Il primo libro di Laura

15 settembre 2009

sandi.jpgGraphics©Mjrian Van de Meer

La donna più bella che avessi mai visto mi sorrise.

Una ragazza molto gentile vestita di bianco le si avvicinò e mi prese dolcemente dalle sue braccia.

Mi lavò e mi vestì con una delicatezza squisita, poi mi mise in una scatola trasparente e mi portò in una stanza piena di altre scatole trasparenti identiche a quella in cui stavo io.

Le pareti della stanza erano di vetro. Molte persone sorridenti, al di là del vetro, guardavano dentro indicando una delle scatole trasparenti attorno alla mia.

Sorridevano tutti più che potevano. In fondo alla folla ci fu un fremito che poi continuò verso la prima fila; una scossa elettrica, ma di carne, come la vibrazione di un muscolo.

Qualcosa di umano stava passando in mezzo alla gente, muovendola.

Due di quelle piacevoli persone sorridenti in prima fila si fecero da parte. Contro la vetrata più vicina alla mia scatola trasparente si posarono i palmi dell’uomo più bello che avessi mai visto…

Inizia così il primo romanzo di Laura Sandi che ricevo con piacere dopo una lunga attesa.

Mondadori! Nientemeno per un’opera prima davvero molto originale. Un parto lungo ma dal finale lieto.

Il libro racconta la storia di Leda, una bambina un pò strana che vive in una famiglia singolare e un pò diversa da quella dei suoi primi ricordi. Il racconto si snoda attraverso la scoperta del mondo da parte di Leda e le difficili rivelazioni che questa comporta per una bambina che ha imparato che tutto quello che è, o sembra essere in un modo, può apparire anche in altri modi talora opposti tra loro, ma non per questo meno veri.

Una bella metafora della vita, per questo primo romanzo di Laura. Altamente consigliato!

4 Commenti

  1. filo dice:

    ragazze mangiate nn pensate a quelle della moda ke dicono ke dovete dimagrire ke n è vro nnt l’anoressia e la bulima è una malattia quindi io vi dico mangiate di tutto e nn li pnsate

  2. Kiara dice:

    Sembra davvero interessante e originale, già solo dalle poche righe riportate qui.
    Conto di leggero, vi farò sapere!!

    Un abbraccio a tutti (e in particolare alle persone che ho incotrato nei mesi passati in questo blog. Grazie di cuore.)

    Chiara

  3. marika dice:

    Sto dopo l’anoressia…ora sto cercando di uscire dalla bulimia….è difficile ma non mi arrendo!Dove posso trovare questo libro di cui parlate?Vorrei tanto legggerlo e nel frattempo mi farebbe piacere se qualcuno mi scrivesse per diventare amici………il mio indirizzo e-mail è [email protected] oppure il mio indirizzo è Battistutti Marika,Via 4 Novembre 21,33028 Tolmezzo (Udine)…..Aspetto vostre notizie,ci conto!!!!Grazie di cuore di esistere!Un abbraccio a tutti,Marika74

  4. Sha dice:

    ehi, sembra niente male..

Scrivi un commento