96776343_4efe3075ff1.jpgPhoto©: Belljar

Cara anoressia, ti scrivo…

Così potrebbe cominciare una lettera scritta alla vostra malattia. L’avete mai fatto?

Sì, intendo dire proprio questo, scriverle una lettera. Proprio come la si scriverebbe ad una persona vera.

Una persona che in questo caso abita dentro di voi ma che, da un pò di tempo a questa parte, sembra aver fatto camera separata con il resto della vostra coscienza.

Una persona che in un lontano passato si è assunta il difficile compito di fare qualcosa di prezioso per voi. Di aiutarvi a raggiungere dei risultati che per voi erano importanti.

Di proteggervi da un mondo caotico e cangiante. Da uno sviluppo corporeo improvviso ed imprevisto. Dalle ferite di una vita difficile. E forse da tante altre cose ancora.

294360793_0cd69ffefa_m.jpgPhoto©: Belljar

Una persona che per un pò di tempo ha goduto della vostra amicizia e dei vostri favori finchè un bel giorno ha deciso di stabilirsi definitivamente dentro di voi e piano piano si è appropriata di tutti i vostri spazi vitali, e senza aver chiesto la vostra approvazione.

E quando magari avete trovato il coraggio di chiederle di andarsene o di ridarvi il vostro posto si è fatta beffe di voi. Una persona che è diventata progressivamente sempre più ingombrante e pretenziosa. Asfissiante.

Al punto da arrivare a farvi paura…

Perchè allora non provate a scriverle una lettera con il vostro amore e il vostro odio e il vostro bisogno di lei e tutto quello che vorreste dirle?

Volete provarci? Chi tra voi vuole essere il primo a scrivere?

369 Commenti

  1. daniela dice:

    ciao!
    tu sai che sei la mia migliore amica, ma oggi vorrei stare in pace, anche solo per quache ora, non pensare piu’ a te’, si lo’ so’ ho provato e riprovato, e alla fine mi sei sempre mancata, si perche’ tu lo sai che fra te e me c’e’ questo amore e odio, che l’una non puo’ stare senza l’altra per cui tu mi dirai, perche’ insisti ancora? perche’ continui a cercare di ignorarmi che sai che senza ti me tu stai male? ecco io a questo non so’ risponderti o anzi si una risposta l’avrei, dicono tutti che non andiamo bene insieme e che io dovrei avere paura di te!
    Ma dicono anche di non ascoltare mai quello che dicono gli altri per cui io dovrei solo ascoltare il mio cuore e la mia mente, e allora mi sa’ che oggi staremo insieme ancora una volta , anzi facciamo cosi staremo insieme fino alla morte allora ti aspetto a presto ciao

  2. Luna blu dice:

    son senza parole!

  3. daniela dice:

    Uddio !!!!!!!!!!!!!!!
    ho scritto qualcosa che non andava? non volevo scusate non era mia intenzione veramente se potete cancellare la mia lettera? o se mi dite come si fa ? scusate !!!!!!

  4. Luna blu dice:

    Daniela il mio “son senza parole” era un’esclamazione di disappunto perchè son effettivamnte rimasta senza parole…ma qui puoi essere te stessa e scrivere quello che pensi..nessuno ti giudica…ma ognuno di noi esprime i propri sentimenti…e dopo aver letto il tuo amore per la malattia son rimasta appunto senza parole…

    Se rifletti un attimino…quanto è importante per te il giudizio degli altri? e il tuo?

    Un po’ mi sembra che ti metti sempre al secondo posto..prima gli altri e il compiacere gli altri e poi te stessa! Tu sei più importante degli altri…almeno così deve essere per te stessa…
    Credi in te stessa..non smettere di fare quello che ritieni giusto solo eprchè hai apura che gli altri ti giudichino male!
    Un abbraccio!

  5. Gabriele dice:

    Io credo sia rimasta senza parole per quello che hai scritto alla fine….
    anzi facciamo cosi staremo insieme fino alla morte allora ti aspetto a presto ciao
    ….almeno così è stato per me,un pò tutti ci siamo passati,tanti ci stanno ancora passando e la domanda sorge spontanea.. Questa malattia ci accompagnerà fino alla morte? o forse sarebbe più correto chiedersi Ho veramente bisogno della malattia per sentimi meno solo?
    Sarà anche l’amore della nostra vita ma se ci fa soffrire….anche quello finisce prima o poi!.
    Due cose sono sicure nella vita,la nascita e la morte….ma se la prima è un dono,la seconda è una conseguenza logica della natura stessa dell’essere umano.Quindi perchè ritrovarci nella condizione di varcare questa soglia?
    Ne vale la pena?….vivere si,morire no,peccato che si apprezzi la vita solo dopo essersi avvicinati alla morte..solo che a volte è troppo tardi oppure non hai scelta..
    E’ giusto che scrivi quello che senti dentro,anche se sono parole dure e tristi..

  6. daniela dice:

    Cavolo luna blu!!!!
    come hai fatto a capire in poche righe ?
    oltre tutto sono nuova e non capisco molto come si usi questa cosa, ma gia’ che sono riuscita a scrivere e’ un miracolo!
    Non amo la mia malattia anzi, ma a volte anche se sono immersa nelle mille faccende quotidiane, mi sembra che sia l’unica cosa che mi fa’ sentire viva, l’unica cosa mia.
    io sinceramente non c’e’ la faccio a non compiacere gli altri,anche perche’ faccio un lavoro che non mi permette di non compiacere gli altri e a volte penso che vivo per gli altri, ho provato con tutte le mie forze a mettere per prima me stessa e sai il risultato? che oltre ai dca ora soffro pure di dap, e’ un casino continuo e io a volte sono veramente avvilita, il fatto che sono arrivata qui e’ che sono mamma tu non ci crederai!
    si di una bimba di 4 anni emily e un bimbo di 5 mesi alan, per cui devo compiacere pure in famiglia, va’ be’ e’ una storia lunga.
    Qui ho visto che c’e’ pure la chat almeno credo ma luna come faccio ad usarla? si perche’ non sono un genio ad usare il pc.
    Comunque ti ringrazio molto di avermi letto, non credevo !
    grazie!

  7. Luna blu dice:

    Daniela racconta di te se ti va…che lavoro fai? quanti anni hai? Che cos’è il dap? Racconta se vuoi quello che provi..quello che senti…

    Quando ero nuova qui ho fatto così…e oggi posso dire che scrivere qui mi ha fatto nascere la piena consapevolezza di questa malattia e ho detto basta

    Questa è la mia lettera di oggi (forse allora non avrei scritto questo) :

    “posso facela se voglio” questo è il nome che ho dato alla malattia…non importa come ce la farò..ma ce la farò…non importa se per farcela ti ho usata io per prima e tu poi hai usato me…se per farcela ad arrivare ad un obbiettivo ho saltato tutte le tappe e ci sono arrivata…ce l’ho fatta..ma mi son ridotta male…potevo farcela anche senza ridurmi così…adesso lo so…adesso so che è possibile arrivare impegnandosi e lottando…perchè niente ci viene regalato e non esistono scorciatoie…
    Malattia ti ho voluto bene…ti ho amata e anche odiata…e con te ho pianto ,ho riso..ho sorriso…e mi son sempre rialzata…ti sei impadronita di me…sei diventata grande sempre di più…e mandarti via ora che eri così grande è stato difficile…ma con me non puoi più stare…è venuto il momento di staccarci…sei tornata ancora nei momenti di fragilità a bussare alla mia porta chiusa…ma non si è aperta…e non si aprirà più..soffro ancora ogni tanto per questo abbandono…lo ammetto non ci stavo proprio così male con te…mi aiutavi ad illudermi di riempire un vuoto…mi aiutavi ad essere come mi volevo…mi aiutavi alle cene…ai pranzi…a volte anche a colazione o nel cuore della notte mi aiutavi a riempire quel vuoto…ma poi mi liberavi anche del troppo pieno…e sentivo di nuovo il vuoto…quando eri così forte avevo paura che il mio cuore si sarebbe fermato…avevo paura che il mio stomaco potesse scoppiare…avevo paura di morire….ma se volevo morire perchè avevo paura allora? Ho capito che avevo paura di morire perchè volevo vivere!

    Ora mi guardo e sono come mi voglio…ma ci riesco anche senza di te…
    Mi sento libera adesso ma non sono ancora felice…sento l’immenso…sento di essere un granello di sabbia nel deserto…è un passaggio questa vita…son nata ieri e oggi ho già 31 anni…un passo…ma il tempo è passato così velocemente anche perchè tu mi hai impedito di fermarmi ad ascoltare me stessa e la mia vita…
    Non sono felice oggi..ma lo sarò domani un passo alla volta…perchè la felicità va costruita piano piano…se no che senso avrebbe questa vita? Sarei già arrivata!

    Ti voglio bene malattia…perchè sei stata tanta parte di me…la parte debole e fragile…e come si fa a non voler bene a qualcuno debole e fragile? Ma finiamola qua…

    ADDIO!

  8. mary gio dice:

    wow LUNA BLU la tua lettera è bellissima , mi sn commossa!!!

  9. Luna blu dice:

    Grazie Mary Giò…il bello è che mi sento guarita…guarita per sempre…

  10. giorgia dice:

    io non sono anoressica e mi mantengo in forma, ma volevo dire alle ragazze che hanno questo tipo di malattia che quello che dicono contro l’ anoressia sia il loro stimolo per mangiare

  11. Luna blu dice:

    si vede giorgia che non hai la malattia e anche che, perdonami, non sei molto informata…di solito l’anoressia ha delle sfumature molto vaste…e molte forme di DCA prevedono proprio il fatto che si mangia troppo…perchè magari poi si vomita…
    Il tuo consiglio mi sembra quello di mia mamma…puoi avere 40 di febbre…puoi star male…piangere..urlare..o essere triste…ma la mamma vede solo che :”NON MANGI!”…se mangi allora stai bene…che grande cazzata!

  12. g dice:

    cara malattia,
    che strano parlarti così, come a una cosa distante da me, come a una cosa al di fuori di me
    mentre tu sei in me, fai parte di me, della mia vita
    ci sei entrata piano, silenziosamente, strisciando,
    mi hai lasciato l’impressione di essere una donna libera, forte, e hai fatto implodere dentro di me un dolore troppo forte ,troppo grande, troppo duro per poterlo gridare
    avrebbe fatto rumore, avrebbe disturbato, avrebbe messo in discussione
    non si fa
    e mi hai portata davanti al frigorifero, a cercare di calmare il tormento che avevo dentro restituendomi poi davanti allo specchio l’immagine di una me che non esisteva più
    quand’è che ho cominciato a vedere la realtà? non lo so ma è successo e altro dolore si è aggiunto al dolore
    ricordi il giorno che ho detto basta?
    ricordi quanta fatica e quanta gioia?
    non dirmi di no, tu eri li che mi aspettavi
    ho creduto di averti cacciata e invece ti avevo solo messa in un angolo
    povera sciocca!
    adesso sono qui con tanta voglia di ricominciare e senza la forza per farlo
    schiava non più ignara e incapace di ritrovare la libertà
    non ti odio non ti amo
    ti sopporto come sopporto me stessa
    nessun saluto
    tanto non te ne vai

  13. mary gio dice:

    malattia ,
    quando ci siamo incontrate x la prima volta nn lo ricordo neank più ,forse in un film ,nn lo so più ,
    ti sei adagiata dentro di me ,
    mi hai fatto credere ,mi hai illusa di rendere la mia vita migliore ,
    mi hai dato la parvenza di essere donna ,di essere autonoma
    m hai illuso di rendermi una persona persona,
    ma tu piano piano ti sei insinuata sempre più a fondo ,
    in cambio di tutto quello k mi davi richiedevi interessi sempre più alti
    volevi sempre di più
    nn ti accontentavi
    volevi la mia vita ,ma io nn te l’ho lasciata prendere
    volevi appropriarti della mia mente e del mio corpo
    ma io nn te l’ho lasciato fare,

    ora ti sento
    nn te ne sei andata ,sei lì in attesa ,
    sei lì k mi chiami con affetto e mi tendi le braccia aperte,
    MA SAI K TI DICO:
    chiamami quando vuoi ,tanto io nn risponderò
    nn sarò mai più tua ,
    nn mi avrai più
    nn mi lascerò abbindolare dalla tua voce suadente ,dalle tue proposte accattivanti ,
    sei stata il mio rifugio ,ora sei il mio peggior incubo,
    DIMMI PERCHE’ NN TE NE VUOI ANDARE !?!?!?

    nn l’hai capito k io nn risponderò più alle tue avance ?!?!

    nn l’hai capito k nn c’è più nulla k tu passa prendere nel mio cuore , hai già cancellato , distrutto ogni cosa dentro di me e attorno a me
    nn hai capito k quel poco k ho ancora dentro ,k quel poco k sto cercando di ricostruire lo farò da sola senza il tuo falso aiuto ,
    cosa mi vorresti offrire , cosa mi potresti dare tu k mi hai già preso tutto .

    -mi dai ,mi dai il tuo cuore me lo dai ?
    -io nn te lo posso dare ne ho bisogno x amare ,o no proprio no il mio cuore nn te lo do!!!!
    -io di te nn ho più niente posso chiedere solamente ,mi dai mi dai il disprezzo almeno me lo dai ?
    - quello è sempre stato tuo malattia ,io nn ti regalo niente , se ti basta se hai pazienza posso darti solo L’INDIFFERENZA .

    ecco malattia quello k ora ti posso dare , ti voglio offrire sl la mias indifferenza , quindi k aspetti VATTENE
    X SEMPRE

  14. anna dice:

    ciao! bulimia..è così che ti chiami vero? non mi hai mai voluto dire veramente chi 6, vero? ora ke lo so sono incazzata nera con tè..lo sai vero? tu hai avuto tutta me stessa SEMPREEEE!!
    hai aprofittato della mia dolcezza,della mia amicizia,mi hai preso tutto..
    mai una volta pur vedendomi soffrire per tè,pur vedendo quanto mi costava esserti amica,hai detto anna ora riprenditi stai morendo!
    tu 6 il diavolo mascherato da angelo..
    tutte le tue promesse non le hai mantenute..mi dicevi vomita poi starài meglio..mangia tanto poi vomiti..non mi hai mai permesso di condividere altre amicizie brutta stronza,eppure sapevi ke comunque ti avrei voluto bene..
    avevi paura ke potessi essere anche altro..e mi dicevi sempre SEI BRUTTA GRASSA!! MA CHI TI VUOLE..SOLO IO TI VOGLIO..IO TI DARÒ LA PERFEZIONE..
    NON MI HAI MAI DETTO KE IL PREZZO DA PAGARE ERA LA MORTE,GIÀ..
    VOLEVI PORTARMI CON TÈ NELLA TOMBA VERO? BUGIARDA BUGIARDA BUGIARDA..NON TI CREDO PIÙ..
    E GUARDA KE ANCHE SE MI MANCHI OGNI GIORNO OGNI MOMENTO,NON TORNERÒ MAI DA TÈ PERCHÉ NON MERITI IL MIO AMORE..TU NON MI AMI X NIENTE..
    E SE UN GIORNO DOVESSI TORNARE DA TE,RICORDATI SARÀ PER POCO ANZI POCHISSIMO..E SARÀ SOLO PERCHÉ NON AVRÒ NESSUN ALTRO,PRESA DALLO SCONFORTO!!
    TU MI VUOI FAR MORIRE..E NON STA A TE DECIDERE COME E QUANDO CAPITO?
    BRUTTA STRONZA MI HAI ROVINATO LA VITA,E MAI MI HAI CHIESTO SCUSA..

  15. anna dice:

    GIOCA GIOCA CON LA MIA VITA..MA GUARDA CHE FAI UN GIOCO PERICOLOSO SAI?
    IO POSSO UCCIDERTI ORA E PER SEMPRE..
    LA COMPLICITÀ KE AVEVAMO ERA UNICA..IO E TÈ X SEMPRE..
    TU C’ERI SEMPRE, LÌ KE MI ASPETTAVI E ANCORA OGGI SEMPRE MI ASPETTI…
    ma dico io non hai altro da fare? ke distruggere mè? tu non molli vero? perché non sei riuscita a portarmi alla morte..e quindi aspetti sempre ke io sia debole..in modo ke mi rifugi da tè..
    un pò ti ho allontanata,e spero di allontanarti per sempre.
    intanto sai ke ti dico? visto ke non molli la presa,e non la mollerai mai..
    ASPETTA PURE..MIA CARA IO INTANTO FACCIO ALTRO..QUALSIASI COSA MA NON TÈ…VATTENE VATTENE..VATTENE..LASCIAMI IN PACE…NON CHIAMARMI,NON VENIRMI A TROVARE..
    HO ALTRO DA FARE..MA LO VUOI CAPIRE? SMETTILA DI IMPORTI,CON I TUOI MODI APPARENTEMENTE GENTILI..CAPITOOOO?
    BULIMIA DI MERDA!!
    TANTO TI HO AMATO E TANTO TI HO ODIATO..È FINITAAA…
    NON TI BASTANO KE MIE OFFESE? NON TI BASTA L’AVERTI CHIUSA PER 5 ANNI?
    POSSIBLILE KE 6 ANCORA VIVA? TU VIVI NELLA MORTE..BUGIARDA….

  16. anna dice:

    vorrei rincorrerti e strangolarti..riempirti di botte..ucciderti..
    eh si perché alla fine non avendo i risultati ke vuoi..mi provochi..
    COME POSSO UCCIDERTI TU SEI LA MORTE E CORRERTI DIETRO VORREBBE DIRE SE ME MORIRE..
    AVRESTI VINTO TU COMUNQUE..
    QUINDI FAI QUELLO KE VUOI..NON TI ASCOLTO PIÙ..
    E LASCIA STARE LA MIA MENTE OK?
    PERCHÉ ERA UN PÒ DARÒ GIUSTE INDICAZIONI ANCHE A LEI..LA PERFEZIONERO..LA NUTRIRO,LA AMERO COME HO AMATO ANCHE TÈ..COSÌ NON TI DARÀ PIÙ ASCOLTO…..la mente è mia..tutto il mio corpo è mio.. non tuoooo!!

  17. Gabriele dice:

    Potrei definirti il mio mentore…come darmi torto.
    Mi hai imposto uno stile di vita che non mi apparteneva,prima hai messo a nudo la mia fragilità e le mie debolezze,poi hai giocato con i miei sentimenti facendomi vergognare per il mio corpo,successivamente hai cucito sulla mia pelle l’abito perfetto,fatto a tua immagine e somiglianza…è grazie a te se non sono più riuscito ad accettarmi,come persona,come uomo…Ogni rinuncia era una sconfitta ma allo stesso tempo una vittoria,ore,giorni,settimane di digiuno…solo per appagare la tua fame….si hai capito bene FAME….quella che senti e che ti logora se non la plachi..ora sai anche tu cosa si prova.Hai idea di cosa voglia dire perdere il controllo…NO,tu l’hai sempre avuto,su di me,sulle mie azioni,sul mio modo di pensare…ma ora sarò io a ripagarti con la stessa moneta…stampati bene in testa questo momento perchè ora sarai tu a morire…

  18. anna dice:

    e mi hai fatto pure piangere..ancora!!
    ti avverto BULIMIA=MORTE..LASCIA STARE LA MIA MENTE..ANCHE LEI COMINCIA A CAPIRE CHI SEI..

  19. anna dice:

    bulimia,ma a tè chi ti ha creato?
    da dove cavolo vieni tu?
    .mi sa ke ti ho creato io..
    solo ke dopo hai preso forma e potere nella mente e nel corpo..
    mi sa ke pure questo ti ho fatto fare io..
    BENE MIA CARA TI HO LASCIATO FARE TROPPO, E ORA BASTA..

  20. anna dice:

    è bello il tuo commento gabriele..tutti abbiamo amato la malattia..è così..
    tutti però la odiamo..
    tutti però prima o poi tentiamo di sconfiggerla..
    perché ad un certo punto ci fa pure paura,diventa pericolosa mortale..
    e se qualcuno muore, sacrifica la vita per la malattia..ci sta dando un messaggio chiaro:QUEL QUALCUNO CI STA DICENDO NON LASCIATEVI INGANNARE,NON CREDETE ALLA MALATTIA.QUESTO È IL RISULTATO LA MORTE..

  21. anna dice:

    daniela,non devi preoccuparti di quello ke hai scritto..
    è vero ke bisogna ascoltare il cuore, è vero ke quello ke dice la gente non sempre è d’aiuto..
    è anche vero ke prima o poi la malattia ci fa vedere chiaramente ke nn ci è amica..
    basta vedere i danni ke fà al NOSTRO CORPO, già da lì si capisce..
    è ke ormai fà parte di noi e stentiamo a credere ke ci voglia male..invece la realtà non mente, i danni sono reali…un bacio..

  22. Gabriele dice:

    La morte ci affascina,il dolore ci ipnotiza e la vita ci sfugge di mano….questa è la sconcertante verità!!Vogliamo spingerci sempre al limite per assaporare il gusto di sentisi sul tettto del mondo…questo è il nostro momento,il momento in cui sentiamo di esistere….ma è una mera illusione perchè messi faccia faccia con la morte capiamo che non è lì che vogliamo arrivare…si,l’abbiamo pensato,sognato,cercato ma la verità è che vogliamo vivere…solo che non capiamo come e abbiamo paura di farlo….purtroppo alcuni si spingono oltre quel limite,dove non è più concesso tornare indietro…
    Quante persone dovranno ancora morire per farci capire che domani potrebbe toccare a noi?

  23. anna dice:

    scusatemi tutti per come sono stata crudele con la BULIMIA..
    ma anche la bulimia è stata crudele con mè..non ha avuto nessuna pietà.
    e scusatemi se mi sono permessa di essere crudele..
    .vi giuro non lo sono..un bacio a tutti..tutti..tutti..nessuno escluso..bimbolina se ti và vorrei leggere anche la tua lettera..mille mille mille baci…

  24. anna dice:

    la bulimia voleva ke vomitassi?
    e io ho vomitato lei..
    TIE’…

  25. anna dice:

    si gabriele è proprio così..
    non si riesce più a gustare la normalità..
    in realtà quando ci riusciamo ci accorgiamo ke è reale,vera,piena di gioie..
    la semplicità..beata normalità..

  26. Gabriele dice:

    Anna tu non puoi essere crudele…no no,solo a sentire la tua voce lo si capisce,ha una sottile e nascosta vibrazione di sofferenza…mista a bontà…..

  27. anna dice:

    ora vado a fare la normale nanna,oggi tra mamma..ke stanotte ha fatto pazzie..in giardino alle 3.30 ke mi chiamava.!!
    pensava fosse giorno..la badante ke se ne frega.. pulizie ke mi sono dovuta imporre,
    domani stiro e cambio lenzuola restanti pulizie..eee mi godo la normalità anche se sempre di corsa! quando guardo la mia casa in ordine,son felice x ke mi sento in ordine anche io..cosa ke mi capita raramente..baci baci baci..per oggi la bulimia è stata fuori dalla porta..
    eeee…… sono contentissima perché SONO RIUSCITA A COLLEGARMI CON VOI TUTTI…

  28. Gabriele dice:

    Buonanotte a te Anna…un abbraccio….baci baci!!

  29. anna dice:

    gabriele,tu hai la voce di un bambino..
    lo so non ti ho lasciato parlare..ma mica volevo sentirmi dire quello ke volevi dire..perché? non era necessario!
    notte notte notte..

  30. anna dice:

    ragassi
    siamo tutti so ea stessa barca..
    stop.

  31. Gabriele dice:

    Lo so che non era necessario ma volevo dirtelo perchè è quello che penso…sentendoti al telefono ti ho recepita come una persona molto buona,una bontà che porta le persone ad approfittarsi della tua disponibilità……e di conseguenza a soffrire…

  32. Kiara dice:

    Cara malattia,
    non è facile scriverti. Non è facile accettare che tu non sei me ed io non sono te; è una cosa bella ma non facile.
    Ora sono senza identità: non sono più una bulimica, un’anoressica, un’autolesionista, capiterà ancora di avere problemi di questo tipo, forse, ma in ogni caso io non sarò solo quello, non vale più l’equazione Chiara = malattia, io sono ben altro…solo che devo ancora scoprire cosa!! E questo, certo, mi fa un po’ paura.
    Sai di cosa sono stupita?
    Del fatto che non ti odio. Provo affetto quando penso a te e non rancore.
    Tu ricordi quando ci siamo incontrate? Io non lo saprei dire…
    Ricordo che la prima volta che ho vomitato avevo dodici anni, ma non credo proprio sia stato quello il nostro primo incontro.
    Credo che tu sia un’ottima osservatrice e che scelga con cura la persona che abbraccerai fin da quando è bambina.
    I miei parenti mi raccontano che, quando sono nata e per i primi mesi a seguire, le uniche persone che potevano prendermi in braccio erano mia madre e mia nonna mentre con qualsiasi altra persona urlavo disperata (in realtà loro dicono “incazzata nera”): interessante vero? Una bimba diffidente e impaurita? Sembra una buona candidata ad essere abbracciata…
    Verso l’anno mi sono calmata, sono diventata molto dolce, cercavo sempre coccole ma non davo mai confidenza agli estranei, da quando ho ricordi sono sempre stata molto restia verso chi non conoscevo e quando conoscenti dei miei mi facevano le classiche moine che gli adulti fanno ai bambini mi si stringeva lo stomaco e mi stringevo forte alla mamma o alla nonna…non avevo fiducia nel mondo esterno, la scuola materna per me è stata una tragedia. Solo a casa mi sentivo al sicuro e solo con la mia nonna ero in pace con me stessa.
    Sempre più interessante questa bambina, vero malattia?
    Scommetto che una delle cose che ti attraeva era il dolore che aleggiava nella mia casa ed il mio essere infinitamente sensibile ad esso. Credo che la voce interiore che sentivo da piccolissima che diceva lieve che la mamma voleva più bene a mia sorella fosse un tuo sussurro, come quello che mi ricordava che ero cattiva perché avevo imparato a camminare e mia sorella no…e così io, quindici chili di bambina, andavo dalla mia sorella maggiore e cercavo di farle capire come caminare, provavo a sollevarla, studiavo i miei muscoli e i miei movimenti per spiegarli a lei con più dettagli possibili.
    Credo che l’unica persona che avrebbe potuto tenermi lontana da te fosse la nonna. Ti ricordi quando mi amava la mia nonna? Ti ricordi come io mi sentissi parte di lei?
    A sei anni forse abbiamo stretto il nostro patto: la nonna è morta, lei è dovuta soccombere alla sua malattia.
    Ero davvero sola, follemente impaurita…Ma l’età della latenza mi aspettava e così ci siamo date appuntamento più in là, una volta finita.
    Ed ecco che a dodici anni ti sei presentata sotto una forma più concreta e mi hai spinta a cacciarmi due dita in gola.
    Ma ha prevalso ancora il finto mondo perfetto in cui credevo di trovarmi. La mia mente aveva rimosso il dolore, l’angoscia e vedevo la vita da una bolla di sapone. Così mi hai dato la mano ma non sei riuscita ad abbracciarmi.
    E’ solo a quattordici anni che ci siamo strette nell’abbraccio più profondo che io abbia mai ricevuto dopo quello di mia nonna.
    E’ per questo che non posso volerti male, eri l’unica che era davvero accanto a me a sostenermi, credo che senza di te mi sarei sgretolata in mille pezzi.
    Sai, la sola idea di avere ancora tre-quattro anni e rivivere la mia vita fino ad oggi mi toglie il fiato, è una cosa che non potrei mai sopportare e quando penso al dolore lancinante che così tante volte ho sentito, forte e insopportabile come una spada che trafigge cuore e polmoni e fa sentire senza più sangue né aria, mi chiedo come io abbia fatto ad arrivare dove sono ora.
    Ma in realtà la risposta ce l’ho: è perché c’eri tu.
    Mi hai fatto soffrire tanto, non c’è dubbio, ma il dolore che mi provocavi tu era infinitamente più piccolo di quello dell’assenza, del vuoto, della colpa, dell’indifferenza.
    Tu non facevi finta che non esistessi, che non soffrissi, tu riconoscevi il mio essere, il mio vivere, il mio amare, riconoscevi la mia rabbia folle, il mio dolore, la mia angoscia, la mia solitudine. Quando tu mi guardavi non vedevi una ragazzina sorridente, simpatica, un po’ ribelle e poco incline a parlar di sé. Tu vedevi una Chiara che urlava, che si apriva la carne e rimaneva a guardare i fiumi di sangue scorrere, che era capace di pesare anche dieci chili in più dopo aver divorato cibi commestibili e non per poi chiudersi in bagno e liberarsi di tutto quel peso di vivere poco dopo, una Chiara con gli occhi gonfi di lacrime e senza più respiro, una Chiara che per due volte ha ingoiato scaltole intere di sonniferi e psicofarmaci, che è finita in una sala di ospedale, piena di luci, di folletti e di paperelle (piacevole effetto allucinogeno), mentre delle vaghe figure vestite di verde le infilavano un tubo nel naso per toglierle il sollievo del sonno profondo.
    Mi hai vista dentro quell’ospedale. Solo tu c’eri, solo tu sai oltre me. Nessun’altro ha sentito quelle persone urlare o ha visto i loro volti sofferenti mentre impazzivano per un dolore che non sapevano spiegarsi o per delle voci nella testa che non li lasciavano stare, mentre gli infermieri si fumavano le loro sigarette…
    Mi hai vista inerme e impaurita in un bosco, mi hai vista sniffare coca, mi hai vista fissare il vuoto aspettando che uomini finissero di usarmi…
    Ma sei rimasta a sostenermi.
    Come posso non volerti bene.
    Ora però non possiamo più rimanere strette nel nostro abbraccio cara malattia.
    Mi sono accorta che posso rimanere integra anche senza di te, mi sono resa conto che non esiste solo il dolore e che quindi non sono costretta a scegliere quello che fa meno male.
    Dobbiamo salutarci malattia e vorrei proprio che fosse un addio.
    Mi commuovo mentre te lo scrivo perché in un angolino del cuore mi mancherai e so che io mancherò a te. Ma spero sarai contenta, perché hai fatto il tuo dovere, mi hai portata fin qui ed ora posso farcela da sola e posso finalmente lasciarmi essere felice.
    Se sono ciò che sono lo devo ANCHE a te e se mi chiedessero di cancellarti dal mio passato non lo farei.

    Trattenendo il fiato ti dico…
    Addio malattia.

  33. melita dice:

    ciao a tutti sono nuova …aiutatemi…sono stata anoressica sono arrivata a pesare 39 kg x 2 anni poi sono passata in bulimia,e ora peso 62 kg pero inun mese con una buona dieta dite che ce la faccio a perdere 7 kg?? la mia dietloga mi ha dato i carboidrati ma nn potro mai perderli kon i carboidrati…aiutatemi…..vi prego

  34. melita dice:

    rispondete v prego

  35. CIOCCIA dice:

    Si possono scrivere infinite lettere a questo male….e si può allontanarsene per un pò ma per quanto mi riguarda la bulimia (o l’anoressia ad alternanza) ritornano sempre nella mia vita ogni qualvolta ogni qualvolta mi sento impotente e soprattutto tutte le volte che mi sento SOLA anche avendo tanta gente intorno….

  36. CIOCCIA dice:

    E tutti vedono e pensano che sono perfetta fisicamente e “mentalmente”…ma nn sanno che sono un distarstro e che nn riesco a dare un senso alla mia vita…nn riesco a costruire nulla

  37. melita dice:

    ciao a tutti sono nuova …aiutatemi…sono stata anoressica sono arrivata a pesare 39 kg x 2 anni poi sono passata in bulimia,e ora peso 62 kg pero inun mese con una buona dieta dite che ce la faccio a perdere 7 kg?? la mia dietloga mi ha dato i carboidrati ma nn potro mai perderli kon i carboidrati…aiutatemi…..vi prego

  38. Simona dice:

    Sono stata anoressica per molto tempo..un giorno, a Londra in viaggio, in una camera d’albergo, mi sono guardata allo specchio…le ossa sporgenti, i lividi sulle gambe, la faccia piena d’acne, le mestruazioni che mancavano nonstante la pillola, i richiami ormonali…nonostante questo, continuavo a contare le calorie, a pesarmi..a pensare sempre, ossessivamente, al cibo e allo studio universitario, che coprivano i miei pensieri e le mie emozioni come una coltre di nebbia. Per non parlare di lassativi, diuretici, abbuffate..per poi piangere e piangere ancora..notti insonni a piangere. Non è vita. E’ difficile rinunciare alla protezione della malattia. E’ difficile rinunciare al controllo. Ci si sente onnipotenti, si cammina sul filo del rasoio, forti, uniche. Siamo solo folli. Malate. Uscire si può. Se si vuole davvero. Le cose torneranno a posto. Ho riscoperto la gioia di un sorriso, le uscite in compagnia, ho smesso di contare le ore, le calorie, di ammazzarmi in palestra. Dormo sonni tranquilli. Sono soddisfatta, mi sto per laureare, sono felice. E sono molto bella, solare, serena. Sono io, mi riconosco. Mi voglio bene.

  39. mary gio dice:

    ciao MELITA , ma quanti anni hai? quanto sei alta?
    ascolta i consigli della dietologa , lei sicuramente ha ragione ,la dieta k ti ha dato sarà adatta al tuo corpo ,alla tua costituzione , la tua mente nn è in grado di pensare giustamente x il tuo bene , la malattia la governa ,nn lasciarla vincere , nn potrai mai perdere 7 kili in un mese ,x mia esperienza di vogliono mesi, se nn 1anno buono , ma dimmi vuoi perderli in maniera sana vero?! cioè senza digiunare o vomitare . tutto sta nel chiederti se vuoi uscire della malattia o vuoi lasciare k ti rubi un altro pezzo della tua vita .
    domandatelo , chiediti cosa vuoi davvero , solo tu puoi saperlo .
    se ti va di raccontare sn qui ti ascolto !!

  40. melita dice:

    ho 18 anni alta 1.64 e peso 62…sono in sovrappeso?

  41. melita dice:

    ho 18 anni alta 1.64 e peso 62…sono in sovrappeso?

  42. mary gio dice:

    MELITA nn conta se sei o meno in sovrappeso , conta cm ti senti tu con il tuo corpo , ovviamente se stai scrivendo qui hai problemi ad accettarti , pensa k tu vuoi dimagrire x te stessa , ma questo nn deve essere la tua ossessione,la tua unica ragione di vita devi cercare di uscire dal vortice della malattia ,nn conta quanti anni hai ,ma più passa il tempo più diventa difficile uscirne ,credimi la situazione continuerà sempre a peggiorare fino a quando nn ce la farai più da sola , il consiglio k ti do è di seguire la dieta k ti è stata data , ma devi cercare di uscire dalla malattia !

    Io ho 20anni sn alta 1.62 peso 52 kili ,ma quando ero bulimica pesavo molto di più vomitare nn aiuta a dimagrire , sai cos’ho capito k x dimagrire nn serve farsi del male ,nn serve rinunciare al cibo ,ma bisogna trovare l’equilibrio tra le cose , il primo passo è capire k vomitare nn ti aiuta ,k digiunare di corrode dentro …
    ma tu ne vuoi uscire ???,questo nn me l’hai mica detto
    è importante nn prendere la malattia alla leggera , nn pensare k quando vorrai sarai in grado di uscirne xk tu ti credi padrone del tuo corpo ,della tua mente ,ma nn è così tu nn sei padrona di niente è la malattia k ha i coltello dalla parte del manico è lei k decide ogni cosa ,così cm è ank molto abile a farti credere il contrario .

  43. mary gio dice:

    ti ho raccontato quella k è stata la mia esperianza cm la vedo io, xk invece nn racconti qualcosa di te ?

  44. marianna dice:

    ciao kiara, sono rimasta estremamente colpita dalla tua lettera…
    ho cercato per tanto tempo di comprendere come fosse possibile per me non odiare qualcosa che mi ha fatto stare tanto male; ora lo so e ti ringrazio!
    anche se non ti conosco, e forse non ti conoscerò mai, io ti sono riconoscente…
    ti abbraccio forte.

  45. bimbolina dice:

    ciao a tutti baci… ho trovatto un ombretto ke cerkavo da tempo in farmacia ma si puo.. eheheh

    meno male non ha nevikato…. baci

  46. Gabriele dice:

    Ciao Bimbolina…sono stato sveglio alle 7.00 da una bella notizia,la neveeeeeeee!mi piace tantissimo!!
    Ora sto facendo colazione con caffè bollente,sono rannicchiato sotto le coperte perchè ho freddo ma tra poco mi dovrò alzare…Come stai?

  47. Luna blu dice:

    Buongiorno a tutti…vediamo…23 novembre 2008…posso dire che non mi sento più bulimica…sarò guarita? Spero tanto di si…

    …adesso che non penso più al cibo in continuazione mi guardo attorno attenta…e con questa forza che è dentro e fuori di me…vedo la mia vita…raccolgo i frammenti delle cose che non vanno (frammenti…perchè tante volte..in questi anni ho tentato di buttarle…ma rimanevano con me anche se tentavo di liberarmene…le scaraventavo contro il muro e le gettavo e le stropicciavo come si fa con un foglio di carta usato…gli oggetti simbolo delle mie debolezze..della mia fragilità…le ancore che mi tenevano al porto della mia immaturità…)…e mi soffermo ad osservarle mentre scivolano via dalle mie mani…e dalla mia vita….
    …è un po’ come quando si fa trasloco e non sai decidere cosa tenere e cosa lasciare…ma ci son cose che inevitabilemnte devono andare…e lo so che devono andare ma è dura…ma io sono forte e le lascio andare…

    Giovedì sera ho incontrato il mio ex padrone di casa…ho lasciato la mia casa..e mentre parlavo con lui seduta al tavolino del Gran Bar sulle ultime formalità da sbrigare…era come vivere una storia raccontata in un libro straletto e riletto…ma lasciato sempre vicino alla fine…ero all’ultimo capitolo…poi avrei girato l’ultima pagina come si gira la chiave nel buco della serratura sapendo che non sarebbe più stato possibile entrare mai più…ero triste…nostalgica…ma anche molto serena…e nel mentre..nella mia mente malata che stà cercando di guarire (e questa volta ce la stà facendo) vedevo delle scene della mia vecchia vita..in quella casetta piccolissima…un angolino all’ombra della mole…e mi vedevo rannicchiata e avvolta nella coperta seduta sulla finestra aperta…e i tetti innevati e il freddo pungente…e la sigaretta accesa e il fumo che si confondeva con il fiato che si condensa e i pensieri tristi di qualche amore già fuggito….e mi vedevo anche abbracciata al mio w.c. dopo essermi liberata di tutto quel cibo….

    …e mentre il mio padrone di casa parlava io ero quasi compiaciuta nel pensare…quanto vomito ho lasciato in quel bagno…anche l’anima ho vomitato! Ma adesso resta li per sempre e non ce ne sarà più in altri bagni…perchè adesso ho una vita nuova…dalla quale cercherò di togliere tutte le cose che non vanno….

  48. Kiara dice:

    Grandissima Luna blu (vorrei tanto sapere come ti chiami davvero…)…
    E’ bello leggerti, sono fiera e felice della tua determinazione e del tuo entusiasmo!!
    Però lo sai che la strada verso l’equilibrio e la serenità è piena di buche, vero?
    Il pensiero di essere guarite del tutto può essere (può, non dev’esserlo per forza) fuorviante e pericoloso.
    Non voglio rovinare nulla, voglio solo essere sicura che se ti capiterà di nuovo di non stare bene saprai che fa solo parte del cammino …Credo che tu lo sappia, ma io ti voglio bene e ho bisogno di ricordartelo!!
    Ti abbraccio.

  49. mary gio dice:

    bun giorno a tutti
    oggi mi sento stranamente positiva , sta matt con molta serenità mi sn pesata sn dimagrita un chilo , sn super felice ,so ank k un chilo in più o in meno nn fa la differenza ultimamente ho elimitato il lievito dalla mia alimentazione ,questo mi ha fatto sentire meglio fisicamente nn riesco ad asimilarlo bene ,ero sempre gonfia .ma la cosa più importante k mi sento a mio agio nel mio corpo , mi voglio bene ,mi rispetto .
    sono state settimane dure , ho avuto la nausea più le coliche sia allo stomaco k all’intestino , terribile davvero , ogni volta k mangiavo stavo male ,il mio stomaco si contraeva da solo ,ma io sn stata forte nn ho vomitato ,so k questo problema me lo porterò x sempre dietro , k devo imparare a conviverci e così ho fatto e così farò sempre.
    ieri mattina mia mamma ha rischiato di morire ,io stavo dormendo ,le si è chiusa la gola x l’allergia al glutine , i miei famigliari ogni volta k accade nn sn in grado di muoversi ,nn sanno cosa fare attanagliati dalla paura , ank io ho paura ,la morte è così vicina la sento k la sta chiamando ,ma nn so come ho la forza in queste situazioni di trovare i coraggio dentro di me ,la forza di muovermi e fare l’unica cosa k la potrà salvare ,cercare nei cassetti il cortisonico e infilarglielo nella gola ,sperando pregando k faccia effetto ,come ha sempre -grazie a Dio- l’ha sempre fatto fino a oggi.
    normalmente nn sono una persona coraggiosa ,x esempio se mi piace un ragazzo nn glelo andrò mai a dire ,nn lo farei mai . ma quando si tratta di salvare una vita la forza la trovo , xk è necessario trovarla la forza .
    così oggi ho ritrovato la voglia di vivere , xk molte volte diamo x scontato la bellezza della vita , diamo x scontato l’importanza di essere vivi .
    ank questa è una delle tante ragioni k mi ha aiutato a crescere , a uscire dalla malattia .
    un abbraccio a tutti :)

  50. Kiara dice:

    MARIANNA
    è bellissimo ciò che mi hai scritto, grazie!!
    Sono davvero felice di averti dato uno spunto di riflessione!!
    Ti abbraccio forte anche io.

    MARY GIO cuor di leone :-D
    Bravissimaaaaa!!!!

  51. Fabio Piccini dice:

    Melita, se il problema è solo perdere peso, non credo che siamo in grado di aiutarti gran che.
    Non siamo dei grandi esperti in fatto di diete.
    Lo sapevi che il mio amico Kelly Brownell (il più famoso obesiologo del mondo) non da più diete ai suoi pazienti da più di dieci anni?
    Lui dice che le diete non servono a perdere peso. Per cui…
    Se però l’aiuto che cerchi ha a che fare con l’accettare te stessa ed il tuo corpo io credo che sì, un aiutino te lo possiamo dare. Facci sapere.

  52. anna dice:

    salve a tutti..tutti..
    nuovi entrati e non..
    gabriele lea chiara luna bimbolina….
    io sono un pò stressata e sempre euforica,troppo?
    ho un pò di timore di crollare..uno dei miei alti e bassi..anche se mi auguro di mantenere costante questo atteggiamento!
    le lettere son tutte belle, bellissime!
    io mi riconosco un pò in ogni una..
    bimbolina? la tua? c’è? la cerco ma non la trovo..ho letto dell’ombretto acquistato in farmacia però!
    mi stanno tartassando un po’ al lavoro,e cercano di mettermi i bastoni tra le ruote..il collega ke dovrebbe prendere il mio posto non lo vogliono x niente..vanno a simpatie nn è giusto nn lo hanno neppure visto lavorare! fa male ma tengo duro e speriamo ke sto trasfer.arrivi..perché ora sto ragazzo mi chiama e sentendosi rifiutato mi chiede pure conforto..ke posso fare? voi invece tutto ok? gabriele novità?
    tu mio caro eri a letto con la neve fuori,beato tè.. io invece sotto la neve..tutta bagnata,con ritardi e disagi immensi..GENTE KE SCIVOLAVA SUL NUOVO PONTE..

    PERO.!! PERÒ.!! PERÒ.!!

    OGGI HO GUARDATO VENEZIA SPÒLVERATA DI NEVE..ED ERA COMUNQUE UNO SPETTACOLO UNICO E MERAVIGLIOSO…l’ho vista sotto un altro aspetto…mai successo a me di aprezzare VE
    EPPURE MI È SUCCESSO..

  53. anna dice:

    ciao ciao

  54. anna dice:

    ci siete?

  55. anna dice:

    dott.piccini
    perché durante la costruzione della mia mappa non riesco proprio a vedere la mia prima volta ke ho vomitato?
    ancora una volta,ho scaricato tanta rabbia nella mia lettera,ma almeno in questo caso il posto e l’argomento penso sia giusto!
    i libri e gli esercizi mi sono utili grazie.

  56. Gabriele dice:

    Ciao Anna….novità..si si ci sono!!!Cmq ora sto stirando e più tardi mi infilo nella vasca,oggi niente doccia ma un bagno rilassante…. :-) manca la paperella…

  57. anna dice:

    ciao melita..benvenuta!
    un salutone anche a mary..
    insomma a tutti..
    devo dire ke nonostante tutto, sento uno spiraglio di luce dentro..
    aiutatemi a non crollare ragazzi..ho bisogno di tutti VOI..

  58. anna dice:

    Vi voglio veramente BENE..

  59. anna dice:

    NON SARETE TUTTI DAVANTI ALLA TV, PER LA S.VENTURA E L’ISOLA?
    VEROOO?
    PAZIENZA, VORRÀ DIRE KE…..
    CHIUDO GLI OCCHI E RIPOSO IL POLLICE, KE FA FUOCO SUL TELEF.
    E VISTO KE DOMANI SVEGLIA ALLE 5.30 COME SEMPRE..
    …..DORMO…..
    comunque crollerei!!

  60. Gabriele dice:

    naaaaaaaaa l’isola dei famosi!!che schifo :-) Io sto facendo di meglio!! Notte dolce Anna.

  61. anna dice:

    gabrieleee uauu..novità? belle?
    spero novità positive per tè!
    un baciooo!

  62. Gabriele dice:

    Te lo saprò dire domani se sono belle novità o meno….sono cmq novità positive..
    Hai presente quando sai che a breve potresti sentirti padrone della tua vita come non mai prima d’ora??Ecco….

  63. anna dice:

    gabriele..ok faccio notte serena allora..
    facci sapere eh?
    anche se si è mossa solo una foglia..
    aggiornaciiiii
    N O T T E E E
    A TUTTTIIII

  64. Gabriele dice:

    Mi è venuta voglia di calippo!!Non importa se fa freddo,ora mi vesto ed esco a prenderlo…si si mi piace questa idea…vado!!Ho aperto la finestra per vedere se c’era pioggia o neve..brrrrrrr che freddo….di ritorno mi butto nella vasca!!
    (Lo so che non frega niente a nessuno ma volevo rendervi partecipi :-) )
    Abbiate pazienza…

  65. mary gio dice:

    chi mi potrà dire k gli errori fatti nn li ricommetterò !?!
    cm faccio a sapere se erano davvero errori o passaggi obbligati k avrei dovuto fare cmq x crescere e maturare ,ma mi hanno davvero aiutato a crescere ?!?
    oppure io mi sn convinta di ciò x riuscire a vivere ?!?!
    e allora xk nn riesco a farlo ?|? troppi dubbi affollano la mia mente ,troppa paura mi attanaglia , urla dentro di me quasi a togliermi il respiro , nn sn nulla , nn c’è nulla k io possa fare . sn inpotente di fronte la mia vita , aspettando sempre k siano altri a renderla migliore , possibile k io nn sia in grado di fare proprio nulla ?!?
    possibile nn riesca a chiudere cn ilpassato , ma solo xk io nn voglio farlo , nn voglio svegliarmi un giorno senza più sbagli ,senza più ricordi , possibile k riesca sl a ricordare gli sbagli gli errori commessi , solo xk sn molto di più , xk ank le cose fatte cn la piena consapevolezza , k io volevo fare , hanno sempre e cmq un retrogusto amaro , possibile ?!?
    perchè è nella mia natura continuare ad analizzare il passato , xk ho la capacità di analizzare alla moviola la mia vita quello k è stato , avendo il terrore di commettere ancora quello k io ritengo di aver sbagliato , quello k con il senno di poi credo k nn avrei dovuto fare , xk analizzando le cose di ieri oggi esse nn acquistano forse ancora vita quasi cm se fossero accadute ieri ,nn conta quanti anni sn passati nn conta , xk io le do vita ogni giorno .
    perchè sn convinta ci sia qualcosa k ancora mi sfugge ,k nn riesco a cogliere k nn riesco a capire , xk 20anni sn troppi o troppo pochi x capire ,x poter fare 1analisi obiettiva della mia vita , xk in fondo dovrebbero essere molti di più gli anni k mi aspettano ancora da vivere k quelli k ho già vissuto . eppure mi sembra di avere già vissuto tanto ,di aver dato tutto quello k avrei potuto dare ,di aver già fatto tutto quello k avrei potuto fare, mi sembra di nn aver più niente da dare , eppure so k nn è così , x nn può essere così xk altrimenti la mia vita sarebbe già finita , xk nn voglio vivere cm un ameba , voglio poter dire di aver vissuto , voglio poter avere qlcosa da raccontare , nn voglio una vita vita piatta ,ma d’altro canto nn voglio neank combattere ogni giorno …
    mah sarà k sn in un momento di caos , sn troppo agitata , sarà k tra 7giorni ho 1esame ,o forse k mia mamma è andata a farsi 1esame importante x vedere se il cancro è ritornarnato , sarà k sn sl io una piccola personcina k io nn considero abbastanza …

  66. mary gio dice:

    dopo questo sfoghetto mi sento notevolmente meglio , allegerita 1poco di quel peso k mi porto dietro

  67. Luna blu dice:

    Mary giò sfogati quanto vuoi…a me piace tanto raccontare di me e sentire di voi… e leggere e dare il mio parere…scrivere qui oggi mi rilassa…oggi va così…

    Allora mi rilasso e racconto un po’ di me:

    Cmq stò bene…nessun problema con il cibo…sabato sera abbiam invitato a cena parenti del mio fidanzato…una famigliola (due figlie, una celiaca)…starno ma con loro mi sentivo a disagio…non so come mai
    Pomeriggio a far spesa…shopping…e stirare…lavare..stendere…per la cena io ho cucinato antipasti e dolce…lui primo, secondo e contorno…durante la cena ero troppo indaffarata a servire..pulire…trovare spazio per i piatti…ho mangiato poco che non è male…alla fine ero così stanca e c’era tutta la cucina da pulire…

    Voi che avreste scelto tra pulire la cucina e guardare la partita juve-inter in tv?

    Sarò malata…ma tanto sana se son qui non sono ;-) ..ma preferisco di gran lunga pulire la cucina ;-) …mi rilassa!

    Va tutto bene..bene…bene…tranne una cosa che proprio non va giù! Il mio fidanzato a ripreso a fumacchiare e non voglio! Uff…mi fa così schifo il fumo e il puzzo che lascia addosso..sui vestiti…per non parlare del puzzo che lascia dentro! Fumacchiavo anche io un tempo…
    Bho…vediamo come va…le persone intelligenti smettono…poi magari ricadono…ma chi non ha ricadute? Poi rismettono…si spera!
    1 abbraccio a tutte! Coraggio Mary giò!

  68. Fabio Piccini dice:

    Non lo so Anna come mai non riesce a vederlo.
    Ma è poi realmente importante?
    Non tutto può essere ricordato. Esistono anche dei meccanismi di difesa che talvolta ce lo impediscono.
    L’importante è sentire le emozioni ed imparare ad esprimerle in un modo che n on coinvolga il cibo.
    Almeno questa è la mia opinione…

  69. Lea dice:

    Ciao Mary Gio,
    credo che quello che ti sta succedendo abbia in parte a che fare con la tensione per l’esame che si avvicina. Io reagivo così..
    Mi sentivo molto stanca e nervosa, i pensieri viaggiavano, mille domande mille ricordi, tutto molto simile a quello che stai dicendo tu, anche se le nostre storie sono diverse. Non solo. ma spesso arrivavo a tali livelli di nervosismo che rischiavo di rispondere male a chi si faceva sentire per farmi gli auguri. così mi isolavo e i pensieri invece di abbandonarmi mi assalivano ancora di più. Con il tempo ho imparato a riconoscere questo stato d’animo. non a gestirlo, ma perlomeno sapevo da cos’era causato.
    Per quanto riguarda qyesto aspetto il mio consiglio è di riposare e di prenderti dei momenti di relax tra una fase di studio e l’altra, in cui magari poter uscire, guardare un poò di tv o fare una telefonata ad un’amica. distrarti insomma! qualunque cosa che ti faccia stare meglio e soprattutto che ti faccia dimenticare per un attimo che stai studiando e cosa..
    Poi per te però il pensiero per la malattia di tua madre. Lo so che non è facile concentrarsi sulle proprie cose quando in casa si vivono situazioni simili.
    Allora vorrei ricordarti qualcosa che proprio tu hai detto ad Ivana il giorno che ci ha raccontato della morte di suo padre. Le hai detto di reagire, alla malattia innanzitutto. perchè nessun padre vorrebbe vedere la propria figlia soffrire ed andare più a fondo dopo la loro morte. Lui avrebbe voluto solo vederla vivere felice e serena il più possibile. Io ti dico la stessa cosa perchè ci credo. Il tempo che stai dedicando a questo esame sarà fonte di gioia per te e per tua madre. La renderai orgogliosissima di te e lei non aspetta altro che di sentirsi dire che la sua bambina vive impegnandosi e mettendo passione nelle cose che fa. Queste cose Mary funzionano più di mille medicinali..
    Mi auguro con tutto il cuore che la visita non riveli nulla di grave, ma tu cerca di stare bene così avrai più forza anche per starle vicino.
    In quanto ad errori passati io ne ho pieno l’armadio. Non avere dubbi che sono gli errori a farci crescere. Cioè più che errori, io le definirei le nostre esperienze. semplicemente il modo con il quale molto dignitosamente abbiamo tentato di affrontare e di reagire a qualcosa che prima non conoscevamo.. come si fa a sapere cosa fare? c’è chi ha più fortuna, chi un aiuto inaspettato. non è maggiore o minore bravura, forse in qualche caso, ma significa comunque che quella persona è stata dotata di qualcosa che lo ha agevolato più di me.
    Ti abbraccio forte

    ANNAAA!! qua NO SE CROLA ETO CAPIO?? NO STA GNANCA PIU’ DIRLA QUELA PAROLA LI’ CHE NO VOI SENTIRLA!
    Anca parchè el “crolo” el te da l’idea de calcosa de infinio e de insuperabile, insoma! come de na cossa che no l’ è più finìa! ma no l’ è così. Qua al massimo se podaria parlar de picoli croli o de “croleti” ecco. Cioè na sorta de sconforto che l’è tutto ne la to testa. E se te si invia guarir , se te ste tentando de migliorar, basta che te controli n’atimo el pensier negativo e te vedarè che tutto l’andarà meio. M’ETO SCOLTA’ BEN ANNA? A CHE MI SON QUA SE TE SERVE NA PAROLA CIO! PARCHE’ DE PIU SINCERAMENTE NO SAVARIA COME AIUTARTE, PERO’ GHE SON!

    Anna, ho scherzato un pochino..
    ma ti sono vicina sul serio. Non stai crollando, prova a controllare i tuoi pensieri negativi, quella vocina che ti dice che non puoi farcela. cancellala, tu sei più forte. Ho letto la tua lettera alla malattia. bella e piena di forza! BRAVA!!

    Gabriele, giochiamo a chi indovina prima fra me e il Dottor Piccini qual’è la nuova strada che hai scelto o ce la dici tu?.. Che bello avere a che fare con te! sempre sul filo del rasoio come gli equilibristi… ma se tu vuoi così…
    che EQUILIBRISMO SIA!

    -2 +18

    ..Ci stiamo preparando alla festa signorina?..
    Lo sai che ho già comperato il pop-corn per quando mi siederò qui a leggere il tuo SUPER dettagliato racconto della serata..?
    Scherzi a parte. Tutto bene vero?

    Un bacio
    Lea

  70. anna dice:

    salve a tutti..bimbolina ciaoooo
    il tuo nuovo ombretto? non dirmi ke è nero!
    almeno quello avrà un pò di colore diverso o no?

  71. anna dice:

    lea..abbiamo indovinato? mah..attendiamo..
    speriamo ke sia tutto ok! prendo anche io i pop corn..mi preparo!
    ti ringrazio infinitamente per le tue parole..mi hai fatto fare un bel sorriso..anzi una mega risata..
    e allo stesso tempo come io ho paura delle emozioni troppo forti..mi preoccupo anche x chi ne sta vivendo ora! oggi! sono così..

  72. Luna blu dice:

    Ciao Lea…ti ho risposto nelle parole di Maria…ora vado a casetta…1 abbraccio a tutte e a tutti!

  73. mary gio dice:

    LEA ormai ci sn abituata , lo so è la tensione x l’esame visto k poi ne uno di seguito all’altro , ank se uno è una cavolata io mi agito x nulla ,più studio e più sn agitata ,vabbè , ho una settimana x calmarmi …
    nn capisco ma le ricorrenze mi fanno sempre agitare , gli esami i compleanni nn sl il mio, cmq sn uscita ho fatto shopping e ora mi sento meglio !
    meglio k torni a studiare …

    cmq mia mamma oggi nn le hanno detto nulla ,altri esami da fare è rimandato a gennaio il responso , nn pagando la cosa è esasperata saranno più di 4mesi k ci è dietro ..la sanità pubblica fa skifo ,muori se nn hai i soldi !
    si va avanti cmq , cercando di nn pensarci o cmq di nn darci troppo peso , ma a me le attese mi esasperano molto di più sapere cos’abbia veramente.

    vi abbraccio tutti!

  74. Lea dice:

    Anna devi portare pazienza, sai com’è.. forse non conosci gabriele ma…

    lui a volte c’è.. a volte è dappertutto e da nessuna parte
    altre volte è senza tempo e senza nome, ma alla fine grazie al cielo c’è.
    Lui adore questo genere di torture mentali, cosa vuoi. in fondo..
    BASTA ABITUARSI!
    E’ un pò inquietante con queste sue uscite
    DELLA SERIE
    “Ora ho la strada..” però non vi dico quale e per dove! ..hi hi hi..

    Comunque il tuo eroe Mitsuashi non è così!! sappilo.
    Adesso ho capito la citazione di tutto il mondo sulle spalle!! forte!!

    La mia speranza è che abbia trovato lavoro. Dei soldi li ha recuperati, ho letto i vosrti ultimi post. Anna sei stata davvero gentile e non fatico a credere alla tua generosità innata

    Vado a cenare

    Un bacio grande
    Mary ho letto, tieni duro che dopo l’esame è il paradiso..
    conosci anche quella sensazione vero? anch’io mi preoccupavo di conoscere ogni virgola, non era mai abbastanza. Preferisco le persone come noi a quelle superficiali o qualunquiste

    Lea

  75. Fabio Piccini dice:

    Io non cerco nemmeno di indovinare, tanto Gabriele prima o poi ce lo dirà lui se ce lo vuole dire…

  76. Vale dice:

    Beh, mi sfuggite così senza diri niente???
    E’ proprio vero Lea che se non ci fossi tu…
    Comunque io in questi blog senso dell’orientamento zerooo!!!

    Se in questi giorni non ho scritto è perchè sto meglio, ma non mi sono dimenticata di voi!!!
    Ho avuto un’altro momento di “capricci” domenica pomeriggio, ma non ci voglio pensare più ormai è passata…
    Voglio guardare avanti, non più indietro… se guardo indietro non farò alto che peggiorare percorrendo il sentiero pieno di ostacoli, guardando avanti non so cosa mi aspetta, ma direi che con un po’ di ottimismo posso migliorare!

    Bene allora adesso ho scoperto he per un po’ scrivete qui, allora io mi racconterò… sono rimasta indietro coi racconti delle mie visite, ma piano piano mi metto avanti…

    Qui se non si scrive per 3 giorni già cambia tutto!!!

    MAMMA MIA!!!

    Buonanotte a tutti!!!

  77. anna dice:

    esatto..dott piccini..
    se vuole è giusto ke dica lui..
    che sappiamo o no!!,è lui ke se vorrà ci dirà!
    comunque è nei nostri cuori!

  78. Luna blu dice:

    Dott. piccini ho bisogno di chiederle una cosa sul funzionamento del sito…grazie

  79. Luna blu dice:

    Vale son contenta che stai meglio…buona giornata

  80. Luna blu dice:

    La domanda è: come faccio a cancellare il riferimento ad un sito in un commento già scritto?

  81. Luna blu dice:

    Se qualcuno lo sa me lo dice?

  82. Fabio Piccini dice:

    Se il sito su cui lo hai pubblicato è questo te lo faccio io.
    Altrimenti devi mandare una mail al webmaster.
    Non dovrebbero esserci problemi.

  83. Luna blu dice:

    ok grazie…
    Dovresti cancellare il riferimento che ho lasciato nel post: le parole di Maria stamattina alle 8:46…

  84. Fabio Piccini dice:

    Va bene così?

  85. Luna blu dice:

    Veramente il riferimento c’è ancora…nelle parole di Maria (Blog di maggio)..in un mio commento del 26 Novembre 2008 alle 08:48…
    Per paicere..toglilo!
    Grazie

  86. Fabio Piccini dice:

    Non ho ben capito, credevo fosse il link in rosso, comunque adesso ho cancellato il post.
    Se vuoi reinvialo pure con i dati corretti.

  87. Luna blu dice:

    Ti ringrazio…l’idea di non essere più anonima mi ha fatto star male..non so perchè…ma non voglio che le persone che frequento tutti i giorni sappiano di me..magari per caso indagando su internet…
    Credo tu abbia ragione quando dici che occorre imparare a trasferire le proprie emozioni su altro..non sul cibo (ad esempio quando ero piccola mi arrabbiai molto con mia mamma e non mangia per 2 giorni)…e nel mio caso anche non sullo sport…per ora ci riesco…per ora va bene…ma c’è qualcosa che non va nella mia vita e che vorrei cambiare…devo darmi da fare..è come se non avessi più tempo…
    E poi c’è questa mia nuova vita con il mio fidanzato…lui è una persona con un trascorso molto infelice…vorrei aiutarlo…penso che sia già migliroato molto…ma mi vien una rabbia se penso a tutta la situazione attorno…alla sua famiglia ad esempio…e non so come fare…poi c’è sta storia del fumo…ho paura che gli venga qualcosa…i fumatori pensano tutti di essere super-uomini!
    sono arrabbiata..ecco…

  88. Luna blu dice:

    Lei dottore fuma?

  89. Fabio Piccini dice:

    Una sigaretta ogni tanto. La pipa d’inverno dopo cena.
    Ai tempi dell’Università fumavo un pack al giorno poi ho smesso.
    E dopo ho ripreso con moderazione.
    Non bisogna privarsi di tutto…

  90. Luna blu dice:

    COERENZA

    a puzza della pipa mi fa ribrezzo!
    Se si smette totalmente di fumare si capisce che non è un piacere…occorre solo ribaltare la visione psicologica del fumo…non è una cosa bella…
    un genitore che fuma predispone il figlio a fumare in futuro…non lo capisco…che cosa c’è di bello? Forse è facile pensarla così quando non si hanno problemi…chissà se il papà del mio fidanzato un giorno prima di morire…(e il giorno dopo avrebbero dovuto amputargli un piede…chissà come mai!)…la pensava allo stesso modo di 20 anni prima quando il fumo ancora non aveva compromesso nulla…eppure dal letto chiedeva ancora una sigaretta…la sua morte è stata una liberazione epr i suoi cari…non è molto triste questo?

    Hai ragione…non si ci puo’ privare di tutto…facciamo che una volta ogni tanto mi abbuffo e vomito! Per scaricare i nervi…cose ne dice?

  91. mary gio dice:

    LUNA blu
    penso k in qualunque circostanza bisogna rispettare il modo di vivere degli altri , accettare le scelte di vita k hanno fatto , fumare o meno è una scelta di vita , oltre k una dipendenza , ma cn moderazione ,senza esagerare nn fa male , tu sembri molto ossessionata dalla paura del fumo , e come se il tuo cervello si sia autoconvinto k sia la cosa più novica di tutte ,k nn ci possa essere di peggio nella vita , ma nn è così esistono dipendenze peggiori …
    x me nn si tratta di coerenza ,ma di rispetto , rispetta se vuoi essere rispettato , nn esiste nella vita solo in bianco e in nero ,ma ci sn una miriade di sfaccettature .
    capisco benissim la preoccupazione k hai x il tuo fidanzato ,ma più di esporre la tua opinione , k essendo così perentoria lui conoscerà già , nn puoi fare molto .
    eppure nn ti dovrebbe essere molto difficile -ank se ora dici di essere guarita-
    ricordare cm noi essere umani siamo così portati a farci del male , come la nostra vita sia scandati da un’alternanze di dipendenze k puoi chiamare cm vuoi : sport , cibo, fumo , studio …
    una delle mie compagne dell’università è una fumatrice accanita -fuma x davvero tanto – io nn so cm possa fumare così tanto senza nn avere sensi di colpa ,senza avere preoccupazioni x la sua salute -prendendo ank la pillola ha delle analisi del sangue davv pessime -ma lei nn smette nn ci pensa proprio , mentre io sto combattendo x smettere , ma sai una cosa ora nn vedo il fumo cm la mia ancora di salvezza , nn ne sento più la necessità fisica , alle volte me lo concedo cm premio se sn stata brava nel nn fumare , lo so k forse è un controsenso , sto smettendo di fumare fumando , xk il cervello è cm un bambino piccolo , più una cosa gliela vieti , più lui la vuole a lungo andare nn ce la farai a trattenerti e ricomincierai a fumare , e i questo nn lo voglio , voglio smettere x sempre .

    nn dico k il mio sia un metodo efficace x smettere , ma nel mio caso singolo funziona , o cmq sta portando a buoni frutti.

    sn ammalata , ho cominciato oggi a prendere l’antibiotico e mi sento già distrutta più x l’antibiotico k x il resto , devo ank studiare x l’esame ormai alle porte ,ma con la testa k scoppia , e con tutto k gira nn è facile ….

  92. Luna blu dice:

    Ciao Mary Giò…tu scrivi:

    “penso k in qualunque circostanza bisogna rispettare il modo di vivere degli altri , accettare le scelte di vita k hanno fatto , fumare o meno è una scelta di vita”

    secondo me non puoi chiamarla scelta di vita! E’ una scelta di morte!
    una persona che fuma da quando ha 15 anni…fino ad arrivare anche a 30 sigarette al giorno per più di 25 anni…secondo te che aspettative di vita ha?
    E’ vero magari vuole morire…ma scegliti un mezzo che non implichi la sofferenza delle persone che ti vogliono bene…

    Si è vero! sono una stronza egoista che pensa solo a se stessa! Penso a me stessa quando mi respiro il fumo passivo…penso a me stessa quando penso a come vive la persona che amo…che fa sempre l’influenza tre volte all’anno…tosse…raffreddore..e quando viene a correre con me non ce la fa…penso sempre a me quando spero di non trovarmi tra meno di 20 anni ad accudire una persona che non ce la fa più a camminare…come è successo al padre!…E penso sempre anche a me nelle cose più piccole..mentre lo bacio e mi fa schifo il puzzo dell’alito…mentre lo abbraccio e mi fa vomitare il puzzo di fumo.
    E’ che tutti i fumatori son convinti che a loro male non fa…solo agli altri…

    Quando si è giovani…prima dei 30 anni i polmoni si rigenerano..gli alveoli si ricostruiscono…dopo i trenta anni gli alveoli bruciati muoiono e non si rigenera più nulla…dopo i quaranta la situazione non puo’ più tornare come prima….hai mai visto la lastra dei polmoni di un fumatore?
    Ma dov’è il rispetto per la vita? Hai mai provato a farti un giro in un centro ancologico?

    Non me ne volere..ma io son preoccupata…e non ci posso far niente….e a chi banalizza le conseguenze del fumo..non fa altro che incentivare la gente a continuare a fumare…

    fumatore=tossicodipendente
    semplicemtne perchè è dipendente…
    ce l’ho anche con l’alcolismo…con la coca…

    con le dipendenze insomma…siamo umani è vero…
    ma chi ha già esagerato in passato spesso si trova in una situazione difficilmente recuperabile…

    Non me ne volere…

  93. mary gio dice:

    Luna Blu ,
    la penso proprio cm te … su tutto,
    il fumo uccide , corrode te stesso ,ma ank le persone k ti circondano , mia cugina ha rischiato di morire -è nata molto molto prematura- xk sua madre continuava a fumare cm una turca , ma x fortuna è riuscita a cavarsela ,a sopravvivere , mia zia continua a fumare così tanto da quando è giovane, ha coinvolto pure mio zio ,k prima nn fumava , ha cercato di far fumare ank mia cugina,ma lei naturalmente nn poteva xk fin dalla nascita è stata intossicata dal fumo , x tutta la nascita a respirato fumo passivo . il padre di mio padre è morto cn una polmonite xk aveva i polmoni indeboliti dal fumo , mio zio è morto giovanissimo xk fumava e si drogava , nonostante gli avessero diagnosticato un insufficienza cartiaca .
    io sn stata educata in una casa in cui nn si fuma , in cui il fumo è stato messo al bando molto prima k io nascessi , eppure io fin da piccola sognavo di fumare , da adolescente sognavo d fumare , fino a quando sn caduta ho fumato x anno abbastanza da intossicarmi i polmoni.
    ma ora mi sn ribellata a quella k è la mia stessa natura , cm mi sn ribellata alla bulimia k voleva appropriarsi della mia vita l’ho fatto ,lo sto facendo con il fumo , xk nn mi importa quanto tempo ci metterò , io ci riuscirò .

    è normale preoccuparsi x chi si ama , è normale nn bisogna essere egoisti x farlo , ma penso k ognuno abbia fatto le sue scelte consapevolmente,k il tuo fidanzato l’abbia fatta ..dalle tue parole si vede il dolore ,la sofferenza x la morte di suo padre ,ma secondo te ank lui nn la prova ?!? ank lui sarà consapevole , conoscerà le conseguenze de fumo avendole viste ,avendole ancora nidite cn la morte di suo padre …
    fumare molto spesso da quel senso di sicurezza , di stabilità k nn si ha dentro di noi , porta alla razionalizzazione del dolore ,delle paure proprio cm una qualsiasi altra dipendenza . è contro questo k bisogna essere capaci di combattere , è eliminare 1porto sicuro k la nostra mente si è costruita , proprio cm lo è ingurgitare tanto cibo x riempire un vuoto , proprio cm lo è illudersi di poter tappare le paure k abbiamo mangiando .
    LUNA BLU tu sei stata forte ce l’hai fatta su tutte e due i fronti , ma nn tutti hanno il tuo coraggio , questo volevo dire nel post prima .
    rispettare gli altri , nel senso di rispettare il cammino k stanno facendo , xk si può sapere cos’è giusto , e cosa nn lo è , si può sapere k il fumo fa male , ma nn si riesce lo stesso a smettere , si può combattere contro le abbuffate senza però riuscire a smettere , ma fino a quando rimarrà la consapevolezza k sn cose nocive , k ti distruggono lo spiraglio di luce c’è x uscirne ….

  94. Fabio Piccini dice:

    Coerenza non vuol dire rigidità…

  95. Luna blu dice:

    Dottore non ha risposto alla mia domanda!

    Mary giò…il punto è che lui non ha sofferto per il padre..erano tutti contenti che lasciava questa vita di sofferenza…ma pensa alla madre…ha dovuto rovinare 10 anni della sua vita ad accudirlo e a compatirlo…e anche adesso è sola…perchè lui l’ha lasciata in questa “valle di lacrime” …ma le lacrime sono le nostre…se smettessimo di piangere e farci del male…questo mondo non sarebbe una valle di lacrime…

    Mary giò sei giovane..hai iniziato un percorso…come me..io non mi sneto arrivata ora perchè ho deviso di non vomitare più…e ho smesso di fumare da un bel po’…tante cose devo ancora fare..imparare…perchè vorrei essere domani un pochino migliore di oggi e di ieri…così ogni giorno che viene!

  96. Luna blu dice:

    Non credo di essere rigida…son categorica sul fumo…come lo sono sull’alcool (sull’alcool solo se c’è una dipendenza)…se fosse vero che una sigaretta ogni tanto non fa male….lei dottore la offrirebbe alla sua bambina?

  97. Fabio Piccini dice:

    Luna, ogni cosa se fatta con moderazione non fa male. Capisco il tuo dolore, ma non condivido la tua rigidità

  98. Luna blu dice:

    Quando una persona fa una promessa…dovrebbe mantenerla…quando il mio fidanzato è tornato da me mi ha promesso che avrebbe smesso di fumare…allora sarebbe stato facile lasciarlo andare…oggi son troppo legata a lui…dovrei diventare più forte per farlo…ma la mia mente si rifiuta di farlo…non sono così forte da rinunciare all’amore per lui e all’amore di lui…sono umana…e soffro…

  99. Gabriele dice:

    Le promesse se non si possono mantenere è meglio non farle…ed è vero quello che dici Luna Blu…una promessa è una promessa….altrimenti non avrebbe significato.

  100. Luna blu dice:

    Grazie Gabriele…

  101. Fabio Piccini dice:

    Se è una promessa hai ragione tu. Le promesse vanno mantenute. Altrimenti il mondo va in fumo. E non ci si può più fidare di nessuno…

  102. g dice:

    luna blu
    secondo me chiudere con le dipendenze è una decisione che deve nascere da dentro
    promettere senza avere dentro di sè questa volontà porta quasi sicuramente a non farcela
    è un peccato perchè si promette per amore, per essere come la persona amata ci vorrebbe
    tu sei arrabbiata con lui perchè non ha mantenuto una promessa e ti preoccupi per la sua salute ma prova a pensare al senso di fallimento che prova lui per non essere riuscito a smettere
    credo abbiate tante cose belle da condividere, non fartele rovinare da questa cosa
    al limite potresti chiedergli dei piccoli sacrifici facendolo fumare il meno possibile quando è con te
    poi non è detto che un giorno, da solo, non decida di smettere
    io e mio marito non abbiamo smesso di fumare insieme ma ognuno quando si è sentito pronto a farlo, senza la pressione dell’altro

  103. mary gio dice:

    se ti ha fatto una promessa la cosa cambia , in questo sn molto perentoria una promessa se fatta bisogna mantenerla , nn si può tornare indietro altrimente è meglio nn promettere niente , fa solo male a ki ti sta intorno promettere una cosa e poi rimangiarsela , a lungo andare la fiducia riposta crolla … xk sn le piccole cose a fare la differenza – mia opionione naturalmente -

  104. Gabriele dice:

    Ognuno di noi è responsabile della propria salute…ognuno di noi è libero di comportarsi come megli crede a patto di non ledere chi ha vicino…
    Non tutto si può dividere in due categorie…non ci sono cose belle o brutte,non ci sono cose che si possono fare e cose che non si possono fare…perchè c’è anche tutto quello che ci sta in mezzo e non si può non prenderlo in considerazione…anch’io trovo orribile l’odore della pipa eppure c’è a chi piace da matti,stesso discorso per la sigaretta…quante volte ho sentito dire “ahhhh ora mi fumo una bella sigaretta per rilassarmi”,dopo pranzo,dopo il sesso,appena svegli…..tante le occasioni per gustarsela ma mentre per loro è un piacere,per me è una cosa malsana e dannosa….diciamo che ognuno di noi ha la propria visione ed è consapevole a quello che va incontro..
    Ci sta che una promessa non venga mantenuta…ci sta eccome,tutti possiamo sbagliare,non siamo robot programmati,siamo persone…detto questo ribadisco che ogni promessa ha il suo peso…sta ad ognuno di noi dare il giusto significato,il giusto valore e sapere di essere in grado di portare fino in fondo quello che le nostre parole vogliono dire….
    Non ho capito se Luna Blu è rimasta delusa dalla mancata promessa di smettere di fumare……ma checchesendica (si dice-si dice) in fin dei conti quanto sappiamo di lei,quanto valore hanno per lei le parole,amareggiata,delusa ecc…avrà i suoi giusti motivi per sentire dentro di se questo….non tutti vediamo i colori allo stesso modo…
    Buona serata a tutte quante!! :-D

  105. coccinella dice:

    mary gio’sono colpita dalla tua non indifferente personalita’e dalla tua profondita’…volevo capire hai sofferto di anoressia anche tu?cmq ciao a tutti sono nuova …

  106. mary gio dice:

    ciao coccinella !
    sn stata bulimica ,grazie x i complimenti , ti va di raccontare qualcosina di te , mica chissà cosa x rompere il ghiaccio … :)

    tra 1oretta me ne vado al cinema a vedere twilight ,quel film cn quel bel vampiro :)

  107. coccinella dice:

    sono l’amica di coccinella l’amo da morire pero’ mi vuole ingozzare voi cosa ne pensate ?sono alta 1.60 e peso 52kg x voi ho problemi o ne ha piu’ lei?per me la vita è bella e va assaporata va amata come oggi ho fatto io ,ho reso questa giornata interessante vivendola intensamente in cucina a preparare il pranzo per coccy e poi volendo aiutare un’amica in difficolta’ci siamo ritrovate a leggere i vostri comm …la passione per la cucina aiuta a superare vizi e dipendenze…almeno speriamo!!!nell’attesa io mi fumo una siga..

  108. coccinella dice:

    ciao mary gio’ …sono un ex anoressica e devo ancora fare ordine nella mia testa sui motivi che ogni tanto portano a galla vecchi fantasmi..cmq.fra un po’ esco anch’io con la rompi della mia amata amica…pero’ fammi sapere com’e’ il film !!!!almeno lui ….buona visione

  109. anna dice:

    buona sera a tutti voi..giornata fredda oggi..solo fuori però, dentro invece il fuocooo!
    tensione al max al lavoro..mi impegno a gestire conversazioni in modo adeguato,lasciando la rabbia fuori,È DURISSIMA..SPECE QUANDO GLI ALTRI MI USANO DA CATALIZZATORE..GABRIELE TUTTO OK?

  110. Gabriele dice:

    Ciao Anna….si tutto ok,sto guardando un film leggero per farmi due risate…. sono sdraiato nel letto ed ogni tanto penso…ma nulla di che,mi sto rilassando e sganascando dalle risate…
    Non permettere agli altri di farti usare da catalizzatore e quando dai un dito…beh non farti prendere la mano e poi il braccio….altrimenti se ne approfitteranno sempre….sai come dico io ….sfanculali tutti!!
    Il resto come procede?

  111. coccinella dice:

    leggo le vostre lettere sentendomi parte di ognuna,mi commuovo xche’ le vostre sens.ni ,le vostre paure,la vostra rabbia,mi appartengono e allora provo anch’io a scrivere una lettera a quel mostro che avvolte tenta di riprendere il controllo su tutto cio’ che a fatica cerco di costruire,sul mio cuore sulla mia mente…sembra facile leggendo le vostre,ci provo ma non ce la faccio a scriverle,ho come un blocco..in effetti non so cosa dirle e questo mi sta spaventando..e’ successo a qlcno di voi?ho sofferto di anoressia dai 14 ai20 anni …credevo d’aver chiuso totalmente con questo problema ..invece un paio d’anni fa ho avuto delle crisi di bulimia alternati a periodi di pace..certo mi rendevo conto che ero sotto la minaccia di una ricaduta ma tenevo duro..almeno fino a un paio di mesi fa..quando x partecipare ad un concorso e sostenere un esame mi allontano da casa x una ventina di giorni…e torno con otto kg meno…non riuscivo piu’ a mangiare non volevo piu’,adesso va meglio ..mi sono imposta di dovermi amare in questo senso ma spero che non siano solo belle parole,xche’ se devo dirla tutta mi sento con il fiato sul collo…non credevo di dover combattere ancora con questo problema..si puo’ convivere con l’ombra dell’anoressia o bisogna dichiararle guerra?vorrei capire solo cosa dentro di me non va come dovrebbe,mi odio davvero?eppure credo di amarmi,di volere una vita normale ,felice…xche’ho sempre un disperato bisogno d’amore ma non chiedo mai nulla?riesco a colmare gli altri ma non so accettare me?riesco a perdonare tutti ma sono severa con tutto cio’ che mi riguarda?eppure a sentire gli altri non mi manca nulla x essere felice,allora xche’ invece di vincere LA GUERRA,o solo vinto una battaglia?

  112. Luna blu dice:

    Buongiorno…ho letto i vostri post…ma non mi va molto di scrivere oggi…son delusa…un po’ per le promesse non mantenute..un po’ per tutto…
    Ho letto nelle parole di Vivi…o forse qui…non ricordo…che se si stà con una persona che soffre di DCA si dovrebbe chiarire dall’inizio…perchè l’altra persona potrebbe essere penalizzato dalla relazione di coppia con una persona che soffre di DCA…non vale forse anche per il fumo?
    Lui non sa nulla di me…a parte che non mi sento più un caso DCA (la grande prova sarà domenica a pranzo a casa dei miei..ci vado rarissimamente dai miei..mi sento male a casa…ma dal punto di vista alimentare è sempre uno scempio…è che a casa c’è di tutto! Ma questa volta…non sarà così!)…nessuno sa di me…solo io e voi…ma non ho mai tolto nulla alla vita di relazione…forse perchè non sono così grave…non so…ma credo che nella mia vita devo saper dire di no alla mia dipendenza…anche epr una sola volta devo saper dire di no…come con il fumo…del resto è molto più difficile rifiutare la prima sigaretta che non la seconda …la terza…ecc..e poi si riprende…si sa…io l’ho fumata quella prima sigaretta…in kenia…due settimane fa…credo mi abbia schifata..come mi schifa il puzzo di fumo che ariva alle mie narici casualemente anche per strada…penso di aver vinto la dipendenza psicologica…perchè si sa che la dipendenza fisica dalla nicotina è molto bassa…così stò facendo anche con il cibo…ma qui al dipendenza fisica è più forte..percui non ci sarà un’altra volta…non ci sarà una prima sigaretta…non so se ho reso l’idea…

    Cmq la cosa che sento di più adesso è tanta rabbia dentro…io mi stò impegnando in tutto…e forse miaspetto altretanto dalle persone che amo…

    Voi dite che il ftato che lui fumi non toglie nulla a me…ne toglie…e quando è malato chi deve accudirlo (e gli uomini si sa diventano una lagna…forse non tutti…ma lui si…più che lagna…vittima)…la salute prima di tutto…ma i soldi…il prezzo delle sigarette è diventato assai alto…allora come si fa ad uscire o a comprare qualcosa di carino se poi alla fine del mese lui non ci arriva…chiaramente devo provvedere io..e la dignità per questa presa per il culo dello stato che fra l’altro ci dice che la sanità ha prezzi torppo alti e molti farmaci mutuabili prima, ora non lo sono piu’…grazie anche a chi si ammala più spesso…e guarda caso di solito chi sono? I fumatori….
    Non è patetica quella madre che fuma e raccomanda al figlio di coprirsi bene perchè fa freddo?

    Scusate se parlo sempre di questo…ma ho tanta rabbia dentro e mi dispiace ma qui riesco a farla uscire un po’..perdonatemi…

  113. Luna blu dice:

    Molto meglio scrivere…e scrivere…e scrivere…invece di mangiare…mangiare…mangiare…e si sa poi come finirebbe…ma il mio no è categorico…è un NO…senza ma se…ma forse…si deve riuscire a trasferire glistati emozionali non sul cibo…questo l’ha detto il dottor Piccini…una delle poche cose che ha detto che mi è servita più di tutte…non per dire che il dottore non dice cose giuste…ma quelle che servono a me son poche…magari le altre servono ad altri
    ;-)

  114. coccinella dice:

    Luna blu,se parli sempre di questo vuol dire che e’ qualcosa che ti scatena dentro delle sensazioni non indifferenti..sono xfettamente d’accordo con te,ma credo e scusami se mi xmetto(visto che non so molto di te)che questa rabbia devi esternarla non solo qui ma anche nella vita quotidiana con le xsone che ami..ne va di te,altrimenti finisce che la usi x fare del male a te stessa…oltre a essere costoso,dannoso e anche stupido continuare a fumare ignorando la xsona che hai vicino…parla ,sfogati incazzati,ma non reprimere mai cio’ che senti…in bocca al lupo x il pranzo dai tuoi…..

  115. Luna blu dice:

    Grazie coccinella…il pranzo sarà domenica….solo che i miei son abituati a vedermi mangiare l’impossibile…questa volta sarà diverso…e ho anche un po’ paura che poi ci restino male e pensino che son malata..o altro..che si preoccupano insomma…ma se è così sono consapevole che è cmq tutta colpa mia…ne prendo atto…ma devo pensare a me ora…

  116. Kiara dice:

    Cara Luna blu,
    leggo della tua rabbia verso la promessa non mantenuta del tuo compagno e rimango un po’ perplessa…
    Come si fa a promettere di smettere di fumare? Ma soprattutto: coe si fa a pretendere una promessa del genere??
    Lui dovrebbe smettere di fumare per se stesso e non certo perché glielo ordini tu!
    Dev’essere un suo percorso, deve voler cercare e capire cosa può sostituire al fumo…La dipendenza fisica si può superare con la forza di volontà: decido che mi chiudo in una stanza e mi faccio legare al letto finchè il mo corpo avrà smaltito la sostanza che crea dipendenza e non me ne chiederà più. Ma la dipendenza psicologica non funziona così. Non puoi decidere: da oggi basta!! Non è così che funziona!!
    Vale per le sigarette, per il cibo, per la cocaina, per l’alcool, etc.
    Ovviamente parlo di dipendenza vera, probabilmente una persona che fuma una sigaretta alla settimana non avrà grossi problemi a togliersi quest’abitudine nel momento in cui vorrà farlo.
    Smettere di fumare non vuol dire solo non mettersi più la sigaretta in bocca e accenderla, vuol dire re-inventare un nuovo modo di rapportarsi con se stessi, vuol dire ricerca e scoperta.
    Oltretutto tu hai sempre nascosto al tuo compagno la tua dipendenza ma pretendi che lui abbandoni la sua…non mi sembra molto onesto questo discorso!
    Forse parlare l’uno all’altro delle proprie dipendenze e capire insieme in che modo affrontarle e vincerle sarebbe più di aiuto a lui e aiuterebbe te a raggiungere il TUO scopo.
    Tu dici che da ora in poi basta, tu non sei più affetta da DCA…te l’ho visto scrivere tante volte da quando sono in questo blog e ogni volta mi sono chiesta: “ma allora ne soffriva ancora?”…
    Tu la metti molto sul versante della forza di volonta, che di certo non ti manca, ma secondo me così non riuscirai mai a superare davvero la cosa…Io ho iniziato a sentirmi felice e sulla strada giusta nel momento in cui ho messo in discussione e ribaltato diversi aspetti della mia vita che non appartenevano alla vera Chiara, ed anche preso in mano il mio passato per capirlo e metterlo al suo posto.
    Ora, non dico che tutti i percorsi debbano essere uguali (probabilmente un mio limite è di fare fatica a comprendere percorsi di guarigione tanti distanti dal mio), il fatto è che nel tuo mi sembrano mancare le fondamenta, mi sembra tutto un po’ superficiale, pur se molto sentito.

    Adesso mi fermo perché ti avrò gia fatto arrabbiare abbastanza…perdonami ma era qualche giorno che volevo scriverti queste cose.
    Non rileggo se no poi cancello qualcosa che ho paura possa darti fastidio!!!

    Un abbraccio.

  117. Lea dice:

    Ciao Luna Blu,
    io facevo un discorso in generale, e non riferito a te quando ho parlato di relazioni e di disturbi dell’alimentazione. So che stai facendo il possibile per guarire, per questo credo che tu possa pretendere un pò di più anche dal tuo fidanzato.
    Non so il motivo per cui tieni a questa faccenda del fumo tanto da mettere in forse la relazione con una persona che ami. ma non ti giudico, perchè per una cosa nella quale credo io potrei fare molto peggio.
    Allora ti dico, cerca di capire il perchè di questa tua insofferenza, parlane con il tuo fidanzato e vedi se vi capite sul serio quando vi confrontate. Non sono qui per decidere se sia giusto o sbagliato porre ad una persona un ultimatum del tipo “Se non smetti di fumare non ci rivedremo più”. Dico però che se lo fai, se lo dici, poi il non essere accontentata potrebbe crearti ancora più fastidio ed insofferenza. Quindi o agisci come ti eri ripromessa, o cerchi di capire se lui ci credeva veramente quando ti ha promesso, e il perchè ora non riuscite a venirvi incontro. Tu e lui avete parlato di questo? Il giorno dell’ultimatum ma anche più di recente?
    L’importante è non fare finta di niente, non fingere che sta andando tutto bene se per te non è così. e soprattutto NON trattenere il fastidio. perchè questo può poi esplodere in altre circostanze che magari non centrano niente con il fumo e andare a complicare ulteriormente le cose.
    Se tieni al suo amore parlatevi. Se il mio compagno pensasse di me che spendo soldi nelle sigarette e non arrivo a fine mese, vorrei saperlo. è una questione di rispetto! non si può continuare se ci sono già queste piccole recriminazioni inesplose. Spesso basta parlarsi

    La penso come te sul fumo. ma riesco ad essere un tantino più tollerante non chiedermi perchè. Forse le persone che mi circondano fuori non fumano e quindi non ci penso spesso. Poi ne ho uno incallito in casa ma quello è un altro discorso..
    Per quanto riguarda il pranzo dai tuoi, anche lì se puoi parla. Magari in passato ti hanno vista seguire diete poco raccomandate e sfibrarti di sport, potrebbero essere preoccupati e sempre sul chi va là per quello (ipotizzo). Ma tu puoi dire.. “Sono cresciuta e ora so cosa va bene per me, quindi una volta tanto fidatevi e lasciatemi libera di scegliere cosa e quanto mangiare a tavola, altrimenti me lo rendete un lavoro. Vi prego per ora evitate di opprimermi perchè sarebbe un atteggiamento sbagliato che non porterebbe a nulla di buono.. grazie”

    Può essere?
    Anch’io domenica sarò da parenti. Ci racconterai lunedì com’è andata allora

    Ciao COCCINELLA, benvenuta!

    Gabriele? non ci crede NESSUNO che ieri alle due di notte stavi già dormendo..
    sii SERIO una volta tanto!
    Scherzo.

    Fra poco andrò alla commemorazione di una persona cara che è mancata l’anno scorso. Vi lascio un pieno di parole positive. Cliccate sul mio nome in rosso
    Il primo testo vorrei dedicarlo in particolare a Gabriele, per festeggiare il suo nuovo inizio.
    Tutte gli altri a chi vive un amore bello. ma anche contrastato da piccole incomprensioni. Insomma! chi vuole e ha tempo ci legga un pò della propria storia..

    Con affetto

  118. Kiara dice:

    Se un bambino mi dice: “Chiara ti prometto che non ti faccio più arrabbiare”, io non gli permetto di farmi questa promessa!! Vorrebbe dire costringerlo a non mantenerla (perchè non è una cosa che può mantenere, lui deve crescere ed è normale che faccia cose sbagliate che portano l’adulto a riprenderlo) e magari farlo sentire in colpa per questo.
    Posso però aiutarlo a promettere qualcosa di fattibile.
    C’è un bambino ,dove lavoro, che non sa gestire assolutamente le sue emozioni: è un bimbo che ha sofferto tanto e ogni emozione lo travolge, spesso non le sa nemmeno riconoscere e così diventa violento con gli altri bambini sia quando è arrabbiato che quando è triste e addirittura quando è felice.
    Posso io chiedergli di promettermi di non picchiare più gli altri bambini? No che non posso, è una cosa che non riesce ancora a controllare!! Però posso chiedergli di promettermi di venire da me quando sente di non capire cosa sta provando in modo da cercare di capirlo insieme. E se avrà già picchiato un altro bambino andremo insieme a chiedergli scusa e poi ci siederemo a ripercorrere quello che è successo e le emozioni provate e cercheremo insieme una soluzione nuova, creativa che possa dare sfogo a quella determinata emozione.
    Questo bambino qualche mese fa, quando è arrivato non mi guardava nemmeno negli occhi, rispondeva male, non voleva essere toccato, una volta mi ha addirittura sputato addosso…Ora appena mi vede fa un sorriso che sarebbe capace di sciogliere un ghiacciaio e corre ad abbracciarmi (e io mi commuovoooooo).
    Forse ti sembrerà che tutte queste cose che ti ho raccontato non centrino nulla ma ciò che voglio dire è che bisogna aver chiaro in mente qual’è il vero obietivo: il mio obiettivo non è che questo bamabino non picchi più gli altri, ma è che impari a capire e gestire le proprie emozioni, sia passate che presenti, impari come esprimerle senza averne paura…il resto verrà da sè.

    Sono andata tanto fuori tema?
    Mi son fatta trasportare dalla passione!

  119. Gabriele dice:

    Lea grazie per la dedica…. :-)

    Ieri sera mi sono addormentato,strano ma vero,ero stanchissimo!!
    La notte è fatta per dormire?
    Una bella citazione ci vuole…

    Depende, de qué depende,de según como se mire todo depende.
    Buona giornata a tutti,oggi niente abbracci..li tengo tutti per me!! ;-)

  120. Gabriele dice:

    In compenso vi regalo un sorriso….clikkate sul mio nome…

  121. Luna blu dice:

    Ciao Lea..ciao Kiara…

    Kiara non sei fuori tema…ma sai per capire una situazione bisognerebbe viverla…e poi dovresti viverla nei panni delle persone interessate…e questo non è possibile perchè siamo tutti diversi…

    In quanto a me..se dico che son fuori dai DCA è perchè ci credo…perchè penso effettivamente di esserlo…tutte le volte che ho scritto qui in passato..non ho mai affermato di esserne fuori…ma affermavo che lottavo..che volevo uscirne..che volevo e dovevo guarire…che ci provavo insomma…e poi c’erano le sconfitte e allora si ricomiciava da capo..a crederci..a lottare…ad autoconvincersi di potercela fare…ma adesso in me c’è una consapevolezza diversa…maturata anche da queste ultime esperienze…di cadute…ricadute…di voglia di farcela…
    prima di raggiungere la consapevolezza che non avrei mai più fumato…mi ci son voluti tanti tentativi…prima di smettere avevo smesso almeno 4 volte..ma ho sempre ripreso…perchè non c’era quella consapevolezza…

    Poi spero mi perdonerete se quando sono arrabbiata scrivo cose che magari scritte di getto hanno un’altra valenza per chi legge…

    (Cmq lui non è un bambino…non posso dirgli io che fare e che cosa non fare…lui ha deciso di voler smettere di fumare…io non gliel’ho imposto…è dura…ma io sono convinta che poco per volta ce la farà…forse dovrei pensare che già ha fatto tanto in questa direzione…
    Tutta questa mia rabbia è perchè ho vissuto quasi un mese senza quel problema…aveva smesso..totalmente…e ora il confronto è ancora più difficile…

    Purtroppo un fumatore suscita in me un sentimento di pena…e si sa…la pena non è complice dell’amore…percui a lungo andare la storia è destinata a finire…stareste con qualcuno perchè gli volete bene e vi fa pena?
    Io mi conosco…lo so che finirebbe…per questo stò male……)

    Kiara quello che scrivi:

    “Tu dici che da ora in poi basta, tu non sei più affetta da DCA…te l’ho visto scrivere tante volte da quando sono in questo blog e ogni volta mi sono chiesta: “ma allora ne soffriva ancora?”…
    Tu la metti molto sul versante della forza di volonta, che di certo non ti manca, ma secondo me così non riuscirai mai a superare davvero la cosa…Io ho iniziato a sentirmi felice e sulla strada giusta nel momento in cui ho messo in discussione e ribaltato diversi aspetti della mia vita che non appartenevano alla vera Chiara, ed anche preso in mano il mio passato per capirlo e metterlo al suo posto”

    E’ come se solo il tuo percorso fosse quello giusto…ma siamo diversi…in questo mondo siamo tutti unici…tu hai trovato la tua strada..che magari ti ha fatto ribaltare completamente la tua vita…magari la strada mia non deve farmi ribaltare totalemente la vita…
    Nelle tue parole leggo un certo disprezzo…effettivamente quando ero una fumatrice e un ex-fumatore mi diceva che aveva smesso…ero contenta per lui…ma nasceva una certa sorta di invidia…insomma la cosa mi dava fastidio…ora son cambiata…credo in meglio…

    Non so se riesco a spiegarmi…ci provo:
    Quando ti capita qualcosa di molto brutto sei ovviamente triste…poi incontri una persona alla quale è successa una cosa ancora più brutta
    …ti senti sollevata perchè non sei l’unica a soffrire
    Molte persone sono così…senza farlo apposta…è una cosa inconscia…ma gioiscono delle sconfitte degli altri…così le loro sconfitte le vivono meglio…

    Poi scrivi ancora:
    “Ora, non dico che tutti i percorsi debbano essere uguali (probabilmente un mio limite è di fare fatica a comprendere percorsi di guarigione tanti distanti dal mio), il fatto è che nel tuo mi sembrano mancare le fondamenta, mi sembra tutto un po’ superficiale, pur se molto sentito.”

    Come fai a dire che nel mio mancano le fondamenta? Dalle poche cose che ho scritto qui? Mi sembra un po’ presuntuoso il tuo commento:
    ma tu che ne sai…

    Sul serio sono molto pentita di essermi sfogata qui…scusatemi…non lo farò più…

  122. Luna blu dice:

    Lea mi fa sempre molto piacere leggerti…per quanto riguarda i miei..li vedo si e no 2-3 volte l’anno…ci volgiamo bene..ma ad abitudini..siamo praticamnte degli sconosciuti…

  123. Lea dice:

    No no ragazze, non fate così, non li voglio sentire questi discorsi.
    Voi non avete mai detto queste cose ma quando si discute è facile perdere le staffe e a quel punto ci si offende alla velocità della luce senza volerlo

    Non scherziamo, guarire è una cosa bella che tutti devono augurarsi ed augurare agli altri, non esistono invidie di sorta. Credo che le parole di Kiara siano state fraintese perchè non è facile provare a sondare più a fondo nella situazione di una persona senza rischiare di offenderla

    Credo che Kiara sia stata colpita da questo essere categorica di Luna Blu nel non accettare il vizio del fidanzato, nel come intendeva debellarlo, mentre dall’altra parte rimaneva un disturbo di Dca mai rivelato. E’ chiaro che a questo punto sentir dire “il mio fidanzato mi fa pena perchè è un fumatore e potrei doverlo lasciare” striderebbe a chiunque. Anch’io vorrei che all’interno di questa coppia ci si relazionasse alla pari, si parlasse. Ma il dirlo Luna Blu non è un tentativo di colpirti o di offenderti, solo quello di spingerti a riflettere su come stanno realmente le cose all’interno della relazione, magari proprio per evitare che si arrivi alla possibilità di rottura che hai già ventilato.
    Non può invidiarti Kiara, perchè dovrebbe farlo? forse non ha intivato il giusto modo di porsi. non perchè il suo sia sbagliato in assoluto, ma perchè magari in questo momento e per una personalità come la tua, non era il più adatto. O forse voleva esprimere con energia la sua opinione sulla dipendenza e sul come uscirne ,visto che la vive sulla sua pelle, mentre tu hai scambiato questa forza per disprezzo. Magari l’ha urtata un attimo l’aver focalizzato la questione sulla volontà e sull’imposizione. Non sono mai attacchi alla persona, chi potrebbe permettersi di farlo! chi di noi si conosce tanto da poterselo permettere?
    Attraverso un blog è facile fraintendere toni e intenzioni
    Non pensate davvero le cose che dite, queste sono reazioni a caldo perchè ad ogni parola ci si sente subito chiamate in causa

    E poi si è qui per aiutarsi, non per fare gara a chi sta meglio e a chi ci riesce prima. C’è già fuori lo schifo, quelli che non capiscono un caxxo, ma non siete voi per fortuna!

    Nessuno può conoscere i dettagli della situazione altrui. Anch’io ad esempio credevo che Luna Blu avesse chiesto con forza al suo fidanzato di smettere con il fumo, quindi non attacchiamoci subito alla prima battuta stonata altrimenti non si arriva in fondo alla discussione
    L’energia di Kiara e magari anche il suo velato attacco è fatto per scuoterti e per costringerti a frugare bene nella tua situazione. E’ difficilissimo Luna Blu provare ad aiutare in questo senso senza risultare invadenti ed insensibili

    Prova a spiegarmi perchè il fatto che il tuo ragazzo fumi potrebbe spingerti a vederlo come un fallito e a non amarlo più?
    Tu senti di amarlo davvero adesso?

    Se non ne vuoi parlarne qui non sei obbligata, non preoccuparti. Decidi tu fin dove possiamo arrivare e noi ci adegueremo

    ANNAAAA!! DOVE CA… SPITA SEI QUANDO SERVIRESTI!!??

    QUALCUNO INTERVENGA E DICA LA SUA PER FAVORE!!!

  124. Gabriele dice:

    Non sempre si può dire la cosa giusta al momento giusto,non sempre i nostri pensieri coincidono con quelli di un’altra persona…soprattutto quando si prendono in esame storie personali…
    Non possiamo pretendere di scrivere nel blog e di non venire giudicati da chi legge i nostri racconti,essere giudicati non implica per forza qualcosa di negativo ma allarga i nostri orizzonti perchè appunto abbiamo la possibilità di vedere le cose con occhi diversi…tutti noi sappiamo quanto sia difficile capirsi attraverso parole scritte in un blog,mancano quelle sensazioni ed emozioni che solo il contatto può donarci…una persona che oggi mi sta antipatica,domani potrebbe diventare la mia migliore amica e viceversa..Posso non essere d’accordo sulla presa di posizione di Luna Blu o di Kiara perchè in quel ci sarebbe anche il mio punto di vista da prendere in considerazione ma non per questo devono nascere incomprensioni o litigi dati dalla situazione,conta molto lo stato d’animo del momento,sia di chi scrive che di chi risponde…saper accettare che non tutti la pensiamo allo stesso modo è un buon punto di partenza…rispetto per le idee altrui anche se diverse dalle nostre ma credo non manchi in questo caso.
    Non veniamo forse “giudicati” per quello che raccontiamo?
    Se Luna Blu sembra fin troppo selettiva nelle sue scelte,Chiara troppo attaccata ai suoi metodi e io troppo vittima…beh forse perchè è questo che stiamo mostrando…..nulla toglie di essere diversi in altri contesti o di persona…

  125. debi dice:

    Ciao a tutti… vi ho appena scoperto x caso…oddio, x caso non so…in realtà cercavo qualche info su questo diavolo che ogni tanto entra nel mio corpo, nella mia mente e nel mio cuore…e vuol decidere x me…e vi ho trovato…e ho pensato che condividere la sofferenza, sapere che nn si è gli unici e c’è qualcuno che ci può capire, ci fa sentire meglio…

  126. mary gio dice:

    salve ragazze !!!
    ho letto le parole di Kiara , x me nn erano offensive ,erano uno spunto di riflessione utile a tutti ! logicamente Luna Blu si è sentita toccata nel profondo xk riguardavano proprio lei .
    NN esistono percorsi di guarigione giusti in assoluto o percorsi sbagliati , penso k sia utile ank auto convincersi di potercela fare , di farcela da soli nn xk si sottovaluta la malattia ,ma xk ci si sente in grado di affrontarla da soli , nn tutti hanno una consapevolezza piena della malattia , come nn lo si ha di stessi , ank io ce l’ho fatta da sola , ne sono uscita da sola , nn ritengo x questo di aver sottovalutato la malattia , ma semplicemente ero consapevole di poterla debellare da sola senza l’aiuto di uno psicologo , da sola .
    si io posso dire di essere guarita ,ma il cammino x amarmi davvero completamente è una strada in salita , nn è possibile farlo da un giorno all’altro , è necessario avere una conoscenza così profonda di noi stessi , mentre io alcune cose nn voglio vederle …
    cmq Luna Blu è _da quello k ho potuto capire _ una donna molto determinata , ma ank estremamente permalosa , è logico k chiunque dia un parere sulla tua vita privata , nn conoscerà mai la realtà oggettiva ,ma sl quello k tu hai lasciato trasparire dalle tue parole , k come tali posso essere forvianti , x es ank io avevo inteso k tu ti fossi imposta x farlo smettere di fumare , solo molti post dpo ho compreso k nn era così.
    LUNA blu devi continuare a scrivere , a raccontarti cm stai facendo ora , qnd io inizia a frequentare il blog ti credevo tutt’altra persona , o meglio le tue parole avevano proprio un tono diverso , mi apparivi più fredda e distaccata .
    davi tanti bei consigli ,ma raccontavi poco di te …..

    SPERO DI NN AVER PEGGIORATO LA SITUAZIONE ….
    ogni intervento è importante xk ogni persona k scrive è importante-intesa cm unicità- ed è in grado di arricchire tramite la sua esperienza la vita degli altri ….

  127. Kiara dice:

    Ciao Luna blu!
    Ero abbastanza certa che te la saresti presa, per questo ho pensato qualche giorno se scriverti oppure no. Alli’inizio mi son detta: ma sì, lasciamo perdere, so che se la prenderà e non ho voglia di stare a preoccuparmi per questo solo perché voglio dire la mia opinione.
    Ma in realtà me ne frega eccome!!
    Io non ti conosco affato, non so quasi nulla di te: non so il tuo nome, non so che voce tu abbia, in che modo sorridi e se lo fai spesso…però mi sono affezionata a te, mi sento legata a quella parte della tua vita che un po’ ho conosciuto e che tu tieni nel buio, e la ammiro e la rispetto tanto.
    Spesso “spari a zero” sugli altri (e nemmeno tu li conosci!) ma se qualcuno alza un po’ il tono con te o sbaglia a dire una parola tu ti offendi…Non è giusto!!!!
    Qui nessuno vuole ferire nessuno. Siamo qui per condividere esperienze e opinioni, se ti dico che sono rimasta perplessa per alcune cose che ho letto è perché mi piacerebbe parlarne, perché con lo scambio ci si arricchisce e si cresce, ma è essenziale che ci sia apertura al dialogo, che nessuno degli interlocutori debba aver paura che l’altro si offenda o si arrabbi.

    Dici:
    “per capire una situazione bisognerebbe viverla…e poi dovresti viverla nei panni delle persone interessate…e questo non è possibile perchè siamo tutti diversi…”

    E’ verissimo, ma capisci, così nessuno potrebbe più dire nulla perché tanto non saprà mai cosa prova davvero l’altro…ed allora ognuno rimarrebbe nella sua stretta visuale, senza avere la possibilità di allargare gli orizzonti.

    Una cosa che ho tenuto a precisare (ma non è bastato) è che il mio percorso non è IL percorso, ma io lo uso come riferimento perché è quello che vivo, ma sono apertissima e anche curiosa di conoscere e capire i percorsi degli altri, ma come poterlo fare se non esprimendo i miei dubbi per ottenere risposte?
    E poi se i dubbi riguardano una persona a cui vuoi bene cresce il bisogno di chiarire, di appurare, di mettere alla prova…ma non certo per se stessi ma per l’altro!!!
    Ho visto persone morire sostenendo di aver deciso di stare bene, di smettere, perché avevano capito che non era giusto farsi del male, perché la vita era bella e andava vissuta, perché il sole splendeva e gli uccellini cantavano…si, col caxxo! Tante belle parole e un unico fatto: la morte.
    Forse nasce da qui il mio tono così fermo e deciso, non saprei…

    Non me ne frega proprio niente di ferirti Luna blu, ho ben altro da fare nella vita.
    E, credimi non sono invidiosa di te, pensa che ho dovuto rileggere un po’ di volte la parte in cui nominavi l’invidia ed anche leggere il comento di Lea per capire che mi stavi dicendo questo perché mi sembrava così assurdo che non l’avevo nemmeno preso in considerazione!
    Non cambierei mai la mia vita con quella di nessun altro, non lo farei ora che sto scoprendo quanto sia meraviglioso stare bene ed essere me, e non l’avrei fatto nemmeno quando soffrivo le pene dell’inferno e mi odiavo. Ognuno ha i suoi dolori e le sue gioie ed io sono felice di quello che sono diventata e della profondità che ho raggiunto sondando i fondali del dolore, quindi non mi servirebbe essere qualcun altro!
    Ho provato invidia nella mia vita, ne ho provata tanta: invidia profonda per mia sorella che aveva tutto l’amore di mia madre e invidia nei confronti degli angeli (!!!), quando ci credevo, che potevano stare con la mia nonna. Mi sentivo bruciare dentro (e forse un po’ ancora adesso…ci sto lavorando, insomma, con calma!! =) ), Non credo che ci possa essere qualcos’altro di così intenso e profondo da scomodare la mia invidia!! E per fortuna, perché l’invidia è proprio una brutta bestia!

    Se dico cose non vere smentiscimi e basta, non metterti subito sulla difensiva…

    Ahhh, dimenticavo il disprezzo!!! Come hai fatto a vedere disprezzo nelle mie parole??? Certo non sono stata dolce e gentile, ma l’amore non vuole solo dire cose che fanno piacere all’altro!!!
    Amando una persona le si può anche dire con fermezza che sentiamo qualcosa di stonato, che c’è qualcosa che non ci torna e ci preoccupa, senza voler insinuare che questa persona è una merda.
    Le critiche di qualcuno che ti vuole bene servono solo a migliorare e se tu sarai capace di rispondere costruttivamente a queste critiche, migliorerà anche l’atro.

    E la conclusione:
    “Sul serio sono molto pentita di essermi sfogata qui…scusatemi…non lo farò più…”
    Scusa, ma questa frase è un po’ pateticaaaaa!! Ma daiiiii!!! Ma che vuol dire chiedere scusa?? E poi perché non lo devi fare più?? Guarda che fai solo male a te stessa!!!
    Se proprio non riesci a capire che il mio intento non è di offenderti, smituirti o ferirti ma che ti voglio bene, e se sei incazzata nera, piuttosto mandami a cagare e ignorami come hai fatto in passato con altre persone ma continua a scrivere, lo fai per te stessa, mica per me!!
    Più volte hai scritto agli altri di fregersene di quel che pensano le persone: bè, se sono così negativa per te fregatene di quel che ti dico!! Io sarò magari un po’ petulante perché non sono proprio capace di ignorare le persone, ma di certo non ti dirò mai più come la mia opinione, proprio perché e ben lontano da me l’intento di ferirti!!!

    Con tanto affetto,
    Chiara

  128. anna dice:

    ciao a tutti eccomi tornata..per poco sto crollando..alcuni giorni nel blog dietro alle parole si cela un velo di ironia,compreso-mal preso e così via..
    altri giorni discussioni più accese dove si cela con fermezza la ns opinione a volte compresa-a volte mal compresa..
    in base agli stati d’animo/ qui ci mettiamo un pò di noi e fra un pò di rosa un pò di grigio un pò di nero…ogni uno prende e da qualcosa di unico utile ed ecco il BLOG..CHE VIVE,PULSA,RESPIRA,PIANGE E GIOISCE..

  129. Lea dice:

    Anna che bel messaggio!
    Kiara….. un pochino di diplomazia.. :-(

    In ogni caso credo si sia capito che teniamo a Luna Blu e a capire la sua storia.
    Se qualche volta fa l’aggressiva è perchè sente molto forte l’impulso di proteggersi, e come spesso si dice “l’attacco è la miglior difesa”
    Credo che Luna Blu per aprirsi abbia bisogno di sentirsi a suo agio, e forse per lei questo richiede più tempo rispetto ad altre persone. Poi i propri disagi si possono manifestare in mille modi. Credo che nessuno sia contento di fare il difficile o di rendersi antipatico in qualche occasione. ognuno ha le sue fuori da questo blog

    ANNA? com’è che ridi come Babbo Natale!? ho ho ho… sei troppo forte

    Facciamo una colletta per il tuo pc? tutti 1 euro al tuo indirizzo?

  130. Kiara dice:

    Ok, lo ammetto: a volte sono un po’ irruente nel dire le cose…credo capiti quando credo molto in ciò che dico e quando ho molto a cuore la persona con cui sto parlando (Gabi ne sa qualcosa).
    Mi dispiace se non ho usato le parole giuste, spesso bado più ai contenuti che alla forma.
    Oltretutto io utilizzo moltissimo il non verbale quando mi esprimo e il fatto di non poterlo fare mi rende olto più difficile la comunicazione,
    Luna blu, TI CHIEDO SCUSA se ti ho ferita o offesa, ti ribadisco che non era mia intenzione!!

    Un abbraccio a tutti.

  131. Gabriele dice:

    eheheheh….si ne so qualcosa Chiara!! :-D

    Sia io e credo anche Luna Blu sappiamo distinguere la differenza tra una cosa detta per offendere e una detta perchè si ha a cuore una persona…. l’importante è capirsi e chiarire.
    Io stesso in qualche occasione mi sono posto in modo sbagliato,la discussione con L.B. che ha portato ad ignorarci per mesi e una frase che ti avevo detto forse con leggerezza e che ti aveva ferita…ma in tutti e due i casi non volevo assolutamente fare del male…succede,succede perchè il dialogo attraverso un monitor ci priva del linguaggio del corpo,delle sensazioni che si trasmettono in determinati momenti…

  132. Luna blu dice:

    Buongiorno a tutti ;-)

    …kiara non ti scusare…non sono offesa…magari ci son solo rimasta un pochetto male perchè son un pochino permalosa sulle cose che mi stanno a cuore…e la cosa che mi stà più a cuore adesso è il mio fidanzato e la sua vita…la sua felicità (già sbaglio..perchè una psicologa brava probabilemente mi direbbe che la prima cosa a cui dovrei pensare è la mia di vita e la mia di felicità…lui è una persona che in passato ha sofferto molto)..perchè è difficile vivere con una persona che a tratti diventa tristissimo..tanto da desiderare la morte…ma da quando ci conosciamo questi momenti succedono sempre meno :-) …ma son fatta così con tutte le cose che mi stanno a cuore divento categorica ed esiste solo la mia verità…ma son consapevole che non è così…infatti passata la prima fase poi me ne rendo conto da sola…solo che son anche troppo orgogliosa e allora è difficile ammetterlo…son fatta male!!! :-)

    …forse io ho frainteso..ma anche tu le mie parole…e cmq non mi sono espressa benissimo…quando parlavo dell’invidia…intendevo dire che spesso si ci sente rincuorati se si sa che ci sono situazioni peggiori alle nostre o simili..perchè almeno nel male non si è soli…credo sia umano questo sentimento…ma io penso sia un sentimento sbagliato…

    Gabriele un saluto anche a te..spero che la tua situazione si stia risolvendo ;-)

  133. Luna blu dice:

    Un saluto anche a Lea ;-)

    Avete visto che nevica! Evvaiiii!!! Se nevica le strade son inagibili e non devo andare a casa dai miei….si rimanda!
    Stasera mi ha invitata a cena la mia migliro amica…aimè…lei si che cucina abbondando con condiemnti per nulla leggeri!
    Lunedì vi racconterò come è andata…

  134. Kiara dice:

    Oggi mi sono svegliata felice, serena e piena di energia positiva, poi ho guardato fuori dalla finestra ed ho visto grossi fiocchi di neve scendere e la bianca neve che ricopriva tutto…fantastico!
    Poi sono andata a fare terapia dalla ragazza di Aosta che è qua a Garbagnate per qualche giorno, e la gioia che sentivo è cresciuta ancora di più.
    L’unica cosa che mi dava pensieri era ciò che era successo qui con te Luna blu: il dispiacere di averti ferito, la paura di non essere stata compresa, e qualche sospiro per la mia impulsività…
    Ora che hai scritto sono strasuperfelicissimaaaa!!! :-D
    E’ troppo una bella giornata oggi!!

  135. Gabriele dice:

    Beate voi che vedete la neve…io vedo solo pioggia e la sto prendendo tutta mentre carico l’auto…
    Grazie Luna Blu…spero si sistemi un pò tutto,ora esco,vado a salutare le ultime persone e poi ritorno a caricare quello che rimane…ahhhhh rimango io…mi carico domani ;-) …buona giornata e buon week-end a tutte…baci!!

  136. Fabio Piccini dice:

    Piove anche da Rimini a Sansepolcro per tutta la statale Marecchia.
    La strada è lucida e il cielo color piombo.
    In cima al passo però c’è neve e mucche curiose.
    Secondo il calendario degli agricoltori austriaci sarà un inverno nevoso…

  137. Fabio Piccini dice:

    Dimenticavo…
    A proposito della disputa…
    Quando c’è una buona relazione ci si può permettere anche un pò di sana aggressività.
    Non c’è da spaventarsi per un pò di aggressività.
    L’aggressività non distrugge le relazioni. Le rende vere.
    E’ l’aggressività repressa che le avvelena.
    Non vi risulta così anche nella vostra esperienza?

  138. Luna blu dice:

    Già…non credo che ne io..ne kiara siamo due fragili gingilli…io penso di essere forte e penso lo sia anche kiara per quel che conosco di lei…poi son contenta che oggi ha una giornata bella!

    Devo ammettere che in questi giorni son molto suscettibile..me la prendo per nulla e con tutti…ma passa…è che c’è troppa tristezza vicino a me in questi giorni…

    Concludo dicendo:

    IL FUMO NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE…

    Ops…scusate…la frase mi è venuta spontanea! ;-)

  139. marianna dice:

    ciao a tutti!
    è qualche giorno che frequento questo sito e non ho ancora avuto il coraggio di parlare di me, trovo però che sia giusto farlo, visto e considerato che leggo i vostri interventi e che quindi indirettamente conosco un pezzettino di voi…
    io mi chiamo marianna ed ho 23 anni.
    non ho mai avuto un buon rapporto col mio corpo…fin da piccola mi sono sentita brutta, grassa inadeguata…sinceramente non saprei dire esattamente perchè, fatto sta che ho iniziato fin da bambina a caricare il cibo di significati importanti.
    a 14 anni è iniziato per me un rapporto affettivo con una persona estremamente instabile, dalla quale ho subito diversi tipi di violenza, dalla violenza sessuale alle botte vere e proprie, con tanto di corse all’ospedale e commozioni cerebrali.
    questo rapporto, durato sei anni, mi ha distrutta come essere umano: non avevo più amici, ne’ interessi…è stato allora che mi sono disperatamente aggrappata alla “malattia” che si è manifestata inizialmente come una acuta depressione diventando successivamente autlesionismo, anoressia(che mi ha portata a trenta chili di peso corporeo) e bulimia.
    Questo periodo è stato decisamente devastante!specialmente quello della bulimia.credevo di impazzire dal dolore,la vita era un incubo… ho cercato per tre volte di togliermi la vita e probabilmente senza il pronto intervento di mio padre a quest’ora non vi starei raccontando di me (grazie papà!)
    Fialmente, dopo incessanti terapie e tanta tanta disperazione ho preso tutte le forze ed il coraggio che mi rimaneva e sono andata via…via da una casa che non era la mia, via da un rapporto che mi aveva soltanto fatto del male.
    oggi so che non sto bene, so che scappando dai miei problemi sicuramente non li ho risolti, ma ho incontrato l’amore della mia vita, ho ricominciato a desiderare e a fare progetti.
    è stata una lotta impari, una lotta durissima ed è per questo che ad ogni piccolo trguardo cerco di volermi più bene…l’esserino che vedo quando mi guardo allo specchio ne ha passate delle belle!
    nonostante questo però vorei uscire del tutto da una malattia che ancora mi taglia fuori dalla “vita quotidiana”, che mi fa dubitare di me stessa , che mi fa nascondere dietro la bilancia ed il senso di colpa e mi impedisce di mettermi in gioco…per questo vi chiedo un consiglio…cosa devo fare a questo punto del percorso? tornare in terapia? esiste qualcosa che possa fare chi è a questo punto del percorso?
    se avete suggerimenti sarei felice di leggerli…
    vi abbraccio tutti fortissimo sperando in qualche modo di poter essere utile anche io per voi!
    mille baci e a presto!

  140. Gabriele dice:

    Ciao Marianna….
    Volevo farti una domanda se hai voglia di rispondermi..
    Quanto la malattia condiziona la tua vita in questo momento…Non riesci a trovare un modo per stare meglio perchè metti davanti a te stessa il bisogno che ha la malattia di alimentarsi del tuo corpo e delle tue paure?
    I dubbi e le incertezze ci prevaricano la possibilità di essere razionali nella nostra vita quotidiana…ma siamo in grado di scindere quello che vogliamo noi da quello che vuole la malattia?
    Non ho proprio esperienza di terapia quindi non saprei darti consiglio ma da qualche parte bisogna pur cominciare e perchè no,magari intraprendere una strada che fino a ieri davamo per improbabile,potrebbe portare a dei risultati,in ogni caso bisogna essere convinti di voler guarire,crederci e non arrendersi alle prime difficoltà…a volte ripetiamo le stesse frasi per autoconvincerci che sarà così..un pò come mia madre quando diceva…da lunedì inizio la dieta…beh non hai idea quanti lunedì ho visto passare…
    L’aiuto di chi ha esperienza,di chi è passato prima di noi,di chi capisce cosa proviamo può essere prezioso ma mai quanto l’aiuto che dobbiamo ricercare in noi stessi..
    Prendere spunto da tutti i percorsi fatti e sentirne nascere uno dentro di noi,la nostra intima storia…a quel punto vale la pena provare a vedere dove ci porterà.

  141. roberta dice:

    Ho ripetuto di nuovo le stesse frasi, come il solito “da lunedì mi metto a dieta”, e anche oggi il cibo ha avuto la meglio sulla mia volontà… Mi vergogno di me stessa, mi sento uno zero assoluto, possibile che sia così senza spina dorsale?!
    E’ dura anche perchè vivo da sola, una difficoltà in più… So che non sarebbe la soluzione, che sarebbe come prendere una tachipirina senza curare la malattia, ma pensavo che mi farebbe bene tornare a stare un po’ con mia mamma. Cosa ne pensate? Potrebbe essere un’aiuto?

  142. Gabriele dice:

    Ciao Roberta,qual’è stato l’elemento scatenante che ti ha portato a questo?

  143. roberta dice:

    E’ un po’ di giorni che sto male e che la situazione mi sfugge di mano, mi sono lasciata trasportare dall’impulso maligno senza neanche provare a resistere, pensando che peggio di così non potrebbe andare. Mi guardo e mi faccio schifo, mangiando un sacco e non vomitando mi sono ingrassata, non entro più nei vestiti, mi vedo cambiata, uno straccio… E la valvola di sfogo rimane sempre la stessa, quella sbagliata! E’ un circolo vizioso che devo riuscire ad interrompere

  144. Kiara dice:

    Gabi come stai?
    Sei emozionato???
    Vedessi che bella la vista dalla finestra della cucina ora che tutti gli orti sono coperti di neve!! Da domani quella vista sarà tua quando vorrai… :-)
    Dai che la ruota giraaaa!!
    Ti auguro tutto il bene del mondo.
    A prestissimo ;-)

  145. Kiara dice:

    ROBERTA mi dispiace per come ti senti, capisco BENISSIMO le sensazioni e lo schifo che descrivi.
    Difficile dire se ti farebbe bene tornare da tua madre, tendenzialmente sarei portata a consigliarti di non farlo, ma bisognerebbe sapere la tua storia e il tuo rapporto con tua madre per darti un consiglio!!
    Per quanto riguarda il circolo vizioso ti posso dire la mia esperienza: per me è sempre stato inutile e deleterio cercare di interromperlo partendo dal sintomo (abbuffarmi, vomitare, etc.), son riuscita ad uscirne solo quando ho smesso di dare importanza a quell’aspetto e mi sono concentrata su quella parte della mia vita che era sempre stata messa in ombra dalla malattia. Appena le cose sono cominciate a cambiare su quel versante tutto si è mosso ed il circolo vizioso si è spezzato!
    Nella mia esperienza alzarmi la mattina e dirmi che quel giorno non avrei vomitato è sempre servito solo a farmi sentire una merda…ed invece era una cosa che non potevo controllare, che usciva dal raggio della mia forza di volontà, ma questo non lo capivo…
    Abbraccio :)

    MARIANNA ciao, benenuta!!
    Quanto dolore hai provato anche tu…eppure anche tu sei ancora qua, forte come una roccia!!
    Difficile darti un consiglio su come muoverti…per me la terapia è sempre stato lo strumento migliore per scoprirmi e mettermi in discussione e mi ha aiutato, e mi aiuta ancora oggi, enormemente. Ma magari per te non è il percorso giusto! Non conoscendo a fondo la tua storia e il tuo percorso è difficile dirlo.
    Leggo che hai trovato l’amore della tua vita: è una sensazione magnifica essere innamorati, ma vorrei darti darti un consiglio: stai attenta a non metterti di nuovo nell’ombra: i rapporti di coppia portano spesso con sè il rischio di annullarsi, di dimenticarsi dei proprio bisogni, di amare l’altro scordandosi di amare se stessi in primis!! Quindi stai all’occhio!!! :-)

  146. Gabriele dice:

    Ciao Chiara :-)
    Ebbene si sono emozionato…è tutto il giorno che ci penso…l’ultima notte qui…
    Penso a quando mi sveglierò domenica in una casa diversa,un letto diverso..un pese diverso…..mi sveglierò e non dovrò dire “tra poco devo tornare a Brescia”…
    Che strana sensazione…rilassante e energetica allo stesso momento…chiudo gli occhi e provo a immaginare la vista dalla cucina…vista che conosco bene ma che assimilo in modo diverso….Ti ringrazio per l’augurio e lo ricambio con tutto il cuore…
    A prestissimo…. ;-)

    (Ps: Ho appena risposto a due annunci di lavoro….gira ruota gira…e se non giri ti riempio di criceti…vedì poi come scorri)

    C’è la neve sul tuo scivolo?

  147. Gabriele dice:

    Volevo rispondere ma Chiara mi ha rubato tutti i pensieri…beh a parte gli scherzi,sono d’accordo con quello che dici…
    mi sono concentrata su quella parte della mia vita che era sempre stata messa in ombra dalla malattia. spesso veniamo distratti da tutto quello che sta intorno alla nostra vita,distratti dalle conseguenze dei problemi che ci troviamo ad affrontare e perdiamo di vista quello che dovrebbe essere il centro dei nostri sforzi….perdiamo di vista noi stessi! (almeno è così che interpreto il concetto).

    i rapporti di coppia portano spesso con sè il rischio di annullarsi, di dimenticarsi dei proprio bisogni, di amare l’altro scordandosi di amare se stessi in primisbeh che altro aggiungere….verissimo…amare non è solo dare ma sapersi tenere qualcosa per se stessi.

  148. Kiara dice:

    Poveri cricetiiiiii!!!!
    Se non gira le daremo noi un’altra spinta…
    Non dovrebbe esserci neve sullo scivolo!

  149. Gabriele dice:

    Spingiamo forte allora….. ;-)
    Beh domani provo a scendere a piedi….se c’è neve o ghiaccio al massimo quando torni da Cristina mi trovi lungo e disteso sullo scivolo…sepolto dalla neve… Mi raccomando non far venire il tuo cagnone a tirarmi fuori….quello mi mangia… (beh sgranocchia le ossa)

  150. Kiara dice:

    I miei cagnoni sono bravissimi…e poi te l’ho detto: mangiano solo carne pregiata ;-)
    Ora vado a guardarmi un TUO film :-D
    Un bacio a te e un abbraccio a tutti!!
    Buona serataaaa

  151. Gabriele dice:

    Nel caso non lo sapessi…..sono pregiatissimo :-) BACIO…
    Buon MIO film… ;-) A domani baby!!

  152. roberta dice:

    Chiara, ma come hai fatto a concentrarti su qualcos’altro? Mi sembrano pensieri così totalizzanti quelli malati… Ti ha dato una mano qualcuno? Un aiutino iniziale per sguazzare fuori dalla melma? O hai fatto tutto da sola?

  153. Gabriella dice:

    Oggi dopo l’ennesima volta che ho esagerat con il cibo, mi sono messa a girovagare in internet ed ho trovato Voi. Sono bulemica praticamente da sempre. Gli unici momenti della mia vita nella quale non lo sono stata, ero una persona capace, sveglia, brillante bella. Ad oggi sono arrivata a 72 Kg quando il mio peso forma è 55 Kg. Anche se da l’esterno sembra che io abbia tanto io mi sento sempre vuota, sola, insoddisfatta, inadeguata, e cerco di colmare tutto questo vuoto con il cibo. Mangio, mangio, mangio. Serate come questa mi chiedo se è possibile uscirne in modo definitivo, se c’è una strada. Anche se so che l’unica persona che si può aiutare sono io!A parole è è facile, ma affrontarla tutti i giorni…
    Grazie per avermi ascoltato

  154. marianna dice:

    ciao! grazie Gabriele e grazie Chiara!!!
    Sono contenta di aver finalmente parlato con qualcuno…mi sento già meglio.
    Il punto è questo: è come se la malattia stesse attraversando una fase abbastanza latente, da qualche mese mangio tutti i giorni e le abbuffate si sono notevolmente ridotte, per questo motivo mi sento in dovere di continuare con la mia vita “normalmente” ma mi trovo in grande difficoltà…ho paura e mi accorgo che la malattia mi è “servita”anche per rimanere in un guscio che mi nascondesse dal mondo esterno e dalle responsabilità…ancora non riesco ad entrare nell’ottica di affrontare tutto ciò che comporta essere vivi, confrontarsi con la gente , mettersi in gioco…mi sento come i se stessi muovendo nuovamente i primi passi verso la vita mi sento molto confusa e spaventata, anche perchè il mio rapporto col cibo continua ad essere conflittuale e mi sento in colpa tutte le volte che cado… perciò chiedevo cosa fare…
    Grazie dei consigli,soprattutto per quanto riguarda l’annullarsi in virtù dell’Altro…è un atteggiamento ricorrente in me.
    ragazzi grazie mille!
    Chiara e Gabri qualunque cosa stiate facendo spero che sia super!!!baci baci!!!

    Ciao Gabriella,vedo che anche tu come me sei nuova!
    Se hai voglia di parlare io ci sono!
    bacio grande.

  155. Gabriele dice:

    Ciao Marianna,io in questo momento sono sotto le coperte al calduccio… notebook sulle gambe e una lattina di estathè accanto a me….spero di cuore che riuscirai a trovare l’equilibrio giusto nella tua vita senza dover soffrire più del necessario…ancora e ancora…è spaventoso confrontarsi con la gente,è spaventoso perchè non siamo in grado di farlo,non entriamo in quell’ottica ma una volta abbattuti i primi muri,saremo noi a cercare il confronto,il contatto…saremo noi ad assaporare la vita che scorre nel nostro corpo e intorno a noi…

  156. WITTY874 dice:

    stomaco tiranno che impedisci il vuoto,ma distruggi il mio coraggio…svuota ora la tua richiesta ascolta il mio volere…..wytty874
    che dire di questo???anni anni passati a mangiare-vomitare-pensare a come fare quando uscivo….piani andanti in fumo…ho tentato da piccolina a 15anni di finire la mia vita…tutto per il tuo insinuarti dentro.serpente verme solitario ,si non sono gentile con te:bastarda malattia ,tu sei un tiranno che vuole tutto per se,sei un batterio che divora le idee,le immagini,i pensieri….si perchè con te nulla è reale tutto è un pensare e fare attraverso i tuoi occhi.Poi ungiorno non so come sono riuscita a metterti un dieci minuti da parte…tu che mi divoravi con i sensi di colpa…un giorno venti minuti e tu che ti accanivi con i soliti discorsi(dai mangia tanto vomiti, dai, inutile non riusirai mai in niente ed allora vomita dai.)ma dopo sono diventate mezzore-ore-giorno-giorni-mesi e mesi e mesi…sono incinta…sono incinta..tu non mi puoi fermare tu non farai più niente.Così è nato Th0mas,io ma solo io mangiando in modo normale ero solo 5kg di più ,certo non peso più 49kg come mille anni fa,sono 93kg,tanti un peso anche mentale che tu ignobile stronza mi fai notare ogni gg.Ma sono riuscita a seppellirti grazie ad una cura (dietagift)sana, morale,concreta e sono calata ora peso 84kg!!!!!senza tante oppressioni anche se tu a volte come uno zoombie riaffiori,io però so come stanarti !!!!!!!addio sciocca egoista amica….

  157. Gabriele dice:

    Sabato è arrivato….tra poco parto,vi auguro di passare un buon fine settimana.
    Un forte abbraccio a tutte voi!!!

  158. Lea dice:

    Ciao DISPERAZIONE.. Ciao Kiara

    Mi raccomando! tienili ben nutriti quei cagnoni
    Vedo che anche tu hai capito presto l’importanza delle cure Urto…
    Sguinzaglia gli amici “fido” ogni volta che ti sembrerà opportuno!
    Ma stai attenta però..! che Gabriele (essendo un ragazzo in gamba) avrà già pensato ad un sistema veloce per conquistare la loro simpatia in tempi record.. tipo snack, zuccherini.. perquisiscigli le tasche!!

    Rientro ora da servizio notturno
    Il mio Buongiorno e la mia Buonanotte a tutto il popolo del blog

  159. Veggie dice:
  160. chiara dice:

    la mia malattia sono io.
    e a Mestessa parlo anche troppo.

  161. farfalla senza ali dice:

    SEI TU.. MI UCCIDI E MI SOFFOCHI L’ANIMA..SI PROPRIO TU ! NON NE POSSO PIU’ ESCI FUORI DA DENTRO ME VATTENE VIA..SONO ARRABBIATA MOLTISSIMO MA DAVVERO MOLTO CON TE ..NON TI HO MAI CERCATA MA TU SEI ARRIVATA’ COSI’ PREPOTENTEMENTE NELLA MIA MENTE….E SAI BENE COME RENDERMI DEBOLE …SAI BENE CHE HAI TU LA SOLUZIONE CHE A ME FA GOLA OGNI VOLTA CHE APPUNTO SONO INDIFESA E NERVOSA..MA TI SCONFIGGERO’ TI UCCIDERO’. CON LE LACRIME AGLI OCCHI E LA RABBIA CHE MI FA DIGRIGNARE I DENTI TI DICO MIA CARA MALATTIA CHE HAI CONTAGGIATO MOLTI DI NOI MA NON VINCERAI . SI SI TU PERDERAI E’ SOLO UNA QUESTIONE DI TEMPO E DI IMPEGNO MA VEDRAI CHE SI TORNERA’ A SORRIDERE MA SORRIDERE VERAMENTE NON A NASCONDERSI DIETRO AD UN SORRIDO !!!!

  162. Gabriele dice:

    Ciao Farfalla arrabbiata,da quanto stai male?

  163. Gabriele dice:

    Ciao a tutte…
    Oggi è stata una giornata….di che tipo?Una giornata,punto!!
    Sono andato in Piazza Cadorna a Milano per sostenere un colloquio di lavoro…andato più che bene!!
    Innanzitutto non ricordavo il tempo di vedere così tante ragazze tutte insieme… :-D a parte questo,mi sono incontrato con un amico che non vedevo da tempo,ho preso freddissimo,abbiamo fatto 4 chiacchiere,bevuto un caffè al ginseng (schifosissimo)e per finire ho acquistato l’ultimo libro di Douglas Adams che chiude definitivamente le vicende di Ford Prefect e Arthur Dent in “Praticamente Innocuo”…sono ansioso di leggerlo!!Che altro aggiungere,sono partito prima del previsto,un pò per via del traffico (che non ho trovato)un pò per la voglia di stare a contatto con le persone….e devo dire che mi ha rinvigorito questa mia iniziativa…la prossima volta prenderò la metropolitana…
    Come dicevo,il colloquio è andato bene,non è un lavorone ma visto come me la passo in questo periodo non faccio di certo lo schizzinoso…premetto che sono arrivato puntualissimo e la ragazza si è stupita ma nell’entrare in quel che in teoria doveva essere un ufficio…beh qualcuno ha imprecato il Signore più volte aggiungendo altre parole poco carine…Cmq….per un momento sono rimasto senza parole,la ragazza con cui ho parlato era identica a Chiara,a parte il colore e il taglio di capelli…infatti mi veniva da sorridere.
    Visto il trasferimento imminente (il loro)se ne riparla il 15 di questo mese,dovrò ricontattarli per prendere accordi per poter cominciare (almeno in teoria ma visto che mi è stato chiesto se volevo fare più ore per svolgere una mansione differente credo che non ci saranno problemi)..beh diciamo che sono contento,non importa se prenderò freddo e mi stancherò, l’importante è prendere i soldi a lavoro ultimato e ricominciare in qualche modo….Oltre a questo mi sono organizzato con il mio amico per vederci una sera di queste….diciamo che per oggi posso essere soddisfatto.

  164. Luna Blu dice:

    Molto bene! ;-)

  165. Luna Blu dice:

    Gabry in che cosa consiste il tuo lavoro? Chairo se lo vuoi dire..

  166. Gabriele dice:

    Ciao Luna Blu…..si tratta di distribuire volantini Fastweb nelle più importanti vie di Milano (quelle più trafficate)se voglio fare delle ore in più c’è la possibilità di attaccare cartelli fastweb sotti i citofoni dei palazzi…capisci che non è la mia massima aspierazione lavorativa ma se non c’è altro,per il momento devo accontentarmi…sarei stupido a non prendere le “occasioni” che mi capitano…per esempio oggi ho trovato un annuncio per un lavoro in Fiera di Milano,durante il Macef,si tratta di 5 gg a inizio Gennaio…beh ho risposto e visto che è il lavoro che ho fatto negli ultimi anni…perchè no!!
    Il lavoro che mi piacerebbe fare è ben altro,stare a contatto con le persone,poterlo gestire da solo o cmq in gruppo,aver ben in mente quello che sto facendo,pianificarlo ed eseguirlo e non un semplice “fare a comando quello che mi viene detto da altri senza possibilità di crescita o gratificazione”….logico che se dovesse capitarmi un lavoro simile,non ci sputo sopra ma sistemate le mie questioni economiche vorrei potermi svegliare la mattina facendo qualcosa di utile,per me stesso per altri e che mi permetta di arrivare a fine serata soddisfatto…in fin dei conti sono di quest’idea…passiamo più tempo al lavoro che a casa quindi perchè non renderlo piacevole e interessante?

  167. Luna Blu dice:

    con questo freddo…non ti invidio…ma non sarebbe meglio trovare un lavoro in un bar o in un ristorante? Almeno sei al caldo e sicurmante ti pagano di più!

  168. Lea dice:

    Ciao Veggie,
    volevo risponderti di là per sapere come stavi e se in questo momento sei seguita da specialisti, ma è mezz’ora che tento di aprire gli articoli. Mi sa che ho problemi di connessione. La prima volta..
    Dovrò aspettare che rientri il tecnico che ha installato la connessione senza fli per capire che problema c’è. nel frattempo non so se riuscirò ad arrangiarmi con cavi o altro.
    Ciao Luna Blu, ciao Fabi
    non chiedo nulla perchè non so se riuscirei a rispondere.

    Gabri, non farti paranoie. Un lavoro è sempre un lavoro. Il meglio arriverà se avrai cervello e un pizzico di fortuna. Che poi alla fine, è sempre cervello..
    Se fosse stato volantinaggio classico dove ti portano con i furgoni in periferia per volantinare di tutto avrei potuto anticiparti il sistema..
    conosci anche un sacco di gente e ti diverti! ma vedo che per questo te la cavi benissimo da solo! sempre in gamba allora mi raccomando!
    Speriamo invii questo

    Baci
    Lea

  169. Gabriele dice:

    Si in effetti sarebbe meglio ma per i ristoranti cercano sempre personale con esperienza…idem per i bar ma almeno in quelli ho già lavorato..cmq ho chiesto ad un mio amico che abita in centro di Milano di chiamarmi se trova qualcosa per i bar,visto che si muove spesso per università ecc….Diciamo che sarebbe stato meglio non arrivare a questi punti…avevo il mio lavoro,guadagnavo anche bene,il gioco valeva la candela ma purtroppo è andata come sai….

  170. Gabriele dice:

    Lea non mi faccio paranoie….figurati!!Non sto qui neppure a ripetere bla-bla-bla potrebbe andare meglio,evviva la nutella e l’acqua è bagnata perchè è così ovvio e non mi cambierebbe nulla…prendo quello che viene,sperando di avere sempre lo stessa “forza” per sorridere alle giornate anche quando saranno buie…Mi preoccuperei se non mi preoccuperei della mia situazione (scusa il gioco di parole)ci penso ed è normale ma non mi faccio assorbere dai problemi..

  171. Luna Blu dice:

    Non avere rimpianti sulle tue scelte passate…se son cose che sentivi di fare hai fatto bene!

    Per il lavoro nei bar e nei ristoranti il modo migliore per farsi assumere è andare di persona a chiedere…
    per l’esperienza…;-)…qualche bugia piccola va sempre bene…poi son capaci tutti a fare certi lavori..non dico il barista che cmq deve sapere come si fanno i cokctail…e la schiuma del caffè…ma per il resto…servire e pulire e apparecchiare e sparecchiare..son buoni tutti!

  172. Gabriele dice:

    Oggi la linea adsl scarogna…è una fatica connettersi…cmq per quanto riguarda i bar,logico che poi chiedo di persona….il mio amicon in caso mi passa la dritta!!
    Per le piccole bugie…non sono capace a mentire,si vede lontano un km!!!
    Luna Blu ancora al lavoro?

  173. Luna Blu dice:

    Si ancora al alvoro..ma tra poco esco… :-)

  174. Gabriele dice:

    Ti auguro una buona serata,qualunque sia il tuo programma…baci ♫ Gabry ♪

  175. Lea dice:

    ..Gabriele…
    mi preoccuperei se non mi preoccuperei???
    era uno scherzo VERO..??
    assorbere
    era l’altro..?
    dai che scherzo! (dipende)
    Ecco un carico di domande per te! di solito ti rendono TANTO felice e quasi smanioso di rispondere!
    A proposito.. già che ci sei vuoi darmi anche il tuo numero di conto corrente..? Sei sempre TROPPO vago Gabriele! troppo, davvero. smettila
    Senti. tutte queste fanciulle che salvi nei boschi della tua fantasia.. dopo almeno ci fai qualcosa oppure finisce tutto così? che ti svegli subito dopo la parte più faticosa? no perchè. anch’io non vorrei più vivere a queste condizioni..
    ho ho ho
    eccolo eccolo! che si arrabbia..

    Ciao Veggie,
    mi racconti cosa fai in questo momento? forse studi medicina. nel blog dici che non vorresti “indossare” il camice bianco senza prima essere riuscita a guarire te stessa.. per questo ho dedotto. Ora riesci a studiare e a svolgere tutte le tue occupazioni gestendo la malattia?
    Se si, adotti un particolare sistema in alcuni momenti, magari legati a qualche forte atto di volontà, vuoi dirmi come riesci quando riesci?
    Se non te la senti tranquilla, mi fa piacere sentirti qui

  176. Gabriele dice:

    Ahahah si └Ξд cara…io dai problemi mi faccio “bere”…
    Con quel TROPPO vago a cosa ti riferisci?
    Purtroppo con le fanciulle che salvo (inizio a pensare sia sempre la stessa,prima o poi le dirò di smetterla di mettersi nei guai)non ci faccio proprio nulla,mi seveglio sempre prima….e sempre tutto sudato!!Per la mia coperta che scalda da paura ovviamente.. ;-)
    In effetti mi sono rotto di svegliarmi sempre sul più bello…vorrà dire che una sera per precauzione prenderò una scatola intera di sonniferi così non ci sarà pericolo di svegliarsi e interrompere il sogno!!Cavolo,prima mi sparano con il fucile,poi vengo inseguito da un orso…avrò diritto a un pò di piacere..non credi?
    A questo punto vai tu a salvarle con l’ambulanza…che ne dici?

  177. Lea dice:

    “Avrò diritto a un pò di piacere..”

    non ne avevamo già parlato?
    Bella la battuta sulla scatoladi sonniferi..che volpe eh! non te ne sfugge una! solo quelle nei boschi
    A proposito di ambulanze. Credo che sarebbe meglio se invece di libri tu prenotassi una bella tac al cranio e prendessi appuntamento per una visita cardiologica. Sei mesi di cocaina lasciano un segno,e quel famoso dolore al petto non anrebbe sottovalutato. L’aorta potrebbe avere subito danni. Quando intendi muoverti in questo senso?

  178. Gabriele dice:

    Sai come mi muoverò….. in questo modo http://it.youtube.com/watch?v=xoKbDNY0Zwg

    Vedi,con la mia battuta sui sonniferi sono anche spiritoso,oltre che bello,ricco e famoso…. ;-)

  179. Lea dice:

    Preferisco cliccare sul sito un momento in cui avrò solo voglia di divertirmi..
    e se ti conosco almeno un pò.
    vado a vedere balla coi lupi, almeno c’è Kevin Costner
    ciao simpatia!

  180. Gabriele dice:

    Guarda che è un video divertente… ANTIPATICA
    Ciao,buon film!! :-D

  181. Veggie dice:

    Ciao Lea, ho visto solo adesso i tuoi messaggi… Allora mi sposto su questo topic per rispondere alle tue domande!
    No, attualmente non sono seguita da nessuna psichatra/piscologa… Causa anoressia, sono stata ricoverata 5 volte, ed ogni volta quando uscivo dalla clinica ero tutta positiva e propositiva… salvo poi ricomincare a restringere non più di un paio di mesi dopo l’uscita. Per questo ho passato anni ed anni a fare un continuo fuori-dentro dalla clinica, sopratuttto perchè preferivo la parola alla sinistra del trattino… L’ultima volta sono stata ricoverata nel 2007… dopodichè ho capito che quella non era la mia strada, che non sarei mai riuscita a fare un solo passo avanti in quel modo, ma avrei continuato a correre in tondo… e allora ho detto BASTA ai ricoveri e agli psicoterapeuti, che tanto non riuscivano a capirmi e mi etichettavano e stop, ed ho deciso di fare da sola. Di aiutarmi da sola, con le mie forze e con la mia determinazione. Penso che sia stata l’unica decisione giusta che abbia mai preso in vita mia. L’auto-aiuto. E’ stato fondamentale. Come ho già scrito, non ho la presunzione di considerarmi guarita perchè so che dentro di me rimarrà sempre qualcosa dell’anoressia. Ma adesso sono consapevole che la mia infernale comagna cammina al mio fianco e non più sopra le mie spalle. Certo, sono sempre seguita da una dietista, e devo seguire un “equilibrio alimentare” ad ogni pasto… ma questo lo voglio io, perchè so di essere ancora auto-ingestibile col cibo, e so che se mi togliessero questa “dieta” ricomincerei a restringere, però non ci voglio più ricascare, e quindi… Comunque, per ora sono seguita solo dalla dietista, e ho fatto più passi avanti in quest’ultimo anno che con tutti i ricoveri messi insieme…

  182. bimbolina dice:

    cara anoressia,

    ogni tanto sembra tua mi dia qualke minuto di tregua ma poi ritorni subito in me nel mio cervello… anke se non ti voglio ci sei e tvb lo stesso…

    baci son di fretta…

  183. Luna Blu dice:

    Bimbolina! Sei sempre di fretta!

  184. bimbolina dice:

    io son 3 settimane ke ho tosse kon muco.. azzzzzz ho preso sciroppo ma nulla

    dolore petto puo essere anke solo nervoso anke io a volte mi viene krampi nervosi

  185. Lea dice:

    Ciao Veggie,
    ma secondo te (che ne hai visti tanti. come altre qui del resto..) cos’è che non funziona nell’approccio dei terapeuti o nella cure che prescrivono? siano esse diete, esercizi mentali o altro?
    E poi volevo anche sapere se c’è stato un momento, magari agli esordi della malattia, in cui hai avuto una sensazione di paura di fronte a quelle pratiche che in un secondo momento sarebbero divenute la quotidianità.
    Il fatto che sedersi a tavola per te non aveva più senso ad esempio. non te lo chiedo per poi dire “e allora perchè non ti sei fermata!”
    Assolutamente.
    E’ per provare a capire perchè quel senso di paura o disorientamento di fronte alla nuova te stessa che potrebbe esserci stato, magari lieve, non è cresciuto
    per avere la meglio

    ..Buongiorno Bimbolina

  186. Lea dice:

    “per avere la meglio” doveva stare accanto a “non è cresciuto”
    non l’ho spostato per evidenziarlo, ma siccome devo inviare 20 volte lo stesso post poi mi partono i pulsanti e succedono ste cose..

  187. Gabriele dice:

    Buongiorno Lea….o dovrei chiamarti mamma? :-) tutto ok?

  188. Veggie dice:

    Ciao Lea,
    per rispondere alla tua prima domanda, secondo me quello che non funziona da parte di psichiatri, psicologi, psicoterapeuti & co. è il fatto che loro non ci sono passati. Non hanno mai vissuto sulla loro pelle dei DCA, quindi non si rendono conto di che cosa significhi veramente, e ci trattano come se fossimo quei casi da manuale di cui hanno studiato, senza riuscire a vedere la persona che ci sta dietro e il suo background… C’è un’incomprensione di fondo, ecco cosa non funziona. E se ti senti “non capita”, ti chiudi in te stessa, e quindi in realtà la terapia non può fare molto per aiutarti…
    Per rispondere alla tua seconda domanda… Cosa intendi esattamente per “pratiche che in un secondo momento sarebbero diventate la quotidianità”?? Cioè, intendi dire, la restrizione?? Comunque, posso dirti che io sono sempre stata molto “lucida” di fronte alle mie scelte, pur sbagliate che potessero essere, quindi non ho mai provato paura o disorientamento… Non mi sono fermata perchè sapevo quello che volevo ottenere, ed ero determinata ad averlo… Solo dopo mi sono accorta che era una cosa effimera e che mi avrebbe solo distrutto…

  189. Gabriele dice:

    Oggi ho un pò di domande per te Lea…serie e non…quindi vedi se rispondere o meno…
    1-Tutto questo interrogarci sul perchè della vita prima o poi ci porterà a trasformaci in torte alla banana?
    2-Come tu stessa hai detto,non sei qui per occupare del tempo inutilmente ma hai dei motivi personali,credi che ascoltare e “vivere” le storie di ognuno di noi,storie spesso tristi e dolorose,possa aiutarti a raggiungere il tuo obbiettivo?
    3-Ad ogni azione corrisponde una reazione…qual’è la tua quando leggi gli sfoghi e le disavventure di persone come Anna o Veggie….
    4-Com’è la tua visione di un problema visto dall’esterno?….ma neanche tanto oserei dire.
    5-Non riesco a trovare il tuo primo intervento….quindi mi puoi spiegare perchè la parola “cristallino” ti irrita così tanto?
    6-Secondo te le brutte notizie si mettono d’accordo per arrivare tutte insieme?
    Te lo chiedo perchè ci sono giorni in cui sembra andare tutto bene e poi all’improvviso arriva una telefonata,poi un’altra…successivamente un msg,poi ancora una telefonata…..e via così..se non sono innaturali coincidenze queste..beh è sfiga allora!!
    7-Sei felice?
    8-Credi più nel destino,nelle coincidenze o nelle opportunità?
    9-Visto che sembri conoscermi così bene…a cosa sto pensando in questo momento?cosa ho fatto oggi?eeeeeeeeee per finire,come mi sono pettinato questa mattina?

    Ciao da ♫ Gabi ♫
    si può essere tutto cio che si vuol essere basta trasformarsi in tutto ciò che si pensa di poter essere

  190. Lea dice:

    Immagino di dover rispondere a tutte queste domande….
    però come hai detto tu non devo per forza, giusto? quindi posso scegliere anche di non farlo, lo dici chiaro nel tuo preambolo dopotutto! ..allora quasi quasi non lo faccio, cosa dici?

    Gabriele? sei proprio una torta alle banane..
    Non ho obbiettivi. ho tentato di guardare a fondo per dare una spiegazione alla mia presenza qui. ho capito che potrebbe essere il dolore non ancora superato per la fine di un’amicizia profonda, durata 10 anni e finita per volere mio. Avevo una migliore amica. Ora ci sentiamo per gli auguri e tentiamo di riprendere ma non so come finirà. Chiudo molte porte Gabri e cerco di capire perchè, non farmi domande perchè non risponderei e non tratterei la faccenda su questo blog.
    Alcune sofferenze provate in famiglia mi spingono ad avvicinarmi alle persone e nello specifico a rimanere qui. Ma potrebbe anche essere un’inclinazione personale. Non so, forse qualcosa mi spinge a riflettere in questo senso perchè io da sola non so quando e se ci avrei pensato. Sono contenta di questo comunque.
    Tu piuttosto, cos’è successo? non ti richiameranno per quel lavoro? Vabè ne arriverà un’altro. Ci sarà pieno a Milano di agenzie per il volantinaggio, e anche tante attività quali bar, ristoranti e negozi, non preoccuparti ora, che è presto. ti sei trasferito da neanche una settimana
    Credo nelle opportunità, mi da fastidio ricordare cristallino perchè l’idea di aver detto una cosa così mi mette in imbarazzo. Come mai prima rasato e ora con i capelli? spiega

    Ciao Veggie,
    si hai capito giusto anche se il mio pensiero non era molto chiaro. ho problemi di connessione ad internet. per ora divertiti a sentire le mie conversazioni con Gabi che anche se si interrompono non cambia nulla!

  191. Gabriele dice:

    Per quel lavoro di volantinaggio è quasi certo…dico quasi perchè la ragazza con cui ho parlato mi ha detto di riconttarla il 15 Dicembre perchè ora si stavano trasferendo…ma mi ha fatto capire che la cosa sarebbe andata in porto,infatti si è segnata per bene il mio nome e quando la chiamo devo ricordarle che ci siamo visti in piazza Cadorna….detto questo potrebbe anche non andare in porto nulla ma non ho avuto questa impressione…la mia “amarezza” di oggi è causata da altro ma nulla che mi sconvolga la vita…
    Per il lavoro come detto in posto passati,sono preoccupato e non potrebbe essere altrimenti,logico che con tutte le domande che ho fatto se non arriva nulla mi sento un pò demoralizzato ma come hai detto tu,mi sono trasferito da meno di una settimana quindi…..a proposito…sabato festeggerò la mia prima settimana a Milano!!!!!!!!!!!!!!Come,dove e perchè non lo so….ora c’è l’idea….
    Le mie domande non volevano essere invasive,ho solo voluto prendere un pò il tuo posto visto che solitamente sei tu a farmele…quindi liberissima di non rispondere,anzi non mi aspettavo molte risposte a dirti la verità.
    La faccenda dei capelli era una battuta…credo si sappia che sono rasato..
    Hai visto i fiori cliccando sul mio nome?Stasera anche se pensieroso…forse troppo!!sono tutto colorato!!

  192. Lea dice:

    Tu avevi detto che eri rasato ma che da quando stavi un pò meglio li lasciavi crescere! ma perchè li radi? ma proprio a zero o si vedono, tipo 2 millimetri?
    mamma mia che tipo devi essere tu! TUTTO STRAMBO!!!
    Cos’è che ti ha causato tristezza? il commercialista la banca o una donzella?

  193. Gabriele dice:

    Io strambo….hihihi :-D

    Una donzella??Ti sembro il tipo da “una donzella”??…Volevi dire una delle tante?? ;-)

    Maaaaaaa basta parlare dei miei problemiiiiii….basta pensare al commercialista,alla banca ecc…da domani mattina non voglio più sentir parlare di queste cose per non farmi rovinare il week-end….

    I miei capelli (se così si può dire) non sono “tipo 2mm)…..ma proprio zero…
    Klicca sul mio nome così potrai farti un’idea…tranquilla,non c’è una mia foto….

  194. Lea dice:

    No non mi fido. :-D
    Ma perchè li radi??? non ti piacciono i capelli?
    Allora era la banca come sospettavo. Niente notti bianche in programma spero
    Scrivo ma qua inviare è una guerra

  195. Gabriele dice:

    EEEEEEE guarda,non c’è la mia foto,se ti dico una cosa,è quella!!!
    Cosa intendi “notti bianche?

  196. Roberta dice:

    Qualcuno (Veggie) dice che i dottori non ti possono capire fino in fondo perchè non hanno passato le stesse cose che avete passato voi ma non c’entra niente! Faccio un esempio! Posso raccontare a tutti le mie pene d’amore ma in realtà penso che mi possa capire solo chi ha sofferto come me e fin qui sono nella tua stessa posizione che trovi conforto in chi sta male come te. Però poi dopo che mi sono sfogata, che l’altra persona ha detto che prova le mie stesse emozioni cosa rimane? Lo stesso vuoto, lo stesso nodo allo stomaco che c’era prima e che nessuno NESSUNO può togliermi! Quindi cosa fare? Mettere il dolore nell’album delle foto e non aprirlo più. Sarà solo un ricordo lontano che riaffiorerà solo quando riapriremo l’album e farà ancora tanto tanto male… Quindi secondo me i dottori li devi vedere non come persone che cercano di toglierti il dolore ma come persone che ti aiutano a costruire l’album e a posizionarlo nel ripiano più alto della libreria per poter decidere di guardarlo solo da lontano e cominciare a sorridere!!! :) con affetto
    P.S.
    Magari non sono stata molto chiara ma ho scritto di getto

  197. Lea dice:

    Non ti sei portato da Brescia gli amici sbagliati vero… quelli bianchi?
    Non ti ho più chiesto se esiste un modo per vedere il film “Briciole”

  198. Gabriele dice:

    No gli amici sbagliati sono rimasti al loro posto,non mi sognerei mai di fare una cosa del genere,per due motivi,primo per rispetto verso chi mi ospita e seconda cosa..HO CHIUSO CON LA COCAINA!!!

  199. Lea dice:

    Ciao Roberta, può essere vero anche quello che dici tu. Forse Veggie intende dire che se un terapeuta c’è passato per quella stato doloroso, forse sa come aiutarti a trovare la strada per uscirne. Cioè, tocca meglio o al primo colpo alcuni punti per spronare quella reazione e quella volontà di cui parli. Però la mia è davvero una considerazione da persona esterna. Come dire “io ne sono uscita e so dove tenerti per mano più stretta perchè lì c’è tanto buio, l’ho visto..” ma nemmeno io credo che solo chi c’è passato possa aiutarti. Forse per esercitare questo tipo di professione occorrono doti personali (ex: empatia) che si danno per scontate solo perchè uno ha la laurea in mano. Se ci pensi, per poter esercitare al meglio questo mestiere la vocazione è tutto. Se non sai rapportarti nel giusto modo come dice Veggie, puoi anche conoscere Freud a memoria che non guarirai nessuno..
    Tu come stai?

  200. Lea dice:

    Si, è bello sentirlo ripetere ogni tanto!
    adesso ci vorrebbero le tue note musicali..
    mi sa che è ora di andare a dormire (per me), domani lavoro e giornate intense a seguire

    Buonanotte? :-D :-) :-D :-D :-)

  201. Lea dice:

    Perchè una non è venuta????

  202. io dice:

    ciao sono una bambina sono celiaca come faccio a togliere questa malattia?

  203. Gabriele dice:

    Ciao,la celiachia causa un’intolleranza permanente al glutine, sostanza proteica presente in avena, frumento, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale.
    Per curarla, occorre escludere dalla dieta alcuni degli alimenti più comuni, quali pane, pasta, biscotti e pizza, ma anche eliminare le più piccole tracce di farina da ogni piatto.L’assunzione di glutine, anche in piccole dosi, può causare danni.

    IO sei andata a fare degli esami?hai chiesto il parere di un medico?Credo che nessuno meglio di lui possa consigliarti come procedere a riguardo.

  204. Fabio Piccini dice:

    Ciao Io.
    Confermo quanto già detto da Gabri.
    Fondamentale è uno studio clinico del caso da parte di un gastroenterologo competente in materia.
    La terapia consiste fondamentalmente nel togliere dalla dieta tutti (o quasi) gli alimenti conteneti glutine.
    Tra l’altro se la diagnosi è confermata dallo specialista hai diritto all’esenzione del ticket sanitario per tutti gli esami e le terapie.
    E questo significa anche il diritto ad avere pressocchè gratuitamente una serie di prodotti nutrizionali esenti da glutine.
    Quindi, per prima cosa, vai da uno specialista in gastroenterologia.

  205. mary gio dice:

    ciao Io ,
    la celiachia se scoperta in ritardo, o nn curata può causare danni irreparabili all’intestino , prendarla in tempo e l’unico possibile rimedio!
    mia mamma è celichia ,ank se i medici l’hanno scoperto tardi , ora lei nn può mangiare nulla k contenga glutine ,ma oltre questo ank riso e patate ,k normalm un celiaco normale può mangiare ,perchè ha l’intestino liscio, talmente tanto compromesso k tutto le fa male. xrò ti posso dire k i cibi senza glutine nn sono male ,basta farci l’abitudine ,e poi ce una gamma completa ,ogni cibo possibile è ormai fatto ank senza glutine, così ti sembrerà di mangiare cm una persona normale .
    per fortuna ora la celichia è sicuramente molto più studiata e sotto i riflettori, nn ti puoi immaginare quante persone conosca k sn celichie !
    un abbraccio

  206. Gabriele dice:

    Ciao mary gio come stai?

  207. mary gio dice:

    ciao !
    abbastanza bene dai , sn passata in tutti e 2 gli scritti degli esami k h dato quindi da quel punto di vista sn soddisfatta , ank se a dire il vero oggi nn ho proprio voglia di fare nulla ,ultimamente dormo maluccio …
    a te come va?

  208. Gabriele dice:

    Beh vorrei essere un pò più felice di come sto ora ma cerco di non pensarci…..
    Mi sono appena bevuto un buon bicchiere di succo d’ananas con…..del detersivo sgrassatore…non mi ero ricordato di averlo messo dentro…eheheh ;-) all’inizio era buono ma arrivato verso la fine ho sentito tutto il retrogusto….una delizia,credimi!!!
    In questo momento sto guardando delle offerte di lavoro ma non c’è niente di nuovo..che rottura!!Ho un film nel lettore,non lo sto guardando ma sentire delle voci mi tiene compagnia,oltre a questo sto sistemando la cucina e lavando un paio di cose…..naturalmente un pò di pesi..ah mi sono mangiato due amburger (crudi)…non avevo voglia di farli cuocere…ecco il mio sabato pomeriggio..

  209. mary gio dice:

    beh dai … :)
    io sono alle prese con la riproduzione nelle piante , una palla tale e pure difficile …. sinceramente nn è k me ne fregi molto di cm si riproducano ….
    ma diciamo k prima ne lo tolgo sto esame prima meglio è !!!!
    ank io ho mangiato uno yogurt all’ananas , mi sn sbagliata a comprarli invece dei soliti vasetti erano il doppio della grandezza!!! vabbè ma almeno era buono ..

  210. Gabriele dice:

    Così per curioistà che marca prendi?
    Io adoro la Muller ma non prendo più yogurt da molti mesi….il mio preferito è quello alla nocciola,denso e cremoso….poi c’è il gusto al caffè e quello alla stracciatella!!!!

  211. mary gio dice:

    gli yogurt della muller sn buonissimi !! io adoro quelli al caffè , mangerei sempre caffè ! quello k ho mangiato prima era la prima volta k lo assaggiavo ,boh nn so proprio di k marca sia,l’ho comprato al di più (è un discount) ,con pochi grassi ,nn era neank x nulla acido …

  212. Gabriele dice:

    Quando stavo a dieta mangiavo solo il Muller alla nocciola…uno a colazione,uno a pranzo e uno la sera quando mi veniva voglia…un giorno proverò a riprenderlo…come dessert!! :-)

  213. Gabriele dice:

    Oggi “festeggio” una settimana di questa nuova vita iniziata appunto sabato scorso….dovrei tirare le somme ma……lo faccio dentro di me!!Vado avanti sperando che si sistemino le mie questioni…tutte!!!dalla A alla Z….sinceramente inizio a essere stanco e a volte viene meno la forza che ho ritrovato di questi tempi….Beh buona serata a tutte!!

  214. Roberta dice:

    Ciao Lea! Sono d’accordo con te! Credo ci vogliano un mix di cure di vari tipi! Guarda ti ringrazio per avermi chiesto come sto. In realtà così così però non soffro di disturbi alimentari io. Ero cusiosa di vedere questi blog e secondo me ognuno sfoga il proprio dolore in vari modi, chi con disturbi alimentari chi con altro… Tu stai bene?

  215. Veggie dice:

    Ciao Lea… solo due parole per dirti che hai scritto esattamente quello che intendevo dire… quindi, mi hai tolto le parole dalla tastiera… ^_^

    Ehi, Roberta… Volevo solo precisare una cosa rispetto a quello che mi hai scritto… Hai scritto che quando parli ad una persona che c’è passata delle tue emozioni, ti rimane lo stesso vuoto e lo stesso nodo allo stomaco… Sicura?? Cioè, secondo me questo può accadere solo se la persona che ti sta di fronte resta in silenzio… Invece, quello che di solito succede – o, per lo meno, per quella che è stata la mia esperienza – e che dopo aver condiviso il tuo problema con una persona che c’è passata, si cerca di elaborarlo insieme, basandosi sul vissuto comune, ed in 2 si cerca di trovare una soluzione che possa servire per darci una mano a vicenda… A me questo tipo di confronto è stato estremamente utile per fare tanti passi avanti nella strada del ricovero…
    Spero che presto tu possa stare meglio, qualsiasi siano i tuoi problemi…
    Ti abbraccio…

  216. Lea dice:

    Adesso vi spiego perchè un’ IDIOTA di 31 anni alle 22:00 del sabato sera è agli arresti domiciliari in camera sua..
    Tutto ha avuto inizio con la notizia di una cena a casa nostra cui avrebbero partecipato una serie di persone con le quali di solito dialogo piacevolmente.
    Si. Quando vengono da noi a due a due, o in quattro. Non tutte insieme con tanto di figlie. che conobbi alcune in culla e altre alla tenera età di 3 o 5 anni.
    Bene. Ora ne hanno circa 11, 12 , 10..
    L’ età del “Lea? posso pettinarti!.. ma tu stai insieme a qualcuno?! perchè tizio a scuola mi ha chiesto se ci METTIAMO INSIEME.. te sai baciare?..la mia amica lo ha già fatto… tu lo fai anche tu?! posso vedere la tua camera.. che bello!..mi fai vedere i tuoi trucchi?? mi regali questo? te lo usi? a me mi piacciono i Sonohra..a te?? posso dormire qui..?”
    Poi. Capisco il senso del dovere “Lea, questi Signori ci chiedono sempre di te e vorrebbero vederti a cena, sai che teniamo che presenzi alle cene, ci conosciamo da tanto..”
    “No mamma. Stasera devo uscire. Siccome esco tardi e voi sarete giù in taverna, quando arrivano dì che Lea è già uscita. Io appena mi sveglio (ho lavorato fino a tardi) mi vesto ed esco che tanto non mi vedono. Ciao. Salutami i medici la direttrice il pittore l’urologo la professoressa & co.. più le amate figlie.. care piccole! vi voglio tanto bene ma… stasera non mi avrete! ha ha ha!
    Le amiche mi aspettano dall’altra parte della città esattamente alle ore 22:30. Mi addormento mentre in casa mia iniziano le danze. sicura di ciò che farò una volta alzata..
    Mi sveglio, un’occhiata veloce alla sveglia. sono le 21:30. Caxxo! in ritardo.. vvviaaa!!. Ma subito dopo il mio entusiamo si placa. vengo infatti distratta da alcuni rumori che provengono appena fuori la mia stanza. Dalla sala, e ad un primo esame somigliano tanto, ma proprio tanto, alle voci di 6 adolescenti nel pieno del loro vigore… suonerie di cellulari (circa..migliaia!), risate, DOMANDE assurde (ma solo in apparenza..) domande DOMANDE e ancora tante TANTISSIME! domande.
    Faccio per uscire! ma qualcosa mi blocca. e una strana angoscia mi assale..
    Tu per loro NON SEI qui. NON ESISTI materialmente in questa casa ufficialmente.. mmm.. vediamo un pò!.. da almeno tre ore. E’ stata tua l’idea.. sei già uscita Lea! non ricordi..
    Mamma e papà ti accontentano.. ma se poi floppi ti appendono al chiodo, lo sai vero! Devo muovermi.
    Ma se fai rumore le bambine si spaventano… “Oddio c’è qualcuno in casa sua Signora!.. si! abbiamo sentito che apriva un armadio si vestiva e cercava delle chiavi.. venga su la prego!”
    Forse voleva rubare la macchina!! ne siamo quasi certe………………
    Ok. Aspettiamo che le piccole scendano per il dolce.
    Non scendono mai.
    Ok. Avviso gli altri che ormai è tardi e che non arriverò. domani levataccia alle ore 07:00. Meglio se passo.. Ma il cellulare con i msg gratis è in sala, con le piccole..
    Uso il mio. Il mio non ha credito. Faccio l’SoS ricarica. Chiamo il 42010. “Spiacenti. impossibile effettuare il servizio. Lei non possiede 50 punti Vodafone one ricarica! grazie e arrivederci..”
    Sempre fatto.. Cos’è! una novità?. No. un modo come un altro per non farti trascorrere tot mesi senza ricarica.
    Ora cosa faccio? barricata in camera, senza poter avvisare chi mi aspetta..
    Chiameranno loro!. (Non puoi rispondere. e vedi anche di togliere la suoneria) Le bambine non possono sentire qualcuno che non c’é parlare al telefono…. e loro sono così MALEDETTAMENTE vicine alla tua stanza!!
    Morale. Poco fa sono finalmente SCESE per il dolce. Il fantasma dell’opera è potuto uscire ed effettuare un paio di chiamate…
    Ecco a voi la nuova “Febbre del sabato sera”!
    Ciao Roberta. Dopo questo “intro”.. mentre aspetto di poter uscire e mangiare..
    ti dico che il tuo messaggio mi ha fatto talmente bene e talmente in un modo strano, da non riuscire nemmeno a descriverlo. Ora so cosa provano questi ragazzi quando incontrano qualcuno che forse li capisce. forse..
    Tu non sei allora quella roberta con la “r” minuscola che ha scritto più sopra?
    è così?
    credo Roberta di essere alla conclusione di un lungo percorso dentro me stessa. Questo percorso mi sconvolge per i modi con i quali si rivela, anno dopo anno. E sai cosa penso? che la mia vita, come quella di tutti, è un cammino che può capitarti di voltarti e guardarlo a 31 anni. A volte rompi tutto quello che ti circonda perchè qualcosa non va. Ma quello che ti ha spinto a rompere potrebbe durare da tutta la vita, forse ha avuto inizio da bambina, nelle piccole insicurezze. o da adolescente. O forse è genetica. ma può volerci una vita per capire come vivi. La tua.
    Ora mi direte.. si brava. hai scoperto l’acqua calda.. No. non è facile se questo disagio si esprime nel raggio delle normalità. Tutti quanti ci sabotiamo quando abbiamo paura. Tanti si ritirano dalla vita. E’ questo che volevi dire Roberta?
    Io sto bene, vedo i miei cocci da sempre, ma intuirne le traiettorie è un’altra cosa. Il mio è il percorso regolare, di una persona qualunque. Ma poi chi è qualunque. Caspita, quanto in questo qualunque.
    So Roberta che non mi crogiolo a lungo nelle mie apatie. Questa è la mia forza. Qualcosa, qualcuno mi prende dal colletto e mi richiama all’ordine. Sono io? Credo di si. Ci sono sempre Roberta. Alla fine, mi voglio bene.
    Oggi ero in aula con 20 ragazzi di 18 anni davanti, pronti a sostenere un esame. Io non sono nessuno per loro, ma parlavo sicura guardandoli negli occhi. Un giorno forse entrerò in un aula con i miei libri. forse farò qualcos’altro. Ma la vita quella reale, mi chiama sempre. e io rispondo

    Ciao Roberta.. queste parole hanno senso solo per me, ma sei stata tu a tirarmele fuori. Grazie
    Cosa c’è che non va “non malata”? ti ascolto

  217. Gabriele dice:

    Morale del racconto…forse sarebbe stato meglio continuare a dormire……..

  218. Lea dice:

    Ciao Veggie..
    anche tu agli arresti domiciliari…..??
    Lo sai, quel percorso terapeuta/paziente che hai appena descritto mi ricorda tanto quello delle persone che crescono assieme. Degli amici che imparano a conoscersi. Coetanei alle prese con gli stessi disagi alla ricerca di una via d’uscita…

  219. Lea dice:

    Ti sbagli Gabriele. Io mi prendo i miei tempi ma poi reagisco. ho una pila di libri di inglese che mi aspetta. Lettere che invierò alla velocità della luce. Non mi fermo ai blocchi di partenza, e sono io stessa a stupirmi di come fiuto il pericolo, e ogni volta cresco

  220. Kiara dice:

    Uhm…
    Lea ma non bastava dire che avevi già un altro appuntamento e che “purtroppo” non potevi rimanere a cena????
    Evidentemente no, è ovvio…ma mi sfugge proprio il motivo!!

    Auguri per la tua prima settimana Gabriele!!!
    Festeggiamo con una tisana??

    Io ho dormito dalle 5 di questa mattine alle 22 di questa sera, con brevissime pause dovute ad alcune chiamate…Ho dormito un’infinità!!!!
    Ne avevo proprio bisogno, nelle ultime due settimane avrò dormito 20 ore in tutto.
    Fra poco mi rimetto a letto e vedo di continuare la maratona del sonno, se no ricomincio a scambiare il giorno per la notte.

    Un abbraccio a tutti.

  221. Gabriele dice:

    Ciao Kiara…grazie per gli auguri!!Buona idea quella della tisana,favorisce il sonno….

  222. Kiara dice:

    E tisana sia allora :-D

  223. Lea dice:

    Ciao Kiara.
    ma ve ne uscite tutti così a tradimento?!
    e io che credevo di essere sola con me stessa!!

    DOTTOR PICCINI! DOV’E’ FINITA LA PRIVACY?! NEANCHE IN UN LUOGO DI RACCOGLIMENTO COME QUESTO SI PUO’ PIU’ SOFFRIRE IN PACE??

    Non potevo non voler esserci a cena. Ecco. Soprattutto per una che esce dopo le 22:00. Aggiungi che se mi beccano sulle scale è finita in ogni caso

    Comunque grazie e felice notte.. certo che tu sei strana anche tu eh!
    ma dov’eri?? qui ad aspettarmi!
    notte

  224. Kiara dice:

    Son passata di qua ed ho letto il tuo racconto!! (Tra l’altro spassosissimo, ma ti sono cmq vicina nel dolore ;-) )
    Notte a te!

  225. Lea dice:

    Come mai stai dormendo poco? esci spesso e fai tardi?

  226. Lea dice:

    Ragazzi posso uscire!
    ora vado. a dire il vero avevo già adocchiato il purè..
    Torno dopo
    Aiuto a sparecchiare?
    il minimo.
    Torno dopo

  227. Kiara dice:

    Era buono il purè Lea? :-P
    Dormo poco perchè sto facendo davvero un sacco di cose che mi piacciono e dormire mi sembra un peccato!!
    E sì, tra queste cose c’è anche uscire con gli amici e fare tardi, a volte così tardi che è pure inutile andare a dormire perchè dopo mezz’ora bisogna uscire per andare a lavoro!!
    Ieri ho fatto fare le 4 anche a Gabri :-D

    Sono felice in questo periodo. Parlo di quella felicità tranquilla e pacata che ti fa sentire integra e forte anche in mezzo alle avversità, quella felicità che ti ricorda in ogni circostanza che tutto si può affrontare.
    Mi sento finalmente una persona unica (in più sensi), sento di potermi affidare a me stessa e sono entusiasta di farlo!
    Ora dopo questa bella tisana rilassante torno da Morfeo…

    Vi abbraccio forte.

  228. Roby dice:

    Non sono roberta con la minuscola ma Roberta. Brava Lea che hai capito mi sa che mi conviene cambiare nick!
    cara Veggie un abbraccio anche a te!:) Non ho ancora trovato la persona che descrivi tu….
    Cara Lea, che ho detto per tirarti fuori tutto ciò? Anche perchè dalle risposte che scrivi agli altri si vede come ti prendi cura di loro e cerchi di aiutarli partendo dalla tua esperienza personale, che però non trovo (o magari ti sei già sfogata da qualche parte e non l’ho letta…).
    Invece in questa risposta dove racconti la tua serata in maniera simpaticissima ho trovato delle frasi significative riguardo alla tua esperienza e in in cui mi ritrovo:).
    “A volte rompi tutto quello che ti circonda perchè qualcosa non va ” Credo che tu sia un passo avanti a me nel senso che io non ho il coraggio di rompere con ciò che mi circonda e che non voglio perchè sento che mi tiene legata con le catene.
    “Tutti quanti ci sabotiamo quando abbiamo paura” aggiungo paura di cambiare e di perdere quello che si ha anche se non si vorrebbe. ” Tanti si ritirano dalla vita” è quello che faccio io vivendo nella “normalità” ma io non sono normale e non voglio esserlo.
    grazie
    con affetto

  229. kate dice:

    Ciao bulimia, non ti chiedo perchè mi hai distrutto la vita, perchè l’ho distrutta io, droga, alcol, depressione…….. e poi immancabile sei arrivata tu. Non riesco a scriverti, perchè tu sei me ed è come se scrivessi a me, ma lo faccio ugualmente, tu sei la cosapiù schifosa che esi ste al mondo, non ho più stima di me, mi faccio schifo, non riesco più a guardarmi, a toccarmi, nemmeno a lavarmi, perchè mi devo toccare….. 10 anni fa i ragazzi facevano la fila per uscire con me, adesso devono fare la domanda al ministero…… Che schifo…… Ma forse vincerai tu, voglio chiudere i miei occhi per sempre, mi hai rinchiusa in casa con quei bastardi dei miei, mi hai fatto tentare il suicidio tre volte, mi hai fatto lasciare con il mio ragazzo, mi hai fatto sostituire la fame con l’alcool, ti odio e odio me, solo il mio gatto a farmi compagnia. Avevo paura di morire per non dare dispiacere ai miei, ma adesso mia sorella è alcolizzata, mio fratello drogato e con i miei non parlo. Adesso non do dispiacere. Brutta stronza di depressione credo che vincerai tu, se potessi ti strangolerei, ma strangolo me e facciamola finita….. Ho sentito di una ragazza morta per anoressia……. Sto male, eppure nessuno ne parla. MA CHE CAVOLO DI MONDO è QUESTO????????? Non può piovere per sempre, vero? allora vediamo cosa c’è dietro la morte, proviamo cara bulimia, tanto verrai con me, sei contenta? Hai vinto, o forse hanno vinto “gli altri” che dicono basta che mangi e stai bene…………….. che ignoranza………….. Che schifo….. Mi fai schifo bulimia, mi hai negato le cose più belle della vita, ma io ti uccido, a costo di sacrificare la mia vita, tanto non vivo più.

  230. Gabriele dice:

    Kate non voglio dilungarmi troppo perchè le mie parole sarebbero inutili ora ….ti dico solo questo…pensa a quello che fai…alla fine la decisione sarà solo tua..

    Un abbraccio………….

    Gabri

  231. Roby dice:

    Kate ciao non penso che la colpa di tutto sia la bulimia… Da quello che dici pure i tuoi fratelli hanno seri problemi… Ma non sarà colpa dei vostri genitori?

  232. Giulia dice:

    Ciao Bulimia,
    non so se chiamarti con un nome diverso dal mio sia corretto, infondo tu sei me. In questi lunghissimi anni ho costruito tutta la mia vita attorno a te. Una vita fatta solo di inganni e privazioni. Ho cominciato davvero a vivere nei radi periodi in cui stavo meglio. Sei solo la conseguenza malata di una grande tragedia dellla mia infanzie: la perdita di mia madre.
    forse ho cercato nell’illusione di potermi rifugiare in un mondo privo di qualsiasi cosa.
    so di non poter eliminare una parte di me stessa, ma questo non vuol dire contitnuare a distruggere la mia vita ogni singolo istante.
    ho bisogno di me stessa quindi anche di te, ma non contro di me ma insieme di fronte a tutte le sfide di questa vita.Ce la dobbiamo fare insieme a crescere e a diventare una sola persona.

  233. kate dice:

    Si Roby, anche i miei hanno le loro responsabilità, solo che non se le prendono e alla fine quella che dà problemi sono io.Ho una rabbia dentro indescrivibile, ormai non parlo più con loro, con nessuno e questa stanza sta diventando sempre più una gabbia… Odio anche questo Natale, fanno finta tutti di essere felici che ipocrisia…

  234. Luna Blu dice:

    Giulia devi farcela da sola secondo me! Lei non ti serve!

  235. stella nel cielo dice:

    ciao bulimia,
    io non capisco. non capisco me. perchè ora con te sto bene con te rieco in qualche modo a sentirmi forte. o forse sicura. ho le spalle coperte. sei la mia via di fuga. fame o non fame..perchè litigare?perchè destare sospetti non mangiando?tanto vale concedersi qlk strappo alla dieta tanto poi corro in bagno e ci sei tu. sei una compagna silenzionsa e sempre vicina. ora che non sono piu la ragazzina anoressica, ora che era finito da un pezzo il periodo da adolescente bulimica insofferente, ora che pensavo che avevo finito con tutte queste storie sei tornata bulimia. e con te…fa strano dirlo…ma ci sto bene. non litigo. nessuno se ne accorge. mangio. non ingrasso. i jeans mi stanno bene. e tutta la situazione è sottocontrollo. o almeno sembra. perchè so che dentro mi uccidi. mi ucciderai lo so. so che per te soffrirò. lo sento quando dentro di me capisco che nn ho nemmeno mangiato poi tanto e potrei starmene sul divano colle mie sorelle e invece corro in bagno.lo capisco quando sento quello strano dolore ai denti e alle gengive. o vedo le okkiaie allo specchio…eppure continuo cosi. perchè ho paura che senza sarebbe peggio. e mi sento un po piccola e stupida…peggio della bambina che ero quando tutto questo era iniziato

  236. kate dice:

    Ciao stella nel cielo, anche io sono come te…. quel dolore ai denti insopportabile, quegli acidi che ti rosicano tutto, all’inizio anch’io dicevo “che bello ho trovato una soluzione per dimagrire senza rinunce, ma quelle rinunce sono solo un sostituto, all’amore che vorremmo e che forse ci è stato negato o dato in modo sbagliato. Non immagini come ti capisco. Stasera stessa storia, devo mangiare per non farli arrabbiare e devo anche cucinare… tentazione ancora più grande: Un bacio a tutti

  237. Giulia dice:

    Cara Bulimia,
    ho finalmente trovato il coraggio di scriverti: ci sono alcune cose che non ti ho ancora raccontato, ma non preoccuparti: succede anche nelle più grandi amicizie che rimanga qualche segreto.
    Tu sei mia amica. Lo sei stata per tutti questi anni, lo sei stata da un tempo di cui non ho più memoria.
    Non deve essere stato molto difficile avvicinarsi a me: la ragazzina fragile, introversa, sola, quasi senza un nome…Tu un nome me l’hai promesso. Mi hai promesso il nome più bello, mi hai fatto tante di quelle promesse che alcune non si ricordano…ma la promessa più importante, Bulimia? Che ne è della promessa che un giorno avrei trovato quel sentimento chiamato “affetto, amore”?
    Tu sei bugiarda, e bugiarda lo sono diventata anch’io.
    Così tanti anni, così tanti avvenimenti…Tu sei stata testimone di ogni fatto, aggrappata con le unghie sulle mie spalle, tumore bastardo che si è sempre più ingigantito spezzandomi in due la schiena.
    Tu hai visto ogni cosa.
    In un’anima dove non esisteva Dio tu sei stata la mia divinità, trascendente e onniveggente.
    Insieme a te sono cresciuta, sono diventata grande. Mi hai affiancato in ogni passo.
    Sei sempre stata lì. Quando avevo bisogno, sapevo che voltandomi avrei goduto del tuo dolce effimero abbraccio.
    Eri lì. Sempre.
    Eri lì quando ho subito le prese in giro dei miei compagni di classe.
    Eri lì quando il modello di una madre perfetta era troppo irraggiungibile per poterci arrivare da sola.
    Eri lì alla punizione paterna della prima sigaretta.
    Eri lì quando tutte le attenzioni degli altri andavano sempre alla mia “migliore amica”.
    Eri lì quando ho avuto la prima ed ultima illusione d’amore.
    Erì lì quando non c’era nessun altro.
    Eri lì quando il mio talento per lo scrivere è venuto alla luce.
    Eri lì quando le giornate passavano grevi e si gettavano a capofitto nell’oblio.
    Eri lì quando ti ho dedicato innumerevoli versi.
    Eri lì quando ho scoperto l’inebriante sapore del sangue.
    Eri lì quando la lametta andava più a fondo che poteva, quando la carne impudicamente si apriva, quando la siringa scoprì la vena.
    Eri lì quando tagli, lividi e bruciature erano tutto ciò di cui avevo il controllo.
    Eri lì accanto ad ogni pianto, ad ogni depressione, ad ogni pulsione suicida.
    Eri lì tutte le volte che alcool e canne mi hanno avvelenato.
    Eri sempre lì: in ogni tentativo di autodistruzione.
    Forse ho tralasciato qualche avvenimento, ma sono sicura che tu rammenti tutto.
    Tu sei stata con me anche quando ho cominciato a provare a rialzarmi, ma non mi hai aiutato.
    Nonostante la tua presenza, ho cominciato a sentirmi una donna, ma solo perchè c’era qualcno che me lo diceva. Io mi sono data a lui, e tu gelosa hai picchiato ancora più forte, per ricordami che eri tu la mia unica dea.
    Ma ora non è più così, Bulimia. Fino a poco fa ero usata per il piacere di qualcun altro, avevo solo un’illusione d’affetto che necessitava di essere colmata dalla tua presenza.
    Ora non ho più bisogno di te.
    Non ho più bisogno di te perchè ho trovato qualcuno che mi vuole bene, che quando mi guarda non vede solo il corpo di una donna, che vuole sapere ogni cosa di me nel bene e nel male…
    Io non ti voglio più, Bulimia.
    Ti amo e ti odio e vorrei che mi restassi vicino per sempre, ma non posso farlo perchè porterai sempre e solo illusioni.
    Tu hai riempito di piaghe la mia vita. Tu me l’hai rovinata. Non sono abbastanza i motivi per farti andare via?
    Nei meandri della mia anima provo quasi dolore di fronte a quest’ addio, ma è ora che ognuno vada per la propria strada.
    Ti ho già detto che sei mia amica, e di sicuro, nella mia mente, lo saremo per sempre…Ma ora ti dico addio….
    ADDIO BULIMIA

  238. Roby dice:

    cara Kate… anche io sento la mia casa come una gabbia e loro mi suscitano una rabbia indescrivibile… Discussioni tutti i giorni e io sto cominciando a ribellarmi fisicamente….

  239. kate dice:

    Non ho parole Giulia, mi hai fatto piangere

  240. kate dice:

    Io mi sono ribellata fino a 2 anni fà. Adesso se apro la bocca sono botte e violenze

  241. Giulia dice:

    Ciao kate…..mi dispiace per quello che dici, vuoi dire che sono due anni che ti ribelli alla tua famiglia che non ti capisce?

  242. Eikichi Onizuka dice:

    Ciao Kate…ancora nessuna soluzione all’orizzonte?
    -Gabri-

  243. kate dice:

    No Giulia, fanno finta di non vedere e di non capire, per loro sono una fallita e me lo ripetono tutti i santi giorni, ma la cosa più orribile è non poter dire la tua, perchè questa è casa loro e devo fare quello che dicono loro, perchè è giusto così…. C’è peggiore ignoranza di questa? Capisco che sono del sud, ma il loro cervello non và più avanti di così? Anche il mio psichiatra mi ha detto di scappare via da loro, ma non posso.
    Ciao Gabri, niente di nuovo, ho un mal di schiena terribile, mi sto facendo un bicchiere di vino anche se mi fa schifo, almeno mi fa dormire un pò…..
    Adesso me ne faccio un altro……

  244. Giulia dice:

    Io con la mia famiglia ho passato momenti peggiori…..Adesso con mio madre va benino e mio padre cerco di ignorarlo perchè non voglio più stare male a causa sua…..ma purtroppo ogni volta che sto in casa una sensazione terribile ritorna…..durante la settimana vado all’università oppure lavoro al ristorante quindi mi distraggo, ma certe volte quando sto a casa ho delle ricadute terribili…..la lettera alla bulimia l’ho scritta giovedì…..ma da dalla notte scorsa ho già vomitato 4 volte…..purtroppo non basta scrivere una lettera per liberarci del nostro demone. Io vorrei trovare un pò di forza nell’affetto che mi può dare una persona cara, perchè dentro di me mi sento ancora in uno stato di isolamento devastante……
    io adesso devo andare….kate se vuoi risp mi farebbe piacere….mi piacerebbe sapere qualcos altro….domani verrò a controllare se c’è una tua risposta….baci

  245. Giulia dice:

    kate ma quanti anni hai?studi, lavori?se è davvero così insostenibile dovresti prendere in considerazione l’ idea di andartene via, anche se è complicato…

  246. Eikichi Onizuka dice:

    Kate lo sai che devi trovare un modo per andartene?quanto ancora puoi durare in quella casa?Chiedere ospitalità a qualcuno?

  247. kate dice:

    Non posso andare a lavorare e cmq in queste condizioni non ce la farei…. Non conosci la mia storia come io non conosco la tua, ma molte cose ci accomunano.
    Tu vai all’università, io ho smesso di studiare 14 anni fà perchè i miei non mi compravano i libri nè i vestiti, così son dovuta andare a lavorare.
    E i soldi c’erano….
    Ma noi eravamo sempre un problema, perchè non si potevano ubriacare e divertirsi, eravamo di troppo. Così ho cominciato a bere, a fumare, a drogarmi, a tentare il suicidio, a non mangiare e poi a vomitare… Ho una sorella gemella alcolizzata e la cosa che mi sento dire sempre è che siamo state solo un errore, che non dovevamo nascere, che non ci voleva.
    Mi ricordo che non ci ha mai comprato un vestito, che mi mettevo i panni di mio fratello che mi cprivano fino ai piedi, che la carne poteva mangiarla solo papà e noi pasta e burro, e che schifo mio padre, mi diceva che dovevo andarlo a spiare quando si faceva la doccia… è la prima volta che mi ricordo di questa cosa, almeno così chiaramente non l’avevo mai detto. Basta non voglio ricordare più, scusami fa male, un giorno andrò via da qui, un giorno ti ucciderò cara bulimia, adesso sono come un vegetale, sò già qual’è la conseguenza, ho passato mesi in un ospedale psichiatrico con il T.S.O. spero di ritornarci, per me quella è più libertà di questa….

  248. kate dice:

    Si Gabri devo trovare un modo, ma adesso non voglio pensare, domani

  249. Eikichi Onizuka dice:

    Spero possa arrivare il giorno della libertà..ma che non passi per l’ospedale psichiatrico.

  250. Lea dice:

    Kate,
    intendi un trasferimento sanitario obbligatorio perchè i tuoi non davano il consenso quando non eri ancora maggiorenne?
    Nella vostra situazione è mai intervenuta in passato un’ assistente sociale?

  251. Lea dice:

    lo so chi è Oikiki Gabri… mi sa che sono l’unica ad averlo visto. Però ora so che esiste anche quello e appena avrò tempo guarderò qualche altra puntata..
    Vedi che conoscere qualcuno alla fine è sempre un’affare?
    La tua ultima foto mi suscita un freddo pauroso. Però c’è da dire che io adoro i posti freddi, i temporali, le maree, l’autunno. non mi piacciono invece le spiagge assolate, il caldo, l’estate ecc. ecc.

  252. Eikichi Onizuka dice:

    EIKICHI……si scrive EIKICHI!!indovina un pò qual’è il suo motto “voglio restare un semplice insegnante tutta la vita”…….okkey è solo un cartone animato ma credo che ri-prenderò la mia vita alla stessa maniera.
    A volte sarò così….clikka sul mio nome (non ci sono io….ma non capisco questa paura-repulsione)

  253. Eikichi Onizuka dice:

    Altre volte sarò così…..

  254. Eikichi Onizuka dice:

    Oppure così..
    Si a volte…ma solo a volte…conoscere è un affare!!

  255. kate dice:

    T.S.O. Trattamento Sanitario obbligatorio, per chi tenta il suicidio nel mio caso o per chi ha seri problemi di depressione.
    Mi hanno legata al letto con le cinghie…… non lo auguro a nessuno
    Cosa fa l’assistente sociale? E’ per i minori! Io ho 27 anni

  256. Eikichi Onizuka dice:

    A volte cercano di fare del bene..ma lo fanno alla loro maniera…
    Scusante?niente affatto…scelte,azioni,conseguenze ed estremi rimedi che forse sono peggio delle scelte stesse.

  257. Lea dice:

    Lo so che è per i minori. Ma ho pensato che forse questa situazione a casa tua ci fosse da tempo. A volte la scuola o comunque qualcuno se ne accorge e si cerca di intervenire. Però come dici tu noi non conosciamo la tua storia. Se non puoi lavorare perchè non ti fanno uscire forse davvero è ora di andarsene da qualcuno che ti ospiti mentre cerchi un lavoro. poi magari lo risarcirai con i primi guadagni

    Per Gabri
    ti preferisco nella versione 254.
    ma non sarai troppo malato di cartoni??..
    Il migliore in ogni caso resta Mitsuashi.
    ma perchè sei poetico quando non è il caso?! che vuol dire VOLO VIA, SOLO ANDATA, IL BISCOTTO.. ma lo vedi che sei sempre il solito?
    Non puoi limitare la poesia al week-end e da lunedì dire cose tipo ASPETTO IL 15, LAVORO QUASI CERTO, SCESO LE SCALE, FATTO TELEFONATA… ?

  258. Eikichi Onizuka dice:

    Si sono malato….di mente quasi sicuramente!!
    Specifica…. “sei sempre il solito”
    Specifica…. “Non puoi limitare la poesia al wee-end”

    Articola meglio le tue frasi…fallo per il sottoscritto,in modo che capisca più chiaramente quello che vuoi dirmi.

  259. Lea dice:

    Sei tu quello che deve parlare più comprensibile. Sappiamo che sei in una situazione particolare, quindi sarebbe bello avere notizie concrete e non mezze frasi che ti lasciano nel dubbio..
    parla di volo.. che stia bene? boh!
    parla di arrivo.. forse intende che si sta ambientando.. no aspetta! ora riparte.. Come fa uno a sapere se tu fai di tutto per non far capire una mazza?

  260. Eikichi Onizuka dice:

    Credevo di ambientarmi ma…..forse ripartirò….Così sono stato più chiaro? Dove,come e quando non lo so neppure io.
    Farò delle scelte!Giuste?Sbagliate?Non posso saperlo,vado a sensazioni,a stimoli,rifletto e agisco di conseguenza…se non sbaglio sei stata tu a dirmi che non mi ci vedevi come quello che se ne frega di tutto e di tutti,beh ci sto ritornando in quella condizione…per il mio bene,solo per me.

  261. Lea dice:

    Aspetta. Allora. Sei lì da una settimana, forse arriva un lavoro (non quello dei tuoi sogni, ok.. ma un lavoro)
    Ieri sera a quanto pare resti, ma oggi invece parti.. vabene. per lavoro? ma sono affidabili queste nuove persone? Lì almeno c’era chiara.
    E poi di chi ti vuoi fregare ora se non conosci quasi nessuno?

  262. Eikichi Onizuka dice:

    Lea fai sempre confusione!!
    Per ora l’unico lavoro che ho trovato è il volantinaggio….e mi va benissimo nell’attesa che arrivi altro…Se sto valutando l’idea di andaremene ho i miei motivi…non so se sono giustificati ma come detto,vado a sensazioni,stimoli ecc…
    Sbaglierò..beh non sarebbe il primo errore….non c’è un altro lavoro o altre persone che mi attendono e di sicuro non torno a casa dai miei…per il resto di quello che hai scritto mi nascondo dietro un no comment!!

  263. Lea dice:

    Io non capisco questo no comment e non so a cosa alludi quando parli di stimoli, sensazioni, non so perchè non ti stai ambientando e non capisco perchè è già ora di ripartire se era in arrivo un lavoro. Non capisco niente se vuoi allora continua pure a fare poesia. Però sappi che è pesante sentire una persona che non si fa capire. Un giorno scherza, un altro non si sa, prima è entusiasta, poi decide che torna a fregarsene. Sembra che tu ti diverta a insinuare senza far capire. ma in fondo lo dici da sempre. TU E SOLO TU SCEGLIERAI TU E SOLO TU SAPRAI TU E SOLO TU ECC. ECC.
    Allora da oggi niente più domande Eikichi! l’ho scritto giusto visto? quello si che ha la sua importanza

  264. Eikichi Onizuka dice:

    Non c’è bisogno che fai del sarcasmo……..mi hai fatto delle domande e ti ho risposto,che altro vuoi che aggiunga…ho scritto poesia,come ti piace chiamarla
    ma le sensazioni che ho non riguardano solo ieri sera ma le ho da un pò…hanno preso forma in questo periodo e non è detto che siano giuste ma ci sono..in base a queste sensazioni/riscontri mi sono posto delle domande e ho trovato delle risposte…che mi hanno fatto mettere in dubbio se rimanere o meno.Se scrivo no comment non è perchè voglio fare lo schivo ma non voglio dire cose che non riguardano solo me…Credi che mi diverta a spostarmi da un luogo all’altro,lasciarmi ogni volta una parte di me alle spalle?niente affatto.

  265. Lea dice:

    Hai litigato con Kiara?
    Volevo chiederti anche come stava oggi

  266. Eikichi Onizuka dice:

    Dipende dai punti di vista,sinceramente come sta non è affar mio.

  267. Lea dice:

    Cosa? a questo punto siamo?
    una settimana fa vi date una mano, ti trasferisci, e ora non vi parlate nemmeno?
    ma dai! venitevi incontro e fate una bella chiaccherata. Parlare non ha mai ucciso nessuno! E se dopo aver parlato rimanete della stessa idea allora continuate pure quello che avete cominciato.
    Kiara, non so cosa sia successo ma finòra ti ho sempre considerata una ragazza di buon senso (lascia stare la malattia) e so che farai la cosa giusta.
    Non pretendo di sicuro che ne parliate qui, ma parlatene!

  268. Eikichi Onizuka dice:

    Non voglio mettere in piazza i fatti suoi e non voglio dover tornare su questo discorso,mi sono limitato a rispondere alle tue domande per quello che riguarda le mie questioni personali… i suoi problemi sono solo suoi,questo credo mi sia stato fatto capire chiaramente,ecco perchè ti ho detto che non è affar mio… logicamente se sta male mi dispiace ma dal dispiacermi all’interessarmi dei fatti degli altri c’è una bella differenza…sbagliavo a farlo,ora so come comportarmi..credo sia lecito…o no?

  269. Lea dice:

    Dai ma piantala! ti pare normale che fra amici si crei una situazione simile in 24 ore?
    Vabè! è stata male e ti avrà detto di farti i fatti tuoi, mai successo a te?!
    non c’è da mettere in piazza niente, però so che è stata male e provo a capire come può sentirsi. Forse hai toccato qualche punto delicato. Ma due amici non fanno così. lo eravate si o no amici a questo punto?

  270. Eikichi Onizuka dice:

    Che vuoi che ti dica??
    Io sto bene qui anche se ho faticato e sto faticando ad ambientarmi per il semplice fatto che non conosco niente e nessuno….certo potrei prendere la macchina e farmi un giro…posso farlo una,due volte e poi?Potrei andare a Milano da un mio amico ma i pochi soldi che ho mi devono durare il più possibile quindi capisci che i miei movimenti sono limitati…e questa “noia” o “scazzo” che si viene a creare non mi aiuta molto…se ci aggiungi episodi come quello citato prima….se ci aggiungi che sono ospite in casa di altri e non posso contribuire a niente…di sicuro non è facile,di sicuro una settimana fa non pensavo di arrivare a sentirmi di troppo o a disagio…ma è così!!dopo ieri sera,dove ci sono rimasto molto male questa sensazione è aumentata…ecco perchè sto valutando l’ipotesi di andarmene…

  271. Lea dice:

    Dipende da quanto realmente grave è l’offesa che tu ritieni di aver ricevuto.
    Vedrai che magari si è trattato solo di uno sfogo, io non credo nemmeno kiara sia contenta di questa situazione e probabilmente anche lei avrà voglia di chiarire. Se poi devi andare per lavoro vai, chiaro che quello non devi mai perderlo di vista. Almeno adesso ho capito un pò di più! Grazie! una lotta ma… COSA VUOI.. SON SODDISFAZIONI!
    Lo so, lo so che senza soldi non si può fare niente.. non vado dalla parrucchiera da mesi, uso il cellulare solo per ricevere, nei locali non prendo niente, vado a cena solo se rifiutare non è proprio possibile, e tengo i pochi soldi che ho per fare un regalo decente ai miei per Natale. Non ho entrate regolari, e non posso prelevare di continuo. Se esci spendi al primo passo. l’unica è rimanere in casa, tua o di amici. Ma presto arriverà un lavoro, resisti

    Approfitto dell’orario e do il Buongiorno a Luna Blu!

  272. Eikichi Onizuka dice:

    Ora ho capito perchè tutte le volte fai pagare a me la consumazione…e io che pensavo fossi tirchia…invece sei come me!!senza un euro…. ;-)

    Guarda,io te l’ho detto quello che sto valutando…e non è mica tanto lontana come idea…non c’entra il lavoro,quello non lo perdo di vista ma non me ne andrei per lavoro visto che non ho proposte concrete….

    …ma allora non me lo fai il regalo di Natale???io che volevo l’ultimo gingillo tecnologico…come farò ora?

  273. Lea dice:

    Gingilli tecnologici??
    lo sai quanta gente sto mandando in confusione perchè rispondo dal telefono dei miei a tutti i messaggi?
    “Lea.. ma.. allora qual’è il tuo numero?..”
    Faccio tratte economiche sui treni arrivando ore dopo! salto il pranzo se sono in giro e riempio la boccetta dell’acqua a casa.. non mi compro una maglia in un negozio da SECOLI.. con mia mamma fingo di non essere interessata, stile “Francescana” (un pò lo sono è vero) altrimenti mi mette i soldi nel portafoglio, ma io non voglio. Dopodomani mi compra un regalo al mercatino.. è una nostra tradizione. Mi lancerò su qualcosa come un avvoltoio! è già una settimana che rifletto…: allora…. guanti, sciarpa, maglia, gioiello, borsa, libro, scheda del telefono, zucchero filato, calze, mutande, reggiseno, statuina… che bello! Tutta mia questa cosa che sceglierò??
    Poi me ne farà uno a Natale. Speriamo che sia una canottiera :-(

  274. Eikichi Onizuka dice:

    … non mi compro una maglia in un negozio da SECOLI…
    e riempio la boccetta dell’acqua a casa..

    Se non fosse che sono sicuro che non ha l’adsl a casa potrei asserire di parlare con la mia ex!!

    Cmq siamo in due a non comprare più niente da secoli…le ultime cosa che mi sono preso sono una camicia e un paio di jeans corti questa estate…Prima della mia crisi di soldi,ad ogni giro di stipendio passavo nel negozio di vestiti a rifarmi il guardaroba….ho fatto volare tanti capi che non mi piacevano più,addirittura un paio acquistati e mai messi….senza contare i “gingilli elettronici”…

    Ci manca che mi dici “ma cosa te ne fai” e poi inizio a collegare tutti gli indizi….alla fine scoprirò che sei la mia ex….pensandoci bene…conosci troppe cose di me!!AAAAAAAAAAAAAA dubbio amletico…Il mio regalo di Natale sarà un bel niente…ne farò uno io al mio gatto.Una bella scatoletta di marca impacchettata con un bel fiocco…beh ma lui non capirà oppure penserà che sono pazzo.

  275. Lea dice:

    Mi dispiace Gabriele, per me invece Natale è un momento meraviglioso. Casa mia è tutta addobbata, abbiamo 2 alberi di natale e un presepe costruito da mio padre che prende il ripiano di un mobile intero. Mia mamma impacchetta piccoli pensieri tutto il giorno, con il camino acceso. Sembra di stare nella casa degli Elfi.. Io sono strafelice in questa stagione. Domani sono a casa da e siamo d’accordo che mi alzerò io ad accendere il camino molto presto e poi ci metteremo insieme in sala a fare ognuna i suoi affari, ma discuteremo tutto il tempo di come apparecchiare e cosa cucinare a Natale.
    La vigilia guardiamo vecchi films, a mezzanotte si va alla messa e al rientro beviamo con amici la cioccolata servita nelle tazzine della “Royal Albert”, quelle con le stagioni e la frutta.. insomma, io impazzisco di felicità e se mai avrò figli farò la stessa identica cosa.
    Ti dico perchè ho l’adsl, così ti spiego come sono i miei. Un giorno torno a casa e dico che credo mi servirà internet per studiare. Lo dico così, pranzando. Io sono una che potrebbe non avere niente e starei bene lo stesso. Ecco perchè internet non l’avevo mai neammeno considerato. Cellulari in 11 anni ne ho avuti due. Questo e il primissimo. Il giorno dopo rientro e in casa mia c’è, oltre un pc nuovo, il collegamento ad internet 24 ore su 24 con connessione senza fili al computer vecchio che stava in veranda.

  276. Kiara dice:

    Il mio dolore non deve influire sulla tua vita.
    Ti ho chiesto di lasciarmi in pace, non ti ho detto che sei una merda che non merita di esistere. Non ingigantire sempre tutto, questo è il vittimismo di cui parlo e che tanto ti dà fastidio.
    Che senso avrebbe andarsene?
    Pensa al tuo bene e alla tua vita.
    Forse non mi sto comportando come ti aspettavi, non so…se non parli non lo posso sapere. Dì le cose chiare e sarà tutto più facile. In ogni caso io ti voglio bene e non è possibile che debba aver paura di dirti “Gabri ho i cazzi miei lasciami in pace” in un momento di grande sconforto perchè poi tu reagisci in modo tragico. Non fare il bambino.
    Poi sono decisioni tue ovviamente, vedo che hai ripetuto le stesse parole che ti ho detto io ieri: sono decisioni mie, giuste o sbagliate che siano sono cmq scelte.
    Non ho voglia di rileggere, non so se ho scritto cose sensate.

    Un abbraccio a te e a Lea.
    Notte.

  277. Eikichi Onizuka dice:

    Perchè ti dispiaci?Non dispiace a me quindi…logico che preferirei passarlo come lo passi tu piuttosto di stare da solo ma ormai ho preso l’abitudine….l’anno scorso mi sono svegliato dopo pranzo,ho dato la pappa al gatto e mi sono infilato nuovamente a letto…
    Il primo cellulare l’ho avuto a 19 anni quando stavo facendo il servizio militare…il motorino non l’ho avuto a 14 anni ma ho usato per anni quello di mio fratello…tutto questo dopo la maggiore età…la patente l’ho presa a 24 anni quindi la macchina l’ho avuta a quell’età…ho cominciato a comprarmi quello che volevo,soprattutto vestiti,da quando sono dimagrito e compensavo la mancanza d’affetto e d’attenzione con shopping compulsivo….diciamo che tanti soldi potevo anche risparmiarli…..ma ero solo,lavoravo come un matto…perchè non togliermi qualche soddisfazione??

  278. Lea dice:

    Bhè, ma tu hai fatto bene a toglierti le tue soddisfazioni, nessuno dice niente..
    Ha scritto Kiara… vedi che forse avevo ragione?..

  279. Eikichi Onizuka dice:

    Non ho detto che pensi che sia una merda,ho solo detto di non trattarmi come tale visto che questa settimana mi hai ripetuto spesso che facevo la vittima,quasi a volermene fare una colpa.Non sto ingigantendo niente ma non mi aspettavo di certo una reazione così…ci sono rimasto male e ho reagito a modo mio,come tu hai reagito a tuo modo ma per te deve essere lecito e per me no?
    Non faccio il bambino ma è la prima e l’ultima volta che mi faccio i cazzi tuoi,questo perchè voglio evitare di rimanerci male o di reagire in modo sbagliato…non posso dire sempre la cosa giusta al momento giusto ma sinceramente prima di risponderti alla cazzo ci penso due volte,neppure quando mi chiamano tre/quattro persone e mi danno brutte notizie…al limite ti dico,si sto bene dai…ma uso delicatezza….

  280. Eikichi Onizuka dice:

    ehehe non ho fatto bene a togliermi qualche soddisfazione,ho fatto benissimo…peccato aver dovuto vendere molte cose…pazienza!!

  281. Lea dice:

    Comunque abitate uno sopra e l’altro sotto quindi non fare il bambino! vi potete anche parlare.. che tendi a fare la vittima, non so, non potrei emettere una sentenza con troppa sicurezza ma.. qualcosa mi spinge più verso quei lidi del triste sospiro!
    Ha ha! così ora dovrai scaricare la rabbia anche su di me..
    Mi sa che è andata a dormire

    Luna Blu? tu per cosa voti?
    Titolo “Gabriele: vittima o non vittima..? esprimete un parere”

    Forse Gabri, ieri dovevi lasciarla in pace e non lo hai fatto, forse pretendi di sapere o di poter invadere più di quel che lei vuole

  282. Eikichi Onizuka dice:

    Forse Gabri, ieri dovevi lasciarla in pace e non lo hai fatto, forse pretendi di sapere o di poter invadere più di quel che lei vuole

    Infatti non lo farò più.

    Lea non cominciare anche tu con questa storia della vittima perchè ti mando a cagare senza mezze misure. ;-) ne ho le scatole piene di sentirmelo dire.BASTA mi sono rotto!!

  283. Eikichi Onizuka dice:

    se non c’è più nessuno vado a nanna,tra 3 ore mi devo alzare,n0tte!!

  284. Lea dice:

    Ma tu ti domandi mai perchè gli altri te lo dicono invece di arrabbiarti?…
    Comunque se quella è la tua natura (io non lo so) non credo si possa fare molto.
    Però andarsene per una battuta sbagliata è sembrato esagerato anche a me e sono qui a dirtelo. Anch’io volevo proprio dirti che, nelle tue condizioni dire “me ne vado perchè mi hai offeso..”, insomma. Non so ma, difficile anche immaginare una cosa senza soluzioni, dall’oggi al domani.
    Vabè basta. Ti dico io una cosa tragica adesso. Domani sera devo per forza uscire a cena perchè mi è stato chiesto un favore. Parlare alla sorella di un’amica che è stata lasciata e non l’ha presa bene. Lei pensava già al matrimonio. E’ stata anche da una psicologa per aiutarsi a reagire. Ora ti domenderai: e tu Lea, cosa centri?.. Anche io me lo ero domandato sai..

    “Lea? tu che vivi bene la tua singletudine, che sei l’esempio di come si può essere felici e stare bene anche da soli, parleresti un pò con mia sorella?.. ha tanto bisogno di confrontarsi con una come te..”
    All’inizio non sapevo se essere lusingata, prenderlo come un complimento o cosa..
    Le dico “Si ma, guarda che non è che puoi forzare un’amicizia..cioè, non so…”
    E lei “No no! ma, a me basta che le parli anche una sera! non preoccuparti, quando puoi e hai voglia..”

    Per fartela breve, domani sera usciamo a cena. Solo che non siamo più in due, o tre con la mia cara amica (ucciderei per lei, quindi tirarsi indietro non se ne parla neanche..) Siamo io, sua sorella, e tutte le sue amiche. forse una ventina, non saprei.
    Secondo te durante la cena (hanno prenotato in un ristorante) dovrò alzarmi in piedi e tenere un discorso….?
    Ma soprattutto…… SARO’ ALL’ALTEZZA DELLE LORO ASPETTATIVE??

    Buon Natale!

    Lea

  285. Lea dice:

    Buonanotte!
    che bello sentirlo dire da te per primo!
    mai successo.

    Notte Notte

  286. Eikichi Onizuka dice:

    non ho più voglia di parlare di me,ho la nausea!!nè oggi nè domani…
    Parliamo del tempo o di quanti petali hanno le margherite…basta che non si ritorni sul discorso Gabriele,Freddie o come più vi piace immaginarmi….natura o non natura,vittima o non vittima non ne posso più. quindi è un favore che vi chiedo.

    Per la cena di domani..beh ti ci vedo ad alzarti in mezzo alle 20 amiche e tenere un discorso..fai un bel video così lo metti su youtube…tornando sei…in mezzo a tutte queste persone,quanto riuscirai a parlare con la sorella del fratello del cugino???Servirebbe?

  287. Lea dice:

    Ho capito solo la parte in cui dici di non parlare più di te.
    OK CAPO!

    “Ragazze! allarme rientrato. Vietato parlare di Gabriele da oggi e nei secoli dei secoli.. per chi sgarra punizioni corporali fino a Natale (bè dai)”

    Buonanotte ;-)

  288. Eikichi Onizuka dice:

    spiritosa!!tu sarai la prima che frusterò….
    Buonanotte Lea,grazie per la compagnia,oppure per la consulenza?…beh rimarrò con il dubbio…

    Chiudo———————-ZzZzZzZzZz

  289. Luna Blu dice:

    buongiorno a tutti…vengo qui..è il mio porto sicuro ;-)

  290. Luna Blu dice:

    Non so perchè qui trovo tanto conforto e tanto calore…sarà che voi siete speciali…un abbraccio

  291. Luna Blu dice:

    Giulia come mai odi tuo padre?…se ti va racconta..che storia triste la tua…e ancora di più quella di kate!

    “Eri lì quando le giornate passavano grevi e si gettavano a capofitto nell’oblio”

    che bella frase giulia!

    Dio Kate che situazione di m. …ma di dove sei? Mi sa che non sei tu la malata in casa tua..ma son i tuoi genitori…pensa te! Rinfacciarti di essere venuta al mondo…ma non l’hai mica scelto tu…anzi è colpa loro! Non l’hai chiesta tu la vita! Ma ora che la hai devi viverla al meglio e cercare di trovare un po’ di quiete! La cosa del cibo poi è orribile! Ke schifo di genitori! Manco fossi un animale!
    Te lo dico con il cuore! scappa da lì…scappa…non importa dove ma vattene! qualcuno ti aiuterà! Ho le lacrime agli occhi al solo pensiero di come puoi sentirti!

    Ai Ai aiaiai….Lea tu sei troppo curiosa…io trovo che gabry esprime benissimo i suoi stati d’animo così come fa..perchè Gabri è nel pieno di un grande cambiamento..certezze non le ha per lui…figurati per le tue curiose domande!

    Son cose sue..non puoi pretendere di analizzare tutti…troppa curiosità…è vero spesso aiuta il confronto con te…ma spesso diventa invadente!

    Scusami se ti ho detto quel che penso senza mezzi termini…

  292. Kiara dice:

    Sto per fare una cosa forse non giusta ma la faccio lo stesso.
    Gabri, visto che ormai abbiamo reso pubblica la nostra discordia continuo su questa strada perchè, come dice Luna blu, questo è un porto sicuro e parlare qui è più facile.
    Rileggo i tuoi sms e provo un mix di rabbia, stupore e voglia di ridere.
    Vorrei cercare di ricostruire e capire…
    L’altra sera lascio un post dicendo che è arrivata la ricaduta, che sto di merda. Ci scambiamo un paio di botta e risposta qui sul blog, poi tu mi mandi un sms dove mi dici di non azzardarmi a sprofondare perchè verresti a prendermi e mi faresti uscire a forza anche se non voglio, A COSTO DI FARTI TRATTARE MALE A VITA O FARTI PICCCHIARE (parole tue!!!!), non dopo che ti ho dato della vittima. Io ti rispondo: “Io non faccio la vittima, nn mi lamento e nn dò colpe agli altri nè a me stessa. Sto facendo una scelta, giusta o sbaglita che sia. Lasciami stare x favore”. Tu mi rispondi che non ti devo trattare come se fossi l’ultima merda sulla faccia della terra, piuttosto non devo rivolgerti la parola, “e con questo ho chiuso”.
    Ti sembra che ti abbia trattato come l’ultima merda??? Forse devi rivedere la tua sensibilità…
    Pensavi che ti rispondessi “menomale che ci sei tu che mi salvi”??
    Cazzo Gabri, ma la vedi l’assurdità?? L’incoerenza??
    Sono pazza solo io?
    Prima mi dici che a costo di farti picchiare o trattare di merda tutta la vita verrai a tirarmi fuori dalla fossa, e poi per un sms in cui ti dico che io non sono vittima e che per favore mi devi lasciare stare fai una tragedia, mi dici che mai più ti intrometterai e che stai pensando di andare via?
    Mi fai un po’ ridere.

    Bene, dopo questo post ti ho dato davvero un motivo per incazzarti sul serio, ma almeno spero ti renderai conto di quanto tu sia capace di essere assurdo.

  293. Luna Blu dice:

    Scusami Gabry…scusami Kiara….ma…scusatemi mi vien da ridere…ma vi rendete conto che son veramente delle cazzate queste?

    Cmq Kiara con questo tuo post una cosa che qualcuno apprezzerà l’hai fatta pubblicando il tuo disacordo con gabry…Lea avrà soddisfatto la sua curiosità ;-) … è o non è la nostra analista?

    Gabry lo capisco..probabilmente è un po’ permaloso…anche io son così quando mi sento fragile…fortuna che non mi sento spesso fragile…ma Gabry è in un periodo particolare…di totale stravolgimento della sua vita…e penso che un po’ ha paura di pesare su te kiara…
    vi siete sicuramente capiti male…
    E anche tu kiara stai attravenrsando un periodo molto difficile..ma sei forte e coraggiosa…determinata…e spesso questa determinazione puo’ essere vista come freddezza…ma non è così…

    che altro dire…

    Siete due persone stupende :-)

  294. Giulia dice:

    Ciao Luna blu….non penso che la mia storia sia più triste di quella di kate, io almeno ho mia madre che, nonostante le discordie che abbiamo avuto e che ogni tanto abbiamo, è al mio fianco se ne ho bisogno, anche se poi cerca di risolvere i problemi sempre a modo suo…..mio padre non ha saputo dimostrare il suo affetto nel modo giusto, ha usato le mani per punirmi quando non ce ne era bisogno e da quel momento non sono più riuscita a volergli bene…..però io so di essere fortunata, perchè esistono situazioni familiari che neanche immaginiamo(io in futuro spero di poterne risolvere alcune, visto che voglio fare l’assistente sociale)….la storia di kate mi colpisce ogni momento di più….può la famiglia toglierti la voglia di vivere quando è stata proprio lei che te l’ha data?mi dispiace anche per i tuoi fratelli kate…..però dalle tue ultime parole sembra che vuoi farti ancora del male, per favore pensaci bene prima e non fare cavolate!

  295. Eikichi Onizuka dice:

    Kiara,Luna Blu risponderò con calma quando torno,ora sono a Brescia…cmq si ridi pure,sono stato ridicolo e incoerente con il msg che ti ho scritto…buona giornata

  296. Eikichi Onizuka dice:

    Eccomi qui,cosa potrei risponderti Kiara..beh hai ragione.
    Sono stato incoerente.E’ stato stupido da parte mia dirti “a costo di trattarmi male e picchiarmi”.
    E’ stato stupido il gesto stesso,come è stato stupido rimanerci male.Non dovevo dirti niente ma purtroppo l’ho fatto e me ne sono pentito.
    Fatto sta che non sei l’unica ad avere problemi e a stare male,fatto sta che frasi come “fai la vittima” oppure “ti piangi addosso” dette da te pesano ancora di più e ti assicuro che in più di una occasione avrei freferito non sentirle….perchè già è difficile sentirsi un peso,già è difficile questo cambiamento se poi mi sento demoralizzare in questo modo…
    Non mi aspettavo una tua reazione così repentina…mandarmi a cagare in quel modo non ha fatto altro che aumentare le mie sensazioni negative….è come se mi avessi detto “cazzo sei ancora qui a rompermi le palle con i tuoi msg…ma vaffanculo”
    Ti chiedi mai perchè ho dubbi?Beh te lo dico io,in 10 gg che sono qui ti ho vista 2 volte o poco più e quasi per carità….ma per favore,non mi sono sentito neppure tuo amico,chiederti qualcosa sembrava quasidi farti un dispiacere…ok hai gli stracazzi tuoi e non pretendo che stai dietro a me,ci mancherebbe ma a parte l’Esselunga non ho visto altro,non conosco una mazza di niente e di nessuno….speravo che almeno 1 ora di tempo la spendessi a farmi vedere qualche posto dove poter andare nel caso mi fossi rotto le palle di stare in casa…invece no…tieni le chiavi e arrangiati!!Scusa se la mia sensibilità ne ha risentito….ma non mi sono trovato proprio a mio agio,questo è quanto!!

    Luna Blu si ho paura di pesare su Kiara e anche se mi dice di no…beh permettimi di avere questo pensiero,che ho espresso più volte…mi sono veramente rotto le palle di sentirmi dire che faccio la vittima….anche la mia pazienza ha un limite…vero o non vero che sia è come se continuassi a dire… “beh quando ti abbuffi ti ingozzi come un maiale”….una volta va bene,due anche ma dopo diventa pesante…è una colpa?NO allora basta…

    Se esprimere il proprio disappunto significa piangersi addosso allora mi piango addosso ma sinceramente non ho voglia di stare zitto.

    Non sono arrabbiato con te Kiara,sono solo amareggiato per l’accaduto e per l’incomprensione ma come ti ho detto,non sei l’unica a stare male..e soprattutto non sei l’unica a sbagliare…poi fai te!!
    Me ne sono andato da un posto freddo per andare in un altro posto…dove mi sono sentito completamente estraneo…spero di aver chiarito il mio punto di vista.

  297. Luna Blu dice:

    Ti capisco non è facile per nessuno…
    Forse kiara ha reagito con troppa violenza per poter restare sola..ognuno di noi ha bisogno di stare per conto proprio ogni tanto…tu non hai idea di quanto diventavo incazzosa quando qualcuno mi distoglieva dalle mie cose…tipo se dovevo vomitare e qualcuno mi tratteneva diventavo la eprsona più pessima del mondo….ma non ero io…era la malattia…
    Poi ognuno ha il suo carattere…kiara ne ha apssate tante…troppe…

    Ma tu prendila più serenamente… ok?
    ;-)

  298. Eikichi Onizuka dice:

    Ok!! ;-) buona serata Luna Blu.thk

  299. Kiara dice:

    Gabri: scriverti “lasciami stare per favore” vuol dire mandarti a cagare? Forse parliamo un’altra lingua.
    Cmq io ti ho detto qual’è la mia posizione, tu fai come credi.
    Decidi tu cosa è meglio per te.

    Luna blu, grazie per la mediazione. :-)
    Vorrei raccontarti un po’ di cose che mi son successe negli ultimi giorni ma sono tornata a non riuscire più a parlare.
    Ti stringo forte.

    Sono di nuovo abbracciata a Lei.
    Solo io e lei.
    E purtroppo mi fa sentire protetta e sicura, mi dà il coraggio di alzarmi la mattina ed affrontare tutto.
    I miei traguardi me li tengo, per ora li metto solo da parte, ora ho voglia di lei…vedremo dove mi porterà.
    Una cosa di cui sono sicura è che non affonderò.
    Non affondo mai.

    Vi penso e vi sento.

    P.S. Fabi spero che tu stia un po’ meglio, ti voglio bene.

  300. Eikichi Onizuka dice:

    Eccomi tornato dal cinema…wow,nel finale è stato un susseguirsi di emozioni..
    Un consiglio,andate a vedere “Nessuna Verità”..
    Che effetto strano camminare da solo circondato dalla neve e dal buio…lo stesso effetto l’ho avuto quando in sala si sono spente le luci….e la musica ha cominciato a diffondersi nell’ambiente…ero circondato da tante persone ma è come se fossi stato solo…io e lo schermo che proiettava immagini sconosciute…
    peccato che mi scappasse pipì e per due ore abbondanti non ho potuto fare nulla…si è rovinata la poesi del momento :-(
    Venerdì Le Giraffe saranno ancora mie…

  301. Eikichi Onizuka dice:

    Lea e non solo….
    Cosa sono le emozioni?…ma ancor prima di rispondere a questa domanda me ne sorge un’altra,forse più spontanea…dove nascono?
    Dal cuore o dalla mente?oppure da entrambi…l’emozione arriva quando meno te l’aspetti,le proviamo……….
    Attraverso gli occhi,scorgendo un sorriso forse non destinato a noi,guardando una foto del passato oppure rileggendo le pagine di un vecchio diario….ci emozioniamo osservando la neve cadere,il cielo stellato,il mare in burrasca oppure una lunga strada deserta…ci emozioniamo guardando gli occhi di una persona cara,così come il volto triste di chi non ha pensieri…o forse ne ha troppi.
    Attraverso il tatto…appoggiando la mano sul freddo vetro della finestra,la stessa mano allungata verso un amico,sentirne il calore,sentirla scivolare via…chiudere gli occhi e provare a “vedere” con il corpo cose che gli occhi non sanno distinguere e la bocca pronunciare…
    Senzazioni uniche e diverse per ognuno di noi…non ci sono solo emozioni positive…ma non descriverò quelle negative…perchè viaggiano insieme,sullo stesso treno,sulla stessa nave,percorrone la medesima strada e visitano gli stessi posti…come uomo e donna,come moglie e marito,come due vecchi amici,come due amanti,opposte ma unite,inseparabili…..eppure tanto ci danno e tanto ci tolgono….forse il cuore cela quelle più difficili da provare mentre la mente ha l’ingrato compito ma neanche tanto di farci vedere che dopo il giorno c’è la notte,dopo il sole c’è la luna ma anche che dopo le lacrime..ci sono i sorrisi…a questo punto mi rifaccio alla domanda iniziale…cosa sono le emozioni…illusioni?sogni?fantasie?speranze?conoscerle non significa averle provate ma una volta provate puoi forse dire di averle conosciute a fondo?

    Scommetto che avrai qualcosa da dire sul filo logico del discorso…più chiaro di così!!

  302. Luna Blu dice:

    Ciao kiara..ciao Gabry…che bello quanto hai scritto sopra! Lea ti risponderà oggi penso..ieri doveva fare “l’analista2 alla famosa cena tra amiche…ora mi picchierà…ihhh.fortuna c’è lo schermo a proteggermi…

    Andrò a vedere il fiml…se riesco…

    Kiara ti abbraccio anche io…solo tu sai cosa fare per sentirti meglio quindi non ti consiglierò nulla…ma se vuoi una spalla amica per confidarti ricordati che ci sono…
    ;-)

  303. fabi dice:

    buongiorno a tutti
    anche se scrivo poco, vi penso e vi leggo con infinito affetto spero che riusciremo a scendere dal treno di queto malattia, ma purtroppo certe tappe devono essere fatte. Cadere per poi avere la forza di rialzarsi….
    Sto lottando e va un po meglio…..ma rimane la paura di non farcela!
    Forse cambierò lavoro, rischiando ma voglio realizzare i miei sogni, la mie ambizioni, dovrò rimettermi a studiare
    vi voglio bene
    quest’anno passerò il natale non con la mia famiglia, mia mamma è partita e come sapete mio papà non c’è più.
    cara bulimia, quanta voglio ho di prenderti a calci……sai bene che presto lo farò! attenta chi ride bene chi ride ultimo……e io attendo con ansia quel momento.
    Kiara ti penso sempre

  304. Luna Blu dice:

    Fabi come trascorrerai il Natale? Con la tua bimba?
    Mi sa che forse è meglio se non sarai con tua mamma ;-)

    Ti ammiro sai? Anche a me piacerebeb essere più ambiziosa…ma purtroppo la paura è più forte dell’ambizione…lavorerò anche per risolvere questo…

  305. mary gio dice:

    ciao a tutti …
    sono qui raggomitolata in un angolino a piangere , piangere nn riesco proprio a smettere … so benissimo k nn posso crollare ora , k devo tenere duro , ma è più forte di me … poi con mia mamma k entra ogni 5 secondi e mi chiede va tutto bene , xk stai così , è colpa mia …cosa c’entri lei?!?
    sono agitata ,agitata x troppe cose , ho un tale caos nella testa k nn riesco a trovare pace , nn riesco a trovare un appiglio , mi sento un vegetale svuotata di tutto …. quando tutto questo finirà , quando ?!?
    perchè nn si mai abbastanza forti x affrontare la vita?!?

  306. kate dice:

    Ciao Mary gio, come ti capisco, sapessi quante volte sono nelle tue condizioni… Ieri mia mamma ha avuto un collasso, stava per morire, c’era solo mia sorella ubriaca e mio padre, ma con lui non ci parlo…. l’ho presa tra le braccia e ho cercato di farla riprendere, con tutta la calma che potevo…. Mia sorella urlava e mio padre non faceva niente….. Aveva la pressione 40-70. L’ho portata all’ospedale e Dio ti ringrazio si è ripresa, ma non dimenticherò mai che anche lì mia sorella si è presentata ubriaca, che cattiveria, pensava che non ce ne accorgessimo che parlava male e barcollava. Era dovuto ad un emorragia per le mestruazioni, ma ho avuto tanta paura e penso se c’era solo mia sorella sarebbe morta!!!
    Sento che dopo tanto tempo sono servita a qualcosa, mary gio, ascolta forse anche tu sei indispensabile per qualcuno ma ancora non lo sai. Dio non m ha fatto morire per 3 volte, io non soo religiosa, ma penso che ho ancora qualcosa da fare in questa vita

  307. mary gio dice:

    grazie Kate!
    mi capitano smesso momenti di sconforto in cui vedo tutto un pò grigio , ma di certo nn mi arrendo , combatterò fino alle fine !
    mi capita di sentirmi svuotata , ma mai inutile x gli altri, semmai inutile x me stessa …
    ank se ho molto vorrei ancora di più dagli altri ,ma soprattutto da me stessa ,mi arrabbio quando mi rendo conto dei limiti k ho , quando nn riesco a arrivare dove avrei voluto arrivare … perchè nn sarò mai abbastanza forte e lo so bene , e questo è il mio più grande limite …
    KATE sei stata molto forte! nn tutti trovano la forza di agire nelle situazioni di pericolo , quando mia mamma ha gli attacchi allergici , i miei familiari sn soliti stare fermi impietriti dalla paura , io fino a ora ho sempre vinto la paura e fatto la cosa giusta . ank a me spaventa l’idea k se mia mamma uscisse senza le medicine e si sente male nessuno potrbbe aiutarla , oppure se a casa quando io nn ci sono si sentisse male come farebbe …
    LA PAURA DEL DOMANI NN PUO’ IMPEDIRCI DI VIVERE !!!!
    ti abbraccio forte

  308. Luna Blu dice:

    Kate io penso che noi non viviamo perchè siamo indispensabili a qualcuno…ma spesso non sappiamo di essere indispensabili a noi stessi…cioè ognuno di noi deve vivere per se stessa innanzi tutto..poi vengono gli altri
    …ma quanti anni ha tua mamma? Che cosa non va nella sua salute?
    Ma tuo padre non faceva nulla? L’hai portata tu all’ospedale? Quindi sei riuscita ad uscire di casa anche se non ti lasciano?

    Tua sorella è la tua gemella? Non essere dura con lei…penso che le dipendenze siano più forti della nostra volontà troppo spesso…

  309. fabi dice:

    ciao luna blu, passerò il natale a casa di un amica, la bimba sta con il papà quest’anno, invece a capodanno sta con me.
    Mia mamma non ci sarà….e devo dire che questo mi aiuterà…..passare il natale con lei l’anno scorso è stato distruttivo….non ha fatto altro che notare quanto ho mangiato e il 25 lo ha detto a tutti i miei parenti. Quest’anno però sarà meglio.
    e tu con chi stai?

    un bacio e buon pranzo tra un po vado a correre:O)

  310. fabi dice:

    ufff le faccine non mi escono

  311. Luna Blu dice:

    Mary giò mi dispaice saperti in questi attimi di sconforto…ma non so cosa dire epr farti sentire meglio…penso di capire che cosa stai vivendo…
    Ma non ti arrendere!

  312. Luna Blu dice:

    Certo tua mamma un po’ di sensibilità?
    Ma come si fa a trattare una figlia così..io sarei morta di vergogna al posto tuo!
    Se mi consenti…che stronza!

    Io non so ancora se passero il Natale con il mio fidanzato in Toscana dalla sorella di lui (lì la situazione è molto triste)…però il posto è bellissimo…il punto è che se lo lascio andare da solo ho paura che il mio fidanzato si passi un natale molto triste…almeno con me stà meglio…almeno spero sia così…a me sembra così…

    Se non vado resto qui a pulire casa…poi vado dai miei e vado a ballare…ancora tutto in forse cmq…

  313. fabi dice:

    ti consento, ho sofferto molto.
    quest’anno però per fortuna parte)))
    a dopo

  314. Eikichi Onizuka dice:

    Mi piacerebbe poter dire una parola di conforto ma non sarebbe credibile….e forse sarebbe fuori luogo,fatto sta che mi sono reso conto che niente mi riesce come prima,leggo nelle vostre parole il dolore che state provando ma è come se mi allontanassi quel tanto che basta per essere solo un semplice spettatore..come quelli che non hanno sofferto e si limitano a guardare….
    Vorrei proprio capire il perchè di questo…non ha nulla a che vedere con il battibecco avuto con Chiara,voglio precisarlo a scanso di equivoci..
    Forse sarà un modo inconsapevole per difendermi,forse ho la mente occupata da altri pensieri e non riesco a concentrarmi se non solo su quelli..forse perchè io stesso non sto bene e sono arrivato al punto che ripetermi “devo andare avanti” non mi basta…ormai ho assimilato questa fase e devo passare al livello successivo..
    L’unica cosa certa è che oggi me ne rimango con il mio mal di gengiva che quasi fatico a parlare e con la pioggia che sta cancellando la neve di ieri..
    Passate una buona giornata!!

  315. Lea dice:

    Ciao,
    mamma mia quante cose avrei da scrivere!
    dovrei uscire per quel famoso regalo al mercatino ma qui piove e non so se si farà. In ogni caso
    Brava Kate! sei stata davvero forte a soccorrere tua madre con tutti intorno che restavano a guardare, brava davvero! complimenti. Ricordati sempre che nel caso non te la sentissi puoi sempre chiamare il 118, e se anche abiti in un luogo isolato, dalla centrale c’è chi ti segue e ti da indicazioni mentre attendi l’arrivo dei soccorsi, ok? Magari un giorno entrerai anche tu fra i volontari?.. mai dire mai

    Mary gio, quando ti prendono questi momenti di tristezza e sconforto trova un modo per disinnescarlo. A me aiutava molto (e aiuta tuttora) infilare il giubbotto ed uscire a camminare, anche se fa freddo. Andare per strada, guardare le vetrine illuminate, telefonare a un’amica. Pian piano, mentre la morsa allenta la presa, ti accorgi che dipende in buona parte (non ho detto tutto) da te, e che tu puoi farti stare meglio con la stessa semplicità con la quale ti getti nello sconforto. Ricordati che puoi imparare a gestire la tua realtà mentale, quella che ti crei e che ti fa stre peggio dei fatti stessi. La realtà effettiva

    Vorrei ribadire un attimo una cosa. I genitori che vi vedono non mangiare, che vi vedono magre, o che vi scoprono vomitare, nella maggior parte dei casi sono genitori che soffrono e che tentano di reagire (spesso sbagliando) ad una situazione che non conoscono e non capiscono. Voi che cosa fareste?
    Provate ad invertire i ruoli. Quello che esce da qui potrebbe anche essere un’idea, un suggerimento

    Quando una delle amiche di cui ho parlato iniziò ad ammalarsi, sua madre chiamò a casa mia e mi disse “Lea, tu non hai notato niente di strano? guarda che è malata! è una malattia! una cosa da psicologi! bisogna portarla!..forzarla!”
    “Signora” le dissi “Lasci stare un secondo il discorso psicologo.. e soprattutto non la aggredisca.. prima provo a parlarle io e a convincerla ad andare da un nutrizionista”
    Così fece. Per me l’importante in quel momento era evitare l’ennesimo scontro madre figlia. Rapporto già difficile
    Quando entravo a casa sua le scene erano sempre, lei davanti ad uno specchio che si vestiva. i genitori attorno che non sapevano se piangere, arrabbiarsi o dirle “Guarda che bella, che bene che stai!” diventando così gli amici di turno.. ingraziarsela, punirla .. forse aggredirla?
    ERA IL CAOS
    E sapete cosa mi raccontava lei sul divano quando veniva a trovarmi..?
    “A Lea! sai quanto peso adesso?.. no, non te lo dico neanche guarda…
    Lo sai che ieri mia nonna mi correva dietro con il piatto!! ha ha ha!
    perdo un sacco di capelli Lea?? ma cos’è?”
    Chiusa parentesi

    Luna Blu, hai detto una cosa vera. A volte non ci rendiamo conto di essere indispensabili a noi stessi. Su questo posso essere d’accordo. Riguardo al tuo fidanzato, io lo lascerei andare dai suoi, anche da solo, se lui ha una mezza idea di farlo. Sai perchè? perchè deve imparare a gestire le sue emozioni senza il tuo aiuto. La vuoi anche tu accanto un domani una persona forte che sappia aiutarti nei momenti difficili, o farai sempre tutto tu? non renderlo psicologicamente dipendente da te Luna, così gli fai un favore. Poi non conosco la situazione e magari mi spiegherai che non è assolutamente così la faccenda. Ma permettimi di ricordarti che anche tu hai e avrai dei bisogni.
    Questi potrebbero essere molto più impegnativi da soddisfare di quelli che hai oggi. Poi ti parla una single, quindi fai pure tutte le valutazioni del caso.
    Quando sono invadente so di esserlo. Non sono mai in un modo o in un altro a caso. So cosa rischio. Non sono entrata morbida in questo blog dal primo post. Chi si comporta così è maggiormente esposto a critiche. Succede in tutti gli ambienti. Non preoccuparti, ti ho già detto quello che penso in proposito

    Gabriele, bel post. Sei un ragazzo molto profondo, come si fa a non stupirsi?
    Io credo le emozioni siano sensazioni fisiche interpretate dalla mente.
    Tu come me osservi e tenti di descrivere la parte cosciente, quella che puoi sentire e descrivere. Sei un pò la cavia di te stesso, anch’io faccio così!
    Ho cercato sul dizionario..
    Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta dall’ organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l’equilibrio

    DOTTOR PICCINI? Lei ha possibilità di postare qualcosa in proposito?
    Se non ha possibilità non importa, grazie lo stesso

    Volevo anche dirti Gabriele che secondo me la fase nella quale sei è fondamentale. Quando sei vicino al cambiamento, ti isoli mentalmente e arrivi alla resa dei conti con te stesso. Non più “devo farlo, forza, coraggio!” quello arriva prima. In seguito diventi improvvisamente concreto, t’incazzi (passaggio fondamentale) e Fai.
    Dal battibecco con kiara hai sicuramente imparato qualcosa. E cioè che non sempre le persone sono nelle condizioni di poterti dare quello che tu vorresti per te stesso in quel momento. Non so se mi sono spiegata. Ad ogni modo io non affretterei un giudizio basandomi su questi 10 giorni. Non dire cose di cui potresti pentirti e ricordati invece quello che ha fatto. Trova quello che ti manca dentro te stesso. Poi cerca gli altri

    Passo da Veggie e poi vado!
    Ieri sera tutto bene. Credo di essere stata quello che cercavano. Abbiamo vagato per il centro con i cappelli di Babbo natale in testa. sapete quelli che si illuminano? lo hanno regalato a inizio serata e dovevamo tenerlo in testa. Insomma delle vere suffragette!
    Quando sono tornata alla macchina, non so perchè, acceso il motore non partiva. schiacciavo il pedale ma niente!
    Ho provato e riprovato!
    Solo dopo mezz’ora mi sono accorta di avere il cambio in folle..

    Non rileggo ciao a tutte!

  316. Luna Blu dice:

    Ciao Lea…cavolo sei brava però…questa cosa che scrivi a Gabry…
    “E cioè che non sempre le persone sono nelle condizioni di poterti dare quello che tu vorresti per te stesso in quel momento” secondo me proprio azzeccato..io non avrei saputo esprimermi meglio…

    Lea la situazione della famiglia del mio fidanzato è molto delicata…qui non mi va di scriverla ma se vuoi lo posso fare in privato se mi lasci una mail…a volte non so io stessa come fare per amarlo e aiutarlo…

    Cmq sei un’ottima analista..meglio di una vera ;-)

  317. Eikichi Onizuka dice:

    Lea hai ragione….in questo momento le giornate sono piene di dubbi riguardo al mio futuro,non riesco a capire in quele direzione mandarlo e come fare…ho davanti a me un muro e non riesco a scalarlo…non riesco neppure a vedere cosa c’è dall’altra parte…..le due situazioni che ho descritto ieri sera (l’isolarsi anche quando hai persone intornoa te e farlo camminandoda solo al buio)sono state gli unici momenti in cui mi sono sentito parte di me,ho sentito emozioni…invece nel pomeriggio tornando a brescia ho avuto solo problemi…ho perso una persona dopo 14 di amicizia (non è morto)oltre a questo la mia famiglia si aspetta sempre qualcosa da me,sempre il massimo…ringrazia questo,ringrazia quello,fai il possibile per…fai l’impossibile per….e la questione è sempre quella…dover dare,l’anima,i soldi e le mie energie….posso anche sbattermene…ci riuscirò prima o poi ma le responsabilità che gravano su di me non le posso cancellare…non mi sento libero,non mi sento felice,non mi sento me stesso!!!

  318. kate dice:

    Per portare mia mamma all’ospedale sono stata costretta a uscire, nonostante avessi mangiato e avevo voglia di vomitare. Ma dovevo farlo, solo che un pò stava male lei, un pò mia sorella faceva scenate da ubriaca, nessuno si è accorto che io sono stata tutto il giorno accanto al suo letto a controllarle il lavaggio… Stamattina avevo gli occhi gonfi, rossi e lividi, sono andata a comprarle le medicine e poi a fare la spesa…
    Ma mi sono persa di nuovo, ho cominciato a bere… Non ho esagerato, ma l’ho fatto ugualmente. Forza Gabry, non sai che darei per poter camminare nella neve, da sola, al buio… e nel silenzio più assoluto…. Grazie a tutte, Lea, Lunablu. Giula, Mary gio, vi voglio bene

  319. Eikichi Onizuka dice:

    Ciao Kate….
    sono stata costretta a uscire, nonostante avessi mangiato e avevo voglia di vomitare
    sono stata tutto il giorno accanto al suo letto a controllarle il lavaggio
    sono andata a comprarle le medicine e poi a fare la spesa…
    mi sono persa di nuovo, ho cominciato a bere… Non ho esagerato

    Hai visto quante cose sei riuscita a fare nonostante tutto!!!

    non sai che darei per poter camminare nella neve, da sola, al buio… e nel silenzio più assoluto….

    Quanto ti manca per fare anche questa?….quello che hai detto a me lo rivolgo a te..Forza Kate.

  320. kate dice:

    Peccato che da me c’è sempre il sole altrimenti lo farei……ho voglia di uscire, a minuti torna mia sorella e non ho proprio voglia di vederla dopo quello che ha fatto ieri. Ma devo vedere come devo fare, o con i miei, ma mia mamma non sta bene, o se ce la fa vorrei andare al cinema, mi hai ispirato Gabri, magari fanno il film che dici tu…. Vado a veder su internet

  321. Eikichi Onizuka dice:

    Stavo guardando il sito del multiplex che c’è qui vicino,domani esce Ultimatum alla Terra con Keanu Reeves e visto che mi interessa andrò a vederlo ma per evitare il casino di gente che ci sarà sicuramente la sera,andrò allo spettacolo delle 14.30….il massimo sarebbe essere l’unico in sala!!sai che bello.Cmq il film che ho visto ieri mi è piaciuto molto,pe nulla noioso e DiCaprio ha recitato benissimo….

  322. Giulia dice:

    kate, ho letto ora quello che ti è successo ieri e come hai saputo affrontare la situazione, e sai la prima cosa che ho pensato? Che hai avuto TANTO CORAGGIO. Hai saputo stare accanto ad una persona anche sapendo che si può perdere il controllo per l’emotività(è tua mamma, quindi il pensiero di poterla perdere è ancora più insostenibile!)….sono sicura che sei una ragazza molto forte e dentro di te hai tanto da donare agli altri…..
    Chi soffre dei nostri disturbi ed è propenso alla depressione è molto spesso dotato di una sensibilità particolare che lo rende incompreso alla gente….almeno questo è quello che mi è sempre capitato personalmente: dopo tanto tempo sento ancora che le persone possano capire poco o nulla del turbine caotico che ho dentro….
    comunque facci sapere come proseguono i prossimi giorni….ti mando un bacio

  323. kate dice:

    Ciao Giulia mi si stanno chiudendo gli occhi,scusami, grazie tvb

  324. Luna Blu dice:

    Bene Kate..allora mi sembra di capire che puoi uscire di casa ;-)

  325. giada dice:

    Mi sono firmata giada, perchè quello è il colore dei miei occhi, un colore luminosissimo tra il verde e il giallo di occhi che Ana e Mia hanno cercato di spegnere.
    Ho quasi 30 anni e non riesco ancora ad accettare il mio corpo e a volte mi chiedo se mai lo accetterò…
    Da 10 anni combatto con queste malattie.
    Sono una DCA, una disturbata del comportamento alimentare..già, ma cosa vuol dire tutto ciò? Penso che non sia il mio comportamento alimentare ad essere disturbato, ma che sia diturbata l’immagine che ho di me.
    Da 10 anni il mio peso varia dai 40 agli 80 Kg..e il colmo è che non mi piace mai l’immagine che si riflette nello specchio. Non mi piace quando porto la taglia 50 e non mi piace quando porto la taglia 38….E’ qui che sta il problema!A volte ho l’impressione di combattere contro i mulini a vento, contro un fantasma che è dentro di me.
    Una cosa è certa: anoressia, bulimia e binge mi hanno disrtutto la vita!
    Da poco mi sono operata per un tumore alla tiroide ed ho affrontato un ciclo di radioterapia…e non mi ha fatto paura, ho vissuto tutto in serenità..e so il perchè..perchè nulla mi ha paura più del demone che mi prende quando decido di non mangiare, nulla mi spaventa più di quella forza sovrannaturale che mi domina e che non mi permette di smettere di mangiare, niente mi annienta più della tazza del bagno piena del mio vomito misto a sangue e lacrime!
    Ed è tutta colpa mia e del mio stupido gioco malato di voler essere accettata se ho avuto il tumore..
    Le mie ossa sono fragili e malaticce, il mio stomaco e il mio intestino sono in condizioni pietose…e grazie ad Ana e Mia, nonostante faccia qualsiasi dieta, non riesco più a perdere peso, perchè il mio corpo che è più intelligente di me si rifiuta di passare di nuovo l’inferno e cerca di impedirmi di fare le solite sciocchezze.
    Sono brillante, intelligente ed ho un bellissimo viso a detta di tutti..e allora perchè io non ci credo? Perchè quando mi guardo allo specchio vedo solo un ombra che vuole riunirsi al proprio corpo?
    Parlano di 10 comandamenti, parlano di distruzione dell’essere..e mi chiedo se queste malattie facciano anche diventare cattivi..
    Sapevo che si diventa bugiardi, ma non pensavo che si potesse anche diventare malvagi, perchè è di malvagità che si tratta.
    Non mi sognerei mai di dire ad un’altra persona di ammazzarsi..e allora perchè alcuni lo fanno?
    Sono stanca di tanta indifferenza al problema e sono stanca di vedere prima le modelle anoressiche sulle passerelle e poi sentire la gente additarle come fenomeni da baraccono.
    I pregiudizi possono uccidere più di una pistola..e i prototipi che ci vengono sottoposti sono delle offese all’intelligenza umana.
    Perchè in televisione si vedono solo persone filiformi e scolpite nella loro magrezza? Perchè magro è bello e grasso è simpatico?
    Chi ha stabilito queste regole?
    Non è forse quello che uno ha dentro quello che conta?
    A volte penso di no, ma nonostante tutto combatto!Sto facendo di tutto per guarire, perchè ho paura di morire troppo giovane, senza aver vissuto e senza essere diventata madre, o ancor peggio ho paura di non poter più avere un bambino o di fare diventare mio figlio orfano, perchè ha una mamma troppo stupida per smettere di farsi del male.
    Perchè noi Dca inevitabilmente diventiamo autolesionisti..ed io ne porto addosso le cicatrici, sia materiali che immateriali…
    Ho paura, ma la paura mi rende coraggiosa.
    Perchè ora so che la vita è un bene troppo prezioso per poterlo buttare via e so che solo dalle cadute più catastrofiche si deve ripartire e rialzarsi.
    IO ci sto provando, pur non sapendo se ci riuscirò mai..e vorrei che anche altre persone che vivono il mio dramma possano fare altrettanto.

  326. giada dice:

    Ciao Ana,
    ti ricordi il giorno che ci siamo incontrate?
    Io non lo ricordo più, mi sembra di essere tua amica da sempre..Sono anni che mi sei vicina e devo dire che non mi hai mai abbandonata…sei proprio una vera amica!
    Quante belle esperienze mi hai fatto vivere, indimenticabili!
    Ti ricordi della prima volta che ho digiunato?
    Si che lo ricordi, è stato allora che mi giurasti fedeltà…ma all’epoca ancora non credevo in te. Col tempo però siamo diventate sempre più intime e per dimostrarti quanto bene ti volessi, facevo tutto ciò che tu volevi…e tu mi aiutavi ogni giorno di più!
    Mi aiutavi a distorcere la mia immagine allo specchio, mi facevi vedere quanto fossi grassa e mi dicevi che se non perdevo qualche chilo, nessuno mi avrebbe accettata, nessuno tranne te.
    Ed era per il mio bene che mi facevi digiunare e mi facevi correre e sudare.
    Quanti capogiri..ma tu, saggiamente mi facevi sentire che quella sensazione era positiva, si perchè stavo bruciando le calorie di quello yogurt magro che avevo ingerito…
    Ti ricordi quando andavamo in giro a deridere la gente al supermercato, che riempiva i carrelli di cibo, di quell’assurdo veleno che distrugge il fisico e la mente? E di quando entravamo nei ristoranti per essere disgustate dalla roba ingurgitata dalla gente? Si, Ana, mi hai sempre aiutata a capire che la gola è il peccato più grande che si possa commettere.
    Cara Ana, ti sono riconoscente per quella volta che mi hai accompagnata in ospedale..e neanche lì mi hai abbandonata.
    Quanto mi hai stimolata ad essere perfetta, a primeggiare in tutto..ed ogni volta che sembrava vicina quella fantomatica perfezione, mi mettevi in guardia dicendomi che la meta era ancora troppo lontana, “ancora un paio di chili”, mi ripetevi, anche quando di chili ne avevo perso 40..mi dicevi che sarei stata più bella se avessi portato la 38, anzichè la 40 e quando giunsi alla taglia 38, mi regalasti una magnifica 36!
    Un giorno mi dicesti che volevi andare via, ma mi consolasti così:”sarà per poco, devo far compagnia ad un’altra amica che è in difficoltà.NOn preoccuparti, nel frattempo di te si occuperà Mia”
    E così fu!
    In effetti Mia era molto più simpatica di te. Mi permetteva anche di mangiare, mi faceva riempire lo stomaco fino allo sfinimento e poi mi faceva giocare allo svuotamento! Con Mia giocavo, ma con te no!
    Lo sai, Ana, che quando sei mancata in quel periodo, Mia mi ha insegnato tanti trucchetti per non dare nell’occhio? E lo sai che mi ha insegnato a vomitare sangue?
    Si, Ana, mi hai suggerito una grande amica ed è per questo che ora siamo tre sorelle inseparabili!
    Solo una volta abbiamo litigato e per un pò non ci siamo viste..in quel periodo sono diventata bruttissima, ho rimesso tutti i chili che avevo perso..ma per fortuna, Mia che era meno orgogliosa di te mi ha perdonata ed è venuta in mio aiuto..e dopo un pò hai dovuto cedere anche tu, perchè in fondo mi vuoi un mondo di bene!
    Mi hai istruita bene bene a dire bugie e ne sono orgogliosa..si, perchè tutte le cose belle che prima ho scritto su di te, in realtà erano bugie!
    Io vi odio brutte puttane!
    Vi odio, mi avete distrutta nel corpo e nella mente!
    Mi fate schifo assassine che non siete altro!
    E siete fortunate, perchè per voi non esiste il carcere!
    Ma nella mia legge, io vi infliggo la pena di morte.
    Farò di tutto per distruggervi, vi cercherò in ogni dove e quando tenterete di far del male a chi come me vi ha conosciute, vi infliggerò colpi tremendi, fino a quando vi porterò alla ghigliottina!
    E sarà allora che esulteremo, noi povere vittime di voi misere bestie!

  327. Luna Blu dice:

    E sarà allora che esulteremo, noi povere vittime di voi misere bestie!

    questa frase è proprio piena di rabbia!

  328. Eikichi dice:

    Mi ritrovo con un dubbio atroce….devo cedere o resistere?
    Il pensiero di non mangiare in qualche modo mi gratifica,ripeto a me stesso di non farlo,ho fame è questa la verità ma sedermi a tavola sarebbe solo un dispiacere….capite?Si che capite,ieri ho mangiato,niente cibi grassi “solo” 900-gr di carne macintata…cruda,stavo male,mi facevo schifo,non l’ho guastata affatto,non mi è piaciuto il sapore e non mi è piaciuto come stavo dopo…mi sono addormentato presto per poi svegliarmi con mal di testa e pesantezza…oggi mi sono pesato e quasi peso meno di ieri..65.5kg…il mio primo pensiero è stato “Wow sono salvo ma la prossima volta non azzardarti a mangiare così tanto”…la prossima volta è arrivata…no non mangerò oggi,non voglio cedere,a cosa non lo so ma non voglio sentirmi schifoso,nè dopo,nè domani.Prenderò come sempre la solita confezione di minestra di zucca…190 calorie…e amici come prima…dove sei andata?che fine ha fatto la mia vita normale…che palle questi pensieri sbagliati sul cibo,riuscissi a fregarmene sarei contento…invece no.Beh ora vado..

    Luna Blu la mostra è saltata perchè il treno partiva troppo tardi e non sarei riuscito a vederla in tranquillità.Andrà meglio la prossima volta!

  329. Valentina dice:

    Cara anoressia,non ANA come ti chiamano molte,ho aspettato tanto il momento di scriverti,ma solo ora ne ho il coraggio.
    Non sei un’amica,ma un mezzo di autodistruzione che sempre più mi logora e mi fa stare tra la vita e la morte.
    Ma tra me e te la più dura sono io,vincerò anche questa sfida per tornare la ragazzina un po’ maschiaccio e allegra di sempre.
    Ti odio perchè riesci a impedirmi di non mangiare per giorni,settimane..ed io ho fame sempre di più.Dicono che non esiste persona più affamata dell’anoressica e non c’è cosa più vera.
    Anoressia,lasciami in pace,valentina vuole vivere,avere una vita felice e con te che come un demone ti sei infilata nella mia testa da adolescente,non ci riesco.

  330. anna dice:

    CIAO A TUTTI..LEA CHIARA GABRI CARISSIMI..
    TRA UN PÒ L’EPIFANIA TUTTE LE FESTE PORTA VIA..
    E PURE GABRI SE NE È ANDATO VIAA!
    MI VIEN DA DIRE POCHE COSE IN MERITO AI VOSTRI POST LETTI..NON SO COME E PERCHÉ,MA QUANDO SIAMO FRAGILI LE PAROLE POSSONO SEMBRARE COLTELLI,AFFILATISSIMI,E PURE I SILENZI POSSONO PORTARE ALCUNE PERSONE A TROVASSI IN SERIE DIFFICOLTÀ, ALCUNE VOLTE POSSONO manifestarsi DANNI IRREPARABILI.
    UN BACIO A TUTTI…

  331. anna dice:

    sono se riesco, presente sull’ultimo articolo del blog.
    ho il dito pollice ke fa fuoco..e dove ci son meno pagine da far scorrere riesco ad entrare con più facilità.bacioooo

  332. dayana dice:

    Scorrono le onde del mare con la stessa delicatezza del suono di un violino. Corro tra la sabbia umida aggrappata ad un cavallo bianco, mentre il chiarore della luna copre lo splendore del tramonto, che si perde con i sussuri del vento. Ancorata, a quella maestosa criniera, ammirò la leggerezza dei gabbiani, che con le loro ali raggiungono cime che noi uomini possiamo solo sognare. Eppure, sentire la sinfonia delle sirene rischiarate dagli angeli di quel paradiso, lassù, va oltre l’immaginazione umana.
    Angeli, privi di ali, che possiedono solo un’aureola che illumina la Terra, e racchiudono memorie e speranze future. Mentre loro ci osservano, me ne sto seduta, qui, in questa panchina in mezzo all’oceano, cercando di riposare l’anima infranta da un dolore inguaribile. In piedi come su un’asta cammino sull’acqua, intorno a me mille farfalle, e con le labbra bagnate dalla brina respiro, perchè in quegli abissi l’ossigeno era finito, lì la morte mi stava trascinando via.
    Così appoggiata su un’altalena di soffici piume parlo alla Luna, la madre degli spiriti vaganti, dei fantasmi, dei lupi che la aspettano notte dopo notte, con tanta impazienza. Spicco il volo verso un giardino di rose, che sta proprio dietro l’ultima aureola, in una dimensione dove i sogni e i ricordi prendono forma. Annusando una rosa profumata mi accorgo che, qualcuno mi osserva. Una figura malefica che non vede l’ora di appropiarsi del corpo fino a risucchiarmi l’anima. Uno sparo. Eccolo quel proiettile, la maledizione peggiore che infestato la mia vita per un periodo ancora indefinito. E’ così straziante, così tremendamente scioccante…………………………….

  333. SUSANNA dice:

    Caro cibo,
    lasciami in pace
    mi inseguivi alle feste quando ero piccola
    mi tormentavi negli sguardi dei miei genitori
    ti ho odiato, ti odiav o, sei diventato la mia croce.
    Quando per colpa tua io non avevo voglia di esistere perché
    occupavo troppo spazio nel mondo. Perché la mia presenza era ingombrante
    e la gente mi guardava e facevo pena. Volevo sparire. Scomparire.
    Ti sei preso la mia vita, possiedi i miei pensieri
    e ti apposti di notte nel mio orecchio quando io cerco di dormire. E se non ho mangiato perché volevo sfidarmi sei li, e mi dici che a colazione ci rivedremo presto, che il tempo passa veloce.
    Quando mi sveglio, non è mattina e nn riesco a dormire mi dispero perché la colazione è lontana. Io lotto contro di te che mi chiami.
    Perché tu lo sai, io ti adoro, mi piace prendermi cura di te.
    Quando facciamo l’amore ed io decido come vestirti.
    Quando diventi un biscottino frangrante o una torta profumata, quando ti impasto e poi ti metto nel forno. Quando leggo i libri per sapere come renderti felice e buono.
    E quando ti ho reso bello e buono ti regalo agli altri, ti porto via dai miei occhi e dalla mia bocca, perché tu non possa farmi del male.
    Perché io non possa sentirmi uno schifo di nuovo a causa tua. Appicciata al suolo, in trappola in un corpo troppo pesante.
    Io ti amo e ti odio caro cibo,
    lasciami in pace, vattene via, ti prego, perché non posso essere una persona normale!? Perché tu ed io non possiamo comportarci come tutte le altre coppie!?
    Tu mi violenti ogni giorno…

  334. Baby Tweens dice:

    Senti cara “amica” mia…vattene, è una realtà difficile, parlo a nome di centinaia di ragazze con il mio stesso problema…fammi vivere, sparisci, ti 6 intromessa nella mia vita…troppo cruda la realtà…ragazze aiutiamoci a vicenda…io personalmente voglio uscirne fuori al più presto:(

  335. Angelica dice:

    Cara.. cosa.. esatto.. cosa… e cosa sei? non lo so neanchio…. e voglio saperlo… voglio sapere cosa sei, voglio capire, piu a fondo, sepmre piu affondo…. e perche? perche hai scelto me? io voglio solo essere magra come ogni ragazza, eppure tutte ce la fanno e tu brutta cosa stupida me lo impedisci!!! sei una stronza!! io non chiedo niente non chiedo nient’altro di essere magra, nient’altro, e appena riesco a perdere quei 3 -4 kili tu me li fai riprendere! vattene via vattene!!! io non voglio piu vederti, non voglio piu essere sottomessa da te!! dalle “fami” che mi fai venire! quelle orribili… in cui mi fai diventare un obesa!!! in cui mi fai stare male al punto da vomitare!!! e mi vengono i crampi e sto male io sto solo male! tutto quello che ti chiedo è di lasciarmi in pace, di non farmi venire piu fame, o vergogna… e di togliermi quest’ossessione che mi perseguita, io non ce la faccio piu io non ti posso controllare ed oramai è cosi, non posso mandarti via perche sei stata parte della mia vita da troppo. e perchè in fondo ti odio, ti odio perche ti fai volere.. io non ti amo e non ti voglio ma ho bisogno di te e per questo ti odio!! sei una droga, a cui sono dipendente, un parassita a cui mi sono affezzionata e non importa quanto io ti voglia allontanare.. tu ti fai sempre rivedere.. anche quando penso che non ci sei piu…

  336. tritarifiuti dice:

    ero giovane e fragile e tu eri già li a covare nell’ombra..
    certo ero un pò rotondina in confronto alle altre, e il mio adorato cristian mi chiamava culona… non capivo che mi prendeva in giro perchè gli piacevo,io avvertivo solo vergogna e disprezzo..e lui era cosi bello…
    ma il nostro incontro venne dopo,nel momento peggiore …e per questo ti odierò per sempre. ti ricordi l’incidente? era il 25 aprile 96, in un attimo stava per concludersi la mia vita…un frontale in curva,e io non avevo ancora la patente..
    quando mi svegliai dopo un paio di giorni,scattò la molla iniziale..
    per fortuna non mi ero rotta niente…così dicevano i medici,mi ero solo sbragata la faccia!! per dieci giorni non mi hanno fatto specchiare .. sentivo solo bende,punti,denti rotti e la certezza di essere sfigurata. stavo morendo dentro,vedevo le persone intorno a me soffrire e mi ripromisi che non sarebbero più stati male a causa mia,così quando gli amici mi venivano a trovare giocavo e ridevo e loro erano un pò sollevati…funzionava.
    cristian però non venne,in venti giorni non riusci a farsi dare una licenza e io morìì ancora un pò.
    ormai continuavo a pensare che dovevo trasformare il mio fisico..doveva diventare perfetto cosi avrei compensato a quello che mi era successo alla faccia…e gia da quando ero ancora in ospedale cominciai a guardare ossessivamente qualsiasi rivista femminile,diete,moda ginnastica…
    il buco che avevo in fronte avrebbe richiesto anni e interventi, il buco che avevo dentro era già la tua tana,li ti sei infilata e li sei rimasta fino ad ora che di anni ne ho 31.
    sapessi quante cose sono cambiate,ogni tanto ci penso ma non te le ho mai dette… quando sono dimagrita cristian è tornato da me,ma io avevo già un altro ragazzo..dalla delusione si è cercato nuovi amici e ha cominciato a bucarsi. mi sono sempre sentita colpevole.. e anche gli amici lo dicevano…
    ma io ci sono sempre stata perchè gli volevo bene,in galera ,ai domiciliari ,a portarlo a casa quando era troppo fatto… dopo anni andò in comunità lontano da casa.. ma io gli scrivevo sempre. dopo altri anni,quando arrivò a un buon punto di recupero avava il permesso di telefonare e più avanti ancora di tornare a casa un giorno al mese…stava di nuovo bene.. finchè un paio di anni fa era pronto per tornare nella sua città natale. radunavo gli amici,uscivamo per l’aperitivo..cercavo di fare in modo che non si sentisse solo dopo così tanto tempo..e conobbe una ragazza…finalmente…se lo meritava.. ma lei, gelosa di me, gli impedi di frequentarmi.
    lui lo fece, e non l’ho più visto ne sentito.
    sai perchè ti racconto queste cose? perchè tutto è comiciato con lui e guarda come si è comportato con me…quando eravamo ragazzini gli ho offerto il mio amore, poi è diventata amicizia,fratellanza,appoggio… pensa che quando ha superato la tossicodipendenza gli ho scritto di te in una lettera..ma a lui non ha importato… non mi ha mai chiesto niente…e poi è bastata la prima ragazza per far si che mi accantonasse ,dopo un decennio di sofferenze condivise!!!
    E IO E TE SIAMO STATE INSIEME COSI TANTO TEMPO PER QUESTO?!?!
    sono proprio locca, e tu bella è ora che smammi perchè mi hai proprio rotto le palle… te e lui! ti sei presa i miei anni migliori,non avrai anche gli altri.

  337. Eikichi dice:

    Non ho ancora letto Silvia ma sono curioso…
    Come mai già sveglia?Ti aspetta una giornata pesante?

  338. tritarifiuti dice:

    no lavoro stasera, io mi sveglio sempre presto…adesso vado in palestra..

  339. Eikichi dice:

    Io mi sono svegliato verso le 2.30 e non sono più riuscito ad addormentarmi…ora ho un pò mal di testa,se mi impasticco ancora un pò,tra lassativi,pastiglie bruciagrassi e antidolorifici non mi passerà più niente…
    Sto facendo la borsa per andare a Genova..che rottura,non ne ho voglia!!!ma mi tocca!!
    Buona Palestra..

  340. simo dice:

    ciao a tutti buona giornata , Gabri allora vai a GENOVA? ma se non ne hai voglia lascia la stanza e trasperisciti dove stai meglio con te stesso , a piu’ tardi tesoro buona palestra

  341. Eikichi dice:

    Ciao Simo,parto dopo pranzo,penso verso le 14.00.
    Se potessi trasferirmi dove sto meglio,credmi l’avrei già fatto…..purtroppo non è così semplice….anzi forse si,basta organizzarsi!!

  342. Sissy dice:

    io voglio provare a scrivere la lettera alla malattia…..

  343. KITTY dice:

    cara 2 amiche nemiche… sono qui ad implorarvi di lasciarmi in pace xkè non ne posso più del vostro egoismo…io ho quasi perso la mi vita per non tradirvi e adesso che cosa ho in cambio da voi? una continua persecuzione che io non vi chiedo più… è stato bello, brutto, difficile ello stesso tempo terribile ascoltarvi, essere sottomessi alle vostre regole… ma adesso basta… io voglio vivere e voi non siete vive… siete soltanto una brutta immagine che le persone come me cercano per trovare un appoggio… appoggio che poi si rivelerà irreversibile….

  344. Margherita dice:

    Sono capitata su questo sito per caso, cercando di informarmi su qualcosa che io chiamo Mostro, non sapendo se sia giusto chiamarla bulimia.
    Ho iniziato a spulciarlo un po’, e questo post della lettera mi tenta. Non so se devo iscrivermi da qualche parte per lasciare un commento… io scrivo.

    Ciao Mostro,
    sei tornato ancora, eh? Credevo di averti mandato via, ma tu ogni tanto vieni a farmi visita… e io non riesco mai a dirti di no. Soprattutto adesso, che mi sento così sola. Che dovrei dirti? “Bentornato?” Vorrei cacciarti, ma so che appena avrò l’occasione sarò io a cercarti. Ricordo ancora il nostro primo incontro… venivo da una tombolata da amici. Ho perso il controllo di quanto mangiavo. E nel bagno, mi hai teso la mano; abbiamo fatto amicizia davanti al water di mia zia. Da allora non ci siamo visti per un po’, saranno passati sì e no due mesi da allora. Poi… ti ricordi Andrea? Io sì, perfettamente. Il mio primo amore, quello che ha lasciato una ferita che sanguinerà per sempre. Ebbene, dopo uno – due mesi dal nostro incontro lo vidi all’uscita di scuola mano per mano con una ragazza. Era passato tanto tempo da quando avevamo smesso di parlarci, io e lui: dire a qualcuno che ero stata tanto male a quella vista sarebbe stato ridicolo. Tornai a casa, feci una doccia. E lì c’eri tu ad aspettarmi. A farmi passare una mano sui miei fianchi pieni, sulle cosce grosse, su quel sedere che non mi è mai piaciuto. E intanto mi sussurravi: “Non è mai stato sincero con te, nessuno ti vuole, sei orribile e sola. Hai solo me. Ti farò sfogare quando ne sentirai il bisogno, e intanto perderai tutti questi chili che fanno tanto schifo a chi ti guarda.” E come in un film dice Freccia in un’intervista sulla tossicodipendenza (“Radiofreccia”), anche io non mi sono chiesta il perchè di quello che facevo, ma mi sono chiesta “Perchè no? Lo faccio adesso, tanto per una volta non potrà succedermi nulla.” Ma non è stata una volta. Ero fidanzata da un mese, quando permisi a te, Mostro, di entrare nella mia vita. Questo ragazzo, dopo otto mesi in cui ha combattuto per me, mi ha lasciata… perchè mi amava, ma aveva paura di cosa ero diventata. Quando si metteva fra me e te arrivavo a cercare di picchiarlo. L’unica persona che mi amasse è fuggita da me per paura che mi ammazzassi. L’ho odiato per questo, gli ho dato del vile. Ma è passato tanto tempo da allora… lui non fa più male. Il fatto che mi avesse lasciata, comunque, mi ha dato la forza di prendere le distanze da te. Non volevo vomitare più, per renderlo orgoglioso di me. E dopo nove mesi di inferno, avevo trovato in me una forza da leoni che mi aveva aiutata a staccarmi da te. Mi mancavi, sì, ma mi appoggiavo a degli amici, al bisogno di volermi più bene. E dopo un po’ mi sono dimenticata di te. Ma è durato poco: dopo tre mesi ti sei rifatto vivo, e io ti ho accolto a braccia aperte. Ricordavo di aver visto la morte in faccia, ricordavo quel corpo in cui non mi riconoscevo più, quel volto che non era il mio, trasfigurato dal pallore, dalle occhiaie e da quello sguardo di paura e disperazione. Ma ti ho accolto di nuovo. E di nuovo mi sono aggrappata agli amici per mandarti via. Uno in particolare era diventato… non il mio confidente, ma proprio il mio confessore. E lui mi aiutò tantissimo, di nuovo presi le distanze da te. E adesso… il mio amico era tale probabilmente solo perchè gli facevo pena, adesso che stavo bene ero diventata un fantasma. Gli amici che inconsapevolmente mi davano forza? Anche loro spariti, uno ad uno, compresa quella che per me è stata una sorella dall’asilo fino a pochi mesi fa.
    E ieri mi sono sentita così sola… dovevo andare a una serata in discoteca, quella tradizionale della scuola. Sarebbe stato il primo anno; avevo comprato il vestito… bellissimo, ancora appeso nell’armadio. Avevo comprato il bonus. Ero entusiasta, facevo il count down dei giorni che mancavano.Il bonus l’ho regalato a qualche ore dall’inizio della festa. Sono rimasta a casa, ieri sera. Mentre i miei compagni di scuola ballavano in un luogo in cui avrei dovuto essere anch’io, e altri amici, quelli con cui ho furiosamente litigato qualche settimana fa, erano in una pizzeria a ridere come avevo fatto io fino a poco fa. Sono rimasta a casa, e a farmi compagnia c’eri solo tu. E mi hai tenuta stretta, quasi fino a togliermi il respiro, mentre vomitavo in una busta, nella mia stanza, con l’angoscia che entrasse mia madre.
    Vedi, Mostro? Evidentemente il problema sono io. Non so amare, se perdo tante persone. Non so farmi amare, se a nessuno importa se passo un sabato sera a vomitare l’anima. Mi sento una nullità, e solo tu riesci a farmi sfogare. Mi stai togliendo quanto ho di più prezioso, la voce: eh sì, Mostro, io canto. E tu mi impedisci di farlo. Mi zittisci, perchè non ami la vita e le emozioni che suscitano le mie canzoni. Mi fai credere di non essere capace di cantare, mi togli i brividi che provo quando lo faccio. Mi convinci che sei la mia unica valvola di sfogo e la mia sola compagnia. E io mi sento smarrita. E so già che adesso che non ho più nessuno, adesso che ho allontanato tutti, mi aggrapperò a te. Che mi basterà un niente per venire a piangere da te. Vorrei dirti “Vai via”, ma ora come ora non ne ho la forza.

  345. susanna dice:

    Ciao a tutti.Trovo l’idea d iscrivere una lettera al nostro male,davvero bella.Magari non cambierà le cose,ma un attimo di sfogo è pur sempre qualcosa,e chissà che non faccia bene anche a me,quindi perchè no….ci provo!

    Ciao mia cara,
    come ci si sente ad avere il totale controllo di qualcuno?Vorrei proprio saperlo,perchè da quando tu sei con me,io non sono più io,ma tu sei brava a gestire a modo tuo quella che una volta era la mia vita…..Sai farlo meglio di me,e ancora non capisco come riesci a far sembrare giusto tutto ciò che è sbagliato.
    Eppure so volerti bene,e anche se a volte mi fai paura,anche se a volte vorrei cancellarti per sempre…….poi alla fine senza te non ci so stare,e ti faccio tornare.Noi siamo come un amore sbagliato,ci facciamo del male,ma non possiamo separarci,e questo la gente non lo capisce.Qualcuno scappa da noi,qualcun’altro non ci vede proprio,e i rimanenti non capiscono che non possiamo vivere lontane.Staremo sempre insieme fino alla fine?Vorrei che fossi tu a rispondermi,perchè io ho paura di farlo,sei tu che sei forte,io no…non lo sono mai stata.
    Ma a volte succede che anche i più grandi amori finiscono,non si dimenticano mai completamente,ma finiscono.Ora non faccio altro che sognare di noi,e per quanto assurdo possa essere è l’unico pensiero che mi conforta.Ma un giorno forse,riuscirò a sorridere pensando ad altro,senza di te.Riuscirò a guardarmi allo specchio e a riconscermi anche senza te.I miei occhi torneranno ad essere solo miei,e tu non avrai più il controllo della mia mente.I colori torneranno a piacermi e ogni girnata avarà un sapore diverso.Se imparerò a volermi bene anche senza di te,forse riusciranno a volermene anche gli altri….Però non chiedermi se vorrei realmente tutto questo…Perchè ancora allo stesso tempo,ti odio e ti amo,e si racconta che in ogni caso l’amore vince su tutto.

  346. jes dice:

    cara bulimia….
    perchè, tu lo sai , mi sei cara come lo sono i miei occhi , le mie braccia, ed ogni altra parte di me.
    Oggi sono venuta a cercarti…come ieri…come tutti i giorni difficili.
    TU non mi hai mai respinta,mi ha teso le braccia e mi hai accolta nel tuo mondo di merendine e dolcetti,snak di ogni tipo,che mi fanno tornare bambina.
    Quella bambina triste con la mamma sempre ubriaca che puzzava di pipì,con quella mamma che non parlava e non guardava nessuno negli occhi…
    tu mia cara malattia,a tuo modo,mi hai fatta fuggire da lì.
    Dalla mia stanza mentre un padre snaturato veniva di notte a spogliare la sua bimba di 5 anni…
    mi hai portato via dai miei ricordi che mi fanno impazzire.
    Mi hai accolta ed inghiottita,hai anestetizzato il mio dolore facendomi il cuore di sasso.
    Ora mangio,mi consolo nello zucchero e nelle creme morbide,perchè questa è l’unica cosa che so fare per riempire il tempo.
    Forse però mia cara,mia dolce musa e salvatrice,dovevi dirmi che avrei vomitato tutto,si PROPRIO TUTTO…FINO AL SANGUE,ma che MAI SAREBBE USCITO IL MIO DOLORE….

  347. jes dice:

    Ciao MARGHERITA,
    se sei rimasta sola non è colpa tua,semplicemente gli altri non hanno capito….che stai male.
    Sai,è facile decidere di aiutare un’amica,ma è difficilissimo continuare.
    Io credo che i tuoi amici ti vogliano bene,ma che se stai così li metti a disagio.Chi soffre come te di disturbi alimentari può starti vicino,ogni volta che stai per abbuffarti o per vomitare,VIENI QUI.Noi ci siamo.Non sei sola e sono convinta che tornerai la ragazza felice che eri,tutte dobbiamo farlo,anche se è terribilmente difficile.Ciao,Jes

  348. Maria dice:

    Stronza di una malattia,
    adesso mi sento a pezzi e ti odio, in questi ultimi giorni ho mangiato di tutto, adesso sono triste, ho fatto di tutto per litigare col mio fidanzato, per via di come mi sento, mi sento vuota, senza prospettive, senza futuro.
    Che vita posso avere io?
    Come posso andare avanti così?
    non ho più mia sorella!!! il dolore è così forte che mi manca l’aria, mi manca la voglia di vivere.
    Tu sei arrivata qualche mese dopo che se ne è andata lei, e in periodi più o meno lontani fra di loro, ritorni, più forte di prima. e sono sola, sola, sempre sola ad affrontarti. già una psicologa mi lasciato al mio destino, quando forse stavo cominciando a fidarmi di lei. e semplicemente perchè ho saltato un paio di sedute! proprio una professionista! al mio ragazzo ho detto che sono guarita e lui la beve, non si accorge che il mio peso cambia continuamente. io sono stanca, cerco di essere a mio agio con gli altri, ma il mio comportamento col cibo è tremendo. i miei non ne sanno niente e probabilmente non stanno poi tanto meglio di me, anche a loro è venuta a mancare una figlia. quando ho provato ad andare da un dietologo bravo, non ho avuto il coraggio di parlare dei miei problemi, mi spaventavo del suo giudizio e quindi non è servito a nulla. adesso sto male, tutta la mia vita si basa su quando voglio bene al mio ragazzo, non ho altro, le soddisfazioni sul lavoro non sono nulla al confronto. e ne ho paura, se lui dovesse lasciarmi, mi crollerebbe quel poco di mondo che mi rimane, addosso.
    non lo auguro a nessuno.
    forse la depressione supera la bulimia.
    adesso non mi sento meglio, Maria

  349. vale dice:

    Ciao,
    è la prima volta che provo a scrivere di lei …è dura cavolo!!!!! Ho 25 anni, la prima volta che mi sono messa le dita in gola avevo 12 anni… ero robusta e volevo dimagrire l’ho fatto poche volte, pensavo fosse un piccolo periodo. A 16 anni ho deciso di mettermi a dieta, non ero robusta ero grassa ho seguito una dieta dura di quelle fai da te, ma mi piaceva troppo mangiare così eccoci dinuovo, io un bagno e le mie dita. Ho delle cicatrici sulle mani che non mi fanno dimenticare ciò che sono e quando penso di essere fuori ecco che ci ricado. Stasera ancora e oramai da tante sere… ma oggi è diverso ne ho parlato con Lui, il mio amore, ho paura di essere giudicata ora mi schiccia il pensiero che lui mi giudichi malata. Una parte di me sa che mi ama e che non mi giudicherà mai,ma c’è quel piccolo tarlo che mi uccide….Lei è parte di me Lei vive con me e in me come posso stare senza, il senso di colpa che mi viene dopo aver mangito è troppo forte ed è più forte di qualunque conseguenza possa venire. Sono stata male svenuta dal nulla fitte allo stomaco che lasciano senza fiato eppure nulla mi ferma dal mangiare e poi vomitare, ho provato a chiedere aiuto ma di sicuro l’ho fatto con le persone sbagliate e mi sono sempre ritrovata abbandonata a me stessa anzi a noi due lei è l’unica he non mi ha mai tradito che non mi ha mai abbandonata ed io ho paura di non poter mai abbandonare lei….vorrei farlo ora ho chi non mi lascerà da sola in questo cammino, ma ho paura di non esistere senza Lei!

  350. ana dice:

    ciao io sonno nuova.mi chiamo ana.sofro di bulimia,ho comincatto perche avevo tanto stress,paura e un grande vuoto dentro.io studio,sonno al liceo studio molto ma ongi volta che penso al mio futuro mi bloco e non respiro piu.ongi volta che vomito mi sembra di tolgiere un grande pesso e mi sembra che tutto vada bene.pero mi guardo alo spechio e mi sento grassa e come se dimagrire fosse diventata la mia ragone di vitta.io ho paura e come se dentro di me ci fosse un altra personna.pensavo di poter controllare questa mia malattia pero adesso mi e sfuggito tutto di mano.mi sembra come una droga perche mi fa sentire benne e male allo stesso tempo.ho paura di guardare mia madre ho paura di dirli che sonno diventata un mostro.tutti dicono che hai un corpo bellisimo ma io non lo vedo oh mio dio perche non vedo piu,perche non mi vedo piu allo spechio,perche mi fa tutto schifo e perche non ho piu paura della morte.anzi credo che sara una liberaccione.raggaze anche voi vi sentit come me.anche voi avete paura,vi sentitte vuote come se vi mancasse qualcosa.io mi sento sbagliata mi sento morta dentro,pero la bulimia e come un amica mi fa sentire bene,io lo so che e male pero a me piace.e come se avessi dentro due personalitta.scusatte per qualche erore gramattico non sonno italiana.io ho paura che ne sara di me

  351. Alice dice:

    Cara bulimia,
    è da quattro mesi che non ci frequentiamo eppure ti sento dentro di me a rosicchiarmi lentamente il cervello ed i nervi.
    Sono arrabbiata, tanto arrabbiata con te… unica valvola di sfogo per troppi troppi anni.
    Volevo vedere il sangue uscire dal mio corpo, perché mi sentivo tanto indegna di questo mondo e di tutto quello che mi circondava. Quell’orribile sensazione di piacere misto a disprezzo nel sentire lo stomaco vuoto.
    Me stessa che se ne andava scivolando nella porcellana…
    Quante cose brutte ho fatto per te: il cibo nascosto e barattoli pieni di me, quanti modi studiati e trovati per soddisfare me stessa e il mio demone.
    Eri solo una riconferma della mia pochezza e la cosa mi faceva ancora più male.
    Della presenza di te solo mia mamma si era accorta da tempo, ma faceva finta di non vedere perché era l’ultima cosa a cui pensava, e poi ti palesasti nella tua perversione attraverso il mio corpo burattino, sì ma senza fili perché la mia magrezza mi compiaceva.
    Senza di te esisto, senza di te esistiamo tutte noi.
    Senza di te sto meglio.
    Anche se mi hai lasciato dei segni dentro: la mia insicurezza ed un sottile e continuo malessere, che va a colpire anche chi mi sta più vicino.
    Ma sono stata forte e, dopo tre anni di terapia, adesso davvero inizio a star bene e non voglio più cadere nella tentazione che si risveglia di incontrarti di nuovo.
    Adesso è il momento di andare avanti.
    E spero che anche le altre persone che hanno conosciuto te o una delle tue sorelle riescano a dire addio.
    A loro vorrei dire che non sono sole, non ci si devono sentire: dentro tutti noi c’è una forza che non si spenge mai, anche se è un piccolo bagliore. Bisogna trovare la forza prima di tutto in noi stessi: non vi dico che una cosa facile, anzi è un cammino lungo e doloroso ma vale la pena intrapenderlo!
    Chi ci sta intorno deve essere un sostegno, ma mai la motivazione per andare avanti: quella deve essere il volersi bene, una cosa che abbiamo dimenticato.

    Dicono che da queste malattie non si esce mai, che si raggiunge un equilibrio precario e basta: non voglio che questo valga anche per me.

  352. angela dice:

    ciao, mi chiamo angela e ho 21 anni .Circa 3 anni fa è iniziata la mia lotta contro i disturbi alimentari .. ero una ragazza abbastanza pienotta .. invidiavo le mie amiche con la taglia 40 tutte fisicate e senza un filo di ciccia .. ho iniziato una dieta e ad andare in palestra … 1 – 2 -3 .. tutti i giorni .. mi pesavo di continuo dopo aver ingerito qualsiasi cosa.. andavo a correre al mattino.. andavo in pale il pomeriggio .. pesavo tutto … spesso digiuno .. ho iniziato piano piano a comportarmi come un robot… è iniziato il mio inferno … svenimenti..depressione .. scomparsa del ciclo .. sconvussolamento di tutti i vaolori ..mi sono ritrovata ad essere ammirata da tutti i ragazzi..ad avere un fisico da invidiare , taglia 38.. da qualche mese .. mi è capitato l’effetto opposto … nn dormo bene la notte … mi alzo mangio biscotti .. poi il giorno dopo arrivano i rimorsi … e allora diuretici, digiuno .. sport… è un mese e mezzo ke ho deciso di andare in terapia … e spero davvero ke posso risolvere il mio problema … ho un’amica anoressica che sta lottando contro la vita e la morte … ma nn riesce a reaggire …. i disturbi alimentari ti consumano piano piano l’animo … è una morte interiore … nn sai più chi sei ..cosa vuoi .. fai del male alle persone che ti amano …

    kiss
    angy

  353. laura dice:

    ciao bulimia, mi hai appena lasciata dopo una crisi lunga, ormai passiamo i pomeriggi sempre insieme, e dopo un’abbuffata ne arriva un’altra a consumarmi per ore. mi sento triste, impotente, ogni giorno mi prometto di dirti addio, perchè io sono forte, ce la posso fare da sola, e puntualmente poi cedo alle tue lusinghe, non resisto, mi lascio tentare dal desiderio, dalla foga, mi faccio riempire dal calore del cibo, poi corro a respingere quel calore, corro a svuotare la mia mente, cerco di sentirmi meno sporca, ma dura poco..
    e così la nostra relazione continua, torno a casa e tu sei lì ad aspettarmi ad invitarmi a tavola, sei premurosa, ed io sono ormai così stanca e provata dopo tanti anni, dopo tanto dolore, dopo tanta solitudine, ormai tu sei parte di me , ti confondo con me, io vorrei non dover più avere bisogno di essere così, ma non riesco, non riesco, e ho tanto bisogno di aiuto, perchè da sola non ce la faccio. ho tanta paura e rabbia.

  354. Ivonne dice:

    Cara Mia,

    oggi ho pensato di scriverti una lettera.
    Per me questo è un giorno speciale per due motivi:
    - sono 10 giorni che non ci vediamo
    - è il mio 23° compleanno

    Devo dire che in questi ultimi giorni mi sei mancata spesso. Ho lottato fino in fondo per non incontrarti. Non credevo fosse possibile vivere senza di te anche per un solo giorno. Invece ce l’ho fatta! Ho dovuto inventare mille scuse per uscire di casa e per alzarmi dal tavolo prima di sentire la tua voce. Quando sentivo la tua mancanza, mi sono dovuta rinchiudere in camera, a scrivere, ascoltare la musica, piangere..
    Siamo rimaste insieme per tanto tempo e soprattutto la sera, quando vado a dormire, senza di te sento un vuoto profondo dentro. So benissimo che mi chiami, mi inciti, mi urli di farti tornare nella mia vita. Eppure il nostro è un rapporto che non può funzionare. Forse ci amiamo, ma allo stesso tempo ci odiamo.

    Quando ti ho fatta entrare nella mia vita, ti credevo un’amica. Mi avevi promesso che avresti alleviato i miei problemi, che mi avresti dato amore e mi saresti stata vicina. Non mi avevi però detto che mi avresti pure distrutto. Che mi avresti fatta sentire uno schifo. Che ti saresti impadronata delle mie amicizie. Che avresti fatto in modo di allontanarmi dai miei famigliari. Che mi avresti regalato notti insonne. Che saresti stata il mio unico pensiero dalla mattina alla sera. Insomma, non avevi mostrato la tua vera identità: quella di un mostro senza scrupoli. Lo so cara amica che è non facile da accettare, ma ci dobbiamo lasciare. Definitivamente.

    Se torno indietro nel tempo e ricordo gli ultimi 3 compleanni che ho passato mi vengono le lacrime agli occhi. Li ho trascorsi in completa solitudine e tristezza. O meglio, non ero sola, ero con te. Non riuscivo a piangere perchè non avevo più lacrime da versare. Ma passavo dalla cucina, al bagno, al letto, alla cucina, al bagno, al letto, alla cucina, al bagno al letto…e continuavo a deprimermi, a sentirmi in colpa, uno schifo…
    E’ dal lontano 2006 che non festeggio. Ero depressa a causa tua per festeggiare. Ero avvilita per aver passato un altro anno con te ed ero convinta che non ci saremmo più lasciate.

    Alcune mie coetanee vivono felici. Sono fidanzate, sposate, hanno figli. Anch’io un giorno mi voglio innamorare di un uomo e avere una famiglia. Fino a quando però sarai nella mia vita, la cosa risulta complicata. Hai distrutto tutte le relazioni che avrebbero potuto essere importanti. Adesso sto frequentando un ragazzo e non voglio che a causa tua si allontani da me. In poche parole: ci dobbiamo lasciare.
    Lo so che senza di te sarà dura. Non so per quanto continuerò a sentire questo tremendo vuoto dentro e dovrò lottare per tenerti lontana, ma sono disposta a farlo. Il prezzo che mi fai pagare è troppo alto. Te ne devi andare. Oltretutto sento di essere diventata una donna forte e so che ce la potrò fare a seguire il cammino della vita senza di te. In fondo adesso ho anche un anno in più :)
    Ti lascio senza rimorsi. Senza rimpianti. E se per caso dovessi bussare ancora alla mia porta e dovessi decidere di aprirti e farti tornare nella mia vita, prometto solennemente che non mi sentirò troppo in colpa e che non tornerò a legarmi troppo appassionatamente a te. Ovvero che cercherò di farti uscire nuovamente dalla mia vita. Il più presto possibile.

    Oggi sarà una giornata lunga. La mattina lavorerò. Il primo pomeriggio andrò dal parrucchiere per fare un nuovo taglio (tanto per dare una svolta alla mia vita). Poi tornerò a lavorare fino a sera. Alle 20.30 invece mi troverò per un aperitivo e una pizza tra amici. Vedi cara Mia, la giornata è programmata. Mi dispiace, ma per te non c’è proprio posto. Oggi voglio festeggiare il primo di molti compleanni in tua assenza. So che non è solo un sogno, so che posso realizzarlo. Altre donne ce l’hanno già fatta. E sai cosa ti dico? se ce l’hanno fatta loro, ce la farò anch’io!!!
    Ti dico addio. Per sempre.

    tua Ivonne

  355. Veronica dice:

    Tu.
    Tu che sei qualcosa dentro me, qualcosa che mi fa male, che non mi fa vivere la mia vita
    Non sai cosa darei per staccarti da me.
    Perchè cavoli ho solo 15 anni!!! Voglio vivere, voglio non avere problemi con cibo… non voglio dover essere ossessionata dalla bilancia.
    100gr in meno o in più, giornate senza mangiare niente e altre mangiando così tanto fino a quando non mi ritrovo in bagno con te, con le dita in gola e gli occhi gonfi…
    Perchè io ti odio…
    Ti odio da morire…
    Quanche volta sono riuscita a cacciarti, anche per poco..
    ma poi torni sempre…
    Tu..
    Tu che mi rendi debole, che inconsciamente ti prendi gioco della mia vita, che
    spero che te ne vada, perchè voglio una vita tranquilla..
    Sana..non voglio arrivare alla morte con te..
    No..
    Non sopporto l’idea di essere bulimica un giorno ancora.
    Non sarai tu a uccidermi, sarò io che mi sbarazzerò di te..
    Non so come e quando ma tu nn ti prenderai il controllo di me..
    Lo giuro.

  356. Veronica dice:

    volevo dire una cosa a voi…
    se qualcuna di voi è riuscita a superare questa malattia..
    mi può aiutare?
    Io non so che cosa devo fare..
    Ho terribilmente paura..
    Non so da chi farmi aiutare…
    Vi prego..

  357. Luna Blu dice:

    Veronica..scrivi in “dedicato a me stessa”

  358. Coccinella dice:

    Carissima bulimia,
    sei stata la mia migliore amica per ben 29 anni!!!
    Mi eri vicina nei momenti di gioia (mangiavo), di paura (mangiavo), di tristezza (mangiavo), di smarrimento (mangiavo), di indecisioni (mangiavo), di ansia (mangiavo),di noia (mangiavo),di fallimento (mangiavo),ovunque tu mi seguivi…….senza rendermi conto che tu “mangiavi” qualsiasi mia emozione vera,non facendomi provare la vera felicità per paura che potesse finire,privandomi di crescere e migliorarmi per qualsiasi ostacolo non superato che dopo mi avrebbe reso più forte di prima,illudendomi di liberarmi dai macigni mettendoli solo a tacere per qualsiasi lacrima non versata che mi avrebbe realmente liberato dall’angoscia che avevo dentro,per non avermi mai permesso di staccarmi da casa per la paura di sbagliare che invece mi avrebbe portato poi ad avere una mia vita invece di stare ancora qui,insomma……mi hai illuso che potessi essere veramente felice con te,EVITANDO LE EMOZIONI E LA VITA STESSA!
    Ma così non è,e l’ho capito da quando ho imparato a FIDARMI di qualcuno che ha realmente creduto in me,quindi fidandomi piano piano anche di me stessa!
    E voglio dire a tutte le ragazze che hanno problemi alimentari,di qualsiasi genere,di ACCETTARSI PER QUELLO CHE SI E’….di non volersi diverse a tutti i costi,di non ritenersi mai incapaci (tutti lo siamo!) e di NON MOLLARE MAI,di insistere,di avere costanza (quella che non ho mai avuto io) nelle cose,perchè la costanza non manca a chi “non è capace” ma a chi è sfiduciata e non crede in sè stessa,mollando ancora prima di fallire. Per cui fallite non lo siamo!!! Siamo solo insicure.
    E l’insicurezza si può combattere!!!
    E’ così che si inizia…….no privandosi di mangiare,per chi mangia troppo,o obbligandosi a mangiare,per chi l’opposto non mangia proprio!
    Sì,perchè solo lottando (credendo che si può tutto!) si può realmente essere quello che vogliamo,nonostante le paure (le abbiamo tutti)…ma dobbiamo essere sempre e comunque noi stesse,magari migliorando qualche lato di noi,ma fregandosene del giudizio degli altri,perchè tanto avranno sempre da ridire!!!
    E allora? Ne vale la pena sprecare una vita,piena di emozioni e cose belle da provare,per chi? E per cosa??
    Dai problemi con il cibo SI PUO’ GUARIRE!!
    Basta iniziare a credere in sè stessi,non abbattersi mai e soprattutto fidarsi!!
    Fidarsi,senza dare tutte noi stesse……fidarsi della gente,per il nostro interesse,impariamo pure ad essere egoiste,un pò di egoismo al mondo serve!
    Basta non ferire nessuno. Chi ci vuole davvero bene non ci farà mai pesare nessuna scelta,ricordatelo! E chi ce la farà pesare? Bhè,lasciamolo parlare….si ricrederà!!
    ASCOTIAMO NOI STESSE,DENTRO DI NOI C’E’ LA CHIAVE PER LA FELICITA’!
    E’ inutile cercare di essere crocerossine o brave ragazze o altro,solo per fare piacere a qualcuno……quel qualcuno,intanto,pensa ai suoi di piaceri,e noi finiremo sempre col sentirci sole,vuote e insoddisfatte…….. Allora pensiamo a stare bene noi,pensiamo ai nostri interessi,senza fare del male a nessuno!!

    In bocca al lupo ragazze, e dite addio a questo schifo di malattia che ruba l’anima.
    Il cibo è un piacere che và condiviso,mangiate sempre in compagnia gustando quello che mangiate,non vi private mai di una patatina o un cioccolatino (non state sempre a dieta!),accettate il vostro corpo per quello che è……..e prima o poi arriverà chi vi ama per quello che siete veramente.
    Ve lo dice una ragazza “nella norma” (per niente bellissima),con un corpo “deforme” rispetto a quello che si vede in tv, ancora in cerca della sua strada,che piano piano sta cercando di aumentare la propria autostima….le proprie qualità,doti…..per essere forte e spaccare il mondo!! Ce la farò io,ce la potete fare anche voi!! FORZA!!!! Riprendetevi la vostra libertà!!! Non è mai troppo tardi!!

    Un abbraccio fortissimo a tutti

  359. Ale dice:

    non sei cara e non te lo diro’ mai…quindi rassegnati bulimia, cosa devo fare? devo ringraziare la depressione per averci fatto conoscere? si perchè povera lei si sentiva sola e deve aver pensato “non sta abbastanza male, il cervello non basta, distruggiamole anche il corpo” …schifosa… sarete contente di avermi fatto diventare una persona che non sono.
    Ora parlo con te bulimia, percio’ stammi bene a sentire, sei una maledetta e ti odio, ti odio tantissimo perchè sei tremenda con me, mi ossessioni e guidi il mio corpo a fare cose che mi disgustano, e non solo, non servono a niente ma peggiorano le cose.
    Sai qual’è la cosa buffa? è che invece di cacciarti via, ti lascio stare nella mia testa, e anche se a volte sembra che te ne sia andata, non manchi mai di tornare.
    Sono contenta di avere un carattere peggiore del tuo, perchè senno’ credo che avresti fatto danni molto piu’ gravi…
    Grazie a te sono tre anni che non ho una vita sociale normale, perchè la depressione ra triste, l’avevo mandata a quel paese, ero felice, e ch sono io per meritarmi di essere felice? c mancherebbe altro vero?…ora esco pochissimo (di nuovo) e adesso non riesco piu’ nemmeno a uscire per fare delle stupide commissioni, perchè mi fai vergognare di essere così grassa, e che tutti i vestiti mi stanno stretti, eppure continuo a darti retta, e odio piu’ me che te per questo.
    pensa pure che oggi hai vinto tu, che mi hai fatto vomitare due volte e che sei li’ tutta felice nel tuo brodo di giuggiole e che domani mattina, quando mi pesero’ mi trovero’ altr sei etti sul culo, sarà la tua gioia piu’ grande, perchè così posso stare solo con te vero?
    mi fa incazzare, che nonostante io sia così brava a capire le persone, non sono stata lontana da te, avrei dovuto capire che non sei una persona affascinante, sei solo sadica e viscida. Non avrei mai dovuto rivolgerti la “parola”, e renderti partecipe dei miei problemi.
    Non so esattamete cosa tu voglia da me, forse ti vuoi prendere la mia vita? la mia anima i miei pensieri, ma vaff… bulimia, ti odio con tutto il mio cuore per avermi rovinato la vita, ho perso gli anni piu’ belli dietro a te, una che si nasconde e non si fa vedere, che si intrufola nel profondo dei miei occhi, perchè quando mi guardo allo specchio ti vedo e lo so che tu sei felice di vedermi stare male, sei una schifosa, maledetta e sadica, se ti avessi sottomano ti darei tante di quelle botte da ammazzarti. Hai rovinato tutto quello che avevo costruito, non mi hai fatto combinare niente, ora mi fai sentire una fallita, inutile, che non riesce a studiare, che non riesce a pensare di avere un lavoro e che non vuole che i suoi amici la vedano in questo stato, e quindi li evita…quando uscire è tutto cio’ che mi potrebbe liberare dalla tua prigionia…ti odio, perchè sei un’egoista, egocentrica e pensare non esisti nemmeno, non sei una persona cavolo, sei solo un malefico pensiero che si insinua nel profondo, e ti fa sentire disgustosa, e non se ne va, come quando continui a cantare una canzone che odi, ma non riesci a togliertela dalla testa, questo sei, una canzone che non è entrata inclassifica…sei tu la perdente, vedrai ti faro’ pentire di tutto questo!

    ……
    che palle se tutta questa rabbia a rivolgessi davvero nel verso giusto, sarei già guarita, invece me lo tiro addosso, e riesco solo a pensarlo…che cosa deprimente :(

    scusate lo sfogo…è la prima volta ce scrivo qui…ma ho davvero voglia di guarire

    baci Ale

  360. Luna Blu dice:

    Grazie per i consigli…siete state preziose!!!

  361. yris dice:

    Ale, vieni sulla piazzetta di luglio (vedi l’ultimo post nel menu a destra). siamo tutte lì e saremo felici di chiacchierare con te.
    intanto benvenuta sul questo blog! è un piccolo passo, ma è importante

  362. Ale dice:

    ooook

  363. mery dice:

    ho deciso di scrivere qui perchè mi sento tanto sola, da quando ho questa maledetta persona dentro di me sembra che il mondo intorno a me non esista più,tutto ciò che penso,che faccio, che dico riguarda il cibo..e il senso di ansia che mi accompagna tutto il giorno mi toglie ogni forza e ogni speranza.. lei è me,è sempre qui pronta a dirmi no, non toccare quel cibo che ti allarga i fianchi, ma santo cielo ho una vita da vivere vorrei essere lasciata in pace un po’.. scrivo qui nella speranza che possa rendermi conto che ci sono altre persone come me, che stanno cercando di lottare ma a volte vorrebbero mollare, perchè sanno quanto è dura..vorrei avere qualcuno con cui parlare dei miei stati d’animo..magari anche io potrei essere d’aiuto a qualcuno..

  364. Flowerino dice:

    Ciao Mery. Innanzitutto benvenuta.
    Su questo post ormai non scrive più nessuna, ma c’è uno spazio apposito sul sito, chiamato “piazzetta”, che fa proprio al caso tuo.
    Ti lascio il link diretto.. ti aspettiamo lì!
    http://www.anoressia-bulimia.it/2011/10/01/la-piazzetta-del-mese-di-ottobre/#comments

  365. martina dice:

    io ho perso quasi tutti i denti, ho sempre tachicardia , l occhio lucido e non riesco a smettere di fare sport. non sò più che cosa fare a volte mangio e vomito x farmi passare la tachicardia

  366. saraww dice:

    Ciao Bulimia,

    Se sapessi quanto ti odio! Quante energie mi fai perdere ogni giorno e quanti pensieri spreco pensando al cibo, quante seghe mentali ogni volta che mangio. Non mai un minuto che mi lasci in pace sono sempre li a pensare cosa mangiare, quando, come, dove. Sei un supplizio un’ombra che mi segue anche quando il sole non c’é! TI ODIO! Non trovo il coraggio di fare le cose che mi piacciono e stare nemmeno con le persone perché tu mi ossessioni!! Tu sei il mio nemico numero 1. Il piu terribile ma non smettero mai di cercare di combatterti perché dopo tutto quello che mi hai fatto passare non ti permettero di rovinare la mia vita!!!! Guardati le spalle perché io ti distruggero!!!

  367. Giordana dice:

    Compagna, mia convivente non vuoi lasciarmi, lo so. Mi reclami, mi leghi, mi tieni lontana dagli altri. Hai manipolato la mia mente, hai raso al suolo tutto ciò che mi circonda. Ti sei presa per intero il mio tempo, la mia vita. Mi hai divorata La sera, quando ceniamo insieme, in questa casa, in cui non vuoi far entrare nessuno. In questa casa, da cui non vuoi farmi stare lontana perché qui possiamo stare insieme, io e te e così riesci a farmi dimenticare la solitudine, riesci a darmi tutto ciò di cui ho bisogno, ma lo sappiamo entrambe che il tuo è un amore falso e vile. Un rifugio scoperto. E ogni qual volta mi trovo a volerti lasciare mi accorgo che ciò che mi circonda non mi riempie, è vuoto. Mi concedi giusto la libertà di un respiro e poi mi reclami, inesorabilmente, con le tue parole taglienti ribadisci: “Lo vedi? Lì fuori, senza me, non hai più nessuno” ed hai ragione. Ho fame, troppa fame quando sono sola e sto male, come una drogata senza la sua dose ma … quando scappo, quando ho il coraggio di andare, di intraprendere un viaggio che mi tiene lontana dalla “nostra” casa e ti lascio per condividere il mio tempo con qualcuno, in un altro luogo, in un altro paese …se in quei giorni posso vivere senza di te … forse … potrei farlo per sempre? …ma poi ritorno a casa e ho fame. E tu sei lì che mi aspetti e sento di nuovo il bisogno di riempire il vuoto che nessun amico riesce a colmare, nessun familiare, nemmeno il mio cane. Forse l’amore ti scalfisce, ma è tanto tempo che non amo. Forse non guarirò mai, forse non voglio guarire ma il mio battito d’ali, non riuscirai a fermarlo mai.
    Come ogni giorno ti dico: “domani ti lascio” e come ogni giorno tu sai che tornerò. Ma so che io vivrò, prima o poi, con te o senza di te.
    Jo

  368. yris dice:

    vivrai senza di lei giordana.
    e scoprirai che è bello.
    che la fame che ti divora puoi nutrirla di TE

  369. laura dice:

    Ragazze, so che cosa si prova ma posso anche dirvi che si può guarire!!! Lascerà per sempre una traccia dentro di voi, la sento anche ora, ma è possibile avere la meglio. Basta farsi aiutare da medici competenti e non da pseudo psicologi…

Scrivi un commento