images-2.jpgPhoto©: iStockPhoto

Tanorexia. Così viene definita nei tabloid americani. In quelli spagnoli viene invece definita Heliorexia. In Italia, in particolare in estate, non se ne parla affatto.

Viene descritta come il bisogno ossessivo di esporsi al sole per conseguire una abbronzatura tropicale.

Secondo alcuni ricercatori questa esposizione al sole darebbe alle persone elioressiche una eccitazione simile a quella che si ottiene dal consumo di certe droghe.

E di fatto ci potremmo anche credere. Non sono forse stati gli americani a descrivere un pò di anni fa una sindrome chiamata SAD (Seasonal Affective Disease) che in pratica era una sindrome depressiva dovuta alla scarsa esposizione ai raggi solari?

a267tanorexia_1.jpg Photo©:Beleza y Salud

Uno studio americano ha infatti dimostrato che l’abbronzatura ottenuta mediante esposizione causerebbe una dipendenza fisica responsabile di una vera e propria sindrome da astinenza. Il meccanismo sarebbe inoltre mediato da quelle stesse endorfine responsabili della astinenza da oppiacei.

Dunque ci sarebbe una motivazione per spiegare questo comportamento. Più abbronzati uguale più felici? Sarebbe bello se fosse vero.
In fondo il sole è un antidepressivo che non costa nulla. Al pari di altri antidepressivi ha però alcuni effetti collaterali, il più famoso dei quali rimane il ben noto melanoma cutaneo.

Nonostante sia ormai noto a tutti che l’eccessiva esposizione solare causa danni al DNA cellulare che rappresentano il primo fattore di rischio per il melanoma cutaneo, ogni anno milioni e milioni di persone si espongono ossessivamente al sole. Perchè?

La risposta sarebbe da cercarsi proprio in questa dipendenza da sole: l’Elioressia.

3 Commenti

  1. marina dice:

    finalmente qualcuno ha dato un nome a ciò che credevo essere solo voglia di vacanze

  2. barbara dice:

    ciao, è la prima volta che scrivo e nn so nemmeno se lo sto facendo correttamente ma lo spero….per la prima volta mi sono messa cn calma a cercare siti cn foto o nomi da contattare di ragazze o donne anoressiche o buimiche comunque.so benissimo che tipo di malattia siano,ma alla ormai vecchia eta di 37 anni dopo centinaia di tentativi nn sono riuscita a diventare anoressica.o almeno nn del tutto,ci sono andata vicino una sola volta ma poi tutto è passato da se a mio malincuore e nn riesco a tornare indietro.vorrei parlare cn qualcuno che lo è per sapere delle cose diciamo tecniche perche davvero è impossibile che per come vivo e mi nutro nn riesca a essere cm vorrei essere.vivo ed ho vissuto gli ultimi 18 anni cercando di diventarci senza successo……qualcuno mi puo scrivere per poi parlarci.grazie barbara

  3. Anger dice:

    Ci mancava anche questa. Senza parole.

Scrivi un commento