Photo©: Blue Square Thing

Questa è la piazzetta del mese di febbraio 2011. E augura il benvenuto a tutti i nuovi e ovviamente ai vecchi amici del sito AB.it. Se vuoi vedere gli ultimi interventi del mese di gennaio li trovi cliccando questo link.

Questa infatti è la piazzetta virtuale dove la nostra community si incontra e si ritrova ogni giorno e che viene aggiornata mese per mese.

Se sei un nuovo arrivato comincia da qui. Entra e guardati intorno. E se l’ambiente ti piace, presentati e sarai il benevenuto tra noi.

1.611 Commenti

  1. miele dice:

    …nuova Piazzetta!

    :)

  2. Aleph dice:

    Eccola!!!!

    Nuovo mese, nuova piazzetta!

    Buona giornata a tutte!

    Aleph

  3. Azimut dice:

    Ma perché mi manda sempre in crisi la piazzetta nuova :-(

  4. Fabio Piccini dice:

    Forse è perchè devi diventare più elastica, Azimut.
    La vita è adattamento ed evoluzione.
    E’ una lezione di tal Charles Darwin…

  5. Aleph dice:

    Azimut, non ti preoccupare, io ci sono sempre, sono lo stesso della piazzetta scorso e sono qui, ti tengo stretto. Tu non lasciarmi ok?
    Vedrai che pian piano ti sentirai di nuovo a casa, anche qui.
    Prendilo come un piccolo obiettivo mensile questo.

  6. Ilaria dice:

    Azimut, ti fa paura il vuoto? Be’, mettiamoci d’impegno, riempiamolo ;-)

    Ma buongiornooooo! Oggi è una giornata potenzialmente deleteria per me: non ho la casa libera, piove, quindi non posso né pedalare né macinare i miei km di marcetta per il paese, devo pranzare con mia suocera, quindi devo abbandonare i miei soliti “schemi” che riesco a mettere in pratica soltanto quando sono da sola… insomma, un disastro sulla carta. Ma non ho nessuna intenzione di cadere oggi. Ce la farò, ad ogni costo.

    Aleph, ma come si fa a non innamorarsi di te? Sei dolcissimo :-D

    Tutte: come state? Vi dà problemi il passaggio da un mese all’altro? A me un po’ sì se ci penso, è come se voltare pagina sul calendario mi costringesse a tirare le somme del mese precedente, e spesso e volentieri sono in debito…

  7. Aleph dice:

    Eheheheh, Ilaria, è quello che dico sempre anche io!

  8. Polla dice:

    ..Buongiorno ragazze/o, come andiamo? io oggi giornatina libera e come sempre tendo un po’ a poltrire,ma conto di attivarmi dopo aver scritto qsto post per salutarvi..
    non ho particolari cose da riportare,nel senso che ieri sono stata al centro e devo ancora rielaborare un po’ la questione.. diciamo che è andata bene,ma che devo impegnarmi di +,che devo smettere di procrastinare e cambiare rotta definitivamente.. a tratti ho mega voglia a tratti invece me ne starei rintanata nel mio guscio all’infinito.. ma credo proprio che non ne valga la pena e “contesto” un sacco chi scrive che attende la svolta,ma poi sono la prima che non si prende le proprie responsabilità ed è per qsto che a volte mi “accanisco” su certi meccanismi che leggo qui proprio perchè mi ci ritrovo e mi faccio incazzare da sola.. però mi date la possibilità di rielaborare molto,mi date la spinta per fare altro e per crederci davvero,anche se come sempre sono convinta delle potenzialità di ognuna e delle mie in primis e che quindi devo camminare con le mie gambe e via.. verso la mia vita.. verso nuovi obiettivi,nuove strade,nuovi scenari.. tutto da scoprire e allo stesso tempo tutto antico,ma visto con occhi diversi mi risulterà come nuovo!
    domani me ne tornerò a casa dalla mia famiglia e sono certa che andrà bene,però ho voglia di stare tranquilla e di non mettere il mio disturbo in prima linea,ma di lasciare che le cose avvengano con naturalezza,perchè proprio dove mi sento + protetta qsto mi risulta + facile e mi aiuta ad applicarlo poi anche in altre situazioni.. è spuntato il sole.. buon segno per me!
    ci sentiamo + tardi.. volevo lasciare giusto un post nella nuova piazzetta! me gusta me gusta.
    Buona mattinata intanto.. :-) !

  9. Polla dice:

    Aleph,ma tu sei di Milano???? o sono io che me lo invento?????

  10. Aleph dice:

    Polla, no, non sono di Milano, però non sono nemmeno così lontano da lì.
    Tu di dove sei? Ah, già che ci sono, quanti anni hai che non mi ricordo?

  11. Luna Blu dice:

    Buongiorno!!!!
    Tra poco vadoa remare…ieri è stata un’uscita bellissima!!!
    :-)

  12. Aleph dice:

    Buona remata Luna!!!!

    E divertiti!

    Le altre dove sono?

  13. Azimut dice:

    Sì…la mia mancanza di elasticità… e il terrore del vuoto….

  14. tinkytinky dice:

    ciao,nuova piazzetta per voi veterani e nuova scoperta per me..in questi ultimi gg sto conoscendo molte cose di me,riuscendo a catalogarle con definizioni e spero che cio mi aiuti a sconfiggere quei comportamenti errati che mi trascino dietro da quando ho 7anni…e cioè un rapporto di amore odio col cibo,che ogni qualvolta era lunico a starmi davvero accanto e a riempire tutte le mie carenze..ormai di anni ne ho 26 e oltre ad aver maturato convinzioni sul mio percorso di vita tramite la psicoterapia,voglio riuscire a guarire dal mio tallone d’achille.questo sito promette buoni spunti di crescita,e magari anche l’idea di confrontarmi con voi potrebbe aiutarmi…io ci provo.buona giornata

  15. Ilaria dice:

    Benvenuta tinkytinky!

  16. Aleph dice:

    Benvenuta tinkytinky!
    Spero davvero che questo sito, la possibilità di scrivere qui e di confrontarti, ti possano aiutare!

  17. Aleph dice:

    Per iniziare e rompere il ghiaccio…qualche curiosità: di dove sei (più o meno)?Cosa fai nella vita?

  18. silvia dice:

    Buona giornata ragazze, buon inizio febbraio!
    Aleph complimenti x il tuo post di gennaio…m’ha colpito molto ciò ke hai scritto, dimostri una sensibilità davvero fuori dal comune.

    LunaBlu buona uscita!

    Azimut tu cerca il post, poi cm e qnd entrare lo faremo insieme ok? Quello è un problema ke verrà dopo…il posto lo troverai, xkè ne esistono…devi solo impegnarti x cercarlo. Grazie x il tuo consiglio sullo studio, hai centrato in pieno riferendoti ai pensieri, allo sguardo perso sul soffito e all’attesa ke i minuti passassero…

    Miele si, effettivamente cm ho già scritto dopo l’impeto iniziale mi assale questo stato…nn so cm reagire, ma devo pur trovarla una soluzione. Mi dispiace della situazione ke vivi cn tua madre, ma lei, o cmq tuo padre, nn vedono in te miglioramenti? ti stai impegnando tantissimo e 6 seguita dal centro, segui le regole mutrizionali e ti stai construendo una vita tua…tutto questo, il tuo essere indipendente e prenderti cura di te, nn li rassicura?
    A parte questo tu cm stai?

    Chiara giornata intensa x te e può esser positivo il fatto ke passerai del tempo cn altre persone.

    Un saluto x tutte le altre: Polla, Laura, Yris…grazie…

  19. Ilaria dice:

    Per Azimut: il mio professore di religioni e filosofie orientali diceva sempre che il vuoto è un tutto potenziale. È una pagina bianca che possiamo decorare come vogliamo noi, con qualsiasi cosa ci venga in mente. Perciò non averne paura: è il nostro spazio, la nostra libertà.

  20. silvia dice:

    Ben venuta tinkytinky

  21. miele dice:

    benvenuta tinkytinky!

    Aleph oggi sei attivissimo…che bello averti tra noi!

    Azimut cerca di far finta di nulla…tra pocco questa pagina sarà di nuovo piena di commenti…

    Chiara*…?

    silvia, dopo tanti anni di malattia, alti e bassi, fatica e tentativi, credo che mia mamma non sappia più cosa sperare. mi padre invece dice “vedo che mangi, mi chiedo come mai non aumenti”, è un po’ perplesso, entrambi comunque vedono in me sempre e ancora la malattia, in ogni cosa che faccio la mettono davanti. e sai, un po’ li capisco: anch’io la sento sempre presente, sempre sotto pelle, a cercare di guastare tutto. in ogni caso sta a me dimostrare ed attuare il contrario, sta a me far vedere che da sola ce la faccio. ed è questo che sto perseguendo. perchè non posso chiedere agli altri di non preoccuparsi, se non sto effettivamente meglio.
    ti auguro di ritrovare la grinta…so che ce l’hai, lì da qualche parte!

  22. tinkytinky dice:

    Grazie dell’accoglienza..sono di Roma,nella vita studio e lavoro…e sebbene io abbia una vita piena di passioni,impegni,persone che ho scelto e che mi vogliono bene,mi trovo a fare i conti oggi col mio passato,dettato spesso da persone”familiari”che purtroppo non ho scelto,e che mi hanno condizionato a punto tale da arrivare oggi a non riconoscermi in cio che appaio…avete presente quando il corpo imprigiona un anima estremamente “smart”,brillante e sensibile?????ecco….ma ho deciso che le cose debbono cambiare anche perche forse è meglio far stare male chi ti ferisce piuttosto che immagazinare e autolesionarsi.no???

  23. silvia dice:

    Daccordo cn te tinkytinky!

    Miele grazie, devo scavare molto x farla risalire…Credo ke sia giusto ciò ke hai detto, ke devi farlo x te stessa, nn preocc troppo x loro, x ciò ke vedono o nn vedono, xkè finkè sentirai addosso quest’altra ansia percorrere il tuo cammino e fare i tuoi passi ti sembrerà ancora + pesante…almeno questo è x me.

    Laura cm va?

  24. laura dice:

    buon giorno, benvenuta tinkytinky, grazie a tutte le persone che mi hanno risposto, confermo qunato detto da silvia, aleph, hai un’animo davvero sensibile.
    giornata lunga, non sò forse un giorno parlerò con mia mamma, però non sò se farlo adesso, perchè sò che parlando con lei magari mi riavvicinerei, tornerei a negare tutto il dolore che ho provato, che provo ancora, proprio perchè negato, non sò forse anche se difficile devo riuscire a sopportare queste emozioni a cui non ho mai dato spazio, queste emozioni da cui il sintomo bulimico mi ha sempre protetto. tra l’altro di solito dopo essermi abbuffata e vomitato mi sento tranquilla, oggi l’ho fatto ma rimane sempre questa cosa di fondo, non mi sento più tranquilla, bho forse è un bene? che ne pensate? o forse è solo che sono tornati i pensieri che mi bloccano il petto e dunque è un male?

    silvia e azimut io sono un po preoccupata per voi, per la vostra alimentazione ancora troppo misera, mi piacerebbe aiutarvi, ma non riesco neanche a trovare delle parole che possano esservi di conforto.

    comunque si vede che non sono abituata a sentirmi, che nella mia vita ho sempre cercato nelle diverse dipendenze il modo di non sentire, anche adesso una parte di me vorrebbe qualcosa per non sentire. ma in qualche modo devo riuscire a gestire questo dolore, riuscire a trovare il modo di consolare la me passata per tutto il dolore che gli è stato fatto, per tutti i momenti che mi sono sentita sola perchè mi hanno lasciata sola, devo trovare gli strumenti per imparare a vivere.
    caspita oggi mi avrebbe fatto proprio bene parlare con la psicologa, sento proprio il bisogno, di parlare, parlare raccontare, vomitare fuori tutti questi vissuti, solo che non ho nessuno al mio fianco con cui poterlo fare davvero, qualcuno che mi faccia sentire accolta, non giudicata.

  25. silvia dice:

    Laura io ci sn, se vuoi puoi parlare cn me.
    Oppure potresti kiamarla la tua psicologa?
    Io credo ke fai bene a nn parlare ora cn tua madre, 6 ancora in balia di tutte queste emozioni e i tempi x me nn sn ancora maturi…credo ke ora stai facend venire le cose a galla, è dura, difficile accetare cn consapevolezza ciò ke è stato, ciò ke ci fa male e ke x tantissimo tempo abbiamo evitato di sentire, quindi ora ti senti così, ma vedrai ke riuscirai a gestire tutto…la terapia ti aiuterà.
    Grazie del tuo pensiero. nn 6 sola

  26. Azimut dice:

    Ilaria, il problema è che nel tutto potenziale io ci metto mostri e mostri e mostri…

    scusate, oggi sono davvero di poche parole, non le trovo…non mi trovo

  27. Aleph dice:

    Miele!Mi fa piacere tu sia contenta della mia costante presenza di oggi!!!E quello che hai scritto nel tuo post è molto bello. Sono sicuro che un giorno i tuoi genitori in te vedranno solo la splendida ragazza che sei, e non più la malattia.

    Laura, grazie per quello che hai scritto. Condivido quanto scritto da Silvia, se non puoi o non riesci a chiamare la psicologa, scrivi qui, o via mail a qualcuno di noi. Noi ci siamo, sempre.

    Silvia, grazie anche a te per i complimenti, mi fanno sempre moltissimo piacere. E’ vero, dopo l’impeto iniziale è sempre difficile continuare. Ma tu sei più forte di questo sconforto, e lo puoi sconfiggere, abbattere, sovrastare. Tu sei più forte, e andrai avanti, perchè è per te stessa che lo devi fare. Ne sei capace. Lo so.

    Azimut, sto venendo a cercarti.

  28. Polla dice:

    ..Aleph,però alla fine non mi hai detto di dove sei.. io cmq ho 26 anni! ora leggo gli altri post!

  29. silvia dice:

    Azimut oggi è martedì e hai detto ke avevi molto da lavorare, quindi blocca i tuoi pensieri negativi, concentrati sulla “praticità” del tuo lavoro e se il cervello va da sè cerca di costringerlo a pensare ai percorsi ke metterai sotto i tuoi piedi domani alla ricerca del tuo spazio libero…tra locali e localini, dove intenso sarà l’odore di the o caffè…dai su Azimut io ci sn!

    Aleph grazie…Lo so, devo farlo x me, e questa parte della mia vita nn devo abbandonarla senza lottare…me lo devo far passare, superare questi momenti di sconforto e depressione…Grazie, davvero grazie…

    polla ti risp io: Aleph nn dice di dov’è di preciso, ma nel nord nord…credo tra neve e neve, ma la sua anima così dolce e calda in quel luogo riscalda un pò tutti…ahah

    Laura cm sta andando?

  30. Aleph dice:

    Polla, vivo a nord di Milano, verso la svizzera, per intenderci…tu?sei anche tu di queste zone?

  31. Ilaria dice:

    Mi sento persa! Ho infranto un mio schema mangiando primo e secondo nello stesso pasto… ommioddiooooooooo!!!
    La mia mente malata sta già architettando varie tattiche di compensazione: mangio solo insalata a cena; approfitto del fatto che ho il raffreddore per bermi solo una tisana e andarmene a letto fino a domattina (quindi niente pasti); … boh!

    Vabbè, a parte questo: Azimut, prova a metterci qualcos’altro. Comincia da uno stelo d’erba, visualizzalo come se fosse vero e presente; poi un fiore, del tipo e del colore che vuoi tu… e poi e poi… colori, profumi, suoni, ma niente mostri per una volta. Provaci, non hai niente da perdere.

    Chiara, sono contenta che la tua giornata ti permetta di rimanere abbastanza tranquilla. È una tranquillità artificiosa e autoimposta, ma sempre meglio del baratro, vero? Lo sai che in ogni caso siamo qui, come una rete di sicurezza sotto un trapezista?

    Laura, lo stesso vale anche per te, non sei sola.

  32. Aleph dice:

    Ahahahaahahahah grazie Silvia!

  33. silvia dice:

    Aleph di niente….è la verità…nn 6 proprio cm m’immagino uno di quelle parti lì…

  34. uhmhm dice:

    UHM. Aleph mi sa che abbiamo la (s)fortuna di venire dalla stessa zona..
    Stanotte, pianti, crampi, parole parole parole. Sono stanchissima. Mi sono svuotata. Potrei non parlare più per i prossimi 5 anni credo. Che fatica. Il punto è, sarà servito?

  35. Aleph dice:

    Uhmuhm!Beh sì dai, è una fortuna e una sfortuna allo stesso tempo. Ogni cosa ha lati positivi e negativi…

    Tu di dove sei di preciso? (se non vuoi dirlo qui, lo capisco, anche a me non va di dire il paese esatto)

  36. Ilaria dice:

    Uhmhm, prendilo come un reset. Ora riparti.

  37. Azimut dice:

    Ilaria bella questa cosa dello stelo d’erba. Ma se poi ci metto steli su steli? Il mio problema è la frammentazione. Come sono contorta, mi è piaciuta l’immagine che mi hai proposto e dopo pochi istanti mi sono vista con cumuli di steli d’erba che mi travolgono. Mi sa che ne dovrò parlare alla psicologa di questa cosa…

    Silvia lo so dovrei concentrarmi sul lavoro, il problema è che cado in una sorta di frenesia che in un’ora mi fa sbrigare lavoro per cui ne occorrerebbero tre di ore e le persone che devono collaborare con me non stanno al passo e ho paura di mettere loro eccessiva pressione. Allora mi fermo e la mente comincia a viaggiare.

    Laura non preoccuparti per me, ho ripreso a mangiare un pochino e soprattutto non vomito. Certo le quantità sono esigue ma qualcosa tre volte al giorno mediamente riesco a mandarlo giù. Io quando sento l’urgenza di parlare con la psicologa scrivo su un quaderno, mi aiuta a rielaborare quello che è venuto fuori in seduta e a dare un certo ordine a pensieri ed emozioni. Poi ogni tanto infrango le regole e le scrivo mail :-)

    Aleph, grazie alle precisazioni di Silvia ti immagino con un bel costume della valtellina: calzettoni bianchi, pantaloni alla zuava, panciotto e fiocco al collo hi hi hi

  38. Aleph dice:

    Ahahahaahahahahaahahahah, Azimut, giuro che questa mi ha davvero fatto ridere!
    Mah, non si sa mai, potrei anche essere così davvero!

    Mmm ok forse no…

  39. silvia dice:

    Azimut ok…nn stressare troppo i tuoi collaboratori ma almeno rivolgi i tuoi pensieri a qlc di pratico, cioè al percorso ke puoi fare domani…lascia stare sti fili d’erba e tutte ste linee ke sappiamo bene qnt t’imbrigliano…

    Dici ke Aleph potrebbe esser tipo da “costume valtellinese”?…ora la curiosità si fa davvero tanta!!!!

    Uhmhm nn ricadere mai + nel silezio, x qnt ti possano essere sembrate inutili le parole espresse servono sempre…

  40. Aleph dice:

    Enno dai, ho una reputazione da difendere!!!(senza nulla togliere ai costumi valtellinesi eh)…

  41. Azimut dice:

    Silvia sì, con le braghe il gilè gli scarponi chiodati il bastone e un bel fiocchettone al collo. Con annessa compagna baffuta con vestitone, mantellina e fazzoletto in testa. E’ per quello che della “fidanzata” non ce ne parla mai :-)

  42. Aleph dice:

    Ehi ehi ehi!!!

    Cos’è questa alleanza contro di me??????

  43. Azimut dice:

    Aleph…. pace? :-)

  44. Aleph dice:

    Mmmmmm…ci penso!

  45. Chiara* dice:

    Buona sera.
    Finalmente sono a casa.
    Avevo un gran bisogno di tornare a CASA, di tornare QUI.
    La giornata è stata stressante.
    Non amo particolarmente stare in mezzo a persone che non conosco in un contesto che non mi appartiene. Mi sento sempre fuori luogo, osservata, scrutata. Non mi sento libera di essere me stessa e la presenza di troppe persone tutte insieme nello stesso luogo mi destabilizza.
    Ma essendo stata mentalmente occupata sono riuscita a tenere la testa lontana dai pensieri che la affollano solitamente.
    Peccato che ora stanno tornando a galla, pian piano.

    Silvia lo so che siete qui. E questa per me è un’ ancora di salvataggio. Il solo sapere che esistete, che questo posto c’è e che posso venir qui essendo me stessa al 100% senza vergognarmi e senza sentirmi giudicata mi fa sentire meno sola e soprattutto accettata e amata.

    Laura le tue sensazioni… mi sono venuti i brividi. Quello che senti, quelle percezioni, quegli stati d’ animo contrastanti… li provo sulla mia pelle.
    Ti sono vicina.

    Azimut ti tengo stretta stretta.
    Le parole arriveranno quando sarà il momento.
    Intanto cerca di colmare quel vuoto che senti. Con qualunque cosa possa farti star meglio. Il vuoto è fatto per essere riempito.

    Ilaria non buttarti giù.
    Lo so che ci si sente spaesate e terribilmente spaventate quando i nostri schemi non vengono rispettati ma è proprio da qui che dovremmo cercare di partire. Dovremmo riuscire a vedere questi “sgarri” come una piccola vittoria, un passetto verso la normalità.
    Ma è troppo troppo difficile. Ne so qualcosa…

    Miele il rapporto con tua madre… non posso immaginare quello che puoi aver provato e che puoi provare.
    Dolce Miele… come si può non aver voglia di stringerti e proteggerti e amarti? Come?

    Aleph ora ti immagino con le bretelle e il cappellino di feltro con la stella alpina!!! ah ah ah!!! oddio che ridereeee!!!
    Benvenuta TinkyTinky.

    Scusate se non rispondo a tutte ma non ricordo + nulla. Ho la testa fusa del tutto stasera.
    Vado a farmi una doccia.

    Un abbraccio forte forte a Uhm, Polla, Marianna, Fran, Yris, LunaBlu e tutti gli angeli di questo luogo.

  46. silvia dice:

    Ciao Chiara…ben tornata a casa…sai un cosa? ci si sente spaesata in mezzo ad altre persone, ma proprio dal confronto cn le altre realtà ke ci rafforziamo e arrikkiamo…

    Azimut cm va?

    Aleph…è vero…nn c’avevo mai pensato della tua “ragazza” tirolese…ahah…di questo passo sembri un pò il tipico “Peter” super amico di Aidi ke xrò sembra sia perso x Clara…ma in entrambi in casa va in bianco!!!…dai xkerzo!..si Aleph ora la curiosità si fa donna, e vogliamo vedrti in “abiti tipici”!!

  47. Aleph dice:

    Ehi ragazze!!!Guardate che vi abbandono!!!

    Yris, intervieni in mia difesa!!!!!!!!!!

    Eheheheheheheheheh…

    Ci tengo a precisare due cose:
    1)Lei non è la mia ragazza
    2)Io non sono Peter

    Ahahaahahahahahahahaha

  48. silvia dice:

    Skerzavo, dai…nn fuggire e nn abbandonare il campo…ahah

    ke nn è la tua ragazza lo sappiamo…ma ke ci staresti di brutto anke….ahaha

  49. Aleph dice:

    Non fuggirò, tranquille…dovrete sopportarmi ancora per molto.

    Beh dai Silvia, detta così suona un pò male la frase!!!Ehehehehehe, però sì, il concetto è quello…

    Allora, arriva qualcuno a difendermi o no???

  50. Ilaria dice:

    Ti difenderò fino alla morte, lo sai Aleph :-D
    Perché se tu sei vestito da valligiano allora io devo essere vestita da gondoliere?!? Non mi pare il caso :-D

  51. Aleph dice:

    Ma poi io non vivo in montagna!!!!!!!!!!!!!Eheheheheeh, grazie Ilaria, mi ricorderò di queste tue parole e ti difenderò anche io in caso di necessità!

  52. silvia dice:

    Il concetto è quello!!!! questo è l’importante…dai tu nn hai bisogno di difese…6 l’unico maskietto qui in mezzo…saprai pur farti valere da solo…

  53. Azimut dice:

    Chiara* bentornata, sicuramente sarà stato stressante e impegnativo ma io credo che oggi ti abbia fatto bene non restartene da sola a rimuginare. Dai per stasera cerca di non farti cogliere dai soliti pensieri, piuttosto pensa ad Aleph con le bretelle e la stella alpina… (tanto ormai l’ho già fatto arrabbiare abbastanza). Ti abbraccio dolce fanciulla

    Silvia va un po’ così. Sono agitata. Stasera provo a mangiare un po’ di pasta ed è una vita che non lo faccio più. Tu come stai? E sul fronte cibo come andiamo?

    uhmhm stai un po’ meglio?

    girasole ci sei?

    tinkytinky ci racconti qualcosa? Benvenuta anche da parte mia

    Marianna ti tengo sempre nel mio cuore

  54. Chiara* dice:

    Povero Aleph… ma dove sei capitato??? Tira fuori gli artigli o qui finisce male!
    Sei in mezzo ad una giungla piena di tigri!!!!!

    Silvietta è vero, confrontarsi con altre realtà aiuta a comprendere meglio anche la propria.
    Ma faccio ancora molta fatica a confrontarmi con le altre persone e questo non è un bene, considerando che il mio lavoro è di puro contatto e comunicazione con la gente. Solo che in quel contesto, forse perché lo amo, riesco ad essere molto diversa.
    Probabilmente è una maschera anche quella, ma sicuramente una maschera che mi rende l’ opposto di quella che sono solitamente.

    A + tardi

  55. Chiara* dice:

    Azimut ciao!
    E tu cosa mi dici? Proviamo a riempire quel vuoto? E a scacciare quei mostri? E a impegnare insieme la nostra mente in pensieri diversi da quelli che la affollano di solito? Ci proviamo? Dai!

  56. silvia dice:

    Chiara so bene le difficoltà ke provi, xkè sn le stesse ke ho io…una totale paura e senso di inadeguatezza costante tra la gente, ma lo dobbiamo affrontare.

    Azimut ke bello sapere ke ci stai riprovando davvero col cibo, cn la pasta, cn la tua ricerca…ok…mi fai davvero felice…
    Io cerkerò di studiare. sul fronte del cibo mi kiedi? no, lì nn ci sn…nn riesco ad evitare di rigettare tutto ciò ke prendo, e ke voglio prendere cn gusto o fame, la fine è sempre la stessa. Xrò nn devi esser in pena x me, xkè nn voglio arrendermi, spece ora ke sento te e Chiara + propositive. nn esser sole è una gran cosa, vero?

  57. Luna Blu dice:

    E’ già piena questa piazzetta :-)
    Oggi son andata a remare..ho visto lui che usciva sul fiume… :-)
    Adesso mi sento abbastanza male….son ancora in uffico e non ho voglia di andare a casa..mi sento stanca..sfinita…e far questi 10 km di bici con il freddo mi sfinisce anche di più…per andare dove poi? In un posto dove non voglio andare…
    Casa mia prosegue..oggi han montato gli specchi nel bagno…e aimè scopro sempre qualcosa che non va…non sugli specchi però…son proprio proprio stanca…quasta casa è eterna…o sarà che nn vedo l’ora di andarmene…
    mi sembra di essere una condannata a morte…una di quelle che nei campi di concentramento legavano sotto una goccia di acqua perpetua…fino a quando l’acqua non scavava nel cranio e nel cervello…ma prima di scavare nella mia testa riuscirò ad andarmene da questa situazione che son constretta a vivere ogni santo giorno?
    Sto così bene fuori casa…se continua così torno a diventare anoressica…e bulimica…ok…oggi è così perchè son stanca…
    Scusatemi…domani andrà meglio… vi abbraccio fortissimo…

  58. silvia dice:

    No LunaBlu nn pensarlo manco lontanamente..tu lo sai, la tua vita è così bella e pina da qnd 6 rinata..nn lasciarti buttar giù da niente e nessuno…Ce la farai, hai sconfitto un brutto male, ora puoi lottare contro un mezzo fidanzato…o meglio già “sfidanzato”…cm dici tu…
    Ma dico nn hai mai pensato di potertene andare anke prima ke sia conclusa la casa…coi lavori in corso…tanto alla fine ci vai a passare solo la notte tutto il giorno 6 fuori…organizzati così…
    Complimenti x la remata! vedi qnt energie hai…fatti forza…noi ci teniamo troppo al tuo sorriso, deve tornar presto!

  59. Chiara* dice:

    Silvia devi provarci.
    So che è difficile, ma sai anche tu che se non inizi pur da qualche parte difficilmente riuscirai a risalire.
    Comincia con il cercare di tenere qualcosa. Qualcosa che davvero desideri.
    Pensa ad un cibo, quello che ti piace di più. Quello che il solo pensiero di poterlo assaporare ti manda in estasi (per me è il cioccolato fondente con le nocciole e al secondo posto il gelato al pistacchio. dio… al solo pensiero mi sento male. non ho ricordi di metterne in bocca…).
    E mangialo. Gustatelo. Assaporane ogni singola particella senza lasciarti sfuggire alcuna sensazione di quel sapore.
    Un poco per volta. Inizia con una piccola porzione. E metti tutta la forza che puoi per non rigettarlo.
    Provaci. Non ti costa nulla provarci. Ma cerca di farlo con tutta la serenità possibile, senza pensare che quel determinato cibo sia un flagello che ti stai autoimponendo, ma vedendolo come un piacere. Un piacere al quale hai rinunciato per troppo tempo e che ora meriti di riprovare.

    LunaBlu non lasciarti prendere da questi pensieri.
    Pensa a quanto stai costruendo per te stessa con le tue mani, pensa a tutte le vittorie che sei riuscita ad ottenere e soprattutto pensa a quante cose belle hai la possibilità di vivere ogni giorno.
    Sei una donna piena di energia, di voglia di vivere, di combattere! Supererai anche questo momento. Ne sono sicura!

    Dolci angeli vi lascio. Ho la testa che scoppia e voglio andare a dormire.
    Buona notte.
    Siete con me.

  60. miele dice:

    Ciao a tutto il blog,

    Passo solo ora perchè oggi pomeriggio ho lavorato: è stato un bel pomeriggio, con altre persone, con la bicicletta e l’aria in faccia e il sole ovunque e l’aria non così fredda, e il treno e un bel libro in mano stasera, e una cena cucinata con piacere.
    Sono stanca, ma di quella stanchezza buona, che arriva dopo una giornata impegnata in misura giusta.

    Aleph mi sa che oggi ti hanno preso di mira…!

    LunaBlu oggi è il tuo turno di ricevere il nostro abbraccio e il nostro pensiero: tieni duro!!

    Azimut, silvia, laura, Marianna, Chiara*, Ilaria, Tinkytinky e tutte le altre: riposate bene, e domani nuova giornata…di nuovo torniamo qui a scrivere e a raccontarci di queste nostre vite così lontane, così simili.
    Vi penso!

  61. Azimut dice:

    Silvia no, ora è arrivato il momento di essere forte proprio là dove è più difficile. Ha ragione Chiara*, devi cominciare a tenere qualcosa. Anche porzioni molto piccole va bene pur di far rimettere in movimento il tuo corpo. Hai ripreso a studiare, stai fronteggiando i pensieri neri, ma ora devi nutrirti, ne hai troppo bisogno. E io ho bisogno di te e di te in forma, altrimenti io in quel posto non solo non ci entrerò mai ma nemmeno lo cerco. Non posso pensare a me stessa se so che voi siete in queste condizioni, proprio non ci riesco

    Luna Blu forza è solo la stanchezza che ti fa venire questi pensieri. La tua casetta procede e quando si fanno i lavori c’è sempre qualcosa che non va, questo è matematico. Ma pensa a quante di più sono le cose che vanno… E domani di nuovo carica come al solito ;-)

    Chiara* spero che il tuo sonno sia lieve e ristoratore, che ti abbracci e ti culli

    yris….mi manchi….

  62. Azimut dice:

    Miele ciao, stavo scrivendo. Sono felice per la tua giornata. Un abbraccio

  63. Maria Letizia dice:

    Ciao a tutti per augurarvi la buona notte…sono tanto stanca e domani si ricomincia in bellezza con 9 ore di scuole. Ma meglio il lavoro che la noia di questi gorni…SOGNI D’ORO!

  64. miele dice:

    Ciao Azimut! E buona serata. E brava per esserti proposta di mangiare almeno un poco.

    silvia, le altre hanno ragione: prendi in mano la situazione, decidi due-tre cose che puoi/vuoi mangiare e comincia a tenerle, per favore. Si tratta di cominciare, poi pian piano ci si abitua.

    Chiara* anche a me piace tanot il gelato al pistacchio…ma faccio ancora fatica a mangiarlo quando ne ho voglia…continuo a dirmi che è inverno e fa freddo, ma non è il vero motivo.

    Vi ri-saluto! A Domani

  65. Luna blu dice:

    Sono a casa…son caduta dalla bici..ma mi son solo sbucciata un po’…che care che siete…allora mi coccolo nel vostro abbraccio…
    domani andrà meglio!

  66. Ilaria dice:

    Luna, sicuramente è la stanchezza che ti ha fatto pensare quelle cose, ma so che non hai nessunissima intenzione di ricascarci, dopo tutti gli sforzi che hai fatto per uscirne! Imprevisti quando si tratta di lavori in casa ce ne sono sempre, ma pian piano tutto si risolve, e poi ti rimarrà solo la grande soddisfazione di avere un posto tutto tuo e strameritato. Una bella dormita e passerà!

    Azimut, Silvia, dovete farcela!

    Ciao Maria Letizia, goditi le ultime ore di riposo, da domani ricomincia con grinta, mi raccomando!

    Chiara, sogni d’oro!

    Io oggi ho vinto ma ho fatto violenza a me stessa. Ho passato l’intera giornata con quel formicolio e quel vuoto allo stomaco che mi prende quando sento di dovermi abbuffare, ero inquieta e non sapevo che fare. Sono uscita un pochettino nonostante la bufera, ma a parte questo sono rimasta a casa ad annoiarmi a morte. Stavo per saltare la merenda ma poi mi sono imposta di non digiunare. Mi sono ricordata di un suggerimento della psicologa, mi sono messa le cuffiette del lettore mp3 ed è andata un po’ meglio. Sì, la musica è l’unica cosa che mi trasmette solo sensazioni positive. Poi a cena ho mangiato solo insalata, ma almeno non ho ceduto nel pomeriggio e sono contenta. E tutto ciò solo perché ho mangiato anche il secondo a pranzo, ma vi rendete conto??

    Vabbè dai, auguro a tutte e ad Aleph la buonanotte!

  67. Maria Letizia dice:

    Buongiorno a tutte, come sempre è l’aba e io sono gà sveglia, ma questa notte ho avuto un gran freddo anche se poi mi sono svegliata tutta sudata…ora ritornerei volenteri nel calduccio del mio letto, invece mi aspetta una lunga giornata…sarà dura, ma devo farcea!VI ABBRACCIO, a ‘sta sera!

  68. Chiara* dice:

    Non esiste cura migliore del sorriso di fronte alle avversità che la vita ti dona ogni giorno.

    Oggi questo sarà il mio monito, sarà la mia “filosofia”.
    E poco importa se ci credo o meno, poco importa se ci riuscirò o se cederò nuovamente alle lacrime e al Mostro.
    Bisogna pur partire da qualche parte.
    E io sono convinta che c’è sempre un motivo per cui valga la pena sorridere. Basta saperlo e volerlo trovare.

    Proviamoci insieme. Provarci non costa nulla.
    Cerchiamo di impegnare le nostre energie e la nostra forza in qualcosa di costruttivo e positivo, qualcosa che ci tenga mentalmente lontane da quello che ci fa soffrire.
    Una piccola e apparentemente insignificante cosa che possa renderci felici.
    Un libro, una rivista, un nuovo paio di scarpe, una tazza di tè, una fettina di torta, una coccola al nostro cucciolo peloso, una canzone, un impegno assolto nel migliore dei modi… qualunque cosa.
    Ma proviamoci. Senza progettare, senza fissare dei paletti. Lasciamoci trasportare dalle emozioni positive che da qualche parte sono annidate nella nostra anima.
    E se questa sera non ci saremo riuscite, se sarà accaduto qualcosa che ci avrà tolto dal viso quel piccolo sorriso che a fatica siamo riuscite a conquistarci… beh, pazienza. Ci avremo provato e non avremo perso niente.

    Buona giornata angeli.

  69. miele dice:

    allora ecco il mio sorriso :)

    e aggiungo una cosa, alla proposta di Chiara*: propongo che stasera ci si trovi qui e si scriva la nostra piccola vittoria di oggi, qualunque cosa sia. Perchè senza dubbio ne totalizziamo almeno una al giorno, però non siamo più capaci di vederla. Per chi non sorride mai, anche l’aver sorriso sinceramente, potrebbe essere quella vittoria.

    buona mattinata a tutte/i

  70. yris dice:

    ecco il mio :-) , che scacci gli incubi della notte e la stanchezza del giorno

    azimut, sei ogni giorno nei miei pensieri..

    un bacio a chi non si fa sentire da tempo. dateci un cenno!
    e un benvenuto a tinkytinky (bello il tuo nick! da dove deriva??)

  71. Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!

    Tranne che ad Azimut, Chiara e Silvia!!!Eheheheheh, dai scherzo…altro che tirar fuori gli artigli, qui per difendermi devo chiamare i rinforzi!

    Chiara, sono molto felice del tuo post di stamattina, e ti dedico un sorriso enorme!

    D’accordo, stasera se riusciamo a scrivere, ognuno racconterà qualche vittoria di oggi, qualcosa di positivo che ha fatto…io ci sto…

    Yris, speravo che almeno tu mi avresti sostenuto!!!!Se no la prossima volta in sogno ti apparirò con un costume valtellinese (sottolineo che non ce l’ho, e non vivo in Valtellina!)!!!

    Marianna?

    Cely, ti ho scritto ieri…passa per un saluto anche qui se vuoi…

    Un saluto a tutte le altre, quelle che abitualmente scrivono, e quelle che non scrivono da un bel pò…passate a salutare!

    Buona mattina

    Aleph

  72. yris dice:

    aleph, piccolo mio!! ma io non ho bisogno di difenderti.. tu caccia fuori il tuo charme notturno e vedrai che tutte crolleranno ai tuoi piedi.. come le mosche con il DDT!! :-)

  73. silvia dice:

    Buongiorno ragazze e grazie del vostro incoraggiamento..mi fate sentire molto il vostro affetto, grazie….m’impegnerò…
    Azimut nn pensarci neanke di afuggire al tuo proposito di oggi.io ci tengo troppo.

    Luna mi dispiace x la tua caduta…ma ti 6 rialzata…metaforicamente e fisicamente…6 grandiosa!

    Chiara sorriso fatto x te

  74. Polla dice:

    ..me gusta assai questa cosa del sorriso e mi unisco al gruppo: :-) !
    Oggi pronti via partenza verso la città d’origine e per qualche giorno niente schemi,niente programmi,distacco totale dal pensiero cibo,evitare di essere nervosi per questioni dei pasti,divano,blocco del pensiero.. ce la farò??? ma siiiii.. sono eccitatissima al solo pensiero di potermi liberare di tutto ciò per qualche gg e dovrei cercare di capire come mai se mi “viene imposto” riesco a farlo,ma di mio da sola non me lo concedo,è qsto il mio lavoro + grande! fare anche da sola quello che è bene per me,ma è come se quando fossi sola,scegliessi sempre e cmq la strada che ultimamente ho imparato meglio per stare tranquilla,ma ovviamente è solo una parvenza di tranquillità, è la solita gabbia,la solita fuga da ciò che importa davvero per me! ma sono emozionata davvero.. è come se andassi in vacanza eppure torno solo nella mia città a non fare una mazza di niente e a godermi la mia famiglia e la fine degli esami..non farò molta vita sociale,lo so,perchè qsto ancora mi risulta difficile,ma cercherò di creare situazioni in cui io mi senta a mio agio e di sperimentare cmq qualcosa di nuovo.. dai dai. mega sorriso per voi!

  75. Luna Blu dice:

    Infatti oggi va molto meglio…tra poco esco in barca ;-) …e vi abbraccio forte…vi ringrazio che mi siete vicine…

  76. laura dice:

    forza luna, non farti abbatere fra poco te ne andrai, ed oggi va hià meglio no?
    anche la mia di casetta è quasi pronta.

    ilaria bene che sei riuscita a resistere è la cosa più difficile riusire a resistere in quei momenti in cui ti senti formicolare, come dici tu, in cui pensi solo al cibo.

    comunque per fare pettegolezzo mi sembrava di aver capito che aleph fosse di como, giusto?

    un saluto a tutti, vado un po di corsa.

  77. laura dice:

    stavo pensando… secondo voi bia ci legge? chissa come sta, l’ultime volte che scriveva mi sembrava stesse meglio, spero che la sua assenza così prolungata fra noi sia perchè sta intraprendendo una nuova vita.. qualcuno di voi la sente?

  78. Polla dice:

    ..anche io a volte mi chiedo come stanno le persone che scrivono nel blog e poi per vari motivi smettono di farlo.. spero sempre che sia perchè stanno bene o cmq meglio! ma credo che faccia piacere anche a loro,soprattutto se leggono,sapere che non ci si dimentica di nessuno!!! qsto posto è bello anche per qsto,perchè ognuna lascia il proprio segno in ogni caso.. io infatti sono super contenta di me perchè tendo ad essere molto incostante e invece vedo che la mia permanenza qui sta durando,indipendentemente dai miei stati d’animo e trovo che anche qsto sia una forma di cambiamento di impostazione verso le cose e mi piace,mi stimola.. quindi..
    Buona giornata a tutti quelli che sono anche solo per un istante passati di qui! altro sorriso.. :-) !

  79. Aleph dice:

    Ehehehehe, Laura, ti piace alimentare il pettegolezzo eh?

    Polla, ciao!Allora torni a casa?di dove sei originaria tu?
    Visto che qua tutti si fanno i fatti miei, io mi faccio un pò quelli degli altri!Ehehehehehe…buon rientro, in ogni caso.

  80. Girasole dice:

    Buongiorno!

    anzi, BUONGIORNO,
    voglio dirlo forte e chiaro, perchè questo giorno per me è iniziato molto bene e vorrei fosse così anche per voi!

    ieri invece…no, ieri è stata una giornata no! finita tra le lacrime…

    Vi ho lette (sono contenta di questa nuova piazzetta, perchè come qualcuno diceva, fa resettare quella precedente, e magari io riusciro a seguire un po’ meglio storie e nomi;-)), ho letto dei problemi con i genitori, degli schemi e degli stop…
    ho fatto mio il tutto e…e mi sono resa conto di quanto sia utile questo luogo, di quanto in pochi giorni mi stia facendo tirare fuori cose che non mi aspettassi!
    penso molto agli schemi, a quanto io pur mofdificandoli sia così dipendente da loro, meno di prima, ma proprio per questo a volte vado in confusione, e mi verebbe voglia di pulire tutto e ricominciare da capo, dal nulla, dal vuoto.
    ieri la mia giornata è stata no perchè mi sono resa conto che non sono capace di fermarmi, non sono più capace di stare da sola, non sono indipendente, ho bisogno sempre di fare qualcosa (ah…seguendo il consiglio di…scusate non mi ricordo!!!) ieri in un mercato ho cercato un filo di cotone per fare una sciarpa primaverile ai ferri, non che ne abbia bisogno, ma forse così riesco a star seduta)…
    dipendo dagli altri e dai loro impegni…e questo mi fa male, perchè ho davvero sempre troppo bisogno degli altri!

    qualcuno parlava del controllo nel cucinare…
    ecco altro neo di ieri… involtini di cavolo e carne…e la mia rabbia nel vedere quanta roba ci si mette dentro, ma poi, poi, 10 min di doccia e ho valutato tutte le grammature, e ho capito che avrei potuto farlo…
    ero arrabbata, tutto il giorno…io che sono di natura un po’ litigiosa…ho finito con l’urlare ieri sera…l’ho cercata la lite, forse, per potermi sfogare…
    e i miei mi hanno fatto capire che devo respirare, che devo fermarmi che le ie 9 ore di lavoro al giorno diventano sempre troppe in più se poi a casa devo prendermi cura di tutto e tutti….anche se non ce n’è bisogno perchè siamo in 4 e ci possiamo dividere i compiti….
    “e sappiamo che vuoi cucinare perchè non ti fidi di noi…ma abbiamo imparato un po’ a cucinare come te… forse leggermente più condito…ma non troppo”
    e il mio cervello frulla frulla frulla… a volte mi prendo in giro, poi ci riprovo, ma nei miei schemi mi sento a mio agio….
    cose stupide che se cambiassi non cambierebbe molto…ma che mi fanno paura…
    so che devo prendere peso, voglio stare bene, e questo è l’unico modo, ma pechè mi fa così paura, non il peso ma il mangiare?

    vorrei ancora dire tante cose, ma stanno scolando la pasta…

    vi chiedo scusa per lo sfogo…
    avrei voluto parlare a ciascuno di voi…
    prometto stasera o domattina!

    vi abbraccio….

    grazie….infinite, perchè, vi ho pensato tanto ieri e non sapete l’aiuto che mi date!

    vi abbraccio

  81. miele dice:

    ciao Girasole

    che bella la tua sincerità nel descrivere i tuoi schemi…riconoscerli è essenziali per cominciare a smontarli.
    Ti fa paura il mangiare perchè forse lo carichi di significati ulteriori rispetto a quello che avrebbe in sè. Ti f apaura il mangiare perchè è un atto di “godimento” (in senso molto generale, anche quando non si mangiano cose golose) che no credi di meritare. Ti fa paura il mangiare forse anche perchè ti farà prendere peso…magari il peso in sè non è un problema, ma dipende da cosa tu associ a questo cambiamento.

    comunque leggo con piacere che i tuoi genitori, almeno mi sembra, cercano di comprenderti e venirti incontro: è una bella cosa, cerca di apprezzarla perchè non sempre è così.

    buona giornata cara, un abbraccio

  82. Chiara* dice:

    La mattina è trascorsa tra vari impegni.
    Ero nervosa, agitata, ansiosa. Devo avere sempre tutto sotto controllo.
    E il tempo… quanto odio il tempo. Ne sono dipendente. Sono bastati 5 minuti di ritardo sulla tabella di marcia per mandarmi in crisi. Stava arrivando la crisi di panico, sentivo il cuore che iniziava a battere sempre + forte e il respiro che si faceva veloce e affannoso.
    Ma poi mi sono fermata con la macchina in uno spiazzo al lato della strada, e ho iniziato a ripetermi che non sarebbe successo niente se anche fossi arrivata 5 minuti dopo nel luogo in cui dovevo andare. Non c’ era nessuno ad aspettarmi e non avrei fatto aspettare nessuno.
    E’ solamente la mia mente che mi fa stare così. Che ha bisogno di seguire i suoi schemi e non sforare.
    Mi sono calmata e dopo un bel respiro profondo ho ingranato la marcia e sono ripartita, molto più tranquilla e serena.

    Questa è stata una piccola vittoria per me. L’ essere riuscita a gestire l’ ansia per un “fuori programma” stupidissimo (5 minuti cosa saranno mai in confronto ad una vita intera?).
    Sì, posso sorridere ora. :-)

  83. miele dice:

    Chiara* sei grande: per aver gestito i 5 minuti di ritardo senza andare nel panico, e per aver riconosciuto in questo una tua piccola-grande vittoria.

  84. silvia dice:

    Chiara bravissima!!!! davvero complimenti.

    Azimut dove 6? in giro x localini spero…

    Miel grazie x la spiegazione ke hai dato a Girasole, è stata utile anke a me…caricare meno di significati…

    Girasole vieni qui e parla senza temer nulla, fa davvero bene nn sentirtsi + sole, e venire qui x me è questo.

    Laura anke a me capita spesso di pensare a Bia, sapevo ke lavorava in farmacia e ke aveva una nuova vita, nn la sento, ma spero x lei ke stia bene…tu cm stai?

  85. Marianna dice:

    Ma buongiorno a tutte/i!!
    Ecco il mio sorriso per voi oggi! :-D
    E’ un sorriso sincero, è un sorriso spontaneo perchè, cavolo, mi sento bene!
    Vi racconto la mia vittoria, è una cosa stupidissima ma a me ha dato gioia e voglio condividerla con voi.
    Sono una persona timida ed insicura, difficilmente riesco ad avvicinarmi a qualcuno e ad attaccare bottone. Ieri mattina, nonostante non mi sentissi particolarmente a mio agio con me stessa, mi sono avvicinata ad un mio compagno di corso e abbiamo iniziato a parlare. Avevo qualche difficoltà a comprendere alcuni concetti di una materia e ho trovato il coraggio di esporgli un mio dubbio, così abbiamo passato il pomeriggio a studiare insieme, ho capito un bel pò di cose e mi sono divertita!
    Poi, tornata a casa, mi sono sentita in colpa nei riguardi del mio ragazzo, anche se in realtà non ho fatto altro che studiare e scambiare due chiacchiere. Mi sono sentita male dentro, tremavo, volevo mangiare e vomitare, era impellente questa voglia, ma poi mi sono fermata, ho preso il telefono e l’ho chiamato. Gli ho detto come ho passato il pomeriggio e lui era felicissimo per me, era contento perchè avevo fatto amicizia con una nuova persona, io che sono schematica anche con gli amici, era felice perchè avevo mangiato un panino e non avevo pensato in quel momento alle calorie che avevo ingerito. Poi mi ha detto che mi ama tanto e che si fida totalmente di me e allora mi sono rilassata.
    Oggi ho continuato a far mio questo stato d’animo, ho fatto lo stesso pensiero di Chiara e mi sono svegliata con la voglia di sorridere anche davanti alle difficoltà. L’ho fatto e sono contenta!

    Chiara, bravissima!!Mi piace sentirti positiva, sei stata davvero brava nel fermarti, respirare e riprendere il tuo cammino. Anch’io sono un orologio svizzero, se devo essere in un posto ad una certa ora organizzo la giornata in modo tale da non avere imprevisti e quando succede qualcosa che mi scombina i piani vado in tilt. Ti mando un abbraccio forte forte e la speranza che la giornata continui ad essere così positiva!

    Maria Letizia, oggi è mercoledì, la famosa giornata dura!Ti penso tanto, sei forte, ce la farai a tornare a casa vincente, ne sono sicura!Come sta il piccolo Sam?E Ale è riuscito a trovare un nuovo lavoro?

    Silvia, cara,sono un pò preoccupata per te. Tu sproni sempre tutte noi, sei di grande aiuto, hai la parola giusta, quella che ti strappa il sorriso quando sei triste, quella che ti fa ragionare in modo diverso, ma devi pensare prima di tutto alla tua salute. Ti prego, provaci, trova qualcosa che ti faccia star bene, un alimento che riesci a tenere, quello che vuoi, anche una cosa piccola, ma provaci. Che ne dici?

    Azimut, tu sei un tesoro.E’ inutile che tu dica di no, lo sei e basta! :-)
    Allora, hai trovato un posticino nel quale riprendere a scrivere?Racconta, racconta, sono curiosissima!!

    Ilaria, come sta andando la giornata?Tutto ok?

    Girasole, quanto mi piace il tuo nick!Vorrei saper sfogare anch’io la rabbia come riesci a fare tu, io tengo tutto dentro fino al punto in cui mi sento satura e mi autopunisco per non avere la pazienza che vorrei!Sei sulla buona strada, in più hai la fortuna di essere compresa dai tuoi genitori, piano piano sono sicura che romperai questi odiosi schemi e riuscirai a stoppare sempre di più i pensieri negativi.

    Polla, buon rientro a casa!Goditi un pò di relax e di coccole da parte della tua famiglia!

    Miele, Yris, Luna Blu, vi abbraccio forte!

    Aleph, grazie per le parole che hai scritto nella piazzetta di gennaio. Mi hai fatto scendere giù una lacrima di gioia. Sei importantissimo per noi, per me, spero che il futuro ti regali tutta la gioia che tu regali a noi quotidianamente!
    Mi piace immaginarti con i pantaloni a sbuffo e il cappellino! :D :D :D

    Un abbraccio collettivo!

    A più tardi

  86. silvia dice:

    Marianna grazie del consiglio, in effetti questa dovrà esser la mia vittoria x oggi…smettere di rigettare tutto…almeno il caffè…almeno quello! E poi ripartire cn lo studio, rimettermi in moto.
    Kissà stasera saprò dirvi di +, ma combatterò…
    Azimut allora dove 6?

    Polla buon rientro a casa!

    LinaBlu cm va? cm procede?Hai pensato a ciò ke t’ho detto ieri? di trasferirti prima della fine dei lavori?

  87. Chiara* dice:

    Non trovate che sia bellissimo condividere questi momenti ricchi di significato?
    E’ importante (almeno per me) aver trovato questo luogo e persone come voi con le quali poter essere me stessa senza aver paura di apparire strana, malata, fissata e quant’ altro.
    E’ bellissimo sapere che c’è chi può realmente capire cosa significhi prendersi una rivincita, una soddisfazione.
    Per noi anche le piccole cose, quelle apparentemente più stupide o inutili o insignificanti assumono una valenza diversa da quella che possono avere per delle persone “normali”.
    Queste nostre piccole soddisfazioni, il riuscire a superare una paura per noi invalidante, l’ ottenere una vittoria in qualcosa che per chiunque altro è pura e semplice quotidianità… come superare l’ angoscia per 5 minuti di ritardo, l’ instaurare un contatto con una persona nuova, il riuscire ad entrare in un determinato luogo, mangiare un panino o qualunque altro cibo riuscendo a non concentrarsi unicamente sulle sensazioni negative e le calorie, l’ aver voglia di tornare a casa e trascorrere del tempo con la propria famiglia, il gioire per un esame andato bene, il riprendere gli studi, l’ ammettere le proprie debolezze e prenderne coscienza per lavorarci su, l’ affrontare un giorno nuovo con spirito d’ iniziativa e voglia di viverlo davvero… quanto è bello tutto questo?
    Vi rendete conto di quanto siamo capaci di esser sensibili? Di quanto siamo in grado di SENTIRE?
    Io trovo che sia semplicemente meraviglioso avere dentro di sé tutto questa sensibilità ed empatia nei confronti di ciò che ci accade.

    Vado a farmi un bagno caldo. Ho voglia e bisogno di rilassarmi un po’.
    E stavolta in quella vasca ci starò per un’ ora intera, non i soliti 10 minuti perché… la Chiara non ha diritto di rilassarsi, è perdere tempo.
    No. Stavolta cascasse il mondo starò lì a lungo. Senza farmi angosciare da niente. Dal tempo che passa, dagli impegni inesistenti che mi sforzo di trovare sempre e comunque, dal mio corpo nudo. Da niente.

    Vi abbraccio

  88. uhmhm dice:

    Ok. A proposito di conquiste di oggi. Non so se può essere chiamata così ma..

    Stamattina e a pranzo a casa da sola, tuttora in realtà, tutto normale, tutto come al solito. Mangiare pochino, contando ogni cosa che mettevo in bocca.
    BASTA STOP. FORSE HO FINALMENTE CAPITO CHE COSì NON SI PUò ANDARE AVANTI!!!!!!!!!!
    ok, dovevo uscire, circa un’ora fa oramai.
    mi Cambio, mi preparo, passo davanti allo specchio e finalmente mi faccio impressione: Pantaloni taglia 40 che mi vanno larghissimi e ho comprato tipo 3 mesi fa, gambette impressionanti e volto occhi spenti. Ha senso continuare così? non ne ha non ne ha.
    Voglio sparire? ok, allora che mi prenda le responsabilità delle mie azioni. Ci sono mille modi, i più svariati. Ma perchè se non l’ho fatto, se, per quanto io mi sia imbottita di pastigliette per dormire sono ancora qui? perchè è semplice, se avessi DAVVERO voluto farla finita lo avrei fatto. Vivere così a senso? bene. é ovvio che allora io non voglia realmente scomparire o non sarei qui a raccontarlo.
    Vabbè, sono giunta alla conclusione che adesso basta stare qui a compiacersi. Ci fa schifo stare a questo mondo? ok. Ma cosa mi fa ancora più schifo? quest’apatia, questo mettersi in testa che le piccole microscopiche cose ci fanno gioire. PALLE. Quello che noi cerchiamo di ottenere ci farà felici, non quello che per qualche circostanza fortuita ci capirà nel nostro destino.
    Penso tutto ciò io, con il mio 1.72 e 50 Chili, e fino a 2-3anno fa ero almeno 62. Ok, i dati non c’entano. Ma oggi mi sono fatta schifo.
    Ho preso d’assalto la cucina. Biscotti, cereali, latte e chessò. se stessi correndo in bagno ciò avrebbe i tratti perfetti dell’abbuffata ma basta. Devo riprendere almeno 2 chili, e per farlo devo abbandonare schemi e calcoli. DEVO. non dovrei, vorrei o tutti i vari condizionali. Ecco.
    Non lo so qual’è il senso di questo sentirmi ora così (appesantita anche, ovviamente) ma io non ce la faccio più a continuare in questo stato. Con mia mamma che l’altra sera ha pianto disperata, toccandomi la schiena, le ossa. Imprecando contro il mostro, questa malattia che in realtà sono io. IO stessa, nessun altro.
    ok. ora esco sul serio (evitiamo il ricascare in certe cattive abitudine) devo cercare di evitare i sensi di colpa. Devo parlarne con qualcuno. Vi presgo ditemi qualcosa, qualsiasi cosa.

  89. uhmhm dice:

    (scritto di getto e pieno di errori. Uno troppo imperdonabile. HA! non a)

  90. Polla dice:

    uhmhm.. eccomi.. sinceramente mi sei piaciuta molto.. toglierei il DEVo e ci metterei un VOGLIO! ci sta meglio e carica ancora + di senso le tue decisioni.. cerca solo di non perderle per strada,perchè è molto facile .. ma non importa,ciò che conta ora è che hai preso consapevolezza,ora sai che non ne vale proprio la pena,che tutta la fatica che investi in qsta malattia,la puoi benissimo investire in altro.. magari ancora non sai cosa,ma sicuro che se si abbandonano le fisse,troverai altro di cui interessarti.. i tuoi obiettivi,la tua tesi,ma anche gli amici,la famiglia,la vita in generale..

  91. uhmhm dice:

    Grazie Polla.
    Lo so che è facile ritornare a perdersi. ho questo briciolo di consapevolezza. Ora e adesso, devo solo fare in modo che non mi abbandoni.. Nonostante questa grinta riconosco la precarietà di questo equilibrio.
    LO VOGLIO, oh si.

  92. Polla dice:

    ..non posso fare altro che sostenerti e provare un’immensa sensazione di orgoglio verso di te! e qste cose mi caricano di bruttooooooooooo … posso dirti BRAVA? BRAVA. cmq non volevo spaventarti col fatto di ricordarti che è facile perdere la strada,solo metterti in guardia rispetto alle possibili ricadute,che però non vanno vissute come sconfitte,ma come parte del percorso,indispensabili per ricordarci che non è affatto facile,ma che se lo si vuole,si può.

  93. Chiara* dice:

    Uhumhm cosa vuoi sentirti dire? Che finalmente qualcosa si è smosso dentro di te? Che forse (e dico forse) sei giunta al tanto temuto punto di svolta? Che finalmente quel famoso qualcosa, dentro di è scattato?
    SI! E’ QUESTO CHE TI DICO!
    Forse potrò sbagliarmi, forse si tratterà di un attimo, un momento in cui hai preso la piena cosapevolezza di dove stai andando.
    O forse no. Forse sei arrivata alla svolta.
    Allora forza! Cerca di non perdere per strada quanto sei riuscita a conquistare.
    La tua consapevolezza e soprattutto la tua voglia di ricominciare a vivere, di ricominciare dalla TE VERA e non dalla te malata, saranno la strada da seguire.
    Ce la farai. Ce la faremo tutte insieme!

  94. Polla dice:

    ..pelle d’oca Chiara*.. grazie! mi piace cmq quel tuo lato “grigio” a volte perchè fa parte di tutti noi,ma tu riesci ad esprimerlo appieno e in modo avvolgente,come un’entità a parte.. e mi incuriosisce un sacco.. sei riuscita a farti il tuo bagno??? com’è andata??? io non ho ancora preparato la valigia.. sono scandalosa,ma giuro che entro un’ora mi metto in macchina!!! daiiiii .. la mia pigrizia è scandalosa ragazze.

  95. silvia dice:

    Polla te la puoi concedere ora questa tua pigrizia…

    Uhmhm la tua consapevolezza è un buon punto di partenza…lo è anke x me, sarà dura, ma se hai davvero voglia e se abbandoni tutti i condizionali, nulla potrà fermarti, ti rallenterà ma nn ti fermerà! Io ci sn, se hai bisogno, xkè sn in lotta anke io, ma la strada se percorsa in 2, 3…tutte insieme…fa meno paura.
    vero ragazze???
    Ci tengo molto a voi!
    Chiara ti sento meglio, questo carica anke me, davvero oggi si lotta, dobbiamo prenderci le rsponsabilità della nostra vita…la responsabilità di poter star bene…è vero ciò ke dice Uhmhm se avessimo voluto l’avremmo fatta finita in altro modo, ma questo trascinarsi le giornate nn è vivere…xciò dobbiamo cambiare le cose.

  96. Polla dice:

    ..prenderle in mano! girlpower.. eheheh. :-) .

  97. kia dice:

    ieri sera tornando a casa dopo la seduta ho sentito per la prima volta “sul lungomare del mondo” di Jovanotti (l’ultimo album è davvero bello)… e mi sono sentita serena. Nonostante tutto. Nonostante sabato mi sia abbuffata dopo una festa (a furia di rimuginarci sopra è finita come doveva finire) e abbia passato la domenica con un macigno al posto dello stomaco.
    Cosa ho imparato? Che anche se mi strafogo posso fare a meno di vomitare.
    che bastano un paio di giorni depurativi per tornare a sentirsi normali.
    che anche se inciampo e mi sbuccio le ginocchia poi mi rialzo.
    che domenica ho un’altra festa e non intendo concentrare tutti i miei pensieri sul fatto di non abbuffarmi ma sulla serenità che mi ha dato rialzarmi e spolverarmi le ginocchia. e se inciampo? chissenefrega!

    buon ascolto!

    sul lungomare del mondo!
    Disorientato
    Da oggi chiudo i conti col passato
    I passi fatti e quelli che farò
    Da oggi ogni giorno nascerò da zero
    Non mi han convinto i pessimisti no
    Non mi han convinto i disonesti no
    Non son persuaso dai persuasori no
    Io seguo il ritmo dei lampioni sul lungomare del mondo
    E i bar che passan le canzoni
    Sono tranquillo la pioggia poi fa posto al tempo bello
    Così è da sempre e sempre resterà
    E tutto cambia e tutto cambierà ancora
    Dov’è finito il mio stupore oh?
    Cosa s’impara dal dolore non so
    Ma credo ancora
    Che tutto un senso ha
    E seguo il ritmo dei lampioni sul lungomare del mondo
    del mondo
    Disorientato
    Da oggi chiudo i conti col passato
    e conta solo quello che farò
    da oggi ogni giorno io vivrò davvero
    Dov’è finito il mio stupore oh?
    Cosa s’impara dal dolore non so
    Ma credo ancora
    Che tutto un senso ha
    E seguo il ritmo dei lampioni sul lungomare del mondo
    E seguo il volo dei gabbiani sul lungomare del mondo
    E cerco un posto dove stendermi e guardar le stelle con te insieme a te
    E tu, che stella sei?

  98. kia dice:

    sarà la luna, sarà che l’ottimismo è contagioso, sarà una congiunzione strana di fatti cose e persone incrociate lungo il cammino ma… è bello sentirvi così posivie ragazze.
    leggere davvero la voglia di lottare.
    BRAVE!

  99. Chiara* dice:

    Polla grazie. Che carina…
    Le tue parole mi hanno colpita, sai? Il mio lato “grigio”… non avevo mai pensato a definirlo così. Ma ce n’è anche uno pieno di colori e sfumature. Solo non riesce ad emergere e si lascia sopraffare da quello incolore.
    Sei contenta di tornare a casa e si sente. Non farti prendere dall’ ansia per la valigia ( anche se… chi non l’ avrebbe???). Con calma si fa pure quella.
    Intanto pensa a goderti l’ ozio e il dolce far nulla che ti meriti!

    Silvia allora queste responsabilità? Ce le prendiamo una buona volta? No dai, pian piano. Un passetto per volta.
    Intanto dimmi, sei riuscita a mangiare qualcosa oltre al caffè? Avevi promesso che ci avresti provato. Io voglio sentirti combattiva Silvia. Devi iniziare a tirar fuori un po’ di grinta. E poco importa del risultato. L’ importante è iniziare a piccoli passi. Le sconfitte sono dietro l’ angolo ma dobbiamo fregarcene. Dobbiamo concentrarci sulle potenziali vittorie che possiamo ottenere.Ti prego…

    Kia che belle parole questa canzone. Non l’ ho ancora sentita e ora vado a cercarmela su youtube.
    Brava, mi piace il tuo modo di porti oggi. Se si inciampa ci si rialza e si torna a camminare. STOP! Senza guardarsi indietro se non per cercare di non ripetere gli stessi errori.

    Azimut sei così silenziosa oggi… dove sei? Lo so che non hai parole. Che il vuoto e il dolore ti stanno avvolgendo e trascinando in basso ma non sei sola.
    Io ti tengo la mano e non ti lascio cadere. E se cadrai io cadrò con te ma ci rialzeremo insieme.

    Ho fatto il bagno prima.
    Ok, è stata dura lo ammetto. Dopo 5 (e dico 5!!!!) minuti stavo già sclerando e mi sentivo in colpa per essermi concessa qualcosa di così rilassante.
    Però mi sono concentrata e me ne se sono fregata. Ho acceso una sigaretta e me la sono fumata stando ammollo nell’ acqua calda piena di schiuma, ho gustato una tisana fumante e poi ho dedicato qualche minuto alla cura del mio corpo che ultimamente sto trascurando parecchio.
    Alla fine avrò resistito una ventina di minuti o poco più ma è pur sempre un traguardo. Insulso e magari stupido, ma per me un traguardo.
    Oggi siamo già 2-0 per me.
    Ma la giornata non è ancora finita…

    A stasera angeli.

    PS: Vaniglia dove sei?

  100. kia dice:

    “Ma la giornata non è ancora finita…”
    infatti, Chiara!
    …Hai un sacco di tempo per segnare altri punti a tuo favore ;D

  101. silvia dice:

    Chiara ke brava! So qnt sia difficile x te il contatto col corpo, xciò questo di oggi nn mi sembra davvero un risultato scarso, anzi…tutt’altro.
    Il tuo lato colorato lo devi fare esplodere, xkè se 6 così capace di colpire dritto al cuore qnd manifesti il tuo e il nostro dolore e dramma, 6 anke così lancinante nel trasmettere voglia di vita, sfumature e valutazioni intime e profonde su ciò ke vale, su cose positive…continua così…
    Il mio proposito era di trattenere il caffè…sembrerà assurdo ma è difficile anke quello…cmq l’ho fatto. Ora devo lottare contro tutta me stessa x fermare i pensieri, e x far ciò devo “attivarmi” concentrarmi su qlc, e stasera, oggi, lo farò x certo. E’ vero, grazie, ce l’ho la grinta devo farle sovrastare i pensieri e tutto il resto.

    Azimut…

  102. Chiara* dice:

    Kia appunto! E io sono prontissima a segnare ancora e ancora e ancora!
    E tu? Non devi essere da meno! Mi raccomando!
    incrociamo le ditaaaaaa!!!!

    Silvia non merito di sentirmi dire tutte queste cose belle. Dai, così mi emoziono e poi finisce che mi monto la testa!
    Bene piccola, il caffè è già qualcosa. Ma devi cercare di fare ancora un piccolo sforzo. Pian piano, non c’è fretta.
    Domani sarà un altro caffè e magari insieme a quello anche qualcos’ altro.
    Te l’ ho detto ieri: pensa ad un cibo che desidereresti mangiare, che ti darebbe soddisfazione, e assaggialo. Un pochino e basta. Concentrandoti sul sapore e sulle sensazioni positive che ti da. Soprattutto pensando a tutto il tempo che hai trascorso privandotene.
    Devi provarci perché la forza e la grinta le hai! E lo hai dimostrato + volte! Cerca di indirizzare la tua forza verso qualcosa di costruttivo anziché distruttivo.

    E’ difficile, lo so.
    Io parlo parlo parlo, dispenso consigli, scrivo papiri pieni di bei propositi… e magari domani sarò la prima a cadere.
    Qui siamo tutte nella stessa barca (LunaBlu non sulla tua, se no affondiamo. siamo troppe!) e tutte sappiamo bene di cosa parliamo.
    Ci immedesimiamo perfettamente in ogni singola sensazione che l’ altra descrive. Proprio per questo possiamo esserci d’ aiuto.
    Perchè abbiamo la possibilità di confrontarci e scoprirci.
    Domani sarà una giornata pessima? Oggi ho perso l’ ennesima battaglia?
    Ma ad un certo punto mi vien da pensare: CHISSENEFREGA????
    Io rivoglio la MIA VITA! e se cadrò mi rialzerò. Fino a quando non ce ne sarà + bisogno perchè finalmente avrò trovato l’ equibrio e riuscirò a mantenerlo.

    Basta, ora vado davvero.
    Un abbraccio

  103. Ilaria dice:

    Ciao a tutte e un abbraccio ad Aleph.

    Ho avuto bisogno di mezza giornata per riprendermi dalla giornata di ieri. Gli sforzi per non cadere in tentazione mi sono costati così tanta fatica che non ho quasi dormito e anche oggi sono stata un po’ inquieta. Sono riuscita a non abbuffarmi, ho “solo” mangiato 16 Oro Saiwa. Lo facciamo passare come la mia vittoria di oggi? Mah…

    Chiara e Uhmhm, siete state grandiose!

  104. silvia dice:

    Chiara wow!!!! questo si ke è parlare!!!!
    Sai qnd hai detto di quella cioccolata fondente cn le nocciole intere…bè è la mia preferita. Riuscirò a gustarla di nuovo senza sentirmi male, lo so.
    grazie ragazze! siete speciali

  105. Girasole dice:

    Rieccomi….rubo un po’ di tempo al lavoro…perchè state diventando per me una droga… e preferisco mille volte di più voi che il pensiero costante del cibo:-)
    a proposito…la penultima volta, alla domanda della nutrizionista “quante volte al giorno pensi al cibo da 1 a 10″ io risposi 10…. oggi posso dire…9…già qualcosa no?

    Grazie Miele delle tue parole, sì, hai ragionre, i miei, la mia famiglia tutta, mi sono stati e mi sono vicini…i per prima gliel’ho permesso! Con mio papà la situazione è stata parecchio dura, perchè nonostante lo ami con tutta me stessa, buona parte dei motivi che mi hanno portato in questo mondo terribile sono le sue azioni, e il male che ha fatto a me a mia sorella, ma soprattutto a mia mamma…
    La mia mamma… credo davvero sia una grande donna. E’ molto dura con se stessa e ha molta paura del giudizio degli altri…ha spesso periodi bui che rasentanop la depressione (mmmm….sarà genetico???) ma la sento come un’allleata, quella in prima linea, che per me va anche lei da una psicologa del centro e si mette in gioco.
    credo tu abbia ragione nel dire che per me il mangiare è un atto di godimento che a volte credo di non meritare… perchè per me il cibo è sempre stato godimento prima di iniziare ad abbuffarmi e vomitare…e desidero solo che ora sia sempre così…
    ho dovuto imparare a mangiare di nuovo, un po’ per volta.. e ora è la mia medicina, è così che devo prenderla ed è solo così che starò bene!

    Chiara, sono così felice per te oggi, è un ottimo traguardo il tuo! 5 minuti non sono proprio nulla rispetto a una vita intera, anzi quei 5 minuti oggi sono stai per te un esperiienza speciale utile per domani!
    20 minuti di relax pochi? cosa importa se te li sei goduti, se sono stati tuoi?
    prenderò il tuo esempio, spero…e mi impegnerò a sedermi….solo sedermi!

    Marianna, isem comesopra….grandeeeeee! ottima vittoria, è una cosa importantissima quella che ci hai raccontato!
    sì, io ieri ho sfogato la mia rabbia, ma in realtà è una cosa che sto imparando a fare ora, perchè prima tenevo tt dentro, mi abbuffavo e vomitavo, e la rabbia restava lì, a montare, a ingrandirsi…
    ora ho capito che è meglio tirare fuori le cose negative quadno sono ancora piccole, invece di aspettare che diventino una bomba atomica…che farà male me e chiunque mi stia intorno!
    Grazie per ver condiviso la tua vittoria…stai camminando, un passo avanti all’altro e in men che non si dica, vedrai, avrai scalato la montagna!!!

    Silvia, coraggio, chiudi gli occhi, e assapora, anche se è solo una briciola… prendi la cosa più semplice…e falla tua! fanne la tua… stellina! che illumini i tuoi occhi!

    uhmuhm, cosa dirti?un piccolo passo per l’umanita un grande passo per te;-)
    questa malattia sei tu, siamo noi…e mi piace questo utuo tirare fuori le unghie…
    ora sei scesa in campo e non puoi più tirarti indietro e sono convinta che in confronto al Mostro le tue armi sono moplto più forti…tu e noi con te e come te siamo più forti!!!!

    Polla…buon ritorno a casa…. godine appieno…ricaricati e dona alla tua famiglia quello che sei!

    Tinkytinky…benvenuta, io qui ho una brevissima esperienza ma ti assicuo che è un luogo speciale dove dal dolore si riesce a tirar fuori amore comprensione e stimoli…sì, perchè forse siamo tutte sulla stessa barca…perchè questa barca proprio non la vogliamo far affondare!!!

    Ancora una volta grazie….perchè oggi è ancora una buona giornata (non l’avevo detto…iniziata con un croissant con 3 amiche…me lo sono concesso….e ne sono felice…penchè ne ho goduto con loro!)…nonostante questo lavoro che mi tiene in completa solitudine…con i miei pensieri…ma sapere che c’è un gruppetto a cui posso pensare e che mi fa sorridere… da cui è semplice trarre forza mi fa star bene….

    vi abbraccio forte forte

  106. Marianna dice:

    Grazie a te per aver condiviso la tua vittoria con noi!Sei stata grandiosa!

    Azimut, se ci sei batti un colpo…ti penso intensamente.

  107. Chiara* dice:

    Bene.
    Siamo arrivati a fine giornata. E sono parecchio stanca. Ho la testa che mi scoppia. Sarà per il troppo impegno?
    Ora mi sto bevendo una tisana rilassante bella calda, poi prenderò le mie magiche goccine e quando vi avrò salutate mi infilerò sotto il piumone sperando di essere rapita dal sonno quanto prima, così da non lasciar spazio ai pensieri negativi, che pian piano stanno cercando di far capolino nella mia testa.+
    Ma non li lascerò entrare. Non questa sera. NO!

    Tirando le somme posso dire di esser quasi soddisfatta di come sono riuscita a gestire la mia giornata.
    Nonostante il pensiero costante ed ossessionante del cibo, nonostante l’ aver dovuto seguire rigorosamente i miei schemi a riguardo, sono riuscita a gestire parzialmente le mie emozioni e a godere dei miei piccoli traguardi.

    Spero che lo stesso possiate dire voi. E non importa di quanto grandi o piccole, importanti o stupide, difficili o facili siano state le vittorie che siete riuscite a mettervi in saccoccia oggi.
    Ciò che conta è l’ averci provato ed esser riuscite a sorridere, anche se solo per una frazione di secondo.

    Miele, Silvia, Azimut, Maria Letizia, Laura, Marianna, Vaniglia, Girasole, Aleph, Yris, Polla, Uhmhm, Kia, Ilaria, Fran, Tinky, LunaBlu, Pina e chiunque abbia scordato… GRAZIE.
    Dolce notte angeli.

  108. Marianna dice:

    Chiara, la cosa più bella di tutta la tua giornata è, oltre alla tua vittoria sul mostro, la grinta e il sorriso che ci hai messo per affrontarla al meglio. Di questo ne devi essere non fiera, di più!!Coraggio, coraggio, lo dico a te, a me stessa e a tutte coloro che combattono quotidianamente.

    Vado a mettermi nel letto anch’io.

    Dolce notte a tutte, dolce notte Aleph. Vi voglio bene.

  109. yris dice:

    ciao bimbe, oggi sono io in stallo. ma la vostra energia mi ha fatto compagnia. una carezza..

  110. miele dice:

    ciao ragazze e ciao aleph,
    come promesso eccomi qui…ho pensato alla mia piccola vittoria di oggi, e a conti fatti credo sia stata il fatto di aver avuto davanti una giornata “vuota” più del solito, ma di averla affrontata ora dopo ora, senza angosciarmi troppo e senza la paura di arrivare a stasera e sentire di “non aver fatto abbastanza”.

    oggi qui si è respirata tanta positività…allora un grazie speciale a chiara* che l’ha inaugurata stamattina, e un grazie altrettanto speciale a tutte quelle che hanno colto la sfida, e si sono poste in modo costruttivo.

    a chi non ha scritto, sappiate che vi penso. se la giornata non è stata buona, pazienza, ne abbiamo davanti già un’altra per provarci.

    yris sai che sei preziosa, in qualunque modo tu ti senta.

    LunaBlu, anhc’io tempo fa sono caduta in bici, e mi sono scorticata un ginocchio…colpa della neve, ma non l’ho detto a nessuno altrimenti mi rinchiudevano in casa :)

    notta dolcezze

  111. miele dice:

    silvia, un pensieri particolare per te.
    facciamo così: tu ci metti la grinta, io/noi ci mettiamo un po’ di consigli pratici per cercare di mangiare e tenere qualcosina…che ne dici? facciamo un piccolo patto? al limite anche via mail. notte cara

  112. Aleph dice:

    Ragazze!Scusate, non sono più passato oggi, ma sono stato impegnato…

    Passo ora giusto per un saluto, perchè volevo troppo farlo, e anche perchè domani probabilmente non vi potrò scrivere, quindi vi devo un doppio saluto!

    Buonanotte a tutte

    Aleph

  113. Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Passo velocemente a lasciarvi un saluto perché tra poco devo scappare al lavoro.
    Stamattina sono di turno in palestra.
    Mi sono svegliata con una strana angoscia (che conosco fin troppo bene…) e ho dovuto prendere l’ ansiolitico per calmarmi un po’ e cercare di affrontare la giornata con un po’ di tranquillità.
    Non so perché. Forse è il pensiero di non aver nulla in programma per oggi se non di dover pulire casa, fare la spesa e forse incontrare un’ amica che non vedo da tempo.
    E questo mi crea molto disagio.
    Ma non voglio lasciarmi prendere la testa per niente. Non devo.

    Quindi vi auguro una serena giornata e cerchiamo di portarci a casa anche oggi una bella vittoria, anche piccola. Non importa.
    Io mi impegnerò ancora una volta a stare + tranquilla ma soprattutto a lasciar lontani i pensieri negativi.

    Vi abbraccio

  114. Azimut dice:

    Buongiorno a tutte e buongiorno ad Aleph. Ho letto i bellissimi post di ieri, voglio dirvi che siete state grandi, che vi siete meritate le vittorie conquistate e che mi avete resa felice. Immensamente felice. Non ho scritto, sono stata parecchio male. Però forse ho riportato un piccolo risultato anch’io. Perché nonostante la condizione in cui mi trovavo avevo un impegno da assolvere e una parola da rispettare. Il primo pomeriggio ho vissuto una situazione di grande tensione e io non ho ancora imparato a gestirla, l’esito è scontato: vomito e vomito. Uscire in quello stato non era facile, anche se dentro non ho più nulla quando sto così sono capace di vomitare anche la saliva. Ho aspettato di averlo fatto decine di volte, ho preso la bici e sono andata. Conoscevo bene i locali del centro, ci andavo spesso quando frequentavo l’università, sapevo che non erano adatti al mio scopo perché sempre affolati di studenti, ma sono passata comunque a rivederli, è stato un po’ un tuffo nel passato. Prima tappa il bagno di una facoltà, per fortuna non mi ha vista nessuno entrare, dentro di me dicevo speriamo che sia sempre là dove lo ricordo, che non abbiano chiuso le porte a chiave, altrimenti devo rigettare in un’aiola. Era al suo posto. Poi mi sono spostata sempre in centro ma in una zona dove non ci sono dipartimenti universitari. Ho visto un sacco di internet point di quelli classici, bar e barrini, caffè, ma tutti da entrare per una consumazione e uscire. Alla fine di nuovo attacco di vomito, mi sono ricordata di un caffè lì vicino dove andavo per pranzo quando studiavo e sono entrata con il solo intento di andare in bagno. Quando sono uscita mi sono resa conto che oltre la parte iniziale con bancone e tavolini c’è una saletta interna appartata che potrebbe fare al caso mio. Non credo ci sia la connessione internet, ma quella direi che non mi serve. Ci penserò e magari farò altre perlustrazioni. Il problema è stato tornare a casa in bici, l’ultimo tratto l’ho fatto a piedi perché avevo giramenti di testa allucinanti. A casa ho detto a mio marito che ero andata a cercare un posto in cui poter scrivere e lui ha risposto che è una splendida idea e che devo assolutamente farlo perché a casa ci sono sempre troppe cose da fare e continue interruzioni. Poi ho preso un tè con due fette biscottate, ho fatto una doccia e mi sono messa sotto il piumone fino a stamani. Ma il mio pensiero è stato costantemente con voi, non vi ho mai abbandonate.

    yris… spero che lo stallo si sia allontanato, ti stringo forte

  115. silvia dice:

    Buongiorno!
    Azimut!!! Nn sai ke felicità e ke carica nel leggerti! nel legger un tuo post così lungo e nel sapere ke l’hai fatto…ke hai mantenuto l’impegno, ma sopratutto ke hai fatto qlc x te. Mi dispiace ke tu sia stata male, ma questo dimostra ancora di + tutta la forza ke hai dentro, xkè nonostante quell’immenso dolore 6 uscita lo stesso! L’hai sconfitto, l’hai battuto! hai fatto davvero tantissimo!!!!
    Sn contenta ke forse hai trovato un posto…e nn devi attendere troppo prima di tornarci x perlustrare di nuovo, anke xkè + facciamo passare il tempo e + ci impigriamo e dimentikiamo le belle sensazioni ke abbiamo provato nel vivere certe cose.
    Solo un appunto ti faccio: 6 tornatat nei luoghi del tuo passato, magari luoghi in cui 6 stata bene, e questo è stato un primo passo, ok…ma pur sempre luoghi del tuo passato…ora la prox volta devi spingerti un pò + in là…alla ricerca del nuovo, sconosciuto e magari qlc al caso tuo!!! nn sai ke gioia ke provo x te!!!
    Hai avuto il coraggio d’entrare!!! visto??? nn è così difficile fare un primo passo…e poi…hai espresso la tua volontà cn tuo marito, il quale, contrariamente a qnt forse pensavi, nn t’ha ostacolato o fatto problemi, ma t’ha incoraggiato e magari potrà sostenerti + di qnt tu immagini…basta aprirsi, basta parlare!!!
    Sn contentisima e carica x te, x i successi di Chiara…e d’avervi incontrate!

    Miele grazie dei tuoi consiglio, in effetti me ne servirebbero, magari x mail, cmq oggi sto meglio, l’umore va meglio, voi mi fate star bene, sentire meno sola, e rendermi conto ke posso farcela, ora mi ci impegnerò ad agire e nn lasciarmi invadere dai pensieri.
    Girsasole buona giornata anke a te!

    Chiara buon lavoro e qnd oggi avrai paura pensa al coraggio di Azimut, pensa a noi ke tifiamo x te e a cui serve tanto tutta l’energia ke c’hai profuso ieri!

    Aleph buondì!
    Yris, LunaBlu, Laura…pensieri speciali x voi!

  116. Azimut dice:

    Silvia ho avuto il coraggio di entrare solo perché altrimenti avrei vomitato sui tavolini sotto il portico….
    Ora tocca a te però, qualcosina in più del caffè va tenuto non credi? Pensa che bello se tu arrivassi a stasera senza vomito, magari mangiando poco ma riuscendo a tenerlo. E se un giorno arriveremo a poter mangiare quella splendida cioccolata fondente con le nocciole ci daremo tutte un appuntamento virtuale e lo faremo insieme. Ci stai? Quanto mi manca il cioccolato…fondente…

  117. tinkytinky dice:

    Buongiorno,tra un ‘ora mi aspetta la solita ora settimanale di terapia…e so che andremo nel profondo dove non sono mai stata,ne da sola,ne con uno psicologo.Da 1 settimana ho finalmente visto la definizione della mia malattia nero su bianco BINGE EATING DISORDER.ci ho messo soltanto 18anni per individuarlo:)ma spero che impieghero’ molto molto molto meno per farlo fuori!!ammetto che è una bella botta uscire dalla propria visuale un po”distorta”di se stessi e del resto,e cominciare a indagare le cause di tutto cio.Forse pero’ è venuto il momento,perche come dicevate sopra.solo arrivando al fondo del fondo poi si puo risalire.Un salutone a tutte per ora.

  118. kia dice:

    anche la mia giornata è iniziata un po’ in tensione… ma sono decisa a farla volgere al bello. oggi solo buoni pensieri. tirimao su una bella barriera constro le paranoie che si insinuano tra le righe. usiamo la tecnica dell’ALT! ?
    io ci provo…
    prima stavo pensando a un’obettivo positivo per oggi… non fare questo non fare quall’altro, iniziare qualcosa… poi presa dall’indecisione ho deciso: il mio obiettivo di oggi? Viverla come viene… tra tanti buoni propositi riuscirò semplicemente ad arrivare positivamnete a fine gionata no?!
    baci

  119. kia dice:

    mamma mia che pensiero sgrammaticato che ho scritto!!!!
    scusate!

  120. Ilaria dice:

    Buongiorno a tutte!
    Tinkytinky, anch’io soffro della tua stessa malattia, ma la prendo solo come una brutta parentesi nella mia vita, guarirò, anzi guariremo.
    Sono proprio contenta per Azimut, Chiara e tutte coloro che in questi momenti stanno riscoprendo la voglia di lottare.

  121. silvia dice:

    Azimut nn conta xkè, nn darti sempre giustificzioni negative, l’ha fatto xkè era una cosa bella e giusta, ke ti serviva e ke era solo x te stessa…questo conta, puoi accettare di meritarlo di fare qlc solo x il tuo benessere, solo x stare bene…ok?
    X l’appuntamento x la cioccolata ci sto, e oggi mi sto davvero impegnando, ma la vittoria ke vorresti da me entro stasera nn credo di potertela dare, so xrò ke la raggiungerò e ke x oggi raggiungerò altre vittorie, io nn mi arrendo al buoi, nn farlo neanke tu.

  122. EteraDanzante dice:

    Buongiorno ragazze!
    Dopo qualche giorno un pò così si torna in pista…vi auguro buona giornata!!

  123. Luna blu dice:

    Buongiorno a tutte!!!
    Miele io uso la bici come mezzo di trasporto…e son più o meno 25 km tutti i giorni tra andata e ritorno…sarà che nn adoro la bici e un po’ mi stanca…mi pesa tutto questo tragityto tra traffico e automobilidti maleducati e strafottenti…
    Sto finendo di leggere il libro consigliato da Etera…ma secondo me per chi è nella malattia non va bene…persino io leggendo la cura e i dettaglie i particolari descritti da questa ragazza della sua mania mi è venuta voglia di essere ancora malata…complice una situazione un po’ difficile ultimamente…quindi nn consiglierei la lettura ;-) …son diventata nostalgica…ho ripreso vecchie foto…e ho ricordato quandoe ro nella malattia…però quel epriodo della mia vita a aprte la malattia era bellissimo..ero superattiva..nn avevo un sfidanzato che rompeva e tante responsabilità che ora ho…ma indietro nn ci tornerei… un abbraccio

  124. kia dice:

    all’appuntamento con la cioccolata io non vengo… altrimenti non ne resta neacnhe un pezzettino per voi he he he

    Uff, ho cercato di evitare caramelle e zuccheri vari ripiegando sui sottoceti (visto che hanno solo 6 calorie per 100 grammi sono quasi arrivata a 2 vasetti)… ma non sono mica tanto sicura che sia una buona tecnica Hi hi hi. la voglia rimane e l’acidità di stomaco anche… vabbè, sono esperimenti anche questi no?

  125. EteraDanzante dice:

    Hai ragione LunaBlu, anche io ho avuto le tue stesse sensazioni. Leggere testimonianze di sofferenza o sentire persone che raccontano in televisione la loro esperienza non per forza può avere un effetto “curativo”. Noi non percepiamo le cose come le altre persone, perchè sappiamo cosa vuol dire starci dentro.
    Forse una maniera terapeutica per darsi forza è anche scrivere i propri pensieri, le proprie paure, perchè rileggendole si capisce quando i nostri demoni possano farci andare in basso…almeno per me è così: io che ho pagine su pagine di scritti in prosa e poesie sulla malattia, che mi sono anche semplicemente serviti come sfogo dopo una giornataccia, o come riflessione in un giorno che ero più stabile.
    Tutto è relativo, purtroppo. Quella storia può anche incitare alla malattia…chi lo sa?

  126. yris dice:

    sai lunablu, agli inizi anch’io avevo nostalgia della malattia, della carica, della “droga” che mi dava..
    tornare allla normalità (o quasi) mi aveva resa più vulnerabile, apparentemente meno forte, anche fisicamente

    ma non ci tornerei nella malattia, no.
    non tornerei per nessuna ragione al mondo in quell’inferno.
    è questa la grande forza, quella che ieri mi ha pemesso di impietrirmi per 15 ore consecutive al pc, ed aspettare che la bufera interna passasse.

    azimut, vieni a scrivere sul mio terrazzo.. :-)
    piante, sole, cielo, luna e stelle
    e magari invitiamo silvia per un thè.
    chissà che non accetti..
    :-)

  127. Girasole dice:

    Buongiorno ragazzi!

    ecco, una nuova giornata! una bella giornata… con il sole, con la voglia di fare, con la voglia di star bene, quella che sento anche leggendo voi…

    anche leggendo Azimut, che nonostante l’entrare nei bar per cercare un posto dove vomitare… l’ha fatto, e ha messo in competizione l’Azimut che vuole un posticino per se, per stare bene, per vivere, con l’Azimut che fa ancora fatica ad accettare la lotta… stai lottando, e ogni volta l’Azimut che cerca il bagno sarà un po’ più debole…coraggio, basta guardare quel buco…il mondo è fuori, apriamo gli occhi, combattiamo per viverlo!!!

    Silvia…qualcunque saranno le tue vittorie di oggi… ti porteranno al tuo obiettivo… ;-)

    Tinkytinky, buona seduta… vedere il problema con il suo nome… per me è stato un duro colpo… ma poi…
    poi…forse mi ha aiutato a tirare fuori la rabbia, ad avere qualcosa contro cui urlare, qualcosa che non fossi solo più io… bisogna trovare il modo giusto per elaborarlo e poi… affrontarlo! e vincere!!!

    Kia, prendo il tuo post come uno spunto e un proposito…
    imparare a pormi un obiettivo ogni giorno, e cercare con tutta me stessa di portarlo a termine…
    per ora vivo e basta….lavoro lavoro lavoro… e vago senza una meta correndo non so dove! ma la tecnica dell’ALT, degli STOP, delle barriere….vorrei diventassero una mia “filosofia”, per potermi concetrare su qualcosa!
    Oggi ho già fatto un errore…un mio amico, che vedo pochissimo, mi ha chiamato proponendomi di mangiare un boccone insieme…
    è da tanto che desidero una proposta del genere per pranzo (quando sono più tranquilla su quello che mangio)…e… ho detto “ho un impegno” ma dato che mi riesce difficile dire bugie, non sapevo cosa inventarmi e così, semplicemente ho detto che era una cosa importante!
    è che devo sempre pensare molto alle proposte…devo potermi organizzare mentalmente… capire che lo posso fare…
    Un’occasione persa? sicuramente…ma ho ancora paura a lasciarmi andare.
    La mia scusa? che a pranzo fuori mangerei troppo poco, che voglio pranzare con i miei, che se poi vado a lavorare (e oggi c’è tanto da fare) poi ho troppa fame e ho bisogno di energie!

    ok… stamattina mi sono arresa, non importa, sarà per la prossima (e mi odio per il mio rimandare…ma poi prometto che lo farò!!!)

    pensiero positivo?
    mmm… lo trovero e questa sera spero di potervelo regalare!
    un abbraccio!!!

  128. yris dice:

    non arrovellarsi più su questo pensiero è già un pensiero positivo, girasole.

  129. yris dice:

    kia, direi che i sottaceti non sono il rimedio più adatto contro l’acidità di stomaco.. :-)
    prova a sgranocchiare carote, finocchi, sedano, mele
    ci puoi fare anche una ottima insalata.
    e magari condirla con un filo d’olio extravergine e un pizzico di sale.
    se non accetti l’olio prova a condirla con della spremuta fresca di arancia

  130. Girasole dice:

    hai ragione Yrisi!:-)

    non mi arrovello!!!! :-)

  131. silvia dice:

    Il thè sul terrazzo…kissà…mai dire mai Yris…grazie!

    LunaBlu tu nn torni indietro…al di là della tuasituazione difficile io penso ke sia anke dovuto al fatto ke ora si sta avvcininando davvero il momento di andare via, e di andare via da lui…questo in un modo o nell’altro ti scuote dentro…nn sottovalutarlo. Un abbraccio!

  132. kia dice:

    grazie per i consigli Yris!
    in realtà quello che cercavo era proprio il sapore di aceto per allontanare quello dello zucchero… sarebbe bella (e buona) l’insalata che suggerisci… mi sa che stasera mi lascio ispirare dalle verdure…
    Interessante osservazione quella sull’olio… sono anni che non lo uso quasi mai…
    (la mia mamma pugliese resta allibita: mio fratello 1 litro al mese, io 2 o 3 in un anno… per lo più lo uso per il marito hi hi hi)
    siamo troppo fuori ragazze… poi mi chiedo come mai non sono regolare in bagno… fibre fibre fibre… e i grassi???

  133. yris dice:

    io non dico mai MAI, silvia..
    e mi conserverò il tuo post :-P

  134. kia dice:

    vebbè dai, un passetto alla volta.
    cominiciamo con limitare gli zuccheri va.

  135. yris dice:

    guardate che l”assenza di grassi è molto dannosa!
    non a caso le atlete (anche “in forma”) che ne restringono l’uso poi soffrono di amenorrea.
    per non parlare di stipsi, infiammazioni, carenza di vitamine liposolubili, stanchezza, problemi di pressione sanguigna, ecc…

    i grassi, di elevata qualità ed in giusta dose, sono come delle “barchette” che trasportano gli elementi vitali all’interno dell’organismo. se mancano il percorso si interrompe.

  136. Azimut dice:

    Sarebbe bellissimo yris, purtroppo la distanza non aiuta.

    Girasole grazie per il tuo incoraggiamento, oggi sono sottoterra

  137. yris dice:

    indico la prima “call” per il raduno nazionale delle “Bloggiste Abit”, da tenersi entro il 2013 sul mio terrazzo!!
    consentita al massimo una proroga di due anni.

    e sbrigatevi, perchè non sono eterna.. :-)

  138. yris dice:

    PS. NON STO ASSOLUTAMENTE SCHERZANDO!

    particolari organizzativi e logistici in seguito. ospitalità gratuita e garantita per le prime dieci persone che si prenoteranno.

  139. Chiara* dice:

    La distanza, il tempo… perché vederli come un limite?
    Perché continuiamo a porci limiti e paletti quando abbiamo la possibilità di superarli ed abbatterli?
    Siamo delle macchine talmente perfette nella nostra imperfezione che niente ci è impossibile da compiere.
    Tutto sta nella determinazione e nella convinzione.

    Io quel tè con il cioccololato fondente alle nocciole me lo voglio prendere davvero insieme a voi.
    Non importa dove e non importa quando.
    Un giorno lo faremo.
    Ci troveremo tutte insieme (magari non a casa di Yris, poverina!) in un luogo che sarà solo nostro e lì condivideremo la gioia di quel momento.
    Di quella vittoria, di quella riconquistata normalità e serenità.
    Ci guarderemo negli occhi e vi leggeremo le reciproche le sofferenze e felicità.
    Non ci sarà bisogno di tante parole.
    Ma lo faremo. Io voglio farlo.
    Un domani, un giorno. Poco importa se vicino e lontano.

  140. Girasole dice:

    i brividi hanno fatto un salto sulla mia pelle Chiara…
    è bello davvero ciò che hai scritto…

    non so perchè ci poniamo limiti epaletti….ma vorri non averlo mai fatto…e come dici tu, l’unico modo per rimediarlo (visto che non si può tornare indietro) è tirare fuori le unhie e convincerci a lottare!!!

    Yris…hai ragione…è dannosissima l’assenza di grassi nell’aimentazione…
    io (non solo per quello di certo) sono in amenorrea da 2 anni e mezzo…non ho calcio…e tante tante altre cose!

    ho ricominciato con un cucchiaino per volta…e ancora ora a volte non lo uso per niente!
    ma da quando ho ricominciato….si vedono i cambiamenti..sul viso, sulla pelle e i capelli…e il mio intestino ringrazia!!!

  141. miele dice:

    ciao fanciulle!

    Azimut, bello che tu sia in cerca di quella famosa “stanza tutta per te”…anch’io vorrei tanto scrivere, ma fatico a trovare la concentrazione. sto scrivendo troppe cose che non hanno nulla a che fare con il vero scrivere, e questo un po’ mi ruba tempo, energie e pensieri. almeno sto leggendo a fiumi :)

    silvia scusami se torno a battere sul solito chiodo, ma…sai, va bene seguire i propri tempi, però ad un certo punto si potrebbe tentare anche una piccola spinta in più…se tu stai ad aspettare che i tuoi pensieri si facciano più positivi, e poi che il tuo comportamento con il cibo cambi…beh, io credo che la mente richieda tempo….e intanto? intanto dovresti provare a mangiare, ma davvero, e non un caffè…
    resto a disposizione per qualsiasi cosa!

    LunaBlu io sto leggendo il libro di Alessandra, ma sono ancora alla parte iniziale, ancora non capisco che tipo di collegamenti lei abbia voluto fare a posteriori. continuo con curiosità.

    TinkyTinky, Etera, kia e tutte le altre: buona giornata!

    Oggi sto sperimentando il tentativo di cambiare atteggiamento, cioè di rimanere positiva anche se non mi sento proprio benissimo. Sono di nuovo in viaggio, oggi ho freddo, mal di pancia, mi vedo pallida e non in ordine, la giornata è ancora lunga. Ma davvero sto cercando di essere io ad imprimerle una tonalità positiva, sto sorridendo e e cercando di non limitarmi a tirar sera. Sto mangiando, ovviamente. Anche perchè ora sento davvero la differenza di energie tra quando mangio di più e quando mangio di meno. Tutto dipende da me, direi. Chissà che in treno non incontri i tipi della scorsa settimana :)

    Vi abbraccio forte

  142. Azimut dice:

    Incontri, luce, profumi… sovrapporsi di immagini che mi fanno scorgere mondi altri, inacessibili. Bianco, assenza di suono. Vortice pulsante

  143. miele dice:

    Azimut, perchè “inaccessibili”?

    Yris io ti dico già di sì, però deve esserci il sole, che per me ha il potere di rendere stupenda ogni cosa…

    Riguardo la cioccolata alle nocciole, invece, io non vedo motivo di aspettare di essere su quel terrazzo, o in qualunque altro luogo e tempo…se ne abbiamo voglia, dovremmo mangiarla ora, non programmare quando mangiarla. Sbaglio? Perchè per me questo posticipare infinito rappresenta il meccanismo della malattia, e io non voglio assecondarlo. Per cui vi dico: spero che al più presto ognuna di noi possa venire qui a scrivere che se l’è mangiato, quel pezzo di cioccolato (o qualunque altra cosa fosse la sua preferita), che si è tolta il pensiero e non si sente in colpa.

  144. Azimut dice:

    Miele perché

    “se la vita aspira a farsi terrena, chiede ugualmente di rendersi intelligibile e non ha altra dimora se non la trasparenza; è intimità che aspira a farsi visibile; solitudine che vuole essere comunità nella luce” (Maria Zambrano)

    e questo è esattamente ciò che non riesco a raggiungere

  145. Luna Blu dice:

    Yris…io la ciccolata la mangerei al latte con le nocciole… ;-) son gusti…

  146. miele dice:

    “essere di questo mondo” può voler dire tante cose…
    trasparenza, consistenza, solitudine, comunione, visibilità, presenza, intuizione, parola…

    ma l’accessibilità alla dimensione terrena – torno a ribadire – è il risultato di una decisione, di una responsabilità che ci prendiamo, di un diritto che ci concediamo.

  147. miele dice:

    visto che ci siamo …il “mio” cioccolato è quello fondente al caffè :)

  148. EteraDanzante dice:

    Sì, sarebbe fantastico poter mangiare il dolce che ti piace senza sapere già che andrà prontamente a finire nel wc, avere quella tranquillità, quella voglia di coccolarsi, di dire vaffanculo ai pensieri su “quanto, cosa, come”….
    Non so più cosa voglia dire mangiare un dolce senza avere la foga assassina della bulimia e la consapevolezza che nel mio stomaco non ci rimarrà.
    Oramai i dolci neanche mi attraggono più, è come se mi fossi arresa: quando ci sono in casa non li guardo nemmeno, e nemmeno invidio chi accanto a me li mangia. Mi sono arresa? Non lo so. Il cibo maltratta me, io maltratto lui. Ma alla fine sono solo io che maltratto me stessa.
    La mia più grande trasgressione “dolciaria” sono le prugne secche, anche se anche loro sono sempre a rischio vomito, quindi ormai evito anche quelle!

  149. Chiara* dice:

    Mmmh… forse è stato travisato il senso del mio intervento.
    Non volevo creare disagio.
    Il mio era un semplice desiderio: quello di poterci incontrare un giorno fuori di qui e poterci prendere una cioccolata o quello che + ci piace e desideriamo pensando solamente alla bellezza di quel momento, di quell’ incontro.

    Se mai dovessi mangiare della cioccolata in questo momento l’ epilogo sarebbe scontato. Non la terrei.
    Cioccolata fondente con le nocciole intere… quanto mi manca.

    Ho preso una decisione.
    Prima ho scritto una lista di tutto quello che più mi piacerebbe mangiare e che mi sono privata per troppo tempo.
    Tra i primi posti c’è una brioche.
    Mi piacerebbe tanto poter fare una colazione con cappuccino e brioche… magari seduta in quella pasticceria in riva al lago.
    Oppure a letto.
    E ho deciso che domenica lo voglio fare. Mi concederò questo piccolo sfizio.
    E non mi importa se poi me ne pentirò, se mi infilerò 2 dita in gola e poi starò come un cane.
    Voglio farlo. Insieme alla persona che amo. Voglio qualcosa di normale.

  150. silvia dice:

    Vai Chiara, sn felice della tua decisione, ma se posso dare un indicazione: è meglio fuori tra la gente.
    cmq anke io vorrei tanto potervi incontrare un bel giorno e dire senza tante parole, ke stiamo bene, guardarci e poter sorriderci x davvero, cn la stessa sincerità ke ora traspare dai nostri post.

    Miele grazie, lo so ke cambiare atteggiamento e attivarmi anke sul nutrirmi è fondamentale…nn so da dove iniziare! certe volte mi sento proprio persa! E nn aspetto ke i pensieri se ne vadano via da soli, ma credimi, li scaccio, li smonto, poi però devo attivarmi in qlc altrimenti è la fine.

    Azimut nn rimuginare..pensa solo a ciò ke 6 capace di fare ieri…e nn ai pensieri buoi e contorti di oggi.

    Laura dove 6? cm va?

  151. Ilaria dice:

    Ragazze, mi sento un po’ stranita nel leggere i vostri post di oggi. Se penso che io la cioccolata, o comunque tutto quello che più mi piace, la mangio tranquillamente, e non solo un pezzetto, ma ne faccio fuori a chili (quando mi abbuffo, è ovvio, non tutti i giorni), mentre voi ne agognate un misero pezzettino sperando di non buttarlo nel cesso… ecco, questo mi fa sentire mostruosamente in colpa.
    A parte questo, oggi si è avverato un mio sogno: mi è arrivato il tapis roulant. Ora non ho più scuse, anche quando farà brutto tempo e mi annoierò perché non potrò uscire avrò comunque la possibilità di camminare, quindi di star bene. Sono felice.

    Maria Letizia, com’è andato Mercoledì il Terribile? Spero bene :-D

  152. Chiara* dice:

    Ilaria perché mai dovresti sentirti in colpa?
    Qui non stiamo a misurare o a paragonare i nostri mostri. Non importa con quale forma si manifestano.
    Anoressia, bulimia, binge o quant’ altro. Non importa il nome. Non importa come quando e quanto.
    Siamo tutte affette da un male che ci impedisce di vivere come vorremmo.
    Il tuo dolore io non lo posso immaginare. Il dolore è qualcosa di troppo intimo e profondo, personale e individuale.
    Non so cosa puoi provare ma SO cosa significhi soffrire dentro. Sentire quel qualcosa che ti mangia l’ anima.
    Per questo siamo qui. Per sostenerci e aiutarci, dove è possibile.

  153. yris dice:

    miele, ok ti prenoto. essendo la prima hai diritto a un regalo.. ma sarà una sorpresa. per il sole sta tranquilla, ho il contratto per una fornitura illimitata

    azimut tu devi solo lasciare le bimbe a qualcuno (a proposito, quanti anni hanno?) e prendere il primo aereo Ryan Air. ce n’è uno che parte tra un’ora..

    silvia, ti tengo il posto anche senza prenotazione.

    chiara, possiamo trovarci anche una locanda in riva al lago, o una masseria e incontrarci lì. è questo che abbiamo fatto otto anni fa con le ragazze del primo forum sul sito. mettiamolo nella lista fra le cose belle che vorremmo fare

    per quanto riguarda la cioccolata: io BIANCA! ma solo quella belga

  154. Chiara* dice:

    Yris ma tu vivi in Puglia, giusto?
    Beh io ho casa a Peschici quindi…

  155. EteraDanzante dice:

    Ilaria, non penso tu debba sentirti in colpa. Il fatto, secondo me, non è mangiarsi un tavoletta di cioccolata o 30, è il modo in cui lo si fa.
    A parer mio,non si fa con tranquillità sia se il mangiare è rivolto a riempire un senso di vuoto(conosco bene quella sensazione) sia se si sta lì a contare quanta ginnastica dovrò fare dopo per compensare o imporsi di non mangiare più nulla perchè oramai “si è superato il limite”.
    Secondo me dobbiamo smettere di dare questo significato “esistenziale” al cibo, il trucco è tutto lì. Quindi sì, mangiarsi, per una volta, un bel pò di dolci, che per una volta si può fare, ma senza “effetti collaterali”.

  156. silvia dice:

    Chiara davvero a pescici????????????wow!!!
    Grazie Yris!

    Ilaria nn sentirti in colpa, il male dentro nn si misura…

    Io ho fallito, Miele c’ho provato, ma nn è andata bene. Ora devo fare un punto e a capo e ricomnciare, ma forse ancora nn sn in grado di ricominciare da lì…dallaa tavola.

    Vi penso.

    Azimut 6 lì? cerca di tornare tra noi, o meglio, alla realtà ke puoi far divenire interessante e costruttiva.

  157. yris dice:

    meravigliosa peschici!!
    quando viveva mia madre andavamo sempre in vacanza nel gargano.
    ci piaceva il senso di libertà, il mare e il vento..
    è tanto che non ci torno, quasi quasi in primavera faccio un salto.
    sì, vivo a bari, quindi non hai scuse: ci dobbiamo vedere!! :-)

    ragazze, oggi ho sperimentato un’insalata buonissima: witloof (indivia belga) tagliata a rondelle, con pezzi di arancia sbucciata, noci, tocchetti di mela, condita con due cucchiai di olio DOC pugliese profumatissimo, una spolveratina di sale e pepe “ai tre colori” e del succo di arancia appena spremuta. Leggera, delicata, e pure buona!

  158. yris dice:

    silvia, ma lo sai che sei proprio brava bravissima a dare i consigli agli altri?
    :-) non ti sto prendendo in giro, dico sul serio, mi sono piaciuti molto i tuoi suggerimenti ad azimut e le altre. rileggili, come se qualcuno li avesse scritti a te, e poi dicci cosa provi.
    un bacio

  159. silvia dice:

    si, lo so ke predico molto bene e razzolo male…ma è ciò ke vedo bene x le altre ed è sempre riferito ovviamente alla mia esperienza.
    Cosa provo ora? un pò d’abbattimento e senso di stupidità x nn riuscir a mettere in pratica ciò ke dico agli altri, ecco cosa Yris, contenta?

  160. Marianna dice:

    Oggi piango…di gioia.
    Mi era saltato un programma che avevo in mente di fare stamattina, ero arrabbiata perchè era una cosa importante che dovevo fare e odio rimandare gli impegni. Sono tornata a casa, mi sentivo un leone in una gabbia e poi ho sentito il suono del citofono. Un mio amico mi aveva vista con uno sguardo strano ed è venuto a cercarmi per sincerarsi che stessi bene. Sono rimasta così felice per questo gesto che ho il cuore che danza nel mio petto e volevo condividere questo mio stato da’nimo con voi.

    Yris, prenota un posto anche per me, anch’io adoro la cioccolata bianca belga!
    Mi piacerebbe tanto potervi incontrare, vi sento così vicine a me, sento che con voi posso essere me stessa ed è una sensazione che non provavo più da non so quanto tempo.

    Azimut, sono contenta di leggere che, nonostante non ti sentissi bene hai tenuto fede alla promessa fatta a Silvia. Quali sensazioni ti ha dato la ripresa della scrittura?Mi fa anche piacere leggere che tuo marito ti appoggia, hai un alleato in più!Ti abbraccio forte forte!

    Chiara, mi piace sentirti così!Fai progetti, cerchi di rompere gli schemi, vuoi riacciuffare la gioia di vivere, brava!Peschici…ci ho passato tanti estati lì, mare blu, spiagge dorate…mi piace l’estate, il sole mi trasmette energia!

    Miele, sei pronta per nuovi incontri? :-D

    Ilaria, non sentirti in colpa per nulla. Ognuna di noi ha un disturbo legato all’alimentazione e se siamo quì è per combatterlo, insieme. Goditi il tapis roulant! :-) Io vorrei tanto andare a correre, ma ho ancora 2 mesi di stop.

    Luna Blu, anch’io ho letto il libro e mi ha suscitato una serie infinita di emozioni tra le quali proprio il fascino della malattia. Ma non è più bello vivere senza questa spada di Damocle?Godersi la vita, progettare una nuova casa, essere ammirata e corteggiata!

    Silvia, io so che ce la puoi fare a tenere qualcosa senza rigettarla. Sei forte, hai grinta, lo sento. Devi solo crederci anche tu.

    Laura, come stai?

    Maria Letizia…?

    Un abbraccio a Girasole, Etera Danzante, Kia, Aleph e tutti coloro che leggono!

    A dopo.

  161. Marianna dice:

    Yris, sai che faccio stasera?Vado a gustarmi un pezzetto di focaccia barese con un paio di amici!Ecco, ho deciso!

    Silvia, non sentirti in colpa, tira fuori la grinta che hai dentro di te e ricomincia!Non arrenderti e continua a tentare. Forza tesoro!

  162. yris dice:

    marianna, focaccia barese? non mi dire che vivi nella strada accanto.. :-)

    silvia, no.. tutti predichiamo bene e razzoliamo male, e ancor più quando siamo nella malattia. ciò che io volevo dire era altro – forse mi sono espressa male. provare a rileggere ciò che hai scritto (che è molto ma molto valido) come fosse “altro da te”, cercare di trovarci dentro una piccola cosa che possa andare bene per te, che so.. un suggerimento, una spinta che valga anche per te.
    non per provare frustrazione, ma per cercare di fare quel piccolo piccolissimo passo ed aprire la porta..
    c’è il sole lì’ fuori… ma fichè le persiane sono chiuse è normale non accorgersene.

    ora scappo bimbe, vado a sorbirmi un po’ della mediocrità di parte del mondo (per fortuna non tutto)

  163. Polla dice:

    Buongiorno a tutti!!!! non ho ancora letto i vostri post(credo che lo farò stasera),ma avevo troppa voglia di passare a lasciarvi un salutino.. qui sta andando tutto benone! Sia a livello d’umore che sul piano alimentare.. che come sapete purtroppo viaggiano ancora a braccetto! ieri sera cena con la mamma a casa e ho mangiato le cose che ha preparato senza storie,nè difficoltà e oggi pranzo fuori con mio padre dove di MIA iniziativa ho preso primo,secondo,contorno e dolce e sono pure riuscita a mangiare due fette che mi ha offerto della sua pizza e ora sto facendo merenda con frutta,ma cmq sentivo fame.. sono davvero orgogliosa,soprattutto perchè so che facendo così mettere peso non sarà un problema e stasera esco a mangiare una pizza e la cosa non mi agita per nulla e sono quasi stranita.. inoltre andrò a farmi una bella ceretta e magari domani faccio pure un salto dal parrucchiere.. quante belle cosine!!! beh,non voglio negarvi che mi sento un po’ una balena,ma non ho nessuna intenzione di farmi rovinare la giornata da qste sensazioni che sono solo sensazioni e determino io l’importanza che possono avere..
    Inoltre mentre ero al ristorante è entrata una coppia e la ragazza ho notato subito che era molto magra e con la faccia un po’ segnata..allora da vera impicciona mentre mio padre era al telefono per lavoro,ho allungato l’orecchio e lo sguardo.. ho notato subito l’agitazione della ragazza con in mano il menù e dopo molta esitazione ha ordinato una “sogliola alla griglia” al che il cameriere le ha chiesto se voleva un contorno che c’erano le patate e lei ha chiesto”ma sono fritte?” “si” “ah,allora niente” .. mi sono rivista.. e ho provato una sensazione stra positiva ero doppiamente orgogliosa della mia riuscita,perchè non invidiavo per nulla la sensazione che secondo me stava provando quella ragazza e nella quale mi ci sono trovata mille volte!!! quando si sta bene,si sta davvero bene. è proprio bello..

  164. miele dice:

    ri-ciao!

    Marianna ti sento positiva…bene bene!

    Chiara* il tuo post sul cioccolato non ha creato disagio ma, secondo me, uno spunto per discutere di qualcosa che di fatto va molto al di là del pezzetto di cioccolato. il rapporto con i nostri desideri, e dei desideri con le azioni.

    silvia, guarda che mica ti devi giustificare! coraggio, non è successo nulla. nelle tue parole sento tanta tanta paura, e mi spiace perchè la paura accompagna anche me, molto spesso, ed è una brutta bestia. ti impedisce di provare tante cose. il punto adesso è: capire se il tuo problema sta nel mangiare in quanto tale (cioè tu vomiteresti qualsiasi cosa ingerita, per il solo fatto di averla ingerita), oppure nel mangiare cose specifiche (vomiti una cosa se sai che è calorica, o la senti pesate ecc.). Comincia a farti questa domanda, possiamo provare a cercare insieme qualcosa che la tua mente accetti di tenere. è possibile, ma ci devi credere.
    Io ho appena mangiato un duplo (sì, lo confesso: anche cioccolato + nocciole non mi dispiace per niente…!) e senti cosa mi sta succedendo: il mio corpo dice “oggi sei piuttosto stanca, sei giù di energie, devi fare ancora parecchie cose, un duplo ci stava bene per merenda”, mentre la mia testa dice “forse potevi mangiare un frutto o qualcosa di meno dolce, in fondo è la terza merendina che mangi oggi, e hai fatto una buona colazione, e pranzato…”. Sto cercando di ascoltare il corpo, oggi non voglio stancarmi più del necessario, sarebbe tutta energia regalata alla mia malattia. Quindi ho preso l’autobus invece di camminare, e proverò a farlo anche più tardi. Sono a disagio silvia, capisci? il disagio non si supera se non lo si vive, almeno una volta. la volta dopo, e quella dopo ancora, è già diverso.

  165. miele dice:

    Polla indovina dove sono…:)

  166. kia dice:

    Yris: il tuo ultimo commento mi ha illuminata dentro.
    è il mondo ad essere mediocre.
    non io con la mia vita piatta.
    loro.
    fuori.
    io dentro ho un giardino.
    e non c’è niente di mediocre lì.

    (forse qualcuno avrà visto alice in the wonderland fino alla fine. in fondo ai titoli di coda tim burton ha messo una cancellata in ferro battuto che diventa un giardino. ecco mi sento così…. e anche voi, ve lo assicuro)!

  167. silvia dice:

    grazie

  168. Polla dice:

    ..miele,sei a bg???? dai che ti vengo incontroooooo.. sto per uscire con la mia bestiolina e ci metto poco a venire in sant’agostinooooo.. daiiiii.. :) .

  169. Polla dice:

    ..scusate,forse qsto ultimo post era un po’ troppo diretto riguardo ai luoghi??? non so.. ops.

  170. miele dice:

    mah…forse un attimino esplicito ;)
    sono dove dici tu, ma tra poco salgo all’altra dese per un seminario…chefffamo?!

  171. Polla dice:

    ..ti ho scritto una mail con il mio numero di cellu.. sto uscendo ora.. contattami lì,io arrivo dovunque tu vorrai.. se vorrai.. eheheheh.. ora però uscendo qui non leggo +!!!! ah,te lo mandato anche su fb.. a prestoooooo.. olè olè olè.
    p.s.troppo esplicito,ma per me non importa.. non volevo creare problemi a te! sorry.

  172. Chiara* dice:

    I nostri desideri, le nostre pulsioni, le nostre voglie.
    Dobbiamo re-imparare ad assencondare tutto ciò senza pensare che stiamo commettendo qualcosa di brutto.
    Già, è come se dovessimo rieducarci, in un certo senso, a SENTIRE noi stesse.
    Proprio mi disse la psicologa qualche tempo fa.

    Io ci ho provato oggi.
    Sono stata in un bel caffè (di quelli che piacerebbero ad Azimut) con un’ amica che non vedevo da tempo.
    Uno di quei posticini particolari, con musica, arredamento e menù di un certo tipo.
    C’ era un listino dedicato completamente alle cioccolate calde. Ce ne saranno state una quarantina di tipi. Non esagero.
    Come l’ ho visto ho sentito un tuffo al cuore. Mi siete venute in mente voi.
    Ho pensato a quello che ci siamo dette e di quanto sia difficile lasciarsi andare anche di fronte ad una cosa così innocente.
    Di quanto sia difficile accettare il fatto che siamo umane e come tali abbiamo tutto il diritto di assecondare i nostri desideri e non abbiamo il diritto di privarci di nulla.
    Difficile. Appunto.
    Ho tenuto in mano quel listino per 10 minuti. Continuavo a leggere e rileggere tutti i gusti delle varie cioccolate.
    Poi è arrivato il camererie che ci ha chiesto cosa desideravamo e io ho ordinato un infuso alle spezie orientali.
    Sentendomi una vera stupida. Pentendomi all’ istante di non averci provato. E purtroppo… sentendo dentro quella vocina malefica che mi diceva che avevo fatto bene e che ero stata forte e che sono invincibile e che posso rinunciare a quello che vorrei e che non avrebbe avuto senso riempire il mio corpo con quella roba.
    La mia amica c’è rimasta così male… mi ha detto “ma come??? sei stata mezz’ ora a leggerti il listino e alla fine ti prendi il tè? sei sempre la solita…”
    Ecco. Quel “sei sempre la solita” mi ha toccata nel profondo.
    Ma io chi sono agli occhi degli altri? Cosa può pensare la gente di me?
    Quando anch’ io al ristorante se ci sono le patate chiedo sempre se sono fritte? Se mi appuro che non ci siano condimenti alcuni nelle pietanze che ordino?
    Non lo so. So solamente che sono sconcertata.
    Perché mi rendo conto che è davvero una dura lotta. E ciò che + mi fa male è sapere che tutte le mie forze le uso per lottare contro me stessa.
    E’ come se stessi combattendo con i mulini a vento.

    Tutte noi stiamo combattendo contro noi stesse. Non c’è nessun mostro, non c’è nessuna malattia, non c’è niente di niente.
    E’ la nostra testa il problema. Il nostro non sentirci degne di ricevere né meritare nulla.
    Il nostro continuo inseguire “il tutto o il nulla”.

    Scusate. Non volevo portare tristezza. La mia è voluta essere una riflessione.
    Sto imparando ad ascoltarmi molto in questo periodo e purtroppo scopro cose che non mi piacciono ma dalle quali devo partire se voglio davvero arrivare da qualche parte. Se voglio smuovermi di qui. Se voglio tornare a camminare e non restare fossilizzata dove sono.

  173. tinkytinky dice:

    la terapia stamattina è andata bene…l aver individualizzato la mia malattia mi sta gia dando la carica per combatterla.Ma so che lo spirito positivo non ci sara’ costantemente tutti i giorni e per tutto il giorno..Forse dovrei iniziare a seguire una dieta da un medico che sia specializzato in questo mio disturbo,e poi fare anche sport.palestra…vorrei proprio che stavolta fosse quella definitiva.cioè perdere peso.far uscire la mia vera immagine e non riprenderlo piu.certo mi spaventa un po l idea del mondo che potrebbe aprirmisi davanti con 20-30kg di meno…ci sarebbe una fila di corteggiatori,e chissa’ se il mio ragazzo sarebbe contento:)

  174. Polla dice:

    ..Chiara* non porti tristezza,mi dai carica.. io stasera voglio mangiare una mega pizza,di quelle stra altre con un sacco di mozzarella.. io la pizza la mangio di solito,ma quella non la mangio da una vita perchè è stra unta e condita e sta nella mia lista nera.. e in + oggi ho fatto super colazione e super pranzo.. quindi??? la mangio???? voi che dite???? ce la posso fare???? ahahah. secondo me si. sarebbe proprio un bel traguardooooooo..

  175. EteraDanzante dice:

    Chiara*…sì ci hai provato e non ci sei riuscita. So cosa vuol dire. Sopratutto quando ci stai provando, fallire di nuovo diventa ancora più insopportabile. Il fallimento recidivo ti fa sentire ancora più “malata”.
    Ci hai provato. Sei arrivata al limite, ma ti mancava ancora un passetto. Forse la prossima volta questo limite lo valicherai, e vedrai che bel risultato!
    Sono con te, capisco ciò che provi e sono sicura che la prossima volta quella vocina se ne starà zitta, cavolo!

  176. Polla dice:

    ..scusate se oggi mi focalizzo molto su di me e sull’aspetto cibo,ma io sono dell’idea che da lì bisogna partire e quindi cerco di parlarne concretamente,visto che voglio sperimentarmi.. ma vi chiedo scusa se sembro mega materiale e superficiale.

  177. Ilaria dice:

    Polla, mangiala!!!! E dedicacela :-D
    A proposito di pizza… domani sarà il mio turno. Una ogni 3 settimane, come da copione, e non mi sento pronta nemmeno stavolta. Sarà perché oggi ho esagerato con la merenda (pur senza essere arrivata ad abbuffarmi), sarà perché prima di poter usare il tapis roulant lo devo montare pezzo per pezzo e quindi per domani non sarà pronto… boh, ogni volta è un dramma.

  178. EteraDanzante dice:

    Oddio Polla, la pizza, buonaaaaaa! Da anni è anche nella mia di lista nera. Sai che ti dico, mangiala, e pensa anche a noi, magari la tua positività ci potrà contagiare e potremmo cominciare a fare questi passi anche noi!!

    Ilaria, vedrai, sarà bello poter vedere finita l’opera di “montamento” del tapis roulant. Io l’ho fatto poco tempo fa con l’ellittica, e alla fine, dopo averla montata tutta da sola, mi sentivo proprio soddisfatta!

  179. silvia dice:

    Chiara mi unisco alla tua riflessione, è vero ke certe volte ci si trova lì lì x scegliere, in una situazione ke x kiunque altro è leggera mentre x noi nn lo è…nonostante tutto..nonostante tutti quei buoni propositi…Io dico ke arriverà anke quel momento e credo ke nn sia una sconfitta x te il semplice fatto ke c’hai provato.
    sai poi cosa credo? ke nn devi pensare minimamente a ciò ke pensano gli altri di te…è vero l tua amica ha detto ke 6 la solita…ma in fondo in fondo lei ke ne sa ki 6 tu! voglio dire: nn sappiamo neanke noi ki siamo in realtà e cosa vogliamo…cm può saperlo qlc altro? Io dico ke Chiara deve ancora “rinascere” e poi nn ti riconosceranno + x davvero…Lo spero x te così cm x me e x kiunque altro nn sta bene cn se stessa.
    La tua pscicologa t’ha parlato del discorso del SENTIRSI…bè è un argomento anke in oggetto nella mia di terapia…il fatto ke noi tendiamo, o l’abbiamo già fatt, di anestenizzarci tanto da nn sentire + nè i piaceri, nè tantomeno i bisogni fisiologici del nostro corpo.

    A proposito di incontri, vedo ke qui se ne organizzano già …tra Polla e Miele…cm vorrei essere cn voi…

    Buon proseguimento
    Azimut fatti viva

  180. laura dice:

    buona serata, oggi febbre, nonsto molto bene, ma nonostante ciò non ho rinunciato ai miei due quadratini di cioccolato al latte con le nocciole, no, no, lo devo mangiare tutti i giorni, certo il mio rischio è quello di non riuscire a fermarmi a due quaretti… ma oggi siccome non sto bene sono al sicuro.

    yris l’insalata che hai mangiato oggi mi sembra davvero squisita, quando farà più caldo penso me la preparerò più volte, d’inverno non riesco a mangiare cose fredde.

    polla ma sei anche tu di milano?

    marianna sono contenta per il gesto gentile che hai ricevuto, davvero, spero ti capiti più spesso.

    ora vado a sdraiarmi che mi bruciano un po gli occhi.

  181. Azimut dice:

    Ci sono, giornata allucinante…sono anche riuscita a perdere la macchina e a girare un’ora e mezzo per ritrovarla. Ho mangiato troppo a cena e come se non bastasse darei l’anima per un pezzo di cioccolato. Ma resisterò, mi sento già abbastanza in colpa così

  182. Chiara* dice:

    Azimut hai mangiato per cena? E cosa hai mangiato di buono? Il cioccolato sarebbe un più adesso e lo sai.
    Cerca di concentrarti sul pasto appena fatto e soprattutto sforzati di tenerlo dentro di te, di vederlo e sentirlo non come un nemico ma come qualcosa di cui hai bisogno.
    Me lo prometti?

    Silvia le tue parole mi arrivano sempre dentro, lo sai? Hai la capacità di portarmi a riflettere molto su me stessa e sui miei comportamenti.
    Ogni volta che entro qui cerco le tue parole e il tuo nome. Ho bisogno di te.

    Eteradanzante si è vero. Stavolta è andata così. E chissà quante altre volte accadrà lo stesso.
    Ma devo non pensarci. Non dobbiamo focalizzarci sui se e i forse e i ma. Dobbiamo cercare di fare tesoro di ogni piccola cosa ma soprattutto trarre insegnamento da questi episodi. Analizzare a fondo le sensazioni che ci pervadono. SENTIRCI!

    Polla non sei superficiale! Queste sono vittorie, sono traguardi importati e lo sai! Io gioisco con te e per te e ti invidio. Ti invidio, sì! Perché vorrei poterci riuscire anch’ io…
    mangiala quella pizza. non sai cosa darei per mangiarla anch’ io… anzi, facciamo che seduta a quel tavolo c’è anche la Chiara, che si sta gustando una bella pizza con melanzane, prosciutto cotto e gorgonzola!

    Laura BRAVISSIMAAAA!!! quei quadretti di cioccolato sono stati una grandissima conquista! ce l’ hai fatta oggi e ce la farai anche domani. e non trovare la scusa del non stare bene. è merito TUO e di nessun’ altro.
    ti auguro di rimetterti presto. un abbraccio forte forte

    Ilaria mi fa piacere che tu non sia in ansia per la tua pizza. Io lo sono già al pensiero della brioche di domenica… sicuramente cambierò idea. vabbè.
    e il tapis? che bell’ acquisto! un piccolo regalo per te + che meritato!

    Maria Letizia dove sei? In questi giorni sei così assente e silenziosa.
    Mi mancano i tuoi “papiri”, la tua gioia di vivere, la tua voglia di trovare sempre un motivo per sorridere. Mi manchi tu.

    Vaniglia di qualcosa… ti prego. Sono preoccupata. Non è da te sparire così…

    Buona notte angeli miei.
    Vado a dormire perché i miei Mostri stasera stanno bussando alla porta.
    Sento l’ impellente bisogno di chiudermi in bagno e… e.

    Vi abbraccio

  183. miele dice:

    ciao fanciulle…io e polla non siamo riuscite a trovarci..ma sarebbe stato bello proprio perchè era un incontro “improvvisato”, non più di tanto programmato, favorito da un paio di coincidenze spazio-temporali.

    comunque polla, la pizza mangiala, non stare neanche a porti il problema. la pizza ormai è uscita dalla mia lista nera, e l’ho espulsa da quella lista semplicemente mangiandola, settimana dopo settimana, domenica dopo domenica, e ora anche una seconda volta, quasi ogni metà settimana. e dopo la pizza non rinuncio mai a qualcosa di dolce, fosse anche solo un cioccolatino. l’abitudine ha una gran forza, è una forma di ri-educazione che poi fa diventare – e sentire – le cose come naturali. paradossalmente, mi risultano molto più inaccettabili certi altri cibi, che magari in realtà sono meno calotici di una pizza, ma pian piano li affronterò uno ad uno.

    chiara* anch’io con la cioccolata calda vado in crisi…mi piacerebbe berne una ogni pomeriggio, invece finisco per prenderla solo quando l’ho programmato da giorni…

    per me oggi è stata un po’ dura, in generale. lo è stato mentalmente, voglio dire, perchè sul piano del bisogno fisico mi sarei mangiata io la pizza di polla. ho cenato con parecchio appetito, anche se ho mangiato il classico panino del viaggiatore. così ora mi sono pian pianino gustata mezza stecca di cioccolato fondente…dopo che ne abbiamo parlato per tutto il giorno, mi pareva il minimo :)

  184. Marianna dice:

    Chiara, concordo pienamente con quanto scritto da Silvia. Il solo fatto di aver preso in mano il listino delle cioccolate e di averlo letto per 10 minuti è già una piccola vittoria. L’avresti fatto qualche giorno fa?E’ un passo in avanti, in questa malattia ciò che ho imparato è che nono si può volere tutto e subito ma ogni passo è una piccola conquista. Poi credo che la gente intorno a noi non comprenda pienamente le nostre difficoltà e se non conosce il nostro problema tende a catalogarci come ochette fissate con la dieta. Pff…Sei stata brava Chiara, stai andando della direzione giusta, continua ad ascoltarti.

    Laura, anche tu influenzata?Questo virus sta facendo stragi!Riposati, mi raccomando!Vedo che la terapia ti sta facendo sentire un poco meglio, mi fa tanto piacere. Brava per i quadretti di cioccolato!

    Azimut, io quando vado al centro commerciale della mia città, parcheggio in un posto, dimentico di leggere il numerino e poi cammino come una paperella per tutto il parcheggio alla ricerca della mia auto!Il bello è che ogni volta mi dico di fare attenzione al numero o prendere un riferimento ma puntualmente me ne dimentico :D Secondo me dovresti concedertelo un pezzetto di cioccolato, io oggi ho mantenuto la promessa e ho preso un pezzettino di focaccia con tanto di oliva verde!

    Polla, dai dai, raccontaci!Hai incontrato Miele?Spero anch’io che un giorno non troppo lontano possiamo ritrovarci tutte insieme ed immergerci in una bella chiacchierata serena. Ma fai benissimo a concederti la pizza, stai andando alla grande!Sei andata dal parrucchiere?Io ho deciso che questo fine settimana vado da una mia amica che fa l’estetista e mi faccio una bella manicure, magari metto anche uno di quegli smalti attuali, dai colori accesi!

    Silvia, come è andata la giornata?L’umore è risalito un pò?Ti abbraccio, piccola.

    Maria Letizia, stai bene?

    Ilaria, non farti problemi e goditi la pizza domani!E’ difficile montare il tapis roulant?Io oggi pomeriggio mi sono finta elettricista e ho aggiustato la lampada della mia stanza, la luce tremolava, pareva di stare in discoteca! :D

    Anche questa giornata volge al termine, domani finalmente ritorna il mio ragazzo, non vedo l’ora di avere una razione di coccole extra!!!

    Sogni d’oro a tutte/i

    A domani

  185. Girasole dice:

    VI LEGGO AVIDAMENTE!!!

    HO GIà SCRITTO UN POST VERSO LE SEI MA POI…ACCIDENTI HO DOVUTO CHIUDERE PRIMA DI POTER SCHIACCIARE INVIO…
    E ANCHE ORA VADO DI FRETTA

    MA MI AVETE REGALATO UN SORRISO ENORME QUESTA SERA, PERCHè MI RITROVO IN OGNI COSA CHE LEGGO, NELLE DIFFICOLTà E NELLE CONQUISTE, NEI QUADRETTI DI CIOCCOLATO (Sì, IL CIBO è LA NOSTRA MEDICINA!!!! E SE è BUONA…TANTO MEGLIO, NO?), NELLA PIZZA…SULLA MIA LISTA NERA… MA LA DESIDERO COSì TANTO…SENTO PERò CHE MANCA POCO ORMAI…MI SENTO QUASI PRONTA! POLLA, MANGIALA, E GODITENE, SORRIDI PER QUELLO CHE RAPPRESENTA!
    IL MIO OBIETTIVO è DI FARE LAO STESSO…PRESTO…E SMETTERE DI PREDICARE BENE E RAZZOLARE MALE!

    VORREI SCRIVERE MILLE COSE, MA PER FORTUNA VOSTRA (LA DEVO SMETTERE CON I MIEI TOMI:-)) NON HO TEMPO

    VOLEVO SOLO ABBRACCIARVI E DIRVI CHE MENTRE POCO FA MIA MAMMA PER TELEFONO MI DICEVA CHE IN QUESTI GIORNI MI VEDE BENE, LUMINOSA, E SERENA (A PARTE LA CADUTA SI MARTEDì) IO PESAVO A VOI…E VI HO DETTO UN GRAZIE ENORME!

    VI ABBRACCIO E VI AUGURO UNA BUONISSIMA NOTTE E UNA GIORNATA SPLENDIDA…PIENA DI SORRISI E DI VITTORIE, DI CONQUISTE E REALIZZAZIONI…
    E SE NON CI SARANNO…NON IMPORTA…CI SARANNO OBIETTIVI ED ESPERIENZE DA CUI IMPARARE PER FARE UN PASSO IN PIù DOPODOMANI!

    A DOMANI!

  186. Girasole dice:

    scusate per il carattere maiuscolo….sembra che ho urlato tutto ciò che ho scritto….
    bè, magari un po’ è così:-)
    YEEEEEEEEEEEEEEE…………

    ok…la smetto!
    :-)

  187. Azimut dice:

    Marianna io sono proprio rintronata, non ero affatto in un parcheggio ma in un lungomare solo che sono arrivata lì in stato confusionale e al ritorno invece di andare in una direzione sono andata nell’altra. Pezzetto di focaccia? Grande! Io mezzo panino una mozzarella e un pochino di spinaci, mi sembra di avere mangiato otto portate. Il cioccolato non me la sento proprio perché ne avrei troppa voglia, i miei meccanismi non mi permettono di sgarrare.

    Chiara* ti sento meglio in questi giorni, ne sono così felice. Ci hai pensato alla cioccolata calda, una delle prossime volte riuscirai a prenderla e la gusterai anche. Vedrai arriverà quel momento.

    Silvia come è andata oggi? Qualcosina?

    Maria Letizia e Vaniglia ci dite come state? Questo silenzio preoccupa

    yris spero che oggi sia andata meglio

    Aleph….ciao….

  188. Azimut dice:

    Grazie a te Girasole… di essere arrivata a portarci la tua luce

  189. miele dice:

    Azimut…perchè sei arrivata lì in stato confusionale? Ti sentivi così oggi, o è successo qualcosa di specifico?

  190. miele dice:

    auguro a tutte una buona serata…io ho ancora un paio d’ore di viaggio e sono stanca morta, mi sa che mi appisolo un po’. riposate bene, e a domani. un abbraccio forte.

  191. Azimut dice:

    Miele sarai in viaggio, spero che poi tu riesca a riposare. Sì era successo qualcosa di specifico…

    Buonanotte ragazze

  192. Vaniglia dice:

    Sto male, ragazze, non mi sento più io…ieri, avevouna forza autodistruttiva dentro di me che mi ha portata a mangiare voracemente e poi a vomitare…dopo 2 gg di alimentazione senza vomito. Mi sento molto nervosa, priva di controllo, voglio solo starmene a leto ma non posso ke devo lavorare. A fatica, vado…ieri pomeriggio ho preso del lexotan…non riuscivo a calmarmi. Questo stato mi preoccupa. Ma cosa mi spinge a farmi tanto male, a spararmi addosso, a rovinarmi, autodistruggermi, massacrarmi pù di come sono ormai ridotta? Ho paura, paura di mrìe stessa, di come posso ridurmi…scusate, ma non sto bene.

  193. Azimut dice:

    Vaniglia lo sai cosa puoi e dovresti fare, hai bisogno di un aiuto immediato. Qui te lo hanno detto tutte sfidando la tua reazione e oggi lo faccio anch’io. Non possiamo restare a guardare in silenzio la tua autodistruzione. Noi ci siamo e ti sosterremo con la nostra presenza e col nostro affetto, non ti lasceremo mai andare. Ma ora puoi essere soltanto tu a fare qualcosa. Ti abbraccio forte

  194. miele dice:

    Buongiorno,

    Come vi siete svegliate? Io notte in bianco, ero forse troppo stanca per dormire…vabbè, si recupererà!

    Azimut ti sento sempre molto penetrata dagli eventi…

    Chiara* oggi che farai di bello?

    Marianna come stai?

    E kia, girasole, silvia, laura, tinkytinky, EteraDanzante, la nostra Ilaria in Sardegna?

    LunaBlu e Yris, come stanno?

    Aleph che combina?!?

    (spero di non aver scordato nessuno!)

  195. miele dice:

    ah…Maria Letizia! Vieni qui a raccontarci le tue giornate!

    e naturalmente Polla…Polla, com’è andata poi ieri sera?!

    Vaniglia, la mia opinione – anche se so che non la vuoi – è in linea con quella di Azimut. Cmq spero che oggi tu stia un poco meglio.

  196. Chiara* dice:

    Non so cosa dire.
    Leggere della piccola Vaniglia in questo stato mi ha davvero destabilizzata.
    Sono spaventata e tanto preoccupata per lei.
    Vaniglia non puoi più permetterti di farti tutto questo.
    E’ ora di darti una scrollata e prendere in mano la tua vita, affrontare i tuoi mostri e farti aiutare perché così non ce la farai mai.
    Sei davanti al baratro e sta solamente a te decidere se buttartici giù oppure se aggrapparti all’ unico appiglio che ti resta e provare a salvarti.
    La tua vita vale molto molto di più di tutto quanto il resto. Fa qualcosa finché sei ancora in tempo. Non buttarti via in questo modo.
    Ti stringo forte forte

    Un abbraccio angeli.
    Oggi è una giornata carica di negatività.
    Spero che almeno voi possiate sorridere.

  197. Azimut dice:

    Miele hai usato la definizione giusta, sono penetrata dagli eventi… Proprio ieri la mia psicologa mi diceva che il mio strato di pelle è ancora troppo sottile. Ragazza ma tu ce la fai a riposare un poco? Ti immagino avvolta fra treni, seminari, preparazione dei materiali, studio…

    Chiara* io voglio sorridere insieme a te, altrimenti non mi interessa

    Silvia tutto bene?

  198. miele dice:

    Azimut, allora devi (anzi: dobbiamo) un po’ rafforzarla, questa pelle…farla diventare un po’ “scorza” :)

    Questo è un periodo pieno, sì. Cerco di non farmi prendere dal flusso degli impegni, sto imparando soprattutto a dedicare tempo a cose che una volta ritenevo poco importanti, troppo materiali. Invece ora fnano parte delle mie giornate, oltre allo studio e al lavoro. Di solito dormo molto bene, mi sveglio riposata…anzi, io dormo ovunque, in treno, al parco…anche perchè dopo mangiato ho sempre la sonnolenza che non ammette repliche! Stanotte ho dormito male, ma mi capita di rado. La domenica, di solito, è relax…quindi chissà che arrivi presto!

  199. Ilaria dice:

    Buongiorno ragazze, oggi vado un po’ di corsa. Letteralmente, visto che sono in pieno delirio da tapis roulant :-D . Finalmente ho modo di prepararmi alla pizza senza dovermi poi piangere addosso una settimana prima e una dopo. So che è un discorso malato, non dovrei ragionare per calorie e compensazioni, ma tant’è, per adesso va così.

    Chiara, cosa succede? La dissipiamo questa negatività?

    Vaniglia, che dirti che già non sai? Non posso che accodarmi a quello che hanno scritto Chiara, miele e Azimut.

  200. Luna Blu dice:

    Vaniglia…son ormai mesin e mesi che scrivi più o meno le stesse cose…il punto è vuoi uscirne o no?
    Se la risposta è si…non puoi aspetatre che l’aiuto arrivi dal cielo o da altri..devi essere tu epr prima a muoverti! Ma questo tu non lo fai…non c’è nessuna mano amica che possa salvarti se non lo fai tu prima…quella mano amica puo’ starti vicina come facciamo noi..ma sei tu che devi reagire e muoverti…

    Ragazze ho finito il libro…e la fine è bellissima…dopo aver eltto l’ultima pagina mi sento ancora più forte e combattiva…
    :-)

  201. Aleph dice:

    Buongiorno!!!!!!!!!!!

    Eccomi eccomi!Vi sono mancato???

    Come vi avevo detto, ieri non sono potuto venire a scrivervi perchè ho avuto una giornata e una serata pienissime…
    Però stamattina vi ho lette tutte con grandissimo piacere, anche se non ce la faccio a commentare tutte perchè non finirei più se no…

    Vaniglia!!!!!!!!!!Sono contento tu ci abbia scritto!!!!!!!!!!!Però…..cosa posso dirti d’altro?Niente, ti è già stato detto tutto, più e più volte…vuoi andare avanti così?Bene, sappi che sei tu a volerlo, sei tu a sceglierlo, sei tu ad importelo. Nessuno ti ci sta costringendo, e se vai avanti su questa strada, sai già qual è il capolinea. Ti mancano ancora pochi incroci da attraversare, ricordati che puoi sempre svoltare invece di proseguire dritto.

    Azimut…la sai una cosa?Ho pensato che se mai dovessimo incontrarci per davvero (magari da Yris!), all’incontro verrò davvero vestito col costume valtellinese ok?Ahahahahahahahah….come procede la scrittura?presa una decisione definitiva per il posto?

    Chiara, hai ragione, stai iniziando a sentirti, ad ascoltarti, a capire un pò di cose di te stessa e dei tuoi disagi. Rispetto a un pò di giorni fa, sono più “felice” di leggere certe cose, penso tu stia imparando e crescendo attraverso queste riflessioni. Continua.

    Miele!Continua continua continua…tra l’altro, che bello che hai ripreso a scriverci così di frequente!

    Laura, sono davvero tanto tanto orgoglioso di te. Stai crescendo.

    Silvia, un grandissimo pensiero per te!Che ne dici oggi di provare a strappare una qualche regola?

    Ilaria, buona corsa!Cmq, non mi piace che tu dica “ho modo di prepararmi alla pizza”…a mangiare la pizza non ci si deve preparare, non è un evento da costruire, da progettare. Non devi vederla così, devi sforzarti di non pensarci. Quando la dovrai mangiare, ti siederai a tavola e semplicemente avrai lì la tua pizza. Se no, insieme alla pizza avrai lì anche giorni e giorni di attesa, di angoscia, di dubbi, di sensi di colpa, e saranno quelli a riempirti e farti sentire piena, non una semplice pizza. Quindi, ora la smetto di parlarne pure io, e da qui in poi proverai a non pensarci più fino a quando l’avrai davanti ok?STOP.

    Un saluto grande a Girasole, Thinkythinky ed Eteradanzante…vi commento più tardi, perchè devo rileggere con calma i vostri post…

    Buona mattinata a tutte

    Aleph

  202. Azimut dice:

    Ilaria ti immagino fra viti e incastri che metti insieme i pezzi :-)
    Direi che se ci riesci ti sarai davvero meritata la tua pizza, io potrei starci tre secoli e non ne verrei fuori

    Polla, la tua di pizza?

  203. Polla dice:

    ..fase suuuuuper rielaborativa per me.. pizza mangiata..soddisfazione a mille poi getta di torta,mela,yogurt e altra mela prima di andare a dormire. e qsto è quanto.. ora colazione.vado drittissima per la mia strada.. stamattina sono un po’ silenziosa e faccio fatica a darmi un posto,ma è sempre così quando rompo gli schemi,ma il mio fisico e la mia mente ne escono rigenerati..alimentazione oserei dire perfetta da quando sono qui,non capitava da Natale,che cmq nella mia testa vale come evento particolare e non come quotidianità..quindi viene + facile per me pensare di fare perchè non ho alternative.ora proseguo..e non mi focalizzo su strane sensazioni che sono solo sensazioni..solo sensazioni..mettere peso è una condizione necessaria per stare bene e mangiare tutto senza dare peso è condizione necessaria per stare bene e non pensare ai pasti viene solo quando si sa che si può fare quello che si vuole e condizione necessaria per stare bene..
    Ilaria,il mio consiglio è di non ragionare per compensazione perchè con anche 32 kg di meno o 3 kg o mille non cambia la testa e continuerai a vivere in qsto circolo vizioso.. è un consiglio che non vale ovviamente per persone che vogliono perdere peso(magari perchè realmente sono sovrappeso oppure semplicemente lo sentono come bisogno),è un consiglio che vale per chi è implicato n qste dinamiche.. e io credo che tu ti posso ancora salvaguardare da ciò,preservarti e volerti bene sin da subito..
    Cmq mi sorprende il fatto che io non sti rimuginando sulla pizza,la cosa che + mi pesa è pensare che dovrò fare sempre così,abbandonare la malattia per sempre e qsto comporta una serie di cose,stravolgere tutto per l’ennesima volta.. brrrr.. che brividi.. e come sempre vorrei aver messo già 5 kg in due gg per superare qsto scoglio e lavorare su altro,ma so che due gg non bastano,che è un percorso anche qsto.. maledizione.. bacchetta magica,no??? qualcuna ne possiede una??? la uso soo un attimo e poi ve la ridò,giurooooo.. :-) .

  204. yris dice:

    dai ragazzi! in primavera o estate organizzo un soggiorno con festa mascherata sul terrazzo.
    e ognuno indossa un abito strano in tema con il suo personaggio “interno”..
    poi a fine serata ci togliamo la maschera e restiamo a guardare la luna..
    :-)
    che ne dite??

  205. silvia dice:

    Buongiorno a tutte/+ Aleph in tutù…ops…in “costume tipico”…ahah

    Azimut cm va stamattina? Ok, gli eventi di ieri, cm tutto, ti stravolge dall’interno, ma tu fai “reset” e ricomincia da ciò ke hai conquistato fin’ora, e cioè una bella cena, un ‘iniziativa x una progetto di scrittura e la ricerca del tuo “spazio”…ok…nn pensare a nient’altro se nn nn a queste cose positive! Io ci sn!

    Chiara anke x me è importante leggerti…sai è ke spesso mi ritrovo esattamente in certi sentimenti ke esprimi…cmq cm va? stai scacciando un pò la negatività, xkè x esperienza ti dico ke nn se ne andrà da sola, devi esser tu. Io mi ci sto impegnando parekkio…oggi c’è un bel sole e farò di tutto x rendere questa giornata costruttiva in modo da sentirmi soddisfatta di me stasera e nn triste o inutile, possiamo farcela, ma deve partire da noi!

    Stesso discorso x te Vaniglia…da sola nn puoi, lo vedi pure tu ke nn riesci a capire xkè tanto male indirizzato verso te stessa, fà un gesto e senza pensare kiedi aiuto!

    Miele la domenica arriverà presto e la tua vita interessante scommetto ti dà anke tante soddisfazioni e tanti stimoli x lottare, x te.

    LunaBlu cm va?
    Marianna grazie del pensiero, a me va meglio.
    Ilaria…buona corsetta!

  206. Azimut dice:

    yris…yris….il tuo programma è stupendo…. ma non ce la farò mai a partecipare a un raduno… :-(

  207. Polla dice:

    ..bello un radunoooooooo!!! ma io ragazze sono mega attivaaaaa.. io sono disponibile quando volete per fare incontri! anche oggi!!! io piglio la mia macchina e arrivoooooo.. daiiii.. proposte? :-) .

  208. yris dice:

    azimut, per te farò un raduno speciale:
    tu + io + l’altra te + l’altra me + tu-ed-io-insieme..
    :-)

  209. silvia dice:

    Azimut cm no? mica devi farlo ora…ora pensa te, ma qnd diventerai ricca e famosa cn la pubblicazione del tuo romanzo certo ke vorrò incontrarti….voglio l’autografo!!!! magari organizzi 1 reading proprio in quella saletta ke avrà visto nascere il susseguirsi della tua storia…dai, dai…domani è sabato, inizia il tuo momnto + difficile della settimana, xkè nn ultimare la tua ricerca del posto?

  210. silvia dice:

    Polla mi sa ke 6 troppo lontana x ora….

  211. Polla dice:

    ..lontana???? l’Italia la si percorre tutta in una giornata.. no problema for me. basta avere voglia e tempo. e io ne ho un saccoooooo!!! che fancazzistaaaaaa!!!

  212. yris dice:

    polla, allora ti prendo in parola. con miele, che ha dato già la sua disponibilità, siete in due. vediamo chi si aggrega.
    magari ci trasciniamo anche Aleph (ma deve venire in costume valtellinese)
    possiamo fare anche le “prove di raduno” con le prime “coraggiose” che poi tirano le altre..
    guardate ragazzi che è una cosa fattibilissima.
    ora vi sembra spaventosa, ma basta saltare il muretto e vi apparirà la valle dell’eden.. :-)
    e la primavera è così bella qui..

  213. Chiara* dice:

    Non ce la faccio.
    Oggi proprio non ci siamo.
    Pensieri su pensieri su pensieri affollano il cervello.
    Provo una sensazione di smarrimento mista a paura, quasi terrore.
    Mi sento persa. La mia mente vaga senza meta, come un’ ombra informe, incolore, immateriale.
    Vaga cercando qualcosa che possa squoterla dal suo stato di torpore.
    Ho paura. Oggi ho paura. Una paura folle che mi prende da dentro lo stomaco e sale su.
    Paura di tutto. Paura di restare sola e perdere chi amo. Paura di non farcela.

    Scusate.

  214. silvia dice:

    Chiara no. devi fermarti. prendi fiato. Nn temere xkè almeno cn noi sola nn ci rimarrai mai! Io ci sn, so cosa provi e so anke ke è tutto frutto della tua testa, della nostra testa, allora x una volta mettila da parte, in stand-by.
    esci, fai una passeggiata, fa niente se senza meta, ma cammina! la corsa ti fa stare bene, il camminare potrebbe anke. Cerca un luogo affollato, o kiama una amica, tutto purkè tu nn resti sola cn i tuoi pensieri e sopratutto ferma. L’immobilità accresce tutte queste sensazioni.
    Qnd vuoi ci trovi qui. Forza!!!! oggi devi saltare quest’ostacolo!

  215. Chiara* dice:

    Non posso Silvia.
    Sono chiusa in studio e non posso.
    E anche fosse non ci riuscirei.
    Mi sento paralizzata da quest’ angoscia e non capisco il perché.
    Come ho aperto gli occhi stamattina ho provato una sensazione strana ma che conosco fin troppo bene.
    Non so cosa fare. Quando mi assale non rispondo più di me. Non riesco a sentirmi.
    Grazie…

  216. Azimut dice:

    Chiara* lasciala andare la paura, liberala, fai che scorra prima sul tuo corpo e poi prenda la sua strada. E’ lo stesso terrore che immobilizza anche me. La conosco bene la paura di perdere le persone importanti e conosco la sua manifestazione fisica, quel rovello che nasce dentro lo stomaco e poi sale su facendosi sempre più intenso e disgregante. Ieri ero in stato confusionale proprio per questo. Non imprigionarla, libera i pugni lasciala scorrere come acqua che non puoi trattenere fra le mani. Io ci sono

    Silvia ma io ti incontrerei anche adesso se fosse possibile. Certo avrei comunque una paura folle ma credo che un incontro a quattr’occhi forse potrei affrontarlo. Se aspetti che io pubblichi il romanzo poi non troverai più nemmeno le mie ossa, altro che ricca e famosa. Guarda che io mi aspetto la tua lotta oggi…

    Quindi se organizzerete il raduno io non sarò capace di prenderne parte, ci starò malissimo, non mi risolleverò e la già bassissima stima che ho di me stessa finirà a profondità marine (tanto per restare in tema a me caro…)

  217. yris dice:

    azimut, ma il raduno tete-a-tete con me vuoi farlo?? :-)

  218. Chiara* dice:

    …quel rovello che nasce dentro lo stomaco e poi sale su facendosi sempre più intenso e disgregante… sì è proprio questo.
    un misto di terrore ed angoscia che toglie il respiro, che spinge il cuore in gola, che fa tremare e sudare, che ti fa sentire completamente imprigionata. che ti impedisce di sentire qualunque cosa.
    perchè devo stare così… basta…

  219. Azimut dice:

    yris… se troverò il coraggio… sì…. voglio farlo…

  220. silvia dice:

    Chiara ok, stai male , oggi è + dura di ieri, ma nn è detto ke nn puoi farcela, ke tu nn possa cambiare le cose…cmq anke se fallissi potrai dirti d’avrci provato. proprio cm la cioccolata di ieri..6 stata forte, oggi 6 così + debole, nn fa niente, nn temere, nn 6 sola e nessuno t’abbandonerà.
    Devi far qlc x sfogare xrò, cm dice azimut devi andare contro la tua paura, devo muoverti e farla uscire.

    Azimut la toscana mi piacerebbe molto…kissà…cmq io ci conto davvero x il tuo romanzo, le tue ossa?! ma dai!!

  221. miele dice:

    Chiara*: STOP!
    raccontaci cosa farai oggi, dopo il lavoro in studio.
    pensa a tutta la tua giornata, ed elenca le cose che di essa ti spaventano. o di domani, o di domenica.
    anch’io oggi sento un po’ di paura, ma non gliela do vinta.
    stamattina ho provato a fare merenda con una cosa diversa: fette biscottate e crema spalmabile al cioccolato. avevo paura di farlo, e invece non è successo niente di tragico. come volevasi dimostrare.

    lavo i piatti e mi avvio verso il lavoro pomeridiano!

    ah, polla: complimenti per la cena di ieri sera, sei stata brava.

  222. Azimut dice:

    Silvia però ti avverto che il mare toscano non è paragonabile alla bellezza di quello pugliese, anche se purtroppo non ci sono mai stata posso immaginare. Il nostro va bene giusto per i suicidi… Ti porterò piuttosto a vedere le città d’arte, i paesini e le verdi colline dell’interno ok?

  223. laura dice:

    azimut…. please….. il mare va bene per i suicidi…. se aspetti il romanzo non troverai più nemmeno le mie ossa………….
    ok, ma veramente se immagini il tuo futuro immagini la morte? ci credi che possa di nuovo esistere un’azimut felice, serena? ci credi almeno un po? io credo e spero sinceramente che possa esistere un’azimut serena.
    comunque cambiando discorso la toscana è bellissima, a me piace molto, certo come ho già scritto per me la puglia è la terra del cuore, ma la toscana ha degli scorci, dei paesaggi che aprono l’anima. purtroppo io sono inchiodata quì al nord, ma come non mi piace sta pianura padana.. non mi piace proprio, certo milano qualche opportunità la offre..però..

    chiara ha ragione miele ditti basta, ditti stop, perchè più ti ci arrovvelli, più le cose e le emozioni sembrano insormontabili e si ingigantiscono, è così, fai qualcosa di pratico, ora sei in ufficio concentrati sul lavoro, poi magari chiama qualcuno che pensi ti faccia piacere sentire, fai qualcosa che ti piace. lo sò che sono suggerimenti banali, ma alle volte basta veramente qualcosa che irrompa nel loop malato per spezzarlo, altre volte non basta, però bisogna tentare.

    comunque tornando al discorso di prima sono davvero molto molto, molto invidiosa di quelle di voi che abitano al mare, o nelle colline del centro italia… Sì sono decisamente invidiosa..

  224. Marianna dice:

    Ragazze, allora quest’estate ce ne andiamo tutte insieme al mare sul gargano!Niente scuse, a costo di venirvi a prendere io stessa con l’auto!
    Ho pochissimo tempo, sto per tornare a casa e devo prendere il treno. Vi abbraccio forte forte!
    Quì da me c’è un sole splendido, sembra che sia primavera. Dono qualche raggio di sole anche a voi, nella speranza che vi illumini la giornata e vi dia un pò di carica?Ok, Azimut, Chiara e Silvia? :-)

    Baci volanti a tutte/i!

  225. Azimut dice:

    Marianna tu in che zona sei? Se non ti va di essere precisa anche indicazione vaga… Che quella luce accompagni anche te

  226. Chiara* dice:

    Ok, STOP.
    Ai pensieri negativi, all’ angoscia, a tutto.
    Sono stata in palestra e tra poco torno in studio.
    Stasera mi aspetta la cena con il quelli del tiro a segno… che sia quella che mi sta provocando tutto questo malessere? Può darsi… non lo so…
    ci sono giorni, come questo, in cui non riesco a capire. Non mi capisco.
    continuo a provarci e provarci e provarci mi sforzo di analizzare le mie emozioni e non ci riesco.
    provo a SENTIRMI, ad ASCOLTARMI ma non è facile.
    ma ce la metto tutta promesso. voglio scacciare quest’ angoscia anche se so che da sola non ce la farò. e dovrò ricorrere ad un aiuto.

    passiamo ad altro, ok?
    Allora quest’ estate si farà un bel meeting? Io ci sto! Tanto sarò a Peschici quindi chi vuol venire anche da me è la benvenuta!

    Che dite ragazze, ci beviamo una bella cioccolata calda (virtuale ovviamente) tutte insieme adesso?
    Io me la sto gustando.
    Un abbraccio

  227. silvia dice:

    Si, si…ci sto sia x la vacanza al mare ke x la visita in Toscana…Azimut ma devi metterti d’impegno xrò x farmi vedere le cose belle dovrai rendertene conto anke tu ti ciò ke di bello hai tutt’intorno e dentro di te.

    Laura lascia la tua invidia da parte e pens a qnd potremo incontrarci, a mare qui, in una piazza di Firenze o su quel localino in riva al lago di cui ha parlato Chiara…si Chiara forza, ha ragione Miele, concentrati sul pratico, sul lavoro e poi tira fuori i tuoi progetti, i tuoi programmi…le tue paure.

  228. silvia dice:

    Brava Chiara!Virtualmente ci sn anke io

  229. Chiara* dice:

    Bene. Allora pronteeeeeeeeee e viaaaaaaa!!!
    Buona cioccolata virtuale a tutte!!!

    Scappo al lavoro. Voglia = zero, magone lì che spinge per esplodere ma vi ho fatto una promessae E io le promesse le mantengo.

    Vi stringo angeli.
    Scusate se non ho risposto a ciascuna di voi ma ho i minuti contati.

    PS: Azimut a breve verrò in Toscana…

  230. Azimut dice:

    Chiara* ma allora quella cioccolata virtuale possiamo davvero berla insieme! Solo virtuale, promesso. Mi fai sapere?

  231. Chiara* dice:

    Virtualissima Azimut! :-)
    Certo che ti farò sapere. Come non potrei?

    Scappo

  232. EteraDanzante dice:

    Ciao a tutte, ragazze…

    Vaniglia, il consiglio che posso darti è quello che ti stanno dando anche le altre: forse è il caso che ti fai aiutare. Se pensi che da sola non ne hai la forza, è giusto che tendi la mano a qualcuno la prenda, non è un gesto di debolezza! Certo, sai benissimo che devi essere TU e solo TU a decidere, perchè molto spesso diventiamo dipendenti dal dolore e non ci sentiamo “vive” senza provare una qualche sofferenza e di conseguenza autolesionarci.

    Chiara, cara Chiara…pensi che sapere che noi siamo qui e ti sosteniamo possa farti sentire meglio? Almeno meno sola? Perchè io certe volte è così che mi sento e, non avendo nessuno con cui sfogarmi apertamente, leggo i vostri post, di voi che siete così diverse ma così simili a me, e penso che un pò di forza posso farmela anche io….Siamo qui con te, per ogni cosa!

    Miele, mi piace come cerchi di affrontare le giornate, una alla volta! Voglio provarci anche io, e metterci un pò più di grinta! :-)

    LunaBlu, hai finito il libro? Bello il finale vero? E’ davvero colmo di speranza, anche a me ha trasmesso molta positività….

    Bentornato Aleph!!!

    Polla sei un modello per tutti noi, stai davvero facendo passi da gigante!

    Ma questo raduno, che ideona!!!

    Io torno a studiare ragazze, passerò più tardi…ho un esame martedì e sono nervosissima….

  233. kia dice:

    Cavolo quanto avete scritto! Vi lascio un commento di getto perchè ho bisogno di scrivere quello che sento dentro adesso. Poi vi leggo avidamente.

    “Sopratutto quando ci stai provando, fallire di nuovo diventa ancora più insopportabile. Il fallimento recidivo ti fa sentire ancora più “malata”.”

    Parto da questo commento di Eteradanzante per fare una confessione.
    Lo dico qui… (forse un giorno anche al doc) per esorcizzarne il ricordo e dargli il giusto peso: leggero. Ieri pomeriggio mi sono abbuffata (di tutto e di più) e ho vomitato.

    Ma: non intendo incominciare a contare di nuovo da 1. Per quanto mi riguarda questa è solo una piccola parentesi nel mio perscorso di guarigione. Non una ricaduta, solo un modo per sfogarsi in un momento in cui non sono riuscita a trovare alternative migliori. Non è una fine. Non è un nuovo inizio. Solo una piccola parentesi da dimenticare.

    Cosa provo oggi, dopo averlo fatto? Sostanzialmente un po’ di tristezza.
    Delusione? No. No di certo. Sono solo umana. Anche se a volte crediamo di essere wonder woman… di poterci addossare oltre ai nostri di problemi, anche tutti quelli del mondo intorno a noi. Delle persone che amiamo perchè vorremmo aiutarle, degli sconosciuti perchè è bello regalare un sorriso. Del mondo intero, là fuori, perchè è uno schifo e quindi è nostro dovere fare qualcosa per renderlo un posto migliore.
    Bhè forse è il caso di aggiungere qualche STOP… di mettere qualche paletto che ci protegga il CERVELLO dagli attacchi del cuore.
    Tutto certe volte è davvero troppo.
    è naturale che poi finisca nel cesso.
    Ho finalmente capito come funziono.
    Se non riesco ad alleggerire i pensieri cerco di seppellirli sotto chili di cibo…
    così alla fine qualcosa da alleggerire, almeno in senso fisico, c’è: lo stomaco.
    Peccato che non funziona come la riflessologia plantare e alla fine nel water ci finisce anche qualche pensiero bello. Non c’è selezione.
    Vorrà dire che questa volta mi sporcherò le mani e andrò a scavare tra i rifiuti per recuperare quello che per un attimo è andato perduto. Accenderò un luce. Imprerò a vedere anche al buio. per ritrovare quel frammento di vita scintillante e lasciarmi guidare verso il futuro.
    Scrivere queste cose mi aiuta a metterle nella giusta prospettiva. Nero su bianco.
    La prossima volta cercherò di evitare di arrivare a tanto.
    Come? Non dimostrando di avere la forza di volontà necessaria per resistere al mostro nel momento di massima tensione emotiva… (lo sappiamo che se vogliamo davvero siamo in grando di farlo…)
    ma vale la pena darsi tanta pena? esaurire le energie nella battaglia?
    Non è meglio scavare trincee più profonde… Allagare i fossati.. Aumentare la guardia sulle torri?
    Io proverò ad adottare questa strategia. Oggi non ho voglia di combattere. Oggi mi piazzo in cima alla torre e aspetto. Osservo.

  234. kia dice:

    tornando al commento di Eteradanzante. Non è un fallimento peggiore.
    Non mi sento più malata.
    Mi sento più vicina a me stessa.
    e.
    paradossalmente.
    Mi voglio più bene.

    aaaaaaaaah che sollievo!

  235. kia dice:

    Chiara, ho letto della negatività di oggi e mi sono ritrovata in qualche frase.
    Magari il mio commento ti aiuterà a cambiare prospettiva.
    Spero che tutto questo scrivere posso aiutare altri, oltre a noi, si dibattono nella melma come gabbiani nel petrolio … io qualche volta mi sento così. Poi chiudo chi occhi, raddrizzo la schiena. allargo la scapole. immagino le mie ali che si schiudono e un cielo lipido dove spiccare il volo…
    Qualche volta aiuta. a volte invece non c’è niente di meglio di lasciarsi cullare placidamente dalle onde in attesa di qualche volantario di lagambiente come voi che venga a ripulirci le piume.
    Oggi sento davvero il bisogno di scrivere.
    scusate se invado la piazzetta…

    La pizza.
    Una volta la mangavo tutte le settimane con estrema soddisfazione. e non un margherita qualunque: un tripudio di salsa di pomodoro, mozzarella, pesto (WOW ipercalorico), fontina e prosciutto cotto. gnam gnam.
    prima o poi ricomincio. Ma siccome voglio godermela sta pizza, aspetterò il momento di giusto, senza sensi di colpa.

  236. yris dice:

    kia, quando io ho cominciato ad uscirne, la cosa non è successa magicamente.
    dopo 25 anni di vomito non ho avuto una “illuminazione sulla via di damasco”.
    ho avuto solo una serie di cadute, di cadute e di ricadute. momenti di frustrazione e di rabbia, di stanchezza e di saturazione, di disperazione e di speranza.
    e anch’io, che per una vita intera ho contato i giorni senza vomito – 1, 2, 3 e poi giù..- piano piano ho smesso di contare, ho percepito le cadute non come voglia di tornare giù, come come tentativi per risollevarsi.
    e ogni volta ho preso in mano le mie membra, la mia vita rattrappita, e l’ho rilanciata in alto, in alto verso i miei sogni, in alto al di sopra del mondo.
    finchè ho trovato l’equilibrio – la “giusta distanza” come i porcospini di Shopenhauer – fra me e gli altri, fra me e il mondo.
    tanto da non pungersi, tanto da riscaldarsi abbastanza..

  237. yris dice:

    azimut, tu il coraggio ce l’hai. devi solo tirarlo fuori da quel cassetto arrugginito della memoria. per ora ti lascio in pace, ma sappi che in primavera torno alla carica.. :-)

  238. yris dice:

    Alcuni porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, sentirono le spine reciproche; il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di scaldarsi li portò di nuovo a stare insieme, si ripeté quell’altro malanno; di modo che venivano sballottati avanti e indietro tra due mali, finché non ebbero trovato una moderata distanza reciproca, che rappresentava per loro la migliore posizione.
    (A. Schopenhauer, Parerga e Paralipomena, II, 2, cap. 30, 396)

  239. kia dice:

    Yris, che bella l’immagine dei porcospini!!!!
    io li adoro! (da oggi con un motivo in più).

  240. EteraDanzante dice:

    kia, le tue parole sono uno spunto, davvero. Anche io, l’altroieri, dopo ben 2 abbuffate mi sono tirata su le maniche e ho detto “ok, ora ricomincio meglio di prima, perchè so che quando ci metto più impegno, ci riesco”, è tutto lì il passo da fare. E sono sicura che il tuo cammino ti porterà sempre più in alto…

  241. tinkytinky dice:

    ciao condivido eteradanzante!!!è solo che a volte si fa proprio tanta fatica a mettere la prima marcia e partire.che poi la cosa strana è che la mente va a 300km/h ma il corpo non si adegua…e magari ci si ripromette di fare le brave eppoi si sgarra,col pezzetto di cibo in piu,o comunque con cose che non avevi previsto e di cui non riesci a fare a meno.è bello vedere che da qui possono nascere anche rapporti che possono svilupparsi nella vita vera.non dovrebbe essere noioso un incontro di tutte noi.io credo che fisicamente siamo tutte molto diverse.quasi agli opposti,ma ci accomuna una sensibilita’ e l’occasione di poterci migliorare..perche forse a differenza di chi nasce perfetto e senza alcun problema, a noi è data la possibilita’ di costruirci,di crescere ed elevarci…io ci credo!!

  242. kia dice:

    oggi mi accontento di godermi la quiete dopo la tempesta.
    non c’è fretta…

    Alzo il naso al vento e mi godo l’aria pungente dell’inverno sapendo che sotto la terra brulla la primavera si coccola e si prepara. come me.

  243. kia dice:

    grazie per esserci. qualcuno qui è sempre pronto a rimboccarsi le maniche per tirare su (di morale ma non solo) chi si sente un po’ a terra. è proprio una bella cosa.

  244. Polla dice:

    ..a me date un sacco di soddisfazione proprio,ma tanta,tanta,tanta.. io credo moltissimo in quello che scrivete!
    Stupendo il primo intervento di Kia di oggi quando parla della sua situazione.. davvero! e l’immagine dei porcospini mi piace da matti.. mi sa che la farò un po’ mia..magari la trasferisco nel rapporto con mia madre,per mantenere quella giusta distanza,non so.. qualcosa mi inventerò,ma la sento già parte del mio percorso!
    per quanto mi riguarda.. sta andando davvero benone con i pasti e con l’umore.. ho fatto un sacco di chiacchere con mia mamma e lei mi ha fatto notare quanto io sia cambiata nelle mie paure nei confronti del cibo e la cosa mi ha fatto proprio piacere! anche perchè caricarla di angoscia mi pesa davvero molto,anche se lei sa che il mio disturbo è un po’ particolare e non troppo categorizzabile,ma credo che sia così per tutte,troppo soggettivo,troppo diversi i bagagli di ognuna,ma io credo che proprio per qsto siamo consapevoli da dove è che bisogna partire. io parto dal cibo,nel mio caso ho deciso di fare così perchè se il mio umore dipende da qsto e lì che devo lavorare,se continuerò a lavorare sull’umore senza intervenire sul cibo(nocciolo della questione e delle paure) continuerò ad andare verso il nulla.. quindi li sfido tutti,tutte le tipologie,come quei mostri dei videogiochi alla fine dello schema.. poi una volta abbattuti tutti,il mio gioco mica finisce,si parte da capo verso qualcosa di nuovo,di migliore,magari anche di + difficile,ma di diverso e di non imposto da me,ma dalla vita,dal corso di essa e dagli eventi che mi aspettano,ma anche dalle situazioni che mi sarò creata,io,gli altri e tutto ciò che mi gira intorno. Ho voglia di avere paura,la paura è una difesa sana,bisogna posizionarla e gestirla,almeno quando e per quanto ci sia possibile.

  245. Amira dice:

    eccomi di nuovo…presenza virtualmente e fisicamente evanescente…oggi ci sono domani potrei non esserci di nuovo (o non esserci più)….quanto è dura..non ho fatto un miglioramento significativo….continuo a mentire a me stessa…e muoio…mi faccio schifo…sono un essere ripugnante…

    il mese prossimo saranno 8 anni di malattia..
    8 ANNI….buttati via..e ne ho 21 dio mio..
    mi vergogno….di chi sono..di cosa faccio….
    vorrei sparire…..senza dolore…senza sentire più male…………….

    vorrei che qualcuno mi aiutasse o mi uccidesse, non importa come, ma voglio che in qualche modo tutto questo finisca…..

  246. Polla dice:

    e ritorno a dirvi che io sono disposta ad andare a Milano,Verona,Torino,Genova,Roma ovunque voi siate insomma.. anche stasera! ma lo dico davvero,ma so che per me magari è + facile perchè non nutro paura per qste cose,quindi mi viene naturale.. un incontro mi piacerebbe davvero tanto! io ho cososciuto di persona una sola ragazza che scriveva in qsto blog,ma ora non scrive + e non so se legge e si era creato subito un legame molto forte,non di vissuto,ma di sentito e percepito.. con un’altra ragazza invece ci sentiamo solo per chattare o tramite sms,ma anche con lei ho un bello scambio e mi piace un sacco! boh.. io ve lo dico. ma che bellooooooo! ahahah. io già mi immagino.
    Ah,al centro hanno ipotizzato la mia “guarigione” per la primavera.. sembra una cosa stupida,ma lo hanno fatto per incentivarmi credo e sta funzionando,come se avessi un obiettivo.. obiettivo di mezzo kg a settimana.. stra ridere da dire ad alta voce! che cose strane.. secondo me ce la faccio anche prima,ma non c’è fretta e non importa se invece mi ci vorrà + tempo,però ho un obiettivo e voglio raggiungerlo. poi raggiunto il peso,magari mi sentirò uno schifo e allora lavorerò ancora,ma almeno una questione sarà risolta.magari invece mi sarò tolta del tutto il pensiero e farò tesoro di tutto questo assurdo percorso che è poco concreto nella vita reale,ma stra ricco nella mente,pieno,incasinato e tortuoso.

  247. Polla dice:

    ciao Amiraaaaa, io mi ricordo di te!!!! come stai? come mai qsta poca speranza??? 8 anni sono tanti,ma non abbastanza per perdere la speranza non trovi??? oggi magari ti sembra + difficile,ma domani.. chi lo sa? fai bene ad esprimere le tue emozioni e spero ti possa essere d’aiuto,ma.. ti va di dire se è successo qualcosa in particolare? qualcosa che ti abbia portato di nuovo qui.. e che ti tiene così legata a qsta malattia..a qsta sofferenza..

  248. yris dice:

    “sotto la terra brulla la primavera si coccola e si prepara. come me.”

    bellissima quest’immagine di kia.
    fatela vostra, facciamola NOSTRA!
    vi voglio bene

  249. Amira dice:

    a dire la verità polla ho scritto qui perchè sono completamente sola….avevo voglia di parlare..ma non c’era nessuno ad ascoltarmi (come immaginerai dopo 8 anni si sono rotti tutti di sentire sempre le stesse cose)…stavo di nuovo parlando da sola….stavo di nuovo pensando cose molto tristi e autodistruttive….avevo di nuovo voglia di farla finita se devo essere sincera del tutto…

  250. yris dice:

    frase di kia immortalata su FB!! :-)

  251. kia dice:

    ragazze. anzi no. Donne Selvagge. vi voglio bene.
    davvero.
    vi lascio con un grande abbraccio e tante parole scritte.
    nel week end non posso collegarmi, vi auguro giorni di sole. dentro.
    bacio

  252. kia dice:

    grazie Iris!

  253. Polla dice:

    grazie a te kia!!!! :-) .

  254. Polla dice:

    Amira, se hai scritto qui è anche perchè sai che qui sola non sarai mai,perchè è un contesto ben diverso dalla vita reale.. quindi se hai voglia di aprirti e di raccontarti,provaci.. noi siamo qui.. e magari troverai qualcuno che sappia dirti qualcosa che possa smuoverti. non sentirti così sconfitta..

  255. Chiara* dice:

    Ho letto ciò che avete scritto.
    Tutto d’ un fiato.
    E, non so perché, ma non sono riuscita a trattenere le lacrime.
    Son venute fuori da sole, senza che me ne accorgessi.
    Ma erano lacrime diverse dalle solite. Erano lacrime di gioia. Lacrime che da tanto tanto tempo non sentivo bagnarmi il viso.
    Avevano un sapore più dolce e delicato. Proprio come voi.

    Non posso che dirvi GRAZIE con tutto il cuore.
    Voi, il vostro dolore, le vostre vittorie, il vostro combattere, il vostro cadere e rialzarvi, il vostro ricominciare sempre e comunque, la vostra essenza, il vostro esserci… fate parte di me. Vi sento dentro, come se foste un tutt’ uno con la mia anima e il mio cuore.
    Questa per me è casa. E voi siete la mia famiglia.
    Un nido sicuro dove tornare per trovare un abbraccio, una parola, un silenzio, calore.
    Siete i miei angeli.
    Grazie.

    Vi auguro di trascorrere una dolce serata, in compagnia solamente di pensieri sereni e senza proiettare la mente al domani.
    Impariamo a vivere l’ ora, l’ adesso. Il passato è passato e il futuro… chissà.
    STOP.
    Pensatemi perché avrò bisogno di voi.
    Vi abbraccio

  256. silvia dice:

    Chiara io ci sn, sn lì cn te, nn preocc xkè ce la farai e in ogni caso saprai rialzarti…credici su…ricorda ciò ke hanno scritto poco su…le parentesi ci sn, ma noi possiamo superarle…

    polla è davvero bella la tua positività, comunica tanto, tantissimo.
    Amira noi siamo qui and vuoi.
    Azimut dove?

    Yris la “giusta distanza”…davvero un equilibrio delicatissimo da trovare.

  257. Maria Letizia dice:

    Ciao a tutte, nn ho tempo di scrivere, esco con Ale, nel caso q.no si fosse cheista che fine avessi fatto…tutto a posto, ho avuto problemi con internet…Benvenute alle nuove. Domani vi leggo e vi scrivo con calma!

  258. Azimut dice:

    Amira qui non sei sola, puoi scrivere parlare ascoltare condividere. Quella voglia di cui parli non fartela venire mai, allontanala il più possibile, quelle sono ferite che non si cancellano più. Dai dca si può guarire, da quei gesti no. Continua a parlarci, noi siamo qui e tu ci sei

    kia ha fatto bene yris a immortalare quella frase… è bellissima, mi ha fatto venire i brividi così come i tuoi post oggi. Intensi, veri, palpabili. Grazie

    Polla sei in movimento, uno splendido divenire

    Maria Letizia che succede? Come stai?

    yris…l’ho avuto un coraggio…quello sbagliato… e quella memoria non è per nulla arrugginita…
    Visto che ti piace Schopenhauer chissà se apprezzi anche Kierkegaard…certo non il passo seguente, quello che più mi rappresenta:
    “La mia pena è il mio maniero feudale che come un nido d’aquila sorge sulla cima dei monti, tra le nubi: nessuno lo può assalire! Da esso volo giù nella realtà ad afferrare la mia preda, ma non vi rimango; la mia preda è un’immagine che intesso nelle tappezzerie del mio castello. Dunque io vivo come un defunto. Tutto ciò che è vissuto viene da me immerso in un battesimo d’oblio per l’eternità del ricordo”
    (S. Kierkegaard – Enten-Eller)

  259. Luna Blu dice:

    Azimut io adoro Kierkegard…
    Silvia..tutto bene..io…:-)
    Son ancora in uffico…ora esco…ciao…

  260. Amira dice:

    grazie….davvero….di cuore….

    dopo avere letto i vostri commenti ho deciso di mangiare cena stasera, anche se non ne avevo voglia, anzi.. è strano come il cibo sia tutto per me che vorrei non fosse nulla…lunedì ho un esame impegnativo in università….spero che il mio fisico regga..ultimamente ho acciacchi di continuo e abbastanza gravi..
    non voglio essere ricoverata..non ora…voglio stare vicina alla mia famiglia..e vorrei (cosa più difficile) che anche loro mi stessero vicini….

    vorrei avere di nuovo dei sogni…
    vorrei svegliarmi la mattina e sorridere prima di aprire gli occhi..
    vorrei vivere…

    ma ho paura di tutto questo, una fottutissima paura che mi paralizza, mi stringe il cuore e mi lega alla malattia, alla sua soffocante sicurezza….

  261. yris dice:

    strappa la corda che ti lega amira. tagliala. basta poco. basta “cambiare prospettiva”. ma è la cosa più difficile che c’è. noi ti siamo vicine

  262. Girasole dice:

    Buonasera ragazze…vi scrivo velocemente…

    io non so cosa sia successo… mi aono seduta in questa piazzetta solo una settimana fa e…mi sento legatissima a voi! faccio mie le vostre esperienze, gli alti e i bassi…perchè sono anche i miei, anche se, come dice tinkytinky, siamo sicuramente tutte molto diverse…

    eppure vi penso constantemente!

    oggi è stata una giornata speciale, fino alle 15 (poi lavoro) dedicata alla mia famigli,, avevamo da festeggiare la macchina nuova (dopo un brutto incidente che ha demolito quella vecchia:-() e…. colazione con fettona di torta (pesata…era tanta…ne ho tolto un pezzo…ma poi ho mangiato anche quello, pizza (fatta in casa…pesata anche quella da cruda, per non sgarrare, anche il condimento…quindi non la considero una vittoria, solo un mantenere lo standard)= e poi un pasticcino…il resto normale…
    ma…ma…pizza, torta e pasticcino, e…un gran sorriso!!!! dedicato a voi tutte!

    mi sono sentita bene, perchè mi sono sentita libera di scegliere (anche se ho pesato…ma ho mantenuto tutte le pesature e un po’ di più senza scendere….è un piccolo neo…ma dall’altra mi sento vittoriosa!

    Ti ringrazio ancora polla, perchè mi dai una grande forza, uno stimolo di cuiforse non ti rendi neanche conto!
    e ringrazio chiara, azimut, silvia, ilaria, aleph, tinkytinky, amira, kia marianna e maria letizia, yris( se dimentico qualcuno scusate… forse scordo il nome ora, ma vi porto nel cuore)…perhcè lo so che è difficile, ma vedo leggo e sento così tanta voglia di farcela, che mi riempite…mi regalate una luce che non credevo possibile in questo mondo!

    devo andare, ma domattina spero di poter scrivere un po’ di più perchè vorrei commentare tanti post, che mi hanno fatto pensare, e che mi fanno pensare, preoccupare, ed essere felici per voi!

    un abbraccio e notte notte

  263. Chiara* dice:

    Buona notte angeli.
    Posso dire di essere arrivata alla fine di questa giornata portandomi a casa un’ altra vittoria.
    Oggi ce l’ ho fatta IO. Anche se i pensieri negativi, l’ angoscia, il dolore non mi hanno abbandonata sono riuscita a sopravvivere.
    E non è stato così difficile. Domani sarà altrettanto? Non lo so. Non voglio più pensare a quello che sarà. Devo concentrarmi sul presente. STOP.

    Amira benvenuta tra noi. Sii forte e sfida quella paura.
    Io ho imparato che non c’è niente di + distruttivo che la paura. Ci blocca, ci frena, ci paralizza. Ma noi possiamo andare oltre.

    MariaLetizia sono preoccupata per te…

    Silvia grazie. Ti ho sentita con me. Vi ho sentite. Siete sempre con me.
    Mi fai una promessa? Domani proverai a fare un passettino avanti? Piccolo piccolo…

    Azimut ti tengo stretta. Tienimi anche tu.

    Vi abbraccio forte forte

  264. Marianna dice:

    Notte a tutte, amiche mie.
    Giornata pesante ma ho detto stop ai pensieri negativi e ho vinto ancora io!

    Polla, oggi mentre viaggiavo in treno, pensavo e per scacciare la negatività di quelle mie riflessioni a un certo punto ho iniziato a dire STOP ad alta voce, 3-4 volte. Alla fine mi sono messa a ridere da sola perchè la signora seduta datanti a me mi guardava in modo strano!Grazie per avermi insegnato questa tecnica, funziona!

    Azimut, io vivo nel nord della Puglia, ma, quando ne avrai voglia e ti sentirai pronta, mi piacerebbe tanto raggiungerti e fare insieme una bella passeggiata sul lungomare. Naturalmente, se ti andrà, potrai venire quì da me, hai un cicerone pronto a scorazzarti in giro! :-)
    L’invito è esteso a tutte, anzi, mi offendo se non venite! :-D

    Chiara, non sai quanto piacere mi facciano le tue parole!Sono contenta delle tue vittorie, sono contenta di leggere che lotti, sai che è dura ma non ti arrendi. Brava, brava!!

    Silvia, un abbraccio speciale!

    Amira, quando pensi di essere sola vieni quì e scrivi. Noi ci siamo sempre, non ti lasciamo. Allontana i pensieri negativi…coraggio!

    Laura, come stai?E’ passata la febbre?

    Kia, le tue parole mi hanno toccato dentro. Grazie per averle condivise con noi.

    Girasole, brava!Pizza, torta, anche se pesati, sono una grande vittoria!Io gioisco con te!Ah, congratulazioni per la macchina nuova!! :-)

    Un saluto speciale a Yris, Miele, Luna Blu, Ilaria, EteraDanzante e al nostro maschietto preferito Aleph.

    Maria Letizia, mi fa piacere leggere che il tuo silenzio era dovuto solo ad un problema con internet. Aspettiamo con ansia di sapere come stai.

    E’ tardissimo, domani ho un’altra giornata piena di cose da fare.

    A domani. Vi voglio bene

  265. Azimut dice:

    Sono di strapassaggio, volevo però salutarvi. Torno più tardi. Fili linee sassi sta arrivando il caos. Ho da fare anche la spesa, cosa che detesto. Devo andare fuori con le cuffie e l’mp3 che mi importa di chi mi vede, mi sto troppo annodando. A dopo amiche mie

  266. Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Oggi ho questo pensiero per voi, per noi:

    “Quando la vita ti dà mille ragioni per piangere, dimostra che hai mille ed una ragione per sorridere.”

    Ce la facciamo a dimostrarlo a noi stesse? Secondo me sì. Proviamoci.
    Sto capendo che se non ci si impegna almeno un po’ è impossibile ottenere qualnque cosa.
    Dobbiamo imparare cambiare la prospettiva in cui vediamo le cose.
    E il passo di questo libro esplica benissimo il concetto:
    “Ogni cosa nella vita è come una montagna.
    Se la vogliamo conoscere e capire, non possiamo guardarla sempre e solo dalla stessa parte, con lo stesso punto di vista; dobbiamo aggirarla, vedere il suo opposto, il lato sconosciuto, il lato buio, quello che non ci appartiene; solo in questo modo avremo una visione d’ insieme che ci mostrerà la cosa nella sua totalità. Solo dopo aver acquisito i dati completi si possono fare delle scelte.
    Il non aprirsi al nuovo, in non aggirare la montagna ci rende, in un certo senso prigionieri della nostra unica visione, della nostra unica possibilità.
    Dove c’è il brutto c’è il bello, dove c’è il cattivo c’è il buono, dove c’è paura c’è coraggio, dove c’è dolore c”è gioia… sono sempre due facce della stessa medaglia, due facce della stessa montagna.
    Ogni momento di trasformazione contiene e prepara il balzo in avanti, ma comprende anche la distruzione del vecchio, l’ annientamento di ciò che non serve più.
    Questo passaggio dal vecchio al nuovo non è facile né indolore, tra le due realtà c’è il vuoto: tra il vecchio che sta morendo e il nuovo che non è ancora nato c’è quel “nulla” che disorienta, che fa paura.
    Come il trapezista del circo, che volteggia in aria attaccato al trapezio, ma dopo alcune oscillazioni sospese deve con uno scatto abbandonare il trapezio e, girandosi rapidissimamente su se stesso, afferrarne un altro che gli viene lanciato.
    Solo in questo modo completerà il suo numero.
    Nell’ attimo di mezzo c’è il vuoto. E’ sospeso nel nulla. C’è la possibiltà di cadere.
    Il coraggio è indispensabile ed è il premio.
    Così da un trapezio all’ altro la vita ci porta avanti nel completamento del nostro destino.”

    Vi abbraccio forte piccoli angeli

  267. miele dice:

    ciao dolcezze

    come avete iniziato la giornata?

    Azimut anch’io ogni tanto sento che inizio a riannodarmi: odio quei momenti, anche perchè li riconosco chiaramente eppure non sempre la forza di volontà è abbastanza forte da remare di nuovo verso il “fluido”…invece spero che per te, oggi, sia così.

    Ciao Chiara*, complimenti per ieri e buona mattinata.

    Polla grazie per tutta la luce che porti qui dentro ogni volta.

    Yris, LunaBlu…siete due belle anime: grazie di essere qui con noi.

    Amira anch’io mi ricordo di te, ci scrivevamo qui circa un anno fa…mi ricordo di quanto facevi fatica a mangiare, e a risistemare altre cose. Sai che qui c’è un gruppo pronto a starti vicino e ad ascoltarti. Io spero, comunque, che tu riesca a raccogliere le forze mentali e fisiche per dare una svolta e una smossa a questa tua situazione. Che dici?

    Ragazze, io mi sto un po’ ammalando, mi sa :) Ieri ho preso freddo al lavoro, dove non avevano acceso i termosifono, e stamattina sono bella raffreddata…e allora giù di spremuta fresca!

  268. Ilaria dice:

    Buon sabato a tutte, un buffetto sulle guance ad Aleph :-D e benvenuta (o meglio, bentornata) ad Amira. Qui potrai trovare tutto l’appoggio che ti potrà servire per ridare luce alle tue giornate :-)
    Io me ne vado giù a correre, stamattina c’è un po’ di nervosismo in casa e siccome sono una spugna che assorbe tutto e poi sputa fuori con gli interessi preferisco evitare ogni situazione potenzialmente dannosa per me.
    Ieri sera ho mangiato la pizza, me la sono goduta veramente, oltre che buonissima era secondo me meritata, dopo tutti i km che mi ero macinata :-D

    Miele, prendi il raffreddore per tempo e sconfiggilo ;-)
    Chiara, Marianna, Girasole, un urrà per le vostre vittorie!
    Azimut, forza! Il caos è tale finché non interveniamo noi a farlo diventare cosmos!
    Maria Letizia, meno male, mi stavo preoccupando per te…
    Un bacio e un saluto a tutte le altre!

  269. Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!

    Allora, come state?Cosa farete oggi per voi stesse?

    Azimut, chissene frega di quello che pensano gli altri, mettiti l’mp3 e esci, io sono con te…

    Chiara, grazie per le belle parole che hai riportato!Falle tue, falle entrare nel tuo cuore e non farle più uscire ok?

    Bentornata Amira!!!!

    Miele, eddai no non ammalarti proprio nel weekend!Ehehehehe…

    Ilaria, fai bene, evita situazioni potenzialmente difficili e vai a farti una bella corsetta…cosa c’è di meglio?Approvo alla grande la tua decisione!

    Marianna, grandissima per il viaggio in treno!Hai fatto benissimo, e non importa quello che può aver pensato la signora di fronte a te…STOP!

    Buona giornata a tutte

    Aleph

  270. Chiara* dice:

    Così, senza motivo.
    Mi sta salendo l’ angoscia.
    La sento arrovellarsi nelle viscere.
    Parte dallo stomaco e si irradia fino alla gola dove forma un nodo, un mattone, un peso che mi impedisce di respirare normalmente.
    Non c’è un motivo perché debba accadere adesso. Eppure arriva.
    Maledizione…

  271. silvia dice:

    Buon giorno!
    Chiara stai tranquilla, nn 6 sola, respira cn calma, raccontami, cerca di distrarti, dimmi dove 6? ke progammi hai x oggi? Sn felicissima x la tua seconda vittoria, e dire ke eri quasi cerca di nn farcela…ora hai accumulato ben 2 punti in 2 giorni! devi ricordartelo, devi esser fiera di te, di ciò ke fai, di ciò ke 6 capace di fare…troppo spesso ci si abbandona alla paura di fallire prima ancora di provarci.

    Azimut cm è andata ieri? io l’mp3 lo metto sempre…e spesso quasi le parole di ciò ke ascolto mi prendono tanto, ci cantikkio, sussurro anke un pò su…Ho imparato proprio a fregamene di ciò ke possano pensare…tanto pensano male sempre lo stesso le persone…Oggi ke nn lavori xkè nn fai un bel giro x locali?

    Qui c’è un bellissimo sole, e vorrei farlo entrare dentro tutto questo calore…ecco il mio passettino di oggi.

    Marianna complimenti x lo STOP!! ma lo sai ke siamo vicine?

    Aleph cm va? a parte il vestito valtellinese…cm sta la tua amica?

    Girasole anke x me è stato così, ed è così tutt’ora, questo è un luogo di ascolto e di confronto, ma sopratutto è un luogo d’incontro.

    LunaBlu ora ke è iniziato il w.e starai + a casa…cm t’organizzi?

  272. Azimut dice:

    Anche la mia è arrivata, sto facendo di tutto per scacciarla ma è lì, implacabile. Ho paura…

  273. Polla dice:

    ..Buondì pupattole e pupattolo, come è iniziato qsto sabato mattina? il mio direi abbastanza positivo,anche se non voglio pensare alla moltitudine di cose che dovrei fare perchè solo a pensarci mi sale l’ansia e io sono una persona molto pigra che tende sempre a rimandare,quindi o agisco subito o è meglio che decido di non pensarci almeno,perchè il pensiero non è azione è solo rimuginio che resta lì a fermentare e non va bene..dovrei iniziare a fare delle liste di cose da fare per organizzarmi e agire.dovrei??? sto condizionali iniziano ad irritarmi. eheheheh.. e voi? ho letto i vostri post e la situazione mi pare variegata come sempre,ricca e stimolante.. certamente non mi piace sapere che qualcuna stia male,ma credo che scrivere qui possa cmq essere d’aiuto,un modo per esorcizzare anche il malessere che si prova e cercare di allontanarlo il + possibile..
    Anche qui oggi c’è una bellissima giornata di sole e mi infonde un sacco di positività.. vedremo cosa combinerò nel corso della giornata! ahahah..
    a più tardi. uno smile tutto per voi.. :-) !

  274. Polla dice:

    ..io non credo cmq che l’ansia e la paura siano da scacciare,se le si allontana,poi cmq tendono a ritornare sempre.. credo che debbano essere affrontate,poi certo,non sempre se ne ha la forza,però vale lo stesso discorso che faccio per il mio rimandare le cose che devo fare(cose di casa,bollette,telefonate..),posso farle anche un altro giorno,ma restano cmq lì e si accumulano e poi diventano quasi ingestibili.. quindi? cerchiamo di rielaborare la cosa.. l’ansia purtroppo viene spesso in momenti in cui in realtà non c’è nulla per cui agitarsi,come gli attacchi di panico,ma perchè sono frutto di un qualcosa che avviene nel pensiero e non sono razionali,appunto.. ma dentro di noi sappiamo cosa dobbiamo fare: AGIRE!
    babba bia.. a volte sembro una che si prepara per una guerra,no? ahahah. creco di stimolare me e voi.. ci provo! :-) .

  275. silvia dice:

    Polla cm sempre bella carica…meno male ke ci siete voi!!!
    Azimut racconta anke tu, dimmi ke programmi hai x oggi? nn abbandonarti, io nn ti mollo, tu nn farlo.

  276. silvia dice:

    Miele sarà ke forse mi sbaglio, ma t’ho sentita un pò giù…a parte il raffreddore. Spero vada tutt’ok.

  277. Azimut dice:

    Silvia veramente sto pensando da mezz’ora se devo mettere il mais nel radicchio o se lo mangio senza nulla dentro. Sono proprio fuori… Oggi vado a farmi un giro, promesso. E tu?

  278. Maria Letizia dice:

    Buongiorno a tutti!
    Come ho scritto velocemente ieri, ho avuto problemi con interne te nn riuscivo più a collegarmi. Ho avuto una brutta settimana, la ragione “oggettiva” è che ho preso un kg, aumentare di peso è il mio obbiettivo, ma l’idea che questo kg sia frutto delle abbuffate, che possa cambiarmi in chissà che modo mi da tanto fastidio, così, scatta l’altro terribile meccanismo della restrizione. A ripresa deve essere graduale, me o disse anche la dietologa, se no ciò che prendo lo perdo con altrettanta facilità e con gli interessi. Spero di trovare presto un equilibrio..Voi come state?
    Ilaria , Polla…leggo che e giornate libere, gli schemi sono sempre un elemento cruciale per voi come per me, anzi proprio ora che mi sento così pesante sotto q.sto kg (a me che ne mancano 10 per arrivare ad un peso appena “normale” per la mia altezza) sto ritornando alla schiavitù di schemi, controllo e bilancia…che prigione…Ma mi piace Polla quando scrivi”mi date la possibilità di rielaborare molto,mi date la spinta per fare altro e per crederci davvero”,anche per me è così.
    tinkytinky , benvenuta, leggo che anche tu lotti con il cibo da molto tempo…qui non ti sentirai mai sola!
    Ilaria come capisco i tuo panico q.ndo leggo:”Mi sento persa! Ho infranto un mio schema mangiando primo e secondo nello stesso pasto…La mia mente malata sta già architettando varie tattiche di compensazione”E’ proprio quello che sto facendo io…
    Chiara* capisco come il tuo bisogno di tornare a casa, ma non solo in senso materiale; per me tornare a casa significa ritornare ai miei schemi, anche se so che sono sbagliati, al mio peso anche se so troppo basso, questo mi dà sicurezza. Avere giornate piene, mi aiuta a non cercare l’abbuffata a causa della noia e a tenere la mente occupata, lontana dal pensiero del cibo, senza la grande fatica di creare altri schemi. Certo, a fine giornata sono distrutta, come te… LA tua vittoria è stata importante, non essere schiavi del tempo, altro elemento dei nostri schemi, ma vincere l’ansia che esso comporta è davvero una vittoria…BRAVA!
    Mi è piaciuta molto la frase con cui hai cominciato la mattina del 2 febbraio: “Non esiste cura migliore del sorriso di fronte alle avversità che la vita ti dona ogni giorno” e la voglio vivere anche io…GRAZIE. Quel giorno hai scritto cose molto belle, leggerle ora mi fa molto riflettere.
    Laura come sono simili alle mie le tue sensazioni… Non esiste cura migliore del sorriso di fronte alle avversità che la vita ti dona ogni giorno.
    Miele il rapporto con tua madre deve essere davvero difficile da gestire, ti sono vicina e ti capisco, ma è importante e bello essere stanchi di una “stanchezza buona”! Leggo ora la tua proposta di scrivere la nostra piccola vittoria quotidiana, mi piace, questa sera vi farò sapere, ma il mio obbiettivo è quello di non abbuffarmi
    Silvia, sono d’accordo con e altre
    Girasole è moto bello quello che scrivi e grazie per esserti aperta raccontandoci e tue difficoltà
    Marianna che bello leggere della tua felicità, grazie per avermi pensata mercoledì…pensa che ho finito alle 18: 10 ore a scuola
    uhmhm certo che la tua è una vittoria! E mi unisco al pensiero di Polla e Chiara
    kia , mi è piaciuta molto la tua frase: “anche se inciampo e mi sbuccio le ginocchia poi mi rialzo”, è quello che mi ripeto ogni volta che anche io cado
    Azimut brava per la tua vittoria del 3 febbraio!
    yris mi ha colpito molto quando hai scritto: “anch’io avevo nostalgia della malattia, della carica, della “droga” che mi dava”, per me è così…come uscire da questa prigione?
    Vaniglia come stai ora?
    Polla …le tue parole, e tue conquiste…sei davvero partita in quarta…GRANDE!
    yris bella la proposta della festa, ma in maschera o no, l’idea di passare un we tutte insieme mi piace moto. Q.na di voi, mesi fa raccontò di un we passato in una beauty farm, niente male, no? Bellissima la tua immagine: “sotto la terra brulla la primavera si coccola e si prepara. come me.”
    Amira …benvenuta!
    Spero di aver colto i pensieri, le emozioni e parole di un po’ tutte voi, mamma mia, pochi giorni di assenza e così tante cose da leggere, ma ameno è arrivata l’ora di pranzo, nn mi sono abbuffata, mangio regolarmente e poi esco con Ale. Questa sera ho una festa di laurea quindi non penso di poter passare di qui, ma torno domani mattina, grazie di avermi dato la possibilità di “chiacchierare” con voi…VI ABBRACCIO…Buona giornata!

  279. silvia dice:

    Ben tornata Maria Letizia…buona festa!

    Azimut se ti da tanto fastidio x oggi nn metterlo il mais, ma io ti faccio notare una cosa positiva: c’hai pensato su….hai tenuto un pò il confronto, ora basta rifletterci, o lo metti o no. ma fallo subito, all’istante.
    Sn felice se oggi riuscirai ad uscire e cercare di nuovo il “tuo spazio”…
    Io m’impegnerò + ke posso!

  280. Girasole dice:

    buonasera a tutti!

    buonasera ragazze, buonasera Aleph!

    Oggi qui è stata una giornata veramente splendida…
    ho rubato qualche minuto al lavoro per sedermi per terra tra il dentro e il fuori della porta finestra…
    dento la solitudine di questo luogo, un po’ buio, fuori il caldo del sole e i profumi di una primavera che tenta di uscire fuori, ma forse è ancora un po’ presto…

    mi pare sia un po’ la metafora delle nostre vite…
    la voglia di uscire… di respirare, ma forse fa un po’ paura…
    gli schemi, i paletti, le regole che ci imponiamo…i no…i non posso…i non ci riesco….
    e dall’altra… ma perchè no? cosa può succedere se esco fuori? può succedere che all’inizio si vada in confusione che sembra che non sia la nostra vita quella a cui ci stiamo preparando…
    e invece, quello capisco è che quella a cui mi sto preparando E’ VITA!!!

  281. Girasole dice:

    Compensazione… meccanismi che scattano nel momento stesso in cui mettiamo qualcosa in bocca…
    ma iniziamo così Ilaria…è un inizio, la prossima volta si compenserà un po’ meno…

    Io… eh, mi fa ridere questa cosa… inizio a dimenticarmi di ciò che mangio…
    a volte mangio un pezzo in più di qualcosa, e mi dico che magari la sera mangerò un pò meno…e poi….e poi scopro che me ne sono dimnticata…

    e capisco che sto guarendo…

  282. Girasole dice:

    Azimut…l’hai poi messo il mai nel radicchio? spero di sì…

    io pesavo i chicchi…fino a quando mi sono ricordata quanto mi piacciono le pannocchie…e…e caspita quanto ancora mi piacciono!!!

    un chicco per volta, ma ci sono arrivata a riscoprirlo…non correre, ma ascoltati, ascolta quello che ti chiede il tuo corpo…a volte capiamo che dobbiamo accontentarlo, è che non è così difficile, anche se le regole le dettiamo noi!

    e se la nostra nuova regola fosse proprio un cucchiaio di mais tutti i giorni? e poi ci rendiamo conto che non può farci del male?

    per me è un biscotto… per te il mais, per silvia…silvia, hai trovato qualcosa di tuo?n (se l’hai scritto già ti chiedo scusa, potrei aver saltato il post :-P

  283. Girasole dice:

    Marianna…vinci vinci vinci!!!!!;-)

    chiara, grazie per ciò che hai scritto…
    già, noi siamo proprio così, trapezzisti nel vuoto…che facciamo? afferriamo l’altro trapezio? a me pare che lo stiamo facendo già, solo per il fatto di essere qui…tutte indistintamente!
    e…Così da un trapezio all’ altro la vita ci porta avanti nel completamento del nostro destino.”

    Vi stringo forte e torno a lavorare!

    ah… contatemi pure!!! io ci sono, festa in terrrazzo, terme, cioccolata…magari pizza…con voi la mangerei senza pensarci su un secondo!!!!

    :-)

  284. Polla dice:

    ..Buonaseraaaaa, quindi? devo dirvi che dopo le mie premesse di stamattina,sono riuscita a fare un tot di quelle cose che rimandavo da tempo e sono assai soddisfatta,anche se solo lunedì potrò completare l’opera con spedizioni e cose varie e poi ho un ultima tappa da fare.. dai daiiii.. sono orgogliosa di me!
    stasera avrei come obiettivo quello di chiedere a qualcuno di uscire a cena,ma non so se ce la faccio.. ovviamente qsto comporterebbe rompere una serie di schemi mentali,sia alimentari che di sicurezze che vi si appigliano ..magari opto per un aperitivo.. ora vedo anche chi riesco a contattare.. che confusioneeeee!!! anche perchè poi per me inizia una settimana davvero impegnativa e quindi è probabile che stia spesso a casa la sera.. ora sistemo altre cosine e poi vedo come mi prende la situazione.. voi che combinate stasera??? avete visto che fatica che faccio ancora a scegliere per me??? come se mi imponessi di non avere alternative,ma dai. non si fa così.

  285. silvia dice:

    Buona sera ragazze…visto ke qui c’è proprio aria da w.e. e cm sempre ognuna di voi sarà presa da qlc impegno, o cmq nn dal pc, spero ke vi stiate trattando bene, almeno meglio di me. Si, ho provato di nuovo e nuovamente fallita.
    Girasole mi kiedi qlc di mio? nn so, anke io cm te ero una “pasta-pane-pizza” e ora x qnt spesso mi capiti di volerne davvero, mi ritrovo nell’attimo successivo a pentirmene x la mia incapacità di gestirne gli effetti.
    Azimut la giornata ancora nn è conclusa e io nn voglio arrendermi anke se mi sento giù…in realtà sn intervenuti dei fattori esterni ke mi fanno star male, ma devo reagire e basta. Tu mi hai promesso qlc…spero ke 6 in giro x locali, spero davvero sopratutto ke tu lo stia facendo x te stessa, x cercar quel benessere ke meriti.
    Chiara il coraggio del trapezista…lo stai sperimentando?

    Polla complimenti x la tua attività di oggi…si, fai bene ad uscire, almeno oggi ke è sabato…nn dubitarne, troverai molti ke nnn vedono l’ora di star insieme a te io il tuo invito lo accetterei al volo!

  286. miele dice:

    ma ciao!
    trovo solo ora il tempo di leggere e scrivere qui. è stata una giornata lunga e, per quanto mi riguarda, si concluderà sul divano a leggere e sgranocchiare patatine e/o cioccolato + thè caldo, perchè sono un po’ stanca e ho le difese immunitarie che chiedono pietà.

    Azimut, io adesso mi faccio delle mega-insalate con dentro tutte le verdure, e condisco bene…tuttavia quello che tu fai col mais (lo metto o non lo metto?) io lo faccio ancora con le olive: mi piacciono un sacco, ne mangerei a quintali, invece le conto e soprattutto a volte non le metto proprio, mi sembrano uno sfizio eccessivo, un gusto troppo accentuato per meritarmelo. che insensata che mi sento, a rendermene conto.

    Amira, Chiara* contr l’angoscia si potrebbero provare delle tecniche di rilassamento…a me sta aiutando molto il fatto di imparare anche solo a respirare bene…ti riporta alla realtà, alla semplicità delle cose.

    Silvia un piccolo consiglio: prova a non vedere tutto in termini di riuscita/fallimento, altrimenti ci si sente sempre a terra. Vedi la cosa piuttosto come un percorso: passi avanti, passi indietro, piccole o grandi soste per riprendere fiato, punti in cui trovi le indicazioni per proseguire, altri in cui devi essere tu a scegliere la strada da imboccare.
    Grazie di aver chiesto di me! Ti dirò, sarei tentata anch’io di sentirmi un po’ fallimentare, perchè dovrei aumentare ancora le dosi, me lo propongo ogni giorno ma ieri ed oggi non ci sono riuscita. Oggi però non è ancora finita, probabilmente farò lo sprint serale :) Eppure, alla fine, mi metto a mia volta lungo il percorso, e cerco di fare un passo dopo l’altro. La prossima settimana, ad esempio, si prospettano dalle 2 alle 3 pizze serali, e mi accorgo che la cosa non mi preoccupa quasi per nulla.
    A parte queste cose, sono giorni in cui faccio fatica ad interagire con mia madre, a volte raggiungo la soglia della sopportazione anche solo vedendola arrivare da lontano. Mi rendo conto che devo essere io a pormi diversamente, altrimenti questa cosa finirà davvero col distruggermi.

    Girasole, Maria Letizia, Ilaria, Polla, vi penso!

  287. Girasole dice:

    Lo so e ti capisco davvero Silvia…
    ma accadrà, ne sono sicura, arriverà il momento in cui quella briciola di pane non farà più tanta paura!
    io ero terrorizzata dal mais, dalle patate (sinceramente un po’ lo sono ancora, altrimenti non le peserei), conto le penne, e da due anni ho mangiato spaghetti con i miei solo una volta (ma che soddisfazione) perchè contare gli spaghetti sarebbe già un’impresa!!!!
    ma… ho deciso che mi dovevo impegnare, che dovevo fare qualcosa…
    Con mia sorella abbiamo dato un nome al mio ciclo che non ho da troppo tempo… e quando non mi viene voglia di mangiare almeno il minimo indispensabile che ho messo nella mia dieta (quella mentale, non quella delle nutrizioniste…perchè per la loro…dovrei mangiare giusto qualcosetta in più!!!)…allora penso a lui… ed è un bel pensiero!

    Silvia, ne sono sicura, troverai la forza per dare un nome al tuo obiettivo e il coraggio per raggiungerlo!!! spero che questo pensiero ti sia utile e ti abbraccio!

    Miele!!! è bello leggerti… mi sembri carica, e dai conferma ai miei pensieri…se il corpo chiede dovremmo ascoltarlo…quindi tra un pizzico di invidia e un pizzico di voglia di seguirti (ma so che mi concederò , o meglio, sicuramente non rinuncerò semplicement al mio latte caldo con fetta biscottata e miele prima di andare a dormire….è un mio schema…senza non dormo!!!!)… ti auguro una buona serata tra cioccolato e patatine!!

    Polla, buona serata, e buon divertimento!!!

    e buona serata anche a tutte le altre (pensatemi….fino alle 23 lavoro;-()

  288. miele dice:

    Ok Girasole: ti penserò!
    Come stai vedendo, si inizia riavvicinandosi a qualcosa…all’inizio ce lo programmiamo, ce lo imponiamo ecc., poi col tempo diventa semplicemente abitudine…e impariamo a non averne più paura…chissà che alla fine diventi voglia spontanea di quel qualcosa…

    Un bacione a tutte/i, spengo il pc e vado a fare la doccia, ne ho proprio bisogno!

  289. Luna blu dice:

    Buonasera ragazze….che stanchezza stasera…volevo andare a ballare ma mi sa che nn vado…mal di testa infernale…Silvia in che senso come mi organizzo?
    Domani sarà dura…devo pulire tutta la casa :-( ..
    un abbraccio a tutte…ma quanto scrivete?????

  290. Girasole dice:

    “chissà che alla fine diventi voglia spontanea di quel qualcosa…”

    mi sono chiesta tante volte dove fosse finito il mio istinto…

    ogni tanto ancora lo perdo… ma c’è… e spesso lo ritrovo :-)

  291. Azimut dice:

    Girasole alla fine ne ho messo mezzo cucchiaio, però ho condito tutto per bene. E ho mangiato anche un’arancia. Ancora un’ora di lavoro dunque, ti penso

    Dopo l’insalata sono uscita, un giro in un paese abbastanza vicino. Poi per negozi a cercare le scarpe a mia figlia (che a 11 anni non entra più nel 39…, ma da chi avrà mai preso…) e quando stavo per pregustarmi il ritorno a casa si sono inventati di andare a mangiare la pizza. Sudore ghiacciato lungo la schiena. Io sono sempre quella che rovina i programmi. Alla fine mi sono fatta coraggio e ho detto che mi sarebbe piaciuto andare in un posto dove fanno la pizza al taglio. Miracolo, hanno accettato. Così mi sono presa una fetta di cecina e sono sopravvissuta. Ora non è che sia particolarmente fiera di me stessa. Tra l’altro sto mangiando poco e ciò nonostante ho ripreso mezzo chilo. Mi rendo conto di quanto siano malati i miei ragionamenti, di come io sia incapace di godere dei singoli momenti della vita, anche quelli che dovrebbero portare sorsi di serenità. No, sono molto delusa, amareggiata, arrabbiata. Vi saluto e vi abbraccio, domani resterò in casa al sicuro e avrò più tempo da dedicarvi. Se almeno il sonno mi portasse via

  292. Polla dice:

    ..ma cosa è qsto desertooooooooo??? aiutooooo.. ieri sera mi era venuta un’illuminazione che avrei voluto riportare qui,ma ora come ora non mi ricordo esattamente il filo del discorso.. bada bene.. non era un’illuminazione nel senso vero e proprio della cosa,era + un discorso che volevo fare su di me per aiutarmi a rielaborare certe cose e condividerle con voi che avreste sicuramente avuto qualche prezioso punto di vista da tenere in considerazione.. vediamo se nel corso della giornata riesco a ritrovare lo spunto per scrivere!
    qui c’è una bella giornata di sole e io ho appena finito di fare colazione.. oggi mi voglio godere un po’ di tranquillità perchè poi inizia un periodo abbastanza impegnativo per me,ma sono contenta perchè i miei ritmi e i miei schemi verranno messi a dura prova e spero che la cosa mi sia d’aiuto per (non mi illudo di elimarli del tutto!) smussarli ancora un po’, dimenticandomene qualcuno per strada,abbandonandolo,lasciandolo lì.. tiè. chissà.. chissà..
    bene.. dopo avervi dato il buongiorno..ma vi ho dato il buongiorno almeno??? nooooo.. e allora??? BUONGIORNOOOOOOOO MARMAGLIA.. :-) . spero che la vostra giornata inizi bene.. proceda bene e si concluda bene.. testa alta mi raccomado,piccoli e grandi obiettivi ci attendono! a + tardi!

  293. Azimut dice:

    Buongiorno a te Polla. Se torna l’illuminazione riportacela, sarà utile anche a noi. A più tardi

  294. Polla dice:

    ..Azimut,mentre mi lavavo i denti pensavo che saresti stata tu la prima a rispondere,me lo sentivooooo.. eheheh.. sono diventata pure veggente ora??? nuuuu..
    Come stai oggi? grazie cmq del Buongiorno!

  295. Girasole dice:

    Buongiorno Polla, buongiorno Azimut e buongiorno a tutti!!!!

    Yeeeee….Polla, goiditi questa giornata di sole anche per me…oggi lavoro (come tutte le domeniche….ecchè… pizza!!!!- giusto per restare in tema…ahahahah!)

    Però, non mi posso lamentare perchè stamattina ho fatto una lunga passeggiata al sole con mia sorella… ho fatto il pieno di aria, sole, amore e….vitamina D!!!:-)

    Azimut…brava per il tuo cucchiaio di mais… hai fatto un passetto…il prossimo sarà più semplice;-) già me la immagino questa insalata….;-)

    Io trovo ottima l’idea della pizza al taglio, e di come hai affrontato questo fuori programma! perchè dici che non sei particolarmente fiera di te stessa… prova a guardarla così: ha passato una serata con la tua famiglia, hai trovato il modo per aggirare il tuo schema, o comunque una regola che ti eri data per ieri “non mangiare fuori – non mangiare la pizza (o simile)”… l’hai fatto! forse non ne hai goduto appieno, perchè concentrata su quello che stava accadendo (mi chiedo io stesso se questo cambierà mai… se riusciro a godere di qualcosa senza pensarci!)… ma l’hai fatto!
    quindi… sorridi e se anche tu hai il sole oggi (l’Italia è tutta luminosa??) goditelo…. con lui possiamo permetterci di farlo senza pensare, senza sensi di colpa, anzi, per esperienza dico che può solo aiutarci a star meglio, a vedere le cose da una prospettiva diversa!

    un abbraccio a tutti

    buona domenica!!!!
    ;-)

  296. Luna blu dice:

    Buongiorno…che litigio ho appena avuto…ho una voglia di piangere assurda…ma sapete che farò invece?
    Mi cambio e vado a correre al Valentino…così vedo anche il massagiatore e mi sollevo l’umore ;-)

  297. silvia dice:

    Buon giorno, LunaBlu 6 fortissima!

  298. silvia dice:

    Azimut sn fiera di te. m’hai sorpreso, oggi ci provo anke io, promesso.
    Mi siete mancate ieri, vi ho pensato tanto, siete importantissime x me!

    Chiara cm va? dove?

  299. Maria Letizia dice:

    Buona giornata a tutte ! Che splendido sole oggi, infatti, ho poco tempo, esco per una bela passeggiata, ho avuto ancora problemi con internet quindi vi scrivo solo ora, ma ci sono!
    Io IERI ho vinto, nessuna abbuffata, oggi il mio proposito è sempre lo stesso e sono sula buona strada.
    Voi come state?
    Silvia grazie per l’accoglienza, buona festa anche a te!
    Girasole mi piace immaginarti seduta “per terra tra il dentro e il fuori della porta finestra…dentro la solitudine di questo luogo, un po’ buio, fuori il caldo del sole e i profumi di una primavera che tenta di uscire fuori”, anche qui sembra primavera, ma forse è davvero un po’ presto, già come la metafora delle nostre vite: “la voglia di uscire… di respirare, ma forse fa un po’ paura…gli schemi, i paletti, le regole che ci imponiamo…i no…i non posso…i non ci riesco….” Poi la terribile domanda: “Cosa può succedere se esco fuori?” Io ho ancora paura nel trovare una risposta e continuo nella mia schematica quotidianità…l’unica che m rende sicura e tranquilla. “Dimenticarsi di ciò che mangiamo”…BRAVA: GRANDE TRAGUARDO!
    Polla…vittoria anche per te allora!Sei poi uscita a cena?Capisco a tua fatica….CORAGGIO!
    miele come stai?Anche io adoro le mega insalate e le mega macedonie…infatti non vedo ‘ora arrivi la primavera anche per i suoi meravigliosi frutti profumati, ma soprattutto per il SOLE!!!
    Concordo con te sulle tecniche di rilassamento, da quando ho iniziato e sedute mi aiutano tantissimo!
    Mi piace anche il tuo consiglio a silvia: “prova a non vedere tutto in termini di riuscita/fallimento, altrimenti ci si sente sempre a terra. Vedi la cosa piuttosto come un percorso” Posso cogliere il suggerimento?Attendiamo la tua illuminazione!
    Luna blu dice: come vanno le pulizie?
    Ora seguo anche io l’esempio di Girasole e io e ALe andiamo a farci una bella scorpacciata di sole. Se internet non mi abbandona passo qui questa sera!BUONA DOMENICA!

  300. Azimut dice:

    Girasole grazie, mi hai davvero tirata su. Qui il sole va e viene, fa ancora troppo freddo per i miei gusti ma oggi voglio uscire in bici. Vado a vedere una mostra d’arte, non che ci capisca qualcosa ma almeno è un’occasione per imparare qualcosa di argomenti che proprio non mastico. Un abbraccio anche a te

    Silvia sì, dai, anche tu. Provaci e poi racconta. Non scoraggiarti mai. Anche tu mi sei mancata, moltissimo…

    Luna Blu sei una grande! Macché lacrime :-)

    Polla, ti immagino con una bella palla di vetro ;-)

    Maria Letizia, che le vittorie possano arrivare una dopo l’altra e con questa serenità

    Chiara* dove sei? Tutto a posto?

    Marianna, Vaniglia, Laura, kia, EteraDanzante, Ilaria (scendi dal tappeto e vieni qui a scrivere…), Miele, Amira, tinkytinky, Uhmhm, chi non scrive da un po’ e naturalmente la nostra yris e il nostro Aleph…..vi stringo forte

  301. silvia dice:

    Azimut sentirti così mi riempie di gioia!!
    Credimi ci sto provando davvero tanto, sto resistendo.

    Chiara se la tristezza o qlc cosa di negativo stai vivendo sappi ke il mio pensiero t’è vicino, e se invece stai bene…meglio così…goditela!

    Polla,Girasole anke qui il sole!!..vorrei ke mi riscaldasse

  302. yris dice:

    “la nostra yris..”
    che bello sentirsi chiamare così!!
    grazie azimut, bacio a tutte/i

    questi sono giorni di tensione, ma tornerò più luminosa che mai :-)

  303. Ilaria dice:

    Ma salve!!
    Ahahah Azimut, mi hai strappato una sana risata dal cuore! Oggi non sono proprio salita sul tappeto, non ancora almeno! E complimenti per la scelta della pizza al taglio, immagino quanto ti sia costata, ma ne è sicuramente valsa la pena.
    Sono appena tornata da un giro di parrucco e spese all’Auchan di Cagliari (ma guarda te se ogni volta devo fare 50 km per trovare un po’ di civiltà…). Per la prima volta dopo molto tempo mi sono concessa a pranzo una porzione di patatine preparate da me. Sono quelle tipo Pizzoli, “alleggerite” se così si può dire, ma il fritto vero e proprio può aspettare :-)
    Vedo che abbiamo un po’ tutte voglia e bisogno di stare all’aria aperta. Bene bene, chissà che il sole non ci aiuti a stare meglio in generale, o almeno a provarci!
    A dopo!

  304. Vaniglia dice:

    Ciao a tutti…un saluto veloce perché, vista la splendida giornata vorrei andare a fare un giro in centro.
    Stamane ho ricominciato a mangiare dopo 2 gg di vomito e digiuni…non ci credo, ma spero duri…non mi do per vinta, insisto, provo e riprovo…mi sono pesata, 21,9 Kg…poco, restringo, peso, controllo…ma, uscire dagli schemi x me è ancora troppo difficile…se serve per mangiare anche quel poco, che sia!

    Contrariamente a quanto credevo, mio padre a parte ieri che ha visto che non cenavo non mi sta rompendo le scatole…il clima è sereno, devo solo IO essere più disciplinata col cibo, non fare casini perché in fondo, se poi sorgono storie e liti varie, devo dire mea culpa!
    Voglio impegnarmi…spero di farcela.
    A stasera…una buona giornata a tutti.

  305. Girasole dice:

    Bene…passeggiare per questa piazzetta fa venire una certa fame, lo sapete????

    quasi sembra di stare in un sito di cucina!!!! ehehe…patatine fritte (Ilaria…mamma che voglia che ho di patatine, carne e verdure impanate – ne mangiavo a quintali…. gli arancini, che poteva fare solo mio papà perchè ha le mani grandi grandi e gli vengono bene!!!! mah, un giorno…andiamo per gradi),
    Pizze, insalatone…

    mmmmmmmmm….;-)

    Vaniglia… no, non darti per vinta…prova e riprova ogni giorno…
    leggo di te… devi essere più disciplinata… sì, lo devi fare, ma non so cosa intendi tu per disciplinata…io vorrei per te che la tua disciplina fosse MAI DIGIUNI….MAI!!!!
    “Voglio impegnarmi….spero di farcela” e allora, dai, leggi e rileggi questa tua frase e metti un piede davanti all’altro… e cancella le parole “poco, restringo, peso e controllo…”
    L’unico controllo che dobbiamo fare è quello che ci deve portare a star bene, giusto????

    uhmuhm, Chiara non vi leggo più… spero siate anche voi all’aria aperta!

    Azimut, sono felice di averti tirata su… ma se ci pensi bene… l’hai fatto tu, hai tirato su te stessa, e anche me;-) com’è la mostra?

    Silvia… se il sole non scalda… mettici un abbraccio, il mio e quello di tutte in questa piazza… meglio?:-)

    Maria Letizia… anche oggi bagno di sole, anche oggi sono andata un po’ più vicina al bordo… ho voglia di uscire fuori e sono sicura anche tu, fa paura lo so, ma teniamoci per mano, ok?
    Schemi schemi schemi, che ci fanno sentire tranquille? di nuovo lo stesso discorso… non dobbiamo necessariamente eliminarli… iniziamo a smussarli;-)
    ti abbraccio…

    Luna Blu…ottimo…litigata….corsa…Valentino…
    che invidia (non per la litigata…ma hai scelto un buon modo per affrontarla…chissà che bella Torino oggi:-)

    Uff…qui non c’è nessuno….:-( ma pechè mi tocca lavorare??? avrei voluto uscire anche io con voi!!!! eheheheh…ok, basta inizio a sentirmi un po’ pazza… tra un po’ inizierò anche a sentire le voci? :-o

    Basta, ragazzi, vi abbraccio

    ah….scusate se i miei scritti sono sempre pieni di errori… hihihi… ;-)

  306. Luna blu dice:

    Buonasera…speriamo Vaniglia che tu ci riesca…qua tifiamo tutti per te! ;-)
    Ho fatto tutte le pulizie…ho litigato epr bene con il mio sfidanzato…è molot triste tutto questo…Il massaggiatore mi ha chiesto se andavo con lui stamattina a vedere la macchina che si vuole comprare…mi fa incazzare eprchè me lo dice sempre all’ultimo…però mi ha detto che sarebbe andato al circolo…e allora visto che son a casa da sola da prima di pranzo son andata anche io al circolo…a correre al Valentino…che sole stupendo…quando son tornata c’era il massagiatore con due sue amiche…che amiche oche che ha e anche piuttosto ciospe…lo dico solo perchè son arrabbiata…speravo mi dedicasse un po di tempo..invece le sue due amichette erano venute apposta per lui…ma che vada a quel paese!!!!
    Ora son ancora sola a casa…anche il mio sfidanzato nn vede l’ora hc eme ne vado…stamattina mi son incazzata perchè è tutto zozzo e puzza tutto di fumo…e lui si arrabbia quando gli dico…di aprire la finestra…o di fumare fuori…lo so è casa sua questa…ma son quasi 90 mq che pulisco solo io…non credo tornerà presto…un’altra cosa che mi ha fatto incazzare è che la sera sta tutta la notte su un gioco al pc…e in cucina nn si puo’ entrare perchè c’è la nuvola di fumo…poi parla ad alta voce con i suoi amici e nn riesco neppure a dormire…ieri un suo amico l’ha invitata a pranzo…una grigliata..lui mi ha esclusa e poi nn me l’ha neppure detto se nn all’ultimo…dando per scontato che nn sarei andata…tanto io dovevo fare le pulizie…sono molto arrabbiata…ma sarà giusto essere arrabbiate con lui così..oppure son io che son fatta male?

  307. Ilaria dice:

    Eh be’, se è un quasi sfidanzato un motivo ci dovrà pur essere! :-P
    A parte gli scherzi, anch’io non sopporto le situazioni che hai descritto tu, Luna; soprattutto non sopporto le mancanze di rispetto e il non riconoscimento del mio lavoro. Tu hai corso al Valentino, io sul tappeto, ma l’importante è che ci siamo sfogate entrambe ;-)

    Girasole, è sempre un piacere leggerti, trasmetti un entusiasmo unico!

    Vaniglia, tieni duro, lo so quanto è difficile uscire dai nostri schemi, ma pensa a com’eri prima, senza di essi, te lo ricordi? Così come ce li creiamo li possiamo anche demolire!

  308. miele dice:

    Ciao blogghiste/i

    eh…oggi anche per me c’è stata un po’ di aria fresca, di sole…un bel giro in bicicletta nel pomeriggio, dopo una giornata passata purtroppo in macchina e all’ospedale a trovare un amico di lui che non è stato bene (ora però sta già meglio).

    sono megaraffreddata, che palle! per il resto abbastanza bene, tra poco qui arriva la pizza…e poi ho tenuto da parte lo strudel…speriamo di farcela :)

    chissà che la primavera porti anche qui dentr una ventata di energia e positività!

    LunaBlu mi spiace per la tua situazione, ma…dai, pazienza, che poi avrai la tua casetta e la tua vita tutte per te!

    Ilaria, ti mando un caro saluto!

    MariaLetizia buona domenica!

    Azimut complimenti per la pizza al taglio di ieri…quel mezzo chilo in più, tienilo con te, che male ti può fare?

    Chiara* ‘ndo stai?!?

    Baci

  309. Girasole dice:

    scusate…lo so, dovrei lavorare… però un po’ di musica me la concedo e volevo solo lasciarvi questa canzone che mi ha fatto pensare a voi…

    http://www.youtube.com/watch?v=84dhky430AA&feature=related

  310. miele dice:

    Girasole ma che lavoro fai, che hai questi orari/giorni?
    grazie della canzone, ora ascolto…

    Ah, per Polla: stamattina hai scritto di aver appena fatto colazione…ecco, per tornare agli schemi…io nemmeno di domenica riesco a far colazione tardi, con calma, restando a dormire più a lungo…continuo a sentirmi in colpa se non passano tot ore tra un pasto e l’altro….quindi tu, dal mio punto di vista, stai già uscendo da uno schema…quindi continua così, che vai davvero forte.

  311. Girasole dice:

    YAWN….
    scusate…
    mamma che noia, menomale che ci siete voi e la musica!!!

    Cara miele, faccio la receptionist…ma di sti giorni c’è poco passaggio :-(

    qualcosa da fare ce l’ho ma già che devo lavorare al pc ne approfitto ;-)

    anche a me ha colpito l’orario della colazione di polla… ricordo che mi capitava di far colazione tardi…ricordo che mi permettevo di dormire fino a così tardi…mi piacerebbe…
    altra cosa da mettere sulla lista… Miele, che dici, ce lo mettiamo come obiettivo?

  312. silvia dice:

    Yris, Miele,in termini di skema…il mio? nn mettere nulla dentro, nn è mangiare poco, far passare tot ore tra i pasti, o mangiare solo certe cose…il mio skema è il nulla, e qnd anke il poco entra è la fine…digiuno, o vomito, prefissarsi di saltare x giorni…ora lo sapte a ke livello sto. Da ke parte si inizia?
    scusate questo mio sfogo ma avevo bisogno di dirlo a qlc.
    sento sempre tanta differenza tra me e le altre persone, cn quelle normali, cn quelle ke hanno interessi, cn ki ha una vita.
    Ecco ora è kiaro, sn nel bel mezzo dei pensieri neri…giungono puntuali…Vi penso, grazie d’esserci.

    LunaBlu rileggendo ciò ke hai scritto io ci vedo tutte le motivazioni x cui hai deciso di tradirlo, oramai nn senti di condividere + nulla cn lui, ma ci vedo anke un altra cosa purtroppo…la delusione verso gli altri, e nello specifico verso ciò ke t’aspettavi dal massaggiatore, ke in questo caso vedevi cm un porto sicuro dopo la litigata…Io credo ke solo contando su te stessa e su tutte le capacità ke hai e ke t’hanno fatto esser così speciale da lottare e rinconquistarti l TUA vita riuscirai ad essere davvero felice…Forse il concetto è un complicato, cm me daltronde, ma volevo solo dirti d’esser fiera di te e di puntare molto + in alto xkè da ciò ke descrivi nè l’uno nè l’altro sanno apprezzarti davvero.

    Azimut, Chiara, Laura…

  313. Luna blu dice:

    Silvia credo tu abbia colto nel segno…ma credo di essere io che mi faccio trattare così…sempre ad elemosinare attenzione…come facevo con i miei genitori da piccola…non sono gli altri ad essere sbagliati…sono io che ho sempre tanta paura di non essere accettata…di non essere amata…penso sempre di non meritarlo…ma questo pensiero poco per volta sto imparando a sconfiggerlo…ad esempio anche quando una mia amica mi dice che ha da fare..che nn ha tempo epr me…invece di pensare che magari è vero penso che ha ragione eprchè gli altri son più importanti di me…
    Per quanto riguarda il mio sfidanzato..il punto è che gli voglio troppo bene…dopo 3,5 anni è normale credo…e allora mi sento in colpa…per quanto riguarda il massaggiatore…da oggi pomeriggio ho deciso che non lo cerco più…se vuole sa dove sono…sempre se ci sarò…ora voglio pensare solo alla mia casa…un abbraccio grande

  314. Luna blu dice:

    Però mi fa ridere che scrivi del massaggiatore come un porto sicuro dopo la litigata!!!!! E no…putroppo il vizietto di raccontare palle ancora nn l’ho perso del tutto…a lui cmq ho detto che io e il mio sfidanzato nn stiamo più insieme…bugia ovviamente…ma nella testa io sento che è così…è un modo come un altro per prendere tempo…ho bisogno di tempo…tempo per me… ;-)

  315. silvia dice:

    Ti capisco xkè è la stessa cosa ke faccio io. Credo, e mi sn sempre comportata cm se tutto ciò ke mi riguarduasse nn fosse sufficentemente importante…infatti l’ho eliminato…ho fatto fuori praticamente tutto di me, è difficile da spiegare…sento sempre d’esser sbagliata, di nn esser all’altezza. di nn meritarlo…
    X il tuo sfldanzato la cosa brutta è ke anke se nn avessi fatto nulla cn altri uomini ci sarebbe sempre stato un tuo sentirti in colpa, sentirti in qlc modo in difetto cn lui…è il nostro modo di sentirci…gli vuoi bene, è normale, 6 affezionata, ma cerca di concentrarti su di te.
    Fai bene! Il massaggiatore nn merita la tua attenzione…nn 6 qlc ke mette lì tra un impegno e l’altro…

  316. silvia dice:

    Hai bisogno di tempo e sopratutto credo anke di spazio x te!

  317. Luna blu dice:

    Cmq ho fatto un mucchio di sogni strani…mi ricordo solo che scavavo con le mani…e sotto la terra c’rano due ragazze giovani e avevano la bocca piena di terra…e mentre le liberavo sputavano la terra una verso l’altra…

  318. silvia dice:

    I sogni strani? nn ne parliamo…avvolte mi sveglio talmente sconvolta ke nn riesco a riprendermi x tutto il giorno, e sto cm una rincoglionita confusa

  319. miele dice:

    silvia, se il tuo schema è il nulla, allora si comincia semplicemente con il contrario di nulla, cioè QUALCOSA. a mangiare e tenere qualcosa. poi aggiungere dell’altro sarà più facile, ti sembrerà possibile, fattibile. come avevo scritto a chiara* una volta, il punto è che, ad un certo momento, bisogna provare ad agire diversamente, rinunciando, per quella volta, a tutte le sicurezze e la soddisfazione che derivano dal punirsi e dal restringere. bisogna decidere che, per quella volta, si accetterà la sensazione di gonfiore, pesantezza, sconfitta, disperazione che deriva dall’aver semplicemente mangiato e, senza compensare in alcun modo, si lascia soltanto che il tempo passi…si va a fare una passeggiata, si legge, si chiama un’amica, si scrive qui nel blog, si va a letto…e poi ci si accorge che, a distanza di qualche ora, tutto è tornato a posto, e la giornata va avanti, ci sono altre cose, e possiamo permetterci di lasciar sfumare la rabbia.

    Girasole: alzarmi tardi, o comunque mangiare fuori dai miei orari prestabiliti, è uno dei miei grandi obiettivi da un bel po’ di tempo…ci sto lavorando….facciamolo insieme!

  320. silvia dice:

    Miele ci ho provato, ma quel nulla è cm se fosse la sola cosa mia, da cui nn riesco a staccarmi! e’ l’ unica cosa ke m’appartiene, la sola ke ho.
    E’ tristissimo ragazze ke la sola cosa ke sento è il nulla!

  321. Polla dice:

    ..il mio problema è cucinarmi da mangiare.

  322. miele dice:

    Polla…anch’io ero alle prese con quel problema…non mi ricordo quanto ci ho messo ad uscirne…ma anche questo si fa pian piano…mia mamma non stava bene, mio padre tornava di fretta dal lavoro, così ho cominciato a cucinare io…prima per me e per gli altri, ora anche per me sola…ovviamente quando mangio da sola faccio fatica a rispettare bene la dieta, lo ammetto, ma di solito cucino abbastanza volentieri (tra l’altro ho finito proprio ora, ho preparato la cena per domani sera, perchè domani non avrò tempo). forza Polla, supererai anche questo, non ho dubbi.

    silvia, sì: è triste riconoscersi solo nel nulla. eppure anche dal nulla si emerge, se si prova ad individuare qualcosa a cui appigliarsi. ma a casa tua sanno del tuo problema? ti danno una mano, o devi sempre inventare scuse e bugie? molto concretamente: stasera hai cenato con qualcosa, oppure digiuno?

  323. Azimut dice:

    Silvia anche tu hai una vita, anche tu sei normale. Sei solo molto più sensibile di altre persone e questo ti ha portata a stare male. Ma ora noi lo sconfiggeremo quel nulla vero? Tu, io, le altre ragazze qui sopra lavoreremo tutte insieme perché quel nulla venga riempito. Di sogni, desideri, speranze, studio, lavoro e anche di cose buone da mangiare. Sì perché ora hai trovato il coraggio di illustrarci il tuo schema e quindi troverai anche la forza di combatterlo. E noi ti aiuteremo. Con tutte le nostre forze ti aiuteremo. Non so come sia andata oggi, ma da domani si comincia. Quel nulla si trasforma in qualcosa e tu lo terrai. Perché ci farai felici e riconquisterai te stessa

    Girasole… la mostra… tu sei arrivata da poco ma le altre capiranno… pittura piena di righe e punti, frammenti per intenderci. Sono quasi fuggita e uscita di lì ho messo gli occhi sull’impalcatura di un palazzo in restauro e nel vedere tutti quei tubi dei ponteggi per poco svengo… No comment!

    Chiara*…

  324. Girasole dice:

    cara silvia…non credo di avere altro da aggiungere…miele ha detto tutto ciò per cui è necessario passare, fare quel salto, una sola volta, per vedere cosa succede… fatti la domanda…”cosa può accadere?” nulla silvia…nulla, te ne accorgerai, non accadrà nulla! se qualcuno sa di questo problema, esci, fuori, tra la gente, dove non puoi nasconderti e scappare, e lì prova a mangiare qualcosa, magari che i sei portata da casa, così che tu ti possa fidare di quel boccone… io ho fatto così, è ha funzionato… è un lungo percorso, ma BISOGNA iniziare!

    prepararsi da mangiare…mi viene da sorridere, un po’ amaramente…
    cucinare era amore, era soddisfazione, gioia per me e per gli altri…desiderio di costruirci una vita in cucina…
    finchè…è diventato controllo…ossessivo, per il mio piatto e per quello degli altri…
    finchè…
    finchè non ho capito il male che ho fatto a me e alle persone che amo…
    spesso ancora non mi fido di ciò che cucinano i miei, ma piano piano sto permettendo loro di farlo, perchè ragazze…sono stanca, sono stanca davvero di questa prigionia che mi fa mancare l’aria, che mi toglie la luce, mi sento un pappagallo con la catenella alla zampetta…
    sono stanca di passare le mie giornate, le mie ore libere in cucina…per cosa poi? per cucinare cose senza sapore…
    quindi, cerco a fatica di resettare, e torno un po’ bambina, devo imparare di nuovo a mangiare, devo imparare di nuovo a cucinare…

    sapete, ho fatto una torta questa settimana, ho chiuso gli occhi e ho pensato all’atto d’amore che stavo facendo, ho pensato che nessuno mi obbligava a mangiarla..era una mia scelta, farlo o non farlo, ma non potevo rovinare il dolce anche ai miei…

    poco burro, poco zucchero, ricotta, latte…

    finalmente!!!! una soddisfazione…per me una sola fetta, quella pesata, troppa, ritagliata e poi…mangiata tutta…

    sto tornando? non lo so!
    sicuramente non sono più quella di tre anni fa…sono cresciuta, sono cambiata, ho imparato tante cose, a mio discapito certo, ma ora non posso far altro che imparare dai miei errori, e cercare di non ripeterli!

    ops…mi sono un po’ persa nei racconti, e ho perso il filo…
    spero abbiate fatto una buona cena,

    polla, cosa hai cucinato di buono?

  325. Polla dice:

    ..vorrei parlare meglio di qsto mio problema col cucinare,ma ora non so come mai non ho voglia di pensarci,ma credo sia una delle mie solite fughe per non affrontare la questione.. se qualcuno mi prepara da mangiare,mangio qualsiasi cosa(ma cmq non è una scelta libera la mia perchè è come se lo facessi perchè devo e non perchè mi va davvero e non va bene,perchè dovrei cmq scegliere),se devo farlo io,seguo i miei schemi.. qsta cmq è la sostanza. ed è il fulcro attuale del mio problema. il nocciolo proprio e lo so. e mi irrita da matti. mi irrita perchè sono stata vittima di molti schemi che ho voluto combattere,ma qsto proprio è come se non lo volessi fare,perchè non mi costerebbe davvero nulla. scuse,solo scuse.
    Per gli orari ad esempio ora come ora riesco ad essere stra labile.. colazione tardi,oggi per esempio ho pranzato alle 15.. solo con la cena mi viene + difficile.. ma io tendenzialemente devo avere sempre lo stomaco pieno,perchè avere fame mi agita.. e anche qsto è un altro problema. avere lo stomaco pieno quasi tutto il giorno mi appesantisce un po’,ma credo che sia dovuto anche al fatto che la mia alimentazione non sia proprio corretta. al centro non mi danno schemi da seguire per evitare di crearmi ulteriori “limiti”,ma mi hanno spesso mostrato e dato esempi di cose che potrei fare.. potrei.. ma ultimamente mi sta frullando nella testa che la mia mancanza di massa magra(ovvero incremento di peso) implica che la mia testa non funziona al meglio,non le do la possibilità di funzionare appieno.. così manco di memoria,di attenzione, e sono + vittima di pensieri ossessivi.. cosa che non accadrebbe se avessi un peso + sano. ecco.. mi fa incazzare sta cosa e sta diventando una dei motivi principali della mia voglia di guarire.. darmi la possibilità di essere io appieno.. io non punto a tornare come prima,non mi importa, non voglio scoradarmi di qsto percorso, voglio essere io dopo qsta fatica,la io nuova,quella che in un modo o nell’altro sarebbe uscita cmq.. aspirare a tornare come si era prima è un po’ come voler tornare indietroe indietro non si torna e cmq se si tornasse come si era prima significherebbe poi ricadere nella malattia perchè vuol dire che anche se stavo bene,qualcosa cmq non funzionava.. bisogna andare avanti e reinventarsi in base a quello che abbiamo vissuto.. così. punto. vado avanti.. guardo avanti e cerco di stimolarmi. ma a volte mi incazzo e non ho voglia della tristezza,non la voglio + per qsti motivi,la voglio per cose nuove. voglio rompere qsto diavolo di guscio. come ho fatto per tante cose.. così sarà per qsta.
    e vi ringrazio.. vi ringrazio davvero!

  326. silvia dice:

    Polla grazie a te di parlarne, di far scorrere quel flusso di energia, di grinta, di svolta…la questione è proprio quella d’andar avanti, nn di tornar a cm si era prima della malattia, a me anke questo spaventa tantissimo, la questione è andare avanti…

    Grazie a tutte x l parole ke mi avete rivolto, mi fate sentire meno sola.
    Miele x risp alla tua domanda, a casa mia nn sanno, hanno intuito qlc in passato ma nn sanno, nn se ne parla… e sì…purtroppo vivo spesso di scuse e bugie, nonostante nn lo volessi, nonostante nn volessi far loro questo.

    Azimut grazie tantissimo xkè sentirti così propositiva nei miei confrnti mi fa pensare k lo sarai anke cn te stessa…Dici ke lavoreremo tutte insieme, e io voglio crederti. E’ difficile x me vedere ora quella vita di cui tu parli, quella vita ke dovrei essere…

    Ho provato di nuovo, in genere nn tocco nulla ma ho provato a riempire il vuoto…ora mi sento tanto in balia.

  327. Polla dice:

    ..Silvia.. in balia di cosa? cosa hai toccato? magari a dichiararlo riuscirai a dargli il giusto peso.. anzi,è così,ma devi avere il “coraggio” di dirlo,di scriverlo.. vedrai che non è nulla di grave.. :-) ! niente balia.. si fa!

  328. Marianna dice:

    Resisti Silvia, resisti!!
    Brava, ci stai provando, è già questa una prima grande vittoria!Se hai voglia di parlare io sono quì.

    Polla, ho letto avidamente tutti i tuoi post. A parte che mi trasmetti una carica incredibile e poi, devo proprio dirtelo, ma sei eccezionale!Sono sicura riuscirai anche a superare lo scoglio del riuscire a cucinare per te stessa senza seguire gli schemi. Si sente che sei motivata, che affronti i tuoi limiti. Fantastica!

    Miele, come va il raffreddore?Come è andata la serata?Strudel…buono!

    Azimut, ma queste linee ti perseguitano proprio!
    Sei stata bravissima a vincere la paura e a concederti la pizza al taglio insieme alla tua famiglia. Questa notizia mi ha davvero resa felice!Ti abbraccio forte!

    Girasole, sento tanta positività nelle tue parole!Cucinare per gli altri deve essere un gesto d’amore, ma anche cucinare per noi stesse. Gli orari, anche quelli riusciremo a combatterli, un passo alla volta. Ti abbraccio.

    Maria Letizia, buon inizio di settimana!

    Chiara, dove sei?Spero che tu abbia trascorso una lieta giornata. Ti ho pensata tanto oggi, mi sono ricordata della tua voglia di assaporare una brioche.

    Un saluto speciale a Ilaria, Alpeh e Luna Blu.

  329. silvia dice:

    no, mi dispiace deludervi, ma nn ho resistito…la cosa positiva è ke nn ho gettato via proprio tutto, nn ci sn riuscita, ciò nn signifiki ke nn mi potrebbe capitare d’andar a buttare di nuovo la mia vita nel cesso + tardi…avvolte mi capita fino al giorno dopo…ke skifo ke sn! nn vorrei contuare così, ma nn ci riesco!

    Nn è stato facile aprirmi e dirvi del nulla, del vuoto, del mio skema.

    Grazie d’esserci, delle vostre parole.

  330. Marianna dice:

    Non fa niente Silvia, ci hai provato. Non ti devi abbattere, anzi, devi essere comunque contenta per il solo fatto di aver tentato a colmare un poco di quel vuoto che senti. Io sono orgogliosa di te. Ce la farai, Silvia, ce la farai!Ti voglio bene!!

  331. silvia dice:

    Nn ho parole, solo Grazie amike mie

  332. Cely dice:

    laura, ti penso sempre.
    Vieni a vivere da me, sulle colline marchigiane a due passi dal mare. Quanto odio il mare d’estate…farei volentieri a cambio, peccato non abbia una casa tutta mia.

    A tutte le altre: quando ho un attimo vi leggo, non posso dimenticare persone speciali come voi. Continuate a combattere per la felicità. Vi abbraccio.

  333. Aleph dice:

    Buonasera a tutte!

    Scusate se vi scrivo solo a quest’ora, sono stato un pò fuori oggi…

    Silvia, come ti hanno scritto tutte…Lotta Lotta Lotta…provaci, continua a provaci, fallirai qualche volta, ma rialzati e lotta più forte. Stringi i denti, tira fuori le unghie, passo dopo passo. Sii contenta del modo in cui ti stai aprendo qui con noi, tra di noi. Ci stai provando, e devi esserne felice. Come ha detto Marianna: so che ce la farai, lo credo anche io con tutto me stesso. Io ci sono.

    Marianna, invece di cosa ci racconti?hai commentato per gli altri, ma a me importa anche di te!!!Ti penso…

    Ecco, leggendo i vostri post, mi è venuta in mente una domanda, una specie di dubbio: come mai questa “fissa” per gli orari, per il tempo?Sono sincero, è una cosa che non so e mi piacerebbe ne parlaste, così magari vi aiuta e io imparo qualcosa in più…e magari capisco se è una cosa che sente anche la mia amica, dato che non me ne sono mai accorto…

    A proposito di Lei…quanto è stupendamente bello ma altrettanto terribilmente complicato avere a che fare con una persona come Lei?
    Un solo esempio: ieri, giornata pessima per Lei, è stata male buona parte del giorno…verso sera, mi chiama, è dolcissima, mi dice che le manco tantissimo (credo che da quando la conosco me l’abbia detto 2-3 volte, lei “odia” dire a qualcuno che le manca)…me l’ha ripetuto più d’una volta…mi ha chiesto di andare da Lei oggi, io le ho detto che ci avrei pensato e lei mi ha risposto: dillo più convinto però che ci pensi…quindi boh, davvero telefonata molto dolce. Poi lei ieri sera è uscita con un pò di amici (tra cui il “prescelto” di questo periodo, con cui però forse sta costruendo un rapporto un pò più “forte” di quanto faccia di solito)…stamattina la chiamo per metterci d’accordo, e credo che abbia dimostrato l’entusiasmo di un condannato a morte all’idea di vedermi. Alla fine, un pò arrabbiato, ma ci sono andato davvero da Lei, anche se solo per un’oretta. All’inizio distacco totale, era intrattabile, mi rispondeva male a qualsiasi, qualsiasi, cosa le dicessi. Poi gliel’ho fatto notare, e lei in effetti l’ha ammesso. Poi beh niente, abbiamo parlato un pò di cose “serie” e la situazione è andata migliorando. Cmq però distaccata, mi ha abbracciato forte quando sono andato via solo perchè io stavo uscendo senza farlo io.
    Niente, volevo condividere questo con voi. Credo che avessi forse bisogno di scriverlo, non lo so.
    Ah, già che ci sono, un’altra cosa. L’altro giorno, parlando del più e del meno, mi stavo lamentando di qualcosa che mi avevano detto i miei genitori. E Lei mi ha risposto tipo: secondo me tra meno di un anno tu andrai via di casa, e a quel punto sarà pericoloso perchè sarò davvero attratta da te…cosa ne pensate?

    Scusate, stasera ho parlato più di me che di voi…però dai, almeno vi distolgo un pò dai vostri pensieri no???Come sono bravo a girare le cose dalla mia parte!Ehehehehehe…

    Yris, vado a nanna così vengo da te!

    Buonanotte

    Aleph

  334. Aleph dice:

    Cely!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Abbiamo scritto quasi insieme!!!!!

    Ti rispondo appena riesco!!!!!!!

    Che bello leggerti!!!!!

  335. silvia dice:

    Aleph grazie anke a te del tuo sostegno, sì lotterò di nuovo, lo so, ne sn convinta.
    C’ho ripeovato, cn della frutta…lo so, a quest’ora nn è l massimo ma nn andrò a gettar nulla,a costo di star male…ma tanto poi ci sto lo stesso, quindi???

    X quello ke hai raccontato su di lei…è davvero difficile tenere così tanto ad una persona e accettare anke ke lei veda altri…io nn credo lo sopporterei…cmq è normale ke si sentirebbe + attrata da te se ti vedesse “meno fratellino”…meno la persona affidabile ke 6…+ ribelle, forse anke xkè + lontano dalla tua famiglia…sai ke su questa cosa capitava anke a me, di nn accettar molto la stabilità di certi ambienti familiari…boo

    Voglio rivolgere un ultimo pensiero a tutte voi

  336. Vaniglia dice:

    Buongiorno a tutti…oggi è una nuova giornata che spero passi tranquilla come quella di ieri…pranzerò al lavoro e già mi frulla in testa l’idea di mangiare solo una mela, poi magari spremuta, succhi, thé…sono una scema perché già la volta scorsa questa idea assurda mi ha portato a sbarellare, a cedere poi all’abbuffata….vedremo come va a finire.

    E’ incredibile, dopo solo un giorno di alimentazione “normale” cerco di restringere….sono incorreggibile!
    A casa per ora tutto ok…ieri ho cucinato come al solito per i miei, ho fatto una torta di mele splendida….credo pure buona, io non assaggio…! Da brava ex pasticcera però, credo proprio che lo sia…mio padre mangia sempre di gusto i miei dolci.
    Stanotte ho dormito bene ma ho dimenticato l’apparecchio e così stamane, forse perché cmq nel mio inconscio sono nervosa, avevo i denti serratissimi, avrò digrignato alla grande!
    Ora vi lascio e auguro una buona giornata a tutti.

  337. Maria Letizia dice:

    Questo è quanto avevo scrittto ieri sera…(chissà dov’era finito)

    Buona sera a tutti! Come è andato il vostro we? Io sono molto contenta: nessuna abbuffata, né vomito, ma solo tranquillità, serenità e regolarità; ancora schemi per potermi specchiare in essi e misurare le mie azioni e la mia giornata, prima o poi me ne libererò, ma ora ne ho ancora bisogno….Voi come state?
    Azimut come è andato il tuo giro in bici, anche io domani a tiro fuori e faccio un pezzo in bici anziché in pullman per andare a scuola…mi mette di buon umore!Grazie per il tuo pensiero…UN ABBRACCIO!
    Chiara* come stai?
    Ilaria …il sole è il miglior antidepressivo…io ne ho così bisogno!!!!
    Vaniglia stai meglio?Hai fatto a tua passeggiata?Impegnati, come scrivi e come cerco di fare anche io…CORAGGIO!
    Girasole, grazie per la mano che mi porgi, la stringo forte!!!
    Maria Letizia… anche oggi bagno di sole, anche oggi sono andata un po’ più vicina al bordo… ho voglia di uscire fuori e sono sicura
    Luna blu …sono d’accordo con te
    Miele, grazie per il tuo pensiero!M unisco a te, silvia e Luna Blu riguardo alle riflessioni su questi nostri schemi da cui è così difficile staccarsi e sul nulla che fa così paura!
    Polla non occorrono tante parole, anche io non amo cucinare per me stessa….e se lo faccio non mi allontano da un grammo dai miei schemi, sono la mai ancora di salvezza, è sicuramente vero quello che scrivi: “la mia mancanza di massa magra(ovvero incremento di peso) implica che la mia testa non funziona al meglio” lo essi in un libro,ma è un serpente che si morde la coda…
    CORAGGIO, guardiamo avanti insieme, percorriamo questa strada…prima o poi vedremo una nuova luce.
    Domani si ricomincia, ma sono ottimista, sento che sarà una settimana stimolante…VI ABBRACCIO DI CUORE…TUTTE QUANTE…BUONA NOTTE!

  338. Maria Letizia dice:

    Buon giorno a tutti e buon inizio settimana, come ogni lunedì mi sveglio sempre prima del previsto, buon segno, significa che sono contenta di andare a lavorare; fa anche meno freddo , provo a prendere la bici, magari per un tratto di strada…
    Marianna grazie, buon inizio settimana anche a te!
    silvia …ognuno scrive quello che si sente, non ti devi sentire obbligata in nulla!Grazie a te per quello che ci racconti
    Cely…posso venire a vivere io da te, mi basta anche solo qualche giorno…chissà che pace!
    Aleph grazie per condividere con noi le tue emozioni…
    buonasera a tutte!
    Vaniglia …buona giornata anche a te e buona giornata a tutte le altre, “volo” con la mia bicicletta nella nebbia mattutina…UN ABBRACCIO!

  339. Ilaria dice:

    Buon inizio settimana a tutte, struccotto ad Aleph :-D
    Oggi giornata superpiena, non perché abbia di mio così tanti impegni ma perché me li sono creati apposta per evitare certe situazioni pericolose. Ho visto che funziona e quindi continuo su questa strada.

    Silvia, che dire? Mi dispiace che il tuo tentativo non abbia avuto subito l’esito che meritava, ma quantomeno ci hai provato, e Dio solo sa quanto ci costa anche solo metterci nell’ordine delle idee di provare qualcosa di diverso dal nostro solito! Bene così, un passetto alla volta.

    Maria Letizia, buon lavoro e su con la vita!

    Polla, la forza che hai dimostrato finora ti aiuterà a superare anche quest’ultimo ostacolo, sono fiduciosa per te!

    Miele, ma lo sai che anch’io ho dei problemi con gli orari? Ad esempio anche nel weekend mi sveglio sempre alla stessa ora per riuscire a far passare almeno 3 ore e mezza fra colazione e pranzo, perdendoci così ore di sonno prezioso :-(

    Vaniglia, una mela e una spremuta sono sempre meglio del digiuno e fin qui non ci piove, ma chi meglio di te sa che per lavorare, o anche solo per pensare, ci vogliono energie? Non puoi permetterti di crollare a terra! Ti prego, pensa a questo, pensa a te!

    Ciao Cely, mi sa che non ci siamo mai incrociate finora, come stai?

    Marianna, tu? Non hai parlato molto di te, come sta andando?

    Un ultimo pensiero a Chiara, Fran, Stella e a chi non si fa vedere da un po’. Buon tutto!

  340. miele dice:

    Ciao!

    Non ho molto tempo, ma volevo rispondere ad Aleph sugli orari…perchè gli orari rimangono un mio grande problema.
    Vedi Aleph…la parola chiave è CONTROLLO. Quando ho dovuto ricominciare a mangiare, ho detto addio ai digiuni. Ma continuavo a restringere, e così mantenevo un certo controllo. Poi col tempo ho dovuto rassegnarmi a restringere sempre di meno, e così adesso, anche quando restringo, diciamo che comunque mangio a sufficienza. E però non me l asono mai sentita di smollarmi del tutto, non ancora. Allora ho sviluppato un’altra fissazione: se devo mangiare, se devo mangiare cose anche caloriche, se devo aumentare, ok: però mangio quando lo decido io. Questo mi dà di nuovo l’idea di controllare il cibo, in qualche modo. In particolare, per convincermi di meritarmi di mangiare, devo sapere che è passato parecchio tempo dal pasto precedente, almeno alcune ore. Allora la mia testa dice “ok, puoi concederti di sentire la fame”. Questo significa, ad esempio, che non riesco a fare merenda alle 5 di pomeriggio, se so che poi cenerò alle 7-7.30. Non riesco a pranzare alle 2 di pomeriggio, ho il bisogno psicologico di pranzare prima, perchè poi altrimenti arriva subito l’ora della merenda, e così via. C’è poi un altro aspetto, che è quello che odio di più: Io mi metto sempre a confronto con gli altri, nel mangiare: se devo mangiare con altri a cena, ad esempio, l’aver mangiato prima di loro a pranzo mi fa sentiere più in diritto di mangiare a cena. Perchè tutto questo? E soprattutto: come sbloccare questo schema ossessivo? Non lo so ancora. A volte ci riesco, lo faccio se capita l’imprevisto, ma mi arrabbio sempre un po’, mi innervosisco. Invece quando so già che, ad esempio, andrò ad un pranzo e il pranzo inizia alle 13.30 (per finire quindi verso le 15), vado in totale paranoia, penso già salterò la merenda e che a cena mangerò meno. Che palle.

  341. yris dice:

    aleph!!! la prossima volta prendila fra le braccia, accarezzala e baciala!! :-)
    le donne ogni tanto hanno bisogno di sentirsi “amabilmente forzate”..

    ciao bimbe, un saluto al volo a tutte.
    questa volta un pensiero speciale a silvia, azimut, chiara, amira, kia..

  342. Ilaria dice:

    Miele, mi hai tolto le parole di bocca, sono nella stessa identica situazione. Io ragiono per MERITO, ossia se faccio colazione tardi, mettiamo alle 10.30-11.00, e dopo poco pranzo, penso di non meritarmi il pranzo, perché non ho ancora smaltito quello che ho mangiato a colazione, perciò non posso che ingrassare… che caos!!

    Buona giornata yris! Ora corro sul serio :-)

  343. Azimut dice:

    Silvia sei stata grande, all’una di notte hai trovato la forza di prendere della frutta. Io credo che vada benissimo e che in questo momento la cosa importante per te sia ripartire, senza porti il problema di cosa e dell’ora. Quello che ti senti. E’ fondamentale che il tuo organismo si rimetta in movimento e che tu riesca a tenere qualcosa, il problema di quale cibo arriverà in un secondo tempo. Credo che sia stato fondamentale riuscire a parlare di quel nulla, in qualche modo gli hai dato concretezza, lo hai reso tangibile. Sono sicura che da ora in poi ce la farai. Non scoraggiarti mai, se si cade ci si rialza e si va avanti. Anche oggi, quel nulla va riempito anche con poco per farlo diventare qualcosa. Io ci sono, continuo a tenerti.

    Aleph il mio schema orari è il seguente: non mi importa a che ora faccio colazione, pranzo e cena. Solo che devono essere una colazione, un pranzo e una cena, al di là delle quantità che spesso sono veramente esigue; non ammetto merende, spuntini, nemmeno una caramella fra l’uno e l’altro. Solo acqua, tanta acqua. Per la tua amica…credo che ti veda un po’ troppo fratello e confidente, forse per lasciarsi andare ha bisogno di vedere in te qualcosa di diverso. La cosa che ti ha detta riguardo al tuo uscire da casa mi sembra piuttosto esplicita. Un abbraccio

    Chiara* spero che vada tutto bene, ti sono vicina e ti penso costantemente. Non mollare mai.

    Un abbraccio a tutte

  344. laura dice:

    costretta a letto da tre giorni di febbre no stop, trovo ora le forze per salutarvi, la febbre sembra non volerne sapere di salutarmi, si vede che si trova bene con me!!.. ora torno a letto, non ce la faccio più, voglio stare bene.

  345. Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!

    Grazie in particolare a Miele e Azimut per i chiarimenti riguardo gli orari…

    Miele, spero che scrivere quelle parole ti abbia magari un pò aiutato a capire che in fondo è un problema che non esiste e che puoi benissimo superare. Magari inizia pian piano, come hai fatto con il cibo. Mangia 10 minuti dopo il previsto per qualche giorno, poi mangia un pò prima, poi un quarto d’ora dopo…fai tanti piccoli passi e in men che non si dica ti accorgerai che non guarderai nemmeno più l’orologio…

    Laura, guarisci!Cerca di riposarti e recuperare un pò di forze ok?

    Vaniglia…lotto con te!Dai dai dai che ce la fai!Sforzati più di quanto tu abbia fatto finora…

    Ora devo scappare, ci sentiamo tra un pò…

    Buona mattinata

    Aleph

  346. miele dice:

    Aleph grazie del consiglio…sai, al momento non mi è tanto facile smollarmi perchè la mia dieta prevede 6 pasti al giorno, 3 principali e 3 spuntini…già mi sembra di stare sempre a mangiare…
    Però hai ragione, si può provare. Ti farò sapere come mi sento, come va.

    Azimut anch’io una volta non mettevo in bocca niente, tra un pasto e l’altro. Per anni ho raccontato al dietologo che facevo merenda, e non era vero. La prima volta che l’ho fatta sul serio, non ti dico che disagio. Ma ho dovuto, perchè in alternativa avrei dovuto fare pranzi e cene da chissà quante calorie e non avrei digerito mai più. Adesso la cosa mi spaventa meno ma, ad esempio, non la faccio mai di domenica perchè so che la sera si mangia la pizza, e allora voglio tenermi un po’ di appetito: però questo non mi sembra tanto sbagliato, almeno credo.

    silvia bravissima con la frutta: oggi riproviamo?!

    Proseguo con le mie ricerche, buona mattinata!

  347. Chiara* dice:

    Ho toccato il fondo.
    Sono stata a letto 24h consecutive. Ho saltato il lavoro senza nemmeno avvisare.
    Mi sono alzata solo ora e guardandomi allo specchio ho visto un mostro.
    Occhi così gonfi e chiusi che sembrano tumefatti. Capelli sporchi, faccia devastata dai graffi che mi sono fatta…
    Ho toccato il fondo.
    E non credo che saprò risalire.
    Il dolore mi sta squarciando l’ anima. Non ho la forza per reagire, per trovare un modo di risollevarmi.
    Vi porto nel cuore.

  348. Ilaria dice:

    Sì che saprai risalire, Chiara, come hai sempre fatto e continuerai a fare!

  349. Azimut dice:

    Chiara* fatti una doccia, mangia qualcosa e esci fuori a respirare. Fai entrare l’aria dentro. Giarda il cielo e respira. Da qui si riparte e si risale. Insieme. Non ti lascio

  350. yris dice:

    chiara, ce la farai.
    a volte toccare il fondo dà la spinta per risalire.
    forza! doccia e aria fresca!
    subito.
    non restare lì incantata di fronte allo specchio.
    noi ti teniamo

  351. Polla dice:

    ..Ciao Chiara*,passo giusto giusto per darti un po’ di grinta.. non so lì,ma qui c’è uno splendido sole e un cielo azzurro.. credo anche io che uscire a pigliare un po’ di aria ti faccia bene.. doccia,vestiti comodi in cui ti senti a tuo agio e via.. non voglio obbligarti ad uscire,non forzarti se non ti va,ma cerca cmq di fare cose piacevoli. col lavoro chiarirai e sono sicura che se ti sei permessa di non avvisare è perchè in fondo un soluzione sapevi che l’avresti trovata.. dai dai.. abbandona qsto senso di colpa che ti attanaglia l’anima, via.. quello che è fatto è fatto e nulla è irrimediabile,dove c’è problema c’è anche soluzione o cmq esiste un’alternativa, se no non si chiamerebbero problemi.. dai dai. noi siamo qui cmq.. quando vuoi!!!!

  352. silvia dice:

    Chiara 6 caduta, nn fa niente, x qnt è difficile puoi risalire, hai tutte le capacità x farlo, nn mollare, nn arrenderti…FORZA! doccia e esci fuori. Se ti va di arlare racconta tutto dall’inizio, cn calma, ma nn sparire, nn lasciarti andare…qui ci sn tante mani ke ti sostengono…pensaci.

    Azimut tu cm stai? Oggi nn so cm andrà ,a sapere ke ci 6, ke hai deciso anke tu di lottare mi da forza.
    Miele avevi ragione, nn è successo nulla, sn riuscita a nn sentirmi troppo in colpa, troppo strana, troppo sbagliata stamattina x essermi concessa quella frutta.

    Laura buona guarigione!

  353. Azimut dice:

    Silvia visto che ce la puoi fare, ti sei messa in cammino e io ti sto dando la mano. Senza di te non ce la posso fare neppure io. Non so dove arriveremo ma stiamo andando… Oggi non sto bene ma se lotti tu ci provo anch’io

    Laura cerca di stare meglio. Un abbraccio

  354. silvia dice:

    Ok, insieme allora!
    Nn lasciare spazio al nero, io nn voglio dargli neanke un spiraglio!

    Chiara ti unisci a noi?

  355. miele dice:

    FORZA RAGAZZE!
    Lasciatevi ispirare dal sole che c’è fuori…la primavera non è lontana…

    A più tardi, vi penso e vi abbraccio forte

  356. Marianna dice:

    Chiara, metti le scarpette e vai a correre!Esci, corri, sfogati, non può che farti bene. Quando hai voglia di scriverci cosa ti ha fatto così male noi siamo quì. L’importante è che ora tu faccia qualcosa.

    Ragazze, io sto combattendo con la voglia matta di correre in bagno e ficcarmi due dita in gola. C’è una situazione davvero pesante a casa mia tra mia madre e mio padre, hanno avuto una lite molto forte, mia madre voleva andar via di casa ed è venuta da me piangendo ed inveendo contro mio padre. Sono volate tra loro parole pesanti ed io non riesco a non assorbire tutta questa negatività, ci sto provando ma nella mia testa le cose di ieri mi martellano di continuo. Provo a dirmi STOP, a pensare ad altro ma non ci riesco del tutto e ho solo voglia di farmi male.

    Magari mi faccio una camomilla e mi riposo un pò, così mi passano questi cattivi pensieri…a più tardi

  357. miele dice:

    Marianna: esci anche tu! Esci di casa, va a respirare un’altra aria! Metti le cuffie e una buona musica, portati un libro.
    Ragiona un attimo: perchè la situazione di casa tua dovrebbe tradursi nelle tue due dita ficcate in gola?! Strappa questo collegamento fra due cose che sono diverse, una non risolverebbe l’altra.

    un bacio

  358. Azimut dice:

    Marianna ha ragione Miele, prova a uscire o a fare qualcosa. Finiresti solo per stare molto peggio e saresti di minor aiuto anche a loro. Resisti, ti tengo stretta stretta

  359. silvia dice:

    Marianna sii forte! esci, vai fuori, kiama il tuo ragazzo…ma nn restare imprigionata così. ce la farai!

  360. Ilaria dice:

    E oggi sto male anch’io… nonostante tutte le buone premesse… nonostante mi sia sentita forte come una leonessa nei giorni scorsi… :-(

  361. Azimut dice:

    Miele la primavera non è lontana, ma io continuo ad avere le mani congelate. I cubetti di ghiaccio del freezer sono più caldi. E dentro la lama che scava e scava implacabile…difficile anche scrivere oggi…

  362. Azimut dice:

    Ilaria….anche tu…. ma oggi che succede…. :-(

  363. Chiara* dice:

    Non ce la faccio.
    Questa volta mi sono fatta troppo male.
    Il pensiero poi che Lui stasera parte e starà via 3 giorni, i miei che domani tornano a casa… tutto quanto insieme mi fa sentire ancora più impotente. Più sola, più devastata.
    Non ce la faccio. Dico davvero.
    Ci ho provato tante volte e tante volte sono riuscita a rialzarmi ma questa volta è diverso. Questa volta si è rotto qualcosa dentro di me in un modo in cui non si ricostruirà.
    Il cibo non c’ entra niente. Anche se ha avuto la sua parte è stato solo una conseguenza.
    Non provo nulla. Mi sento vuota. Non riesco a smettere di piangere. Ho paura. Paura di essere abbandonata, di perdere chi amo, di non essere all’ altezza né degna di questa vita. Ho paura di vivere. Ho bisogno d’ aiuto ma un aiuto vero. Non basta quanto sto già facendo.
    Sono arrivata a farmi del male fisicamente. Ho desiderato morire. Sì. E ho provato a fare quel passo.
    Sono al limite. Sono arrivata davanti al baratro e ora ho solamente 2 possibilità, 2 strade: cercare di rialzarmi in qualche modo e tornare a galla oppure sedermi qui e lasciarmi andare completamente.
    Al momento non ho sufficiente forza per combattere. E nemmeno la voglia di farlo.

    Non vi lascio, vi porto nel cuore. Ma fino a quando non avrò ritrovato almeno un po’ di equilibrio mentale non voglio stare qui.
    Non saprei come esservi d’ aiuto, non saprei cosa dire, non sarei me stessa.
    Vi amo angeli.
    Perdonatemi.

  364. claudina dice:

    ciao..come si fa ad iscriversi? grazie a chi mi rispondera’.

  365. Maria Letizia dice:

    Aiuto…ripetizioni saltate ..buco di due ore…noia…paura del Mostro…ho paura, ho bsogno di voi!

  366. Polla dice:

    Chiara,ma se noi ti chiediamo di restare.. perchè te ne devi andare???? non riesco a capire.. cioè.. se la cosa ti fa stare male,allora ok,ma altrimenti credo che a tutte la tua presenza non faccia altro che piacere.. non ti si chiede di stare bene per forza,ma di esserci..di stare qui con noi..

  367. Polla dice:

    ..Marialetiza,ma pensaci.. paura di cosa?? hai pranzato?

  368. claudina dice:

    …forse mi dovrei presentare qui…soffro di anoressia nervosa restrittiva da circa 2 anni…sinceramente nn ne posso piu’..nn riesco ad uscirne…mi concedo di mangiare qualkosa solo nel fine settimana…per il resto introduco quasi nulla…la mia ossessione e’ il cibo..sono le calorie..la paura di ingrassare..di tornare grassa come ero un tempo…nn ho piu’ voglia di vivere,perche’ questa nn e’ piu’ vita…e’ un inferno…se potete aiutatemi…

  369. Polla dice:

    ..Ciao claudina, qui sicuramente troverai qualcuno con cui confrontarti e che ti capisce,però come tu ben saprai l’aiuto,quello concreto, te lo puoi dare tu..
    se hai voglia di raccontarti,noi siamo qui.. quanti anni hai? cosa fai nella vita? da come scrivi,sembri molto giovane,sbaglio?

  370. Polla dice:

    ..MariaLetizia??? ci sei? non sparire dai.. please.

  371. silvia dice:

    Chiara nn sparire, qui nessuno può dire di portar sempre gioia, serenità o supporto..qui ci si confronta, si sta isieme, si parla…e vedi un pò: NN ci si abbandona! ora nn farlo tu, nn abbandonare, questa paura folle ke hai dell’abbandono eè il tuo primo modo x reagire, è la tua prima risposta al dolore, abbandoni qui, abbandoni la tua lotta, abbandoni i tuoi progetti…Fai tabula rasa su tutto! ti vuoi sedere e nn rialzarti? Io nn ci credo! Nn è questo ciò ke vuoi! Tu vuoi vivere una vita ke nn è quella ke ora ti senti intorno…infatti…ho detto bene, quella ke hai intorno, xkè la Vita vera nn te la fai scorrere dentro…nn ce la facciamo scorrere dentro…x tutta la paura ke ci condiziona: paura di cambiare, di affrontare cose nuove ke pensiamo a priori siano impossibili, insormontabili. No Chiara io nn voglio ke tu vada, xkè se t’arrendi tu allora nn ha senso continuare neake x nessun’altra qui, neanke x me!
    Se senti di nn poter stare senza di lui x 3 giorni parti anke tu, ma sappi ke dovrai ritornare ad affrontare questa tua profonda insicurezza nello star da sola cn te stessa, e se nn riesci + a convivere coi tuoi allora progetta d’andartene tu di casa. Se c’è una cosa a cui nn voglio smettere di pensare è ke le cose le possiamo cambiare.
    Alzati Chiara! Tu vali!
    MariaLetizia, Ilaria, Azimut…lo stesso x voi, neanke io sn al max ma siamo qui e siamo tutte cercando di lasciar il nostro segno.
    Claudina ben arrivata, anke x me vale ciò ke ha detto Polla.

  372. Polla dice:

    ei Silvia, ciao.. e tu oggi come stai? sei riuscita a mangiare qualcosa? oggi che fai? :-)

  373. Polla dice:

    Chiara* come mai l’arrivo dei tuoi genitori ti crea così tanto scompiglio? cosa c’è che non quadra? te lo chiedo per cercare di capire,ma se non ti va di parlarne non importa. a volte scrivere le cose serve per razionalizzarle meglio e spesso ci si rende conto che non sono così ingestibili come sembravano,oppure che anche se pesanti,si può trovare un’alternativa ..

  374. claudina dice:

    ciao Polla,no nn sono giovane..ho 40 anni..un marito,2 figli…due anni fa sono arrivata a pesare quasi 93 kg…ho iniziato a fare una dieta e da li e’partito tutto…piano piano ho iniziato ad eliminare alimenti..perdevo peso e mi sentivo fortissima,felice…arrivata a 65 kg mio marito inizio’ a dirmi di smettere che cosi’ stavo bene..ma io a smettere nn sono piu’ riuscita…ho perso piu’ di 50 kg in due anni..man mano ch vedevo la bilancia scendere ero sempre piu’ felice…sono arrivata a digiunare completamente per 4 giorni a fila…finche non ho perso quasi i sensi una mattina mentre mi preparavo ad andare al lavoro( lavoro molto pesante tra l’altro) mio marito ha chiamato il medico di base che quando mi ha vista non mi riconosceva neppure…mi ha mandato subito a fare gli esami del sangue e mi hanno riscontrato una forte anemia da carenza di ferro…poi l’elettrocardiogramma,ho pochi battiti..ho sempre tanto freddo..ma la cosa brutta e’ che niente mi faa paura…non riesco a smettere di fare cosi’..se mangio sono pervasa da sensi di colpa per ore o per giorni..se nn mangio a fatica mi reggo in piedi…e vivo tutto in maniera distaccata,come se nn mi riguardasse…mi sono rivolta a qualke centro ma nn posso permettermi di pagare quello che chiedono…nei centri pubblici ci sono tempi d’attesa vergognosi( il piu’ vicino e’ al 2 di maggio) nn so proprio come fare..so che la prima a voler star bene devo essere io..ma nn ce la faccio..questa cosa e’ terribile…nel senso che e’ lei che ti domina,almeno per quella che e’ la mia esperienza…

  375. Maria Letizia dice:

    Ci sono, grazie…tra mezz’ora dvo andare dalla dott.ssa…nn pox abbuffarmi!

  376. Polla dice:

    ..mariaLetizia, io credo che non puoi continuare a riempirti le giornate per evitare le abbuffate,perchè così è un modo per fuggire dal problema e raggiralo,senza mai affrontarlo.. nel tuo caso il bisogno di abbuffarsi è causato dalle tue forti carenze fisiche,il tuo corpo ha fame e chiede disperatamente cibo,nutrimento.. poi la testa invece ti porta a comprare solo schifezze,ma perchè sono le cose “proibite” che attirano di più nei momenti in cui non sei lucida.. ma credo che se tu imparassi a concederti di mangiare normalmente,piano piano, il rischio abbuffate lo stroncheresti definitivamente,ma finchè sarai vittima della denutrizione non farai altro che non fermarti un minuto e scappare dal nocciolo della questione. lo so che in qsto momento la predica è l’ultima cosa utile per te,ma è un po’ che penso qste cose.. e penso davvero che anche per la questione del peso e della tua salute non sia proprio il caso di perseverare ulteriormente.. non credo che tu possa cambiare dall’oggi al domani ovviamente,ma dovresti provarci seriamente.. provare almeno in mensa a mangiare quello che mangiano le tue colleghe,un po’ meno,ma smettere di fare la diversa perchè è una sensazione che non ti fa stare bene,che ti fa continuamente sentire malata! dovresti concederti + momenti per te che non siano strettamente legati al tuo disturbo(es.palestra),ma tuoi,.. non puoi o stare in movimento o dormire.. no? ma correggimi se sbaglio.. però a volte pare che hai paura delle abbuffate,ma per la paura di ingrassare,non tanto per quello che le provoca.. il mio consiglio è quello di ascoltarti di + e di non avere paura di te stessa,quando invece trovo che tu sia una persona molto forte e dotata di molta sensibilità e con una voglia di amore incredibile,sia da ricevere che da dare.. donare la tua vita a qsta malattia??? no dai. per favore. una piccola presa di coscienza per ognuna di noi.. per tutte noi che valiamo molto + di tutte qste energie buttate via.. ma che se sapremo far fruttare,non faranno altro che arricchire la nostra persona, il nostro percorso.farci crescere ..

  377. Ilaria dice:

    Devo andare anch’io dalla psicologa fra un’ora, ma in questo stato non so come ne uscirò. Le cose che mi hanno destabilizzata oggi sono così stupide che me ne vergogno, e soprattutto mi vergogno del modo in cui reagisco. Stamattina sono uscita prima di buttarmi nella corsa, dovevo passare dal medico di base per ritirare una ricetta, andare in edicola per vedere se c’era una rivista che leggo abitualmente e poi prendere uno di quei giornaletti con gli annunci immobiliari. Be’, la ricetta non c’era (dopo una settimana che l’ho richiesta, mah!), la rivista deve ancora uscire e l’agenzia immobiliare non aveva ancora esposto i giornaletti. Morale della favola, non sono riuscita a concludere nulla di quanto mi ero prefissa. Lo so che ciò non è dipeso da me, ma mi è bastato per farmi crescere l’ansia e mi sono abbuffata mentre camminavo sul tappeto. Bello eh? Mi sento proprio una campionessa!!

    Benvenuta Claudina, oggi non sono nelle condizioni migliori per accoglierti come si deve, ma sappi che qui ci si sente davvero a casa. Troverai sempre qualcuno disposto a darti una mano :-)

    Maria Letizia, non permettere al mostro di abbatterti oggi, devi vincere tu! E anche Azimut deve reagire assolutamente. Il gelo si può e si deve combattere.
    Chiara, non ci abbandonare, perché noi non abbandoneremo te!

  378. claudina dice:

    …io la scorsa settimana ho mangiato un po’ di piu..per far contrnti gli altri..ora sento e vedo che ho preso un paio di kg(nn mi posso pesare a casa perche’ qualkuno ha fatto sparir la bilancia:(…pero’ adesso mi sono gia’ prefissata di nn mangiare almeno per 2 giorni..almeno finche’ nn avro’ perso un po’ di peso..ieri un amico mi ha detto che mi vede meglio..e’ come avessi preso un pugno in faccia..per me significa essere ingrassata….

  379. claudina dice:

    ciao ilaria,nn preoccuparti,la tua accoglienza va benissimo:)

  380. Girasole dice:

    mmmm….
    mi sembra una giornata un po’ no oggi…
    ragazze, forza, dobbiamo riscpecchiare il sole che c’è fuori!!!!

    Claudina, benvenuta! questo è un luogo speciale credimi…
    già che ci sono…parto all’attacco… :-) un tuo amico ti ha detto che ti vede meglio? deve voler dire solo questo!!! lo so che è difficile…ma pensaci su, assimila e pensa a che bel complimento ti a fatto!:-)

    Chiara, coraggio coraggio coraggio! simo tutte cui, a sostenerti, a tenerti la mano e non ti lasciamo andare tanto facilmente! Tieni duro, esci, guarda il mondo, vai dove preferisci, e noi saremo lì con te!!!

    Maria Letizia, sono d’accordo con Polla… da una parte…
    dall’altra ti capisco… io ho iniziato così, a smettere di abbuffarmi…mi riempivo le giornate…mangiavo e uscivo…
    le cose che mi facevano piacere (spesso lo faccio ancora ora) le mangiavo solo fuori di casa (es. gelato…) per non darmi la possibilità di oltrepassare il limite…
    per non correre in bagno, non bastava essere fuori di casa, dovevo essere fuori da qualsiasi luogo, lontano dai bagni…
    ed ero terrorizzata dal restare a casa da sola…perchè al 100% sapevo già cosa avrei fatto!
    Quindi, anche se so che Polla ha perfettamente ragione, ti dico anche che se questo ti aiuta…ben venga, ma un giorno dovrai poter stare a casa senza paura, dovrai riuscire a non pensare all’abbuffata…
    e ti auguro che ciò avvenga senza che neanche tu te ne renda conto…per me è stato così:-)

    Marianna, capisco la tua voglia dopo la litigata dei tuoi…
    quante volte anche io…ma..ma bisogna capire che la loro vita deve rimanere fuori dalla nostra stanza… quante volte ho detto ai miei che non potevo più essere io la loro psicologa, che non potevo più fare io da spugna…ci ho messo anni…ma ora va meglio…e forse, anzi sicuramente anche questo mi ha aiutato!
    spero tu sia uscita, a goderti la giornata, a goderti te stessa!

    io…mmmm…
    stamattina psicologa, è andata bene, ma ha tirato fuori un po’ di cose…
    ieri pensavo ai miei schemi… mi dicevo che non ne ho poi così tanti …
    e invece, ecco quelo più grande, quello che mi rovina…dipendo troppo dagli altri, mangio bene solo se sono in compagna, mangio solo per gli altri, per dimostrare qualcosa, per far vedere che sono normale… e poi scatta la compensazione…ok, questo lo sapevamo già… ma non gli avevo dato un nome…
    lo so nn ha senso questo discorso…
    anche i miei passi avanti di questi giorni…li faccio per voi… per non predicare bene e razzolare male, per non deludervi…
    e mi dimentico che ci sono anche io…mia sorella mi dice, meglio così che nulla…ti vedo mangiare e sono contenta…
    bè, è un passo!

    Schiave degli orari? non più…non così tanto, anche io facevo 3 pasti e 3 spuntini, poi con il lavoro non sempre mi riesce… e ho smussato uno schema, non importano molto gli orari (per alcune cose ancora sì), lìimportante è riuscire a garantirmi almeno il minimo indispensabile. Una sera al lavoro non sono riuscita a cenare, e alloa arrivata a casa alle 23.30 dovevo decidere se prendere solo il solito latte e fetta biscottata o mangiare quello che mi ero preparata per cena (panino con 2 fette di salmone affumicato)… e ho deciso…se era nella mia tabella di marcia, dovevo completare l’obiettivo…quindi, panino, doccia, latte! quella ricordo è stata una grande vittoria;-)

    Volevo dirvi tante altre cose, ma non mi ricordo più…

    Magari torno dopo! devo aggiornare il mio cv;-)

    un abbraccio

  381. Girasole dice:

    e voglio anche far merenda…;-)
    con cosa?

  382. Polla dice:

    ..stessa cosa vale per me.. anche io mangio bene( e anche tanto,anche se ormai non capisco + cosa è tanto e cosa è poco perchè credo che non ci siano metri di misura e soprattutto che il mio è sfasato,non reale..) soprattutto quando sono con gli altri.. quando sono con la mia famiglia.. quando sono con amici.. come per dimostrare che sono normale,che mangio,che boh.. non lo so nemmeno io cosa.. ma qsta cosa mi pesa moltissimo perchè non è così che dovrebbe funzionare.. una persona mangia se ha fame e stop, e mangia 4 kg di roba o 2 grammi, non cambia,non studia la situazione,si regola in base alle proprie voglie ed esigenze.. quelle che noi non riusciamo a conderci perchè non ci ascoltiamo del tutto o cmq abbiamo disimparato a farlo.. credo che la rottura degli schemi comporti anche dei pasti non obbligati,ma + sentiti,ma so che è un percorso .. credo che nel mio caso al soluzione sarebbe quello di mangiare tutto quello che mi va,quando mi va..(non abbufarsi ovviamente,ma magari anche si,per imparare..non so come spiegare..faccio fatica a mettere nero su bianco qsta idea) e capire che cmq non succede nulla.. chiaro,si mette peso,evitando la restrizione è inevitabile,ma necessario,bisogna rassegnarsi a qsta cosa e capire che non succede nulla,nulla cambia,se non dei riscontr positivi nella nostra vita e nel nostro umore.. facendo così poi anche il nostro fisico impara a comunicare meglio con la nostra mente e se il peso raggiunto sarà il nostro,ok se no si aumenterà o si diminuirà con naturalezza,come evento naturale e non tragico.. capire che il peso non è il metro di misura di nulla.. al massimo della salute e la denutrizione non è salute,è malattia, è sicurezza nei fantasmi..
    scusate la confusione.. ma nonostante tutto faccio fatica anche io,lo sapete e vi sono vicina. e come dice Girasole,siete il mio motivo in + per fare degli sforzi,perchè credo che ne valga la pena,per tutti! per noi stesse anche che ne raccoglieremo i frutti nel corso del tempo..

  383. claudina dice:

    ciao girasole! vedi il mio problema e’ che non ho vie di mezzo..se inizio a perdere il controllo,inizio a mangiare..e non la smetto piu’..nn so se si chiama abbuffata,binge o cosa..ma introduco in breve tempo nn so quante cose,in prevalenza dolci( che ho sempre odiato) e visto che poi non vomito,immagino tu possa capire poi quanto male mi sento( e nn solo fisicamente) e’ da stamattins mi tormrmento,vorrei bere una tazza di latte stasera o uno yougurt…ma so gi’ che trovero’ la scusa per non stare a tavola..e non mangiare e sono affamata,,,da stamattina ho preso solo caffe’ su caffe’ e meno di mezza mela..ma per il fine settimana ero fuori casa e quando sono fuori,mangio..come se niente fosse…per poi pentirmene amaramente…

  384. Girasole dice:

    e con voi qui davanti mi sono concessa un caffè d’orzo con due fette biscottate, un cucchiaino di marmellata e mezzo di nutella…
    forse un po’ compensazione (a pranzo ho mangiato pochi carboidrati), ma più che altro desiderio di farlo con voi!!! e va bene così…anche se dovrebbe essre di regola oltre quello che mangio normalmente (in realtà mancano ancora 2 fette per completare il quadro!!!)
    manca ancora la frutta…ma non so dove metterla!!!

    magari tra un po’…

    Polla… il tuo discorsa fila e mi ritrovo in ogni parola…

  385. Polla dice:

    ..ma Claudina, non sarebbe meglio che ti concedessi qualcosa di + invece che pensare che mangerai solo uno yogurt??? io credo che la mente a volte giochi brutti scherzi.. nel senso che è + facile cadere in un abbuffata quando si vuole restringere rispetto a quando invece si pensa che cmq si mangerà .. se pansi che stasera ti mangi un piatto di pasta,una zuppa,una fetta di carne.. qualcosa che sia un pasto dunque.. non credo che poi continuerai a mangiare o magari ci puoi provare.. ma parti con qualcosa di buono e di “normale” non una tazza di latte.. altrimenti poi si pensa”beh,ho mangiato solo latte.. allora mi sparo anche due biscotti e poi qsto e quello” e via così.. così ci si mette in condizioni complicate da sole.. invece una cena sana,normale,boh,chiamala come vuoi cmq non ti può guastare! ad ogni modo non esiste una soluzione,non esiste bacchetta magica.. bisogna provare,sperimentarsi e abbandonare gli schemi malati.. prettamente quelli della restrizione,perchè anche nei casi di binge è quella che sta alla base,l’idea di restringere..e il senso di colpa per non averlo fatto o il senso di forza quando lo si fa.. ma è solo un circolo vizioso..
    mangia se hai fame stasera.. perchè no??? mi scrivi perchè no????? dai dai.. impegnamociiiii ..

  386. Girasole dice:

    mmm… claudina, capisco…
    io mi abbuffavo e vomitavo…ma poi ho dovuto darmi una regolata…me la sono data da sola e… e ho smesso di mangiare se non il minimo…minimo… indispensabile…
    e piano piano senza che il mio corpo se ne accorgesse ho messo un pzzo in più!
    tabelle di valori nutrizionali…effetti di carboidrait e proteine…un’esperta in nutrizione (immagino di non essere sola, in questo)…e… ho capito come star su senza ingrassare troppo, infatti da 1 anno e mezzo sono stabile, pur mangiano molto più di prima…ma così non va bene comunque…e ho dovuto aumentare da altre parti…
    tutto questo (mi sono un po’ persa) per dirti…
    se hai paura di alcuni alimenti, scova quelli che ti sembrano meno pericolosi!!! può esserti d’aiuto? di sicuro latte e yogurt non faranno male!

  387. Polla dice:

    ..e brava Girasole!!! davvero davvero non c’è + spazio??? allora va bene così.. non dobbiamo mica forzarci,ci si prova e via!!! per quanto mi riguarda io con la frutta non mi faccio mai problemi,nè con lo zucchero(ne uso a quintali) ma so che per ognuna l’oggetto fobico è diverso.. ma sono solo oggetti fobici.. non posso avere paura di un piatto di pasta.. perchè non di un panino??? ahahah.. perchè il mio percorso è stato così.. mangio la pizza,ma non mi cucino un risotto,ma dai.. non è che abbia molto senso.. sono “solo” fobie. le nostre,personali. io da quando ho qsto disturbo ho dimenticato delle cose che prima mi facevano paura.. non so.. stare si notte da sola ora non è un problema ad esempio,cose così.. ho messo tutto lì,ma ora è il caso che dia la possibilità alle mie paure reali di venire fuori e gestirle nel qui e ora.

  388. Girasole dice:

    Polla mi fai sorridere!!!!
    mangi la pizza e non ti cucini un risotto? mmm…posso immaginarlo! io la pizza non la mangio proprio, e lo zucchero…quello sì che mi fa paura, ma uso il miele (solo dopo pranzo dopo cena e con il latte prima di dormire, se esco il pomeriggio per un caffè non metto niente…ma ha senso???), posso magari mangiare un dolcino (programmato ) ma se poi è un succo vado in paranoia…e niente succhi con zuccheri aggiunti!!! però il gelato ogni tanto sì…
    mmm…
    mangio pasta pane, piadine (ma solo se con olio d’oliva… già che devo mettere giu calorie…preferisco niente strutto)….un bel piatto di penne, ma se son spaghetti vado al ribasso… niente verdure cotte con olio…l’olio lo metto a crudo, non pezzi di parmigiano, ma tante grattuggiate (ma se poi le sommi, non è uguale???)… a cena solo un tot di pane, non di più perchè poi ho la fetta biscottata prima di dormire e non ci posso mica rinunciare!
    mai pasta la sera…mai mai mai…. sarebbe troppo poca e io quando la mangio il piatto lo voglio decente!
    santo cielo…mi scappa da ridere…sono ridicola davvero!!! e poitrei andare avanti per ore…:-)
    hai ragione, sono solo oggetti fobici…
    da affrontare…
    avete visto o letto harry potter? ci sono dei mostri che si chiamano Riddiculus, che stanno rinchiusi negli armati e quando escono prendono la forma delle peggiori fobie di chi si trovano davanti…
    mmm…ve li immaginate i nostri Riddiculus? pizze che camminano, chicchi di riso qui e là, cioccolate alla nocciola che se la ridono alle nostre spalle….
    ennò, il modo per sconfiggere i Riddiculus è proprio di ridere il più possibile..
    che dite, ci proviamo? prendiamo in giro le nostre fobie? con voi so che posso farlo;-)

    ah, Claudina, ovviamente il mio consiglio era..latte o yogurt oltre alla cena…

  389. Chiara* dice:

    E’ partito.
    Sento un vuoto dentro che non so come colmare. Di certo non con il cibo. Non sarebbe la “cura”. Non ne sento il bisogno.
    Ho mangiato solo uno yogurt poco e mi sono dovuta sforzare dio solo sa quanto per mandarlo giù e soprattutto per tenerlo.
    Non ce l’ ho fatta ad uscire dal torpore di quel letto. Mi son concessa giusto una doccia e poi sono ritornata sotto il piumone.
    Mi sono fatta piccola piccola, acciambellata come un cagnolino nella sua cuccia, abbracciata al cuscino e mi sono lasciata trasportare dal torpore delle coperte.
    Ho dormito ancora. Credo di non aver mai dormito tanto in tutta la mia vita.
    E le lacrime continuano a scendere. Inesorabilmente. Senza un motivo. O forse per mille motivi? Non lo so.
    Lui ora non c’è. E mi manca. Mi manca da morire.
    Non voleva andare. Dopo avermi vista ieri in quelle condizioni e dopo essersi spaventato voleva restare a casa.
    Ma non sarebbe stato giusto. Aveva programmato questi 3 gg sulla neve con gli amici da tempo e io sono felice quando esce e si diverte. Se lo merita.
    Almeno lui riuscirà per un po’ a staccare il pensiero da me. Che sono un peso, nient’ altro che questo.
    Un peso per tutti. Lo sono sempre stata. Mi sono sempre sentita inadeguata, diversa, strana, incompresa, non accettata.
    Lui non c’è. E per quanto sia felice di questo suo standby dalla quotidianità, mi sento persa.
    I e miei… che mercoledì torneranno a casa… e tutto quanto si stravolgerà nuovamente.
    Loro se ne vanno quando vogliono, se ne stanno via mesi e poi pretendono di tornare come se niente fosse. L’ hanno sempre fatto.
    Senza pensare che nel frattempo c’è chi si è costruito una vita propria, con le sue abitudini, i suoi orari, i suoi impegni.
    Tornano, e pretendono che tutto sia come vogliono loro.
    Per me non sono mamma e papà. Sono 2 persone che legalmente vengono identificati come mia madre e mio padre. Nient’ altro che questo.
    Per me sono 2 estranei. Persone che entrano ed escono dalla mia vita quando ne hanno voglia.
    Persone con il paraocchi, che hanno sempre e solo preteso. Che non mi hanno dato niente all’ infuori di tante belle cose materiali.
    Affetto, un abbraccio, comprensione… mai.
    E ora tornano. Di nuovo.
    L’ hanno sempre fatto. Prima mi abbandonavano e poi tornavano.
    Ho chiamato la dottoressa poco fa… avevo bisogno di sentire la sua voce. Giovedì ho l’ incontro.
    Mi ha detto di cercare di stare il + tranquilla possibile e di concentrarmi solamente su me stessa. Di fare solo quello che mi possa donare un po’ di sollievo. Se voglio dormire devo dormire. Non devo forzarmi.
    Mi ha detto “la tua è una depressione di tipo maggiore a cui si affianca un comportamento ossessivo-compulsivo. è qualcosa di cui bisogna occuparsi concretamente e dobbiamo fare qualcosa per invertire rotta”.
    Che bello. Sono proprio contenta. a 25 anni mi ritrovo depressa e malata di testa, con problemi alimentari e senza un briciolo di forza per venirne fuori.
    Mi faccio pena. Sono una persona orribile. Nient’ altro che questo.
    Scusate. Non ha senso ciò che ho scritto. Non ho senso io. Non ha senso niente.

    Claudina benvenuta. Perdonami per il pessimo modo in cui mi sono presentata.

  390. claudina dice:

    PER POLLA: hai ragione in pieno,se penso che ho bevuto slo latte penso che poi posso mangiare altro…il discorso pero’ e’ “il nn sentirmi mai piena quando comincio” a volte e’ proprio questo a spingermi a non mangiare…tante volte mi pongo la fatidica domanda: meglio a letto con lo stomaco pieno e il rimorso di aver mangiato o a letto con lo stomaco vuoto ma senza alcun rimorso? penso tu conosca gia’ la risposta….
    PER GIRASOLE: a volte penso che la mia vita sia diventata solo una continua ricerca di cibi che nn mi fanno ingrassare ed un continuo conteggio di calorie.. tante volte apro il frigorifero e prendo in mano uno yougurt( ovviamente magro) controllo la tabella delle calorie,30/40 calorie…troppe..se ne ho fatto a meno fino adesso,posso farne a meno anche oggi…prendo una mela,la divoro come fosse chissa’ cosa perche’ so che mi sentiro’ piena per un po’ e poi la smaltisco in fretta…mio figlio in questo momento mi sta mangiado davanti un pacchetto di grissini…nn ti dico cosa mi sento dentro:(

  391. claudina dice:

    mi spiegate cos’e’ la compensazione? grazie mille.

  392. uhmhm dice:

    Ragazze care,
    vi leggo sempre. Vorrei avere una buona parola per ognuno di voi. Ma navigo nei meandri della banalità, dell’inutilità. Del nulla.
    Oggi psico, ha solo aumentato il senso di stupidità che provo per me stessa. non so se lei è quella giusta. Voglio farmi aiutare, voglio aiutarmi ma è sempre così difficile, comunque.
    Persevero.
    Oggi c’era il sole, Chiara ti prego tenta di cercarlo anche tu. Non sei sola, guarda qui quante parole che costantemente ti vengo rivolte.
    Silvia, ti leggo. In tanti spetti mi riconosco con te, purtroppo. Ti penso tanto, vorrei tu trovassi la forza per aiutarti.
    MariaLetizia, che succede? Forza, se sei andata dalla psico hai dovuto resistere all’abbuffata no? Condivido però le parole di Polla. Sicuramente lo saprai anche tu, ma che fatica abbandonare tutti questi schemi!
    ETERA, ma sbaglio o oggi qualcuna aveva l’esame??? Com’è andato?
    Polla, Girasole, Miele, vi prendo come modello ;)
    Ilaria com’è andata dalla psicologa?
    Azimut anch’io continuo a sentire un gran freddo, le mani sembrano dei cubetti di ghiaccio e faticano a scaldarsi. Però, per qualche assurdo motivo io adoro l’inverno. Quest’arrivo della primavera, di questo sole, un po’ mi regala sorrisi, dall’altra.. io non sono pronta per la primavera. Inverno non mi abbandonare.
    Vaniglia, 21,9, sempre meno? Lotta, combatti e MANGIA. Altro che proibizioni per un giorno in cui ha “mangiato” discretamente. Su su su, forza!
    Aleph, alla fine il gelo con Lei in qualche modo lo avete allontanato, no?
    Lunablu, continua ad ascoltarti, non farti sopraffare da sensi di colpa.
    vi abbraccio tutti.

  393. uhmhm dice:

    Girasole, Polla, vi adoro.
    Rido da sola, i miei Riddiculus mi seguono, aiuto. Magari, oltre a riderne, dato che hanno le sembianze del cibo, potremmo minacciarli di mangiarceli tutti!
    HIHIHI.
    Quando il cono di gelato cioccolato e nocciola (oggi ne avevo una voglia matta) mi segue, gliene dico 4.
    ;)

  394. claudina dice:

    CHIARA…nn ti preoccupare per come ti sei posta…mi spiace tanto per la tua situazione credimi…e mi sono sentita in colpa da morire,perche’ io l’affetto ce l’ho..eccome..eppure guarda cosa sto facendo..ho una figlia di 18 anni che potrebbe prendere spunto da me in qualsiasi momento…e nn me lo perdonerei mai..ho un bimbo di 6 anni che puntualmente ogni sera mi chiede perche’ non mi siedo a tavola con loro a cenare,e io che mento anche a lui al mio piccolo,dicendo che ho gia’ mangiato prima…nn ho un punto di riferimento specialistico perche’ ho fatto un solo colloquio con la psichiatra della mutua la viglilia di natale e dopo avermi diagnosticato l’anoressia,rimanda tutte le sedute per impegni suoi..e nn ho la possibilita’ economica per rivolgermi ad un centro privato…nn so piu’ come fare ad uscirne…perche’ voglio uscirne..ma da sola nn ce la faccio..per gli altri e’ semplice,basta mangiare…in realta’ questa e’ la cosa piu’ complicata della mia vita…

  395. Girasole dice:

    Compensazione! per me è così…
    ho la mia dieta che seguo rigidamente… 4 fette biscottate a colazione ad esempio…
    magari ne mangio 3, poi ne mangio unaal pomeriggio…
    mi dico brava? sì…ma non ho fatto questo grande sforzo, quella del pomeriggio ha solo compensato quella del mattino…

    in parole povere più o meno è questo… ed è così con qualsiasi cosa…in qualsiasi momento!

    all’inizio mi sedevo con la calcolatrice in mano e la compensazione la facevo con la tabella nutritiva…

    non compensavo fette biscottate o latte per es. ma proteine e carboidrati…!!!! ci perdevo anche mezz’ore prima di calcolare l’esatta cobinazione che non cambiasse quello che mettevo in bocca normalmente..

    yogurt…magro magro magro! fino a un mese fa…ora ho riscoperto il gusto di quello intero…non lo mangio sempre, ma mi fa piacere ogni tanto…anche se…poi penso subito alla compensazione…ma per fortuna non sempre la faccio;-)

  396. Girasole dice:

    che bello leggerti uhmuhm…
    già me lo vedo quel cono che ti insegue…
    e ottima l’idea della tua minaccia… dai che se scoppio a ridere ora qui in casa mi prendono per pazza!!!!;-)

    chiara…
    se i tuoi sono ancora lì, approfittane fino a mercoledi, poi questi 3 gg passeranno in fretta…
    tu pensa che devi stare bene… per te, perchè quando lui tornerà e ti racconterà tu sarai pronta ad ascoltarlo, a gioire di questi suoi tre gg e… e tu stessa otrai raccontargli dei tuoi tre gg, di ciò che avrai fatto, dei tuoi traguardi, delle tue vittorie!

  397. Girasole dice:

    ecco….sono scoppiata a ridere…non ce la facevo più!!!!:-)

  398. silvia dice:

    Chiara stesso discorso x me…ma nn significa niente ke abbiamo 25 anni…io voglio crederci ke c’è speranza e anke tu, devi farlo, nn devi mollare. la soluzione c’è.

  399. uhmhm dice:

    Girasole :)

    Chiara. Non vuoi aiutare te stessa, non ne hai le forze. Ma da quello che hai scritto qui fino ad ora so quanto ti importi il bene degli altri. Ok, non è la soluzione giusta o il modo giusto di porsi. Ma cerca di stare bene per Francesco, lui ti ama. Pensa come si deve sentire là in montagna lontano da te e perdipiù sapendo che stai così male.
    Prendi questi giorni come l’ennesima prova.
    Metti alla prova i tuoi genitori, così distanti. Prova a fargli capire come ti senti TU. Prova vedere se capiscono.
    Metti alla prova te stessa. Esci, vai a fare una corsetta. O vai a farti un giretto in centro a verona, mangiati un gelato al pistacchio e non pensare ad altro. So che è banale, ma a volte la leggererezza è l’unica soluzione. Se solo fossi a lì ti chiederei di mangiarlo insieme per quanto so io non fossi la persona con cui lo vorresti mangiare.
    Metti alla prova il tuo amore. che non ne avrebbe bisogno. Ora che lui non c’è, pensa a come sarebbe se lui non ci fosse, se tu riuscissi realmente ad allontanarlo. Perchè tanto lui tra pochi giorni torna. Di nuovo. Per te, come sempre.
    FORZA.

  400. Aleph dice:

    Buonasera a tutte!!!

    Benvenuta Claudina!!!!!Sono sicuro che già da domani inizierai a sentirti come in una nuova famiglia qui…continua a scriverci e ad aprirti, può solo farti bene!

    Chiara…dolce tenera Chiara…voglio che continui a scriverci, che continui a riempirci di parole, non m’importa se siano brutte, pessimiste, piene di dolore e sofferenza. Non è un peso leggerle, non mi fai pena, non devi tenertele per te per paura di far soffrire noi. No, devi continuare a scrivere perchè qui noi tutti vogliamo sentirti, vogliamo sapere come stai, vogliamo sapere quello che ti passa dentro. Resta qui con noi, lo voglio con tutto me stesso. Vieni qui quando hai voglia, corri su questo schermo ogni volta che ne senti il bisogno. Non lasciarti andare, non abbandonarti. Esci da quelle coperte, alzati, spalanca le braccia e fai un respiro profondo. Questi tre giorni voleranno, fidati. E al ritorno sarai così contenta di vederlo, di poterlo stringere forte, di poter sentire il suo profumo, la sua voce. Resta qui, dolce Chiara, e continua a scriverci. Ti tengo stretta.

    Silvia, continui a lottare vero?Forza, lo sai fare.

    Azimut…sono lì con te, lì vicino, al tuo fianco…e ci resto.

    Marianna, spero che tu sia riuscita a tranquillizzarti, non dev’essere facile con una situazione così difficile a casa. Fammi sapere come stai.

    Vaniglia…….voglio sapere che stai lottando, che stai migliorando.

    Miele, forza forza con questa lotta agli orari!

    Girasole, vedo con molto piacere che ti sei già ambientata alla grande nonostante tu scriva qui relativamente da poco. Molto bene!!!!

    Ilaria, mai, e sottolineo, MAI dire che le cause del tuo star male sono banali, stupidi, futili, inutili. Chissene frega. Se sei stata male, vuol dire che per te erano importanti. Questo è quanto. Non sentirti in colpa per questo, ok?Ognuno vive le cose in un modo diverso.

    Uhmuhm, che bello risentirti!Ti penso, e cerca di scriverci quando riesci.

    Polla!!!Sei mitica!

    Vado, devo uscire tra poco…

    Se riesco passo prima di dormire…

    Aleph

  401. Polla dice:

    ..io solo yogurt intero.. buonoooooo!!! gusto??? vipiteno al caffè. il migliore! dovrebbero dargli un premio..

  402. Marianna dice:

    Eccomi quì.
    Alla fine non ho vomitato ma mi sono avvolta in una copertina e ho dormito per non pensare a niente. Ora mi sento un pò più calma, ho parlato in modo schietto con mia madre, le ho detto che questa situazione sta facendo male sia me che mio fratello, forse è meglio che prendano una decisione chiara e si separino, di certo non possono continuare a farsi del male così e a far del male anche a noi. Mi ha stranamente dato ragione, mi ha detto che sono l’unica che cerca di comprenderla. E’ strano, di solito mi dice che non capisco niente, che sono solo una ragazzina immatura. Sono un pochino confusa…

    Claudina, benvenuta tra noi!
    Oggi mi sentirei una bugiarda consigliandoti di cenare con qualcosa di più sostanzioso, dato che ho ristretto molto e che ho fatto fatica a tenere anche quel poco che ho mangiato, però ti chiedo di sforzarti. E’ necessario fare un passo alla volta, ma con decisione. Posso chiederti cosa ti ha spinta ad entrare in questa malattia?E’ nata dalla tua voglia di perder peso oppure è collegata ad altri fattori esterni?Se sono troppo invadente perdonami, volevo solo proporti uno spunto per riflettere su quanto ruotino intorno ai problemi di dca tanti fattori che spesso non consideriamo.

    Girasole, mi strappi sempre un sorriso!
    Io non so perchè, ma sono terrorizzata dall’olio e dal sale. Non ne metto mai da nessuna parte. Verdure senza olio e sale, carne senza olio e sale, pesce al cartoccio senza olio e sale. E’ una vera e propria fobia che vorrei cercare di combattere. Un’altra cosa che mi fa paura è la pasta. Se devo mangiarla la devo pesare, prima a crudo e poi cotta e deve essere rigorosamente scondita, al più ci posso aggiungere una melanzana alla griglia spezzettata o qualche pomodorino, naturalmente senza aggiunte di olio. E naturalmente è impensabile per me poterla mangiare di sera.

    Per chi parlava della questione degli orari, anche lì sono schematica. Se faccio colazione ( e da un pò sto cercando di farlo), l’orario deve essere dalle 8 alle 9, non più tardi. Il pranzo non deve avvenire oltre le 13e30 e la cena non più tardi delle 20. Se mi capita di fare colazione più tardi a pranzo restringo perchè mi dico che non ho fame, ho mangiato poco prima e quindi posso mangiare di meno.
    In realtà sono tutti alibi che la mia mente crea per evitare di prendere peso ( odio la parola ingrassare, anche scriverla mi crea un disagio pazzesco).

    Mi pare di aver divagato, volevo dire qualcosa ma me ne sono dimenticata :-)

  403. Azimut dice:

    uhmhm anch’io vorrei che l’inverno non finisse mai nonostante il freddo mi stia piegando, l’estate poi mi terrorizza

    Polla solo yogurt intero anche per me, magari quello è il mio pranzo ma non so perché non mi crea problemi. Il vipiteno al caffè è spettacolare

    Silvia com’è andata oggi? Va bene anche lo spuntino delle tre di notte sai?

    Claudina benvenuta

    Per me giornata intensissima. Troppe emozioni e io non le so gestire. Ho anche litigato col marito perché ho vagato tutto il giorno senza dare segno di me. Sono tornata a casa alle 8 di sera e per la prima volta si è imbelvito. Le figlie che mi guardavano e non osavano chiedere nulla. Sono un fallimento, niente altro

    Chiara* non mi abbandonare, ti prego non farlo…

  404. Chiara* dice:

    Sto per infilarmi nuovamente in quel letto.
    Ho la testa che mi scoppia e sento dolori ovunque. Come se fossi stata presa a pugni e a sprangate.
    Gli occhi sono ancora così gonfi che sembro sfigurata, un mostro.
    Nonostante ormai abbia smesso di piangere da qualche ora i segni non se ne vanno.
    La fame non c’è. Ho promesso a Francesco poco fa, al telefono, che avrei mangiato qualcosa ma non ci riesco proprio.
    Non perché non voglia ma perché ho lo stomaco talmente chiuso che qualunque cosa provassi a farvici entrare non vi resterebbe per molto.
    Questa giornata è trascorsa così. Tra il letto e il divano. Tra pastiglie e camomilla. Tra lacrime e dolore.
    Domani mi aspetta cosa? Il ritorno forzato alla normalità. Non posso permettermi un altro giorno come questo.
    Ma non so se avrò la forza né la voglia né il coraggio per affrontare il mondo. So solamente che dovrò farlo. Punto. Non ci sono alternative.
    Questo dolore, questa sensazione di impotenza e di vuoto, di terrore e paura, di solitudine e inadeguatezza mi pervadono.
    Ho le mani che tremano, ho freddo nonostante abbia 24 gradi in casa e sia vestita con tutto quello che potevo indossare, il corpo è attraversato da formicolii continui ai quali si sommano delle fitte lancinanti, il cuore batte a mille e il respiro è affannoso.
    Si può vivere così? No. Non si può.
    Ho bisogno di aiuto e quello che sto ricevendo non basta. Non so cosa fare per venire fuori da questo tunnel. Non lo so proprio.

    Vorrei ringraziarvi dal profondo del cuore per le vostre parole.
    Uhmhm quello che mi hai scritto… mi ha toccata dentro. L’ ho sentito, mi è arrivato dritto dritto come una freccia.
    Silvia io non voglio mollare. Ma faccio tanta fatica a credere che si possa uscire da questo buco nero, da questa voragine che trascina sempre più in basso senza pietà. Non ti lascio sola perché so bene cosa senti.
    Marianna sono contenta che tu sia riuscita a non vomitare e a mangiare qualcosa. Ma soprattutto sono contenta di quello che hai fatto. Sei riuscita a parlare con tua madre senza timore e questa è la cosa + importante.
    Aleph non lasciarmi. Ho bisogno di sentire il tuo abbraccio. Grazie dolce principe. Grazie.
    Azimut dove sei? Io sono qui. Ci sono. Non so per quanto ma ci sono. Ho bisogno di voi e anche di te. Dimmi che sei riuscita ad ottenere una piccola vittoria anche oggi. Ti prego.
    Miele, Laura, Ilaria, Maria Letizia, Yris, Cely, Polla, Luna e chi non ho nomimato… vi voglio bene.
    L’ affetto che siete in grado di trasmettermi per me è di vitale importanza. Mi spiace solo di non riuscire a fare altrettanto con voi. Di non riuscire a trovare parole di conforto e di dimostrarvi la mia gioia per le vostre conquiste.
    Ma ci sono. Il mio cuore è con voi.
    Farò tesoro di quanto mi dite. Siete i miei angeli custodi.
    Notte.

  405. miele dice:

    Buonasera carissime e Aleph,

    claudina benvenuta. ho letto la tua storia e ti auguro di poter trovare qui un posto dove parlare del tuo disagio. esprimere certe emozioni, guardare in faccia i propri comportamenti, ti sarà di certo d’aiuto.
    La compensazione è un comportamento molto frequente nei DCA: un esempio di comportamento compensatorio è il digiuno dopo un pasto che si ritiene essere stato troppo abbondante, oppure il vomito dopo un’abbuffata, o ancora un esagerato esercizio fisico dopo aver mangiato, per bruciare le calorie. In pratica, si cerca di azzerare l’effetto del cibo ingerito, bruciandolo, eliminandolo, rinunciandovi.

    Marianna ti sei comportata bene, continua a mantenerti il più calma possibile.

    Girasole nelle tue parole sento ancora tanti calcoli, la famosa compensazione, un continuo programmare….però sei grintosa e determinata, quindi sei sulla buona strada.

    silvia come va? oggi com’è andata?

    Azimut, ti penso, e sto facendo un rito vodoo alla tua lama interiore…che dici, le faccio passare un brutto quarto d’ora?! :)

    Maria Letizia io sottoscrivo pienamente quanto ti ha detto Polla. E aggiungo una domanda: ma perchè continui ad andare in palestra se ti sei proposta di stare meglio? Sai bene che la palestra ti fa bruciare, consumare…lasciar stare l’esercizio fisico potrebbe essere un modo per cominciare ad esorcizzare la paura di ingrassare…

    E ora per Polla: anch’io adoro lo yoghurt al caffè ma ancora di più quello naturale, anch’io preferisco lo yoghurt intero, però sullo yoghurt vi batto tutte…io ho quello (interissimo!) fatto in casa dalla mia carissima suocera…un elisir di lunga vita :)

  406. Polla dice:

    ..ora mi mangio giusto giusto uno yogurt vipiteno.. ne mangio due o tre al giorno.. sempre dopo pranzo e cena.. pazzesco vero??? ognuna ha proprio le proprie fisse..ma anche per me è stata una conquista lo yogurt intero,prima nenache li guardavo.. ma come sempre è bastato provare!!!! ora leggo un po’ meglio i vostri post..

  407. silvia dice:

    Chiara domani devi rialzarti es è positivo il fatto ke nn te lo puoi permettere di abbandonarti così, spesso gli impegni sn quelli ke ci salvano…io sn cn te, nn t’abbandono, nn sto benissimo e nn posso esser così forte x te, nè darti “consigli magici” x uscirne…vagheggio anke io, ma almeno qui tra voi mi sembra d’esser meno sola, meno folle. Se potessi verrei lì e cerkerei almeno di farti uscire…ne ho bisogno anke io, ma nn ci riesco.
    Mi sento bloccata ma nn riesco a muovermi, l’idea d’andar fuori mi spaventa.

    Azimut ke effetto t’ha fatto il fatto ke lui se la sia presa così tanto?…in pratica ha un pò dimostrato di tenerci a te…anke qnd uno scatta in quel modo, magari è x la preoccupazione, xkè tu vali anke x le persone ke hai attorno…nn dimenticarlo! Io lo spuntino già l’ho fatto…questa è stat la mia lotta stasera…stanotte nn ne reggerei un altro…

    Miele avevo fame, davvero e ho ascoltato ciò ke mi andava, ma cm dice Claudina, poi nn so fermarmi…xkè sembra ke dopo essersi private di tutto improvvisamente scatta il “bisogno di tutto”…vabbè…almeno ho preso qlc, nn importa qnt mi senta giù ora.
    Uhmhm è bello rileggerti qnd puoi…

    Marianna 6 stata davvero forte, hai dimostrato lucidità e controllo, hai fatto bene a parlarne cn tua madre…x quel poco ke posso fare se vuoi sn qui.

    Buona serata a tutte amike mie.

  408. uhmhm dice:

    Chiara,
    è successo anche a me. tremori, ansia, pianti incontrollati per giornate intere. e se mi avessero chiesto quale fosse la causa concreta, non arei davvero saputo che rispondere. Ti capisco. Mi fa male solo ricordare. Sapere che tutto ciò, anche per me, non è un passato remoto, anzi..
    L’unico consiglio che mi sento di darti, è che domani, uscire da questo stadio di dolore, sofferenza e autolesionismo non può che farti bene. Non perchè tu ne abbia voglia, non perchè tu te la senta, assolutamente. Ma solo perché. Perché nonostante tutto un tuo senso ce l’hai. cerca di affrontare le piccole sfide quotidiane. Ne parlavo proprio oggi con la psicologa, son completamente incapace di prefiggermi un obiettivo concreto, a lungo termine. Che vada oltre al sopravvivere (già, questa è la parola più appropriata). Piccoli, futili obiettivi che mi consentano di riempire la giornata, di non cadere nell’oblio.
    Ma, c’è una parola bellissima, nonostante tutto ogni tanto me la ripeto. SERENDIPITà, trovare qualcosa di piacevolmente inaspettato mentre si sta cercando altro.
    Ora, credo che ogni cosa non sia solo in balia della fortuna, degli eventi. Ma credo anche una dose di incntrollabile ci sia. L’unica cosa che posso fare è perseverare. Continuare a sperare, a credere anzi che domani debba andare meglio. Certo, potrei pensare anche al peggio di oggi come al punto di partenza per domani, verso un’inesorabile caduta verso il basso. Ma a che pro? Ci aiuterebbe?
    No cara Chiara. Tentiamo di deporre le armi verso noi stesse. E riproviamoci, con tutte le cadute che portano a giornate con una croce gigante come quella di oggi.
    Penso che mi leggerai domani, dunque..

    Chiara Buongiorno,
    é tutto per te.
    Oggi sarà meglio di ieri. Per forza.
    Regalati un sorriso, io ti reagalo un abbraccio fortissimo.

    Marianna, mi spiace moltissimo per la tua situazione in casa. Sono giorni che ti porterai sempre dentro. Tua mamma che ti dice che sei l’unica che tenta di capirla. Parti da qui, parti da voi. E qui invece sfogati. Ti penso tanto.

    Buonanotte ragazze, anche a te Aleph.

  409. Maria Letizia dice:

    Vi chiedo scusa, non riesco a leggere quanto avete scritto, ho lottato con tutte le mie forze, nemmeno l’incontro con la dott.ssa è servito…ho perso e mi odio, mi detesto….vorrei solo sparire, scusate per lo sfogo, ma questa sera sono proprio a terra…

  410. silvia dice:

    Claudina molte tra di noi ci si sn ritrovate proprio nel momento in cui avevano deciso di kiedere aiuto di ritrovarsi delle porte sbattute in faccia, ma capirai ke nn è finita così, xkè in un modo o nell’altro, anke se si aveva persa la speranza una persona, un modo x esser seguita da qlc specialisa lo si trova…anke se nn in centri privati, senza ricovero, ma io credo ke già iniziare una percorso cn una psicoterapeuta possa aiutarti…anke privatamente…nn so di dove 6, ma poco tempo fa ci riuscì una di noi, riuscendo a mettersi daccordo su prezzi nn troppo proibitivi…nn mollare, nn arrenderti, fai bene a cercare un aiuto, ad aprirti e credimi, comprendiamo bene la tua difficoltà a fare la cosa ke dovrebbe esser la + naturale del mondo.

  411. silvia dice:

    maria letizia ci siamo noi, qui, nn preroccuparti, ti rialzerai

  412. Cely dice:

    Ciao Ilaria,
    un po’ malaticcia…febbre e mal di gola. Te? Piacere di conoscerti :-)

    Aleph, grazie ^_^

    Vi abbraccio tutte!!!
    Cele

  413. Marianna dice:

    Passo velocemente per augurarvi la buonanotte.

    Grazie a tutte ragazze, siete davvero un’ancora di salvezza per me, nonchè delle vere amiche. Trovare questo posto e delle persone sensibili come voi è stato davvero uno dei regali più belli che potessi ricevere.
    Buonanotte e sogni d’oro a tutte, buonanotte Aleph.
    Vi abbraccio forte forte.

    A domani

  414. Amira dice:

    scusate se di nuovo sono scomparsa….ma io in questo blog (ahimè!!) per motivi di tempo (studio studio studio) e di salute (terapie terapie terapie) purtroppo appaio e scompaio imprevedibilmente!!

    ho cercato di leggere più post possibili (impresa ardua, sono una marea e tutti stupendi!!!!)…e come sempre mi sono ritrovata a sorridere davanti allo schermo del computer felice per chi ha vinto la lotta quotidiana o a sospirare per chi l’ha persa, perchè vorrei averlo vicino, chiunque sia, per abbracciarla, o abbracciarlo, e dirgli che non fa nulla, che domani è un altro giorno, che anche quando sembra che tutto sia finito c’è ancora una speranza, c’è SEMPRE una speranza….

    come avrete notato sono molto positiva oggi:):)
    effettivamente sono successe diverse cose belle..ho avuto il massimo negli esami che ho sostenuto in questa sessione… Cosa ben più importante le ossa mi fanno meno male e ho ricominciato a camminare senza sentire dolore (oggi ho persino giocato con il mio bellissimo cucciolone nel parco!!)..poi si è fatta sentire una ragazza che stava in ospedale con me a monza…me la ricordavo uno scricciolo di 32 chili, oggi è una bellissima donna che ne pesa quasi il doppio e vive in modo sano…mi sono un pochino vergognata a dirle che non sono ancora guarita e che peso molto meno dell’ultima volta che mi ha incontrata…soprattutto però sono felice per lei….

    sto ricominciando a credere che si possa guarire…

    forza ragazze la nostra lotta continua:) meritate tutte di essere felici….

    mi spiace molto per te Marianna, ti sono vicina e capisco cosa provi….

    Polla golosona:):) w gli yogurt vipiteno concordoxD anche io ero (magari sarò di nuovo??) una buona forchetta prima di ammalarmi….

    dolce notte a tutte un abbraccio fortissimo:*

  415. Vaniglia dice:

    ciao a tutti….anche io sono nera, con l’umore a terra! ho perso anche io ieri, ne ho combinate di tutti i colori, abbuffata e vomito più volte, mi sono presentatata al lavoro in pessime condizioni e, ci mancava che mio padre commentasse ieri sera quando a tavola cmq non ho toccato cibo.

    Mi faccio schifo! Punto, non aggiungo nulla…scusate.

  416. Vaniglia dice:

    ….che vita di merda, MARIANNA pure io prigioniera di schemi, orari…rigidi, rigidissimi! da caserma….ma come si fa a vivere così…????????

  417. miele dice:

    Ciao piccoli angeli,

    oggi un pensiero speciale a MariaLetizia: ricomincia di nuovo la tu alotta quotidiana contro quel Mostro, so che ce la puoi fare.
    Mi permetto solo di farti una proposta: invece di affannarti per riempirti le giornate, perchè per una volta non provi ad affrontare quei tempi vuoti di cui hai tanto paura?

    buona mattinata a chiunque passi di qui.

  418. Azimut dice:

    Buona giornata anche a te Miele, dacci pure di vodoo :-)

    Maria Letizia si riparte. Prova a escogitare un meccanismo che ti aiuti a riempire quelle che sembrano pause. In realtà non lo sono mai, si tratta di momenti che aspettano di essere riempiti di contenuti diversi, quelli che in realtà possono fare bene all’anima. Per me quei tempi sono pericolosi non per le abbuffate (ancora non mi è capitato) ma perché finisco in balia di un vortice di pensieri che mi fanno cadere nell’angoscia. Non so per te cosa possa andar bene. Io per esempio ascolto molta musica, quando sento sopraggiungere il pericolo mi sparo un cd in cuffia. Quando fa meno freddo scendo nel giardino condominiale e mi metto a sistemare le piante, levo qualche erbaccia, metto nei vasi semi di frutta per vedere se riusciranno a nascere le piantine, faccio le talee di rosa. Oppure organizzo libri e cd, mi faccio gli archivi sul pc. Non che questo riesca ad avere sempre la meglio sul malessere, ma a volte funziona

    Amira complimenti per gli esami. Non vergognarti per non essere ancora guarita. Ciascuna ha tempi diversi. Pensa solo che quella ragazza è la prova tangibile che si può riuscire

    Marianna spero che in casa vada meglio. Lo so che non è facile, ma prova a ricavarti un angolino di protezione dentro di te. Un posto dove tu possa coccolarti e volerti bene. E pensa sempre che in quell’angolino ci sono anch’io che ti abbraccio forte

    Uhmhm bello il tuo messaggio di speranza. Voglio sentirlo qui accanto a me oggi…

    Silvia com’è andata ieri? Ce la facciamo a riempire quel brutto vuoto? Guarda che vengo lì a imboccarti e ad accarezzarti piccola

    Chiara* te l’ho scritto già…non abbandonarmi…

    yris va meglio? Scacciata via la tensione? Almeno alleggerita?

    Un abbraccio a tutte e ad Aleph

  419. Chiara* dice:

    Inizia un’ altra giornata e il nodo alla gola, il magone, il terrore, il senso di solitudine mi pervadono.
    Ma non posso permettermi di restare fossilizzata come una larva a letto ancora una volta, anche se la tentazione sarebbe forte.
    Non posso farlo per me stessa ma soprattutto per chi crede in me.

    Oggi sarà una dura lotta ma la combatterò, non ho alternative.
    Combattiamo tutte contro i nostri demoni e le nostre paure. Proviamoci.

    Vi auguro una buona giornata angeli.
    Grazie di esserci.

    PS: non so se l’ avete mai provato, ma il training autogeno aiuta molto in situazioni di forte stress o ansia. Non fa miracoli, non fa passare il dolore né il male di vivere ma per lo meno regala un po’ di tranquillità e aiuta a rilassare il corpo e la mente.
    Provatelo.

  420. claudina dice:

    Buongiorno a tutte! siete tutte veramente dolcissime e vi ringrazio per la vostra bella accoglienza! non vi ho detto di dove sono,io abito in provincia di verona; non so come sono entrataa in questo tunnel…probabilmente soffrivo gia’ di disturbi del comportamento alimentare quando sono arrivata a pesare 93 kg poiche’ io sono sempre stata normopeso,55 kg circa…poi ho perso mia mamma quando avevo appena compiuto 20 anni per un cancro al seno,era malata da 5 anni,e io le sono sempree stata accanto nonostante avessi solo 15 anni quando si ammalo’,pero’ ero sempre io che andavo con lei al centro oncologico,ho iniziato presto a vedere cose brutte….poi lei e’ morta ed e’ stato un dolore terribile,ma che alla fine ero pronta ad elaborare ,sapevamo che nonostante le cure nn sarebbe sopravvissuta…poi a 22 anni rimasi incinta della mia prima figlia…all’ainizio fu un po’ traumatica la cosa,nn ero molto pronta alla maternita’,al matrimonio,ma poi quando nacque la mia bambina ero felicissima…la felicita’ duro’ poco..quando la mia piccola aveva 11 mesi,il mio povero papa’ mori nel giro di 3 giorni..entro’ in ospedale ilmercoledi,e mori’ il venerdi della stessa setimana…non gli avevo mai detto una volta che gli volevo bene…ma gliene volevo tanto,tantissimo…nn ho mai potuto piangere per quel dolore immenso,mi dicevano tutti che avevo una bimba piccola e nn dovevo farmi vedere piangere…mi sono tenuta tutto dentro…ed ho iniziato a mangiare tanto..non mi sentivo mai piena..mai…finche’ come vi ho detto,raggiunsi quei maledetti 93 kg…una mattina infilai i jeans taglia 56 e mi stringevano anche quelli..nn mi riconoscevo piu,avevo il viso che sembrava scoppiare da un momento all’altro…gia’ li avevo deciso di perdere un po’ di peso,anche perche’ essendo sempre stata magra,iniziavo a sentire il peso di tutti quei kili..male alla schiena,alle ossa..alle ginocchia…poi un giorno sentii un conoscente parlare con un altra persona parlare di me…” e’ diventata un cesso,e’ grassa come un maiale” ecco scattare tutto..dieta..sempre piu’ rigida,piu’ restrittiva,incontrollabile…80..70..60..50.. volevo di piu’..mi promisi che a 49 avrei smesso…ma nn ci sono piu’ riuscita….mi sentivo la padrona del mondo..e in realta’ non ero piu’ padrona di nulla,nemmeno della mia mente…sono arrivata a 43..42…toccarmi e non sentire piu’ il grsso,ma le ossa per me era (ed e’) magnifico..iperattiva,cucinavo per ore ed ore senza mai assaggiare nulla,ho iniziato a scrivere ricette su un quaderno,mi sembra di saziarmi cosi’…ora nn ho piu’ forza per cucinare,faccio quello che posso per la mia famiglia..ieri sera mi ero ripromessa di nn mangiare appunto perche’ sono andata su di peso,visto che la psichiatra che mi ha visto prima di natale mi ha detto che devo assolutamente prendere peso perche’ la mia anemia e’ grave,perche’ i kili persi sono tanti e li ho persi in fretta,perche’ sono a rischio di infarto ogni giorno che passa…ma ieri sera ho mangiato..troppo per quello che e’ il mio standard..una tazza di capuccino con dei cereali,una fetta di pandoro,un po’ di biscotti,un po’ di grissini…una scorpacciata insomma…oggi devo compensare,percio’ non posso mangiare….mi terro’ occupata a far pulizie tutto oggi,fino allo stremo delle forze,e’ cosi’ che faccio quando non voglio mangiare,benche la mia mente sia sempre rivolta al cibo…che schifo…
    CHIARA: TI PREGO,CERCA DI STARE SU…DETTO DA ME,DOPO QUELLO CHE HO APPENA SCRITTO PUO’ RISULTARE RIDICOLO…RIESCO A DIRTI SOLO QUESTO…UN BACIO GRANDE..

  421. Luna Blu dice:

    Buongiorno a tutte…
    Non ho eltto tutto…scrivete troppo…
    Claudina…per entrare qui occorre altezza e peso…ihhihhh…scherzo…ovvio…benvenuta fra noi…
    Hai cominciato ad avere problemi con il cibo a 40 anni????
    E’ successo qualcosa di aprticolare in questo periodo..oppure così da una semplice dieta?
    Ragazze…son stanchissima…che cavolo di mal di schiena!!!!

  422. Luna Blu dice:

    Abbiamo scritto insieme Claudina…ho letto..triste storia la tua…ma qui se ti puo’ essere d’aiuto di ascoltiamo…

  423. claudina dice:

    Ciao Luna blu…diciamo che quando ho iniziato ad avere problemi col cibo di anni ne avevo 38… ma nn credo sia un problema che riguarda solo ragazze giovani o giovanissime..nel mio ultimo post ho scritto i motivi che penso mi abbiano portato a questo…io sono alta 1,64 e l’ultima volta che mi son pesata,circa un mesetto fa,pesavo 45 kg…anche io oggi ho un gran male alle ossa..in particolare all’osso sacro,non riesco nemmeno a star seduta mentre scrivo,mio marito mi ha detto che forse se avessi un po’ piu’ di grasso non mi siederei direttamente sull’osso e nn avrei male..mi sa che ha ragione…

  424. claudina dice:

    Grazie luna,sei molto gentile…ho bisogno di parlare con persone come voi per sentirmi capita…

  425. laura dice:

    risorta dal letto, non vorrei dirlo troppo forte… speriamo bene con gli antibiotici la febbre mi è scesa oggi mi sento meglio, ancora un bel po intontita, ma meglio, erano anni anni non sò quanti anni che non mi veniva una febbre così, così lunga.

    benvenuta claudina, ti sono vicina, la tua storia mi ha molto toccato, è fondamentale che tu rieca a trovare un centro dove essere seguita, ed è una vergogna, uno schifo, ch i centri convenzionati o pubblici non siano in grado di seguire le persone, che abbiano delle liste di attesa infinite, lo dico perchè ci sono passata anche io, ed alla fine mi sono trovata solo portoni sbattuti in faccia, ora vado dall’aba, però sono a pagamento, non sò quali siano le tue disponibilità, con loro spendo 60 euro a seduta, ma vado tre volte al mese, perchè di più è un suicidio economico, già così ho dovuto limitare tantissimo, immagino te che hai una famiglia. comunque bisognerebbe scrivere una lettera al presidente della repubblica per esprimere la nostra indignazione di fronte al fatto che lo stato ci lascia soli con la nostra malattia.
    comunque claudina è importante che tu trovi uno spazio dove rielaborare il tuo dolore, dove dare voce e tempo a quei vissuti luttuosi, e a quelle emozioni che a suo tempo non sei riuscita ad accogliere. io credo sia fondamentale nel tuo percorso di guarigione. spero tu possa trovare la tua strada.

  426. Luna Blu dice:

    Claudina..lo so…questa amlattia nn ha età…ho le mie teorie in proposito ;-)

  427. claudina dice:

    ciao Laura,proprio ieri ho mandato una mail allABA di verona,per sentire disponibilita’ e costi…sai cos’e’ vergognoso oltre al fatto che non ci sono centri pubblici dove curare queste cose? che poi in televisione,venga detto che le persone anoressiche o bulimiche NON VOGLIONO ESSERE CURATE! non e’ vero,io cerco disperatamente un aiuto,perche’ so che da sola nn ne posso uscire…ci saranno sicuramente persone che non vogliono farsi curare perche’ magari non riconoscono quello che sta loro succedendo come malattia,ma c e’ anche chi lo ha capito e ne vuole uscire…sul governo e presidente della repubblica nn mi voglio nemmeno esprimere guarda,lasciamo perdere…

  428. claudina dice:

    anche io credo che questa malattia non abbia eta’…come penso che il peso abbia un importanza relativa…il peso si puo’ prendere facilmente..ma se nn lo accetti perche’ la tua mente ragiona con gli schemi dell’anoressia,quello che hai preso lo perderai ben presto..ormai lo so come funziona…io come ho gia’ detto non vomito,per fortuna il vomito e’ sempre stata una fobia per me,fin da piccola e quindi dubito che sarei capace di ficcarmi le dita in gola,anche se a volte mi infilerei le mani nello stomaco per svuoterlo di quello che ho mangiato…ora vado a fumare una sigaretta,che mi e’ stata tassativamente proibita,insieme al caffe’..ma come faccio..da qualke parte mi devo pur sfogare…sono quasi sempre da sola..purtroppo nel periodo in cui sono stata peggio ho perso il lavoro…e adesso trovarne un altro nn ti dico…non fanno che guardarti dall’alto in basso quando ti presenti…ci manca solo che mi chiedano quanto mangio….bah…

  429. yris dice:

    si claudina, ha ragione tuo marito. quando ero molto magra, in un periodo in cui ero costretta a star spesso seduta sulle panchine di cemento di un ospedale, avevo sempre i lividi sui glutei. ricordo che una volta andai pure al pronto soccorso perchè mi si era formata una macchia nera proprio in basso. il medico di guardia, uno giovane, si preoccupò, e mi mandò a consulto nel reparto ortopedia. ma lo specialista anziano mi visitò e sorrise. e disse che dovevo mangiare di più! :-)

    per quanto riguarda l’orgine del tuo disturbo, spesso una dieta ferrea (lo dimostrano anche molti studi) scatena la malattia, o meglio porta alla luce predisposizioni ad essa. che, unite ai motivi che hai appena descritto – la perdita di tuo padre, il rimorso per non avergli dichiarato il tuo amore, le nascita della bima e le relative responsabilità, ecc.. – hanno innescato la spirale.
    ora occorre rompere il cerchio claudina. sento che sei già in cura da una psichiatra. spero che sia una terapia costante, fatta di incontri cadenzati, e non di una visita ogni tanto. così come spero che tu ti faccia seguire anche da un nutrizionista, con competenze nella cura dei dca.

    un abbraccio a tutte le altre. sono davvero affogata di lavoro, ma soprattutto non sono serena. mi pesa il contatto lavorativo per persone che non stimo, mi pesa non avere tempo per me, mi pesa l’idea che la mia vita sta passando e io sto ancora rimandando..

  430. Maria Letizia dice:

    Questa mattina sto un po’ meglio, ma solo perché l’abbuffata di ieri non ha fatto danni, il mio peso è sempre uguale, ancora ben lontano dal mio normo peso, già, questo mi dà sicurezza;so che non dovrei pensare così, so che questa non è a strada della guarigione, ma è inutile nasconderlo, questo è ciò che penso davvero, questa è la mia prigione.
    Grazie a tutte quelle che hanno avuto un pensiero per me: silvia, miele (il tuo consiglio mi ha fatto riflettere), Azimut e le tue parole (“riempirmi di contenuti diversi”…GRAZIE)Polla, Girasole, uhmhm, miele…avete ragione, ma il mio bisogno di restrizione e controllo è così forte…
    Io so cos è successo ieri, ho passato buona parte della notte a pensarci: ieri dalla dottoressa ho parlato dei miei schemi, della mia paura dei momenti vuoti, delle mie abbuffate e restrizioni, poi siamo passate ad affrontare il problema da un altro punto di vista: mi ha spiegato che la mia mancanza di spontaneità nel mangiare rivela un’altra mancanza nella mia vita e, attraverso il semplice meccanismo dell’associazione di parole, è venuto fuori che sento la mancanza della spensieratezza della mia infanzia, che il peso delle responsabilità di una donna ormai adulta è troppo per me, così, cerco dimagrendo di gridare l mondo che voglio tornare e RIMANERE bambina. E’ stato troppo, sono uscita dallo studio e ho cercato la solita falsa consolazione nel cibo. Ma oggi voglio affrontare questa nuova consapevolezza, se no davvero non ne esco più, ho paura, ma so che non sono sola.
    Mi spiace per non aver nemmeno etto ciò che avete scritto voi, ora ho un po’ di tempo, cerco di dedicarvi una parola.
    Ilaria anche tu riempi la tu giornata per evitare i Mostro….in fondo, il fine giustifica i mezzi
    miele è vero, “la parola chiave è CONTROLLO”
    laura …stai un po’ meglio?
    Chiara* ora che hai toccato il fondo…puoi solo risalire…
    Marianna la tua battaglia è la battaglia di tutte noi…CORAGGIO!
    Ilaria oggi andrà meglio, promesso?
    claudina …BENVENUTA! Dalla tua descrizione direi che hai scelto il posto giusto per raccontarci di te…hai ragione, questa non è vita, io vorrei tanto ritrovare la mia…non posso aiutarti, ma sodo offrirti la mia mano e camminare insieme lungo il percorso della guarigione…un abbraccio!
    Ora devo andare, il lavoro chiama, la vita chiama e, anche se mi fa tanta paura, anche se vorrei, tornare indietro nel tempo e avere 10 anni per tutta la vita, non posso, a natura fa il suo corso e io dovrei seguirla con serenità…VI ABBRACCIO

  431. claudina dice:

    grazie maria letizia…anche io a volte penso di non voler essere una donna adulta…di voler in fondo essere ancora una bambina…forse sono dovuta crescere un po’ troppo in fretta…il mio medico di base mi ripete all’infinito che nn devo farequello che faccio perche’ ho delle responsabilita’,verso mio marito,verso i miei figli…credo pero’ che solo chi sta vivendo l’incubo che sto vivendo io mi possa capire..perche’ per chi sta bene,una cosa simile e’ incomprensibile,non ha logica…grazie per avermi offerto la tua mano..io vi offro la mia…per cercare di risalire…anche se so che e’ tanto difficile…ma non impossibile…un abbraccio.

  432. Luna Blu dice:

    Claudina…io ho sofferto di anoressia…bulimia…anoressia…bulimia…da quando ho 13 anni fino a circa 30…oggi ne ho 33…credo di essere riuscita a superare tutto…ma ce l’ho fatta perchè dentro ho sentito che volevo farcela…poi ho fatto tutto con la mutua..alla asl…forse son stata fortunata e ho incontrato persone competenti…qui a Torino c’è prorpio un centro della ASL dedicato ai disturbi alimentari…e se sei bulimica o anoressiaca e ti viene riconosciuto dalla psichiatra ti esonerano anche dal ticket…quindi direi che son stata doppiamente fortunata…anche se alla fine ho pagato il ticket lo stesso perchè nn mi piaceva la mia psichiatra perchè insisteva sempre con le visite del dietologo e varie del genere…andavo solo dallo psicoanalista…però ce l’ho fatta ;-)

  433. Luna Blu dice:

    Diemnticavo…ho pagato il ticket…ma prima quandoe ro nella malattia spendevo ben di peggio per il cibo…

  434. claudina dice:

    ciao luna,si anche io ho l’esenzione,me l’ha fatta la psichiatra,che come scrivevo ieri ho visto una sola volta perche’ continua a rimandarmi la seconda seduta per la marea di impegni che ha… purtroppo anche io mi devo affidare all’asl per motivi economici..pero’ ho chiamato in diversi posti e non ci sono posti nemmeno per un primo colloquio fino a maggio…e io fino a maggio nn so come fare,non gestisco piu’ la cosa…prima ero solo restrittiva..adesso mi do alle abbuffate,prendo peso e poi non mangio piu’…spero di riuscire a trovare qualkuno a cui affidarmi..al piu’ presto…

  435. yris dice:

    giustissima osservazione Luna Blu. se solo contassimo quanto abbiamo speso di cibo cibo comperato e vomitato.. altro che ticket!! baciscappo

  436. Girasole dice:

    Buongiorno a tutte ragazze! e Aleph!

    stamattin per la prima volta da 2 mesi a questa parte sono finalmente sola a casa!
    colazione sul divano, doccia e ora quattro chiacchiere con voi…non potrebbe andare meglio!

    leggo di voi, chi dopo la giornata di ieri si rimette in piedi, chi lo fa a fatica, chi invece azzera tutto e riparte…
    a tutte dico buongionro!
    non importa come, ma l’importante è che siate in piedi!

    Chiara…bene, rimettiti in moto, fatti trasportare dagli impegni e dagli eventi di oggi…vivi, vivi vivi! noi siamo qui…

    Claudina…leggo la tua storia e penso che non posso immaginare il tuo dolore…
    ma leggo la tua storia e vedo che cerchi il disperato aiuto di partire da capo! bene! forza… ieri sera è andata un po’ oltre le tue previsioni? non digiunare, davvero, non lo fare, mangia qualcosa… il male non sparirà magicamente da solo…solo noi possiamo farlo sparire…
    qualcosa di leggero, che non faccia paura, sono sicura che puoi trovarlo!

    anche io credo di essere stata fortunata, dopo aver iniziato una vedere una dietista privata (un angelo che poi non miha fatto pagare) grazie a lei, sono andata all’Asl di un paese vicino al mio…
    loro mi seguono sia dal punto di vista psicologico(una volta alla settimana) che nutrizionale (una vlota ogni mese e mezzo – 2 più o meno) ed essendo un servizio pubblico non pago nulla!
    sono davvero brave e mi sento appoggiata e seguita..ma nonostante tutti i loro sforzi…sta solo a me… dare una svolta….

    Aleph, sì, mi sono ambientata credo… è un bel posto qui, si sta bene, fa caldo, e ci si sente a casa…se mi sono ambientata è grazie a voi…
    se queste 2 settimane sono state tanto positive lo devo anche a voi…grazie!

    Polla, maria letizia, silvia, marianna, yris, ilaria, luna blu, vi leggo e vi penso tanto!

    ah…mi sono ricordata di quella cosa che volevo dirvi ieri….
    ieri dalla psicologa parlavamo dei lati negativi che ciascuno ha…di quelli che odio di me…del mio carattere, che vorrei modificare…vorrei essere ” la perfetta ragazza che tutti vorrebbero come amica, figlia, fidanzata – sì, fidanzata…ahahahahah….chissà, prima o poi;-))….
    e lei, (prendendo spunto dal corso di fotografia che inizierò sabato) mi ha detto una cosa bellissima: ciascuno di noi è fatto di luci ed ombre… le ombre sono necessarie per dare spessore, per rendere la foto il più realistica possibile, perchè altrimenti saremmo piatti, senza valore, senza suscitare alcuna emozione…quindi…teniamoci stretti le nostre ombre!!! (questo non vuol dire una foto tutta nera… canceliamo le ombre più brutte e teniamo solo quelle utili!!:-))

    unabbraccio e buona giornata!

  437. Azimut dice:

    Girasole, bellissima questa immagine delle ombre. Io le adoro….

    Silviaaaaaaaaa!!!!!

  438. Luna Blu dice:

    Yris…e non solo il cibo comprato e vomitato…e il dentista..per le carie? Io poi mi son consumata le gengive ho dovuto fare parecchi interventi per ripristinare la situazione…12000 euro totale…non male vero?
    E il gastroenterologo perchè a livello digestivo si sta sempre male?
    E le cure rinforzanti per i capelli e le unghie?

  439. Chiara* dice:

    Quanto dolore che traspare dalle nostre parole.
    Dolore misto a rabbia e voglia di ricominciare.
    Peccato che spesso, molto spesso, la cosa + difficile è proprio trovare il coraggio di cambiare.
    Noi siamo la nostra cura. E quando si sente dire che chi è malato di dca “non vuole guarire” in parte è vero.
    Io stessa, per quanto riguarda questo problema, faccio tanta fatica.
    Perché il restare ancorata ai miei schemi, alle mie regole, alle mie abitudini/ossessioni, l’ avere il completo controllo sul mio corpo mi da l’ illusione di avere il controllo su qualunque altra cosa.
    E fino a quando non scardinerò queste convinzioni malate, fino a quando non riuscirò a staccarmi dall’ ossessione del controllo maniacale (che ho su ogni aspetto, solo che con il cibo la cosa si concretizza maggiormente e mi fa sentire ancora + forte) non riuscirò a guarire.

    Azimut non ti lascio. Ma non farlo nemmeno tu. Prendiamoci per mano e cerchiamo di camminare insieme.

    Silvia come stai oggi? Io vedo solo tanto buio e sento il vuoto.

    Laura sono contenta che ti senta meglio. Non ci voleva anche l’ influenza… povera. Mi raccomando, riguardati e cerca di volerti bene un po’ di + ora che il tuo corpo ne ha bisogno.

    Claudina la tua storia è devastante. Davvero.
    E poco importa se hai 40 anni. Queste problematiche possono colpire bambini, giovani, adulti e vecchi. Perché sono malattie dell’ anima e l’ anima non ha età.
    Non mi sento di dirti che devi essere forte, che devi lottare, che devi crederci. Perché lo sai anche tu che è così. Ti dico però che non sei sola nel tuo dolore e che in qualche modo, prima o poi, se ne verrà fuori.
    Siamo compaesane, sai? Anch’ io vivo in provincia di Vr.

    Maria Letizia capisco perfettamente come puoi esserti sentita dopo la seduta.
    Sono le stesse parole che disse anche a me la psichiatra qualche tempo fa.
    Nel mio inconscio io voglio restare bambina, non voglio crescere, non voglio assumermi le responsabilità che la vita adulta impone e cerco di farlo rendendo il mio corpo proprio come quello di una bambina, così che la mia immagine possa ingannare me stessa e gli altri.
    Prendere coscienza di ciò mi ha destabilizzata non poco.

    Girasole sono contenta di questa tua positività stamattina. Perché di questo si tratta, vero?
    Grazie per le tue parole. Vivere… già. Questo devo fare.
    Ma è così difficile… ormai per me tutto questo è sopravvivere. Lasciarmi vivere dalla vita. Nient’ altro.

    Yris grazie per essere sempre presente e pronta a darci una parola di conforto.
    Sei una gran bella persona.
    Non stressarti troppo, ok? altrimenti alle tue piante chi ci pensa?

    LunaBlu quanto hai ragione… quanto tempo e quanti soldi spesi per questo schifo…

    Vi abbraccio forte dolci angeli.
    Vado a buttarmi un po’ a letto.

  440. miele dice:

    Ragazze vi lascio un saluto prima di tornare al lavoro…ho un sonno tale che potrei addormentarmi ovunque, ma ce la farò :)

    baci baci

  441. claudina dice:

    CHIARA: dai davvero anche tu vivi in provincia di vr? e magari siamo vicine vicine e nemmeno lo sappiamo… se ti va,se te la senti,se ti fa piacere ti lascio la mia mail…non so come o se si puo’ contattare un utente in pvt pero’..

  442. claudina dice:

    …oggi non ho pranzato…solo caffe’ senza zucchero..e il brutto e’ che cosi’ mi sento bene,nessun senso di colpa,stomaco vuoto,leggera…o vuota…ora si ricomincia a pensare a come resistere alla cena…non ne posso davvero piu’…se almeno riuscissi a dormire un po’ nel pomeriggio..ma gia fatico a dormire di notte…quelle poche ore che dormo le dormo malissimo…sono sempre tanto sudata..talmente tanto che mi devo cambiare un paio di volte per notte…non capisco cosa sia..capita anche a voi?

  443. Chiara* dice:

    Ti capisco Clauda… io oggi ho mangiato uno yogurt a colazione e credo che l’ unica cosa che mi concederò d’ altro durante la giornata sarà un altro yogurt.
    E basta.
    Il pensiero di poter controllare la fame e di sentire la sensazione di vuoto mi da una sensazione di “benessere” che difficilmente riesco a trovare in altro.
    Controllo. E’ sempre lì che si va a finire. Il bisogno maniacale e ossessivo di controllare tutto.
    Ma la fame è un istinto naturale. Gli animali non possono controllarla. Perché noi si? Perché non riusciamo a lasciarci andare a quelli che sono gli schemi naturali invece che porcene e imporcene altri di nostri? E’ assurdo.
    E mi fa paura sapere di cosa può essere capace la nostra mente. Controllare gli istinti… provate a pensarci.

    Clauda se vuoi contattarmi in pvt ti lascio la mia mail
    [email protected] it
    chiunque voglia aggiungermi ai contatti faccia pure.

  444. Chiara* dice:

    Clauda… ma sono normale??? Dislessia oggi eh!

    Miele buon lavoro.
    Grazie… sai di cosa parlo.

  445. claudina dice:

    grazie per ilcontatto chiara! ti mandero’ una mail nel pomeriggio:) si cmq hai ragione sai,riuscire a controllare gli istinti e’ terribile…l’ipercontrollo ossessionante che ho sulla fame sul cibo mi fa paura…
    PS: NN TI PREOCCUPARE PER LA DISLESSIA:))) IO SCRIVO DI QUELLE CAVOLATE!:)

  446. claudina dice:

    CHIARA:ti ho appena mandato una mail:)

  447. Chiara* dice:

    Vi saluto e vi auguro un buon proseguimento di giornata.
    Devo tornare al lavoro.
    Il pensiero di quanto ancora sarà lunga questa giornata mi manda in crisi.
    Vorrei fosse già sera per potermi infilare il pigiama e sdraiarmi sul divano bevendo una tisana calda.
    Invece il dovere chiama e non si può non rispondere.

    Vi stringo forte forte.
    Coraggio angeli. Prima o poi tutto questo dolore finirà. Prima o poi.

  448. claudina dice:

    Buon lavoro chiara! dai che oggi passera’ presto! io ho finito anche la tisana,ne bevo litri:) un abbraccio.

  449. Maria Letizia dice:

    Grazie a tutte quelle che hanno avuto un pensiero per me…anche oggi non va, ho paura, lotto, ci provo, ma il Mostro è qui che mi aspetta…

  450. Ilaria dice:

    Idem come sopra… scusate, non ci sono proprio.

  451. silvia dice:

    Nn ho potuto leggere, passo x un saluto…vi penso…
    Chiara lotta…Azimut…

  452. yris dice:

    Luna Blu, il mio commercialista fino a qualche anno fa scaricava dal modello 701 un sacco di soldi per “spese mediche, diagnostiche, farmacologiche, ecc.”
    ora prefrerisco regalarli allo stato quei soldi, ma non aver bisogno di medici, farmaci, esami, ricoveri..
    il dentista a tempo pieno purtroppo è un’eredità che mi tocca: su quel fronte non si può recuperare… :-(

    le mie piante.. già, chiara.. sento la loro mancanza.. :-)
    sono su quel terrazzo dove voi verrete un giorno..:-)

  453. claudina dice:

    …ho fame…una fame terribile:((

  454. Azimut dice:

    claudina prova a prendere qualcosa, pensi di riuscire a controllarti e a non abbuffarti? Se la risposta è sì allora devi assolutamente farlo. Lo so che è difficile, lo provo sulla mia pelle ogni giorno. Però ci sto provando e vorrei farlo insieme a voi

  455. Azimut dice:

    Non so se oggi riuscirò a riaprire. Vi porto con me. Silvia ricordati del nostro patto, io ci sto provando a riempire il vuoto ma è durissima e disgregante, la voglia di lasciarmi scivolare via infinita… un abbraccio a tutte e ad Aleph

  456. Polla dice:

    ..eccomi.. leggo un attimo e arrivo.
    cmq Claudina.. l’ideale sarebbe mangiare qualcosa e poi cenare stasera.. mangia qualcosa che ti faccia stare tranquilla.. io per esempio provo con la frutta.però devi pensare che stasera cenerai e stop.

  457. Ilaria dice:

    Era da un po’ che non lo pensavo ma oggi il pensiero è ritornato in tutto il suo splendore… voglio morire…

  458. Polla dice:

    ..Ilaria??? parla.. prova a descrivere quello che senti.. buttalo fuori..

  459. Polla dice:

    ..ragazze,io oggi super conquista.. ora devo sbrigare delle questioni,ma + tardi ve ne voglio parlare.. ci sarete??? daiiiii

  460. laura dice:

    ilaria siamo quì prova a dare voce a quello che senti.. noi ti ascoltiamo..

    polla aspettiamo che ci racconti

  461. Maria Letizia dice:

    Ho provato a mangiare q.sa per merenda, ma ho uttato fuori tutto…mi sento così debole…sparisco sotto il mio piumone verso la mia infanzia…

  462. Aleph dice:

    Buonasera a tutte!!!

    Cavoli, è tutto il giorno che vi leggo, ma lo ammetto, oggi sono stato un pò pigro e non vi ho scritto prima…mi perdonate???Ehehehe…

    Ok, passando alle cose serie…

    Ilaria!Beh, mi fa “piacere” che tu abbia trovato la forza, il coraggio, la volontà di mettere per iscritto quel pensiero. Non dev’essere stato facile, immagino. Spero che il tuo sia stato un modo per acquisire la giusta consapevolezza della cosa, razionalizzarla e allontanarla da te. Scrivici, racconta le tue sensazioni, io aspetto. Ti sono vicino e ti penso.

    Claudina, la tua storia è di sicuro molto toccante, e posso solo provare ad immaginare da lontano la sofferenza che hai dovuto e che stai passando ancora oggi. Spero che scrivere qui sia un primo passo verso la guarigione. Se hai fame a metà pomeriggio, ma hai paura dell’abbuffata, perchè non mangi un frutto?Mezza mela?Una intera?E poi arrivi a cena e mangi qualcosa più tranquillamente. Senza pensarci troppo.A colazione riesci a prendere qualcosa?

    Laura, dai dai che la febbre se n’è andata!

    Chiara, non ti preoccupare, non pensarlo nemmeno per un minuto. Non ti lascio, il tuo principe (che carina a chiamarmi così!) non ti lascia. Resta qui, e vuole che anche tu resti qui. Spero che la giornata di oggi sia passata in tranquillità. Perchè stasera non ti guardi un bel film sul divano con la tisana???Vedrai che sarà un bel modo di passare una serata tranquilla.

    Vaniglia. Basta, così non puoi andare avanti. Vuoi iniziare a fare qualcosa per te???Voglio essere lì a lottare al tuo fianco, prova a sentire la mia presenza. Ti penso.

    Azimut, in questi giorni mi stai rendendo davvero felice ed orgoglioso di te. Stai scrivendo molto, parli sia di te che degli altri. Sento che stai combattendo con forza, e ne sono davvero felicissimo. Continua così. Ti penso tanto.

    Silvia, lotta anche tu. Piccole cose, piccoli sforzi per cominciare. Ma falli.

    Amira, bentornata!Mi ricordo che avevi scritto un pò di tempo fa!

    Girasole, com’è andata in casa da sola?Ti sei rilassata per bene???

    Polla, non vedo l’ora di leggere il tuo racconto!Però così sei un pò cattiva, mi metti la pulce e poi scappi senza dirci niente!!!Eheheheheh, scherzo, sono contento della tua vittoria.

    Yris, che succede?Prenditi un pò di tempo per te stessa!

    Anche oggi Lei era incazzata, nervosa, presa male, e chi più ne ha più ne metta…non credo ci fosse un motivo particolare, solo che in quei momenti è davvero intrattabile. Per “fortuna” non ci siamo visti ma solo sentiti al telefono…capitano anche a voi dei momenti così?E nel caso, come dovrei comportarmi io?Io cerco di lasciarla stare, non farmi sentire, parlarle solo di cose di tutti i giorni, fondamentalmente facendo finta di niente e restando un pò distaccato. Anche perchè in quei momenti lei si allontana totalmente da chiunque. Beh, domani le passerà.

    Torno più tardi…

    Aleph

  463. claudina dice:

    ILARIA: nn dire che vuoi morire…dai..e’ difficile..si combatte ogni giorno…se ti va butta fuori quello che hai dentro….
    POLLA: per me oggi nessun alimento va bene…di solito quando sono cosi’ mi riempio un po’ lo stomaco con una mela,ma oggi penso che anche quella mi farebbe ingrassare…non l’immagine reaale di me..ce l’ho perche’ sono gli altri che mi dicono che sono magra…io nn mi vedo magra..perlomeno mai abbastanza..e ho i morsi della fame che mi divorano ogni giorno…ogni tanto mi torrna in mente la mia cara nonna quando parlando della guerra mi diceva:” abbiamo patito tanta di quella fame…e nulla e’ piu’ brutto della fame” quanto aveva ragione…:(

  464. claudina dice:

    ALEPH: purtroppo nn riesco a gestire l’alimentazione…o troppo o nulla..oggi nulla…da stamattina ho preso solo caffe’ senza zucchero..ho tanta fame..tanta…sono cattiva come una iena,rispondo male a marito e figli…in piu’ nn ne posso piu’ di gente che mi mangia davanti..nn posso pretendere che anche gli altri non mangino..tanto meno che il mio bimbo abbia l’accortezza di non mangiarmi le merendine davanti agli okki…nn ne posso davvero piu’…ho aperto il frigo migliaia di volte per prendere qualkosa..ma poi metto giu’…ho aperto la dispensa altrettante volte,non faccio che sistemare i sacchetti dei biscotti,li sistemo nn so quante volte al giorno…ma che razza di vita e’…:(

  465. claudina dice:

    ALEPH: scusami ho appena letto quello che hai scritto della persona che ti e’ accanto…si io ho momenti cosi’..quasi giornalmente…meno mangio e piu’ sono intrattabile…incavolata e con la testa per i cavoli miei,a contare le calorie di questo o quel cibo…a pensare di mangiare o farne a meno… se mangio stessa storia,incavolata nera perche’ non dovevo mangiare…mi chiedo come facciano a sopportarmi…

  466. claudina dice:

    ….stasera ho preprato arrosto e patatine fritte…quando le mettero’ nel piatto ai miei( a volte penso che potrebbero anche servirsi da soli) pensero’ quello che penso sempre: TENETE ED INGOZZATEVI!

  467. silvia dice:

    Claudia allora x tua nonna, mangia quella mela, e x il yuo piccolo…cena accanto a lui e poi impegnati con le persone ke hai accanto, nn lasciarti sola cn la malattia, ke ti prende proprio in quegli attimi, proprio xkè le lasci spazio.

    Chiara sn cn te e il fatto ke hai avuto da fare è stato positivo, devi superare questi giorni senza di lui e poi ritornare a lottare.

    Azimut io nn dimentico il patto e sopratutto nn dimentico te…è dura ma pensa ke nn 6 sola…io ci sn. anke se oggi nn ho postuto scriver molto.

    Laura cm va? infatti qnd ho scritto a Claudia dei problemi e delle soluzioni ke si possono trovare coi centri pubblici mi riferivo proprio a te…

    Ilaria un pensiero speciale x te…qnd ci si sente giù è difficile invertire la rotta dei propri pensieri, ma ora io ti voglio kiedere di parlare, di dire prima di tutto cosa t’ha portato a far riemergere quel pensiero, e poi di guardarti intorno e di cercare tutte le cose x cui vale la pena vivere, e cambiare là dove nn va bene…coraggio, hai tutto il nostro sostegno.

    Polla curiosità anke mia!

    Aleph spesso sì…spesso si è furiosi, ma è tutta quella rabbia ke x troppo tempo è stata così covata dentro…ogni tanto esplode e qnd lo fa nn sempre è nella giusta direzione.

    Un saluto x tutte le altre…Luna, Miele, MariaLetizia, Yris…

  468. Luna Blu dice:

    Buonasera….aspetterò che Polla racconti…
    Ilaria se ti fai la domanda un’altra volta…forse capirai che non sei tu che vuoi morire…è la malattia che ti sfinisce…
    Claudina…veramente pensi..tenete e ingozzatevi? Ihihihhhh…ma chi sono questi tuoi? (figli e marito?) a cui metti al roba nel piatto? Perchè questo pensiero? Son curiosa…hai mai pensato al eprchè pensi questo?
    Peccato che nn mangio il fritto e l’arrosto nn mi fa impazzire..se no verrei volentieri ad ingozzarmi…e me ne prendo da sola…ihihhhh…
    Io arrivo a casa sempre tardissimo…più che altro resto in uffico perchè nn mi va di tornare a casa…ieri ho trovato cucinato dopo il canottaggio ed ero stra-contenta…stasera lui andava a far la spesa…è caro in queste cose…ma poi ce ne son altre che mi mandano in bestia…ok…penso che tra poco me ne vado…a me sinceramente di avere da mangiare o meno la sera…mi arraggio con quel che c’è…ma da quando vivo con lui nn è così…
    Aleph…io son intrattabile a volte anche se son fuori dalla amlattia…dipende dal carattere e dal rapporto che ha con te…io nn le eprmetterei di trattarti così…nn è giusto…tu ci tieni così tanto a lei…cmq si…la malattia mi rendeva a volte ancora più intrattabile…sopratutto se interrompevano il mio rituale…nn tanto se nn avevo ancora incominciato a mangiare 8meglio dire abbuffarmi)…ma sopratutto se dovevo liberarmi…e dovevo vomitare…se qualcuno mi interrompeva dal mio atto liberatorio diventavo al persona più meschina e cattiva del mondo ;-) …quindi fossi in te nn mi preoccuperei molto….

  469. Luna Blu dice:

    Dimenticavo…Maria Letizia…mi preoccupa un po’ il pensiero di come stai…devo venirti a trovare così parliamo…devo solo trovare il tempo…faccio troppo sport…e la casa è alla fine ;-)
    silvia che carina che sei…sempre a pensare alle altre…e tu? A te ci pensi?

  470. Aleph dice:

    Grazie Luna per la risposta…
    No cmq non è che ero preoccupato, assolutamente. E cmq tranquilla che non mi faccio maltrattare, eheheh…semplicemente ho imparato a fregarmene un pò, e aspettare che le passi.
    In ogni caso, oggi non ho interrotto nessun rituale. Semplicemente si è alzata incazzata col mondo, ma le capita ogni tanto e amen…credo abbia a che fare col sentirsi impotente davanti alla malattia e allo sprecare di tempo che le causa. Ah, e ovviamente il pensiero fisso è quello di dimagrire, e il non riuscirci abbuffandosi le causa questa irritabilità. Almeno credo.

  471. Chiara* dice:

    Buona sera angeli.
    Finalmente sono a casa. Finalmente questa giornata terribile è giunta al termine. Finalmente posso calare la maschera ed essere me stessa. Finalmente posso infilarmi in quel letto, chiudere gli occhi e sperare che il sonno venga a prendermi il prima possibile. Così da anestetizzare i pensieri. Perché sono talmente brutti, talmente dolorosi che mi sfiniscono più della fame.
    Dolore per scacciare altro dolore. Vuoto per riempire altro vuoto.

    Vi ho lette. Gioisco per chi ha vinto e soffro con chi ha perso ancora questa maledetta battaglia.
    Vorrei dirvi qualcosa di concreto, vorrei trovare parole per ciascuna di voi ma non ce ne sono.
    Vi voglio bene angeli miei e vi sono accanto. Con la mente e con il cuore.
    Siete parte di me.

  472. silvia dice:

    Grazie Luna del pensiero…a me ci penso, ma spesso sn pensieri ossessivi e negativi, quindi è meglio staccarli da me e rivolgerli a voi…
    Io lotto e cado, mi rialzo e ricado, ma alla fine della giornata qlc mi entra nello stomaco.

  473. silvia dice:

    Chiara ce l’hai fatta a sopravvivere a questa giornata…sii fiera di questo.

  474. uhmhm dice:

    Oggi giornata no. E pensare che fino ale 5 era stata buona. A pranzo dai nonni col papà, tortelli di zucca senza troppi sensi di colpa (ok, lo ammetto, era da sabato che tentavo la restrizione in programma di questo pranzo) e anche gelato.
    Torno qui e ansia ansia ansia. Occhi puntati sul mio piatto. Mia mamma senza troppi giri di parole che mi dice che sono intrattabile e odiosa e presuntuosa. Giuro solennemente che me ne starò da ora in poi in silenzio. Altro che psicologa, altro che costanti fucili puntati addosso. Intanto, fa tante chiacchere ma avere la sguattera di casa (cioè io) le fa ben comodo.
    Che se ne vadano tutti a quel paese, sono così arrabbiata. Così giù. Già non ho la forza di rialzarmi, ma se anche ci provo e tutti negano ogni mio risultato… Bè, ora che ci penso, dovrei essere arrabbiata e farlo solo per me. Punto e basta. Al diavolo, ecco.

  475. Marianna dice:

    Uhmhm, quante volte mi sono sentita dire le stesse parole che hanno rivolto a te e quante volte mi hanno incolpata dell’infelicità altrui. Arriva un momento però nel quale dobbiamo autoconvincerci che non è così, non è sempre colpa nostra, non siamo poi così egoiste come possiamo sembrare per via della nostra malattia, non siamo da bistrattare in questo modo (anch’io, come te e come altre, provvedo spesso alle necessità della mia famiglia, faccio la spesa, lavo, stiro, nonostante debba studiare). E’ difficile frenare la rabbia, ma dobbiamo farlo per noi non per gli altri. Non vedono i passi che stiamo facendo?Non fa niente, li vediamo noi. Sappiamo noi quanta fatica ci costi pranzare senza troppe restrizioni. Fregatene e pensa a gioire delle tue vittorie. Noi siamo felici per te!

    Vorrei commentare ciascuna di voi ma oggi ho un tale mal di testa che a stento riesco a pensare. Venerdì ho un esame, voglio prendere il massimo, il mio perfezionismo non ammette altri risultati ma non mi sento molto bene e faccio fatica a studiare.

    Volevo mandare un abbraccio speciale a Silvia (ti penso sempre e gioisco ogni volta che leggo che sei riuscita a trattenere qualcosa), Azimut ( ti sento così vicina, vorrei tanto poterti ringraziare in qualche modo), Chiara ( coraggio, presto Francesco tornerà, è dura stare lontano dalla persona che si ama, ti capisco), Maria Letizia, Yris, Luna Blu, Miele, Polla e Laura (sono contenta che la febbre sia andata via).

    Un pensiero speciale ad Ilaria, se ti va raccontaci cosa è successo. Mettere nero su bianco le emozioni aiuta a razionalizzare meglio.

    Vaniglia, tesoro, spero di aprire questa pagina e leggere un tuo messaggio nel quale mi dici che oggi hai vinto. E’ difficile, ma tu ce la puoi fare, devi crederci!Ti stringo forte.

    Aleph, sei speciale!!

    Non so se torno più tardi, ne approfitto adesso per augurarvi una serena notte, ricca di sogni piacevoli.
    Scusatemi se sono stata di poche parole…vi abbraccio.

  476. Marianna dice:

    Claudina, sei riuscita ad aprire il frigorifero e a preparare qualcosa per te?Anche solo un frutto, un poco di verdura, qualsiasi cosa, ma non andare a letto digiuna, il tuo corpo non lo merita, TU non lo meriti!

    Girasole, io adoro la fotografia!Che bello poter avere passioni da coltivare. TI sei goduta la casetta tutta per te? :-)
    Ti mando un abbraccio grandissimo!

  477. Amira dice:

    Buona sera a tutti:)
    oggi giornata meno positiva di ieri…cioè gran parte con la testa nel water….no comment..non merito di parlare di me stasera tanto ho fatto solo disastri…

    ..claudina quanto mi ritrovo nelle tue parole di alcuni dei tuoi post precedenti…anch’io penso sempre al cibo…ci sono giorni in cui non riesco a fare nulla perchè penso solo al cibo (oggi è stato uno di quelli purtroppo)…sfoglio giornali di cucina per ore, mi abbuffo poi vomito fino a sanguinare, vado al supermercato e ci giro per ore guardando e toccando i ‘cibi proibiti’ anche senza comprare nulla…è molto triste lo so… e come te claudina non riesco a stare seduta se non con sotto due o tre cuscini, all’altezza dell’osso sacro ho un decupito viola bruttissimo, idem su gomiti e gnocchia….sono orrendi e spaventano chiunque li veda…..anche me a volte….dunque claudina, ti capisco in parte :) anzi molto…anch’io o tutto o niente…passano giorni senza che tocchi cibo…poi ce ne sono altri in cui mangerei anche i tavoli…

    Resisti chiara….a volte è importante anche solo sopravvivere se non proprio ‘vivere’…..resisti e scrivici mentre resisti o senti che non ce la fai più:)
    mi gira la testa…credo di stare per svenire…forse è meglio se vado a mangiare qualcosa e lo tengo giù…..

    uhmhm invece che stare in silenzio, alza la voce e fatti sentire se sei arrabbiata..non tenere tutto dentro..non dovresti essere come dici tu ‘la sguattera di casa’…!!

    un bacio grande a tutte e a te aleph…vado a studiare sociologia, il mio asso nella manica: “il suicidio” di durkheim…..(moooooooolto allegro lo so lo so:D…una botta di vita per una persona solare come me!!!!!:D)

  478. Blonsh dice:

    Ciao a tutti, è la prima volta che ho avuto il coraggio di scrivervi. Sono stata ore a leggere i vostri commenti nei miei momenti più brutti (ammetto che i 400 mex che precedono il mio però non li ho letti tutti :D ). cerco di prendere con filosofia la mia situazione di bulimica/binge eating disorder, ma ammetto che non è sempre facile. Ho 20 e ho realizzato di avere questo problema solo un anno fa durante un’esperienza all’estero di un anno, ero da sola, senza la mia famiglia, i miei amici..è stato terribile, ma in parte ho scelto io di stare da sola, volevo gestire e risolvere tutto da sola..speravo di guarire in un paio di mesi, ma ovviamente non è stato così..ho iniziato una terapia lì, l’ho interrotta per tornare in italia, ho cambiato ancora terapista..faccio progressi, ma ancora mi capita di sentirmi così male che l’unica cosa che spero è di essere da sola a casa per poter mangiare tutto quello che trovo, sperando di vomitare subito dopo o resistendo dal farmi di lassativi..a volte arrivo a chiedermi come si può arrivare al punti di farsi del male da soli, come si arriva a volersi così male..e non conta quante persone cercano di aiutarmi o di fare finta di nulla, non mi sento capita, mi fanno sentire così sbagliata, così incompresa..e forse è proprio questo che oggi mi ha dato il coraggio di scrivervi, perchè so che almeno voi potete capire quello che sto passando…A volte mi sembra di essere guarita e poi ci ricasco ancora…sono solo così stanca..

  479. Aleph dice:

    Benvenuta Blonsh!!!

    Hai fatto bene ad iniziare a scrivere qui, e spero continuerai a farlo, almeno finchè ne avrai bisogno. Stai tranquilla che qui sei la benvenuta, puoi parlare di quello che vuoi e soprattutto quanto vuoi. Apriti, raccontaci pure, chiedi, scrivi. Fai qualsiasi cosa ti possa aiutare, ti possa fare bene.

    Marianna!!!!!!Scuuuuuuuuuuusa prima mi ero dimenticato di scriverti qualcosa…hai pienamente ragione quando dici di gioire delle proprie vittorie!E’ una cosa che è importantissimo fare, bisogna essere orgogliosi e fieri quando si raggiunge un risultato, anche se piccolo per altre persone!Ti penso tantissimo!!!!

    Buonanotte a Chiara, spero che passerai una notte tranquilla, serena, senza incubi e magari con qualche sogno piacevole.

    Buonanotte anche alle altre…

    Aleph

  480. Girasole dice:

    Buonasera a tutte…
    non ce la faccio più… sono ancora al lavoro, ad aspettare l’ultimo ospite di questo hotel… e gliene sto mandando di tutti i colori perchè dovrei essere a casa già da un ora, con il mio latte nello stomaco e il cuscino sotto la testa…

    vabbè, ne approfitto per stare un po’ con voi…

    se il post si interrompe d’improvviso è perchè è arrivato e continuo domani:-)

    rispono veloce veloce a te marianna…
    la mia non è una passione, se devo dirla tutta a me della fotografia proprio non interessa molto :-)
    inizio questo corso perchè è l’unico che ho torvato che posso permettermi di seguire con gli orari del mio lavoro, e dato che qui sono praticamente sempre in solitudine, mi sono cercata qualcosa da ffare per vedere gente, pr conoscere qualcuno, per smettere di impengare le mie giornate andando solo a fare la spesa!

    però sono contenta e non vedo l’ora (mamma quanti errori sto facendo, scusate!)

    Sì…stamattina mi sono goduta un po’ la casa, finalmente, è mi è venuto da pensare a quando anche io come Blonsh (benvenuta!!!!) non vedevo l’ora di restare sola per potermi abbuffare e vomitare, o quando poi più avanti avevo paura di restare sola proprio per lo stesso motivo….e invece oggi…oggi non vedevo l’ora di essere sola per poter fare colazione con me stessa, davanti alla tv sul divano, fare la doccia nella tranquillità, vestirmi e truccarmi con calma e poi…mettermi al sole sul balcone, senza calze…
    bello, mi ha rigenerata!

    Marianna, spero starai riposanto la tua mente e che così il mal di testa se ne vada, così che tu possa affrontare la tua giornata di studio e il tuo esame di venerdì che sicuramente andrà alla grande!

    Uhmuhm… forza, alza la testa…fai sentire le tue ragioni… hai paura di scatenare la terza guerra mondiale? parla con calma, con diplomazia, ma fallo….

    finisco domani, è arrivato!!!!

    notte notte

  481. Maria Letizia dice:

    Grazie a chi ha avuto un pensiero per me: Luna, forse hai ragione, ho tanto da imparare da te…
    grazie Marianna sei sempre così doce…
    Ho fatto un sogno, dovevo percorrere un cammino, quasi un percorso di espiazione e più procedevo, più mi sentivo leggera…sarà un segno?
    BUONA GIORNATA a tutti!

  482. Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    La mia notte è trascorsa nel modo peggiore. Ieri sera non riuscivo a prender sonno. Avevo una strana sensazione addosso, penso fosse paura. Non sono abituata a stare sola di notte. E stamattina alle 5 avevi gli occhi sbarrati, la tachicardia e i crampi allo stomaco dalla fame.
    Oggi rientrano i miei. E questo mi sta creando tanta, troppa angoscia.
    Non ho voglia di vederli, di tornare a condividere con loro gli spazi, di stravolgere le mie abitudini di vita “solitaria”. Ma non ho alternative purtroppo.

    Benvenuta Blonsh, qui non verrai giudicata ma compresa e sostenuta.
    Nessuno ti può guarire. Nessun terapista, nessuna medicina. L’ unica cura sei tu. Non basta far passare un po’ di tempo senza abbuffate e vomito o senza digiuni e schemi per pensare di stare bene.
    E’ un cammino lungo e doloroso che richiede tanto tempo e soprattutto tanto impegno.
    Noi siamo qui per aiutarti a rialzarti ogni volta che cadrai. Non sei sola.

    Uhmhm ieri sera avrei voluto dirti qualcosa, ma ero talmente stanca e presa da me stessa che non ho trovato nessuna parola.
    Ma oggi ci sono. Sono qui con te. E ti dico di guardare avanti.
    Esatto: devi pensare che lo stai facendo per te e per nessun’ altro. Non importa cosa pensa chi ci è accanto. Dovremmo imparare a dar meno peso agli altri e a pensare un po’ di + a noi stesse e al nostro benessere.
    Chi ci circonda non può comprendere e non possiamo pretendere né che si sforzi di farlo né che ci riesca.
    In questa battaglia siamo sole e da sole dobbiamo gioire dei nostri traguardi e soffrire per le nostre sconfitte.
    Oggi è un giorno nuovo. Affrontalo con grinta e rabbia. Prendilo a pugni, tira fuori le unghie e continua a lottare.

    Girasole io credo che tu abbia fatto bene a decidere di dedicarti al corso di fotografia.
    A volte è fondamentale impiegare il tempo in qualsiasi modo ci aiuti a non pensare. E poi… chissà, magari ti riscoprirai portata per questa arte e diventerà una tua grande passione.
    Apprezzo molto questa tua voglia di fare, di uscire dal nido, di sperimentare.
    Brava!

    Silvia hai mangiato qualcosina ieri? Sei riuscita a portarti a casa un’ altra piccola vittoria? Lo spero tanto.
    Ultimamente ti sento un po’… distante. E’ come se avessi dentro di te tantissime cose da tirar fuori ma non te lo concedi.
    Parli così poco di te, ti apri con il contagocce… e mi fa male perché vorrei poterti aiutare in qualche modo ma non so come. Ti sono vicina. Sai che ci sono e sai dove trovarmi.

    Azimu dove sei? Io ti ho promesso che non ti avrei abbandonata ma tu devi fare lo stesso.
    Ti prego, lotta insieme a me. Ho bisogno che tu lo faccia altrimenti non posso pensare di farlo da sola. Ho bisogno di voi!

    Ilaria come stai oggi? Ieri sera mi hai fatta preoccupare con quello che hai scritto. Ma ti ho capita. Dio se ti ho capita… arrivano dei momenti in cui si pensa che l’ unico modo per sentire meno dolore sia morire. Ma non è così. Anche se la nostra mente ce lo fa credere non è così.
    Oggi ti voglio qui, combattiva e grintosa. Promesso?

    Maria Letizia come stai? Va un po’ meglio oggi? In questi giorni ti sento davvero molto giù e non sai quanto vorrei poterti abbracciare e farti sentire il mio affetto, la mia comprensione.
    Il piccolo Sam come sta? E Ale? Pensa a loro. Pensa a quanto ti amano e a quanto amore tu puoi donare loro. Solo questo dovrebbe aiutarti a star meglio.
    Il tempo è il mio peggior nemico, sai? Capisco bene cosa provi quando dici di aver paura del vuoto. Anch’ io devo avere sempre qualcosa da fare altrimenti vado in crisi. Non perché abbia paura di abbuffarmi ma proprio perché ho il terrore del tempo che passa a vuoto. Non lo riesco a tollerare e quando sono costretta a non fare niente mi sento morire.
    Forza. Oggi è il famoso mercoledì! E noi siamo con te!

    Marianna il tuo esame andrà benissimo! E qui non si tratta di manie di perfezionismo. Si tratta di voler dare il massimo per ottenere il massimo.
    Questa è ambizione ed è una cosa positiva! Devi esserne fiera!
    Grazie per le tue parole. Ne hai sempre per ciascuna/o di noi. Ma tu come stai? Il mal di testa è passato? Lo spero davvero.

    Amira oggi è un nuovo giorno. Ieri è passato. Basta pensarci. Sei caduta? Va bene. No non va bene, ma può succedere e ora devi rialzarti e tornare a combattere. Ce la farai. Io lo so che ce la farai. Non importa per quanto tempo manterrai l’ equilibrio, importa provarci. Devi crederci anche tu.

    Aleph grazie anche a te.
    La tua amica mi fa così tanta tenerezza… non hai idea di quanto la capisca. E di quanto possa capire anche te.
    Starle accanto non dev’ essere facile. E anche meno facile dev’ essere cercare di aiutarla ma trovare un muro dall’ altra parte che non ha intenzione di essere buttato giù.
    Sei una cara persona Aleph. Devi essere orgoglioso di te stesso.

    Claudina sei riuscita a mangiare qualcosa ieri sera? Perché provi questo rancore e questa rabbia nei confronti di chi mangia normalmente? Forse perché vorresti farlo anche tu ma sai di non “potere”?
    E’ bruttissimo, ma è così. Anch’ io mi ritrovo spesso a fare pensieri negativi su chi mangia questo o quell’ altro tranquillamente ma mi rendo conto che la mia è solamente invidia. Perché vorrei riuscirci anch’ io ma non ne sono capace.

    Laura oggi stai meglio? la febbre è passata del tutto? Spero tu ti stia riprendendo.
    Il prossimo colloquio con la psicologa quando sarà?

    Polla, Cely, LunaBlu, Yris, tutte… vi stringo forte forte forte. Un pensiero è rivolto a ciascuna di voi.

    Buona giornata.

  483. miele dice:

    Ciao amiche ed amici, buon giorno.

    Avete scritto un papiro infinito, ma ho letto tutto.

    Blonsh, benvenuta tra noi.

    Claudina quando ero nel periodo peggiore dell’anoressia, ricordo che stavo senza cibo anche per 24 ore di fila…lavoravo in una pizzeria, quindi a pranzo mangiavo pochissimo a casa, poi la sera andavo al lavoro senza aver cenato, finivo dopo mezzanotte e mi portavo a casa la pizza…che davo da mangiare a mio papà pero! In macchina mi inebriavo dell’odore, era un’estasi malsana guastata dalla consapevolezza che non avrei mai gustato quel cibo, che io lo trasportavo e basta, come in pizzeria dove lo portavo ai tavoli. Quando davo da mangiare agli altri, mi sentivo soddisfatissima di me stessa: loro mangiavano, e quindi ai miei occhi erano inferiori perchè non sapevano resistere…io invece ero la martire dotata quasi di aureola, pronta alla santificazione…ma pensa un po’…
    La domanda di LunaBlu è molto sensata: dovresti chiederti perchè hai quel pensiero quando consegni e scarichi (non “doni”) il cibo ai tuoi famigliari…chi sono per te? Cosa stai dando loro, insieme con quell’arrosto e le patate?

    Chiara* scusami se poi ieri non ti ho scritto, ma sai che va tutto bene e che resta valido quanto ti scrissi il giorno prima.

    Ilaria: che cosa ha scatenato il pensiero della morte, ieri?

    Azimut…come va?

    Silvia sono a fianco a te…

    Polla…dove sei finita? Qui stiam tutte ad aspettare il racconto della tua conquista!

    MariaLetizia, buona giornata.

    Anche a tutte le altre che non ho nominato.

    Aleph, una malata di DCA è come una persona dipendente da droghe: in alcuni momenti può diventare davvero cattiva, perchè ha in testa un obiettivo (digiunare, ridurre, consumare, abbuffarsi o vomitere ecc.) e deve portarlo a termine, e non le import adi nient’altro in quel momento. Ha perso interesse per qualsiasi altra cosa, compresi i rapporti umani.

  484. claudina dice:

    Buongiorno care amiche…si vi sento gia’ amiche…perche’ voi mi capite..perche’ voi sapete…perche’ voi conoscete il mostro come lo conosco io…quindi riesco ad aprirmi completamente a voi ,senza dubbi,senza remore…si io invidio i miei cari perche’ loro mangiano senza ossessioni..io no…dall’altro lato,quasi a volte li compatisco perche’ non riescono a controllare l’istinto della fame come so fare io…ma questi sono pensieri malati..ossessioni devastanti per il corpo e per la mente…ieri sera alla fine qualkosa ho mangiato,nn ce la facevo piu’..ho mangiato una mela,un’arancia e una tazza di latte con un po’ di cereali…per me e’ un abbuffata,quindi rimorsi,sensi di colpa a nn finire…ma non riesco piu’ a fare i 4 giorni di digiuno a fila che facevo quest’estate…non ne ho piu’ la forza…il mio schema era questo:lunedi,martedi,mercoledi e giovedi digiuno,solo tisane diuretiche…arrivavo al venerdi,secca,scavata e disidratata,ma ….contenta…al venerdi mi lasciavo un po’ andare..niente colazione,un pacchetto di creakers a mezzogiorno e la sera mezza pizza alle verdure..sabato e domenica mangiavo quasi normalmente….poi dal lunedi di nuovo digiuno..felicissima per i 43 kg che riuscivo a mantenere…e’ un po’ che nn vado in farmacia a pesarmi,perche’ l’ultima volta i farmacisti mi guardavano con gli occhi della pieta’ e a me nn va…ho appena portato il mio piccolo a scuola..ieri mentre lo vestivo,mi guardava e mi ha chiesto perche’ sotto i miei occhi sono colorata di marrone..gli ho detto: sono solo un po’ di occhiaie tesoro mio..e lui: mamma..ti senti tanto stanca vero?un magone tremendo ragazze….mio marito nn sa piu’ che fare…stanotte mi sono svegliata alle 3 di nuovo tutta sudata…sono andata in bagno..un attacco di cistite tremendo( saranno tutti i caffe’ che bevo?) brividi di freddo tremendi..mi ha tenuta abbracciata fino a mattina,per scaldarmi un po’..senza dirmi nulla,perche’ non sa piu’ cosa dirmi…ogni cosa che mi spinga a mangiare a me da fastidio…stamattina devo andare a fare da baby sitter a mia cognata,spero che stare con la sua piccola mi distolga un po’ dal pensiero ossessivo del cibo…un saluto a tutte voi,forza ragazze..un altro giorno deve passare! un abbraccio a tutte.

  485. miele dice:

    “un altro giorno DEVE PASSARE”
    …i giorni senza cibo diventano lunghi e pesanti, vero?
    Sarò sincera: i giorni scanditi da colazioni, spuntini e pasti, volano via più veloci. Hanno un “ritmo”, anche se a volte si fa fatica a tenerlo.
    Claudina il tuo corpo ti sta lanciando segnali chiari…devi ricominciare con un’alimentazione regolare. Forse prenderai qualche kg: ma questo potrebbe essere il giusto compromesso per una vita più serena, una mente meno ossessionata e notti più tranquille.

  486. Azimut dice:

    Ieri sera mi sono ubriacata. Sono andata completamente fuori. Non volevo sentire nulla. Anestetizzarmi, trovarmi oltre. Ovviamente ho finito per farmi più male. In bagno tutta la notte e ora un mal di testa terrificante. Stamani mia madre (è arrivata ieri per qualche giorno) mi ha guardata con aria di compatimento e ha detto che sembro sulla soglia dell’anoressia. Già…sembro… E oggi mi aspetta una giornata di attesa e di ansia. Non ce la faccio più

  487. miele dice:

    Azimut: se non ce la fai più, allora cambia direzione. Alle tue giornate. A tutto.
    Sai che è in tuo potere farlo.

    Oggi per me un misto di positivo e negativo. Negativo: ho fatto spuntino ora, mentalmente avevo bisogno di farlo abbastanza presto. Positivo: ho variato, ho mangiato una cosa che di solito mangio solo la sera davanti alla tv. Che strano effetto mi fa…non è successo nulla di grave, non mi sono guastata l’impegno per il pranzo e per il resto della giornata.

    A dopo angeli

  488. Luna Blu dice:

    Uhmuhm ma non hai mai pensato dia llontanarti da quella famiglia che ti fa così male?
    Maria Letizia tu nn hai neinte da imparare da me…basterebbe che tu imparassi ad amarti…e renderti conto che in ognuna di noi c’è un mondo meraviglioso e diverso da quello deglia ltri…perchè siamo uniche…e non per questo siamo emno degli altri…
    Silvia coraggio!

  489. Ilaria dice:

    Salve ragazze, ciao Aleph, benvenuta Blonsh.
    Scusatemi per ieri, il pensiero non è ancora svanito del tutto ma sto cercando di metterlo almeno un po’ a tacere. Perché mi è venuto? Mah, forse perché, come ha scritto anche la stessa Blonsh, “a volte mi sembra di essere guarita e poi ci ricasco ancora”. Potete ripetermi fino allo sfinimento che ci vuole molto tempo e pazienza, che ho appena iniziato a curarmi, ma io sento di non avere tutto questo tempo, che ne ho già sprecato fin troppo, che alla prossima abbuffata potrebbe venirmi un infarto e tanti saluti… e ho paura.
    Vorrei commentare alcune vostre frasi in cui mi sono rispecchiata in pieno ma per ora non ne ho le forze, magari entro stasera, vediamo come si evolve la situazione. Un abbraccio collettivo

  490. Amira dice:

    buongiorno raggi di sole:)

    è un nuovo giorno chiara*….e ne sono FELICE…mi sono svegliata, ho guardato il sorriso stanco di mia madre e ho pensato: dio mio, quanto è bello vivere. Ci proverò anche oggi, non importa se fallirò, importa solo continuare a crederci…..

    Azimut quante sbronze ho preso in passato…c’è stato un periodo in cui ero alcolista e anoressica (una cosa disgustosa)….stai lontana più che puoi dai superalcolici, hanno effetti orrendi su fisico e mente…ti prego non toccarli neanche…ti distruggono…

    vado a fare colazione:):) baci baci a dopo

  491. Blonsh dice:

    Ciao a tutte e grazie per il caloroso benvenuto.

    Claudina mi rispecchio perfettamente nelle tue parole quando dici di invidiare i tuoi parenti per come riescono a mangiare tranquillamente..io addirittura provo piacere a vederli mangiare e pensare che io sto mangiando meno di loro..faccio sempre in modo di mangiare meno di loro..addirittura cucino torte per loro..quando li vedo mangiare è come se pensassi a tutte lecalorie in meno che ingerisco io..

    Ilaria sono la persona meno indicata per dispensare consigli, ma voglio dirti cosa faccio io quando mi capita di deliudere me stessa per esserci ricaduta: parlo a me stessa..do voce alla parte “sana” di me, mi interrogo sul perchè l’ho fatto, su cosa posso fare per cambiare come mi sento..mi faccio una bella doccia, mi faccio caina ed esco e continuo a ripetermi che ce la farò, che finchè avrò le forze e crederò in me stessa varrà sempre la pena di darmi un’altra possibilità, dico a me stessa che mi perdono per tutto il male che mi sto facendo..anche tu devi perdonare te stessa e non perdere mai la speranza..ogni volta che mi rialzo mi sento un pochino più forte di prima..

    Volevo chiedervi se state facendo una terapia psicologica e di che tipo. Io vado da un bravo terapista e devo dire che mi sta servendo molto. Cosa dite voi?
    buona giornata a tutte

  492. Luna Blu dice:

    Azimut…leggo la frase che hai riportato di tua madre…sembri sull’orlo dell’anoressia….e rimanrchi sul “sembro” …perchè? che cosa nn ti paice di questa frase che ha detto tua mamma? Ceh nn stai mai abbstaanza male epr lei?

  493. Azimut dice:

    Luna Blu volevo rimarcare che come al solito non ha capito nulla di me. Lei che è sempre stata così ansiosa, apprensiva, soffocante poi i problemi veri ha sempre cercato di non vederli. Non mangio da mesi ma sembro anoressica. Vuoi mettere il disonore di pensare che lo sia veramente? Per non parlare di quello che è successo in passato, ma giustamente dite che al passato non devo pensarci più

    Blonsh benvenuta anche da parte mia. Credo che una terapia psicologica sia fondamentale. Io faccio due sedute settimanali. Psicologia analitica di impostazione kleiniana

    Amira hai ragione, per fortuna ho commesso questa idiozia poche volte, mi aiuta il fatto che l’alcool nemmeno mi piace. Ti distrugge lo so. Ieri è stato più forte di me, cercherò di non ripeterlo

    Ilaria hai espresso un concetto fondamentale: pensare alla morte per sconfiggere la paura della morte. In fondo è quello che stiamo facendo con questa malattia, stiamo cercando di ucciderci. Con la mia psicologa sta emergendo tutto questo, spero di poter comprendere come riuscire a fare i conti con questo terrore

    Marianna vorrei con tutto il cuore che tu riuscissi a trovare gocce di serenità almeno in casa, che i tuoi potessero comprendere quanto è importante avere tempo per studiare con tranquillità, che le figlie non sono sguattere ma persone che cercano il loro posto nel mondo e che già è tanto difficile così. Quando leggo i racconti di chi dice che deve cucinare, lavare, stirare, pulire e intanto ci sono esami da preparare, un dca invalidante da gestire, angosce da affrontare… mi si stringe il cuore. Vorrei venire lì e abbracciarvi forte, prendervi per mano e dirvi che da ora in poi potrete pensare solo a voi stesse e che questo non è egoismo ma solo il vostro diritto

    Chiara* cerca di estraniarti da loro, di pensare davvero a te. Chi entra ed esce a piacimento senza portare affetto e calore non merita tutto questo dolore. Arriverà il momento in cui potrai emanciparti da tutto questo. Non mollare, io ti tengo

    Silvia come stai? Dimmi che sei riuscita a mangiare qualcosa. Mi faresti felice, immensamente felice…

  494. Luna Blu dice:

    Sono stra incazzata…no di più…i maiolicatori si fanno rpegare epr finire due cagatine in casa mia…sono vermante incazzata…ma questa volta nn la apssano liscia…
    Azimut…ti capisco quando parli di tua mamma…probabilemnte i problemi veri non li vede eprchè farebeb troppo male mettersi in discussione…se stai male…al passato ci devi pensare eccome…perchè tu sei il frutto del tuo passato…perchè se stai male è per quello che è successo in passato…

  495. claudina dice:

    …ero da mia cognata a tenere la bimba finche’ lei era fuori…il mio pensiero fisso?chissa’ dove tiene la bilancia! e’ da piu’ di un mese che nn mi peso..ho girato tutte le stanze,ma nn l’ho trovata…quando e’ tornata gli ho chiesto se potevo pesarmi e mentendo spudoratamente le ho detto che era per vedere se ho preso un po’ di kili visto che mi sto impegnando a farlo….ebbene…48.500..ok con pantaloni della tuta,pile e calze di spugna..mettiamo 48 kg…ho preso 3 kg in poco piu’ di un mese…mi odio da morire….

  496. Ilaria dice:

    Ora che ho un po’ raccolto le idee mi presento meglio a Blonsh e claudina, mi accorgo che non l’ho fatto.
    Ho 32 anni, vivo in Sardegna da quasi 3 anni ma sono veneta, veneziana per la precisione; sono laureata in giapponese, da quando avevo 14 anni ho una grandissima passione per la musica metal, mi piace cantare, risolvere enigmi, leggere (soprattutto il genere thriller-horror-poliziesco), fare lunghe passeggiate, coccolare i miei gatti; mi sono sposata a 27 anni senza amore solo per andarmene di casa e sottrarmi alla dittatura di mio padre. Durante il matrimonio ho conosciuto chattando il mio attuale fidanzato, in quattro e quattr’otto ho lasciato tutto e mi sono trasferita qui. Soffro di binge. I primi problemi li ho avuti l’anno che dovevo sposarmi, poi per un po’ non è successo più nulla, poi il tutto è riesploso quando sono venuta qui. Forse sono stati tutti questi cambiamenti, non so…
    Queste frasi mi trovano completamente d’accordo: “Claudina mi rispecchio perfettamente nelle tue parole quando dici di invidiare i tuoi parenti per come riescono a mangiare tranquillamente..io addirittura provo piacere a vederli mangiare e pensare che io sto mangiando meno di loro..faccio sempre in modo di mangiare meno di loro..addirittura cucino torte per loro..quando li vedo mangiare è come se pensassi a tutte lecalorie in meno che ingerisco io..”.
    Però, a differenza di Blonsh, ogni volta che cado e mi rialzo mi sento un po’ più debole, come se fossi eternamente convalescente.
    Seguo una terapia rogersiana “centrata sulla persona”, l’ho iniziata il 3 gennaio… forse sto davvero pretendendo troppo da me, è prestissimo per trarre conclusioni…

    Luna, ti capisco, anche a me ultimamente sono capitati disguidi di tutti i generi; bisogna solo portare pazienza, sfogare la rabbia altrove e con i diretti interessati reclamare i nostri diritti sfoggiando il nostro sorriso migliore ;-)

    Amira, Chiara, Azimut: vi sostengo.

    Per tutte le altre: be’, lo sapete, sostengo anche voi :-)

  497. silvia dice:

    Buon giorno a tutte + Aleph…

    ragazze ogi mi ci impegno di + di ieri, x ki me l’ha kiesto si, sn riuscita a trattener qlc…ma faccio di tutto x nn pensarci e farmi passare la paura.

    Marianna grazie del tuo pensiero speciale, sai capita a tutte di far x gli altri, di far mille cose x gli altri, ma è solo un assurdo modo x sentirci a posto…o meglio semplicemente x sentirci, sempr e e solo in fuonzione di voleri altrui e nn nostri.

    Benvenuta Blonsh, si, qui ti sentirai capita, ma la kiave è nelle tue mani e devi farti accompagnare da qlc, da sole nn si va da nessuna parte…la forza di volontà è impostante ma serve qlc ke ti dica bene dove indirizzarla.

    Girasole ke bella la tua descrizione delle fasi dell’”evoluzione”…di cm può cambiare il punto di vista, le sensazioni, dallo star soli e star finalmene bene.
    Sai l’idea del corso è una cosa ke è venuta anke a me, x lo stesso motivo, x il fatto di iniziare a avere rapporti sociali ke nn siano “di servizio”…ma mi viene molto dificile anke solo uscire di casa alcune volte…direi d’essere in una fase molto lontana dalla tua, ma credo ke sarebbe una bella spinta iniziare qlc.

    Chiara è vero ke sn un pò distante ma nn riesco ad aprirmi di + e credimi l’ho fatto anke parekkio qui…La tua giornata oggi ti mette davanti un ennesima prova, l’arrivo dei tuoi…ma cerca d’esser forte xkè a breve torna lui e almeno potrai evadere un pò…state realizzando la vostra casetta no? pensa a quello, pensa ke devi resitere solo un altro pò prima ke nessuno potrà venire ad invadere i tuoi spazi…ke se poi te lo devo dire, quelli nn sn i tuoi spazi, xkè all’interno di essi tu dovresti star bene, invece soffri…io lo spero davvero ke tu possa riscoprire te stessa, le tue passioni e dar loro vita, e darti vita! Nn è importante qnt tempo impieghi, anke io sento l’ansia xkè mi sembra d’aver buttato via, e di stare a farlo anocra, gli anni, gli attimi, le relazioni migliori, ma nn dobbiamo smettere di pensare ke nulla è perso, tutto potrà cambiare…anke quest’ansia ci sta servendo, ci deve formare, dobiamo imparare da questa esperienza e andare avanti, osservando e vivendo tutto cn na nuova luce. Lo spero x tutte voi e cerco di metterlo in pratica x me.

    Miele grazie, in effeti penso spesso a te qnd mi trovo dinanzi ai miei pasti…a ciò ke hai detto ,di farlo e cercare di dimenticarlo, ke passa, ke nn è nulla…davvero…grazie!

    Azimut cosa hai da spettare oggi? ke risposte? Io ci sn e mi sto impegnando, ma tu? ubriacarti così? nn potevi passare di qui? nn potevamo sentirci…cerca qlc di noi qnd pensi ke nn ce la fai + a reggere…
    Tua madre…si credo anke io cm Luna ke il passato va affrontato, ma nn rimuginato…+ ke altro deve essere valutato in ciò ke stato ma continuare ad andare avanti…tu continuerai?
    I tuoi sogni, il progetto, il tuo libro…nn lasciare ke affondino in quel mare di problemi e preoccupazioni…
    e poi un altra cosa?…Dillo a tua madre ke nn si rende conto di nulla! orienta la tua rabbia la tua insoddisfazione all’sterno…nn rivolgerla sempre e solo contro te stessa!

    Ora vado…saluto tutte le altre…
    LunaBlu…ci vuole pazienza!

  498. Azimut dice:

    Silvia se dicessi così a mia madre si farebbe venire le palpitazioni, comincerebbe a piangere a dirotto e direbbe che la faccio morire. Preferisco provare a reggere per i pochi giorni che resta da me. Avrei dovuto farlo molto tempo fa, ormai finirei per fare ancora più male a me stessa. Lo so ieri sera ho fatto una stupidaggine, avrei potuto passare di qui ma io non posso portarvi sempre tutto il mio star male, già avete i vostri problemi.
    Sono felice che tu sia riuscita a tenere qualcosa, ci riuscirai sempre di più e arriverai a non percepire la paura. Quando la senti arrivare pensa che sono insieme a te e che insieme la manderemo via

  499. miele dice:

    brava silvia! dopo mangiato concentrati su qualcos’altro…vedrai che non succede niente!

    azimut, queste madri….la mia psicologa l’altro giorno mi ha detto che dovrei non vedere più la mia per un bel periodo…per lasciarla che cammini con le sue gambe…mah…

    Chiara* oggi come va?

    un bacione a tutte, un abbraccio per LunaBlu…chissà che l’arrabbiatura passi.

  500. Blonsh dice:

    Ilaria, mi fa piacere conoscerti, in generale mi fa piacere poter conoscere e condividere un po’ del mio peso con voi, ma mi fa soprattutto poter confrontarmi con qualcuno che ha il mio stesso problema. E’ da anni che non sto bene, ma era più una cosa occasionale fino ad un anno fa. All’inizio ero bulimica..rabbrividisco ancora al ricordo di quello che sono riuscita a fare a me stessa..poi ho trovato il coraggio di smettere di scolarmi barattoli interi di pillole dimagranti, prendere quantità esagerate di lassativi per poi stare male per settimane..ora soffro di binge e non è che sia più facile di prima..insomma cambia davvero poco, cambia solo l’etichetta…molto spesso mi sento come se le persone sottovalutassero il mio problema, solo perchè non si evede esteriormente come per chi è anoressica o al contrario obesa. Molto spesso è come se il binge eating disorder sia sottovalutato, sia un problema alimentare di serie B..io non so se c’è una classifica, e nel caso ci fosse non mi dà fastidio non essere così grave, ma c’è una differenza tra il guardare un problema con oggettività e il cercare di sminuirlo..come a voler coprire qualcosa di brutto alla più o meno sperando che basti..a me non basta aggiustare le cose per il momento o finchè non mi capiterà di nuovo o fingere che vada tutto bene perchè è più facile fingere di non avere problemi…io voglio davvero stare bene, e credo sia questa immensa voglia di reagire che mi fa rialzare ogni volta un po’ più forte..spero un giorno di diventarlo abbastanza da non ricaderci più.

    domanda: per voi si può guarire davvero? Intendo dire so che sarò per sempre cauta con il cibo per paura di ricaderci..ma mi chiedevo se secondo voi con il tempo, con molto tempo, si riesce quasi a dimenticare il male che ci si è fatte e a si riesce a dire di essere davvero guarite..mi sveglio ogni mattina con questa speranza…

  501. miele dice:

    Blonsh, la mia convinzione è: SI.

  502. claudina dice:

    …anche io sono convinta che se ne puo’ uscire…certo nn e’ una cosa facile da sconfiggere,ma niente e’ impossibile…

  503. Chiara* dice:

    Salve a tutte e ciao Aleph.
    Ho letto velocemente i vostri post… avete scritto molto oggi.
    Vorrei poter rispondere a ciascuna di voi ma non ho il tempo materiale per farlo.
    Ho appena finito di sistemare casa e ora devo scappare a fare le pulizie nello studio dopodiché mi aspetta la bimba a scuola e sarò di baby sitting fino a stasera.
    Per lo meno mi eviterò di essere a casa quando arriveranno i miei. Li incontrerò a fine giornata.
    Non che la cosa mi faccia piacere ma… facciamocela piacere. Punto e basta.

    Che dire? Ogni volta che qualcuna di noi si apre e lascia scorrere fuori le sue emozioni per me è una coltellata.
    Perché mi ritrovo in tutto quanto leggo.
    Vorrei poter avere una bacchetta magica e… “puf” far sparire tutto il dolore e il male che ci portiamo dentro.
    Vorrei che fosse tutto un brutto sogno e che domani potessimo incontrarci tutte insieme, davanti a quella famosa cioccolata calda, raccontandoci di quanto la nostra vita sia piena, gioiosa e felice.
    Invece no. Siamo costrette a lottare strenuamente ogni santissimo giorno. Ma lottare per cosa, in fondo? Per tornare ad avere una vita normale? Chi lo stabilisce quale e come sia normale e cosa no?
    Stiamo qui, a straziarci, a lasciarci travolgere e trascinare sempre + in basso.
    A sprecare il nostro preziosissimo tempo costringendo la mente e il corpo a non cedere ai morsi della fame, a ingurgitare kili e kili di cibo, a ficcarci 2 dita in gola e ucciderci con le nostre mani sempre un po’ di +.
    Perché è questo che facciamo. Ci uccidiamo. Lentamente. Convinte che non sia così ma la realtà è questa.
    Abbiamo dentro di noi così tanto dolore, così tanta paura della vita che facciamo di tutto per impedirci di vivere.
    Non è giusto. Nessuno di noi lo merita. Non lo meritiamo noi, non lo merita chi ci ama ed è costretto a vederci distruggerci con le nostre mani, non lo merita chi ha lottato, sta lottando e lotterà per qualcosa di molto molto più grande.
    Noi la vita la rifiutiamo e non possiamo permettercelo. Perché il dono più bello che potessimo ricevere.
    E’ vero, nessuno ha chiesto di venire al mondo. Ma dal momento che ci è stata concessa questa opportunità, perché dobbiamo sprecarla in questo modo?
    Me lo chiedo ogni dannatissima mattina, quando apro gli occhi.
    Perché devo soffrire in questo modo? Perché non posso semplicemente VIVERE anzichè sopravvivere?
    Io voglio farcela. Voglio tornare ad essere la persona che ero un tempo. Voglio smettere di indossare maschere che non mi appartengono, voglio sorridere con gli occhi e non solo con la bocca, voglio svegliarmi la mattina, aprire la finestra e sentire il cuore riempirsi di gioia nel vedere il sole che splende.
    Lo voglio. Con tutta me stessa. E so che è quello che vogliamo tutte.
    Lo vogliamo ma non ce la facciamo.
    Forse dobbiamo provare ad impegnarci un po’ di più? Che ne dite?

    Un abbraccio angeli

  504. silvia dice:

    Chiara si, dobbiamo impegnarci un pò di +…leggere le tue parole mi da carica, mi da grinta…e dobbiamo farcela, sappiamo cosa vogliamo: è tutto ciò ke hai scritto nel post sopra…eppure nn ce la facciamo, ma io ho imparat una cosa, a spezzettare…a sminuzzare i fallimenti ke raccolgo durante la giornata cm se fossero solo una parte…una caduta…in quel cammino…è vero, fin’ora è cm se stessi praticamente a terra tutti i giorni, ma io quella speranza nn la voglio perdere. nn devo pensare al tempo ke passa, ma solo a ciò ke faccio…e lo stesso vale x te…al di là di cm andrà dalla bimba…al tuo ritorno a casa, cerca di nn aspettarti nulla, nè bello, nè brutto…ma ciò ke viene sappi ke 6 in grado di superarlo e di ricominciare a lottare domani….finke saprai e potrai vivere davvero.

    Miele grazie, si lo spero tanto di nn sentire + quella paura…il discorso delle madri?…la mia pscioterapeuta ha già fissato il mio obiettivo: andare via di qui. Lasciar crescere e sbrigarsela da sola tutti e iniziare un mio percorso individuale…senza preoccuparmi + x gli altri.

    Azimut sii forte allora in questi giorni, xkè io lo sarò, ma sopratutto xkè devi vivere nn + in funzione del male ke ti è stato fatto ma del bene ke tu puoi regalare a tue stessa, nnn farti + del male cm ieri sera…e ricorda ke qui, o x mail, io ci sn…nn preocc xkè nn porti dolore o sconforto. ci teniamo a te

  505. laura dice:

    buon giorno e benvenuta blonsh.

    io sto impazzendo in casa, non ce la faccio più, tra l’altro fuori ci sono snche delle belle giornate ma io sono quì malaticcia…..

  506. Amira dice:

    …ho rimesso l’anima già due volte….e la cosa più strana è che non mi sembra grave…mi sembra solo un’abitudine come un’altra ormai…mio dio…questo è grave…..che palle che sono…

  507. Amira dice:

    Oh Azimut gran parte della mia famiglia ancora ora dopo 7 anni di malattia, ora che peso 36 kg per 1.70 si rifiuta di accettare che sono anoressica….!! mi portano antiemetici e ricostituenti, quando spiego loro perchè vomito, quando dico loro che sono le mie dita a farmi vomitare e non il mal di stomaco scuotono la testa e la risposta è sempre: ‘ma non dire sciocchezze!!’…

    solo i miei genitori e il mio fidanzato lo ammettono…
    ah…dimenticavo…ovviamente però tuttp il paesino di ficcanasi si fa le sue supposizioni sulle cause della mia magrezza e quelle credetemi sono le più fantascientifiche…

  508. Maria Letizia dice:

    Arrivata, delusa, arrabbiata e stanca…provo a riposare un po’…a dopo

  509. miele dice:

    Maria Letizia:
    delusa da cosa?
    arrabbiata per cosa?
    stanca per cosa?

    Amira spero che stavolta tu continui a scrivere qui, che tu non sparisca. Perchè mi sembri più determinata ad affrontare il tuo problema, e noi vogliamo starti vicino. La giornata è ancora abbastanza lunga da poter diventare bella, no?

    Chiara* il problema non è proporsi un maggior impegno, non è nemmeno quello di metterlo in pratica quando abbiamo la giornata buona e tutti gli ingranaggi sono oliati e sembrano funzionare: il problema vero è il voler impegnarsi – o il continuare ad impegnarsi – anche quando la giornata non è proprio stupenda, quando l’umore è a terra, quando a casa va male ecc.
    E’ conservare, nei momenti neri, la memoria dei momenti in cui invece abbiamo avuto grinta ed entusiasmo.

    vi abbraccio forte

  510. Marianna dice:

    Buongiorno a tutte, buongiorno Aleph,
    benvenuta tra noi Blosh!Spero tu possa trovarti bene quì. Qualsiasi disturbo alimentare, sia esso anoressia, bulimia, binge è una vera e propria spada di Damocle. Non ci sono disturbi di serie A e disturbi di serie B. Il percorso è duro in qualsiasi caso, la strada è lunga, le ricadute frequenti, ma non bisogna mai scoraggiarsi. Io credo che si possa guarire definitivamente da questa malattia. Miele, Luna Blu, Yris e Polla sono esempi viventi. Ce la possiamo fare!

    Claudina, quanto mi rispecchio nelle tue parole. Ricordo l’anno in cui mi sono diplomata, 5 anni fa, ero nel pieno dell’anoressia e riuscii a non mangiare assolutamente nulla per 20 giorni di fila. Bevevo solo acqua e tisane, ogni tanto un tè, ma niente di solido entrava nel mio corpo. Non avvertivo più nemmeno lo stimolo della fame. Ma il nostro organismo non può reggere a lungo così, ricordo che mi svegliavo nel cuore della notte perchè il mio cuore pulsava fortissimo, allora mi alzavo e puff…svenivo. No, non possiamo farci così del male, non è giusto. Io sto imparando piano piano ad avere un pò più di stima in me stessa, a volermi un pò più bene. I problemi ci sono sempre, anzi, per beffa del destino sembrano essersi moltiplicati in questo periodo, ma sto cercando di costruirmi uno scudo che mi permetta di difendermi. Non voglio più star male, io voglio vivere!Capisco i tempi d’attesa per ricevere un’adeguata terapia, io ho chiamato a dicembre e ho ottenuto l’appuntamento a marzo!Ma non demordo!

    Girasole, sono sicura che il corso ti aiuterà ad allacciare nuovi rapporti di amicizia, magari ti farà nascere anche la passione per la fotografia, chissà!Come procede la tua giornata?Quì c’è tanto sole, mi trasmette positività. Non vedo l’ora che arrivi la primavera!!

    Chiara, ti penso sempre tanto!Ma i tuoi genitori si sono resi conto di quanto stai male?Scusami se la domanda ti può sembrare inopportuna, se ti fa male parlarne bypassa pure. Ti abbraccio!

    Azimut, tappa le bottiglie, se stai male vieni quì e scrivici!Non preoccuparti per noi, ma sfogati!Come stai oggi?Passato il cerchio alla testa?Grazie per le tue parole…grazie!

    Silva, io faccio la danza della vittoria per te!Brava, brava, brava, brava!!!

    Laura, coraggio, non appena la febbre andrà via potrai godere di queste belle giornate. Adesso saranno sempre più frequenti, ci avviciniamo alla bella stagione!Come stai tu?

    Maria Letizia, un pensiero speciale per te!Oggi è mercoledì, spero stia procedendo tutto per il meglio.

    Baci volanti a Polla, Miele, Luna Blu, Amira, Yris (dove sei?), Uhmhm, Vaniglia, Ilaria e a chi legge!

    Aleph, ma non preoccuparti minimamente se non mi menzioni!!Lo so che mi pensi sempre! :-D :-D

    Io sto più o meno bene, il mal di testa è andato via dopo aver pranzato, sono un pò tesa per dopodomani ma cerco di placare l’ansia e il nervosismo con un bel pò di passeggiate all’aria aperta e con un pò di chiacchiere con gli amici. Sto cercando di vincere la mia grande timidezza, arrosisco ancora come un papavero quando sono al centro dell’attenzione, ma dopo poco mi sciolgo. Non vomito da parecchio tempo ma restringo un pò e questo non mi piace. In ogni caso continuo a lottare, non mi arrendo. Mi manca tanto il mio ragazzo, noi riusciamo a vederci solo nel fine settimana perchè lui studia in un’altra città, ma spesso vado a trovare la sua mamma e il suo papà e ritrovo un pò di quel calore familiare che manca a casa mia…
    Ok, ora torno ad immergermi nei libri!
    A più tardi!

  511. Maria Letizia dice:

    Dagli allievi, dai colleghi…da me…scusate, non resco a spiegarmi meglio…a dopo

  512. miele dice:

    Maria Letizia, ti aspettiamo qui…per favore, non lasciarti andare, non permettere al tuo mostro di farsi forza con queste emozioni negative.

  513. Ilaria dice:

    Per la cronaca, anche oggi un’abbuffata…

  514. miele dice:

    Ciao Ilaria, mi spiace molto…senti, prova a leggere l’ultimo post pubblicato dal dott. Piccini, e poi magari dimmi che te ne sembra…

    Non sei sola, Ilaria, in questo tuo momento no.

  515. Azimut dice:

    Silvia…la tua mail non ce l’ho…

    Marianna forza con lo studio, se preso nel modo giusto è una bella valvola di sfogo. Io sono ancora parecchio intontita, ma me la sono voluta

    Amira mi dispiace che non vogliano rendersi conto. Con quel peso poi è abbastanza eclatante. Sono forme di difesa, solo che a noi fanno male

    Maria Letizia prova a parlarci, forse potrebbe aiutarti. Ti sono vicina

    Oggi ho aperto il mobile. C’era una stecca di cioccolato fondente con le nocciole. L’ho accarezzato un po’ e poi l’ho rimesso a posto

  516. silvia dice:

    Azimut :[email protected]

  517. silvia dice:

    MariaLetizia coraggio…sembri troppo arrendevole in questo periodo
    Ilaria nn fa niente, puoi trovar un aiuto, l’importante è ke nn ti lasci buttare giù…6 capace di grnadi cambiamenti, ricordatene, ricorda cosa hai superato.

    Marianna dai buone notizie..
    Laura qnt mi 6 mancata! sn contenta ke va un pò meglio…questa febbre è davvero drastica! Io fin’ora niente…ma vedrai presto tonerai a godere anke tu delle belle giornate…parlo io ke nn ne approfitto…vabbè

    Amira nn pensare alle voci di paese, e alle kiakkiere, so qnt sia brutto catturare l’attenzione da quel punto di vista…pensa a te…

    Miele tu ke dici? cm va?

  518. Chiara* dice:

    Eccomi qui.
    Tornata a casa. Maschera indossata perfettamente davanti ai miei e angoscia che continua lentamente a salire.
    STOP! devo cercare di scacciare questi pensieri. Non mi portano da nessuna parte, se non sempre più giù. Basta basta basta!
    Voglio solamente che arrivi l’ ora di cena il prima possibile così poi potrò chiudermi in camera mia e andare a letto.

    Maria Letizia ti aspettiamo. Siamo qui per te. Vieni e raccontaci cosa è successo. Lasciati andare e non tenerti tutto dentro.
    Non sei sola. Ogni caduta implica una risalita. Ce la farai stella.

    Ilaria ti va di dirci cosa hai mangiato nella tua abbuffata?
    Sai, a volte non si è ben consapevoli di quanto realmente si è mangiato e si tende a vedere le cose in maniera non obiettiva.
    Quando ti capita un episodio come questo, indipendentemente dalle quantità, scrivi su un foglio la lista dei cibi che hai mangiato e cerca di analizzarla. Chiediti di quale di quegli alimenti ti sei sentita realmente soddisfatta, di quale ne avevi davvero voglia e quali invece hai buttato giù senza pensarci.
    Cerca di capire quali sensazioni sono scaturite in te dopo aver ingerito ogni alimento e perché hai sentito il bisogno di mangiarlo. e rileggi tutto quanto.
    Così avrai davanti agli occhi quanto hai realmente mangiato e soprattutto il perché.

    Amira quanto è vero ciò che dici… le persone si foderano gli occhi pur di non vedere. Non vogliono vedere. A volte fa molto più comodo far finta di nulla perché fa paura pensare di dover affrontare qualcosa che non si può conoscere e comprendere.
    Abitudine… già. Ormai tutto questo è così normale… che assurdo.

    Azimut tu devi combattere. Hai una ragione in + per farlo! Per ripagarti di tutto il male che ti è stato fatto. Devi prenderti la tua vittoria e non lasciarti andare così.
    Nessuno è tanto importante da toglierti la voglia di vivere. Nessuno!
    Quando ti leggo mi si stringe il cuore… vorrei poterti aiutare in qualche modo perché la tua sofferenza è così forte, tangibile, trasparente. Ma non ci sono parole né gesti abbastanza efficaci per poterlo fare. Devi aiutarti tu stessa, cercando di risalire pian piano dal baratro.
    E quella stecca di cioccolata alle nocciole… domani inizia a scartarla.

    Silvia ogni fallimento che otteniamo deve aiutarci ad imparare qualcosa.
    Ogni volta che cadiamo, che cediamo, che perdiamo dobbiamo sforzarci di capire perché è successo così da non ripetere + lo stesso errore.
    Ma è difficile. Perché purtroppo questa prigione ce la siamo costruita intorno noi e siamo noi ad avere le chiavi per uscirne. Solo che non ricordiamo dove le abbiamo nascoste. O forse… non vogliamo ricordarlo.
    Perché cambiare fa paura. Invertire rotta è difficile. Abbandonare le nostre “sicurezze” ci fa sentire perse.
    Ma è proprio questo il punto: dobbiamo trovare il coraggio di cambiare.
    Sappiamo di doverlo fare.

    Miele sì. E’ proprio così. Volersi impegnare a cambiare (come dicevo a Silvia) è la cosa più difficile.
    Perché il pensiero di staccarsi da qualcosa che in un modo o nell’ altro ci “aiuta” ad andare avanti, il pensiero di abbandonare quello che ci infonde la (finta) sicurezza che crediamo di avere fa tanta paura.
    Impegnarsi è dura. Tanto dura. Anche volendolo con tutte le proprie forze.
    Ma sai come la penso. Prima o poi qualcosa deve scattare dentro. Non resterà sempre tutto così.

    Marianna ti sento un po’ più serena… o è una mia impressione? In questi tuoi ultimi post traspare una grande voglia di ricominciare, di uscire dal buio, di provarci quantomeno.
    Mi piace il modo in cui affronti le cose. Con grinta e voglia di farcela.
    Prendi il tuo esame ad esempio. Ti stai impegnando, ti stai concentrando nonostante tutto per ottenere una vittoria e questo è bellissimo! Andrà benissimo, vedrai. E nel caso contrario… pazienza!
    I miei genitori? Vedono… non vedono… non lo so. Tanto con loro non si può parlare. Non sai quante volte ho provato a dialogare un po’ + apertamente con mia madre ma ogni volta mi sono trovata davanti un muro. Niente comprensione, nessuna voglia di ascoltare.

    Laura come stai? Come mai tutta questa negatività oggi? Forza, cerca di trovare il lato “positivo” di questa situazione. Sei a casa ammalata, ok. Ma puoi pur sempre prenderti del tempo per te stessa, per coccolarti un po’ e per farti del bene. Non negartelo!

    Claudina cosa succede oggi? Parla. Apriti se ne hai bisogno. Noi ti ascoltiamo.

    Polla dove sei finita??? Stavamo aspettando il racconto della tua giornata vittoriosa… stai ancora festeggiando? Spero proprio di si.

    Vaniglia ti prego… ti prego facci sentire che ci sei. Come stai tesoro? Sono così preoccupata per te… per favore, fai qualcosa qualunque cosa prima che sia troppo tardi.

    Yris, Pina, Tinky, Girasole, Fran, Cely, Aleph e chi non ho nominato, un abbraccio grande

  519. Girasole dice:

    Ciao ragazze, e Aleph…

    ho un groppone in gola oggi…ora in realtà… le lacrime sono scese e quasi non me ne sono accorta… non so perchè…non ce nulla che non vada (solite cose, il lavoro che non è il mio, vorrei costruire qualcosa di mio….eccc….vabbè, nulla di nuovo)…

    Vi ho letto poco fa, poi ho dovuto far altro, ma forse mi avete smosso delle emozioni che hanno creato un fiume di una forza che non mi aspettavo…forse queste due settimane hanno significato più di quanto immaginassi…forse gli schemi che sto rompendo, quel qualcosa in più che mangio ogni tanto, o meglio. quel qualcosa che mangio con un po’ più di serenità, con più cosenza, con più convinzione e voglia di farcela…

    Quella voglia di cui parla Chiara, quella che dobbiamo avere per uscire da questa situazione, quella per poter ridere con gli occhi e godere delle piccole cose… di una briciola prima della torta, insomma…perchè è così che si costruisce, un mattone per volta…
    L’esperienza che abbiamo e che stiamo vivendo che ha devastato e ancora lo sta facendo, ma sai Chiara, ci fortifica, e il tuo post di oggi me ne convince ancora di più…quando staremo in piedi, dritte sulle nostre gambe sarà grazie a noi…all’aiuto che abbiamo chiesto, alla pacca sulle spalle che ci siamo date, alla possibilità che ci siamo permesse…quella di vivere…grazie per quello che hai scritto, leggo il tuo desiderio, lo faccio mio… e la punta della bacchetta magica si illumina…

    Miele…”non è successo nulla di grave” eheh, questo pensiero mi ha aiutato tanto per arrivare dove sono ora sai?
    Azimut…ieri è andata così, oggi già sai che è una cosa che non vuoi ripetere, BENE! Forza, si riprende dallo spunto in salita, ma si andrà sicuramente lontano!

    Claudina… vedo le face dei miei quando mi guardano e vedono che sto meglio da quando mangio un po’ di più. Prima al pensiero di un etto in più mi maledicevo…ora capisco che forse i jeans staranno un po’ più stretti ma magari il mio sorriso sarà molto più grande… già è così un po’, e allora, ogni volta che mangio un pezzo in più, lo ammetto, prima mi vengono le farfalle nello stomaco, come se stessi facendo qualcosa di sbagliato, poi capisco che è la cosa giusta, che non posso tornare indietro…NON VOGLIO TORNARE INDIETRO!!!

    Qualunque sia il motivo che ci ha portate qui…non ci meritiamo tutto questo, e niente e nessuno vale la pena di tutto questo!

    Silvia… brava!!!! fai passare la paura…si inizia da qui…domani andrà sempre meglio! Sì, non è facile aprirsi al mondo, lo so, ti capisco, era così fino a ieri, ma ora non ce la faccio più, sono stufa e stanca di vedere il mondo girare intorno a me e io che sto solo ferma a guardarlo, non posso più sprecare il mio tempo e la mia vita. Voglio poter raccontare qualcosa oltre al lavoro, la casa… e io? dove sono finita?
    Dietro al muro della malattia?
    E’ arrivato il momento di tirarlo giu questo muro, perchè solo io posso farlo, perchè sono aio ad averlo costruito tanto bene!
    Dai fai questo corso con me, ovunque tu sia!

    Ilaria…sai, quando mi abbuffavo e vomitavo, la dietista da cui andavo mi disse di provare uno stratagemma…il sacchetto delle emergenze, in cui mettere le cose proibite, quelle delle abbuffate…per me erano un pacchetto di wafer, dei biscotti, nutella, marmellata…ecc…e quando sentivo che stava per succedere, l’bbuffata doveva avvenire solo con il sacchetto!
    dunque, non mi pare di aver mai toccato quello che c’era lì dentro, ma sapere che esisteva mi ha aiutato tanto…quando aprivo gli armadi mi dicevo “ho il saccetto!!!”allora magari iniziavo…ma riducevo le quantità..non so bene perchè… forse per darmi una giustificazione…boh, non lo so… ma piano piano ho ridotto la quantità delle abbuffate, e poi da sè si è ridotta la frequenza… prova…:-)

    Azimut…ti immagino accarezzare la stecca di cioccolato…domani magari la annuserai, ma che ne dici di provare a scriverci sopra una data? la tua promessa di assaggiarne un pezzetto, magari insieme a qualcuno di importante , proprio in quel giorno?
    Io questa mattina ho detto a mio papà che desidero la pizza…e che voglio provarci prima della fine di febbraio…magari già questo finesettimana…non lo so…vediamo:-)

    Marianna, sono felice che è da un po’ che non vomiti più e sono felice ancora di più che dici di continuare a lottare anche se restringi un po’… allora siamo in due (e non solo mi sa):-) mal comune mezzo gaudio…e in compagnia si cammina anche meglio, no? dai dai dai, che ce la facciamo!

    La mia giornata? è iniziata con una colazione alle 10…ho passato 2 ore a pensare…yogurt e fette biscottate…poi…poi mi papà aveva preso 2 saccottini (giganti) al mirtillo in panetteria…li ho guardati, li ho annusati, ne ho assaggiato la sfoglia…e non ho potuto resistere!!! yogurt e mezzo saccottino (vabbè, era grande proprio!!!;-)), uno schema abbattuto!;-) pranzo sempre con papà…pasta e frittata con zucchini… io ho cucinato la frittata, lui la pasta (ma l’olio l’abbiamo messo insieme ehehehe…), io la mia metà frittata l’ho mangiata tutta, lui solo metà… com’è sta cosa??? sì, a volte io mangio un po’ di più in quantità, un po’ meno in condimento…iusto o sbagliato? SCHEMA!!!
    mmmm… all’inizio ci stavo male, mi sembrava di esagerare…ora…ancora capita a volte…ma poi mi dico che è la mia medicina….qunidi devo mandare giu!
    è stata una bella mattina, e una bella giornata, cmq…

  520. Ilaria dice:

    Rispondo a Chiara: posso elencarti perfettamente ogni cosa che ho ingoiato perché da 3 mesi tengo un diario alimentare. Ho iniziato con uno yoghurt (intero alla stracciatella invece di quello magro che avevo preventivato, sarà perché sono uscita dallo schema che poi è andata a finire così?); poi pane, tanto pane, biscotti, Nutella (che non mi piace ma inevitabilmente quando mi abbuffo la cerco), una fetta di torta, altri due yoghurt della Muller con i biscottini. Tirando le somme, fino al primo yoghurt si trattava della mia merenda, tutto il resto fa parte dell’abbuffata. Il pane è la mia passione, sembra non stancarmi mai; la Nutella mi disgusta invece, probabilmente la cerco per mettere fine allo schifo che sto facendo, ma non funziona sfortunatamente… Avevo voglia di cioccolata da giorni e ho mangiato la torta per questo motivo; poi ho cominciato ad avere sete, volevo qualcosa di fresco e ho preso gli yoghurt. Che dire? È la quarta crisi questa settimana, come posso sentirmi fiduciosa per il futuro?

    Azimut, Amira, vi capisco… i miei genitori invece non sanno niente, non sospettano nemmeno, sarà anche per il fatto che siamo così lontani. Comunque non ho la minima intenzione di dirglielo, conosco già la loro reazione: già prima si vergognavano di me perché non ho realizzato le loro speranze, figuriamoci se sapessero che sono malata di una malattia che non capiscono e che per di più vado dalla psicologa!!

    Maria Letizia, confidati pure con noi, cos’è successo a scuola?

    Polla, vogliamo sapere della tua vittoria! :-D

  521. miele dice:

    silvia io sto abbastanza bene..oggi ho combattuto contro la tendenza a restringere e per alcuni aspetti ce l’ho fatta. vado anch’io con calma, ma un po’ alla volta cerco di esorcizzare le mie paure del cibo.

    domani giornatina dura, ora vado in doccia e poi ho una riunione del volontariato…poca voglia di andare, ma mi faccio forza e mi vesto.

    passate una buona serata e una notte tranquilla.

    kiss

  522. uhmhm dice:

    Voglio la bacchetta magica e puff… essere altrove. O semplicemente non essere. Più.
    Mi sembra così inutile continuare ad andare avanti così. Che senso ha? qualcuno melo spieghi. Prima o poi ci rialzaremo, lo dico sempre anch’io, ma oggi non credo. Non io, non è possibile. Non so da dove uscirne.
    Mi preparo a discutere ancora, si avvicina l’ora di cena con tanto di ospite.. peccato che io ho raggiunto la mia conquista: posso non mangiare in presenza di mia mamma che mi guarda come se fossi un extraterrestre. E’ la regola che ci siamo imposte in questi giorni. Già ieri sera l’ho fatto e tra lei e mio fratello me ne hanno dette di tutti i colori. Come può pensare che stasera io sia pronta ad autoinfliggermi le stesse ansie?
    Oh no no, anche a costo di essere quella egoista (tanto, sono anche presuntuosa, intrattabile, snob e chi più ne ha più ne metta) non mi siederò a tavola con loro. Sono inamovibile. Ecco.

    Che fine ha fatto la me razionale che se la ripete con tanta attenzione, guarirai, devi ingrassare e bla bla bla? Oggi non ci credo. Oggi proprio no.

    Amira, il suicidio di Durkheim, tu che ne pensi? Io adoro la sociologia, mi sto trovando proprio in questi giorni a tentare di scrivere il primo capitolo della tesi riguardo alla realtà come prodotto sociale, in realtà, credo ne uscirà una bella schifezza. Ecco.

    Scusatemi, mi spiace per chi oggi a perso, gioisco per le vostre vittorie.
    (sempre poco credibile, per cambiare)

  523. Chiara* dice:

    Uhmhm non devi scusarti, non pensare di doverlo fare mai!
    La tua rabbia, il senso di delusione, di incomprensione cerca di trasformarli in qualcosa di costruttivo.
    Questa sera siediti a quel tavolo e sii te stessa. Non pensare agli occhi puntati addosso di tua madre, non pensare a quello che potrebbe passare per la testa dell’ ospite, fregatene di tuo fratello.
    Togliti la maschera. Non aver paura di mostrarti per quella che sei temendo di non essere capita. Tanto sarà sempre così, quindi non ha senso continuare a nascondersi.
    Combatti a muso duro e vedrai che prima o poi qualcosa si smuoverà.
    Ti sono vicina, so cosa provi, cosa vuol dire sentirsi sconfitti e pensare di non potercela fare. Forza.

    Ilaria non focalizzarti su quello che è successo, ormai è fatta. E al tempo stesso non proiettarti nel futuro. Non ha senso rimuginare su quello che è stato e su ciò che potrebbe essere.
    Ho imparato (a fatica) che è l’ adesso, il qui e l’ ora che deve scandire la nostra vita. Dobbiamo impegnare le nostre energie in questo momento.
    Anche se adesso tutto ti può sembrare senza senso, anche se ora ti fai schifo e vorresti solamente infilarti sotto le coperte senza dover + pensare a niente, anche se vorresti non aver mai toccato quello yogurt oggi pomeriggio, anche se non vedi una via d’ uscita davanti a te io ti dico che non è così.
    Domani si ricomincia daccapo. E non importa se il mostro l’ avrà vinta ancora una volta. Tu lo combatterai comunque.
    E domani mangia un pezzetto di cioccolato. Quel cioccolato che tanto desideravi. Goditelo, assaporalo e poi STOP!
    Sei una donna forte Ilaria. Coraggio!

    Girasole quelle lacrime non sono scese per niente. Se ti hanno rigato il viso un motivo ci sarà stato. Cercalo dentro di te. Scava a fondo e fai emergere tutto quello che ti tormenta.
    Io quando ho delle crisi simili scrivo tutto quello che mi passa per la mente e poi lo rileggo a distanza di qualche giorno, per capire come mai in quel determinato momento mi sono sentita così. Mi aiuta molto, soprattutto perché così sto imparando ad ascoltarmi.
    Sono felice per la tua vittoria con i pasti di oggi. Anche se gli schemi sono sempre nella nostra testa tu qualcosa sei riuscita ad aggiungere, sei riuscita a cambiare senza lasciarti spaventare. Brava!

    Miele buona serata e in bocca al lupo per la giornata che ti attende domani.
    Sono sicura che supererai tutto.
    La tua determinazione e soprattutto la lucidità con cui ti muovi, analizzi chi sei e cosa fai è impressionante.
    Grazie per il coraggio che mi dai. Sei un esempio per me. Lo sai.

    Azimut dove sei? Ti sto tenendo per mano. Non ti lascio andare.

    Angeli io sono molto stanca. Vorrei star qui ad aspettare di leggere chi oggi ha scritto poco o nulla, ma non riesco a tenere la testa su.
    Ho voglia di dormire e isolarmi.
    Dolce notte.

    Buona notte

  524. silvia dice:

    Uhmhm ma andare a cenare fuori di casa? Al di là di tutte le difficoltà cn i tuoi famigliari…ke prima o poi dovrai superare, ma ke ne pensi d’andare a nutrirti fuori…così sarebbe una cosa ke faresti x te…A me è capitato avvolte di riuscirci di+ senza sentirmi gli okkki addosso…

    Miele anke se restringi tu stai andando avanti e sul tuo esempio voglio continuare anke io…cm diceva Chiara è vero, è difficile impegnarsi xkè sarebbe staccarsi dalle nostre “sicurezze”…xkè in questo male ormai ci siamo ambientate…invece è proprio la paura di cambiare ke dobbiamo affrontare.
    Buona serata di volontariato…un altro punto a tuo favore…

    Girasole spesso capita anke a me di sentirmi completamente coinvolta dalle emozioni ke circolano qui…spesso qnd nn riesco ad esprimere le mie e vengono un pò x volta snocciolate da voi…Capisco qnd dici ke 6 stanca di vedere la tua vita ruotare su cose ke in realtà nn t’appartangono e credo ke la costruzione di qlc di nostro nn può ke aiutarci ad abbandonare l’unica cosa ke sentiamo ci appartenga davvero, ossia lo star male…

    Ilaria anke se ora nn hai speranze prendi un pò delle nostre e falle tue…

    Un pensiero x tutte amike speciali

  525. Chiara* dice:

    Volevo dirvi un’ ultima cosa prima di lasciarvi questa sera.

    Dobbiamo imparare a coltivare la parte sana di noi e anche quando c’è una parte buia, dolorosa, afflitta, tormentata… bisogna saper guardare a quella che ancora sa sorridere. Perché da qualche parte, nascosta, c’è.

    Dolce notte angeli.

  526. Girasole dice:

    e il mio sorriso ora è per te chiara:-)

    grazie per ciò he mi avete scritto…
    ne ho fatto un bel pacchetto e me lo tengo stretto, mi scalda e mi fa stare bene!

    vi abbraccio

  527. Azimut dice:

    Girasole grazie per il tuo racconto. Quando parli del pranzo insieme a tuo papà ci vedo tanto amore, è un’immagine bellissima perché io ero legatissima al mio…è cominciato tutto quando lui è mancato… Il tuo sacchetto delle abbuffate mi fa venire in mente la mia scatola. L’abbiamo pensata con la mia psicologa. Non è un contenitore reale, ma ci metto gli oggetti per me importanti, quelli che mi possono aiutare a venire fuori dal vortice del dolore. Le tue lacrime… lasciale scendere, è la sofferenza che deve trovare la sua strada e lasciarti libera. Continua così, sei in cammino

    Uhmhm non sei egoista. Hai bisogno di ritrovare te stessa e se pensi che un tratto di strada passi anche da lì perché non seguirla. Sederti a tavola con tua madre sarà un passo ulteriore, quando sarai pronta. Anch’io ho studiato tanta di quella sociologia…

    Chiara* sono qui, non ti lascio. Quanto è dolce il tuo chiamarci angeli, è la mia buonanotte, la cerco ogni sera

    Silvia ti ho scritto. Controlla che non ti sia finita nelle spam.

    Aleph dove sei?

    yris spero che tu stia bene, mi mancano immensamente le tue parole…la tua presenza…

    Un abbraccio a tutte, vi sento dentro

  528. silvia dice:

    T”ho risp Azimut…

  529. Marianna dice:

    Eccomi di nuovo quì tra voi, pronta nel mio pigiama per andare a letto. Domani sarà un bella giornata impegnativa, voglio essere riposata per affrontarla al meglio.

    Girasole, ti ho pensata tanto oggi!Ah, il saccottino al mirtillo!!Posso chiudere gli occhi e sentirne l’odore!Che bella conquista!Brava!!
    Lascia scorrere le lacrime, molte volte sono un toccasana per i nostri stati d’animo, ci aiutano a sfogarci e a farci sentire un poco meglio. Anche a me capita spesso di pensare che vorrei una vita diversa, essere in un posto diverso, circondata da gente diversa ma sai dopo cosa penso?Possiamo realizzare i nostri sogni, non devono essere necessariamente chimere, se ci impegnamo possiamo agguantarli e farli nostri. Il lavoro non va?Coraggio, prima o poi uscirà fuori qualcosa che ti piacerà e si adatterà alle tue capacità!L’amore?Sei una persona sensibile, dolce, sono sicura che sei bella, perchè non dovresti trovare il tuo principe azzurro?
    Il bicchiere è mezzo pieno, dobbiamo pensarla così, se sorridiamo al destino prima o poi anche il destino sorriderà a noi!

    Chiara, quanto vorrei darti un abbraccio che non sia solo virtuale!Le tue parole sono sempre profonde, raggiungono le corde più nascoste del mio cuore.
    Hai avuto una giornata intensa, riposa e recupera le energie per affrontare domani una nuova sfida.
    Io mi sento un pò meglio, questo lo devo anche a voi che mi spronate e mi date la forza di affrontare le mie paure. Fino ad ora ho alternato momenti buoni a momenti disastrosi, voglio aggrapparmi a questo momento buono e renderlo più duraturo possibile.

    Azimut, dovresti concedertelo un pezzetto di cioccolato. Te lo meriti. La prossima volta che ti avvicini al mobile scarta la confezione e assaporane un pò. Ti abbraccio!

    Ilaria, non ti abbattere. Domani è un nuovo giorno. Questa settimana è stata devastante, ma devi trovare la forza di non pensarci più e ricominciare a lottare!Coraggio!Sei forte, l’hai dimostrato in tante occasioni, tira fuori la grinta!

    Maria Letizia cosa è successo?Come stai?

    Silvia, ti abbraccio! ;-)

    Un bacione a tutte, credo che mi metterò a letto, leggerò un pò ( questa settimana Kafka mi fa compagnia sul comodino) e poi mi addormenterò.
    Vi penso sempre e vi auguro una dolcissima notte. Chiudete fuori i brutti pensieri e fate sogni d’oro.

  530. Vaniglia dice:

    Un saluto veloce a tutti, devo lavorare e ho poco tempo…vi ho lette quà e là…
    …vorrei dirvi tante cose, come mi sento….fisicamente non sto benissimo, ho delle crisi ipoglicemiche da matti, che giusto ieri mi han portato ad abbuffarmi, oggi ho saputo gestirle evitando di ingurgitare cibo a go go…ed è andata bene!
    …ho preparato per i miei e x mia sorella, come al solito ma ad un certo punto mi è tornato in mente tutto il caos che mi hanno creato, quando volevan buttarmi fuori di casa, quando mi hanno accusata della scomparsa dell’anello….mi son sentita malissimo e, non credo che scorderò mai tanti ricatti, terrorismo psicologico, mi hanno distrutto, e ne sono uscita in pessime condizioni!
    mi è tornato pure in mente di come mia mamma, visto come mi trattavano io non facevo più nulla, non era in grado di mettere insieme il pranzo con la cena…quante sere ha buttato a tavola un pollo di rosticceria?? senza pane, contorno, nulla?? io invece non faccio mancare nulla…ora forse han capito, han notato la differenza!
    …tutto sommato faccio comodo e penso pure che se davvero andassi via di casa, dovrei servire solo me stessa! ora mia mamma mi viene a dire che non c’é bisogno che vada via, che nessuno mi manda via…
    …se ci ripenso, a quei gg, mi sento male…e cmq, non mi è passata! sono amareggiata, delusa, ho le ossa rotte!
    …ora mi rispettano…non so’ xké mi è presa così…con me, oltre al primo, secondo e contorno hanno pure il dolce! e cazzo! te credo che ora stan bene così…se ripunto i piedi a non fare nulla???!!!
    …scusate lo skazzo…ma sapevo che non mi sarebbe passata facilmente…

  531. Maria Letizia dice:

    Grazie a tutte…leggo ora i vostri messaggi, ho dormito, mi sono riposata, ma ero davvero nera.
    miele, grazie, il Mostro ha cercato di prendermi ma la rabbia non la sfogo con il vomito…meglio così
    Azimut ora sono qui a raccontarvi…grazie del tuo pensiero
    silvia, hai ragione sono molto arrendevole in questo periodo, ma credo che tutto dipenda dalla batosta di lunedì dalla dott.ssa, ha tirato fuori una verità troppo grande…
    Chiara* …eccomi, ora mi devo proprio sfogare con voi…grazie dela pazienza!
    Ilaria…GRAZIE anche a te
    Che succede a scuola? Succede che cado nel mio solito errore,convinta di aver messo dei palletti chiari e rigidi, penso di poter lasciar andare un po’ mano, comincio a fidarmi un po’ delle classi (sicuramente centra anche la stanchezza che non mi porta ad essere severa quanto vorrei)Quelli se ne approfittano, io perdo il controllo ed è già la seconda volta che la Vicepreside mi cazzia…quella tanto amica e comprensiva. Bene, da domani si cambia musica, ritorna la severità di ottobre e se vogliono un ‘insegnante senza molti scrupoli, l’hanno trovata: io devo salvarvi le spalle! Scusate lo sfogo e grazie per la pazienza…VI VOGLIO BENE…SOGNI D’ORO!

  532. yris dice:

    azimut.. bimbe tutte.. aspettatemi.. sono fusa, davvero fusa, non ho il tempo per respirare.
    domani volo a roma, andata, riunione, ritorno nell’arco di 12 ore – con l’acufene che mi ritrovo, a fine serata sarò da cestino della spazzatura..
    ma vi penso, vi cerco in ogni momento della giornata.
    siete dentro di me
    ma ho bisogno di sentire che andate avanti, che fate un passo, un piccolo passo verso la guarigione. non immaginate la felicità che provo ogni volta che leggo dei vostri progressi!
    un bacio

  533. silvia dice:

    Buon viaggio Yris, buon lavoro! ti pensiamo anke noi!

  534. yris dice:

    silvia, domani sera quando rientro fammi trovare un sorriso, una piccola conquista, un piccolo dono d’amore di te, per te..

  535. yris dice:

    azimut.. ti aspetto. aspetto i tuoi piccoli “movimenti”..

  536. yris dice:

    chiara, uhm, ilaria, marianna, girasole, vaniglia, laura, amira, blonsh, claudina, maria letizia, cely, eteradanzante, kia, tinkytinky.. aspetto anche le vostre piccole vittorie, le risalite, l’armonia..

    miele, luna blu, polla.. a voi la responsabilità di dare il buon esempio.. ;-)

    aleph, per te di tutto, di più.. come la rai! :-)

  537. uhmhm dice:

    MariaLetizia, immagino quanto sia stato pesante da affrontare ciò che la dottoressa ti ha detto lunedì. Ora che lo sai, tenta di affrontarlo. E fai vedere a quelle piccole pesti e a quella ben peggiore preside di che pasta sei fatta! Ti abbraccio.

    Vaniglia, mi spiace tantissimo per la tua delusione. Già quelle parole, quei giorni non possono essere semplicemente passati senza lasciaretraccia. Ora tenta di affrontarli.

    Marianna, buon Kafka e buono studio per domani. Vedrai venerdì andrà bene.

    Azimut, se vado in cucina e mangio un pezzettino microscopico di cioccolata lo fai anche tu?

    Yris, in bocca al lupo per la tua giornatina leggera di domani :)

    Girasole, sai che anch’io ho la passione per la fotografia? Anni fa ho investito i miei risparmi in una reflex. Solo, ultimamente, mi sembra di non provare più emozioni e fatico a riprenderla in mano. Non so riesco a farmi capire. Ma ce la farò, di nuovo. E’ una passione bellissima. Aggiornaci poi su come andrà il corso.

    Ragazze, vi abbraccio.
    Buonanotte.

  538. silvia dice:

    Yris il sorriso te lo faccio fin da ora e ti dico ke davvero sto lottando!

  539. Aleph dice:

    Ecccccooooooooooooooomi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Scusate, oggi sono stato superimpegnato, e domani pure…non ho il tempo di accendere il pc, mannaggia mannaggia. Stasera l’ho acceso apposta per passare a salutarvi, ci tenevo davvero tanto.
    Ho dato una lettura veloce ai post, ma non ce la faccio a commentarli tutti.

    Voglio solo che sappiate che vi porto sempre con me, e voglio che voi sappiate che potete stare bene se lo volete. Vorrei che lottaste per far uscire questa parte di voi. Che è stupenda.

    Buonanotte, spero di riuscire a passare domani

    Aleph

  540. Luna blu dice:

    Buongiorno ragazze…e ragazzi (per Aleph)…son la prima di oggi…
    Vaniglia sei in competizione con tua mamma per chi vale di più? Un po di tempo fa ce l’avevi con tuo papà e tua mamma era una santa…ora l’opposto…io son sempre dell’idea che ti dovresti allontanare…
    E’ come se leggendoti capissi che nella tua famiglia esiste solo pranzo e cena…ma son sicura che nn è così…che preferirebbero vederti guarita piuttosto che in questo stato…

    Veniamo a me…oggi vado da un nuovo massoterapista…mi son fatta male alla schiena…credo sollevando pesi a casa mia…che sia stata la barca…puo’ essere…son uscita due volte con un equipaggio tutto storto…bho

    Ieri ho chiacchierato con il massaggiatore…ma ne ha sempre una…domenica gli ha morso un ragno…insomma…è un paio di giorni che sembra in fin di vita..ahahhahhhahhh…mamma mia che mammoletta…come la maggior parte degli uomini se han qualcosa…
    Ieri c’è rimasto un po male perchè vado a far la massoterapia non da lui…ma come si fa…è così preso dal suo malanno per via del ragno che son giorni che non mi considera…questo suo atteggiamneto è irritante…ora pensa che il ragno abbia depositato qualcosa nella morsicatura..ahahhahha…tipo uova o roba del genere…che stronza banalizzo il suo star male…ma a me fa ridere che ogni volta che ha qualcosa ne fa il finimondo…ihihihhhh…
    Parliamo di cose serie…doemnica gara…barca figa…equipaggiofigo…oggi mi sistemo anche la schiena…son emozionata un po..sapete? Ceh bello che è questo circolo…ihihhhh…
    un abbracciog rande a tutte…

  541. Azimut dice:

    uhmhm per fortuna ero già andata a letto, altrimenti la tua proposta mi avrebbe seriamente tentata

    Maria Letizia ora devi darti il tempo di rielaborare. Anch’io a volte dalla psicologa prendo certe batoste, nel senso che emergono cose cui non avrei mai nemmeno pensato. I giorni immediatamente seguenti sono molto duri, ma poi una volta che riesci anche con il suo aiuto a rielaborare va meglio. Per la vicepreside lasciala perdere, se devi cambiare atteggiamento con le classi lo devi fare per te. Hanno dimostrato di non meritarsi la tua fiducia? Bene, ora si cambia. A me succede con le figlie, non riesco proprio ad essere autoritaria e loro ovviamente se ne approfittano. Finché arrivo allo stremo, beccano la megapunizione e per qualche giorno respiro. Ma mica la capiscono sai? Dopo 3 giorni si ricomincia peggio di prima. Quindi cerca di stare tranquilla, vedrai che tutto si risolve

    Marianna…Kafka…non so perché non sono mai riuscita a leggerlo, c’è qualcosa che mi frena. Devo dire che ero parecchio giovane… ormai è una vita che leggo solo donne… a scuola mi hanno infarcita di cultura fallocratica? Ora basta… Ora non mi brontolate però eh :-) Invece quanto adoravo Tolstoj e Hesse. Ti sono sempre vicina

    Silvia si prosegue nel nostro divenire? Si lotta? Insieme?

    Chiara* spero che tu abbia retto l’onda d’urto ieri sera. Ti ho pensata costantemente. Mi raccomando cerca di non farti travolgere e di pensare a tenere. Sono qui…

    yris… i miei movimenti….mi sento completamente bloccata… Spero che questa giornata impegnativa ti possa anche regalare momenti di sorriso

    un abbraccio a tutte ragazze

  542. Chiara* dice:

    Buona giornata angeli.
    Vi auguro di trovare la forza per combattere e la voglia di ricominciare.
    Amatevi.

    Un abbraccio

  543. miele dice:

    ciao a tutte/i

    buon risveglio e buona mattinata. torno dopo!

    un abbraccio speciale per yris…dai che anche oggi ce la farai!

  544. claudina dice:

    buongiorno a tutte! ieri sera ho mangiato…sono partita bene: 1 bistecca con verdura senza condimento,1 piccola mela ed un arancia…poi verso le 22 mio marito si inventa di preparare il the’…lo fa ben sapendo che poi io non resisto..lo fa apposta…e li ho esagerato: tazza di the’,un po’ di biscotti e fette biscottate…mi sono arrabbita e gli ho detto che nn deve piu’ farlo perche’ io mi ero prefissata quello che dovevo mangiare e ho sforato tutto..lui mi ha detto che non ho sforato un bel niente e che anche se ieri avessi mangiato 1200 cal. nn succedera’ nulla….che edermi mangiare quei biscotti lo ha reso felice..si…ha reso felice lui ma nn me..ho di nuovo rotto gli schemi,mi sono abbuffata…ho una voglia di cose dolci che nn si puo’ immaginare..anzi vvoi potete…stamattina snche se ieri sera ho mangiato,nn ho la forza di reggermi in piedi ed ho 1000 cose da fare….UNA DOMANDA: cosa sono le crisi ipoglicemche? sonoquelle che spingono verso i dolci? ringrazio chi mi vorra’ rispondere! un abbraccio a tutte…ora mi metto a stirare se ce la faccio..ma ho il pc acceso:) forza a tutte ragazze!

  545. claudina dice:

    ….un’altra cosa..stamattina a mente lucida mi sono detta che se adesso mangiassi uno yougurt…a pranzo un po’ di frutta e a cena un po’ di proteine,forse nn arriverei poi ad abbuffarmi…ma allora percche’ prendo in mano lo yougurt e poi lo rimetto giu’? non ci riesco..mi sembra di fare qualkosa di male…di rovinare tutto..ma tutto cosa?? questa vita orribile?

  546. Luna blu dice:

    Claudina…crisi ipo-glicemica …ipo=poco glicemica=zuccheri
    L’organismo va in crisi ipoglicemica quando è in carenza di zuccheri per sopravvivere…il cervello mette in atto la difesa di far venire voglia di zuccheri…forse questa tua voglia di zuccheri è perchè ai la glicemia bassa…
    Ieri parlavo con Vaniglia…lei ha delle crisi ipoglichemiche in questi giorni…a 21.9 kili è assolutamente inevitabile…dice che cmq ce la fa a fare tutto ed è indipendente…che forza!!!! Io non so se ci credo o meno..penso a come mi sentirei io a quel peso…e lei è anche qualche cm più alta di me…quindi…

  547. Luna blu dice:

    Gli zuccheri nell’organismo vengono immagazzinati come glicogeno nel fegato (la scorta deve essere sempre piena) glucosio nel sangue e nei muscoli…teniamo presente che i carboidrati non sono altro che zuccheri complessi..ossia con una formula chimica più articolata di ossigeno carbonio idrogeno

  548. claudina dice:

    ciao luna! grazie delle delucidazioni,sapevo il significato di ipoglicemia,ma nn sepevo se e’ quello che ti puo’ portare ad avere questa voracita’ nel mangiare dolci,visto che io nn li ho mai amati,e adesso ne mangerei a kili…non so se e’ il mio corpo che ne necessita o se e’ semplice voglia di trasgredire agli schemi,certo che credo si che vaniglia con un peso del genere abbia crisi ipoglicemiche…non capisco come faccia a sentirsi forte…certo che io rispetto a lei con 48 kg di peso non dovrei sentirmi debole come mi sento…sono piu’ del doppio del suo peso….

  549. Luna blu dice:

    Claudina…bisogna anche rapportare all’altezza…non è una gara a chi è più leggero qui…io peso 43-44 e son 1.53…son piccolina ma ho una massa muscolare molto sviluppata…se tu sei 1.65 (mi pare avessi scritto) dovresti almeno essere 55 kg…
    Claudina hai facebook? Son curiosa di vedere come sei ;-)

  550. Amira dice:

    Quanto avete scritto bellezze ;) non sono riuscita a leggere proprio tutto ma gran parte sì;)

    Vaniglia come puoi riuscire a lavorare a 21 chili?? ma riesci a stare in piedi??certi giorni non ci riesco io che ne penso 36…..mi preoccupi davvero sai, anche se non ti conosco personalmente…. cerca di pensare meno alla tua famiglia, smettila di prodigarti per loro per favore, invece di riempire la tavola a loro magari prova a pensare che non è una cosa terribile mettere qualcosina nella tua di pancia…..
    dio mio vaniglia…ma come hai fatto ad arrivare al tuo peso attuale? rischi tanto…forse la vita….scusa se sono stata troppo insistente e/o invadente, non era mia intenzione farti l’interrogatorio :) anzi liberissima di non rispondere :)

    maria letizia sei un insegnante?? è un mestiere così difficile, ma così bello.. dà tante soddisfazioni…fantastico….cosa insegni?

    stamattina la colazione non l’ho tenuta giù spero di fare meglio con il pranzo (in treno veloce guardando il paesaggio calmo del lago Maggiore mentre vado a fare le terapie) :)

    a dopo :) :) baci

  551. claudina dice:

    si hai ragione luna..infatti quando pesavo 43 kg quest’estate nn ero proprio un bel vedere(per gli altri ovviamente) non che adesso sia un granche’:))) ridiamo un po’ dai:) no nn ci sono su facebook,ma se vuoi ti posso mandare qualke foto via mail:)

  552. claudina dice:

    VANIGLIA: anche io voglio dirti che cosi’ nn puoi stare…21 kg nn sono niente …cerca di reagire…la vita e’ preziosa…anche per me che ora come ora ho di questi problemi e nn mi sento mai abbastanza magra..ma cosi’ davvero nn puoi stare…ti abbraccio…

  553. uhmhm dice:

    Amira, lago maggiore? anche tu?
    Anche Aleph no?
    va a finire che veniamo tutti dallo stesso paese.

  554. Amira dice:

    mangia qulacosa claudina non fare mangiare solo la tua famiglia:) mi ricordi mia mamma anche lei fa così…serve prima tutti e quando tocca a lei ‘stranamente’ non c’è più nulla……:’(

  555. Amira dice:

    sì lago maggiore uhmhm, confine con la svizzera:) per le terapie vado a verbania e omegna perchè dove abito io di preciso per i disturbi alimentari c’è ancora la teoria che valga un pugno in testa come cura….!!

  556. Luna blu dice:
  557. claudina dice:

    ciao amira…sai con quello che ho mangiato ieri sera…sara’ molto difficile che oggi io riesca a mangiare qualcosa…al max un frutto…io nn vomito quindi nn liberandomi di quello che ho mangiato ho una forte deformazione della mia immagine corporea…praticamente oggi mi vedo una balena…

  558. silvia dice:

    Buon giorno a tutte…LunaBlu sn contenta x la tua gara…mi raccomando…aggiornamenti volta x volta!

    Azimut si! insieme!

  559. Amira dice:

    sì luna blu certo ho facebook:):)

  560. Luna blu dice:

    Amira aggiungiamoci su facebook…
    Se mi scrivi sulla mail che ho alsciato al post 556 ;-)

  561. claudina dice:

    grazie luna! vedo di mandarti una mail con la foto in serata! un abbraccio grande!

  562. Luna blu dice:

    Ma Polla? Non ci doveva raccontare?

  563. Chiara* dice:

    Eccomi qui.
    Stamattina ero di turno in palestra. Poca gente e nessun nuovo allievo per fortuna. Non sarei stata mentalmente in grado di reggerlo.
    Alle 7 mi sono alzata e sono uscita a correre, ma purtroppo il mio ginocchio non vuole saperne di riprendersi… ho tenuto duro, ho sopportato il dolore.
    Sono 3 mesi ormai… ho il magone al pensiero di quanto ho faticato e quanto sangue ho dovuto sputare per allenarmi e arrivare ai livelli che avevo raggiunto.
    Il 20 febbraio c’è la maratona che avrei dovuto correre… e invece non la correrò. Un altra sconfitta da mettermi in saccoccia.

    LunaBlu in bocca al lupooooo!!! Andrà alla grande vedrai!
    Dev’ essere proprio bello questo sport. Ti ammiro tanto perché io non so se riuscirei a praticare una cosa tanto “complicata”. Il pensiero dell’ acqua, di bagnarmi, il freddo d’ inverno… ma le passioni sono passioni!

    Silvia come stai oggi? Combattiamo? Dimmi di sì, ti prego. Perché io non ne ho voglia e devo trovare un po’ di forza in voi!

    Claudina l’ episodio di ieri deve restare un episodio e basta.
    STOP! oggi non ci pensare più e cerca di concentrarti sulle tue sensazioni.
    Non pensare troppo, non pianificare perché è più facile cadere così.
    Mangia quello yogurt, gustatelo e poi non pensarci più. So che è dura.
    Io parlo bene ma mi trovo nella tua stessa situazione.

    Yris buona giornata. Non stancarti troppo!

    Miele forza. Oggi hai detto che ti aspetta una giornata dura, vero? Ti penso tanto.

    Amira per pranzo prova a mangiare qualcosina. Sforzati di tenerlo.
    Dio quanto è dura… perché dobbiamo vivere così??? E’ assurdo. Davvero assurdo tutto questo. Coraggio.

    Azimut oggi mi prometti che lo scarterai quel cioccolato? Non devi mangiarlo, ma solo scartarlo. Un passetto per volta. Ok?
    Come è andata con tua madre a casa ieri? Ti tengo stretta stretta…

    Vaniglia non so proprio cosa dirti. Scusami ma leggere le tue parole per me è ogni volta una coltellata.
    Vorrei solo che dentro di te scattasse qualcosa… cerca di volgere la tua rabbia in qualcosa di costruttivo. Salvati! Ti prego…

    MariaLetizia coraggio. Non farti abbattere così dalla cattiveria di chi hai intorno. Troveremo sempre persone che ci verranno contro, che non ci capiranno, che vorranno fare i loro interessi, che ci parleranno alle spalle.
    Dobbiamo essere forti e sbattercene altamente! Non possiamo star male anche per colpa degli altri!
    Tu sei una persona bellissima e meriti di sorridere.

    Uhmhm come è finita la tua serata? Ti sei tranquillizzata un pochino? Non lasciare che gli altri minino la tua serenità. Vivi per te stessa. e basta.

    Un abbraccio forte forte a tutte/i

    PS: Polla dove sei? Cosa succede? Spero che la tua assenza sia dovuta al fatto che ti stai rilassando e divertendo.

  564. laura dice:

    un saluto a tutti, amira comunque anche il tuo peso è molto, molto preoccupante perciò spero vivamente che il pasto tu riesca a trattenerlo.

    sto leggendo il libro che aveva consiglio etera, mi sembra, non l’ho finito, ma al momento la cosa che mi colpisce di più è come lei sia stata risucchiata dalla malattia, come presa in prigione dalla malattia, negli anni dell’adolescenza e della prima vita adulta non ha fattto altro che mangiare e vomitare, completamente priva di relazioni sociali, non sò se ripenso al mio passato, ho fatto una marea di cose, certo anche soprattutto una marea di cazzate, invece lei si è completamente isolata dal mondo, proprio quando a quell’età si cerca il confronto col mondo si sfidano i limiti del mondo, anche i propri.
    non sò..

    io oggi sto meglio fisicamente. passo dopo a salutarvi

  565. Azimut dice:

    Laura ciao mi fa piacere sentire che stai meglio. Per il resto come va?

    Chiara* con mia madre per ora c’è un patto di non belligeranza. Per fortuna il pomeriggio non pranzo mai a casa e lei pensa che mangi qualcosa al bar. Non fa che cucinare e cucinare…cose che io non mangio. Non voglio scartarlo quel cioccolato, ho paura di perdere il controllo. Per ora non sono mai caduta nel meccanismo abbuffata… ho troppa paura. Il bello è che sono io a comprare quella cioccolata, quando vedo che è finita vado e la ricompro. Ho bisogno di sapere che è dentro il mobile proprio come quando ne mangiavo due quadretti tutti i giorni e cadevo in crisi di astinenza se non l’avevo. Tu come stai?

  566. claudina dice:

    AZIMUT: Sapessi quante cose compro anche io al supermercato…poi nn le mangio,ma ho bisogno di sapere che ci sono nella dispensa…tanti biscotti,tante cose dolci..di tutto..e nn mangio nulla di quello che compro..sapessi quante volte le prendo e le riprendo le metto in ordine di continuo…quante manie,quante ossessioni…sono sempre stata molto disordinata e vivemo benissimo nel mio caos..ora da 2 anni,da quando ho l’anoressia,ho degli atteggiamenti maniacali per l’ordine..tutto deve essere messo alla perfezione…tutte le cose girate allo stesso modo..tutto a posto ..dal piu’ grande al piu’ piccolo..il mio armadio era un casotto inumano..ora non sopporto di vedere una camicia nn meessa alla perfezione…le cose da vestire che ho comprato ultimamente,che ho dovuto comprare perche’ da una taglia 56 sono passata ad una 40/42..le tocco come se toccassi un neonato..con estrema cura e dedizione…le magliette piccolissime che porto ora ,non le faccio toccare a nessuno..a volte mia figlia me ne chiede qualkuna in prestito,gliela do,ma e’ come se mi togliessi il sangue…io nn sono mai stata cosi’…e’ tutto cambiato…tutto…quando sono divorata dalla fame,accendo il pc e guardo le foto di quando ero grassa..lee guardo con disprezzo,con odio…per me quella e’ un’altra persona..morta e sepolta..non esiste piu’…tutto questo mi fa paura…
    CHIARA: Sei una persona eccezionale,sono felice di averti trovata sai…sono felice di aver trovato tutte voi…

  567. Chiara* dice:

    Azimut secondo me invece dovresti provarci. Per metterti alla prova, per capire che non c’è niente di pericoloso né di mostruoso in una tavoletta di cioccolata.
    Il meccanismo dell’ abbuffata è qualcosa di incontrollabile e io sto imparando a tenerlo sotto controllo cercando di concedermi qualcosa di cui ho voglia, ma davvero voglia, in piccolissime porzioni.
    Cerco di godermi il sapore, di farmi trascinare dalla piacevole sensazione che mi da quel cibo in quel momento e poi basta.
    E’ difficile, molto molto difficile. Anche se io fortunatamente sono incappata di rado in abbuffate vere e proprie.
    Il + delle volte se perdo il controllo mangio cose che altrimenti non mangerei mai ma non eccedo in quantità. Anche se il senso di colpa è grande comunque.
    Il mio problema principale è il masticare e sputare. Li si che prendo quantità enormi di cibo.
    E il concedermi ogni tanto quel qualcosa che desidero davvero mi aiuta a tenere sotto controllo il tutto.
    Comunque sia… Perché hai bisogno di sapere che quella cioccolata c’è? Cosa senti dentro? Perché devi comprarla? Mi sembra di capire che è una sorta di “copertina di Linus”. C’è e questo ti conforta. Ma perché?
    Hai mangiato qualcosina oggi tesoro? Ti prego…
    Io come sto? Male. Ma cerco di farmi forza e tirare avanti.
    Oggi ho il colloquio con la psicologa e non sono tranquilla, anche se ho tanta voglia di vederla.
    Ora dovrò inventare una scusa qui a casa per giustificare la mia uscita di questo pomeriggio.

    Laura quel libro l’ ho iniziato anch’ io ma non sto + proseguendolo.
    Mi fa un po’ paura, non so perché. Non sono ancora pronta forse. E come disse qualche tempo fa LunaBlu probabilmente non fa bene a chi è ancora dentro a questa malattia.
    Tu cosa ne pensi?

    Un abbraccio

  568. miele dice:

    Dolci fanciulle,

    mi permetto qualche pensiero sui vostri post che, come sempre, mi fanno riflettere molto.

    claudina: non so se te ne rendo conto, ma sei in una fase in cui non hai assulutamente il senso delle dimensioni. quello che hai mangiato ieri non era un’abbuffata serale…era uno SPUNTINO serale. Oggi hai deciso di digiunare per punirti, per compensare, per recuperare? Beh, è una condanna alla sofferenza, fisica e mentale. Soprattutto perchè il non mangiare ti fa sentire stanca…incapace persino di alzare un foglio di carta. E’ quella stanchezza quasi primordiale, quella debolezza di un corpo che chiede aiuto. Hai paura di ingrassare troppo, se mangi? Pensi che invece, rimanendo magra, prima o poi arriverai a sentirti veramente bene? Vorrei tanto che fosse così, ma ho seri dubbi, che partono dalla mia stessa esperienza. IL corpo anoressico è incredibilmente forte mentre si è nel pieno della malattia…si arriva a fare cose da wonder woman….poi ad un certo punto inizia a calarti addosso quella stanchezza immensa, profonda, e a quel punto – se non ricominci a mangiare a sufficienza – arrivi a perdere persino la capacità di concentrarti su qualsiasi cosa. Non voglio ne’ rimproverarti, ne’ spaventarti: solo spronarti.

    Amira quando viaggi e pranzi in treno, ti prepari tu da mangiare? E come ti trovi a farlo? Io ancora un po’ in difficoltà. Però preferisco prepararmene, che comprarlo fuori.

    Azimut: di quella cioccolata prendine non 2, ma 4 quadratini. Comincia da oggi, da stasera. Facciamo così: li mangi, e poi vieni qui a scrivere. Così non ci pensi e nemmeno sei tentata di mangiarti tutta la stecca. Io non ti chiedo, non ti prego di mangiarli: ti sfido a farlo.

    Vaniglia una domanda: ma quando entri qui, ti fermi mai a leggere quello che c’è scritto? E quello che scriviamo a te e per te? A volte ho l’impressione che tu viva chiusa nel mondo di quella cucina in cui prepari i pasti per la tua famiglia, in cui cucini senza mangiare, in cui cali di peso pur essendo circondata dal cibo.

    Oggi forse sembro un po’ aggressiva, ma mi viene spontaneo ed è tutto frutto di buone intenzioni. Vorrei esprimere ancora una cosa, e poi smetto di rompere. Ogni volta che qui compare un numero, com’è ovvio a molte vien voglia di fare confronti: io peso di più, io mangio di meno, io ingrasso facilmente, io nonostante tutto sono ancora viva, ecc.
    Tutto questo è normale discussione, e va bene. Vi propongo però di provare davvero ad assumere un atteggiamento realista e costruttivo: io sono alta 1.63 m e peso sì e no 41 kg. Ora: con queste misure, io sono decisamente sottopeso. Sono in deficit: lo sono rispetto a me stessa, a come sarebbe il mio corpo se io non mi fossi ammalata. Significa che sono a rischio di molte cose, significa che non devo fare sport, che non devo fare sforzi eccessivi, significa soprattutto che devo mangiare di più. Non sto bene, fisicamente, anche se mi sembra di sentirmi bene. Un fisico in salute è tutt’altro rispetto a come ho ridotto il mio. Possiamo dire che non vogliamo mangiare, che non ce la sentiamo ancora di risalire verso la guarigione, che facciamo fatica ad affrontare le giornate, che la più piccola cosa ci manda in confusione. Io stessa sono tutto questo, e anche di peggio a volte. Però non facciamo finta di non sapere che il nostro corpo è allo stremo.

    Scusatemi per l’intervento. A più tardi.

  569. Chiara* dice:

    Claudia l’ ossessione per l’ ordine, per la perfezione, il controllo maniacale su ogni cosa… che strazio.
    Non è vivere questo. A volte vorrei essere un po’ + “leggera” nelle cose, fregarmene se c’è il letto da rifare, la polvere da passare, i tempi da rispettare. Ma non ci riesco. Rasentare la perfezione in tutto è l’ unica cosa che mi da sicurezza. Seguire i miei schemi, le mie liste, i miei tempi… che brutto.
    Anch’ io sono contenta di averti incontrata.

  570. Chiara* dice:

    Miele le tue parole sono sacrosantissima verità.
    Facciamo finta di non sapere, di non vedere. Nascondiamo la testa sotto la sabbia come gli struzzi.
    E pur essendo consapevoli di cosa ci stiamo facendo, di come ci stiamo riducendo (altrimenti non saremmo qui a chiedere aiuto), di quanto la nostra vita sia giorno dopo giorno sempre più in bilico verso il baratro, continuiamo non voler vedere. Come se tutto questo in fondo ci andasse bene così.
    Che cosa brutta…

  571. Azimut dice:

    Claudina anch’io sono maniacale per l’ordine. Talmente maniacale che non ho soprammobili perché mi fanno pensare ad un caos informe. Solo superfici lisce senza nulla sopra

    Chiara* quella cioccolata mi dà sicurezza. Fino a un anno fa ne dovevo mangiare tutti i giorni, uno o due quadretti non di più, ma mi era indispensabile, andavo letteralmente fuori di testa se non lo facevo e quindi ne tenevo sempre di scorta. Non lo so perché, da quando non la tocco più mi è comunque rimasto il bisogno di sapere che c’è, mi tranquillizza proprio come la copertina. L’ho lasciata al posto in cui l’ho sempre tenuta anche quando la mangiavo. Ogni volta che apro quello sportello la guardo, devo rassicurarmi che c’è. Fra poco vado dalla psicologa, magari provo a parlarne. Se trovo il coraggio… oggi… per ora il mio solito bicchiere di latte… e tu? Una scusa buona per uscire vedrai che la trovi facilmente, cerca di stare tranquilla anche se poi anch’io continuo ad agitarmi ancora dopo un anno e mezzo che vado due volte la settimana. Oggi poi sono più agitata del solito, la seduta scorsa la psicologa mi ha portata a constatare che non voglio dare nomi diversi a diversi sentimenti, che parlo di un generico vuoto quando invece per lei si tratta di un pieno, un pieno di tante cose. Brr, mi aspetta….devo andare… a più tardi… HO PAURA

  572. Chiara* dice:

    Azimut sì! Prova a parlargliene ti prego! Secondo me è importante capire il perché di determinati meccanismi che inscena la nostra mente.
    Anch’ io, sai, ho le mie “copertine di Linus” che so devono essere lì.
    Il miele è una di quelle. Non lo tocco mai, ma devo sapere che c’è nella credenza. E se per caso finisce lo ricompro nuovamente.
    E tutto quello che io non “posso” mangiare, devono mangiarlo gli altri.
    Passo ore ai fornelli a preparare cibi su cibi. Francesco quando sta da me ingrasserà 5 Kg alla settimana perché continuo a comprargli schifezze e a preparargli piatti elaboratissimi e succulenti.
    E vederlo gustarseli per me è un tale piacere… come se li stessi assaporando anch’ io.
    Perché non provi a fare come ti ha suggerito Miele? Concediti un piccolo pezzetto di quella cioccolata.
    Se fino ad un anno fa ti faceva stare bene non è detto che oggi debba essere il contrario.
    Mettiti alla prova. Sfidati! Oggi scartala e domani compi il passetto successivo.
    In bocca al lupo per la seduta. Ho paura insieme a te Azimut.

  573. claudina dice:

    ho letto i vostri ultimi post…sapete..una cosa vi accomuna tutte..una grande intelligenza ed una grande sensibilita’…ogni volta che qualkuna di voi mi scrive qualkosa,nel leggerla mi scendono le lacrime…perche’ e’ come se voi mi leggeste dentro…e’ vero,all’inizio si ha una grande forza,io ero instancabile…digiuno e ioerattivita’…km e km di bicicletta…step…palestra..lavoro…pochissime ore di sonno..la casa,la famiglia…poi piano piano in palestra di nascosto dalla mia istruttrice,ho dovuto iniziare a togliere pesi dalle macchine(seeguivo uno schema di rassodamento perche’ i muscoli erano e sono ipotrofici,e quanta pelle raggrinzita…) nn ce la facevo piu’ a muoverli,nemmeno i 2 kg per i bicipiti…una mattina mi ha visto toglierli mi ha detto che dovrei aggiungerne col tempo di pesi,nn tirarli via…si ..dovresti aggiungerne,se tu mangiassi..ma e’ evidente che nn mangi…nn hai piu’ forze,chi vuoi prendere in giro?? sei solo un cattivo esempio per le ragazze che ti vedono e che poi vorranno essere magre come te…basta nn sono piu’ andata…bici stop…step..stop..ho perso il lavoro perche’ nn mi reggevo piu’ in piedi,e facevo pulizie pesanti,il medico mi ha detto che nn potevo piu’ farlo..che sarei finita in ospedale…oggi non ho un osso che nn sia dolente..sono debole..la testa mi scoppia..e nonostante tutto,nn cedo…e nn ho paura…nn ho nemmeno fame oggi..il cibo mi da la nausea..ho preparato pasta al forno gratinata per mia figlia…di solito ci muoio sopra senza assaggiarla..oggi mi fa schifo anche quella…ma nonostante tutto spero ancora vivamente di farcela ad uscirne…saro’ un’illusa?

  574. claudina dice:

    CHIARA: allora visto che dobbiamo essere perfettee in tutto,ricerchiamo nella magrezza la perfezione? ma cosa c e’di perfetto in un corpo devastato dalla mal nutrizione? nei momenti in cui ho l’esatta percezione di come sono( e sono ben pochi) vedo un viso scavato..il bacino in fuori…avevo una 5 di seno e ti lascio immaginare ora come puo’ essere…mio marito per un periodo nn mi abbracciava nemmeno per paura di rompermi…questa e’ la perfezione che cerco?e quando mi guardo e mi trovo bella? sono i miei occhi che guardano o gli okki dell’anoressia?io nn ho solo perso peso,ho cambiato tutto di me,quello che potevo cambiare…incontro gente che conosco da anni e nessuno mi riconosce…la cugina di mio marito,tra l’atro medico,mi ha vista quest’estate dopo 2 anni che nn mi vedeva e non mi riconosceva…un amico di mio marito che era venuto a farci dei lavori prima che io entrassi in anoressia,e gli ha chiesto se era da tanto che aveva cambiato compagna…quando mio marito gli ha detto che sono sempre quella,nn ci credeva…mi chiedo continuamente perche’ ho avuto bisogno di cancellare la persona che ero prima,perche’ un conto e’ cercare di tornare in forma fisicamente,un conto e’ voler cancellare chi si era in passato…forse”uccidendo” l’altra claudia,ho ucciso il dolore che avevo dentro…che misero tentativo di sopravvivenza…credo proprio di aver scelto il peggiore…

  575. miele dice:

    no claudina, non sei un’illusa. è solo che l’anoressia è un mostro ben armato, e per combatterla ci vuole il tempo di fabbricarsi armi più forti.
    anch’io mi raccontavo che il cibo mi faceva nausea…ero talmente pronta a dirlo in qualsiasi occasione, talmente sulla difensiva, che pian piano me ne convincevo io stessa..e la nausea la sentivo davvero!
    quindi è tutto un vortice di rapporti fra testa e pancia, una lotta all’ultimo sangue, ma noi la spunteremo. io combatto da anni, sono ormai 8…mi viene da piangere, se penso a tutte le giornate nere, al buco nello stomaco, mi addormentavo pensando a cosa mi sarebbe piaciuto mangiare, me lo immaginavo e mi addormentavo così, ma in realtà mi ero ormai dimenticata il gusto del risotto, del parmigiano, il profumo dell’olio sul pane caldo, il sapore di certe cose cucinate come si deve, il gusto pieno dei biscotti e la resistenza del cioccolato in bocca…
    sto ritrovando queste cose pian piano; uno dei passi più difficili è stato il giorno in cui verso l’ora di pranzo, dopo ANNI di bugie, ho ammesso davanti a mia madre: “oggi ho fame”, e stavo dicemdo la verità, stavo finalmente descrivendo l’effettivo stato del mio corpo.
    Una volt ail mio nutrizionista di allora mi disse: smettila di lamentarti per i dolori di pancia. Quello che tu chiami mal di pancia è soltanto fame travestita da dolore. Aveva ragione. Mi ero talmente convinta di provare schifo, nausea, fitte allo stomaco di fronte al cibo o nel mangiare, che avevo trasformato la mia fame in un unico, grande crampo, fisico e mentale.
    Quindi, claudina: vuoi provare a descrivere quello che senti davvero di fronte al cibo?

  576. miele dice:

    dimenticavo: il passo duro è stato l’aver ammesso “ho fame” senza sentirmi in colpa per questo.

  577. claudina dice:

    MIELE: Di solito di fronte al cibo,provo tanta voglia di mangiarlo…quando cucino( e lo faccio in maniera ossessiva,cucino anche 2 torte al giorno) ho l’acquolina in bocca…ma nn assaggio nulla..nemmeno la pasta per sentire se e’ cotta..odio la pasta..ne ho mangiata talmente tanta miele..:(tante volte,mi sento gonfia senza aver mangiato nulla,mi sento scoppiare…mi guardola pancia ma nn e’ gonfia e’ sempre la solita pancia con la pelle raggrinzita…quindi hai ragione tu…sono tutte cose mentali…anche io tante volte vado a dormire immaginando il gusto dei cibi…il risotto..mamma mia,sono 2 anni che nn lo mangio…quanta fame..quanta fame…oggi ho la nausea penso perche’ ho un mal di testa fortissimo…

  578. claudina dice:

    …io lo dico spesso invece che ho fame…secondo me lo faccio per sentirmi dire MANGIA!!! e cosi poi nn mi sento in colpa ma do la colpa a chi mi ha spinta a mangiare…un trucchetto mentale stupido..o l’istinto di sopravvivenza…mi chiedo perche’ devo sentirmi in colpa verso l’anoressia e nn sentirmi in colpa verso chi mi vuole bene e soffre per me a vedermi cosi’…ma questo mostro orrendo cosa diventa per noi? una sorta di dittatrice alla quale rendere conto di ogni caloria ingerita? la odio..la odio con tutta me stessa..e allo stesso tempo la voglio…e’ davvero terribile tutto questo..e’ devastante per il corpo e per la mente..DEVO REAGIRE..DEVO FARLO!

  579. Chiara* dice:

    Mi preparo, tra poco devo partire per andare dalla psicologa.
    Ho appena sentito Francesco che è tornato. Stasera sarò da lui e non vedo l’ ora di riabbracciarlo. Ho bisogno di sentire il suo amore, il suo calore, un abbraccio vero e sincero.
    Anche se ho paura di quello che vedrà… in questi 2 giorni ho cambiato aspetto in modo impressionante. Sono tornate fuori le vene sulle braccia e le occhiaie scure… si arrabbierà molto. Lo so.
    Mi ha detto che ha prenotato per il week end del 24-26 in un centro benessere in montagna, dove si andrà insieme ad un gruppo di amici.
    E’ stata una coltellata… non voglio andarci. Dovrò rompere i miei schemi, sarò fuori dal nido e non potrò controllare tutto come vorrei.
    Ho già l’ angoscia al pensiero… non posso andare. Il dovermi confrontare con le altre persone poi mi crea ancora + disagio.
    Ma l’ ha fatto per me, lo so… “devi tirarti un po’ fuori dal tuo mondo quindi partiamo e ci facciamo 2 giorni di relax con gli amici, senza pensieri”.
    Ho paura…

    Miele grazie. Grazie per il modo in cui combatti, per il modo in cui parli di te e della tua condizione, per il modo in cui ci sproni e per il coraggio che ci stai mettendo nel cambiare le cose.

    Claudia noi abbiamo bisogno di scacciare il dolore provocandoci altro dolore.
    Ma purtroppo questa maledetta bestia è terribile. Ci prende e ci rigira a suo piacimento. La odiamo ma la vogliamo, non riusciamo a liberarcene.
    E questa è la cosa peggiore…

    Un saluto angeli.
    Ci sentiamo questa sera .

  580. uhmhm dice:

    AIUTO:
    Stamattina appuntamento dal dentista, oltre ad avere tre denti messi male, uno deve farmi l’impianto e oggi me lo ha tolto.
    Io ignara di ciò a cui andavo incontro sono salita tranquilla. Be vi dico solo che ci ha messo un’ora e mezza. Alla fine piangevo, non dal male ma da ciò che ha detto.
    Non aveva mai visto delle radici così complicate, è dovuta arrivare fino all’osso ma ha tentato di toccarmelo il meno possibile per evitare che poi non mi reggesse l’impianto.
    Ho la bocca tutta storta, tutto il sangue in bocca. Che schifo, mi faccio davvero schifo. Sto cadendo a pezzi.
    Claudia, mangia, ragazze mangiate, almeno le cose giuste che ci consentono di stare in piedi. Probabilmente già i miei denti facevano schifo ma ora non hanno più calcio.
    Ma non è finita qui.
    Arrivo a casa, a piedi e…
    Mia mamma ha ricominciato all’attacco. Io che piangevo lei mangia mangia mangia se no non puoi prendere l’antibiotico.
    Ok allora, ho mangiato una specie di purè d mele (oggi niente di solido e niente di caldo) e pensavo a del gelato. Lei, te lo vado a prendere, Io aspetta un attimo, lasciamo tranquilla non vedi che già faccio fatica amngiare questo?
    Vabbè, dopo varie insistenze e aver chiamato anche mio papà, andiamo a comprare questo benedetto gelato. Ok, me lo mangio, anche volentieri in realtà. Solo, prima vorrei prendermi un antidolorifico. L’ho sentita al telefono che aveva ancora da ridire e lì non ci ho visto più.
    Comunque, prima mi sono presa il brfen, poi ho mangiato il gelato. Ora però devo uscire, in questo stato, perchè se no la uccido, non mi parla ma io dico, perchè?
    Mah.
    Spero voi stiate meglio,
    Vorrei un super abbraccio da qualcuno.

  581. Chiara* dice:

    Uhmhm anche se virtuale io un abbraccio te lo mando. Ti sto tenendo stretta stretta.
    Coraggio.

  582. uhmhm dice:

    Amira
    a verbania so che c’è il centro di villa caramora, vero?
    a omegna invece?
    Io ora sono da una psicoterapeuta a domo ma non mi trovo granchè con lei.

  583. Luna Blu dice:

    Incomiciamo a afre un esercizio…pensiamo positivo…Uhmuhm…magari tua mamma non ti parla perchè pensa che così conciata ti farebbe male risponderle…
    Per le radici complicate…piano…qualsiasi dente ha la radice che si conficca nell’osso…quindi nn credo dipenda dal tuo comportamento alimentare…la carenza di calcio…quella si…
    Son stata dal massoterapista…contrattura sciolta ;-)

  584. silvia dice:

    Scusate ma oggi sn un pò incasinata…ma vi ho lette tutte…ke dire, vorrei poter sostenere ognuna di voi…vi penso

  585. Azimut dice:

    uhmhm vedrai che i denti si aggiustano, anche per me è stato un calvario ma alla fine la situazione si è sistemata in una sorta di precario equilibrio. Diciamo che per ora ho tamponato la situazione e arricchito la dentista.
    Vieni qui che ti abbraccio stretta stretta

    Miele il giorno che riuscirò a raccogliere la tua sfida vorrà dire che avrò fatto un piccolo passo verso la guarigione. Inutile cercare scuse, dire che la seduta dalla psicologa oggi mi ha piegata, che comincerò da lunedì o dal mese prossimo, che oggi ho la nausea. Niente di tutto questo. Non sono in grado di farlo. Sono solo una fallita. Grazie per la pazienza con cui continui a spronarci

    Chiara* hai paura di quel week end perché non vuoi infrangere i tuoi schemi. Invece ne hai bisogno…il tuo corpo…la tua mente… Non dire di no a priori, per favore pensaci. Spero che la tua seduta vada meglio della mia. Mi sono agitata tutto il tempo tirandomi maglia e sciarpa e non ho praticamente detto nulla. La psicologa ha detto che oggi i miei movimenti parlavano per me. Ora ho una voragine dentro che mi porta via. Vorrei solo piangere e piangere

    Silvia come sta andando? Sono lì con te

  586. claudina dice:

    CHIARA: Vai a passare quei 2 giorni al centro benessere!!! ma vai di corsa…ti prego,non pensare che romperai i tuoi schemi..non farlo…e’ quello che il mostro vuole..nn tu! ti fara’ solo bene rompere gli schemi..uscire per un po’ dall’assurdo ipercontrollo in cui siamo immerse…vai chiara! vai!! non aver paura!
    anche a me sono riuscite le vene in evidenza sulle braccia…non parliamo di okkiaie poi..vogliamo stendere un velo pietoso sui capelli? osceni..ma oggi sono positiva: devo fare gli esami del sangue per controllare il ferro e la tiroide,faranno meglio a trovare la vena da bucare..le okkiaie le nascondo con il correttore..i capelli domani li vado a sistemare…e per la testa? una martellata?:))) dai su forza!!
    P.S.suppongo che molte di voi se nn tutte assumano il ferro…io con quello che mi ha dato il medico sto molto male di pancia e stomaco…sapete se c’e’ qualke tipo di ferro che nn sia durissimo da digerire?

  587. Azimut dice:

    claudina il solo che non mi fa stare male è il ferrograd, però so che invece tante persone non lo tollerano

  588. Luna Blu dice:

    Mai assunto ferro…ti dico solo che senza la B12 il ferro nn si assorbe…ossia folina..son capsule che costano pochissimo fra l’altro

  589. miele dice:

    Azimut: se ti viene da piangere, perchè non piangi?

    Cavolo, sapete una cosa? Oggi il mio tentativo era quello di farvi arrabbiare. Non con me, non con voi stesse, ma con la malattia e con tutto quello che ci toglie, tutto quello che ci infligge. Per me la rabbia è stato il carburante della lenta risalita, in tutto questo tempo. E da quando mi sono arrabbiata con la mia malattia, ho smesso di lasciarmi pestare e mi sono messa contro di lei. Da quel momento, praticamente ogni cosa che faccio – anche quelle che non c’entrano con cibo – è una lotta contro di lei.

    In questo senso, vi auguro di arrabbiarvi presto.

    Torno dopo, ora ho un appuntamento con un prof. uffffffff – odio sempre di più l’ambiente universitario, davvero non è per me.

    Vi penso!

  590. Azimut dice:

    Miele…sto piangendo da lunedì pomeriggio…

  591. claudina dice:

    AZIMUT: anche io prendo il ferrograd,nn ti dico quanto mi mette tutto in subbuglio..ma il medico dice che son tutti cosi’..duri da digerire…
    LUNA BLU: Anche mia cognata che e’ infermiera dice esattamente quello che dici tu,cioe’ che il ferro per essere assimilato ha bisogno della b12 per essere assorbito,solo che a me nn l’hanno data…pazienza me la comprero’ io allora..se devo star male e poi nemmeno lo assorbo allora…
    altra domanda,scusatemi forse vi sto subissando…col ciclo mestruale come va? mi hanno detto che con la perdita di peso si va in amenorrea…io no..mai saltato un ciclo,anzi e’ piu’ abbondante di prima…vabbe’ che nn siamo tutti uguali..e’ solo per sapere…

  592. claudina dice:

    MIELE: con me ha funzionato! non sono incavolata con te,ma con la malattia! grazie!

  593. Luna Blu dice:

    Quando ero sottopeso mi saltava…ma forse a te Caludina non salta anche se sei sottopeso proprio perchè prendi il ferro e se non si ferma nel tuo organismo da qualche parte deve pur uscire

  594. claudina dice:

    guarda luna,il ferro lo prendo da circa due mesi,da quando il medico mi ha fatto fare l’emocromo e si e’ accorto che nn avevo piu’ scorte di ferro…ma il ciclo nn si e’ mai fermato in questi due anni..meglio cosi’ va’…solo che quando arriva sono ancora piu’ debole…

  595. Luna Blu dice:

    Cmq folina 5 mg …costerà al massimo 3 euro..nn ricordo…2-3 pastigliette al giorno a seconda della gravità della carenza…
    Io son brava con le analisi del sangue…se vuoi mandarmele le guardo…
    ;-)
    Mia sorella più grande integrava il ferro quandoe ra più piccola perchè era anemica…e solo con il ferro le venivano sempre el mestruazioni…quindi credo che intgrare il ferro da solo sia un po’ inutile…

  596. claudina dice:

    …peroì mi sembra che da quando prendo il ferro,sia diventato cosi’ abbondante e anche piu’ lungo…mah…

  597. Luna Blu dice:

    Miele ognuno di noi affronta la guarigione quando si sente pronta in modo del tutto personale…io invece ho smesso di arrabbiarmi e tenere dentro…provavo epr me una grande comprensione e piangere davanti allo psicanalista o da sola mentre pensavo era liberatorio…mi veniva voglia di abbracciarmi da sola… :-)

  598. claudina dice:

    certo luna,te le mandero’ via mail..cmq era tutto a posto a parte la sideremia che era a 9.poi potassio,glicemia etc tutto ok…ora devo ripeterle perche’ oltre al ferro,vuole vedere la tiroide…per le forti sudorazioni notturne che ho ultimamente,anche se nn capisco cosa c’entri la tiroide in questo…

  599. claudina dice:

    ,,,aspetta,ho scritto una cavolata,anche l’emoglobina e l’ematocrito erano giu’…

  600. laura dice:

    ma dove siamo? in un ambulatorio?
    io mi eclisso dalla discussione medica perchè non ci capisco molto.

    ummm ti sono vicina, non dare troppo peso a tua madre, fai altro occupati di qualcosa perchè più ci pensi, più ti rode, o almeno per me è così.

    domani torno a lavorare, sono anche contenta perchè non ce la facevo più a stare a casa, sento che mi stavo e mi sto pericolosamente chiudendo in un mondo alienato e solitario.

  601. uhmhm dice:

    Ok. oggi vivo letteralmente a base di gelato. Devo non farmi prendere dai sensi di colpa. Oggi va così e basta. Anche se per assurdo ho assunto più calorie di quanto io non faccia normalmente. Ma sono golosa ;) e col morale giù.
    Mi fa ancora tanto malino, ho preso un altro brufen e iniziato l’antibiotico.
    Si si lo so che ogni radice si conficca nell’osso ma il mio è un premolare, dunque doppia radice e una delle due arrivava addirittura davanti all’osso. Che ne so. Comunque, forse è anche a causa della mancanza di calcio che sono ridotta così.

    Vi abbraccio ragazze, qui è tornata la mamma, ancora non mi parla. Certo, un minimo di comprensione non mi farebbe male ma vabbè.
    Stasera anche incontro su skype con per una ricerca universitaria che stiamo facendo. Io vorrei solo buttarmi sotto il mio piumino.

    Azimut, Chiara, Lunablu, Laura, grazie mille.
    Oggi ho proprio bisognno di questo posticino.

  602. silvia dice:

    Ecco ora tropo un attimo…a qnt pare molte di noi avevano il fatidico appuntamento cn la psicoterapeuta…a me nn è andata male, nel senso ke so ke è un percorso ke devo fare se voglio realmente uscirne, ma il fatto è ke sn emerse un pò di cose, sn un agitata…devo farmela passare e assimilare bene…vedo ke siete tutte ben informate in campo medico…io no…

    Miele ho letto il tuo post, quello ke doveva scuoterci, ma nn potevo risp in quel momento e a dire la verità di scosse oggi ne ho già avute, ma in ogni caso ti ringrazio, l’analisi ke hai fatto…le domande ke hai fatto sorgere sn giuste. Anke io faccio fatica a dire ke ho fame, anke qnd mi brontola lo stomaco vuoto, cerco di nasconderlo…nn è un buon passo e sn convinta ke qnd cm te riuscirò a esprimere questo bisogno senza penstirmene sarà una gran cosa.

    Chiara nn pensare ora a cm andrà il w.e. …nn pensare a nulla…vai e basta…l’abbiamo detto no ke dobbiamo piuttosto agire ke rimuginare su ogni cosa, e poi se dipendesse da noi staremmo sempre incatenate ann so + ke cosa!
    Spero ke ora tu sia in sua cmpagnia e ke finalmente vivi attimi di serenità

    Azimut anke se hai pianto ma ne senti ancora il bisogno devi continuare, senza nasconderti, senza celare…devi piangere tutte le tue lacrime…devi far venire fuori iò ke ti fa male dentro…è l’unico modo x liberarti e poter riempire la tua anima di sentimenti ed emozioni positive. Io lotto, e tu?

    Laura sn felice ke stai meglio…si torna dunque al lavoro? cm ti senti in questo periodo, da qnd hai iniziato la terapia? Da ciò ke scrivi sembra meglio…sai sn felice x te…è davverou una conquista x te…

    Yris cm sta andando il lavoro? il viaggio? spero bene.
    LunaBlu davvero 6 così informata sulle analisi?

    Marianna, Uhmhm, Ilaria, Aleph…un saluto a tutte le altre…

  603. miele dice:

    LunaBlu, certamente ognuno si riscuote a suo modo…dipende dal proprio carattere. Ho scritto della rabbia perchè qui, ogni tanto, percepisco un po’ di rassegnazione, che mi ha ricordato molto la mia, allora ho provato a buttar lì dei pensieri che avevano aiutato me.

    Claudina io sono stata in amenorrea per anni…adesso sembro un interruttore: sotto un certo peso sparisce, sopra un certo peso ritorna…magari salto un mese, poi ne arriva uno di abbondante e doloroso…adesso ho il ciclo pur essendo sottopeso perchè il mio corpo si è un po’ riassestato su un pesobasso che mi porto dietro ormai da tanto tempo, senza riuscire ad aumentare in modo significativo, ma questo non significa che sia tutto a posto, anche se i miei valori sono sorprendentemente in ordine.
    sono stanca anche di tutto questo, un tempo essere asessuata mi faceva sentire invisibile a sufficienza, adesso voglio la mia parte femminile, la rivoglio tutta, dolori compresi.
    claudina, tu comunque continua a riflettere su quanto l’anoressia si stia portando via della tua vita.

    Chiara* come stai tesoro?

    Yris ci manchiiiii

    Azimut, stai lavorando per rafforzare un po’ la “scorza” tra te e il mondo?

    silvia, grazie della tua risposta. secondo me comunque non dovresti sempre confrontarti con i passi delle altre…e credere di essere ferma. tu ti stai muovendo, lo stai facendo bene, con consapevolezza. sei qui a scriverci, esprimi le tue difficoltà, condividi i tuoi sentimenti: è una cosa molto importante, non scordarlo.

    laura, buon ritorno al lavoro!

    Io sono stanchina, ma ancora tutta intera. Stasera, anzi oggi in generale, ho mangiato con appetito. Sto concludendo in bellezza con il cioccolato fondente alle nocciole, la nuova stecca è già stata dimezzata ;)

  604. Amira dice:

    uhmhm io sono di domodossola sai:) magari ci conosciamo anche;) ma tu vivi a domo???

  605. silvia dice:

    Miele è vero, nn devo confrontarmi cn i passi degli altri, ho i passi miei da percorrere, ma avvolte concentrarmi solo su me stessa è tutt’altro ke buon segno. Oggi ho riflettuto molto su un aspetto venuto fuori in seduta e questo mi scuote, riguarda il doversi assumere la responsabilità delle conseguenze del mio stare così…e nn parlo di quelle psicologike, xkè lì ci sn, so ke devo cambiare e so anke dove…ke poi nn riesca a farlo è tutt’altra storia…ma di quelle fisike. Accettare di doversi prendere cura di sè…prima parlavate di medicinali, di ferro…io nn prendo nulla.
    Vabbè ora devo un attimo dire stop a queste ansie e concentrarmi su qlc di + costruttivo!
    Grazie amike care…

    Yris…buon rientro!
    Polla ma nn avevi una conquista da raccontare?

  606. Ilaria dice:

    Ragazze, vi ho lette ma non ho scritto finora perché sono stata male tutto il giorno. Almeno non mi sono abbuffata, è già qualcosa.
    Ho mal di fegato e nervoso a mille, meglio che torni quando starò meglio in ogni senso!
    Intanto un saluto a tutte e al nostro principe :-)

  607. Amira dice:

    oggi il mio fidanzato mi ha di nuovo messa alle strette…mi ha chiesto cosa sto facendo per non morire…io non ho saputo rispondergli immediatamente..ho iniziato a piangere, poi gli ho chiesto se secondo lui sono felice di vivere così…non riesce più a toccarmi nè a vedermi nuda, il mio corpo lo impressiona, non vuole fare l’amore….sono arrabbiata con me stessa perchè non riesco a guarire e con lui perchè sembra non capire quanto sia difficile….mi chiedo cosa potrebbe succedere se non dovessi guarire…ho così tanta paura…

    fottutissima malattia che mi intasi corpo e anima solo dio sa quanto ti odio…..

    scusate lo sfogo….una cosa positiva comunque c’è….dopo mesi finalmente ho pianto….mi sento liberata….

    sono vicina a tutte…siete le mie compagne in questa lotta in cui, nonostante io sia sempre perdente, non voglio arrendermi……….grazie del sostegno ragazze:)

  608. silvia dice:

    Amira la rabbia di cui parlava Miele…falla esplodere verso la malattia…e la tristezza e lo sconforto…falli venire fuori attraverso le tue lacrime, così ke tu possa liberartene definitivamente e far spazio alla speranza e a tante cose positive…ci sn, sn lì, dobbiamo alzarci e prenderle.
    Ora da questi sentimenti ke hai provato, verso te stessa, verso questa situazione, impara a prender spunto…inizia a metter un passo avanti all’altro…scusami nn ricordo se 6 seguita da qlc?
    Noi ci siamo , nn sentirti sola

  609. Chiara* dice:

    Buona sera angeli.
    Vi scrivo dal pc di Francesco. Sono qui con lui adesso.
    Non ho letto molto di quello che avete scritto, scusate.
    La seduta è andata… così così. E’ emerso ancora una volta il mio lato ossessivo nei confronti del controllo e del dovere, della ricerca della perfezione in tutte le cose e nella tendenza a reprimere i miei desideri e pulsioni per mettere davanti a tutto e tutti il dovere.
    “sono perché faccio e non sono perché sono, questa è la tua filosofia” mi ha detto la psicologa.
    Depressione maggiore associata a disturbo ossessivo compulsivo è stata la sentenza definitiva. Riconfermata. Uh che bello.
    Inoltre mi ha prescritto un nuovo farmaco. Devo iniziare a prendere lo Zoloft (sertralina), è un antidepressivo con anche una piccola indicazione per le contrastare le crisi bulimiche.
    Volete sapere qual è il bello??? che la mia preoccupazione + grande è che mi faccia aumentare di peso. Ci rendiamo conto??? Sono qui, in preda all’ ansia prima ancora di iniziare la cura. Che deficiente che sono…
    E nel frattempo mi sono mangiata un bel pezzettone di cioccolato, così, giusto per rincarare la dose di malumore.

    Scusate la sconclusionatezza del mio post. Sono un po’ nervosa e soprattutto scossa da quanto è emerso di nuovo oggi.
    devo razionalizzare.
    Un abbraccio

  610. Girasole dice:

    Buonasera a tutte…

    oggi sono un po’ stanca pechè ieri ho fatto pomeriggio e ogi mattino…non vedo l’ora di essere nel letto…ma volevo passare per un saluto…

    oggi è stata unaltra buona giornata, ho incontrto una cara amica e sono felice di questo…
    sono contenta di questo periodo per i miei raporti interpersonali…
    abbastanza per quello con me stessa…

    ma mi rendo conot che ancora non basta che non basta quello che mangio…
    ho letto i vostri post un po’ di fretta purtroppo e questa sera non riuscirò a rispondere nel particolare…ma ho capito che il discorso è incentrato sulle situazioni cliniche di ciascuna di noi e quanto questa malattina ci distrugge mentalmente, moralmente e fisicamente…

    io sono in amenorrea da 2 nni e mezzo…e come scrive Miele, non vedo l’ora che mi torni il ciclo, perchè voglio tornare a sentirmi una donna… ora mi sento un manico di scopa, un po’ inutile…

    so che sono ancora alla fase accettazione del cibo “standard” ancora fissa sulle quantità…e devo aumentare aumentare aumentare…ma vado in confusione e non riesco a riorganizzare il cervello…ridristribuisco la dieta ma in realtà non aumento le quantità…non va bene, le nutrizioniste mi han dato delle scelte, cose da inserire in più…ma sono passate 3 settimane e ho aggiunto poco…
    mmm….dai, ci riprovo!

    Uhmuhm…io ho fatto la MOC, esame per la densitometria ossea…risultato…osteoporosi alla schiena e osteopenia al femore…prendo pastiglie di calcio e vitamina d, mangio danaos, bevo ferrarelle, mangio più formaggio…. e prego! prego che tutto si fermi, che non peggiori…prego…
    ma pregare non è abbastanza…DEVO MANGIARE!!!

    vi leggo, mi fate riflettere…e mi tiro una martellata come te claudina, DOBBIAMO MANGIARE!!! E DOBBIAMO FARLO PER NOI STESSE!!! indietro non possiamo tornare ma DOBBIAMO ANDARE AVANTI!

    Ragazze, io voglio farlo, voglio farlo con tutta me stessa, voglio star bene, voglio dare la vita, voglio che ogni giorno come oggi mi dicano “si vede che stai meglio, si vede che ti sta tornando la luce negli occhi”…

    ragazze, vado a letto con questo pensiero, e lo dedico a voi…

    voglio che ogni giorno sia un migliorarci, uno stare meglio, un vivere davvero… nutrire il nostro corpo, la nostra mente, le nostre emozioni…

    Vi abbraccio e vi dico grazie anche oggi, per quello che significate per me, per quello che siete, per quello che so riuscirete a essere domani;-) rendiamoci fiere di noi stesse ok?

    ah…volevo anche ringraziarvi per tutte le parole che mi avete detto ieri…vi ho lette ma non ho potuto rispondervi.
    non so ancora da cosa venivano le mie lacrime e perchè…

    Grazie a tutte e per farlo ripeto le parole di Marianna che mi sono scritta per bene dentro di me….”realizzare i nostri sogni, non devono essere necessariamente chimere, se ci impegnamo possiamo agguantarli e farli nostri. ….Il bicchiere è mezzo pieno, dobbiamo pensarla così, se sorridiamo al destino prima o poi anche il destino sorriderà a noi!”

    e… vi pensero tanto al corso di fotografia sabato…non vedo l’ora e una foto sarà per voi!
    ah, uhmuhm…io avevo una passione come te, la chitarra…non la suono più quasi dall’inizio della malattia…l’ho fatto un giorno solo pochi mesi fa con mia mamma…ho suonato e cantato “ti lascerò” di leali e oxa…è una canzone splendida…la canzone perfetta per genitori e figli, mi sono commossa, tanto che ho dovuto smetter…ma è stata una bella emozione, e non ne provavo da molto…la musica in generale mi manca, come con il cibo faccio fatica…
    mah…ma quando riesco ad ascoltare una canzone fino alla fine, mi sento bene…di cantare…mi manca la voce…
    prova a prendere in mano la macchina fotografica…come azimut con il cioccolato…magari la volta dopo l’accarezzerai, poi l’accenderai…poi…click, si scatterà una foto…e sarà bellissima!

    buonanotte belle fanciulle;-)

  611. Vaniglia dice:

    Ciao a tutte….oggi per me è stata una giornata pesante, son rientrata a casa da poco, è da stamane che sono al lavoro.
    Malgrado ciò, mi sono accorta e, me lo ha fatto notare pure il mio datore di lavoro, di quanto sto più tranquilla e serena lontana dal clima di merda che si respira quì dentro questa casa! tra l’altro, anche se poi mia mamma stasera si è mortificata, nessuno di loro mi ha fatto una telefonata: ho tratto le mie conclusioni…ma, già avevo capito, mi chiamano a rompermi i coglioni solo quando serve qlcs, altrimenti non si fan vivi…peccato che, stasera erano pure senza pane, perché io non sono andata a fare la spesa! e notano la differenza di quando sono a casa io e quando invece devono arrangiarsi…
    …mia mamma, mortificata ma, una telefonata poteva pure farla! ma, ho capito e ormai mi sto staccando lentamente…le liti, i ricatti, le scene che han fatto x mandarmi via, le accuse…no, non dimentico, e ora, sento che alla fine sono io che servo a loro, che da sola mi basto e non devo neanche stare a servire nessuno! Ha ragione il mio datore di lavoro: se me ne vado rinasco! tanto, ho capito che son persone che non meritano nulla! stasera pure, a cena dei discorsi che non potevo sentire, ma io li lascio cucinare nel loro brodo e, anche prendo quello che c’é…finché mi fa comodo! è brutto, non mi piace parlare in questo modo xké in fondo sono i miei familiari, i miei genitori, ma oggettivamente, mi han trattata male e non apprezzano nulla! Sono cmq delusa e amareggita…no, non mi è passata! scusate, ma x me è stata pesante, mi han danneggiato il sistema nervoso, mi han resa ansiosa, instabile…troppi ricatti, accuse, terrorismo psicologico che non riesco a superare…aggiungiamo altri blocchi, a quelli che già avevo?? ma si, facciam di tutto un po’…son carne da macello…stavo crollando ma x fortuna, sono ancora in piedi, ma cmq, sono stanca, psicologicamente e fisicamente mi han devastata! e non la passano liscia…chiuso.

    Amira, mi dispiace per quello che stai vivendo, in parte ti capisco perché credo di aver perso una persona per lo stesso motivo e, soprattutto so’ bene quanto siamo impotenti e incapaci di reagire…neanche in queste situazioni riusciamo a scuoterci, a farci entrare nella ns fottutissima testa quello che perdiamo, quello di cui ci priviamo restando ingabbiate in questa merdosa malattia…ti sono vicina.

    MIELE, certo che vi leggo, che partecipo a quello che dite, anche su di me…se pensi che viva in un mondo mio, ci resto male…cmq, se è questo che senti, sei libera!

    LUNA BLU, non ti racconto bugie! riesco cmq, a fare tutto perché anche se il mio peso è basso, neanche quando stavo bene pesavo più di 40 kg! e poi, non sono anemica, malgrado il vomito gli elettroliti sono a posto, i trigliceridi, le proteine…tutto questo scetticismo mi fa incazzare! eppure, Pina mi ha conosciuta e ha potuto constatare che guido, lavoro e sono indipendente! faccio la spesa e mi porto i pesi! sono alta quanto te, e di sicuro non ho la tua stessa massa muscolare! dalle foto tu sei un fascio di muscoli, io sono molto più longilinea e slanciata! ma, credi anche te quel che vuoi! non devo convincere nessuno!

  612. Maria Letizia dice:

    Ciao a tutte, vi chido scus, m ho eto con poca attenzione quanto avete scritto: sarà i nervoso di ieri ola “paura”di andare a scuola e avere un ennesimo scontr con la vicepreside…ho di nuovo un principio di infuenza, così ora non vedo ora di andare a letto al caduccio.
    Mi ha colpito una frasedi Girasole: ” voglio che ogni giorno sia un migliorarci, uno stare meglio, un vivere davvero… nutrire il nostro corpo, la nostra mente, le nostre emozioni…”, grazie, ne farò tesoro. BUONA NOTTE A TUTTI!

  613. claudina dice:

    ,,,buonasera a tutte…ho mangiato decentemente..pollo e frutta..si un po’ di senso di colpa ..neanche tanto..chiedo scusa se oggi ho incentrato troppo il discorso su esami,amenorrea etc. ma nn essendo seguita da nessuno praticamente,se nn il mio medico di base,nn so molte cose..e vedendo Luna cosi’ informata,ho chiesto a lei..nulla di piu’.Ho ancora un mal di testa bestiale…vado a dormire…auguro una serena notte e tutte.
    VANIGLIA: nn devi convincere nessuno sai…e’ solo che magari sembra strano chhe essendo cosi’ sotto peso tu trovi la forza di fare tutto quello che fai..io personalmente nn dubito di niente di cio’ che scrivi,perche’ nn siamo tutte uguali ne’ i fisici sono tutti uguali..e sono davvero contenta per te se tutti ivalori li hai nella norma.un abbraccio.

  614. miele dice:

    Amiraaaaa…forza! Metti davanti a te questa malattia, guardala in faccia e comincia a capire cosa puoi fare per uscirne. Il tuo ragazzo non è altro che uno specchio…lui vede chiaramente quello che tu ancora non stai guardando: le ossa, la magrezza, il freddo, la progressiva scomparsa di te.
    Certo che non può capire: come in tutti i disturbi del comportamento, in tutte le dipendenze, nei problemi psichici…capisca davvero soltanto chi ci è dentro. Ma questo non deve essere un ostacolo…coglilo come uno stimolo: vale la pena perdere un rapporto (di qualsiasi tipo) per non prendere qualche kilo? Io non credo agli ultimatum…se guariamo, dobbiamo farlo per noi stesse e basta, ma chi ci ama a volte non sa cosa dire, cosa fare…

    Chiara* l’identificazione di ESSERE e FARE, è anche il mio meccanismo. Ho una paura fottuta dell’inattività, dei tempi morti, persino del tempo libero: libero rispetto a cosa, se di norma mi sembra di non fare nulla? Però so bene che è un circuito tutto interno alla mia mente.

    Ho una domanda per chiunque voglia rispondere: come la vedete la questione dei farmaci? Cioè, sentite qualche beneficio nel prenderli? Non avete paura che, se doveste smettere, potreste ricadere nei comportamenti ossessivi? A me in qualche caso li hanno proposti, ma ho rifiutato categoricamente e continuerò a farlo. Sono però sinceramente interessata alla vostra esperienza.

    Ah, per Chiara*: Francesco ti ha proposto il week-end al centro benessere e questo ti ha disturbata. Bene: perchè non provi tu ad organizzare un fine settimana rilassante? Metti alla prova la tua idea di “relax” e condividila con lui. Così sarà una tua scelta, un po’ potrai programmare le cose ma allo stesso tempo potrai concederti un po’ di svago e tempo con lui…
    Però però…”cioccolato” non può stare nella stessa frase con “malumore”…:)

  615. Luna blu dice:

    Buonasera!

    Vaniglia io nn ti dico più nulla…ho notato che chi cerca di distoglierti dalle tue manie diventa la cattiva della situazione..non mi va questo ruolo…ma perchè pensi che lo faccio? Perchè ce l’ho con te? Perchè mi sei antipatica?

    Bho…cmq da oggi non commenterò e non ti dirò più nulla…ti auguro di riuscire a uscirne e a vivere…a non pensare sempre al cibo…al pane che manca….alla carne da macello che sarebbero i tuoi famigliari…al broodo..al cucinare…
    Buona notte a tutti

  616. miele dice:

    Vaniglia io non sono scettica: ci credo che fai tutto nonostante il tuo peso basso. Però mi chiedo quanto resisterà il tuo corpo.
    A parte questo: ciò che ti ho scritto non è un’accusa, ma una semplice constatazione che deriva dall’aver letto i tuoi post…
    Perchè vivi tutto come un’accusa nei tuoi confronti? Se condividi qualche cosa, dovresti essere disponibile ad accettare eventuali commenti, che, credimi, sono sempre fatti con il dovuto rispetto. Personalmente mi è difficile esprimermi nei tuoi confronti perchè ho sempre paura che tu ti offenda.
    Torno dunque nelle mie “stanze”, e ti lascio stare.

    Girasole: sottoscrivo il tuo post! Come ti capisco sull’aumentare le quantità…non sai che opere di ri-didistribuzione ho fatto con la mia dieta…sembra facile rispettarla, quando la leggo, ma poi nei fatti è tutta un’altra storia. Eppure ad un certo punto non c’è alternativa, e proprio mangiando si scopre che si riesce a mangiare.

    Ciao MariaLetizia, dormi bene!

    Claudina bene per il pollo e la frutta, io di questioni mediche ed organiche ne so poco, ma se e quando vuoi ti posso descrivere le mie esperienze.

  617. miele dice:

    Notte LunaBLu!

  618. Azimut dice:

    Miele anch’io sono decisamente contraria ai farmaci. Ho avuto solo un’esperienza ed è stata terribile, quando morì mio padre mi convinsi a prendere degli ansiolitici: mentre aumentavo le dosi per arrivare gradualmente a quella prescritta avevo sogni vividi terrificanti, mi sembrava di vivere dentro un film dell’orrore, quando poi le dosi si sono stabilizzate invece mi sentivo completamente piatta, non avevo più emozioni, non reagivo, non sentivo, non avevo neppure le percezioni fisiche. Ora, può darsi che non fosse il farmaco giusto per me, ma sinceramente sono rimasta abbastanza traumatizzata. Per questo ho decisamente scelto di fare terapia psicologica e non sarei mai andata da una psichiatra.

    Stasera sono dovuta uscire a cena, ristorante siriano-libanese. Non vi descrivo il mio stato d’animo tanto potete immaginarlo. Alla fine ho preso una zuppa di orzo e spezie e l’ho anche mangiata, era buona. Domani scatterà il meccanismo della compensazione. Latte, arancia, gelato e zuppa tutto in un giorno….mi sento male…

  619. silvia dice:

    Girasole ke bello il tuo post…m’ha messo speranza, carica…ne ho bisogno davvero tanto in questo periodo, x questo siete così importanti!
    Vaniglia nessuno ti sta accusando o mettendo in dubbio ciò ke dici, ma il fatto ke tu ora stia bene nn significa ke lo starai così a lungo, nn significa ke potrai portare al limite il tuo corpo. Nn prenderla cm un accusa, sn consigli e suggerimenti ke i vengono dati da ki vive le tue stesse sensazioni…questo devi esser tu a nn dimenticarlo, x rispetto nostro, e x rispetto di LunaBlu ke nn a fatto altro, cm me e altre, di parlarti cn la + semplice sincerità e di cercare di analizzare ciò ke raccontavi, cn l’oggettività ke solo una persona esterna può avere. Mi auguro davvero ke tu trova la forza di uscirne e sopratutto il coraggio x vincere la tua paura e kiedere aiuto.

    Chiara 6 lì cn lui…ora nn pensare a queste cose, nn pensare alle ombre…pensa alla felicità ke dovevi avere oggi nel rivederlo, all’attesa ke hai dovuto sopportare, ora puoi, puoi essere felice…puoi meritartelo…e invece cosa fa la tua mente? corre alla nuova preoccupazione del giorno…cerca di vedere solo gli ostacoli e le difficoltà…t’ha invitato ad evadere, cogli l’attimo, nn pensare e và! Io so ke puoi farcela, so ke 6 una persona speciale ke merita di stare bene. Nn soppesare troppo le parole della psicologa…tutte abbiamo una propria storia…patologie a parte…nn saranno diagnosi o parolini ke ti renderanno + o felice…sarai tu a volerti costruire la tua vita.
    Io ci sn, qnd vuoi!

    Miele anke io nn prenso farmaci di alcun genere, solo mi sn stati dati i fiori di bach…ma nn so se si debbano ritenere efficaci o meno…sn scettica e cmq nn li ritengo medicinali…Cmq cm te nn ne sarei favorevole, credo ke la cosa mi farebbe sentire ancora di + “malata”…xkè dipendente da una sostanza x star bene…poi sicuramente sbaglierò, xkè so ke in alcuni casi sn indispensabili, e xkè ammetto di essere totalmente ignorante in materia.

    Ma Azimut dove 6?

  620. silvia dice:

    Azimut abbiamo scritto insieme! xkè pensi già a domani?! fermati e nn progettare sacrifici! dì pure stop.
    sn contenta ke tu abbia mangiato…e sopratutto di quel tuo commento in cui hai detto ke t’è piaciuta!

  621. Chiara* dice:

    Sono a casa.
    Confusa, stanca e arrabbiata.
    Perché non riesco a sciogliere il nodo della matassa.
    Mi sono rifugiata nel “cibo proibito” per lenire il malessere che però adesso è aumentato ancora di più.
    Sto cercando di rielaborare quanto è emerso oggi durante la seduta ma è ancora troppo presto. Devo metabolizzare e poi quando avrò la mente un po’ + lucida razionalizzerò il tutto cercando di trarne qualcosa di positivo.
    Ma cosa c’è di positivo, in fondo? Sono una maniaca ossessionata dalla perfezione, dall’ ordine, dal controllo.
    Ll NON fare per me equivale al sentirmi inutile e indegna di qualunque cosa.
    Il tempo lasciato scorrere senza far nulla non riesco a contemplarlo.
    Ho il terrore del vuoto, devo riempirlo sempre. Ma non lo riempio con qualcosa che possa appagare i miei sensi o le mie pulsioni, al contrario, devo colmarlo con qualcosa che mi faccia sentire utile. Sento di DOVER fare, a tutti i costi.
    E questo si ripercuote su ogni aspetto. Non sono in grado di lasciarmi andare alle emozioni, di ascoltare i miei desideri, di assecondare le mie voglie perché dentro di me è come se non mi sentissi degna di questo. E’ come se io mi sentissi solamente in dovere di assolvere a dei doveri (???) rifiutando ogni sorta di piacere.

    Miele, per rispondere alla tua domanda sui medicinali… sinceramente non saprei.
    Anch’ io ne sono sempre stata contraria all’ assunzione (nonostante prenda la pillola da anni e anni ma per ovvi motivi legati alla mia esperienza) ma da quando sono entrata nel vortice della depressione mi sono resa conto che possono essere un aiuto valido.
    Ho preso un antidepressivo per quasi un anno senza alcun riscontro positivo. Mi causava solamente + angoscia, tachicardia, notti insonni e sudore freddo.
    Poi ho iniziato con un ansiolitico e con quello sono riuscita a trovare finalmente un po’ di pace. Per lo meno la notte riesco a riposare. E lo prendo all’ occorrenza quando mi viene un attacco di panico o sono presa da una forte ansia.
    Oggi sinceramente quando la dottoressa mi ha prescritto quell’ antidepressivo ci sono rimasta un po’ male e volevo dirle di no. Ma ho capito anche che se ha deciso di darmelo, forse, è perché da medico ritiene giusto intraprendere questo percorso per aiutarmi a stare meglio.
    Il mio grado di depressione è abbastanza grave e a suo dire a questi livelli non può bastare il solo approccio psicoterapeutico.
    Questo medicinale in particolare è di aiuto per mantenere alto il tono dell’ umore durante il giorno, per evitare le crisi depressive acute e quindi di non riuscire ad alzarmi dal letto e non sentire quella sensazione perenne di angoscia e arrendevolezza che mi pende sul capo come una spada di Damocle.
    Non so se inizierò a prenderlo. Voglio sentire cosa mi dirà anche il mio medico e poi lascerò fare all’ istinto.
    Certo è che se mi aiutasse a trovare un po’ di serenità, ad affrontare le giornate con meno angoscia e apatia… non guasterebbe.
    Ma so benissimo che si tratterebbe solamente di un palliativo e che la vera cura è nella mia testa.

    Scusate, mi sono concentrata solo su di me… scusatemi.
    Notte.

  622. silvia dice:

    Chiara coraggio, leggi ciò ke t’ho scritto su…nn è legando a una diagnosi ke ti rialzerai…fai un pò di spazio x le cose di positivo ke hai in una giornata.
    Il fatto del “dovere” credimi nn è una cosa ke riguarda solo te…abbiamo sviluppato un livello altissimo di tensioni…ci facciamo dell’autodisciplina assurda…ora 6 stanca e giù, ma pensa di nn esser sola e credi ke tutto questo avrà una fine, anzi inizierai a vivere davvero.
    notte

  623. uhmhm dice:

    Care ragazze,

    Amira, mi spiace sapere della discussione con il tuo ragazzo, come ti senti? Arrabbiata? con te? Già. Parti da lì, forza ce la puoi fare. Non farti scivolare semplicemente addosso questa delusione, cerca di affrontarla in modo costruttivo. Non ti permettere di perderlo.

    Azimut, zuppa, arancio, zuppa… che ne dici di ripensarci razionalmente, riconoscere che andare in compensazione è totalmente privo di senso? Dai non lo fare. Cosa succederebbe se domani mangiassi? Saresti solamente un pochino più in foorza per affrontare la tua giornata. Dai, riconosci che non ha senso e lotta. Guai a te se non cambi idea. Veniamo lì e ti imbocchiamo. Da che pulpito!

    Chiara, certo ansiolitici, antidepressivi hanno un loro fascino nei momenti in cui si è davvero giù. Ma non credo siano le pillole di Mary Poppins. Potresti intenderle come faceva Girasole con il sacchetto delle abbuffate, o come fai tu con il miele. Li vuoi in casa magari ma da lì ad assumerli il passaggio non è automatico.

    Buonanotte Marialetizia.

    Girasole, povere le nostre ossa. Un po’ credo influisca anche l’amenorrea. Forse, dovremmo abbandonare realmente anche lo schema della quantità oltre a quello del variare nel cibo. Ma quant’è difficile. Dai, domani aggiungo qualcosa io e lo fai anche tu, ok? e anche Miele :)

    Domani mia mamma se ne va. Non ho capito dove. Ma dice che così con me non riesce più a stare. Domani sera viene a trovarmi per qualche giorno la mia amica da cui ero andata a capodanno. Da una parte sono felice, dall’altra tremendamente in ansia.
    Questa cosa dei denti, oggi mi ha consentito di mangiare gelato, certo. Ho assunto più calorie, vero. Ma questo non è comunque mangiare. E’ stato un passetto indietro, forse un po’ giustificato. E’ stupido lo so, ma ho come un po’ paura che io possa fare di questacosa un buon motivo per dire agli altri che posso non mangiare. Mia mamma comunque non ci casca. Quanto male che le sto facendo, quanto ne sta facendo lei a me. Qualche giorno lontana a me non può che farle bene. Odio questa malattia, che in fondo poi sono io. la odio perchè influisce in questo modo disastroso non solo sul mio fisico ma su tutto. Sui miei rapporti con gli altri, sulla mia capacità di concentrazione. Sulla mia vita. E la malattia sono io. Io che per qualche motivo sccelgo di farmi male, io che non riesco a pensare ad altro.
    Sapete, credo che l’unico modo per uscirne davvero sia perdere il controllo sul cibo, fossero anche i chiletti in più. Quelli che davanti allo specchio mi fanno vedere grassottella. Quei chiletti che mi fanno dire, ok qui non puoi di certo ambire ad essere magra, concentrati su altro e STOP. Ma quei chiletti fanno paura, sono così difficili da affrontare. Ogni tanto li vorrei, quando si tratta concretamente di metterli su, dopo un po’ crollo e ricmincio con la compensazione. Che incubo. Che banalità.
    Mi sento una bambinetta che vorrebbe forse qualche attenzione in più. Dagli altri, da se stessa. e che al posto che fare le cose fatte bene, sceglie di comportarsi male, in primo luogo verso se stessa, ma il mondo se ne accorge certo ma spesso fa finta di nulla. Perchè è più semplice. E io continuo la mia insulsa battaglia. Dov’è il senso in tutto ciò? Bleah.
    Dente dolorante, antidolorifico e nanna. STOP.
    Notte

  624. Amira dice:

    uhmhm ma tu vivi a domodossola o dintorni????

  625. Amira dice:

    ragazze attente ai farmaci…io prendo prozac da cinque anni e ora che vorrei scalarlo e smettere non ci riesco……sono una dorata illusione, inizialmente sembrano ‘la soluzione a tutto’ ma a lungo andare diventano solo una dipendenza in più da trascinarsi dietro…..

    Girasole anch’io sono in amenorrea da due anni e non ne posso più!!! e anche la mia MOC è disastrosa….a 21 anni ho l’osteoporosi alla colonna vertebrale……anch’io spero che il mio corpo non ceda…ho paura soprattutto per cuore e reni….

    Chiara* non abbatterti una diagnosi spesso vale quanto un soffio di vento…a sentire i medici a dodici anni ero bipolare, a tredici borderline, a sedici maniaco depressiva e via così….credimi quelle parolone non hanno cambiato ciò che sento di essere, cioè ME STESSA……..sii libera di essere ciò che senti di essere senza che qualcun altro ti etichetti prima….

    silvia sì sono seguita….colleziono terapisti nel tempo libero:) sono già arrivata a una dozzina, forse qualcuno in più anche……

    che stanchezza ragazze….niente sonno però…..:(

  626. laura dice:

    buon giorno, per quanto riguarda gli psicofarmaci, sono di base contraria, ma non totalmente, in casi di depressione, di forte e continua depressione credo vadano usati, certo non così, non da soli, ci vuole sempre un percorso terapeutico affianco all’uso del farmaco, perchè di certo il farmaco non risolve il problema, può solo attenuare il sintomo. poi sono contraria a tutti gli psichiatri che prescrivono farmaci come fossero aspirine, non è così, vanno usati solo in un certo tipo di situazioni, conosco amici che sono stati e purtroppo sono tuttora rovinati da psichiatri che io definisco macellai che hanno prescritto loro psicofarmaci quando non c’èra bisogno, non è bello vedere un proprio amico in stato catatonico come se fosse fatto di eroina.
    detto ciò non voglio demonizzare la categoria, perchè sono convinta che in alcuni casi sia d’aiuto l’assunzione, ed anzi possa facilitare il percorso di guarigione.

  627. laura dice:

    scusate, ma pina che fine a fatto?
    su pina ti tiro un po l’orecchie è tanto che manchi

  628. Vaniglia dice:

    ….pensate quello che volete, non scriverò più, almeno non disturberò i vs racconti! sembrano importanti solo quelli…se per me i disagi sono ben altri, imparate a capire che ognuno ha i propri, che sono poi più o meno limitanti!

    …se mi crea problema una certa situazione, piuttosto che un’altra, piuttosto che amenorrea e cose varie….cmq, vi lascio “sole” A PARLARE DEI CAZZI VS, magari state meglio! esco, piano piano…

    Buona giornata

  629. Chiara* dice:

    Vaniglia perché reagisci così? Non capisci che ciò che ti diciamo è per te? Non capisci che siamo preoccuapate tanto quanto chi ti è vicino e può toccare con mano la tua sofferenza?
    Forse sei ormai talmente sprofondata dentro la malattia da non riuscire più ad accorgerti di quello che ti succede di chi hai intorno.
    Forse non accetti che ti si vengano fatte presenti certe cose perché hai paura tu stessa di ammetterle e di prendere in mano la situazione.
    Sei arrabbiata e ne hai tutte le ragioni. Sei arrabbiata con il mondo. Con la tua famiglia, con la tua malattia e soprattutto sei arrabbiata con te stessa perché ti rendi conto di non riuscire a fare nessun passo avanti.
    Hai detto bene, ognuno ha i propri disagi. E grandi o piccoli che possano apparire agli occhi degli altri poco importa. Importa come li viviamo sulla nostra pelle, come stiamo noi di fronte al NOSTRO dolore.
    Il tuo disagio qual è? Lo sai. Ma non sei in grado di staccarti da questa “culla” che ti sei creata e che in qualche modo ti da sicurezza. Quella stessa sicurezza che tutte abbiamo paura di perdere.
    La sola differenza è che tu ormai se più di là che di quà (scusa la frasetta), lo sai, hai paura, ma non accetti che ti venga fatto presente che è ora di darsi una svegliata di di fare qualcosa per risalire.
    Il tempo passa e tu ti stai consumando ogni giorno che passa sempre di più.
    Non stai bene fra quelle 4 mura, non riesci a trovare un equilibrio, emotivamente sei sempre allo stremo. Allora inizia a fare qualcosa per cambiare le cose.
    Trova il coraggio di cambiare! Inizia a prendere delle decisioni che possano aiutarti a star meglio. Come uscire da quella casa e lasciarti alle spalle chi non ti sta aiutando come vorresti.
    Ma fa qualcosa. Oppure fino a quando continuerai a crogiolarti nel tuo dolore senza alzare un dito, continuerai a star male e non vedrai mai la fine di questo tunnel.
    Sei una donna adulta e consapevole e in grado di prendere delle decisioni. Se la tua decisione è quella di ucciderti sei libera di farlo.
    Ma qui ci sono persone che hanno cercato in tutti i modi di aiutarti a non farlo.
    Ti vogliamo bene.

  630. miele dice:

    Buondì fanciulle

    grazie di aver risposto sulla questione farmaci. Io sono contraria di principio, ma ammetto che è perchè ho avuto brutte esperienze con mia madre, che una volta ne ha abusato e io ero lì a vedere gli effetti. A parte questo, naturalmente ognuno ha la sua esperienza e le sue ragioni.

    Vaniglia: come immaginavo, hai travisato il nostro (o almeno il mio) discorso. Nessun discorso o problema è più importante di un’altro, ognuno porta qui il proprio vissuto. Ma dal momento in cui lo porti qui, devi essere anche disposta a discuterne, a sentire altre opinioni…altrimenti il tuo rimane un monologo e guai a chi dice qualcosa!
    Tra l’altro credo che alcuni argomenti possano baneficiare dalla tua opinione, anche se non ti premono: eppure dovrebbero premerti, perchè ti riguardano da vicino, anche se tu fai finta che non esistano.
    Insomma, qui rimani più che benvenuta, per quanto mi riguarda.
    Se invece scegli di non scrivere più, mi dispiace; ti auguro in bocca al lupo, e tutto il bene possibile. Ciao.

  631. Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Ieri quando aspettavo di entrare dalla psicologa, in sala d’ aspetto seduta di fronte a me c’ era una signora, dall’ aria stanca e consumata.
    Credevo fosse una paziente. Dopo un po’ che eravamo sedute una di fronte all’ altra questa donna mi chiede se stavo aspettando di entrare dalla dottoressa G. e io ho detto che “sì, ho appuntamento alle 16.30. Anche lei?” – “No no, io sto aspettando mia figlia che è dentro adesso. Sai… è malata di anoressia e bulimia. Ha 18 anni e da 4 stiamo vivendo questo inferno. Stamattina il nutrizionista le ha detto che deve essere assolutamente ricoverata perché è al limite, se va avanti così mi muore. Ma lei non vuole. E noi non sappiamo più cosa fare. La vediamo spegnersi ogni giorni che passa sempre di più e non si lascia aiutare.”
    Io ero sconvolta. Questa donna era così disperata… io la guardavo e non sapevo cosa dirle. Mi sono sentita così stupida, così inutilmente viva.
    Ha iniziato a singhiozzare e poi è scoppiata a piangere.
    “Tu perché vai dalla dottoressa G.? Hai anche tu questi problemi, vero? Ma perché vi fate questo? Cosa vi spinge ad uccidervi con le vostre mani? Non vedete quanto soffriamo anche noi insieme a voi? La mia creatura si sta spegnendo e noi non sappiamo + cosa fare per aiutarla. Ha perso 2 anni di scuola, gli amici, tutto. E noi non viviamo più. E’ un inferno.
    Oggi l’ ho minacciata con suo padre di mandarla via di casa se non si decide a farsi curare come si deve. Siamo arrivati al limite. Non ce la facciamo più.”
    Non sapevo cosa dire. Mi stavo vergognando immensamente.
    Poi d’ istinto mi sono alzata, sono andata verso questa donna che si è lasciata andare così, davanti ad una sconosciuta, e l’ ho abbracciata.
    Le ho detto “Signora io non posso capire come si può sentire lei da madre nel vedere sua figlia in queste condizioni, ma posso dirle da figlia, che se mia mia madre stesse facendo tutto quello che sta facendo lei insieme a suo marito per me, non potrei che esserle grata con tutto il cuore.”
    Poi ci siamo risedute una di fronte all’ altra. In silenzio. E poco dopo è uscita la figlia dallo studio. Non ho avuto il coraggio di guardarla.
    La donna si è alzata e se n’è andata dicendomi “Grazie cara. Curati più che puoi e cerca di guarire”.

    Mi sono sentita morire.

    Vi auguro una serena giornata.

  632. Luna Blu dice:

    Buongiorno!!!! Che scena toccante Chiara… :-(
    Io ho rpeso il prozac…adesso si chiama fluoxetina..per 5-6 mesi…bellissimo…mi frenava completamente l’ansia e la voglia di riempire quel vuoto che sentivo dentro…mi togliela la fame…quella che io riempivo con il ciboma che era fame d’amore fino a quando nn ho imaprato ad amarmi…poi l’ho smesso…e nn è successo niente…ora sapete che ne son fuori…
    :-)

  633. Azimut dice:

    uhmhm possiamo sempre imboccarci a vicenda… :-)
    Qualche giorno di lontananza farà bene a tua madre ma farà bene anche a te, non farti prendere da sensi di colpa. Proprio ieri con la mia psicologa si parlava di questo, del fatto che nel profondo io e mia madre non abbiamo mai accettato alcuni aspetti l’una dell’altra e che ora devo imparare a comprenderlo, solo così potrò recuperare un rapporto sereno con lei.
    Un senso c’è sempre, va rintracciato in quelle pieghe nascoste che sfuggono alla vista

    Amira sai cosa mi ha detto un giorno la mia psicologa? Quando le chiesi se secondo lei avevo un disturbo della personalità, se potevo essere borderline o altro, ha sgranato gli occhi e ha detto che lei non lavora in questo modo, che quelle sono solo etichette e che dovevamo concentrarci sul comprendere i motivi del mio star male.

    Vaniglia mi dispiace che tu reagisca così e mi dispiace che tu voglia uscire. Non puoi pensare che le persone qui sopra non si preoccupino per te quando leggono il tuo peso. Dici che riesci a fare tutto e a non essere carente ed io ti credo, ma quando penso che le mie figlie (che sono magre) pesavano così a cinque anni mi si stringe il cuore. Se ti esortiamo a fare qualcosa ti irriti o ti arrabbi addirittura. Io mi sento molto in difficoltà a interloquire con te e allora resto in silenzio sperando sempre di trovare un tuo post per sapere come stai e come sta andando. La tua presenza qui con noi è importante, vorrei davvero che tu restassi

    Chiara* il tuo racconto della signora mi ha fatto cadere giù le lacrime, leggevo e piangevo. La senti la mia mano?

    yris…

    Luna Blu ancora qui? Corri ad allenarti, non hai la gara con tutto superfigo? ;-)

    buona giornata a tutte e ad Aleph, qui il cielo è uniformemente grigio, spero che nei vostri cuori possa sorgere una grande luce

  634. Luna Blu dice:

    Azumut…che dolce che sei ;-) …Siiiiiiiiiiii…gara…ieri son andata a farmis ciogliere una contrattura…ahia…ho un livido sulal schiena..ma quando ruoto nn mi fa più male… :-)

    “qui il cielo è uniformemente grigio, spero che nei vostri cuori possa sorgere una grande luce”

    che bella frase…la porto con me oggi ;-)

  635. Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!

    Sono qui oggi!!!!

    Vaniglia, non provare nemmeno ad andartene e a smettere di scriverci. Resta qui. Resta qui. Resta qui. Ti penso.

    Azimut!!!!!!!Ma quanto stai scrivendo in questi giorni???Che bello che bello che bello!Ti sento positiva in questi giorni…

    Miele, ho letto il discorso che hai fatto sull’aver fame, sul negarselo, sul non riconoscere che il proprio corpo è allo stremo. Grazie, mi ha colpito davvero.

    Silvia…prosegui con la tua lotta, io son qui.

    Marianna?Dove sei?Come stai?

    Amira, Uhmuhm, qualcuna di voi mi sembra mi abbia chiesto se sono anche io del lago Maggiore. No, non sono di lì, ma non sono più di tanto lontano. Credo siano un paio d’ore di macchina al massimo da casa mia.

    Luna, buona giornata!

    Claudina, non sono riuscito a leggere tutti i tuoi post, però sono davvero contento di come tu ti stia inserendo qui!!!

    Chiara, sono davvero felice che Francesco, il tuo Francesco, sia tornato e abbia potuto stringerti. Cerca di non pensare a quel weekend, non vivere l’attesa come una paura. Non pensarci, quando arriverà, arriverà. Prima è inutile preoccuparsene. Che bella la scena che hai descritto con la mamma di quella ragazza. Davvero toccante.

    Yris, torna presto!

    Buona giornata a tutte

    Aleph

  636. silvia dice:

    Buon giorno a tutte!
    Ke tristezza leggere ciò ke ha scritto Vaniglia, embra ke tu nn abbia minimamente letto ciò ke t’ho scritto io…nessuno vuole ke tu te ne vada…qui ci si confronta, si parla, si esprimono opinio e si condividono emozioni…si cerca di dar consigli, ma sempre volti all’uscirne fuori…cm fai a nn voler capire ke anke la critica può essere un atto di amore, un atto di interesse…ci teniamo a te, spero ke riuscirai a stare meglio.

    LunaBlu la tua gara…allenamenti e incontri…wow…ke mix!!

    Miele certo ke dev’esser stata dura cn tua madre…anke la mia è stata spesso male, e nn molto recentemente è andata in depressione, avvolte mi kiedo se sia possibile x noi invece riuscire a vedere una luce, se noi saremmo capaci di reagire differentemente…sinceramente ne dubito visto dove sn. Nn so se hai capito, la propensione a quel tipo di atteggiamento già fa parte di noi? oppure può esser diverso?

    Laura Pina la sento x mail ed è molto impegnata, ma sta bene ed è sempre la persona energica e solare ke tante volte ci ha spronato e illuminato!
    Tu cm va? 6 tornata a lavoro?

    Chiara davvero toccante l’incontro ke hai avuto cn quella donna…cerca di arrikkirtene. Hai saputo usare le parole migliori…Cm va quest’oggi? un pò + serena dopo aver ammortizzato tutte le scosse di ieri?

    Azimut nn fa niente ke il cielo è grigio, se vuoi ti lancio un pò di questo sole, ma tu lotta…”accettare le differenze degli altri e accettars”i …ecco la kiave…

    Io sn abbastanza tranquilla, il sole splende e dopo tanto ne ho approfittato un pò x scendere presto…trascorrete una buona giornata e cercate di vivere + ke potete!

  637. miele dice:

    ciao aleph, che bello averti qui oggi!

    silvia…depressione nella madre = depressione nella figlia? me lo sono chiesta spesso…ma io credo di no. ho un carattere completamente diverso da mia madre. di sicuro ne ho assimilato e ne ripeto certi comportamenti, ma di fondo io assomiglio molto di più a mio padre. nessuno dei miei terapeuti o medici mi ha diagnosticato uno stato depressivo, e nemmeno una tendenza depressiva. Quindi credo che, come in molti lati del nostro essere, ci sia una semplice tendenza inconscia a riproporre ciò che “respiriamo nell’aria”, ma resto convinta che, volendolo, possiamo intraprendere un percorso diverso. Come potranno fare i nostri figli rispetto a noi, e così via. Ogni persona è un nuovo inizio…

  638. Aleph dice:

    Che bello avere qui anche te Miele!

  639. Chiara* dice:

    No Silvia. Per niente serena.
    Sono molto spaventata per quella terapia da iniziare.
    Stamattina ho chiamato la psicologa perché avevo bisogno di essere rassicurata.
    E’ stata molto dolce e disponibile. Mi ha detto di tranquillizzarmi e di lasciarmi guidare da chi mi può aiutare.
    Mi ha anche detto che le pastiglie non fanno miracoli se non ci si pone con il giusto atteggiamento.
    Posso non prendere quel medicinale ma potrebbe volerci molto più tempo per tornare a stare anche solo minimament bene e il rischio è quello di peggiorare ogni giorno un po’ di più.
    Dice che da sola non ce la posso fare e che l’ aiuto farmacologico associato a quello psicoterapeutico può essermi d’ aiuto. Ma devo scegliere io cosa fare.
    “Chiamami quando vuoi e non aver paura di dire quello che pensi. Avresti dovuto tirarle fuori ieri le tue paure riguardo la terapia. Non temere sempre di essere giudicata e non doverti sentire in obbligo di dire sempre sì anche quando dentro vorresti dire no”.

    Comunque sono punto a capo.

  640. Luna Blu dice:

    Nessun incontro silvia… ;-) …va bene così!

  641. Azimut dice:

    Chiara* mi sembra che tu abbia trovato una persona molto disponibile. Se non te la senti di iniziare subito così potresti anche aspettare il prossimo incontro e riparlarne con lei, tirando fuori tutti i tuoi dubbi e affrontando l’argomento in modo diffuso. Credo che ascoltando le tue paure anche la dott.ssa potrà ricavarne utili indicazioni. Non sei punto e a capo. L’hai chiamata, hai espresso i tuoi dubbi, rivolgendoti a lei le hai accordato la tua fiducia. Hai fatto un enorme passo avanti invece.

  642. uhmhm dice:

    Ciara,
    se non te la senti non le prendere. Cosidera il fatto di averle lì, certo, senza esssere assunte non ti faranno effetto se non le prendi ma cosa può succedere di tanto grave? Nulla. Nel caso in cui dovessi renderti conto puoi sempre iniziare anche se con qualche giorno di ritrdo. Ma magri potresti non arrivare più a sentirne la necessità e farcela da sola.
    Forza!

  643. silvia dice:

    Chiara dai…nn dire così…hai espresso le tue paure e le tue insicurezze…hai avuto una risposta, t’ha risp e tranquillizzata, t’ha detto ke puoi uscirne anke senza farmaci…devi solo impegnarti di +…devi solo decidere…noi siamo cn te e ti staremo vicine in ogni caso…forza! coraggio! Io credo in te, pensaci un pò di tempo e se ti senti agitata kiama pure la dott. nn frenarti…tira fuori ciò ke senti!

    Miele anke io sn + simile a mio padre caratterialmente…ma nn so, poi cm vivo le situazioni xrò è molto “sul ribasso”…vabbè…cnq grazie!
    siete importanti ragazze!

    ciao Aleph!!!!!!!!!!

    Yris spero sia andata bene ieri…

  644. uhmhm dice:

    (E’ certo. avrei bisogno di un corso di Lezioni di Italiano. Vabbè Chiara, spero tu abbia compreso comunque ciò che intendevo! :) )

  645. silvia dice:

    LunaBlu…io direi: nessun incontro x ora!

  646. Chiara* dice:

    Non lo so.
    Sono un po’ sconcertata da tutto e in particolare dai pensieri malati che mi stanno passando per la testa e dei quali preferisco non parlare perché… mi faccio schifo da sola. Che vergogna…
    Io so solo che voglio tornare a stare bene prima di tutto emotivamente. Voglio smettere di piangere continuamente, di vivere nell’ angoscia e nell’ apatia.
    Se non trovo un po’ di serenità e non torno in pace con me stessa difficilmente riuscirò ad uscire da questa merda.
    E se il medicinale potesse aiutarmi? Se prenderlo significasse intravedere uno spiraglio di luce in questa ombra che mi soffoca? Se riuscissi ad abbattere almeno in parte la depressione?
    E se invece non dovesse servire a niente se non a farmi stare peggio? E se gli effetti collaterali dovesseo superare quelli benefici?

    Ho una gran confusione in testa, non riesco a starvi dietro nei discorsi oggi.
    Scusatemi ma sono talmente presa da me stessa che non vedo altro.
    Da brava egoista quale sono. Come sempre.

  647. silvia dice:

    No Chiara, nn 6 egoista, sei solo confusa tra mille “se”…sai come si fanno a scacciare? semplicemente provando!…hai tanti dubbi ke nn si dissolveranno solo riflettendoci, allora sai ke ti dico? prova! se va male interrompi, s va bene prosegui e cmq a qnt ha detto la tua dott. è solo una spinta iniziale…e un altr cosa, se hai da piagere fallo snza frenarti! anzi tira fuori tutto! nn ti dico di calmarti, ma il contrario…fa uscire la tua tristezza e la tua rabbia, fallo cn qlc di cui ti fidi, senza parlare, senza spiegare.
    Ti abbraccio

  648. Azimut dice:

    Chiara* basta con questa storia dell’egoista, su. Hai un problema e siamo qui per affrontarlo insieme. Ora sei troppo confusa per prendere decisioni. Quando avrai la prossima seduta? Io credo che se si tratta di attendere qualche giorno potresti aspettare di riparlarne con la dottoressa e magari ti tranquillizzeresti qualunque sia la tua decisione. Se deciderai di fare da sola e poi ti renderai conto di non farcela potrai sempre cominciare a prendere i farmaci, se invece deciderai di provare subito a prenderli può essere che ti facciano stare meglio e allora continuerai a prenderli finché ne avrai bisogno se invece riscontrerai problemi non dovrai far altro che interrompere. Per fortuna queste non sono decisioni definitive, decisioni che possano condizionare in modo irreparabile la vita. Si può sempre tornare indietro o scegliere un’altra strada. Magari quegli ansiolitici che presi io e che mi hanno fatto male se li assume un’altra persona non ha alcun tipo di controindicazione o forse se mi fosse stato prescritto un altro tipo di farmaco avrebbe potuto farmi bene. Cerca di stare tranquilla ora, vedrai che troverai la strada giusta. E qualsiasi cosa ti venga in mente di dire qui c’è sempre qualcuno che può ascoltarti e condividere. E brontolarti ben bene se continuerai a dire che sei egoista

  649. miele dice:

    Chiara*, concordo con Azimut: qui nessuno è egoista…se non ti esprimi liberamente qui, allora dove?

    Azimut, domenica parteciperai alla giornata di mobilitazione delle donne?

    Vi saluto, per ora…ho il treno e il lavoro. Vi rileggo stasera!
    Fate le brave ;)

  650. claudina dice:

    Buongiorno a tutte/i…oggi sono abbastanza contenta…il venerdi per me e’ girnata di rottura degli schemi( come se anche questo nn fosse uno schema)quindi stasera pizza!
    per quanto rigurda la domanda sui farmaci,io sono contraria…la psichiatra che mi ha vista una sola volta e che mi ha diagnosticato l’anoressia,mi ha detto subito che me ne avrebbe dati..ma come? dopo una sola seduta?? no no…io ho sofferto per 10 anni di attacchi di panico,mi e’ stato dato un farmaco allora e ancora nn sono riuscita a smetterlo del tutto…anche quando aspettavo il mio secondo figlio,nn ho potuto smetterlo,perche’ l’astinenza mi faceva stare malissimo…pero’ cio’ non toglie che ci siano casi in cui si rende proprio necessario prenderli.
    Non sono riuscita a leggere tutti i post oggi,lo faro’ piu’ tardi..pero’ ho letto quello di VANIGLIA…beh,sai,a volte si vorrebbe che tutti leggessero il nostro post e che tutti lo commentassero,ma nn e’ cosi’…io stessa nn li leggo tutti…ma nn credo che questo sia un motivo valido per scrivere cio’ che hai scritto tu…penso invece che se esce qualke criticao qualche frase che magari nn ci piace,vada accettata lo stesso,perche’ sai,secondo me,ogni cosa viene detta a fin di bene…credo che nessuno qui si disinteressi di cio’ che ti succede,magari avolte non si sa nemmeno cosa dire vaniglia…pero’ dai,non prendertela e rimani,parlare di te non puo’ che farti bene…

  651. Ilaria dice:

    Ciao a tutte e ad Aleph.
    Percepisco molta rabbia nelle parole di Vaniglia e ci resto male. Male perché tutta quella rabbia potrebbe essere impiegata in una direzione più proficua, per cercare di stare meglio e, col tempo, di guarire, ma vedo che non è così. Mi piange il cuore quando la malattia ha la meglio su una qualsiasi di noi. Quanta vita sprecata…
    Chiara, i tuoi dubbi sono legittimi. Ogni volta che ci imbarchiamo in qualcosa di nuovo andiamo in tilt, eppure non è quello che ci serve? Rompere gli schemi, abbattere le abitudini malsane, fare realmente qualcosa di buono per noi stesse? Prendi ciò che di buono ti viene offerto da questa nuova possibilità, i problemi che ne deriveranno eventualmente si risolveranno man mano, hai accanto una persona competente e rassicurante (una volta tanto… tienitela stretta!) che sicuramente ti guiderà nella giusta direzione. Abbi fiducia in lei e soprattutto nelle tue capacità! Ah, per quanto riguarda il centro benessere, non dire di no a priori, pensaci almeno! Quale migliore occasione per distrarti, stare vicino al tuo amore e allo stesso tempo occuparti di quel corpo che, l’hai ammesso tu stessa, hai trascurato fin troppo?
    Azimut, ti sento più tranquilla dei giorni precedenti, non so, più “lucida”, se così si può dire… è solo una mia impressione?
    Silvia, stai tenendo qualcosa in questi giorni? Mi raccomando.
    Miele, Luna, Girasole, la vostra combattività e il vostro spirito non hanno eguali, siete un faro per noi!
    Uhmhm, la famigerata mail al professore?
    Alle altre: un grande abbraccio.

  652. uhmhm dice:

    Ilaria, Ciao! Che piacere sentirti ma che fine avevi fatto?!
    HIhihi, domanda lecita, famigerata mail al professore. Ieri sera avevamo un incontro su skype con un gruppo dell’università per una ricerca che fa del professore il cordnatore. Lui mi ha visto online e ovviamente mi ha scritto. Gli ho detto che non sto proprio bene e che sto scrivendo il primo capitolo ma con tutta una serie di difficoltà. Ho detto della mia bocca, come se il malessere fosse solo legato al dente. Vabbè.
    Comunque, l’ho sentito e sto scrivendo, mi sento un pochino più tranquilla a riguarda.
    Oggi arriva ala mia amica, sono agitata, non riesco ad essere traanquilla. Seppur solo per due giorni già pensare a cosa mangiare ecc mi mette in ansia. QUanta banalità, dovrei solo essere felice che lei si fa tutti questi chilometri per venire a verificare che io sia viva.
    Vabbè, mi vado a preparare. Ho la faccia gonfissima, sembra mi abbiano presa a pugni :(
    Tu come stai?
    un abbraccio

  653. Ilaria dice:

    Uhmhm… non so come sto, ho avuto una settimana pessima e mi sto riprendendo piano piano. È un casino perché in casa si respira aria di litigio e non posso umanamente pensare di evitare lo scontro tutto il giorno, non si può sempre scappare…
    “Già pensare a cosa mangiare”… be’, cerca di non pensarci già, la giornata è fatta di 24 ore, per organizzare un buon pranzo può volerci anche meno di mezz’ora! Il cibo non può e non deve essere l’unico nostro motivo di vita!
    Per il prof, visto?, alla fine qualcosa si è mosso e la cosa si è risolta, però la prossima volta cerca di non farti scavalcare dagli eventi, agisci tu in prima persona, almeno potrai dire di aver fatto qualcosa di giusto o di sbagliato, ma almeno l’avrai fatto tu ;-)

  654. Marianna dice:

    Ciao ragazze, ciao Aleph,
    sono di passaggio, devo scappare a prendere il treno, però volevo prima mandarvi un saluto e un abbraccio.
    L’esame è andato, un altro bel 30 nel mio libretto e un passo in avanti verso il traguardo!Quanti traguardi ho da raggiungere…spero che l’energia che ho in questi ultimi tempi mi accompagni ancora.

    Grazie a tutte per il supporto morale, stasera leggerò per bene ciò che avete scritto.

    Ora scappo, altrimenti il treno parte senza di me.

    P.S. Oggi pomeriggio ho deciso di andare a fare shopping, voglio testare il mio comportamento. Poi vi farò sapere.

    Un abbraccio volante

  655. Ilaria dice:

    Grande Marianna! Approfitta del momento positivo per stare bene!

  656. Aleph dice:

    Bravissima Marianna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!E goditi un bel pò di meritato shopping!!!!!Cerca di divertirti e passare un pomeriggio spensierato!!!!!!

    Uhmuhm, come ti ha detto Ilaria, non ti preoccupare del cibo, non pensarci, per due giorni prova a vivere come se non esistesse solo quello nella tua vita. Goditi la compagnia della tua amica.

    Chiara, smettila di pensare di essere egoista. Non lo sei, assolutamente. Io VOGLIO che tu continui a scriverci di te, dei tuoi pensieri, dei tuoi dubbi, delle tue angosce, delle tue paure. Voglio che ne parli, voglio che le scrivi a chiare lettere. Non pensare di doverti sempre dedicare agli altri. Concentrati su te stessa. Non sei egoista.

    Ilaria, come mai si respira aria di litigio?Cerca di affrontarlo nel migliore dei modi, senza farti prendere dall’ansia o dal panico o dalla rabbia. Fai un respiro profondo, rilassati e cerca di stare tranquilla. Ne hai bisogno.

    Buon pomeriggio

    Aleph

  657. Vaniglia dice:

    NO COMMENT….mi fate vomitare!

  658. Azimut dice:

    Miele….yuuuuu…. che bella domanda che mi hai fatto! No, non parteciperò. Le cose che non condivido sono essenzialmente tre, ce ne sarebbero molte altre ma non vorrei che mi cacciassero dal blog per aver annoiato tutte e tutti: la chiamata a scendere in piazza che ha determinato una separazione tra donne prostitute e donne che non lo sono; il fatto che ancora una volta le donne stesse permettano agli uomini di strumentalizzarle per fini che invece li riguardano molto direttamente e per la gestione di una società fallocratica che essi stessi hanno costruito di tal fatta; il non voler affrontare un’analisi profonda di ciò che sia oggi la soggettività maschile e la soggettività femminile, limitandosi a commentare in modo più o meno variopinto gli episodi da baraccone che alimentano il fallocentrismo che ci circonda. Termino segnalando due interventi importanti, quello di Luisa Muraro e quello di Emma Baeri (le puoi trovare facilmente su internet). Uno contro la manifestazione, l’altro di adesione ad essa. Due riflessioni molto significative da parte di due studiose femministe che sulla soggettività femminile hanno ancora molto da insegnare.

  659. Aleph dice:

    Vaniglia, perchè no comment?

  660. Chiara* dice:

    Ho parlato con mia mamma.

  661. uhmhm dice:

    Ilaria, giro lo stesso consiglio a te. Agisci, cerca il dialogo senza per forza lo scontro. Non aspettare che siano gli eventi a travolgerti, cerca di affrontare quest’aria strana che si respira a casa tua. Se anche dovesse andare male, se anche dovessi essere tu a sbagliare, almeno ci avrai provato.

    Marianna, bravissima!
    e buon meritato shopping!

    ok, non credo riuscirò ancora a scrivervi per questi 2 gg ma vi penserò continuamente e tenterò di evitare di pensare al cibo. Promesso!
    :)
    un abbraccio!

  662. Amira dice:

    ragazze c’è un idea che mi frulla per la testa da tanto tempo ma molti mi dicono che è una sciocchezza: i gruppi di ascolto e self help per persone con disturbi del comportamento alimentare….

    voi che ne pensate?? credete che sia difficile costituirne uno? e che sia di difficile gestione???…..vi prego rispondete in tante;)

    Marianna complimenti!!! un bel 30 e un po di shopping alzano sempre il morale:):)

    chiara le tue preoccupazioni sono più che legittime!!…se non sei convinta non prendere le medicine, però tienile a portata di mano in caso di una crisi acuta…..

    claudina goditi la pizza e la tua ‘rottura degli schemi’, vai e…..rompi le righe!!!:)

  663. claudina dice:

    AMIRA: Secondo me la tua e’ un’ottima idea sai! come gestione..nn saprei quanto possa essere difficile,certo facile no…pero’ sai a quante persone sarebbe d’aiuto? si,oggi rompo le righe,e come sempre succede quando arriva il venerdi e rompo gli schemi…non ho fame..non penso al cibo tutto il giorno..ma si puo’?:)
    MARIANNA: Complimenti anche da parte mia per il 30!
    CHIARA: Amira ha ragione,non prenderli i farmaci se hai dei dubbi o hai paura,sai che la mente a volte gioca brutti scherzi e magari ti sentiresti male solo perche’ li prendi nn convinta ed agitata,pero’ portali con te.
    VANIGLIA: Se sono anche io tra chi TI FA VOMITARE dimmelo pure…odio infastidire le persone e quindi eviterei di scriverti o risponderti; cerca di reagire e avere cura di te..posso dirti solo quello…ti abbraccio.

  664. Amira dice:

    claudina rompere gli schemi ti fa bene vedi:)!!! goditi la libertà del venerdi:)
    un abbraccio

  665. claudina dice:

    Grazie Amira,un abbraccio anche a te e buon fine settimana:)

  666. Maria Letizia dice:

    Scusate ragazze, ma oggi non sto proprio bene, nel we vado a farmi coccolare dai miei.
    Vaniglia, non ho capito cosa è successo, ma sappi che se te ne vai mi spiace molto….

  667. Azimut dice:

    Ilaria sono felice di aver ripreso i contatti con una persona che pensavo non volesse più averne (non ci incastra nulla con questo blog, lo specifico altrimenti parte la caccia al chi sarà). Tu come stai?

    Marianna sei stata bravissima, studiare così bene in situazione psicofisica precaria è ancora più difficile. Per cui non solo ti sei presa il tuo 30 ma molto di più. Ora cerca di rilassarti, di coccolarti un po’. Se fossi lì vicina a te lo farei io sai?

    Chiara* come sta andando?

    Silvia io busso…. toc toc…ci sei? Mangiato qualcosa? Io yogurt e cereali

  668. Aleph dice:

    Brava Azimut!!!!!!!!!!!

    E cmq son d’accordo con quello che ha scritto Amira: rompere gli schemi fa bene!

    Silvia, busso anche io insieme ad Azimut…

    Buon weekend Maria Letizia!

  669. laura dice:

    vaniglia, non sò bene spiegarmi,
    per prima cosa mi sento di dirti che se te ne vai credo ci dispiaccia a tutte.
    secondo non penso che nessuna abbia scritto per giudicarti, posso capire però che tu ti sia sentita giudicata, ho notato che alle volte quando ti vengono dette delle cose istintivamene metti un muro per difenderti perchè ti senti attaccata, lo capisco perchè anche a me a volte succede, però io ho capito che tante volte che ci rimango male o mi sento accusata in realtà non era nellìintento di chi mi parlava giudicarmi. credo che sia successo questo qùì, prova a pensarci. sò che è difficile sentirsi dire delle cose, però magari prova a vederle da un’altra prospettiva, il fatto è che quì siamo tutte immensamente preoccupèate per te, insomma tu ci metti difronte a quelli che sono gli estremi della malattia, questo spaventa, spaventa tutte, dunque alle volte sentiamo che ci mancano gli strumenti per aiutarti, e per aiutarci, e proviamo a tentoni, siamo sempre del resto state tutte molto sincere con te, alle volte un po dure perchè dura è la realtà che ci riporti.
    terzo, spero proprio che non ti facciamo vomitare, perchè mi sembra che non hai bisogno di vomitare oltre, scherzo, è una battuta, non sò se mi è riuscita.
    in ultimo sperò tu voglia aprirti e chiarire con noi, in fondo fra amici spesso si hanno visioni deiverse.

  670. claudina dice:

    LAURA: Sei davvero molto dolce…io condivido la tua interpretazione dello sfogo di vaniglia solo in parte…da quello che ho letto e’ vero,riportaa una dura realta’ e magari si sente attaccata per discorsi che alla fine vengono fatti solo ed esclusivamente per il suo bene ( ma in fondo la malattia e’ anche questo no?) pero’ secondo me e quello che penso di aver capito( magari sbagliando) e vi prego di prendere con le pinze cio’ che dico,lei vede alcune di voi molto unite,vi raccontate la vostra quotidianita’,le vostre sofferenze,condividete molto…io penso si sia ,sbagliando,sentita un po’ esclusa in questi giorni,,, pero’ penso dovrebbe essere lei a chiarire,magari quando se la sentira’ lo fara’,io lo spero almeno…

  671. Chiara* dice:

    Vorrei scrivere qualcosa di sensato, rispondere a ciascuna/o di voi ma sinceramente non ci riesco.
    Le parole di VANIGLIA mi hanno veramente scossa. Non so cosa pensare. A questo punto credo resti gran poco da dire.
    Nessuno ha voluto giudicarla né puntarle il dito contro e se è stato detto qualcosa di forte o di duro è stato solo per cercare di smuoverla dallo stato in cui si trova.
    A volte sentirsi dire la verità può far male.
    Ma bisogna anche sapersi rendere disponibili all’ ascolto e accettare le critiche, i consigli, le “bacchettate” nel momento in cui si chiede aiuto.
    Non si può pensare di sentirsi dire sempre e solo quello che si vorrebbe.
    Ci sono rimasta davvero male. Ma male in un modo che non avrei immaginato.

    Scusate, devo raccogliere un po’ le idee. A + tardi.

  672. claudina dice:

    beh chiara,ci sono rimasta male io che sono qui da pochi giorni..pero’ dai prendiamola come una sua giornata no…un abbraccione.

  673. laura dice:

    claudina grazie per il complimento. hi hi.
    volevo complimentarmi con marianna per l’esame!
    sapete invidio un po quelle di voi che ancora vanno in università, a me manca moltissimo, gli anni dell’università sono stati i più belli dove mi sono sentita crescere dove ho incontrato degli amici fantastici, veramente fantastici a cui sono molto legata. mi manca tanto l’università, mi manca tutto anche gli esami.
    domani rivedo la psicologa, non so bene cosa dirle, 2 sett. fa ci eravamo lasciata che avevamo scoperto queso vaso di pandora pieno di rabbia, adesso sento che poco a poco si è richiuso, la rabbia si è celata di nuovo, la malattia ha ricucito lo<strappo.
    alle volte mi chiedo se guarirò mai, se ho davvero l'atteggiamento giusto, se mi impegno davvero, perchè non mi sembra di impegnarmi molto a cercare di evitare di abbuffarmi e vomitare, se ne sento la necessità lo faccio. non sò.. dovrei impegnarmi di più o se ne sento così ancora il bisogno è perchè non sono ancora pronta o abuon punto?

  674. silvia dice:

    Sn qui, risp solo ora xkè sn stata molto occupata…ma tutt’ok!
    Laura credo ke sia ancora presto x definire il punto al quale ti trovi…spesso capita anke a me qnd salto qlc appuntamento di perdere un pò degli stimoli dell’ultima seduta, ma vedrai ke nn sempre è così, vedrai ke recupererai molto in fretta, anzi andrai ancora + avanti, il tempo serve anke a giungere ad alteriori riflessioni.
    Condivido ciò ka hai detto a Vaniglia, ma la verità è ke anke io ci sn rimasta di merda, scusate il termine, cm Chiara…fa male esser risposte a quel modo qnd si cercava solo di dar una mano, qnd si dimostrava affetto, anzikè giudizio o altro. lei ha voluto leggere solo ciò ke voleva, solo il brutto…invece nn c’era niente di cattivo o duro nelle nostre parole.
    Claudina nn è cm dici tu, se lei s’è sentita esclusa o se ha notato una maggiore attenzione e complicità tra alcune di noi è xkè magari io qnd scrivo leggo anke ciò ke c’è…lei invece sembra ke nn si soffermi su ciò ke le viene detto. No, Vaniglia io di delusioni ne ho avute, ma avvolte un’amica, una vera amica è proprio quella ke ti fa vedere le cose ke nn vanno…e nn quelle ke ti prendono in giro “assecondandoti” in tutto. Detto questo eviyo di farti “vomitare” e tolgo il disturbo!

    Marianna davvero complimenti!

  675. miele dice:

    ‘sera ragazze, ‘sera aleph…come procede?

    Vaniglia, io ti ripeto che ti auguro prima di tutto di aprire davvero gli occhi sulla tua malattia, e poi ti auguro di trovare il modo di stare un po’ meglio. Per il resto, decidi tu se tornare qui o no. Scusa, ma non ho intenzione di confezionare qui qualcosa di diplomatico per convincerti: come in tutto ciò che facciamo per noi e contro di noi, è una tua scelta.

    Azimut: più chiara di così, mi ci specchio :)
    Mi andrò a sentire gli interventi che mi hai segnalato. Ti ho posto la domanda su domenica perchè mi era arrivato una specie di invito via mail, ti ho pensata.

    Amira spiegati meglio: ti riferisci a gruppi di auto-aiuto online/telefonici, oppure “fisici”, concreti?

    silvia, Chiara*, uhmhm, girasole, laura, marianna, claudina…vi penso tanto!

    Aleph che racconti? Che fai sto fine settimana?

    MariaLetizia noi ti aspettiamo qui…quando te la senti, torna a scrivere! Ti auguro una notte davvero riposante.

  676. Luna blu dice:

    Buonasera ragazze…anche io mi complimento con Marianna: BRAVA!
    Son appena stata a casa mia a vedere i lavori quasi finiti di casa mia…che bella che sta venendo! ;-) …vi voglio bene…
    Forse alcune volte qui ci diamo troppa importanza…magari epr cose dette per esasperazione…magari dette con poco tatto (e io son colpevole..tatto ne ho poco) …e magari senza pensare che noi tutte che soffriamo e abbiamo sofferto di dca siamo eprsone molto sensibili…molto di più delle eprsone normali con el quali siamo abitatuate a rapportarci…l’importante è quello che sentiamo dentro..non quello che pensano gli altri…non siete d’accordo?
    Vi abbraccio

  677. miele dice:

    io penso che a parlare e a reagire così non sia vaniglia, ma la sua malattia. sapete quanto sa rendere malfidenti, irritabili, difficili. lei ne è molto coinvolta, e quindi fatica a prendere le nostre parole per quel che sono: parole dette a fin di bene. silvia, chiara*, non rimaneteci male, io non penso che ce l’abbia con voi personalmente, o con chiunque di noi. a me sta facendo riflettere: stasera, ad esempio, anzi tutta oggi, ho rimuginato parecchio su quello che ho mangiato negli spuntini…ho pseudo-deciso di nonmangiare tutto ciò che era previsto a cena…e infatti ho ristretto un po’…e continuo a sentirmi nervosa…non capisco perchè devo rinunciare alle cose…e mi sto innervosendo, e di nuovo ho messo il muso col mio ragazzo, faccio finta di avercela con lui per qualcosa….ma vi pare un comportamento sensato? a me no, ma non riesco ancora a controllarmi del tutto. ora è uscito,ma per quando rientra mi propongo di farmi trovare con un bel sorriso (autentico, non forzato) e nel frattempo mi mangerò qualcos’altro. devo sfondare il muro che io stesso ho eretto oggi, e che mi ha fatto incattivire. così proprio non mi sopporto.

  678. silvia dice:

    Miele coraggio, tu 6 una lottatrice!!!! abbatti il muro!!! sorridi!

    LunaBlu quasi finita? ke bello…poi voglio veder qlc foto!
    qlc ha notizie di Polla?

  679. Chiara* dice:

    Eccomi qui.
    Finalmente questa giornata è giunta al termine, o quasi.
    Il pensiero che domani è sabato e poi c’è domenica mi sta gia mettendo ansia ma devo cercare di stare tranquilla.
    Oggi come vi dicevo ho parlato con mia madre. L’ ho presa al volo quando ero a casa per la pausa pranzo, l’ ho fatta sedere al tavolo con me e le ho detto della mia situazione.
    Non ho insistito troppo sul problema con il cibo ma le ho fatto capire che non sto bene nemmeno sotto questo aspetto.
    Mi sono aperta, ho cercato di metterle davanti agli occhi quella che è la verità, l’ evidenza che purtroppo non è mai stata in grado di vedere.
    E’ caduta dalle nuvole. Mi ascoltava ma capivo che era stordita dalle mie parole, incredula e sconvolta.
    Quando le ho detto che sono seguita da una psichiatra da alcuni mesi, che non sto bene, che dovrei intraprendere questa cura farmacologica le è crollato il mondo addosso.
    E’ scoppiata a piangere e io mi sono sentita così in colpa… ho provato a tranquillizzarla, dicendole che non “sto mica andando all’ altro mondo. ho solo bisogno di aiuto perché non sto bene emotivamente e di conseguenza anche fisicamente” ma lei non smetteva di piangere.
    Mi chiedeva di continuo perché, quale fosse la causa scatenante, se guarirò, cosa mi dice la psichiatra…
    Io le ho esposto i dubbi riguardo la terapia farmacologica, ho cercato di farle capire che queste cose succedono e basta e che un carattere debole è più predisposto a cadere in determinate dinamiche e le ho chiesto di non dire nulla a mio padre, perché non voglio assolutamente che lui sappia.
    La verità? Mi sento meglio ora che lei sa.
    Lei è mia madre ed è giusto che abbia davanti a sé la verità. Doveva sapere in che condizioni si trova sua figlia quando loro prendono e partono facendosi i comodi loro.
    Da madre penso che sia suo dovere essere a conoscenza di tutto quello che sto passando.
    Ovviamente ho evitato di dirle che gran parte del mio malessere è dovuto ad una mancanza che loro come genitori, mi hanno sempre fatto sentire.
    Ora sa. Ora non può più nascondere la testa sotto la sabbia. E se devo essere sincera, io credo che abbia sempre saputo che qualcosa non andava ma ha voluto non vedere.
    Sì, mi sono tolta un gran peso. Ma ora mi sento in colpa, mi sento uno schifo. Perché sta soffrendo a causa mia e non era quello che volevo. O forse sì?
    Forse volevo farla sentire in colpa per non essermi mai stata vicino? Forse volevo che si rendesse conto di quanto la sua assenza e il suo distacco mi abbiano fatto male?
    Non so cosa pensare.
    Intanto oggi l’ ho mandata in farmacia a prendrmi quel medicinale. E’ lì, sul davanzale del bagno e domani dovrei iniziare ad assumerlo.
    Una parte di me vuole provarci perché sento il disperato bisogno di iniziare a stare meglio, di tornare ad essere almeno un po’ + serena, di riuscire ad affrontare le giornate senza il perenne senso di angoscia che mi prende la gola e non mi fa respirare, di non avere il terrore che da un momento all’ altro mi prenda un attacco di panico.
    Ma l’ altra mi dice il contrario.
    Sono confusa. Tanto confusa e spaventata da tutto. Voglio dormire dormire dormire.

    Scusate, come sempre mi sono concentrata solamente su di me. Ma dove altro e con chi altro posso sfogare quello che sento?
    Non ditemi che non sono un’ egoista perché non è vero. Lo sono eccome.
    Ma vi chiedo di perdonarmi. Scusatemi angeli.

  680. Chiara* dice:

    Miele hai ragione.
    La Vaniglia che ha parlato oggi non era lei ma il Mostro.
    Io non voglio e non posso credere che pensi davvero ciò che ha scritto.
    Ma non riesco comunque a non sentirmi male.

  681. Ilaria dice:

    Cinque abbuffate con quella di oggi… e sto digiunando dal pomeriggio. Va tutto a rotoli e non riesco a fare a meno di rotolare anch’io verso il precipizio… spero di trovare un ostacolo per potermi fermare, o quantomeno rallentare la caduta. Vi penso.

  682. miele dice:

    Ilaria anche noi ti pensiamo!
    Anche questo posto virtuale potrebbe essere quell’ostacolo…quando senti l’abbuffata in arrivo, magari prova a venire qui e a scrivere i tuoi pensieri…

    Chiara* certo che hai fatto bene ad aprirti con tua mamma. Riguardo al farmaco, ci penserai concretamente domani.

    silvia adesso sto mangiando, e più tardi mangerò ancora qualcosa. non mi va di sentirmi come mi sentivo stasera, non mi va proprio. tu come stai?

  683. Vaniglia dice:

    CLAUDINA, ALEPH, non ce l’ho con voi…state tranquilli! chi ha la coda di paglia lo sa…e che se la bruci pure!

    …buon proseguimento! io mi tiro furi da ‘sto merdai! –
    MARIA LETIZIA, dormi serena anche tu…

  684. Viola dice:

    Ciao a tutte,
    non vi ho più scritto ma ho letto sempre e cercato di conoscervi un pò meglio, perchè al di là di una malattia che accomuna, avete/abbiamo, ognuna la propria personalità che sente il bisogno d’essere espressa.
    Se un forum di auto-aiuto diventasse solidarietà verso la malattia, dove si asseconda ogni comportamento patologico senza cercare di dare altre possibili visioni, sarebbe dannoso, invece vedo con piacere che con coraggio tirate fuori i pensieri, anche quando possono essere spinosi e innescare un certo fastidio. E’ importante parlare di ogni lato del problema; che sia fisico o psicologico, perchè dal confronto si possa pian piano vedere anche quello che la malattia cerca di nascondere.
    C’è un però…ed è il motivo per cui intervengo, scusandomi se la mia estraneità possa sembrare fuori luogo:
    secondo me avete scritto delle cose un pò troppo forti a Vaniglia. SOno favorevole allo scossone, che vale per tutte e può essere un tentativo, ma una o due volte, non reiterato se si vede che non funziona.
    Non si possono fare analisi dettagliate, e non si possono avere gli strumenti per valutare chi è più di qua e chi più di là. Un peso a rischio? Certo, ma per qualcuno sappiate che basta molto meno sottopeso per esserlo. Per la mia conformazione fisica, a 39kg per 1,70 ero al limite, a rischio di vita ogni minuto, i medici stessi mi dicevano ormai solo questo: “o mangi, o aspetti l’imminente ricovero, che tu voglia o meno”. Anche io lavoravo, mi occupavo del mio compagno e della casa, uscivo e sopportavo tranquillamente i ritmi normali di vita, a parte il negare d’aver freddo anche d’estate e di sentire il cuore scoppiare ogni volta che facevo le scale.
    Un giorno mi hanno portato in ospedale d’urgenza perchè avevano paura mi fossero arrivati liquidi allo stomaco(io neanche sapevo che una cosa del genere potesse succedere) ; ero un edema che camminava . Eppure lì ero già a 44kg.
    Tutto questo per dire che non bastano solo un numero (non sto dicendo che va sottovalutato, per carità, tutt’altro) o un’analisi del sangue per stabilire quanto il sottopeso e le condotte alimentari abbiamo compromesso il fisico. E’ lecito da un monitor, non essendo medici nè conoscendo a fondo la situazione, dirle che non è lucida (chiunque non mangi a lungo non lo è davvero, ma ce ne accorgiamo solo quando si torna ad esserlo), che è più di qua che di là? Vi dico la verità, in me non avrebbe scaturito nessuna reazione per sovvertire la malattia, anzi, mi ci sarei rifugiata come ennesima scusa per farlo. E lo sapete anche voi che è così, è inutile impuntarsi a volerle aprire gli occhi. In questi casi io credo che prima di tutto si debba, se si vuole fare qualcosa, insistere sul dialogo e stabilire un rapporto di fiducia, senza farla sentire più o meno grave di voi/noi, più o meno dentro di voi/noi alla malattia.
    Se a casa usano le maniere forti e non funzionano (infatti ai familiari un terapeuta non consiglierebbe mai questi metodi), inutile ripeterlo anche qui.

    A te Vaniglia voglio dire che devi solo provare a capire che hanno tentato di spronarti per farti reagire, di farti emergere, ma siamo tutte, in un modo o nell’altro, sulla stessa barca e ti farebbe bene ora spiegare come ti sei sentita e cosa ti ha dato fastidio nei commenti delle altre. Butta le difese e dì tutto, di bello e di brutto. Ci terrei se tu mi rispondessi, perchè come ho detto vi leggo e seguivo anche la tua storia.

    @Chiara, non devi rimanerci male, di cosa? te lo dico perchè anche io in passato ho avuto le reazioni di Vaniglia con chi ha provato a spronarmi in modo troppo duro, ma ero ferita e difendendomi ho ferito a mia volta gli altri. “La Vaniglia che ha parlato oggi non era lei ma il Mostro”. Non trovo adeguata questa espressione; nessuno è impossessato da un mostro, NESSUNO E’ LA MALATTIA. Si soffre di questa malattia e arrabbiarsi esternandolo, secondo me può essere un segnale di vita, anche quando ancora non è indirizzato esattamente nel modo giusto. Da persona intelligente spero non ti fermerai a due parolacce messe in fila tanto per difendersi.
    Non ci sono angeli nè demoni…buoni e cattivi, egoisti e altruisti, come ogni persona al mondo siamo potenzialmente positivi e potenzialmente negativi.

    Spero di essermi spiegata in modo chiaro e non aver offeso nessuno; ho provato solo ad esprimere il mio pensiero leggendo la situazione da esterna, perchè anche se non c’entro nulla, mi è dispiaciuto.

  685. silvia dice:

    Viola ma le nostre parole neiconfronti di Vaniglia nn sn sempre state dure e a fin di “scossone” cm dici tu…ci sn stati diversi approcci, da persone differenti proprio xkè in merito alle diverse esperienze di ognuna. Cmq x me basta.

    Chiara hai fatto bene cn tua madre, è cm se avessi dato una chance a quella donna ke hai visto in seduta.

    Miele va così-così

  686. Vaniglia dice:

    VIOLA, ti rispondo perché è giusto…per quanto tu sia entrata pian piano, e forse leggi senza partecipare…ma questo non è importante.
    Cmq, hai una visione diversa della situazione, di quel che è accaduto…al di sopra delle parti, dici delle cose giuste, sensate….non so’ quanti anni hai e da quanto tempo stai “male” ma, i commenti che ho letto sinora mi sembrano quelli che si sentono in quei programmi televisivi spazzatura…in certi pollai da sabato sera! è evidente che sei al di sopra, al di fuori…ragioni diversamente e condivido quello che dici….forse hai fatto un percorso diverso, sei + matura, hai + esperienza: grazie perché mi sento capita da te e, è vero quel che dici, si può essere al limite pure con un peso superiore.

    …e lo dico x esperienza personale, 2 anni fa pesavo 6 kg in più e, mia mamma doveva accompagnarmi in bagno, non riuscivo a stare in piedi che mi girava la testa…ho trascorso quasi un mese a letto! e ora? peso 6 kg in meno, guido, faccio la spesa, lavoro, porto fuori il cane…cucino x i miei e x me…sbrigo un sacco dicose…maaaaaaaaa, chissà che ne sanno!

  687. Vaniglia dice:

    ….ah, grazie ancora Viola…ci voleva il tuo intervento!;)

  688. claudina dice:

    VIOLA: condivido il tuo commento…anche io quest’estate pesavo meno ed ero molto attiva…ora peso 5 kg in piu’ e sono uno straccio..probabilmente perche’ il corpo il danno lo ha subito,e anche se si recuperano un po’ di kili,sempre indebolito e’…
    VANIGLIA: io sono qui da pochissimo,forse nn dovrei nemmeno esprimere un’opinione perche’ sinceramente non ho letto ogni singola storia…pero’ dai..sicuramente nessuno voleva offenderti o “sgridarti;” come ho scritto a viola e anche a te ieri,io ti credo quando dici di riuscire a fare tutto,nn ho nessun motivo per non crederti come nn ho motivo di non credere a cio’ che tutte le altre scrivono qui…cio’ non toglie che il tuo peso attuale sia davvero troppo poco vaniglia…magari adesso ti senti bene..ma poi?Credo davvero che oggi tu sia molto arrabbiata,magari per qualkosa che io sicuramente non so,di sicuro avrai le tue motivazioni per essertela presa cosi’ tanto…io non ho la verita’ in tasca,non so come si esce da questa malattia,magari lo sapessi,nessuno credo che lo sappia,ma io ti vorrei ancora leggere qui..ti auguro una notte il piu’ serena possibile.Un abbraccio.

  689. Aleph dice:

    Vaniglia, però almeno per me resti qui e ci scrivi ancora?
    Per favore…

  690. Azimut dice:

    Chiara* hai avuto una grande forza, sei stata davvero in gamba. Sei riuscita a fare quello che io non ho mai saputo porre in essere in tanti anni. Non devi sentirti in colpa, sono sicura che tua madre prima o poi ti ringrazierà per averle aperto occhi che non avevano il coraggio di vedere. Certo questo la porterà a mettersi in discussione, a cercare domande e risposte in se stessa, ma questo è il solo modo per recuperare un rapporto autentico fra voi e perdonarvi a vicenda per quelle incomprensioni o per quei non-detti che vi hanno fatto male. Non colpevolizzarti, accetta il tuo movimento, prova a comprenderti e a volerti bene

    Ilaria non rotolerai perchè ci siamo noi a fermarti. Ti teniamo stretta stretta

    Aleph grazie per il tuo incoraggiamento

    Silvia coraggio, oggi è stato un passo. Si va avanti e ci si rimette in sesto, ok? Guarda che io stasera ho mangiato mezzo piatto di risotto. Ah… e sono andata a guardare un film che mi è piaciuto tanto davvero… Another Year

    Viola ti ringrazio per il tuo intervento e per aver espresso il tuo punto di vista. Io non so più cosa pensare di quanto è successo. Sono amareggiata, dispiaciuta… non so nemmeno quale sia il termine giusto. Mi dispiace per Vaniglia che si è sentita attaccata più o meno da quasi tutte noi, mi dispiace per le ragazze qui che a loro volta stanno soffrendo parecchio e forse non meritavano certe parole. Abbiamo detto più volte che il dolore non si misura…né con l’intensità né coi chili in più o in meno… esistono però dei limiti fisici oltre i quali non possiamo spingerci e credo che questo abbia molto spaventato tutte noi. Per quanto mi riguarda ho provato ad avvicinarmi in punta di piedi all’inizio, con dolcezza poi e anche con durezza oggi; non ho avvertito reazioni diverse se non freddezza o addirittura ostilità. Forse avrei dovuto continuare a restare in silenzio, ho sbagliato a insistere e così facendo ho contribuito ad esacerbare la situazione. Ho dentro immensa amarezza e dispiacere

    yris ti penso sempre…

  691. Girasole dice:

    Buonasera a tutte e Aleph….
    capito qui alla fine della mia giornata e mi sento un po’ a pezzi…ho mangiato un po’ meno di quanto avrei dovuto…
    quindi Uhmuhm e miele vi chiedo scusa perchè il proposito vanzato ieri da Uhmuhm non sono riuscita a mantenerlo oggi (anche se ho mangiato 3 plasmon non previsti…un idiozia lo so, ma mi sono battuta le mani da sola!)
    domani voglio recuperare…
    e voi? non ho letto bene tutti i post quindi non so…ma spero di sì:-)

    Ma di polla…nessuna news?

    volevo fare i miei complimentoni a Marianna! sei stata grandissima!!! BRAVA!!!! te lo dico col cuore!

    Chiara, ho letto velocemente che hai detto a tua madre del tuo problema…
    hai fatto bene io credo! ora ti senti in colpa, lo capisco, e lei starà male sicuramente, ma credo anche che dopo un primo periodo di elaborazione poi imparera a starti vicino e a darti forse quella forza necessaria che ti manca…dalle un po’ di tempo…poi ci dirai;-)

    Per quanto riguarda Vaniglia… mi dispiace molto aver letto i post pieni di rabbia…
    conosco poco tutte voi, ma sono d’accordo con chi dice che a un certo punto le amicizie sono vere amicizie proprio quando si dicono le verità più scomode soprattutto quando in questa barca ci si ta tutte insieme, chi in un punto chi in un altro, ma tutte con il bisogno di star bene…
    Non so se sia perche Vaniglia si è sentita esclusa, non so se è per quello che è stato detto, non so se fosse il mostro a parlare… ma credo davvero che tutte siamo preoccupate le une per le altre e ancora di più per chi ha un peso davvero basso! Vaniglia, la prima volta che ho letto il tuo peso ti ho immaginata, e ho avuto paura per te…ricordo di non aver risposto al tuo post, perchè non sapevo cosa rispondere, non perchè non ti avessi letto…ma perchè non sapevo che dire… immagino che tu ti senta forte, più ora di quando avevi sei chili in più…ho notato la stessa cosa su di me (anche se peso il doppio), ma credo semplicemente sia perchp il tuo corpo si è abiuato a qual poco che ha, e da li ne trae il massimo…io mi sento alla grande, i miei esami del sangue sono perfetti…eppure ho l’osteoporosi a 26 anni, mi sento una vecchietta, non ho il ciclo da due anni… un anno fa mi girava la testa a guidare, ora no, un anno fa non riuscivo neanche a pensare, ora sono iper attiva…pur pesando meno…
    vabbè, la smetto..ma come tutte qui desidero ribadire il concetto che tutte ti vogliono bene e che tutte desideriamo solo il tuo bene!

    spero che questa notte ci aiuti a riflettere e che domani si possa riaggiustare questa piccola crepa in questa piazzetta dove io, parlo solo per me, ho trovato lo stimolo per migliorarmi, grazie paroprio a chi come me sta vivendo o ha vissuto lo stesso dramma…
    l’unione fa la forza? sì…qui sì!

    notte a tutte!
    vi abbraccio

  692. silvia dice:

    si Girasole, lo spero tanto anke io ke l’unione fa la forza.

    yris ci manki

  693. Viola dice:

    @ Vaniglia intanto sono molto contenta che tu mi abbia risposto, l’ho preso come un piccolo regalo che m’hai fatto e adesso spero che se continuo a scrivere qui e ti chiamo ogni tanto, tu abbia voglia di rispondermi ancora =).
    Intanto rispondo io alle tue domande: ho 32 anni e soffro di disturbi alimentari da quando ne avevo 20…mi sembra passata un’eternità. Cmq cercherò pian piano di raccontare e raccontarmi meglio.

    @Azimut vi leggo da diversi mesi e credo tu sia una donna molto sensibile, sono sicura che tu abbia compreso sia la posizione di Vaniglia, sia quella delle altre. Sono fortemente sicura anche del tuo dispiacere. Sono positiva, secondo me riuscirete a riparlarne serenamente. Sarebbe una bella cosa per tutte.

    Per oggi auguro una dolce notte a tutte…

  694. Aleph dice:

    Viola, complimenti per quello che hai scritto, mi hai colpito molto. Io mi ricordo di te, di quando un pò di tempo fa avevi scritto qui!!!Che bello che ci hai letto per tutto questo tempo!Grazie ancora per le parole che hai rivolto a Vaniglia…

    Girasole, ciao!!!!!!

    Vaniglia, io ti penso di continuo…

    Azimut, buonanotte!Programmi per il weekend???

    Miele, spero che il tuo malumore sia passato e quel sorriso vero sia uscito in tutto il suo splendore…

    Buonanotte a tutte

    Aleph

  695. Marianna dice:

    Eccomi quì tra voi,
    ho appena finito di leggere i vostri commenti e, se da un lato sono davvero contenta per come è andata la vosta giornata, dall’ altro mi rattrista molto la situazione che si è creata con Vaniglia.

    Vaniglia, spero che tu decida di continuare ad interagire con noi. Se ti va ti scrivo il mio punto di vista, non so se sia corretto o meno ma rispecchia il mio ragionamento. Personalmente non metto affatto in dubbio la questione che tu riesca a far tutto, non sono portata mai a dubitare delle parole altri soprattutto perchè non vedo che motivo dovrebbe esserci. Io credo che questa malattia sia davvero una brutta bestia perchè ci limita in tutto, nel pensiero, nei rapporti in famiglia e con gli amici…tu hai visto nelle parole di alcune di noi ostilità o eccessivo zelo nel sottolineare il tuo comportamento errato. Io credo che sia la paura a farci reagire così. Paura per te, perchè, può sembrare banale, ma ci si affeziona davvero a chi scrive quì, anche se può risultare solo un rapporto virtuale. Ad esempio, se tu fossi mia sorella e fossi quì vicino a me tenterei ogni approccio per vedere se ti fornisce un piccolo stimolo, se ti fa scattare quella molla che ti faccia dire: cavolo, devo far qualcosa per me!Proverei a prenderti con le maniere buone ma anche con quelle più forti, ma sempre ricordandoti che se ti dico una parola che ora ti può ferire è perchè ti voglio bene e spero che possa aiutarti a guarire. Forse ci siamo prese troppa confidenza e ti abbiamo parlato come parleremmo ad una sorella, non lo so, dicci tu cosa ti ha dato fastidio, se ci sono state particolari parole che ti hanno ferito, se abbiamo oltrepassato una certa soglia, ma sappi, e sono certa di questo, che qualsiasi parola ti è stata detta solo per spronarti a trovare una via d’uscita. Quante volte abbiamo tirato le orecchie ad Azimut o a Silvia perchè non mangiavano niente?E quante volte abbiamo gioito con loro per un frutto, un pezzo di pizza, qualsiasi piccola e grande conquista. Io sono stata davvero felice nel periodo in cui sei stata senza vomitare, ho contato con te, ho pianto con te quando sei ricaduta. Avrei voluto abbracciarti, sgridarti, spronarti in ogni modo possibile e immaginabile, ma non perchè pesi poco, ma perchè che vita è quella passata con la testa in un wc?Meriti questo?No, anzi NO!Meriti tutto il bene possibile.Coraggio, noi tifiamo tutte per te, nessuna esclusa. Il discorso è un pò contorto ma spero si capisca il messaggio di fondo.

    Chiara, quanto sono fiera di te!!Mille volte brava, ci vuole coraggio per aprirsi come hai fatto tu e fidati, tua madre apprezzerà non sai quanto questo gesto di confidenza. Probabilmente si sentirà in colpa e in parte responsabile ma forse può essere uno stimolo per imparare a conoscerti meglio e a starti più vicino. E il calore di un abbraccio della mamma non può che farti bene. Per la questione dei medicinali, fossi in te credo che proverei a vedere che effetto fanno, in fin dei conti non credo che portino ad assuefazione se utilizzati a breve termine. Se dovessero farti sentire peggio puoi sempre sospenderli. In ogni caso riflettici un altro poco, chiedi consiglio anche a chi ti circonda, potrai farti un’idea più chiara.
    Ho letto dell’incontro che hai avuto con quella mamma e ho pianto. Quanto deve essere difficile stare dall’altra parte, effettivamente non sai nemmeno come comportarti, e quanto sei stata dolce ad abbracciarla. Se ti immagino mi commuovo ancora. Sei splendida, altro che egoista!

    Azimut, brava per il mezzo risotto!Ah, se potessi, te le farei io un milione di coccole!!Il pomeriggio è stascorso abbastanza serenamente, ho visto negli occhi di mia madre felicità per il mio risultato e mi sono sciolta come neve al sole. Mi piace renderla felice, il prossimo traguardo che voglio impormi però è cercare di realizzare una cosa al fine di rendere felice prima me stessa e poi gli altri. Non sarà facile, ma voglio provarci.
    Progetti per il fine settimana?Ti stringo forte forte!

    Miele, quanto mi piace il tuo modo di affrontare le cose!Non ti arrendere, le giornate un pò meno positive possono capitare anche ai più valorosi guerrieri come te, l’importante è continuare a lottare e tu sei forte!Ho letto che l’ambiente universitario non ti piace moltissimo…cosa ti piacerebbe fare in un prossimo futuro?Sogni nel cassetto?

    Silvia, come è andata la tua giornata?Ti penso sempre e gioisco per ogni tua conquista…stai sfruttando queste belle mattine di sole?Io sono andata a studiare al parco, è stato bellissimo!Un abbraccio…

    Claudina, sono contenta che oggi ti conceda la pizza anche se è nello schema che segui. Comprendo benissimo quella sensazione di disgusto nei riguardi del cibo, quando mi impongo di digiunare mi faccio il lavaggio del cervello pensando che mi fa schifo tutto, anche il piatto che il giorno prima definivo il mio preferito. E’ una nostra fissazione, prendiamola a calci e liberiamocene!Coraggio!!

    Ilaria, ti sento tanto abbattuta…stappa il vaso, non tenere tutta la tensione dentro di te. Condividila con noi oppure corri, passeggia, sfogati in qualche modo ma non tenerti tutto dentro. Noi siamo quì.

    Uhmhm, ho letto che hai parlato con il relatore!!Brava, sono certa che ti sentirai un poco meglio!Dacci dentro con la tesi, andrà benone!
    Ah, i denti!Io ho la fobia del dentista, sarà perchè sono stata in cura per tanti anni da uno che aveva il tatto sotto la suola delle scarpe e più che curarmi mi faceva sentire una scema ogni volta…e cmq che dolore!Però, dai, hai mangiato il gelato, buono! :-)
    I rapporti mamma – figlia sono sempre molto complicati, probabilmente qualche giorno di distacco gioverà ad entrambe. Tu intanto goditi la presenza della tua amica e continua a metterti alla prova come stai facendo adesso.

    Laura, allora, hai riacquistato un pò di forza?Questa influenza è davvero debilitante, peggiore degli altri anni.
    Anche a me piace tanto l’ambiente universitario e sono sicura che mi mancherà anche se adesso penso che non vedo l’ora di liberarmene!
    In bocca al lupo per la seduta di domani!

    Girasole, batto le mani anch’io con te!!!Anche se hai mangiato un pò di meno del dovuto hai comunque rotto uno schema e ti sei concessa i 3 plasmon che non erano previsti, quindi ti meriti un brava gigante!Sono sicura che domani andrà anche meglio, leggo positività e voglia di combattere nelle tue parole, ogni volta mi dai una carica incredibile!E si che l’unione fa la forza, ci credo davvero!

    Luna Blu, ma la gara?Poi raccontaci e facci sapere!Portaci un pò di sano e piccante pettegolezzo! :-)

    Maria Letizia, lasciati coccolare anche da noi…siamo sempre quì. Un abbraccio a te e al piccolo Sam.

    Aleph ti penso sempre!!Dai dicci, ti dedicherai alla movida questo fine settimana?Portaci anche tu un pò di gossip! :-)

    Yris!!!!!!!!!Ci manchi tanto!!!Torna presto, si sente tanto la tua mancanza!!

    Amira, parlaci meglio del tuo progetto, a me sembra molto interessante.

    Grazie a tutte/i per il pensiero che mi avete rivolto. Vi voglio davvero bene!

    Scappo a dormire, scusate per il papiro! :-)

  696. miele dice:

    Viola, grazie dell’intervento molto intelligente e puntuale.
    Avrei alcune precisazioni da fare, ma credo servirebbero solo a gettare acqua sul fuoco, senza per altro smuovere nulla di ciò che, per il momento, rimane roccioso.
    In ogni caso, benvenuta: spero scriverai ancora.

    silvia! così così? cosa ti manca per sentirti meglio? concretamente parlando.

    Chiara* ti auguro buona giornata.

    Aleph, ieri sera mi sono sforzatissima…sono stata abbastanza sorridente e tranquilla, al suo ritorno, ma poi sono letteralmente crollata sul divano a dormire, per cui non c’è stato molto spazio per il confronto o il dialogo… stamattina mi sono svegliata di nuovo piuttosto nervosa, col cuore che batte…cerco di calmarmi, non so perchè mi sento così. sono arrabbiata, suppongo…arrabbiata con me perchè non sempre so godere delle cose.

  697. Chiara* dice:

    Buongiorno.
    Mi dispiace immensamente per tutto quello che è accaduto.
    Mai avrei pensato che si potessero innescare dinamiche simili in un luogo come questo. E mi fa paura. Non so spiegare la sensazione che provo.
    Credo di non essere in diritto di dire nient’ altro.
    Se non che mi dispiace di aver fatto passare un messaggio sbagliato con le mie parole che altro non volevano essere che una dimostrazione di affetto e preoccupazione. E penso sia così un po’ per tutte.

    Scusatemi, ma oggi non trovo nulla da dire. Mi sento fuori luogo.

    Vi auguro una serena giornata.

  698. miele dice:

    Chiara* qui a scrivere siamo delle persone: energiche, tristi, tranquille, timide o irruente, irritabili o diplomatiche…anche qui ci si può arrabbiare, anche qui si può arrivare all’insulto, al nervosismo, all’esasperazione. Non credo ci sia niente di sbagliato in tutto questo, ma non credo nemmeno che qualcuno debba sentirsi in colpa. Come anche nella vita, forse è importante provare a portare avanti una propria idea, se ci crediamo. Io so di aver scritto cose che possono aver innervosito Vaniglia, ma sono le cose che penso e che ho semplicemente provato ad esprimere. Tra le cose che ho imparato da questi anni di malattia, c’è anche il fatto di non dover dire sempre e solo cose che compiacciono gli altri. Se si viene qui per confrontarsi, bisogna provare a CON-frontar-SI veramente con chi si incontra. Sempre nel rispetto reciproco, è ovvio.

    Chiara* ti senti fuori luogo qui o lì da te?

  699. laura dice:

    chiara direi ottimo, breava, c’è voluto molto coraggio a fare quello che hai fatto, penso sia stata la decisione giusta. anche io un giorno vorrei parlare con mia madre, ma magari aspetto che sono uscita di casa ( non manca molto), perchè l’idea poi di rivedermela ogni momento mi tormenterebbe.

    miele forza ti sei vsegliata col cuore che batte, su cerca di andare avanti comunque, anche a me accade, va a periodi e per es questo è 1 periodo così, è difficile però io cerco di non pensarci e di attivarmi. ti auguro un buon sabato.

    quì bella giornata, ma quando arriva la primavera!!!!!!!!!!!!!!’????????
    voglio la primavera voglio buttare via il piumino uscire sentire il sole tiepido, godere delle belle giornate, non lo sopporto più l’inverno. VOGLIO LA PRIMAVERA.
    silvia quanti gradi ci sono date? facci sognare.

    pensavo che nel nostro folto gruppo sparpagliato per l’italia ci manca una siciliana, dobbiamo assolutamente rimediare. dunque apro ufficialmente la caccia all’isolana.

    ora finisco di dire stronzate e vado a farmi un bel bagnetto.
    un sorriso a tutti.

  700. Chiara* dice:

    Miele lo so, è vero. Siamo persone e come tali abbiamo il diritto di esprimere la nostra opinione e al tempo stesso di accettare o meno quella degli altri.
    Abbiamo il diritto di arrabbiarci, di sentirci offese, di innervosirci.
    Ma per come sono fatta io (e so di essere sbagliata) non riesco ad accettare che una persona possa soffrire a causa di alcune parole dette a fin di bene.
    E non riesco ad accettare di essere giudicata io stessa una cattiva persona solo perché ho voluto esprimere un’ opinione.
    Dobbiamo anche tenere conto che qui purtroppo siamo dietro allo schermo di un pc e che è molto molto + facile travisare quanto viene detto.
    Non sempre può essere colto il senso e il tono di quanto si scrive.
    Però ciò non toglie che non è giusto giudicare e offendere le persone. No.
    Io ci sono rimasta male davvero, perché per me Vaniglia è come se fosse una parte di me, come ciascuna di voi.

    Laura non so se ho fatto bene a parlarle ma so per certo che ora mi sento molto + sollevata.
    Sapere che lei sa, sapere di poter essere me stessa senza timore in casa mia mi è di grande conforto.
    Poco importa se non cambierà nulla nel nostro rapporto. Non è questo che voglio. Volevo solamente che sapesse. Mi sembrava giusto così.
    Credo che dovremmo trovarlo tutte il coraggio di aprirci sinceramente con chi ci sta vicino. Ce la farai anche tu, quando arriverà il momento giusto.
    Lo sentirai dentro di te.

    Vi abbraccio

  701. silvia dice:

    Buongiorno!
    Laura nn so dirti qnt gradi ma c’è un bellissomo cielo azzurro e splende il sole…spero questo ti basti x sognare un pò…Ma sai ke proprio un pò di tempo fa riflettevo su questa cosa della provenienza? siciliane zero, ma anke napoletane a qnt ne so…insomma il sud sembra nn soffrirne, ma purtroppo credo ke la realtà sia bene diversa…spesso da queste parti si tende a nascondere e celare certi problemi, a sentirsi ancora è malati e provare una profonda vergogna…nn ke nn si soffra, ma semplicemente nn c’è esattamente il clima adatto x uscire fuori dal guscio…
    Miele nn so cosa mi manca …nn so dirti xkè quel “così-così” ma ciò ke sto facendo è andare avanti e nn lasciarmi abbattere! Mi dispiace ke tu ti sia svegliata nervosa, xrò la giornata è appena cominciata, cerca di evadere n pò, esci e fà qlc x sfogare la tua rabbia.
    Mi sento agitata anke io, dormo davvero pokissimo ultimamente, mi rigiro nel letto… passerà.

    Azimut buon inizio!
    Chiara io nn commento + la questione di Vaniglia xkè cm ha detto anke Miele tutto ciò ke ho detto è stato solo a fin di bene e se lei volesse tornare tra noi nn farebbe ke farmi piacere.
    Inizia il w. e e questo nn fa ke scuoterti, ma cerca di esser positiva e di nn pretendere troppo da te stessa, hai fatto passi da gigante datti un pò di pace.

    LunaBlu ti stai allenando? mi raccomando dacci notizie
    Yris 6 tornata?
    Aleph…Polla, Girasole un pensiero x tutte
    Ora vado…

  702. Azimut dice:

    Stanotte non ho chiuso occhio, continui balzi di paura. Da oltre un’ora sto cercando di non vomitare, ma sento che non ce la faccio più a tenere

  703. Polla dice:

    ..eccomi.. dunque non saprei nemmeno da che parte iniziare perchè appena accumulo troppi giorni di assenza,le cose da dire aumentano di conseguenza,quindi credo che metterò il becco a gradi,per avere anche il tempo di rielaborare meglio i miei pensieri.

    Volevo dirvi che anche se non scrivevo,comunque leggevo,quindi non vi ho perse di vista e non ho perso il punto della situazione di ognuna. forse a volte perdo un po’ il mio però..eheheh.

    cmq.. ho iniziato a lavorare(tirocinio università) e quindi ho dovuto riorganizzare completamente le mie giornate,stravolgerle.. e la sera arrivo parecchio stanca,ma il week end è libero ed è pura goduria,potermi prendere cura della casa(ci provo!)e del mio tempo..come sto? direi abbastanza bene,ma in qsto momento leggermente confusa.. un po’ per la mia situazione e un po’ per la situazione che si + creata con Vaniglia,ma per ora non me la sento di dire nulla perchè cmq già in passato mi sono espressa e credo che il mio punto di vista non sia cambiato,anche se dovrei andare a rileggere quello che ho scritto alla luce dei nuovi eventi.

    Prima di tutto voglio fare i complimenti a Chiara*per aver affrontato la situazione con la mamma:hai fatto non bene,di più!!!! non sai quanto qsta cosa mi renda felice.. ma credi che l’incontro con la donna nello studio ti abbia mosso qualcosa a riguardo? mi piace troppo pensare quanto gli eventi,le casualità influiscano sul nostro vissuto..quello che proprio tu,noi cerchiamo di controllare e gestire per non sentirci spiazzate.. e invece.. guarda un po’ cosa ci offre la vita.. :-) ! Inoltre per quanto riguarda il nuovo farmaco,credo che se il problema di fondo è al paura che ti faccia ingrassare,allora credo proprio che dovresti affrontarlo(è la mia solita teoria.. che rigiro ovunque) se invece i tuoi dubbi sono altri,allora hai tutto il tempo per pensarci.. credo che tu abbai fatto bene cmq a riflettere su qsta cosa e non fare come un pappagallo quello che ti viene consigliato,senza metterci del tuo,senza esserne convita.. credo che anche per i medicinali serva cmq di base una convinzione personale,per vivere meglio la situazione,per concedersi un aiuto e per poterlo sfruttare al meglio! cmq davvero brava.. ma davvero proprio. e mi associo alle altre quando ti dicono che non sei egoista,anzi.. adoro leggere le tue sensazioni e cerco di immaginarti e penso che davvero ti faccia bene esternare quello che provi!

    Uhmmh come va coi denti???e con la tua amica? vedrai che ti faraà bene stare in compagnia e con tua mamma sistemerai quando torna,anche se so che ci sono dei problemi di fondo.. credo che anche tu troverai il modo per gestire qsta situazione e ti sarà sicuramente d’aiuto per cambiare punto di vista anche riguardo al tuo rapporto col cibo che a volte rispecchia quello che viviamo con le persone che ci circondano o con il nostro modo di vivere o di voler vivere o di provare a vivere..

    Miele.. capisco appieno la tua fatica,ma proprio tanto.. io stessa a volte sono stanca di come ragiono,soprattutto dopo che ho appreso che qsto modo non mi porta da nessuna parte se non a continuare e perseverare in un percorso che ho testato sulla mia pelle che non mi fa stare bene..scegliere altre strade è l’unica soluzione,provare,sperimentarsi,sbagliando anche e non trovando subito la nostra giusta direzione e qsto magari può ricondurci a seguire gli schemi,quelli che conosciamo bene,quelli che sappiamo darci un benessere momentaneo,ma che svanisce.. che non ha senso.. stare bene non è una cosa che avviene nell’immediato e bisogna cercare di costruire qualcosa,di andare oltre di accettare il cambiamento e di non gestirlo,pianificarlo.. scegliere.. il mio problema di fondo.la scelta.

    A Silvia e Azimut voglio dire che mi piace un sacco come vi sostenete e come sostenete tutte noi e che ho notato anche io come Aleph che ultimamente vi aprite molto di +.. anche se spesso Silvia sei un po’ sfuggente per quanto riguarda te e difficilmente vai nel concreto della cosa,ma credo proprio che sia una sorta di tutela verso te stessa. :-) .

    Girasole.. non abbatterti se a volte non riesci ad andare oltre,ci stai provando e a volte so che non basta,perchè quando si è stanchi,si è stanchi davvero e si vorrebbe che le cose cambiassero da un momento all’altro.. quando ho letto quella cosa dei condimenti ho riso un po’ perchè anche io preferisco mangiare un bel piatto poco condito che poche cose condite.. ma anche qui è smepre il solito discorso della paura,della ricerca nel cibo di qualcosa che lì non lì non si trova perchè puro e semplice alimento per campare,per stare bene,ma non è il centro dle mondo. Inizialmente io a volte col cibo mi premiavo,ma ho capito che non funziona perchè il cibo non voglio che sia il mio premio nè la mia punizione.. non voglio mangiare una fetta di torta perchè mi è andato bene un esame,lo voglio fare a prescindere e non voglio restringere perchè ho mangiato di + in un altro pasto o non so cosa.. non voglio che il cibo sia l’espressione dei miei stati d’animo.. non viaggiano a braccetto,sono cose diverse.. voglio piangere se sono triste e ridere se sono felice.. il cibo non deve andare ad influire su qsto. ma purtroppo per me investe ancora un’importanza che non merita.. che non è la sua.. che non rientra nell’ordine delle cose,delle mie cose.

    Laura il tuo bagnetto??? eheheh.. io ho appena finito di fare colazione e tra non molto mi attivo perchè c’è un bel sole e me lo voglio godere..

    Marianna.. anche tu stai affrontando davvero tante cose e volevo farti i miei complimenti..

    ragazze.. io sono davvero orgogliosa di voi,ma davvero tanto,mi date un’immensa carica!!!!

    lunaBluuuuuuu??? carica come sempre??? siamo agli sgoccioli con la casa???

    Vorrei raccontarvi tantissime cose riguardo al mio lavoro.. ma credo che vi racconterò + tardi..inizio col dirvi che sono in una comunità residenziale per donne tossicodipendenti con situazioni di doppia diagnosi anche.. mi piace davvero molto e mi sta seriamente aiutando anche a capire meccanismi che sono miei. mi da davvero tanto e sono sempre + convinta che la strada che ho scelto di intraprendere è quella che fa per me,quella che mi permetterà di costruirmi un futuro,ma nache un presente. perchè io sono qui e ora!

  704. Polla dice:

    ..azimut???? ci sei???? mi fai compagnia un attimo che sono qui da sola davanti al pc??? mi dici del film che hai visto e che ti è piaciuto che magari lo trovo in streaming e me lo guardo pure io?????

  705. Polla dice:

    .. AZIMUT???? VIENI SUBITO QUI CHE MI ANNOIO A MORTEEEEE..

  706. miele dice:

    Azimut, anch’io ti sto aspettando qui.

    (ciao polla, bello che tu sia tornata…e bella anche la situazione del tirocinio, vedrai quanti spunti!)

  707. Azimut dice:

    Polla… Miele…. grazie… ma sono un fallimento….non ce l’ho fatta

  708. Polla dice:

    ..Mieleeeee.. ma quante cose che vi vorrei raccontareeeee.. pazzesco quanto ci tenga a farvi partecipare alle cose che vivo.. sono tornata sono tornataaaaaa!!! ma poi ho nache visto che molte hanno chiesto di me e mi sono sentita mega onorata e un po’ in colpa anche per avervi trascurato.. soprattutto perchè quando anche solo una non scrive a me manca di brutto.. e ci penso un sacco..

    Ah,mi sono accorta che non ho detto niente riguardo ad Ilaria.. Ilaria ci sei oggi??? credo sia normale quello che stai vivendo.. qsto è un percorso che va a fasi e di conseguenza anche l’umore.. l’importante è che non ti dimentichi che puoi stare bene,che andrà meglio,ma anche peggio.. ma ti consiglio come sempre di allontanarti da tutto quello che conosci essere direttamente funzionale alla malattia.. provaci!

  709. Polla dice:

    ..nuuuuu.. mi spiace un sacco Azimut.. ma è proprio vero che quando ci si mette in testa una cosa,la si fa.. la si vuole fare.. e qsto non è per cazziarti,anzi è per alleggerire la cosa.. vedrai che quando vomitare non lo troverai + utile,anzi solo deleterio,ti verrà + facile bloccare l’azione.. ma finchè l’obiettivo è un altro è pressochè impossibile.
    Ci hai provato e ci riproverai.. ora però non farsì che qsta giornata venga rovinata da qsto gesto.. continua a testa alta.. ora come ti senti??? datti del tempo per rielaborare le emozioni del momento e poi però STOP.. altri pensieri,altri obiettivi,altre cose da fare.. non serve rimuginarci su,niente sensi di colpa inutili. non è grave,ce la farai!

  710. Azimut dice:

    Polla invece fai bene a brontolarmi…dovevo farcela, dovevo resistere, non posso essere così senza forza di volontà… ora sono a terra

  711. Polla dice:

    ..non sei senza forza di volontà.. è qsto il punto.. è solo che la tua forza di volontà è impegnata in qualcosa di dannoso.. è qsto il fatto! nessuna di noi manca di forza di volontà .. solo che la investiamo nella malattia. e qsta non è una scusa, non è un modo di giustificarsi,ma di prendere coscienza e consapevolezza della cosa.. del fatto che cmq anche quel momento scegliamo noi e quindi poi è inutile stare male, è + inutile che il gesto stesso di vomitare.. non so se mi spiego. dobbiamo essere consapevoli e sentirci responsabili delle nostre azioni,ma vissute come scelta.qsta volta hai scelto così.punto. la prossima sceglierai di fare altro.. ma sceglierai di fare altro solo nel momento in cui lo riterrai utile per te.. perchè tutte sanno che non mangiare,vomitare,ecc.. non fa bene a noi stesse per prime,ma qsto non basta a farci smettere di sbagliare,perchè il nostro disturbo,il nostro obiettivo resta cmq lo stesso,quello di non mettere peso o di volerne perdere.. quindi?? finchè qsto sarà lo scopo,poco importa sapere cosa è giusto fare,cioè importa,ma non cambierà la cose.. è l’obiettivo che bisogna spostare.. così anche la volontà sarà implicata verso qualcosa di sano. ma lei c’è, tutte ne possiediamo.

  712. Maria Letizia dice:

    Solo un saluto veloce…sono proprio a terra, sto aspettando i miei, ma sto con loro domani, mi spiace gravare su di loro, contando che domani è il compleanno di mio papà

  713. Azimut dice:

    Maria Letizia per il tuo papà sarà una gioia trascorrere il compleanno insieme a te

  714. Maria Letizia dice:

    Non lo so, ho ancora l’influenza….

  715. Azimut dice:

    Quindi sarà ancora più contento di stare insieme a te e di coccolarti un po’

  716. Chiara* dice:

    Vi voglio bene angeli.
    Scusate ma non sto bene.
    Ho iniziato la terapia e gli effetti collaterali si stanno facendo sentire tutti.
    Vi abbraccio forte, vi penso, e sono accanto ad ognuna di voi.

  717. Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!

    Come va???Qui c’è un bel sole, fa ancora un pò freddo ma va beh..
    Sono solo di passaggio, devo uscire adesso…
    Per rispondere a Marianna, no, niente movida questo weekend, mi devo dedicare allo studio e a un paio di altre cose che devo fare…

    Vaniglia….

    Magari riesco a passare stasera a scrivervi per bene…

    Buon pomeriggio

    Aleph

  718. Azimut dice:

    Chiara* ti sono vicina, non ti lascio

    Silvia come stai?

    Ora devo uscire. Non ho voglia e non mi sento bene, ma sono costretta a fare una commissione gravosa che richiederebbe una forza fisica che non ho. Se avessi avuto il coraggio di Chiara* molto probabilmente mi sarebbe stata risparmiata. A stasera amiche mie

  719. silvia dice:

    Azimut tutt’ok, tu piuttosto, cerca di invertire la rotta di questa giornata! visto ke devi uscire xkè nn entri di nuovo in quel locale, xkè nn cerki un momento x te, qlc x distrarti ed impegnarti…dai, su coraagio! C’è bisogno di te!

    Chiara hai iniziato? e cm va…insomma erano normali queste complicazioni?

    Polla sn felice ke tu sia tornata a scrivere, sopratutto ke eri impegnata a vivere x nn farlo…si infatti…ora stai costruend un tuo futuro…fa riflettere molto ciò ke hai detto del fatto di esprimere le emozioni cn gli opportuni stati e nn cn un atteggiamento diverso nei confronti del cibo…

    MariaLetizia coraggio, nn lasciarti andare ancora di +, lasciati coccolara dai tuoi, e accetta di poter star bene.

    Aleph buono studio.

    Laura, Miele…voi cm prosegue?

  720. Maria Letizia dice:

    Ci penso, magari questa sera mi faccio venire a prendere. Se vado dai miei però nn ho internet, quindi ci sentiamo lunedì!
    Buon we!

  721. Polla dice:

    ..Ciao Silvia, tu come stai oggi??? dimmi un po’ cos hai combinato sino ad ora.. io mi sto godendo un po’ il dolce far niente e quindi sono qui davanti al pc e intanto il mio cervellino frulla,ma non sempre lo gestisco.. eheheh. qui c’è una bella giornata.. stasera vorrei uscire o invitare delle amiche a cena,ma come sempre ho un po’paura e non riesco molto a capire se ho + voglia di riposare o di stare in compagnia.. sono un po’ ferma su qsta posizione,faccio davvero fatica ad ascoltarmi e a volte la mia testa bacata mi fa credere che preferirei non avere amici,nessuno intorno per poter evitare di mettermi alla prova..ma so che non è un ragionamento sano e che sono molto fortunata ad avere un sacco di gente che mi vuole bene e che ha voglia di vedermi.. la mia tendenza all’isolamento,benchè contenuta, è una delle cose che ultimamente mi fa + soffrire.. soprattutto quando riesco a riconoscere che è dettata dalla sicurezza di stare da sola per poter seguire quello che mi fa sentire + tranquilla e sicura. infatti quando riesco a lasciarmi andare sono molto felice,però poi torno sui miei passi,anche se sempre + con fatica e stanchezza di qsta situazione..
    il prossimo week end sarò in montagna con amici in un rifugio per il compleanno di mia sorella e mi attende una cena fuori,una notte fuori e il giorno dopo pranzo con parenti.. so che andrà benissimo,ma ho sempre quella sensazione strana che mi accompagna e che già da ora un po’ mi agita e preferirei non andarci,ma so che poi sarebbe peggio.. non farei che sentirmi + malata. che senso avrebbe non andarci??? per cosa??? per la paura di cosa??? dai.. infatti penso a Chiara e alla proposta che gli ha fatto il suo moroso.. e la capisco,ma il mio consiglio è quello di andarci e punto,senza tanti pensieri. si fa.
    come procede ragazze????

  722. Viola dice:

    Buongiorno!
    SOno poco organizzata nel gestire tutti i vostri post e dire ad ognuno quel che vorrei… scrivete tantissimo!!

    @Aleph si si , vi ho letto sempre. :)

    @Miele al di là del mio intervento precedente, il tuo commento 697 lo scriverei in calce per rammentarselo sempre. Siamo persone prima di tutto e come tali diverse. Quello che hai imparato sul non dover compiacere gli altri è importante. Chi ha un disturbo alimentare, spesso si preoccupa fortemente di dover piacere a tutti, di essere sempre perfetto e accondiscendente verso tutti, anche a discapito della propria vera personalità e della propria affermazione.
    Sul fatto che avresti da fare delle precisazioni riguardo a quello che ho detto, sono assolutamente d’accordo. E’ difficile in un post scrivere un trattato; sicuramente ho dato per scontato delle cose e tralasciato altre.
    Quando ti andrà me lo scriverai … :)

    @polla il mio psicoterapeuta mi diceva continuamente che siamo tendenzialmente -evitanti- . Per paura di non superare un ostacolo, o per paura delle conseguenze, non lo si affronta direttamente.
    Si dovrebbe imparare prima di tutto a credere in noi stesse con un bel lavoro accellerato d’autostima. Facile eh?
    Io riesco a negare anche di fronte a delle “vittorie” personali evidenti, minimizzo sempre.

  723. Polla dice:

    ..MariaLetizia,ma cosa c’è che non va? cioè.. a parte l’influenza.. cosa c’è che ti opprime tanto ultimamente? non è che magari anche dentro di te si è mosso qualcosa che ti sta facendo rendere sempre + conto di quanto non valga la pena andare avanti così? secondo me anche se in qsto momento ti senti apparentemente un poì + fragile, è molto probabile che invece tu stia rielaborando qualcosa.. dovresti approfittare di qsto momento che ti trovi un po’ spiazzata per provare a fare qualcosa di diverso.. spesso è proprio quando ci si sente peggio che si riesce ad affrontare la questione con altre armi.. poichè quando ci si sente bene è molto + facile andare dritti per la propria strada,senza magari porsi i giusti interrogativi. ..
    ora sei a casa.. che stai facendo??? ti stai riposando? quando tornerai a scuola??? hai voglia di andare dai tuoi genitori???

  724. Polla dice:

    ..direi che l’evitamento è la parola che mi descrive meglio in qsta fase della mia vita.. non so se sono sempre stata così,probabile,ma ora come ora lo riconosco e mi pesa.. e quindi è una delle cose che necessito di affrontare..

  725. Polla dice:

    ..ce l’ho fatta!!! mi sono proposta per stasera.. quindi o esco a cena o devo cucinare da me per amiche.. che ansiaaaaa.. non so cosa fare.. e il bello è che l’ho proposto ioooooo!!! da un lato preferirei uscire a cena perchè mi gestisco meglio dall’altro invece vorrei anche superare la paura di cucinare per qualcuno.. inoltre ho voglia di fare un giro fuori di casa e distrarmi un attimo.. consigli?

  726. Maria Letizia dice:

    Grazie Polla,le tue parole i hanno aperto gli occhi:prendere un 1 kg, e arrivare ADDIRITTURA a 42, mi ha destabiizzato, ma su questo sto lavorando con la mia dottoressa: sta sera sento i miei, se non vanno via vado da loro, amche se nn so quamto sia giuto è come nascondersi dal mio probema di crescere cercanto la mia vecchia “culla”. Comunque nn sto nemmeno bene, ho una brutta nausea…

  727. Polla dice:

    ..anche io sto lavorando con il mio incremento di peso.. ma devo rassegnarmi al fatto che mangiando il peso aumenta e che non muore nessuno.punto. se voglio uscire da qui è una condizione che devo accettare.. 2/3 10 kg.. quello che sarà.. bisogna farlo.

  728. silvia dice:

    Polla io sn stata abbastanza impegnata, scusa se nn ho rips prima, ma ora ho letto tutti i tuoi post. Bè sai ke anke io certe voglio mi tormento tra la voglia di far qlc ke magari rompe anke gli skemi e la paura …tra lo star sola…isolata…e quindi cn le mie “fisse” oppure affrontare gli altri, la realtà e quindi inevitabilmente concedere all’imprevisto di alterare il mio iper controllo…
    Il mio consiglio x stasera è di uscire, vai fuori di casa, credo ke di tempo x confrontarti ai fornelli ne avrai…

    Maria Letizia è vero ke tornando dai tuoi è sempre un “nn essere adulti” ma se è di questo ke ora hai bisogno x rafforzarti un pò allora fallo. Rimettiti, mi raccomando. buon week end!

    Miele, Laura, Azimut, Chiara…le altre dove sn? tutte a spassarsela spero!

  729. miele dice:

    silvia io il sabato pomeriggio sono impegnata con un’attività di volontariato che mi assorbe molto e mi dà sempre un grandissimo entusiasmo. poi stasera sono tornata e da un’ora sto preparando la cena per quando arriveranno degli amici…mi metto alla prova col pesce stavolta!

    Chiara* puoi parlare di questi effetti? Erano previsti dalla terapia?

    MariaLetizia ti capisco bene…appena sento i jeans più stretti, vado in paranoia…però sottoscrivo a pieno ciò che ha scritto polla: l’aumento di peso va affrontato, punto. quindi ricordati che siamo con te nell’affrontarlo.

    polla come ti sento carica…io stasera andrei di pizza…ma ora sto soltanto esprimendo voglia personale…comunque esci, anche perchè non fa freddo e poi potete fare un bel giro a piedi, non so…

    Viola le precisazioni sono non tanto sul tuo intervento, quanto sulla situazione che si era venuta a creare.

    vi abbraccio…son qui gli ospitiiiiiii

  730. Ilaria dice:

    Ciao a tutte e ad Aleph, vi mando un saluto veloce veloce. Posso dire di aver toccato il fondo stamattina, e quindi ora sono in fase di risalita. È presto per cantar vittoria, ci sono ancora delle situazioni da sistemare, ma almeno ci spero.
    Buonanotte dolci fanciulle!

  731. miele dice:

    Ciauuu
    come state?
    Spero che passiate bene questa domenica.

    Forza Ilaria, ti siamo accanto.

    Qui da me c’è la nebbia, il mondo è quasi privato della terza dimensione…
    Nel pomeriggio spero di andare a vedere una mostra d’arte…ne avrei veramente bisogno, un po’ perchè ultimamente esco poco, un po’ perchè in quanto essere umano ogni tanto ho bisogno di un soffio di bellezza autentica.

    Vi abbraccio

  732. Azimut dice:

    Buongiorno Miele, qui piove e piove…quella pioggia fina che non mi riempie l’anima come invece sa fare un bello scroscio battente sui vetri. Stamani mi sono divertita: ho la figlia che non può scrivere a causa di un dito infortunato, lei mi dettava la parafrasi di una poesia di Pascoli e io scrivevo sul quaderno. Quella rospaccia in genere non mi fa mai partecipare ai suoi compiti. La più piccola invece non si è fidata della mia spiegazione delle moltiplicazioni coi decimali ed è andata a chiedere al padre, evidentemente come matematica non sono credibile… Ho preso il mio bicchiere di latte con fetta biscottata imburrata, fosse per me arriverei a domani così. Un abbraccio

  733. Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!

    Azimut!!!Sono davvero contenta per il tempo che sei riuscita a passare con tua figlia!Perchè non cerchi di farlo più spesso?

    Miele, dai dai vai alla mostra d’arte!di chi è???Sono curioso…

    Vaniglia…

    Ilaria, mi raccomando procedi con la risalita…

    Polla, ciao!!!!!com’è andata ieri sera poi???Racconta racconta…

    Buona domenica a tutte quante!!!

    Aleph

  734. Azimut dice:

    Aleph non ne parlo qui, ma io trascorro tantissimo tempo con loro ;-)
    Buona giornata anche a te

  735. Aleph dice:

    Bravissima!
    E mi raccomando, prendi qualcos’altro oggi a pranzo…sforzati di mandar giù qualcosa…

  736. Ilaria dice:

    Ciao a tutti e buona domenica! Io me ne vo a San Sisinnio, una meravigliosa località appena fuori paese, con una chiesetta campestre e ulivi secolari sotto i quali fare scampagnate, insomma, il paradiso per me!
    Vi auguro buon proseguimento, a dopo!
    P.S. Aleph, sei su FB?

  737. silvia dice:

    Buongiorno a tutte e buona domenica!
    Azimut…il tuo impiego da “scrivana” mi ha strappato un bel sorriso…e sn felice ke 6 riuscota a esser tranquilla in casa tua…La piccolina dev’essere un tipo vispetto!! ahah…cmq siamo pari xkè anke io nn ho rigettato la mia colazione…

    Miele curiosa anke io, ke mostra?? Qui c’è di nuovo una bellissima giornata, mi mette di buon umore, anke se nn posso godermi direttamente questo bel sole xkè dovrò studiare, ma almeno aprire la finestra e vedere quel cielo splendente fa bene…ve ne regalo un pò! Cm è andata cn la cena di pesce?

    Polla tu? 6 uscita poi?

    Chiara in genere il w.e. ti vede un pò alla prova, spero ke tu riesca a vivere ciò ke di bello ti si offre davanti…anzi, spero ke un pò di benessere te lo stai andando a cercare…in ogni caso nn 6 sola!

    Laura buondì anke a te!

    LunaBlu la tua gara si starà svolgendo..un grandissimo in bocca al lupo!!! facci sapere!

    Aleph e tu? tra quelle montagne ke si fa?

    Ilaria coraggio!

  738. Aleph dice:

    Silvia!Le montagne……eheheheh…cmq niente, qui si sta davanti al camino a cercare di studiacchiare un pò…

    Ilaria, buona scampagnata! (certo che ho FB).

  739. Polla dice:

    ..Buongiorno pulzelle,
    com’è iniziata la vostra domenica??? io speravo in una bella giornata di sole,invece qui è prevista pioggia tutto il dì,quindi il grigiume farà da sfondo,ma non credo che intaccherà il mio umore.. sono abbastanza positiva oggi.
    ieri la serata è andata benone.. sono riuscita ad estraniarmi del tutto dai miei pensieri bacati e stare serena.. un sacco di chiacchere e l’abbiamo tirata un po’ lunga,ma anche qsto mi ha fatto bene perchè ha stravolto i miei orari.. stamattina mi sono alzata + tardi e non mi sento del tutto riposata.. da domani si riprende con la sveglia all’alba per il lavoro e non ne ho troppa voglia,ma so che mi fa bene,che mi piace e quindi.. via..sono davvero felice di aver scelto di stare fuori ieri,gli schemi non hanno vinto su di me e la cosa mi da un senso di libertà e di forza incredibile!
    Brava Silvia che hai tenuto con te la tua colazione.. che hai mangiato(te lo chiedo così magari puoi iniziare a farla + spesso con le stesse cose che magari ti danno + sicurezza)? adesso come ti senti?
    Miele la tua cena invece com’è andata? che hai preparato? sono curiosa perchè essendo io in una fase sperimentale,mi incuriosisce sapere in che cosa vi dilettate e mi aiuta ad averne meno timore. :-) !
    Aleph, tu stai studiando anche oggi? mi sa che anche dalle tue parti il tempo è un po’ grigio.. a me non piace studiare quando c’è brutto tempo,ma solo perchè mi impigrisco.. il sole mi stimola a fare un sacco di cose e quindi prediligo la luce anche quando devo chiudermi in casa coi libri!
    Ilaria.. che bello che vai a farti una gita! vai con il tuo moroso?? ma fate tipo camminata?
    LunaBlu: in bocca al lupo anche da parte mia!!! secondo me sei stra caricaaaaa..
    dai ragazze.. daiiiii.. cmq io oggi sono qui.quindi.. quando volete.taaaac. a presto!

  740. laura dice:

    buongiorno io oggi vado in manifestazione a milano, mi era sembrato di capire che anche miele andasse, qualcun’altra oggi scende in piazza?

    ieri bella serata finalmente sono riuscita a divertirmi ed uscire dai miei schemi, ma poi parlando di me ho litigato col mio fidanzato, lo sò che per lui non è facile, forse chiedo troppo. mi chiedo se ce la farà a starmi accanto in questo percorso, ho paura.

  741. miele dice:

    ciao di nuovo,

    no laura, io non vado a manifestare. fondamentalmente condivido la posizione di azimut (azimut: ho letto gli interventi che mi hai indicato, quello della Muraro è stato davvero intelligente). La mostra è una collettanea di artisti minori locali…ma sono curiosa (qui dalle mie parti le mostre sono piuttosto rare).

    vi auguro buona domenica e vi abbraccio

  742. silvia dice:

    Polla era solo caffè, miele e 1 mezzo biscotto, ma x me è difficile regger anke quello…
    Laura mi dispiace ke tu sia stata in tensione col tuo ragazzo, è vero x gli altri è difficile ma nn pensarci troppo, insomma stai facendo tanto x uscirne e si vede, si sente il fatto ke riesci ad aprirti di +anke cn lui, ke riesci a vivere dei momenti sereni…l’analisi ti fa bene.

    Miele buona mostra!

  743. miele dice:

    grazie cara silvia…prima finisco un po’ le pulizie…il mio compagno oggi non sta bene e non mi può aiutare…vediamo se poi se la sente di uscire, altrimenti chiamaremo qui i suoi e i miei genitori per cena.

    polla: il pesce non è venuto proprio tanto bene…ma era un esperimento…pesce bianco con panatura di farina, erbe e spezie varie, su soffittino di cipolla rossa. la panatura ha fatto cilecca :( poi c’erano piselli, insalata mista, pane a legna e dopo cena frutta secca. ma nessuno si è lamentato, gli ospiti erano amici stretti che si sono “invitati” all’ultimo minuto, altrimenti avrei cucinato decisamente meglio. avrei fatto una bella spaghettata di pesce, e poi il secondo. il mio compagno è uno che mangia parecchio, quindi non posso tentare di andare su cose troppo leggere, se vede che sono a disagio si mette a cucinare lui e non risparmia ingredienti ricchi…quindi diciamo che per me queste situazioni sono stimolanti.

  744. Girasole dice:

    Ciao a tutte e Aleph:-)

    mi sbaglio o i post si sono rallentati un po? il weekend i aiuta a stare un po’ più dietro ai post….eheheh!

    Non ho più scritto, ma vi ho letti…mi spiace solo non aver letto Vaniglia…ma immagino starai leggendo…quindi ti faccio un saluto…e come tante, tutte, ti penso!

    Silvia… bene che hai messo giù qualcosina… spero che anche per pranzo un pezzettino di qlsiasi cosa sia arrvito allo stomaco e ci sia rimasto:-)

    Polla… Miele…ve l’ho già detto in tutti i modi credo, ma lo faccio di nuovo… mi date una carica incredibile… mi fate capire che le cose sono possibili… una buona percentuale delle mie maniche tirate su è grazie allo stimolo che mi trasmettete! Polla quello che scrivi riguardo al premiarsi con il cibo, al nn compensare, al mangiare anche cose un po’ più condite…sono tutte cose che so, che mi ripeto ogni giorno, ma che continuano a farmi paura…so che anche questo pensiero si sta modificando…mi concedo sepre di più di rompere gli schemi (anche se mi rendo conto che la parloa “concedere” la dice lunga:-()
    Ma lo so che presto anche questo ostacolo si supererà…come il fatto ci compiacere gli altri, di fare le cose per gli altri, di mangiare con gli altri perchè loro si complimentino con me – macchè complimenti…quando ci penso, credo solo che il mio sia solo un atteggiamento falso, triste e soprattutto stupido…
    ma cambierà,, lo so..lo cambierò!!!

    Bene Polla la tua serata…grande direi:-) per tutto quello che di positivo rappresenta!

    Miele… magari la panatura ha fatto cilecca, ma secondo me se nessuno si è lamentato è perchè non era proprio tanto male, no? la prox volta se non sei convinta spediscine un pezzo (magari si potesse in un post!!) che assaggiamo!

    Io stasera cena fuori con i miei, ammetto che il mio pranzo non è stato proprio dei più ricchi, ma non ho neanche fatto la fame… un panino arrosto e fontina!!! già, ho riscoperto la fontina… non troppa – le quantità dei formaggi sono ancora da correggere – ma era ottimo! e stasera sono pronta a qualsiasi cosa…dalla pizza alla cena piemontese, carne o pesce…va bene tutto…ho già avvisato i miei…questa volta scelgono loro e io mi adatto! paura? un po’ di ansia forse, ma so che riuscirò a godermi questa serata con loro che aspetto da tantissimo!

    Vorrei rispondere a tutte, ma ho ancora mezzora di lavoro e devo far vedere che ho prodotto qualcosa!:-P

    Auguro a tutte/i una buona domenica!
    un abbraccio!

  745. Amira dice:

    ragazze sono un disastro….è incredibile quanto riesca a umiliarmi da sola…sembra che voglia dimostrare a me stessa di essere un animale…anzi meno…oggi ce l’ho fatta..non riuscirò mai a realizzare i miei sogni….è troppo tardi per cambiare vita…troppo…

  746. Azimut dice:

    Silvia si comincia con poco, vedrai che poi andrà sempre meglio e magari il biscotto invece di essere mezzo diventerà intero. Insieme…

    Miele…mi sentivo tanto mosca bianca… :-)

    Chiara* come stai?

    E le altre? Come va?

  747. Azimut dice:

    Amira che succede?

  748. Aleph dice:

    Amira, raccontaci, parla, scrivi…non tenerti il tuo dolore dentro.

  749. Girasole dice:

    Frase fatta? sicuramente…ma sono sicura che sia così…perchè se non è così allora nulla più vale la pena di nulla, e io non ci credo: Amira…non è mai troppo tardi per nulla…non farmi pensare il contrario:-)
    dai, racconta che capita..noi siamo qui!

  750. Aleph dice:

    Ciao Girasole!!!

  751. Luna blu dice:

    Quanto mi son divertita oggi!!!!

  752. silvia dice:

    Ciao Girasole! condivido a pieno ciò ke hai detto a Polla e Mile, se siamo qui a dirci di lootare è xkè ci sn esempi cm loro, cm Yris, cm lunaBlu …ke ci danno froza e ci dimostrano cn i fatti ke è possibile! Amira hai capito? E’ possibile! niente è x sempre!

    Azimut insieme!

  753. silvia dice:

    Luna Racconta! cm è andata la gar? ki c’era? ki nn c’era????

  754. Ilaria dice:

    Ciao bella gente! Che bella mattinata, colazione non troppo abbondante ma con le cose che più mi piacciono, un’oretta di camminata veloce sul tapis, scampagnata tra gli ulivi col mio fidanzato, pranzo gustoso (pizzette sfogliate con ripieno di pomodoro e mozzarella, caloricissime ma imperdibili), altra passeggiata in campagna. Fra una mezz’ora faccio merenda e per la prima volta da giorni sono quasi serena :-)

    Ma ora passiamo alle cose importanti.
    Luna!!! Com’è andata la gara?
    Silvia, fai progressi! Dai che ce la puoi fare!
    Laura, anch’io a volte ho paura di perdere il mio fidanzato perché mi rendo conto che lo sto stressando non poco, ma poi capisco quanto mi ama e la paura viene accantonata. La diamo un po’ di fiducia alle persone che ci stanno accanto? Non voglio pensare che tutti se la diano a gambe alla prima nostra difficoltà…
    Amira, dovrò anch’io essere banale come Girasole, mi dispiace, ma non è MAI troppo tardi!! Per nulla!! E se te lo dico io che sono una pessimista cronica…
    Azimut, tu come stai?

    Un bacio a tutte le altre.

  755. Maria Letizia dice:

    Sta arrivando Ale e ho poco tempo, ma ho bisogno di sfogarmi, ho preso un altro mezzo kg per colpa delle abbuffate, so che dovri essere felici e invece mi sento a terra: perchè ingrassare è cambiare, è crescere, è diventare adulti, poi nn sopporto che questo chilo e mezzo sia frutto di abbuffate. lo so dovrei pensare a quando pesavo 50 kg e tutti mi dicevano che ero davvero bella, ma ora sono in questa fase dove non cerco la bellezza, ma la trasparenza. Perchè? Paura del mondo,dellla vita, degli adulti…come si risolvono questi problemi…grazie per l’aiuto

  756. silvia dice:

    MariaLetizia sn forse l’ultima ke può darti la soluzione, ma voglio dirti ke sn qui, ke il tuo sfogo nn va scusato, puoi parlare liberamente…credo ke sia + accettabile prendere peso se nn ci si abbuffi…se inserisce uno dopo l’altro cibi sani, scanditi da tempi regolari, anke se cibi leggerissi, magari all’inizio x evitare di sentirti troppo piena…ma ti ripeto io nn sn la persona + adatta…in ogni caso sai già qual’è la strada x uscirne, lo sappiamo tutte: accettare di esser adulte, accettare le nostre responsabilità accettare di crescere e cambiare.
    Un abbraccio a tutte

  757. nessuno dice:

    morirò se nn mi ammazzerò… <3

  758. Girasole dice:

    mmmmmmmm…..sono finalmente a casa….distrutta….vorrei dormire e invece?
    accidenti!!!!!!!!!1 non faccio altro che pensare a stasera… pizza o non pizza?
    se solo non avessi mangiato il formaggio a pranzo…eppure lo sapevo che rischiavo la pizza, e mi dicevo…ma io superero lo schema!!!
    lo so…rispetto a tanti altri problemi che abbiamo, ai post che scriviamo questa è una stupidaggine…ma ho famissima (come facevo un anno fa a mangiare così poco???°) e non so cosa mangiare!!! yogurt? fetta biscottata? per restare nel mio programma dovrei mangiare sia uno che l’altra e anche di più!!! e invece non so che fare!!! già penso a come fare per avere meno mozzarella sulla pizza! ma questa non è vita!!!! ho sonno e non riesco a dormire per questi pensieri, ma che senso ha??
    scusate, lo so che è una sciocchezza decidere se mangiare o no sto benedetto yogurt in previsione della pizza, e mi sento in colpa per coloro che devono decidere se mangiare o no lo yogurt in tutta la giornata… ma sono in tilt!
    voglio abbatere questo schema, voglio che il formaggio non mi faccia paura…
    eppure una volta ne mangiavo a quintalate!
    mi chiedo cosa può succedere? che capiterebbe? nulla…la mia risposta è…non posso che star meglio…ma allora mi spiegate perchè è così difficile?
    davvero, vi chiedo scusa immensamente, mi sento una bambina…ma dovevo dirlo a qualcuno!

    Vorrei fare un intervista incrociata proprio a polla, miele, yris e luna blu…eheh!

    ok…basta…la smetto!

    Ilaria, sono felicissima per come sta andando la tua domenica, e sono felicissima di sentirti così bene!!!
    mi raccomando tieni strette tutte queste emozioni!!!:-)

    vi abbraccio bellezze!

  759. Ilaria dice:

    Maria Letizia, condivido quando dici che non sopporti di aver preso del peso per colpa delle abbuffate. Credo di dire una banalità, ma è sicuramente il modo più sbagliato per ottenere quel risultato.
    Come mai hai paura della vita di donna adulta? Non vorresti avere responsabilità? Vorresti essere eternamente figlia perché così avresti sempre qualcuno ad occuparsi di te e non il contrario? Farsi coccolare e tornare nel proprio nido è legittimo, anzi ogni tanto ne abbiamo proprio bisogno, ma pensa anche ai vantaggi dell’essere adulti: fai un lavoro che ti piace e che stai lottando per mantenere, hai il tuo amore, la tua casa… Prova a fare un bilancio dei pro e dei contro, se vuoi e te la senti, e poi dimmi cosa ottieni. Comunque sia, non sono una psicologa, perciò può darsi che stia dicendo delle castronerie! Perché non confidi questi dubbi alla tua terapeuta?

  760. Luna blu dice:

    Nessuno…racconta se vuoi cosa senti…

    Per quanto riguarda la gara…ottimo tempo…quinte su 10…le mie compagne di remo però mi han rotto tutto il tempo le cosidette invece di pensare a remare….
    Volete i pettegolezzi? Ihihiihhh

  761. Polla dice:

    ..Ciao Nessuno, parlaci dai.. la tua frase direi che è palesemente una richiesta d’aiuto.. sappi che noi siamo qui e puoi scrivere ciò che senti senza problemi! provaci.

    Ei Girasole, mi hai chiamata ed eccomi qui.. se tu mi lasciassi il contatto facebook o altro,le nostre interviste incrociate sarebbero + facili!!! eheheh.. io cmq vi lascio la mia mail così se vi va di scrivermi i vostri contatti,quando ve la sentite,sapete dove farlo. [email protected]
    Dunque.. il mio consiglio è quello di fare merenda(visto che hai detto che a pranzo hai cmq ristretto un po’)e stasera di mangiare la pizza se è il tuo scoglio.. devi metterti nella testa che ora come ora l’aumento di peso è indispensabile,poi + avanti non sarai “costretta” a fare 5/6 pasti al giorno,ma ora serve per aiutarti a superare le varie paure,gradualmente e abituarti al tuo nuovo corpo,ma devi seguire il percorso in maniera costante,altrimenti rallenteresti solo il cammino,ma cmq prima o poi la vetta la devi raggiungere,se lo vuoi e io credo che tu lo voglia.. non penso che ora come ora avresti voglia di fare la discesa(benchè meno faticosa apparentemente) e tornare dove eri.. tutto qsto per dire che nella fase che stai vivendo a volte è magari normale mangiare anche + degli altri senza viverle come abbuffate,perchè il nostro obiettivo è quello di mettere massa,quindi quello è l’unico modo.. fai la merenda,se non te la senti,mangia meno di quello che dovresti e stasera sparati la pizza.. quella che + ti piace. arriverai nel letto che ti sentirai fortissima,liberissima e felicissima e la sensazione di vedersi come una balena,magari la sentirai,ma passerà in secondo piano perchè sovrastata dalle sensazioni positive che avrai per il fatto di non essere stata schiava di un qualcosa che tu stessa ti imponi. LIBERA. io ne sono certa..
    la questione meno mozzarella è quella che penso anche io ogni volta che mangio la pizza,che cmq mangio abbastanza con tranquillità..ma inizialmente penso sempre che la mozzarella mi fa paura.. ma se voglio essere libera e normale non posso mettermi dall’altra parte del bancone e farmela io la pizza,quindi.. rassegnazione,non rimuginio..e via.. quello che c’è.. concentrati su altro.. non dare così tanto peso a qsta pizza.. sarà una conquista,ma anche una normalità.una tua scelta.

  762. Ilaria dice:

    Girasole, sono nella tua stessa situazione, quando devo mangiare la pizza o qualcosa di molto sostanzioso come le lasagne, poi conto le calorie di ciò che mangio nel resto della giornata, e anche di quella prima e dopo se possibile :-( . Io ti consiglio di mangiartelo quello yoghurt, altrimenti rimarrai nel dubbio tutto il giorno e ti rovinerai la serata, che invece si preannuncia interessante!
    Luna, spettegulesssss :-D
    Nessuno…. siamo qui.

  763. Polla dice:

    ..e brava LunaBlu.. te lo dico anche qui per ufficializzare al cosa!!! prime su tutte le torinesi.. evvai!! obiettivo raggiunto. ye.

    Ilaria,sono felice che la tua giornata sia andata bene.. credo sempre che la tua “troppa”attività fisica faccia bene al fisico,ma non alla mente.. ma l’importante è che tu sia + serena e piano piano capirai come gestirti. ne sono certa. i momenti duri torneranno,tornano sempre,fanno parte della vita.. ma è proprio grazie al ricordo dei momenti sereni che si ha voglia di andare avanti e di crederci ancora,perchè ne vale la pena e lo abbiamo sperimentato sulla nostra pelle!
    Le persone vicino a noi penso che facciano davvero fatica,molta,penso che sia davvero difficile capire i nostri sbalzi d’umore e tutto ciò che ne comporta.. pensare che sono incazzata perchè ho mangiato una roba fritta,per qualcuno può essere assurdo,e infatti lo è.. ma.. per noi è l’oggetto fobico e quindi per noi ha un senso,ma bisogna fare in modo che non lo sia + e che resti semplicemente una cosa fritta che non influenza il nostro umore. sono le nostre paure che abbiamo spostato su un cucchiaino di olio,sono le nostre insicurezze.. quindi.. le persone che ci stanno vicino è normale che non le comprendano,ma è importante che accettino i nostri limiti e che ci accompagnino nel percorso che ci aiuterà a superarle e a migliorarci. è la vita.. fa parte del percorso di una coppia,che ci sia in mezzo il cibo o altro,non cambia più di tanto.. sono punti di vista,ma fare insieme può aiutare molto. anche se ovviamente il lavoro principale sta a noi e anche il fatto di non esagerare e di non pesare troppo su gli altri.. perchè scaricare troppo su gli altri non va bene,perchè in fondo non possono fare molto a livello pratico per risolvere la questione se non starci vicino come possono!!! e lo fanno,ne sono certa,ma bisogna collaborare!

  764. Girasole dice:

    Mi hai fatto sorridere! davvero, grazie Polla!
    i tuori argomenti filano alla perfezione…ci devo ragionare un bel po’ su sicuramente, e sono tutte cose che penso, ma poi meterle in pratica…!!!!!!!!
    grazie sinceramente…ora rileggero le tue parole 10 volte, me le mettero bene in testa e spero di complimetarmi con me stessa quando sarò davanti al menu stasera e farò la scelta giusta!

    quando dici che a volte si mangia anche più degli altri, che così deve essere perchè l’obiettivo è di mettere su massa…bè, centri il punto… se stasera i miei non prenderanno la pizza mi sentirò fuori luogo, e allora…pesce alla griglia!!! nonononono….la sogno da troppo tempo questa pizza…

    mi fai sorridere perchè non sai quante volte penso che ci dovrei stare io in cucina o dall’altra parte del bancone…ma allora tanto vale che vado al ristorante, o che faccio cucinare gli altri…diventa una sorta di autarchia, stupida e inutile…
    rassegnazione, d’accordo, ci provo…
    una conquista, la mia… una scelta… LA MIA!!!
    per me…giusto?
    ok, ci provo
    ci provo
    ci provo

    eheheh…sembro sul ring, pronta carica a tirare un bel pugno… però secondo me ques’immagine non è tanto lontana dalla realtà…. devo dare un pugno al Mostro…!!!
    grazie

    Nessuno… scriv scrivi scrivi…

  765. Girasole dice:

    eh…ilaria…non sono neanche le calorie..oramai non le conto più…
    sono i tipi di cibo che calcolo…. formaggi, carboidrati, latte e yogurt, carne rossa o bianca!

    che tonta!

    vabbè…vado…faccio merenda….

    vediamo cosa decido!;-) se vado avanti cosiì…domatti a colazione starò ancora cercando di decidere!!!!

    Ilaria…condivido il post di polla… tanta attività fisica…sicuramente ti fa sentire bene…e io credo che la tua scarpinata sia un ottimo punto di partenza per non sentirti in colpa in questa giornata, ma… ma dobbiamo ridurre le nostre tecniche di compensazione (da che pulpito, eh????) e goderci le nostre conquiste!:-)

  766. Aleph dice:

    Polla, ottimo ottimo ottimo post!!!!!!!!!!Vorrei farti tanti applausi!!!Eheheheheh…

    Nessuno, benvenuta!Hai fatto bene ad iniziare a scriverci…ora continua a farlo ok?Raccontaci qualcosa di te, quello che ti va e che ti senti in questo momento. Vedrai che presto ti sentirai a tuo agio qui….

  767. Polla dice:

    ..ma è così.. è la nostra battaglia, è la nostra fatica.. non sai quanti pesci alla griglia mi sono mangiata al ristorante perchè mi sembravano la scelta meno calorica o chennesò.. ma non ero io a scegliere.. un giorno magari sceglierò il pesce alla griglia perchè mi va,non perchè non voglio ingrassare.. è qsto il punto! se sai già che vuoi la pizza e pizza sia.. certo che nn è facile.. ma se tu avessi un’amica che ha paura di prendere il treno,non le proporresti di prenderlo insieme a te??? magari senza dover andare da nessuna parte??? ehehh.. io dico di si. magari non le passerà la paura del treno,ma si renderà conto che non le succede nulla se lo prende,e dentro di lei si sentirebbe + forte e riprovandoci diventerebbe una normalità,perchè se le serve di pigliare il treno a piedi non ci può andare.. certo,esistono anche altri mezzi di trasporto,ma se tutti pigliano il treno perchè lei dovrebbe usare il triciclo??? per paura di cosa??? oddio.

  768. Polla dice:

    ..mi sono impelagata in qsto esempio del treno.. non so se ho reso l’idea del concetto FOBICO. spero di si..
    io Girasole tifo per te.. per la tua scelta,che sarà la tua e solo tua.. scegli,chiudi il menù e parla,parla,parlaaaaaaaaaaaaa.. sorridi e non pensarci.crea un’atmosfera che ti interessi e non estraniarti.. ti aiuterà un sacco! e poi se non ce la farai non importa.. ne parleremo e ci riproveremo.. però pensa che per farlo devi solo sederti e pronunciare una parola: pizza! facile facile facile.. pensa che è stra facile.. e che non uscirà:”sogliola scondita senza contorno meglio se anche senza sogliola!” ahahahah

  769. Luna blu dice:

    Allora ragazze…ieri sera parlo con un ragazzo che nn ho mai visto su facebook…l’ho aggiunto agli amici perchè avevamo un amico molto caro in comune…oggi ci siam conosciuti…è un bel ragazzo…cmq gli ho deto appuntamneto davanti al mio circolo…perchè siccome è bravo a far foto gli ho proposto di venire a far foto per la gara (era in tenuta da bike perchè ama la bici e si allena spesso)…
    Arrivo con questo al seguito e sul terrazzo c’era il massaggiatore che parlava con i suoi amici…e anche miei…io ovviamente stavo con il mio amico e nn l’ho considerato più di tanto…ma ogni volta che mandavo un’occhiata ho notato che guardava nella mia direzione…ma nn me…lui…insomma il mio amico…chiaramente guardando lui nn si è accorto che io lo guardavo nel mentre…ihihhhihhh…cmq mi è sembrato altamente irritato…anche sorpreso direi…
    Non l’ho considerato fino al dopo gara…e son tornata che sembrava fossi caduta nel fiume per quanto mi annaffiava la numero uno…e poi dava la colpa a me (nn c’era molto affiatamente…stronze queste!!!!)…nonostante tutto siam riuscite a battere tutti gli equipaggi torinesi…però mi facevano venire i nervi!!!
    Rientrata…lui era ancora lì…e anche il mio amico che continuava a far foto…poi per fortuna il mio amico se n’è andato…e io son andata a far la doccia e a cambiarmi…
    Ho fatto ancora un momento finta di nn averlo visto…poi lui mi fissava e allora son andata a salutarlo…
    La prima cosa che mi ha chiesto…dopo avermi chiesto della gara…è stato…interrompendomi anche perchè io volevo finire di parlare della gara…
    chi era quello con me e che ci faceva lì…ihihhh…gli ho spiegato che era un mio amico che avevo arruolato per far foto…essendo un fotografo…(ovviamnete nn gli ho detto che era la prima volta che lo vedevo di persona)…il suo primo commento è stato: che orribili quei pantaloni…io mi vergognerei ad andare in giro così…(le tutine aderenti dei ciclisti)…ihihhhihhh…cmq questa è la prima volta che chiacchieriamo davanti a tutti…certo con lui parlo proprio bene…poi io son andata dalle mie compagne di remo e lui doveva ancora fare qualcosa essendo dello staff…ma nn c’è stato più bisogno e se n’è andato a casa…
    E’ stata proprio una bella giornata… :-)

  770. Girasole dice:

    sì, se avessi un’amica che ha paura di prendere il treno le direi che non può capitare nulla, soprattutto se mi da la mano e lo prendiamo insieme….
    e con il triciclo…isommma non ci arriverebbe mai più!!!! il treno è la soluzione migliore!

    ma poi perchè mi arrabbio non appena mia sorella mi dice che lei la pizza stasera non la mangia? lei che mangia la pizza con tutti, e con me stsera no!
    ma è un problema mio!!!! sono io che devo decidere…ma mi dico, se lei non la mangia perchè dovrei mangiarla io?

    ohhhhhh….basta!!!!! la smetto! grazie polla, grazie ilaria…

    nel frattemoi ho deciso per una pera…. magari niente yogurt che mi sta facendo innervosire, è poi non me lo gusto (:-)) però, un caffe con un po’ di latte…magari sì, qualcosa di caldo in queta giornata un po’ fredda!

    ah, grazie del contatto…
    magari ti contatto!!!! auauauauauauauhahahahahahaiahiahaihaiha…..che bella frase! che tonta sono!;-)

  771. Girasole dice:

    “però pensa che per farlo devi solo sederti e pronunciare una parola: pizza! facile facile facile.. pensa che è stra facile.. e che non uscirà:”sogliola scondita senza contorno meglio se anche senza sogliola!” ahahahah”

    Cara Polla…. se stasera scoppio a ridere in faccia al cameriere…sentiti pure in colpa!!!!ahahaha

  772. Luna blu dice:

    Girasole…anche io ero così…quando decidevo di mangiare un piatto calorico..chessò con mia sorella…e lei ne prendeva uno più leggero mi faceva rabbia!!!
    Io adoro la pizza…ma devo dire che nn c’è nulla di più indigeribile e calorico :-( ….

  773. Polla dice:

    ahahah.. anche io ho riso mentre la scrivevo,ma perchè capisco perfettamente il meccanismo. come capisco perfettamente il meccanismo del fatto che ti da “fastidio” se tua sorella non mangia la pizza stasera.. ovvio che è un problema tuo,non è una cosa che vuole fare lei,lo vuoi fare tu e vorresti che fosse “mal comune mezzo gaudio”,ma non funziona così..è cmq un modo per sentirsi meno responsabili della proprio scelta”ho preso la pizza perchè la prendevano tutti” NO! “ho preso la pizza perchè mi andava la pizza (e io non ho paura di una pizza!”o meglio “non voglio + avere paura di una pizza,ne ho avuta fino ad ora,ma adesso basta!”).
    altra cosa che vorrei aggiungere e che a me da molta forza è che ogni volta che decidiamo di rimandare il meccanismo malato ne esce rafforzato e dunque diventa sempre + difficile affrontare la stessa cosa + avanti..per qsto è importante agire quando se ne ha l’occasione(sempre!)e crearsele pure.. io ho troppa paura di tornare a ragionare come ragionavo prima,non voglio,voglio andare avanti e da lì devo partire. altra cosa.. non pensare che una pizza non ti farà ingrassare(cioè non lo farà..lo sai),ma non è qsto il ragionamento che devi fare,non ora.. non so se rendo.. dai dai Girasole,ce la puoi fare!!! io ci credo un sacco.. posso fare qualcosa per aiutarti??? vuoi che mi mangi una pizza anche io??? io per esempio se sono sola non la mangio mai la pizza,la mangio solo in compagnia.. sarebbe un ostacolo gigante anche per me ordinarmela.. eheheh. aiuto,in cosa mi sono infilata??? ihihih.
    e sappi che anche se non ce la farai.. non c’è problema,ma provaci,DATTI QSTA POSSIBILITà!!!!

  774. Polla dice:

    ..Non è vero che la pizza è indigeribile!!! non sono assolutamente d’accordo.. credo che sia soggettivo.. ma LunaBlu ha tutte le sue teorie sui fritti e robe varie.. si vede che sei stata una che ha avuto delle fisse in passato.. ma credo che anche qste cose le smusserai col tempo.. cioè..è vero che i fritti fanno male,ma infatti non si deve campare a fritti,ma cotoletta e patatine ogni tanto non possono essere che una goduria!!! e quindi niente di male,neanche per il fegato,ne sono sicura! ye.

  775. Girasole dice:

    mamma….da quanto non mangio cotoletta e patatine fritte….ehmmmmm…una cosa per volta…

    Polla… dovresti fare l’avvocato, sai???;-)

    ahahah….e se ti dicessi….sì, la devi mangiare pure tu la pizza stasera? ahahahahahahahah…..eddai, mal comune mezzo gaudio appunto! ce la dividiamo!da me o da te? hihi

    sono d’accordo sul fatto che bisogna agire subito, quando si pensa una cosa…prendere quel treno! crearsi l’occasione!

    cosa puoi fare per aiutarmi? nulla..ora tocca a me… tu, voi, fate già tantissimo!

  776. Girasole dice:

    Anche io non sono d’accordo sulla non digeribilità della pizza…anzi…ecco, forse sui fritti avrei qlcs da dire, ma la pizza… se si oltrepassa l’ostacolo, da quello che mi ricordo, non crea problemi…

  777. Luna blu dice:

    :-) polla sei tremenda…
    la pizza per aiutarvi la mangerei anche io…ma oggi il mio sfidanzato ha fatto il tiramisù…credo di essere già sazia…ihihhhihhhh…
    Cmq è digeribile…ma gli acidi dello stomaco fanno molta fatica…perchè la pasta è poco cotta e gli amidi nn son ben scissi…la stessa cosa che accade alla pasta scotta…gli amidi diventano collosi e difficili da digerire…e richiamano molta acqua…per questo la pizza fa venir sete…nn solo perchè è salata…i fritti no!!! Fan male e se posso scegliere nn li mangio…a meno che nn me li trovo davanti..perchè nn mangiare altro se si può…sarà che anche il gusto del fritto nn mi fa impazzire…
    Certo che se mi mettono davanti le patatine fritte…le mangio…con tutti che mi guardano e puntano il dito: mangi i fritti!!!!! Con tutto quello che ho rotto le palle in passato…e io li guardo e sorrido…e dico: è un’illusione…guarda dall’altra parte…ihihhhh

  778. Girasole dice:

    grande!!!!!!!!!! non male come risposta!!!!!! :-)

    ragazze… mi avete alleggerito la mente….se stasera andrà bene…sarà a cuor leggero!… altro che bueno…. la pizza merita di più!!! uauauauu…..che battutona

    Grazie Luna blu x la spiegazione… chiarissima e utilissima!! è vero che la pasta scotta mi rimane sempre sullo stomaco…sapevo che era meno digeribile di quella al dente, ma non mi sono mai preoccupata del perchè!

  779. Ilaria dice:

    Bene, mi avete fatto venire fame con tutti questi discorsi, maledette -_-
    … sto scherzando nè :-P
    Ah, visto che siamo in periodo… per domani avete programmi particolari? Se siete accompagnate, ovvio! Il mio fidanzato mi ha regalato la cioccolata che adoro di più in assoluto: Lindor. Mi viene da piangere al solo pensiero! Voglio che non diventi oggetto della mia prossima abbuffata, assolutamente no!

    Uuh Luna, ma non sarà mica geloso il massaggiatore? Nooooooo :-D

  780. Luna blu dice:

    Ilaria dimmi dove stai e se la cioccolata lindor è al latte ne mangiamo un pezzetto ciascuno…io anche più di un pezzetto…con tutto lo sport che faccio…ihihihhhh

  781. Luna blu dice:

    Girasole…più che altro la pasta scotta fa parecchio schifo…nn trovi? La più scotta l’ho mangiata in ospedale…pasta con il pesto…nn si capeva bene dalla consistenza qual’era la pasta e quale il pesto..bleahh…ihihiiihhh…:-)

  782. Ilaria dice:

    Luna, sono in Sardegna, un po’ fuori mano… stavolta ho preso la Lindor bianca, non l’avevo mai provata, ma la mia vera passione è quella rossa al latte… sbavo al solo pensiero!
    Ma solo a me piace la pasta molto cotta? Al dente mi sembra cruda!!

  783. Luna blu dice:

    la cioccolata bianca nn mi piace… :-( …facciamo che quella al altte la porto io ;-) …per me la pasta deve essere quasi cruda ;-)

  784. Girasole dice:

    che brutta immagine la tua pasta con il pesto luna blu!

    a me capita di mangiarla al lavoro…perchè a volte non la scolo quasi cruda e quindi scaldandola nel microonde…ehm…oltrepassa un po’ il grado di cottura ottimale! e mi resta lì…
    una volta l’ho persino lasciata…e per quanto piace a me la pasta… insomma, faceva veramente schifo!

    Ilaria, anche alla mia nonna piace molto cotta…aaaaaaaaaaaaahhhhhhhh…….mi sa che non ti ho fatto un gran complimento….hihihi…comunque lei gli spaghetti più o meno li cuoce 20 minuti… non sto scherzando, nè esagerando…giuro!

    Ilaria, no, sicuro che non ti ci abbuffi…dai…dai…dai, tieni duro! goditela!
    a me la lint non mi fa impazzire, ma se tu e luna blu ne mangiate un pezzo, io domani (che non ho fidanzato…non ho un infatuazione…non ho neanche un puntino all’orizzonte…che tristezza!) mi mangio un pezzo di novi fondente al 70 che lo adoro!…. e prometto che lo faccio anche se stasra mi SPARO la pizza come dice Polla;-)

    Ah, Luna Blu, non ti ho fatto i complimenti per oggi…. COMPLIMENTI!

  785. Ilaria dice:

    Oh mamma, non esageriamo! Io la pasta la tengo un minuto in più di quanto indicato dalla confezione, mica così tanto daiiiiii!!! È solo che mi turba sentire parti ancora dure, che ne so… tipo il centro delle farfalle, avete presente?
    Girasole, te lo dico anch’io: sparati la pizza stasera e mangiala alla facciazza mia!! E sparati anche un po’ di cioccolata, non può che far bene all’umore :-) (tra parentesi, a me piace anche quella fondente, tranne quella al 99% che malauguratamente ho provato una volta: la morte credo sia più dolce di quell’obbrobrio…)
    Per quanto riguarda il movimento che sto facendo, sì, capisco che possa essere una delle tante tecniche di compensazione, e che quindi non lo stia facendo per il puro gusto di star bene e sentirmi in forma. Magari col tempo saprò regolarmi meglio, spero di raggiungere anche questo obbiettivo!

    Chiara, spero di leggerti entro stasera… smaltiti gli effetti collaterali?
    Letizia, vorrei sapere anche da te com’è andata…

  786. Girasole dice:

    ahhh…anche a me non piace quella troppo fondente… diciamo che al max arriverei a 85…di più mi viene proprio mal di testa!
    quella bianca invece….non la considero cioccolata… però, se vi capita di avere tra le mani una bottiglia di porto bianco…si sposano alla perfezione!

    detto ciò…mi ritiro, vestita e truccata…jeans e camicia…voglio sentirmi il più possibile a mio agio! parto, e voglio tornare vincitrice, qualsiasi cosa accada…vi racconterò….sono carica (grazie a voi) e senza orologio (ce l’ho sempre) perchè voglio prendermi il mio tempo! ( e anche perchè non lo trovo più!!!! che fine avrà fatto???)

    un abbraccio più grande del solito e buona serata a tutte!!!!

    :-P

  787. Ilaria dice:

    Ahahahah buonissima serata Girasole!

  788. silvia dice:

    Buona serata , ho appena finito di leggere tutte le vostre discussioni sulla pizza e sulla pazza…2 cose ke adoravo letteralmente!..e ora invece mi concedo solo se forzata…ke tristezza! tutto questo cambierà! Lo voglio!

    LunaBlu…wow…ma questo nuovo amico è una nuova conquista? Il massaggiatore certi ke se la prende!…xrò ben gli sta…mai ad esporsi questi maskietti!!!

    Girasole spero ke tu stia scegliendo e gustando senza stress la tua pizza…fai conto ke ci sn anke io lì!

    Azimut cm è proseguita la giornata? spero ke le tue figlie abbiano continuato a farti divertire.

    Chiara oggi nn ci 6…spero ke almeno leggi…ti penso, se hai bisogno sai ke ci siamo…volevo proprio sapre cm era andata cn tua madre ora ke sa, e gli effetti del farmaco…

    Laura, Miele…buona serata anke a voi.

    Polla…oggi m’hai fatto riflette, concentrare, pensare e anke sorridere tantissimo!!!

    Nessuno…parlaci…la tua rikiesta d’aiuto nn resta inascoltata!

    vivete ragazze…qnt + potete!

  789. Chiara* dice:

    Buona sera angeli.
    scusatemi per non essere passata ma ho passato 2 giorni davvero pesanti.
    Non ho voglia di parlarne ora, devo metabolizzare anch’ io quanto è accaduto.
    Niente di che… se non che ho deciso di parlare apertamente del mio problema anche a mio padre.
    Ora non dovrò più nascondermi se e quando starò male.
    Ma sento sulle spalle il peso di ciò che ho esternato e i sensi di colpa mi stanno uccidendo.
    Vado a letto perché altrimenti rischierei di chiudermi in bagno e sappiamo bene quale sarebbe il triste epilogo.

    Un abbraccio forte

    Vaniglia ti penso.

  790. miele dice:

    ciao!

    mi intrufolo velocemente solo perchè ho letto “pizza”…io l’ho appena mangiata, era squisita-squisita. Con una birra altrettanto buona. E poi un po’ di cioccolato ultra-fondente, la conclusione migliore.
    Una volta temevo la pizza non perchè la considerassi indigeribile o calorica, ma semplicemente perchè mi sembrava “tanta”, troppa. Mi faceva proprio paura. Adesso me la finisco tranquillamente. Fino ad annetto fa mi restava sullo stomaco, mi rimbambiva proprio…infatti se potevo viravo su una bruschetta, invece adesso la mangio senza grossi problemi, anzi con molto gusto. La digerisco abbastanza bene…quinid direi che davvero si tratta di una cosa soggettiva. Le informazioni date da LunaBlu sono più che precise, ma trovo un po’ triste ragionare in questi termini sul cibo. Perchè il piatto che ci troviamo davanti non è solo un agglomerato di componenti nutrizionali, e digerire non è soltanto una complessa reazione chimica. Ci sono molti altri fattori che influiscono, e tutte noi lo sappiamo bene. LunaBlu non è una critica al tuo intervento, ma piuttosto mi trovo d’accordo con l’atteggiamento di polla.

  791. Luna Blu dice:

    Buonasera…ihihhh…Silvia nessuna nuova conquista…però per far ingelosire qualcuno nn è stato male…;-)…
    Miele a me piace un casino la chimica organica…percui ragionare come componenti e reazioni chimiche mi piace…
    Chiara* fai bene a parlarne..nn devi vergognarti…:-)…
    Girasole ti penseremo…poi raccontaci com’è andata…
    Ilaria..devo dire che le farfalle e i fusilli non li mangiomolto volentieri proprio perchè resta quella parte dura dentro…la pasta per me deve essere tutta uniformemente dura…e non dura fuori e durissima dentro…ihihhh…basta…cmq son stata quasi 10 anni senza mangiare la pasta…perchè mia mamma da piccola mi obbligava a mangiarla…e io rimanevo con il piatto pieno davanti per ore e ore…e a me nn piaceva perchè era scotta appunto…oppure per il sugo che sapeva solo di unto…una volta mia mamma si è scocciata e me l’ha rovesciata nella maglietta…io ero anche birba..ihihhhh…

  792. Maria Letizia dice:

    Ho tanto sonno…vado a nanna…domanI leggerò meglio i vostri post, GRAZIE DI CUORE A CHI HA AVUTO UN PENSIERO PER ME!….BUONA NOTTE!

  793. Azimut dice:

    pizza vegetariana….pasta al dentissimo….cioccolato fondente 85%….
    mi basterebbe un quarto della prima, 50 gr della seconda e due quadretti della terza…. sono straconfusa ora…non capisco più niente

  794. nessuno dice:

    Eccomi… Alcune di voi le conosco… sono già stata qui… ora sono NESSUNO… perkè potrei dire ke “nn sn NESSUNO” il kè significherebbe annullarmi del tutto… invece dire “che sn Nessuno” … è cmq un’identità… ke sento forte!!!
    Questo è uno spazio a mio parere bellissimo… e nn vorrei scrivere qui perkè è veramente un periodo terribile… prima ho cercato di scrivere x chiedere aiuto… avevo pensieri suicidi… ma poi nn l’ho fatto perkè nn è questo il contesto adeguato, dove cmq ci sn tante persone ke stanno male purtroppo. Io sn un pò troppo impulsiva… a volte. è ke vado improvvisamente in crisi e cerco aiuto su fb o su internet… nn riesco a chiamare qualcuno cn il tel o in casa…
    I problemi sn cmq DCA e Borderline…
    FORZA … magari vengo a leggervi ogni tanto.
    Nessuno

  795. Girasole dice:

    RAGAZZEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE/IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    allora allora….ristorante, seduti,menu…scelgo subito quello che voglio,non ho esitazioni, poi chiedo ai miei… seppie alla griglia, frittura di pesce, insalata…ma come, nessuno la pizza…
    20 minuti per decidere…le lacrime che tentano di uscire, l’anello che ci mancava poco che facesse il solco sul dito…. mi sento una bambina…loro che mi dicono, se la vuoi mangiala…noi siamo qui lo stesso, e la mia adorata mamma che mi dice che cambia e prende la pizza….

    alla fine, dopo che tutti hannpo ordinato e io ancora no…mi alzo col menu in mano e vado dalla cameriera…decisa e combattiva….
    UNA TRICOLORE! – una pizza???, mi dice lei, tipo… pensavo che tu che ci hai messo ore per scegliere, magrina magrina che quasi piangevi, avresti preso ”sogliola scondita senza contorno meglio se anche senza sogliola!” – che ridere ragazze, davvero, avrei voluto farle una foto!!!!
    (ammettto che ho chiesto di no aggiungere olio—-oh—non esageriamo, eh???!!!!)

    mi sento alla grande, felice, soddisfatta e fiera di me, anche solo per aver detto PIZZA!
    vado in bagno, mi guardo allo specchio e sorrido…esco e…
    e chi ti vedo? il mio ex, la mia storia infinita, l’unico e onnipresente che non vedo e non sento da settembre, neanche gli auguri di natale, dopo che lui per l’ennesima volta è sparito….
    lui che come me è pieno di problemi psicologici e fisici…alla ricerca del corpo perfetto si è rovinato la vita…(bella coppia saremmo stati eh? e pensare che i due disturbi si sono scatenati quando non eravamo più lòa coppia più bella del mondo, ma che abbiamo tentato di supportarci senza mai riuscirci, ma forse facendoci più male che altro)….
    e pensare che sono giorni che penso a lui e mi chiedo che fine abbia fatto!
    cmq, lui non mi vede, io mi siedo con il cuore a mille e non mi riesco più a concentrare, sui miei , sulla cena che mi aspetta, e allora…NON CI STO – NON MI FARO’ ROVINARE LA MIA PIZZA DA LUI….
    mi alzo e vado al tavolo…”scusate…”
    e non mi aspettavo questa accoglienza, lui davvero felice di vedermi, di raccontarmi come sta…di dirmi che si è staccato per non farmi soffreire e tirar giù anche me, ma che lo sa che aveva bisogno del mio aiuto…
    tutto questo mentre la sua pizza era già arrivata e il suo amico aveva già iniziato…
    abbiamo chiacchierato un bel po’, mi ha stretto forte…
    e ora mi ha mandato un sms… un caffe, un scusa, un che emozione rivederti!

    torno al tavolo, i miei con l’antipasto…io aspetto senza bermi litri di acqua come al solito…arrivano i secondi e poi la pizza…ed è stato naturale…un gesto automatico…metà…solo metà.. (e un po’ di mozzarella che mi faceva tanta paura anche dell’altra meta:-))
    ma è andata!!! e ora il mio sorriso è grande, per le conquiste di stasera, per la forza che mi sono dimostrasta, per la forza che mi avete dato…perchè pensavo che ”sogliola scondita senza contorno meglio se anche senza sogliola!” era davvero troppo impegnativa come frase…e guardarmi allo specchio dopo aver detto PIZZA mi ha fatto stare bene…e dietro di me ho visto i miei, e ho visto voi!

    2 anni… e ho vinto…!!! vinco io…vinciamo noi!!!!

    grazie!

    Chiara…leggo di te e del tuo coraggio! ci vuole veramente un grande coraggio…e vedrai, davvero, all’inizio ti sembrerà difficile, ti sembrerà forse una scelta sbagliata…ma poi i tuoi saranno la tua roccia, e tu la loro, perchè ora loro hanno la possibilità di capirti e di capire cosa succede, il perchè dei tuoi momnenti no, e piano piano vi avvicinerete e combatterete insieme!

    Miele…hai ragione quando dici…Perchè il piatto che ci troviamo davanti non è solo un agglomerato di componenti nutrizionali, e digerire non è soltanto una complessa reazione chimica….è quello che ho sperimentato stasera…forse per la prima volta quello che avevo davanti non erano carboidrati e proteine…ma solo PIZZA!

    silvia, arriverà il momento in cui non dovremo pensare per 10 gg a quello che vorremmo mangiare….in cui non ci sentiremo forzate….in cui lo faremo solo perchè è quello l’istinto del momento….dai, che combattiamo insieme!

    (ah…il mio amico mi ha di nuovo chiesto di pranzare insieme, o domani o giovedì…..mmmmm….la notte porta consiglio….vediamo come mi sveglio…e come esco dalla seduta con la psicologa!)

    notte notte stelle!!!

  796. Aleph dice:

    Grande Girasole!!!!!!!!!!!!!Mi hai fatto sorridere tantissimo con il tuo resoconto della serata!!!Pizza pizza pizza!!!!!!Sei stata bravissima!

    A proposito di pizza, ho letto le discussioni…beh, il mio parere è simile a quello di Polla, anche se capisco il punto di vista di Luna…alla fine è una pizza. E’ buona, è davvero buona, chissene frega se per una volta non è il cibo più sano e digeribile di questo mondo. E’ una pizza. Amen. Punto e basta.

    Nessuno, mi hai colpito con il tuo post. Continua a scriverci, per favore.

    Vaniglia…

    Marianna, ciao!

    Chiara!!!Stai diventando sempre più aperta nei confronti dei tuoi problemi, credo sia un primo passo.

    Silvia, ti penso.

    Azimut, cos’hai mangiato oggi poi???????

    Vado a dormire, ci sentiamo domani…

    Aleph

  797. silvia dice:

    Girasole ho letto il tuo resoconto e mi sn venute le lacrime. sn qui, piango x tutte le mzioni ke hai provato, x il coaggio di dire pizza e x il destino…x quel destino ke ti ha rimesso dinanzi il tuo “amore”…si…anke x me c’è un amore, una persona ke ho allonatanato, forse xkè stavo male, forse xkè lui nn ha saputo starmi accanto, forse xkè la sua vita andava avanti e io fermavo la mia…sn felice e commossa x te, x i tuoi passi, x le tue conquiste…
    anke x te Chiara, xkè x qnt possa essere difficile ce l’hai fatta, ora hai aperto il cuore anke a loro, ora ha kiesto il massimo dell’asiuto ke potessi…ti prego nn sentirti sola e nn lasciarti sopraffare da quel grigiore e nero ke vedi attorno a te.

    azimut xkè confusa?
    Miele, Luna …io sto male, ecco lo dico.
    Ho appena finito…cn lo sguardo ke nn ce la faceva + d’ossevare quel fonso del water…e xkè poi? x così poco?…ma x il modo in cui l’ho fatto entrare quel cibo…
    ho bevuto…mi sn stordita e mi sn concessa il “lusso” di mangiukkiare…cm gli ltri, anzi di meno…ma cn lo stesso clima delle persone normali…e ora sn qui…ke tristezza, ke stupidità…ke spreco il mio…provo pena x me stessa…e mi cadono le lacrime…qnt ne ho incastate in gola!
    Vi penso, scusate davvero questo sfogo notturno. spero ke x voi domani sia un bel risveglio.

  798. Maria Letizia dice:

    Buongiorno a tutti e spero che lo sia per voi e per me. Oggi finalmente ho l’incontro con la dott.ssa, spero mi aiuti a ritrovare la strada verso la guarigione…VI ABBRACCIO!

  799. miele dice:

    Vi auguro buongiorno.

    Azimut…sei confusa dal desiderio di cibo? Dal non capire più se puoi provare a mangiarne un po’, se ti abbufferai, se lo vomiterai? Dal non saper più decidere, valutare, gestire le quantità? Se così fosse, sei davanti ad una delle conseguenze abbastanza frequenti di un periodo di anoressia. La perdita totale dei punti di riferimento. Angoscia. Paura, Disorientamento. Incapacità di proporzionare.

    Chiara* dove sei e come stai, cara?

    silvia ti sento tanto amareggiata e triste…si percepisce davvero che stai male. non penso che l’alcool sia di grande aiuto…certo, aiuta a lasciarsi andare, anche col cibo…ma il problema con il cibo è proprio la nostra incapacità di decidere consapevolmente cosa e quanto mangiare…con l’alcool si continua a delegare qualcuno/qualcos’altro a decidere per noi.
    silvia spero ti sveglierai stamattina con la voglia di provare, passo dopo passo, a stare diversamente, a stare bene. una piccola colazione, leggera, piacevole…poi ti metti a fare le tue cose, studi, esci, leggi….poi arriva il pranzo e provi a mangiare qualcosa di semplice, e a tenerlo…quando fai fatica, beviti un thè o una tisana…poi chiama un’amica, due chiacchiere, una passeggiata….prova a far passare la giornata con scelte diverse dalle altre volte.

    MariaLetizia buongiorno anche a te! Vedrai che questo momento di crisi passerà. Ieri sei poi stata con i tuoi?

    Girasole, credo che – al di là dei complimenti che posso farti – le sensazioni buone che hai provato rispetto a quella pizza ti abbiano fatto per lo meno assaggiare la forza che deriva dal combattere, dal farcela un passetto dopo l’altro. Già quelle sensazioni, quella nuova ebbrezza che si prova nel risveglio delle sensazioni al livello globale (non solo il gusto, non solo l’energia dei nutrienti, ma anche il piacere di sedere coi propri familiari, di parlare non solo per distrarli da ciò che non stai mangiando, bensì perchè hai davvero qualcosa da dire, l’emozione di andare dal tuo ex, di ri-scoprirti un po’ donna…) sono un bel premio per il coraggio che ci hai messo.
    Fallo diventare un’abitudine.

    polla, aleph, marianna, laura, amira LunaBlu e tutte le altre: buona mattinata.

    Nessuno, benvenuta.

  800. Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Sono qui seduta davanti a questo schermo e avrei così tanto da scrivere… non per parlare di me, ma di voi, di noi, della vita.
    Ma le parole mi restano bloccate lì, non riesco a farle uscire.
    Provo una sensazione strana. Un misto di paura e angoscia, vergogna e tristezza, vuoto e solitudine.
    Ho appena preso la mia pastiglia. Mia madre e mio padre sono stati decisivi in questa mia scelta sulla terapia farmacologica.
    Mi hanno detto “la tua é una malattia, un medico ti ha prescritto questa cura e quindi devi curarti. Non c’è niente di diverso da un’ influenza. Se uno ha la febbre deve prendere la tachipirina per stare meglio, giusto?”
    Giusto. Non sono comunque convinta, ho paura e gli effetti collaterali sono devastanti. Ma se da qualche parte si deve cominciare allora cominciamo.
    L’ aver esposto loro i miei problemi (non ho detto chiaramente di avere un problema con il cibo ma ho fatto presente che c’è qualcosa che non va da quel punto di vista) non so quanto mi abbia potuta e mi potrà aiutare.
    Provo dei sensi di colpa inimmaginabili e allo stesso tempo sono imbarazzata.
    Perché per me sono 2 estranei, sono i miei genitori perché c’è scritto da qualche parte che io sono giuridicamente figlia loro. Stop.
    Mi vergogno così tanto… e temo che ora sarà ancora più difficile essere me stessa e vedrò ogni loro comportamento nei miei confronti come una forzatura. Un doverlo fare perché non sto bene.
    Nonostante le belle parole che mi hanno detto, nonostante la comprensione che hanno dimostrato.
    E al tempo stesso c’è il senso di colpa per averli caricati di questo peso, per aver insinuato loro in mente che gran parte dei miei problemi potrebbe essere una loro responsabilità.
    E’ tutto assurdo. Tutto.
    Ieri sera non ce l’ ho fatta. Mi sono chiusa in quel bagno e ho vomitato. Dovevo sentire quella sensazione. Ne avevo bisogno.

    MariaLetizia quello che hai scritto… il bisogno non di essere magra ma invisibile, trasparente… è quel bisogno impellente, così forte che ci tiene ancorate a questa vita. Il desiderio di restare bambine, di non crescere.
    Ma perché? Forza piccola. L’ aumento di peso fa paura e se non si è pronte ad accettarlo diventa qualcosa di impossibile da sopportare. Capisco come ti possa sentire ma cerca in qualche modo di vederlo come un traguardo. Ti sono vicina.

    Girasole ho letto tutte le vicissitudini per la tua cena di ieri e… che dire? brava! sono orgogliosa di te. Ce l’ hai fatta. Hai vinto le tue paure e superato quel muro. Leggere della tua esperienza ha fatto emozionare anche me fino alle lacrime perché sembra assurdo che si possa gioire così per aver deciso di mangiare una stupidissima pizza. Una pizza. Solo una pizza. Niente di più normale.

    Silvia come stai? Ti ho letta davvero giù ieri. E purtroppo so come stai, cosa provi, quello che senti.
    Lo sfinimento davanti a quel wc, le lacrime che scendono… e non sono date dallo sforzo. Sono lacrime di vuoto, di tristezza, ti abbandono, di solitudine.
    Come se nient’ altro potesse darci sollievo. Scacciare il dolore con altro dolore.
    Non accettare quel cibo dentro di noi, sentirsi sporche e peccatrici.
    Ma io credo che tu sia stata forte, sai? Perché ci hai provato comunque a fare qualcosa di “normale”. L’ intenzione c’ era ed è questo che conta. Ti sono vicina.

    Polla grazie per quello che scrivi. Hai sempre la capacità di analizzare le cose in modo obiettivo ed oggettivo. Quando leggo le tue parole mi faccio una grande forza e mi dai coraggio.

    Azimut dove sei? Perché eri confusa? cosa succede? Ti leggo sempre più spenta, sempre più arresa e sconfitta. Ma non è così. Devi lottare. Ti prego…

    Ilaria come è andato il week end? Ieri mi sembra di averti sentita un po’ + tranquilla. Spero non sia stata solo un’ impressione.

    Marianna anche se in ritardo voglio farti i miei complimenti per il tuo esame. Sei stata bravissima. Sii fiera di te!

    Amira come stai? Cosa è successo? Parlaci.

    Nessuno le tue parole sono state molto forti. Vorrei che ci raccontassi qualcosa di te. Se ti va siamo qui per ascoltarti.

    Non ricordo più niente, scusatemi.
    Devo rimboccarmi le maniche e cercare di affrontare questa giornata che sarà così lunga e non so se avrò la forza necessaria per farcela.
    Vi abbraccio

  801. Ilaria dice:

    Salve ragazze, ciao Aleph, buon lunedì a tutti!
    Sono ancora annebbiata dal sonno, di solito se non dormo almeno 8 ore di fila mi sento male, e poi ho fatto un sogno strano: dicevo a Luna “no! la cioccolata di san Valentino è mia! se la vuoi fattela regalare dal massaggiatore… o dal fotografo!!”. Oh mamma, sto sclerando di brutto :-D
    Vi scrivo subito dopo aver superato un grossissimo scoglio che mi ha quasi tenuta sveglia. Oggi volevo “premiarmi” un po’ e avevo previsto di mangiarmi un cornetto al cioccolato per colazione. Ovviamente me ne sono pentita nel momento stesso in cui ho formulato il pensiero… Be’, l’ho mangiato e non era granché effettivamente, tutti quei pensieri negativi per nulla…

    Maria Letizia, anch’io oggi ho la seduta, facciamo che diventi il nostro angolino di rinascita!
    Chiara, ammiro la forza che hai avuto nell’esporre la tua situazione ai tuoi genitori (tra l’altro anch’io considero i miei esclusivamente come “fonte di reddito”, se così si può dire… triste ma vero). Sicuramente stai attraversando una fase di cambiamento, credo sia una cosa molto positiva, anche se magari sul momento può non sembrarti tale. Pazienza se ieri non ce l’hai fatta, è avvilente, lo so, lo so benissimo, ma come diciamo sempre: ti rialzerai. E noi ci saremo in ogni caso.
    Silvia, Azimut, mi dispiace tantissimo per la tristezza nelle vostre parole. Fatevi forza l’una con l’altra come fate da tempo, so che ci potete riuscire!! L’alcool no però dai… non basta già tutto il resto? :-(
    Girasole, solo una parola: MITICA!
    Nessuno, ti do il benvenuto, mi sa che non ci conosciamo. Se sei già passata di qui sai che è il posto giusto per sfogarsi e trovare una parola di conforto a qualsiasi ora.

  802. yris dice:

    VI ADORO!
    :-)
    non sono stata bene in questi giorni ma vi ho lette sempre.

    sono felice dei vostri progressi, delle lotte, delle condivisioni.
    sono felice dei vostri pensieri, finanche delle incomprensioni manifestate.
    perchè la vita è questa ragazze: lotte, difese, paure, errori.
    la vita è fatta di equivoci e incomprensioni, a volte anche di cattiverie.
    ma non sono esse che fanno male, ciò che fa male è il nostro modo di percepirle.
    se vi allenerete su questa piazza virtuale a tirare fuori le vostre opinioni, senza averne paura, senza sentirvi in colpa, vi preparete a farlo con gli altri e nel mondo reale.
    bravissime!!!!!
    sono davvero fiera di fare parte di questo gruppo.

    x CHIARA: ho letto della tua “apertura” con i tuoi. hai fatto bene. è un passaggio fondamentale. non per attirare la loro attenzione, ma per tirare fuori la tua sofferenza, finanche il tuo “rancore”.
    solo tirandolo fuori potrà finire.
    perchè, diciamocelo ragazze, il nostro male è spesso un mezzo per punire, non solo noi stesse, ma soprattutto gli altri, le persone per le quali stiamo male, a torto o a ragione.
    spesso alla base c’è un equivoco di comunicazione – ma la cosa non è per questo meno grave – perchè se noi percepiamo un loro atto come offesa, come attacco, come indifferenza, come accusa, tale è.
    e le nostre reazioni si sviluppano di conseguenza.

    va’ avanti chiara, non avere paura, questo è un nodo cruciale del tuo passaggio. e se il tuo medico ritiene che in questa fase tu abbia bisogno di un sostegno farmacologico, affidati. non succede nulla, gli effetti collaterali passeranno dopo le prime settimane.
    ho preso anch’io ansiolitici e antidepresssivi nella prima fase della mia malattia, ci sono stati periodi in cui mi hanno fatto star meglio – ricordo una pilloletta a forma di cuore, la pillola della felicità la chiamavo – altri in cui non hanno sortito alcun effetto.
    piano piano li ho smessi. perchè piano piano mi sono corazzata da sola. o meglio, pur di smetterli o di non averne più bisogno ho innescato meccanismi più forti per combattere la malattia.
    uno stimolo per me è derivato anche da lì.

    un abbraccio forte fortissimo a tutte tutti!
    in genere sono contraria alle ritualità consumistiche, ma se il giorno di san valentino è la festa dell’amore, allora ve lo dedico tutto.

  803. yris dice:

    PS. ilaria mi hai fatto venire in mente una cosa: anch’io ho fatto un sogno che riguarda il gruppo!!
    HO SOGNATO AZIMUT!!
    appena mi sono alzata me lo ricordavo, ora i confini del sogno stanno svanendo, ma aspettate, mi concentro e vediamo se lo riacchiappo.. mumble.. mumble.. :-)

  804. pina dice:

    buongiorno a tutte/i
    ogni tanto do una sbirciatina al blog, ho notato che ci sono tante persone nuove, volevo dare loro il ben arrivate e a vopi mie care un buon san valentino, siamo tutte, in fondo in fondo, innamorate della vita quindi oggi è la nostra festa, oggi tutte ce la faremo, tutte saremo in grado di gestire i nostri malumori e non ci sarà niente che potrà rovinarci questa bellissima giornata. vi auguro di tutto cuore di viverla appieno, mi raccomando diamoci dentro!!!
    un bacio grande e un forte abbraccio a tutte, io sono sempre con la testa quì da voi. dai che ce la facciamo!!!!

  805. Azimut dice:

    Girasole che bello il tuo racconto, che emozione. Assapora tutta la tua vittoria, te la sei conquistata, meritata. E hai fatto vincere anche noi perché ci hai dimostrato che è possibile… Grazie

    Silvia le lacrime stanno scendendo a me nel leggere le tue parole, non so cosa dirti, vorrei solo essere lì con te e stringerti forte. Dobbiamo ricominciare ora insieme. Il racconto di Girasole può aiutarci a comprendere che dopo tanta sofferenza arriverà il momento in cui si apriranno nuovi scenari e nuove possibilità. Ieri è andata così, oggi si riparte e ce la faremo. Lo sai che non ti lascio.

    Chiara* prova a pensare che invece hai dato ai tuoi genitori una grande opportunità per riavvicinarsi a te, quella che magari sono andati cercando e non trovavano. A volte il dolore ci porta a chiuderci nel nostro mondo, ad esacerbare ancora di più i sentimenti e ci impedisce di fare quel passo che invece potrebbe spalancare le porte all’altra, all’altro. Non credo proprio che i tuoi ti staranno più vicini per senso del dovere o perché sanno che stai male, lo faranno perché tu li hai messi in condizione di poterlo fare. E’ un regalo che hai fatto a te stessa e a loro. Non cercare di frantumarlo coi sensi di colpa e coi dubbi

    Maria Letizia coraggio, spero di risentirti presto entusiasta e combattiva. Spero di rileggere i tuoi piacevoli “papiri”, mi mancano ma soprattutto stanno a significare che stai meglio

    Miele non avresti potuto spiegare meglio la mia confusione e quello che provo

    Aleph curiosone, vuoi sapere cosa ho mangiato… ieri sera mezza piadina con gli spinaci, un kiwi e un cucchiaio di gelato.

    Ilaria ma che sogni fai…. :-)

    Luna Blu complimenti per la gara…e per la tua schiera di conquiste….

    yris guarda di riacchiapparlo nella memoria quel sogno perché voglio sapere proprio tutto, nel frattempo ti mando un abbraccio che ti avvolga tutta

    Amira se ti va di raccontare o anche solo di esprimere un sentimento, un pensiero…ti aspettiamo

    Marianna ti penso….

    Polla, la storia della sogliola scondita senza contorno meglio senza la sogliola resterà per sempre nella nostra memoria, credo che non ci sarà volta che ordineremo un piatto senza pensarci

    un saluto e un bacio a tutte

  806. miele dice:

    Ciao Chiara*, ti sono vicina, non solo con la mente. Spero che i tuoi genitori rispettino il tuo star male e ti possano essere di qualche aiuto, fosse anche solo in senso pratico.

    Azimut: ok, avevo immaginato che fosse così perchè nei post degli ultimi giorni abbiamo parlato spesso dei nostri gusti alimentari e chi è in fase restrittiva può andare in confusione quando gli si fa tornare in mente che esistono cose come il cioccolato, la pizza, la pasta al sugo, il risotto e altro. Quando si rendono conto, come in un brusco risveglio, che quelle cose sono accessibili, sono nella loro cucina, ma loro hanno stabilito di non poterle toccare, fino a disattivare qualunque contatto con esse. Dunque la tua confusione è più che normale. La su abbatte pian piano, vincendo delle piccole paure di contatto con certi cibi “proibiti”…iniziando pian piano ad avvicinarli, a ri-provarli. Ci siamo noi vicino a te, non succede nulla. Anzi: tutte noi abbiamo paura che succeda La Cosa: l’aumento di peso. E’ un processo che probabilmente si verificherà – in modo e tempo diverso per ognuna – se si ricomincia a mangiare. Ma, come nota bene polla, sta a noi se farne Il Problema o no.

  807. Azimut dice:

    Miele ti ammiro sempre infinitamente per la lucidità con cui riesci a comprendere le situazioni anche da pochi indizi o affermazioni. Si vede che il tuo percorso lo stai affrontando con una grande capacità di elaborazione, non solo col corpo per intenderci ma anche con la mente. Per quanto mi riguarda direi che è proprio così, in questi giorni sto mangiando abbastanza rispetto agli standard dei mesi scorsi, però ci sono cibi che non posso concedermi, sono inavvicinabili, proibiti. Non me li merito. In fondo cosa succederebbe se mangiassi un quarto di pizza, ieri sera non ho forse mangiato mezza piadina farcita? E perchè mangio due fette biscottate ma non mi concedo un frammento di pane? Perché posso mangiare mezzo piatto di risotto ben sostanzioso ma non pochi grammi di pasta scondita? Perché il gelato sì e altri dolci assolutamente no? Insomma, la situazione è parecchio complicata

  808. miele dice:

    sì, la situazione è parecchio complicata. tali siamo noi. ma pian piano si può provare a sbrogliarla.
    perchè mangio tanto cioccolato, ma non bevo quasi mai la cioccolata calda? perchè non riesco ad avvicinarmi alle patate lesse, ma non ho problemi a condire abbondantemente un piatto di insalata? perchè se mangio una merenda diversa dalla solita (ma con esattamente le stesse calorie, ho guardato per curiosità e ho scoperto la coincidenza), mi sembra di sentire il viso già più gonfio? Perchè il caffè dolcissimo ma zero zucchero nel thè?
    Come vedi, non sei la sola ad esser in una situazione complicata…ci navigo dentro da tanto :)

  809. claudina dice:

    Buongiorno a tutte…ho letto i vostri post e vi sono vicina…oggi e’ lunedi,ritornano gli schemi; nel fine settimana ho mangiato tanto dal mio punto di vista,mangiato normalmente per quanto riguarda chi mi sta vicino..inutile dire che mi sento in colpa che mi vedo enorme..son sempre le stesse cose…stanotte mi son svegliata 2 volte..tutta sudaata..lenzuola bagnate..io completamente coperta d’acqua..ero in slip e reggiseno..riscaldamento spento..boh..nn so che sia..ho fatto un bruttissimo sogno: stavo preparando la camera dove mettere la bara di mio papa’..ma lui e’ morto da tempo…ieri sera per la prima volta,ho avuto la tentazione di vomitare la cena..poi per fortuna mi sono addormentata…

  810. Chiara* dice:

    Mi sento completamente persa. In balia del nulla.
    Vorrei chiudere gli occhi. E basta.

  811. claudina dice:

    CHIARA: questo e’ un effetto collaterale dei farmaci che prendi?se e’ cosi’ cerca di resistere,probabilmente i primi tempi sara’ cosi’ ma in futuro arriveranno i benefici e spariranno queste brutte sensazioni…ti abbraccio.

  812. Ele.T. dice:

    ciao, mi chiamo Ele.T. Leggo questo sito per la prima volta.
    Leggo per rendermi conto di non essere sola, di non essere la sola a trovare il cibo la realtà magnifica del mio mondo e nello stesso tempo la causa del mio dolore, oppure la conseguenza del mio dolore, oppure non lo so. Il cibo è il tutto, senza mi sento persa. Me sento persa se non mangio ciò che voglio, e se mangio? mi sento persa e sola per aver mangiato tutto.

  813. Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!

    Azimut, certo che sono curioso!!!E sono estremamente soddisfatto della tua risposta…mi piaci proprio tanto in questi giorni!

    Miele, sono d’accordo con Azimut, i tuoi post sono sempre molto lucidi, razionali, belli, intensi. Hai una grande capacità di capire le situazioni, le sensazioni e di trasportarle su questo schermo. Ora ti propongo una sfida: entro la fine della settimana, una patata lessa me la mangi?Una sola, per cominciare…

    Silvia, oggi ti rialzi, fai un respiro profondo, cacci via tutti i brutti pensieri e inizi a camminare, ok?Non preoccuparti per quello che è successo ieri, non è una cosa di cui vergognarti e non ti devi buttar giù. E’ successo, e ora STOP. Un altro giorno.

    Pinaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!Sono straextraipercontento che tu ci abbia scritto!Stammi bene!!!!!!E senti/vedi Vaniglia se riesci (non so se hai letto gli ultimi scambi di post con lei)…

    Vaniglia…………ti penso

    Marianna, stai ancora festeggiando per l’esame??????Eheheheh…

    Polla!Mannaggia, io la sogliola non la amo granchè, quindi il piatto senza sogliola lo ordinerei davvero!

    Girasole, buona giornata!

    Nessuno, scrivici…

    Amira, come stai?

    Laura?

    Chiara, quegli occhi non chiuderli. Apri la finestra, guarda verso il cielo, fai un respiro profondissimo, senti l’aria fresca entrarti dentro ed espirando sentila portarti via tutti questi pensieri che ti fanno male. E poi sorridi. Sono qui.

    Luna, buon inizio di settimana!

    Yris, cosa combini??????Cioè, sogni Azimut e non me??????Ora sono triste…sob sob…

    Claudina, non ripensare al weekend, è andato, hai mangiato normalmente. Punto e basta. Ora è lunedì, programmi per la giornata?

    Uhmuhm, dove sei?come va?

    Ora scappo a cucinare…

    Buon pomeriggio

    Aleph

  814. Aleph dice:

    Ele.T. benvenuta!!!!!
    Hai fatto bene ad iniziare a scriverci!Raccontaci qualcosa di te se ti va…
    Non farti problemi ad aprirti, a scrivere cose belle o brutte, pensieri brutti o altro. Siamo qui tutti apposta per parlare liberamente. Stai sicura che tempo qualche giorno e ti sentirai perfettamente a tuo agio…

  815. claudina dice:

    ciao Aleph:) sei davvero sempre molto caro..si il w.e. e’ andato…programmi per la giornata? no…stamattina pulizie in casa..oggi nn lo so..difficile anche fare programmi quando la testa e’sempree puntata su quel pensiero fisso..
    Benvenuta ele.T.

  816. silvia dice:

    Buon giorno, grazie delle vostre parole, la triste<<a di ieri c'è ancora, la delusione x me stessa, x la mia incapacità, ma una settimana è appena iniziata ed è lunga, nn posso restare in stallo così.

    Azimut grazie! Insieme…

    Miele si, scelte consapevoli ke nn ho purtroppo e ke nn trovo.

    Chiara cm t'hanno già suggrito, nn sentirti in colpa x loro, io credo ke gli hai fatto un dono: quello di regalargli la possibilità di poter essere coscienti del problema ed esserti vicino, quello di poter cambiare le cose.

    Vi penso.

  817. miele dice:

    Ciao Ele.T, benvenuta: ti va di raccontarci un po’ di te e del tuo malessere?
    Siamo qui ad accoglierti.

    Silvia provi a raccontarmi un po’ come trascorri concretamente le tue giornate, che cosa succede in casa tua, se hai un’amica del cuore, che cosa ti piacerebbe fare un giorno come lavoro? Sono molto curiosa, dici sempre poco di te…secondo me non ti valorizzi abbastanza.

    claudina parli delle tue auto-imposizioni (es. lunedì= inizio di una nuova restrizione) come se fossero una rete clata sulla tua testa. al momento ti senti del tutto impotente o credi di poter fare qualcosa per iniziare a liberarti?

    Aleph, ovviamente raccolgo la sfida. verso il fine settimana ricordati però di chiedermelo se l’ho mangiata, altrimenti potrei scordarmi di dirtelo.

    Oggi ho cucinato per me sola. nonostante avessi mangiato due volte stamattina, sono arrivata a pranzo con una bella fame. sento di aver semplicemente soddisfatto la fame, quindi pochissimi sensi di colpa. tra poco mi prendo anche il dolcetto, cercando di evitare la tentazione di sostituirlo alla merenda del pomeriggio.

    Chiara*, Francesco sa della cura farmacologica? Cosa ne dice? Passa una giornata migliore possibile. Ti penso!

  818. claudina dice:

    MIELE: Al momento sono impotente davanti a questa cosa..non riesco nemmeno a capire il perche’ restringo tutta la settimana e poi dal venerdi in poi fino alla domenica sera riesco a mangiare..e’ una cosa totalmente stupida..prendo peso nel fine settimana e poi tutta la settimana dopo lavoro su di me per perderlo..nn ha senso..anche se sinceramente penso che in tutta sta cosa di sensato ci sia ben poco…

  819. laura dice:

    ciao ele t. ben arrivata, raccontaci tutto quello che ti senti di dirci, siamo quì ad ascoltare.

    chiara, spero che oltre agli effetti collaterali i farmaci ti aiutino un pò. miraccomando con l’alcol, chiaro?!!!! non si scherza se assumi psicofarmaci. ti abbraccio forte, ti sono vicina, sinceramente vicina.

  820. Chiara* dice:

    Dovevo andare in palestra ma non ne avevo voglia.
    Così ho cercato di SENTIRE quelle che sono le mie reali necessità e pulsioni, come mi ha suggerito la psichiatra e non ci sono andata.
    Inutile dire che ora mi sento in colpa.
    Ho pranzato, cercando di fare un pasto decente. Sempre all’ interno dei miei schemi.
    Ho la nausea. Quelle pastiglie mi tolgono la fame.

    Claudina no, non è solo l’ effetto del farmaco. E’ semplicemente il mio essere. Sempre così vuota, così angisciata, così alla ricerca di qualcosa che non so cosa sia.
    Tu piuttosto, come stai? Ti prego, cerca di mangiare qualcosa.

    Ele T. benvenuta. Non sei sola, hai visto? Il tuo dolore e le tue paure sono comuni a tutte noi. Apriti.

    Silvia vorrei poter fare qualcosa per te. Vorrei smuoverti dallo stato di immobilità in cui ti trovi. Vorrei prenderti per mano e portarti fuori da tutto questo ma non posso. Nessuno può farlo. Solamente tu.
    Non sentirti delusa e colpevolizzarti. Cerca invece di prendere ogni sconfitta come un insegnamento. Cerca di alzarti e di cambiare le cose. Piano piano.
    Fallo per te.

    Aleph grazie. Sei una presenza importante per me e per tutte noi.
    Riesci sempre a strapparmi un sorriso.

    Miele cosa ti sei cucinata di buono oggi? Quanto vorrei avere la tua razionalità nell’ affrontare le cose.
    Sì, Francesco sa della cura. Pensa che l’ unica cosa che devo fare è cercare di stare meglio e se ora questa può essere una delle strade per riuscirci vuole che la intraprenda.

    Yris le tue parole mi hanno davvero toccata. Grazie per avermele dedicate.
    Io spero tanto che qualcosa possa cambiare ora. Ma considerando i pensieri assurdi che mi stanno passando per la testa e le sensazioni che provo… ho i miei dubbi. Comunque da qualche parte bisognava pur iniziare.

    Azimut i sensi di colpa… io ho sempre vissuto con i sensi di colpa. Per tutto.
    E’ la mia incapacità di prendere delle decisioni, la mia incapacità di assumermi le responsabilità delle mie scelte che mi porta ai sensi di colpa.
    So che in questo caso dovrei metterli da parte ma non ci riesco.
    E la vergogna… mi sta uccidendo.

    Pina che bello risentirti! Grazie per essere passata! Buon San Valentino anche a te!

    Mi butto un po’ a letto. Poi devo tornare in studio e stasera turno in palestra.

  821. Chiara* dice:

    Laura finalmente! Mi stavo preoccupando… in questi giorni ti ho letta così poco.
    Sei guarita?
    Grazie per esserti preoccupata. Sì, tranquilla. Con l’ alcool devo darmi una regolata. Lo so.
    Anche se…a volte la tentazione di provarci è grande. Ma sappiamo che sarebbe l’ ennesima scorciatoia per scappare dal dolore.

    Ti abbraccio

  822. miele dice:

    Claudina: esatto, il senso razionale è del tutto escluso da queste dinamiche. Se siamo guidati dall’obiettivo della compensazione, se quello deve essere il risultato, allora i percorsi che ci portano a far quadrare i conti possono essere anche esempi di pura contraddizione. Io mi sento preda della contraddizione, quando agisco per compensare. Continua a riflettere su questo tuo meccanismo settimana-weekend…chiediti che cosa c’è, nel week-end, che ti fa sentire in diritto di mangiare di più. Stai forse emulando le persone che lavorano come pazze durante la settimana (fatica, poco tempo per dormire, mangiare, rilassarsi), e nel weekend si concedono riposo, buon cibo, pause, godimento?

  823. claudina dice:

    MIELE: No miele,non sto emulando le persone che lavorano tutta la settimana,anche se ovviamente ho il senso di colpa di non portare soldi a casa visto che al momento nn lavoro,ma tutto sommato sono abbastanza soddisfatta di quello che riesco a fare in casa,nel senso che forza o meno ,nn sto mai ferma praticamente perche’ insieme agli schemi alimentari da mantenere,ho sviluppato una mania ossessiva per l’ordine e la pulizia,le mie giornate le passo a pulire e a riordinare fino allo sfinimento…poi passo in cucina.torte,dolci vari,primi,secondi…ovviamente che io nn mangio…arrivo a sera che sono cotta…poi al venerdi ..puff…finisce tutto..libera di mangiare…mentre gli altri schemi continuano…si pulisce,si cucina fino a ore assurde..e cosi’ via…

  824. claudina dice:

    CHIARA: Ti prometto che cerchero’ di mangiare qualkosa..tu promettimi che cercherai di non sentirti cosi’ vuota..sei una persona splendida…te lo dico col cuore…nn cedere alla tentazione dell’alcol..con i farmaci che prendi sarebbe deleterio…nn risolve nulla bere alcolici..io mi ammazzo di sigarette e caffe’ tutta la settimana come una cretina…con che risultati? mezzo enfisema e tachicardia costante…

  825. silvia dice:

    Laura sn contenta di sentirti.
    Chiara grazie, ti sento vicina…forza, insieme, ok?

  826. claudina dice:

    CHIARA. Rileggendo quello che hai scritto…questa continua insoddisfazione…questa continua ricerca di qualcosa…mi fa pensare chiara..cioe’ non voglio emulare psicologi o psichiatri..ma l’insoddisfazione non e’ che ce la inventiamo perche’ non abbiamo altro a cui pensare no? l’insoddisfazione puo’ anche derivare da una vita che non e’ quella che vogliamo..ci accontentiamo ma…non ho letto tutta la tua storia,sono sincera,ma,la vita che stai conducendo( depressione e d.c.a. a parte) e’ quella che tu desideravi? lavoro-amore etc.? e’ solo per cercare di capire chiara..ti abbraccio.

  827. Ilaria dice:

    Benvenuta Ele.T., spero ti troverai bene qui con noi, ormai è come una grande famiglia, sempre più allargata direi :-)

    Claudina, non pensare di essere l’unica ad assumere atteggiamenti che ti sembrano assurdi, credo che tutte, chi più chi meno, ci siamo dentro fino al collo. Ognuna si costruisce intorno a sé una rete di comportamenti basati sulla propria esperienza, sui propri desideri e sulle proprie paure. Bisognerebbe mettersi qualche volta a tavolino e ragionarci un po’ su, si capirebbero molte cose, e forse pian piano si capirebbe anche come smantellare questa rete, maglia dopo maglia. È un lavoraccio, ma non sei tenuta a farlo da sola ;-)

    Chiara, secondo me hai fatto bene a non andare in palestra, hai semplicemente assecondato un tuo pensiero del momento, e per stavolta quel pensiero non era poi così negativo e distruttivo, non sentirti in colpa per questo. Solo sono preoccupata per come stai reagendo alla terapia, fatti consigliare dal medico a riguardo.

    Ciao Laura, va meglio ora?

    Buona giornata Pina, Yris, Miele :-)

    Aleph, se vuoi scrivimi il tuo contatto FB all’indirizzo [email protected], a me farebbe molto piacere. Vale anche per chiunque mi voglia scrivere eh!

    Per quanto riguarda me, sono un po’ in alto mare… dopo il cornetto (grande strappo alla regola, niente merendine per me, se non quando le cerco per abbuffarmi…), mi sono preparata pasta e fagioli al posto della zuppina triste di verdure che avevo preventivato per compensare il suddetto cornetto. Insomma, sto rompendo gli schemi e mi sento un’angoscia addosso che metà basta. Il mio fidanzato, sant’uomo, mi ha proposto di uscire a cena stasera. Ma non in un locale: mentre sarò dalla psicologa mi preparerà una cosa che mi piace e ci porteremo la cena al sacco al mare… se non è amore questo!

  828. Azimut dice:

    Ilaria cena al sacco al mare. Cosa c’è di più bello. Sai che nei mesi di giugno e luglio lo faccio praticamente tutte le sere? Beh, poi magari la mia cena al sacco si concretizza in uno yogurt o in un po’ di frutta, ma almeno è davanti a un tramonto sul mare

  829. Azimut dice:

    Laura piacere di risentirti. Ti sei ripresa?

    Ele T. benvenuta anche da parte mia

  830. Aleph dice:

    Miele, non ti preoccupare che te lo ricordo!!!!Allora andata, una patata lessa da qui a domenica…

    Ilaria, ci devo pensare se dare il mio contatto fb…non perchè non mi fidi, anzi, il contrario. Ma non vorrei che, in qualche modo, la mia amica venisse a scoprire che io scrivo su questo blog, parlando, a volte, anche di lei. Penso la prenderebbe male, quindi voglio pensarci un attimo prima di dartelo. Ok?
    Cmq approvo alla grande la cena al sacco al mare!!!!Vorrei farla anche io!

  831. Chiara* dice:

    Claudia la mia insoddisfazione, il mio non sentirmi parte del mondo, il mio essere sempre alla continua ricerca di qualcosa senza nemmeno sapere cosa sia… non lo so da cosa derivano.
    Sono sincera quando lo dico.
    In questo momento posso dirti che sì, sono insoddisfatta della mia vita. Totalmente. Ma so anche che è la malattia a farmi pensare questo.
    So che se mi mettessi a tavolino e provassi a riflettere lucidamente, troverei mille e uno motivi per essere felice.
    Eppure non lo sono.
    L’ unica cosa che mi da la forza per andare avanti è l’ amore per Francesco.
    Il resto non ha più nessuna funzione.
    Non provo interesse né piacere per niente. Nemmeno per tutto quello che ho sempre amato.
    L’ unico pensiero costante insieme all’ angoscia è il cibo. Occupo le mie giornate cercando di fare schemi mentali su come organizzare i pasti, su cosa, come, quanto, quando mangiare.
    Perché sul cibo e sul corpo posso proiettare completamente il controllo. Controllo che devo avere per non perdere la testa.
    Questa è l’ unica spiegazione che sono in grado di darti ora.

    Azimut mi siederei anch’ io con te in riva al mare una sera. Dev’ essere bellissimo… perché non ti concentri su queste belle sensazioni?

    Ilaria che dolce il tuo fidanzato… noi non faremo niente stasera. Io lavoro e quando finisco è troppo tardi per uscire per lui.

    Silvia… insieme.

    Buon pomeriggio angeli.

  832. claudina dice:

    CHIARA: mi ritrovo in graan parte di quello che scrivi sai? per quanto riguarda i tuoi schemi…io vivo in funzione del cibo…e’ la mia ossessione..mangio? nn mangio? quanto devo mangiare per nn ingrassare? e se mangio quello? e se nn lo mangio nn e’ meglio? riflettendo sulla mia vita…no..non sono soddisfatta..almeno non piu’..forse e’ quello che reprimo e che sfogo con il cibo..non lo voglio ammettere..ma in realta’ e’ cosi’..credo che una persona che ha fatto quello che ho fatto io,cioe’ cambiare totalmente il suo aspetto fisico,dimagrendo troppo,cambiando tutto quello che ho cmbiato,abbia costruito un’altra persona…e non solo perche’ non era contenta del proprio aspetto fisico,poco m’importa di quello,ma perche’ in realta’ voleva cambiare altro,ma non potendolo fare,ha fatto la cosa peggiore…ha fatto scomparire la persona che era,ne ha costruito un’altra,non risolvendo nulla,perche’ la mia vita e’ sempre quella di prima…

  833. Chiara* dice:

    Claudia rifletti su ciò che hai scritto: hai costruito un’ altra persona.
    Ma ora chiediti: questa persona è realmente quello che desiderava essere?

    E’ molto molto forte quello che hai espresso con le tue parole.
    Ci costruiamo un personaggio? Credo sia davvero così.

    Devo scappare.
    Vi stringo

  834. claudina dice:

    ILARIA:sono d’accordo con te,bisognaa ragionarci su..e ci ragiono sai..molto spesso..ogni giorno..so che e’ un lavoro che nn posso e nn devo fare da sola..ma per ora sono sola…
    CHIARA: so che quello che ho scritto e’ molto forte…e ci ho pensato molto prima di scriverlo…l’ho fatto qui…ma questa e’ la realta’…forse pensavo che cambiando il mio aspetto fisico cambiasse anche il resto..non e’ cosi’…e’ un ragionamento assurdo,contorto…ora non gestisco piu’ nulla,tantomeno il rapporto col cibo…e se la cosa fosse cambiata? cioe’,se adesso che sono cambiata radicalmente,quello che continuo a fare fosse una mia sorta di punizione per non essere piu’ la mogliettina perfetta e la mamma onnipresente di prima?prima venivano sempre gli altri,io mi sono annullata per la mia famiglia…erano anni che nn mi compravo un vestito…che non andavo dal parrucchiere…che non pensavo un po’ a me..vivevo per loro…e annullavo me stessa…10 anni di attacchi di panico…soffocati da ansiolitico e cibo…lavoro,casa famiglia…una suocera che in 20 anni di matrimonio non ha fatto altro che disprezzare ogni cosa che facevo,ogni vestitino che compravo ai miei figli…ogni cibo che cucinavo…nessuno con cui parlare ..mai..perche’ non ho fratelli o sorelle e i miei erano gia’ morti…sola…sempre sola con me stessa…sempre…certo,mio marito mi ha sempre voluto bene,non posso recriminargli nulla…e infatti la colpa di quello che sta succedendo la do solo a me stessa…in quanto alla vita che ho vissuto fino a 2 anni fa,forse penserete che e’ la vita che vive la maggior parte delle persone,che nn c’era niente di cosi devastante da portarmi a questo…e invece io ci sono arrivata…forse sono solo una stupida egoista..ma tant’e'…

  835. yris dice:

    cena al sacco al mare!!!!
    ilaria!!! dove li trovi più gli uomini cosi..
    :-)
    portatevi anche un sacco a pelo termoriscaldato..
    non si sa mai ..
    ;-)

  836. silvia dice:

    Claudia, nn 6 egoista…credo ke tu abbia fatto l’analisi migliore…nn potevi…o meglio, nn riuscivi a cambiare a certi aspetti della tua vita e hai cambiato te. Ma ora ke sai queste cose dovresti concentrarti sul cambiamento di quese…eri sola, 6 sola, cerca interessi e nuovi amici, torna a lavoro, ma fà una cosa ke possa appassonarti…questi sn i passi da fare, li conosco bene xkè sn quelli ke spettano a me, cm credo a molte di noi…il cibo nn centra nulla, l’abbiamo preso di mira xkè + a portata di mano, il nostro corpo + a nostra portata di mano…ma nn è così ke funziona…

    Chiara buon proseguimento…sii te stessa, l’insoddisfazione la conosciamo bene, ma parti da Francesco, hai una cosa positiva, lui è già un punto a tuo favore, qlc ke ti tiene attaccata alla vita e cerca di costruire qlc intorno, ora ke hai il sostegno di tutti i tuoi cari nn avere paura di sentirti fragile e fai dei piccoli tentativi.

    Azimut anke io vogrrò vedere un giorno quel bel mare.

  837. Viola dice:

    @Claudia leggendoti mi è venuto in mente questo pezzo, ma può valere per tutte, ripreso da “donne che mangiano troppo” della Gockel, che ti trascrivo perchè non importa il tipo di disturbo alimentare, mangiare troppo o mangiare niente; l’idea di avere una -sè grassa- e una -sè magra- è comune, e quasi mai una delle due coincide con l’immagine reale di noi stesse:

    “Durante la seduta faccio con Anna (la paziente) un esercizio di rilassamento e propongo una “fantasia grassa” tratta dal volume di Susie Orbach, “noi e il nostro grasso”.
    Consiste in questo: Anna deve immaginare di essere ad una festa e di diventare sempre più grassa, sempre più grassa fino a essere quasi una palla. “Mi descriva come si comporta alla festa, se sta in piedi oppure seduta e se parla con qualcuno. Cosa vorrebbe fare e cosa potrebbe fare in questa situazione per sentirsi a suo agio?”

    “Adesso provi a immaginare di essere magra e di diventare sempre più magra, finchè ha raggiunto la linea ideale. Si trova alla stessa festa. Adesso cosa succede, che cosa indossa, che cosa fa?”

    -Ho omesso la descrizione delle fantasie di Anna per non influenzare, perchè ognuno possa immaginare se stessa a quella festa. -

    Il capitolo conclude con una postilla : “Se questo esercizio viene fatto da donne o da uomini non soggetti a disturbi mentali, nella fantasia cambia in genere soltanto la taglia dell’abito, non c’è obiettivamente motivo per ulteriori differenziazioni.”

  838. Ilaria dice:

    A dopo, il mio fidanzato mi ha detto che oggi, prima ancora di amare lui, devo amare me stessa, quindi mi porta a bere la cioccolata al peperoncino che da tanto desideravo. Senza parole… almeno per un giorno voglio poter assaporare con calma ciò che di solito mi nego o, peggio, ingurgito senza limiti e senza sentir nessun sapore.

    Aleph, non preoccuparti, non voglio crearti nessun disagio. Resta valido comunque l’invito a scrivermi ;-)
    Claudina, anch’io in pratica uso il cibo come ansiolitico, per non pensare a tutte le insoddisfazioni, i dolori, la solitudine, i fallimenti della mia vita. Ma bisognerà pur trovare un’altra via!

  839. claudina dice:

    SILVIA: Non posso cambiare le cose che nn vanno nella mia vita silvia…forse per questo l’unica alternativa che mi sembrava possibile era cambiare me stessa..in quanto a trovare lavoro,ci provo da quando ho perso l’altro(ho solo concluso prima il contratto che era di tre mesi perche’ non ce la facevo fisicamente) ma non riesco a trovare nulla…solo porte in faccia..ma ogni giorno provo a cercare qualkosa..fino adesso ho trovato solo pulizie,ci sono sempre andata,non mi interessa anche se il lavoro e’ pesante…io nn voglio stare a casa…mi sento morire…
    VIOLA: Ti do la mia risposta,se fossi sempre piu’ grassa,mi metterei nell’angolo piu’ nascosto che c’e’..ovviamente non cercherei di relazionarmi con nessuno,perche’ penserei che nessuno mi prenderebbe in considerazione(io grassa ci sono stata…)
    se fossi magra,con una linea perfetta,mi sentirei completamente a mio agio,e non avrei nessun problema ne’ a ballare ne’ a relazionarmi con gli altri…ora spero di nn passare per quella che da importanza solo all’aspetto fisico..perche’ nn e’ cosi’…

  840. Viola dice:

    No no Claudina… è più o meno la risposta che avrei dato anche io e la stessa risposta che dà Anna, la paziente del libro.
    Penso che la darebbero molte altre che hanno disturbi alimentari.
    Il grasso corporeo può essere oggettivo (tu dici di essere stata grassa, e anche io lo sono stata) o soggettivo (a un peso bassissimo ci si sente ancora grasse) ma gli diamo un significato diverso dalla mera estetica. Se ci pensi, cosa c’è di esteticamente bello in una persona che vuole veder scomparire il proprio corpo? Racchiude ben altro la tua risposta… nient’affatto superficiale.
    Su questo ti incitavo a riflettere. Perchè crediamo che possiamo cambiare dentro o in relazione agli altri, cambiando il nostro corpo?

  841. Ele.T. dice:

    Ciao a tutti! Siete in tanti e ho appena iniziato a leggervi, non vi ho ancora memorizzato, mi date un po’ di tempo? Vero?!! Come già scritto mi chiamo Ele.
    Sono obesa: peso 111 kg, sono alta cm 1.73 e la mia circonferenza vita è di cm 116 e bla bla bla tutte queste cose mi mandano fuori di testa.
    Da alcuni anni sono in terapia. La terapia è iniziata per disturbo di attacchi di panico. Dopo qualche mese gli attacchi di panico sono passati e non sono più tornati. Ho iniziato la terapia che pesavo kg 85, avevo già iniziato ad ingrassare qualche mese prima degli attacchi di panico. Ora dopo due anni peso 111 kg.
    Il medico mi ha diagnosticato una bulimia nervosa.
    Prendo 2 capsule di fluexetina al giorno che mi aiutano a non avere sbalzi di umore.
    Rifiuto uso di farmaci che mi sono stati consigliati, vado agli incontri terapeutici perché così mi sembra di fare qualcosa per me stessa, poi tutto termina lì. Non faccio altro. Mangio di nascosto e rifiuto il problema. Non lo vedo. Tutti me lo fanno notare, spesso piango di fronte ai mie familiari e dico loro di voler risolvere il mio problema ma appena sola mangio mangio mangio e vado personalmente a buttare nel cassonetto i rifiuti per non far vedere cosa mangio agli altri. Mi comporto come se non amassi chi ho vicino, li prendo in giro e provo soddisfazione nel mangiare mentre loro non se ne accorgono. A ma piace credere che loro non se ne accorgano. Sono arrivata al punto che dopo un altro colloquio all’ospedale di Cesena per essere seguita da dietista, mi hanno proposto il palloncino perché dopo essere scoppiata a piangere e dopo avermi detto che non ho voglia di dimagrire, non ho stimoli ma solo un muro che mi si alza di fronte il palloncino potrebbe aiutarmi a mangiare meno e ad andare a sfogare la mia rabbia in palestra. Ora in palestra non ci vado, non mi interessa, non mi interessa niente, e l’idea di non poter mangiare quello che voglio e quando voglia mi manda fuori di testa. Sono pronta per mettermi il palloncino? Non voglio mettermi nulla nello stomaco se non cibo che mi gratifica e gratifica e gratifica. Dopo essere ingrassata 25 kg come si fa a sapere cosa fare? Mi danno fastidio tutti e poi mi metto a leggere qualcosa sulla bulimia, sull’obesità come se la sola lettura mi facesse dimagrire e non essere tormentata dal resto del mondo. Questo non significa che mi accetto così cicciona come sono, sono grassa e non mi guardo di certo allo specchio. Ho il fiatone quando mi allaccio le scarpe, mi vergogno a fare sesso con il mio compagno e penso che presto se ne andrà via con una donna bella e allegra e con poche ossessioni. Lui mi impone di scrivere quello che mangio quando lui non c’è perché poi possiamo leggere insieme ma io mi vergogno e non sempre scrivo quello che mangio davvero. Chi prendo in giro in questo modo? Chi può fidarsi di me? Le persone che mi vogliono bene per quanto potranno volermi bene se io le sfido in continuazione e dico sempre domani domani domani mangio meno, da domani mangio poco, ora mangio un altro po’.
    Non so cosa devo fare.
    Grazie per avermi letto.
    Ele

  842. claudina dice:

    VIOLA:non lo so viola,non lo so…credo che ci sia un’insicurezza di base…poca autostima…forse perche’ tante persone ti considerano in base al tuo aspetto fisico..sparo a caso perche’ la risposta non ce l’ho..io so che odio il corpo che avevo prima..odio la persona che ero prima…il mio caattere e’ cambiato ,non solo il mio corpo…ora non mi interessa piu’ cosi’ tanto degli altri…non perche’ sia diventata cattiva…Oddio..a volte mi sento pure cattiva..ho una gran confusione in testa..io voglio con tutta me stessa continuare ad essere quella che sono ora..e vivo nel terrore di ritrovarmi addosso i kili di prima…lo so che un corpo devastato nn e’ bello,che puo’ creare ribrezzo e pena negli altri..ma io voglio il corpo che ho adesso,voglio essere la persona che sono diventata ,non vorrei piu’ essere quella di prima…

  843. Viola dice:

    Ciao Ele…
    da quel che leggo i tuoi familiari fanno molta pressione sulla cosa. Dato che sei in terapia, non gli hanno suggerito di allentare un pò la tensione?
    Dici tu che li prendi in giro mangiando di nascosto e ne ricavi soddisfazione.
    Poi però tu ci stai male giusto? Punisci loro di qualcosa ma in sostanza la prima che punisci è te stessa.
    Intanto credo sia fondamentale iniziare a pensare che la vita è la nostra e non quella di qualcun’altro (stai ben attenta: parlo bene ma razzolo male, scrivo delle cose per dirle anche a me stessa), che nessuno può decidere al posto nostro, nè condizionare le scelte.
    Conosco diverse ragazze che ce l’hanno fatta in modo sano senza ricorrere al palloncino, che non è una passeggiata, certo deve scattarti una molla che và oltre la forza di volontà. Tu almeno razionalmente, vorresti toglierti l’ossessione per il cibo come anestetico, o senti invece di non poterlo lasciare?

  844. claudina dice:

    …dicevo che il mio carattere e’ cambiato…prima nn mi muovevo di casa da sola,ora non vedo l’ora di essere sola,niente mi fa paura,viaggio,andavo in palestra,avevo il terrore delle lampade uva,ora se potessi ne farei 1 al giorno..vorrei prendere e andare…certo,dopo un po’ di ore mi manca la mia famiglia,ma appena entro in quella casa,in quell’ambito…di nuovo mi sento soffocare…tutto reinizia,restrizioni,schemi,ipercontrollo su tutto…

  845. Viola dice:

    claudia… dalle tue parole leggo che sei entusiasta del tuo corpo e di chi sei adesso. Allora mi domando: cos’è che ti fa soffrire?
    Non è forse che il menefreghismo sia dato da un regime alimentare insufficiente che ti preclude delle emozioni?
    Io quando non mangiavo, me ne sono accorta dopo, ero emozionalmente distaccata e fredda.
    Ti faccio tante domande… ma se rompo le scatole dimmelo eh.. spesso a certe domande si fa fatica a rispondere.

  846. claudina dice:

    ciao ele…ho letto il tuo post…anche io mangiavo per sentirmi bene..non ero mai piena..il cibo mi dava una soddisfazione che guarda…ora non vengo qui a dirti di non mangiare,perche’ io l’ho fatto e sono entrata in una spirale dalle quale non riesco ad uscire,pero’ fondamentalmente penso che il palloncino poco serva a risolvere i tuoi problemi…credo tu debba fare chiarezza dentro di te, e poi cercare di reagire…lo dico a te come se fosse facile,lo so che sembra impossibile,ma non lo e’…con un’alimentazione adeguata puoi raggiungere un buon peso anche senza palloncino ,ci vuole impegno lo so…tanto impegno e magari adesso non sei nemmeno pronta psicologicamente,pero’ tentar non nuoce,forza dai…ti abbraccio.

  847. claudina dice:

    VIOLA: Tranquilla viola.non mi disturbano le tue domande..anzi..mi stai tirando fuori cose che non ammetterei davanti a nessuno credimi e questo puo’ solo farmi bene,perche’ mi rendo conto di tante cose…la psichiatra che mi ha visto prima di natale,mi ha chiesto se nn mi sento in colpa verso i miei figli per quello che sto facendo dal punto di vista alimentare,visto che digiunando parecchio,rischio di lasciarli da soli i miei figli…io gli ho detto che per la maggior parte del tempo quando ci penso,si mi spiace,ma non abbastanza da fermarmi..e lei ha detto quello che hai scritto tu..che non mi spiace abbastanza da fermarmi perche’ sono emozionalmente distaccata dalla realta’..vivo la cosa come se nn mi riguardasse…credo avesse ragione..

  848. claudina dice:

    …anche mio marito mi dice che mi vede spesso fredda..distaccata,come se la cosa nn mi riguardasse..dice che per la maggior parte del tempo mi vede persa con la testa per i cavoli miei ed e’ cosi’ in realta’,nel senso che la mia testa e’ impegnata a gestire calorie,a pensare a come perdere l’etto che ho preso il giorno prima…si io mi piaccio come sono adesso,sono gli altri che mi ripetono all’infinito che sono depereita,scavata,con le okkiaie,che dimostro piu’ anni di quelli che ho…e mi chiedono come faccio a piacermi cosi’…io per la maggior parte del tempo non mi vedo cosi’ magra come dicono..in pochi momenti si…

  849. Luna Blu dice:

    Caludina ma sei tu che mi hai scritto una mail? Mi son un po’ eprsa in questi giorni ;-)

  850. claudina dice:

    no luna,io nn ti ho ancora scritto:)

  851. Luna Blu dice:

    O cavolo…chissà chi mi ha scritto… :-)

  852. claudina dice:

    luna,ma ti hanno scritto una mail senza dirti chi e’ che scrive?:)

  853. Viola dice:

    Considerando che il peso, il mangiare troppo e il mangiare niente, l’attività fisica esagerata, il vomito, il digiuno e altro… sono come se fossero lo starnuto nel raffreddore, solo sintomi, si dovrebbe iniziare ad indagare a monte, anche chiedendosi: perchè ho avuto bisogno di nascondere a me stessa le emozioni? Mi fa paura gestirle e quindi preferisco non provare niente, facendo finta di non essere io stessa a vivere la mia vita?

    Per il mio percorso posso dirti che nel momento in cui le emozioni sono tornate mi hanno travolta, sia positivamente che negativamente. Mi sono accorta delle persone che erano preoccupate e soffrivano per me e di quanto realmente le amassi. Mi sono accorta che il mio disturbo è stato l’unica causa della fine d’una lunga relazione e di un’altra all’inizio, che sono convita fosse l’amore che s’incontra una sola volta, della perdita di molti amici e della perdita del lavoro.
    Mi sono accorta che la mia persona, piaceva ed era molto più importante di un fisico magrissimo e due occhi senza luce.
    Mi sono accorta e ancora mi accorgo, che questa non è vita, perchè ci si nega tutto quello che davvero rende felici.
    Me ne sono accorta da parecchi anni ormai; sono migliorata, ho recuperato qualcosa che mi fa ridere e piangere, ho ripreso contatto con le mie emozioni (che cmq non so lo stesso gestire) ,ma ancora non m’accetto e sono sempre qui dentro al problema, con qualche consapevolezza in più e qualche possibilità in meno che nel frattempo m’è passata davanti e non l’ho colta.
    Ne è valsa la pena? Io spero solo che domani ne uscirò migliore di ieri e più forte di oggi, altrimenti non farei altro che pensare a quanto non ne sia valsa la pena.

    Ho chiacchierato anche troppo per oggi :) … ora vado ad occuparmi dei miei cani.

  854. Azimut dice:

    Mi spiegate come si fa dopo un anno e mezzo di sedute due volte la settimana a dare ancora del lei a una psicologa che ha dieci anni meno di me? Oggi sono entrata e ho detto che vorrei che in quella stanza ci fosse un gatto, il suo gatto (e chi l’ha detto che ne ha uno?). Mi direte, cosa a che fare questo discorso coi dca? Che se non venivo qui a raccontarvelo andavo in bagno e vomitavo, anzi non è escluso che ci vada…

  855. uhmhm dice:

    no azimut, ti prego.
    Non lo fare.

  856. claudina dice:

    no Azimut…dai! resisti!

  857. Azimut dice:

    uhmhm, claudina…ci sto provando…a resistere….grazie

  858. Aleph dice:

    Azimut, com’è il suo gatto?Chiudi gli occhi e prova ad immaginartelo…
    Sai che io li amo?Anche se da piccolo ero allergico, ora mi danno molto meno fastidio e ne vorrei uno…

  859. Marianna dice:

    Ciao a tutte, ciao Alpeh,
    Azimut, credo sia normale che non ti venga di dare del tu alla psicologa, neanche io ci riuscirei. Figurati che io continuo a dare del lei anche ai genitori del mio ragazzo nonostante mi abbiamo pregato da oltre 5 anni di der loro del tu. Non ci riesco, non so.
    Dai, raccontami, come è andata la giornata?
    Quando ho letto il tuo post riguardo alle tue figlie mi si è stretto il cuore. Devi essere una mamma fantastica, ne sono sicura.
    Cosa farai stasera, festeggerai San Valentino con la tua famiglia?
    Ti abbraccio forte!

  860. silvia dice:

    Azimut vieni qui, parla cn me, ci sn , eccomi! racconta dai, cm è andata? il gatto ce l’ha? Io odio i gatti…

    Viola ho letto il tuo ultimo post e mi ci sn ritrovata a pieno…le emozioni ci colpiscono in un modo ke nn sappiamo gestire e xciò l’abbiamo allontanate, ci siamo distaccate…e qnt cose abbiamo perso. Io lo so, io ne so qlc.. amori, amici, opportunità…divertimenti…e cose + leggere…esperienze…qnt vita persa…ma rendersene conto nn sempre serve a far tornare le emozioni, o a saperle gestire…nè tanto meno ad uscire da questo incubo…siamo in cammino, avvolte in piedi, altre a terra…spero cm te ke il domani ci possa vedere vincenti, ci possa vedere finalmente vive.

  861. Azimut dice:

    Aleph me lo immagino tigrato, un bel gattone cicciottello. Io lo sento che ce l’ha un gatto, non me lo dirà mai ma secondo me adora i gatti.

    Marianna io il tu lo darei anche…se mi dicesse che si può. Sono una mamma disastrata, altro che fantastica. Quanto al San Valentino, ti stupiresti se ti dicessi che non ho mai ricevuto nemmeno un regalo in tutta la mia vita?
    Tu come stai?

    Silvia perché odi i gatti? Su questo punto mi sa che noi due proprio non si va d’accordo ;-)

    grazie ragazze, grazie Aleph… se stasera ce la faccio è per tutti voi

  862. silvia dice:

    Azimut Mi facevano dapprima paura, poi skifo…mi sanno di topi cresciuti, ke s’intrufolano dappertutto mutando le proprie forme…e poi nn comunicano affetto…nn so xkè ma ne sn quasi fobica. Io ci sn…forza ke ce la puoi fare…il s. Valntino nn lo reputo neanke io nulla di ke…una festa commerciale…io credo ke l’amore si dimostri x altre vie…e lui qnd t’ha detto ke appoggiava la tua idea di riprendere a scrivere secondo me te l’ha dimostrato. Ora ama tu te stessa e ripercorri quelle idee…
    Io le do del tu, anke xkè a parlare di cose tanto intime cn una a cui poi devo dare del lei nn ci riesco, ma in genere lo faccio cn tutti…do subito il tu…può darsi ke la cosa dia fastidio, ma qnd uso la terza persona in genere è x creare distacco cn quella persona…x nn permetterle d’avvicinarsi a me.

  863. Marianna dice:

    Mi dedico un pò a voi.
    Scusate se in questo fine settimana sono sparita. Ho trascorso questi due giorni riflettendo un pò.
    Ieri ho alzato la voce!Assurdo, non mi era mai capitato di farlo, io di solito sono calma e pacata, quando mi arrabbio tengo tutto dentro, non mi piace litigare, non mi piace urlare.
    Invece ieri, bum!E’ successo. Volevo trascorrere un’oretta della mattinata con la mia mamma, avevamo preso accordi già la sera prima e lei aveva detto di si. La mattina poi è uscita per fatti suoi, poi quando è tornata a casa mi ha detto che non aveva più voglia di scendere. Se volevo, potevo uscire da sola. Bè, la mia voce è uscita prima che il mio cervello la fermasse. Le ho detto che per lei viene sempre prima il resto del mondo, che non mi sono mai sentita considerata, gratificata nè da lei nè da mio padre, che mi sento solo un peso. Lei mi ha guardata come se fossi impazzita, mi ha abbracciata e mi ha detto che avevo un pò ragione.
    Naturalmente, dopo questa sparata mi sono sentita subito in colpa, anzi, per la verità mi sento ancora adesso una bambina egoista che punta i piedi perchè non ha ottenuto qualcosa, però credo che la mia reazione sia dettata dal fatto che ho dentro di me tante di quelle cose che vorrei dire ai miei genitori che non riesco più a tenerle dentro. Ciò che prima vomitavo in bagno ieri l’ho vomitato urlando. E’ un atteggiamento corretto?Non lo so. sono un pò confusa…

    Ho letto di voi e, Polla, mi sono ribaltata dalla sedia per il troppo ridere quando hai parlato della sogliola scondita senza contorno anzi meglio senza sogliola!Mi sono rivista al ristorante, col menù in mano, a scegliere quale pietanza avesse il minor numero di calorie, a chiedere di non aggiungere olio a tutto quello che prendevo, quando magari avrei desiderato una bella pizza con tanta mozzarella!
    Ho letto del tuo tirocinio e cavolo, oltre ad essere davvero interessante credo che ti aiuterà a riflettere ancora di più. In ogni caso, come procede il tuo recupero?Sei una forza della natura!

    Girasole, secondo me questo è destino!!Brava per la pizza, sei stata magnifica!E poi, questo incontro casuale, proprio nel locale in cui sei riuscita a pronunciare la parola pizza, non sarà un segno del destino?Cosa hai provato nel rivederlo?Ti sento felice e questo rende anche me felice!

    Chiara, ammiro il tuo coraggio, ammiro la tua forza. Non so se al posto tuo sarei stata in grado di aprirmi così. Davvero, non sentirti in colpa, anzi, sii fiera di te stessa, sei una bella persona. Spero tanto che i medicinali diano presto il loro effetto benefico e che possano aiutarti ad uscire fuori da questo schifo di malattia. Pensa che hai vicino a te un ragazzo che ti ama tanto e probabilmente adesso i tuoi genitori ti staranno più vicini…ci siamo anche noi che lottiamo con te!

    Ilaria, che bello avere un uomo così romantico accanto!Il mio ragazzo è piuttosto pratico, diciamo che fiori e cioccolatini non sono nelle sue corde, così come sorprese romantiche, però, dai non mi lamento!Divertiti e goditi tutta la serenità che puoi ricavare da questi bei momenti.

    Silvia, coraggio, non scoraggiarti per quello che è successo ieri. Oggi è un altro giorno, si ricomincia!

    Aleph, come stai?Tutto bene lassù tra le montagne? :-)

    Yris, Miele, Claudina, Luna Blu, Viola e tutte, un abbraccio grande!

  864. Marianna dice:

    Ah, Azimut, nemmeno io ricevo mai regali per San Valentino, mal comune mezzo gaudio! :-)
    Scherzi a parte, sono totalmente d’accordo con Silvia, l’amore si dimostra in mille altri modi e tuo marito è stato fantastico quando ti ha spronata a riprendere a scrivere. Certo, ogni tanto ci vorrebbe un pelo di romanticismo, ma va bene così!

    Silvia, ma no!I gatti sono dolci, si strusciano vicino alle tue gambe, ti fanno le fusa, sono carinissimi!Però io sono di parte, ho un cane, un volpino, e l’amore che mi da ogni giorno è qualcosa di meraviglioso!
    Devi vedere la notte quanto è cattiva!Si arrampica con le zampette al letto e con il nasino mi bussa sul braccio, oppure mi lecca il naso, cosicchè ogni volta apro gli occhi e trovo i suoi occhietti a pochi centimetri dai miei. Allora la prendo in braccio, la coccolo un pò e poi le metto una magliettina mia nella sua cuccia, così fa la brava e dorme!

  865. Azimut dice:

    Non fraintendetemi…san valentini, feste della mamma, del papà e simili sono lontane anni luce da me, figuriamoci che vado a far la spesa col biglietto delle marche da boicottare e non bevo coca cola da vent’anni… a me piacerebbe ricevere un fiore una volta, in un giorno qualunque di un mese qualunque. Mai accaduto. In passato mi dicevo che c’erano cose ben più importanti. Non è esistito natale, l’anniversario, solo il mio compleanno e sempre libri o cd. Ma anche qui continuavo a ripetermi che la nostra visione del mondo, un certo concetto di solidarietà e di condivisione dovevano farci da guida. Non il resto. Solo che a volte mi passava per la mente l’idea che del monile d’oro o delle rose non poteva importarmene di meno, ma magari poteva arrivare un braccialetto di filo che per me sarebbe stato significativo. Ho provato a comunicare questo mio sentire, mi è stato risposto che non ha mai osato perché a me non va mai bene niente. Forse è davvero così e nemmeno me ne rendo conto… Scusate, oggi ho preso a fare interventi del tutto fuori luogo.

  866. Maria Letizia dice:

    Ciao a tutte, sono molto stanca , ma contenta: incontro con la dott.ssa molto produttivo perchè mi ha fornito molti punti su cui lavorare, domani ve ne parlo meglio, ora devo io per prima fare un po’ d’ordine, poi cena tranquilla dai miei ed ora nanna…sono così stanca…
    Voi come state?
    nessuno, piacere di conoscerti!
    Girasole…capisco bene la tua soddisfazione, BRAVA!Aggiungi poi l’incontro con l’ex!Davvero una vittoria!
    miele, grazie del pensiero , ieri sono stata con Ale e sono stata dai miei sta sera.
    Chiara, grazie per avermi capita…un abbraccio
    Ilaria, mi piace la tua proposta!
    Silvia, Azimut, mi dispiace tantissimo per la tristezza nelle vostre parole. yris,,,che bello leggere la tua gioia!
    pina…BUONGIORNO A TE!
    Azimut, razie per le tue parole di incoraggiamento…SEI PREZIOSA!
    Luna Blu complimenti per la gara…
    claudina, mi spiace per la tua nottataccia, hai ragione, luned’, il ritorno degli schemi, a mia ancora, purtroppo
    Ele.T.: BENVENUTA!!!!!
    Scusate,non riesco a seguire i post di tutti, mi si chiudono gli occhi…BUONA NOTTE

  867. Polla dice:

    ..Buonasera ragazze, avrei talmente tante cose da dirvi che come sempre ho bisogno di un attimo per rielaborarle.. ma devo smetterla di prendermi tempo che poi mi perdo nei vari discorsi e non vi dico quello che vi vorrei dire. ffff..
    Oggi ci ho messo + di un’ora per leggere i vostri post.. sono stata inchiodata al pc mentre pranzavo dalle 15 alle 16.. eheheh.. ma proprio incollata!
    Inizio col fare i miei complimenti a Girasole: brava brava brava, sono davvero orgogliosa,fiera di te.. vedrai che la prossima volta oserai un po’ di + e magari te la spari pure tutta sta pizza.. olè. ma per ora va benissssimo così, ce l’hai fatta.. ma in fondo io lo sapevo.. me lo sentivo.. ancora brava!!!! brava anche per come sei riuscita ad esprimere le tue emozioni .. inoltre ti consiglierei di uscirci con il tuo ex,solo però se sarai in grado anche in quel caso di tutelarti,devi snetirti pronta per non farti prendere troppo magari dalla situazione,dalle cose che ti potrebbe dire,dai ricordi..devi prendere tutto quello che c’è di positivo e farti del bene! hai bisogno di stimoli positivi.. non importa di cosa parlerete,anche di cose tristi magari,l’importante e che tu sia “forte” e in grado di rielaborarle per la tua situazione attuale!

    a Miele voglio dire che stimo moltissimo la “serietà” con cui affronta le cose.. cioè.. traspare molta sicurezza in quello che vuoi fare e in quello che dici e la stimo molto,ma penso che nel tuo caso tutta qsta determinazione(chiamiamola così) sia stata un’arma a doppio taglio nel tuo percorso,anche riguardo al cibo,riguardo alla restrizione soprattutto.. non so se mi spiego,ma credo che la tua convinzione nel fare le cose,ti abbia portata dove sei stata,ma che ora sapendola gestire nel modo “giusto” ti aiuterà ad arrivare dove vuoi arrivare.. oddio.. forse sono stata un po’ confusa,ma è da stamattina che penso a qsta cosa che ti volevo dire e mi sembrava chiarissima nella mia testa!!! come sempre del resto.. eheheh.. Cmq al centro sto facendo anche un lavoro appunto sulla mia personalità in quanto donna e sono riuscita a modificare tante cose di me,tante cose che mi tenevano legata ad un essere sempre una ragazzina,ma ora mi rendo conto che non è + così,che crescere significa anche modificarsi,partendo appunto dal modo di pensare,ma devo stravolgere proprio la mia visione delle cose e appunto non è facile,ma è curioso come percorso.. una cosa che dovrebbe venire naturale in realtà,ma che evidentemente per me non è stato così e ora cerco di modificarlo in base a quello che mi si offre e in base a quello che cerco..o che vado cercando..

    a Chiara dico che l’appoggio tantissimo in qsta tua decisione di affrontare l’argomento con i genitori.. però il mio consiglio sarebbe quello di iniziare a rompere qsti schemi col cibo.. vedo che ogni volta che dici che hai mangiato,sottolinei anche il fatto che,anche se lo hai fatto,hai mangiato quello che ti concedi e anche qsto aumenta il senso di colpa.. credo che con una piccola cosa potresti iniziare a cambiare.. magari partendo da qui,proprio dal cibo,riuscirai ad essere anche + morbida verso altre cose,verso te stessa.. Cmq sono certa che i tuoi sapranno gestire la situazione,soprattutto se tu ti dimostrerai collaborativa..ora non vederli come nemici,cerca di lavorare insieme a loro,di dichiarare le tue fatiche e i tuoi stati d’animo,ma non per appesantirli,per far pesare loro la situazione,ma perchè solo così potranno capire davvero,potranno capire il tuo punto di vista.. perchè spesso ce la prendiamo con gli altri,ma bisogna partire dal presupposto che le cose come le vediamo noi,non sono come le vedono gli altri,ma è così per tutti.. solo che in momenti di difficoltà è ancora + necessario fare + chiarezza possibile,per spianarsi la strada a se stessi e a chi ci sta vicino.. in modo tale da offrire loro gli strumenti necessari per non soffrire e non farci soffrire, aiutarci,ecc..

    a Marianna .. io invece litigo sempre con tutti,alzo la voce sempre e sono super incazzosa.. sono un disastro da quel punto di vista,ma diciamo che ormai riesco a gestire abbastanza bene anche qsta cosa,che in realtà è indice di un’estrema debolezza e insicurezza e che mi fa soffrire molto. Noto con piacere che anche da quando tu hai deciso di buttare fuori quello che senti,stai raccogliendo i frutti delle tue fatiche e sta venendo fuori qualcosa di buono per te,no??? bene!!!!

    Ilaria la tua giornata come è andata??? mi sa che ora sei ancora in fase amoreggiamenti!!! olè olè olè.

    Ma anche tu Miele non ci sei stasera perchè stai facendo il koala con il morosino???? mmmm.. non fare la furba!!! immagino che tu non sia il tipo che festeggia il S.valentino,però in realtà due coccole non fanno mai male.. e secondo me te le stai appioppando per bene. brava!

    Azimut.. sai che anche io credo di averti sognata l’altra notte??? pazzesco.. boh.. ho visto in facebook una tua fotografia al mare e boh.. mi ha colpita un sacco! è un’immagine che mi si è ripresentata spesso nel corso della giornata,ma non saprei spiegarti il motivo.

    Silvia, mi associo a Miele quando ti chiede di parlare + concretamente di te.. sei sempre così vaga.. è vero che parlare dei nostri stati d’animo è importantissimo,ma credo che poi bisogna anche agire nel concreto..cioè.. mi piacerebbe davvero tanto che tu ci provassi di +,che ci credessi di +.. sembri un po’ rassegnata alla tua situazione,ma io non credo che sia così.. traspare molta voglia quando consigli agli altri.. e dovresti sfruttare qsta tua capacità di saperti leggere dentro,vuol dire che ti senti..ed è importantissimo! cerca di ascoltarti un po’ di +.. vedrai che troverai un sacco di cose che hai voluto far tacere,ma che sono pronte ad uscire!

  868. Marianna dice:

    Azimut, il tuo intervento non è fuori luogo ed il tuo punto di vista è comprensibile e condivisibile.
    Pensa che anch’io al mio compleanno ricevo da una vita libri. Il che mi piace, non mi lamento, io adoro leggere, però capisco quando dici che anche un fiore in un giorno qualunque dell’anno ti farebbe piacere.
    A me piacerebbe tanto, che ne so, trovare un biglietto carino sul tavolo, un pensiero diverso in un giorno qualunque.
    Io lo faccio di continuo ma non perchè mi aspetto qualcosa in cambio, ma perchè mi piacere vedere il volto di chi amo illuminarsi di gioia.
    Forse è la malattia che ci rende inaccessibili?
    Boh, oggi sono in uno stato un pò confusionale.

    Maria Letizia, scusami, non ti ho salutata prima. Ti ho pensata tanto in questi giorni, mi dispiace che tu stia attraversando un periodo così difficile e delicato e che il lavoro che tanto ami non ti aiuti. E’ dura crescere, lo so, ma, come giustamente faceva notare qualcuno, non ti piacerebbe costruirti una famiglia tutta tua con Ale?Non vorresti avere dei bambini?Per farlo dobbiamo abbandonare in nido e volare con le nostre ali…

    Un bacio

  869. Polla dice:

    Azimut.. il tuo intervento non è affatto fuori luogo.. anzi.. credo che tu abbia cercato di darti una lettura di te stessa.. prova a vederti dal fuori.. tu te lo portesti un fiore in un giorno qualunque?? tu te lo porti davvero??? ti sei mai comprata un fiore per farti un regalo? potrebbe essere che chi ti vede dal fuori abbia una visione di te come di una donna che trova futili certe cose materiali,che come dici tu,non sono mai state importanti e quindi è difficile sapere cosa è materiale per te e cosa no.. perchè non un cioccolatino Nestlè(non per il cibo in sè,ma per la marca) e si ad un fiore ??? come fa una persona che ha un punto di vista diverso dal nostro a sapere che cosa è si e che cosa è no??? certo.. chi ti sta vicino dovrebbe avere imparato,ma.. a volte siamo proprio noi che non facciamo in modo che la cosa risulti chiara e quindi la gente,anche chi ci vuole bene,tende ad evitare.. pensando dopotutto di non fare male a non fare nulla..

  870. Polla dice:

    MariaLetizia.. sono contenta che la tua giornata sia andata bene e spero davvero che ciò che è uscito oggi possa essere spunto di riflessione.. e di azione.. azione soprattutto.. :-) !

  871. Ilaria dice:

    Ciao a tutte/i, sono stanca morta, la terapia e lo sforzo di far andar bene questa giornata nonostante tutti gli strappi alle regole mi hanno spossata. Però sono felice come non mi capitava da tempo, deve pur voler dire qualcosa no? Ne farò tesoro.
    Maria Letizia, sono contenta di leggerti più serena rispetto ai giorni scorsi!
    Azimut, sei riuscita a non vomitare poi? Dimmi di sì! Giustissima l’osservazione di Polla: fatti un regalo tu per prima. Non necessariamente qualcosa di materiale, basterebbe anche solo una mezz’ora senza pensieri negativi…
    (Io e la mia psicologa ci siamo subito date del tu, fa parte del suo metodo)
    Marianna, vorrei tanto che il tuo diventasse un esempio per molte di noi: “vomitare” i sentimenti negativi, non il cibo… ti dico solo brava. Quando ci vuole ci vuole!
    Silvia, Chiara… tutto bene?
    Miele e Luna mi sa che sono occupate questa sera, ehm ehm… ;-)
    Aleph, vuoi un gattino? Io ora ne ho 3 che sono la luce dei miei occhi! Pensa che la cosa che mi ha fatto più soffrire quando mi sono separata è stata il dover lasciare le mie gatte a mio marito… Comunque, lasciamo perdere.. La gatta più anziana della mia nuova famiglia è una vaccona, è ancora in dolce attesa nonostante abbia superato ormai l’età della pensione, che ridere :-D

    Buonanotte, vi voglio bene!

  872. Azimut dice:

    Ilaria ci sono riuscita, se non fossi venuta a scrivere qui molto probabilmente non ce l’avrei fatta. La mia psicologa il lei non lo molla, poi dice che non riesco a lasciarmi andare…

    Marianna anch’io un tempo lasciavo bigliettini su bigliettini. Cosa si è mai spento dentro…

    Polla ma com’è che qui continuate a sognarmi? Prima yris, poi tu… Per il resto hai ragione, chi mi sta vicino dovrebbe avere imparato anche perché è pratica ampiamente condivisa ma proprio per questo quel vicino pensa che io continui a condividere sempre e comunque. Mamma che pensiero contorto, mi sono annodata da sola

  873. Polla dice:

    ..Buonanotte Ilaria.. che bello sentirti serena.. a volte basta davvero poco.. non importa essere euforiche,basta una piccola piacevole sensazione.. tienitela stretta e se la perderai di vista, cerca cmq di mantenerne vivo il ricordo,anche quando tutto sembra nero! ..

  874. Chiara* dice:

    Buona notte angeli.
    Ho letto tutto ma sono così stanca che non riesco nemmeno a scrivere queste poche righe.
    Stasera Francesco mi ha fatto una bella sorpresa. Mi ha aspettata fuori dalla palestra con un mazzo di rose rosse e mi ha portata fuori a cena.
    Sorpresa inaspettata (non abbiamo mai festeggiato il san valentino, festa che reputo insulsa e finta) e soprattutto emotivamente devastante.
    La cena non era prevista e questo fuori programma mi ha mandata in tilt. Completamente. Non vi sto a raccontare l’ epilogo una volta tornata a casa.

    Vi voglio bene.

  875. Polla dice:

    ..azimut.. spiegaglielo.. insegnagli a vedere la nuova te.. quella che è uscita nel corso di qsti anni.. è normale smussarsi un po’ col tempo e tu ne sei un esempio.. l’esempio che ora come ora ti piacerebbe ricevere un fiore,cosa che un tempo non ti interessava! sei cambiata.. si cambia.. cambiano i punti di riferimento e le priorità.. ma non è facile capirlo da soli,figuriamoci spiegarlo agli altri.. ma ci si può provare! insieme.. è qsto anche il bello no?

    cmq a Claudina vorrei dire che il fatto di mettere peso non dovrebbe associarlo come un ritorno al passato.. anche per te le cose sono cambiate,ora il peso ti serve per la tua salute,non importa come ti vedi,importa come ti senti.. sei diversa da prima sia dentro che fuori e quello che ne scaturirà sarà la nuova te,la vera te.. quella che da tempo aspetta di uscire.. non si torna indietro,ma possiamo andare avanti e non fossilizzarci nel presente,qsto presente che poi diventerà passato e si sommerà ai rimpianti e ai rimorsi.. no,bisogna avere voglia di intervenire,almeno avere voglia di farlo,poi tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare,ma.. almeno sentire la voglia di farlo,qsto si!

  876. Polla dice:

    Notte anche a te Chiara* .. notte.. notte notteeeeeeeee.

  877. Polla dice:

    ..Azimut.. domani te lo compri un fiore??? e poi dici a tuo marito che te lo sei comprato perchè hai scoperto che ti stra piacciono.. che è una cosa che hai scoperto da poco e che ti sembrava da matti regalarsi un intero mazzo di fiori da sola,ma che uno te lo potevi concedere.. e poi gli fai un sorriso e gli chiedi cosa ne pensa.. e magari se crede che stai invecchiando.. eheheh.. secondo me è una bella tattica psicologica che potrebbe funzionare,ma devi farlo col sorriso e senza aspettarti nulla.. intanto cmq avrai il TUO fiore!!!

  878. yris dice:

    azimut, ragazze, darsi del lei con lo/la psichiatra è del tutto normale.
    è la difesa del setting, è un segno di rispetto, è la “moderata distanza” – come quella dei porcospini, ricordate? :-)
    per cui non sentitevi rifiutate, o tenute lontane se il vostro terapeuta vi da del lei. a volte serve anche per dare maggior peso alle sue parole.
    (ci sono, ovviamemente, diverse scuole di pensiero e ognuna valida per sè)

    aleph!!! ma se tu non mi vieni in sogno io come faccio a sognarti?? :-)

    azimut, e così te ne vai vagabondando nei sogni altrui la notte?

    viola, bentornata!
    ele.t. ben arrivata.
    nessuno, scrivi ancora!

    a tutte le altre un bacio con mascherina da una yris raffreddata e febbricitante

  879. yris dice:

    polla!!! le tue analisi mi piacciono sempre di più!!
    tra sogliole scondite evenescenti e mazzi di un fiore solo, ti nomino psico-interprete del giorno!! :-) )

  880. silvia dice:

    Azimut davvero cogli l’occasione regalati un fiore, poi lo porte a nke a lui casomai e vediamo ke ne esce fuori…dai…così poi inizi a raccntare cm fa LunaBlu…Ma tutti a sognarti dopo averti vista?!

    Chiara mi dispiace dell’epilogo…ti sn vicina…

    Polla grazie del tuo consiglio e della tua attenta analisi, aprirsi, parlare…andare incontro alla vita…l’esito di questa giornata è poco produttivo, ma mi serviva x attutire il colpo di ieri, domani farò in modo ke sia diverso, domani dovrò far la differenza.

    Yris ben tornata, febbricitante? quindi rinkiusa in casa? almeno puoi deliziarci cn la tua presenza…
    Marianna tira fuori la rabbia, fa bene…grazie anke a te x le parole ke mi hai rivolto.

  881. yris dice:

    notte notte bimbe.. vi dedico una poesia degli indiani d’america che ho messo stasera su FB.

    Io sono una roccia,
    ho visto la vita e la morte,
    ho conosciuto la fortuna, la preoccupazione e il dolore.
    Io vivo una vita da roccia.
    Sono una parte di nostra Madre, La Terra.
    Ho sentito battere il suo cuore sul mio,
    ho sentito i suoi dolori e la sua gioia.
    Io vivo una vita da roccia.
    Sono una parte di nostro Padre, il Grande Mistero.
    Ho sentito le sue preoccupazioni e la sua saggezza.
    Ho visto le sue creature, i miei fratelli,
    gli animali, gli uccelli, i fiumi e i venti parlanti, gli alberi,
    tutto quello che è sulla Terra
    e tutto quello che nell’Universo è.
    Io sono parente delle stelle.
    Io posso parlare, quando conversi con me
    e ti ascolterò, quando parlerai.
    Io ti posso aiutare, quando hai bisogno di aiuto.
    Ma non mi ferire, perché io posso sentire, come te.
    Io ho la forza di guarire, eppure all’inizio tu dovrai cercarla.
    Forse tu pensi che io sia solo una roccia,
    che giace nel silenzio, sull’umido suolo.
    Ma io non sono questo.
    Io sono una parte della vita,
    io vivo, io aiuto coloro che mi rispettano.

  882. yris dice:

    silvia, apri la porta..
    chè stanotte vengo io da te.. :-) )
    bacissimo :-)

  883. silvia dice:

    davvero?
    a parte gli skerzi voglio dire grazie a tutte xkè mi tenete incollata a questa vita certi giorni se nn avessi voi, se nn riuscissi a lasciarmi andare almeno cn voi…
    siete importanti e x il solo fatto di valere così tanto dovete…anzi dobbiamo salvarci.

    notte angeli

  884. Azimut dice:

    Ma io l’ho comprata oggi una piantina, spinosa, coi fiorellini bianco/rosa. Sono entrata e non si è nemmeno accorto. Allora ho chiesto se gli piaceva, ha risposto “carina” e si è rimesso a correggere i compiti. Che voglia di non mangiare più nemmeno una briciola…tanto per cominciare stasera l’ho fatto

    yris lo so, non hai idea cosa ho fatto per conquistarmi da sedere sul divano anziché davanti alla scrivania. Un vero atto di forza. Poi però quando ha messo le fodere a quel divano e ha visto che andavo in tilt la volta dopo erano sparite…
    La poesia è bellissima…

  885. yris dice:

    la roccia sei tu, azimut.
    e sei viva!

  886. Aleph dice:

    Azimut sì comprati un fiore domani!!!!!!!!!!!!Dai dai, fallo per me!Vai da un bel fiorista, li guardi attentamente e poi ne scegli uno e lo prendi!E te lo porti in giro tutta sorridente e orgogliosa ok????Poi te lo metti in casa che so, vicino al computer che usi per scriverci, o dove preferisci tu…lo fai vero???

    Yris, ora vado a letto prima del solito così ho tutto il tempo di volare fino da te ok???Però prova ad attaccarmi la febbre o altro, che poi ti tormenterò con gli incubi altro che!!!!

    Chiara, dato che quando leggerai penso sarà già domani, e sarai più tranquilla e “a freddo”, cosa ne pensi della sua sorpresa di ieri?Che effetto ti ha fatto e ti fa ripensarci?

    Marianna!Capita di arrabbiarsi, anzi, vuol dire che le tue emozioni, i tuoi sentimenti sono vivi e vogliono essere espressi. Non preoccuparti, non sentirti in colpa. Ti sono vicino.

    Silvia, te lo scrivo anche io ovviamente. Devi aprirti di più, ma questo già lo sai. Sforzati. Io sono qui, ti penso tanto.

    Cely, un pensiero per te, che so che ogni tanto ci leggi…prima o poi ti rispondo alla mail, giuro!

    Vaniglia….

    Nessuno, dove sei?come va?

    Ele. T. ho letto la tua storia….scrivici, parla con noi, apriti, confrontati. Può farti bene, e non ti costa nulla provarci. Ok?

    Ora vado a dormire…

    A domani

    Aleph

  887. Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Vi auguro di trascorrere questa giornata lontano dai pensieri negativi, dal grigiore, dalla tristezza.
    Io sarò fuori tutto il giorno per quel corso di formazione. Angoscia alle stelle e paura di non farcela. Ma… pazienza.

    La poesia di Yris… siamo delle rocce. Rocce dure, fredde, immobili ma dalle quali prima o poi nascerà un fiore bellissimo che sboccerà in tutta la sua forza.
    Lo stesso fiore che oggi si dovrà regalare Azimut.
    Che dovremmo regalarci tutte. Per dimostrarci quanto ci amiamo.

    Vi stringo.

  888. miele dice:

    Ben svegliate fanciulle

    ho letto i post di ieri…la questione dei fiori e dei regali…ieri sera avrei voluto scrivervi ma alla fine ci siamo accoccolati sul divano a guardare un film.
    Avrei voluto scrivervi delle sensazioni che si sono avvicendate nel corso della giornata, perchè sono state strane e molto eloquenti per me. Riguardno ancora il dare e il ricevere…nella fattispecie cioccolatini…(non per s. valentino)…e la mia confusione, il pensiero che ancora somma, sottrae, calcola…e fa si che io mi senta più gonfia se “so” il tot.- di calorie di una cosa che ho mangiato, mentre altre volte in cui non le conoscevo, e mangiavo la stessa cosa, mi sentivo leggera…ufffff – rabbia.
    Cmq la giornata è andata abbastanza bene, e anch eoggi mi sento carica.

    Polla la tua interpretazione della mia determinazione è stata chiarissima, e la condivido in pieno (lo scrissi anche in un post di qualche tempo fa, ma forse tu non leggevi ancora). Volevo anche dirti che sei molto preziosa qui, il tuo entusiasmo e l’atteggiamento propositivo sono importantissimi e spronano le persone. Anche il tuo umorismo sottile è un buonissimo modo per affrontare tutto questo marasma, il tuo, il nostro.

    Chiara*…

    Azimut: alcune persone indubbiamente hanno una sedimentata ottusità, non vedono nemmeno l’elefante in salotto…ma se scegliamo di viverci insieme dobbiamo provare ad esplicitare il nostro volere. Perchè non hai comprato un fiore ma una “piantina spinosa”??

    Yris hai l’influenza? Mi raccomando di prenderti cura di te.

    silvia, marianna, claudina, girasole, Ete.T, LunaBlu, nessuno, aleph, laura, amira…buon inizio di giornata.

  889. claudina dice:

    Buongiorno ragazze! spero sia una buona giornata per tutte voi…ieri sera ho mangiato…frutta,un po’ di passato di verdure,rigorosamente senza pasta,poi spuntino serale insieme a mio marito con il the’ ed un pezzettino di crostata che ho fatto ieri pomeriggio…mi sono sentita in colpa dopo..ma solo un po’…ieri mi ha fatto molto bene confrontarmi con voi…mi siete di grande aiuto,,,grazie…

  890. Azimut dice:

    Miele non ho comprato un fiore perché un fiore reciso non avrei saputo dove metterlo. Non riesco a tenere soprammobili in casa, di conseguenza non uso vasi o altro. Certo avrei semplicemente potuto metterlo in un bicchiere, ma poi il bicchiere avrebbe dovuto essere a sua volta posto da qualche parte. Avrei potuto far seccare il fiore senz’acqua e tenerlo, ma poi avrei comunque dovuto collocare il fiore. Ma ti pare che dietro la scelta di un fiore ci debba essere un ragionamento tanto contorto? Allora ho scelto una piantina da mettere in una fioriera sul terrazzo. Ho scelto lo Scoparium. Tante foglie arbustive, fiorellini bianchi che tendono al rosa dal chiaro al più intenso. Adoro vedere crescere le piantine, mi piace prenderle piccole e osservare il loro svilupparsi.

  891. Maria Letizia dice:

    Buongiorno…come state? Io ho passato una notte piena di incubi…secondo voi anche i sogni contengono dei messaggi?
    Oggi miaspetta una lunga giornata: a scuola fino alle 17 per colegio docenti e consegna pagee, qunto odio queste riunioni, sonosolo una perdit di tempo. V be, fa parte del mio lavoro e cercheerò di farlo nel miglior modo possibie.
    Marianna, grazie per avermi pensata, sei davvero una bella persona e moto sensibile, è vero, è un periodo difficile. Certo che voglio una famiglia tutta mia, ma s.tutto per la situazione economica Ale la vede come una coa molto ontana, io forse vivo un poì più nei miei sogni e invece vorrei sposarmi e avere una famigia on lui il più presto possibie: questo è un altro eemento che mi aiuta ne mio faticoso cammino
    Polla grazie anche a te per tutte le attenzioni che hai, queste riflessioni mi portano ad aire e a darmi da fare
    Ilaria sono content di saperti felice e grazie per i tuo pensiero
    .Chiara* mi fa piacere leggere del bel regalo che ha fatto Francesco…te lo meriti!
    yris, come stai oggi?Bellissima la tua poesia!
    silvia…noi ci siamo sempre!
    BUONA GIORNATA A TUTTI!

  892. Maria Letizia dice:

    P.S.Scusate per gli errori di battitura, ma la tastiera è un po’ difettosa

  893. miele dice:

    certo, anche a me piacciono le piccole piante…tra l’altro fra un po’ inizierò a preparare l’orto primaverile…non vedo l’ora!
    però questa paura del moltiplicarsi delle superfici, degli oggetti su altri oggetti…ti priva della bellezza di un fiore, che può anche essere avvolto in un panno umido e poi disteso sopra il tavolo, o in qualsiasi posto, persino appeso…
    (io non amo l’idea di avere fiori recisi dal suolo, anzi, però in questo caso il fiore è un buon esempio di quanto poco basterebbe per cambiare il tono delle cose, non credi?)

  894. Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!

    Qui c’è un tempo abbastanza brutto, però va beh tanto devo stare chiuso in casa a studiare…e a scrivere a voi!

    Vi auguro una buona giornata!

    Aleph

  895. claudina dice:

    …esco per un colloquio di lavoro…fatemi gli auguri:)

  896. Aleph dice:

    Buona fortuna Claudina!!!Facci sapere com’è andata!

  897. Polla dice:

    ..in bocca al lupoooooo.. uuuuuh!

  898. Ele dice:

    buongiorno a tutti!
    In bocca al lupo Claudina!

  899. Ilaria dice:

    Buongiorno! Non so quanto buono sarà, visto che piove e mia suocera è tornata a casa dalla campagna… prevedo scontri. Però siccome ho deciso che d’ora in poi il martedì sarà la Giornata Ufficiale delle Coccole non lo permetterò, punto.
    In bocca al lupo Claudina, abbi fede, noi siamo con te!
    Chiara, mi spiace tanto…

  900. Ele dice:

    E’ bellissima la poesia di yris.
    Il mio problema è che mi sento una roccia: grande grossa enorme pesante messa lì a terra dove do solo fastidio, ingombro il passaggio, sono grigia brutta deforme, sono in mezzo e gli altri mi guardano con disprezzo e non sanno come eliminarmi. Sono così grossa e inumana. Non so dove trovare l’aria per respirare, non so come bere acqua perché questa mi dia la possibilità di crescere, vorrei essere un fiore ma mi sento una massa morta. Non ho la forza e il coraggio di combattere. Non ho il coraggio di respirare e far crescere i fiori

  901. Azimut dice:

    Ele quel coraggio dobbiamo trovarlo. Io mi sento roccia dispersa in frammenti, disintegrata. Ma dobbiamo trovarlo, ciascuna lavorando su quella parte che fa male e che vorremmo riporre. Prova a fare un bel respiro e a cominciare, prova a darti un obiettivo. Piccolo per ora, ma che possa prenderti per mano e condurti. Qui non sei sola

    Silvia dove sei, non farmi preoccupare…..

    Chiara* il corso ti farà bene vedrai, la mente sarà occupata in altri pensieri. Io sono insieme a te

    Claudina….in bocca al lupo

    Ilaria, l’hai detto tu… niente scontri. Ti farebbero solo male

  902. yris dice:

    belle le interpretazioni così diverse della ROCCIA.
    allora vi dirò la mia.

    la roccia è solidità, è unità nella frammentazione, è forma artistica pur nella sua asperità. la roccia è molteplicità di strati e di identità. la roccia siamo noi nel nostro inarrestabile divenire.

    maria letizia, e certo che i sogni mandano messaggi!!!
    io ho trascorso gran parte della mia ultima psicoterapia analizzando sogni..
    sogni assurdi, incubi orrendi, protegonisti dei quali erano spesso i corpi maciullati, tritati, arrostiti, sepolti, mangiati, surgelati, di mia madre e di mio padre..
    per quattro anni mi sono sentita soffocare di notte, mi sono svegliata con gli occhi sbarrati.. ho sognato metafore di vita e di morte, di bisogno e di rifiuto, di me stessa e del mondo
    e solo quando i sogni piano piano hanno asunto colori diversi, ho capito che stavo iniziando a guarire..
    ma prima ho dovuto buttare fuori tutto quel magma, quella lava incandescente che mi bruciava l’anima e il corpo..

    buona giornata bimbe, io sono con voi.
    incrocio le dita claudina

  903. Marianna dice:

    Claudinaaaaa, in bocca al lupo!!!

    Io oggi sarò a casa tutto il giorno, devo iniziare un progetto che prevede delle tavole in autocad e prevedo di perdere la vista al pc! :-)

    Buona giornata a tutte e buono studio ad Aleph!

  904. Polla dice:

    ..Buondì a todos, come andiamo??? io oggi niente lavoro perchè ho delle cosine da fare,ma come sempre mi perdo via e sono maledettamente lenta.. fff.. che rabbia,ma non ho voglia di agitarmi! oggi pomeriggio devo fare la terapia e ho voglia,perchè settimana scorsa l’ho salata.. h tante cose da riportare,ma a livello concreto non ho lavorato troppo,nella mia testa invece un sacco e ho bisogno di confrontarmi con qste nuove idee. vedremo come andrà.. e spero di riuscire a fare tutto oggi perchè ho delle scadenze e io sono sempre all’ultimo!
    Intanto vi auguro una buona giornata.. torno + tardi! yessss.

  905. Polla dice:

    ..ah,per quanto riguarda i sogni.. stanotte ho sognato il blog.. eheheh..

  906. yris dice:

    vuol dire che ti stiamo “entrando dentro” polla.. :-)

  907. miele dice:

    cavoli, vi sento spesso parlare della terapia…io sto continuando con la nuova psicoterapeuta, ma ci vediamo troppo poco spesso e il suo approccio molto severo e sferzante (spesso mi blocca bruscamente quando parlo, ad esempio) non mi sta dando molto…ogni volta facciamo una cosa diversa: un po’ i sogni, mi fa scrivere i miei pensieri e poi non ci torna più sopra, poi parliamo di mia mamma, poi mi fa scrivere una storia…le piacciono molto le associazioni mentali, ma tutto resta un po’ sospeso, non inserito in un percorso. O forse sono io troppo impermeabile alle sue osservazioni?
    Tra l’altro lei stessa sembra avere delle strane fisse…ma so bene che è un essere umano, quindi prendo la cosa come del tutto nella norma.
    Mah..intanto devo aspettare ancora una settimana per rivederla…

    Marianna ti auguro buon lavoro

    Claudina anch’io tengo le dita incrociate

    Ele.T spero la tua sarà una buona giornata.

    Yris, la roccia…la roccia è tempo congelato, e storia racchiusa e non detta, è anche resistenza a ciò che accade intorno…

    Vabbè, mi avvio a fare la spesa e poi nel pomeriggio al lavoro. A più tardi!

  908. Azimut dice:

    Miele “la roccia è tempo congelato e storia racchiusa e non detta”…..bellissima definizione, stupenda…. per me….

  909. Aleph dice:

    Ciao Azimut!Ti auguro una buona giornata!

    Marianna, grazie e buono studio anche a te!Mi raccomando non lavorare troppo al pc!Eheheh…

    Yris!!!

  910. claudina dice:

    tornata dal colloquio,mi hanno detto che mi faranno sapere nei prossimi giorni…grazie a tutte per gli auguri:) arrivata a casa avrei azzannato qualsiasi cosa..meno male che ho ceduto solo alla tentazione di un’arancia…

  911. Aleph dice:

    Incrociamo tutti le dita per te Claudina!!!Facci sapere se ti diranno qualcosa!
    E tranquillizzati, non azzannare niente…se hai voglia di un frutto, prendilo, ma non agitarti ok?

  912. claudina dice:

    ciao Aleph! certo che vi faccio sapere come andra’:) il frutto l’ho gia’ preso..mangiato prima…ieri sera ho ceduto anche davanti ad un bacio perugina che mi ha regalato mio marito…subito gli ho detto che nn l’avrei mai mangiato e che ha scelto il regalo peggiore da farmi..era meglio niente…poi a guardare il suo viso sconsolato,mi son detta: ma si puo’? posso mortificare una persona che mi vuole bene per cosa??? e quindi l’ho mangiato…ovviamente nn avrei mai voluto farlo,pero’ l’ho fatto…e mio marito era felicissimo…stamattina prima di andare al lavoro quando ci siamo salutati mi fa: mi prometti che ne mangi un altro oggi? mi spiace ho risposto..ti ho fatto contento ieri,ora nn ne mangio piu’…tre anni fa mi sarei mangiata anche la scatola:((

  913. Ilaria dice:

    Un pezzetto di felicità conquistato soltanto mangiando un semplice cioccolatino… Claudina, perché negarti altri momenti così?

  914. claudina dice:

    @ILARIA: …perche’ non ho vie di mezzo Ilaria…perche’ se inizio a mangiare non smetto piu’…dopo quel cioccolatino avrei mangiato quintali di cioccolato…e poi sarei stata male …avrei avuto un senso di colpa enorme…se smetto di controllare il cibo ,torno quella di prima…non posso farlo…nemmeno per far felice chi mi vuole bene…

  915. Ilaria dice:

    Ovviamente ti capisco perché anch’io, se mi metto in testa che sarà così, dopo il primo cioccolatino non mi fermo. Appunto, se me lo metto in testa… Se invece parto con l’idea che non succederà, che mi godrò semplicemente una cosa buona, allora quasi mai va a finire male. E poi, chi l’ha detto che tornerai quella di prima? Mangiare normalmente, anche concedendosi dei meritati sfizi ogni tanto, non significa ingrassare a dismisura. Per niente. Significa solo mettere su quel po’ di carne, poca o tanta che sia dipende da ciascuna, che ci farà tornare SANE, e non soltanto nel corpo ;-)
    Se hai paura di abbuffarti, perché non provi a mangiarti quel cioccolatino assieme a tuo marito, non da sola? Forse il fatto di essere “controllata” da qualcuno mentre ti concedi quel piccolo sfizio ti può aiutare come ha aiutato me ieri.

  916. claudina dice:

    Non so che dire..e nn so che fare..sembra una stupidaggine,ma appena mangio qualkosa che nn e’ nei miei schemi,inizio a vedermi gia’ gonfia…inizio col controllare le mani..i polsi..la pancia…e’ assurdo lo so..come fa un alimento che hai appena ingerito ad averti gia’ fatta ingrassare?eppure io mi vedo gia’ grassa…guarda..sta cosa e’ davvero devastante..a volte vorrei non aver piu’ la facolta’ di pensare…per avere un po’ di pace.

  917. Ilaria dice:

    Claudina, non è una stupidaggine e hai tutta la mia comprensione, sebbene non arrivi a controllarmi il corpo per vedere se ho centimetri in più… ma siamo lì. Sai, ieri durante la terapia ho avuto modo di giungere a una conclusione: dobbiamo imparare ad apprezzare le sfumature, ossia le famigerate vie di mezzo. Non possiamo pensare che sia tutto bianco o nero, solo giusto o solo sbagliato… né dovremmo pensare a noi stesse come “solo e totalmente grasse” o “solo e giustamente magre”. A volte un cioccolatino è solo un cioccolatino, stop. Un chilo è un chilo, non è due, non è dieci.

  918. claudina dice:

    Lo so Ilaria,hai ragione…credo che dovro’ proprio lavorare su questo..le vie di mezzo,che per me adesso non esistono purtroppo…o forse si..oggi ho mangiato ,stamattina un’arancia,e prima mezza mela,perche’ ho dei crampi allo stomaco che nn ti dico…puo’ essere considerata una via di mezzo questa? voglio dire,una via di mezzo tra il digiuno e l’abbuffata? forse la domanda puo’ sembrare sciocca,ma davvero,io non so proprio cosa sia la via di mezzo…ci penso spesso e mi dico che la via di mezzo e’ un buon compromesso,ma poi mi perdo,non riesco a capire se quello che mangio e’ una via di mezzo,e’ poco,e’ troppo…ci sono momenti..giornate..come oggi,che mi sembra perfino di perdere la logica,di non riuscire piu’ a connettere…e forse e’ realmente cosi’..forse perdo lucidita’…

  919. Polla dice:

    ..claudina.. non esiste in assoluto un giusto e uno sbagliato.. ma nel momento in cui si perde la lucidità è proprio il caso di affidarsi a qualcuno e quindi ti esorto nella tua ricerca di una terapia che ti possa aiutare,ma anche di qualche persona amica o di tuo marito stesso,che dic certo non vuole fati mangiare per farti diventare grassa,ma perchè ti vuole bene e sa che mangiando faresti del bene a te stessa e alla tua famiglia di conseguenza che a te ci tiene.. impieghiamo troppa energia n qsto disturbo che non merita.. si danno troppo peso alle cose sbagliate.. ma se tu sei all’inizio del tuo percorso, credo cmq che debba iniziare a vedere gli altri non come nemici della tua linea e quindi della tua unica felicità,del tuo unico obiettivo,ma come coloro che ti aiuteranno ad uscire da qsto vortice del quale nemmeno tu sei + padrona,ma nessuno lo è mai..perchè non è che si perde la locgica,non c’è proprio nulla di logico nel voler stare sottopeso o nel non mangiare o il contrario.. sicuro che mezza mela è meglio che un digiuno,ma ovvio anche che non è abbastanza. un pasto è ben altro.. ma non c’è un pasto stabilito,dipende quello che + ti piace mangiare,basta anche solo un primo,certo non quando bisogna aumentare di peso.. ma non sta lì il punto. il punto è abbandonare l’idea di fondo.. e qsta paura di continuare a mangiare senza smettere.. ieri hai mangiato il cioccolatino e ti sei fermata.. ti sembra poco?? allora lo sai fare.. quindi prova anche con altro e e riprovaci e provaci ancora.. bisogna sperimentare.. per forza. anche quando tutto sembra inutile,anche quando non ci importa.. perchè in fondo non è così..

  920. yris dice:

    un’arancia e una mela non sono una vita di mezzo claudina. sono digiuno travestito da frutta. e neanche tanta.
    se non riesci a trovarla da sola una via di mezzo, perchè non ti rivolgi ad un bravo nutrizionista. con preghiera non di “farti ingrassare” ma di “ridarti salute” attraverso un regime alimentare euilibrato e leggero?
    non si possono fare schemi uguali per tutti, perchè ognuno metabolizza in modo diverso. ma si può trovare un giusto compromesso fra l’ansia di conservare una linea “snella” e la necessità di stare tanto bene da godersela.

  921. claudina dice:

    Mi hanno appena contattata da uno degli ospedali dove mi ero rivolta circa 2 settimane fa per poter fare psicoterapia…mi ha chiamata il medico stesso..ho appunramento la prossima settimana; da una parte sono contenta,quasi sollevata..dall’altra mi sono subito chiesta se mi prnderanno in cura,perche’ visto che oggi mi vedo e mi sento enorme…fatalita’ mi ha chiamata mentre stavo entrando in vasca da bagno…ho passato tutto il tempo del bagno ad osservarmi…e’ inutile..mi vedo grassa…e lo dicevo ad alta voce…e mia figlia a dirmi che devo essere impazzita…perche’ dice che sono pelle ed ossa..ed il piccolino che ascoltava tutto…io sono come un automa..mi parlano e non ascolto quello che mi dicono…vedevo gli okki sconcertati di mia figlia e a malapena capivo qullo che mi diceva,perche’ ero completamente con la testa ai kili..al mangiare,,,momenti cosi’ nn mi erano mai capitati…e mi spaventano…
    Yris..Polla..avete ragione,entrambe,devo andare da qualkuno senno’ impazzisco..grazie ragazze.

  922. Ilaria dice:

    Visto? Qualcosa si sta muovendo Claudina, ora sta a te… metticela tutta e abbi fiducia!

  923. yris dice:

    claudina, la mancanza di nutrimento genera brutti scherzi, a livello sia fisico, che mentale, che emotivo. è arrivato il momento che tu te ne renda conto, e chieda aiuto.
    prendi come un buon segno il fatto che sia stato il medico in persona a chiamarti. e affidati a lui.
    l’obiettivo, l’ho detto e lo ripeto, non sono i chili, in più o in meno, ma lo STAR BENE, il VIVERE.
    coraggio, noi siamo qui a darti forza!

  924. Azimut dice:

    yris…io oggi non so vivere…come ieri e come domani

  925. Ele dice:

    cosa ci serve per amarci? Perchè non ci amiamo abbastanza? Amarci per vederci come siamo, per accettarci,e per migliorarci, per noi stesse, per la nostra salute, per apprezzare il cibo che ci nutre e lasciare lì quello che non ci serve, amarci per essere amate e amarci per sentire l’amore di chi ci vuole bene. Perchè non mi amo abbastanza per prendermi cura di me?

  926. claudina dice:

    certo Yris,hai ragione…non sono i kili in piu’ o in meno..una volta ho letto da qualke parte,non ricordo nemmeno dove,perche’ oggi per la testa e proprio giornata no,questa frase:” si puo’ essere anoressiche anche pesando 70 kg” e credo proprio sia cosi…io ci mettero’ il mio impegno in psicoterapia…spero di trovare un bravo medico,che sappia perlomeno guadagnarsi la mia fiduci perche’ penso che se trovi una persona a cui affidarti e di cui ti fisi,forse c’e’ la possibilita’ di mollare un po’ di ipercontrollo…
    ELE: io penso fermamente che quando una persona inizia a non amarsi piu’,e’ perche’ in primis non si sente piu’ amata dagli altri..per un periodo per me e’ stato cosi’…a volte penso che mi faccio del male perche’ voglio che gli altri si occupino di me…che mi vogliano bene…mammamia quante cose che penso oggi…:((

  927. Chiara* dice:

    Sono qui.
    Ma non ci sono.
    E’ stata una giornata d’ inferno.
    Ho vomitato 4 volte… e non perché sia stata io a volerlo. Tremavo come una foglia, il cuore a mille, un’ angoscia tale da farmi scoppiare a piangere in aula davanti a tutti. Un attacco di panico mostruoso.
    Non mi sono mai sentita così.
    Ho deciso di non prendere più quel medicinale. Se devo stare peggio allora basta. E non mi importa se è normale, se è il primo periodo in cui il corpo deve abituarsi a tollerarlo… basta. Basta basta basta.
    Domani chiamerò la dottoressa e le spiegherò la cosa. Non posso aspettare fino all’ incontro di sabato.
    Credo ci voglia anche una buona predisposizione mentale per assumere farmaci del genere e trarne beneficio, e io che sono sempre stata contraria alle medicine, questa predisposizione non ce l’ ho.
    Non vi nego che la parte malata di me mi sta dicendo di continuare a prenderlo, perché ovviamente non sentire fame, avere nausea costante e talvolta anche vomitare, è allettante!
    Ma la Chiara che ha ancora un briciolo di lucidità dice NO.

    Non ho letto niente. Scusatemi ma sono uno straccio ambulante.
    Ora mi bevo una tisana rilassante e poi cerco di mandar giu qualcosa.
    Vi abbraccio

  928. miele dice:

    Ok Chiara*, siamo qui…se puoi, torna a scriverci.
    La giornata ormai è passata: STOP!, ricordi?

    claudina anche secondo me dovresti farti seguirea da un nutrizionista. a me ha aiutato motlissimo, da sola non avrei saputo proprio da dove cominciare. invece mi hanno dato una dieta e io, con la stessa disciplina con cui mi sono ammalata, l’ho seguita, ovviamente con alti e bassi, continuando a restringere dove potevo, ma anche constatando di persona che mangiare non significa automaticamente ingrassare a dismisura, bensì prima di tutto permettersi una vita decisamente più normale e produttiva.
    Quindi forza! Raccogli le forze e prova a cominciare un percorso, il tuo percorso.

    Azimut, per imparare a vivere non è mai troppo tardi, no?

  929. Aleph dice:

    Chiara, non ti agitare, stai tranquilla. Fai un bel respiro profondo e rilassati un attimo. Domani chiamerai la dottoressa, come hai detto, e le spiegherai tutto. Poi vedi cosa ti dice lei e decidi. Ti sono vicino

    Azimut, come dice Miele…non è mai troppo tardi!Tra l’altro, proprio oggi anche la mia amica ha fatto questo discorso perchè anche lei sia convinta che sia troppo tardi per imparare, per cambiare, per recuperare il tempo perduto…Azimut, tu puoi benissimo vivere alla grande e io non vedo l’ora di conoscere questa nuova Azimut!

    Claudina, beh le vie di mezzo non sono facili da trovare, immagino, nella tua situazione.Cerca solo di ragionare con tranquillità e lucidità, senza panico o agitazione. Pensa con calma e vedrai che andrà meglio. Facciamo così, se quel cioccolatino non ti va oggi, dato che l’hai già mangiato ieri, mi dici che provi a gustarlo uno dei prossimi giorni?Nota bene, gustarlo, non mangiarlo e basta…

  930. Ilaria dice:

    Chiara, sì, ora cerca di rilassarti, e domani penserai al da farsi con più tranquillità. Vedrai che si risolverà tutto.

    Azimut, purtroppo nessuno ci può insegnare a vivere, sta a ognuno di noi trovare la propria strada. Ci si perde per via, bisogna preventivarlo, ma non è tardi per riprovarci.

  931. cassandra dice:

    CIAO. MI CHIAMO CASSANDRA E VIVO IN TOSCANA, PISA. HO 18 ANNI QUASI 19 E ATTUALMENTE SN IN OSPEDALE… DA PRIMA DI NATALE. HO UNA SPECIE DI “FAMIGLIA” SU FACEBOOK… E MENO MALE KE POSSO CONNETTERMI XKè NN NE POSSO + DELL’OSPEDALE. NN SOFFRO DA MOLTO DI ANORESSIA, DA MENO DI 2 ANNI. TUTO è COMINCIATO QUANDO HO CAPITO DI ESSERE INNAMORATA DELLA MIA MIGLIORE AMICA, SOLO KE LEI AVEVA IL RAGAZZO MA A PARTE QUESTO MI HA RIFIUTATA E IO SN ANDATA IN CRISI TANTO. IN 2 MESI HO PERSO 24 KG E ADESSO PERò LA MIA AMICA MI STA VICINO ANKE SE NN RICAMBIA IL MIO AMORE. PERò SN PREOCCUPATA PERKè SN APPUNTO 2 MESI KE HO LE SONDE E SICCOME HO AVUTO ANKE UN PROBLEMA ALL’INTESTINO, SN STATA OPERATA, ME NE HANNO TOLTO UN PEZZETTO… NN SO QUANDO POTRò RIPRENDERE A MANGIARE DA SOLA… Nè SO SE LO VORRò.
    SE QUALCUNA DI VOI VORREBBE AGGIUNGERMI A FB… MI FAREBBE PIACERE… IL MIO ACCOUNT è : [email protected]
    VI ABBRACCIO
    Cassy

  932. claudina dice:

    ALEPH: Hai azzeccato in pieno..io ormai il cibo non lo gusto..lo ingoio e basta…stasera ho mangiato ,e tanto..elmeno per me..Bistecca di pollo verdura senza condimento,mela e mandarino,caffe’…ad un certo punto ho visto che a tavola mi stavano guardando…ho chiesto cosa c’era da guardare..risposta: forse se tu avessi uno specchio davanti ti accorgeresti di come fai a mangiare…ti stai strafogando,non stai mangiando…beh me ne sono fregata e sono andata avanti…basta che mi senta lo stomaco pieno..ma l’illusione dura ben poco…mangerei non so che cosa..se penso ai dolci divento matta…
    MIELE: Dove iniziero’ psicoterapia,e’ un centro per d.c.a. quindi spero che mi seguira’ anche il nutrizionista,altrimenti me ne cerchero’ un’altro…no..da sola non ce la faccio…
    CHIARA: Ti sono vicina…

  933. Ilaria dice:

    Benvenuta Cassandra, caspita, la tua storia deve essere stata davvero devastante per te. Quanto dovrai ancora rimanere in ospedale? Ti auguro di stare meglio al più presto, e di tornare a desiderare di mangiare, ossia di vivere.

  934. claudina dice:

    Ciao Cassandra e benvenuta,anche da parte mia l’augurio che tu ti rimetta presto…un abbraccio.

  935. uhmhm dice:

    Io, la maledetta egoista.

  936. Polla dice:

    ..che c’è uhmhm?? come mai qsta frase così??? ti va di parlarne?

  937. yris dice:

    no azimut, puoi dire “come ieri”.. ma non puoi dire “come domani”.
    il domani non è già scritto.
    è vero che in parte lo scriviamo con le nostre mani, con le nostre paure, i sogni, i desideri.
    ma non siamo uniche e onnipotenti, per quanto possiamo perseguire il controllo delle cose.
    per fortuna esse ci sfuggono, e vivono di vita propria.
    ci fanno vivere.

  938. Polla dice:

    ..avrei fatto la stessa considerazione riguardo all’affermazione di Azimut.. infatti volevo chiederti: hai per caso la sfera di cristallo??? se si,ok. se no.. allora significa che sei tu che muovi le cose e quindi sei tu che hai la possibilità di modificarle,di farle andare diversamente.. almeno riconosciti che la possibilità esiste,che poi tu decida di sfruttarla o meno.. ma il fiore poi???

  939. Maria Letizia dice:

    Scusate…sono distrutta, passo solo per augurarvi la buona notte…a domani, VI ABBRACCIO

  940. Polla dice:

    ..ciao MariaLetizia.. spero che la tua fase rielaborativa stia fruttando.. vedrai che presto riuscirai anche ad arrivare la sera senza essere distrutta,anzi avrai l’energia positiva che avrai ricavato dalle tue conquiste nel corso delle giornate.. io ne sono sicura! tu che ne dici? anche io oggi ho fatto terapia e devo dire che ho lavorato tantissimo,è andata benissimo e sono mega soddisfatta.. devo riflettere su alcune cose,ma soprattutto devo agire riguardo ad altre.. ma sto lavorando.. anzi,settimana prossima avrò bisogno del vostro sostegno perchè ho in mente un piano d’azione.. spero di farcela!!! ma si.
    Inoltre continuo a pensare al week end che mi aspetta.. ansia per cene,pranzi e feste.. ma voglio cercare di stare tranquilla perchè non voglio + che sia un problema,perchè non lo è. e mi farà ancora meglio per mettere in pratica quello su cui sto lavorando.. forza forza.

  941. Aleph dice:

    Benvenuta Cassandra!
    La tua storia mi ha colpito davvero molto, spero vorrai condividere ancora i tuoi pensieri e le tue paure…e spero potrai uscire presto da quell’ospedale!

    Uhmuhm, che succede????

    Silvia, oggi dove sei stata????Ti penso….

    Ragazze, domani giornata pienissima, non so se riuscirò a scrivervi!
    Mi spiace molto, ma se riesco farò un salto, promesso!

    Buonanotte

    Aleph

  942. silvia dice:

    Ciao tutti. oggi nn sn entrata x nielnte qui e solo ora sn riuscita a legger i vostri post.
    Azimu sn qui, ke hai, cos’è accaduto? O meglio…xkè c’è il vuoto dentro te?

    Chiara hai preso una decisione fai bene a portarla avanti…hai parlato della volontà, della scelta ke ha fatto la tua parte sana quindi sn con te, purtroppo x prendere una decisione si deve prima fare un esperienza ke nn è detto sia positiva, tu l’hai fatta, hai tratto le conclusioni quindi ora puoi rispondere a tutti quei “se” ke qlc giorno fa ti assillavano…ti sn vicina..

    Claudia anke spinta dalla visione ke ti da tua figlia vai avanti e sii fiduciosa cn la terapia…lasciati seguire.
    Polla x la settimana prossima hai tutto il mio sostegno.
    Aleph nn sn andata da nessuna parte, ero solo straimpegnata. Dunque la tua amica sta un pò peggio ultimamente?

    Yris hai ancora la febbre?
    Miele dev’esser brutto nn ritrovarsi cn la propria dott. Io fin’ora sn seguita da una sola e mi trovo abbastanza bene, anke se nn so se abbia già avuto casi di dca.
    Laura ci 6? cm va il tuo rientro a lavoro?

    Buona notte e un saluto anke a tutte le altre.

  943. Amira dice:

    sono tornata….scusate l’assenza…avevo di nuovo perso le speranze….ci sono giorni in cui è più difficile di altri credere ancora in me stessa..soprattutto quando vedo i segni sul corpo lasciati da anni di malattia…mi fa male pensare che ho trent’anni e potrei non arrivare a trenta…mi fa male pensare che dipende tutto da me, preferirei che qualcun’altro decidesse per me, sollevandomi da ogni responsabilità….questo (meno male) però non è possibile…così mi arrangio a convivere con me stessa….

    mi siete mancate comunque :) :)

    luna blu credo di essere io ad averti mandato l’e mail senza specificare chi fossi (sono un’imbranata perdonami!!!) bacio

    vi abbraccio forte

  944. Maria Letizia dice:

    Buongiorno a tutti!
    La mia fase di rielaborazione procede, ma sarà per questo che sono così stanca. Certo, anche a scuola è un periodo caldo…insomma…avrei bisogno di una bella vacanza! Invece il lavoro chiama…oggi giornata lunga, ma ormai lo sono tutte! VI ABBRACCIO!!!

  945. miele dice:

    ciao, stamattina sono già al computer per finire un lavoro urgente.
    vi ho lette, volevo dare il benvenuto a cassandra, e dire ad amira che dovrebbe venire qui con noi proprio nei momenti in cui sente di perdere le speranze, è meglio condividere quelle sensazioni invece di rigirarsele fra sè e sè, lasciando che prendano dimensioni strane.
    polla che succede la settimana prossima? eheh, son curiosa…
    MariaLetizia, so che faccio sempre la parte del diavolo ma…forse la stanchezza è dovuta anche allo squilibrio alimentare…la mancanza di certi nutrienti, come sai, a lungo termine genera spossatezza e difficoltà anche di concentrazione e pensiero…
    claudina spero ch eoggi mangerai con più calma. quando ti trovi davanti il piatto, non aver paura che sia l’ultima volta in cui potrai mangiare: ci saranno altri pasti, altri momenti (sempre se non scegli il digiuno, ovviamente), per cui il tuo desiderio o la tua voracità possono essere meglio “distribuiti”…

    uhmhm, sei venuta a lanciare un segnale e poi sei scomparsa…tutto bene?!

    LunaBlu dove sei?

    Yris, aleph, buona giornata.

    Azimut…oggi che fai?

    Chiara* facci sapere cosa ne pensa la tua dottoressa, del fatto di smettere il farmaco.

    A dopo!

  946. Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Inizia un’ altra giornata. E sarà dura, molto molto dura.
    Sono pervasa da una sensazione di angoscia mista a paura che non riesco a controllare.
    Ma il pensiero di aver preso la decisione di dire no al farmaco mi aiuta a sentirmi un po’ più forte, a sentire che se voglio ho ancora la capacità e la volontà di scegliere che strada prendere.
    Questa notte è stato un inferno. Incubi vividissimi, non riuscivo a respirare… ho solo pregato che arrivasse mattina in prima possibile.
    Ma oggi è un nuovo giorno. Non so come andrà né cosa mi aspetterà. Non voglio crearmi aspettative né pregiudizi.
    Lo vivrò e basta.
    Ed è ciò che dovremmo cercare di fare tutte: vivere giorno per giorno, con tutto quello che di buono possiamo prendere, lottando, vincendo, cadendo, rialzandoci. E arrivare a sera sapendo di aver fatto qualcosa per cui questo giorno è valso la pena di esser stato vissuto. Altrimenti sarà solo un altro uguale a tutti gli altri. Un giorno sprecato che non recupereremo mai.

    Vi abbraccio e vi penso.

  947. claudina dice:

    Buongiorno…oggi sto davvero male..fisicamente e psicologicamente…le ossa mi fanno un gran male,non riesco a star seduta piu’ di tanto perche’ l’osso sacro mi fa male,anche se metto dei cusscini sotto..la spalla,le gambe..il ciclo nn arriva..paradossalmente fisicamente parlando stavo meglio quando ero piu’ giu’ di peso…psicologicamente sento nella testa una gran confusione,non riesco a concentrarmi su nulla,mi dimentico quello che dico e quello che mi dicono…vorrei tanto tornare a letto…piove …ma qui in casa ho tante cose da fare,le ho fatte anche ieri,ma devo per forza pulire altrimenti non resisto:( solo che faccio fatica a stare in piedi…l’idea di essere sola fino alle 12.30 quando tornera’ il mio piccolino da scuola,mi rattrista tanto…ieri sera spuntino di mezzanotte con mio marito: the’ caldo con 2 fette biscottate integrali e 2 biscotti secchi…poi un gran mal di pancia,mi sentivo tanto gonfia…poi per fortuna e’ arrivato il sonno…ma quando arriva il mattino e mi sveglio,di nuovo quella brutta sensazione,di nuovo quella domanda: perche’ mi sono svegliata…quante ore prima che arrivi sera..
    ho notato che il piccolo quando siamo a tavola la sera,e’ iperagitato…nn sta fermo un attimo e trova ogni sorta di scusa per alzarsi da tavola..questo mette agitazione anche a me,non riesco a mangiare tranquilla,vedere lui che si agita in continuazione,rovescia l’acqua sul tavolo,calcia la sedia,mi fa innervosire molto…sembra che lo faccia apposta..e finisce sempre che se nn se ne va lui dalla tavola,me ne vado io….mio marito non lo sgrida mai,sono sempre io che lo riprendo…ieri sera l’ho ripreso e lui mi ha risposto che di quello che gli dico io,non gli interessa niente…che ascolta solo il suo papa’..che bello! che soddisfazione…vabbe’…inizio col pulire il bagno.
    Vi auguro una buona giornata.

  948. miele dice:

    claudina fermati fermati fermati…coi pensieri e anche con il corpo.
    La nostra polla qualche tempo fa ha inventato un bello stratagemma: quando ci sentiamo travolte dai pensieri ossessivi e insensati, diciamoci STOP!. Riazzeriamo il contatore e ripartiamo.
    Le giornate sono lunghe, se si è preda di quest’agonia continua, di un pensiero fisso che non trova mai soddisfazione concreta.
    Il tuo corpo ti grida di fermarti, di sostare, di dargli tregua, e tu imperterrita vai a fare pulizie. Capisco benissimo questo bisogno di fare, di faticare, di girare persino a vuoto pur di non stare ferme…dai, oggi magari prova a stare un po’ di più con noi e un po’ meno con lo straccio in mano!
    Tuo figlio…beh, da figlia di persona che ha avuto problemi col cibo a sua volta, ti dico che anche in tavola mettiamo in circolo energie più o meno positive…i figli assorbono e riflettono…(non ti faccio una colpa di nulla, ovviamente, cerco solo di descrivere una situazione)…

  949. claudina dice:

    MIELE: Si..i figli assorbono e riflettono…hai ragione…purtroppo io sono in una fase in cui anche questa cosa,mi tocca solo relativamente…tutto sembra scivolarmi addosso…mia figlia,ha un’ altro modo di farmi notare le cose…forse perche’ al liceo che frequenta fanno molta psicologia e lo scorso anno il discorso anoressia-bulimia e’ stato trattato ampiamente per tutto l’anno scolastico..lei dicevo,quando vede che oltrepasso il limite, si mette a fare quello che faccio io,una specie di “recita” ovviamente col cibo,inizia a mangiare come mangio io,,,ovvio,lo fa x un giorno,io vedo e le dico: ma perche’ mangi cosi’ poco oggi? lei mi risponde: poco? maa che dici mamma,mi sono abbuffata oggi..a conclusione di giornata,visto che io ho sempre paura che prenda esempio da me,ne ho terrore,le chiedo se ha mangiato abbastanza..lei mi dice: no mamma,non h mangiato abbastanza..e tu? quello che ho mangiato io mamma e’ il triplo di quello che mangi tu di solito…riflettici…la mia piccolina…e’ tanto dolce sai miele..e’ una creatura quasi eterea…io l’adoro..come adoro il piccolino..ma nemmeno per loro riesco a trovare la forza per smettere…questo schifo mi sta rubando tempo prezioso che potrei godermi coi miei figli,con mio marito…ripenso a mia madre,a quanto ha pianto perche’ sapeva di DOVER MORIRE e non poteva piu’ stare con me e mio padre…come la vorrei oggi..come vorrei un suo abbraccio,come vorrei sentire il profumo della sua pelle…per un’ultima volta…

  950. Azimut dice:

    Chiara* gli incubi vividissimi possono essere una conseguenza del farmaco. In genere accade i primi tempi dall’assunzione e poi quando lo sospendi. Giorno per giorno, dobbiamo proprio imparare a vivere così. Ti sono vicina

    Miele oggi lavoro fino al primo pomeriggio. Poi ho promesso alle fanciulle che giocheremo a cluedo. Nel frattempo con una mano darò una pulita, con l’altra preparerò cena…

    claudina devi provare a mangiare un po’ di più, te lo dice una che a forza di restringere non ha più un paio di jeans da infilarsi. Ho ripreso a mangiare un po’ di più e ti assicuro che non ho ripreso nemmeno un etto, ma mi rendo conto che quando mangio qualcosa sto meglio e sono molto più lucida. Ieri stavo male, ho digiunato dal pomeriggio precedente e il risultato è stato uno svenimento con botta alla spalla e oltre due ore di vista con banda nera centrale, in sostanza vedevo solo dalle parti. Puoi immaginare lo spavento. Finché mi sono ficcata un cucchiaio di nutella e ricotta in bocca e mi sono ripresa. Quando ho ricominciato a vedere normalmente ho proseguito con mezza banana, latte e biscotti. Si può fare, vedrai che andrà bene, ti assicuro che riuscirai a mantenere un peso accettabile ma ora il tuo corpo ha bisogno di nutrimento

  951. miele dice:

    claudina, prima di tutto mi dispiace per tua figlia. mi dispiace proprio tanto, perchè tutto questo le resterà dentro. e tuttavia evidentemente ha ricevuto una educazione se è così matura da affrontare in tla modo il tuo comportamento. sii fiera di questo come madre, e anche del fatto che evidentemente a casa vostra c’è un’atmosfera di attenzione ed apertura uno verso l’altro…l’immagine di te e tuo marito che fate spuntino a mezzanotte mi ha proprio commosso…nemmeno il mio compagno ha mai fatto questo per farmi sentire a mio agio…è una cosa stupenda ed è da cose come queste che puoi ripartire.
    lo so che l’anoressia azzera tutti gli interessi, le emozioni, le responsabilità e il buon senso. sono cose che vanno o ritrovate, o ricostruite da capo. è questa la parte attiva che spetta a noi.

    Azimut i ospero che il tuo corpo non ti lasci in pace…che ti costringa lui a mangiare, se non lo fa la tua testa.

  952. miele dice:

    intendevo dire “una buonissima educazione”

  953. miele dice:

    claudina, ci parli un po’ di tua madre?

  954. Azimut dice:

    Miele quindi mi auguri svenimenti e cecità :-)

  955. Ilaria dice:

    Buongiorno ragazze, ciao Aleph… anche oggi non sarà una buona giornata per me, come ieri. Ora mia suocera ha l’influenza e deve stare a casa… e anche se non “intralcia i miei piani” perché se ne sta a letto io mi sento come imprigionata. Non va bene… oggi poi piove e quindi l’unica cosa che posso fare per distrarmi è mettermi sul tapis e fare la cosa che mi riesce meglio ultimamente. Non vedo l’ora di andarmene da qui e allo stesso tempo so di non poterlo fare nell’immediato, perciò mi rode l’angoscia. Ma vabbè, passiamo a cose più importanti…

    Uhmhm, che succede? Guarda che essere egoista non è necessariamente una cosa negativa… se ciò significa pensare a sé e al proprio benessere… ma mi sa che non è così, vero? Parlacene.

    Chiara, hai sentito la dottoressa? Voglio prendere la tua frase come motto del giorno: “Ma oggi è un nuovo giorno. Non so come andrà né cosa mi aspetterà. Non voglio crearmi aspettative né pregiudizi.
    Lo vivrò e basta.”

    Claudina, non sono un’esperta di psicologia infantile purtroppo, ma ho l’impressione che il tuo bambino stia somatizzando il tuo malessere e lo stia sfogando come può. Certo deve essere straziante per lui vederti deperire giorno dopo giorno… come ci sentiremmo noi se vedessimo nostra madre nelle stesse condizioni? Credo che il suo sia un chiaro messaggio di aiuto per sé e verso di te: mamma guardami, ho bisogno di te, con tutte le tue energie, la tua forza, la tua allegria, ma anche tu hai bisogno di me, non lasciarmi andare…

    Azimut, bene, come hai detto tu si può fare! Per le prossime volte cerca di non arrivare allo svenimento se ci riesci, me lo prometti?

    Amira, siamo specialiste nell’arte di arrangiarci :-) . Però mi raccomando, non perdere le speranze ok?

    Un saluto e un abbraccio alle altre che non ho nominato ma che ho sempre nei miei pensieri.

  956. Girasole dice:

    Buongiornoooo!!!

    scusate l’assenza di questi due giorni…ho cercato dileggere tutti i post…ma accipicchia, non è così seplice stare al passo!!!ehehe…

    dunque, prima di tutto volevo solo dirvi grazie! grazie grazi grazie per il supporto dell’altra sera e per aver gioito con me per le mie conquiste, per la pizza! siete fantastiche, siete delle persone speciali davvero che ogni giorno di più mi entrano nel cuore!

    Ora, voglio solo raccontarvi una cosa, sperando vi faccia sorridere e capire quanto davvero i nostri schemi siano stupidi e inutili…
    lunedì inizio la mia giornata con la solita colazione, fette biscottate e yogurt, a pranzo avrei voluto la pasta, mia sorella propone invece gli agnolotti…e va bene…vada per gli agnolotti…
    li conto tutti, li cuciniamo, lei fa le porzioni…nel mio piatto ce n’è di più… glielo faccio notare 2 volte, finchè lei si arrabbia, si alza da tavola e si chiude in bagno, arrabbiata con me…e io pure, arrabbiata con me…dopo 20 min di pianto, torniamo a pranzare…agnolotti freddi, lei arrabbiata, io in lacrime…perchè non mi fido, perchè se non ho il controllo ancora mi arrabbio, mi innervosisco…
    così, mangio solo gli agnolotti e un po’ di insalata…mi manca ancora tanto per la mia dieta quotidiana…
    cmq, ci calmiamo, parliamo e tutto va meglio…un’oretta dopo decido di recuperare quello che ho perso del pranzo…
    una banana, un pacchetto di grissini e il pezzo di cioccolato che avevo promesso a voi per san valentino (e voi, l’avete mangiato?)..
    ok, i grissini, busta da 250 gr…5 bustine dentro…faccio i miei calcoli e inizio a mangiare, per recuperare il pane che mi mancava del pranzo…
    ho mngiato tutto un pacchetto…ma insomma, quanti grissini ci sono qua dentro??? vabbè…sarà…
    mangio …mangio…mangio…li finisco, buonissimi!
    sto per abbioccarmi sul divano quando…AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHH 250 diviso 5 fa 50!!!! NON 25!!!! HO MANGIATO 50 GR DI GRISSINI!!!!!!!!!!!!
    attimo di panico…….mi sono maledetta in tutti i modi possibili e immaginabili, poi…ho riflettuto… in realtà ho mangiato esattamente quanto avrei dovuto per la mia nuova dieta…quello che dovrei fare ogni giorno e non faccio… non sono morta, anzi, non posso che migliorare nel peso e nella mia testa…
    non sono morta! ho imparato una cosa in più…sono migliorata…e alla fine ne sono stata felice…
    ho pensato per una frazione di secondo di correre in bagno… ma già sapevo non sarebbe accaduto…non lo faccio da tanto, e non voglio tornare inditro!

    ecco…ci rido ancora sopra, e vorrei che voi vi faceste una risata con me e magari oggi qualcuna condividesse con me un pacchetto di grissini, non tutto magari se non ve la sentite (ehm… neanche io tutto…) ma magari uno o due di quegli stecchini non può farci male!
    :-)

    Claudina… sono d’accordo con Azimut… il cibo è la nostra benzina e noi senza non possiamo stare… ascolta quello che dice la tua bimba, e anche il tuo bimbo, con i calci alla sedia…fermati e pensa pensa pensa… un pezzo in più non può farti male, ma può darti un po’ più di energia per aiutarti nelle cose di ogni giorno, e a essere più serena… tenta tenta tenta…e davvero ti accorgerai che piano piano sarà un po’ più semplice..
    tua figlia è davvero molto intelligente, devi essere davvero orgogliosa di lei…rendi lei orgogliosa di te;-)

    Azimut…hai fatto benissimo a recuperare con ricotta e nutella…ma…perchè c’è sempre un ma:-) …non deve essere un recupero, una toppa, non il dopo, ma il prima… non deve più accadere quello che è accaduto ieri… quindi un po’ più di benzina per poi non rimanere a piedi… perchè rimanere a piedi in una strada buia…è pericoloso!

    Chiara, credo che tu stia prendeno la decisione giusta e come dici tu, hai provato, hai fatto quest’eperienza e con la tua testa hai capito che non è questa la strada giusta. Va bene, troverai il modo, ma hai capito che puoi prendere le tue decisioni, che puoi scegliere…e devi scegliere di stare bene! tra le tue righe leggo determinazione, e spero sia così…
    i questi giorni stai affrontando molto, ti stai chiedendo molto…forse non ti rendi conto di quanto sei forte….ma lo sei!!!! dai…continua a camminare;-)

    Maria Letizia…hai recuperato le energie?

    Silvia, come stai?

    A tutte le altre, Miele, Polla, Yris Uhmuhm, Ilaria,Luna Blu, a Aleph, e a tutte tutte tutte, auguro una ottima giornata! vi penso…

    a Cassandra e Ele T. dò il benvenuto!
    siamo qui a lottare tutte insieme, io ho trovato un posto splendido e delle persone vere e sincere che mi danno una carica incredibile, e spero sarà così anche per voi! ma ne sono sicura;-)

  957. claudina dice:

    mangiato l’arancia…
    MIELE: Mia mamma era una persona splendida…una gran lavoratrice,dedita alla sua famiglia,una persona che diceva sempre quello che pensava…con me era affettuosa,anche se a volte ci urlavamo dietro…ma nessuna delle due portava il muso per piu’ di 10 minuti..certo anche lei aveva i suoi difetti come tutti,non era perfetta..era impulsiva(come me) e a volte ti faceva impazzire per la sua mania del pulito:) ha sofferto molto per la perdita del mio fratellino,nato 10 anni prima di me,e morto 4 giorni dopo la nascita…mori’ di setticemia…i medici visto che nn sapevano come giustificare la morte di un bambino nato praticamente sano e bellissimo,ma con un infezione ad un braccio e una gamba( forse per un parto tenuto troppo per le lunghe)le dissero che forse lei aveva mangiato qualke cibo indigesto che lo aveva danneggiato…lei si porto’ dentro il senso di colpa per tutta la sua vita..ricordo il giorno dei morti,ricordo lei su quella lapide bianca mentre la puliva con una delicatezza tale che sembrava voler accarezzare quel bimbo che nn aveva mai pottuto tenere in braccio…e i garofani bianchi( sempre e solo garofani bianchi) che metteva nel vaso…
    All’eta di 45 anni,senti’ un dolore ad una costola,ando’ dal medico di base visto che nn le passava,le disse che era solo un dolore intercostale..pero’ le disse,visto che sei qui e che hai 45 anni,vorrei visitarti il seno..il medico senti’ un piccolissimo nodulo,grande quanto un chicco di riso e la mando’ in via precauzionale a fare la mammografia e la visita ginecologica…io avevo 14 anni…lei nn mi disse nulla di quel nodulo,ma io un giorno la sentii mentre si confidava con una sua amica…una gran botta..una gran paura..ando’ a fare la mammografia e le dissero che il nodulo non era sospetto,di stare tranquilla…stesse parole il ginecologo…quel nodulo cresceva a dismisura,in poco tempo era diventato grande come il nocciolo di una pesca..ricordo che io e mio padre andammo dal suo ginecologo,a dirgli che quel nodulo ci preoccupava parecchio,risposta: se devo operrla per forza la operero’! mai madre non ando’ ad operarsi,il nodulo cresceva e lei bloccata dal trrore nn ando’ piu’ da nessun medico,continuava a lavorare( e faceva un lavoro pesantissimo) e andava avanti ad antidolorofici…il nodulo cresceva,nel giro di 2 anni era grande come il seno sx…ogni tanto me lo faceva sentire..e io sento ancora quella massa informe e dura comeroccia sotto le mie dita…il seno divento’ viola..un giorno mio padre la prese a forza e la porto’ da un chirurgo che entrambi conoscevano bene,,la opereo’ la mattina seguente…a me e a lei,medici e parenti dissero che era solo una grossa cisti…in realta’ era un carinoma ormai all’ultimo stadio..con gravi metastasi ossee..mia mamma divento’ debole,fisicamente e psicologicamente..fece la radio e la chemio terapia..perse i capelli..si disperava quando al mattino le cadevano le ciocche..ad un certo punto nn la voleva piu’ fare.. quel punto i medici si decisero a dirle che aveva un cancro..io ero fuori dalla pert