product_1850_f.jpgGraphic©: Edizioni Erickson

Forse non tutti sanno che, nonostante la loro diffusione, i DCA rappresentano una delle malattie psichiatriche meno studiate dalla psichiatria ufficiale.

Il motivo di questa strana latitanza nasce in buona parte dal fatto che, non trattandosi di malattie aggredibili conn terapie farmacologiche, la ricerca sui DCA non può solitamente avvantaggiarsi dei finanziamenti messi a disposizione dalle aziende farmaceutiche.

Questo non significa però che non si faccia ricerca in questo ambito, nè che non vengano sviluppati e validati nuovi approcci terapeutici. Significa semlicemente che tutto va un pò al rallentatore ed è lasciato alla buona volontà e alla diponibilità di tempo (poco o per nulla retribuiti) dei singoli operatori.

Un nuovo approccio terapeutico molto promettente è attualmente quello offerto dal metodo Hudolin.

Si tratta dell’applicazione ai disturbi alimentari del metodo ideato negli anni sessanta dallo psichiatra croato Vladimir Hudolin che tanto successo ha avuto nel campo delle dipendenza da alcool.

visnja_vladimir_hudolin.gifPhoto©: Archivio AICAT

L’originalità del metodo consiste nel fatto che il metodo Hudolin, così come viene regolarmente applicato nei Club degli Alcolisti in Trattamento si basa su un approccio multifamigliare.

Questo significa che anzichè il soggetto o il suo gruppo famigliare, alle riunioni di gruppo partecipano diversi soggetti affetti dal problema insieme alle loro famiglie.

La coesione che si viene a creare nel gruppo unitamente al sostegno fornito dal leader (nel linguaggio dei Club: Servitore Insegnante) fanno sì che la discussione non si limiti semplicemente al problema specifico lamentato dai pazienti, ma si estenda anche alla vita quotidiana delle famiglie dei soggetti stessi e ai modi per affrontare insieme i problemi della dipendenza ma anche della vita di tutti i giorni.

Il successo avuto con gli alcolisti ha portato alcuni Servitori Insegnanti a tentare di applicare il metodo ai disturbi alimentari e così sono iniziati a nascere dei gruppi che accolgono pazienti affetti da DCA con le loro famiglie (definit per ora: Club di Ecologia Sociale).

Da qualche mese si sono così aperti a Belluno e a Rimini due Club che fanno capo a Loris Burlon e Ramona Di Muro, tutte le famiglie interessate sono invitate!

172 Commenti

  1. Rosa dice:

    Io faccio parte del Club di Belluno dal suo nascere, quindi da più di un anno, e posso affermare che le famiglie che partecipano agli incontri con continuità stanno percorrendo, aiutandosi reciprocamente, un cammino di crescita davvero significativo. Le tematiche che vengono affrontate, in un clima di accettazione, ascolto, stimolo sincero al confronto e all’approfondimento dei problemi, toccano un po’ tutta la vita della famiglia nella sua semplice quotidianità: la singola persona, la coppia, i figli, le famiglie d’origine… Il DCA che, in modi diversi, accomuna comunque i nuclei , rimane sullo sfondo, a volte emerge, lo si affronta, ma quel che si cerca di far prevalere nella riflessione è l’ importanza delle relazioni e dello stile di vita condotto dalla famiglia.

  2. L'amico immaginario dice:

    Doc lo so che di fronte all’interesse e alla vastità dell’argomento può sembrare una questione di lana caprina, ma credimi vivo nel far est e sò quanto ci tengono. il Dott. Hudolin, come si evince anche dai tuoi link, era croato e non sloveno come indicato nell’articolo. Qui è più o meno come dire che il partenone è a Madrid :-)
    T’abbraccio immenso, ma non per questo meno stordito doc!

  3. Silvia dice:

    MI CHIAMO SILVIA,HO UNA SORELLA CHE SOFFRE DI DISTURBI ALIMENTARI.I TENTATIVI CHE SN STATI FATTI SONO RISULTATI DEL TUTTO INUTILI,VORREI A QUESTO PUNTO SAPERE COME IO E LA MIA FAMIGLIA POTREMMO RISOLVERE TUTTO QUESTO.IN ATTESA DI UNA RISPOSTA…

  4. diletta dice:

    ciao sono una ragazza di 26 anni capisco quel che si prova io sono questa maledetta malattia me la sono portata dietro per ben 9 anni diventando un cadavere appena 35kg.stavo ,mallissmo mi hanno ricoverato al S.RAFFAELE DI MILANO dove ho trovato persono fantastiche che mi hanno capita e confortata. ora non dico di esserene uscita del tutto, certo il ricovero è un grande esperienza soprattutto di vita, ma uscendo bisogna farcela da soli ed è difficilissimo combattere!! ogni litigio, ed ogni situazione difficoltosa lei si fa sempre sentire per rovinarti!!!!è li che bisogna tirare fuori “le unghie” e di BASTA NOI SIAMO FORTI NON LA MALATTIA!!!!!!!!!!!!!! E’ DURA RAGAZZE MA DOBBIAMO PENSARE CHE DI VITA C’E’ NE è UNA SOLA, E SIAMO NOI A SCONFIGGERE NESSUNO SECONDO ME PUò CAPIRE SOLO LE PERSONE CHE L’HANNO PASSATO SULLA PROPIA PELLE E COME LA DROGA!!!! CIAO A TUTTE UN BACIO DILETTA

  5. Rosa dice:

    Silvia, ( mi è un po’ difficile costruire il mio commento, dal momento che non conosco la tua età, ti immagino però già maggiorenne o a poca distanza da queso traguardo),
    io credo che ci sia sempre comunque uno spiraglio, una via non percorsa o che è stata percorsa magari solo in parte e che per questo va presa nuovamente in considerazione .Senza dimenticare ovviamente quanto sia difficile e faticoso ripartire dopo che ci si era illusi di essere sulla buona strada e invecee si deve affrontare la delusione di una ricaduta!
    Da quanto si capisce nel tuo post tua sorella ( Quanti anni ha? Quanto tempo è passato da quando ha cominciato a manifestare i primi sintomi del DCA ?) non è sola in questa battaglia, parli al plurale di ” famiglia”. Per quel che posso ricavare dalla mia esperienza gli “ingredienti” che possono far prevedere con buon probabilità la guarigione sono: intanto una buona equipe medica, esperta del problema e che se ne fa carico in tutte le sfaccettature ( non solo l’aumento di peso, ma tutte le implicazioni a livello mentale e relazionale di cui il DCA rappresenta solo la punta dell’iceberg !) e poi il coinvolgimento di tutta la famiglia. Se le dinamiche sono distorte e provocano disagio, i componenti devono diventarne consapevoli e, con l’aiuto di persone esperte esterne, pian piano, modificare la situazione verso un modo di vivere più ripondente ai bisogni profondi di tutti i membri. Non deve essere solo la ragaza che cambia, dal momento che il suo malstare è, in qualche misura, alimentato dal malstare del contesto in cui vive . E ti assicuro che questa è la parte più difficile del cammino, perchè spesso le dinamiche familiari sono consolidate, fisse, certi comportamenti negativi è difficilissimo modificarli! E il bello è che a volte non si sa che sono negativi! E’ anche però una sfida che, se affrontata insieme, porta, prima o poi, a dei miglioramenti per tutti!
    Quello che bisogna assolutamente togliere di mezzo sono le ambiguità, per arrivare ad affrontare con sincerità il vero problema che non è il cibo, ma la felicità e la voglia di vivere delle persone! E in questo non si è mai bravi abbastanza!
    Quindi Silvia prova a suscitare in casa una riflessione su queste tematiche .
    Mi auguro che tu trovi degli “agganci buoni” e che il percorso di guarigione di tua sorella porti dei benefici anche a te!
    Facci sapere qualcosa!!!

  6. Luna Blu dice:

    Ciao rosa…non sei in vacanza?
    Come stai?
    Ho letto quello che hai scritto…è vero spesso è la situazione famigliare a scatenare, in certi componenti più sensibili…più fragili…certi meccanismi di sfogo…e allora se nn si è abbastanza grandi per vivere senza la famiglia è difficile uscirne..proprio perchè questa consapevolezza spesso la famiglia non la ha e non intende cambiare…e non la riconosce
    La mia famiglia non sa nulla di me…e nn saprà mai..loro fan parte di un mondo che non mi appartiene…troppo diverso dal mio…e dopo anni e anni oggi posso dire che finalmente dopo essermi rivolta ad un centro per i disturbi alimentari credo di stare per uscirne…
    Con questo non voglio dire che non voglio bene ai miei genitori o che non li considero…ma ho imparato a capirli e a capire che siamo diversi…non c’è rabbia per loro…c’era una volta…ora c’è solo comprensione e affetto…

    Un particolare che mi rende orgogliosa di me..anche se ad una persona normale puo’ sembrare insignificante…
    sabato sera son andata a mangiare fuori con il mio fidanzato…pizza margherita con tanto basilico…la pizza non la mangio mai proprio perchè so che è calorica (e se la mangiavo la vomitavo)…però mi piace tanto…e sabato l’ho mangiata e non mi son sentita in colpa…è bellissimo mangiare per il piacere di mangiare….e cmq alla fine si impara che nn è una pizza che ti fa ingrassare…
    Mi sento sempre meglio perchè ora riesco a pensare di più alla mia vita e non solo al cibo…cibo…cibo!

  7. Vaniglia dice:

    Io Luna Blu sono ancora in alto mare…sto 1, 2 gg senza vomito e poi ricomincio, ce n’é sempre una! Mi sento gonfia, la stitichezza, son nervosa…spesso fantastico su una probabile abbuffata, me la organizzo, me la dipingo come un evento grandioso, bellissimo e poi, quando mi ci trovo mi fa schifo, provo disgusto! Mi sento che non riuscirò mai a venir fuori da sto’ casino….stavo pensando di ricontattare il mio vecchio psicologo, a suo tempo avevo mollato, avevo cominciato a disertare le sedute….son confusa. ma non posso vivere così! Sono poi ridotta all’osso, peso 24 Kg, domenica non riuscivo a stare per la debolezza, poi con questo caldo, il lavoro, la casa sulle spalle, lo studio…rischio di crollare e perdere quello che ho conquistato…ma si può esser malate a tal punto??? scusate lo sfogo!

  8. Luna Blu dice:

    Ciao Vaniglia…si si puo’…ma si puo’ anche guarire…magari oggi ti senti pronta per il tuo vecchio psicologo…per affrontare la malattia…ognuno ha i suoi tempi…
    Io sto prendendo un antidepressivo…la fluoxetina..nn ci credevo ma serve…all’inizio l’organismo si deve adattare…ma dopo circa 1-3 settimane nn ho mai quella fame nervosa e quindi mangio solo quando devo…provaci…chiedilo al tuo psicologo..anche se secondo me è meglio uno psichiatra

  9. Rosa dice:

    Cara Luna Blu,
    sono felici di sentirti e che il mio messaggio, pur rivolto a Silvia, abbia avuto anche per te un senso. O gni volta che leggo qualcosa scritto da te sento trasparire dalle parole la volontà di andare oltre la malattia, ma arricchita di consapevolezze nuove che aiutano a vivere in modo sempre un po’ più rispondente al nostro modello interiore di ” vita felice”.
    Non so bene la tua storia, capisco però che la tua lotta contro la malattia è stata combattuta all’esterno della famiglia e senza il suo supporto.
    Io, quando parlo, faccio riferimento alla mia esperienza nella quale ” la figlia malata” era ancora minorenne e pertanto chi si è occupato di lei ci ha coinvolto direttamente e noi genitori , con un po’ di fatica all’inizio, abbiamo capito che il nostro contributo era importante.
    Nel tuo caso sei stata doppiamente brava e puoi essere davvero orgogliosa di quello che hai fatto. La consapevolezza che dimostri di avere è un bagaglio che nessuno ti può portare via, fa parte di te e ci potrai attingere in qualsiasi momento. Quello che in passato forse era una debolezza, adesso è diventata la tua forza.
    E poi è bellissimo sentire il modo con cui parli della pizza con tanto basilico!!!
    Ed è incredibile quanto le cose quotidiane, apparentemente insignificanti, riescano a volte a renderci felici!
    Io sto bene, ho passato e sto passando una bella estate nella quale ho mescolato lavoro casalingo, preparazione per il lavoro extracasalingo, svaghi e passatempi , relazioni e amicizie di vario tipo.
    E molto di quello che sto vivendo in questo ultimi anni è una conseguenza
    di tutto quello che la malattia di mia figlia si è portata dietro.
    Non tutto il male viene per nuocere!

  10. Rosa dice:

    Mi accorgo adesso, rileggendo il post, Luna Blu, che non ho approfondito quel tuo importante discorso sulla famiglia d’origine e sul modo in cui crescendo ci si deve rapportare ad essa. Credo che molto si giochi attorno alla distanza che genitori e figli riescono a stabilire tra loro, attorno alla capacità di capire le sane esigenze reciproche. A volte i genitori sono ” annebbiati” in questo, per cui costringono i figli a scelte estreme, dirompenti, di aperta rottura dei legami, ma evidentemente non c’era altra strada percorribile per affermare la propria autonomia e diversità.

  11. Luna Blu dice:

    Rosa io parlo di rottura in senso di distanza..me ne son andata a 18 anni a studiare in un posto lontanto da casa…non ho mai rotto i rapporti con loro…ho solo imparato che quando un rapporto diventa per me ingestibile ma necessario bisogna viverlo così com’è…non si puo’ sperare che una persona che ha sempre e solo visto blu nella sua vita voglia vedere gli altri colori…perchè è difficile e implica sforzo che magari puo’ avere un genitore giovane..ma non dopo una certa età certi modi di vivere son così profondamente radicati che diventano inscindibili dalla persona…

  12. Luna Blu dice:

    Oggi ho 32 anni, allora ne avevo 18…son passati più di dieci anni per capire cosa nn andava in me e cosa mi faceva star male…è solo da alcuni anni che mi sto impegnando e lavoro seriamente su me stessa per capire e trovare una soluzione a quello che mi fa male e non mi fa vivere appieno…ecco perchè dico che bisogna sentirlo dentro quando si ci sente pronti ad affrontare il vero mostro…

  13. simona dice:

    ormai ci convivo cn questa “malattia”..la bulimia…a volte penso che faccia parte di me e che sia un mio modo di vivere..

  14. Cely dice:

    Vaniglia…scusa se mi permetto…ma 24 kg???!!! e non hai paura della morte?so che non te ne renderai neppure conto…ma ci sei vicina…

  15. Vaniglia dice:

    Già, Luna Blu hai ragione, lo psicologo è troppo poco! meglio uno psichiatra….cazzo ma allora è meglio rinchiudersi! se non basta lo psicologo son proprio un caso disperato! Grazie Luna Blu, mi conforti, tanto….e non mi conosci nemmeno!

  16. Vaniglia dice:

    Cely, hai ragione, ci son vicino! Ti garantisco che ho tutto, lavoro, amici….non mi manca nulla, eppure in un attimo cerco di distrugger tutto! Mi ripeto che è inutile lottare, che tanto non ce la posso fare….spesso mi illudo ma poi ci ricado!

  17. Cely dice:

    Ma sei sola a lottare?o vieni seguita da qualcuno?Perché sai,da sola non credo che ce la puoi fare…alle tue condizioni sarebbe meglio affidarsi a degli specialisti,anche se so che fa male essere rinchiusi in una clinica…

  18. Luna Blu dice:

    Cara Vaniglia non è che lo psicologo è poco..ogni figura professionale ha il suo ruolo…io vado da uno psichiatra…lo psichiatra puo’ prescrivere anche dei farmaci..come gli antidepressivi…lo psicologo non puo’…ad esempio l’antidepressivo che prendo agisce sulla produzione di serotonina..una sostanza presente nel cervello in grado di avere un effetto calmante sulla mente…
    Nel tuo caso io credo che questo meccanismo sia sballato e il tuo cervello produca poca serotonina (anche perchè sei denutrita) e allora sei presa da questo comportamente compulsivo…
    Le abbuffate avvengono sopratutto con carboidrati e zuccheri…proprio perchè questi sono quelli che fanno aumentare la serotonina nel cervello.

    Cmq questo farmaco non è vero che non mi fa essere me stessa…l’unica differenza è che son serena e non cerco di compensare con il cibo qualsiasi sentimento forte che provo…riesco ad affrontare meglio tutto.

    Ti abbraccio forte…
    ;-)
    Provaci…ma non domani…o dopodomani…adesso..telefona al tuo dottore e parla con lui del dafarsi…
    Io credo che tu voglia vivere…e ce la farai!

  19. Vaniglia dice:

    Anche oggi, dopo l’ennesima litigata con mio padre, ci son ricaduta! ma non è stata questa la cosa che mi ha fatto ricadere nel baratro….i miei son partiti e mi son sentita libera, libera di fare qlcs che mi riempisse pure il pomeriggio, troppo vuoto….e così mi son detta: xké non farlo? ora, dopo aver mangiato e vomitato di tutto di più, a posteriori, col senno del poi, mi dico che ho fatto na stronzata…l’ennesima!

  20. Cely dice:

    Vaniglia,
    io non ti conosco,non so la tua situazione familiare,non so nulla…
    ma se ti può confortare anch’io litigo tutti i giorni con mia madre!E prima,quando abitavamo tutti insieme,anche con mio padre.E anch’io quando mi trovo davanti a un pomeriggio vuoto faccio la stessa cosa…
    ma se vuoi possiamo parlare un po’ e magari per una mezzoretta proverai a fermarti…che ne pensi?

  21. Vaniglia dice:

    grazie Cely, sento che puoi capirmi….arrivata ormai a sera, distrutta (ma non ancora del tutto) per quante volte ho mangiato e vomitato, mi rendo conto sempre più che ho fatto una stupidaggine! in più, sento lo stomaco sottosopra, mi sento di merda….ma non basta, la prox volta ci ricadrò senza esitare…ormai son 12 anni che va avanti questa situazione…se ti va parliamo, io son pronta, e ho bisogno di aiuto!

  22. Cely dice:

    Ciao Vaniglia,
    Azz 12 anni sono tantissimi!!!Ma te quanti ne hai?
    Sai,anch’io ci sono tante volte che arrivo a sera sfinita,soprattutto in quei giorni che sono più in ansia,come ad esempio durante il periodo scolastico!Succede che invece di studiare passo tutto il pomeriggio a mangiare e vomitare…poi arriva la sera che sono talmente agitata per l’interrogazione o il compito del giorno dopo che sento di non potercela mai fare…in effetti se invece di perdere tempo nel fare certe cose lo utilizzassi per studiare…eppure non ci riesco,ci ricasco ogni giorno!!!E anche se ci rendiamo conto che è una “stupidaggine” quella che mettiamo in atto,non riusciamo a uscire da questo circolo vizioso.E a ragione:è la malattia che ce lo impone.
    Però Vany,noi dobbiamo almeno provare a lottare contro questa malattia,anche se ci ricadiamo tutti i giorni.Io vivo con la speranza che un giorno ne sarò fuori.E tu?

  23. vaniglia dice:

    Ciao Cely, io ho 31 anni, ho iniziato a star male quando ne avevo 19. ho provato varie terapie, all’inizio però tutto sommato, “mi piaceva” questa situazione….insomma, sembrava ci stessi a pennello. Dunque, i fallimenti delle prime terapie, secondo me son dovuti anche a questo….poi, andando avanti, standoci sempre più dentro, mi sono accorta che non ne potevo più, ma oramai è la malattia a far da padrona…mi governa alla grande! Sono schiava! ho provato altre terapie, ma niente, anche l’ipnosi che per molte funziona, con me è stata inutile….
    Se penso a stare senza il sintomo, libera, libera, non mi ci vedo, non ci credo che questo possa accadere! In ultimo, son stata ricoverata per quasi 3 mesi a Sanavita, a Lugano….ne avrai sentito parlare….ora a settembre devo prender parte al processo che vede incriminata la clinica e tutto lo staff….anche lì, ho scelto inconsapevolmente il metodo sbagliato! Mi fa piacere parlar con te….ti aspetto

  24. Cely dice:

    Ciao Vaniglia,
    scusa se rispondo solo ora,purtroppo ero a lavoro.
    Azz,sono davvero tanti anni che ci sei dentro…la malattia ti ha rovinato la gioventù.Ma sei ancora in tempo per riprenderti tesoro,devi soltanto volerlo con tutta te stessa.Da quello che mi scrivi non sembri convinta a voler guarire e senza la convinzione,credimi,non si va da nessuna parte ;(
    Anch’io penso spesso che vita sarebbe senza…poi però mi dico che forse sarebbe una vita normale,come quella della maggior parte delle persone,e ho paura della normalità.Però se continuiamo ad avere paura,paura di crescere,paura di assumerci le nostre responsabilità,paura di tornare a essere quelle di una volta,non guariremo mai.Dobbiamo affrontare con tutto il coraggio che abbiamo dentro questi timori e affidarci a qualcuno che ci aiuti.Del caso Sanavita non ne ho sentito parlare direttamente ma giusto letto qualche spezzone di articolo qua e là…non so di preciso cosa sia successo.Mi dispiace che sia andata male…e cmq non ti devi arrendere…anch’io sono stata da diversi specialisti eppure sono ancora qui,con la mia “nemica” che mi fa compagnia tutti i giorni.Ma ci spero,spero che un giorno non ne sarò più prigioniera.E lo spero con tutta me stessa,sogno una vita senza di “lei”!!!
    Ora devo lasciarti Vaniglia,nemmeno il tempo di respirare che devo andare a prepararmi per uscire con un’amica :)
    Ci sentiamo quando torno o direttamente domani!!!
    Ciauuuuuuuuu
    P.S: fa tanto piacere anche a me parlare con te ^_^

  25. vaniglia dice:

    Ciao Cely,
    eccomi di nuovo quì….ieri ho provato a cercare qlcs x me, qlcn che potesse aiutarmi ad uscir fuori da questa situazione, ma sento che la mia ricerca è fatta tanto per…..quasi che una parte di me se la racconta dicendosi che vuole stare così….insomma, sarebbe ipocrito dire che vogliamo in pieno la guarigione, di fondo, siamo affezionate a questa “bastarda”….che anche se ci complica la vita, la scegliamo, la preferiamo a tanto altro xKé ci sottrae a tante cose e responsabilità, come ad esempio quella di avere solo delle amiche e non un compagno….una persona sana, non si viene a compromettere la vita con quelle come noi, e poi, magra da far schifo come sono….non mi si avvicinano di certo! mi evito un sacco di sofferenza, ma….NON STO VIVENDO!
    ho promesso a mia sorella che mi sarei movimentata x ritentare una nuova terapia….oggi proseguo la ricerca, ci provo….
    un abbraccio

  26. Luna Blu dice:

    Ciao Vaniglia…ho letto quel che scrivi..ma non devi aver paura di vivere senza la malattia…ti garantisco che quella che stai vivendo ora non è vita…coraggio…impegnati a cercare aiuto…devi credere in te stessa..non partire già sconfitta…ce la farai…e devi sbrigarti per non rimpiangere del tutto la vita buttata dietro questo rituale…sei testarda…metti la stessa determinazione nell’uscire dalla malattia..la stessa che metti per proseguire nella malattia!
    Poi ora senza i tuoi genitori è più facile
    ;-)

  27. vaniglia dice:

    Hai ragione Luna Blu, sono testarda, ma nel verso sbagliato!!! perché c’é una parte di me che “adora” questo modo di essere, che vomito x 3/4 gg di seguito, poi mi do’ una resa e mi astengo per 2/3…poi ricomincio, che gioco è questo??
    Tu ci credi alle terapie alternative tipo fiori di bach? credo cmq, che il mio sia un caso cronico….dopo 12 anni! un abbraccio

  28. Luna Blu dice:

    No..non ci credo alle terapie alternative…

  29. Cely dice:

    Eccomi Vaniglia,
    eh capisco cosa vuoi dire…io nei primi anni della malattia non volevo proprio saperne di curarmi,e quando i miei mi portavano (con la forza) da uno psicologo o da un medico io piangevo disperata e urlavo di lasciarmi in pace che stavo benissimo così,nel mio mondo…
    Arrivata a un certo punto,però,non ce la facevo proprio più,mi sentivo distrutta,non avevo più le forze di fare nulla,le notti le passavo in bianco a piangere,ma piangevo anche durante tutta la giornata e questo mi sfiniva.Non so se anche a te succede questo: insonnia,pianto ininterrotto,sensazione di impotenza,terrore ingiustificato del freddo anche quando fuori c’erano 40°C e tanti altri sintomi che una persona senza disturbi alimentari sicuramente non ha.
    Allora,durante una crisi di pianto,ho urlato a papà: “AIUTAMI,NON CE LA FACCIO PIù!!!” …non avrei pensato che mi rinchiudesse in una clinica per 5 mesi,lontano dalla mia casa,dai miei animali,da mia sorella (che per me era un vero e proprio esempio di perfezione),dalla mia famiglia…infatti mi sono pentita amaramente della mia richiesta di aiuto…non passarono 5 giorni che già aveva contattato il responsabile della struttura e dopo nemmeno un mese mi caricarono in macchina (ricordo che papà mi menò e mi tirò forte per un braccio perché io con le poche forze che avevo tentai di ribellarmi) e quella pensavo: “è LA MIA FINE!” .Già non volevo più saperne di curarmi,volevo continuare sulla mia strada,nonostante rischiassi la morte…è questo che vuoi Vany?
    Ha ragione LunaBlu quando scrive che devi utilizzare la tua testardaggine nel lottare contro la malattia…non prenderla come un’offesa,anch’io sono di una testardaggine incredibile e quando voglio qualcosa faccio di tutto per ottenerla!
    Sai Vany,anch’io ho tanta paura delle responsabilità,mi sento persa quando sono costretta ad assurmene una…
    e tranquy!!!Nonostante non sia affatto sottopeso,ma anzi forse credo di avere alcuni kg in più del mio peso “ideale” ho scelto io stessa di non avere un ragazzo!Per cui,anche se i ragazzi inizieranno di nuovo a corteggiarti,non per forza tu devi cedere alle loro richieste.Io non me la sento di stare con nessuno,con questi problemi che ho penserei a tutto meno che a lui.Ci sono delle responsabilità che possiamo evitare,come questa.
    Ma quando si è così sottopeso come te,scompare totalmente la voglia di conoscere un uomo…a parte che le cose a cui pensiamo sono altre e tutte noi lo sappiamo benissimo.
    Non aver paura che le amiche ti abbandoneranno non appena tornerai a un peso accettabile…anzi!Se sono vere amiche rimarrano al tuo fianco sempre. Io di amiche vere ne ho poche e conoscono il mio problema (anche se alcune non sanno che ancora ci sono dentro) ma mi sostengono,mi amano per come sono.
    Non so fino a che punto i metodi alternativi possano aiutare nel guarire da queste malattie,però vorrei provare con l’omeopatia (una ragazza che ho conosciuto in internet mi ha detto che lei è guarita grazie all’omeopatia).
    Ho un unico problema: i miei non credono a queste cose e non vogliono assolutamente aiutarmi economicamente…io non avendo un lavoro non so come fare per pagarmi le cure.
    Ti posso dire che ho provato nei vari reparti ospedalieri,in due cliniche specializzate e da diversi psicologi,ma sono sempre più radicata nella mia malattia.Non lo dico per sconfortarti,ma forse ero io che non volevo guarire veramente,per questo Vany devi volerlo con tutta te stessa.è vero,siamo affezionatissime a questa nostra nemica,la vediamo come la soluzione ai nostri mille problemi…invece CREDIMI tesoro,così facendo ci distruggiamo ancora di più,cadiamo sempre più nel baratro.La bulimia non risolve nulla,anzi,prima o poi l’equilibrio che pensiamo di aver raggiunto si rivelerà del tutto fasullo.
    Ora chiudo qui,sennò sarà difficile concentrarsi e leggere tutto.
    Sono felice che abbia contattato qualcuno,peccato che nessuno potrà esserti d’aiuto finché non lo vorrai TU STESSA.

  30. Luna Blu dice:

    …..”Sono felice che abbia contattato qualcuno,peccato che nessuno potrà esserti d’aiuto finché non lo vorrai TU STESSA”….
    Assolutamente vero Cely

  31. Cely dice:

    ;(

  32. vaniglia dice:

    anch’io luna blu sono un po’ scettica x i fiori di bach….e forse inconsciamente ho scelto questo metodo per non darmi un’ulteriore possibilità di guarigione, quasi per comodità! si, l’inconscio ci frega e ci fà prendere decisioni “comode”

  33. AnnaSara dice:

    Ciao Vaniglia,
    anch’io soffro di DCA da 12 anni, ma nell’ultimo anno le cose sono andate meglio dopo aver affrontato il problema con una brava terapeuta.
    Forse bisognerebbe lasciare da parte la visione dicotomica che chi soffre di DCA tende ad avere e nn vedere le cose solo in termini di guarigione e malattia; tra i due estremi ci sono vie di mezzo, sfumature, per cui si può stare meglio senza puntare subito alla guarigione completa, quella credo arrivi lentamente col tempo continuando ad occuparsi di se stesse con costanza.
    Invece di puntare a nn vomitare più comincia a puntare sul vomitare una volta in meno al giorno, con gradualità e cerca qualcuno che ti possa sostenere in questo cammino.
    La malattia credo a volte ci freghi perchè abbiamo sì paura di affrontare la vita senza di lei ma anche perchè abbiamo paura di lei stessa, di come possa reagire alla nostra ribellione, anche per questo abbiamo bisogno di qualcuno che ci dia coraggio, ci stia vicino, ci capisca e ci rassicuri, per questo dobbiamo cercare aiuto finchè nn lo troviamo.
    Ad ogni pasto saltato, ad ogni abbuffata scegliamo di morire un pò, prova a scegliere la vita in ogni momento, ad ogni pensiero, perchè pensarla in toto ci spaventa e basta, ci fa sentire incapaci e sole.
    In bocca al lupo.

  34. bimbolina dice:

    io sto sempre male non ho piu speranze ma anoressia atipica peso forma …

  35. bimbolina dice:

    pensi di esser guarito ma poi le fisse.. tornan

  36. Luna Blu dice:

    Annasara ma la tua picoterapeuta ti dice di continuare a vomitare ma di meno?
    Non è forse meglio cercare di far altro per sciogliere la tensione e la rabbia?
    Purtroppo mi pare di capire che Vaniglia non ha più tempo per continuare con questo rito…a 24 kili non si scherza…o si sceglie di vivere o si sceglie di morire…probabilmente il suo inconscio (la scritto lei stessa) ha già deciso ed è molto triste tutto questo…
    E’ vero la guarigione non avviene di punto in bianco…e certe fisse cmq restano…ma è l’importanza che diamo alle stesse che cambia…dopo mesi e mesi che non mi abbuffo e non vomito piano piano mi sento sempre più forte e sempre più viva..ma solo perchè l’ho scelto io…cose piccole come chessò mangiare la pizza che era diventato un cibo tabù…o un dolce…eppure ora riesco a mantenere il mio peso con molta meno fatica di prima…anzi…mi sento in forma!
    BASTA VOLERLO! Vaniglia io credevo tu volessi…ma da quanto leggo vedo che hai scelto un’altra via…qualcuno che puo’ aiutarti c’è…ma non aspettare che bussi alla tua porta…devi essere tu ad andare a bussare alla sua…

  37. Luna Blu dice:

    Bimbolina ma tu ti fai aiutare?

  38. Vaniglia dice:

    Anna Sara, Luna Blu, avete ragione….però, io sono estrema nel senso che non mi piacciono le vie di mezzo….o rinuncio x sempre in maniera definitiva al sintomo, oppure, di vomitare a giorni alterni, o come dice Anna Sara magari di meno, non ci sto! Il problema è che non riesco a non vomitare….sul momento, quando mi prende, mi sembra l’unica cosa migliore da fare…bella cosa eh? eppure, qlcs sta cambiando, spesso mi trattengo con una collega a parlare del più e del meno piuttosto che correre ad abbuffarmi, e magari è giornata….però secondo me han ragione quelli che dicono che le bulimiche han pochi stimoli, si annoiano, si sentono vuote….a volte mi capita proprio di caderci x noia…

  39. Luna Blu dice:

    Hai ragione Vaniglia…nonostante avessi 1000 cose da fare…e altre 1000 le avessi già fatte…restava sempre il tempo nelle lunghe giornate di domenica o sabato..o nelle serate libere per provare quella noia di cui tu parli…e invece di uscire e socializzare e divertirmi capitava anche a me di illudermi per mezzo di quel rituale di riempire quel vuoto che sentivo dentro e attorno a me…e se tra quelle 1000 cose il tempo effettivamente nn l’avevo allora lo ritagliavo alle attività che consideravo meno importanti…come dormire…o leggere…o passeggiare…
    Vaniglia però nn si capisce cosa hai deciso…vita o morte?
    1) Hai deciso inconsciamente di morire e allora la scelta ti sembra troppo drastica e crudele da sopportare e cerchi forse di fare qualcosa….il minimo ovviamente per levarti i sensi di colpa e pensare che qualcosa per riusolvere la situazione la stai facendo anche se lo sai che non è così? Ti prendi in giro senza accorgertene…raccontando balle anche a te stessa pur di difendere quello che ormai è un rituale diventato dipendenza? Se nascondi un’escremento dietro ad una rosa per illuderti che nn si senta la puzza..non pensi che si senta lo stesso?
    2) Hai deciso di vivere ma sei confusa sul da farsi…quindi scegli la via migliore e fai poco o niente

    C’è poco da fare ci vuole determinazione…coraggio…forza….forse queste caratteristice nn ti appartengono?

  40. anna dice:

    ciaoooo come state? Mando un bacione a tutti,luna,eichichi? Lea,bimbolina, dott. Piccini…TUTTIIIIII

  41. AnnaSara dice:

    Ciao Luna Blu,
    sicuramente la mia psicoterapeuta mi dice di far altro per sciogliere la tensione e la rabbia nn credo infatti che stiamo dicendo cose molte diverse.
    Mi ha insegnato a guardare al bicchiere mezzo pieno invece che a quello mezzo vuoto, per cui se un giorno vomitavo 3 volte invece delle solite 4, nn dovevo concentrarmi sulle 3 in cui avevo vomitato ma sulla volta che ero riuscita a nn farlo, cercando di capire che cosa mi aveva aiutato a nn farlo e come mi aveva fatto sentire.
    Mi ha insegnato poi a nn fare il passo più lungo della gamba, facendomi notare che questa mia tendenza era una di quelle che mi portava a fallire: partivo con una meta (troppo alta) che immancabilmente nn riuscivo a mantenere a lungo, ricadevo una volta e la frustrazione conseguente mi faceva tornare da capo e ricominciare a vomitare come prima, se nn peggio.
    Inizi a vomitare una volta in meno, inizi a capire che puoi nn farlo, che ti fa stare meglio, impari quali sono i pensieri che ti proteggono dall’abbuffata e continuando a tentare, con un pò di tempo, si riesce a sradicare il desiderio di risolvere il malessere con l’abbuffata.

    X Vaniglia
    Ciao, capisco quando dici che mangiare e vomitare ti sembra l’unica cosa da fare, per questo hai bisogno di aiuto, per avere il sostegno necessario per sperimentare che si può vivere senza, anche se ora ti sembra impossibile.
    Come dice Luna Blu, devi decidere, trovare il coraggio di fare il primo passo.

  42. Luna Blu dice:

    Ho capito Annasara..ma tu quanti anni hai?

  43. AnnaSara dice:

    Ciao Luna Blu,
    ho 29 anni.

  44. Luna Blu dice:

    Io 32…di dove sei?

  45. AnnaSara dice:

    Sono di Milano. Tu?

  46. Cely dice:

    Vaniglia,
    come va?

  47. vaniglia dice:

    Insomma, procede il vomito ma sto arrivando ad una resa! insomma, dopo tanti giorni di seguito (6gg, non mi succede mai) sono stufa del vomito, del mangiare, di abbuffarmi….il peso è stabile…non son scesa, in genere dopo 2/3 gg di vomito scendo sotto i 24Kg….e questo mi preoccupa, il non riuscire più a scendere….

  48. vaniglia dice:

    …ah, cely ieri sera poi mi son sforzata di uscire con un’amica per non ricadere nel vortice, ieri l’ho fatto “solo” 3 volte….

  49. Luna Blu dice:

    Ti preoccupa non riuscire più a scendere?
    Perchè ti preoccupa? Io credevo tu non ti vedessi grassa…o forse mi sbaglio…ti va di specificare meglio?
    Credo cmq che con la tua altezza il tuo peso forse nn puo’ scendere oltre perchè c’è solo più il peso degli organi, delle ossa e della pelle…non credo tu abbia più ne muscoli ne grassi…
    Sai cosa non hi mai raccontato?
    La tua infanzia..che cosa ti dava fastidio e cosa ti faceva star bene…spesso i problemi che hai hanno radici profonde nel passato…se nn vuoi farti aiutare forse qui riusciamo a capire qualcosa del perchè…e allora forse ti verrà la voglia di farti aiutare…lo spero…;-)

  50. Cely dice:

    Ciao Vaniglia,
    che bello risentirti!!!Scusami,è che mi stavo preoccupando.
    Immagino che ne sia stufa…6 giorni di continuo sono 6 giorni…ma tesò,so che non è colpa tua,che non lo fai apposta.Cmq il peso è condizionato da tantissimi fattori,a volte anche le condizioni climatiche possono influenzarlo e poi noi non possiamo sempre controllarlo a bacchetta…a volte il corpo ci fa degli scherzi che non ci aspettiamo…è la natura Vany!Però sotto i 24 mi fa paura…cioè ho paura per te e sai bene di cosa.Già il tuo è un peso di sussistenza,già rischi grosso così…
    ma tu quanto ancora vuoi scendere?quale pensi sia il tuo peso accettabile?!!
    Anche se il vero problema non è il peso.
    Allora dimmi,com’è andata l’uscita?Sei riuscita a divertirti?Oppure nella tua mente scorrevano inesorabili le solite preoccupazioni?Sei riuscita per un attimo a dimenticare tutto e a “goderti” la compagnia della tua amica?
    Io quando esco con le mie amiche cerco di non pensarci,di concentrarmi su di loro;penso di essere fortunata ad avere delle amiche che mi vogliono bene nonostante tutto,che mi amano,che mi cercano,che mi apprezzano bella o brutta che sono,più o meno in carne che sono…loro non mi abbandonano mai!
    Oggi che fai Vany?io dopo vado al mare con le amiche…mi sento una merda, in costume non mi piaccio perché ho quella pancetta odiosa che non se ne va…eppure mi sforzo,faccio di tutto per vincere la mia paura e ci vado cmq…so che nessuno mi guarderà però non è tanto il fatto di piacere agli altri quanto quello di fare ribrezzo che mi intimorisce,che mi fa esitare.Ma se continuo a isolarmi non la vincerò mai questa paura.Per troppi anni mi sono rinchiusa dentro casa a schifarmi davanti allo specchio,a piangere per quello che sono diventata.è ora che faccia qualcosa per cambiare la situazione.
    Fammi sapere :)
    Ciau e buon pome!!!

  51. vaniglia dice:

    Luna Blu, io non mi vedo grassa, anzi…..è un fatto di precisione, testardaggine, “mania di controllo” o come la vuoi chiamare che mi spinge a mantenere quel peso così basso, che da un lato accetto che aumenti solo se mi alimento regolarmente, dall’altro, quando cresce, un po’ mi allarma e mi fa paura…quasi temo di perdere il controllo su di me, sul mio corpo!

  52. vaniglia dice:

    Ciao Cely, con la mia amica mi son svagata in senso lato….mi ha gettato addosso tutti i suoi innumerevoli (dice…ed io??) problemi, il lavoro, i 2 che l’han presa per il culo e l’han mollata, la sua dieta….le amicizie….insomma, ho dimenticato per un’attimo i miei salassi mentali e mi son presa quelli degli altri! ‘azz ma xké io quando esco con le persone mi tengo le mie innumerevoli pippe mentali (e son tante, noi sole sappiamo quante sono…!) e gli altri non esitano a rovinare le serate con le loro tiritere??? son tornata a casa dopo aver bevuto un bicchier d’acqua col limone, aver guardato la mia amica che slinguazzava un cono esagerato….e, con 2 palle così! e va bé, ho fatto da assorbi lacrime! Tu Cely, tutto ok? domani tornano i miei genitori, belli soddisfatti che la vacanza è andata bene….

  53. vaniglia dice:

    ….e cmq, oggi basta vomito! ;) )

  54. Luna Blu dice:

    Brava Vaniglia! Oggi niente vomito!
    Ma tu non vai in vacanza?
    Cmq pensa a quel che ti ho scritto…chiedi aiuto fina quando sei in tempo…
    Per la tua amica…almeno ti ha distratta dal tuo mostro per una serata…ma ci son 10000 persone migliori con le quali uscire…e 10000 cose da fare più belle…anche se adesso non ci credi!

  55. vaniglia dice:

    Grazie Luna Blu! No, niente vacanze…son 5 anni che non ne faccio! oltre ad essere bulimica, anoressica, testarda, illusa e tutto quel ke vuoi, sono pure una stakanovista di merda! So’ che ci son tante cose belle, però a volte, il fantasticare un’abbuffata e poi cedere, sembra essere la cosa più semplice, più a portata di mano….e poi, spesso la noia è grande!

  56. vaniglia dice:

    ah, ero curiosa: Luna Blu, come va con la fluexitina? funziona?

  57. Luna Blu dice:

    si funziona…vai dal dottore e fattela prescrivere…è totalmente mutuabile…

    Tieni conto che l’organismo ci mette 2-3 settimane per abituarsi…quindi incomincia a funzionare dopo tale periodo…all’inizio a me faceva venire un leggero malditesta ma è normale è sempre per il fatto che l’organismo si deve adattare…

    E’ favolosa perchè non mi vien più quel nervoso incontrollabile e quella rabbia che faceva scattare la molla per mangiare di tutto…e anche il senso di fame…non ho mai fame se nn quando sento lo stomaco vuoto…adesso è proprio un bel po’ che nn mi abbuffo e non vomito..il mio peso è costante…anzi spesso mi accorgo che devo mangiare di più perchè scende…e quindi nella mia alimenazione è tornato il pane…la pizza…i dolci…i gelati…la pasta nn l’ho mai amata…è meraviglioso..ora mi sento che nn sto sprecando più la mia vita…mi sento come quando ho smesso di fumare…anche se nn fumavo molto…ossia…vittoriosa!
    Vaniglia ce la possiamo fare tutti…basta fare il primo passo…provaci…telefona al dottore e vai a fartela prescrivere…questo è il primo passo…poi quando sarai là parlagli del tuo problema e del tuo bisogno di aiuto…
    ;-)

  58. Luna Blu dice:

    Dimenticavo…gioisco per delle stupidate incredibili…chessò…uscire fuori e mangiare la pizza…oppure il fatto che nn spendo più un mucchio di soldi per riempire la dispensa di quello che mi mangiavo..le scorte alimentari ora durano il giusto…
    Sai che quando mi abbuffavo e vomitavo tendevo a conservare anche il cibo da buttare..magari quello scaduto…o del pane duro…ecc…programmavo le scorte con anticipo prima del rituale…compravo cose scadenti al discaunt perchè costavano meno e tanto finivano già sapevo dove…perchè pensavo così se mi abbuffo spendo meno..tanto nn mi importava del gusto del cibo..solo di riempire il vuoto..
    Quante volte conservavo gli avanzi invece di buttarli…ora li conservo lo stesso…la differenza è che se nessuno li mangia il giorno dopo li butto…oppure li butto subito…
    E l’energia…la pelle…i capelli…finalmente i miei capelli stanno migliorando…me ne cadevano tanti..ed erano sempre spenti, opachi, sfibrati…
    Ora penso di più a me…allo shopping..alla pulizia di casa…poi leggo…faccio sport, esco e ho sempre tempo per far tutto…

  59. Cely dice:

    Ciao Vaniglia :)
    eh capita…anch’io a volte quando esco con le amiche racconto di tutto,alla fine è una cosa reciproca…sfogarsi con qualcuno che ci capisce aiuta ad affrontare il problema in modo migliore,o almeno a condividerlo e a sapere che si può sempre contare su tale persona per il semplice fatto che è un’amica e che ci tiene a noi.
    Vabbò,dai…la prossima volta magari andrà meglio…ci sono così tante cose da fare insieme se uno vuole =)
    Beh,è pur sempre un’esperienza…sennò che vita sarebbe sempre dentro casa!!!Anch’io gli anni passati,mi rinchiudevo in casa e non avevo mai voglia di uscire…poi,quando ho iniziato a stare meglio,mi sono detta: “Che vita di m***a!!!” e ho iniziato a fare qualche giro con mia sorella,shopping,qualche serata in disco…giusto per fare quello che non avevo fatto in tanti anni e ricominciare a “vivere”.
    Sì,io sto bene Vany =) …sai ieri sono andata al mare con le amiche,mi sono divertita un sacco.Anche se mi vergognavo del mio corpo ho provato a non pensarci e a fare finta di essere invisibile per gli altri.Prima di andare beh…è capitato anche a me!ma dopo la sera ho fatto cena e mi sono sforzata per non andarci di nuovo…e ci sono riuscita!!!
    Secondo me Vany,una breve vacanza potrebbe aiutarti molto a non pensare…però in queste condizioni non so se è il caso…quando magari ti rimetterai un po’in sesto facci un pensiero.
    Vero Luna Blu…quante belle cose ci sono da fare se solo uno non fosse concentrato tutto il giorno sulla malattia!!!Peccato che spesso non vediamo nulla di positivo nelle nostre giornate.
    Ma tu di dove sei Vaniglia?
    Cmq sono contenta che oggi hai deciso di non vomitare…anch’io per il momento sono riuscita a non farlo…e per non pensarci tra poco vado a farmi un giretto per negozi con mia sorella!
    Grazie Luna Blu,le tue parole riescono a tirarmi sù di morale ^_^ …anch’io ho deciso che è ora di dire basta a questa tortura…spero di riuscirci ma so che ci vorrà tempo e molta molta forza…e che sicuramente ci ricaderò tante volte.
    Un abbraccio a entrambe…a staseeeeeeeee =)

  60. Luna Blu dice:

    Buon w.end ragazze…Vaniglia ti rileggerò lunedì e mi piacerebbe leggere qualcosa di positivo…speriamo…tengo le dita incrociate per te
    …Cely hai ragione..ma non è il pensare tutto il giorno alla malattia che ci fa sprecare la vita…ma è la malattia stessa che ci obbliga a pensare costantemente a lei…

  61. AnnaSara dice:

    Ciao a tt,
    questo articolo mi sembra 1 buono spunto di riflessione.

    http://www.girlpower.it/mondo/intornoanoi/morire_anoressia_18anni.php

  62. vaniglia dice:

    Ciao ragazze, si, ieri è andata bene, pasti regolari, niente vomito…ho lavorato e fatto 3000 cose….poi, la sera le mie amiche non han voluto più uscire ed io, mi son messa a studiare a casa, poi, il sonno non veniva (soffro di insonnia da un sacco di tempo).. così ho letto, ho sistemato i cassetti e alla fine da brava ex- pasticcera ho preparato un creme caramel….oggi tornano i miei! x loro, non per me, ci mancherebbe! oggi tutto ok…malgrado la mia pancia è gonfia, soffro di colite da morire! oggi ancora non so’ cosa mangerò x pranzo, forse pesce finocchi…oppure, pesce e cavolfiori (ma mi sa che non è il caso, producono un sacco di aria!)…vabbé ragazze, stasera esco con le mie amiche, poi vi racconto….buon w e
    …ah, Cely, io son di Roma.
    Baci a tutte

  63. Cely dice:

    Ciao Vaniglia!!!
    Che bello leggerti…e sapere che hai fatto così tante cose =)
    Beh immagino…anche a me,se non vomito,mi si gonfia la pancia…e non poco.Ma alla fine si gonfia anche se vomito,seppur di meno…ormai è perennemente gonfia da qualche annetto a questa parte.
    Studi Vany?cosa?
    Azz,l’insonnia è una brutta bestia…da quanto tempo non riesci a dormire una nottata intera?
    Wow,sai fare i dolci??? *_____* …li adoro!!!Io sono proprio negata e anche mia mamma lo è.
    Capisco,beh dai allora un giorno ci si potrà conoscere di persona se ti va :) )
    Ora anch’io vado a prepararmi che stase ho un complex di 18 anni…buon week-end anche a te e a presto!!!

  64. Vaniglia dice:

    ragazze, si è rotto l’incantesimo! ho passato il pomeriggio a mangiare e vomitare a rotta di collo! ah, da brava naturopata, ho iniziato da 2 gg a prendere la serotonina naturale che non ha controindicazioni…il fatto è che dopo aver pranzato con tonno, zucchine lesse e mela, mi son sentita gonfia come una bovina, lì mi sono innervosita e ho cominciato a girare intorno al tavolo a mangiare avanzi e tutto il resto! ed ora son come 2 gg fà….nella merda fino al collo! in più da oggi, vuoi il caldo, lo stress, il lavoro…ho lavorato pure stamattina…ho iniziato a sentirmi debole sulle gambe, quasi non mi reggessero…
    mi sento una merda, sconfitta, delusa, e non sarà neanche l’ultima volta, ormai è una routine! un film già visto….Cely, Luna blu….

  65. vaniglia dice:

    Rosa Blu, Cely, dove siete??? oggi è un’altra di quelle giornate….la cosa bella poi, è che ieri ho continuato ad oltranza, fino alle una di notte! sono andata a dormire schifata, disgustata di tutto questo mangiare, mangiare….e oggi ho ricominciato peggio! si prospetta una bella giornata! e voi cosa dite? tutto ok? che avete fatto nel w e? io schifo, già ve l’ho detto….

  66. Luna Blu dice:

    Mannaggia Vaniglia…quando ti decidi a chiedere aiuto?

  67. Vaniglia dice:

    ormai, non ci credo più…non credo più a niente…l’unica cosa cui mi attacco ora è sta’ serotonina naturale….e poi, mi son rivolta ad una dottoressa che però è solo a Padova…mi piace il suo metodo unicista, ma non ha nessuno quì a Roma che può seguirmi…..credo che inconsciamente, cerco le terapie “impossibili” x me….

  68. Vaniglia dice:

    Luna Blu, non commentare solo così…..

  69. Luna Blu dice:

    Che cose dovrei scriverti Vaniglia….dimmelo tu…
    E’ dura rispondere a quacuno che ha deciso di morire…son triste per lei..ma ognuno di noi è libero di scegliere per la propria vita

  70. Vaniglia dice:

    ma si grazzzzzie! va bene così…scusa, sono io che me la racconto!

  71. Cely dice:

    Ciao Vany,
    eccomi qui!!! Purtroppo col temporale di sabato mi si è fulminato il modem e se voglio connettermi devo andare a casa di mia sorella…uff!
    Tesoro,niente è impossibile se lo vogliamo…come dice Luna Blu,se hai deciso di fare quella fine ok ma se in te c’è ancora la voglia di continuare a vivere una soluzione la troverai!
    L’ho trovata anch’io quand’ero al punto di morte,quindi la troverai anche te!!!Io non ho ancora perso la speranza di voler guarire,te invece la stai perdendo e questo mi dispiace assai =(
    Sai,io sono affascinata dai rimedi naturali…peccato che son cari!Ma funziona la serotonina?cos’è?scusa la mia ignoranza.
    Allora,io il sabato sono stata al complex e non ho rinunciato alla torta e allo spumante (i dolci eheh) poi dovevamo andare a ballare in uno chalet ma è iniziato a diluviare forte e quindi…serata fottuta!Son tornata a casa verso le 2 del mattino.La domenica invece sempre a casa,dato che avevamo come ospite la fidanzata di mio fratello.Beh,devo ammettere che sabato a pranzo purtroppo anch’io sono andata a vomitare…mentre il giorno dopo no,anche perché aveva cucinato la ragazza di mio fratello e quindi mi dispiaceva farlo… :) beh è stata dolcissima no?
    Ma lavori tutti i giorni,compresa la domenica?Cavolo…
    cmq sentimi Vaniglia,tu non sei una merda!!!è la malattia che è una merda!!!per questo dobbiamo lottare contro di lei…e io so che tu puoi farcela,se lo vuoi veramente.Quindi dobbiamo lottare …no???o vuoi continuare a vivere in questo mondo parallelo fatto di abbuffate e vomito?ti prego,dimmi di no!ti faresti solo del male da sola…

  72. Cely dice:

    Ah…cos’è il metodo unicista?

  73. Cely dice:

    Vany…
    spero domani di riuscire a venire da mia sorella,così ti rispondo…
    ma ci spero tanto in una risposta positiva =(
    ciauuu

  74. Vaniglia dice:

    Ciao Cely,
    che piacere leggerti! mi mancavi un po’, non ho pensato a niente di brutto, però mi chiedevo che fine avessi fatto!
    La serotonina, regola il ritmo di fame e sazietà….come la melatonina regola il ritmo sonno-veglia…..il metodo unicista, è un metodo omeopatico che prevede il solo impiego di rimedi omeopatici, poi c’é il metodo pluralista….etc
    Non voglio morire, ci son tanti lati della vita che mi piacciono, ma quando mi capita come l’ultima volta, di sentirmi gonfia, una balena….l’impulso è quello di riempirmi ancora e dar tutto fuori! Eppure, avevo mangiato solo zucchine, tonno e 1 mela!
    Ormai, è chiaro che il solo “sentire” influenza il ns (o almeno il mio comportamento) che poi, è un “sentire” alterato!
    Oggi lavoro, e si, spesso anche di domenica! Cmq, è un lavoro che mi impegna, mi piace, lo faccio con passione….non mi pesa! e poi, non so’ x te ma x me, avere troppo tempo libero è pericoloso xké spesso mi “abbuffo” quando sono annoiata, x far passare il tempo….e via dicendo. Sei stata brava tu a mangiare la torta…x me è assolutamente tabù….
    Io poi da ex pasticcera, ho il “rifiuto”…..
    Oggi x es. è il compleanno di mio padre….non credo che si farà nulla oggi, ma sabato si! già so’ che non mangerò la torta! lo scorso anno poi rimasi malissimo xké gli feci un regalo, un profumo che mise lì sulla mensola…ha cominciato ad utilizzarlo x ripiego 10 gg fa’, finito il suo…..
    Stamane, ancora non gli ho fatto gli auguri….non ho voglia, preferisco far finta di niente….magari me ne esco in giornata! ;)
    Spero tu possa leggere e rispondere….
    Un abbraccio forte

  75. Luna Blu dice:

    Ciao Vaniglia…ora parli con Cely perchè quello che ti scrivo io non ti piace…ovvio..la verità spesso è scomoda…
    NON CREDI SIA ARRIVATO FINALMENTE IL MOMENTO DI PRENDERE COSCENZA DELLA GRAVITA’ DELLA SITUAZIONE?
    Con il tuo peso si muore!
    Tu scrivi:
    Non voglio morire, ci son tanti lati della vita che mi piacciono, ma quando mi capita come l’ultima volta, di sentirmi gonfia…ecc…ecc…ecc…
    Ma se continui così potrebbe succedere…non ci pensi? oggi…domani..tra qualche ora…il tuo fisico non ce la puo’ più fare!

    Perchè non guardi in faccia il problema e non lo affronti?
    Lo so che quando pensi al problema ti vien da mangiare…mangiare…vomitare e vomitare e rimangiare…forse lo farai anche oggi dopo aver letto quanto ti ho scritto…non pensi che potrebbe essre l’ultima volta? Ma non pechè hai deciso di smettere tu..ma perchè il tuo cuore potrebbe cedere?

    Scusami se son dura ma mi fa arrabbiare questa tua testardaggine…se vuoi vivere vivi! Non cercare conforto e aiuto dagli altri se non inizi anche ad aiutarti tu! Scegli strade che sai che nn ti portano da nessuna parte…
    Non pensi mai a che cosa c’è di là?
    Credi sia meglio? Tu credi in Dio?
    Perchè io nel tuo stato ci penserei…e se credessi che sarebbe veramente migliore di questa vita forse sceglierei quella strada…ma non credi ci sia tempo per vedere cosa c’è di la’?
    Ma cosa vuoi che facciano gli altri per te se tu hai scelto di morire? NULLA! NON POSSONO FARE NULLA SE NON ESSERE ANGOSCIATI E TRISTI PERCHè TI VOGLIONO BENE!

  76. Cely dice:

    Ciao Vaniglia,
    grazie mille per le spiegazioni…davvero esiste questa sostanza in grado di regolate il senso di sazietà e di fame?non lo sapevo…
    Sai anch’io ho fatto delle ricerche su internet per trovare un medico omeopata…ne avevo trovato uno in Ancona ma alla fine non sono andata che quel giorno lavoravo e comunque sarebbe un po’lontanuccio se dovessi intraprendere un percorso con il dottore,dato che tra poco mi ricomincia la scuola e non avrò un giorno libero.Però non so se si interessava anche di disturbi dell’alimentazione.
    Se vuoi…posso consigliarti una clinica…ti salverà la vita ma non so se riuscirà a farti uscire dalla malattia.Lì,nelle tue condizioni,ti farebbero entrare il prima possibile,come penso in qualsiasi casa di cura.
    Sai,Luna Blu non sta scherzando quando dice che se non fai qualcosa di concreto subito,rischi di morire…e il rischio è altissimo.
    Ok,entrare in un centro non sarebbe forse di tuo gradimento,ma a forza di sondini ti allontanerebbero dal rischio di morte…però dirlo così prende davvero male…
    mi piacerebbe sapere cosa hai deciso.
    Anche per me il tempo libero è pericoloso….anch’io lo passo a mangiare e vomitare,mentre da ex-anoressica lo passavo a camminare o fare le scale pur di stare in movimento.Però ultimamente cerco anche di utilizzarlo per stare con le amiche,per sfogarmi qui con voi,insomma,per dare un senso alla mia vita!Non sempre ci riesco…
    Sai,anch’io ho delle grandi difficoltà a dialogare con i miei,soprattutto con mio padre.Mai fatti gli auguri di persona per il suo compleanno,al massimo un bigliettino scritto.E comunque,anch’io quest’anno non glieli ho fatti…si è comportato male con noi figli e non li merita.Se non te la senti non glieli fare,capirà.
    Tornando al discorso di prima…anch’io ho paura per la tua vita Vany,non sto scherzando…
    ti abbraccio anch’io e spero che prenderai in mano la situazione!

  77. Luna Blu dice:

    Eccomi qui…margherita puoi provare a rispondere qui!
    Buona serata

  78. margherita dice:

    eccomi, ok, grazie…ho capito cosa intendevi..grazie mille

  79. Vaniglia dice:

    cara CelY, non credo che il ricovero in un centro col sondino come dici tu sia la soluzione….sentito mai di gente che dopo questo bel trattamente esce e si dà al suicidio??? forse non sei sufficientemente informata su ciò che un trattamento del genere può innescare in un soggetto con le ns problematiche…e scusami se telo dico ma forse, non sei malata a tal punto da pensare a cosa andresti incontro dopo un trattamento del genere! Buona fortuna!

  80. Cely dice:

    Ciao Vaniglia…
    infatti non è la soluzione migliore,però quando si è a un peso così misero e non si fa nulla di concreto per guarire…io ho visto ragazze che pesavano 24-25 kg che venivano “nutrite” col sondino perché altrimenti sarebbero morte…
    ora non dico che tu debba per forza scegliere quella strada,ma ho tanta paura per te.
    Non ho sentito di gente che si è suicidata dopo quel trattamento,e spero di non sentirne mai.Ho però conosciuto ragazze che hanno provato a suicidarsi anche se non erano state trattate col sondino,ma sicuramente non sopportavano più tanta sofferenza.
    Però io non posso obbligarti a far nulla…la vita è tua e devi essere tu a decidere cosa fare.

    Io non so se sono malata tanto quanto te o di meno,anche perché non mi aiuterebbe fare dei confronti con altre persone malate.Solo ho timore per te,sinceramente.

  81. Cely dice:

    Per Luna Blu
    Davvero hai una sorella gemella??Se posso,che rapporto hai con lei?

  82. Luna Blu dice:

    Cara Vaniglia…non è una gara a chi sta più male…piuttosto si cerca di stare meglio…se vuoi sentirti dire che sei la più malata..ok…è proprio nella mentalità delle anoressiche far sfoggio del proprio fisico ridotto agli stenti per urlare all’indifferenza del mondo la propria esistenza e la richiesta d’amore…diciamo che ci da fastidio se gli altri si preoccupano o ci guardano per strada..e invece inconsciamente è proprio quello che vogliamo…urlare a chi ci vuol bene…sto male…guardami…fai qualcosa per me! Perchè sono tanto importanti per noi gli altri e il loro giudizio..cerchiamo di farci accettare proprio perchè noi stesse non ci accettiamo…ci piace farci compatire…un po’ come faceva Amelie nelle sue fughe mentali (non so se hai visto il film) sento che sei arrabbiata anche con noi che cerchiamo di aiutarti e di darti consigli..e come tali devi prenderli…solo consigli…ma a me succedeva che quando mi arrabbiavo tanto per qualcosa è che quella cosa mi stava particolarmente a cuore…
    Vaniglia se ti stai arrabbiando vuol dire che qualcosa sai di doverlo fare…ma sei tu che decidi come ha detto Cely…
    E’ che noi ti vogliamo bene…anche se non ti abbiamo mai vista…ti capiamo…anche se nn ci credi…e ti abbraccio forte…ce la puoi fare anche tu se vuoi!

    Cely ho una sorella gemella…le voglio un sacco bene…ma ultimamente ci staimo allontanando…siam caratterialmente diverse…mi provoca un po’ di sofferenza parlare di lei…ho un mucchio di sensi di colpa nei suoi confronti…

  83. Vaniglia dice:

    No cara Luna Blu, non sono di quelle che decantano la propria malattia, di quelle che si sentono più malate di tutti….se venissi a casa mia, ad es. potresti capire tante cose! Ho mia madre che sta veramente male, e, contrariamente a quel che puoi credere, io son quì che corro a destra e manca, mi divido fra casa, lavoro e studio….c’é chi sta meglio di me, tipo mio padre, che come ha un minimo malore si lamenta! Ti garantisco, e lo puoi immaginare bene, che col mio fisico, spesso posso avere veramente problemi ad incollarmi la spesa, i pesi vari, a pulire…e arrivar la sera e riuscire pure a studiare! no, ti sbagli, non sono quella che credi! eppure, quando non mi sento bene, me lo tengo per me, non chiedo nulla a nessuno xké ho imparato a contare solo su me stessa….io cucino x tutti, nessuno cucina x me…io porto fuori il cane anche se a volte arrivo a sera che son così giù da non stare in piedi! Ho lavorato sempre, non ho mai fatto ferie….son 6 anni che non mi muovo da Roma, e lavoro! Insomma, la mia non è una lamentela, ma è solo x farti capire che non è come dici tu!

  84. Luna Blu dice:

    Vaniglia io cerco solo di immaginare la situazione..ovvio che nn essendo al tuo posto non posso sapere come stanno veramente le cose…ma cmq credo che nessuno ti punti una pistola alle tempie e ti dica di far quel che fai…l’hai scelto tu..è la tua vita..e se vuoi spenderla per gli altri e per farti del male è una tua scelta…dici che con il tuo peso fai questo..quello…quell’altro…e credo sia difficilissimo…ci credo veramente…ma chi ha deciso di far arrivare il peso del tuo corpo a quanto è ora? Tua mamma? Tuo padre? i tuoi amici? OPPURE TU?
    Cosa vuoi che scrivo che sei bravissima per tutto quello che fai?…che son dispiaciutissima per la tua situazione? che mi fai pena?…un po’ come compatirti? Non è così…credo che tu continui a cercare aiuto fuori perchè nn vuoi aiutarti tu…tu mi dirai…ma quale aiuto se nessuno mi aiuta? Allora è inutile che cerchi fuori qualcosa che non c’è…è inutile che ti arrabbi se ho espresso semplicemente quello che penso e cmq leggendo quello che hai scritto non ho cambiato idea…penso che ti piaccia questa situazione…o almeno piace alla tua parte malata…e chi ti guarda da fuori ti vede come vuoi tu? Come ti descrivi? Come una povera vittima? Perchè è così che ti descrivi…
    Ho espresso il mio parere…non me ne volere per questo…so che è difficile…ma tu fai proprio poco o nulla per uscirne…quindi ognuno si sceglie la sua vita.

  85. Luna Blu dice:

    Perchè non esci da roma da 6 anni? Ti tengono rinchiusa o è la tua mente che ha fatto una bella gabbia?
    Perchè a me sembra proprio una lamentela la tua?

  86. Cely dice:

    Capisco Luna Blu,
    scusami se ti ho fatto parlare di lei ma ti ringrazio per avermi risposto,sei stata gentilissima.Te l’ho chiesto perché volevo sapere se ti ha aiutata a star meglio o a star peggio,nel senso se lei ti ha sostenuta o se tu l’avevi presa come un modello “perfetto” da seguire.

  87. Vaniglia dice:

    Senti cara Luna Blu, sei libera di giudicarmi come e quanto vuoi, cmq, non puoi pretendere di sapere tutto e soprattutto non ti permetto di definirmi vittima! Son 6 anni che non vado vai da Roma un po’ x scelta, ma a volte anche per circostanze o necessità! impara a vedere le cose da lati diversi che forse ti si apre un mondo piuttosto che star lì a giudicare in modo asettico le situazioni altrui! Mi sembra molto molto presuntuoso da parte tua fare quel che fai, dire quel che dici, sparare a zero sulle persone senza conoscere, senza capirci un cazzo! e poi, non ho detto quel che ho scritto x essere compatita ma per far capire che pur essendo nella condizione precaria in cui sono, non mi comporto da “malata” come tanta gente che magari sta meglio di me e si lamenta e si adagia in continuazione! Cmq, è evidente che viaggiamo su una lunghezza d’onda diversa, continua a vederla così che vai lontano, lontanissimo! fatti un buon w e cara, io lavoro pure sabato e domenica e non prenderla come una lamentela, lo faccio perché ho voglia di farlo, perché adoro il lavoro che faccio e non mi ritengo quella che mi credi tu!

  88. Vaniglia dice:

    …forse sei tu, tanta apparenza ma niente sostanza! sarai una frustrata di merda che si riduce a fare il suo “lavoretto” e a crogiolarsi senza dasri una mossa! e, si mi trovo in questa situazione ma nessuno ti autorizza a dire che non mi impegno per venirne fuori! che cazzo ne sai tu che son stata chiusa a Sanavita x 3 mesi e poi son scappata via xké forse, non sei informata del tipo di persone e terapeuti in cui mi sono imbattuta e che adesso a fine mese c’é un processo in tribunale??? vai a farti un giro, e vedi chi sta bene e chi no! buona serata, cara!

  89. Cely dice:

    Non litighiamo anche qui…in fondo è uno spazio apposito per aiutarsi a vicenda…

  90. romina dice:

    ciao Vaniglia..sei mai andata sul sito dell’ABA c’è un centro anche a Roma. io sono seguita da un anno e le cose vanno un pochino meglio.. anche se non ti conosco ti sono vicina..non ti sento come una vittima ma solo tanta sofferenza.. ti abbraccio

  91. Vaniglia dice:

    Ciao Romina,
    sono stata pure all’ABA quì a Roma, tempo fa…avevo 23 anni. Avevo davanti un tizio che mi faceva parlare a ruota libera, limitandosi semplicemente ad annuire con la testa! Alla fine uscivo da lì che avevo fatto un gran monologo! Cmq, grazie! ;)

  92. Luna Blu dice:

    Grazie per la comprensione Cely…buona giornata a tutte…è stato un w.end rilassante…voi come state?

    Ok vaniglia non dirò più quel che penso sul tuo caso…inutile urlare a una persona che non vuole ascoltare…nessuno ti ha guarita fino ad ora ma non credo sia colpa degli altri…la malattia purtroppo è una droga per la nostra mente…difficile uscirne…ci piace…

    Tu scrivi questo…e ho preso solo una delle frasi…

    “…forse sei tu, tanta apparenza ma niente sostanza! sarai una frustrata di merda che si riduce a fare il suo “lavoretto” e a crogiolarsi senza dasri una mossa! ”

    Chissà come mai tanta rabbia…non importa io non mi arrabbio più come prima…ma di certo non mi arrabbierei per le parole di una sconosciuta ;-)

    Non me ne volere..non sono così importante (tu stessa l’hai scritto..e credo tu abbia ragione…almeno per te..ma è giustissimo che sia così) per far nascere sentimenti così di rancore nei miei confronti…

  93. margherita dice:

    …ciao ragazze, eccomi qui nuovamente, volevo dire a luna blu che ho provato a palare un po con mia sorella, non ho proprio detto…ho fatto capire che ero preoccupata e che notavo cose strane, ma le risposte che mi ha dato sono state schive, ha inventato secondo me scuse che giustificassero certi comportamenti. abbiamo pianto insieme però, quindi credo di averle fatto capire qualcosa… se dovessi notare ancora gli stessi comportamenti però..cosa mi consigliate, so che questa chiacchierata non può bastare. varie persone mi hanno dato questo consiglio…ma credo che i vostri siano più preziosi..almeno lo spero! un bacio

  94. Luna Blu dice:

    Ciao margherita…tu come stai?
    Non credi che se tua sorella nn avesse avuto problemi nn si sarebbe messa a piangere?
    Secondo me hai fatto bene a parlargliele…una persona che soffre di DCA, sopratutto una bulimica si vergogna molto del suo comportamento…diventa un segreto da difendere con le unghie e con i denti…perchè se ci pensi è una cosa schifosa mangiare, ingozzarsi e vomitare…si diventa bugiardi pur di nascondere questa cosa che fa schifo anche a noi…

    Fa sport tua sorella? Per ora per lei nn credo sia ancora una dipendenza…magari puo’ imparare a stare in forma facendo sport e mangiando in maniera sana…

  95. margherita dice:

    non fa sport, ma ha intenzione di cominciare…io sto abbastanza male, anzi direi malissimo, perchè non so cosa fare e non riesco a fare nulla di quello che dovrei perchè continuo a pensare e ripensare a questa cosa. è diventato un chiodo fisso … tu invece come stai?

  96. Luna Blu dice:

    Io sto bene..oggi ho sonnissimo… ;-)
    Inutile preoccuparsi..anzi così secondo me peggiori la situazione..perchè una persona che ti vuole bene lo sente che stai male e sta male a sua volta…
    Non ti preoccupare troppo

  97. margherita dice:

    lo so…ma è difficile, troppo difficile stare tranquilla, soprattutto dopo aver iniziato a informarmi su come vanno queste cose, ho letto stroie lunghe anni e anni… ho paura che se non agisco in fretta, arà troppo tardi!
    comunque grazie, mi stai aiutando molto. dell’idea di parlare con un medico cosa mi dici?

  98. Luna Blu dice:

    io aspetterei un attimino…dalle tempo…anche a te…ora che credo sappia che tu sai secondo me nn lo farà almeno quando ci sei tu…ma questo vorrà già dire farlo meno..

  99. margherita dice:

    si, hai ragione…grazie di tutto

  100. matteo dice:

    Ciao a tutti,
    mi trovo qui con voi perchè ho bisogno di aiuto, mia moglie soffre di bulimia nervosa, non posso dire con certezza che è questo, ma dalle informazioni che ho raccolto credo che sia così, non posso più vederla mangiare, parlare con me di tutto, per poi sparire in bagno, capitava qualche volta prima, ora sempre di più, non posso stare a guardare, voglio che passi questo prima che diventi davvero una situazione complicata.
    Pensavo ad un espero in distrurbi alimentari, ma forse un buon psicologo sarebbe meglio, datemi qualche consiglio, vi ringrazio e auguro a tutti ogni bene.

  101. Luna Blu dice:

    Matteo quanti anni ha tua moglie? Da quanto tempo pesni che abbia questo problema? Lei sa che tu sai?
    E tu quanti anni hai?

  102. matteo dice:

    Ciao Luna, mia moglie ha 28 anni, e io ne ho 46, siamo sposati da quasi 3 anni. Lei sa che lo so, per questo mi sento quasi responsabile, e non mi fa stare bene. Ieri dopo che ho fatto questo messaggio ho provato a parlarne con calma e ho cercato di capire l’origine di questa cosa, penso che è una combinazione di molti fattori, mia moglie ha cambiato paese, cultura e anche abitudini alimentari, mi ha detto che qualcosa era già successo nel 2002, all’epoca ha participato a diversi concorsi, poi nel 2004/2005 è stata eletta miss Costa Rica, e sucessivamente ha partecipato anche a miss mondo, ci tiene tantissimo all’aspetto fisico, ma credo che non sia solo questo.
    Viaviamo nell’area di Venezia, e stò cercando un’aiuto, davvero. Ieri mi ha inviato un video da Yutube, e mi ha colpito davvero questo stato che infonde una senzazione di impotenza in tutti noi, so che non si risolve con una medicina, nemmeno con tutta l’attenzione possibile che io posso mettere in questa direzione, per questo cerco aiuto.
    Ti ringrazio infinitamente.
    Matteo

  103. margherita dice:

    …buona sera a tutti, volevo dire a matteo che gli sono vicino e che condivido la sua sensazione di impotenza, sono anche io qui in cerca di aiuto… e ribadisco il mio grazie a luna blu, per tutte le risposte magari non semplici da dare e l’aiuto. per l’appunto devo farvi un altra domanda, questa è particolarmente tecnica, scusate ma mi aiuterebbe saperlo: una persona deve andare subito dopon aver mangiato in bagno per riuscire a vomitare o può farlo anche un’oretta dopo..anche di più? grazie in anticipo, un bacio

  104. Cely dice:

    Dipende…
    anche dopo un’ora si può…almeno nel mio caso.

  105. Luna Blu dice:

    Buongiorno a tutti…risponderò meglio tra un po’…solo una cosa…io so che il cibo resta nello stomaco per massimo 3 (se è costituito da molti grassi e proteine ore minimo 2…quindi si riesce a vomitare fino a due/tre ore dopo il pasto…ovvio che se si mangia tantissimo lo stomaco resta pieno per più tempo…ma più passa il tempo più il cibo si impregna di succhi gastrici e quindi tornando su per l’esofago fa più danni…

  106. Luna Blu dice:

    Vaniglia!
    Avete notato che è qualche giorno che Vaniglia non scrive più?

    Non scrivi più…posso pensare che ti è successo qualcosa…a 24 kili non si scherza!…ma se non è così, e lo spero per te, son sicura che leggi..

    Se non scrivi è che sei arrabbiata, sicuramente con me…certe volte so essere una grande stronza…anche verso me stessa giuro!…ma a me è parso di capire che quella grande rabbia che senti dentro che invece di imparare da dove viene e come gestirla e un giorno liberartene tu la usi e la sfoghi verso te stessa…per autodistruggerti…per farti del male…
    La tua vita dalle poche cose che so mi sembra un inferno…e per uscire dall’anoressia bulimica hai scelto posti che alla fine erano proprio i peggiori…ma non lo sapevi…sei stata sfortunata in questo…ma non ti arrendere…questo sito è un valido aiuto per capire che dobbiamo smettere di farci del male..perchè siamo uniche e ognuna di noi ha un valore che così è nascosto…
    Quando si è così da tanto tempo nella malattia..e per soffocare le emozioni si fa tutto tranne che farsi del bene…diventa una dipendenza da difendere con i denti..come una droga…anche allontanare qualsiasi cosa o persona..o percorso che potrebbero indirizzare verso il miglioramento e la soluzione del problema..è una minaccia alla dipendenza che piace tanto alla parte malata di noi…la malattia la si vuole…è un porto sicuro…ma dentro la vita grida e anche se la testa pensa che morire sia la soluzione unica…dentro non si vuole morire…e allora si prova…ma è come essere divisi in due…combattere contro se stessi…una parte che vuole la malattia e vuole morire..l’altra che vuole vivere…siam come due persone e prevale una..prevale l’altra…come amore e odio..la parte malata si sente minacciata da tutto quel che puo’ aiutarla a guarire…la parte sana è minacciata dalla aprte malata…si indebolisce sempre più ma emerge come istinto di sopravvivenza…è un gran casino…ma se ne puo’ uscire!
    Ne sono convinta!
    Vaniglia arrabbiati..insultami…meglio se ti arrabbi con me che nella tua vita conto poco più di niente che con te stessa!
    Ti sembrerà assurdo ma ti voglio bene.

  107. Luna Blu dice:

    Matteo…tu vuoi che tua moglie guarisca..il punto è…lei vuole guarire?
    E’ giovane…se vuole ha tutto il tempo per un percorso di guarigione…forse non conosce bene i rischi che la bulimia comporta…ma credo sia come il fumo…un fumatore sa quanto puo’ far male..ma pensa sempre che a lui nn succede…banalizza molto gli effetti perchè così non si sente in colpa a continuare con la sua droga…
    Un primo passo tua moglie l’ha fatto…sa di avere dei problemi…ne è consapevole…
    Io posso dirti che mi sembra di essere rinata da quando con determinazione mi son fatta aiutare…

    Falla andare dal dottore…le asl ormai son abbatsanza preparate…la indirizzerà da uno psichiatra..o da uno psicologo…

  108. Luna Blu dice:

    Matteo se tua moglie intraprenderà questo percorso forse con lei cambierai anche tu…sarete diversi…e chissà come finirà…

  109. matteo dice:

    Grazie Luna, cercherò subito un consulto con il dottore prima, poi sarà necessario un psicologo, ci sono molti aspetti difficili da spiegare, magari un professionista può cogliere tutte le sfumature, anche del rapporto, che io non vedo. Per il rapporto non sono preoccupato, ho a cuore solo la salute di mia moglie. Tornerò ancora per avere i vostri sinceri consigli.

  110. Luna Blu dice:

    Matteo non hai risposto ad una domanda essenziale:
    TUA MOGLIE VUOLE GUARIRE? E’ DETERMINATA A FARLO?
    O solo tu vuoi che lei guarisca?
    Il tuo rapporto con lei è in crisi? Credi dipenda dalla malattia? O forse è la malattia la conseguenza anche del rapporto in crisi?

  111. Luna Blu dice:

    C’è un po’ di differenza di età tra lei e te…forse la figura paterna per tua moglie è stata assente…o il rapporto con essa traumatica?
    Scusami ti assillo di domande…ma son sempre molto curiosa…forse perchè cerco di capire che cosa c’è di simile tra la mia situazione e quelle di altre ragazze qui che soffrono o han sofferto di DCA

  112. margherita dice:

    …se è così come dite le mie speranze vanno un pò svanendo..ieri ho saputo che in ufficio non ha mangiato nulla, mentre lei mi aveva detto di si…lo so ho sbagliato, ma mi sono sentita ferita, le ho mandato un messaggio con scritto che nessuno la conosce meglio di me e che mi sto accorgendo di tutto quello che fa, di smetterla perchè non la aiuterà…non la porterà da nessuna parte… lei mi ha risposto cambiando discorso e alla mia insistenza ha detto che se la conosco bene so che non è così stupida da fare questo… sto impazzendo, non posso non fare nulla e non so cosa fare, mi riduco a dover chiedere a voi cosa fare per una persona che conosco più di me stessa…farei qualunque cosa perchè capisse che così non va…. sono disperata. scusate lo sfogo… ma mi rivolgo a voi che siete dentro questa maledetta cosa: non fatevi questo…

  113. Cely dice:

    Margherita…
    io penso che prima o poi (magari fra qualche anno) sarà lei a chiedere aiuto a te…quando si renderà conto che la malattia di cui soffre non è una soluzione ai problemi della vita.

  114. matteo dice:

    Ciao Luna, sono rientrato adesso, allora diciamo che mia moglie vuole guarire, e io le devo trovare il meglio, esseri qui per me è stato il primo passo che ho fatto per capire di più su questo tema, penso, come già ho detto ieri, che, oltre ad un consulto medico, anche un buon psicologo possa aiutarla.
    Non siamo in crisi, alcune cose non hanno funzionato, ho fatto degli errori, e, francamente non so se la malattia sia una conseguenza di tutte queste cose. Abbiamo una differenza di età certo, lei non me lo fa pesare, ed io cerco di assecondarla in tante cose, aiutarla, certo le è mancata la figura del papà, e a volte mi capita di dirle che non voglio farle da padre, ma essere un buon marito. se conosci qualche psicologo in Venezia fammi sapere, grazi ancora.

  115. margherita dice:

    cely, vuoi dirmi che non c’è niente che io possa fare per fermare tutto prima che si trasformi in una cosa che dura anni? …non aspetterò tanto…non posso assolutamente farlo…cosa le serve? credo che il mio prossimo passo sarà parlare con uno specialista…non lascerò passare tutto come se nulla fosse!

  116. Cely dice:

    No…
    non devi smettere di auitarla e di starle vicino…però sicuramente continuerà a raccontarti un sacco di bugie,e non solo a te.
    Penso che sia la scelta migliore quella di parlare con uno specialista…cmq spero che lei voglia farsi aiutare e che accetti di fare degli incontri con un esperto.

  117. margherita dice:

    …lo spero anche io, grazie cely! siete fantastiche…

  118. Cely dice:

    Di niente Margherita…
    sai…mia sorella mi è stata sempre vicina,sin dall’inizio della mia malattia.Ha rischiato di caderci lei stessa nel tunnel,per la sofferenza che provava nel vedermi così e forse per imitazione.Ma eravamo ancora immature.
    Lei mi scriveva tante lettere nelle quali mi dimostrava tutto il suo affetto,ma io le leggevo e le richiudevo di fretta,magari dopo aver gettato una lacrima…e ovviamente non davo peso ai suoi consigli!
    Ora mi è sempre vicina,anche se devo ammettere che ha raccontato del mio problema a un po’di gente invece che tacere…all’inizio mi sono arrabbiata,però poi ho capito che l’aveva fatto perché aveva paura di perdermi.

  119. Rosa dice:

    Io sono convinta, anche per esperienza personale e per aver conosciuto più situazioni di DCA all’interno di una associazione di genitori, che un DCA non possa essere trattato in maniera completa da un unico specilista. E’ necessario un approccio integrato tra più specilisti che operano coordinati tra loro. E per questo motivo sono senz’altro consigliabili i centri ospedalieri dove c’è un’equipe. A Portogruaro ( VE) è stato creato un servizio di questo tipo diretto dal dott. Pierandrea Salvo all’interno dell’ULSS n°10 ( questo lo aggiungo per Matteo, se può essergli utile )

  120. Luna Blu dice:

    Margherita se è così credo tu possa fare poco…è la sua vita..non la tua…è lei che deve capire che è una cosa che non va bene

  121. matteo dice:

    Grazie Rosa sei gentilissima, come tutte voi! vi terrò informate ..

  122. margherita dice:

    …io non riesco a lasciarla fare…a lasiarla stare, così d’istinto mi verrebbe da arrabbiarmi, e credo che a un certo punto non riuscirò a trattenermi…ho paura, e non so cosa fare!

  123. Cely dice:

    Arrabbiarti con tua sorella Margherita,non servirà a molto…anzi così facendo lei si sentirà incompresa,perché non agisce per fare dispetto a te o alla tua famiglia,se si comporta così c’è qualcosa dentro lei che non la fa stare bene,sono paure nascoste che sicuramente nemmeno lei saprà riconoscere.

  124. Luna Blu dice:

    Sono d’accordo con Cely…è la sua vita..non la tua…

  125. Antigone dice:

    Ciao a tutti/e,
    ho saputo di questo sito qualche tempo fa durante una trasmissione televisiva (credo su raitre).
    Ho deciso di visitarlo solo ora perchè speravo di trovare un qualcosa in più che mi desse lo stimolo a mettere la parola fine alla mia malattia. Devo dire che l’ho trovato.
    Ho 23 anni e soffro di bulimia da quando ne avevo 16. A 19 anni ho tentato il suicidio con un sonnifero e qualche mese dopo ci ho riprovato schiantandomi con l’auto contro un muro dopo aver mandato giù una dose eccessiva di antidepressivi. In entrambi i casi non mi sono fata niente. Scusate se vi rompo le scatole con i fatti miei, non è per autocommiserazione, ma per presentarvi la mia situazione.
    Non ho mai avuto grossi problemi: i miei genitori sono persone semplici, povere, ma felici e mi hanno sempre voluta bene; vivo in una bellissima casa in campagna, nell’entroterra siciliano. A scuola sono sempre stata la prima della classe e anche adesso all’università ho una media molto alta. Faccio politica attiva di sinistra; ho un fidanzato che mi ama da morire…eppure, l’unico modo per riempire i miei momenti di noia è abbuffarmi e correre in bagno a gettare pure l’anima. Tutto è cominciato quando, essendo fin da piccola alta ma cicciottella, non riuscendo a dimagrire come avrei voluto, ho cominciato a vomitare dopo i pasti. Tra me dicevo che sarebbe stato solo per quella volta, solo per “aiutare” la mia dieta, per renderla più veloce ed efficace. Volevo perdere pochi chili, anche perchè non sopportavo (e tuttora non sopporto) quelle modelle e ballerine pelle e ossa che sculettano in tv. Dopo un pò di tempo però la situazione mi è completamente sfuggita di mano. Ho cominciato a programmare le abbuffate, a desiderarle, a non controllare quella mezz’ora si attacco di fame rabbioso. Sono sempre stata consapevole della mia malattia, riesco a fare sempre l’autoanalisi dei fattori scatenanti, sono in grado di psicoanalizzarmi da me stessa…e tuttavia, non riesco ad uscire da questa malattia. Sono così brava a nasconderla che il mio ragazzo nemmeno se ne è accorto, anche se il mio stato continuo, direi quasi cronico di depressione si manifesta in maniera palese. Ho deciso di iniziare delle sedute con un neurologo, ma mi vergogno a parlargli della mia bulimia (alternata all’anoressia). Io ne voglio uscire e se bisogna ricorrere all’aiuto di qualche farmaco sono disposta a farlo, ma penso che da soli non siano sufficienti. Tu Luna Blu, potresti darmi qualche consiglio? Grazie per aver sopportato il io noiosissimo post!

  126. Cely dice:

    Vaniglia,
    come stai???Perché non scrivi più? =(

  127. Luna Blu dice:

    Buongiorno…Antigone non ti devi vergognare di essere bulimica e il tuo post non è noiosissimo…
    Ma come mai vai dal neurologo?
    Inutile vergognarsi..non c’è nulla di cui vergognarsi…
    Ho scritto come mi son mossa io…prima son andata ad una visita in un centro per la depressione…perchè dopo anni mi è venuta pure la depressione…loro mi hanno indirizzata a fare una visita psichiatrica…cmq secondo me dovresti andare dal tuo dottore…lui saprà dove indirizzarti…magari se nn vuoi far sapere nulla ai tuoi dillo al dottore se c’è una soluzione…se non c’è..la tua salute è molto più importante in quello che possono pensare gli altri di te…spero tu sia fortunata come me..ho trovato eprsone preparate e competenti…

    ;-)

  128. Luna Blu dice:

    Cely credo che Vaniglia abbia fatto una scelta..e come tale va rispettata…
    io penso anche che Vaniglia non sia pronta per intraprendere il percorso di guarigione…spero che quando lo sarà non sia troppo tardi…

  129. Cely dice:

    ;( speriamo

  130. Vaniglia dice:

    Ciao Cely, sono contenta che mi hai cercata….spero tu stia bene. Ti abbraccio!;)

  131. Cely dice:

    Ciao Vany,
    io sto bene…sono 3 giorni che mi sento bene =) e penso che puoi immaginare perché…
    anche se,con l’ansia che ho per domani (inizia la scuola) sto passando una notte da insonne…domani vedranno uno zombie sul banco al posto mio!
    Te come stai tesoro?Come va la situazione?
    Sai,ieri sera,pensando alla mia famiglia,a come si sono comportati i miei,ho pianto per due ore ininterrotte…però mi è servito!Piangere mi aiuta molto,sentivo il bisogno di un abbraccio confortante anche se ero sola nella mia cameretta.Penso che in certi momenti abbiamo proprio bisogno di affetto!

  132. Vaniglia dice:

    Ciao Cely,
    spero sia andato bene il tuo primo giorno di scuola…io oggi ho lavorato come al solito, poi, ho accumulato talmente tanta tensione da ieri prima per via di mia sorella e poi, oggi con quel cazzone di mio padre….così, nel pomeriggio, quando sono uscita dal lavoro, sono scoppiata a piangere per la strada come una matta!…son due gg che cerco di star bene, e proprio oggi, per scaricare tanta tensione, la prima cosa che volevo fare era quella di divorarmi la pizzeria vicina a dove lavoro…stavolta son stata brava, ho resistito, ho fatto una passeggiata, ho scaricato un po’ di tensione….poi son tornata a casa. No, non son sempre così…stavolta xò mi son salvata! ti mando un bacio

  133. Luna Blu dice:

    Buongiorno a tutte, come state?

    Sto attraversando un periodo strano…oggi ho il secondo appuntamento dallo psicologo…

    Prima il cibo era tutto…a volte mentre mangiavo pensavo che c’erano delle cose che è pazzesco quanto son buone…arrivavo a casa e non vedevo l’ora di mangiare…mi alzavo al mattino con il pensiero della colazione…quasi come un premio dovuto dopo aver pedalato quasi un’ora per arrivare al lavoro…anche far la spesa mi piaceva…

    Ora invece non ho mai fame…non so cosa sia lo stimolo della fame (forse lo provo ma non so riconoscerlo)…se non mi venisse mal di stomaco non mangerei mai…mangio perchè devo..il sapore del cibo non mi da più alcuna soddisfazione…mangiare una cosa è come mangiarne un’altra..anche la quantità…dopo qualche boccone non mangerei proprio più…eppure è sempre stata una cosa piacevole per me il sapore del cibo…anche se poi combinavo casini…era una droga…

    Probabilmente mangio poco..la mia bilancia scende ogni giorno…son preoccupata perchè allo specchio mi vedo magra…il giusto..mi piaccio
    …credo di mangiare..son preoccupata perchè vedere quel numero sempre più basso in realtà mi piace tanto…
    …credo che sia una reazione al fatto che ho dato così tanta importanza al cibo nella mia vita fino a poco tempo fa che ora ho la nausea di questa importanza che gli ho dato…

    Volevo scrivere cosa mi succede…
    :-)

  134. Vaniglia dice:

    …stai passando dalla bulimia all’anoressia!

  135. Cely dice:

    Ciao Vaniglia!!!
    sono contenta che in questi due giorni hai cercato di scaricare le tue emozioni altrove…e non in bagno.Sai,con oggi sono quattro giorni esatti che mi sento meglio,e questo perché sono riuscita a mangiare moderatamente e a non vomitare.Non so fino a quando resisterò così…sta di fatto che ho combinato più cose di quante non ne facessi in una settimana in cui dò spazio alla malattia,o meglio la malattia non mi lascia tempo di fare.
    Ieri a scuola,come prima giornata è stata piuttosto tragica (ci hanno informati su quanto sarà dura quest’anno la maturità!) ma oggi mi sono addirittura divertita a scuola (ho passato 4 ore a chiaccherare con la prof.ssa di sostegno e con le mie amiche data la prolungata assenza del prof in classe).
    Azz,mi dispiace che ti sia toccato litigare con tuo padre…io il mio l’ho sentito ieri per telefono e soltanto per chiedergli di pagarmi le ripetizioni di matematica.Invece con mia madre ci ho appena litigato…ormai fa parte della prassi quotidiana!
    Per fortuna oggi pomeriggio sono stata tutto il tempo con la mia amica del cuore a fare shopping e non ci ho pensato a tutte le preoccupazioni che ho!
    Io con mia sorella ho recuperato il rapporto,e non sai quanto ne sia felice!Erano due anni che non mi rivolgeva più la parola.
    Dai,lo so che non si può sempre riuscire in tutto…anzi! Però un passo alla volta,magari anche dopo una ricaduta,non può che essere una piccola soddisfazione per noi stesse.
    Ti abbraccio e ti auguro una buona serata!!!

  136. Cely dice:

    Luna Blu…
    è strana la cosa che ti sta succedendo…mi sa che Vaniglia ci ha preso!

  137. Vaniglia dice:

    Cely, mi fa tanto tanto piacere ritrovarti….oggi è stata una giornata dura! Ho notato subito, che non mi sentivo proprio al max, ho cercato cmq di resistere alla tensione, ho fatto di tutto pur di non cadere nella trappola….ma alla fine, son scoppiata! Dopo essere uscita dal parrucchiere, mi sono rifocillata di tutto di più…eran 2 gg che stavo benino ma x svariate cose ero molto molto tesa….e ho ricominciato! Stasera poi son stata alla festa di mia sorella, il cugino del ragazzo di mia sorella (che mi fa il filo da una vita!) quando sono andata a salutarlo, mi ha presa in braccio (sai che fatica, 27 kg di ossa!) e mi ha portata in cucina…io sono scoppiata a piangere e lui mi ha detto che sto scomparendo, che mi sto buttando via…e bla, bla, bla…tra tutti i presenti, è stato l’unico che si è accorto che veramente non sto bene! Mi sento schiava, schiava del cibo…ormai mi governa alla grande! Sono tesa, a tal punto che pure ieri, quand’ero al lavoro, il mio capo si è meravigliato di come avevo potuto finire in così poco tempo tutto quel lavoro….ho un ritmo accelerato, ho il fiato corto, respiro male, o forse semplicemente non respiro…faccio tutto con estrema velocità fino poi a scoppiare! Dormo pochissimo…sembro drogata! Scusa lo sfogo…ho passato dei periodi migliori, ma questo proprio è il peggiore! Sono stanca, ma non riesco a rilassarmi, ho accumulato troppa tensione! ora provo a riposare, domattina mi alzo presto che devo lavorare… e poi, vorrei andare avanti con la tesi….
    Ti aspetto…ti mando un bacio e buona giornata!

  138. Luna Blu dice:

    Ciao ragazze…ho letto i vostri ultimi commenti…Vaniglia…dici che sto passando dalla bulimia all’anoressia? Tu in che categoria di metti? Cmq non posso più considerarmi bulimica perchè non mi abbuffo e non vomito da mesi…da mesi prima che partissi per il mio viaggio in Thailandia…ossia febbraio-marzo…anoressica lo son già stata in passato…ma la differenza è che allora avrei mangiato il mondo..ma era quasi come autopunirmi nn mangiare…
    Il mio non potrebbe essere un rifiuto alla bulimia..non al cibo..perchè cmq mangio…senza gusto ma mangio…è quasi facile perchè mangio solo quello che decido di mangiare…nella mia dieta è tornato di tutto…pizza…pane…pasta…ad esempio…ieri son andata dallo psicologo e gli ho raccontato di quest’ansia che ho dentro e che è molto simile alla sensazione di stomaco vuoto…dello stimolo della fame…ma son in lotta con me stessa perchè so che riempirlo con il cibo non è la soluzione…cmq visto che dimagrisco..in questi ultimi 2 giorni ho provato a sostituire i cibi meno calorici con quelli più calorici…funziona..non scendo più…oddio..sarà presto per dirlo visto che son solo 2 gg che nn scendo…ma non è un chido fisso come lo è stato in passato…
    Effettivamente conosco delle ragazze che son guarite dall’anoressia e dalla bulimia…ma nessuna è diventata cicciona..al fisico continuiamo a tenerci molto…e secondo me è una qualità…è una qualità cercare di essere in forma…
    Vaniglia ho letto che ci sei ricascata…ma ho letto anche che hai preso qualche kilo…noi con questo problema siamo più sensibili degli altri…siamo speciali…mi piace pensarla così…è uno spreco però continuare con una vita che nn ci piace…io credo che in te ci son potenzialità che vogliono emergere…tu parli sempre di tuo padre…che nn lo sopporti che ci litighi…ma nn racconti mai niente di quello che realmente succede tra voi…
    Ti ho vista su facebook…volevo aggiungerti ma poi ho pensato che magari non ti avrebbe fatto piacere…
    Io penso che ce la puoi fare a combattere questo mostro!
    un abbraccio a tutte

  139. Luna Blu dice:

    Lei dottor Piccini che cosa ne pensa? Sto diventando anoressica?

  140. Cely dice:

    Ciao Vaniglia,
    anche io sono felice che sei di nuovo tra noi,mi mancavi!
    Le giornate più dure sono proprio quelle che ci sembrano interminabili.Capisco quanto sia difficile per te lavorare in condizioni fisiche tanto precarie,e che cerchi di dare il massimo pur di far contento il capo e di fare tutto quello che ti è stato assegnato.Ma la sensazione peggiore è quella di sentirsi,a un certo punto,mancare le forze e dover comunque rimanere e finire ciò che c’è da fare in giornata…è una sensazione orrenda,a volte mi sembrava di essere al punto di svenire,anche se fortunatamente non mi è mai capitato sul posto di lavoro.
    Sono le stesse sensazioni che si provano quando ci si autopunisce con l’iperattività…anche se il corpo manda chiari segnali per fermarsi,noi continuiamo fino a quando la mente non ci dice basta,ignorando il resto,fino allo sfinimento totale.
    Comunque,nemmeno io riuscivo a dormire quand’ero a un peso molto basso.Passavo notti e notti in bianco,nel letto piangendo perché il sonno era tanto,la stanchezza ancor di più,ma di addormentarmi non se ne parlava.E respiravo molto a fatica,tanto che dovevo continuamente alzarmi dal letto e sedermi per riprendere fiato.
    Ora tutto questo fortunatamente è solo un ricordo.
    Vsny,ma a te questo ragazzo piace?
    Comunque mi fa tenerezza,per il gesto che ha fatto:molti altri avrebbero potuto fregarsene,e anche se ti vedessero così malata avrebbero potuto far finta di niente oppure non dirti nulla per paura di una tua reazione o per paura di ferirti e di dire qualcosa che magari non ti avrebbe fatto piacere.
    Allora,sei riuscita a riposare almeno un po’stanotte?E la tesi come va?
    Buona giornata anche a te Vany,ti abbraccio forte.

  141. Cely dice:

    Ciao Luna Blu,
    io penso,come dice Vaniglia,e come anche tu non ne hai la certezza,che ciò che ti stia accadendo possa trattarsi di una ricaduta nell’anoressia.
    Te dici che quand’eri anoressica,avevi comunque un forte desiderio verso il cibo (e penso che sia normale in un corpo malnutrito)…però,anche un’anoressica penso che possa non avvertire mai la fame,per anni e anni.Io non avevo mai fame,e non è che io abbia iniziato a non mangiare per cercare di perdere peso.Semplicemente è accaduto senza che me accorgessi,per mancanza di appetito.
    Solo dopo 3 anni mi è stata diagnosticata l’anoressia nervosa; ma ti giuro,non sapevo nemmeno cosa fosse!
    Poi,c’è stato un periodo,quello dopo il ricovero in una clinica privata…beh in quell’anno facevo lo sforzo di non mangiare perché lì dentro in 5 mesi mi avevano fatto prendere ben 20 kg e altri 3 li avevo presi una volta uscita,dato che i miei mi costringevano a seguire il programma alimentare adottato in clinica.
    Spero però che si tratti solo di un normale riadattamento dell’organismo,e perciò di un primo passo verso la guarigione!Io ho letto storie di persone guarite,ma sinceramente di ragazze che ho conosciuto io e che poi ne sono uscite no…una ci è molto vicina ma io sono sempre piuttosto pessimista da questo punto di vista.
    Abbraccio forte anche te Luna Blu!

  142. Luna Blu dice:

    Vaniglia io non credo che a quella festa quel ragazzo sia stato l’unico a capire che non stai bene realmente…credo che se ne siano accorti tutti..il tuo fisico parla di più delle parole…solo che nessuno ha il coraggio di dirti nulla…

    Cely io ti sento meglio…ti garantisco che si puo’ guarire e che ne ho conosciute…probabilmente dovrei chiedere a loro come mai mi sento così…magari ci son passate…
    Io credo che sia la fluoxetina…un livello troppo alto di serotonina nel cervello inibisce la fame…forse devo smettere di prenderla…anche se è così figo nn pensare al cibo tranne che quando è ora del pasto! ;-)
    Vi faccio sapere…cmq chiedo anche alla mia psichiatra…
    Grazie.
    Vi voglio bene

  143. Luna Blu dice:

    Cmq Cely il primo passo per uscirne è ammettere di essere malate, il secondo è essere convinte di farcela, il terzo è farsi aiutare…
    Tutte le volte che vado dallo psicologo (che mi sembra molto preparato) alla fine della seduta mi chiede sempre prima di darmi il prossimo appuntamento: “lei è sicura di essere convinta di proseguire?”
    La mia risposta è sempre affermativa (oddio son le prime due sedute) …ma io sono convinta di poter guarire…se no che senso avrebbe far tutto questo?

  144. Cely dice:

    Sai Luna Blu,
    non ci avevo pensato a quel medicinale…però potresti avere ragione,forse è necessario per uscire fuori da questo disturbo e quindi meglio che non smetti di prenderlo,magari chiedi un parere al tuo medico se è meglio continuare o meno.
    Cmq sì,negli ultimi giorni,nonostante lo stress aumenti sempre di più a causa della scuola,sto cercando di trattenermi e di fare pasti regolari,in modo da non dover ricorrere a mezzi di compensazione.Però sai chi mi ha dato la forza per farlo?Tu Luna Blu!
    Grazie alle tue testimonianze e al grande impegno che ci metti nell’affrontare questa malattia!Fino a poche settimane fa mi sentivo persa,non vedevo vie d’uscita.Quindi ti ringrazio di cuore per tutta la positività che hai trasmesso finora in questo sito!
    Il senso di fare tutte quelle sedute è sicuramente quello di guadagnare tempo e attenzione per tutto ciò che ci sta a cuore,prima di tutto per noi stesse…e non soltanto per il cibo.Per cui non smettere mai di crederci!
    Io ho ammesso qualche anno fa di essere malata,ma non riuscivo a vedere una via d’uscita…ora invece qualche spiraglio si sta affacciando all’orizzonte; speriamo che duri!!!
    Torno ai miei compiti ;)
    a presto carissime!!!
    Cele

  145. Vaniglia dice:

    Ciao ragazze….oggi mi sento a pezzi, ho un sacco di dolori alle ossa, fuori è molto umido, credo che pioverà….anni fa’ ho avuto un grosso incidente, così ne risento tantissimo quando cambia il tempo. Dovevo uscire con la mia amica ma ho deciso di stare in casa….
    Ora ho un ritmo molto più lento, mi sento stanca, spossata….ma cmq non sto in forma. Attorno a me, le cose sembra abbian preso una piega un po’ diversa, i miei han smesso di litigare, mia madre ha ricominciato a fare qlcs – era da 1 anno che, per motivi di salute non faceva più nulla (dunque io mi sono occupata della casa, della spesa, di lei, di mio padre, del cane….) ora, sento che sono stufa…anche per altri motivi, ho capito che devo pensare più a me, che tanto, quando stanno bene loro, si arrangiano…un po’ di sano egoismo ci vuole! tanto che a volte non notano neanche che mi sbatto tanto per loro….

    Cmq, detto questo – Luna bLu, sbagli a credere che non voglia la tua richiesta di amicizia su facebook….al contrario!
    Per ciò che riguarda quel ragazzo, in passato ho pensato ad un’ipotetica situazione con lui, poi però….bhò! cmq, fra tutti sembra il + superficiale ed invece è molto sensibile….vuole che vada atrovarlo domenica sera….non so’!

    Cely, il fatto che non riesco a respirare, dipende da una sorta di irrigidimento…sai ch in bioenergetica, si formano dei blocchi muscolari in relazione a delle situazioni che non vengono metabolizzate, portate alla conoscenza del proprio sé…così, l’energia non scorre correttamente…e si arriva al punto che non si respira più bene! Sai quante persone non si accorgono del fatto che respirano male? Da Naturopata, posso dirti queste cose….so’ che dovrei fare dello Yoga…ma su questo sono pigra! La scorsa settimana, un mio amico mi ha fatto un massaggio di riflessologia plantare e sono stata bene, ero più distesa, rilassata, la notte ho riposato bene….è importante!

    Ora ho paura, paura di questa malattia del cazzo che al momento ha la meglio su di me….è più forte ed io mi rifiuto di trascorrere il resto della mia vita così….ma sono anche convinta che rimarrò in questa situazione! non ci credo più alla guarigione….
    Oggi ho parlato pure con l’avvocato per quella storia di Sanavita…fortuna che non dovrò presentarmi x il processo…non me la sarei sentita di andar fino a lassù per trovarmi poi davanti quelle facce di merda!

    Vabbé ragazze, ora vi lascio che continuo un po’ la tesi…un abbraccio e buon w e ….cerchiamo di star bene!

  146. Cely dice:

    Ciao Vaniglia!!!
    Oggi come va?Spero meglio di ieri…beh lo spero proprio!
    Speriamo anche che i tuoi continuino a non litigare…i miei hanno smesso da circa un anno,da quando cioè io e mamma ce ne siamo andate di casa.A volte litigano tramite sms,ma mamma evita proprio di chiamarlo e di incontrarlo anche per sbaglio.
    Comunque tesoro,tu hai la tua vita…ed è vero che un po’di sano egoismo ci vuole!Non ti puoi annullare per loro…aiutarli sì ma nei tuoi limiti!E se un giorno proprio non te la senti di fare tutte quelle cose,beh non farle!O magari fanne la metà,qualcuno ci penserà al posto tuo.Lo so che sono i tuoi genitori e che faresti di tutto per loro,ma anche per te ci deve scappare un po’ di tempo.
    é interessante quello che mi dici sui muscoli.sinceramente non lo sapevo.Beh,lo yoga anch’io ho provato a fare qualche seduta anni fa,ma solo mentre ero lì distesa riuscivo a rilassarmi…poi tornavo a casa ed ero tesa come sempre.Anche con lo Shiatsu ho provato,e con l’agopuntura.Mi rilassavano molto,ma solo il tempo di qualche ora.Forse se avrei continuato sarei stata meglio,perché penso che queste tecniche necessitino di molto tempo per trarne un beneficio duraturo.
    Sai.ti capisco quando dici che hai paura,paura di vivere sempre in questo stato!Anche io ho tanta paura…ma penso che non sia tutto perso!La speranza ogni tanto si riaccende in me,e spero un giorno anche in te…sperare è bello!
    Buon week-end anche a te,a presto Vany!!!

  147. Vaniglia dice:

    Ciao Cely,
    son passata giusto per un salutino….devo studiare un po’.
    Spero tutto ok.
    Un abbraccio

  148. Cely dice:

    Ciao Vaniglia,
    beh oggi non proprio tutto ok,dopo qualche giorno che ero riuscita a trattenermi…però stase non lo rifarò,anche perché ho un compleanno e non devo dare sospetti a nessuno.
    Tesò,ti lascio studiare!!!Buona serata!!!
    Un abbraccio anche a te.

  149. Vaniglia dice:

    Ciao Cely,
    io oggi tutto ok…ora mi sento come se non avessi digerito il pranzo! Che fastidio! Cmq, ora mi sa che mi faccio una tisana che mi aiuti un pochino a digerire, non voglio far pasticci, stasera esco con delle amiche e so’ che se cominciassi…alla fine starei di merda! Mi son riposata un pochino xké ero a pezzi…a presto, un bacio

  150. Cely dice:

    Ciao Vaniglia,
    quello che hai scritto mi ha fatto commuovere!!! Vedo che ti stai impegnando ancora una volta e questo mi fa un piacere immenso!!!
    A presto Vany,anch’io vado che devo studiare.
    Ti abbraccio!!!

  151. Luna Blu dice:

    Buongiorno a tutte…Cely grazie per le tue parole…Vaniglia allora ti aggiungo appena entro su facebook…
    Il mio w.end tutto bene…e non ho avuto problemi con il cibo…sto facendo un corso di inglese…mi piace l’idea!
    Un abbraccio

  152. suelle dice:

    Leggo tutti i giorni quello che scrivete e vedo che ogniuno di voi mette impegno , che vuole uscirne, che vuole che il mostro vada via, e posso solo dirvi di nn perdere la speranza, perchè si puo uscire da questo inferno, ci si deve lavorare tanto, sempre ci saranno mille dubbi, domande senza perchè, ma si può stare meglio, basta essere convinte, io ci sono riuscita. con affetto.

  153. Cely dice:

    Di niente Luna Blu…che bello sapere che durante il week-end non sono sorti problemi!
    Suelle,grazie per il conforto!!!Io ci spero tanto,e mi fa piacere che tu ci sia riuscita,ti ammiro anche se non ti conosco.

  154. Luna Blu dice:

    Buongiorno a tutte…anche oggi tutto bene…anzi..meglio di ieri..oggi c’è il sole…
    :-)
    Vi abbraccio…

  155. Antigone dice:

    Ciao a tutte,
    vorrei dire a Luna Blu di non preoccuparsi della mancanza di appetito o della bilancia che a volte scende. Secondo me sono semplicemente le medicine che portano mancanza di appetito, quindi non lambiccarti troppo il cervello e stai tranquilla.

  156. Luna Blu dice:

    Grazie Antigone…questa fissa della bilancia nn riesco a levarmela…mi devo pesare almeno 2 volte al giorno…passerà anche questa! :-)

  157. Vaniglia dice:

    Ciao a tutte! anche oggi, per me tutto bene;) Spero che continui…faccio fatica, ogni minuto ci son tentazioni pericolose….ce la faro?? a presto

  158. Luna Blu dice:

    Ciao…ce la puoi fare Vaniglia!

  159. dice:

    Ragazze…Dolcissime creature, avere fame è una sensazione naturale e vitale. Non cercate vane strategie per placare i morsi dello stomaco…Rimane comunque il desiderio e il bisogno di cibo: è anche una conseguenza della restrizione cognitiva, non solo calorica. Digiunare o liberarsi dal cibo appena ingerito non fa che cresce il vuoto interiore. Chi, tra le persone che conoscete, ammira il vostro aspetto emaciato? Chi giudica le vostre forme? Solo voi, piccole mie. Nessuno può desiderare la vostra magrezza idealizzata se questa è la vostra ossessione e se ciò è la causa della vostra/nostra straziante felicità. Proviamo a dare un unico suggerimento: cominciare a vivere, crescere insieme, passo dopo passo, sperimentando con coraggio la lotta contro il disturbo. CORAGGIO!

  160. Antigone dice:

    Cara Luna Blu,
    anch’io ho sempre la fissa della bilancia e mi peso più volte al giorno…ci sono periodi che non mi peso per mesi. Sono 56 kg per un’altezza di 1,70 m e quindi posso dire di essere “giusta” eppure c’è sempre una vocina che mi dice di dover dimagrire ancora un latro po’, ma ho fame e allora mangio: se mangio troppo vomito, ma anche se mangio poco devo vomitare, perchè il pensiero di quelle stramaledette calorie che circolano nel mio corpo mi terrorizza. Ogni giorno è così, e solo per brevi periodi cerco di affrontare il mio problema con razionalità e riesco a condurre una vita normale. Mi sono convinta che il mio problema risieda nel fatto che non riesco ad accettare i momenti di noia o in altri casi che non so gestire le mie emozioni (sia di tristezza che di gioia): in entrambi i casi tutto finisce in abbuffate nervose. Vorrei tanto liberarmi da questo pensiero fisso e spero che con l’aiuto di qualche specialista potrò farcela. Grazie comunque anche a voi, perchè leggendovi e scrivendo, riesco a sentirmi meglio.

  161. margherita dice:

    ciao ragazze, scrivo perchè sono stanca, mia sorella non sembra accorgersi di quanto sta sbagliando, e la mia delicatezza nell’affrontare il problema non reggerà a lungo, sono stanca di non poter fare nulla, sono stanca di vederla farsi male, di spiarla, di pensare che non è sincera ogni volta che mi dice una cosa, di sapere che non siamo più così vicine, perchè lo so che mi mente, e so che è convinta che io non sappia come si sente, perchè fa tutto questo, cosa la fa stare così male…ma sbaglia! ormai è diventata abitudine… è stanca, è tardi, ha mal di stomaco, va un po in camera perchè le fa male la testa, lei forse pensa che io non capisca nulla…ma ad ogni frase mi sento svuotata e avrei voglia di urlarle di smettere di dirmi cazzate, di smetterla che così si rovina la vita…di smetterla…perchè sta uccidendo anche me! aiutatemi…ditemi cosa posso fare…ditemi di cosa avreste bisogno..cosa vi manca? non c’è niente che io non possa fare per lei…ditemi,vi prego!

  162. Cely dice:

    ODIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO MIO PADRE E MIA MADRE!!! CHE CAVOLO LI HANNO FATTI A FARE I FIGLI? PER FREGARSENE E FARLI SENTIRE UN PESO PER IL BILANCIO ECONOMICO,ECCO PER COSA!

  163. ANNA per MATTEO dice:

    CIAO MATTEO, SE TI INTERESSA A PADOVA C’E UNA PSICOLOGA BRAVISSIMA.
    RICEVE IN PRIVATO, FREQUENZA CIRCA 1 V. A SETTIMANA SE MI DAI MAIL TI DO NOME – INDIRIZZO-TELEFONO.
    VEDI CHE E’ ERAMENTE BRAVA
    E’ A PAGAMENTO PERO’.
    CIAO BUONA FORTUNA
    E RICORDA SE NON E TUA MOGLIE A VOLERE E MOLTO DIFFICILE, MA CI PUOI ANDARE TU’ PERCHE’ CREDIMI IL PESO E’ ALTRETTANTO GRANDE DA PORTARE PER CHI AMA COME TE’.
    SENZAUN SUPPORTO PRIMA O PIO SE LA SITUAZIONE PEGGIORA CROLLI ANCHE TU ALLA GRANDE..AUGURI

  164. bimbolina dice:

    Antigone siam nella stessa barca peso forma ma troppa sofferenza e’ anoressia atipica terzo tipo di anoressia con peso forma ma pur sempre una malattia diciamo

  165. bimbolina dice:

    Antigone siam uguali la pensiamo uguale … per me tutto cio’ e ‘sofferenza e vuoto

  166. bimbolina dice:

    pure io non so gestire le emozioni

  167. bimbolina dice:

    io praticamente vivo kosi. dal lunedi al venerdi a dieta ferrea… il week end mi mangio magari un pakko di biscotti bella vita eh…

    soffro separazione mio fratello e una morte tutti affetti persi mia mamma era anoressika… e una delusione d’amore ed ekko ke sfocia il tutto mia mamma anokora oggi ha lafissa cibo sano e leggero e lo fa sempre kosi

  168. bimbolina dice:

    non trovo un amiko perke non mi fido piu di nessuno troppe fregature

  169. bimbolina dice:

    vaniglia e cely mia storia simile alla vostra

  170. bimbolina dice:

    Non gestisco le emozioni anke in giro a volte esce rabbia ecc mi daran della pazza kapita pure a voi?? rabbia di esser stata abbandonata da persone morte e per altri motivi

  171. bimbolina dice:

    purtroppo la gente e’ ignorante maltratta anke gente in anoressia….

  172. SARA dice:

    ciao sono sara,
    ho deciso di confrontarmi con le persone che stanno come me per darmi una mano poichè ,come ha sottolineato Diletta , solo chi sta o è stato come te è in grado di aiutarti.Pesavo 56 kg e adesso ne peso 38 sono da poco uscita dal ricovero ;la mia è una famiglia orientale e ,poichè sapevo e capivo che in fondo loro non hanno studiato che cosa sia l’anoressia ,io ebbi una crisi di nervi e riconobbi la mia metà cadaverica(cosa che loro leggevano come un semplice capriccio alimentare),così più forte di un leone feci chiamare l’mbulanza(cosa che mia madre non voleva )ed arrivai in una pediatria (non in un centro specializzato )in cui molto probabilmente le infermiere mi davano della pazza poichè io ho l’io sotto i piedi .concordo sul fatto che la mia e la vostra malattia sia mentale più che fisica e il dolore si sente …un abbraccio a tutte

Scrivi un commento