…
Ma che vita è questa?

E ci sono anche delle persone che su Internet chiedono come si fa a diventare anoressica o bulimica…
Io sono un verme che striscia nella sua malattia, che non è capace di vivere…
E’ questo che veramente desiderate diventare?

Non lo fate, vi scongiuro, uscirne è difficile.
Solo leggendo i vostri commenti sto riuscendo a trovare un pò di coraggio, perchè sento che non mi giudicate e so che state dando una grossa mano a chi come me si trova in questa disperazione.

Grazie di cuore.

Postato da: Susy

97 Commenti

  1. Mely & Mary dice:

    Ciao, siamo 2 ragazze di Napoli e abbiamo 13 anni. Vogliamo dirti che speriamo che con questi commenti tu possa trovare il coraggio di andare avanti e di uscire da questa malattia che ti sta rovinando la vita. Speriamo che guarirai molto presto!!!!! Stiamo frequentando un corso di educazione alimentare e abbiamo avuto l’impulso di scriverti, spero che ti abbia fatto piacere. Ora andiamo ciao, ci sentiamo x altri commenti prossimamente.
    Ciao di nuovo e buona fortuna per il futuro !!!!!

  2. Teresa dice:

    Carissima Susy,a scuola spesso parliamo di queste malattie ,bulimia e anoressia.
    Ho capito che per te è un gravissimo problema, mi dispiace molto, ma non ti preoccupare, prima o poi questo problema si risolverà. un forte abbraccio da Terry
    P.S.: solo alla morte non c’è rimedio, poi con il tempo tutto si aggiusta.

  3. Noemi e Stella dice:

    Cara Susy siamo due ragazze della scuola media francesco d’assisi di s.anastasia provincia di napoli. Abbiamo letto la tua storia e ci ha colpito molto! Crediamo che la bulimia sia una malattia dalla quale puoi essere solo tu ad uscirne con la forza e la voglia di andare avanti! La vita è bella e devi andare avanti non solo per te ma anche per le persone che ti sono accanto e che ti amano! Sei sicuramente una ragazza con tanta vivacità e con tante avvanture da vivere!Tanti auguri di pronta guarigione Noemi e Stella

  4. Rita Giulia dice:

    Leggendo queste tue parole abbiamo capito che si comincia per gioco e si finisce con il mangiare e vomitare…
    Ci dispiace molto per la tua attuale situazione e speriamo che passi al più presto.
    Non disperarti perchè di sicuro troverai il modo di venirne fuori.
    Un saluto e un abbraccio…Giulia e Rita

  5. Elena dice:

    7 mesi fa mi son vista costretta a cambiare lavoro e ho conosciuto una ragazza ora mia collega che soffre della tua stessa malattia, la vedo che si consuma giorno dopo giorno e mi chiedo cosa l’ha portata su questa strada… Mi chiedo cosa ha portato te ad ammalarti, dici che non sai a chi chiedere aiuto, d’istinto mi viene da dirti che dovresti chiederlo ai tuoi genitori, ma forse è il rapporto che hai con loro che ha causato la malattia. Susy pensa se quello che stai vivendo è veramente quello che vuoi per il tuo futuro, anche se i tuoi in passato non sono stati capaci di aiutarti questo non vuol dire che ora si ripeterà lo stesso, chiedi aiuto a loro, e fa in fretta perchè la tua salute è importante prima di tutto per te stessa, se sei nata c’è un motivo forse tu hai il compito di compiere una grande impresa e con questa malattia stai rovinando tutto, ora sei giovane ma quando crescerai un altro pò ci saranno tante cose ad aspettarti, la vita, l’amore, viaggiare, conoscere il mondo.
    In bocca al lupo con tutto il cuore.
    Elena

  6. Mali dice:

    Come ti capisco!
    Come te io non ce la faccio i miei più che aiutarmi non riescono neanche per prima cosa ad accettare che io abbia questo problema me lo rinnegano anche se ho persone che mi stanno vicino nessuno di loro riesce a capirmi. Io appena mi sento male – cioè la maggior parte del giorno e anche di notte – mi alzo, mangio e vomito. Questa è la mia giornata, ma in un certo senso appena o vomitato in quell’istante mi sento bene con me stessa come se avessi raggiunto il mio obbiettivo e così ogni volta…
    Come ti capisco…

  7. Maria dice:

    Ciao, ho letto il tuo post, sono dispiaciuta che ti stia passando questo, mi dispiace tanto che tocchi ad altre persone anche a me. Perchè non scrivi cosa ti ha portato a questo? Io ne sono uscita dopo 2 anni di inferno, grazie alla mia forza di volontà ed all’amore del mio nuovo fidanzato. Ho cominciato perchè era morto mio fratello in modo orribile e non riuscivo a superarlo. Adesso riesco a mangiare in modo normale e sono addirittura riuscita a fare una dieta, ho perso dei chili e sto raggiungendo pian piano il peso forma. Non è impossibile! Puoi farcela! Il mio primo passo è stato quello di impormi di non vomitare, assolutamente(per questo ho preso parecchi chili). Il resto viene da solo. Nonostante questo e la fiducia in me stessa che ho riacquistato in parte, una volta alla settimana faccio fuori un pacco di biscotti, ma lo considero normale(anche chi non ha mai avuto problemi alle volte si abbuffa!), non sarà mai comunque come prima. La cosa importante che sono tornata a ridere: ne avevo perso la capacità. Puoi farcela, ti prego, prova.

  8. Fabio Piccini dice:

    In effetti questa è la domanda che molte persone “estranee” a questo problema si pongono quando si trovano di fronte a un loro caro sofferente di un disturbo come questo.
    Come si fa a stare vicino a una persona che soffre di questi problemi?
    Qual è il modo di starle vicino scaldandola un po’, ma non troppo vicino da pungerla?
    Per dirla con il linguaggio di due porcospini…
    Come si fa cioè ad aiutarla senza soffocarla?
    Aiutiamo un po’ queste persone, avanti.
    Cerchiamo di spiegargli con parole semplici come si fa…

  9. Alexa dice:

    Ci sono dentro da un anno… con un fardello pesante, 38 anni. Ormai faccio uso di lassativi senza fine. Mangio sperando di vincere il mio probelma… ma non ce la faccio… immediatamente dopo devo prendere dei lassativi… (ho smesso di vomitare perché in viso diventavo una maschera e le ghiandole salivari si irritavano fino a procurarmi dolore infinito). Quantitativi di lassativi senza fine. Digiuno per 3 giorni. Riprendo a mangiare. E ancora lassativi. Programmo la mia dieta che mi deve far scendere a 40Kg.!!! Se ce la faccio sono brava… Sono in un vortice assurdo. E leggo le Vostre lettere cercando conforto e speranza. Ascoltando la Vostra voce che è la mia. Grazie di cuore. A tutti.

  10. Carla dice:

    Susy ho vissuto il tuo stesso inferno per 10 anni e, manco a farlo apposta, oggi è l’anniversario della mia guarigione! Mangiavo fino a provar dolore e vomitavo fino all’esasperazione…ti capisco benissimo, ma voglio dirti che si può vincere questa belva, non da sole però. Devi contattare un centro specializzato, io mi sono ricoverata a Villa Marialuigia nel caso in cui ti potesse interessare. Hai bisogno di persone competenti, di un’equipe, l’amore dei genitori, degli amici non basta, anzi, nel mio caso mi ha solo fatto più male. E’ un percorso lungo e difficile, ma con un po’ di coraggio e determinazione, puoi farcela. Nel caso volessi parlare un po’ ti lascio la mia e-mail [email protected]. un bacione

  11. Sara dice:

    Ehi… forza! Il modo di uscirne c’è…devi solo volerlo!
    Se davvero lo vuoi e sei pronta per intraprendere la strada per la guarigione chiedi aiuto e ammetti di avere un problema.
    A chi? Puoi andare dai tuoi genitori… ma se non è la strada più indicata vai dal tuo medico che ti consiglierà un centro specializzato per questo tipo di disturbi! Non vergognarti… non sei da sola e non sei l’unica che soffre di questo disturbo… dimostra a te stessa questa volta quanto sei forte ad uscirne… e vedrai che non te ne pentirai!!!
    Il passo più difficile, fidati, è chiedere aiuto… superato quello… ce la puoi benissimo fare!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Baci Sara

  12. Baby dice:

    Susy ti capisco.. ti capisco tantissimo!!!! Le mie abbuffate di cibo sono identiche alle tue…. la pancia mi scoppia da quanto ho mangiato e quando vomito alla fine, ne esco distrutta… Io non voglio morire, amo la mia vita, eppure…
    Mi sono spaventata molto la scorsa sett quando, vomitando, ho visto del sangue, e più vomitavo più il sangue aumentava, ma non potevo smettere… Avevo mangiato troppo, non potevo non vomitare, non potevo……………
    Dopo aver sistemato tutto il casino che avevo fatto in bagno prima del ritorno di mio marito mi sono fatta un bagno e penvavo…… Pensavo ad una ragazza della mia età morta per tumore allo stomaco (che sicuramente non si è cercata vomitando per anni), figlia di una collega di mia madre, e lei sicuramente voleva vivere… Io mi faccio del male continuamene e.. voglio vivere! queste due situazioni non sono giuste… sono folli!
    Ho paura di morire, di lasciare la mia stupenda vita e le persone che mi vogliono bene eppure mi faccio del male… Ho riflettuto molto, ho pianto, tanto.. E non so se i miei pensieri confusi siano facili da capire così come li scrivo, eppure Susy, non ci crederai, ma sono quasi 2 giorni che non vomito.. e sto bene, Cavoli mi sento felice! Mangiare con mio marito e non dovere aver l’ossessione di trovare una scusa per correre in bagno e vomitare senza farmi sentire è fantastico! e sorrido.. mi sento bene…So che questi due giorni non serviranno a risolvere il mio problema, o forse sì, ma ora voglio prendermi cura di me perché la vita è troppo corta.. troppo corta per tutto. Non so se sarò in grado di mantenere i miei propositi ma ce la metterò tutta…
    Susy scrivimi se vuoi, se ti va ti lascio la mia mail

  13. Cia dice:

    Ciao, sono un po’ così, come dire, … non lo so, non imbarazzata ma non so bene cosa dirti. E non so bene nemmeno perché ti scrivo… ho letto attentamente ciò che hai scritto e, cavolo, è così difficile risponderti. Capisco benissimo tutto quello che provi, quello che vivi, che senti dentro di te… lo schifo che vedi, la voglia e il piacere anche (sembra paradossale)nel farti del male perché l’ho provato… e chi non passa queste cose non può capire che il cibo diventa l’unico scopo di una giornata, di una vita, che tutto ruota intorno a questo… Chi non lo ha vissuto non capisce il dolore che si ha dentro e la rabbia che si prova perché non si riesce a cambiare… perché anche se va bene un giorno il giorno seguente ci si abbuffa e si ricomincia a vomitare come fosse la cosa più normale del mondo, si escogitano tutti i modi possibili per vomitare “bevo un tot di latte per ammorbidire ciò che ho ingoiato e vomitarlo meglio..”. E’ facile dire “potresti fare così ecc”… e io che l’ho passato non so bene cosa dirti, non ce la faccio a dirti che andrà tutto bene perché se lo avessero detto a me mi sarebbero girate… però se vuoi parlare io ci sono… dimmi se vuoi la mia mail perché mi fa male vedere ciò che ho letto, so il senso di vuoto schiacciante che si prova.

  14. Espressafiducia dice:

    Cara Susy,
    capisco molto bene cosa provi. Ho avuto tante giornate simili alle tue e conosco quella sensazione di “verme che striscia nella malattia”, di necessità di aiuto, di non sapere a chi rivolgermi e la sensazione di non poter chiedere aiuto ai miei genitori.
    Prima di tutto non sei un verme che striscia nella malattia. Sei una persona sensibile che ha un problema da risolvere e che ci riuscirà. Devi avere fiducia.
    Ho sofferto di bulimia per molti anni, in particolare durante gli anni dell’università passati lontano da casa. Ho superato il problema da due anni. Ora è finita. Mi sono rivolta ad una psicologa e ho fatto un percorso di terapia e di riconciliazione con il cibo per chiarire la grande confusione che c’era in me. Confondevo tutti i sentimenti, non capivo cosa provavo e sfogavo tutto sull’alimentazione. Ho deciso di chiedere aiuto ad una psicologa perché ero fisicamente esausta e non sapevo a chi chiedere aiuto senza sentirmi giudicata. Pensaci, potresti spendere i soldi usati per il cibo per fare qualche seduta al mese.
    Cerca di non essere severa con te stessa. Sono sicura che tu sei una persona bellissima e non parlo di fattori estetici, parlo dei tuoi talenti e dell’impulso alla vita che c’è in te. Quello che fai non è vergognoso.

    Un abbraccio grande

  15. Carla dice:

    Più volte ho sentito chiedere come si aiuta queste persone che soffrono…Beh, innanzitutto INFORMATEVI! Se migliaia di ragazze scrivono su un sito piuttosto che parlare con chi gli è accanto un motivo ci sarà, ed è molto semplice: nessuno le ascolta, sono circondate da un mondo ignorante, superficiale, egoista, che si dice pronto ad aiutare il prossimo ma gira gli occhi dinanzi alle lacrime di chi gli sta accanto! Un mondo capace solo di giudicare e puntare il dito, che nega queste malattie, che sa solo dire ” non ne vuoi uscire, non vuoi guarire, sei tu che lo vuoi, te la sei cercata”… e non capisce il dolore. La disperazione. E’ vero, solo chi l’ha vissuto può capire. Io conosco lo sguardo di tutte queste ragazze, i loro occhi sono uguali ai miei. So che tante volte hanno pianto prima di cominciare a rimettere il “mondo”, so che hanno pregato per un giorno senza il pensiero del cibo, un giorno normale… E se davvero volete essere d’aiuto studiate pittosto che fare le solite domande, amate al posto di emarginare, parlate invece di fingere che tutto vada bene, ascoltate perché i silenzi celano migliaia di parole. E’ una malattia, non un gioco, che affonda le proprie radici nelle ferite più segrete del cuore, non dimenticatelo mai.

  16. Federica dice:

    Ciao, mi chiamo Federica, ho 14 anni e anche io ho passato il bruttissimo periodo che stai passando tu…
    Io prima ho avuto il problema dell’anoressia e poi della bulimia.
    Sono stati periodi infernali… prima ero una ragazza sempre allegra, vivace, sorridente, mi piaceva da morire mangiare … ero una buona forchetta, tanto che mia madre mi ha portato da una dietologa perché ero troppo in sovrappeso.
    Andando dalla dietologa non riuscivo a dimagrire… era un continuo lottare con le persone che mi prendevano in giro per la mia robustezza… ma io non ce la facevo a non mangiare.
    Poi da un giorno all’altro ho deciso d dimagrire… non so come sia iniziata la cosa del vomitare … ma ricordo che, anche se mangiavo pochissimo, sentivo la necessità di vomitare.
    Non ho mangiato merendine, gelati, torte, coca cola, patatine fritte, pizza e cose fritte per un anno.
    Per me era una soddisfazione dimagrire… tutti mi dicevano “sei carina”, “sei diventata magra” … ma non sapevano cosa c’èra dietro…
    Non mi sono venute le mestruazioni per sei mesi, mia madre iniziava a preocuparsi, sono arrivata a perdere 8 kili in 3 mesi con una dieta che facevo io… nessun dietologo mi seguiva…
    Alcune sere non mangiavo. D’èstate si è meno controllati, quindi potevo benissimo quando ero con i miei amici non mangiare…
    Le sensazioni che provavo erano tremende, ogni volta avevo la sensazione come se stessi per svenire…
    Mia madre ha vuto un esaurimento nervoso per colpa di questo mio problema… non riusciva a darsi una risposta a tutto quello che stava succedendo.
    Di questo mio problema ne parlavo alle mie amiche, ma loro mi dicevano sempre le solite cose: “non farlo perché si può morire, è grave” ma anche se apprezzavo il loro interesse non riuscivo a non farlo … vomitavo, vomitavo, vomitavo e vomitavo!
    Poi mia madre lo ha scoperto … mi ha vista una volta mentre lo facevo…
    allora hanno cominciato a farmi, sia lei che mio padre, discorsi del genere che potevo morire, che era un problema grave etc… mi stavan sempre addosso in una maniera impressionante… Io non li SOPPORTAVO!!! Non mi potevano capire e dei loro discorsi non me ne facevo niente perché continuavo a vomitare a loro insaputa.
    Mia madre e mio padre erano distrutti, non potevano vedermi in quello stato. Sono arrivata a pesare 48 chili e prima di dimagrire in questo modo ne pesavo 64.
    Poi un giorno, stufa di vedermi in quelle condizioni e stufa di vedere soffrire mia madre in quel modo, ho detto BASTA! La vita anche se hai un chilo in più o un chilo in meno non cambia…
    La vita va vissuta.. io voglio amare, odiare, sperare e sognare… voglio avere figli da grande e lascire alle persone che amo qualcosa di me…
    Superato questo periodo, ho avuto qualche problema di bulimia … ma diciamo di avere superato anche quello… anche se, devo essere sincera, quando mangio un po d più mi viene da pensare di andare a vomitare così non c’è nessun problema…
    ma poi dico, CAZZO, io sono così se le persone mi vogliono così bene se no niente …
    Io dalla foto vedo che hai un bellissimo viso… perché rovinarti in questo modo??
    Non ha senso credimi… abbi più stima di te stessa… all’uomo la donna carnosa piace perché gli piace toccare … ( non pensare male XD)
    Poi se il tuo è uno sfogo al nervosismo, cerca di trovare un altro sfogo. C’è lo sport, le amiche, parla a loro quando sei nervosa, anche con me puoi parlarne…
    Io faccio nuoto e grazie a questo sport riesco a scaricare tutte le tensioni… perché quando nuoto non penso a niente …
    Susy, mi raccomando, ho fiducia in te… deve essere una promessa che devi fare a te stessa!!! devi farcela!!! un bacio ti saluto FEDERICA

  17. Giorgia dice:

    Federica, ciao.
    Complimenti, una piccola grande donna!

  18. Giorgia dice:

    Ciao Susy,
    non vergognarsi mai…
    L’unico consiglio che posso darti e affidarti …
    Mi sveglio al mattino pensando che mi è stata data l’opportunità
    di ricominciare, come le cose che si distruggono possono ricostruirsi.
    Il percorso è duro, ma non tutti i giorni sono difficili. La paura non deve paralizzarti,
    ma farti muovere aiuto….puoi farlo….puoi chiederlo

  19. Carla dice:

    Federica, guarda che la ragazza nella foto non è Susy, sono immagini messe dal moderatore del sito, secondo te si farebbe fotografare in quelle situazioni? E comunque non dimenticare che ci sono stadi e gradi della malattia, non sempre la forza di volontà basta, spesso, come nel mio caso, diviene una vera e propria dipendenza. Questa malattia non è un problema di taglia, nasce dall’infanzia, dal modo di vivere, di sentire.. POSSIBILE CHE ANCORA SI PARLI DI PESO? è davvero assurdo

  20. Eleonora dice:

    Ciao… sono una ragazza di 17 anni che purtroppo tempo fa ha avuto un’amica bulimica… immagino come tu possa stare… spero solo che attraverso questi commenti tu possa trovare la gioia e la forza di vivere perché la vita è una sola e vale davvero la pena di essere vissuta!! Spero con tutto il cuore che tu possa uscirne presto, davvero.
    Ti sono vicina, di cuore

  21. Franceschina dice:

    Già… una che esce, una che ci rimane e una che entra… Oggi per la prima volta mi sono provocata il vomito dopo un abbuffata… Sono una maniaca del peso, peso 44 kg per 1.63, e della palestra… La mia vita sarebbe sana se non ci fossero le abbuffate del sabato e della domenica… Durante la settimana mangio normalmente pasta e verdure o carne/pesce, panino e verdure e alla fine frutta. Da 2 mesi avevo anche iniziato a usare un cucchiaio d’olio per pasto… spaventata dalla mia amenorrea (9 mesi), ma la domenica è diventato un rito ormai, non posso farne a meno, mi abbuffo fino alla nausea… Prima mi limitavo a prendere 2 pastigliette di k cal e a fare 2 ore di sport, oggi la svolta, sono andata in bagno e mi sono provacata il vomito…….. mentre vomitavo stavo malissimo, mi sentivo una scema e uno straccio, ma dopo averlo fatto stavo meglio. Aiuto, ho paura!

  22. Giorgia dice:

    Ciao Franceschina,
    star meglio dopo esserti provocata il vomito fa star bene,
    pensa però a quando te lo stai procurando,
    ti senti uno schifo, ma solo tu puoi evitare che tutto ciò avvenga
    la domenica. Cerca una distrazione,
    scrivi sul blog…

  23. Roberta dice:

    Leggo queste righe e trattengo le lacrime.
    E’ un demone che si appropria di te,quel vuoto dal quale vorresti non sentirti attratta ma é lì.Lui é lì.A guardarti,a farsi forza,a risucchiare quella forza. Qualche mese sono finita in ospedale a pezzi.Non é semplice uscirci.
    Il fatto però che tu scriva che tu riesca a parlarne é un inizio credimi.
    Non ti conosco.Ho letto per caso queste righe.Ti tendo la mano come tutte le persone che hanno deciso di scriverti…

  24. Carla dice:

    Franceschina questa malattia è così, ti invade poco a poco, fino a quando non si impossessa di te, completamente. Ho iniziato con la dieta, poi mangiando sempre meno, poi vomitando quel poco che ingerivo e con il tempo sono arrivata alle abbuffate… In principio una volta a settimana, poi 2, poi 3…dopo qualche mese ogni giorno, dopo qualche anno 2 volte al giorno… all’inizio credevo di avere il controllo: “POSSO SMETTERE QUANDO VOGLIO” mi dicevo ed invece…Dopo 10 anni di malattia ho scelto il ricovero… Ascolta, molti credono che la dieta, lo sport portino a questi disturbi , ma non capiscono, non sanno, che la malattia c’era già prima, era dentro di noi da tanti anni ed aspettava solo di manifestarsi, come un brutto tumore che cresce, cresce dentro ti te, fino a quando mostra i primi sintomi. La dieta, il vomito sono solo i sintomi, il vero male è un altro, è quel tumore che ci portiamo dentro, è quel dolore inconfessato e nascosto che ci ha fatto scegliere questa strada per soffrire meno. Infatti come hai ben detto, dopo il vomito stai meglio. E’ vero, la malattia ci serve, ma proprio come una droga, quell’effetto durerà sempre meno, allora dovremo mangiare di più, vomitare di più, non una ma due volte al giorno…e così via, all’infinito… Non aspettare che sia troppo tardi! Chiedi aiuto ora perchè con il tempo diventerà sempre più difficile. Un bacio. Ti voglio bene. P.s.: Si puo’ guarire, io ce l’ho fatta!

  25. Carla dice:
  26. Anonima dice:

    Ciao Susy!!! Ho letto la tua storia e mi è venuto in mente tante cose vissute in prima persona…
    So quello che provi… io ho iniziato una sera d’agosto,ero triste e un po delusa di me stessa… ogni volta che mangiavo e andavo a rovesciare mi sentivo in colpa e avevo vergogna di me stessa!
    Poi un giorno ho detto basta,delle volte guardo il water e mi metto a piangere penso a quello che ho passato e che ogni tanto sono ancora tentata,ma sono 3 mesi che resisto e sto andando avanti, ti prego fatti forza anche tu,so che e difficile ma niente è impossibile quando lo si vuole! Ho fiducia in te e sono sicura che ce la farai!

  27. 40anonima dice:

    Per unirmi al gruppo… ho passato la giornata ad ingurgitare cibo ma non riesco a vomitare così in pochi mesi sono ingrassata di 9 Kg…16 mesi fa mi sono ritrovata a non riuscire a smettere di bere ed è stato terribile, ora è risolto il problema alcool ma la compulsione si è spostata al cibo…ho provato ad andare in “analisi” da una psichiatra ma non mi sono sentita minimamente in sintonia arrivo ad un certo punto poi torni indietro e ricado nel baratro, mi sento molto sola
    ma cerco il giusto equilibrio per superare anche questo e magari riuscire a crescere un pò…Susy auguro ad entrambi di trovare presto l’equilibrio necessario per fare un passo avanti e grazie per la tua storia.

  28. Susy dice:

    Sono commossa per tutti i vostri messaggi,
    è strano per me non essere giudicata…per una vita intera tutti coloro che mi hanno circondata mi hanno puntato il dito contro ed hanno preteso da me cose impossibili…
    Alcune di voi mi hanno chiesto come sia iniziato tutto ciò e perchè sia iniziato..
    Un centinaio di pagine non basterebbero,i motivi sono talmente tanti..
    Ho attraversato diverse fasi: anoressia, bulimia, binge..e sono anche stata un’autolesionista..
    Da piccola ho subito una violenza sessuale da un conoscente, c’è stato un lutto nella mia infanzia che non ho mai superato, ho visto i miei genitori odiarsi profondamente..non ho mai vissuto in un ambiente sereno.
    Sono una perfezionista spasmodica, da sempre la prima della classe, quella che non sbaglia e che non può sbagliare.
    Ho sempre cercato di essere la figlia modello, ma ai miei questo non è mai bastato..
    La mia malattia è in fondo una subdola richiesta di attenzione e di amore, quello che mi è mancato per una vita intera..
    Sono stata in cura da una psicologa per 3 anni..le ho sempre mentito, ma in gondo ho mentito a me stessa…
    Sono uscita apparentemente dal tunnel più di una volta, per poi ricaderci sempre più tragicamente. Ho più volte rischiato grosso ed ho gravemente compromesso la mia salute, già fragile per natura.
    Sono una ragazza come tante, o forse, all’età di 30 anni, dovrei dire una donna come tante..
    Quando sto nelle giornate migliori, mi trovo anche carina…
    Ma quando il demone del cibo mi invade, di me non resta nulla di accettabile..
    Sono sicura che si possa guarire, ma non sono sicura di riuscirci, nè di volerlo veramente…a lungo andare, tutto ciò diventa una sorta di scudo…che fa meno male degli sguardi giudici delle persone, che fa meno male dei pregiudizi..
    Mi ha colpito molto quanto ha scritto Carla: la disinformazione ed i giudizi e pregiudizi della gente non potranno mai guarirci, non faranno altro che devastarci ogni giorno di più e catapulteranno, purtroppo, sempre più persone in questa desolazione..
    Mi complimento con gli ideatori di questo sito: credo che possa aiutare molte di noi..perchè in fondo, quello che chiediamo non è altro che un pò di ascolto..
    Spero che le nostre esperienze possano distogliere quante più persone possibili dall’ intraprendere questo viaggio, che molte volte è di solo andata…perchè troppo spesso sto leggendo di ragazze che chiedono consigli per diventare anoressiche..sono malattie serie e chiedere come fare ad ammalarsi, non è come chiedere consigli sul make up..ma a chi salterebbe mai in mente di chiedere consigli sul come prendere l’aids o un tumore? Ecco che torniamo al problema della disinformazione…
    Vi amo tutti, per me siete molto importanti, perchè dai vostri messaggi sto trovando la forza di andare avanti e di chiedere aiuto.
    Se volete sapere qualcosa di più preciso in merito a quanto accade ad una persona con questi problemi, potete domandare senza remore..se posso aiutare qualcuno a capire..per me è un piacere ed è forse anche un modo per aiutare me stessa.
    Vi abbraccio tutti.

  29. Francy e Fede dice:

    Cara susy, siamo 2 ragazzine di 12 anni della scuola media n. 12 di Sassari.
    Leggendo la tua storia ci viene da piangere perchè conosciamo amiche che hanno il tuo stesso problema……. Volevamo sl dirti che se sei venuta al mondo un’ importanza ce l’ avrai anche tu..
    Fatti coraggio susy che la vita è bella e ogni giorno diventa ancora più importante…
    Siamo e saremo sempre dalla tua parte e anche se non possiamo aiutarti personalmente ti aiuteremo mentalmente…ciao tvttb

  30. Carla dice:

    Susy non conosco il tuo volto, ma per me sei una sorella, come le 20 ragazze che hanno trascorso 5 mesi in clinica con me, come ogniuna che scrive… non smettere mai di scrivere, ti fa scoprire molte cose, ed io sarò sempre qui a risponderti.ti voglio bene

  31. Ile dice:

    Ciao a tutte voi, sono una ragazza di quasi trent’anni che come voi non ce la fa più…
    Da anni alterno ana con mia, e dopo essemi curata qualche anno fa, pensavo di esserne uscita,ho anche trovato un ragazzo speciale e mi sono sentita in pace con me stessa.poi però ho cominciato a riavere voglia di dimagrire, e cosi, in vista dell’estate dicevo,la vocina nella mia testa continuava a dirmi”dimagrisci!” e cosi facevo..poi sono cominciate le abbuffate..un questo ultimo mese sono ingrassata parecchio e mi sento una stupida x non essere riuscita ad avere + controllo su me stessa..cosi evitavo le uscite..sabato sera ad es., sono stata costretta dal mio ragazzo ad uscire con dei suoi amici e le loro ragazze, me lo chiedeva da tanto ma volevo vederli solo quando avrei perso 4-5kg perchè così mi sarei sentita all’altezza di essere come loro,brillanti,laureate,in forma..perfette.quando poi sono uscita e li ho visti,mi sono sentita uno schifo,le ragazze erano al contrario di me,cosi solari belle,magre..quando siamo andati poi a ballare mi veniva da piangere..vedere tutto ciò che vorresti essere e probabilmente non sarai mai..e il problema e’ che non riesco a essere me stessa,coperta cosi dal mio corpo e dai miei kg in più,..cosi oggi ho ricomiciato la mia dieta..magari la prossima volta che uscò con qualcuno sara’ diverso..

  32. AnGy dice:

    Ciao Susy sono Angela, la mia vita è molto simile alla tua, abbiamo lo stesso carattere “perfezioniste spasmodiche”….e ahimè anke io ho iniziato con una dieta ke mi portò a buoni risultati,ero serena ,felice ………ma la vita mi ha riservato una brutta esperienza …….mio padre ha avuto un tumore al polmone, letale ed stato 29 gg. in terapia intensiva, lui voleva vivere ha lottato molto con quella malattia …..e allora mi chiedo perchè …..che dobbiamo farlo anche noi…..

  33. Alexa dice:

    Ciao Susy. Ho 38 anni e sono di nuovo nel tunnel.. Mi riesce difficile aprirmi rispetto alla malattia. Ma mi piacerebbe parlare con Te e con chiunque volesse parlare. La disperazione, ormai, fà parte delle mie giornate. Il mio contatto msn: [email protected]
    Grazie. Di tutto. A Te e Voi tutte. Vi abbraccio forte forte.

  34. Anonimo dice:

    Ciao volevo dirti una cosa che forse non ti avrà mai detto nessuno. Puoi uscire da questa situazione solo chiudendoti nella tua camera e invocando il nome del Signore Gesù Cristo chiamalo con tutto il cuore perchè Egli si farà trovare e risolverà i tuoi problemi leggi la Bibbia e troverai le risposte che cerchi e ricordati che Lui TI AMA.

  35. Mary dice:

    Ciao Susy..sono una ragazza di 13 anni…e come te ho avuto questo problema..mangiavo di tutto…ogni volta…poi pero con l’aiuto dei miei genitori sono riuscita ad uscirne..non dire che i tuoi non ti possono aiutare perche non è cosi!!..Io ce l’ho fatta e puoi farcela benissimo anche tu..non ti disperare, con la forza della volontà,sono sicura che riuscirai a uscirne fuori..basta un pò di spirito di volontà…si sarà difficile uscirne..ma la vita è un dono e nn vorrai sprecarlo!!!
    Ti parlo da vera amica…vedrai una soluzione si trova a tutto..e la tua vita tornerà cm prima!!!
    Da una ragazza che ne ha passate molte..e ti capisco…tanti baci Susy e guarisci presto…spero che qst commento ti faccia capire..che un cosa basta volerla..poi non è difficile….

  36. Lou dice:

    I miei genitori non sapevano e non sanno niente, ma nonostante questo ne sono uscita da sola a 15 anni, il dolore era troppo forte, la vergogna ancora d più, la sensazione orrenda di sentirsi uno schifo in mezzo a tanta gente felice, e il voler nascondere tutto, coprire le proprie “colpe”, le tracce d una malattia che per me non era grave quanto la tua, ma ha lasciato comunque il segno…
    La forza per smettere ce l’abbiamo tutte basta solo trovarla, scavare nel cuore e nella mente, capire che avere un cm. di grasso in più non significa essere brutte, anzi le anoressiche/bulimiche non piacciono a nessuno, ma a parte quello che pensano gli altri, l’eccessiva magrezza non deve piacere a noi stesse, è veramente orrendo vivere con un corpo che non è il tuo.. La bellezza è la gioia, la bulimia è il vuoto..

  37. Federica dice:

    Ciao Susy ho letto il tuo ultimo intervento e mi sono messa a piangere… ormai leggere i commenti tuoi e delle altre ragazze è diventata una necessità… mi sento piu’ sicura e piu’ capita….
    Susy io ti sono vicina io so che ce la puoi fare come ce la potranno fare tutte le ragazze che hanno questo problema so che è difficile ma puoi farcela…
    Come diceva un anonimo… io non so se tu sei credente ma a me ha aiutato anche molto la fede…
    Un girono stufa d tutto quello che avevo passato, mi sono chiusa i una stanza e ho iniziato a pregare piangendo…. dopo qualche mese mi sono resa conto che le mi preghiere erano state sentite infatti ho ricevuto la volontà per riuscire a smettere….
    anke se io non sono ancora serena con me stessa… non mi riesco ad accettare… mi guardo allo specchio e dico :” Maria! Che sono brutta” le mie amiche mi dicono che non è vero ma io non ce la faccio vedo tutte carine tranne me…

  38. Ale... dice:

    Molti non sanno purtroppo che questo problema è anche maschile seppure in piccola parte… So cosa vuol dire mangiare fino ad essere pieni, so cosa si prova quando arriva quel senso di colpa e so cosa significa passare ore in bagno in ginocchio a vomitare, stando attentissimi a non lasciare nulla nello stomaco… Da un paio di anni altero periodi di abbuffate e vomito a periodi di digiuni spossanti… Non so se potrò mai guarire… So comunque che non avrò mai un normale rapporto con il cibo…

  39. Loredana dice:

    Ciao, leggere il tuo sfogo mi fa male, mi fa pensare che anche una delle persone a me più care ha sofferto le pene dell’inferno proprio come te. dalle tue parole capisco che il tuo disagio è tale da non riuscire a tirartene fuori da soa..perchè non chiedi aiuto ad uno specialista, sicuramente saprà indirazzarti nella via giusta, anche solo dal punto di vista prettamente fisico..io non so cosa spinga una persona all’auto distruzione, sento solo che tu vuoi uscirne e il mio consiglio è di confidarti con qualcuno..non avere paura, perchè ci saranno sempre delle braccia aperte pronte a stringerti, forse non saranno quelle della prima persona a cui ti rivolgerai, ma stai pur certa che ci sono, anzi ti stanno già aspettando, però è a te che tocca cercarle, è a te che spetta il primo passo. quando ho saputo ciò che stava succedendo a mia sorella era troppo tardi e ti assicuro che ho pianto per giorni, non perchè pensassi male di lei,ma di me..devi lasciarti aiutare dalle persone che hai vicino,ma se non apri la porta non potrà entrare nessuno..c’è la speranza, deve esserci e tu la stai chiamando..AFFERRALA e falla tua!!! Ti faccio i miei migliori auguri di guarigione e sarò spiritualmente una delle tue più accanite fan!

  40. Carla dice:

    Ale, è possibile tornare ad avere un rapporto sereno con il cibo… Dopo dieci anni di malattia è tornato ad essere un amico, un gioco, un divertimento, come se nulla fosse mai successo. Non ti arrendere!

  41. 40anonima dice:

    Qualcuno stà vivendo in una grande solitudine? Senza amicizie, con l’incapacità di comunicare con gli altri? La sensazione di essere sempre fregati perchè incapaci di esprimersi….il non riuscire a difendersi veramente…l’assorbire le emozioni che pensiamo di suscitare negli altri e così rimanerne feriti…e cadere e desiderare l’oblio…l’annullarsi con qualcosa…..poi rialzarsi illudersi di essere nella strada giusta e ricadere senza riuscire a fare il famoso passo avanti…

  42. Marta dice:

    Susy,
    resisti! Siamo in tante ad avere questo tipo di disagio: la bulimia è la bestia nera che ti toglie le energie che altrimenti impiegheresti a raggiungere il bello, DEVI IMPORTI DI SCONFIGGERLA! Tu sei più forte e più bella di un disturbo alimentare… quando ti coglie l’ansia e avverti il bisogno di adottare questo pernicioso atteggiamento, ripeti a te stessa, come un mantra, io sono più forte e più bella di questa malattia! Non stare in casa sola, esci a correre piuttosto, ok? Ti abbraccio e ti sono vicina.

  43. Valentina dice:

    E’ la prima volta che entro in questo sito e non è stato un caso trovarlo, ma piuttosto la volontà di capire il vero significato della parola bulimia. Non so ancora se sto subendo gli effetti di questa malattia o se sto esagerando nel giudicare alcune mie “manifetsazioni di appetito”, che mi portano da un pò di tempo a non controllare la voglia di ingerire qualsiasi cosa senza neanche sentire il sapore di ciò che sto masticando.
    Ma dopo aver letto le vostre esperienze comincio a capire che forse quello che mi sta accadendo è l’inizio di questa orrenda malattia, e solo scriverlo mi fa paura. Me lo fa pensare il fatto che oggi(ma era già successo altre 2/3 volte) mi sono trovata per la prima volta a cercare di vomitare (senza riuscirci) un’abbondante quantità di cibo che avevo mangiato in assenza della mia coinquilina come fosse un impulso di trasgressione, un istinto irrefrenabile.
    Ho paura di ingrassare e ultimamente qualche chilo credo di averlo preso..Anche se oggettivamente riconosco di non essere grassa, io sento il bisogno di ritornare alla mia normale e naturale forma fisica perchè così non mi sento bene con me stessa e con gli altri e a volte evito anche di uscire con amici per questo motivo.
    Voglio tanto risolvere questa situazione e ritornare ad essere solare come sono sempre stata.

  44. Roberto dice:

    Hola Susy.
    Mi chiamo Rob, e come puoi immaginare sono un ragazzo.
    Nonostante io sia un ragazzo, ti capisco benissimo, perchè ho il tuo stesso problema.
    L’estate scorsa, ero bulimico, e avevo perso 6 kg. Una mia amica mi ha fermato prima che diventassi anoressico, ma ora (ovviamente a sua insaputa) ho ripreso.
    Nnn è facile e lo capisco molto bene, e sto facendo molta fatica anche io a smettere. Anche perchè vengono di quegli attacchi che sono incotrollabili, e nn riesci proprio a fermarti. Nemmeno io chiedo aiuto, in parte perchè vorrei smettere da solo e in parte perchè nn so molto a chi rivolgermi senza essere considerato un poveraccio con i complessi.Anchce se credo di nn esserlo.
    La tua storia mi ha davvero colpito molto , e mi chiedo come fai a sopportare tutto questo. Io nn credo ci riuscirei.
    Nn saprei nemmeno come poterti aiuatre di preciso, quello che posso dirti è: FATTI FORZA NON MOLLARE MAI, PERCHE’ NON SEI SOLA, ADESSO CI SONO ANCHE IO CON TE, E SCOMMETTO CHE POSSIAMO AIUTARCI A VICENDA.
    Non vincerà questa malattia, non questa volta. Non permettere che ti sconfigga, sei più forte sappilo.Scommetto che sei una ragazza bellissima , non hai bisogno di farti del male.
    Non cedere. Sono con te, sempre.
    Rob

  45. Fabio Piccini dice:

    Valentina, tutti abbiamo paura di ingrassare.
    Viviamo in un settore del mondo dove la disponibilità di cibo è vergognosamente eccessiva.
    I pubblicitari cercano di farci associare il cibo alle emozioni più diverse e di indurci a pensare che mangiare può essere un modo per produrre emozioni positive, o per compensare emozioni negative.
    E’ falso. Il cibo è solo carburante per il corpo.
    Trasformarlo in una fonte di piacere compensatorio è un errore. Un errore che ingrassa le aziende produttrici di cibo e danneggia te.
    Il cibo non dovrebbe essere usato come un ansiolitico.
    Il cibo non dovrebbe essere usato come un antidepressivo. O come un antinoia.
    Tutte le volte che lo fai sbagli. Dovresti fermarti a riflettere e imparare a capire come compensare diversamente queste emzioni.
    Aiutati con il Test BETQ.
    Ti insegnerà a riconoscere quali sono le emozioni che stanno dietro la tua voglia di cibo.
    E non cominciare a vomitare.
    Altrimenti poi avrai un problema in più da risolvere.

  46. Margherita dice:

    Grazie! A tutti voi che avete mandato questi commenti.
    Per la prima volta non mi sento sola. Non devo spiegare di quel “demone” che si impadronisce del mio corpo obbligandomi per l’ennesima volta a svuotarmi fin a sentire i crampi allo stomaco, indice che posso smettere, che posso rialzarmi, lavarmi, profumarmi, pesarmi…
    Non avevo mai provato la sensazione che qualcuno potesse davvero capirmi, ora ci siete voi. é un emozione incomprensibile quella di leggere di storie sovrapponibili alla mia. Un misto di angoscia e felicità.
    Grazie a chi ha montato questo sito.
    Grazie

  47. Carla dice:

    C’è tanta poesia nei nostri cuori, che libri, enciclopedie, non potrebbero contenere. Tanto dolore e sofferenza, forse nessuno mai potrà comprendere.
    Per 11 anni ho vissuto in questo buio, un nulla senza fine, un vuoto senza inizio, ma ce l’ho fatta! E’ imbarazzante scoprire come un’altra persona possa descrivere la tua anima, utilizzando le parole che avresti sempre desiderato pronunciare, ma che per anni sono rimaste prigioniere nelle dita. La mia storia è a dir poco identica alla tua: notti prive di sogni, bugie, solitudine…La paura di rimanere sola con te stessa, la disperazione, la frustazione, la rassegnazione.Urla di dolore soffocate, intrappolate nello stomaco, che nemmeno con il vomito riuscivano ad abbandonarti. Ma guarire si può. Il nostro passato è uguale, spero lo sia anche il nostro destino. Chiunque tu sia, Ti voglio bene

  48. Eleonora dice:

    Ciao a tutte…hanno proprio ragione Carla e Margherita, fa uno strano effetto leggere nei commenti degli altri i tuoi stessi drammi, problemi, paure, sensazioni…gli stessi gesti assurdi e comportamenti…da un lato purtroppo non è che la conferma che allora il problema c’è, è reale, e va affrontato…dall’altro forse un minimo di …boh, non saprei neanche come definirlo, il fatto di non sentirmi sola, sapere che anche se non vi conosco c’è qualcuno che sta passando quello che passo io ogni giorno e può caprmi…quindi sì, un abbraccio a tutte e grazie davvero per questo sito…anche per me ormai venire a leggere commenti ed esperienze è indispensabile…

  49. Avvocato dice:

    Ciao……a tutti,
    oramai da circa 8 anni vago disperatamente-felicemente tra anoressia e bulimia! Nel frattempo ho preso la mia bella laurea in giurisprudenza, superato brillantemente l’esame di stato per avvocato ed ora….ho 31 anni e trascorro le giornate a digiunare o in alternativa ad abbuffarmi per poi vomitare tutto immediatamente, e come se non bastasse assumo lassativi sistematicamente.
    E’ evidente come non sia la persona più adatta a dar consigli e tanto meno a giudicare…..io, al contrario di tutti voi non so se voglio uscirne…..so che sto solo facendo del male a me stessa, che mi sto annullando ma……..quando penso a me bambina, adolescente e ventenne che ha smesso di pesarsi quando la bilancia ha superato gli 80 kg, che nessun uomo aveva mai sfiorata, che acquistava i jeans nel reparto uomo dei grandi magazzini, timida, asociale e insicura …beh, non posso che esser fiera di me stessa….. dei miei 41 kg ottenuti senza l’aiuto di alcun dietologo(le cui diete e visite mediche i miei m’hanno imposto, umiliandomi, per anni e senza risultato alcuno!!!!!). Ho fatto tutto da sola, non mi definisco una persona magra bensì una “ex grassa”, mi son presa quello che la natura non m’ha regalato…….che c’è di male? A causa di una forte delusione professionale, da circa un mese son passata da una fase anoressia che m’aveva portata a pesare 38 kg, alla bulimia….al vomito indotto, nel mezzo c’è stata una fase di “pseudonormalità” durante la quale ho ripreso 3 Kg. Ora il mio chiodo fisso è quello di ritornare a 38 kg perchè mi sentivo bella e mi piaceva il suono delle parole di chi mi diceva”sei troppo magra”!io detesto il cibo perchè m’ha privato per + di vent’anni della mia vita…..lo so, sembra paradossale questa affermazione ma, credetemi, io son nata a 22 anni. So di esser malata, anche se qualcosa mi sfugge(son un avvocato non uno psichiatra!) so anche da dove nasce il mio malessere, so altresì che l’anoressia è un urlo silenzioso e agghiacciante ben più forte di qualsiasi rumorosa parola più doloroso da ascoltare per chi ci è vicino e, non avete bisogno che sia io a dirvelo, è una immensa fame d’amore!
    P.S. Il mio non è un inno all’anoressia-bulimia….anzi! Sono felice per tutti quelli che ce l’han fatta a vincere e son sicura che coloro che, presa coscienza del proprio male, volendolo combattere(al contrario di me)….vinceranno!
    “Quando desideri qualcosa tutto l’universo cospira perchè tu l’ottenga”(Cohelo).
    Questa è per tutti voi che avete già imbracciato le armi!

  50. Debby dice:

    Ciao…ho letto tutti i vostri commenti…ho le lacrime agli occhi…sono 2 anni che studio queste malattie a scuola, ma non è niente in confronto alle storie di vita…
    Voi non pensate a quante volte, però, ho desiderato fare qualcosa per poter dimagrire, e il mio pensiero è andato all’ indursi il vomito…ma non ho mai avuto il coraggio…meno male…sono riuscita a dimagrire senza ricorrere a questo…e ora sto bene così…
    Ammiro molto le persone che vogliono uscirne…e te Susy…e a tutti gli altri che hanno avuto il coraggio di parlarne…

  51. Chiara dice:

    Sto piangendo,io ti capisco..e proprio ora stavo facendo un giro su internet per trovare numeri verdi..qualcosa, qualcuno che possa aiutarmi.
    Anche i miei non sanno nulla..non so a chi rivolgermi, è la prima volta che scrivo qualcosa,che parlo a qualcuno di questo incubo.
    Ho deciso di farmi aiutare…ho appena avuto un attacco di fame…sento che sto per impazzire.
    La mia malattia(perche adesso lo ammetto) è cominciata verso i 13 anni…poi per un pò, verso 17 anni ho smesso, perchè avevo trovato una persona speciale con cui parlare, ma ora ci risiamo, non sono mai guarita.e me ne rendo conto solo ora.
    Ho 22 anni e sento di essere tornata indietro, non trovo una via d’uscita.
    Credo che chiedere aiuto a qualcuno che ne sa nn sia sbagliato,e sn sicura che possa aiutarmi a stare bene.
    Stai tranquilla…e trova il coraggio…da qualche parte ci sarà qualcuno, qualcosa che potrà aiutarti a guarire.

  52. Chiara dice:

    Dimenticavo,grazie a tutte.
    Vi sento estremamente vicine a me.
    Grazie.

  53. Babi dice:

    Ciao..capisco perfettamente tutte le cose che hanno scritto..
    Un anno fa ho iniziato una dieta..perchè non mi piacevo..ero ossessionata dalla forma fisica,dalle calorie,dalla palestra..
    m pesavo ogni mattina..ogni secondo..e lo specchio era il mio migliore amico..con lui passavo ore ed ore..mi guardavo..mi misuravo..ed..ero contenta..perchè riuscivo finalmente a fare come volevo io..e soprattutto ero fiera di me..ero in grado di fare di tutto..niente mi spaventava..ero felice..!!
    Le persone mi guardavano in modo diverso..ed io ero sicura di me..mi amavo..mi adoravo..!!..
    Poi un giorno..giugno dell’anno skorso..ho avuto una cefalea confusionale..e non riuscivo più a parlare..mia madre mi ha portato subito all’ospedale..e mi hanno ricoverato 6 giorni per accertamenti..io stavo male..volevo andarmene..minacciavo d tagliarmi le vene..non volevo mangiare perchè stando a letto tutto il giorno sarei di sicuro ingrassata..continuavo a piangere..e m trattavano come una pazza sclerotica..poi hanno parlato con mia madre..perchè non volevo mangiare..perchè non avevo più le mie cose..e pesavo 49 Kg..le hanno detto d rivolgersi al mediko d base..
    Quei 6 giorni sono stati i più brutti della mia vita..dovevo mangiare per forza se nò non m avrebbero lasciato andare a casa..e appena mia madre non vedeva andavo a vuotare il piatto nel cesso..
    Ho dovuto fare la risonanza alla testa..ed è stato orribile..mi sentivo soffocare..morire..perchè sono clausrtofobica..comunque..hanno visto che non c’era niente d grave..perchè io sono soggetta al mal d testa forte..allucinante..e so che potranno capitare altri episodi fortissimi..ma ci devo imparare a convivere..comunque..il giovedì che mi hanno dimesso ero la persona più felice di sto mondo..ho fatto d corsa 5piani e m sono fiondata in macchina..volevo andare subito a casa..!!..
    Appena arrivata ho chiamato subito i miei amici..gli ho spiegato quello che era successo e dove ero stata..loro si sono incazzati perchè avrebbero voluto venire a trovarmi..ma io stavo troppo male..continuavo a piangere..non volevo nessuno..comunque..quella brutta esperienza era passata..quando ci ripensavo mi venivano i brividi..e ho giurato a me stessa che non sarei mai più tornata in un posto cosi schifoso..!!..
    E così le le mie giornate sono passate..come sempre..seguendo gli schemi..poi mia madre preoccupata mi ha portato a fare la famosa visita dal mio medico..che ha detto chiaramente che ero anoressica e che se volevo evitare il ricovero dovevo assolutamente farmi curare..cosi mia madre ma ha portato in una clinica specializzata..mi hanno visitato e i parametri medici parlavano chiaro..52 battiti cardiaci, peso 47, pressione 80\60..stavo andando all’altro mondo..e cosi è iniziato l’inferno..
    Tutte le settimane controlli su controlli..e intorno a me gente stronza che voleva distruggere tutto quello che avevo realizzato..costruito..con le mie mani..perchè all’inizio avevo il pieno controllo..poi mi è sfuggito dalla mani..sono andata in iper-tiroidismo..anche se mangiavo dimagrivo.. non volevo l’aiuto d nessuno..volevo farcela da sola..non volevo il ricovero..e quindi ero triste e speravo di riuscire a non calare d peso..ormai non la controllavo più questa cosa ..e intanto ho cambiato scuola..dal liceo socio-psico-pedagocico son passata ad un tecnico..sempre mantenendo lo stesso percorso di studi..qui ho trovato delle persone fantastice..tra cui la mia migliore amica..la mia ciccina..che mi hanno davvero aiutato in ogni momento..al mattino quando mi svegliavo ero contenta sapendo che dovevo andare via da sto brutto postaccio che mi opprimeva..per andare a scuola..con i miei amici..che mi facevano finalmente riderere..dopo tanto tempo.. e poi un giorno la mia amica ma ha presentato un suo amico..Stefano.. e lui è stata la mia salvezza..m ha sollevato tra le sue forti braccia..e io sono rinata..all’inizio non importava più di niente..volevo farla finita..anche se a volte terrorizzata mi paralizzavo dalla paura perchè non sentivo più i battiti.. lui mi ha ridato la gioia d vivere..ho capito che non potevo perderlo..e non avrei mai sopportato che stesse male per la mia morte..lui m ha trovato bella..bellissima..per lui ero una ragazza dolcissima che aveva solo bisogno d’amore..Stefano mi ha ridato la forza di mangiare..perchè mi ha fatto capire che non potevo mandare a quel paese la mia vita..mi avrebbe voluto sempre..anche con qualke kilo in più perchè mi voleva..ero la ragazza che aveva sempre desiderato.. è iniziato il mio sogno..la mia favola..il mio principe azzzurro che è arrivato per salvare la sua dolce principessa..Stefano mi ha dato una forza in-credibile..sapevo che era accanto a me..e che ere l’unico che gli importasse davvero di me..!!
    Perchè io ho dovuto sempre farcela da sola..potendo contare sugli amici e sui ragazzi che ho avuto..anche se la maggior parte ne ha approfittato..perchè vedendo una ragazza triste e desiderosa d’ affetto..mi hanno solo usata..illudendomi d aver trovato la persona giusta..io sono così..mi affeziono completamente alle persone..e mi do tutta..!!
    Stefano mi faceva star bene..mi ha fatto davvero arrivare 3msc..era il mio dolce step..l’amore mio bello..!!
    Però..purtoppo ha voluto svegliarmi da questo sogno..mi ha lasciata..frgandosene di tutto quello che provo..di quanto è importante per me..ed ora non sono nessuno.
    La mia vita non ha più un senso..sto davvero troppo male..!!..

  54. Marilisa dice:

    Carissima…ho 15 anni e so bene cosa vuoi dire….2 anni fa mi piaceva alla follia un ragazzo che però non mi cacava per niente anzi andava dietro ad un’altra ragazza….io stavo malissimo e attribuivo tutto al mio fisico…..mangiavo pochissimo e in palestra mi sottoponevo ad un allenamento estenuante…la sera ero stanchissima…e la mattina nn ne parliamo proprio…sentivo il mio stomaco sempre più piccolo…volevo mangiare sempre in porzioni più piccole ed ero nervosissima con i miei genitori che si preoccupavano tantissimo….una giorno ricordo mi sentivo talmente “piena” che mi ritrovai in bagno….volevo vomitare…..ma dentro di me sentii come se qualcosa mi frenasse…e capii ke quella non era la strada giusta….non dovevo solo per uno stupido ragazzo rovinarmi la vita….non dovevo preoprio…io fortunataemnte non ho intrapreso il tunnel dell’anoressia grazie ai miei genitori e ai miei amici….la cosa più giusta da fare in questi casi è quella di confidarsi con qualcuno….credimi solo così si può in qualche modo uscire da questo….anche parlare con la migliore amica…l’importante è non tenersi tutto dentro…non devi farti del male…davvero devi parlarne con qualcuno…questa non è la vita che nessuna di noi merita…ascolta me…devi lottare così come ho fatto io….ti consiglio per di più una cosa…ascolta molta musica…ti devo dire la verità se ora sono qui forte è grazie ha un cantante anche…ad antonello venditti…se ascolto una canzone e cioè che fantastica storia è la vita…puoi accorgertene che le vita è piena di ostacoli ma anche di piaceri….la vita non deve essere sprecata per questo…perchè è il bene più prezioso che ognuno di noi possieda…sono certa che tu sia una ragazza splendida e ti assicuro che anche il fatto che tu abbia scritto in questo sito è un enorme passo in avanti…se hai bisogno di aiuto e di parlare con qualcuno ci sono io…fatti sentire se ti va….ok?
    Fatti forza….combatti….ciao belissima baci enormi

  55. Mattia dice:

    Ciao sono Mattia un ragazzo che come te ha sofferto prima di anoressia e in seguito di bulimia, ora per me il peggio è passato, tra poco faccio un anno dall ultimo giorno che ho smesso di abbuffarmi, so quello che passi e come ti senti,e vorrei fare qunto è in mio potere per aiutarti ad uscirne, per aiutarci a vicenda, per tornare a vivere la vita vera…fatti sentire un bacio

  56. Barby dice:

    Ciao sono Barbara, in queste brevi righe ti vorrei dire di non avere paura di chiedere aiuto in un momento di difficoltà, penso che l’unione fa la forza e se non sei sola ce la potrai fare anche tu, l’importante è volerlo!!!
    Mi trovo in questo sito solo per documentarmi su questa malattia, ho un’amica a me molto cara che ormai è da ben 8 anni dentro questo tunnel, e adesso più che mai. A volte mi sento impotente, non so mai cosa fare!!!! Io spero tanto che tu Susy riuscirai ad avere la forza e allontanarti sempre di più da questo incubo!!!!
    Se qualcuno sa qualcosa di più e mi può aiutare ad aiutare sempre di più e più infondo questa mia amica mi fa un grandissimo piacere.
    Nella mia vita ho già perso molte persone care e non vorrei rischiare di perdere anche a lei!!!!
    Un bacio a tutti, ma sopratutto a te Susy, mi raccomando devi essere più forte tu!!!!

  57. Angel dice:

    Ciao Susy, io come te vomito, ma non mangio tanto … ormai il cibo mi fa paura perché ho paura di ingrassare ed ho paura che un ragazzo non mi accetti per quello che sono, quindi ho iniziato con una dieta di cui mi pento profondamente … ho mangiato per 1 frutta e verdura … adesso quando mangio della carne o del pesce mi sento in colpa e vado a vomitare … io andavo in bici e il mio allenatore mi disse io ho preso alla lettera queste parole … adesso non corro più … mi dispiace che i tuoi non ti stiano vicino … l’unika cosa che ti posso dire è … se hai voglia di vivere e di avere una vita normale, non rinunciare … fatti forza e combatti contro questa malattia come ci sto provando io … io sono con te … non mollare mai …………. e quando trovi un ostacolo, saltalo e non averne paura……..ciaooooo

  58. Anonimax dice:

    Ciao a tutte…so che posso sembrare pazza, ma io sono appena uscita dall’anoressia solo per volere dei miei genitori. fosse stato per me avrei continuato a mangiare poco. Ora sto cercando di procurarmi il vomito almeno posso far “star tranuilli” i miei e intanto raggiungere il mio obiettivo..dimagrire. Sono sicura che non lo farei sempre, solo qualche volta così, quando mangio troppo.
    Purtroppo non ci riesco…come posso fare?

  59. Alessandra dice:

    Sono terrorizzata da tutto quello che mi sta accadendo. Da anni controllo costantemente il mio peso, da anni il cibo è per me un’ossessione. Pensavo di essere forte e che tu fosse sotto controllo, invece ora sono scoppiata. Faccio abbuffate sia diurne che notturne, le mie spedizioni al supermercato sono sempre più frequenti, e lo schifo che provo nei confronti di me stessa e delle quantità esuberanti di cibo appena introdotte è disumano. Voglio uscirne, voglio uscirne…. Oggi ho mangiato tre focaccie, un vaso piccolo di nutella, una confezione di baiocchi, 4 brioches alla crema, un piatto di pasta, 1litro di succo di frutta, pecorino e mozzarella, una fetta di torta, una scatola di fagioli, tutto senza vomitare nulla, senza prendere un lassativo, e ora sto lottando per non correre al bagno a porre rimedio alla mia abbuffata. Nell’ultima settimana si è ripetuta tutti i giorni questa stessa scena patetica. Ho paura di ingrassare, ho paura di cancellare tutte le rinunce fatte in questi anni. Cosa mi succede? Cosa devo fare?

  60. Nina dice:

    Beh..non ci sono ulteriori commenti..sono le 2 e 30 di notte e non riesco a staccarmi da questo blog; vi ho detto tutto! Ringrazio tutti perchè è fondamentale parlarne parlarne e ancora parlarne. Perchè chi puo’capire se non chi vive la stessa malattia? Io credo che quest’aspetto sia fondamentale.
    Comunque sono anch’io malata da ormai 4 anni. Oggi ho 20 anni e l’ossessione per il peso e il grasso è diminuita.
    Oggi della magrezza non mi importa piu. Io rivoglio la mia serenita’, rivoglio la mia vita, ma ho una paura fo**uta di non riuscire a guarire mai mai mai mai.
    HO TROPPA PAURA.NON SO CHE DIAVOLO FARE.SONO STANCA.
    VI abbraccio e ringrazio tutti. Spero di risentirvi!!!

  61. Nina dice:

    Ah dimenticavo! Un abbraccio particolare a Susi, senza troppe parole. I miei pensieri sono con i tuoi..spero troverai il coraggio di chiedere aiuto! Ti abbraccio.

  62. Sam dice:

    ciao Susy..posso dire di avere il tuo stesso problema..quello di molte altre..purtroppo siamo sfortunate da qst punto di vista..perchè la nostra malattia non è una dipendenza dalla droga e quindi da qlc con cui ci vivi senza..la nostra è una malattia legata al cibo..e con il cibo ci dobbiamo passare il resto dei nostri giorni che spero esere molti.ti confesso che sono da un anno dentro qst tunnel..finisci scuola e vai al supermercato a prenderti da mangiare..torni a casa e vomiti..per me è così praticamente tutti i giorni..sto da schifo pure io..ma sono molto arrabbiata e ho voglia di uscire da qst tortura..non voglio trovarmi a 70 anni se ci arriverò, in casa di riposo a pensare a quante calorie ha il pane o a quanta acqua bere per vomitarlo..è ora di agire non basta la volontà.dobbiamo farlo,uscirne con tutte le forze e tutti gli aiuti possibili..dobbiamo perchè il tempo vola..un abbraccio forte a tutte! Sam

  63. Carola dice:

    mamma mia! ma quante siamo ad avere questi problemi!!
    E’ incredibile come momentaneamente ci sembra di essere tutte uguali! cioè pensare :” si,si è vero…anche io provo questo…prorpio così..”
    Comunque non è colpa nostra! purtroppo non dipende dalla nostra volontà….c’è sotto un meccanismo particolare che fa scattare questa cosa…non esitate a chiedere aiuto…se esistino centri specializzati per questo…vuol dire che il problema è guaribile! e se esistono persone competenti e specializzate SOLO in questo disturbo…sono qui per NOI…per aiutarci….
    un forte abbraccio…sono con ognuna di voi….

  64. Sofi dice:

    Ragzze non trovo piu le risposte che mi avete dato…aiuto…..

  65. Sam dice:

    Ciao!! Già, Carola,siamo proprio in tante..e nel brutto della nostra situazione la trovo una cosa confortante..perchè possiamo parlarci sapendo di essere capite e soprattutto non giudicate male..non so se vi è mai capitato..ma quando siete sul punto di volerne parlare con qlc vi fermate pensando a quello che potrebbero pensare..per me è così..quest estate andrò in un centro di cura..e mi auguro veramente tanto di guarire..anche se la paura del non farcela è tanta.. però sono fiduciosa.un bacione

  66. Emanuela dice:

    Ciao susy ti chiedo di farti coraggio e di chiedere aiuto..a persone specializzate,la vita e’ una e va vissuta nel benessere..che tu cerchi e che puoi trovare..ti posso dire che ci sono passata pure io e capisco cosa provi…e si puo’ tornare a ridere ed essere se stesse essendo fiere di esserlo..quello che ti posso dire e di farti aiutare,di non camminnare in quel tunnel da sola qualcuno puo’ aiutarti ad uscire ritrovando la luce.,il sorriso e la voglia di essere viva..non sentirti un verme perche’ non lo sei..anzi sei una persona che vuole solamente essere amata e cerca un modo per non sentire quel male interiore creandone uno piu’ forte…abbi coraggio di essere felie e che dio ti dia la forza di vincere tutto questo e sono convinta che ce la farai..con affetto Manu

  67. Francesca dice:

    Susy io sn francesca ho 30 anni,io sono entrata nel tunnel,ingrassando 50 kg,kiedi aiuto x favore ,io lo fatto,ora sono rientrata nel giusto regime alimentare,la strada e ancora lunga ,ci saranno discese e salite ,ma si deve ho detto sideve vincere ,tu lo devi fare xkè DIO ti ama ,kiedi aiuto a lui e alle persone ,fallo ti prego io ti voglio tanto bene,so cosa provi ti capisco,ma e bello anke uscirne credimi,tu sei forte….vai a messa DIO ti aiutera’,DIO ci ama sempre non dimenticarlo ,aggrappati a lui con tutte le tue forze e non lasciarlo mai……e non avrai piu’ niente da temere DIO é sempre vicino a te ciao bellissima tvtttttttttbbbbb

  68. Alicia dice:

    Ho seguito una dieta durata in cui ho perso 13 kg.adesso ho paura di riprenderli..quando sto da sola a pranzo mangio di tutto e poi vomito.
    Sono due settimane che lo sto facendo molto spesso..mi vedo grassa e non so che fare..il fatto è che in alcuni momenti mi sento triste,vuota e insoddisfatta.ho quasi 28 anni e vorrei costruirmi un futuro,andare via da casa…ho un lavoro ma non la possibilita’ economica per vivere in autonomia..mi sento oppressa a casa mia,i miei genitori litigano in continuazione e sembra che,mio padre abbia un’altra donna.faccio finta di niente,ma dentro queste cose fanno male.vorrei scappare via..è uno sfogo mi sento tanto sola in questo momento e non capita!

  69. Anto dice:

    Ciao sono anto, anche io sto attraverdanso una malattia simile alla tua…l’anoressia.
    ora io fortunatamente sono in via di guarigione ma ho passato i momenti più brutti della mia vita, tra medici e ospedale.
    IO TI CAPISCO TANTISSIMO…è difficile uscirne e lo so che qualsiasi frase io ti possa dire per aiutarti ti entra da un orecchio e ti esce dall’altro. Quindi ti dico solo che devi trovare qualcuno che ti aiuti perchè da sola non potrai mai farcela te lo assicuro..
    Ti dico anche che per guarire ci vorra molto tempo ma ogni piccolo passo di miglioramento sarà una gioia immensa e riscoprirai ogni piccola cosa che magari prima, quando stavi bene, non era importante.
    Ora che io sono quasi uscita dalla mia malattia guardo la vita con degli occhi diversi, più profondi e non volgio sprecare più il mio tempo come invece facevo prima.
    Poi una cosa molto importante, RIVOLGITI AI TUOI GENITORI perchè sono gli unici che potranno darti una mano.
    E comunqua anche se riprenderai un’ alimentazione più sana, stai tranquilla non sarai mai grassa; te lo dico perchè questa è una cosa che io volevo sapere.
    Adesso io sono felicissima e spero che anche te trovarai la mia stessa felicità…ci vuole solo un po’ di forza e un piccolo aiuto da parte di qualcuno e soprattutto di medici specialisti…..BUONA FORTUNA.

  70. E82 dice:

    Ciao Alicia anch’io vorrei andare via di casa.almeno tu lavori io invece sto facendo un corso di formazione professionale di 5 mesi, ma nn è detto che alla fine poi il lavoro si trovi…t capisco x che’ è una vita che nn ce la faccio piu’ a vivere cn i miei e chiunque io conosca mi dice che x me sarebbe meglio star fuori da sola, ma al momento nn lavoro, quindi..mm..difficile..
    E poi anch’io dopo varie fasi in cui mangiavo poco ma ero magra normale mi sono ingrassata, allora x dimagrirmi ho dovuto riprendere a vomitare, dopo piu’ di un anno che avevo smesso.E adesso sono come prima.
    Mangio normale e quasi tutte le sere vomito.Che schiavitu’—
    I miei nn litigano, no, ma mi trattano come una ragazzina, mia madre nn vuole che io cresca eppure mi ha partorita 25 anni, 5 mesi e 2 giorni fa!!!
    Certe volte penso che bisognerebbe chiudere la porta di casa e buttare la chiave dalla finestra piuttosto che andare al cesso e vomitare.
    Ma la frase “domani smetto” e domani nn arriva praticamente quasi mai…
    Besos por todos

  71. E82 dice:

    Scusate io nn vorrei offendere nessuno..ma..7 anni fa avevo 18 anni e sono stata un po’ anoressica (40 kgx 1, 62 cm )x 2 mesi ed ero libera.
    A me piacerebbe tanto tornare come 7 anni fa a volte, xo’ nn x 2 mesi, x sempre.solo che nn ci riesco.
    La mia vita è un inferno magari se mangiassi 1 volta al giorno sarei libera della schiavitu’ delle calorie e di muovermi tutti i momenti.
    Se succedesse sarei felice;))

  72. Kri dice:

    Soffro di disturbi alimentari già da un pò.Vomito ogni volta che ho un problema e che spesso non mi sento capita ,dentro di me urlo ma nessuno mi sente ,provo a parlare ma nessuno mi ascolta.Ho un ragazzo ma tra di noi la comunicazione nn va tanto bene ultimamente,ogni volta sto per dirgli tutto ma non è la prima volta quindi penso che non mi aiuterà e poi odio essere giudicata,chi nn ha questo problema nn può capirti fino in fondo.Vorrei sparire xkè mi sento troppo stanca e troppo sola,nn mi va piu di combattere.

  73. Deny dice:

    Ciao a tutti….ho 23 anni e soffro anch’io di bulimia e non ce la faccio proprio più…sono stanca e non ho il coraggio di dirlo a nessuno…penso sempre che con la forza della volontà devo riuscire a sconfiggere questa malattia da sola…riesco a stare bene per 3-4 giorni e poi ricado….leggere tutti questi commenti e sapere che ci siete anche voi, mi da un pò di sollievo…forse se uniamo tutte le nostre forze anche solo “virtualmente”, possiamo farcela….Un bacio a tutte!

  74. Baby dice:

    Vi voglio bene ragazze.. ma….
    HO RICOMINCIATO

  75. Rosanna dice:

    Non se ne uscirà mai.
    Io per giunta sono depressa..ansiosa.. Non più anoressica ma solo bulimica. Io non ci riesco a smetterla. Ho provato mi sono illusa. Mi guardo continuamente. Tutto quello che mangio mi rimane sullo stomaco perchè so che devo rigettarlo subito via perchè non mi appartiene. Io voglio vedere le mie ossa. Voglio vedere la mia me stessa che è dentro di me. Non mi piaccio, non me ne convincerò mai. Non si smette, non si riesce. E i commenti a me non aiutano. Ma a qualcuno dovevo pur dirlo, anche se non cambia niente e ora chiuderò la finestra e tutto sarà come prima, perchè sto diventando una pazza maniacale di se stessa. Voglio solo uccidermi per rinascere, pulirmi, e svuotarmi da quello che non mi appartiene da quello che gli altri hanno voluto da me e da come mi hanno fatto diventare.

  76. Sofi dice:

    Rieccomi…ciao a tutte….le mie ideee di anoressia crescono di giorno in giorno …e comincio a pensare che non n uscirò mai e poi mai …digiuno settimane e poi cedo e mi abbuffo di tutto cio ke trovo e poi sto male male x una settimana e mi gonfio come un pallone..non ho la concezionedi cibo sano o almeno una volta l avevo perfetta anche fin troppo e ora basta ….pensosolo ke il digiuno sia la kosa migliore da fare ora mai è un anno e passa ke sto kosi ..e le mie idee sono rimaste semprele stesse…sempre…piu mi gurdo allo specchio piu vorrei distruggere quella orrenda immagine danvanti a me ….odio stare seduta perkè sento il gonfiore della mia pancia..passo ore davanti allo specchio e gurdare la mia orrippilante immagine….sperand di vedere sepre meno ….e un giorno kissà magari scomparire…..a volte davvero vorrei possedere una bacchetta magica e far funzionare il mondo a mio..magari….sto davvero andando fuori di testa..odio persino quando cercano di cambiarmi le mie idee i miei canoni perfetti….ma credo che non sia solo un fatto di perfezionismo l anoressia ..è legato tutto a un processo di lavoro che il proprio cervello fa di giorno in giorno…sikuramente i media fanno l loro gioco le modelle ..attrici..perfette….e dikono ke mangiano…e la foto di paris kon l hamburgher tutte stronzate ….non mangiano ..non mangiano non si puo essere kosi perfette mangiando cio ke dikono..no…sono anoressiche e soffrono…non tutte ma la maggior parte..e io voglio soffrire kome loro….scusate x la konfusione del mio diskorso vi prego..ma sono talmente tante le kose ke ho da dire che il mio cervello si scioglierà presto…grazie bacioni a tutte……

  77. Fabio Piccini dice:

    Rosanna,
    perchè dici che per ripulirsi di tutto ciò che non ti appartiene dovresti morire e poi rinascere?
    Guarda che si può farlo anche da vivi…altri lo hanno fatto…puoi farcela anche tu.
    Ne sono sicuro.
    Hai avuto dei danni. Ormai è successo.
    E’ successo proprio a te, d’accordo. Non te li eri andati a cercare. Va bene.
    In un modo o nell’altro sei sopravvissuta.
    Adesso ricomincia.
    Alzati e cammina…

  78. Erika dice:

    Ciao ragazzi e ragazze ho letto gran parte delle vostre testimonianza e vi giuro ho le lacrime che mi stanno per invadere gli occhi…..non ho mai avuto il coraggio di andare su questi siti che parlano di anoressia e bulimia perchè cm tutti voi anche io ho avuto la mia brutta esperienza e purtroppo dopo due anni di malattia tra cui varie ricadute ,ora che tutto pensavo fosse finito non so se è davvero così……ho 18 anni e ho iniziato a stare male quando ne avevo 14 …da quel periodo in poi fino a circa 17 anni ho vissuto l’inferno e nonostante adesso pensavo di aver sconfitto questo mostro che mi ha fatto sputare sangue,non so più se è così o no….infatti nella mia testa ultimamente iniziano a girare strani pesieri che alla fine cercavo di sviare in tutti i modi possibili pur di star bene….ma mi sa proprio che non ci riesco più…sono veramente contenta di aver trovato qst sito dove posso parlare senza aver paura della gente e del suo giudizio….ma che palle questa vita a volte sa essere davvero crudele poi durante il periodo adolescenziale soprattutto questi cazzo di pensieri riescono veramente a metterti k.o in un secondo….poi io che sono una persona estremamente espansiva,aperta vivace che cerca di avere il sorriso sulle labbra anche nei momenti peggiori pur di star bene in mezzo alla gente e con i suoi amici ai quali racconto tutto…..sto male come un cane perchè non posso condividere questi brutti pensieri con nessuno,anche perchè non verrei di certo capita ma subito messa sotto accusa e mi troverei nuovamente dopo un anno mille dita puntate contro…..aiuto….
    spero di poter trovare in alcuni dei vostri commenti un pò di conforto e di consigli per riuscire a capire come affrontare questo brtto periodo…..scusate per l’essere un pò troppo prolissa nello scrivere, ma vi giuro è stata una valvola di sfogo per me….ciao, ciao ….baci…Eri!

  79. 40 Anonima dice:

    Dopo un periodo di tentativi e ricadute tentativi e ricadute in questi mesi avevo perso la voglia di ritentare e oggi mi è ritornata…non sò se me la stò nuovamente raccontando e questo mi fà paura… è possibile trovare la giusta convinzione per avanzare barcollando certo ma senza ricadere nel solito buco pieno di oblio è possibile non rifinire sempre nello stesso punto??? Che cos’è che lo determina:? Paura immaturità limitazione mentale il non riuscire a crescere il non sentire (perchè????) quella voglia di vivere feroce che si avverte in molte persone…scusate lo sfogo ma vorrei finalmente capire cosa diavolo non funziona vorrei essere libera da tutti i viaggi mentali che mi faccio vorrei vivere finalmente il presente ed esserci qui e ora esserci….

  80. Ilaria dice:

    Penso che fino che nella mia testa guarire = ingrassare..non guarirò mai…questo è il primo di tanti pensieri che mi bloccano…la mia psico mi dice sempre che fino che non smetto di odiare i miei e dargli la colpa di tutto nn riuscirò mai a liberarmi da questo demone..io penso che li amo troppo…penso che in questo mondo l’unica persona sbagliata sia io…mi devo annullare solo allora smetterò di soffrire..io vi capisco a tutte, capisco che ogni giorno è una battaglia contro il cibo contro la vita…ormai sono 8 anni e ormai sono sfinita da tutto..il mio corpo si ribella non riesco più a controllarlo..i miei polmoni sono distrutti..e io invece di curarmi…mi lascio andare..sono vicino a tutte voi..scusate lo sfogo..vorrei poter aprire il mio cuore totalmente ma purtroppo ho paura…ciao Ilaria

  81. Federica dice:

    Credevo di aver finalmente vinto questa guerra che dura ormai da dieci anni ,purtroppo mi sbagliavo ed eccomi nuovamente a terra. Adesso sono proprio priva di forze e mi rendo conto di non potercela fare ancora per molto! Questa non è vita ma solo e soltanto distruzione di se stessi perchè queste malattie uccidono il tuo essere ,la tua autostima , la tua anima e sembra che nessuno si renda conto di quanto sia difficile condurre una vita normale con un problema simile.IN BOCCA AL LUPO A TUTTE FEDERICA

  82. Angelica dice:

    Ciao Susy.. la tua storia è molto triste e un pò ti capisco perchè anche io molto spesso dopo un’abbuffata mi rinchiudo in bagno e comincio a vomitare. è un problrma veramente grave e ora mi sto convincendo che andare a chiedere aiuto è la cosa migliore. io sto guarendo grazie a delle amiche che mi sono state sempre vicine. ti consiglio di andare da uno specialista e vedrai che ti sentirai più libera. cerca di usare le tue esperienze del passato per farti forza e non per distruggerti. mi raccomando sii forte e chiedi aiuto. auguri!!! tvtb

  83. MA79 dice:

    Ciao Susy sò bene cosa stai passando….sò purtroppo cosa significa chiudersi in casa, nascondersi dal mondo, evitarlo perchè hai vergogna di far capire a qualcuno che hai questa berla addosso… e non sai cosa fare, sentire di non poter chiedere aiuto a i tuoi genitori perchè? perche’ sai che gli daresti un enorme dispiacere ….. Per me è lo stesso ed è un peso che mi trascino da oltre 10 anni …….Ma dobbiamo farcela perchè non e’ vita quella che stiamo “vivendo”… dobbiamo strapparci di dosso questa bestia nera e tornare a essere felici.Possiamo farcela!!!!!!!!!!!!
    Grazie comunque a tutte , i vostri messaggi mi danno conforto mi fanno capire che non solo sola ….vorrei parlare con chiuque voglia, con te e con tutte voi …. la mia e-mail e contatto msn e’ : [email protected] .
    un abbraccio a tutte . Grazie ….vi voglio bene

  84. Erika dice:

    Ragazze dobbiamo farci forza…………non ce la faccio più………Eri!!!!!!

  85. Anya dice:

    CIAO SUSY
    CI SONO DENTRO ANCHE IO DA CIRCA 3 ANNI..E HO TANTA PAURA..FORSE IL MODO PER USCIRNE C’E’ MA HO PAURA ANCHE DELLA PORTA DELLA SALVEZZA COSI’ RESTO STABILE E FERMA NEL MEZZO…FACENDO ACCADERE LE COSE CONTRO LA MIA VOLONTA’…
    QUALCUNO HA PRESO ME E LA MIA VITA E IO ORA NON NE SONO PIU PADRONA , DICONO CHE CI RITROVIAMO TUTTE COSI’ PERCHE’ SIAMO STATE NOI A VOLERLO..NO! NON E’ ASSOLUTAMENTE VERO…CHI MAI VORREBBE VIVERE MORENDO OGNI GIORNO? CHI? NESSUNO…
    IO TI AUGURO DI TROVARE UNA VIA DI USCITA , UN AIUTO CONCRETO , IO TI AUGURO TUTTA LA VITA DI QUESTO MONDO…MI DISPIACE MOLTISSIMO PER QUELLO CHE STAI PASSANDO…E SE NON HAI PAURA URLA AIUTO…PERCHE’ URLARE AIUTO E’ GIA’ UNA GRANDE VITTORIA..
    TI ABBRACCIO FORTE
    ANYA

  86. serena dice:

    ciao susy,ora sn in salotto ho vomitato un po ma nn riesco piu e credo che sia perche il mio palato nn considera piu le dita come estranee..ho bisogno di vomitare,ti prego aiutami..stotroppo male!

  87. alessia dice:

    ciao.. avevo 15 anni e non mangiavo quasi nulla.. annusavo i dolci e tutto ciò che poteva far ingrassare.. mi saziavo solo con quello. .. poi facevo ore e ore di palestra.. corsa.. per smaltire quel poco che mangiavo.
    mangiavo frutta.. ananas a quantità industriali.. poi palestra.. smaltire.
    poi un giorno vado in giro per comprarmi una cinta per i pantaloni , portavo tra la 36 e la 38.
    l’unico negozio vhe aveva cinte del genere , per me? benetton reparto bambini 0-12 ..
    poi un giorno vado a farmi qualche analisi.. mia madre era preoccupata.. avevo carenze di tutto ma mi era venuta la vitaminosi!!! per tutta la frutta mangiata!! poi il medico mi guarda e dice” ok ale ti saluto tanto non ci si vede più” ed io “perchè?” .. ” perchè morirai se continui..” !
    quella cosa mi scosse da quel giorno ricominciai nel mangiare.. tutto!! cavolo non volevo morire a 15 anni… ed oggi ne ho 31 sono in perfetta forma e con le “forme” al punto giusto .. prima sembravo un manico di scopa!!
    Ragazze questo per dirvi che le prime che si devono aiutare siete voi.. pensate che si rischia davvero la vita! io l’ho fatto ci sono riuscita… non credo nell’impossibile.. tutto è possibile basta avere coraggio e volontà!
    forza allora riprendetevi la vostra vita!

  88. patrizia dice:

    cara Susy,
    credo che se anchevolessero i tuoi non possano aiutarti ,sei arrivata ad un punto che l’aiuto di cui hai bisogno e’ quello di persone competenti,dei veri professionisti seri…so che c’e’ un’associazione che si occupa del tuo problema chiamali subito,non aspettare ,c’e’ sempre una via d’uscita,una strada , un’ancora di salvezza, ti copio il numero e l’indirizzo email
    associazione ABA
    Numero Verde 800.16.56.16
    E-Mail [email protected]
    spero ti sia utile,ti mando tanta tenerezza ,e un abbraccio,

  89. giulia dice:

    ciao susy…mi kiamo giulia…secondo me dovresti farti aiutare…lo dico solo xkè la mia migliore amica ha problemi alimentari…è anoressica…sta morendo…ora è in un istituto a roma e mi manka davvero tanto…soffro tantissimo per lei…xò adesso la stanno aiutando pian piano…e hanno detto ke forse qulache possibilità per lei c è…ti prego…kiedi aiuto finchè sei intempo…parlane kn le tue amiche e sfogati…e fattti aiutare da persone competenti…non avere paura…
    un bacione…spero ke apprazzerai il mio consiglio

  90. martina dice:

    ciao, mi chiamo martina ho 19 anni…. da tre soffro di bulimia iniziata in anoressia per un anno fino a quando ho conosciuto le abbuffate seguite da un vomito estenuante, mangio cose assurde poi le vomito e poi rimangio e rivomito.
    a scuola non ci vado pù e ho perso anche il mio sogno più grande il nuoto sinncronizzato che praticavo fino a pochi mesi fa a livello agonistico da quando ho 6 anni.
    la mia vita è finita mi odio odio il mondo… non vedo un futuro, non vedo obiettivi che tanto so non riuscirei portare a termine, ….. ecco volevo solo scrivere anch’io cos’è questa tremenda malattia che ti porta ad una morte lenta tua e di chi ti ama, fa schifo ma la cosa peggiore e il non riuscire ad uscirne… susy ti capisco tanto, e ti mando un abraccio fortissimo, perchè è quello che vorrei io che qualcuno mi prenda mi abracci e mi dica che tutto questo è finito che non dovrò mai iù mettermi le dita in gola, rubare il bcibo, rubare i soldi per comprare scatole di lassativi………. in bocca al lupo susy …..io mi faccio aiutare ma ca**o non serve non serveeeeeeeee…… non so come e quando uscirò da questo tunnel infinito….spero che entrambe e tutte quelle che soffrono di bulimia un giorno vedano questo come un brutto e lontano ricordo…. la mia mamma mi ripete che la vita è bella e dev’essere vissuta ma mi chiedo dov’è che trovo la forza per farlo?? un bacio enorme susy

  91. bimbolina dice:

    ci risono ragazze……….. guarita ma dove ok 3 kg in piu ma sempre dentro

  92. bimbolina dice:

    ho messo un mail fasullo o non mi partiva

  93. bimbolina dice:

    komanda la malattia…. ke io lo voglia o no……..

  94. michela dice:

    ciao io sn michela ho 19 anni e mi trovo in un periodoo di merda pazzesco ho avuto una infanzia di merda,, fatta li lutti e della semarazione dei miei,,, nn ne posso piu ora ce anche questo problema che mi ha scatenato il vomito,, erano tre mesic he nn vomitavo piu e ora il vomito e ricominciato, mi sento una merda , mi sentoo una puttana che x amore accetta di essere scopata da uno stupido,, x amore accetta di farsi del male mentale , nn importa nn so nemmeno xke sn qui a scrivervi

  95. ARACNGELA dice:

    PER MICHELA… IL VOMITO E’ SOLO IL MODO DI CERCARE DI “PULIRTI DENTRO” PERCHE’ I PENSIERI E LE COSE CHE FAI NON TI APPARTENGONO… ANKE IO L’HO FATTO,SINO A VOMITARE SANGUE..MA NON SERVE A NULLA! L’ANORESSIA E LA BULIMIA SONO SOLO UN LETARGO…VEDRAI CHE PRIMA O POI CI SI RISVEGLIA!!!!

  96. georgiana dice:

    carissima susy spero che leggerai questo commento io ho solo 13 anni e sono molto magra a scuola dicono che sono uno “scheletro ambulante” non sono anoressica s’intende ma io sorrido di fronte ad ogni difficoltà pensando sempre ” vivi ogni giorno come se fosse l ‘ ultimo “cerca di trovare un accordo con le persone che tu ami molto ,e fatti aiutare perché a tutto c’è rimedio ricorda!spero di averti messo un pò di coraggio era il minimo che potessi fare in bocca al lupo susy -gege99-

  97. Lu dice:

    Ciao Susy sono Lu, ho 17 anni fatti una settimana e 1/2 fa. Purtroppo un anno e mezzo fa ho iniziata a soffrire del problema opposto al tuo. Quando ero piccola era una bellissima bambina dagli occhi azzurri e i capelli biondi. Crescendo non ero più solare e bella perché mi isolavo e questo mi faceva essere cupa e triste. In quegli anni delle medie, non avendo nulla di meglio da fare, la mia merenda pomeridiana era: 1 francesino al salame, un toast al prosciutto crudo e due al cotto, 4 pacchettini di crackers e 2 pacchettini da 30g di fonsies o due piatti fondi di biscotti tarallucci della Mulino Bianco. A 15 anni ho detto basta e dalle abbuffate sono passata ad una dieta fai dai me dopo che l’anno prima quella della dietista era stata un fallimento. Da 59 chili in 9 mesi ero arrivata a 36 chili. Ho diminuito piano piano fino al punto che non contava più che diminuivo, ma il fatto che per far si che dopo i pasti non pesassi più di prima dei pasti, a tavola neppure bevevo e nemmeno fuori pasto. A Marzo sono stata ricoverata in ospedale a Cantù. E 6 mesi fa sono andata a vivere nella comunità legata all’ospedale di Cantù…la comunità terapeutica di D.C.A ( Disturbi della Condotta Alimentare) di Asso legata anche all’ospedale Sant’Anna di Como. Questa comunità è specializzata in :
    Anoressia: il mio caso
    Bulimia: il tuo caso
    Abbuffate
    Importante oltre al campo alimentare è quello psiocologico.
    Ti consiglio questo posto: io sono entrata che desideravo la morte e tra qualche settimana uscirò sapendo che fuori mi aspettano le miei amica, la mia famiglia e la vita o quel poco e niente che però per me è tutto e sono arrivata a ciò ringrazio Asso.
    Chiedi di:
    educatrice: Marinella Sanfilippo
    Tatiana Cimetti ( responsabile)
    Barbara Simoncelli
    PIchiatri: dottor Gabriele Stampa( responsabile)
    dottor Raffaele Iavazzo
    Psicologa: dottoressa Silvana Grosso
    Dietiste: dottoressa Paola Rossi ( responsabile)
    dottoressa Maria Rosa Barreca
    Medico Internista: dottoressa Barbara Borghi
    Per Cantù rivolgiti allo pichiatra Gabriele Stampa che ti indirizzerà dal collega di Cantù Antonio Iraci
    In bocca al lupo non sprecarti vali tanto dammi retta

Scrivi un commento