La piazzetta del mese di luglio

Photo©: Bosko Martinovic

Benvenuti e benvenute nella nostra piazzetta del mese di luglio. Alla vigilia della “Notte Rosa” ci aspetta un week-end felliniano. Auguro quindi una splendida notte a tutti quanti parteciperanno a questo evento.

E come sempre appuntamento nella nostra nuova piazzetta. Per gli ultimi commenti del mese appena trascorso cliccate QUI. E…buona estate a tutti voi!!!

2519 commenti
  1. miele
    miele dice:

    yris, sei comparsa di soppiatto e ci hai fregato tutti sul tempo…vecchia canaglia!! 😉

    PS. Dobbiamo ampliare le categorie: “Principi, principesse e FATE…”

    Rispondi
  2. Chiara*
    Chiara* dice:

    Nuovo mese, nuova piazzetta, nuove storie, nuovi traguardi, nuove sconfitte… affrontiamo la novità!

    Grazie Dott. Piccinini!

    Rispondi
  3. Chiara*
    Chiara* dice:

    Tornando a noi…

    Polla, Miele lo so che è assurdo. Ma è + forte di me.
    Un piatto di pasta… non so davvero da quanto non la mangio. Un anno di sicuro, o forse di più… Intendo mangiata e tenuta.
    Ormai, ne parlavo anche con la dottoressa, mi sono talmente abituata a non mangiare certe cose che non ne sento nemmeno + la voglia.
    Sono convinta non mi piacciano e quella volta in cuoi provo ad inserirle non mi piacciono davvero.
    No… non riuscirei ad affrontare un alimento di cui ho paura. Proprio no. Per lo meno da sola non ne sarei in grado.

    Rispondi
  4. yris
    yris dice:

    appena tornata (si, miele, ho tenuto un corso)
    soddisfatta, soddisfattissima.
    oggi era la seconda giornata, l’ultima sarà martedì.
    il primo giorno ho trovato un gruppo di ragazzi stanchi, accaldati, demotivati.
    oggi erano molto mooooolto più frizzanti.
    martedì chiuderemo con i fuochi d’artificio! 🙂
    ciò che mi fa piacere non è tanto l’aver saputo tenere alta l’attenzione,
    ma l’aver condiviso momenti di conoscenza, di esperienza, di umanità.

    ciao bimbe, ben ritrovate!! :-))
    (azimut, ieri guarda caso ho comperato un chilo di sale grosso.. :-))

    Rispondi
  5. Chiara*
    Chiara* dice:

    Girasole la situazione è molto complessa.
    Sinceramente fatico a farmi un’ idea e ad esprimere un giudizio perché credo che certe dinamiche siano talmente personali e legate ad proprio modi di essere e sentire che solo vivendole si può capire il perché avvengono.

    Rispondi
  6. Polla
    Polla dice:

    .. ma infatti Chiara, con tutto lo sport che fai.. il concetto di ingrassare è davvero trascurabile nel tuo caso,direi praticamente impossibile.. infatti non è qsto a cui si bisogna puntare.. nel senso che come tu ben saprai si mette massa magra,che serve per essere sani e che fa bene al cuore,alla pelle e a tutti nostri organi maltrattati.. inoltre serve un po’ anche di massa grassa per le riserve,proprio quelle riserve permettono di stare + al sicuro,perchè sono le scorte a cui il nostro corpo può attingere in caso ci sia necessità. ma tu qsto lo sai meglio di me.. ma saperlo non basta appunto,serve che tu lo senta un po’ tuo.. lo prenda per vero e necessario,ne senta il bisogno.. per stare meglio, perchè non hai + voglia di snetirti così.
    Inoltre cibi tipo la pasta o le patate contengono la serotonina che aiuta il buon umore.. quindi nei casi depressivi è maggiormente consigliato ingerire certi alimenti.. io ci ricavo un sacco di energia e molta meno rabbia.. e mi dici poco??? affatto.. certo ci si lavora su,non basta un piatto di pasta. tutti i giorni.. tutti i giorni.. tutti i santi giorni.. te la condisci come + ti piace,come + ti gira.. pura goduria, basta così poco per sentirsi liberi? ebbene si. in qsto caso si. poi si va oltre..

    Miele.. ma posso chiederti quali condimenti ancora ti spaventano? o quali abbinamenti o dosi? :).

    Rispondi
  7. miele
    miele dice:

    Chiara*,
    ti sento molto irrigidita: stiamo cercando di prospettarti qualche idea per “smuovere la situazione”, ma il tuo è tutto un “NO”…anche adesso “No… non riuscirei ad affrontare un alimento di cui ho paura. Proprio no. ”
    Ti sembrerà impossibile, ma da qualcosa si deve pur cominciare.

    Rispondi
  8. yris
    yris dice:

    eheheheh.. servirà pur a qualcosa l’età, no miele?
    🙂
    e comunque sappiate che “fata” è un appellativo che mi accomuna ad azimut (e non sono solo quello..)

    bè, bacini, bacetti e spolvero di stelle…
    è bello tornare e trovare cieli di parole.

    Rispondi
  9. Chiara*
    Chiara* dice:

    Polla lo so.
    Ripeto, ciò che mi fa + rabbia è il fatto di aver studiato, ristudiato queste cose.
    Il fatto di essere vista dai miei clienti come “la super istruttrice che sa tutto di sport e alimentazione!” e il sapere che si fidano ciecamente di quello che consiglio loro.
    Quando se sapessero invece io chi sono e cosa faccio… a volte mi vergogno di me. Mi sento un’ ipocrita, una bugiarda.
    Eppure sono pronta a dare suggerimenti agli altri, basandomi su conoscenze appurate e approfondite ma non riesco ad applicarle a me stessa. E’ assurdo.
    Ma ho paura. Troppa troppa paura. Sono bloccata proprio.
    Già sono con la testa a fra 3 settimane, quando andrò in ferie. E non avrò la possibilità di controllare tutto ciò che mangio.
    Già so che starò male, che non riuscirà a programmare e tenere sotto mano la situazione.
    Vorrei nn doverci andare in vacanza…

    Rispondi
  10. miele
    miele dice:

    Ahhhhh Signòr! Chiara*, una cosa alla volta cavoli! Fino a prima eri impanicata per stasera, non serve che ci sovrapponi il pensiero delle vacanze..ansia gratuita per nulla!

    Polla non ce ne sono più molti, ci penso e poi ti dico.

    Rispondi
  11. silvia
    silvia dice:

    Buon Luglio!!! speriamo ke sia così…mi sn persa tra i vostri post…
    ma Chiara davvero, una cosa x volta e ce la farai…vedrai, fatti aiutare.

    Rispondi
  12. Polla
    Polla dice:

    ..ma Chiara,non importa!!! Cioè.. se i tuoi consigli dati loro sono consigli veri,basta e avanza.. non importa che tu poi li metta in pratica,non importa per loro intendo.. importa per te! sei tu che ti auto giudichi per qsto.. ma scusa.. anche uno psicologo non è che quando esce dal suo studio è perfetto perchè sa cosa fare.. esce dal suo studio e litiga col marito/moglie,sgrida i figli,evita la madre.. ecc.. dinamiche di vita,le sue. semplicemente.. non c’è un modo in cui bisogna agire per forza o un giusto. si lavora per noi stessi.. le stesse persone a cui consigli l’alimentazione poi sono libere di muoversi come meglio credono,sapendo che loro preferiscono qsto o quello.. non hai nessuna responsabilità concreta,non devi dimostrare nulla a loro.
    tu stai male.. tu hai una malattia.. e il tuo lavoro lo fai benissimo.punto.

    Rispondi
  13. miele
    miele dice:

    Chiara* infatti lo considero il thè di stasera, non dubitare…ha il suo valore e te lo riconosco tutto. Parlavo del tuo atteggiamento di fondo, che è di “rifiuto a priori” di qualsiasi cambiamento, nonostante tu abbia visto benissimo a cosa ti può portare la situazione in cui sei ora. Secondo me il nutrizionista ti servirebbe adesso, mi spiace che non ci sia. Se proprio ne senti il bisogno, non potresti infilarcelo tra le sue e le tue ferie? Mi dirai che avete già prenotato, che non si possono spostare i programmi, che scombussoleresti francesco ecc. E io ti dico che qualche giorno fa eri sull’orlo di un brutto precipizio, e che tutto il resto dovrebbe passare in secondo piano. Altrimenti col mondo si continua a fingere che vada tutto bene…

    Polla lo so che non ti sfuggo 🙂
    Ragazzzuole, io e Polla domani ci vediamo! Se a Polla non spiace, eviterei di dire dove, comunque è in una città diversa da quella in cui viviamo entrambe. Ci facciamo un giro e una gran chiacchierata!

    Rispondi
  14. Chiara*
    Chiara* dice:

    Miele no, purtroppo non si può.
    Perché al suo rientro parto io e comunque la cosa non sarebbe stata così immediata. La stessa dottoressa ieri mi ha detto che ci sarà un tempo d’ attesa non proprio brevissimo quindi devo accontentarmi del fatto che intanto non appena lui rientrerà lei mi prenoterà la visita.
    Credimi, per me è un gran passo avanti l’ aver deciso di affidarmi a qualcuno e quindi il lasciare nelle mani di un’ altra persona il mio controllo.
    Lo so, potrà non sembrare niente di così importante o catastrofico ma dal mio punto di vista lo è.
    Sul mio atteggiamento hai ragione, me ne rendo conto.
    Tutto bianco o tutto nero.
    Il fatto è che ho paura davvero. Paura perché sono stanca di finire sempre e comunque con la testa nel cesso o di trascorrere giorni senza mangiare… e so che se provassi a fare qualche “cambiamento” da sola il risultato sarebbe proprio quello.

    Rispondi
  15. Chiara*
    Chiara* dice:

    Tra un po’ stacco dal lavoro e poi filo a casa a prepararmi.
    Che dire? Mi sento un po’ in colpa…
    Sono 2 giorni che ho praticamente monopolizzato il blog con le mie discussioni, le mie paturnie, i miei problemi… scusatemi.
    Che egoista egocentrica che sono…
    E’ che mi sentivo e mi sento un fiume in piena.
    Ci sono momenti in cui non riesco a tirar fuori nulla se non silenzi e lacrime e altri in cui invece avverto il bisogno di esprimermi, di aprirmi, di far uscire tutto quello che ho dentro.
    Vi ringrazio dal profondo del cuore per avermi ascoltata, supportata, consigliata, strigliata, incoraggiata… Grazie.
    E scusatemi ancora per essere stata così troppo invadente ed ingombrante.

    Pensatemi questa sera, ve ne prego angeli…
    Pensatemi e tenetemi stretta vicina a voi.
    Vi stringo

    PS: Ely so che ci sei… torna qui…

    Rispondi
  16. Ilaria
    Ilaria dice:

    Chiara, smettila… un fiume in piena ha bisogno comunque di un letto e di argini, e di un mare in cui sfociare… potremmo essere noi quel letto, quegli argini e quel mare… non sentirti in colpa! Ma è ovvio che ti penseremooooo! Io poi, addentando quella pizza che mi è stata prescritta come una medicina ma che sento semplicemente come un gran bisogno e desiderio, col pensiero volerò a te!

    Rispondi
  17. Linda
    Linda dice:

    chiara, ma che dici!!! non sei egoista, anzi personalmente ti ringrazio, le tue parole mi hanno dato modo di riflettere.

    girasole, ho l’orale il 9….che agonia.

    Rispondi
  18. silvia
    silvia dice:

    Chiara ti preferisco mille volte cm un fiume in piena ke nel mutismo intriso di sofferenza e dolore. Stasera cerca solo di esser felice, puoi concedertelo

    Miele ke bello ke vi incontrerete di nuovo…e poi in giro x una città…pensate un pò anke noi, ok?…un pò anke a me…

    Io sn qui ke nn trovo le parole, ma stavo x sentirmi male, o meglio, stanno venendo tanti brutti pensieri e mi sento tremendamente sola, la cosa nn è solo frutto della mia testa, ma purtroppo è anke reale…altra conseguenza della mia kiusura alla vita. Pensavo a voi e sn venuta qui a leggere un pò e sapere di voi…cm vedi Chiara anke x me, cm penso x tutte, questo luogo è argine e letto del nostro fiume di emozioni, paure, tristezze…ma spero un giorno a nke pura serenità

    Azimut credo ke sia abbastanza pieno questa nuova piazzetta, ke ne dici di venir a lasciare il tuo segno e raccontare diieri…

    Vi penso e grazie a tutte

    Rispondi
  19. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Buonasera ragazze…l’occhio mi fa molto male…stasera vado all’oftalmico…ho elggiucchiato…ma voi lo sapete che nella donna il 13% del grasso è negli organi? E nell’uomo l’8%?
    Insomma se nn si ha più grasso la prima cosa che patisce sono gli organi e sopratutto il cervello…

    Rispondi
  20. Linda
    Linda dice:

    silvia, questo posto può essere ritrovo di consolazioni e malinconie, ma anche di consigli e di carica positiva!!! io in voi vedo tanta forza, tanta volontà, tanta carica positiva, anche quando siete tristi.
    leggere di voi mi da forza, mi fa considerari lati della mia malattia che avevo ignorato o accantonato.

    Rispondi
  21. Ilaria
    Ilaria dice:

    Infatti Luna, credo di aver letto da qualche parte che il cervello di un’anoressica è più piccolo perché il corpo se l’è letteralmente mangiato per sopravvivere. Autocannibalismo… brrrr!

    Silvia, se non ne puoi più della solitudine, perché non ti iscrivi a un corso qualsiasi? Ballo ad esempio, o anche volontariato. Potrebbe essere un’idea.

    Rispondi
  22. yris
    yris dice:

    cito, dall’articolo della Graziottin:

    ” anche il cervello va nutrito con amore, perché la nostra capacità di pensare, e di assaporare la vita, dipende dall’armonia tra corpo e psiche. “

    Rispondi
  23. Cely
    Cely dice:

    A me hanno dissero che ho perso una piccolissima parte di cervello e di un altro organo che sinceramente non ricordo. Sì, anche questo può accadere. Il corpo ha bisogno di nutrirsi e si autoconsuma.

    Rispondi
  24. Polla
    Polla dice:

    ..Silvia, che c’è??? cmq io ho notato che spesso tendi a sottolineare il fatto che qsto o quel problema,qsto o quel pensiero non sono “solo frutto della tua testa”,spessissimo lo dici.. e io credo che tu ti riferisca a problemi che tu ritieni concreti,ma.. io penso che anche il problema di mangiare una cosa o non mangiare,il sentirsi grassi o magri,ingombranti o trasparenti.. ebbene,qsti per noi sono problemi.. poco importa se possono sembrare non paragonabili a non riuscire a pagare la bolletta della luce a fine mese,per noi sono problemi. Un problema diventa un problema quando lo si percepisce come tale.. quando provoca sofferenza è già un problema.. dunque il discorso sta non solo nell’iniziare a NON colpevolizzarsi perchè ci si sente cretine ad aver paura di un piatto di spaghetti o di una torta,perchè è lì che noi abbiamo spostato il VERO problema.. per qsto bisogna lavorare sul cibo per scoprire cosa ci sta sotto,solo superando la paura di ingrassare,solo raggiungendo un peso TUO sano,puoi iniziare a prendere in mano la tua vita e a gestire quelli che sono i tuoi veri problemi. finchè qsti resteranno soffocati sotto la fobia per il cibo,resteranno irrisolti.. per sempre.. e in + ci si porta dietro una malattia. che fare?

    Rispondi
  25. Polla
    Polla dice:

    ..Cmq io anche se non penso di aver perso un pezzo di cervello,lo sento proprio come funziona meglio quando è nutrito,ma non solo perchè è + lontano dalle ossessioni e di conseguenza riesce a concentrarsi su altro,ma anche perchè ha quello di cui ha bisogno.. infatti lo stimolo di continuare a studiare,mi porta alla voglia di nutrirmi,di stare bene,perchè voglio farlo funzionare sto benedetto cervello.. funziona così bene in modo disfunzionale,perchè non dovrebbe essere altrettanto ma nella mia giusta direzione???? eh no. adesso lo sistemo io. il sottopeso + è grave e + fa andare fuori di testa.. le paure aumentano e non ce ne si rende conto.. si è la malattia,ma è anche il nostro corpo che è stanco e non sa + dove andare a parare.. l’idea di sentirsi mangiare dentro,che brutta sensazione. io non la voglio +.

    Rispondi
  26. Polla
    Polla dice:

    ..ma bastaaaaaaaa.. se passa di qui ora mi sa che sono io a mangiarmi lei!!!!! eccheccazzo.. domani Miele ti stritolo appena ti vedo.. mi sento fortisssssima.

    Rispondi
  27. Polla
    Polla dice:

    Chiara qste sono state le tue parole giusto ieri per rispondere allo spunto di Aleph: “Io posso dire che l’ interazione di questi ultimi giorni mi sta aiutando molto a prendere + consapevolezza di ciò che sono e di ciò che mi manca per arrivare a stare bene.
    Non sempre la verità è piacevole, ma qui si può parlare ed eprimersi liberamente, lasciando uscire fuori ciò che si è senza filtri e senza maschere.
    L’ aver potuto esprimere certi pensieri malsani senza vergognarmene e soprattutto rileggere le mie parole mi ha aiutata a rendermi conto di molte cose.
    Il fatto che mi sia stata dedicata dell’ attenzione non la sento come una cosa troppo personale.
    Nel senso che comunque qui si viene per sfogarsi, per cercare un confronto, un aiuto, una parola, una strigliata e non ci si è mai tirati indietro quando qualcuna/o ne aveva bisogno.
    L’ ho sentita come una cosa normale.
    Come normale puo’ essere, a volte, lasciar correre certe discussioni e certi confronti perché magari non si sa bene cosa dire, come approcciarvisi, come poter essere d’ aiuto.”

    com’è che ora invece si è tramutata in Che dire? Mi sento un po’ in colpa…
    Sono 2 giorni che ho praticamente monopolizzato il blog con le mie discussioni, le mie paturnie, i miei problemi… scusatemi.
    Che egoista egocentrica che sono…
    E’ che mi sentivo e mi sento un fiume in piena.
    Ci sono momenti in cui non riesco a tirar fuori nulla se non silenzi e lacrime e altri in cui invece avverto il bisogno di esprimermi, di aprirmi, di far uscire tutto quello che ho dentro.
    Vi ringrazio dal profondo del cuore per avermi ascoltata, supportata, consigliata, strigliata, incoraggiata… Grazie.
    E scusatemi ancora per essere stata così troppo invadente ed ingombrante.”

    Rispondi
  28. miele
    miele dice:

    aiuto, salvatemi da Polla che domani mi stritola e fa di me un mucchietto di shangai …..! 🙂

    Chiara* trovo il tuo ultimo post abbastanza fuori luogo, anzi …proprio retorico. Qui non hai bisogno di scusarti, di flagellarti, di autocommiserarti. Perchè esprimendoti così, ci metti nella condizione di dirti “non è vero”…mentre credo che sia più proficuo se, quando dialoghiamo, parliamo delle nostre sensazioni effettive, non di quelle che abbiamo installato di default e che mettiamo su come un disco giusto per “concludere”.

    La mia non è una critica, solo un’osservazione. Ah, ho rispettato il patto: di solito come dopo cena mangio qualcosa di dolce + frutta o qualcosa di salato + frutta: stasera a cena ho aumentato la frutta, e poco fa ho mangiato sia le patatine che lo snack dolce.
    Spero tu stia sorseggiando il tuo the, e che te lo goda sul serio 😉

    Pupe&Secchione, vi auguro buona notte. Io ne ho ancora per un po’, ma poi mi sa che crollo.

    Silvia non chiuderti, non isolarti…ci pensavo anche oggi: apri questa benedetta pagina di FB…dai che ci divertiamoooooo!

    Rispondi
  29. Artemide
    Artemide dice:

    Eccomi finalmente qui…ma quanto avete scritto!
    Ora mi metto di impegno a leggere tutto,ma mi mettete davvero alla prova!
    Io oggi ho corso come una pazza,dalle 6 del mattino fino a alle 17,quando mi sono arresa…
    Il documento di disoccupazione l’ho ritirato,ma dovevo verificare che anche on-line comparisse,ma ovviamente il mio PIN non mi fa più accedere,sono corsa dal mio sindacato che telefonando al numero verde è riuscito a convincermi a mandarmi una mail con tutte le indicazioni;ovviamente della mail neanche l’ombra,così sono andata da un altro caf che mio papà conosce che si incaricato di portare avanti lui la pratica e di farci sapere q.sa lunedì o martedì. Morale:oltre alla richiesta di un nuovo PIN che ho avviato tre giorni fa,a queste si aggiungono altre due pratiche avviate,a quel punto mi son detta basta…ho fatto tutto il pox, ho tempo 68 giorni per terminare tutta la procedura,da qualche parte verrà fuori q.sa,no?
    Scusate lo sfogo,ma almeno scrivendo scarico ancora un po’ di quell’ansia che mi è rimasta…devo solo avere pazienza…q.sa si muoverà. Tutto questo è stato molto stressante,ma un lato positivo ce l’ha:ho capito che proprio impedita anche negli affari burocratici non lo sono, un punto in più alla mia autostima!
    Bene, ora mi metto a leggervi e commentare se pox,scusate se dimentico q.no
    Vaniglia sono contenta che a casa tua le cose stiano un po’ cambiando,ma continua a pensare prima di tutto a te. Capisco la tua iper attività,succedeva anche a me e succede ancora adesso q.ndo sono nervosa,ma prova a rilassarti,ad ascoltarti,distrarti con attività più rilassanti,ad esempio in palestra ho scoperto il pilates e mi rilassa molto.
    Consigli noi sulla tua alimentazione? non riesci a trovare un nutrizionista tu,io mi faccio seguire apposta perché da sola farei solo pasticci…UN ABBRACCIO
    Chiara riguardo alla tua psicoterapia è un bene che tu riesca ad aprirti,ma le sue risposte devono essere dei fulmini a ciel sereno,con la mia dott.ssa io mi trovo rivoltata come un calzino…quante nuove realtà riesco a vedere grazie a lei!
    Aleph…grazie del pensiero,hai ragione,io ce l’ho messa tutta anche per questo scalino,per come sono fatta vorrei andare,fare e concludere,nn dover ancora aspettare risposte,ma avere certezze,ma mi sto accorgendo che un po’ tutto funziona così, lo prendo come un esercizio di pazienza…molto utile anche per il percorso di guarigione che ho iniziato. Vorrei il “Tutto e subito”, decidere di guarire e non fare alcuna fatica perché avvenga,ma so che nn è così
    Ilaria hai scritto una cosa bellissima: “sono tornata a essere quello che ero un tempo”.Grande conquista!
    Grazie per la descrizione della tua terapia,serve molto anche a me: imparare a riconoscere ciò che sento, fisicamente e mentalmente, e saper distinguere le sensazioni fisiche “reali” da quelle “malate”. Anche io sto iniziando ascrivere un diario emotivo dove annoto non solo i miei pasti,ma anche le mie emozioni.
    Chiara*…ora sarai fuori a mangiare con Francesco,cerca di non cedere all’abbuffata, chiedi aiuto a lui,mangia quello che ti senti e tieni tutto dentro di te, trasforma questa situazione in una prova,ma nn ti giudicare o punire…accettati. Ora che ho letto il tuo post successivo ho capito meglio il tuo disagio: uscire questa sera per te ti porta a uscire da schemi mentali non solo legati al cibo,ma anche alla tua quotidianità. Succede spesso anche a me. Per questo sono convinta che tu debba andare,rompere gli schemi comportamentali aiuta a rompere anche quelli alimentari…coraggio!
    Brava per i sandali,anche io nelle foto su FB ho visto come sei sempre ben curata. Stesso problema per me vestirmi,poi ora con tutte le ossa sporgenti,girerei sempre in jeans e felpa per nascondere la mia magrezza…ma c’è un’altra soluzione…farla scomparire e rimettere su carne e muscoli!
    Girasole…mi unisco alle parole delle altre…non avrei saputo esprimermi meglio
    Azimut…ma che strega…fata. Bella la tua frase per Chiara: “Un passo per andare oltre, un passo per la vita”
    Linda complimenti per tuoi progressi,per la capacità di staccarti dai tuoi programmi,impariamo ad ascoltarci..la chiave è tutta lì! Ricambio il pensiero e l’abbraccio
    Sha come stai,come mai questa stanchezza? Certo che anche i tuoi ritmi sono parecchio frenetici…complimenti per il coraggio nel parlare al tuo capo…riposati più che puoi..un abbraccio
    Ely, come mi disse unna volta Polla,le abbuffate sono segno di una restrizione precedente…prova a trovare un po’ di equilibrio. Sei seguita da un nutrizionista? E sul piano terapeutico,il discorso di Ilaria è molto importante…
    Chiara…discorso carboidrati stessa paura, solo i cereali al mattino,ma la mia nutrizionista mi ha già annunciato che dovrò inserire anche quelli…e lo farò!
    silvia mi piace come hai descritto questo blog: “è argine e letto del nostro fiume di emozioni, paure, tristezze…per questo,Chiara, scrivi,apriti,stravolgici,sai quanto mi fanno riflettere le tue parole…tu scrivi e mi apri nuovi orizzonti!
    Riguardo alla tua tristezza, mi unisco alle parole di Polla,ascoltati e cerca di capire quellodi cui hai bisogno.
    E’ stata dura,ma ce l’ho fatta…ho letto tutto.
    Ora mi aspetta un bel film..un horror psicologico,eh sì,ho dei gusti strani o commedie romantiche o questi horror.
    Finalmente domani niente sveglia!
    Un abbraccio a tutti e buona serata

    Rispondi
  30. Girasole
    Girasole dice:

    buonasera e buon luglio a tutti!!!!

    prima di tutto…Aleph, grazie, è stato bello leggere della tua esperienza con il pesce… centri davvero un grande punto…
    i tempi passano, noi cambimo e cresciamo nella convinzione che le cose restino le stesse…ma per saperlo dobbiamo solo provare…
    per noi ovviamente si aggiunge la dinamica della scusa… ci convinciamo davvero che una certa cosa non ci piace o ci fa stare male, quando in realtà semplicemente ci fa paura perchè pensiamo possa farci ingrassare…

    ah…quante volte l’ho detto…
    quando lavoravo in montagna mi ero persino inventata che non potevo condire con il burro (ovviamente in montagna condivano tutto con il burro, e io avevo la scusa per farmi dare le cose scondite!) perchè mi mancava una vitamina e il mio corpo non poteva digerirlo e mi causava forti dolori allo stomaco….ma ti pare????? e questo è solo un esempio….l’immaginazione in questi casi si fa fervida!

    Polla! ahia!!! che botta in testa mi hai dato!!!
    sì la smetto (anche se un po’ lo penso che mangio tanto! eheheh……….. 🙂 )…
    ora ti dico una cosa…l’ultima volta le nutrizioniste mi hanno detto la stessa cosa… sembra che io abbia paura di essere e di risultare ingorda….
    e sì…è proprio così…
    non voglio sentirmi miss ingordigia….
    e come se lasciarmi andare ai piaceri del cibo (quando non è opportunamente previsto) sia un peccato mortale….
    già già, ma ci sto lavorando! e cambiera anche questa cosa!

    Miele, giòà lo sapevo del tuo girasole…. e mi è piaciuto immaginare di essere almeno un petalo nel tuo giardino 🙂
    ehi il tuo cervelletto fallo riposare un po’ ogni tanto che se guardo verso est già si eleva un filino di fumo….:)

    a proposito di cervello…. giò, da quando è iniziato il mio dc, il mio cervello se ne è andato in pappa…fatica a pensare, a studiare, a concentrarsi e soprattutto a ricordare…io che ho una mente da segretaria ho meso a dura prova la memoria, ma come dice polla….nutrendo il corpo ho nutrito il cervello e ora sta ricominciando a funzionare e ad aver voglia di essere allenato!

    linda…ecco, metto alla prova il cervello e mi segno il 9 nel calendario che ho in testa! dai che poi sei in vacanza!!!!

    Rispondi
  31. Girasole
    Girasole dice:

    Silvia….lo so che è difficile, ma davvero non posso guardare la tua foto e pensare che te ne stai a casa…perchè i tuoi occhi devono riempirsi di vita e voglia di fare….fai fai fai…qualsiasi cosa! ma non la calzetta, esci! cioè, se vuoi fai anche la calzetta…niente in contrario, ma falla in compagnia! 🙂

    Rispondi
  32. Girasole
    Girasole dice:

    ho letto l’articolo yris…ogni volta che leggo qualcosa del genere mi prendono i crampi allo stomaco e mi metto paura…e mi viene immediatamente voglia di mangiare…
    e mi faccio ridere da sola! però è così! ma si può???
    meno male che da8 mesi a sta parte la paura mi accompagna ogni giorno!!!

    credo di aver ancora un sacco di cose da dire ma sono cotta e dopo il mio spuntino pre nanna mi butto nel letto!

    un bacio grande a tutti!

    Rispondi
  33. Polla
    Polla dice:

    ..Girasole,appunto quello intedevo.. nel senso che non devi dirlo,perchè è probabile che ti aiuti a non pensarlo,capisci? perchè non è così. nessuno si ingozza se non pensa che si un ingozzarsi,capisci? nemmeno uno che si mangia sua mamma si ingozza se poi non vede il problema o non lo percepisce come tale.. ecco perchè non c’è uno schema prestabilito da seguire,ma ci siamo noi e basta. durante il day hospital il primo giorno mi hanno fatto come primo piatto i tortelloni al formaggio conditi con il ragù e come sencondo lasagne.. ma ti pare???? poi non ricordo cosa ci fosse ancora. ma qsto era per farmi capire,che non c’è un giusto.. e ti assicuro che non era nell’ottica di mettere peso l’alimentazione,era solo una questione di ansia e fobie,intendo dire che a loro non interessava rimpinzarmi,ma aiutarmi a capire e compere certe dinamiche e ci sono riusciti alla grande secondo me. a volte mi facevano mangiare due dolci.. o a merenda nutella con le fette biscottate e poi anche i biscotti.. poi va beh i vari mix pane,fritto,patate,pasta.. robe così.. due dolci.. ecco.. in una settimana vivere intensamente qste cose non è stato tanto figo solo perchè ora mangio di nuovo TUTTO,ma anche per capire che si può. che tutti possono,che non c’è uno schema da seguire.. che appunto non c’è normale o no. non so se rendo.. qsto ovviamente ci si arriva dopo che si è ripresa una corretta alimentazione,non lo si fa dal nulla.credo.. 🙂

    Rispondi
  34. silvia
    silvia dice:

    Grazie x l’incoraggiamento, ma la verità è ke sarei uscita davvero molto volentieri stasera se avessi avuto qlc cn cui farlo. Mi è capitato anke di fare un giro da sola, proprio qnd nn ce la facevo + e avevo bisogno di aria, ma cercar gente e nn trovarne mi mette ancora + solitudine addosso, mi sembra di esser una disperata.
    Io sn sempre molto disponibile cn gli altri, e la mia dott mi ha detto ke è anke x nn guardare i problemi miei ke mi butto a dare tutto agli altri e esser accanto a ki ha bisogno, ma poi un pò ci resto male qnd sn io ke ho bisogno, io ke arrivo anke a kiedere, senza aspettare, e trovare un muro di gomma dall’altra parte fa un pò male.
    Girasole nn ho fatto la calza, ma poco ci manca…no, dai, ho cercato di studiare, mi sa ke la cosa del cervello di cui parlavate prima è vera davvero.

    Miele, Linda, nn mi piace l’idea di fondo di fb, sembra ke x esser qlc bisogna catalogarsi, segnarsi, iscriversi…mi da l’impressione di esser tutti skedati, sembra ke nn se ne può far altrimenti…io nn sn un tipo ke parla molto di se, e voi lo sapete bene, dunque nn mi andrebbe di metter su parti di me in balia di ki sa ki…xkè ne conosco di persone ke stanno lì e entrano nei profili solo x farsi i fatti altrui.

    Miele nn so dire cosa mi faccia stare così giù, c’è stato un episodio, un evento ke mi ha scosso oggi, è vero, ma nn è cmq giustificato il mio reagire così…dopo tanto ancora nn sn in grado di scindere le emozioni dalle reazioni sbagliate.
    Cmq parlare cn voi e sapere ke ci siete, e il fatto di aver potuto esprimere questi stati d’animo mi ha fatto bene, mi ha sollevata un pò.

    Miele domani tu e Polla vi incontrerete…ci credete ke mi sento un pò emozionata x voi?

    Chiara spero tutt’ok
    Luna, Aleph, Azimut, Laura, yris e tutte le altre…passate una bella serata!

    Rispondi
  35. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Ciao a tutte, son tornata da poco poiché dopo cena sono andata con mia mamma a prendere un gelato, visto che mia sorella dice, mi prende x il culo fino all’ultimo e poi mi molla delle buche! è una stronza, ormai non ci faccio più alcun affidamento e mi son ripromessa di non chiederle nulla!

    vabbé, chiusa parentesi! poi, tappa dal cocomeraio più buono di Roma…ora a casa, con un gran mal di testa! si, è tutto nuvolo e fa quasi quasi un po’ freddino! 😉

    ora vado pure a dormire…sono stanca!

    ….hey LUNA BLU ma non eri in via di guarigione dall’occhio giggio?? sei andata a farti vedere? fammi sapere…
    Buona notte a tutte…a domani

    Rispondi
  36. Polla
    Polla dice:

    ..infatti LunaBlu,che ti hanno detto dell’occhio???

    Vaniglia.. sono contenta che tu sia uscita con tua mamma per un gelato.. se è una cosa che ti viene + facile mangiare,sfrutta l’estate!!!! :-). che gelato ti sei mangiata?

    Silvia.. io e Miele ci siamo già incontrate un giorno in cui nevicava un sacco!!! Spero invece che domani ci sia una bella giornata così possiamo godercela appieno.Ad ogni modo non vedo l’oraaaa e non importa che tempo ci sarà,tanto sono certa che andrà benone!!! eheheh.

    Rispondi
  37. yris
    yris dice:

    ciao bimbole!
    io sono in piedi già da un po’..
    in genere non sono mattiniera, ma in questi giorni sto scoprendo la delicatezza dei primi raggi di sole, il chiarore e il silenzio del mattino, ed è bello.
    tra un po’ me ne vado dalle mie piantucce (che nel frattempo sono diventate alberi 🙂 così mi rolasso un po’. dovrei fare entrare solo un po’ più di “umani” nella mia vita – me ne rendo conto – a parte quelli che incontro giornalmente per lavoro, ma è un passo che coninuo a rimandare..

    un bacio doppio allla coppia Polla/Miele e un abbraccio a tutto il blog

    Rispondi
  38. miele
    miele dice:

    Yris, buoni “primi raggi” allora”. io adoro il mattino, il sole del mattino assomiglia molto alla mia idea di “miracolo”.
    per il resto, diciamo che ti concedo di “fare allenamento” con le piante, ma poi…beh, poi anche gli esseri umani vanno lasciati entrare…
    …quel tipo cui accennavi l’altro giorno, per esempio… 😉

    Rispondi
  39. Chiara*
    Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Come state? Qui la giornata è soleggiata ma molto fresca.
    Ho letto quanto avete scritto ieri sera e devo dire che c’è stato un bel dialogare. E’ bello come ultimamente sia movimentato questo posto.
    Ho pensato tanto tanto a quanto ci siamo dette/i nei giorni scorsi e sono sincera: mi è servito. Mi serve stare qui.
    A prendere certe consapevolezze, ad ascoltarmi e a sentirmi di più.
    Ieri sera eravate sempre nei miei pensieri. Non vi ho lasciate un momento.
    Nè quando ho bevuto il tè freddo al limone, né quando ho assaggiato un triangolino minuscolo di pizza di Francesco. E se subito dopo ho avuto l’ impulso di andare in bagno… ma sono rimasta seduta al tavolo e stop.
    Sono stata bene, davvero bene.
    Siamo stati in questo positicino con terrazza vista lago, abbiamo riso, scherzato, mangiato, passeggiato, fatto qualche piega di troppo in moto… e quando mi sono addormentata una volta a letto, mi sentivo serena.
    Che sia stata solamente un’ illusione? Forse.
    Ma voglio pensare che l’ importante sia godersi ogni momento per quello che è in grado di regalarci, concentrarsi sul qui ed ora senza tornare sempre al passato né guardando al domani.
    Posso scusarmi (senza sembar retorica) per quanto vi ho scritto ieri nell’ ultimo post? Non era mia intenzione creare dinamiche fastidiose.
    Semplicemente ho scritto quanto sentivo in quel momento. Perdonatemi.

    Silvia come stai oggi? Mi fai un sorriso?

    Azimut dove sei? Ho bisogno di sentirti.

    Polla, Miele divertitevi e trascorrete una bella giornata insieme!

    Vaniglia, Artemide, Yris, Ely, Linda, Aleph, Cely e tutti gli angeli di questo luogo, vi stringo.

    A presto

    Rispondi
  40. Polla
    Polla dice:

    ..BUONGIORNOOOOOO,
    sono sveglia???? boooooh.. non capisco.. ahahah. che traumaaaaa,per fortuna che stanotte avendo piovuto,l’aria si è rinfrescata e quindi mi fa intontire di meno.. :).
    Mieleeee,ci sonooooooo!!! sto facendo colazione.. poi mi vesto,carico la bestiola sul bus e mi dirigo in stazione a fare il biglietto sia per me che per lei.. :). che coppia! In tutto qtso Asia non vuole mangiare.. ma si potrà??? ancora sta storia.. ffff.. ho cercato di farle un po’ di coccole,di darle un bastoncino,ecc.. ma niente. non mangia. così fino a stasera,mi stresserà ogni cosa commestibile che vede.. ahah. Miele,preparati.. ma no,+ che altro mi spiace per lei,ma oggi pare molto stanca.. credo che stanotte a causa del temporale non abbia dormito molto(infatti mi ha svegliata un tot di volte) e quindi senta il bisogno di riposare stamattina.. meglio così perchè l’attende 1 ora e mezza di treno,dove non può fare altro che dormire.. :).

    Chiara.. sono contenta che la serata sia andata bene.. davvero contenta. Ma hai dormito con Francesco poi? Cmq non devi chiedere scusa per il tuo post.. hai fatto benissimo a scrivere quello che sentivi,come sempre,non c’è giusto o sbagliato.. solo ti facevo notare la differenza e NON la dinamica fastidiosa,ma fastidiosa de che? anche a me spesso verrebbe voglia di ringraziarvi tutte,di stringervi e di farvi capire quanto sia bello lo scambio con voi,ma.. il senso di colpa è altra cosa.. ricordati sempre che anche se l’attenzione è apparentemente rivolta a te,qui tutto serve,di tutto si fa tesoro. quindi.. grazie a te! 🙂 Programmi per oggi? non dirmi che sei andata a correre anche stamattinaaaaaaaaaa .. auuuugh.

    Rispondi
  41. Chiara*
    Chiara* dice:

    Eh già Pollastra, corsetta anche stamattina.
    Ne approfitto per fare qualche allenamento + tosto visto il fresco di questi ultimi giorni.
    Grazie per le tue parole.
    Buona giornata per oggi e se posso permettermi di darti un consiglio, non preoccuparti troppo se la cagnona non ha appetito.
    Con il caldo anche loro accusato qualche acciacco e poi gli animali sono “macchine perfette” tanto quanto noi, sanno esattamente ciò di cui hanno bisogno.
    Vedrai che non appena ne avrà voglia si divorerà anche la ciotola!
    baci

    Rispondi
  42. Polla
    Polla dice:

    ..Miele,tu hai una macchina fotografica???? se si.. la porti???? daiiiii.. che bagola che sonoooo.. tardissimo.scheggio.

    bacio a tutte/i.

    Rispondi
  43. Ilaria
    Ilaria dice:

    Buongiorno… ho sonno -_-
    Ieri è andato tutto bene per Chiara, sono contentissima!! Ed è andato tutto bene anche per me 😉

    Silvia, volevo dirti una cosa: non è necessario che tu ti iscriva a FB col tuo vero nome, in tantissimi mettono nomi di fantasia oppure il proprio scritto in modo da rendersi solo in parte riconoscibili (ad es. potresti mettere Sil come nome e Via come cognome). Quindi, se non vuoi farti riconoscere da chunque, i modi ci sono 😉

    Buon divertimento alle nostre Thelma e Louise più accompagnatrice canina 😀

    Rispondi
  44. Linda
    Linda dice:

    miele, polla, mi immagino il vostro incontro…buona giornata!!
    chiara, non devi scusarti di nulla, fai sempre bene a scrivere tutto ciò che senti. anzi devi scriverlo.

    io sono in ansia. non dormo bene da settimane ormai, e questa angoscia mi perseguita.
    la situazione con i miei si sta facendo ingestibile, e se con mio padre cerco di rimanere tranquilla anche visto che ci vediamo solo il week end(e stasera e domani tra l’altro andremo a due concerti insieme e con la mia matrigna e la mia sorellastra e sono contenta per questo), con mia madre le cose non vanno proprio. e anche se tra di noi i rapporti non sono mai stati buoni, è inutile dirlo, il fatto che non mi parli da mesi e che tutta la mia famiglia da parte di madre faccia finta che io non esista mi fa stare molto male.
    vorrei venirne a capo, ma loro non fanno altro che dire che sono una stronza e non mi merito niente. non voglio andare li e prendermi un’altra porta sbattuta in faccia, ora non so come reagirei.

    scusate, argomento chiuso.

    Rispondi
  45. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!

    Polla e Miele, buon incontro!Divertitevi!

    Chiara……sono felice, davvero felice e contento per te!Credo non serva aggiungere altro…

    Linda…mi spiace per questa situazione…ma come mai tua madre non ti parla da mesi?Forse mi ero perso qualche pezzo….

    Vaniglia!Mi ha fatto davvero piacere leggere il tuo post di ieri sera…oggi come va???Ti penso…

    Ciao Silvia!

    Buona giornata a tutte quante!

    Aleph

    Rispondi
  46. Linda
    Linda dice:

    aleph, perchè? dovrei chiederglielo, effettivamente.
    boh, dice che non dovevo andare a vivere con mio padre, che sono “solo un’anoressica ossessionata”(e da qui si capisce che non mi vede da quasi un anno) , che non ho adempito a nessuno dei suoi progetti per me e che sono un’ingrata.
    ah, si, e che sono una stronza.
    il fatto è che i miei genitori un giorno mi han portata dall’avvocato e mi hanno posto la seguente domanda “stai dalla parte di tua madre o dalla parte di tuo padre?”
    io ho deciso di non rispondere ma poi sono andata a vivere da mio padre, mia madre non l’ha accettato.

    credo di aver deciso pressochè in quel momento che volevo sparire dalla faccia della terra per far provare i miei sensi di colpa ai miei genitori.

    voi riuscireste a capire quando è cominciata in voi la malattia? e perchè? il senso profondo, qual’era il progetto della mente malata?

    io sì.
    ero già bulimica,mi volevo già male, ma un giorno ho deciso di lasciarmi morire di fame. non perchè non amassi la mia vita, non ho mai passato giorno senza ringraziare per tutto quello che ho, ma semplicemente perchè volevo far capire ai miei genitori quanto pesante fosse il loro fallimento.

    scusatemi.

    Rispondi
  47. silvia
    silvia dice:

    Buon giorno, cm inizio nn c’è male e nn voglio ke peggiori, anzi, vorrei ke migliori…e mi ci metto d’impegno!

    Chiara nn sai ke bello leggere le tue parole e sapere ke ce l’hai fatta…hai vinto una bella battaglia, hai gestito l’imprevisto, 6 stata serena e hai anke vinto la sfida cn te stessa e cn quel tè…complimenti.o ra ricorda bene in mente questo giorno, quella serata e tutta la forza ke hai avuto…buon “nuovo inizio”!

    Polla, Miele buon viaggio e buon divertimento!!!!!!

    Yris tra le tue painte, si sn beccate l’acqua stonotte?

    Alpeh ciao! cm va?

    Linda cm mai nn ti parla tua madre. nn scusarti e nn kiudere l’argomento se ti va di parlare noi ci siamo, cerca di sfogarti cn qlc in ogni caso, qusta cosa nn è x niente facile da sopportare.

    Luna ke fai? manki qui…e anke Azimut

    Grazie Ilaria del suggerimento, x ora è una cpsa ke nn si sento di fare, nn escludo ke possa cambiare ma ora no, è stupido, l so, sembra ke nn ci sia un motivo valido eppure nn ci riesco.

    A dopo

    Rispondi
  48. silvia
    silvia dice:

    Linda nn hai mai pensato di poter esprimere loro qesti sentimenti, queste considerazioni? magari nn direttamente, cn una lettera…insomma iniziare a comunicare senza usare il tuo corpo, senza ferire te stessa.

    Rispondi
  49. Ilaria
    Ilaria dice:

    Non c’è niente da scusare Linda. Sarà una magra consolazione, ma almeno sapere con certezza come e quando è scoppiato il tuo problema ti può permettere di lavorare su qualcosa di concreto invece di andare a casaccio.
    Quando lavoravo in uno studio legale ne ho viste tante di schifezze, coppie che si sono scannate per motivi stupidissimi e che non hanno esitato a mettere di mezzo i figli pur di averla vinta. Che tristezza. Io stessa ne so qualcosa…
    Penso che i figli non debbano mai essere messi nelle condizioni di dover scegliere fra un genitore o l’altro, che discorsi sono?? Purtroppo (in questo caso purtroppo) non ragioniamo tutti allo stesso modo…
    Che dirti? Io, col senno di poi, piuttosto di fare del male a me stessa – e cosa c’entri tu poi con i loro problemi? – avrei fatto la guerra a loro.

    Rispondi
  50. Aleph
    Aleph dice:

    Ciao Silvia!Va abbastanza bene grazie, sono qui che leggo un pò di cose per la tesi, anche se sono un pò assonnato…

    Linda, grazie per la risposta…bah, sinceramente non capisco perchè avresti dovuto dire da che parte stavi…ma che domanda è???Tu stai dalla parte di te stessa e basta…non lo so, queste cose mi danno sempre molto da pensare, non capisco come si possa arrivare a tanto nei confronti dei propri figli…

    Rispondi
  51. Linda
    Linda dice:

    comunicare con loro senza ferire me stessa.
    silvia, non potevi centrare meglio il punto. loro non mi ascoltano, non mi hanno mai ascoltata.sono sempre stato troppo presi dall’odiarsi, per ascoltare i loro figli.
    da quando è venuto fuori il discorso dca poi… io sono la “problematica”. dio mio, che nervoso.
    hai ragione comunque, penserò a ciò che mi hai detto.grazie, grazie davvero.

    tu studi oggi? io dovrei ma non riesco, ho troppi pensieri in testa.

    Rispondi
  52. silvia
    silvia dice:

    Linda credo ke dovresti farlo, prendi un foglio e inizia a scrivere, ke poi ci metterai un anno, un mese o un attimo x recapitare la lettera credo ke ti faccia bene già il solo fatto di mettere nero su bianco cm stanno le cose, qual’è la realtà, e cioè ke la “problematica” nn 6 tu, ma le loro dinamike..prendi coraggio.

    Io dovrei studiare cm te, ma ancora nn mi decido, la testa piena e vuota allo stesso momento la mia, eppure devo fare questo sprint, xkè devo farlo x me, e mi vien ancor + difficile.

    Rispondi
  53. Linda
    Linda dice:

    aleph, ilaria… anche io la penso come voi. e il bello è che anche i miei genitori la pensavano come voi quando ero piccola e giudicavano male tutti i separati ecc. erano cosi impegnati a costruire la famiglia stile mulino bianco che non si sono accorti che le fondamenta non erano solide. boh, è come se io mi fissassi sulla carta da parati mega bella lasciando perdere il fatto che il muro dove la voglio mettere cade a pezzi…mi spiego?

    silvia davvero grazie mille, ti sono grata per le tue parole.
    dai,facciamoci forza…andiamo tutte e due a studiare!!!

    grazie. a dopo.

    Rispondi
  54. Chiara*
    Chiara* dice:

    Linda sono completamente attonita. Giuro.
    Mi sconvolgo tanto per il comportamento dei miei ma mi rendo conto di vivere in “un’ isola felice” rispetto a tante altre realtà molto ma molto più difficili.
    Anch’ io credo che tu debba esporre loro i tuoi pensieri e le tue perplessità.
    E soprattutto pretendere un minimo di rispetto.
    Un figlio potrà anche non esaudire le intere aspettative dei genitori, potrà anche non essere un modello di perfezione come loro vorrebbero ma questo non può essere una scusa per trattarlo come una pezza da piedi.
    Quando sento ste cose mi viene un nervoso… mamma mia!!!

    Silvia posso dirti una cosa? E’ solo il mio parere, quindi prendilo come tale.
    Io credo che tu debba sforzarti di uscire un po’ dal tuo guscio.
    Affrontare la realtà, il mondo che ti circonda, renderti partecipe della vita e non subirla.
    A volte mi dai quasi l’ impressione di essere una martire.
    Dici di essere sola, di non avere nessuno con cui poter condividere il tuo tempo, di essere sempre persa tra i libri e i tuoi pensieri, di non riuscire a lasciarti andare come vorresti.
    Ma ci provi davvero a fare in modo che le cose prendano una piega diversa?
    Anche il trovarti un diversivo per trascorrere il tempo, un hobbie, un’ attività che ti impegni sotto l’ aspetto puramente ludico e piacevole… perché no?
    Sembra quasi che tu debba vivere solamente di doveri e che trascorrere dei momenti facendo qualcosa che sia semplicemente un piacere non sia contemplato nel tuo orizzonte di possibilità.
    Anch’ io spesso mi sento sola, mi dico che non ho amici, che non so con chi uscire, cosa fare. E’ tremendamente frustrante.
    Ma la colpa è solamente mia. Sono io che pian piano mi sono isolata dal mondo e ho chiuso fuori tutto e tutti.
    Ora sto facendo una gran fatica per tornare in pista, ma non mi risparmio.
    Cerco di conoscere gente nuova, di proporre io magari ad un’ amica che non sento da tempo di ritrovarci per uscire a fare 2 chiacchiere, organizzo le serate con gli amici di sempre… è faticoso ma necessario.
    Anche il discorso di FB… io lo capisco fino ad un certo punto.
    Credo che ti farebbe bene trovare un diversivo e questo potrebbe esserlo.
    Perché vergognarti? Di cosa? Di come sei? Non devi.
    Insomma, quello che voglio dire è che dovresti cercare di sforzarti un pochino di più di uscire dal nido.
    Buttati Silvia!

    Rispondi
  55. Andrea
    Andrea dice:

    Salve,
    vorrei potervi dire che ho avuto un casino di impegni, tante impossibilità che mi hanno impedito di scrivere e frequentare il blog, ma in fin dei conti 5 minuti durante l’arco della giornata si trovano sempre per se stessi, e convincersi che università, famiglia e relazioni sociali impediscano la possibilità di scrivere quattro parole su un blog, equivale a prendere in giro se stessi, quindi penso semplicemente che ho preferito stare alla larga per un pò dai vostri pensieri che spesso e non volentieri sono comuni ai miei..
    Non che non sia passato a leggere ogni tanto, ed è forse per un commento recente nella piazzetta di giugno che ho creduto fosse il caso riprovare a scrivere..anche perchè obiettivamente mi fà davvero bene sentirvi, qui c’è sempre qualcuno che stà peggio e sempre qualcuno che stà meglio di te, ed è così facile desiderare d’essere aiutati da chi stà meglio e voler provare ad aiutare chi stà peggio..
    Ad ogni modo spero di poter ricominciare e avere il desiderio di farlo..ultimamente ho avuto un casino all’uni per delle mancate prenotazioni agli esami che mi hanno distrutto un programma di studio estivo..sono stato circa una settimana fà in un centro specializzato a messina, che ad essere sinceri mi ha terrorizzato più che rassicurato..non sò se avrò il coraggio o la forza di ripresentarmi..è troppo difficile..il mio peso si mantiene sostanzialmente costante, stò frequentando adesso una palestra e 2 volte a settimane (finalmente) ho deciso di riprendere il mio sport, il nuoto, che avevo dovuto necessariamente abbandonare perchè impedito dal mio medico curante dopo un mancato annegamento per svenimento..stò bene comunque..spero di poter ricominciare a leggervi presto..buona giornata.

    Rispondi
  56. Artemide
    Artemide dice:

    Buongiorno a tutti!
    Che bello riuscire a dormire così profondamente,oggi 8 ore e solo un risveglio per fare pipì
    Riuardo il mio percorso sono un po’ scoraggiata,è vero che è solo da giovedì che sto aggiungendo qualcosa ai miei pasti, ma sono aumentata solo di mezzo chilo…già fare le aggiunte che mi ha dettola nutrizionista è dura e mi sforzo tantissimo,spero che pian piano il mio stomaco si “ALLARGHI” per riuscire a mangiare di più. Vorrei vedere il mio corpo di nuovo sano…lo so…ci vuole pazienza…
    Chiara* sono tanto contenta della tua serata,hai fatto un passo importante…goditi la serenità del momento, vivi davvero il qui ed ora, altrimenti preoccupandoci del futuro ci lasciamo scappare la felicità del presente
    Polla e Miele…passate una bella giornata, io aspetto Ale per le ,spesa per la settimana e poi shopping…i saldi!
    Linda …che succede? Perché quest’ansia, perché questa difficoltà con tua mamma…ho letto della tua situazione familiare solo nel post successivo,deve essere brutto sentirsi trattata così da tua mamma e credo anche che sia proprio come dici tu: “volevo sparire dalla faccia della terra per far provare i miei sensi di colpa ai miei genitori.”Ma perché punire te sperando che i tuoi stiano male? Lo so che sei ancora piccola,alla tua età io ho avuto molto bisogno dei miei, ma prova a pensare che proprio perché sui tuoi nn puoi contare, devi provare ad uscire dalla malattia facendo riferimento e chiedendo aiuto ad altri.Non hai altri punti di riferimento,magari qualche zio/a? Oppure scrivi una lettera come ti ha suggerito Silvia…q.sa succederà… Coraggio, ti sono vicina
    silvia buon giorno anche a te,mettiamoci di impegno insieme per vivere questa giornata con serenità! Mi unisco al pensiero di Chiara,anche io sono molto solitaria e timorosa degli altri.Ma ho imparato che solo seminando si raccoglie, mi sembri una persona molto dolce,prova a regalare la tua dolcezza anche agli altri.
    Avendo fatto colazione alle 10 ora sento il mio stomaco ancora pieno,ma tra un’oretta mi metto di impegno e mangio, anche se non avessi fame…
    Spero di passare di qui in giornata,Un abbraccio a tutti!

    Rispondi
  57. Ilaria
    Ilaria dice:

    Andrea, mi fa molto piacere che tu sia ancora dei nostri! Vorrei farti una domanda, rispondi sinceramente: il fatto di allontanarti da qui è dovuto ad un tuo rifiuto nei confronti del tuo essere malato? Mi spiego meglio: non vuoi sentir parlare di malattia, tua o delle altre persone qui dentro, perché non riconosci di essere malato e ti dà fastidio? Guarda che non sarebbe una cosa così assurda, non ti preoccupare! 🙂
    Altra cosa: questo centro ti ha terrorizzato perché ti ha messo di fronte a una realtà dura da accettare? O perché realmente il personale non ti ha accolto come si deve?

    Artemide, coraggio, hai appena iniziato! Una curiosità: ma tu ti pesi a casa? Non dovresti sapere di quant’è l’aumento di peso se non quando vai dal medico che ti segue, è una prassi questa che ti tutela dall’ “ansia da prestazione”. “Oddio, sono aumentata! Oddio, non sono aumentata abbastanza!”. Meglio evitare, vedrai che pian piano il pensiero stesso di quanto pesi sfuma, te lo dico per esperienza! Soprattutto ti do un consiglio, ma te l’avranno spiegato sicuramente: non fare affidamento sulle tue sensazioni di fame/pienezza/gonfiore; anche se pensi di non aver appetito, devi sforzarti di mangiare. È proprio il giusto ritmo che diamo ai pasti a regolare queste sensazioni 😉

    Rispondi
  58. Ilaria
    Ilaria dice:

    Ma sì Silvia, Chiara ha pienamente ragione! Non è che per uscire dal guscio tu debba organizzare megafeste da 1000 invitati, o metterti a ballare sui tavoli come fa Miele 😀

    Rispondi
  59. Andrea
    Andrea dice:

    Ehi Ilaria, no per niente, sò d’essere malato, sento di esserlo e sento il bisogno di provare a fare qualcosa, provo tutti i giorni a resistere alle tentazioni e non sempre riesco nel mio intento, ma ci provo e questo è l’importante..
    Il centro mi ha dato più l’impressione di una colonia di recupero per tossico dipendenti, non perchè non mi sembrassero professionali o poco efficienti, ma per il semplice motivo che discutendo con questo pseudo medico, con laurea in psicologia, sentivo parlarmi come da un registratore..ho avuto già esperienze con psicologi nella mia vita nel periodo della separazione dei miei, e da sempre una tremenda sfiducia in essi..di medico non mi ha detto quasi nulla, tranne nel prescrivermi delle analisi, di leggere un pacchetto informativo e di ripresentarmi prendendo appuntamento..cosa che penso di non fare, anche perchè sinceramente in questo momento l’ultima cosa che voglia è un trattamento di questo genere (da pazzo maniaco e tossico). Ho visto altre persone li..alcune normali..c’èra una ragazza incredibile della mia età..diceva che pesava 21 kg, e che non si alzava mai dal letto perchè non poteva più..ecco tendeva a spaventarmi..mi parlava continuamente di questa che è morta, di questa che non si recupera di quest’altra che ormai era solo con i farmaci che si teneva viva..anche durante la seduta..che palle..io non voglio essere spaventato, ma aiutato e la paura mi sembra la strada più in salita che ci sia..

    Rispondi
  60. Ilaria
    Ilaria dice:

    Mmm che strano… comunque ti do ragione, col terrorismo psicologico non si aiutano di certo le persone in difficoltà. Come dire: attento che se non ti curi da noi vai a finire così. Per me la prima cosa è creare un clima di fiducia fra paziente e terapeuta, quindi se la tua prima impressione non è stata positiva (e di sicuro un laureato in psicologia NON può spacciarsi per medico, se è così si tratta di frode bella e buona!) ti consiglierei di rivolgerti altrove. L’importante è che non lo prenda come pretesto per rimanere fermo lì dove sei adesso e rinunciare a stare meglio.

    Rispondi
  61. Marianna
    Marianna dice:

    Buongiorno a tutte, buongiorno Aleph e benritrovato Andrea!

    Quì c’è un bel cielo grigio scuro, credo che verrà a piovere tra un pò ma poco mi importa perchè tira una piacevole arietta fresca!

    Chiara, quanto mi fa piacere leggere del tuo patto con Miele e del tuo thè al limone!Che bello sentirti così, si percepisce perfettamente che hai trascorso una piacevole serata. Scrivi, scrivi, scrivi se questo ti da modo di tirar fuori quello che senti dentro!Programmi per questa sera?

    Artemide, sarebbe bello ottenere il risultato che vogliamo subito e senza nessun problema ma dobbiamo imparare di nuovo ad amare il cibo, a non considerarlo come un nemico ma come uno strumento per vivere bene. Stai andando alla grande, sentire che stai aumentando le porzioni e introducendo nuovi alimenti mi rende davvero orgogliosa di te e dei grandi passi che stai facendo. Bravissima!!!

    Linda!!Il 9 terò le dita incrociate per te, ma sono sicura che andrà benissimo!
    I rapporti con i genitori, specie con uno dei due, spesso sono complicati. Ti capisco perchè io, ad esempio, trovo molta difficoltà nel comunicare con mia mamma, ogni volta che ci provo ci rimango male perchè non riesco a farmi capire oppure interpreta male il mio bisogno di chiarirmi, oppure la trovo in un momendo no (molto frequente) e mi tratta proprio male. Tu hai mai provato a chiarirti un pò con lei e a spiegarle quanto sei stata male per la separazione?

    Miele, Polla, buon meeting!Fateci sapere come è andato l’incontro!E speriamo che il sole vi assista!

    Ely, dove sei?Al mare?

    Ilaria, ti trovo sempre più energica e vitale, quanto sono contenta per te!!

    Andrea, sono contenta che tu sia tornato!Ma tutto questo sport che hai deciso di fare nasce da una passione o è un modo per bruciare di più?Lo vogliamo prendere sto toro per le corna?Dai!!

    Silvia, che programmi hai per oggi?

    Azimut bella, dove sei?La piazzetta è piena, aspetta solo te!Ci scrivi oggi, vero?

    Per quel che mi riguarda…sto vivendo giorni di grande stress. Sto finendo di scrivere la tesi e sto andando su e giù come una trottola per i cantieri quì vicino.
    Oggi, dopo pranzo, mia mamma mi ha quasi “costretta” a mangiare un pochino di gelato. L’ho mangiato, sperando che il gesto risultasse una cosa naturale, ma, è inutile mentire, da quando l’ho mangiato fino ad ora il mio cervello mi dice: è un corpo estraneo, devi eliminarlo.Non avevi più fame, potevi evitarlo. Non riesco a frenare questo continuo martellamento del mio cervello. E’ costante. Però non voglio vomitare, non voglio tornare indietro. Nel contempo non riesco ad andare avanti…uff, come si fa?

    Rispondi
  62. silvia
    silvia dice:

    Andrea il fatto ke tu sia trovato male lì nn esclude ke ci siano posti migliori, o cmq posti adatti a te…il fatto ke tu debba metterti a cercarli dovrebbe essere un ulteriore prova x il tuo impegno ad uscirne.

    Ilaria, si è vero, nn è ke devo fare cose esagerate…anke xkè nenake le conosco 1000 persone…ma buttarmi un fuori sì, e lo dico in sincerità ke ci sto prvando davvero…ma sai cm’è…cm cn Andrea…sembra ke nn si trovi l’occasione giusta ai primi tentativi, ma ciò nn vuol dire ke nn si debba riprovare, ritentare, cercare di nuovo…è ciò ke voglio fare, davvero.

    Chiara cm sta andando? nn ci 6?

    Polla e Miele staranno insieme ormai…un pensiero x voi!

    Linda io un pò ho fatto e tra un pò inizio la fase pomeridiana…spero lo stesso x te!

    A dopo

    Rispondi
  63. silvia
    silvia dice:

    Marianna distraiti, vedi un pò di tv, o mettiti a letto a cercar di dormire, insomma fai qlc x far passare il tempo…è ciò ke continuo a ripetermi io da dopo pranzo…vedrai ke ce la farai

    Rispondi
  64. Aleph
    Aleph dice:

    Marianna!!!Ciao, che bello leggerti!
    Non far caso a quel gelato ok?Rilassati un pò e vedrai che non ci penserai più!Esci a prendere un pò d’aria magari…che ne dici???Sono davvero contento che tu sia passata a scrivere!

    Andrea, bentornato!!!Mi spiace che quel centro ti abbia fatto una brutta impressione…sei sicuro di non volerci più tornare?Se no come dice Ilaria prova a cercarne un altro!Mi raccomando, devi lottare!

    Silvia, io ho iniziato poco fa la fase pomeridiana!Prima mi sono addormentato un pò sul letto, ehheheheheh…che esame stai preparando di bello?

    Sì dai, un pensiero a Polla e Miele lo dedico anche io!Sono sicuro che si staranno divertendo un mondo!Già me le immagino….

    Luna, come va il tuo occhio?

    Rispondi
  65. Artemide
    Artemide dice:

    Ce l’ho fatta,anche il pranzo l’ho fatto,hai ragione Ilaria,è importante nn saltare i pasti,altrimenti ritornerei di nuovo a non magiare niente.
    Ilaria, sì mi peso anche a casa,prima era un modo per vedere ,nella mia mente malata,se riuscivo ad ingrassare,ora invece è un modo per vedere “fisicamente” i miei sforzi. C.que ovviamente mi pesa anche la nutrizionista,ma nn riesco a stare 15 giorno senza pesarti…è una schiavitù che nn riesco ancora ad abbandonare,ma spero di farlo presto
    Grazie per i tuoi consigli.
    Andrea sono contenta di leggere della tua presa di coscienza…sicuramente una paura che ricevi dagli altri nn aiuta,la cura deve avvenire nella serenità!
    Marianna…grazie per le tue parole, hai ragione il cibo non deve essere solo un obbligo,come è ora,ma anche un piacere,per questo c’è molto da lavorare, continuo per la mia strada,senza pretendere miracoli!
    In bocca al lupo per la tua tesi…riguardo al tuo gelato…ti capisco in pieno,m tu sei stata brava..io nn cela faccio ancora ad aggiungerlo!
    Silvia, Aleph…buon lavoro!
    Luna, come stai?
    Vado a prepararmi, almeno se Ale arriva nn lo faccio aspettare
    Se non passo più di qui…buona serata!

    Rispondi
  66. Ilaria
    Ilaria dice:

    Silvia, non insistere sui libri, ci sono giornate un po’ così e bisogna semplicemente lasciarle andare. Perché non prendi una boccata d’aria? Poi casomai riprendi a studiare, se ti senti più lucida.

    Ragazze e ragazzi, io me ne vo a cenare al mare, ci sentiamo domani!

    Rispondi
  67. silvia
    silvia dice:

    Buona serata Ilaria…infatti ho staccato ma nn ho grandi risultati, forse hai ragione, devo proprio scendere…prender aria.

    Rispondi
  68. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Buonasera ragazzine e ragazzini…ihihhhhh…che dire…la mia faccia stamattina afceva paura…ihihhhh…ho messo delel foto su facebook…nelle foto bacheca…con em son stati tutti molto carini a preoccuparsi e a chiedermi…dic erto un occhio così nn passa inosservato…e nemmeno una che di notte gira con gli occhiali scuri..ihihhhh…va meglio ora…con il collirio al cortisone…il problema è sempre quando mi alzo…stamattina mi son dovuta risdraiare perchè avevo una grande nausea e mi girava la testa…cmq niente di grave…ringrazio veramente tutti quelli che si son preoccupati per me…anche il dottor Piccinini…ma ci vuole ben altro per farmi perdere il buon umore…oggi ho remato…gran bella uscita sulla mia barchetta…e al corso c’è anche una signora che è dottoressa all’Oftalmico…quindi mi ha dato un mucchio di consigli…il dottore di ieri al pronto soccorso mi ha detto che ci vorrà un mesetto perchè guarisca…
    Ma porca miseria…stasera avevo il primo appuntamento con un ometto che mi paice tanto… :-(…meglio rimandare…se mi vede così si spaventa…ihihihhhh….

    Cambiamo argomento…ho leggiucchiato…Vaniglia ti sento più serena…come va la cura ingrassante? Così sali a trovarmi?
    Io non vedo l’ora!!! Devi essere una tosta…un po’ come me!!!! 😉 Non far scherzi!!!! Niente diguni e niente vomito!!!!! Promesso? Ce la puoi fare!!!! Io ci credo!!!!
    Artemide…Chiara un abbraccio grande…
    Ilaria ma la asmetti di emttere foto di quelle delizie che prepari????? Ihihhihhhh…guarda che vengo lì e mangio tutto!!!!!
    Andrea era un po’ che nn scrivevi…
    Azimut dov’è?

    Silvia sei così carina a ricordarti sempre di me…
    Per tutte un grandissimo enorme abbraccio!!!! Spero di nons entire troppi scricchiolii di ossa però 😉

    Rispondi
  69. Artemide
    Artemide dice:

    Buona serata a tutti, cena fatta (sono riuscita ad aggiungere la bresaola!!!) ora io e Ale ci guardiamo un bel film…
    Aleph, Silvia…grazie di che? Sapete che a me manca un po’ lo studio? Magari un master a settembre.
    Luna…ricambio l’abbraccio e spero che il tuo occhio guarisca in fretta.
    Vi abbraccio…a domani!

    Rispondi
  70. miele
    miele dice:

    ciao fiori profumati,

    sono tornata da poco, ho cenato, ora son passata a leggervi.
    Con Polla siamo state bene…c’era il sole, abbiamo passeggiato, chiacchierato, fatto scorrazzare la bestiola, fumato sigarette sedute su un prato, mangiato insieme, preso il gelato e pure l’aperitivo…
    la ringrazio “pubblicamente” perchè mi fa sempre ridere e riflettere molto: per me è l’accoppiata vincente 😉
    spero che ora sia arrivata anche lei a casa e che si faccia un bel riposone stanotte, io di certo ne ho bisogno.

    Artemide, sottoscrivo in pieno ciò che ti ha detto Linda, soprattutto sul pesarsi. Io da quando sono con un nutrizionista, non mi sono più pesata a casa, non avrebbe senso perchè Solo una curiosità: la bresaola l’hai aggiunta a cosa, stasera?
    Tu scrivi “sono aumentata solo di mezzo kg”…ma fino a poco tempo fa l’aumento di peso ti spaventava…cosa è cambiato? come ti senti ora?
    Non eri tu che dovevi postare su FB la tua crono-foto-storia, come Ilaria? forza forza, siamo in attesa dei tuoi sorrisi 🙂

    LInda, mi si stringe il cuore a leggere di te e tua mamma…un anno che non vi vedete cazzo…è normale che ti manchi, e capisco benissimo in che senso tu abbia provato a “comunicare” con loro attraverso il dimagrimento…ma loro come si sono comportati quando sei dimagrita, a parte darti dell’anoressica? cioè, il recupero è una cosa che hai deciso ed intrapreso con o senza illoro aiuto e supporto psicologico e materiale?

    Ciao Andrea, posso chiederti quale commento precedente ti ha spinto a tornare?
    Per gli esami pazienza: ci si rimette in carreggiata e si va avanti, ok?

    Chiara* bene che ieri sera sia andata così. Prova a non dirti sempre che forse la serenità non durerà…che ne sappiamo di quanto dura una sensazione? un secondo, un mese…boh! riteniamoci fortunati ad provarla ADESSO. bando alla nostalgia anticipata…

    Ilaria sempre energica…evvai!

    Marianna spero che quel gelato tu lo abbia tenuto. Forse ti pesava il fatto che proprio tua madre t’avesse spinto a prenderlo?

    Luna mi spiace per l’occhio…io cmq l’anno scorso ho fatto di peggio: a causa dello smog, entrambi gli occhi mi si sono riempiti di pus…brutta storia, ma poi son guarita tranquillamente con delle gocce, di cui però non ricordo il nome.

    Silvia: se ti avessi davanti a me, a volte ti prenderei per le spalle e ti scrollerei, o ti porterei a passeggiare al sole…insomma cercherei di far circolare un po’ di vita in te…non tanto nella tua testolina iper-laboriosa, ma nel tuo corpo…ti sento così ferma, indifesa, quasi nascosta in un angolo…parlaci un po’ dei tuoi amici: che tipi di persone sono? maschi o femmine? grandi, giovani, studenti, lavoratori? cosa fate insieme? hai una “amica del cuore”? e non mi dire che “non vuoi entrare nei dettagli”…la scusa non tiene più…oltre al fatto che non vedo chi ti porebbe riconoscere da cose del genere.
    sento in te così tanta vergogna per il tuo problema e per il tuo modo di essere: ma da chi ti viene? sei stata educata a vergognarti delle cose?

    azimut, sento che sei da qualche parte e mi spiace che tu non sia “qui”.

    pupette, io vi saluto e vado a leggere…come Polla ben sa, sto terminando un romanzo ben strano e son curiosa di vedere come va a finire la sua non-trama.

    a domani!

    Rispondi
  71. miele
    miele dice:

    x artemide (mi si è tagliato il discorso…):

    Io da quando sono con un nutrizionista, non mi sono più pesata a casa, non avrebbe senso perchè tanto da una bilancia all’altra possono esserci differenze anche notevoli, ma soprattutto perchè devo imparare a sentire il mio corpo: non solo fame e sazietà, ma anche le sue forme, senza associarle ad un numero e al valore che quel numero può avere nella mia testa e nella mia percezione distorta.

    Rispondi
  72. Polla
    Polla dice:

    ..eccomiiiii.. babba bia che BEL SONNO che ho.. proprio proprio di quelli non di stanchezza,ma proprio di sonno..voglia di ronfareeeeee!!!

    Per la cronaca: La mia bestiola appena entrata in casa mi ha guardata e poi ha subito puntato la ciotola.. sarà che il profumo della pizza in ascensore le aveva fatto venire appetito,sarà il ricordo del sapore del pollo mangiato a tradimento,con conseguente sgridata,nel prato oggi,ma.. in ogni caso così ha fatto e ora dorme beata,stra mega stancaaaaa..non la vedevo così stanca da un bel pezzo..ihihih.

    Oggi con Miele è andata davvero bene.. io l’adoro,ve lo dico..e anche io penso che sia un’accoppiata assai potente. bello bello bello.. da rifare appena lei ha un pochino di tempo libero. yesssss.

    Linda,ho letto della situazione con i tuoi genitori.. averi voglia di approfondire un po’ la cosa perchè credo che sia molto importante che tu la “gestisca” dentro di te e non tanto in senso pratico,ma proprio mentale o sentimentale.. qui c’è in ballo qualcosa di grosso e fai benissimo a riportarlo qui,perchè hai modo di sfogarti e di riceve consigli da chi vede le cose solo dal fuori e filtrate dal tuo e solo tuo punto di vista,quindi non influenzate da altro se non da te e dalla tua percezione delle cose,che è qsto quello che importa qui. prima di dire la mia però ho bisogno di rileggere il tuo post .. e quindi rimanderò a domani,ma ci tenevo a dirti che ho un mio pensiero a riguardo. e che.. sei di una dolcezza incredibile,traspare persino da sto schermo azzurrino.. immagino dal vivo!!!

    Chiara.. la tua situazione con i tuoi genitori non è migliore o peggiore rispetto ad altre.. è la tua di situazione, è la tua di vita e la tua di sofferenza.. hai il diritto di lamentartene,di soffrirne,di stare male.. sensi di colpa anche sul fatto che ti lamenti dei tuoi e c’è chi sta peggio??? oddio no Chiara.. dovresti lamentarti per i genitori di altri scusa? non direi.. smettila di fare dei “paragoni” che ti fanno sentire sbagliata.. se soffri,soffri.punto. lavora su qsto non sul fatto che ti sneti in colpa perchè soffri.. altrimenti non ne vieni a capo.

    Andrea.. il fatto che tu dica che ti stai impegnando e poi dici “..cerco di resistere alle tentazioni..” a cosa ti riferisci? alla tentazione di mangiare di +? o al vomito? ecco.. se ti riferisci alla prima,quella non è l’ottica in cui dovresti lavorare.. quella è la restrizione.quindi.. la malattia. quindi? hai bisogno di aiuto.

    Artemide.. BUTTA LA BILANCIA. Non riesci a non pesarti per 15 gg? ma figuriamoci.. hai inserito la bresaola e come hai fatto quello,eviterai la bilancia. è controproducente.. ti fai solo male. fidati. affidati alla terapia e anzi,racconta loro che ti pesi,fatti consigliare.. potreste fare un compromesso. ecco. ma fidati di te..non dei numeri!

    Miele.. fidarsi di noi.. si.. mi sono piaciute le tue parole rivolte ad Artemide.. riferito al fatto di associare le sensazioni ad un numero.. e al valore che può avere per noi nella testa quel numero.così.. come appunto avevo pensato di fare dopo il day hospital.. :).

    Marianna..ma perchè quel po’ di gelato ti pesa così tanto? non è che il gelato lo si mangia per fame.. il gelato è un dolce,va mangiato per gola,non per saziarsi.. lo spazio per un gelato c’è sempre,proprio perchè non nasce come alimento necessario,ma come aggiunta ad un qualcosa,come uno sfizio.. non ragionare nell’ottica che “ne avresti potuto fare a meno”.. ragiona nell’ottica che tu “non ne vuoi più fare a meno”.. perchè dovresti farne a meno? se vuoi guarire.. perchè? no,niente è di troppo se non lo si percepisce come tale.. vedrai che se perseveri così,poi ti verrà + facile.. magari domani riprova di tuo dopo pranzo,da sola,a mangiarti un po’ di gelato o una cosa che pensi sia di troppo,vedrai che soddisfazione!!! e vedrai che non andrai in bagno a vomitare,perchè come dici tu NON VUOI TORNARE INDIETRO,ma ANDARE AVANTi,quindi.. sbilanciati,provaci,sperimentati e decidilo tu,ti farà sentire + sicura!!! e fiera anche. :).

    LunaBlu.. ma persino con l’occhio sbilenco non smetti di remare? stamattina non stavi in piedi e poi vai a remare? bah.. va bene l’energia e il buon umore,ma.. forse riposarti non ti farebbe male.no? perchè no?

    Rispondi
  73. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Linda…una madre che fa così con la figlia…bho…se ti va racconta meglio…

    Polla…Miele…che belli i vostri racconti…

    Il mio occhio…al mattino è sempre peggio…la guancia è gonfia…ho un po’ di nausea…vediamo…e ieri dovevo uscire con…. 🙁 …ufff…ufff…uffff…

    Oggi ci vorrebbe un po’ di barca…ihihihhhh…chissà come mai quando son sul fiume l’occhio mi sembra stia molto meglio…forse c’è meno smog…o forse son io che son contenta di essere lì…

    vi abbraccio forte!!!!

    Rispondi
  74. Linda
    Linda dice:

    buongiornooo!!! mamma mia, stanotte son tornata alle cinque e mi son svegliata alle otto, che scatole.
    non riesco mai a dormire, la mattina.
    comunque i miei genitori non mi hanno aiutata per niente, con i miei dca. anzi, ancora oggi parlarne con mio padre mi fa andare letteralmente via di testa e ormai evito da mesi, mi limito a mangiare quello che lui vuole che io mangi senza fiatare per non litigare.
    il fatto è che per loro è un problema, non una malattia.
    mio padre dice che una persona può usare l’intelligenza per evitare dca e questo mi addolora ogni volta che ci penso, perchè sono profondamente legata a lui e il nostro rapporto nella mia mente cade a pezzi ogni volta che ripenso ai suoi discorsi sui dca…
    voi come va??
    MIELE, POLLA, sono contenta per voi!!! ma non avevo dubbi che sarebbe andata benissimo.
    chiara, girasole,azimut…dove siete?

    Rispondi
  75. Ilaria
    Ilaria dice:

    Buona domenica a tutte e tutti!

    Cara Linda, so quanto sia difficile, ma cerca di non farti il sangue amaro per questa cosa… C’è tanta disinformazione in giro, perfino i medici non specializzati ne sanno poco o niente, per cui secondo me è un tantino pretenzioso pensare che i nostri famigliari/fidanzati/amici possano capire davvero il nostro malessere. Ci mettiamo una vita a capirlo noi stesse che lo viviamo…
    Io personalmente ci ho rinunciato ancora prima di provarci. Ai miei non dirò mai nulla, so già cosa pensano di anoressia e affini, non ho nessun bisogno di sentirmi dire che sono una fallita anche in questo. Seconda cosa, se glielo dicessi molto probabilmente non lo farei per avere da loro un appoggio morale (cosa che comunque mai mi hanno dato, in generale), ma per far loro del male. Invece voglio togliermi da tutto questo e mostrarmi superiore, per una volta.

    Rispondi
  76. Linda
    Linda dice:

    ilaria, sei davvero brava in questo. io ho fatto il contrario, e a chi non l’ho detto è solo perchè me ne vergogno e mi sento una stupida.
    MA, parlando d’altro che sennò mi vien la malinconia, luna blu….sto occhio?? e…sto tipo??????

    io stamane faccio la spola computer-libri-frigo, ho fatto colazione già tre volte ( e mangiato pure un gelato!) ma ho deciso di smetterla di mangiare per noia sennò per pranzo sarò strapiena come ora!
    poi mi aspetta un pomeriggio di studio da un amico e un cenone per un compleanno…ho fatto una torta di mele e pinoli, ilaria….non sarà mai bella e buona come le tue!! (però ho apprezzato moooolto l’impasto: sta lievitando nel mio stomaco ahah)

    Rispondi
  77. Girasole
    Girasole dice:

    Buona domenica bellezze e bellezzi!!! (non si dice mi sa…ma siete bellezzi cmq!!! 🙂 _)
    qui è una bella giornata, calda il giusto, da buona estate!
    mi sa proprio di domenica perchè questa settimana è stata molto impegnativa e quindi oggi la vedo proprio come giornata di meritato riposo!

    ieri ho fatto un catering molto particolare di cui nn posso dare dettagli ma è stato molto stancante….tranne che dal lato cibo! ebbene sì, per la prima volta mi sono sentita seren…preparando l’aperitivo ho visto cosa c’era da mangiare, ho capito cosa avrevi desiderato assaggiare… ma mi sono detta “non lo so…assaggio solo, poi quando esco mi mangio un pezzo di pizza” il concetto era – il pezzo di pizza è uno e lì finisce.. insomma, gli apericena mi mettono in crisi perchè c’è sempre qualcosa da mangiare, assaggiare e scegliere, e ho sempre paura di nn sapermi fermare (infatti lo faccio anche a casa, quando c’è qlc in giro spizzico sempre: parlo di briciole ovviamente, ma mi irrita da morire questa cosa….. preferisco una cosa, un pezzo che sia uno e bon!)
    cmq…sta di fatto che avevo troppa fame e le cose si facevano lunghe così…ho preso il pane e…via con la ricotta, e gli altri formaggi (non c’era altro…no carne, no pesce) via con le salse…ho assaggiato un po’ tutto ma mi sono più che altro concentrata sulla ricotta (certo, in tutto quello era il cibo più conosciuto più tranquillo per me, che mi coccolava diciamo…) però del resto nn mi sono fatta problemi di condimenti…ho semplicemente gustato!
    e ho pensato a polla quando dice… che non dobiamo porci limiti, che chi dice che dobbiamo mangiare solo una cosa, solo secondo i nostri schemi, che a volte bisogna porsi nelle situazioni d’ansia…e così è stato…l’ansia arriava, ma io l’ho affrontata, e anzi, ne ho fatto strumento per combattere la paura!

    sta di fatto che abbiamo finito di pulire e lavare a mezzanotte e mezza…poi dovevo attraversare la città a piedi… ma ero stanca e non volevo andare sola a quell’ora… così ho accettato un passaggio da un ragazzo…. sul tubo della bici!!!!!
    ragazzi…che figata… abbiamo rischiato di ammazzare mezza torino, ma mi sono divertita tantissimo!

    vorrei dire qlcs a linda ma è una situazione in qui cred di nn poter dare opinioni… sicuramente non è questo il modo in qui mi aspetto che le persone che mi hanno dato la vita dovrebbero comportarsi con me…per di più se probabilmente lo stato psicofisico in cui mi trovo è dettato dal desiderio di dare uno scossone alla situazione!
    il fatto che loro ti abbiano chiesto di scegliere è già un grave errore! non mi stupisce che tua mamma se la sia presa…ma dopo questo, avrebbe dovuto capire,avrebbe dovuto sapere dentro di se che una mamma non chiede di scegliere e e rendersi conto che la figlia nn è un’anoressica ossessionata, ma un cuore e un anima che avrebbe avuto bisogno che il nutrimento dato dalla sua famiglia fosse stato amore prima del cibo… e amore come medicina….

    tu però continua con il tuo lavoro e pensa a quanto davvero ce la stai facento con le tue mani con il tuo desiderio di vivere, con questa maturità (non solo quasi scolastica 🙂 ) che alla tua età già hai e che sicuramente non sempre appartiene ai tuoi coetanei… fanne il tuo scudo e la tua spada!

    Rispondi
  78. Girasole
    Girasole dice:

    Luna ho visto il tuo occhio…anche perchè su fb è impossibile non vederlo!!! eheheheh 🙂 dai, a parte gli scherzi…mi spiace un sacco… spero davvero si sgonfi in fretta e che non profochi altri dolori o gonfiori come invece sta accadendo alla guancia!
    mmm…. immagino la tua voglia di remare…ma dai, prendila come un occasione per riposare le membra e magari shoppingare!!!

    Rispondi
  79. Cely
    Cely dice:

    Finché vivevamo insieme mi ha sempre minacciato di menarmi se non la smettevo di digiunare e continuava e ripetere che ero una stupida e una bambina. Quando ho ripreso il peso mi ha rinfacciato tutti i soldi spesi tra medici, psicologi e cliniche accusandomi di essere stata la causa della rovina della nostra famiglia.

    Rispondi
  80. Ilaria
    Ilaria dice:

    Ciao Monica, lieta di sentirti più serena!

    Linda, ti dico un’ultima cosa e poi se vuoi chiudiamo l’argomento. Io non ne farei una questione di “tu sei più brava di me”; ho semplicemente adottato un certo comportamento – il silenzio – per salvaguardarmi da loro. Già hanno avuto il coraggio di “prendersela” con me perché mi sono sopraggiunti problemi di tiroide! E da dove pensano che siano venuti fuori, dal cappello del prestigiatore?! Guarda caso mia madre va avanti da anni con gli ormoni da prendere 😉
    Quindi, siccome ho deciso di dire basta all’autolesionismo, ora mi comporto così. Ma questa è la MIA situazione. A te posso solo dare un parere spassionato, non un consiglio su cosa debba fare, non me la sento.

    Rispondi
  81. Girasole
    Girasole dice:

    Marianna… con il gelato poi come è andata?
    non riesci ad andare avanti…non lo so…posso dirti che nn ci credo?
    insomma…il fatto di sperimentare, di provare anche solo 2 cucchiaini di gelato, fidati che è un gran passo avanti…
    e poi sì…quoto polla nel dire che…. bisogna creare occasioni di cui nn possiamo più fare a meno! io non posso più fare a meno del biscotto, cioccolato, o qlsiasi cosa di dolce dopo pranzo e dopo cena…non ne voglio più fare a meno…. e guarda un po’…spesso lo spaccio per schema…in realtà so che è solo GOLA! in questo caso mi piglio in giro al contrario!!! ehehehe!

    Rispondi
  82. Girasole
    Girasole dice:

    Ciao Ilaria!!!!!!! 🙂

    oggi… affronto un frittella di fiori di zucca…. oddio… sono passati anni…le mie adorate frittelle di fiori di zucca…. ahhhhhhhhhhhhhh……. 😉 vi penserò!

    domanda (la faccio perchè di qualcuna mi sono persa la residenza)…qualcuna qui è di ancona o lì vicino? ho bisogno di alcune info!

    Rispondi
  83. silvia
    silvia dice:

    Buona domenica a tutte +Aleph!

    qui c’è una bella giornata, cn sole e un pò di fresco. Appena sveglia, dovevo studiare, ma ancora niente, sinceramente nn voglio sentirmi in colpa anke x questo…xkè già mi sento in colpa sempre x tutto…voglio dire stop oggi!

    Miele ho letto della vostra giornata…ke bella dev’esser stata, un giorno ci parteciperò anke io! Hai ragione ke mi ci vorrebbe una scrollata di tanto i tanto…e se ci fossi stata davvero nn avresti avuto nessuna difficoltà a portarmi fuori xkè avevo davvero bisogno di qc ke lo facesse…
    I miei amici si contano sulle dita di una mano, quindi spesso capita ke qnd sn via o sn impeganti, xkè la vita degli altri va avnti…a differenza della mia…a volte mi sento anke un pò delusa da qlcuno, nel senso ke qnd kiedo io aiuto, nn in una forma eclatante intendiamoci, xrò lo faccio, nn trovo spesso riscontro dagli altri…in pratica ognuno alla fine pensa ai fatti suoi…ed è questa forse la normalità sn io ke invece corro sempre…vabbè…
    X la maggior parte interagisco cn femmine e quasi nessuno ha esperienze lavorative cm me…insomma nn condividiamo poi molto…

    Marianna io credo ke tu abbia sentito quel gelato così pesante xkè ti è stato dato da tua madre…a me accade la stessa cosa…è una cosa irrazionale, ma credo ke sia così.

    Luna il modo in cui parli delle tue uscite in barca trasmette così tanta passione…e questo nuovo tipo? ki è?

    Linda la tua situazione famigliare è la base del tuo malessere e credo k contuare così nn fa ke aumentar il tutto…l’anno promisso nn hai possibilità di frequentare l’univ in un altra città…l’indipendenza e il distacco credo ke ti sarebbero d’aiuto…lo dico a te cm esperienza personale, xkè è il consiglio ke mi viene sempre dato in terapia e l’obiettivo x il quale sto andando avanti.

    Girasole in bocca al lupo x la tua frittella…
    stamattina avevo fame, ho fatto colazione…credo abbondante, ma i miei parametri sn sfalsati quindi nn saprei dire se è così davvero e ora sto resistendo, sto trattenendo.

    Vi abbracio forte!

    Ps: Chiara ke hai fatto ieri? Azimut ci manki

    Rispondi
  84. Artemide
    Artemide dice:

    Buona domenica a tutti.
    Un’altra bella dormita senza troppi incubi,ma solo un sogno in cui Alemi lasciava…che brutto allora sono corsa ad abbracciarlo per sentirlo ancora più vicino.
    Questa mattina svegliata tranquilla alle 9, senza ansie nè batticuori, ho messo un po’ a posto e ho dato una pulita. Ho notato che se do una passata tutti i giorni,fatico meno. Sono riuscita a fare dei piccoli aumenti anche nella colazione:più cereali e più latte. Il pranzo l’ho già programmato:ho voglia di pesce, insieme a carote e zucchine e poi il mio immancabile yogury…posso farcela!
    Miele ieri ti ho pensata molto,siete molto simpatiche chissà insieme che combinata!
    La bresaola l’ho aggiunta al mio solito piatto di verdure,alla frutta e allo yogurt (mangio yogurt pranzo e cena per il calcio)
    Riguardo al discorso del peso per me è davvero necessario,me l’ho a chiesto la nutrizionista e scrivere poi quant’è il peso e che emozione/sensazione ho provato. È vero che devo vederle e sentirle le mie forme che ritornano,ma scrivere queste emozioni serve a me e a lei.

    Perla crono storia è un po’ un problema,perché nn ho la macchina digitale, ma provvederò.
    Polla capisco che la bilancia è una schiavitù,ma per ora serve perla terapia,per studiare come si evolve il mio rapporto con la paura di vedere “cambiare” il mio corpo.
    Luna Blu in bocca al lupo per l’occhio e buona remata!
    Linda hai toccato il cuore del problema: “per loro è un problema, non una malattia”.
    Per fortuna i miei genitori si sono appoggiati ad un psicoterapeuta per affrontare la situazione e aiutarmi. Tu devi farti tanta forza, come ti scrivevo ieri non hai un altro parente a cui fare riferimento?
    Cely:mi spiace saperti nella stessa situazione di Linda
    Girasole…complimenti per il lavoro di ieri..una bella faticaccia!
    Anche io cerco di seguire le indicazioni di Polla e Miele soprattutto perché le sento molto più avanti rispetto a me: bisogna creare occasioni di cui nn possiamo più fare a meno
    Quasi quasi comincio a cucinare…buona domenica…a sta sera!

    Rispondi
  85. miele
    miele dice:

    ciao bellezze-al-mare

    passo per un saluto, ora devo mettermi “al lavoro” sulla tesi ma sono qui, anche se più tardi inizierò a “trasferirmi” per una cena fuori.

    Cely…mmmm anchei tuoi non scherzano, vedo…!

    Azimut, Chiara*…dove siete?

    Yris, devi ancora dirmi la tua sulla questione “psicanalisi”.

    Baci baci al blog

    Rispondi
  86. Girasole
    Girasole dice:

    Cely, vorrei sapere come la vita ad ancona, come si sta in senso generale…
    ti spiego…mi hanno proposto di andarci a lavorare…
    già già ragazze, questa è una grande novità…me lo hanno detto ieri! il tour operato dove dovrei fare lo stage qui ha una sede ad ancona che sta ampliando l’organico…io ho lanciato il fatto che magari mi sarei anche spostata e la mia responsabile ha preso la palla al balzo e mi ha fatto la proposta…dovrei fare prima un colloquio o qui o giù…
    certo è tutto un forse, però è una prospettiva allettante e molto… ehm…insomma…c’ho un po’ paura…
    meglio che nn ci èpenso per ora…
    quindi qlsiasi info mi puoi dare, dalla qualità ai costi della vita (tipo affitti, case…) a proprio questioni di tipo sociale, divertimento, occasioni…insomma quello che ti viene in mente! grazie! 🙂

    Silvia… sì, i nostri paramentri sono sicuramente sfalsati, ma certo è che un paragone lo possiamo fare! tutto è relativo, mangiare di più, è già un comparativo…quindi alla domanda “rispetto a cosa” se non ripondiamo rispetto alle mie abitudini…è già importante! spero tu abbia resistito a tenere tutto fino a pranzo e che il tuo pranzo sia stato almeno come gli altri gg, senza restrizioni!
    Vorrei dirti un’altra cosa…
    le aspettative… credo bisogni ridimensionare anche quest’aspetto nella nostra vita…cosa ci aspettiamo dagli altri?
    nn credo a chi dice che non bisogna aspettarsi nulla, e non credo a chi dice che non si aspetta nulla…perchè se ogni nostra azione ha una conseguenza, lo stesso vale per i rapporti interpersonali…
    inevitabilemnte se faccio qlcs, mi aspetto almeno un pochino da qll persona! c’è chi dà 100 e si aspetta 100, ma c’è anche chi da 100 e si aspetta lmeno un 25! credo sia ovvio, e credo sia giusto, perchè se si mettono le proprie energie in qualcosa si vorrebbe un ritorno! a volta basta un sorriso sincero, a volte c’è bisogno di qlcs di più, e magari proprio che un giorno noi possiamo essere ricambiati…
    questo nn vuol dire fare qualcosa con lo scopo di aver un ritorno (anche perchè credo che la maggior partte delle persone nn abbia tutto qst interesse nell’avere un’occasione per chiedere aiuto)…ma se si presenta l’occasione…
    detto ciò… rielaboro quanto detto in precedenza…
    dobbiamo comportarci come meglio possiamo e agendo nel rispetto delle nostre convinzioni, cercando di far star bene noi, e se è nostro interesse, di far star bene gli altri, ma creiamo anche le occasioni per rinnovare, per dare delle svolte!
    tu scrivi che con queste ragazze nn hai neanche molto in comune…
    come già tante ti hanno scritto, ti invito a provare volontariato, o qualche lavoretto da fare in gruppo…non con lo scopo di guadagnare soldi, ma di guadagnare compagnia, conoscenze e perchè no nuove amicizie…

    ricordo un post vecchissimo di miele che raccontava di quando sul treno con il sorriso aveva incontrato qualcuno che aveva risposto al suo sorriso…
    è capitato anche a me…poi da lì abbiamo iniziato a chiacchierare, e sono scesa con un n di tel in più…che magari nn porterà da nessuna parte…ma è stata per me una conquista…
    apriti al mondo e il mondo si aprirà con te!
    perchè forse i tuoi amici nn sono i migliori, i più presenti o che so io del mondo, ma per esperienza ti dico che spesso siamo noi a non permettere loro di esserlo, e cerchiamo di lasciarli fuori dalla mia vita…perchè tanto loro nn possono capire, perchè tanto loro male come noi nn ci stanno, perchè loro nn hanno la nostra maturità ed esperienza, perchè tanto sono sempre i soliti e non si va da nessuna parte…
    e per esperienza ti dico…dagli una possibilità, dai al resto del mondo che ancora nn conosci una possibilità, ma soprattutto datti una possibilità!

    Rispondi
  87. Girasole
    Girasole dice:

    detto ciò, oggi i miei amici battono la fiacca… e io nn so che fare, per l’appunto…eheheheh…

    ma devo fare dei test di cultura generale per una selezione…quindi, magari, data la giornata non troppo calda ma soleggiata…magari prendo la bici e faccio tutto ciò in un prato!

    buon lavoro miele, e buona cena!

    Artemide, com’era il pesce? buona domenica anche a te!

    un abbraccio a tutte!

    Rispondi
  88. Girasole
    Girasole dice:

    mi sono accorta di aver scritto una frase senza senso a silvia…la riporto corretta:

    Silvia… sì, i nostri paramentri sono sicuramente sfalsati, ma certo è che un paragone lo possiamo fare! tutto è relativo, mangiare di più, è già un comparativo…quindi alla domanda “rispetto a cosa” se rispondiamo “rispetto alle mie abitudini”…è già importante! spero tu abbia resistito a tenere tutto fino a pranzo e che il tuo pranzo sia stato almeno come gli altri gg, senza restrizioni!

    Rispondi
  89. silvia
    silvia dice:

    Grazie Monica x le tue parole, ho dato possibilità a queste conoscenze e nn ne do al resto del mondo, forse questa è la realtà.
    Il fatto è ke ora mi trovo in una fase molto particolare, x qnt vorrei discostarmi da alcune cose, nn ce la faccio…se mi dedicassi a qlc altra attività sn certa ke ora cm ora abbandonerei i miei studi, ke già mi sembrano così ostici…xciò nn lo faccio, xkè nella mia mente è già tutto cos’ stabilito, prima mi laureo, prima inizio a vivere, a scegliere, a fare qlc altro, ma se nn pongo questo tassello mi sentrò x sempre fallita e inconcludente e questo risulterà sempre un peso x me. E’ una cosa importante e difficile x me, nn so spiegare davvero…ora ke tu hai i tuoi progetti davanti a te, ricevi tanti stimoli, e svendo concluso gli studi sn certa ke si hanno + possibilità, io sn nella fase prima e vivo questo percorso così duro!!
    Il pranzo nn so cm andrà, ci sn cose ke mi agitano molto attorno a me, o meglio, sn io ke mi lascio agitare in questo modo.
    X Ancona posso dirti qlc io anke se nn sn di lì….a tutti quelli ke conosco ke ci sn stati un pò x studio nn ha fatto x niente un bell’effetto…nel senso ke nn è molto vitale cm città e neanke bella da viverci…in ogni caso credo ke Cely possa dirti di +.

    Cely cm stai?

    Rispondi
  90. Cely
    Cely dice:

    Girasole, io in Ancona ci ho vissuto 4 mesi (però ero in una clinica, non in affitto); mmm i costi non li so sinceramente ma come città ehm, la odio! Sarà che la collego al ricovero ma proprio non mi è mai calata giù! Mi dispiace sminuire il tuo entusiasmo…dai, chissà che a te invece piaccia! Poi ora siamo in estate, Ancona è sul mare e c’è anche la bellissima riviera del Conero nelle vicinanze! Ti consiglio di andare e poi, se proprio non dovesse piacerti, beh puoi sempre cambiare idea 🙂
    Io ci sono stata d’inverno e m’è parsa una città grigia e senza vita, poi è questione di sensazione e di gusti! è anche vero che non mi lasciavano uscire quasi mai…
    Per i costi degli affitti potrei chiedere a una mia amica che ci abita, poi ti farò sapere.
    Hai ragione, meglio non pensarci troppo adesso, comunque non è un’idea da buttare, affatto! Se io avessi la possibilità di viaggiare facendo un lavoro che mi piace la coglierei al volo!!!
    Un abbraccio.

    Rispondi
  91. Cely
    Cely dice:

    silvia, tesoro, ho perso la tua ultima mail…l’avevo letta e ora non la trovo più :/ avrò sbagliato a cliccarci sopra e l’avrò eliminata. Comunque sia, io benino: oggi mi faccio un giro con le amiche in un centro commerciale e poi mi sa lungomare. Domani invece devo alzarmi presto per andare a lavoro.
    Te tesoro, come va? Come stai passando il week-end? Un abbraccio enorme anche a te.

    Rispondi
  92. miele
    miele dice:

    Girasole…se ho capito bene, ti hanno offerti di lavorare per un tour operator…insomma nel settore turistico che tanto ti piace. Mi pare un bello stimolo! Ma tempofa non dicevi anche che ti piacerebbe sviluppare un progetto catering? In ogni caso, la paura del trasferimento ad ancona è legata a:
    1- distacco da tua sorella
    2- timore di non saperti gestire col cibo e iniziare di nuovo a restringere
    3- paura di non essere all’altezza per il lavoro
    …o altro ancora?
    Scusa per la domanda modello quiz..

    Silvia, io sostanzialmente ri percepisco come una persona RASSEGNATA. Costantemente delusa da sè stessa…ma non si può vivere così alla tua età, è davvero uno spreco.
    Ma devi essere TU a prendere in mano le cose.
    Ti senti inerte perchè non riesci a studiare con costanza? Punta la sveglia ad un orario più mattutino, trasferisciti in aula studio e prepara gli ultimi esami, imponiti di farlo e basta, piaccia o non piaccia…altrimenti sarai sempre prigioniera dell’università e non potrai davvero uscire da questo ambiente familiare che ti tira a fondo ogni giorno di più.
    Le amicizie non ti danno stimoli? Iscriviti a qualche corso e conosci persone che condividono una tua passione, almeno avrete qualcosa di cui parlare davanti ad una birra il sabato sera!
    A volte senti di passare le giornate inutilmente? Inizia a fare qualcosa che non sia solo per te: ad esempio quest’estate iscriviti ad un campo di lavoro estivo, tipo di raccolta dell’usato o accompagnamento disabili…esci un po’ dai tuoi circuiti mentali, buttati fra la gente.
    Alla nostra giornata (di me e polla) dici “un giorno ci parteciperò anke io”…benissimo, ma ora? Non abiti fuori dal mondo, alcune persone di questo blog vivono nelle tue zone, prova a fare una proposta a loro! io e polla abitiamo a 200 km di distanza, mica una dietro casa dell’altra…ma si piglia il treno e via!

    vi soffio profumo di fiori dal giardino, dove mi sono traferita a lavorare

    Rispondi
  93. Marianna
    Marianna dice:

    Buona domenica a tutte e ai due maschietti del blog!
    Come state trascorrendo questa giornata?
    Per quel che mi riguarda, stamattina ho dovuto fare un pò di lavoretti pesanti, trasportare libri da casa al garage, buttare un pò di roba vecchia e sono salita su stanchissima.
    Ieri il gelato l’ho tenuto, la testa ha frullato un bel pò, poi ho seguito il vostro consiglio, ho chiamato un’amica e siamo andate un pò in giro per negozi. Chiacchierando chiacchierando ho dimenticato di aver mangiato il gelato e mi sono rilassata.
    Miele, Silvia, avete centrato il punto. Credo che il fatto di essere stata fortemente spinta a mangiare quel gelato mi abbia provocato tutto quel caos di pensieri. Il fatto è che voglio essere io a decidere di mangiare qualcosa in più, vorrei che il mio cervello mi dicesse che dopo la pasta posso gustarmi un dolcetto in tutta serenità senza condizionamenti. Così mi è sembrato di compiere un gesto per rendere felice chi mi sta vicino ed io mi sono un pò seccata di rendere felici gli altri e di rendere infelice me stessa.
    Scusate per il groviglio di pensieri…fatico a capirmi pure io.

    Monica!Che bella la giornata di ieri!Mi fa piacere leggere che il lavoro ti sta dando parecchie soddisfazioni e che in un certo modo ti consente anche di vincere la paura nei confronti di determinati alimenti. Io, da lunedì scorso ho reintrodotto l’asiago, altro cibo tabù per me come la stragrande maggioranza dei formaggi. Ti dirò, era buono! 🙂
    Per quel che riguarda Ancona, ci sono stata una volta sola ma era estate, quindi non fa testo. Però dovresti farti un giro per un paio di giorni e sentire che impressione ti fa.

    Azimut, Chiara, se ci siete battete un colpo!

    Cely, è bello leggerti. Abiti in una città di mare?Beata te, io se potessi ci farei una passeggiata tutti i giorni.

    Silvia, come stai?Hai fatto qualche giro per negozi?

    Miele, sei una stacanovista! 🙂

    Un bacione ad Ilaria, Linda, Yris, Sha, Uhmhm ( se ci leggi scrivici), Luna Blu, Artemide e tutte le altre.

    P.S. Qualcuno ha notizie di Laura?

    Rispondi
  94. Polla
    Polla dice:

    ..Buondìììì,
    stamattina ho fatto un macello con il pc e per un po’ non è stato funzionante.. ora credo di aver risolto il problema.. sperooooo! ahahah che danno vivente!

    Cmq Silvia io ti percepisco super inchiodata nella tua situazione.. va bene puntare alla laurea,ma non vedo perchè pensi che la tua vita possa iniziare solo dopo aver raggiunto qsto traguardo.. che è un traguardo e può essere visto come un nuovo inizio,ma.. tu sei già qui ora.. credi che davvero non ci sia nulla da fare nell’immediato? bah.. io ho i miei dubbi.. penso + che tu abbia un po’ le fette di salame sugli occhi e certe cose ti faccia “comodo” non vederle perchè significherebbe in un certo senso prendere in mano la situazione,anche riguardo al tuo disturbo.. e proprio a riguardo ti volevo chiedere.. ma se tu vivi con i tuoi genitori.. non fai i pasti con loro? sempre da sola ad altri orari?
    Inoltre riguardo ai tuoi amici.. io capisco che ci sono pochi amici buoni,ma.. esistono anche le conoscenze.. persone con cui si può condividere un cinema,una passeggiata,un caffè.. non necessariamente cose impegnative.. non conosci nessuno che debba studiare? o qualcuno della tua facoltà? e tu come ti approcci ai pochi amici che hai? sei presente nella loro vita? pensi di esserci quando e se loro avessero bisogno di aiuto? ti chiedo qsto perchè spesso quando si soffre si è così “presi” da sè stessi che ci si dimentica che anche gli altri possano avere le proprie menate,magari proprio le nostre stesse o magari ben altro,ma cmq tutti hanno dei pensieri e dei problemi.. magari però non ce ne si rende conto e si pensa che tutto vada avanti a meraviglia tranne noi.. tu ti percepisci in una fase di stallo,magari è anche così,ma sta a te smuoverti un po’.. inoltre ribadisco che se stai studiando,cmq non sei ferma.. qualcosa stai facendo insomma. non vedere tutto nero!

    Girasole.. facciamo una trasferta ad Ancona e poi ci buttiamo nel Conero??? stupendooooo. Posti meravigliosi.Se vuoi io ti ci accompagno a vedere com’è la situazione.. per quanto riguarda gli affitti,dai un’okkio al sito di bakeca.it .. vedrai che ti puoi fare un’idea sia per le stanze che per le case..

    Artemide.. anche io mangio lo yogurt(al caffè di solito!) dopo ogni pasto e spesso anche a colazione o il budino al cioccolato,ma.. il calcio lo trovi anche nel formaggio per esempio.. inoltre ricordati che il calcio lo si assimila meglio se integrato con altri alimenti e soprattutto condimenti.. tipo l’olio d’oliva è fondamentale e il sale anche per lo iodio,ma va beh.. fatti spiegare meglio dal tuo nutrizionista,vedrai che in un’ottica di fare le cose per la salute,ti viene anche + facile aggiungere.. un pesce scongelato con due carote,sarà anche un’aggiunta,ma.. il gusto??? il sapore??? cerca di supereare le tue paure anche coccolandoti un po’ riscoprendo certi sapori.. due patate per i carboidrati per esempio se ti fa così paura pane e pasta? che ne dici?
    per la bilancia io credo che ti abbia “concesso” di pesarti (sapendo che lo avresti fatto cmq! non sono mica tonti.. sanno con chi hanno a che fare),ma quante volte lo devi fare? non credo proprio tutti i giorni.. inoltre penso proprio che se tu proponessi loro di pesarti solo lì e farlo davvero,loro ne sarebbero ben contenti.. pensa anche tu come puoi acquistare + fiducia in te stessa e nel tuo lavoro di recupero.. la strada è lunga,ma è anche vero che ci puoi mettere del tuo per assumerti al meglio le tue responsabilità!

    Rispondi
  95. Polla
    Polla dice:

    ..Ei Miele, sei riuscita a mandare il capitolo della tesi poi? quindi dai suoceri stasera? come ti senti? .. io sono bella riposata!!! :-).

    Rispondi
  96. miele
    miele dice:

    Pollazzz! Il capitolo lo sto sistemando, ma credo lo manderò domani perchè prima di cena voglio anche a)stare un po’ a leggere al sole e b)lavarmi i capelli che sono inguardabiliiiiii
    Sì, stasera cena dai suoi di lui, mi sento tranquilla nel senso che il cibo non mi dà nessun pensiero problematico, anzi credo che per strada mi fermerò a comprare le paste giusto per non arrivare a mani vuote (lui è andato lì da un po’, deve fare con suo fratello quello di cui ti parlavo ieri).
    Oggi ho mal di pancia, ma credo sia il ciclo in arrivo se dio vuole. Ho dormito sì e no, ultimamente faccio spesso incubi e ci sto lavorando su proprio con la mia doc.
    Tu oggi che mi combini? la bestiona ha ritrovato l’appetito eh!

    Rispondi
  97. Polla
    Polla dice:

    ..Io oggi sono a casa per ora perchè ho proprio voglia di sciallarmi un po’.. sto viaggiando un po’ nel mondo del web e guardo un po’ le schifezze della tv.. Cmq anche io sto attendendo il ciclo,anzi dovrebbe venirmi proprio oggi.. olè.Per ora però niente mal di pancia.. di solito io “soffro” di + il secondo giorno,non so come mai..
    per quanto riguarda i sogni.. anche io a volte mi sento di sognare cose che non mi fanno stare tranquilla,purtroppo però la mattina poi non me li ricordo e mi resta solo una strana sensazione addosso.. però si,fai bene a riportarli in terapia,spesso mi hanno chiesto di farlo! ma ricordi cosa hai sognato stanotte per esempio?
    Credo cmq che sia ciclo che i sogni dipendano un po’ anche dal fatto che sei un po’ sottopressione per la tesi e vari tuoi pensieri.. magari non te li senti proprio addosso nel corso della giornata,ma sono certamente delle cose che influiscono un sacco.. si,ti meriteresti un po’ di riposo.. un po’ di spaparanzamento,quindi??? fai bene a metterti a leggere e mettiti pure bella comoda!!! e il quadernino comprato ieri??? il migliore direi.il migliore. :).

    Rispondi
  98. Andrea
    Andrea dice:

    MARIANNA si, io ho praticato piscina per anni, ho dovuto smettere circa 4 anni fà proprio per la mancanza di forza dato dal mio sottopeso (di allora) e dallo stress cumulato da esami e cattive situazioni vissute in casa; adesso stò provando a riprendere l’attività con sincera difficoltà fisica innanzi tutto, psicologica in secondo luogo, visto che la vecchia piscina (dove lavora tutt’ora il mio preparatore), ha deciso di non prendersi nessuna responsabilità in mio merito. Palestra per cercare di riprendere un pò di tono, visto che in questo periodo sono tutto pelle XD

    MIELE ahah credo proprio che fosse un tuo commento XD ora controllo kiss 🙂

    POLLA cerco di resistere al desiderio di mangiare più di quello che penso di poter tenere, perchè sò che superata una certa soglia sento di non riuscire a trattenermi dal vomito…resisto resisto un casino, a volte capita di non resistere ma i sensi di colpa ci sono, come l’anima che rientra nel mio corpo e non vede più quel che fà in bagno come un gesto che non gli appartiene, ma un pandemonio che ha il dovere in quanto essere, di risolvere..

    Per il resto, tutto ok..qualche giorno fà ho chiamato la mia ex..conversazione serena se non fosse stato per l’ultimo minuto quando le ho chiesto se in questi due mesi avesse “sentito” qualcun’altro..lascio intendere alla vostra fantasia i 45 secondi che hanno preceduto il mio gesto di chiuderle il telefono in faccia..
    Il giorno dopo ad ogni modo, ho preso i 100 e passa euro che erano nel mio conto e ho comprato un biglietto per istanbul per fine mese inizio agosto..subito dopo l’ultimo esame (26 luglio), i escape from my life..4 giorni di fanculo al mondo..fanculo anche a me stesso se riesco..

    Comunque si, non ora, ma tra un pò comincerò a cercare qualcuno che mi possa aiutare..qualcuno di cui principalmente possa fidarmi..adesso no..è estate ed è dall’anno scorso che non faccio un tuffo nell’azzurro mare della mia città.. XD
    Buona domenica fascinose e fascinosi..vi volli bene 🙂

    Rispondi
  99. Andrea
    Andrea dice:

    MARIANNA si, io ho praticato piscina per anni, ho dovuto smettere circa 4 anni fà proprio per la mancanza di forza dato dal mio sottopeso (di allora) e dallo stress cumulato da esami e cattive situazioni vissute in casa; adesso stò provando a riprendere l’attività con sincera difficoltà fisica innanzi tutto, psicologica in secondo luogo, visto che la vecchia piscina (dove lavora tutt’ora il mio preparatore), ha deciso di non prendersi nessuna responsabilità in mio merito. Palestra per cercare di riprendere un pò di tono, visto che in questo periodo sono tutto pelle XD

    MIELE ahah credo proprio che fosse un tuo commento XD ora controllo kiss 🙂

    POLLA cerco di resistere al desiderio di mangiare più di quello che penso di poter tenere, perchè sò che superata una certa soglia sento di non riuscire a trattenermi dal vomito…resisto resisto un casino, a volte capita di non resistere ma i sensi di colpa ci sono, come l’anima che rientra nel mio corpo e non vede più quel che fà in bagno come un gesto che non gli appartiene, ma un pandemonio che ha il dovere in quanto essere, di risolvere..

    Per il resto, tutto ok..qualche giorno fà ho chiamato la mia ex..conversazione serena se non fosse stato per l’ultimo minuto quando le ho chiesto se in questi due mesi avesse “sentito” qualcun’altro..lascio intendere alla vostra fantasia i 45 secondi che hanno preceduto il mio gesto di chiuderle il telefono in faccia..
    Il giorno dopo ad ogni modo, ho preso i 100 e passa euro che erano nel mio conto e ho comprato un biglietto per istanbul per fine mese inizio agosto..subito dopo l’ultimo esame (26 luglio), i escape from my life..4 giorni di fanculo al mondo..fanculo anche a me stesso se riesco..

    Comunque si, non ora, ma tra un pò comincerò a cercare qualcuno che mi possa aiutare..qualcuno di cui principalmente possa fidarmi..adesso no..è estate ed è dall’anno scorso che non faccio un tuffo nell’azzurro mare della mia città.. XD
    Buona domenica fascinose e fascinosi..vi volli bene :))

    Rispondi
  100. silvia
    silvia dice:

    Cely purtroppo nn l’ho neanke io l’ultima mail ma ti ho cmq risposta.
    Marianna no, nn ho fatto shopping…sinceramente nn è una cosa ke mi piace e poi prblema di fondo: nn me lo posso permettere.
    Tu cm stai?comprendo a pieno il tuo groviglio di pensieri…se nn sbaglio ora avrai altre poke occasioni x tornar nella tua città universitaria, no? cm vivi questo?

    Miele rassegnata a tratti lo sn davvero. Prima mi hai detto ke senti in me vergogna x quello ke sn, x il mio problema…in effeti sì, la vivo cm un ennessima delusione, sento d’esser una delusione anke x i miei…
    Il consiglio ke mi hai dato sugli esami è ciò ke faccio, punto la sveglia e scappo fuori, mi sto imponendo questo davvero, e nonostante questo mi viene così difficile andare avanti.
    I tuoi consigli sn adattissimi ma sento sempre demotivata a fare altro…le cose nuove mi spaventano…è questa la spiegazione della mia dott…eppure sn le sole ke mi possano stimolare.
    Polla si sto cn i miei…se sn a casa sn obbligata a pranzare a tavola all’orario prestabilito!, e sto malissimo, xkè io nascondo il mio star male, in pratica ingoio e muoio dentro…è brutto da dire ma è ciò ke sento. Cerco di nn esserci ma nn posso sempre…ecco ora mi sento in colpa anke xkè so qnt mi vogliano bene, e nn mi perdoo di nn stare male cn loro, di nn riuscir a starci!
    Per il discorso delle amicizie invece nn è cm dici, nel senso ke io ci sn sempre x gli altri…sn sempre disponibile e ci tengo alle mie amicizie, se anke intuisco lo star male di qlc di loro sn pronta ad offrire il mio aiuto, infatti vengono spesso da me qnd stanno male…in pratica sn la classica amica affidabile…anke nei giorni di festa o agli orari + assurdi…ci sn sempre x gli altri…la mia psicot dice ke questo mio prodigarmi è anke x nn sentire il mio star male…in ogni caso twndo sempre a mettermi da parte x gli altri.

    Grazie x le vostre parole, questo confronto mi aiuta, anke se sembra ke nn faccia nulla, in realtà grazie a voi almeno una parte dei miei pensieri cerca di ritornare in carreggiata

    Rispondi
  101. Polla
    Polla dice:

    ..Silvia, non è che “sembra che tu non faccia nulla”.. sei tu che lo dici sempre.. ecco.. è un po’ diverso.. nessuno di noi è lì con te e sa che cosa fai effettivamente,quindi tutto quello che sembra è semplicemente quello che ci rimandi tu con le tue parole.. ecco. Ma come sto cercando di fare io e come consiglio a voi.. è appunto di cercare di dare il un peso diverso alle parole.. nel senso che è importante quello che si scrive qui,non tanto e solo per il concetto e per il fatto che qualcuno lo legga,ma anche e soprattutto per noi stesse.. perchè traspare il nostro modo di pensare e di vedere le cose,come stanno davvero dentro di noi,proprio perchè qui non si usano “filtri”.. capisco cosa intenda la tua psicologa quando ti dice che ti carichi dei problemi degli altri.. è anche qsto un modo per “scappare” da nostri di problemi.. proprio come il dca.. uno spostamento.. ma proprio perchè i problemi vengono spostati,non significa che siano risolti.. e per “risolverli” dobbiamo dare loro la possibilità di riemergere e affrontarli.. non necessariamente in funzione degli altri,ma in funzione di noi stesse. Non significa mettere un genitore al muro per esempio,ma magari cercare di vederlo in modo diverso e non darlo per scontato,come causa inevitabile di un qualcosa.. ma qui torno al concetto,il solito,che bisogna lavorare su di noi.. cambiare noi in primis e non distruggersi per gli altri,quando siamo le prime a farci del male e provocare sofferenza a noi stesse e a che ci sta intorno,proprio come gli altri fanno con noi.circoli viziosi insomma. ..

    Andrea.. aspetti per le cure perchè devi andare al mare? e non puoi farti curare e andare anche al mare? non capisco il collegamento.. credo che entrambe le cose siano importanti e credo ancor di + che rimandare non aiuta,anzi rende tutto + complicato e radicato. ..

    Rispondi
  102. Polla
    Polla dice:

    ..inoltre Andrea,credo appunto che qsto tuo volerti limitare per non andare a vomitare sia appunto frutto della restrizione malata.. doverti mangiare invece tutto quello che ti va,stai pur certo che le vere abbuffate non avvengono in “pubblico”,avvengono in preda ai raptus dopo un tot di pensieri restrittivi e pesanti.. quindi dovresti mangiare anche quel che ritieni di troppo e cercare di tenerlo.. qsto sarebbe il vero sforzo. non vomitare quando si restringe è molto + facile che non vomitare quando si pensa di aver esagerato.. ma chi stabilisce che hai esagerato? tu.. la tua testa.. e quindi? la tua malattia.

    Rispondi
  103. Andrea
    Andrea dice:

    Ciao polla, no, il mio rimandare al dopo agosto, non è per il desiderio di andare a mare, vivere spensierato o godermi le ferie..ho deciso di rimandare e bloccare tutto per il mese di agosto esclusivamente nel tentativo di ritrovare la mia serenità, al di sopra di tutto, al di sopra anche della felicità stessa..ho bisogno di essere sereno, per poter affrontare questo e altri problemi..lo stato di stress che mi ha accompagnato in questi ultimi mesi mi ha portato a prendere le decisioni più sbagliate degli ultimi tempi, compreso quello di ricominciare….
    Ho certezza di poter affrontare razionalmente le mie piccole crisi da 22enne (compreso questo enorme problema) solo ritrovando la mia ragione..
    Si polla, hai ragione..capisco perfettamente quello che vuoi dire..ricordo un pranzo da abbuffata di qualche settimana fà, solo a casa..ricordo che stavo per andare a vomitare quando si è presentata mia madre a casa e ci è rimasta tutto il pomeriggio…è stato difficilissimo tenere tutto…ai limiti di un esaurimento..in queste settimane proverò, magari uno o due giorni a settimana a cicciottarmi in un pasto e tenere tutto..ho comunque smesso di perdere peso..anzi, credo di cominciare a risalire XD stò a monitorare peso e % di massa grassa ogni 3 giorni come quando facevo atletica..e questo mi aiuta molto a rendermi coscienzioso del mio stato, rapportandolo anche alle vecchie tabelle.. 🙂

    Rispondi
  104. Polla
    Polla dice:

    ..Andrea,continuo cmq a pensare che non ci sia un collegamento.. o meglio.. continuo a pensare che appunto il tuo rimandare,sia solo un rimandare e basta.. come puoi essere sereno se stai male? come puoi essere sereno se hai una malattia?.. sono solo illusioni di poter gestire la cosa in modo diverso,ma è cmq un rimandare.. non passa da sola.. ad ogni modo credo che quelli che tu chiami crisi da 22enne,siano i tuoi problemi e no vanno sottovalutati.. vanno gestiti da persona adulta,quale tu stai diventando.. ma non perchè bisogna fare di tutto una patologia,o esasperare le situazioni,ma anzi.. bisogna iniziare a guardarli in faccia e smettere di scappare!!!! grandi o piccoli che siano.. restano problemi.punto.
    inoltre ogni frase che scrivi mi fa pensare che tu non sia affatto consapevole di quello che stai vivendo.. tutto qsto controllo.. qsto affermare che mangerai da cicciottarti.. bah.. ma che dici? non è tanto perdere o non perdere peso.. si tratta di perdere o non perdere il senno!!!

    Rispondi
  105. Girasole
    Girasole dice:

    Buonasera fanciulle!
    Aleph, Andrea!

    allora, nn posso star molto ma rispondo a Miele…
    mmm…Ancona mi mentte in crisi per un po’ di cose…
    1. spostarmi completamente sola in una città mai vista e sicuramente completamente diversa da torino.., ma soprattutto…da SOLA,
    2. è tutto troppo veloce, io ho bisogno dei miei tempi per carburare, devo riflettere, fare liste e capire se è la cosa giusta…ho già messo le mani avanti e detto che cmq devo finire il servizio civile (che brava…questa cosa me la rigiro sempre in tutti i modi)
    3. se dovesse essere una cosa che accadrà da qui a poco non mi sentirei pronta credo a lasciare i vari progetti che ho in testa…
    vorrebbe dire focalizzarmi su un unico lavoro…
    mi spiego meglio… se mi sposto, lo faccio solo per il lavoro…e tutto il resto? tutto quello che sto faticosamente creandomi intorno in questi ultimi tempi? so che qui nn lascio nulla…cioè, non lascio fidanzati…lascio la famiglia, ma so che loro ci sono sempre…
    ma il punto è che lascerei quella me, che mi sono creata..
    lo so, è un discorso assurdo, e so già qll che pensate: “che io sono portatile, mi posso portare dietro ovunque” e invece non ne sono così sicura! ho sempre detto che desidero viaggiare, ma ho anche sempre detto che non voglio stabilirmi in un altro luogo, la base vorrei fosse Torino, per poi viaggiare saltuariamente (trasferte, per intenderci) e torrnare sempre alla base…
    3. il problema del cibo…eheheh…è l’ultimo dei miei pensieri in questa cosa…:) nn mi spaventa davvero…credo di saper autogestirmi…
    ho vissuto allestero x 9 mesi prima e 4 dopo… e ora mi sento abb forte per vivere sola… ma in un posto mio…non fissa in una città lontano da tutti…
    ma non posso ritirare la mano…che fare?

    Cara Silvia…solo una cosa per te…
    sai, l’ho notato su di me… se ti concentri solo su una cosa, fare questa cosa risulta molto più difficile….creare un’altro appuntamento oltre allo studio ti sarebbe da stimolo, e di tanto aiuto…credimi… apri la mente, viaggia!!! 🙂

    vado a sedermi sul divano con la sorella…chissà che nn riusciamo a passare una bella serata!

    vi stringo forte!

    Rispondi
  106. Linda
    Linda dice:

    buonasera…
    silvia, anche io ti sento rassegnata, senza stimoli… mi dispiace che tu stia cosi e spero che tu riesca a trovare qualcosa che ti “smuova” da questa situazione, ne hai bisogno…fai come dice miele, quest’estate buttati tra la gente!!
    essere una buona amica è un pregio, ma tu metti i tuoi amici prima di te stessa, invece sei tu che devi essere al centro del tuo mondo!! secondo me ti sottovaluti molto, silvia.

    artemide, no, non ho altri parenti. e comunque io con mio padre in generale ci sto bene, dai…solo che non mi ascolta mai, e molte volte non mi capisce. ma ormai c’ho fatto il callo. gli voglio molto bene, devo ammetterlo:) complimenti per le tue piccole aggiunte, continua cosi!!!

    marianna sicuramente il gelato ti è rimasto sullo stomaco perchè sentivi che ti era imposto… hai fatto bene a reagire in quel modo, e poi hai visto come tutto si è risolto…

    andrea, non so…non so darti consigli sulla tua situazione. però posso dirti che ti invidio per il tuo viaggio!!!

    miele buona cena!!

    chiara, luna,azimut,aleph, yris… dove siete oggi…

    ilaria comunque a proposito dei genitori, grazie per quello che mi hai detto, e grazie a tutte davvero. è stato molto importante per me parlarne con voi.

    oh ragazze oggi è stato un po un disastro….mi ero imposta di stare a casa e mettermi alla prova invece son dovuta andare fuori a studiare. proprio non ce l’ho fatta…continuavo a mangiare…solo stamattina mi son fatta fuori tre gelati, due pesche e due plumcake! stasera poi, chissà come andrà a finire.
    sono nervosaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa e angosciataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! oh…vi devo dire uno scoop.
    non so se bello o brutto, c’ho dovuto pensare per giorni prima di dirvelo perchè non so neanche io se sia una cosa bella o no

    Rispondi
  107. Linda
    Linda dice:

    girasole, sei cosi scettica per questa cosa…ma se ti butti e va male, poi non puoi tornare indietro? magari invece va bene….

    Rispondi
  108. silvia
    silvia dice:

    Girasole, Linda grazie dei consigli
    Monica secondo me questa tua paura è la base un pò dei tuoi skemi…in ogni caso, Ancona nn so se vale la pena x trasferirsi…

    Rispondi
  109. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Salve a tutte…
    LUNA BLU spero che con l’occhio vada meglio….

    ANDREA anche io tempo fa decisi di non pensare più al mio disturbo….soprattutto xké una persona mi disse che ogni momento va vissuto e accettato, non bisogna opporsi a quel che ci accade….io ho colto la palla al balzo e cominciai ad accettare la mia situazione…che però sappiamo bene che dipende da noi, si insomma ci capita ma poi comunque siamo noi che decidiamo di continuare a star male! In quel momento accettai di buon grado la mia “situazione” e lì x lì mi sentivo in pace, meno angustiata…credo che questo non è il modo giusto, non è littare, non è opporsi!
    Ci regala un po’ di serenità ma di fatto il problema rimane…

    Cmq, anche io mi dicevo che ero stressata, che avevo bisogno di ritrovare un equilibrio e così sono anadata via di casa x qualche giorno, sono scappata a Montecatini…no, non ho risolto granché, insomma tornata a casa il problema si è ripresentato…e c’é tuttora! cmq sei libero di fare quel che ti senti e di “regalarti” un po’ di serenità, non pensare…

    A casa mia, comincia a risuonare la solita musica: vaniglia cucina x tutti, sono stufa e scocciata, inizialmente era ricominciata xké mia mamma è uscita dall’ospedale e si è operata ma cmq ora mi sembra che si sia adagiata! che faccio? mia sorella continua a mangiare e ad alzarsi da tavola senza fare un cazzo di niente…e mia mamma nonj dice nulla! e allora mi domando xké io mi devo sacrificare x loro? accollarmi di cucinare che tra un po’ mi resta difficile farlo x me??? faccio fatica e non lo nego…a cucinare x tre persone cose che io neanche mangio! io cucino x me stessa, nessuno lo fa x me!
    accetto Vs consigli su come muovermi!

    Domani mattina vado a fare la risonanza magnetica e le analisi, in una botta sola faccio tutto…
    ora vi saluto…
    Un abbraccio a tutti

    Rispondi
  110. Artemide
    Artemide dice:

    Buona sera a tutti!
    Come è andata la vostra domenica? Io nn c’è male,io e Ale ci siamo riposati, abbiamo fatto un po’ di shopping…insomma abbiamo ricaricato le pile per la prox settimana,lui continua il lavoro in palestra,io il lavoro su me stessa…domani prelievo del sangue,ma la cosa che mi fa più paura è l’idea di non riuscire a fare la pipì domani mattina!
    Poi mi da fastidio nn fare colazione appena sveglia,per fortuna l’ospedale è molto vicino a casa mia.
    Domani pomeriggio psicoterapia…nn vedo l’ora di raccontarle come sta procedendo il mio lavoro sul cibo e ricevere da lei utili consigli.
    Ora curioso un po’ tra i vostri post
    Girasole interessante l’idea di spostarti,ma capisco bene la tua paura,è giusto che tu ci rifletta Mi piace quello che hai scritto a Silvia perché mi tocca proprio da vicino,riguardo i rapporti interpersonali con gli altri:”dobbiamo comportarci come meglio possiamo e agendo nel rispetto delle nostre convinzioni, cercando di far star bene noi, e se è nostro interesse, di far star bene gli altri, ma creiamo anche le occasioni per rinnovare, per dare delle svolte!”
    “apriti al mondo e il mondo si aprirà con te!”
    Il mio pesce alla fine non è venuto male,ma vorrei imparare a cucinare meglio, Ale ad esempio nn segue alcuna ricetta…va molto di fantasia!
    silvia capisco i tuoi timori,però perchè nn tentare, tu stessa dici che nella tua testa è già tutto prestabilito,secondo me questo ti chiude un sacco nei tuoi progetti e nelle tue amicizie (parlo per esperienza)
    Hai scritto una cosa importante: “sn io ke mi lascio agitare in questo modo.”Allora perché non provare a cercare un po’di serenità…TE LA MERITI!

    Marianna brava per aver mangiato il gelato,anche io mi accorgo che se mangio in compagnia nn penso troppo
    Polla,purtroppo ho un intolleranza congenita per il formaggio:fin da piccola nn lo digerivo e lo rigettavo,quindi nn lo mangio per scelta,ma perché nn posso,compenso con yogurt e latte. Grazie per gli altri suggerimenti,c.que mi farò dare dalla nutrizionista un elenco delle cose di cui ho più bisogno ora e dove trovarle e se dovrò prendere degli integratori ,lo farò, anche se sto lavorando tanto sul ritrovare il piacere di mangiare proprio come scrivi tu.
    Per la bilancia chiederò meglio, c.que hai ragione per me distaccarmene è proprio difficile
    Andrea…bella l’idea di Istanbul,riguardo al farti aiutare,prova a sostituire quel fra un po’ con un “ORA”…Polla ancora una volta ha colto nel segno!
    silvia credo che sia proprio così:aiutare gli altri per non affrontare se stessi,a me capita davvero spesso,ma come pox aiutare gli altri se prima nn ci dedichiamo a noi?
    Approvo pienamente ciò che ti ha scritto Polla
    Linda grazie per la tua attenzione, riguardo a tuo padre coltiva quell’affetto che vi lega e magari le cose andranno meglio. Cerca di nn stressarti troppo!
    Vaniglia anche tu le analisi domani? In bocca al lupo.
    Riguardo i consigli per il rapporto con la tua famiglia,mi viene da pensare:gli hai mai fatto un discorsetto su cosa hai bisogno e su come ti senti?
    Domani sveglia presto per fare le analisi…uffa!
    Vado a letto a leggere un po’
    Buona serata a tutti!

    Rispondi
  111. Polla
    Polla dice:

    ..Buonasera,
    ho avuto un po’ di difficoltà a connettermi al blog stasera perchè non mi apriva la pagina.. è solo un mio problema o è successo anche a qualcuno di voi??? bah.. cmq insistendo alla fine ho avuto la meglio.. eheheh. olè.
    Quindi com’è andata qsta giornata?? io mi sono vista con delle amiche e abbiamo fatto un po’ di chiacchere.. punterei a non fare troppo tardi stasera perchè domani mattina ho il primo incontro con i gruppi e vorrei arrivare sveglia e reattiva.. eheh. sono capace di addormentarmi ovunque io.. :). non sarebbe proprio una bella “presentazione”..

    Girasole.. io credo che sia abbastanza normale quello che dici.. nel senso che indipendentemente da quelli che noi chiamiamo schemi che si sono infilati nel discorso “cibo” e al resto anche,ma solo di conseguenza,anche il resto del mondo ha i proprio schemi da “rispettare” fatti su misura.. con la differenza che sono funzionali e non disfunzionali come quelli creati dalla nostra malattia. qsto per dire che se dove sei ora,stai bene,è normale avere paura di staccarti da lì.. ma .. non capisco perchè pensi che dovrebbe essere per sempre.. appunto come dici tu,il tuo punto di riferimento può benissimo restare Torino,ma non serve necessariamente che tu sia lì fisicamente,no? Torino resta dove è.. è importante come te la senti tu,non dove sei. Penso come sempre che dovresti pensare un po’ a cosa preferisci davvero fare.. se deciderai di non andare,non sarà un errore,se penserai di averlo fatto per motivazioni tue,di un tuo benestare o per fare cmq altro.. se deciderai di partire invece sarà una possibilità che sfrutterai,ma non è di certo una scelta irreversibile.. fortunatamente poche scelte sono irreversibili,no? Capisco che tu stai cercando di diventare una persona indipendente,adulta,ma .. non significa non darsi la possibilità di tornare indietro,anzi essere adulti significa anche ammettere di “sbagliare” e cercare di rimediare.. senza lasciarsi andare,ma facendo di tutto esperienza e bagaglio di viaggio!

    Artemide.. io credo che Ale improvvisi le ricette proprio perchè non è schiavo di schemi,no? ma proprio per qsto motivo,perchè non chiedi a lui di farti qualcosa? potresti provare un paio di volte a settimana o magari il week end.. potrebbe essere un bel mettersi alla prova.. per domani mattina invece non te la senti di fare colazione fuori dopo gli esami? perchè qsta necessità di correre a casa? di tornare al nido? alla sicurezza? sperimentati,prova.

    Vaniglia.. per la tua situazione in casa non è che ci sia molto da fare se non cercare di fare capire loro che certe dinamiche ti pesano,ma credo che allo stesso modo anche loro non penso che siano contenti di vederti in quello stato,no? non credi che magari se tu stessi meglio,di conseguenza anche certe cose cambierebbero? ti sei poi rivolta ad un nutrizionista esperto in dca? cavolo.. tu stai nella capitale,non penso proprio che lì non ci siano centri specializzati.. dai dai dai!!! LunaBlu ti attende.. :).

    Ilaria.. che hai combinato oggi?

    Linda.. sei in un momento un po’ delicato.. nel senso che oltre ai soliti problemi,si aggiunge la maturità da fare e non è cosa da poco.. quindi.. concediti di essere un po’ + fragile.. se il cibo è quello in cui incanali i tuoi problemi,le tue ansie,è normale che proprio ora tu faccia + fatica.. ma cerca di darti tempo,cerca anche magari di capire che cosa ti passa per la testa prima o dopo.. e come ti senti.. tipo se certe sensazioni le potresti associare a stati d’animo già vissuti.. Cmq oggi non è andata male dai.. alla fine ci hai provato,poi sei uscita e hai fatto altro.. ti pare poco? ora come stai?

    Miele.. sei tornata dalla cena? non passi per un salutino?

    Silvia.. la tua giornata poi come si è evoluta?.. il tuo pranzo? la tua cena? TU?

    Rispondi
  112. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Di nuovo ciao a tutte! non riesco adormire, mi son svegliata 10000 volte!

    ARTEMIDE, anche io stessi problemi con le analisi, mi secca non fare colazione, aspettare il prelievo…cmq, in bocca al lupo anche a te!

    POLLA, anche io non riuscivo a connetermi….non mi apriva la pagina!
    Ora si xò…
    per quel che riguarda la mia famiglia ok…ma loro si “appoggiano” troppo su di me, non considerando il mio stato! eppure l’ho detto più volte della fatica che spesso faccio…no dico e sto così…se stavo bene, senza problemi??? mi passavano sopra? mi facevano mettere la crestina e il grembiulino?’ mi chiamavano col campanello??? 😉 si, si sarebbero di sicuro allargati!
    Ma…che dire!
    Buona notte, provo a dormire

    Rispondi
  113. miele
    miele dice:

    ciao angeli

    innanzi tutto un pensiero fruttato per azimut e chiara*, che in questi giorni sono scomparse di nuovo. siete così sfuggenti…

    poi saluto tutte le altre…

    Artemide, mi è piaciuto che tu per questa settimana abbia scritto, finalmente, “lui continua il lavoro in palestra,io il lavoro su me stessa…”…sì Artemide, è davvero un “lavoro” e ha il diritto di ricevere tutta la tua attenzione possibile.

    Polla ieri sera sono tornata verso mezzanotte e scivolata a letto per recuperare un po’ di sonno. Buon inizio della terapia di gruppo!

    Linda ma tu quanto fantastica sei? Secondo me alla fine ti stai gestendo molto bene, nel senso: ti rendi conto che alcune dinamiche le “sfoghi” sul cibo, ma sono appunto dinamiche di altro tipo, che nel cibo vanno solo a finire, ma non perchè sia il cibo a costituire il problema.

    silvia, oggi che farai? pensaci sul serio, al volontariato: guarda che ha risollevato la vita a molte persone.

    Vaniglia, buon giorno. Spero poi tu abbia dormito un po’.

    Ora un pensiero per Andrea. Andrea, premetto che io son bacchettona quindi forse adesso ti sentirai “bacchettato” 🙂
    Rileggl la tua frase
    “Comunque si, non ora, ma tra un pò comincerò a cercare qualcuno che mi possa aiutare..qualcuno di cui principalmente possa fidarmi..adesso no..è estate ed è dall’anno scorso che non faccio un tuffo nell’azzurro mare della mia città.. XD”
    …e mi vengono i brividi. Ma chr discorsi sono, scusa? fai lo struzzo che fa finta di nulla? metti in stand by il problema e lo riprendi in mano “dopo le vacanze”? ma guarda che la bulimia mica è un lavoro in cui si timbra il cartellino…prendendo a prestito l’aggettivo di Girasole, ti ricordo che il dca è la cosa più “portatile” che ci sia…anche se a volte ci fa comodo pensare che andando 4-5 giorni da qualche parte, lei si accuccerà per un po’ e starà mansueta. col cavolo, andrea.
    Ma sarò sincera: parlando con te, mi sembra che a volte tu tratti questo problema con della sottile ironia…come se tu lo sapessi gestire, slo che ogni tanto gli “consenti” di farti visita…..mmmm, in realtà, forse è proprio lui che sta gestendo te e si ciba di questa leggerezza con cui lo consideri.
    Vorrei tu mi dicessi cosa ne pensi, ma parlandone SUL SERIO, cioè con presenza mentale e guardandoti dentro, non fuori, una buona volta.

    Rispondi
  114. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Ciaoooooooooo!!!
    Girasole…e chi ha detto che mi son fermata…ihhihhh…il amle all’occhio nn compromette le mie attività 🙂
    Silvia…primo appuntamento con un ragazzo che mi paice tantissimo sabato sera…ma ho dovuto rimandare 🙁
    Vaniglia!!!! Vatetne da lì 😉 …speriamo in bene le tue analisi
    Cmq il mio ochietto va meglio :-)…

    Rispondi
  115. Polla
    Polla dice:

    ..Buondì a todos,
    ancora tutte dormienti? :). Qui c’è un’altra giornatina in cui il clima sembra assai piacevole.. speriamo dai,almeno non si schiatta dal caldo!! io non ho dormito tantissimo perchè ieri poi ho fatto tardi,ma.. ho tirato fino a stamattina,quindi è un buon segno,visto che ho anche il ciclo!! olè.

    Miele.. quindi ieri poi è andata bene? ma bene perchè tutto è stato tranquillo o bene perchè sei riuscita a “evitare” di fermare la tua attenzione su certi atteggiamenti che ti mettono in difficoltà o ti danno fastidio?

    LunaBlu.. l’appuntamento di sabato era con il percussionista/pallanuotista?? eheheh.. ma si.. è come se ti fossi fatta un po’ “desiderare”!!! e il tuo occhio ora come sta??? mannnaggia a te e alla tua smania di farti gnocca!!!! :).

    Rispondi
  116. Linda
    Linda dice:

    ragazze, sono costretta a casa anche oggi perchè ho il cane della mia matrigna che non può stare a casa da solo perchèsi dispera…che nervoso, ho l’orale sabato e devo stare chiusa in casa il week end per sto cavolo di cane che non può stare da solo!
    adesso vado a studiare, farò uno o due spuntini e spero di arrivare a pranzo senza essermi fatta fuori mezza dispensa!:)

    polla, miele…si, non è stato un disastro, infatti ieri sera ero solo infastidita un po’, non ero triste come quando ho vere e proprie ricadute. ormai non c’è più il pericolo che preoccupa mio padre cioè che io restringa via via e arrivi a privarmi e punirmi costringendomi a digiunare o mangiare solo carote,non è quello che mi fa paura. sono le abbuffate che mi terrorizzano, anche perchè è un meccanismo che, una volta iniziato, non so più fermare e gestire. comincia e vado avanti finchè non sto malissimo…e io malissimo non ci voglio stare!:)
    ovviamente oggi andrà meglio di ieri si spera.
    miele, il cibo ora è la cornice di ogni problema, la mia vita è basata fondamentalmente sul cibo, è inutile dire quanto mi condizioni, ma una volta non avevo neanche una vita, almeno ora mi rendo conto di quanto sia distorta la mia mente
    voi? tesi??
    polla io credo che le differenze tra i nostri cani siano abissali…vorrei proprio farti vedere che bestia mi ritrovo a dover sorvegliare, è uno scherzo della natura ahah!

    Rispondi
  117. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    :-)…si si il percussionista palalnuotista….però ci siam mandati i messaggini :-)…

    Oggi sarà una giornata fantastica!!! C’è un sole!!!!

    Linda…mi ha fatto sorridere il cane che soffre di solitudine…ihihhihhh…è depresso?

    Rispondi
  118. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!

    Come state???

    Scusate, ieri non sono riuscito a passare, ma è stata qui la mia amica tutto il giorno e non ho quasi acceso il pc…

    Vaniglia, mi sono piaciuti i tuoi post di ieri, ti sei aperta più del solito con noi e sono sicuro che la cosa è positiva…continua così che Lunablu ti aspetta!
    Per quanto riguarda la situazione a casa, boh, è un gran casino e non so bene cosa consigliarti…di sicuro devi cercare di evitare troppe tensioni, non ti fanno per niente bene…però non puoi nemmeno assecondarli in tutto…dovresti cercare un compromesso parlandone tranquillamente…facendo vedere che tu ti vuoi impegnare e ti stai impegnando a stare meglio, ma che hai bisogno anche di una loro collaborazione…a ognuno la sua parte…ti penso

    Andrea, condivido in pieno quanto ti scrive Miele…qui nessuno vuole attaccarti, vogliamo solo farti prendere consapevolezza di certe cose di cui tu, magari, ancora non ti rendi conto…nessuno ce l’ha con te quindi spero tu leggerai con attenzione le cose che ti vengono scritte e prendile in maniera costruttiva verso te stessa e distruttiva verso la malattia!
    Anche io ho la stessa impressione che ha Miele quando leggo le tue parole…spero ci rifletterai seriamente

    Silvia!Oggi cosa fai?Programma?

    Linda!!!!Ma ciao!Spero sarà una bella giornata oggi per te…

    Luna, l’occhio migliora?

    Polla e Miele, buona giornata a tutte e due!!!!

    Azimut, Chiara, Artemide….un pensiero per voi!

    Cely!Ciao!Come stai???Spero meglio…

    Yris, mia regina!

    Girasole!Io devo spezzare una mezza lancia invece in favore di Ancona…non ci sono mai stato di persona, ma una mia compagna di università è di lì e mi ha sempre detto di amare la sua città…certo, lei è di parte ed è nata e cresciuta lì, però a lei piace molto!Di più non so dirti però…

    Vi lascio, tornerò più tardi…mi raccomando, vivete una gran giornata!

    Aleph

    Rispondi
  119. Ilaria
    Ilaria dice:

    Linda, ma tu non dovevi rivelarci uno scoop? Guarda che non mollo l’osso 😀

    Ah, scusate, buongiorno!! Per me ieri è stata giornata di compere, peccato che abbia dimenticato di comprare metà delle cose che mi servivano -_- … in compenso ne ho prese il doppio di quelle che non mi servivano affatto ahahahah! Quindi oggi altro giro, altra corsa, e poi terapia. La psicoterapeuta mi è venuta incontro e ha fissato gli appuntamenti al lunedì, dopo la nutrizionista. Ciò significa… niente più autobus???? Ma nooooo, ci stavo prendendo gusto uffaaaaaaa! 😀

    Vabbè, per ora vi lascio, mando un saluto speciale a chi rimane in silenzio 😉

    Rispondi
  120. Polla
    Polla dice:

    ..Sto quasi per uscire.. ma come sempre sarò in ritardo o magari arrivo al pelisssssimo! sono vestita per metà.. fumo una sigarettina del post spuntino e vado.. alle 11 si inizia! mancano ben 15 min.!!! eheheh..

    Linda.. io sento che sei in grado di gestirla qsta situazione,come sai gestire un sacco di altre cose.. ad esempio un bestiaccia pelosa che fa i capricci.. credi sia una cosa semplice? nel frattempo poi studi..credi che tutte le ragazze della tua età lo farebbero? bah.. beh.. non so,ciò che importa è che tu lo fai invece e che lo sai fare. ma tutte qste responsabilità forse sono un po’ troppe.. no? non pensi che magari potresti parlare con chi vive con te e chiedere di collaborare un po’ per alleggerirti la situazione? potrebbe essere un modo per sentirti cmq aiutata,sostenuta e potrebbe essere anche un modo per farti stare meglio.. tu insieme a chi ti vuole bene.. sei una donna,si percepisce da come scrivi,da come accetti certe cose,ma cerca di non fare in modo di vedere tutto come un “dovere”, di non “subire” sempre le azioni,ma di partecipare,di esserne + padrona..

    Miele.. si,son un po’ “agitata”,ma molto + incuriosita.. ora vado e vedo com’è. Cmq sono contenta che ieri sia andata bene la serata.. oggi che combini? anche tu gruppi?

    Ciao Aleph.. che avete fatto tu e la tua amica ieri tutto il giorno in casa????? ma la tua famiglia la conosce? viene spesso da te? e lei come sta in casa con l’altra ragazza?

    volo.a + tardi.baci.

    Rispondi
  121. Aleph
    Aleph dice:

    Eh Polla, sei troppo curiosa!Ti piacerebbe sapere tutte le risposte eh???Ehehehehe…scherzo dai…cmq sì, i miei la conoscono abbastanza, l’hanno vista un pò di volte, anche se lei è un pò a disagio in queste situazioni, quindi tende a venire da me quando sono da solo…per la casa invece adesso lei è tornata a casa sua, quindi vive da sola…a parte ogni tanto che va da sua madre…

    Mi raccomando, tu corri che se no arrivi stratardi!

    Ciao Ilaria!Mannaggia, ormai mi ero appassionato all’idea di te che prendi l’autobus per andare in giro!!!Eeheheheheh…

    Rispondi
  122. Girasole
    Girasole dice:

    Buongiorno a tutti!
    mattinata molto mite qui oggi…insomma sista proprio bene, e così visto che oggi sono a casa (avendo lavorato sabato, oggi la prendo come una domenica (anche ieri però l’ho presa come una domenica eheheheh….:) ), me la godo, anche perchè i miei sono andati in montagna, mia sorella lavora e io….sono SOLAAAAAA!!!
    in realtà ho già chiamato un’amica che deve preparare un’esame, così ne approfittiamo e studiamo qui insieme nel pome visto che io devo fare esercitazioni per un test che vado a fare lunedì prossimo…

    cmq…sapete che mi sono appena mangiata??? una cosa super buonissima! dato che a colazione nn avevo bevuto lo yougurt ho pensato di fare una bella cosa…un frullato con banana e pesca, con il latte, l’ho versato in un calice e l’ho mangiato come se fosse un gelato… ragazzi, che bontàààààà!!!
    voi direte…che novità? bè, io non credo di aver mai mangiato un frullato in vita mia! boh, magari mia mamma me li preparava quando ero piccola, ma chi se lo ricorda!!! 🙂

    allora, oggi il mio primo pensiero va a Vaniglia…
    WOW, Vaniglia! ma lo sai che è un piacere leggerti in questi giorni? davvero, anche se parli dei tuoi e di una situazione che cmq ti da stare male, tra le tue righe non leggo più solo la rassegnazione e il piangerti addosso di una volta, ma proprio quel passo in più che fa sentire un po’ di ribellione! bene! mi fa piacere! è bello leggerti, è bello conoscerti un po’ di più…
    e io mi sono proprio accorta che ti conosco poco, al di là del dca…ma diamine tu sei Vaniglia!!!! 🙂 dai dai, facci vedere cosa c’è sotto! so che non sei solo una bacca…perchè sai, la vaniglia si ricava dalla bacca di un orchidea…. e noi ti vogliamo veder sbocciare!

    Rispondi
  123. Girasole
    Girasole dice:

    Polla…grazie!!! quello che hai scritto sul mio partire o no…bè, mi pare un discorso che non fa una piega (si dice anche da voi)).
    non è che credo che partire potrebbe essere per sempre ma non era esattamente questa la mia idea…cioè vorrebbe cmq dire stabilirmi in un’altra città, sistemarmi in una casa, lavorare in un posto fisso ….
    la mia idea di lavoro perfetto invece sarebbe quella di viaggiare sì, ma tornando a casa…
    tipo, due settimane a Torino, due settimane and Ancona, poi due settimane o più di nuovo a torino, poi di nuovo ad ancona o in un’altra città…non so se mi spiego…
    cmq, per ora nn ci pensamo….tempo al tempo:)

    senti ma….vedi che vogliamo sapere tutto su questa terapia di gruppo!

    l’altro gg con ho chiesto alla psicologa se sono previsti gruppi nella mia struttura, lei mi ha dett che una volta c’erano poi sono stati sospesi, ma che se altre ragazze lo chiedessero potrebbero essere realizzati di nuovo…
    nn vi nascondo un pizzico di delusione…
    vorrei avere un confronto faccia a faccia con chi è in questa lotta…
    speriamo un giorno si possa fare!
    anche se magari provo a vedere se a torino città c’è qualcosa…
    luna, tu hai qualche notizia a riguardo?

    Rispondi
  124. Artemide
    Artemide dice:

    Buongiorno e buona settimana a tutti.
    Esami del sangue fatti,domani densitometria,mamma mia che confusione,ho dovuto aspettare un’ora e 30 minuti,ma sto allenando la mia ansia,nel senso che sto cercando di mantenere una tranquillità interiore in tutte le cose; tra burocrazia e sanità ce ne vuole di pazienza,ma penso che serva imparare a controllare questa mia ansia,questo desiderio di avere tutto e subito per poi saper applicare questa pazienza costante nel mio percorso di guarigione.
    Tornata a casa ho fatto una bella colazione e ho pulito la mia casetta,mi rilassa molto pulire e riordinare,nn è una schiavitù,ma un piacere,metto un po’ di musica e via…
    Voi come state?
    Polla SICURAMENTE Ale improvvisa perchè ama il cibo,infatti viene qui a mangiare da me molto spesso,cuciniamo insieme (cos’ io prendo un po’ più di confidenza) e mangiamo insieme e riesco ad aggiungere q.sa in più con facilità. La colazione nn mi sento di farla al bar,mi piace farla con calma,guardando un film o leggendo,nella confusione di un bar nn mi trovo, se so nn q.no che conosco sì,ma da sola…diciamo che forse ai ragione, è un q.sa per cui ho bisogno del calore e della sicurezza della mia casa…forse se avessi letto prima il tuo post avrei provato, nn lo so…
    Linda mi unisco al pensiero di Polla: oltre ai soliti problemi,c’è anche la maturità;ricordo q.ndo toccò a me ero nervosissima e tanto triste e pessimista,ovviamente nn accettavo questa debolezza,ma avrei dovuto farlo; a quel tempo nn soffrivo ancora di dca, quindi mi alimentavo bene ed energie ne avevo,tu invece devi lottare su più fronti, mettici tutta la tua volontà,ma accetta anche la tua fragilità,forse proprio accettandola sarai più tranquilla.
    Spero che la tua giornata stia scorrendo bene,se ti vieni voglia di abbuffarti, telefona a q.no o vieni a scrivere qua; io stessa sono riuscita ad evitare molte abbuffate proprio così!
    Vaniglia…alla fine esami tutto bene,anche io mi sono svegliata parecchie volte,mi scappava la pipì,ma cercavo di tenerla per paura di farla troppo presto: mi avevano detto che dalle 4 in poi andava bene,così alle 4.30 sono andata in bagno e poi ho dormito come un ghiro
    Ora come stai?
    miele grazie del tuo pensiero, tutti mi aiutano e mi danno molte attenzioni e questo mi aiuta a divenire sempre un pochino più indipendente e ad aver meno paura degli altri,ma credere di più in me stessa
    silvia, anche io trovo molto giovamento dal volontariato: leggo favole ad alta voce ai bambini, sono solo due ore,ma mi rilassa molto e poi i bimbi mi regalano una serenità immensa…pensaci
    Luna Blu sono contenta per il tuo occhio e spero che tu possa recuperare il tuo appuntamento
    4 luglio 2011 alle 08:18
    Aleph…ricambio il pensiero…buona giornata!
    Vado a leggere un po’ e poi provo a sperimentare q.sa in cucina.
    Nel pomeriggio psicoterapia…un abbraccio a tutti…a dopo

    Rispondi
  125. Girasole
    Girasole dice:

    Eh brava Ilaria! alla finesi finisce sempre così…si compra cio che nn ci serve e tra lasciamo le cose sulla lista, così dobbiamo tornare e….e di nuovo si compra la metà di ciò che ci serve, e una montagna di cose non previste! cavolo, è un circolo vizioso infinito!!!!

    ma no!!! come niente più autobus?? bè, anche se è così, possimo darla come conquista consolidata, no? 🙂

    Aleoh!!! buondì a te! grazie per le info su Ancona, e grazie anche alle altre…chissà chissà…che confusione!

    Linda…, sì, oggi andrà meglio!
    capitano le giornate nervose, capita di aver voglia di sfogarsi!
    e se ti posso dire la verità…ti sembrerà strano ma un pochino ti invidio…non per le abbuffate, certo, non fraintendermi, ma perchè io questa capacità l’ho persa…
    sono talmente schematizzata, tutto è talmente ben inserito nelle sue caselle, che ovviamente non mangio per voglia…ma solo CON voglia! si capisce la differenza?
    tipo, il frullato di prima, l’ho manigato con desiderio, con gola, ma non era nulla di non previsto: il latte della mattina saltato, la frutta normale dello spuntino, solo sotto una forma più golosa…
    ma non mi capita di dirmi “oggi mi coccolo con un dolce”…
    lo so che è un discorso un po’ contorto e strano da abbinare a cosa ti è cpitato ieri, ma credo sia tutta una questione di relatività e ridimensionamento…
    un equilibrio…dove il punto di incontro tra le due situazioni…è la soluzione del problema (wow..Einstein oggi mi farebbe una pippa…ops, scusate la scurrilità!!!! 🙂 )

    Rispondi
  126. miele
    miele dice:

    ciao girasole, mamma come ti sento positiva oggi!
    eh, capisco la tua invidia verso chi è spontaneo…noi invece: togli da una parte, metti dall’altra, al massimo “trasforma qualcosa in qualcos’altro”…ma ci si sente sempre dento al medesimo circuito…però almeno si è in movimento…e chissà che prima o poi il percorso voli fuori dalla solita traiettoria 😉
    Oggi avevo in frigo dello sgombro da finire…continuavo a riflettere se mangiarlo o meno…a me piace, ma al tempo stesso mi sembra un pesce un po’ pesante…ovvio che lo è per la mia testa, che vede l’olio in cui è immerso e fa subito associazioni tutte sue..! comunque alla fine ci ho fatto il sugo per la pasta, insiema ai pomodorini, e il resto nell’isalata…andato 🙂

    Chiara*, io continuo ad aspettarti. L’ultima volta che avevi scritto, andava tutto bene. Adesso ti sei rinchiusa di nuovo: devo pensare che è successo qualcosa oppure semplicemente non ti va di scrivere?

    Azimut, si sente la tua mancanza qui. Adesso la pagina è bella carica di post, non c’è più il vuoto del nuovo mese. Forza!

    Silvia, buona giornata!

    Rispondi
  127. Chiara*
    Chiara* dice:

    Miele grazie per il suo sostegno. Davvero, mi riempie il cuore.
    Ma non mi va di scrivere. Perché si, è successo qualcosa. Qualcosa che non mi aspettavo.
    Tanti fatti che mi hanno lasciata disorientata e spaventata.
    E ora mi sto richiudendo nel mio guscio, lascio che le lacrime scendano e poi passerà.
    Sono talmente a terra che mi sono messa in malattia oggi…

    Rispondi
  128. silvia
    silvia dice:

    Buon giorno a tutte + Aleph…a proposito, Aleph cm prosegue la love-story? xkè va avnti vero?????

    Ilaria niente + autobus x andar in terpia, ma nn è detto ke tu nn possa prenderlo x un viaggetto piacevole…cm sn cambiate le cose!

    Io…vorrei cambiar anke io…oggi sn + serena…ieri è stata una giornata buia ma in serata ho fatto cm qlc mi ha suggerito e ho staccato un pò il cervello da tutto quel peso e quell’aspettativa ke metto nello studio, mi sn distratta, ho trovato un amica e sn uscita.
    Oggi pomeriggio cn calma mi organizzerò meglio x lo studio. Grazie x esserci state ragazze, mi date semre speranza.

    Miele sul volontariato, o altre attività ci penserò sul serio, devo fare qlc, se nn ho nulla e anke xkè questo vuoto intorno me lo sn creata io.
    Tu cm stai? a parte lo stress da tesi..cm va il tuo percorso?

    Polla ce l’hai fatta? cm è andata la terapia di gruppo? sai ke mi da l’impressione ke sia un pò quello ke facciamo qui, solo ke trovarsi faccia a faccia sarà sicuramente molto + difficile, o meglio una collina in + da oltrepassare.

    marianna tu cm stai?

    Chiara scrivi, racconta ke fai? dove 6? cos’hai fatto ieri? esprimiti vedrai ke piano piano le parole arrivano.

    Azimut all’appello!

    Linda e se facessi un giorno di pausa dallo studio? magari al posto di star in casa e riskiare di sakkeggiare la dispensa, nn potresti far una passeggiata col cane? almeno si rilassa un pò anke lui

    Rispondi
  129. miele
    miele dice:

    Chiara* ovviamente non sei obbligata a scrivere e nessuno ti forzerà a farlo. Ma le altre volte che hai espresso qui i tuoi stati d’animo, mi sembra che cmq un confronto costruttivo ci sia stato, quindi pensaci. Inoltre se scrivi che sei a terra, mi viene da dirti a maggior ragione di non chiuderti, di stare almeno qui con noi, perchè non voglio che tu cominci a formulare pensieri troppo negativi. sul serio.

    silvia io proseguo…a volte le giornate mi sembrano lunghe, ma lo sono solo quando io le avvolgo dei miei pensieri di programmazione, di organizzazione eccessiva, cibo compreso…tutto diventa più pesante e quindi cerco di alleggerire…la tesi mi sta tenendo inchiodata qui, ma poi magari esco per due passu. ora mi sto mangiando una panna cotta come dolcetto dopo pranzo…con un po’ di fatica devo dire, ma è buona, e non è in più. tu che mi dici sul fronte “cibo”?

    Rispondi
  130. Chiara*
    Chiara* dice:

    Lo so, parlare mi farebbe bene… ma ora sono talmente confusa e avvilita e a terra che ho solo voglia di mettermi a letto, chiudermi gli occhi e non pensare a niente. Almeno fino a stasera.
    Ieri sera rientrata a casa dopo l’ ennesima giornata trascorsa tra litigi, musi lunghi, parole cattive mio padre mi ha presa, mi ha fatta sedere a tavola e ha iniziato a parlarmi.
    A parlarmi in un modo che mai mi sarei aspettata da lui. E sentirmi dire certe parole da questa persona mi ha stravolta.
    “Tu non sei felice. E anche se noi non siamo mai qui fisicamente ci siamo in un altro modo. Non ti vediamo ma capiamo. Non sei felice e lui non ti sta aiutando a tornare a sorridere. Anzi, gran parte del problema da come la vedo io da fuori è proprio lui.”
    Mi è crollato il mondo addosso.
    Ora dormo un po’.

    Rispondi
  131. Linda
    Linda dice:

    ehilà. ho appena mangiato il gelato del dopo pranzo (ho mangiato prestissimo oggi!). qui procede bene sul fronte cibo ma…male sul fronte studio: mi sono addormentata sui libri due ore e mi sono svegliata col libro di fisica stampato in faccia!!! ora guardo la tv…e poi vado da un amico a studiare perchè qui si sta mettendo male ahah

    silvia, io da quando ho saputo che gli scritti sono andati male mi sto concedendo mooolto più tempo, la prendo molto alla leggera in realtà. studio ma ho la testa da un’altra parte, non riesco a concentrarmi…e poi leggerai il perchè

    polla, tu mi credi una donna bionica super brava che non sono!! dovresti vedere casa mia ora..vestiti ovunque! infatti ho detto a mio padre se prima di ripartire (parte sempre il martedi e torna il venerdi o sabato) sistema lui perchè io preferisco concentrarmi sullo studio e non sentirmi in dovere ecc. e lui ha capito ovviamente e non mi dice nulla se la casa è un po piu incasinata del solito…
    io e lui sul fronte diritti-doveri siamo molto equilibrati, ci compensiamo e sinceramente dividermi i mestieri e le commissioni mi fa piacere, ha rafforzato il nostro rapporto di fiducia e complicità, inoltre se abbiamo problemi o non abbiamo voglia ovviamente non siamo in caserma e a volte la situazione degenera ma è divertente trovarsi tutti e due sommersi dalle camicie da stirare e i piatti da lavare: diventiamo un’impresa di pulizia ahaah
    e comunque abbiamo deciso insieme di gestirci in questo modo: quando sono venuta a vivere qui ho preferito meritarmi tutte le libertà che ho ora (infatto posso uscire quando voglio e mio padre in generale è molto permissivo perchè si fida di me, sa che sono responsabile e prudente e ogni volta che ho un problema ne parlo con lui)

    l’unica cosa che mi rompe è sto cane ufffffff ma oggi se ne torna a casa sua!

    benebenebene…ora passiamo alle cose importanti…avete presente il mio migliore amico, quello di cui vi ho parlato…quello che mi soccorreva nella disperazione, con cui guardo sempre i film mangiando gelato e che mi fa sempre stare bene ecc ecc ecc ecc?!
    ecco. mi sa che forse forse è successo un casino e forse forse il rapporto di amicizia è andato oltre.
    ok, tolgo il forse forse.
    e io ne sono terrorizzata!

    Rispondi
  132. Linda
    Linda dice:

    chiara, ti sento molto giù. immagino che tu sia sconvolta, le parole di tuo padre sono molto forti. ti abbraccio, cerca di farti forza e cercare di capire guardandoti dentro e mettendo te stessa prima di tutto, e scrivici!

    Rispondi
  133. Andrea
    Andrea dice:

    Salve a tutti…ieri ho letto di un triathon che si svolgerà dalle parti di vittoria, in provincia di Siracusa..non potete credere che desiderio di partecipare..documentandomi sull’evento ho potuto comprendere che le tappe saranno 750 metri di nuoto, 20 km di bici e 5 km di corsa sino al traguardo..vorrei con tutto me stesso partecipare, ma ieri sera ho fatto un giro in bici sul lungomare e ho quasi perso i sensi dopo poco più di 15 km..
    Si svolgerà il 21 di questo mese vorrei poter credere di riuscire ad acquisire la forma fisica sufficiente quantomeno per concludere la gara..mi farebbe bene credo..
    Ora sinceramente io non credo di riuscire a comprendere a pieno la gravità dell’evento..successe così anche per un’altro mio disturbo e solo dopo un bel pò di manifestazioni dello stesso e qualche corsa all’ospedale che mi convinsi ad accettare la gravità di quella malattia..adesso la dca è qualcosa che apparentemente non sembra darmi sintomi gravi, anche perchè non ho mai raggiunto livelli critici..sono magretto si, sono un pò più debole ok..ma è difficile accettare a pieno quello che stà succedendo in me..è vero certe volte parlo di questa malattia con la leggerezza che pochi sarebbero capaci di usare..e la verità è che stò soffrendo..soffro terribilmente per questo fardello e certe volte credere che sia qualcosa di meno grave di quanto realmente non sia, mi fà stare un pò meno peggio di quanto adesso non stia..sono fragile in questo periodo della mia vita, e stò cercando di adattare ogni mia azione a questa fragilità..ho paura, tanta paura cazzo..solo un folle o un’incosciente non ne avrebbe..ma sento che se aggiungessi il peso di sentirmi inadatto più di quanto non sia tutt’ora mi poterebbe realmente allo sclero..il tuffo a mare, o le vacanze di cui parlo..sono si un’applicazione di stasi a questo problema, ma come lo è su questo lo è su tutto..ripeto ho bisogno di serenità per affrontare le 1100 pagine divise in 2 volumi della andrea’s life, e in questo momento io non arrivo neanche a concludere la prefazione..

    Rispondi
  134. Azimut
    Azimut dice:

    A volte cerco dentro di me una tenue luce, un richiamo in grado di condurmi su sponde più sicure, su spiagge lambite da acque non tanto violente da portarsi via tutti i piccoli sassi abbandonati alla loro forza. Non sempre li trovo. Spesso sono muri di acqua che percuotono rocce possenti. Alla loro sommità si erge un faro che illumina la notte. E’ inaccessibile. Chiuso all’esterno, al mondo. Sono io che rifiuto il fuori oppure è esso che rifiuta me? Ma dov’è il confine?

    Rispondi
  135. Luna blu
    Luna blu dice:

    Linda questa cosa del cane mi fa molto sorridere 😉

    Andrea ma che altra malattia hai?

    Chiara*…così ti ha detto tuo padre? Fa molto riflettere questa cosa…lui potrebeb pure essere la persona sbagliata…del resto chi soffre di dca sceglie el eprsone per codipendenza di solito…ma la tua scelta è indirizzata e dovuta al tuo vissuto…sopratutto dell’infanzia…quindi tuo padre forse escluse dal tuo star male proprio le persone più coinvolte..ossia,sempre secondo me, la famiglia…lui…e tua mamma…
    che altro dire puo’ essere che lui sia sbagliato..ma a me pare che almeno c’è li con te a dividere i momenti difficili…la fa un po’ facile tuo papà…da la colpa a qualcun altro per non assuemrsi responsabilità…mah!!!!

    Rispondi
  136. miele
    miele dice:

    Il confine, Azimut, per me è nel legame tra testa ed azioni.

    Andrea, non ho capito: voltarti dall’altra parte rispetto al problema alimentare ti fa sentire “meno inadatto”…ma rispetto a che?
    Ho letto il tuo post e mi dispiace ma non colgo i nessi fra i collegamenti…forse sono io troppo lineare nel pensiero, scusami.
    Poi scrivi “adesso la dca è qualcosa che apparentemente non sembra darmi sintomi gravi, anche perchè non ho mai raggiunto livelli critici..sono magretto si, sono un pò più debole ok..” …a parte che sarebbe IL dca perchè l’acronimo significa “disturbo del comportamento alimentare”, comunque non afferro..ti giuro non afferro il tuo atteggiamento…cosa dovrebbero essere i sintomi gravi? sei quasi svenuto in bici…non ti basta? magretto dici di essere…ma tu sei sottopeso!
    ok basta, scusami. lascio perdere perchè mi sto un po’ innervosendo e non va bene.

    Chiara* ti fa incavolare che tuo padre si fermi e ti parli, o il fatto che non approvi la tua storia don Francesco? trovi che le sue accuse siano totalmente infondate o vi sono elementi di verità?

    Rispondi
  137. miele
    miele dice:

    Come vedi, Azimut, nel tuo confine ci sono due movimenti: quello della mano che ti afferra + quello di te che la accetti e la stringi.
    Ma non tutta la vita è un’operazione di salvataggio. A volte il mare dentro lo si può anche calmare, magari affrontando le tempeste che ci sono fuori, invece di trasportarsele nell’anima e lasciarle diventare tumulto.

    Rispondi
  138. Luna blu
    Luna blu dice:

    Miele…ti fa arrabbiare quello che scrive Andrea…interessante…c’è un motivo per il quale ti fa arrabbiare…quando si cia arrabbia per una situazione vissuta da altri è perchè ci tocca da vicino…
    Miele io credo che indipendentemente dal fatto che il padre abbia o meno ragione sul ragazzo di Chiara…lui di certo (il padre) non mi sembra uno che accetta le sue responsabilità..insomma…forse il primo ad avere colpe è lui? Mi sembra che la faccia troppo facile…e mi sembra anche che Chiara abbia più volte spiegato al padre che li vorrebbe più presenti…e loro mi sembra che fan orecchie da mercante…

    Rispondi
  139. Polla
    Polla dice:

    ..Oddiuuuu.. mi sono un po’ persa nei ari post,ma ora cerco di raccimolare le idee.. oggi ho un sonno incredibileeee!!! ai gruppi è andata medio.. nel senso che ero in una condizione di fragilità estrema.. ma nei gruppi non è come qui Silvia,nei gruppi non si parla di dca,non so nemmeno se le ragazze che sono lì abbiano un dca.. nel centro vengono seguiti anche altri disturbi.. e non è stato fatto alcun accenno. abbiamo fatto solo degli esercizi sul lavoro su di se.. super utili dal mio punto di vista.. tipo:fermare uno sconosciuto per strada per chiedere indicazioni,senza scusarsi,chiedere di ripetere.. ecc.. abbiamo lavorato sul training di assertività,molto utile in campo della psicologia cognitiva.. anche perchè le due ragazze presenti,studiano e si stanno specializzando proprio in qsto.. da un certo punto di vista è anche una scuola formativa che mi tornerà molto utile nel mio percorso/progetto.

    Girasole.. dopo aver letto il tuo msg in fb ho capito meglio cosa intendi per lavoro-viaggio.. e credo che sia una bella idea!!! conosco una ragazza che lo fa.. sempre in girooooo!!! cmq anche se qsta cosa non dovesse andare in porto,ci sono anche altri lavori che ti permettono di viaggiare.. o cmq potresti fare delle cose stagionali.. o optare per qsta cosa di Ancona,ma non come cosa fissa e valutare come va.. cmq il week end o quando non lavori puoi sempre tornare a Torino!! no??? poi non si sa mai.. anche io i primi anni tornavo quasi sempre il week end.. ora invece mi sneto molto + a casa qui nella cittàin cui studio.. e quando torno dalla mia famiglia,benchè sia un fortissimo punto di riferimento(sarà credo la città in cui vivrò poi.. ma ancora non so..),la vivo + come una vacanza e mi piace molto di + passare del tempo con loro proprio perchè meno scontato. Cmq Girasole oltre al fattore “cibo come cura” “cibo come coccola” c’è anche il dirscorso che il cibo resta cibo e in quanto tale è una cosa che si può mangiare senza un perchè o un per come.. senza tante riflessioni o programmi!!!

    Artemide.. proprio perchè Ale non segue schemi.. come fate a mangiare le stesse cose??? cioè.. tu usi olio? sale? non mangi i formaggi.. e anche qui ci sarebbe da pensare perchè.. se non hai un’allergia al lattosio,com’è possibile che li vomiti? se ti succedeva già da bambina non significa che non sia una cosa che dovresti cambiare ora.. anzi.. significa che già da piccola hai usato il cibo come mezzo di comunicazione!

    Rispondi
  140. miele
    miele dice:

    No Luna, non mi sono arrabbiata ma innervosita, e mi capita in generale quando mi sembra di non riuscire a spiegarmi.
    Riguardo a Chiara*, sono della tua stessa idea ma non ho capito che cosa abbia fatto star male LEI: se l’atteggiamento del papà che finalmente “fa il papà” (o creca di farlo) oppure se il percepire che l’accusa di suo papà va verso la persona che ama, o ancora se non capisce quanto il padre abbia torto e quanto abbia ragione.
    attenta allo sgammo in ufficio 🙂

    Rispondi
  141. Artemide
    Artemide dice:

    Ancora un ‘oretta e poi esco per andare dalla dottoressa
    Linda…anche io mi trovo nelle condizioni di Girasole:per evitare le abbuffate ho schematizzato nn solo i pasti ma anche le mie giornat, ora sto facendo tutto una recupero sulla mia spontaneità,mangio perché DEVO,la fame la sento appena…
    Miele..leggo che anche per te mangiare è ancora un calcolo e nn solo un piacere però hai ragione, almeno c’è un aumento, un cambiamento e prima o poi ce ne libereremo dice:
    silvia mi fa piacere leggerti più serena, le giornate buie ci sono,ma anche quelle belle, consiglio:in quelle buie cerca di nn stare da sola o se proprio lo sei…lo studio in questi casi aiuta e i risultati nello studio ci danno soddisfazioni e ci tirano su il morale!
    Chiara* …cos’è che ti ha fatto più male: che tuo padre ti abbia parlato ola verità anche minima delle sue parole. C.que io credo che ti abbia parlato perché ti vuole bene! Non sentirti abbandonata!
    Linda…che tenera l’immagine di tuo padre e te che vi compensate,anche con mio papà c’è una bella intesa e mi aiuta molto.
    Cosa è successo con il tuo amico?

    Andrea capiscola tua situazione di stress e il tuo bisogno di serenità,m nn pensi che con l’aiuto di uno specialista staresti meglio…a me è successo così
    Azimut…parole criptiche,suoni di poesia per esprimere la tua difficoltà nel collocarti nel mondo, in una posizione più sicura. Ma nn fermarti davanti a queste rocce possenti…segui la luce del faro e troverai la chiave.
    Ripasso questa sera per raccontarvi del mio pomeriggio…un abbraccio!

    Rispondi
  142. silvia
    silvia dice:

    Chiara 6 sconvolta xkè credi ke tuo padre abbia ragione su Francesco? e cmq un pò sn daccordo cn Luna, il problema è anke dai tuoi
    Il fatto ke si sia fermato e ti abbia parlato in quel modo secondo me dimostra un piccolo cambiamento…l’hai detto tu stessa: è una cosa ke nn ti saresti aspettata mai…nn vederla così male.
    E tu? tu cos’hai risp? e tua madre?
    Vedo in questi gesti una certa forma di presenza, seppur sbagliata, ma è un qlc, forse proprio quell’attenzione ke cercavi…

    Miele oggi sn decisamente + tranquilla, anke sul fronte cibo, ora nn vorrei dirlo prima del tempo, ma il mio pranzo è stato un pranzo! Vorrei smettere davvero di farmi male…spero ke questa serenità mi accompagni ancora, farò in modo di tenermela stretta.

    Azimut te lo ripeto ancora: scrivi, scrivi scrivi quel libro…e apriti al mondo, vedrai ke nn ti rigetterà.

    Linda un pò di amore nn può ke farti bene, nn terrorizzarti prima del tempo

    Rispondi
  143. Chiara*
    Chiara* dice:

    Sono per quello che mi ha detto.
    Le sue parole mi hanno lasciata completamente spiazzata.
    E’ come se fossi caduta dalle nuvole. Sentirmi dire certe cose da una persona esterna è stato brutto. Perché significa che questo viene percepito da chi mi/ci circonda. Che non stiamo bene. Che io soffro. Che il nostro rapporto non sta funzionando.
    E’ stata una secchiata d’ acqua gelida.
    Il fatto che lui si sia seduto lì con me e mi abbia dato dei consigli su come affrontare la situazione, che per la prima volta in vita sua abbia fatto il padre… beh, da una parte mi ha destabilizzata e spiazziata ma dall’ altra mi ha fatto anche piacere.
    Non avrei mai nemmeno immaginato che lui potesse riuscire a formulare nella sua testa dei pensieri così profondi.
    Ma Mi ha fatto male. Soprattutto quando mi ha detto “tira fuori le palle per una volta tanto e affronta la situazione perché così non fai che peggiorare il tuo malessere. Io stimo Francesco, lui è parte della famiglia, lo porto in palmo di mano e mi dispiace dover avere questo confronto con te ma se non ti è d’ aiuto forse è meglio che ognuno prenda la propria strada.
    Prendetevi un periodo di pausa, allontanatevi e poi se sarà tornerete l’ uno dall’ altra.”
    Sono sconvolta. Per tutto.
    Ogni cosa che avete detto ha una parte di verità. Mi ha fatto male tutto. E ora non so cosa fare, cosa pensare, non so niente.

    Rispondi
  144. Linda
    Linda dice:

    chiara, respira. è normale che tu sia spiazzata e sconvolta, ma cerca di capire che tuo padre magari ha esagerato anche se secondo me l’ha fatto perchè vuole vederti felice.
    è significativo che lui ti abbia parlato in quel modo, non trovi? vuol dire che percepisce il tuo dolore, che se non può capire il problema lo stesso ti vuole essere vicino e , in qualche modo, aiutarti.
    ma magari non sa come farlo…

    Rispondi
  145. Linda
    Linda dice:

    artemide…ci siamo baciati. tipo mille volte, in realtà.
    il nostro rapporto è sempre stato molto ambiguo,infatti per certi aspetti somiglia a quello di aleph con la sua amica (anche se aleph è molto più buono e più bravo ahahah), però avevamo parlato spesso della situazione e che la nostra amicizia era più importante, che se fossimo andati oltre avremmo rovinato tutto e sarebbe finito questo rapporto stupendo che è uno dei miei punti di riferimento…
    ero spiazzata, sconvolta. ma è stato tutto cosi naturale, in fondo sapevo che doveva andare cosi, me lo sentivo.
    lui non mi da certezze e non me le darà, lo conosco. e a dire la verità non so neanche io se dentro di me sono più forti i dubbi o le certezze (perchè l’unica certezza che ho è che non voglio perderlo!), so solo che sto pensando a quella sera da tre giorniiiiiiiiiiiiiiiii e devo studiareeeeeeeeeeeeeeee e non ci riescooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!

    ok, scusate, volevo spettegolare un po’ dei fatti miei con voi:) e darvi una bella(????) notizia

    Rispondi
  146. Polla
    Polla dice:

    ..Ma certo che è una bella notizia Linda.. tu cosa ne pensi? come fai ad essere certa del fatto che lui non vuole darti le certezze di cui parli? io capisco che non vogliate perdervi.. ma credo anche che in tal modo potreste rischiare di non vivervi invece qualcosa di stupendo..perchè porsi dei limiti in partenza? per paura di una cosa che non si può pianificare? anche qsta è una forma di protezione.. a mio avviso però limitante.. tu che ne pensi? non ti dico di buttarti a capofitto in qsta storia,ma di dare a voi una possibilità.. se non funzionerà,poi gestirete la nuova situazione al momento,ma tarpandovi le ali,il rischio di perdervi è cmq lo stesso.. le cose cambiano,le strade si dividono.. cosa ne sai di cosa accadrà? perchè invece non decidere di gestire insieme qsta cosA??? evviva l’amooooooreeeee.

    Rispondi
  147. Linda
    Linda dice:

    le certezze so che non me le darà perchè me lo dice!
    e comunque ne abbiamo parlato cosi tanto, negli anni e soprattutto negli ultimi mesi, e alla fine evidentemente abbiamo deciso di lasciarci andare, e per ora va bene cosi.
    come dici tu, non mi voglio precludere niente, voglio vivermela al 100% ma senza illudermi, senza aspettarmi niente.
    sono curiosa di vedere come si comporta, ora mi scrive, ma se ci vedessimo in pubblico, come reagirebbe?!
    ha avuto tante donne e si è sempre tenuto ben lontano da rapporti semi-seri/costanti/importanti. ma io, me l’ha sempre detto e gli credo, sono la sua migliore amica, l’unica Donna senza cui non può stare (dopo la mammaXD), con me come si comporterà??? deve stare moooolto attento, io peso le parole e sono assai vendicativa ahah

    Rispondi
  148. Polla
    Polla dice:

    ..si,ma non mettere le mani avanti però!!! stai già pensando a come potresti comportarti se lui facesse o non facesse qsto o quello.. come dici tu,vivitela come viene.. NON PIANIFICARE perchè non è possibile farlo!

    Rispondi
  149. Linda
    Linda dice:

    hai ragione, polla. cercherò di vivermela con spontaneità, devo capire quello che sento. certo che…proprio sotto esami dovevo mettermi nei casini con il mio migliore amico?!? un classico 🙂
    niente schemi,progetti, piani, programmi, illusioni, disillusioni.niente.vada come vada, se son rose fioriranno.
    dai, la smetto e torno sui libri. buona giornata!

    Rispondi
  150. miele
    miele dice:

    Linda, che stupenda questa sensazione che descrivi…non smettere di pensare ad una persona, non riuscire a studiare…goditela questa cosa, perchè è unica, e io delle mie relazioni di quando avevo la tua età, ho tanti ricordi del genere…ero un po’ farfallina, io,ma cmq…

    Chiara*, ho capito il senso del tuo disagio. Avevo intuito che fosse quello il punto perchè credo che se tuo padre, che di solito non è molto presente nella tua vita, decide di fermarsi e parlartene, significa che ci sono dinamiche che risultano evidentemente problematica. Cerca ora di focalizzare che cosa percepisci TU del rapporto con francesco. E non fare l’errore di pensare che sia la tua malattia a metterlo in crisi: pensa a voi due come persone, alle vostre abitudini, agli interessi, ai progetti. Pensa se l’ingranaggio funziona, se bisogna oliarlo soltanto un po’, o se invece si sta inceppando.

    Rispondi
  151. silvia
    silvia dice:

    Linda x me devi viverti la cosa cm viene, ma credo anke ke cn tutto quello ke ti puoi raccontare…sia inevitabile avere aspettative…io sn dell’idea ke qnd si dice “faccio senza illudermi e spettarmi niente” in realtà nn sia vero, xkè bene o male tutti poi ci facciamo i nostri bellissimi “film” e va bene così…

    Chiara xkè senti male? nn fissarti solo sulle sensazioni negative, rifletti e rileggi…hai detto anke ke ti ha fatto piacere ke x la prima volta cm tu dici, tuo padre si sia interessato a te, abbia fatto il padre…secondo me poi ciò ke ha detto nn è neanke del tutto sbagliato, x episodi passati Francesco nn mi è particolarmente simpatico, ma al di là di qeusto io credo davvero ke tu debba in primo luogo ceracre di stare bene x te stessa, a prescindere da lui..così cm devi esserlo a prendire dai tuoi…
    è cm se sentissi addosso tutte queste aspettative…ma la Chiara scarica di tutti questi pesi nn starebbe meglio? nn sarebbe + libera? e meno incastrata in un mondo nel quale pensa solo di dover far qlc x nn deludere gli altri, o meglio, l’idea e l’immagine ke ha dato di se agli altri? e ke evidentemente le sta stretta.
    Un altra considerazione, tu hai scritto ke ti ha sconvolto il fatto ke tuo padre ti abbia detto cose ke nn pensassi neanke ke potessero formarsi nella sua testa…quest’immagine mi ha colpito molto, xkè evidentemente hai una percezione sbagliata anke di lui, e poi hai visto ke spesso gli altri possono davvero sorprenderci, anke qnd meno ce lo aspettiamo.

    Polla allora la mia idea di “gruppo” era del tutto sbagliata! Ma siete in giro a fare questa terapia? è davvero interessante il modo in cui agiscono…scusa le domande ma questa fa parte di un centro convenzionato?

    Rispondi
  152. miele
    miele dice:

    silvia anche nel mio gruppo la terapia si fa più o meno così…anzi, noi balliamo, improvvisiamo teatro, ci travestiamo, facciamo spesso meditazione, passeggiate, incontri con gli animali, vediamo film, interagiamo tra noi, ci modifichiamo con il trucco, la creta, i colori…
    …proprio perchè non è il cibo il problema, di cibo non si parla.

    Rispondi
  153. silvia
    silvia dice:

    Sn proprio ignorante in materia allora!
    Sai Miele sto faendo un pò di ricerke x il volontariato, o su campi estivi….tutto tranne ke studiare insomma…ma va bene così!

    Rispondi
  154. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Chaira…forse te lo doveva dire tuo padre…che anche se è una persona che tu giudichi esterna…poi troppo esterna non lo è…cmq non so se l’hai capito..ma noi tutte qui è un po’ che ti diciamo che questo Francesco nn lo vediamo ebne con te…ma magari solo inq uesto epriodo particolare della tua vita hai bisogno di fare chairezza prima in te stessa e di nn sconcentrare el tue forze anche verso altre eprsone a cui vuoi bene..ma che ti distraggo dal tuo eprcorso…insomma quallo che ha detto tuo padre…un po’ l’avevamo capito anche noi…è doloroso lo so…ma tu stai male e devi rpenderne coscienza!!!!

    Rispondi
  155. Polla
    Polla dice:

    ..usti usti,mi sono fatta proprio un bel pisolino.. :). e anche oggi non mi sono attivata con la tesi,ma prometto a me stessa che da domani qualcosa di + utile a riguardo FACCIO.. Pero davvero avevo bisogno di uno stop e infatti sono letteralmente crollata..credo che avrei tirato dritto fino a domani!!!! che giovaneeeee.. Cmq ora eccomi di nuovo in carreggiata.. fatta una bella merenda.. e via.
    qui invece come procede?

    Ilaria.. sei dispiaciuta di non dover + prendere il bus? beh.. come dice Silvia.. ora che hai sperimentato la cosa,può sempre tornarti utile in altre situazioni.. ora sai che SI PUò e quindi è un po’ come andare in bicicletta.. anche se non la usi,una volta che hai imparato,lo sai fare.punto. che ne pensi?

    Per quanto riguarda i gruppi.. seguono molto cmq i diversi tipi di approccio su cui si è basata la terapia.. nel senso che la terapia che seguo io al centro è prettamente di tipo cognitivo-comportamentale.. interviene nel qui e ora.. con l’intenzione di scatenare l’ansia e imparare a gestirla e ad affrontarla nelle + svariate situazioni.. quindi ci si propone di lavorare anche sull’atteggiamento in senso di renderlo positivo,non pensare a cosa non voglio fare,ma a cosa voglio fare.. sentendoci padroni e all’altezza delle situazioni. Acquisire un atteggiamento attivo e di parità,non di superiorità,ma nemmeno di sottomissione.. una sorta di sicurezza personale,passando dal comportamento al pensiero e viceversa. Il fatto di prendermi cura di me,di scegliere di farlo,senza indicazioni,senza schemi.. è una sorta di compito a casa.. un compito che una volta imparato,si ripete automaticamente se percepito nella giusta dimensione,se fatto nostro. appreso.punto. è una modalità che funziona molto sul rimuginio.. ovvero blocca il pensiero fobico-ossessivo con l’azione. è un po’ come se qste due cose cozzassero e agendo l’uno batte l’altro. non c’è spazio per entrambi.. viene così.

    bah.. mi sono un po’ persa via.. ora cerco di capire cosa fare di me.. devo anceh afre alcune telefonate.

    A più tardi esserini!

    Rispondi
  156. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Silviaaaaaaaaa…che curiosa che sei…è un ragazzo che ho consociuto dove vadoa ballare…era il percussionista…ci vedremo appena sto meglio e appena si ricombina 😉 …

    Rispondi
  157. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Curiosa pure 😉 …
    A volte ho l’impressioen che la mia voglia di vivere e le cose che mi succedono belle che vi racocnto vi facciano star male..per questo ultimamente mi limito un po’ 😉

    Rispondi
  158. silvia
    silvia dice:

    A me nn fanno male, anzi tutt’altro, mi invoglia ad arrivare lì dove 6 tu, a quel punto, a quel traguardo, mi fa capire ke ce la si può fare ad uscirne e vivere bene. X questo spesso kiedo…no Luna, x me nn dovresti “limitarti”…nn ci sta proprio bene questa parola cn te!!

    Rispondi
  159. Azimut
    Azimut dice:

    Chiara* i rapporti coi genitori ci rendono sempre molto permeabili a quello che pensano e a ciò che dicono. Ma la compagna di Francesco sei tu e tu devi provare ad ascoltarti. Al di là dei condizionamenti, delle frasi, delle impressioni di amiche, amici, parenti vicini e lontani. Io sto con mio marito da vent’anni, ci siamo sposati dopo anni di convivenza, pensavo di aver diviso con lui tutta la mia vita eppure il dca lo rende freddo, cinico, insensibile. E’ terrorizzato. Non sa cosa dire, cosa fare. Se mi chiama a tavola non va bene, se non mi dice nulla me la prendo a morte perché penso che non gli importi di vedermi morire di fame, se usciamo fuori è a disagio perché non sa cosa proporre. Ora mettiamoci un attimo nei panni di tuo padre, premesso che io conosco pochissimo il vostro rapporto. Sta proiettando tutto il suo senso di inadeguatezza, la sua frustrazione e i suoi sensi di colpa su Francesco. E’ questo che sta facendo, non altro. Ora sei molto fragile, ma in questo devi trovare la forza. Ascolta te stessa, quello che hai dentro, ciò che senti. Stai con Francesco, coinvolgilo, rendilo partecipe della tua vita. Solo così potrai cercare di comprendere se è la persona che vuoi accanto. Tutte le altre voci lascia che passino. Anche quelle che fanno più male

    Rispondi
  160. Chiara*
    Chiara* dice:

    Non so cosa dire, cosa pensare, come comportarmi.
    Ora sento addosso il peso di ciò che mi ha detto mio padre.
    Anche se il suo non è stato altro che un consiglio (cosa che ha voluto sottolineare) come posso ignorarlo?
    Ora è come se mi sentissi in dovere di non deludere quanto lui nella tua testa vorrebbe facessi.
    Sì, mi ha fatto male prendere coscienza del fatto che anche da fuori si percepisca il problema.
    Perché un conto è sentirmelo dire da voi, che conoscete le dinamiche della mia storia, che spesso e volentieri siete partecipi delle mie crisi ma… sentirmelo dire da una persona che con me non trascorre un briciolo del suo tempo, che non mi conosce, che non sa niente di niente … è stata una botta. Ma una botta forte.
    Forse avete ragione… forse mio padre sta proiettando il suo senso di colpa (se così si può dire) su Francesco. Ma con che coraggio? Quando Francesco è stata l’ unica persona che mi è stata accanto sempre e comunque in questi anni, quando loro non ci sono mai stati. La persona che deve farmi da padre e da madre quando sto male perchè loro sono lontani…
    Non lo so. Non sto capendo nulla.
    Non so cosa fare. Cosa pensare. Cosa voglio.
    Oggi non ho toccato cibo. Il solo pensiero mi da la nausea.
    Mi lascerei morire di fame.

    Rispondi
  161. Azimut
    Azimut dice:

    Chiara* è proprio così che funziona, la proiezione avviene nei confronti di chi più ci mette in difficoltà perché rappresenta chi vorremmo essere o quanto vorremmo fare. Tuo padre proietta i sensi di colpa e le inadeguatezze su chi era al suo posto quando lui non c’era.
    Prendiamo un pezzettino di qualcosa insieme? Con le mie frasi puoi fare ciò che vuoi, basta che non ti facciano stare peggio ok?

    Rispondi
  162. miele
    miele dice:

    Chiara* però guarda che sentirti di dover fare ciò che tuo padre ti consiglia…è davvero troppo. Non è troppo che lui te lo consigli, se come dice Azimut sta “proiettando”…è troppo che tu viva anche questa situazione come una sorta di colpa o motivo per essere/fare ciò che gli altri vogliono e non ciò che vuoi TU. Ma tu lo sai cosa vuoi?
    Proviamo a fare in modo che questo non si traferisca sul cibo? Forza…Azimut, tu cosa prendi stasera, per fare compagnia a Chiara*? Chiara, anch’io prendo quancosa insieme a te, ok? Coraggio cara.

    Rispondi
  163. azz
    azz dice:

    ciao a tutti..volevo chiedervi..quali sono secondo voi le cause di tutto qst..cos’ è che ci spinge ad arrivare lì..perchè si inizia?!

    Rispondi
  164. Artemide
    Artemide dice:

    Buona sera tutti.
    Qui sta facendo un bel temporale…per fortuna sono rientrata appena in tempo.
    Seduta con la dott.ssa molto costruttiva: nuovi incentivi per proseguire il mio cammino cercando di alleggerire anche le difficoltà che si presentano e nuovi punti di riflessione e di scoperta di alcuni lati di me, soprattutto la capacità di ascoltare, percepire i miei pensieri e le mie emozione, viverle,elaborarle e farle fruttare, belle e brutte che siano. E’ davvero un bel lavoro per me!
    Come andato il vostro pomeriggio?
    silvia sono contenta di saperti più serena,hai ragione, nn abbiamo il diritto di continuare e farci male…tieniti stretta la tua serenità
    Chiara* forse ora devi riflettere sulle parole di tua padre,è molto bello che per la prima volta ti abbia parlato così, significa che ti vuole bene. Riguardo a Francesco…solo tu puoi leggerti davvero dentro,prova a immaginare la tua vita senza di lui e cerca di capire cosa proveresti, questo penso che sia il modo migliore per capire se amiamo q.no,ma prenditi tutto il tempo che ti serve, è una decisione importante…coraggio, noi siamo qui
    Linda hai scritto una cosa importante: “è stato tutto cosi naturale, in fondo sapevo che doveva andare cosi, me lo sentivo.”Anche se tutti e due nn siete sicuri perché nn provare a capirlo insieme?
    Polla ha ragione: “vivitela come viene..nn pianificare, con i sentimenti nn è possibile!
    miele da quello che descrivi il tuo gruppo è davvero una bella esperienza,io proseguo con la terapia individuale,ma nn mi dispiacerebbe fare un esperienza simile
    Polla anche il tuo gruppo mi piace come lavora, scatenare l’ansia e provare a gestirla (quanto vorrei esserne capace!) MA cosa intendi per: “ci si propone di lavorare anche sull’atteggiamento in senso di renderlo positivo,non pensare a cosa non voglio fare,ma a cosa voglio fare.. sentendoci padroni e all’altezza delle situazioni. Acquisire un atteggiamento attivo e di parità,non di superiorità,ma nemmeno di sottomissione.. una sorta di sicurezza personale,passando dal comportamento al pensiero e viceversa”?
    Riguardo al prendersi cura di sé è un q.sa su cui sto lavorando anche io con la dott.ssa ed è vero, basta un po’ di abitudine e poi si ripete automaticamente
    Luna Blu nn è vero che le cose belle che fai mi fanno star male,anzi sei una ventata di speranza,ogni volta mi dico: “vedi cosa potrai fare q.ndo sarai guarita” Raccontaci sempre tutto!
    Vado a leggiucchiare un po’, se nn torno più vi auguro una buona serata!

    Rispondi
  165. miele
    miele dice:

    Luna a me fa sempre piacere quando condividi le tue frizzanti esperienze. Domanda: ma quando, quel giorno di 2 anni fa, hai iniziato a star meglio, con il cibo ci hai messo molto tempo a trovare un rapporto sereno? sei stata aiutata da un nutrizionista o hai fatto come ti sentivi? Grazie se mi vorrai rispondere.

    ciao azz, ben tornata. direi che la situazione è moooolto diversa per ogni persona: ci sono certo dei fattori in comune, forse, ma quello in cui vedo più similitudini sono i comportamenti (alimentari e anche altri) tra le persone con dca.

    silvia hai scovato qualcosa di interessante?

    Chiara* io mi sto prendendo qualcosa mentre continuo a lavorare…tu?

    Rispondi
  166. Chiara*
    Chiara* dice:

    Ho tanto sonno.
    Ora lui vorrebbe venire per parlare, per chiarirci ma non ho voglia. Sono tanto stanca… ho bisogno di dormire dormire dormire.
    I miei stamattina sono ripartiti. Come dire… lanciamo il sasso e ritiriamo la mano.
    Avete ragione, lo so che dovrei cercare di staccarmi da quello che mi ha detto mio padre, cercare di ragionare con la mia testa e ascoltare quello che io ho dentro.
    Ma è difficile. Come si fa?
    Sento una tale pressione da tutti addosso… è come se dovessi perennemente cercare di non deludere le aspettative altri.
    E così perdo sempre + me stessa.
    1 yogurt bianco magro. E’ l’ unica cosa che vi prometto di prendere insieme a voi.

    Rispondi
  167. miele
    miele dice:

    Ok Chiara*, vada per lo yoghurt bianco magro. Ma allora tu e Francesco in questi giorni avevate litigato?
    Spero tu non ti sia riempita di tranquillanti o roba simile, sai che non risolvono il problema.
    Almeno tutto questo ti sta forse facendo vedere un po’ come “funzioni”….sempre pronta a prenderti le colpe, sempre preoccupata di non deludere, sempre incatenata da mille aspettative senza nemmeno più sapere se tue o degli altri (dopo un po’ si fa fatica a distinguere..). Ma sono cose su cui si può “lavorare”, sai…

    Rispondi
  168. silvia
    silvia dice:

    Chiara nn so se tuo padre abbia proiettato il suo senso di colpa su francesco o altro..personalmente nn la interpreterei così, ma al di là di questo ti ha solo detto una sua valutazione…in tutto questo c’èera una nota positiva, ricordi? ha dimostrato un interesse x te e riguardo alle altre cose ke ti ho kiesto? tua madre c’era?
    ora sn ripartiti…ma nn ti hanno kiesto d’andar cn loro? e sopratutto tu l’hai detto ke nn volevi ke partissero?
    Coraggio Chiara, fatti forza.

    Miele davvero tantissime cose interessanti, c’è tutto un mondo ke si muove intorno a me, mentre io sn ferma tra le 4 mura ke mi sn cucita addosso e nn capisco, davvero stasera nn capisco. n sto bene, nn riesco a studiare nulla, appena mi avvicino ai libri mi si kiudono gli okki, letteralmente, mi sento debole e senza forze, nn riesco a camminare…ho provato a mangiare qlc ma nn riesco a trattenerlo…qls cosa, nn so ke fare, sn molto tentata di kiedere aiuto, di dire ke nn mi sento tanto bene, ma temo le conseguenze di questo, io nn dico mai qnd sto male, qnd ho qlc ke nn va, qls cosa. Vorrei piangere e stendermi, ma devo riprendermi, lo so. Dirlo a voi qui è un primo passo.
    Nn sapete qnt ci tenga a voi!

    Rispondi
  169. Azimut
    Azimut dice:

    Miele prenderò qualcosa insieme a te e a Chiara*, se lei lo vuole. E’ una serata molto dura per me ma ci proverò. Forse quello yogurt bianco

    azz in genere ciascuna ha un proprio percorso, motivi scatenanti…in molti casi però c’è un bisogno estremo di controllare. Emozioni, reazioni, pensieri. Che però sfuggono, si sfilacciano, ritornano per altre vie. E allora si controlla il cibo. Il nutrimento. La vita

    Rispondi
  170. miele
    miele dice:

    Silvia, secondo me sei indebolita anche dalla mancanza di nutrienti. Se ti senti così debole, sdraiati, ma soprattutto mangia qualcosa e non rigettarlo: per favore! Mica devi mangiarti un hamburger con le patatine…ve bene anche uno yoghurt…come vedi stasera è la sera degli yoghurt bianchi…:)
    Ma hai cenato o sei a digiuno?
    Sì, fuori c’è un mondo: ma lui non può stare lì a cercare noi…dobbiamo un po’ buttarci in mezzo…

    Azimut non prendere lo yoghurt “se lo vuole Chiara*”…prendilo se lo vuoi tu, anche perchè altrimenti, poi, lei potrebbe sentirsene la responsabilità.
    Per te come mai oggi è dura?

    Stasera pure io ho una pancia così, ed è anche tutta indurita. Ma per me, oltre che per far compagnia a Chiara, ho mangiato uno snack al latte&cioccolato e una mela. e “prima prima” anche due fette di melone, che adoro sopra ogni cosa in estate.

    Rispondi
  171. Polla
    Polla dice:

    ..Silvia tu dici: “.qls cosa, nn so ke fare, sn molto tentata di kiedere aiuto, di dire ke nn mi sento tanto bene, ma temo le conseguenze di questo, io nn dico mai qnd sto male, qnd ho qlc ke nn va, qls cosa. Vorrei piangere e stendermi, ma devo riprendermi, lo so. .. ecco.. tu dici io non faccio io non dico io non chiedo.. uno dei lavori che sto facendo in terapia è proprio quello di non ragionare per categorie,qsti sono solo automatismi che passano attraverso il cibo,sono proprio quelle cose che vanno cambiate.. perchè se vorresti chiedere aiuto non lo fai? perchè Silvia non chiede aiuto di solito? allora? Silvia imparererà a chiedere aiuto ora.. così si rompono i vecchi meccanismi e si imagazzinano quelli nuovi.. ma bisogna provare,ripravare,perseverare e tenere duro.. prova a fare qsto piccolo passo..

    Rispondi
  172. silvia
    silvia dice:

    Miele a digiuno, ma prenderò qlc, promesso.
    Grazie Polla, ho rifletutto molto sulle tue parole e lofarò lo dirò a qlc ke sto male, stasera stesso-

    vi voglio bene, ora spengo il pc, notte

    Rispondi
  173. Polla
    Polla dice:

    ..Silvia, se ti è possibile,oltre al pc.. spegni anche i pensieri.. pensieri di qualsiasi tipo.. cerca di soffermarti semplicemente su quello che hai intenzione di fare e di non andare oltre. punto. stop. e poi riposati.. a domani bellezza!

    Rispondi
  174. Azimut
    Azimut dice:

    Silvia spero che tu lo abbia fatto e che tu abbia mangiato qualcosa. Ti tengo stretta

    Un pensiero a tutte, vi porto dentro. Vado a sdraiarmi, sono sfinita

    Rispondi
  175. Polla
    Polla dice:

    ..Chiara*, c’è un qualcosa che non mi torna.. nel senso che tu continui a sottolineare che i tuoi genitori e in qsto caso tuo padre,siano per te degli “estranei”.. se è davvero così che la vivi,perchè è così importante quello che ti ha detto? perchè ti ha toccato così tanto? io credo che se un estraneo mi dicesse una qualsiasi cosa,si,magari la prenderei in considerazione perchè non è che se mi è stata detta da un estraneo significa che sia sbagliata,ma.. non mi toccherebbe dentro.ecco. non la sentirei una cosa mia..almeno che qsta persona non sia davvero un estraneo come io penso(o credo di pensare!o mi voglio autoconvincere) oppure perchè sento un fondo di verità nelle parole che mi sono state rivolte.o magari entrambe le cose. Dico qsto perchè credo che il tuo considerare i tuoi genitori degli estranei non credo sia un modo per avere un sano distacco adulto,quello su cui inevitabilmente ogni uomo deve lavorare crescendo,(magari senza nemmeno accorgersi),ma sia + che altro l’ennesimo meccanismo di difesa.. quello che probabilmente hai sviluppato nel tempo per proteggerti,per non soffrire della loro assenza,sia fisica che percepita. Inoltre credo anche che hai sottolineato + volte che ti pesa che la gente si accorga che stai soffrendo.. perchè qsta cosa dovrebbe essere un problema? per quello che pensa la gente? per cosa? che importanza può avere che uno veda che stai male? sempre riferito ad estranei.. insomma,c’è un po’ di confusione o cmq sempre vecchi meccanismi che si ripropongo. che ne pensi?

    Rispondi
  176. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Buongiorno a tutte….ieri dopo 4 giorni di alimentazione giusta, senza vomito ci son ricaduta, mi sono innervosita tanto, ho litigato, litigato e alla fine ho fatto il porcaio! tutto il giorno, anarchia alimentare totale e vomito a go -go.
    Ieri sera poi nuova discussione, stavolta con mia mamma e mia sorella…

    mi ero riproposta che l’evento di ieri non sarebbe andato avanti, come di solito faccio, mi dura poi 3 gg…stavolta non vorrei continuare, ma la tentazione è forte anche perché comunque sono carica di rabbia, peggio di una mina!
    In questi giorni senza vomito, di alimentazione corretta sono stata bene, tranquilla, mi è piaciuto…e ora? da un lato la mia testardaggine mi porterebbe a continuare….
    non lo so’ pure xké stamane sono nervosa, meno di ieri…ma indecisa…incerta, instabile…
    Buona giornata ragazze….

    Rispondi
  177. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    …LUNA BLU, ti prego…dimmi qualcosa, prendimi pure a calci in culo…tanto so’ già quello che dirai!
    …un giorno quando ti ho telefonato ti dissi di questo meccanismo: se inizio a vomitare lo porto avanti x 2/3 gg – e lì mi feci una grossa ramanzina…

    Rispondi
  178. Chiara*
    Chiara* dice:

    Quello che mi avete detto mi ha toccata molto.
    Tutti i vostri punti di vista e le vostre considerazioni.
    Sono tanto confusa, dico sinceramente.
    Non so nemmeno io cosa sia e cosa non sia giusto.
    So solamente che quelle parole dette da quella persona mi hanno lasciato addosso qualcosa che non so spiegare.
    Disorientamento, timore, rabbia.
    Ho paura, sì. Ho paura di deludere per l’ ennesima volta le persone che mi circondano. Presenti o non presenti.
    Non riesco a staccare il mio pensiero dal pensiero altrui.
    Come se non fossi padrona delle mie emozioni, come se cercassi di reprimerle per non so quale motivo. Forse per non soffrire. Non lo so.
    Ieri Francesco è stato da me. Abbiamo parlato per l’ ennesima volta e per l’ ennesima volta sono emerse delle differenze di percezioni e di pensieri.
    Io volevo che in questi 20 giorni che precedono la partenza per le vacanze (andramo 2 settimane al mare a casa mia, dove ci sono i miei) ci staccassimo. Stessimo ognuno per i fatti propri.
    Lo volevo per accontentare mio padre che mi ha consigliato di stare lontani per un po’? O lo volevo io?
    Io non credo in queste prassi. Io credo che se ci sono dei problemi questi vanno affrontati. Non serve nascondersi e allontanarsi. Mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi.
    Avrei voluto dirgli quello che mi ha detto mio padre ma… poi ho preferito di no.
    Già Francesco prova un rancore profondo nei confronti dei miei genitori, perché non concepisce il loro comportamento tutt’ al più adesso, che sono al corrente dei miei problemi e si comportano comunque come se niente fosse.
    Loro invece lo portano in palmo di mano, è come un figlio. Lo adorano.
    Non voglio che si possano creare delle dinamiche ancora + difficili.
    Oddio sono così confusa. Non so cosa fare, cosa pensare. Niente.
    L’ unica cosa che mi da un po’ di “sollievo” è il pensiero di non toccare cibo. Come se potesse servire a qualcosa…

    Vaniglia non devi colpevolizzarti così. Purtroppo ci sono dinamiche che non dipendono dalla nostra volontà. E’ la malattia che ti fa comportare in questo modo. Associ il cibo alle tue emozioni. Appena accade qualcosa che ti destabilizza ecco che scatta il grilletto.
    Da sola non puoi riuscire a fermare questo meccanismo, lo sai. Hai bisogno di qualcuno che ti prenda per mano e ti accompagni.

    Azimut hai preso quello yogurt? Io si. Pensando a voi.

    Silvia sei riuscita a mangiare qualcosa? Ti prego…
    Perché hai paura a chiedere aiuto? Perché te ne vergogni? Non devi. Hai bisogno di queste cure Silvia.

    Polla il tuo discorso mi ha un po’ disorientata… non saprei cosa risponderti sono sincera.
    Forse la cosa mi ha toccata tanto perché non mi aspettavo che una persona esterna alla mia vita di coppia potesse notare quelle cose.
    Sentirmi dire “vi vedo sempre imbronciati, vi vedo diversi, non avete niente in comune” mi ha fatto male.
    E mio padre… che per una volta si è messo a fare il padre… è stato destabilizzante.

    Andrea avrei voluto dirti qualcosa ieri. Ma presa com’ ero e come sono dai miei problemi non ne ho avuto la forza.
    Ora però qualcosa te la dico: hai un problema. Un problema con il cibo. Un disturbo alimentare. Poco importa dargli un nome, un’ etichetta. E’ un problema e come tale va affrontato. Non ignorato o sottovalutato.
    Ne va della tua salute, della tua vita.
    Come puoi pensare di affrontare un triathlon in queste condizioni? Io ci ho messo anni per prepararmi ad una semplicissima maratona quando ancora non ero caduta in questo inferno.
    Il tuo corpo non è una macchina. Ha bisogno di cure, di amore, di attenzioni.
    Inizia a prendere coscienza veramente di quello che ti sta accadendo e cerca di trovare il coraggio per ammettere a te stesso di avere un problema.
    Prima lo farai prima riuscirai a trovare il modo per guarire. Perché è questa la verita: devi guarire.

    A presto angeli.

    Rispondi
  179. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!

    Vaniglia, NON hai assolutamente bisogno di andare avanti per tre giorni a stare male!Oggi è un altro giorno, diverso da ieri, e a nulla ti servirebbe stare male anche oggi!Respira un pò d’aria fresca, fai una passeggiata, tranquillizzati…scrivi qui a noi…
    Rompi questo meccanismo dei 3 giorni!Inizia da questo, ok?
    Il tuo corpo non può permettersi altri giorni così, quindi riprenditi oggi e non pensare più a ieri!
    Io sono qui se hai bisogno…so che puoi farcela…

    Chiara…scusa, non ti ho ancora scritto nulla riguardo questa vicenda ma devo ancora elaborare per bene quello che vorrei dirti…ci sono, cmq…

    Azimut!Finalmente qui anche tu!Come stai?voglio concretezza!

    Linda, ciao!Come va?Sei riuscita a studiare o hai ancora gli occhi a cuoricino????Eheheheheheh….

    Miele, come va oggi?Meglio?

    Ciao Polla!

    Mi metto a studiacchiare…sono qui al computer in ogni caso…

    Aleph

    Rispondi
  180. Polla
    Polla dice:

    ..Vaniglia,ma cosa vorresti sentirti dire scusa?
    Sostieni di aver fatto alcuni giorni mangiando con regolarità,ma i tuoi non sono pasti.. il tuo corpo sta morendo di fame e quindi le abbuffate sono inevitabili! quindi te lo richiedo ..cosa vuoi sentirti dire? perchè io la cosa + sincera e che mi viene dal cuore è sempre la stessa: fatti aiutare!!! sei a uno stadio della malattia in cui la tua mente non è + in grado di fare da sola.. sei confusa.. a terra.. non sei lucida e inoltre hai una situazione intorno che non ti facilita le cose perchè ti fa soffrire. ma.. io dico.. ti lamenti che lì le cose non cambiano mai,ma tu? tu stai cambiando? tu stai lavorando su di te? non basta un gelato uno o due Vaniglia.. devi iniziare ad alimentarti e da sola non ce la puoi fare perchè hai troppe ansie e paure accumulate. non credi che se tu decidessi di andare in cura anche i i tuoi genitori ne sarebbero felici? non hai voglia di prendere in mano la tua vita e smetterla di subire in primis da te stessa qsta sofferenza? te lo richiedo.. che cosa vuoi sentirti dire Vaniglia.. cosa??? FATTI CURARE.ORA.

    Rispondi
  181. Polla
    Polla dice:

    ..Buongiorno Aleph.. buono studio allora!!! qui c’è una giornata grigia grigia.. ha piovuto stanotte e mi sa che ricomincerà.. ffff.. almeno non si schiattaaaaa!! Cmq anche io sarò qui tutto il dì.. almeno che non salti fuori un aperitivello con ombrello! 🙂

    Rispondi
  182. Artemide
    Artemide dice:

    Buongiorno a tutti e ben svegliati.
    Questa mattina mi sono dedicata alla pulizia del frigo….una bella faticaccia, era da tre anni che nn lo pulivo a fondo e ci ho messo ben un’oretta. Poi mi sono dedicata a me stessa: depilazione,smalto mani e piedi (colore rosso),mi piace è un colore estivo. E’ bello non avere tante cose da fare l’una dietro l’altra,ma anzi poter assaporare il tempo che passa facendolo nostro.
    Domani mattina altro esperimento: colpi di sole casalinghi: hho comprato una lozione per capelli, ma nn permanente e usando il pettinino voglio vedere se riesco a farmi i colpi di sole. Oggi pomeriggio densitometria…spero davvero nn ci siano problemi,ma la nutrizionista ni ha detto che avendo sempre fatto un po’ di sport,nn dovrebbero essercene.
    Voi come state?
    Luna anche a me interesserebbe sapere q.sa di più sul tuo percorso di guarigione,sempre che per te nn sia un problema parlarne…m
    Chiara* cercare di non badare alla pressione che gli altri esercitano su di te,lo dici tu stessa: “Perdo sempre + me stessa”.So bene come proprio in queste situazioni stressanti lo stomaco si chiude e nn cc’è verso di far entrare nulla,per questo ti consiglio di prendere il tuo tempo,di non decidere solo perché gli altri insistono perchè magari di quella decisione potresti pentirtene.
    Miele ha ragione e nelle sue parole leggo anche una chiara descrizione di me stessa:”sempre pronta a prenderti le colpe, sempre preoccupata di non deludere, sempre incatenata da mille aspettative senza nemmeno più sapere se tue o degli altri”,Ma bisogna lavorarci su,non possiamo controllare il mondo,nn tutto dipende da noi o può andare come noi vogliamo
    Ricorda che solo imparando ad amare me stessa potrai amare gli altri. Non sai che fatica sto facendo per fare questo passo: io penso prima ad accontentare tutti, dai miei genitori alla collega a scuola e a me manco ci penso. In terapia sto lavorando sempre su questo, amarsi vuol dire anche sapersi ascoltare,ascoltare disorientamento, timore, rabbia e paura,ma poi capirne le origini ed elaborarle.
    Ho paura, sì. Ho paura di deludere per l’ ennesima volta le persone che mi circondano. Presenti o non presenti. Il fatto che tu abbia chiesto a Francesco un periodo di allontanamento probabilmente era già nella tua testa,tuo papà ti ha dato solo la spinta per metterlo in pratica..
    Ora non obbligare a pensare per decidere cosa fare subito,lascia che sia davvero il tuo cuore a parlare e ricorda: ama per prima te stessa.
    Il sollievo di non toccare cibo lo capisco, mangiare=non crescere=non responbilità,così funziona anche per me,ma cibo=crescere=essere adulti e affrontare la vita cogliendone gioia e dolori…ti abbraccio!
    Silvia la tua debolezza, la tua incapacità di concentrazione sono segnali importanti, forse nn riesci a trattenere il cibo perché mangi q.sa che ora a livello psicologico e fisico il tuo stomaco non accetta…per questo devi farti aiutare su tutti i fronti,quali sono le conseguenze che temi?
    Certo dirlo a noi è importante perchè è segno che te ne rendi conto,ma nex qui è medico,solo degli specialisti possono aiutarti. Polla, grazie alla tua esperienza, ti ha spiegato bene come cominciare a rompere questi meccanismi
    Azimut come stai oggi?
    Vaniglia mi dispiace per il tuo crollo,ma è importante che tu ti renda conto che con un’alimentazione giusta la tua giornata scorre bene,senza nervosismo e instabilità perché se tu lo vuoi potresti stare bene tutti i giorni,se seguita da specialisti in modo costante.
    Ora ho in testa un’idea, ho qui a portata di mano tutti i diari scritti da me nei 5 anni di liceo,ho voglia di rileggerli,di fare un tuffo nei ricordi, per poi confrontarli col diario che sto scrivendo adesso.
    Buona giornata a tutti!

    Rispondi
  183. Aleph
    Aleph dice:

    Polla!Mi hanno colpito molto le parole che hai scritto per Vaniglia!Brava!Mi sento di condividerle, anche se non avrei mai saputo scriverle così!Vaniglia, leggile con attenzione, ti prego…
    Qui invece c’è il sole,ma con qualche nuvola…io stasera aperitivo e poi cena sul lago!Speriamo regga il tempo…

    Artemide!Buon tuffo nei ricordi allora!Facci sapere cosa ne esce poi!

    Rispondi
  184. Polla
    Polla dice:

    ..Chiara, io penso, ed è sempre e solo un mio pensiero, che queste cose che ti stanno succedendo siano semplicemente folate di vita vera,quelle che si cercano di evitare nascondendosi e trovando rifugio in un disturbo alimentare per esempio.. credo anche però che qste cose “ti facciano bene” nel senso che ti fanno riapprodare un po’ su quello che è il pianeta terra con tutte le sue sfumature.. la cena al venerdì con francesco, i rimproveri di un padre che non ti vede soddisfatta, la situazione coi tuoi che ti fa soffrire,ma allo stesso tempo ti fa comodo.. ecc.. è la TUA vita e non importa che sia davvero difficile o solo percepita come tale,è la tua. Per qsto ti dico che hai la fortuna che la gente intorno a te non si è rassegnata, crede in te e ha voglia di consigliarti(magari sbagliando) per provare a spronarti un po’,ma perchè in te ci crede.. e non è bello? io credo che nonostante tutto sapere che anche se non lo vogliamo o se lo vorremmo in modo diverso,qualcuno si interessa cmq a noi,sia un lumino che non va sottovalutato. Non importa cosa deciderai di fare.. non deluderai NESSUNO se non deluderai in primis te stessa.. capisci? capisci che se la gente ti vede stare bene,non ha modo di trovare del marcio per forza? ma tu che faresti se vedessi tua figlia in una certa situazione? qualcosa di sicuro faresti e qsto è il modo dei tuoi genitori,loro sono fatti così,tu con i tuoi di figli farai diversamente,ma loro sono fatti così.. se hai bisogno di loro non ti resta che farti avanti tu,perchè evidentemente loro non ci arrivando da soli,ma non significa che non siano disposti a farlo. è ben diverso. Ora non ti frullare la testa con le parole di tuo padre.. cerca di concentrati su quello che senti tu.. tu cosa senti?
    oltre a qsti episodi.. che cosa hai fatto con i tuoi genitori in qsti giorni? come ti sei sentita?

    Rispondi
  185. Luna blu
    Luna blu dice:

    Rispondo prima a Miele…niente nutrizionista nel mio percorso…e niente dottori che mi pesaserro o mi facessero spogliare…nn so lo trovavo umiliante…solo psichiatra e psicanalista…come voi sapete…chi è malato di dca sente di essere molto forte…e lo si è..se no come potrebeb il nostro organismo reggere tutto questo? Anche se a votle nn ce la fa :-(…il corpo è vero è malato…ma lo è per via delal testa…insomma io curai la testa perchè fisicamente nn ero più al limite come durante l’anoressia…ero bulimica…ho fatto le analisi del sangue e delle urine per la mia psichiatra che doveva prescrivermi gli antidepressivi…quelli mi han salvata dalla smania di mangiare…mi facevano apssare al voglia di divorare il mondo epr poi vomitare el mie angoscie…insomma il mio organismo nn era ancora messo così male…ma in certi casi il sistema digerente e gli organi son talemtne compromessi che la nutrizionista è necessaria…l’organismo deve reimparare ad assimilare il cibo…io epr fortuna nn ne avevo bisogno…la psichiatra ha insistito parecchio…ma io avevo quetsta certezza che nn ne avevo bisogno…infatti… :-)…eccomi qui!!!

    Rispondi
  186. Luna blu
    Luna blu dice:

    Per Chiara…appunto..un fidanzato non puo’ farti da apdre e madre!!! Rovinerebbe il rapporto…nn ti sembra?

    Vaniglia ma che ti devo dire…ormai si sa che va così…insomma anche sta fissa che poi devi continaure per 2-3 giorni…ma chi l’ha detto?…nn ne vedo il motivo…cmq solo tu puoi uscirne…e devi farti aiutare e scappare da quella situazione famiglaire malata…ma le mie son sempre le stesse parole…mi sto anche stancando di ripeterle…parole gettate nel vento mi sembra…ma io nn sono arrabbiata per quelc he ti succede…solo dovresti farti aiutare…insomam ti rendi conto che nn ne vieni fuori? E se nn vuoi farti aiutare segui almeno i nsotri consigli:
    1) butta la bilancia
    2) vattene da casa tua o imapra a fregartene!!!
    3) il resto vien da se 😉

    Rispondi
  187. Chiara*
    Chiara* dice:

    Luna dunque gli psicofarmaci ti sono serivi? Sono stati un aiuto per riuscire a venirne fuori?
    Io durante l’ ultimo incontro con la mia psichiatra (che è anche la mia terapeuta) ho dovuto riaffrontare l’ argomento.
    Secondo lei sarebbe indispensabile affiancare alla terapia psicologica e alla rieducazione alimentare anche la terapia farmacologica, se non altro per aiutarmi contro la depressione, per riuscire a ritrovare un po’ di stimoli e di voglia di fare.
    Mi ha anche detto che ne riparleremo dopo l’ estate, perché iniziare ora con i farmaci vorrebbe dire poter accusare problemi a causa del sole e quindi sviluppare dermatiti etc. etc.
    Io sono molto spaventata da questa cosa… già una volta rifiutati la farmacoterapia se ricordi.
    Ho il timore di ritrovarmi poi dipendente dalle pastiglie, di aumentare di peso (perchè si sa, gli psicofarmaci rallentano il metabolismo e incrementano il peso), di non essere + padrona delle mie emozioni.
    Ti prego, mi puoi raccontare se ti va, tu come ti sei trovata? E li prendi ancora?

    Rispondi
  188. Sha
    Sha dice:

    Ciao Mimme!!!
    Scrivo per raccontarvi la novità del giorno.
    Sono appena tornata a casa e gia sono qui a raccontarvi .. XD
    Stamani ho conosciuto il bambino di Francesco.
    Siamo stati a fare colazione insieme..
    è andato tutto bene, ovviamente ha 5 anni quindi non cè stata tutta questa conversazione ecco..devo dire anche che io non ero molto a mio agio, ma penso sia normale.
    Appena sono venuta via e sono montata in macchina ho sentito tutta la tensione accumulata in un anno per questo “incontro”. Non sono partita subito, sono stata un po a respirare, avevo il cuore che mi andava a mille.Poi ho messo il silenzioso al cellulare e sono andata da intimissimi ha farmi un regalo!
    Un applauso a me!!

    Rispondi
  189. Polla
    Polla dice:

    ..Sha,ma che bello!!! finalmente hai rotto un po’ il ghiaccio e vedrai che poi se continuerete ad incontrarvi,ti verrà sempre + facile.. credo anche che tu abbia fatto bene a farti un regalino,ci sta premiarsi quando si riesce in qualcosa che magari si ritiene pure difficile,rinforza l’azione! brava. e con il lavoro poi? vi siete riorganizzati con turni e orari? e il contratto? per il resto? sono contenta che ogni tanto passi ad aggiornare.. ci vuole..ci vuole.. :).

    Rispondi
  190. Azimut
    Azimut dice:

    Sha sì un applauso e un abbraccio forte forte. Hai visto che ce l’hai fatta? Che sensazioni hai avuto? Questo è un passo importante. Il regalo te lo meriti tutto. Cosa ti sei presa?

    Silvia tutto ok?

    Rispondi
  191. Chiara*
    Chiara* dice:

    Polla ancora una volta le tue parole mi hanno un po’ destabilizzata.
    Riesci sempre a toccare delle corde e farmi riflettere in modo profondo.
    Sì, hai ragione. Lo so che è così. Che non deluderò nessuno, che non devo fare niente per accontentare nessuno, che la mia vita è mia e quello che provo è legato solamente alle mie percezioni personali ma… è così che la vivo io.
    Come potrebbe essere diversamente?
    I miei? Niente. Sono stati a casa una settimana e l’ unico confronto è stato quello dell’ altra sera, prima che partissero. Per il resto mutismo assoluto. Indiffrerenza.

    Sha sono contentissima per te! Un piccolo grande passo è stato fatto e tu hai superato una paura che ti ha accompagnata per troppo tempo!

    Rispondi
  192. Polla
    Polla dice:

    ..Cmq io credo che il sostegno nutrizionale sia utile in qualsiasi caso e in qualsiasi situazione.. non significa che senza non si può guarire,ma che cmq male non fa,anzi,può solo che essere d’aiuto.. soprattutto perchè chi soffre di dca spesso anche quando conosce cause e concause,cerca di raggirare il problema senza intervenire appunto sul fatto “cibo” direttamente,cosa che invece è inevitabile! quindi non credo sia utile solo in casi in cui il fisico è messo male(io ho tutto in regola per esempio!),ma proprio per saper gestire meglio la situazione.. su ogni fronte.. poi chiaro,spetta cmq a noi,perchè non è che ci insegue con il piatto in mano,semplicemente ci segue e ci supporta anche! un punto di riferimento e di confronto da non sottovalutare soprattutto quando fa + paura e lo si evita proprio per qsto..

    Rispondi
  193. silvia
    silvia dice:

    Grazie a tutte x il sostegno di ieri, sn qui e sto meglio.
    Miele ho cenato…una cena vera…e poi ho aspettato cn la “nostra” camomilla.

    Polla no, purtroppo nn sn riuscita ad esprimere a nessuno ciò ke sentivo, nn ce l’ho fatta..nn lo so xkè, nè di cosa mi vergogno…di me, del mio star male…nn lo so, ma una cosa positiva c’è: ero e sn stanca, stanca di stare male. Nn ce la faccio +, tutto questo mi sta stremando e mi sta facendo sentire anocra + insicura e triste, instabile e capace di vedere solo gli ostacoli davanti a me…invece no, invece voglio vedere altro. Insomma alll’inizio la malattia ti dà sicurezza, forza, ma ora ho solo la sensazione d’esser stremata in tutto.
    oggi ho conosciuto una ragazza, ho iniziato io il discorso, mi sn aperta e sn riuscita a star in compagnia mentre aspettavo x un servizio.
    Voglio continua re a cercare questo dalla vita, voglio una vita ke sia mia.

    Chiara secondo me ti mette in crisi il fatto ke secondo me anke tu credi ke tuo padre abbia ragione e passar un pò di tempo lontano da lui nn è nascondersi ai problemi, ma è prendersi uno spazio x sè!

    Azimut, Luna e tutte le altre…siete importantissime

    Rispondi
  194. Polla
    Polla dice:

    ..Silvia,ma guarda che non è mai troppo tardi per chiedere aiuto.. come la guarigione può iniziare da ora,subito,anche qsto passo lo puoi fare in ogni momento della giornata.. il discorso è che + ci rimugini su e meno lo farai perchè il dca fa escogitare le fughe,ovvero le soluzioni(solite) che vengono seguite e viste come unica possibilità.. per qsto ribadisco che devi AGIRE .. tutto il resto comporta solo ulteriori rischi di seguire l’ennesimo schema. e stare lì.. in attesa.. ferma come dici di sentirti.
    Sono contenta cmq che ti stia scattando un po’ di rabbia.. falla tua,incazzati con qsta situazione perchè No Silvia,non è la soluzione o cmq non è l’unica possibile.. prova,guarda!

    Rispondi
  195. miele
    miele dice:

    ciao bellezze
    stamane non sono passate perchè sono partita all’alba per l’università. c’era un temporale forte e una strana luce…l’università deserta d’estate mi mette un po’ tristezza: realizzo sempre di più che non credo di voler invecchiare dentro as un dipartimento universitario, sentendo solo la eco delle mie parole.

    A parte questo, vi ho lette/i e…

    …e sono un po’ preoccupata per silvia: tesoro, qui bisogna far qualcosa, te ne rendi conto vero? il discorso che hai fatto ieri sera, sul non sentirti in diritto di chiedere aiuto…io credo che l’ambiente in cui vivi, quello della famiglia, se non ti permette almeno di esternare il tuo disagio, allora diventa una fra le cause del disagio stesso…

    Chiara*, continui a parare i colpi al posto degli altri cavolo…ma se Francesco e i tuoi hanno qualcosa da dirsi sulle rispettive responsabilità, che lo facciano con la loro bocca! E tu, da parte tua, comincia a prendere un po’ le tue posizioni sulle cose: altrimenti ogni volta che senti un’opinione nuova, ti destabilizza.

    Luna grazie della risposta. A me gli psicofarmaci erano stati proposti, anni fa, per calmare l’ansia di fronte al cibo. Ma li ho rifiutati perchè il massimo dei medicinali che prendo sono le aspirine per il mal di testa, e anche quelle raramente. Quindi credo che nel mio caso la figura del nutrizionista sia preziosa proprio per fare un percorso di smantellamento dell’ansia, anche se la strada a volte mi par così lunga…ma ovvio che dipende da me.

    Oggi ad esempio sono andata a prendere il treno in stazione: di solito vado in bici, ma pioveva e quindi ho preso la macchina. Eccolo lì: senso di colpa tutta la mattina per aver preso la via più “comoda”…e conseguenti pensieri restrittivi che si sono affollati nella testa. Ma la fame c’era, e ho voluto assecondare lei: meglio gestire il senso di colpa, che i crampi o le traveggole della fame…! Così mi sono infilata in un bar e ho fatto fare un bel paninazzo al prosciutto e formaggio e l’ho mangiato in treno, con la frutta portata da casa. Ora mi sto bevendo il caffè con la coppetta di gelato. Mi sento un po’ enorme ed appesantita, ma è una questione totalmente di testa…e però va contrastata nella pratica, credo. Questo anche per silvia…

    Azimut, oggi un po’ meglio?

    Ciao aleph, ciao Polla!

    Sha che bel momento, son felice. Sei stata coraggiosa.

    Vaniglia, più che le nostre romanzine, a te servirebbe qualcuno che ti prenda, ti ricoveri e ti alimenti come si deve in modo da riportare il corpo ad uno stato di salute minima tale che poi i tuoi sforzi per mangiare normalmente abbiano davvero qualche effetto buono. Così cadono proprio nel vuoto.

    Rispondi
  196. Polla
    Polla dice:

    ..ma ciao dolce Miele,
    mi è mancato stamattina non trovare il tuo post da leggere quando mi sono connessa.. ma poi ho pensato che eri presa dai tuoi impegni e mi sono detta “passerà poi” .. eheh.
    Hai fatto benissimo a prendere la macchina stamattina e lo sai.. era la cosa + logica da fare.. e cmq sai anche che un paninazzo col prosciutto e formaggio va + che bene,anzi.. perchè mai dovresti sentirti appesantita? dai dai.. goditi il tuo caffettino e via.. ha altro da fare che rimuginare,no? Io oggi dopo la colazione al bar con un’amica(cappuccino e brioches alla marmellata) mi sono fatta 4 fette biscottate con la nutella e ho bevuto mezzo litro di succo al mango.. ahahah. A pranzo non avevo famissima,ma avevo voglia di cucinare.. così .. pasta fresca con un sughetto che migliora sempre + con il bel cipollotto fresco,pomodori freschi,concentrato di pomodoro,basiliscus e olive taggiasche.. un’insalata con i cubotti di prosciutto,il mais, e i funghi.. un piccolo panino croccantoso con i semini dentro.. e poi un bello yogurt al caffè. Ora sono al caffè .. ci aggiungo una pallina di gelato? che dici? :). così ti tengo compagnia.. e intanto cerco di fare un indice per la mia tesi.. che non è secondario al mio bisogno di sperimentarmi in cucina e di nutrirmi.. anzi.. direi che dovrei prendere un po’ + in mano la situazione..
    adesso come stai? cosa ti passa per la testa??? ti abbraccio.forte.

    Rispondi
  197. silvia
    silvia dice:

    Miele è cm dici, è causa stessa del mio disagio ma cm dice Polla nn voglio star qui a ripesarci all’infinito.
    Ora ho pranzato e nn voglio rigettar nulla. terrò duro!

    Polla x ora nn voglio dir nulla, prenderò questa rabbia dalla mia cm dici.

    Rispondi
  198. Azimut
    Azimut dice:

    Miele ciao, oggi anche qui c’è una strana luce. Dev’essere stato il temporale di questa notte. E poi c’è una distesa di nuvole bianche spumose che si sovrappongono. Io ho mangiato mezza baguette con la rucola e il formaggio in ufficio. Ora proseguo col lavoro

    Rispondi
  199. Sha
    Sha dice:

    Azimut come mi sono sentita..non so..stare al tavolino di un bar con a fianco il tuo ragazzo e un pargoletto di 5 anni, e rendersi conto che è suo figlio non è semplice.Come non è stato semplice notare le somiglianze di lui, ma anche di lei, e pensare che la persona con cui vuoi costruirti un futuro ha gia un figlio.
    Poi c è stato una scena buffamente tragica, di me che sono al banco che aspetto il mio caffè, sento Francesco dire “amore vieni” mi giro e mi accorgo che non diceva a me ma al bimbo..
    Comunque..non ho risposto.
    Diciamo che ho vissuto quei venti minuti in piena trance..come se non stesse capitando a me e la cosa non mi toccasse davvero. Non so..non so se esserne davvero felice o davvero spaventata.
    Comunque mi sono comprata 2 magliettine a sconto!

    Polla, per il lavoro ho parlato con il mio collega, pare che per gli orari dovremmo cominciare a scambiarci a settembre.Io gli ho detto chiaro e tondo che se cosi non sarà mi cerco qualcos altro.

    ora mi riposo mezz ora e vado a lavoro..baci pumbe vi rileggo stasera

    Rispondi
  200. Polla
    Polla dice:

    ..Silvia, la cosa che volevo rimandarti è che per chiedere aiuto lo puoi fare in ogni momento della giornata.. ma a chi ti rivolgeresti se decidessi di farlo? e cosa pensi che vorresti dire? te lo chiedo per cuorisità,ma non devi rispondere per forza,però magari ti aiuta a fare un po’ di chiarezza e a rielaborare il fatto che non è così impossibile farlo.

    Rispondi
  201. miele
    miele dice:

    Silvia grazie per quel “nostra” riferito alla camomilla 🙂 anch’io ti penso quando la sera bevo the,tisana o camomilla!

    ciao pollastrella, il gelato non era nel caffè ma a parte, perchè è al pistacchio e non lo mischierei con nient’altro..! i tuoi pranzetti suonano sempre più gustosi, complimenti! certo che non ci rimugino, sul pranzo…sai che al momento mi “agito” ma poi mi passa, sono già più tranquilla e mi rimetto al lavoro…i capitoli consegnati vanno rivisti e sistemati “entro breve”….agli ordini!!

    Azimut la baguette è forse il pane che preferisco in assoluto. Ti auguro buon lavoro! A che ora stacchi?

    Sha buon lavoro anche a te.

    Rispondi
  202. Polla
    Polla dice:

    ..esatto Miele.. anche a me funziona così.. al momento mi agito.. ho il frigo così pieno di cose che vorrei cucinare tutto,poi mi ci metto e cerco di capire di cosa ho +voglia.. senza pensare al troppo o al troppo poco.. ma devo dire che all’inizio faccio sempre un po’ di macello! dovrei imparare ad avere meno cose in casa.. così poi non mi ritrovo a dover gestire mille cose insieme.. ma imparerò anche qsto perchè vedo che è un po’ la mia modalità di fare,di muovermi.. tante cose tutte insieme che fanno casino,invece che poche e ordinate.. cmq poi vedo che ce la faccio,che riesco a fare anche bene dal mio punto di vista e la cosa mi da soddisfazione..
    Ho avuto degli aggiornamenti dall’università e pare proprio che io possa fare sto test se mi laureo a novembre,quindi.. gambe in spalla!!!! ma che scomodooooo.. eheheh.

    Rispondi
  203. Azimut
    Azimut dice:

    Miele se tu fossi alle prese con l’orrendo panaccio toscano la baguette ti sarebbe ancora più gradita. Stacco alle 18, oggi giornata lunga.

    Rispondi
  204. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    ….Polla grazie, non sapevo come fare senza le tue parole! …ho letto del tuo pranzo…mi viene da vomitare se ci penso…ma come fai a digerire tutta quella roba?? da nutrizionista che sono, eviterei di mischiare 2000 tipi di proteine e i carboidrati…mah, vabbé mangiare, ma bene dio santo!

    Rispondi
  205. Ilaria
    Ilaria dice:

    LA CARTA DEI DIRITTI

    Ho diritto di avere delle idee, delle opinioni, dei sentimenti (non necessariamente uguali agli altri)
    Ho diritto che le mie idee, anche se non condivise, siano ascoltate
    Ho diritto ad avere bisogni e necessità anche diverse da quelle degli altri
    Ho diritto di dire di no senza sentirmi in colpa o egoista
    Ho diritto di fare errori
    Ho diritto di chiedere aiuto o supporto
    Ho diritto di non dovermi giustificare con gli altri
    Ho diritto, qualche volta, di mettere me stessa al primo posto (1)
    E che cazzo! (2)
    (1) cit. da “Terapia cognitivo-comportamentale ambulatoriale dei disturbi dell’alimentazione” di R. Dalle Grave
    (2) cit. mia 😀

    Chiara, Silvia, tutta per voi!

    Rispondi
  206. silvia
    silvia dice:

    Polla il mio nn so se sarebbe stato proprio un kieder aiuto o semplicemente dire “nn sto bene”, ma nn l’ho fatto e mi riferivo nel farlo qui, in casa. Credo ke l’aiuto poi in sè lo kiedo nel mio atto di andare dalla psicoterapeuta, ma altro tipo no. Sn così di mio, cerco di fare sempre tutto da sola, senza delgare, senza poter far riferimento a qlc.

    Polla a novembre? wow ke bello!! coraggio allora…

    Miele hai da correggere un bel pò di roba, sai la tua considerazione sul dipartimento solitario? nn so se sia + o meno lo stesso, ma io penso ke in un futuro mi piacerebbe un lavoro + pratico…insomma stai a studiare esami di cui perderai la maggior parte dell nozioni e ke nn ti serviranno mai nella vita reale…trovo ke ci sia troppo distacco tra il mondo del lavoro e l’ambietnte universitario.
    Oddio!! voglio farvi notare ke ho fatto un discorso sul futuro…io???!!!

    Sha sai è stato un passo, era inevitabile ke dovessi conoscerlo, anke xkè sarà sempre parte della vita del tuo compagno. 6 stata coraggiosa in ogni caso, xrò un piccolo consiglio, la prox volta osserva quel bimbetto di soli 5 anni così cm…nn cm proiezione di lui o di lei…dai a quel piccolo una opportunità x nn esser sempre un tramite tra loro 2.

    Azimut nuvoloni e pioggia improvvisa anke qui…ma sn fiduciosa x te e il tuo pranzo. Cm va cn tuo marito? l’altra volta hai detto un pò delle sue difficoltà…nn riesci a percorrere una strada insieme a lui?

    Chiara cm va? dove 6?

    Rispondi
  207. miele
    miele dice:

    Vaniglia, non ho capito se il tuo post voleva essere ironico: spero di sì.

    Ilaria, io firmo il manifesto! Grazie di averlo postato.

    Silvia parlavo dell’eventualità di lavorare all’università, non di studiare. Ho finito formalmente di studiare (anche se non di imparare), almeno credo… 😉 Quello che mi mancherebbe stando nell’università, è il contatto pratico con le persone..il veder concretizzarsi i progetti, il poter trasferire il pensiero nel mondo e lasciarlo crescere lì, non solo fra altri pensieri. Questa mia necessità l’ho scoperta proprio attraverso la malattia…

    Rispondi
  208. Chiara*
    Chiara* dice:

    Silvia vorrei davvero trovare parole per te, ma cosa posso dirti piu’ di quanto non ti abbia già detto? Tutte noi cosa possiamo fare di piu’? Niente.
    Spetta a te invertire rotta, capire che così non puoi andare avanti.
    Già è una grande conquista il sentimento di rabbia che ti pervade ora, come lo sforzo di aver tenuto la cena ieri e il pranzo oggi.
    Ma non bastano, lo sai.
    Dici che io, ad esempio, devo cercare di liberarmi di ciò che mi causa dolore e ritrovare me stessa per me stessa.
    Lo dici a me, ma ti rendi conto di quanto sia lo stesso per te? Di quanto tu abbia bisogno di staccarti dalla tua quotidianità e di cercare Silvia? La dimensione di Silvia? Il mondo di Silvia?
    Devi chiedere aiuto. Non puoi continuare così. Non si nasconde la testa sotto la sabbia.
    Se fossi li e ti avessi davanti ti prenderei per le spalle e ti darei uno scrollone così forte che nemmeno immagini.
    Devi metterti in cammino Silvia. Uscire da questa astrazione, da questo mondo fatto di sensazioni e percezioni. Devi tornare su un piano concreto e concretamente fare qualcosa per te stessa.
    Ho tanta paura per te.

    Vi saluto angeli.
    Non ho parole oggi. Non ne trovo. Solo tanta confusione e tanta voglia di piangere.

    Rispondi
  209. Luna blu
    Luna blu dice:

    Spezziamo una lancia a favore dei psicofarmaci..ihihhii…a me era stata prescritta la fluoxetina…praticamente aumenta la produzione di serotonina nel cervello..un ormone che controlla anche il senso di sazietà…(ne ho ancora una decina di scatole che fra un po’ butterò perchè scadute)
    Il mio fisico ci a messo circa una settimana ad adattarsi…insomma mi veniva un po’ di emicrania…ma con il moment andava via tutto…morale…dopo circa una settimana era stupendo nn sentivo più quella voglia assurda di riempire lo stomaco e mangiare…mangiare…fino allo sfinimento…per me era un sacrificio ogni volta resistere a non divorare il mondo…ma il farmaco mi aiutava…e poi eccolo lo stimolo della fame che non sentivo più da anni…un sano stimolo della fame prima dei pasti…
    Ne parlai anche con il mio dottore dicendogli che era strano il fatto che prendendo quel farmaco io mangiassi solo il giusto e non mi veniva più voglia di abbuffarmi…e il dottore mi disse che la fluexetina la usano anche per curare gli obesi perchè su una percentuale minima di popolazione ha l’effetto che aveva su di me…toglieva la fame nervosa…ne assumevo 2 pastiglie al giorno dopo colazione…così in quel periodo potevo pensare a curare la mia parte malata senza dover combattere con il sintomo…
    Devo dire che son stata anche fortunata che quel farmaco aveva quell’effetto su di me…dopo qualche mese che l’assumevo andai in vacanza in Thailandia e me ne portai solo una scatola neanche intera perchè non ero riuscita a farmelo prescrivere…morale…non presi neppure tutta quella scatola perchè non ne sentivo più l’esigenza…capito da che cosa derivava il mio malessere psicologico (allora dovevo imparare ancora a conviverci ovviamente e a superarlo) è come se il mio cervello fosse stato rieducato a mangiare normalmente…è qualcosa che cambia da dentro…ricordo che durante quel viaggio vomitai solo una volta…ma nn perchè mi ero abbuffata o perchè avevo paura di ingrassare…ma solo perchè avevo patito il mal di mare…quando tornai a casa ripresi il farmaco ancora per un po’ di tempo…visto che dovevo tornare dallo psicoanalista ed affrontare il nocciolo della situazione….ma allo stesso modo lo smisi appena incominciai a sentirmi meglio…come vedete su di me nn ha dato alcuna dipendenza…anzi ha rieducato il mio organismo…
    Per me era già meraviglioso nn vivere più con la fissa del cibo…e fu ancora più bello fare el cose che mi paicevano e amavo senza distrazioni…senza quella palla al piede 😉
    Cmq io nn credo alle medicine alternative…all’omeopatia…e a tutte ste cose lì…se ho mal di testa prendo l’aulin…se ho un infezione batterica gli antibiotici…e via dicendo…se vado dal dentista mi deve fare l’anestesia…e mi sento bene 😉

    Rispondi
  210. miele
    miele dice:

    Luna Blu, come anche su altre cose, siamo di opinioni diverse. Non è questione di “credere” all’omeopatia o alla medicina alternativa oppure, al contrario, di classificarle come “tutte ste cose lì”. Certo, finchè siamo incastrati nella classica dicotomia tra la bio-medicina classica e quella che viene pensata come la sorella contemporanea della magia dei tempi antichi (a cui si “crede” come si crederebbe ad una qualche strana formula miracolosa), allora c’è poco da discutere, e infatti non intendo farlo qui. Per me si tratta comunque di una più ampia concezione del corpo e, direi, della vita in generale…insomma, del ruolo che il nostro modo di essere, fare, e pensare ha rispetto agli elementi esterni con cui interagisce. Per non parlare di tutto quel che sta dietro alla farmacologia da un punto di vista economico-politico….
    Da parte mia non spezzo dunque nessuna lancia a favore di nessuno psicofarmaco: sono contenta che a te sia stato d’aiuto, in ogni caso.

    Rispondi
  211. miele
    miele dice:

    Vaniglia, mi sembra un tono un po’ offensivo nei confronti di chi ha solo riportato la sua esperienza e ha cercato di avere parole sincere per te…

    Rispondi
  212. Luna blu
    Luna blu dice:

    questo è il post che mi ha dato più da pensare:

    …ho letto del tuo pranzo…mi viene da vomitare se ci penso…ma come fai a digerire tutta quella roba?? da nutrizionista che sono, eviterei di mischiare 2000 tipi di proteine e i carboidrati…mah, vabbé mangiare, ma bene dio santo!

    a me il pranzo di polla sembra assolutamente normale…mamma mia sembra che abbia commesso un’eresia per te…se ti dico che ho mangiato io ti spaventi e ti schifi…giuro!

    credi che un organismo sano abbia difficoltà a digerire quello che ha mangiato Polla? Io credo di no…perchè questa convinzioen che il cibo sia velenoso?

    Non ha mangiato fritti prima di tutto (e quelli son abbastanza velenosi) … non ha mangiato porcherie tipo dado…o robe conservate con nitriti..o chessò glutammato monosodico…quindi a me la sua aliemntazioen pare sana…

    Polla mi sa che è sualla buona strada della guarigione…io anche quando ero al suo punto scrivevo qui quel che mangiavo…la mia prima grande conquista è stata la pizza…la pizza mangiata senza il pensiero di doverla vomitare…

    Rispondi
  213. Luna blu
    Luna blu dice:

    Profondo rispetto per le tue idee Miele 😉 …io ho solo espresso le mie…ho detto quelle cose lì…ma se son stata offensiva mi scuso…

    Diementicavo…ma i maiali mangiano solo carboidrati…non mescolano proteine…

    Rispondi
  214. miele
    miele dice:

    No no Luna, nulla di cui scusarti! Non mi hai per niente offeso, ho solo voluto puntualizzare un attimo un paio di mie opinioni.
    Concordo con te sul pranzo di Polla….un normale pranzo preparato con buona fantasia.
    Vaniglia, anche a me il cibo a volte fa paura: ma per te sembra che faccia schifo…ecco, forse se provi a pensarlo come una cosa “difficile” ma non “pericolosa/velenosa” puoi cominciare ad avvicinarlo più serenamente…

    Rispondi
  215. Aleph
    Aleph dice:

    Vaniglia, non è il modo di mangiare dei maiali, è semplicemente il modo di mangiare normale!Mettitelo in testa!Il pranzo di Polla è un pasto normale, per dare energie e forze al corpo!
    Un piatto di pasta,un’insalata e un dolce non sono un banchetto regale!Cerca di renderti conto di queste cose, cerca di capire che è un modo normale di mangiare…devo scriverti quello che mangio io nei miei pasti?
    Nessuno vuole costringerti a mangiare così, ma cerca almeno di capire che sono i tuoi di pasti ad essere sbagliati!
    Scusa se sono stato così duro, ma davvero voglio che tu ti renda conto di cosa significhi fare un pasto vero…
    Spero rifletterai su queste parole….cmq anche a me avevi dato la netta sensazione di voler essere ironica con il tuo post…
    Come sta andando la giornata cmq?

    Luna, in linea di principio anche io sono diffidente nei confronti delle medicine alternative, soprattutto dopo che ho letto di certe pseudospiegazioni che utilizzavano in maniera sbagliata concetti di fisica moderna….nonostante ciò, io sono anni che mi affido all’omeopatia per curare le mie mille allergie, e finora è l’unica cosa che ha funzionato…ho provato farmaci tradizionali, un vaccino sperimentale e altre mille medicine che non hanno mai funzionato…la persona che mi ha consigliato l’omeopatia è un fisioterapista che segue anche tutte queste medicine alternative…ero andato da lui per un mal di schiena e, senza che gli dicessi nulla, ha iniziato a dirmi che ero allergico a questo, questo e quest’altro….
    quindi boh!non so cosa dire di preciso, però di sicuro c’è ancora molto da capire sul corpo umano, molto più di quanto si pensi!

    Rispondi
  216. Polla
    Polla dice:

    ..ahahah.. ho riletto del mio pranzo.. e.. sai una cosa Vaniglia? mi sono scordata di scrivere che nella pasta ci ho dato anche una spolveratina di pecorino gratuggiato.. ahahah.. ma dai!!! come puoi pensare che sia un pranzo da maiali? (a parte che beati i i maiali che nulla hanno da invidiare a noi uomini..) il tuo commento non mi sorprende per nulla.. inoltre credo proprio di aver fatto un pasto equilibrato,ma non mi importa,importa che vada bene a me.. Inoltre mi spiace molto che le mie parole non ti tornino utili,anzi che tu abbia da farci dell’ironia.mi spiace perchè ci metto il cuore e delle energie per rivolgermi qui.. ma soprattutto mi dispiace per te,perchè capisco di quanto sia brutta la tua situazione.si capisce da ogni frase che scrivi e dalla cattiveria inutile che ogni tanto tiri fuori.. se tu la usassi per guarire,sarebbe incanalata molto meglio,ma non sta a me giudicare,io cerco solo di dire quello che penso e mi spiace che non serva,ma ci provo. ad ogni modo.. FATTI CURARE VANIGLIA!

    Rispondi
  217. miele
    miele dice:

    Vaniglia, se ho capito giusto..hai scritto che sei nutrizionista…hai una formazione specifica in questo campo?

    Chiara* piangi, se ne hai voglia…però ti consiglio di rileggerti tante, tante volte il manifesto postato da Ilaria…e di riflettere su quanti di quei diritti ti stai negando….ti stringo.

    Rispondi
  218. Chiara*
    Chiara* dice:

    L’ ho letto Miele.
    L’ ho letto e me lo sono trascritta. E nel trascriverlo ho pianto.
    Perché tutto quello che mi sto negando è la vita. E’ il diritto di essere me stessa.

    Ora non riesco a trovare parole perché sono a dir poco sconcertata dal commento di Vaniglia.
    E preferisco lasciar correre, fare in modo di dimenticarmene e poi tornare a scrivere a mente lucida.

    Luna grazie. Per me è stata importante la tua testimonianza.

    Vi stringo

    Rispondi
  219. Azimut
    Azimut dice:

    Ho vomitato. Ho comprato un altro pane, altro formaggio e rucola. Ho aspettato un po’ e cominciato a mangiarlo di nuovo. Insieme alle lacrime. Pane e lacrime. Forse non è il modo corretto questo ma ora non ne conosco altri.

    Rispondi
  220. Luna blu
    Luna blu dice:

    Io credo che Vaniglia sia anche molto brava come nutrizionista (ricordo quando scriveva qui prima di laurearsi)…se solo riuscisse a mettere in pratica le cose che ha studiato su se stessa!!!! E credo anche sia una persona molto speciale…quello che ha scritto e che spesso appare come un voler aggredire è solo un risvolto della malattia credo…ma posso anche sbagliarmi…non credo Vaniglia sia cattiva…è solo tanto esasperata dalla malattia che le sta togliendo la vita…insomma è una situazione un po’ tragica…ma io credo che ce la possa fare!!! Dai Vaniglia coraggio!!!!

    Rispondi
  221. Chiara*
    Chiara* dice:

    Azimut ti sto tenerdo stretta a me.
    Se vuoi un pezzetto di quel pane e formaggio lo mangiamo insieme, però poi ce lo teniamo, ok?

    Luna non si possono sempre giustificare certi atteggiamenti. No. Altrimenti ogni cosa è concessa e perdonata solo perché si sta male.
    C’è un limite. E per quanto anch’ io voglia bene a Vaniglia e desideri con tutto il cuore che ce la faccia, questo è inaccettabile.

    Rispondi
  222. silvia
    silvia dice:

    Ritorna uno dei motivi x cui quasi mai commento Vaniglia, nn è cattiveria la mia, ma credo ke cn te nn ci sia punto di confronto e rispetto.

    Polla io ammiro le tue battaglie e vittorie giornaliere e ti prego di continuare a scriverci dei tuoi pasti, dei pasti di una persone ke sta guarendo, di un pasto normale.

    Chiara io sinceramente oggi nn mi vedo molto male, nel senso ke nn mi percepisco giù cm ieri, e sto reagendo uscendo fuori dalla mia gabbia cn tutto ciò ke comporta…mi ci sto buttando davvero verso la mia vita Chiara.

    Miele dipensi aiuti cn le tesi??? buono a sapersi x qnd giungerò alla mia…

    Luna la tua esperienza è molto d’aiuto, a me nn sn stati proposti farmaci, ma alcune gocce fatte coi fiori di bach…sinceramente sn molto scettica sul loro effett, infatti nn sempre faccio la brava e li prendo.

    Ciao Aleph, oggi nn ti ho salutata!

    Rispondi
  223. Aleph
    Aleph dice:

    Ah ecco Silvia, stavo per offendermi!Eheheheh…abbiamo anche scritto praticamente insieme!!!!

    Tra l’altro…Linda???Dove sei???A rapporto!Eheheheh…

    Azimut….ti penso tanto…concretezza!

    Rispondi
  224. Polla
    Polla dice:

    ..ma infatti è quello che cerco di farle capire io.. quello che cerco di fare capire a Vaniglia è che ha perso proprio il contatto con la realtà delle cose.. non si può fare della paura lo scopo di vita. è la malattia.. quindi è qsto quello a cui si va incontro se non ci si fa aiutare o cmq se non si prende in mano la situazione..

    Cmq LunaBlu.. fritti o glutammato.. ok ok.. ma tipo mia mamma il dado lo usa per fare il risotto,le minestre.. e io di conseguenza ho imparato a farlo.. ok,posso evitare a casa mia muovendomi in altro modo,ma.. tipo al ristorante? “scusi,usate il dado???” ma noooo.. non morirò mica. Con tutto l’inquinamento che mi respiro ogni giorno,mi pare inutile stare lì a creare ulteriori fobie.. però si,ci sta evitare se si può ,ma anche azzardarsi.. ecco.. anche il fritto,va beneeeeee..

    Ma Azimut.. che succede? come mai hai vomitato? e ora dove sei? come stai? vieni qui per favore.

    Rispondi
  225. Chiara*
    Chiara* dice:

    Silvia io mi riferivo a come sei generalmente.
    E’ ovvio che un giorno ci si possa sentire meglio del precedente ma questo non cancella la realtà delle cose.
    Io vorrei solo che tu riuscissi ad uscire da quest’ aura di inconcretezza e astrazione che ti circonda. Vorrei che facessi davvero qualcosa per te.
    Non dimenticarti la nostra promessa.

    Rispondi
  226. Luna blu
    Luna blu dice:

    Chiara…Silvia…sono convinta di quello che ho scritto…Vaniglia è una persona che soffre molto…la sua reazione non è detatta dalla cattiveria…la stessa Polla nons e l’è presa per nulla 😉

    Rispondi
  227. Luna blu
    Luna blu dice:

    Silvia io ho già detto cosa penso dei fiori di bach…nn aggiungo altro…solo…fortuna che per me ci son stati gli psicofarmaci!!!!

    Rispondi
  228. Polla
    Polla dice:

    ..grazie Silvia.. a me fa piacere scrivere qui dei miei pasti.. scrivere che ogni giorno mi cucino, che evito di seguire schemi e porzioni, che mi gestisco da sola .. mi piace perchè per me è motivo d’orgoglio,perchè mi fa bene.. non lo faccio per pavoneggiarmi,ma per farvi capire che si può. ecco. ma qsta è la mia modalità.. il fatto di non programmare,mi aiuta a non associare un cibo piuttosto che un altro all’aumento di peso.. inoltre mi fa scordare cosa mangio.. cosa che prima era impossibile. sono le mie piccole battaglie.. le mie piccole conquiste e le mie piccole vittorie che mi stanno aiutando ad andare oltre.. a non avere + paura,perchè c’è sempre qualcosa di nuovo,di bello,di buono e di cattivo.. ma posso scegliere. non un NO a priori.

    Rispondi
  229. Aleph
    Aleph dice:

    Sì Polla sono d’accordo anche io…ok non mangiare fritti tutti i giorni, però se capita quella volta non sarà mica la fine del mondo!L’importante è non esagerare…

    Anche io la penso come Luna…Vaniglia non vuole essere cattiva o sarcastica coi suoi commenti, è il suo dolore che la porta ad essere così…vorrei solo che anche lei riflettesse su quello che stiamo dicendo e ci dicesse la sua!

    Rispondi
  230. Ilaria
    Ilaria dice:

    Si capisce che Vaniglia non ha scritto quelle cose per cattiveria ma per uno stato fisico e mentale ormai allo stremo.
    In ogni caso io AMO i maiali, giusto stasera ne mangerò una parte ahahahah!
    Ma sì dai, sdrammatizziamo un po’ suuuuuuuuuu!

    P.S. ho passato gli ultimi due giorni a piangere e la mia seduta di ieri mi ha dato il colpo di grazia, ma sono ancora qui a sghignazzare per le mie stesse battute cretine… allora esiste una speranza!

    Rispondi
  231. Polla
    Polla dice:

    ..Silvia, io non sono a favore degli psicofarmaci,ma credo anche a chi dice che sono serviti per qsto o quello.. così come per le medicine.. se posso evitare,le evito,ma io cmq non mi ammalo quasi mai e quindi sono anche fortunata! ad ogni modo se dovessi ammalarmi o quando ho avuto qualcosa,i medicinali li ho presi.. quindi..
    credo come sempre che sia soggettivo.. così come l’omeopatia.. o come l’effetto di droghe illegali che differenziano da persona a persona(poi certo,non fanno bene,ma qsto è un altro discorso..eheheheh).. io ho visto molte ragazze bulimiche prendere medicinali per evitare le abbuffate e che non sono serviti a nulla.. ma qsta era la loro esperienza.. come sempre è una questione personale.. i fiori di bach male non ti fanno,ma andrebbero presi con regolarità ed è molto importante anche tu ci creda.. sai quanto possa influire la testa??? vero’???? ecco.

    Rispondi
  232. Azimut
    Azimut dice:

    Luna Blu io capisco che la malattia porti all’esasperazione, però per quanto si sia dilaniate ci sono limiti oltre i quali non è possibile andare. L’offesa gratuita non posso accettarla. Altrimenti qui finiamo per giustificare tutto. Polla è una ragazza in gamba e abbastanza forte da scrollarsela, ma se lo stesso atteggiamento viene tenuto con persone più fragili cosa può accadere? Siamo sicure che questo non possa fare davvero molto male?
    Come va l’occhio?

    Chiara* grazie, ti sento

    Polla non lo so cosa sta succedendo, sono andata out. Sto parecchio male oggi, mi sento destabilizzata. Sono ancora in ufficio ma fra un po prendo la bici e provo a respirare. Ho mangiato esattamente quello che avevo vomitato, non credo che sia un comportamento corretto ma non sapevo che altro fare. E’ stata durissima e ancora di più sarà tenerlo.

    Rispondi
  233. Polla
    Polla dice:

    ..Azimut,la tua particolarità è incredibile. Non so,ma mi sento di dirti che secondo me hai fatto bene.. hai provato e ora però cerca di tenere duro,non fare in modo che il tuo sforzo vada perduto.
    ma per cosa stai male? non pensi che buttare fuori quello che ti fa stare male,ti dia la possibilità di buttare fuori altro in altro modo? non credi che facendo spazio dentro di te,tu possa concederti di trovare spazio per il cibo? ..

    Rispondi
  234. Ilaria
    Ilaria dice:

    Ah Polletta, lascia stare, è meglio se non ne parlo. Niente ripercussioni comunque sul piano alimentare, ne sono molto orgogliosa!

    Rispondi
  235. Polla
    Polla dice:

    ..e brava Ilaria.. niente ripercussioni sul piano alimentare,non significa semplicemente che non hai avuto nessuna ripercussione sul piano alimentare,ma anche che qualcosa si sta muovendo davvero.. non trovi? nel senso che un tempo,una batosta,ti avrebbe portata dove tu sai bene.. ora invece no,ma dubito che sia solo questa la differenza.. no? credo che anche nell’agito del quotidiano sia cambiato qualcosa. BRAVA BRAVA BRAVA!

    Rispondi
  236. Azimut
    Azimut dice:

    Polla sto tenendo duro, non devo assolutamente vanificare questo sforzo. Dentro di me è come se non ci fosse più spazio, ma non c’è neppure fuori. E’ tutto un groviglio. Non riesco ad adattarmi al mondo, alle persone. Mi sento in una mia dimensione e questo sarebbe anche positivo se non portasse sempre e solo all’isolamento. Ora vado un po’ fuori sto mollando e se non riesco a resistere sarà una botta durissima. Mi butto sotto una fontana gelata, cerco una discesa e mi lancio senza freni, mi faccio una depilazione con la pinzetta da ciglia così ci sto 4 giorni, un modo lo devo trovare. In bagno non voglio tornarci, ho una paura che mi porta via.

    Rispondi
  237. silvia
    silvia dice:

    Luna infatti io nn ho detto ke sia cattiveria quella di Vaniglia, ma semplicemente io nn riesco a relazionarmi cn lei.

    Chiara le parole ke ti rivolgo sn sempre le stesse ke indirizzo anke a me, in un piano + concreto sto tenendo fede alla nostra promessa. Tu? nel concreto ke farai ora?

    Azimut reagisci in qlc modo, ma fallo.

    Rispondi
  238. Linda
    Linda dice:

    ilaria, mi fai morire!! hai sempre la battuta pronta a sdrammatizzare quando serve e ti ammiro per la tua positività, continua a ridere delle tue battute cretine ti prego. e brava per come stai facendo andare le cose, sono contenta per te!!!

    azimut, non so perchè ma anche io ho la sensazione di polla, che tu abbia fatto bene… ci stai provando, e per questo sei una grande. io non ci sarei mai riuscita e tu ti stai comunque mettendo alla prova. vai a farti un giro a prendere aria hai detto ?? fai bene, oggi qui è una bella giornata, prenditi del tempo per te.

    polla, io come silvia ti chiedo di continuare a scriverci di te, di tutto ciò che t riguarda. quando leggo i tuoi post e i tuoi pasti non mi sembra di leggere l’elenco di cibo, ma mi sembra di vederti tutta contenta a cucinare canterellando, prendendoti cura di te stessa…io non ho mai fatto paragoni tra le nostre situazioni (tra tutte) e non mi sogno neanche di farli, ed è per questo che leggere di te mi da gioia ogni volta, perchè si capisce che sei serena, che stai facendo un percorso faticoso e in salita ma che ci credi veramente e ti stai impegnando al massimo, ed io sono contenta per te. e so che ce la farai!!

    luna, anche io non credo che vaniglia sia cattiva! però si capisce che il suo rapporto con il cibo è totalmente distorto… il pranzo di polla anche secondo me è normalissima, credo che una persona normale lo consideri una quotidianità. io mangio pochi fritti e uso il dado raramente, però mangio taaaanti dessert e cose dolci!! tutto ok con l’occhio? allora devi veder eil tipo!! 🙂

    silvia, come va oggi?
    e cely dov’è??

    miele, vuoi dare una mano anche a me? non sono neanche in grado di fare una cavolo di tesina per l’orale…che palle!

    chiara, un abbraccio forte. ti penso e spero che questa situazione si sistemi…vedrai, sarai più forte di prima!! leggitele e rileggitele, le regole che ha scritto ilaria, e falle tue!

    aleph, ebbene sì, ho gli occhi a cuoricino e non sto studiando niente e voglio quel maledetto 61 perchè sono stanca di studiare e la mia mente è satura. e tu?????

    ragazzi io studio ma non assimilo più nulla. non so niente, l’orale andrà male e non me ne frega una beneamata mazza. scusate la volgarità, ma io voglio che finisca tuttooooooooooooooooooooooooooooooo.

    ah, oggi mi hanno seriamente scambiata per una donna incinta.la mia matrigna è venuta a prendermi a una visita, ha chiesto a quella dopo di me (io ero dentro l’ambulatorio) chi ci fosse dentro e ha risosto “una ragazza incinta, avevo un vestito verde e i capelli biondi” . voi potete immaginare a che livelli sia la mia colite.

    un abbraccio a tutte voi.
    andrea?

    Rispondi
  239. Ilaria
    Ilaria dice:

    Vi consiglio di non guardare le foto che ho appena postato su FB, non vorrei dovervi risarcire per aver mandato in tilt le vostre tastiere causa eccessiva salivazione ahahahahahah!
    Rideteeeeee che vi fa bene 😀

    Rispondi
  240. Linda
    Linda dice:

    ah, artemide…com’è andato il tuo tuffo nel passato??? anche io a volte sfoglio i vecchi diari e devo dire ch ein generale di solito è una sensazione piacevole, mi fa capire quanto io sia cresciuta e quante cose abbia superato….ma mi fa capire anche che ero proprio scema forte ahahah

    Rispondi
  241. Azimut
    Azimut dice:

    Ilaria le ho appena viste…sei una grande!

    Linda grazie anche a te, davvero. Ce l’ho fatta, è stata una follia ma ci sono riuscita. Ora sono stremata però

    Rispondi
  242. Linda
    Linda dice:

    azimut, anche io sono u po’ in ansia, stasera. sono sola, ho passato il pomeriggio in ospedale a far visite e non riesco a studiare, e poi arriva il mio amico-non-solo-amico. mi vado a fare il silk epil, che è meglio!!
    grande azimut.

    Rispondi
  243. Azimut
    Azimut dice:

    Linda dai che una serata con l’amico-non-solo-amico ti riporterà al mondo. Cerca di rilassarti e di stare tranquilla, ne hai bisogno

    Rispondi
  244. Marianna
    Marianna dice:

    Non so bene cosa scrivere di me perchè ho un gran casino in testa, però ci tenevo a salutarvi e a gioire con voi dei risultati ottenuti.

    Prima di tutto vorrei complimentarmi con Polla. Il tuo riportare quì le tue esperienze, il tuo sperimentare in cucina, la passione, la forza e la buona volontà che ci metti nel preparare i tuoi pranzi, le tue cene mi aiuta tantissimo. Ti invidio in senso positivo, personalmente ancora non sono in grado di affrontare senza sensi di colpa un pasto normale come il tuo però ogni giorno aggiungo qualcosa. Insomma, piano piano voglio arrivare anch’io al punto in cui ti trovi tu. Se per te non è seccante continua pure a scriverci ciò che prepari, sono una frana in cucina, magari mi passi qualche buona ricetta! 🙂

    Miele, cosa ti piacerebbe fare dopo aver terminato il tuo dottorato?Come stai oggi?

    Silvia, per rispondere alla tua domanda, sto cercando 1000 modi diversi per evitare di stare a casa mia. Fino a fine mese sarò nella città in cui studio, poi per il mese di agosto e settembre starò a Vieste per lavoro. Intanto sto cercando un’occupazione che mi porti il più lontano possibile da quì. Ho un contatto su a Milano, però mi piacerebbe poter vivere in una città più piccola, il caos delle grandi metropoli non fa per me.
    Bravissima per come stanno andando le cose, trovo che ti stai aprendo molto di più anche quì e la cosa, oltre a farmi piacere, credo faccia un gran bene anche a te. Ah, volevo anche complimentarmi con te per aver attaccato bottone con una ragazza e aver vinto l’imbarazzo. Io non credo che ne sarei capace. Ogni volta che ci provo arrosisco, balbetto come una scema e finisco per pensare che vorrei nascondermi da qualche parte.

    Azimut, oggi avrei tanto bisogno di un abbraccio…ci stringiamo un pò?

    Linda, allora ti stai preparando per l’incontro galante? 🙂
    Facci sapere come prosegue la storia!

    Chiara, un pensiero speciale per te…

    Un saluto anche ai maschietti del blog Aleph ed Andrea, ad Ilaria che è sempre più irriconoscibile, a Sha, a Uhmhm che aspetto con ansia e a tutte le altre.

    Rispondi
  245. silvia
    silvia dice:

    Linda in bocca al lupo x la tua serata..e vedrai ke presto passerà anke tutta questa ansia x l’esame orale!

    Marianna capisco, dunque lavorerai lì…kissà ke nn ci si possa incontrare…credo davver ke startene x conto tuo possa solo farti bene.

    Luna cm va l’okkio?l’avevo dimenticato!!

    Rispondi
  246. Azimut
    Azimut dice:

    Marianna anch’io ho tanta voglia di un abbraccio. Vieni qui che ti stringo…e poi città piccola, universitaria, lontana… che ne dici?

    Rispondi
  247. miele
    miele dice:

    Marianna, complimenti a te perchè stai cercando di crearti le condizioni per stare bene. Ti faccio “compagnia” nel tentativo quotidiano di aggiungere qualcosa, anch’io sto provando così…

    Su Vaniglia vorrei dire una cosa: anche secondo me a parlare è tutta la distorsione della malattia, ma secondo me potrebbe provare a riflettere sul simbolismo delle espressioni che usa. Ha associato il pranzo di polla al modo di mangiare dei maiali…oerchè proprio i maiali…perchè sono animali che di solito si considerano “sporchi”? allora il cibo (quello abbondante, o condito, o comunque sostanzioso) è una cosa sporca…che cosa contamina? chi è che mangia così, per lei? Secondo me vaniglia è arrabbiata perchè c’è chi mangia così, e lei non può/non vuole/non riesce/ha paura…io per tanto tempo ho trasferito il mio rifiuto per il cibo nel giudizio sulle persone che lo consumano..chi mangia è pigro, è un debole, un istintivo, un primitivo…queste erano le associazioni che facevo.
    Che ne pensi, Vaniglia?

    anche noi, qui, stasera comunque abbiamo fatto la “festa” al maiale, tra prosciutto e bistecca… 🙂

    Ilaria ho visto le foto…io per i dolci non vado matta (mai stata una che ne mangiava, li bramavo molto solo quando non mangiavo nulla) ma i tuoi sembrano davvero squisiti…vedo che li prepari frequentemente: in famiglia di Marcello sono apprezzati?

    silvia brava che ti stai sforzando…mi raccomando anche stasera 😉 …poi tutto va giù con la nostra camomilla!!

    azimut questa cosa che hai fatto, ricomprarti le stesse cose…tu stai sfidando apertamente la tua malattia: il contrario della rassegnazione…io clicco su “MI PIACE”!

    dolce Linda, finita la depilazione pre-serata? eheh…divertiti…
    per la tua tesina, don’t worry: ne ho corrette un paio della maturità, quest’anno, e non era richiesta questa gran “struttura”…cmq se vuoi consigli ci penso volentieri.

    riguardo al mio contributo per eventuali tesi…lo posso dare volentieri su materie umanistiche, più che altro riguardo all’organizzazione del testo, all’uso delle fonti, alla strutturazione della bibliografia, alle citazioni… ma non pensate che io sia wonder-woman…è solo che ci sono in mezzo da una vita, almeno questa capacità spero di averla maturata 🙂
    polla: la tua tu intanto scrivila, poi la leggo e te la correggo più che volentieri!

    stasera vi saluto presto…anche oggi non ho voluto stare al pc perchè ho male agli occhi, così sono stata a trovare i miei e ho iniziato a raccogliere more selvatiche, con cui poi farò marmellata. e anche pesche e pere. ma domani sarò di nuovo qui al lavoro, quindi non mi scappate!

    Chiara, un pensiero notturno per te.
    Ciao aleph!

    Ely, ci leggi ancora?

    Andrea…?

    notte a tutte/i

    Rispondi
  248. yris
    yris dice:

    ciao ragazze/i
    solo per dirvi che vi penso, che vi seguo, che vi leggo.
    sono giorni un po’ così. tornerò quando sarò in forma migliore.

    miele so che ti devo una risposta, anzi due..
    ma stasera non è la serata più adatta. intanto un abbraccio

    azimut, condivido l’applauso: sei stata grande (però la prossima volta possiamo pensare ad un strategia “preventiva”?)

    chiara, io credo che sono parecchie le cose che devi chiarire nel rapporto fra te e francesco, al di là delle affermazioni di tuo padre. se può servire, usale come punto di partenza per… pensare con la TUA testa!

    silvia, marianna, mi piacerebbe incontrarvi questa estate

    ilaria, i tuoi progressi soono meravigliosi e sorprendenti

    Linda, piccola, pensa solo che tra un paio di giorni darai LIBERA!!!

    Girasole, non ho ben capito il tipo di lavoro, ma buttati! io ne ho fatti talmente tanti nella mia vita! ed ognuno di essi mi ha regalato esperienze che poi mi sono “rivenduta”,

    artemide, vedo che finalmente qualcosa si smuove, vai avanti!

    scusate se non commento tutti, ma sono molto stanca.
    bacionotte

    Rispondi
  249. Chiara*
    Chiara* dice:

    Buona notte angeli.
    Sono felice per le conquiste di chi è riuscito a lottare con tenacia, soffro insieme a chi non ce l’ ha fatta e dono un po’ della mia forza a chi sta cercando di combattere sperando che possa aiutare in qualche modo.
    E grazie a chi ha avuto un pensiero per me.
    Vi ho portati nel cuore, sempre qui.
    Notte.

    Rispondi
  250. Polla
    Polla dice:

    ..eccomi riapprodata nel blog.. dove sono stata??? mi sono cucinata le melanzane alla parmigiana,le conoscete??? io non le avevo mai fatte,ma il mio ex coinquilino le faceva sempre e quindi ho appreso e sperimentato.. direi che il risultato è stata buono,forse ho un po’ esagerato con il sale nel sugo,ma le promuovo! :). olè. poi tre bruschettine con i fagiolini e i funghi e ora un bel budino al cioccolato con conseguente caffè.. tiè.

    Miele.. che meraviglia immaginarti a raccogliere i mirtilli.. non sai quanto mi piacerebbe farlo insieme a te.. ti farei mille domande e sorriderei della tua precisione nel fare le cose!!! prima o poi.. ….. Cmq davvero mi leggeresti la tesi??? ma davvero davvero??? stasera e domani mattina cerco di raccimolare un qualcosa che somigli ad un titolo,un indice, mini bibliografia e poi domani in tarda mattinata mi dirigo dalla profe per sentire che dice.. poi si parteeee..

    Linda.. anche io in una fase dei miei disturbi avevo una pancia strana.. anzi,diciamo che la mia pancia ha un po’ rappresentato le mie fasi col cibo.. e.. in un periodo ho avuto di dubbi riguardo al fatto di essere davvero incinta e mia madre ne era sicura.. ma si potrà??? cmq in quel periodo bevevo molti alcolici e ho avuto degli sballi ormonali,quindi era dovuto a quello il gonfiore.. per le coliche invece ne ho fatte di + nelle fasi in cui esageravo con la verdura e con la frutta.. ma cmq influisce molto anche il fattore emotivo e tu stai vivendo una fase di stress sotto molti punti di vista.. cmq il 9 si avvicina,tieni duroooo.. e.. Buona serata per stasera!! sono felice di saperti con gli occhi a cuoricino..

    Azimut.. alla fine è andata eh??? bene bene.. non è una cosa da poco. e stasera invece? sei riuscita a mangiare qualcosa e a tenerlo? dai dai.. procedi..

    Marianna.. ogni percorso è diverso appunto.. come ogni traguardo di conseguenza.. tu stai lavorando,cerca di tenere duro e di continuare a crederci.. io su di me la sto vivendo bene e qsto mi fa pensare che per ognuna possa accedere la stessa cosa. Fidati di te! 🙂

    Yris.. come mai così provata stasera? ancora per il lavoro o è successo qualcosa? cmq anche io vorrei creare un’occasione per incontrarti.. che ne dici??? magari ad agosto.. però sai anche che io ho una bestiolina al seguito.. quindi potrei fermarmi in un ostellino in zona magari.. guarda che non sto scherzando!

    Silvia,ci sei? come va?

    Rispondi
  251. Polla
    Polla dice:

    ..Ragazze, non so come mai mi sia venuto in mente ora.. sarà che sto scrivendo la tesi che tratta il concetto di comunità terapeutica,ma.. al centro dca mi avevano detto che l’unica struttura in italia che ospita in modalità residenziale persone con disturbi dca era a Vicenza e.. sono andata a guardare. In qsta comunità non stanno ragazze a fare i ricoveri,stanno ragazze con diversi disturbi alimentari che decidono di affrontare la cosa facendo una terapia di tipo day hospital ma di diverse durate,di mesi cmq.. non so come sia,ma ho adorato l’idea. ve lo linko.. :). se non mi passano il link cmq la comunità si chiama Silesia a Vicenza.

    http://www.comunitasilesia.it/silesia/index.php?option=com_content&task=view&id=51&Itemid=72

    Rispondi
  252. Ilaria
    Ilaria dice:

    Buonanotte ragazze e ragazzi, sto per andare a letto, ma prima vorrei osservare un minuto di silenzio in onore del maiale che eroicamente si è immolato per il mio piacere ahahahahah!
    Scherzi a parte, ecco una cosa a cui non potrei mai rinunciare (ma nemmeno se me lo chiedessero!): il prosciutto crudo, rigorosamente dolce. Che goduria!
    Rispondo brevemente a Miele e poi me ne vo. Sì, direi che la famiglia apprezza molto i miei tentativi culinari, soprattutto perché, da quando è rimasta vedova, mia suocera non ha più preparato dolci. Pensa che questo venerdì sarà il compleanno del cognatino e per la prima volta nella storia non si comprerà una torta di pasticceria, ma la farò io! Yeeeee!

    Ora vado sul serio. So di risultare un po’ pagliaccia a volte, ma spero con tutto il cuore di riuscire a strapparvi un sorriso, ce n’è bisogno 😉

    Rispondi
  253. Artemide
    Artemide dice:

    Mamma mia che pomeriggio…sono davvero distrutta e tanto tanto commossa, ma andiamo per ordine.
    Densitometria fatta, i risultati venerdì; mio papà ha voluto accompagnarmi perché ero un po’ agitata, poi siamo passati in banca per farmi fare un nuovo bancomat dato che il mio se l’è mangiato uno sportello per il prelievo,poi al punto giallo dell’ospedale per pagarmi LUI il ticket degli esami del sangue come ha fatto per la densitometria e per tutte le visite che sto facendo ed infine ha cercato di risolvere dei problemi che avevo con il pc. Non riuscendo tramite un suo amico abbiamo contattato un tecnico,ma sarebbe arrivato da lì a un’ora e lui è rimasto li a casa mia…quando è stava andando via nn ce l’ho fatta,l’ho abbracciato e tra i singhiozzi ho sussurrato un ti voglio bene,anche lui si è commosso, “ti voglio bene mi ha detto…guarisci presto…” Io non aggiungo altro perché nessuna parola quantifica l’amore che prova per me. E’ vero,devo guarire per me stessa,ma senza l’aiuto psicologico ed economico dei miei…dove sarei ora?
    Avete scritto tantissimo ora,anche se mi scende qualche lacrimuccia,mi dedico a voi
    Aleph, h cominciato dalla quarta ginnasio, ho trovato così tanti diari…potrei farne un libro anche io!
    Artemide!Buon tuffo nei ricordi allora!Facci sapere cosa ne esce poi!
    5 luglio 2011 alle 09:24
    Polla hai scritto a Chiara delle parole belle quanto costruttive e mi permetto di farle mie:”hai la fortuna che la gente intorno a te non si è rassegnata, crede in te e ha voglia di consigliarti(magari sbagliando) per provare a spronarti un po’,ma perchè in te ci crede”E’ quello che fanno i miei con me, vivo da sola,ma ora che sto muovendo finalmente passi fondamentali per lamia guarigione mi sono vicini perché credono in me,hai ragione è bellissimo!
    Luna blu da quanto leggo anche tu per guarire hai avuto psichiatra e psicanalista, nel mio caso la nutrizionista è necessaria perché come scrivi il sistema digerente è talmente mal abituato che la nutrizionista è necessaria per rimparare ad assimilare il cibo…sei stata davvero grande!
    Chiara* gli psicofarmaci sono necessari per uscire da uno stato depressivo che,scusa se te lo dico,ma in te è molto evidente, per combattere contro questa malattia dobbiamo avere anche una forza mentale che la depressione annulla. Non aver paura della dipendenza: un bravo terapeuta sa consigliarti le dosi e i farmaci giusti proprio per nn esserne dipendente. Ah, dimenticavo…nex aumento di peso,anzi,come scrive Luna,evitano le abbuffate!
    Sha complimenti per come hai deciso la situazione…direi che il regalo è più che douto!
    silvia hai ragione: esser stanchi di star male è davvero una sensazione che può smuovere q.sa dentro di noi,è vero all’inizio ti senti invincibile,ma poi schiava di te stessa…non c’è nulla di peggio. Bellissime le tue parole: “voglio una vita ke sia mia”.
    Chiara secondo me ti mette in crisi il fatto ke secondo me anke tu credi ke tuo padre abbia ragione e passar un pò di tempo lontano da lui nn è nascondersi ai problemi, ma è prendersi uno spazio x sè!
    Azimut, Luna e tutte le altre…siete importantissime
    Polla…faccio il tifo per te per l tua tesi,ma con tutto l’entusiasmo che hai non avrai problemi!
    Ilaria bellissima la carta dei diritti, mela scrivo subito, anzi ne farei un QUADRO!
    Luna, riguardo alle cure alternative, mi interessano e mi piacerebbe curarmi solo con quelle,ma sono convinta come te che per certe situazioni i farmaci siano davvero necessari. Sono invece favorevole ad altre esperienze come la danza terapia che spero di iniziare a settembre è un modo per sentire il proprio corpo e amarlo
    Azimut…coraggio, oggi è andata così,ma puoi rialzarti!
    Polla hai scritto una cosa bellissima:ci descrivi come e cosa mangi per farci capire che si può…grazie!
    Ilaria, anche io te lo chiedo: in che senso la seduta di ieri ti ha dato il colpo di grazia?
    Linda il mio tuffo nel passato è davvero un tuffo nel profondo…quante cose ho scritto nel periodo pellicce…c’è davvero materiale per un libro,forse però un po’ troppo stile Moccia!
    Tieni duro per la maturità!
    Marianna…un abbraccio!

    Rispondi
  254. Azimut
    Azimut dice:

    Artemide buonanotte anche a te

    Ilaria adoro la tua “pagliacciaggine”. E un tempo adoravo anche il prosciutto crudo, rigorosamente dolce. Quello ho smesso di mangiarlo ben prima del dca. Quanto tempo…più di molte delle vostre vite…

    Comunque ho anche cenato, risotto allo zafferano. 70 gr e solo quello ma oggi non potevo chiedermi di più. Ma lo sapete che se ci penso mi sembra di essere impazzita? Ma dico cosa mi è saltato in mente di vomitare e mangiare lo stesso panino nel giro di mezzora…se andava male facevo tanto di quel danno… Lo dovevo a qualcuno. Che diceva che io penso solo al bagno. Vado a leggere un po’, devo finire Zoo di Isabella Santacroce, piuttosto denso.
    Ciao a tutte, ciao Alephino

    Rispondi
  255. silvia
    silvia dice:

    Polla sn qui!! Passo prima di spegnere il pc. Certo ke conosco la parmigiana…qui è routine…cn le melanzane o zukkine fritte o gratinate…cmq complimenti, stai diventando una cuoca provetta! Vedrò quel link anke se Vicenza risulta molto lontana…Se vieni da ste parti ci vdiamo…Yris mi sa ke se si unisce anke Chiara saremmo un bel gruppetto!

    Miele di umanistico nei miei studi nn c’è nulla, mi spiace, condividiamo la tisana x ora…

    Azimut cm va?

    Chiara buona notte, qnd ti va sai ke ci sn, nn voglio insistere nelle mie domande.

    Ilaria nn ho visto le foto ma immagino…

    Buona serara tutte amike mie

    Rispondi
  256. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    …POLLA, continuo a non approvare! le melanzane alla parmigiana fatte a regolad’arte sono un piatto unico! che cacchio c’entrano le bruschettine??? ok il budino…

    Rispondi
  257. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    …MARIANNA, ti invidio perché stai cercando di uscire di casa! io non ci riesco malgrado son 2 sere che han ricominciato a rompere le scatole e, quì devo dar ragione a LUNA BLU…me ne devo andare, punto!
    ho paura di non farcela, di non riuscire a pagarmi l’affitto…di non farcela con i soldi…
    sono confusa…eppure stasera mia mamma e mio padre mi han detto che entro domenica devo decidere, se no mi buttano fuori. Di nuovo! quanto è trascorso?? neanche 1 mese dall’ultima discussione…

    LUNA, avevi ragione!
    Intanto non riuscirò a prender sonno, troppi pensieri…non sto tranquilla!

    Rispondi
  258. Polla
    Polla dice:

    ..ahahah.. VANIGLIA,scusami ma mi fai svenire!!! le mie melanzane alla parmigiana non so se erano a regola d’arte,magari vuoi venire qui e te le ripropongo.. cmq i miei pasti non sono studiati,sono quello che mi va di mangiare.. cercando di non farmi mancare nulla,ma non calcolo quanti carboidrati o grassi o proteine ingerisco.. non lo voglio fare e non lo farò. ma ti pare che per uscire davvero da un dca uno debba restare schiavo di altri schemi??? non lo condivido. ok la salute,ma secondo me non mangio male,anzi.. inoltre sono seguita da chi di competenza mi sa indirizzare.. venerdì ho il controllo e poi ti saprò dire se la mia nutrizionista si è inorridita o se mi ha appoggiato. Mettere peso a zucchine scondite è un po’ difficile e io un peso sano per me lo voglio raggiungere.. ecco. non significa ingozzarsi o mangiare male.. significa ascoltarmi,ma anche mangiare quello che c’è senza tante menate.. inoltre credo che anche a peso raggiunto qsta sarebbe cmq la mia alimentazione di mantenimento o cmq la mia alimentazione..ma io credo che tu sia molto lontana dal concepire tutto ciò e non per un discorso che conosci meglio certe cose e mangi sano,ma per ben altri motivi che vanno oltre la questione cibo-fobia-ossessione,per qsto ti dico VANIGLIA.. FATTI CURARE!!!!

    Rispondi
  259. Polla
    Polla dice:

    ..Vaniglia,ma perchè i tuoi genitori ti vogliono sbattere fuori di casa scusa? quale sarebbe il modo per evitare ciò? e perchè pensi che non ce la faresti fuori da lì? puoi sempre pensare di prendere una stanza in casa con altre ragazze e ragazzi.. a Roma ci sono molti studenti o anche lavoratori che come te,fanno fatica a pagare l’affitto di un’intero appartamento.. io l’ho fatto per anni,fino a pochi mesi fa di vivere con studenti per diminuire le spese.. se la tua priorità è andartene,una soluzione la puoi trovare. ma tu vorresti andare o restare? e FARTI CURARE???

    Rispondi
  260. Polla
    Polla dice:

    ..no,mi si è cancellato un pezzo.. ma cmq la conclusione era quella di pensare di farti aiutare,”approfittando” della tua esigenza di andartene e per avere le forze fisiche e mentali per farlo.

    Rispondi
  261. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    vorrei andarmene Polla, non ne posso + di fare il birillo della situazione! la scorsa settimana han litigato loro 2 e allora entrambi erano gentili e carini, ora sono in armonia e rompono le palle a me! magari tra 2/3 gg litigano loro e…insomma, capisci?

    Rispondi
  262. Polla
    Polla dice:

    ..ok,allora perchè non prendi in considerazione l’ipotesi di andare a vivere con altre persone? guarda su bakeca.it e cerca una stanza.. poi vai a vedere le case e valuti.. e riguardo al farti aiutare che mi dici? ancora un NO e basta?

    Rispondi
  263. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    POLLA, faccio così ma ho una paura fottuta di non riuscire a pagare l’affitto…so’ che è dura, per una stanza quì chiedono pure 420 euro! ed è 1 stanza cacchio!

    Rispondi
  264. Girasole
    Girasole dice:

    Buonasera!!!!
    ahhhhhhhhhh………….ma lo sapete che mi avete messo di buon umore stasera? in realtà già lo ero, ma ho letto un paio di cosine di cui sono veramente felice!

    Prima di tutto mi alzo in piedi e faccio un mega inchino ad Azimut! ecchecavolo!!! sto toro proprio l’hai preso per le corna oggi!!!
    mi sembra che tu possa tranquillamente vantarti di aver scalato una montagna mangiando quel panino, e di aver fatto un urlo che si è sentito fin quaggiù con la tua cena! no davvero, non so cos’altro dire! sei una grande sul serio! se andava male facevi danno…ma tu hai fatto bene a provarci, comunque sarebbe andata era già un successo a priori, già solo per il pensiero, e hai vinto! Lo dovevi a qualcuno? chiunque sia…quel qlcn ha avuto un gran ruolo oggi, anche se…la prima a cui lo dovevi, sono convinta, sei tu! e anche tu hai avunto un gran ruolo…eheheh 🙂

    Poi, sto maiale…stasera si è fatto in mille!
    io melone e prosciutto … ehm.. ma poverino…quasi mi spiace…. naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa era troppo buono!
    ohi, ma nn c’è qlc vegetariano qui vero? io nn ho nulla in contrario, giuro, nn giudico…solo un po’ mi spiace per loro 🙂

    3. Polla…cioè, voglio dire, le melanzane alla parmigiana??? boooooooooooooom…. se ci penso le vedo come una bomba nucleare… nn mi hanno mai fatto impazzire, però ammetto che hanno un loro perchè 🙂 ora…penso ne assaggerei un angolino..insomma, troppa carne al fuoco, ma…
    ma sarebbe uno di quei pietti che mi farrebbero dire.. “ok, è fatta! sei fuori! 🙂 ” anche se proprio perchè nn mi fanno impazzire, so che ci sono altri cibi con lo stesso impatto di paura con cui potrei sostituirle… proprio i fritti per esempio o una fettona di torta con mille gr di grassi, magari il tortino al cioccolato con il cuore fondente… ok, la smetto!

    a proposito, anche io ho visto le foto Ilaria…non ho parole! ho anche già rubato il link…molto molto interessante! anche io adoro fare dolci… il desiderio di aprire una pasticceria mi ha portato quasi a un passo…poi, poi è iniziata la malattia…e ora capisco che voglio che resti una passione e nn un lavoro! 🙂

    cmq, mi unisco a tutte…anche io ogni giorno finalmente con regolarità aggiungo qlcs, alla faccia degli integratori… oltra ai condimenti, ai carboidrati, al formaggio… aggiungo sempre qlcs in più di dolce…proprio perchè inizio a ricordami che erano i miei cibi preferiti…e se lo ricorda anche la mia pancia! 🙂

    Vaniglia Vaniglia… mi unisco al coro… quello di cui ci scrive polla è un modo normale di vivere… io personalmente anelo a questo suo comportamento con il cibo, e lo prendo come stimolo a sforzarmi di raggiungere una normalità che nn mi facia avere paura dei cibi…anche io nn mischiavo, anche io avevo le mie regole…ma ora piano piano sto imparando che l’unica regola che devo seguire e ciò che il mio corpo chiede.
    Sei nutrizionista scrivi, bè, non hai risposto a nessuna delle domande che ti è stata rivolta, e io torno a chiederti, proprio per poter capire, non per sfida ti assicuro, o provocazione, ma solo per capire: tu che sei nutrizionista, se ti trovassi davanti una perona come te, cosa le consiglieresti? o una come me, o una come miele per es, o silvia, chiara, linda, ilaria….? nn dico polla, perchè già l’abbiamo capito! 🙂
    però davvero, nn prenderla male, è solo per capire…
    perchè anche io sono arrivata a un livello di conoscenza esagerato, soprattutto dopo aver lavorato in un negozio bio, dove ero a contatto con la “nutrizione” 8 h al giorno… e ciò mi portava a restringere e classificare ancora di più… ma poi…poi ho capito che l’eccesso porta alla demonizzazione, che tt fa male, che tutto fa bene, che nn bisogna mangiare qst o qll, che poi ci sono gli allergici, gli intolleranti…bla bla bla… perchè il nstr corpo nn riconosce più nulla…va in palla!
    bè… ora, con il senno di poi…affermo con certezza, che bisogna mangiare di tutto, che se si mischia un po’, nn è la fine del mondo e che se qualcosa di quello che mangiamo nn va bene: sarà il nostro corpo a dirlo…
    partendo sempre dal presupposto che bisogna mangiare! e bisogna farlo per poter dire….
    punto! forse ho divagato e sono adata un po’ fuori tema, scuasate, ma già lo sapete che sono una chiacchierona!

    Luna, volevo solo ringraziarti per aver raccontato un po’ di te, di come è andata, per me è stato importantissimo, davvero! un percorso diverso da quello che molte di noi sta facendo, a riprova che ognuna è fatta in modo diverso e quello che va bene per una può non andare bene per un’altra, l’importante resta raggiungere l’obiettivo!

    silvia, sbaglio o va meglio? 🙂

    Marianna, anche tu pensierosa sul cambiare città? vieni con me ad ancona?? dai che si fa festa!

    a proposito di ancona… oddio sono in crisissima!
    non dico altro…perchè nn so che dire!
    è un po’ come scegliere tra hotel e servizio civile!

    Yris, andrei a lavorare in un tour operator: organizzazione dei viaggi…
    boh? nn lo so proprio! sicuro è un esperienza in più ma è anche uno stabilirsi in un altro luogo, cambiare in toto, ricominciare dopo tutta la fatica fatta per ricostruire…
    e dire tante scuse che nn so…
    rifletto su questa cosa, devo farlo con me stessa ora! vedremo!

    ok, sono cotta, è l’ora della nanna!

    notte stelle…e stellini!

    Rispondi
  265. Flowerino
    Flowerino dice:

    Ciao a tutte. Vi leggo da un po’, ma solo ora ho deciso di farmi avanti.
    Mi presento: sono una ragazza di 27 anni e soffro di dca da quando ne avevo 15. In tutto questo tempo, ho alternato anoressia, bed e bulimia; ora, dopo anni di psicoterapia, sono riuscita a trovare quello che io chiamo un “equilibrio nel disequilibrio” che tradotto, vuol dire:
    “tendenzialmente me la cavo, non ho quasi più alimenti tabù, ma lo scivolone settimanale è un piacere che ancora mi concedo” (il problema è che quando mi parte la scimmia, è difficile che mi fermi ad UNO scivolone…quindi poi rimettersi in carreggiata è sempre un po’ difficilino, ma a fatica ci si riesce)
    Non so nemmeno io perchè sia qui, onestamente, ma non importa. Vedremo cosa succederà..
    Un saluto a tutte.

    Rispondi
  266. Sha
    Sha dice:

    Bè riconosco che il pranzo di Polla è un pranzo normale…riconosco anche che probabilmente non cel avrei fatta a tenere tutto dentro se avessi mangiato cosi tanto..e proprio per questo I MIEI COMPLIMENTI.

    Vaniglia, qual è la tua situazione per dare una risposta cosi a polla? Mi sono appena resa conto che bè…di te non so nulla! XD

    Rispondi
  267. Andrea
    Andrea dice:

    Salve, mi sento troppo soddisfatto..stasera per la prima volta dopo mesi ho cenato come volevo..avevo un compleanno che si festeggiava in una pizzeria..ho preso un calzone, ho mangiato patatine fritte e crocchette e udite udite, due fette di torta una pistacchio, l’altra nocciola..sentivo lo stomaco durissimo e il desiderio di andare in bagno era forte, e nonostante abbia avuto la possibilità ho deciso razionalmente di non farlo..scusate se non mi faccio sentire spesso, ma questi per me sono gli ultimi giorni di studio leopardiano..avrò modo di leggervi quando avrò un pò più di tempo..sino ad allora, vi volli bene 🙂 notte.

    Rispondi
  268. yris
    yris dice:

    bravo andrea! bravissimo!!
    visto che ce la puoi fare?
    buono studio.

    flowerino, benvenuta.
    succederà che anche tu farai parte di questa grande famiglia.. 🙂
    toglimi una piccola curiosità: da dove deriva da scelta del tuo nick?

    baci e baci a tutti

    Rispondi
  269. Azimut
    Azimut dice:

    Buongiorno polpe e polpi, mi sono appena fatta i miei 5 km di bici sfrenata e i 7 piani di corsa, ma questa volta il cuore ha retto bene. Che poi 5 km sono nulla, a volte mi è venuta la malsana idea di tornare indietro e rifare il percorso ma poi ho pensato alle pratiche sulla scrivania. Non ho dormito nemmeno 2 minuti, ero di un’agitazione assurda. Oggi mi raccattano.

    Girasole belle anche le tue aggiunte. Dovrei imparare a farlo anch’io invece vado avanti con la politica conservativa. Non sono più ridotta al solo yogurt come un tempo, ma per me è ancora impensabile aggiungere un pezzettino di dolce, un contorno o un antipasto. Non è che non li mangio più, ma se lo faccio quello diventa per me un pasto e stop. Quanta strada. Comunque mi presento: volevi una vegetariana? 🙂 Ma per Ancona entro quando devi decidere?

    Andrea sei stato davvero bravo. Questa è la dimostrazione che è davvero possibile farcela

    Flowerino se la benvenuta

    Chiara* ci sei?

    Rispondi
  270. miele
    miele dice:

    Buongiorno maialini&maialine

    Andrea sono orgogliosa di te!

    Yris riposati, oppure ritrovati, insomma prenditi cura di te.

    Vaniglia certo che la parmigiana è un piatto sostanzioso, ma che male possono fare delle bruschettine con le verdure? qui da noi sarebbero un antipasto, quindi ci sta bene. Le mie amiche di Roma prima della pizza si mangiano i supplì, come antipasto…e comincio a pensare che non sia troppo neanche quello…!

    Sha, ma il tuo ragazzo ieri ti ha detto qualcosa dopo l’incontr ocl bimbo? cioè lui come si è sentito?

    ciao flowerino, in che parte d’italia vivi? studi, lavori? raccontaci di te!

    sono al lavoro già da un po’, oggi devo avere pazienza.

    Rispondi
  271. Artemide
    Artemide dice:

    Buongiorno a tutti!
    Dormito male e tanti incubi…la tensione di ieri si è manifestata così,pazienza.In compenso alzarmi alle 7 mi permette di fare quelle cose che si rimandano sempre perchè noiose,ma fatte un po’ per volta nn pesano. Ora ad esempio ho finito di riordinare un po’ i cassetti,poi vado con mio papà per un problema di bolletta, potrebbe andarci lui e basta,ma voglio andare anche io per comiciare a capirci q.sa di tutti questi casini.
    Oggi pomeriggio finalmente in biblioteca a leggere le favole ai bimbi.
    Leggo ora che la questione “parmigiana di Polla” ieri sera è andata avanti, io nn mi pronuncio perchè ovviamente nn sarei imparziale, dico solo una cosa a Polla: vorrei tanto ritonare a cucinare e a mangiare come stai facendo tu…ma ci arriverò, sarà lunga ma ci arriverò!
    Benvenuta Flowerino.Anche tu stai affrontando una lotta molto dura…12 anni di sofferenza tra anoressia, bed e bulimia; la tua situazione di ora credo sia giusto definirla “equilibrio nel disequilibrio”,forse potrebbe adattarsi anche a me,questa è la mia situazione: nell’ordine sbagliato che i miei schemi creano sto cercando di buttare giù queste mura per ricostruirle solide e “vere”.
    Qui ormai per me è una casa,una famiglia,grazie all’esempio e l’aiuto di molte ragazze sto imparando ad amarmi.
    Andrea è bello sentirti così positivo…in bocca al lupo per la tua tesi,ma nn trascurare la TUA SALUTE!
    In attesa di uscire ritorno a leggere i miei vecchi diari.
    A dopo!

    Rispondi
  272. Polla
    Polla dice:

    ..Buondì,io sono svegliaaaaa.. stra pimpante.. ho dormito davvero bene e credo sia proprio una cosa che giovi a tutto.. mente e corpo.. c’è altro??? ahahah. (battuta all’Ilaria la mia???)

    Miele.. ho già voglia di rivederti.. pazzesco.. non so,ho riletto delle cose e mi è venuta sta sensazione. quindi oggi lavori al pc? com’è il clima lì? qui si sta facendo strada la caldazza,dopo qualche giorno di tregua.. va beh.. me ne starò in mutande tutto il dì a caccia di idee fruttifere.. ye. Sto bene bene bene.. Vorrei andare oggi a fare la visita dalla nutrizionista perchè domani mattina ho anche la psicologa(non quella del centro dca)e non mi piace sovraccaricarmi di cose,ma.. va beh.. mi sa che così sarà.. non sempre le terapie mi spolpano,ma ancora a volte succede,quindi poi essendo stanca,faccio un po’ fatica a fare tante altre cose e mi coccolo.così,a me succede così.. ma tu venerdì sei mega impegnata? ci sarebbe una cosetta in ballo.. :).

    Artemide.. hai dormito male e ti sei svegliata presto.. qsta è una componente abbastanza tipica di chi soffre di disturbi alimentari non credi? perchè devi dirti che se ti svegli alle 7 almeno riesci a fare quelle cose che poi “non si ha tempo” di fare?? qsta è palesemente una scusa che ti racconti,ma non a noi, a te stessa.. va benissimo svegliarsi anche alle 5 del mattino,non contesto quello,sempre si torna sul fatto che non c’è una normalità in assoluto,però.. in qsto caso esiste il fatto di non prendere in giro noi stessi.. e ammettere il fatto che si è iperattivi perchè si ha un problema.. che ci si muove in funzione di tale problema e non solo con la mente,ma anche col fisico. Qsto te lo riporto sempre riguardo al fatto che tendi ad avere un po’ un modo accondiscendete con la malattia.. ma credo anche che tu ci possa lavorare,come stai facendo e che se cerchi bene,vedrai che le scuse non ti serviranno +.

    Azimut.. buongiorno.. ma non arrivi al lavoro già stanca dopo aver assecondato un bisogno distorto? nel senso.. a me succedeva che quando facevo sport o cmq mi muovevo in funzione della malattia,poi ero stremata.. e mi rendevo conto che anche lì era la testa,perchè se andavo a fare qualcosa di + impegnativo(tipo giro con le amiche sui colli o che ne so..) ma piacevole e non finalizzato al consumo,il risultato era ben diverso. Assecondare la malattia.. è demotivante e snervante dal mio punto di vista.. credo che non seguirla costi fatica si,ma ci si stanca molto meno perchè da + soddisfazione.Con qsto non significa non usare la bici,pigliare l’ascensore anche per fare 3 gradini o non andare a fare la spesa a piedi,ma sempre e cmq valutando dove inizio io e dove invece è la malattia a spingermi a farlo. voi lo sentite?

    Sha,perchè dici che non riusciresti a tenere un pranzo così? io credo che sia ora di smettere di credere certe cose.. se sei tu che muovi la tua testa,allora ci puoi lavorare..il tuo stomaco invece “ragiona” da sè e un pasto lo può contenere tranquillamente.

    Andrea,sono molto contenta che tu abbia fatto come ti sentivi e che di ciò tu ne abbia tratto beneficio e soddisfazione..ecco,così dovresti fare sempre.. quella non sarà l’ultima cena.. sarà una delle tante.. non significa banchettare tutti i giorni,ma non farsi mancare nulla e anche di +. non c’è troppo se tale non lo percepisci.. fidati di te!

    yris.. buondì anche a te? pronta e attiva? dai dai daiiii..

    un bacio a todos.

    Rispondi
  273. Linda
    Linda dice:

    buongiornoooooooo!!! io sono sveglia, pimpante, pronta per andare a studiare e…contenta!
    ho letto di voi ma sono di super corsa volevo solo dire ad ilaria che le sue foto sono u colpo al cuore!!

    polla, anche io ieri ho fatto le melanzane alla parmgiana!! e dopo mi son mangiata due bei gelati!!

    vado ragazze+aleph+andrea.
    cuori e baci a tutti!

    Rispondi
  274. Ilaria
    Ilaria dice:

    Scusate ragazze, non ho nemmeno salutato…
    Be’, che dire? Mi sto accorgendo che sto prendendo una brutta piega! Se prima il desiderio di punirmi si esprimeva attraverso il cibo – e spero di poter ancora parlare al passato – ora ha trovato un’altra via, e riguarda i miei vecchi “amici”. Continuo a chiamarli così perché non trovo un altro termine. Loro sono il motivo per cui ho passato il weekend e la seduta di lunedì a piangere. Mi mancano, porca miseria! Loro mi odiano e io piango per loro!! Non so cosa darei per poterli rivedere anche solo una volta, magari di nascosto perché so che andrebbe a finire male se mi vedessero… e purtroppo il modo per rivederli così, senza espormi troppo, l’ho trovato. Grazie Facebook che mi suggerisci la loro “amicizia”, grazie davvero! Ho avuto modo di sbirciare nei loro profili. Ho visto che le loro vite continuano bene anche senza di me, sarà forse questa la cosa che più mi fa soffrire. Il fatto di non aver lasciato loro nulla di me, se non l’odio che ora provano nei miei confronti. Il fatto che il gruppo nel frattempo si sia allargato, che mio marito organizzi feste e pizzate (sia chiaro, sono ben felice che si rifaccia una vita!), e io invece sono sola!!
    So che ora mi comporto così proprio per farmi del male. Non riesco a farne a meno. Pensate che stanotte mi è venuta l’idea di accedere con un altro nome (ho una decina di account…) perché mi è venuto il sospetto che qualcuno di loro mi abbia bloccata… infatti così è.
    Sono solo contenta che tutto questo non mi porti più automaticamente all’abbuffata, credo che Polla abbia ragione quando dice che qualcosa in me è cambiato, ma non ho fatto altro che spostare l’attenzione da un male all’altro. Che mi dite? Oggi ho bisogno io di consigli 🙁

    Rispondi
  275. Azimut
    Azimut dice:

    Ilaria nessuno di noi passa nelle vite degli altri senza lasciare traccia. Così come non credo che quello che provano nei tuoi confronti sia odio. Sono semplicemente opportunisti, a loro fa comodo seguire il carro del tuo ex. Ed essere opportunisti è proprio una gran brutta cosa. Che ti importa di frequentare persone così? Che ti importa delle loro pizzate? Lasciali nel loro brodo e concentrati su te stessa, sullo splendido percorso che stai facendo, sui nuovi legami che arriveranno, sul tuo compagno e la vostra vita insieme. Non sei sola. Parti da questo punto fermo. Quelle persone non meritano le tue lacrime

    Ragazze io mi sono persa una pratica. Era sulla scrivania fino a ieri e non la trovo più. Ci sono tutti gli atti vecchi dentro. Se non salta fuori è una rovina. E la mia scrivania è la più ordinata dell’ente, non so cosa sia potuto accadere. Forse mi è finita in un altro fascicolo ma quale? Ora riprendo le ricerche, sono disperata

    Rispondi
  276. Ilaria
    Ilaria dice:

    Azimut, calma, respira. Prova a fare mente locale e pensa a dove realmente possa essere finita. Se c’è una qualche altra pratica con cui questa cartellina possa avere a che fare. Pensa alle pratiche che hai maneggiato ieri. Al limite chiedi se l’ha presa qualcuno. A tutto c’è rimedio.

    Rispondi
  277. miele
    miele dice:

    Azimut stai tranquilla: cercala e la troverai.

    Ilaria anch’io rimugino tantissimo sulle mie vecchie amicizie “finite male”, però mi accorgo che queste persone un segno su di me lo hanno lasciato…io certe me le sogno la notte…! quindi credo di aver fatto altrettanto…rifletti su questo!
    Tu sei una delle persone più energiche e solari che abbia mai incontrato, e andare a vivere lì col tuo ragazzo è stato un passo ultra coraggioso: ne sarai ripagata, vedrai! Ma il tuo ragazzo non ha amici che magari hanno fidanzate, con cui tentare di stringere rapporti?

    Polla…ma tu…mi fai sentire importante 🙂 !
    Fino a domenica sono in fase di correzione tesi, e la sera ho una cena sia venerdì (o forse spostata a sabato, ma lo saprò più avanti) che domenica. Tu organizzati, e poi mi racconterai come è andata!!
    Io e te, la prox volta che ci si incontra, dobbiamo cucinare eh!
    Qui tempo variabile, ma dentro alla mia casina c’è una temperatura costante e piacevole.

    Linda buono studio!poi ci dirai di ieri sera… 😉

    Rispondi
  278. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno!!!

    Ieri poi non vi ho più scritto perchè sono uscito a cena!Gran serata!Anche se poi stanotte mi sono svegliato con un mal di pancia che non mi ha quasi fatto più dormire…va beh, passerà!

    Ieri sera avete scritto tanto, non riesco a commentare tutto!

    Oggi che fate?

    Azimut, stai tranquilla, sono sicuro che troverai quello che cerchi…

    Rispondi
  279. Ilaria
    Ilaria dice:

    Be’ Miele, il mio fidanzato sulla carta ha un sacco di amici, penso sia l’unica persona che conosco che si è sempre fatta voler bene da chiunque e abbia mantenuto un buon rapporto con tutti gli ex compagni di scuola. Unico problema: sono tutti emigrati. Effettivamente, sono veramente pochi i fortunati che si possono permettere di rimanere qui 🙁
    A lui questa cosa non pesa assolutamente, dice che sta bene così, soprattutto perché ha me e fra noi c’è prima di tutto un rapporto paritario, anche di amicizia e complicità. Beato lui, a me invece sta pesando tanto, sta diventando un’ossessione!

    Rispondi
  280. Polla
    Polla dice:

    ..Ilaria, cerchiamo un attimo di fare un po’ di ordine.. proviamo.. tu sei una maga in qsto secondo me.
    dunque.. lo sappiamo vero che i dca altro non sono che lo spostamento di un problema,di una sofferenza,di sofferenze in generale,di malessere,ecc..??? quindi.. ora come ora non stai spostando il problema,anzi,stanno semplicemente riaffiorando quelle che sono le tue vere preoccupazioni,quelle che prima hai spostato sul cibo.. è ben diversa la cosa. quindi.. ora il cibo non verrà utilizzato come strumento di protezione e quindi il caso di muoversi nel mondo reale e affrontare qsta cosa.. quindi concretamente che puoi fare a riguardo? prima di tutto per proteggerti dovresti smettere di andare ad indagare,ma se non riesci a non farlo va beh.. almeno evita di torturati pensando che le loro vite continuano anche senza di te.. beh,che avrebbero dovuto fare? fermare il mondo perchè hai deciso di andartene? non credo.. quindi qui usiamo un po’ di razionalità che ne hai da vendere. altro.. perchè tu soffri di qsta cosa? non capisco.. vorrei che mi spiegassi meglio in modo da collegare le cose. Inoltre anche io la penso come Azimut,ma non importa qsto,non importa come stanno le cose o come dovrebbero stare,importa che tu ci soffri e hai bisogno di rielaborare qsta cosa che macera da troppo in te.. e provare a contattare qualcuno di loro ? magari tramite mail.. magari qualcuno che pensi che sia meno agguerrito.. ma tu sei sicura che siano così schierati contro di te? tu hai mai avuto modo di spiegarti?.. inoltre.. se la tua vita in Sardegna non ti piace,ma perchè cerchi casa lì???lo fai per lui? per amore? per paura? per cosa??? Ilaria,se il tuo desiderio è quello di tornare a vivere dove sei nata,non ti dico che dovresti farlo,ma almeno dichiarare qsto tuo bisogno e capire se è davvero qsto quello che vuoi.. come dici tu a tutto c’è rimedio no? cerca di fermarti un attimo e fare un po’ di ordine.. poco poco..poco alla volta.. come è stato col cibo.. non fare abbuffate di dolore. e non dire che sei sola,perchè essere soli non significa stare da soli.. è ben diversa la cosa. tiè.

    Rispondi
  281. Polla
    Polla dice:

    ..Miele,la prossima volta ti faccio venire qui e sperimentiamo le mie padelle iper fighe.. io direi che se Girasole si vuole aggregare,le facciamo pensare al cibo che le fa + paura al mondo e ce lo spariamo tutte insieme in un mix di ansia&risate.. Cmq sai anche che sarai tu quando vuoi/puoi a farmi propostine,vero? anche per la mostra..avvisami se vai e hai voglia di compagnia.. :).

    Ilaria.. a me sembra che tu abbia le idee ben chiare riguardo ai tuoi bisogni? ne parli mai con lui? gli dici che soffri di qsta situazione?

    Ragazze come sempre io ho fatto tardi..tra poco chiude il ricevimento la mia profe e io sono ancora in mutande. maledizione.. due minuti e mi alzo. promesso. ci devo andare.. voglio andarciiii.. e allora??? viaaaaaa..

    Azimut.. com’è che può sparire una pratica? lo vedi che sei un po’ maga??? non puoi chiedere a qualcuno? cercare qualcosa è un’impresa pazzesca,ma anche banale.. pronti via per la caccia al tesoro!!!

    Rispondi
  282. Azimut
    Azimut dice:

    Ora mi prenderete in giro lo so, ma è una pratica che riguarda la sostituzione di un componente di una commissione. Ora questo tipo non mi ha mai potuta soffrire e del resto io avevo antipatico lui. Alla fine ha dato le dimissioni, secondo me sperando che non venissero accolte e invece sono state accettate. Potete immaginare con che soddisfazione l’ho sostituito. Ieri l’atto era pronto e protocollato. Oggi dovevo spedirlo. E’ sparito. Sono tutti gli anatemi che mi ha mandato, i riti voodoo, avrà la bambolina con gli spilli…

    Rispondi
  283. miele
    miele dice:

    Evvai con la caccia al tesoro!

    Polla….vaiiiii dalla prof.!!!
    Ok la prox volta vengo lì…fatta per la proposta a Girasole, o cmq io mi lascio preparare quello che volete, davvero no problem. Ci metteremo d’accordo presto. La mostra ormai sta espirando..non credo riuscirò ad andarci e mi dispiace, ma al momento la tesi viene prima, aimeh.

    Ciao Aleph…per il male al pancino ci vuole la tisanina…finocchio, rosmarino, tarassaco e rabarbaro: puoi chiederla in erboristeria e te la preparano dosata.

    Rispondi
  284. Aleph
    Aleph dice:

    Ehi Miele mi hai preso per uno sprovveduto????Eheheheheh, scherzo…è che mia mamma quelle tisane le ha tutte…qui da me the, tisane, infusi e pozioni magiche non mancano mai!
    Ormai di the neri, the verdi, the bianchi etc etc sono un esperto!

    Rispondi
  285. Girasole
    Girasole dice:

    Buongiorno!!!
    avevo già scritto un bel post presto stamattina ma poi la batteria mi ha salutato e io dovevo scappare!

    ehi ehi…che fate gallinelle…congetture contro di me?? ahahh…in risposta non mi tocca far altro che spremere il cervello e pensare al mio cibo più proibito in assoluto… perchè quando si fanno le cose di questo calibro, o si fanno bene o non si fanno proprio! e io voglio farle…bene!:)
    allora, sì, a prestissimo…vedete che inizio a prepararmi psicologicamente (solo psicologicamente…promesso…eheheh!)…e poi via alle risate…già ci vedo!

    Azimut… mamma quante volte mi è capitato! solo che io nn sono mai stata particolarmente ordinata…sul lavoro di più, ma poi sono talmente sbadata che ste cose sono all’ordine del giorno!

    cmq, niente panico, siediti, respira, e pensa pensa pensa…. rifai le cose che hai fatto ieri, controlla nei fascicoli, nei cassetti, nei posti più impensabili…
    l’hai fatta vedere a qlcn? qlcn potrebbe averla presa per una qlc ragione e magari si è dimenticato di avvertirti?

    poi… non pensare agli anatemi del tuo ex collega… altrimenti te li tiri di più addosso…scusate, ma io un po’ ci credo a queste cose…
    dai che si sistema tutto…altrimenti ti mando la mia mamma…che nn so come fa…trova sempre tutto (in realtà è anche molto brava a nascondere bene le cose!

    Rispondi
  286. Azimut
    Azimut dice:

    Girasole l’omino per fortuna non è un collega, ma un esterno presidente di un nostro organismo. Niente da fare, è sparita. Ora so già che fra 2 anni arriverà la finanza a chiedere proprio quel fascicolo, ma tanto per allora magari non ci saranno più neanche le mie ossa

    Rispondi
  287. Girasole
    Girasole dice:

    Cara Ilaria….
    scusami, forse nn mi ricordo la storia tra te e il tuo ex, ma caspita, perchè dovrebbero odiarti?
    Hai davvero fatto loro qlcs perchè ti odino?
    a parte questo, qualsiasi cosa sia successa, se davvero tu vuoi recuperare i rapporti con loro, perchè nn mandi loro un messaggio, una mail? cioè, cos’hai da perdere? te lo dico solo perchè, è inutile stare a rimuginare, guardare i loro profili di nascosto e vivere con un passo nel passato.

    Io ho una convinzione, che un gionro mi porterà a imprimermene il simbolo sulla pelle… la vita è un cerchio…che deve essere chiuso…
    non esistono inizio o fine solo una trasformazione delle cose, ma in tutto questo è necessario che nei rapporti con gli altri e con noi stessi, nn ci siamo rancori, rabbie sopite, questioni in sospeso…
    non è facile, anzi, è la cosa più difficile da fare, e ci vuole un tempo indeterminato e indefinito…
    ma….. ma io sono fermamente convinta che sia necessario…chiudere i cerchi, per poter andare avanti…
    questo nn vuol dire che tutto deve morire per chiudere il cerchio…solo bisogna eliminare il rancore, in questo caso…
    puoi decidere di dimenticarli, puoi decidere di fare come se loro davvero fossero solo anni luce di distanza, puoi decidere di prendere di petto la situazione e risolverla… parlare con loro sinceramente, e sentire cosa hanno da dire…dargli e darti la possibilità di spiegarti…

    Ilaria, nn c’è un podo giusto o un modo sbagliato per affrontare la situazione…
    ma solo un’azione che possa essere per te la più risolutiva, che ti porti a stare meglio…
    sicuramente il rischio è di stare ancora peggio a volte, ma ti assicuro che è solo per un breve periodo, poi si capisce che era per il meglio…

    un po’ come con il dca…
    si sta male male, poi si decide di trovare una soluzione, si affronta e nn è facile di sicuro, e verrebbe voglia di mollare tutto…addirittura nn ci si riconosce allo specchio…ma poi, poi, ne sono convinta, un giorno il cerchio si chiuderà…e non potremmo far altro che continuare la nostra vita….:)

    spero di aver detto qlcs di sensato!
    ti abbraccio!

    ragazzi, scappo a pilates!

    ah…aleph…ma sai che anche io ho mal di pancia in sti due gg?
    dai, mal comune, mezzo gaudio…
    miele…vedo che abbiamo un’ulteriore cosa in comune….la passione per i rimedi naturali…interessante!!! 🙂

    Rispondi
  288. miele
    miele dice:

    Girasole: se mai riusciremo ad incontrarci, e se sarà a casa di Polla che si mette ai fornelli magici, io direi che invece non ti devi preparare neanche “psicologicamente”:..è questo il bello!
    Tanto di cibi fobici, mi sa che non faremmo fatica a trovarne, se vogliamo sfidarci su quello…parlo anche per me. Ma insomma prima di tutto viene l’incontrarsi, poi possiamo anche sfruttarlo su questo versante…ben volentieri ma senza creare ansie o pensieri preventivi, per carità.

    Azimut non è che la pratica qualcuno te l’ha sgraffignata? mi auguro di no, ma forse può essere una spiegazione…?

    Chiara*, se ci sei batti un colpo!!

    Rispondi
  289. Ilaria
    Ilaria dice:

    Sì, ok, ora respiro e faccio mente locale.
    Polla, ho le idee chiare su ciò che voglio: una casetta mia, anzi nostra, un’esistenza tranquilla, dei figli. Magari un lavoretto che mi consenta di realizzare tutto ciò e allo stesso tempo di essere presente a casa. Uscire ogni tanto con qualcuno. Direi che basta così.
    Di sicuro dalle mie parti non ci voglio tornare, significherebbe al 110% avere i miei sempre fra i piedi.
    Qui o lì comunque mi fa poca differenza, se non per le questioni pratiche: qui non c’è l’Ikea, qui ci sono molti meno mezzi pubblici, qui… ecc. ecc. Per il resto, come stavo male lì, sto male qui.
    Poi c’è la questione che il mio fidanzato non lavora in un posto che gli consenta di essere trasferito, è un’azienda locale. Ha fatto una fatica immensa a entrare lì e non posso minimamente pensare di chiedergli di mollare tutto per qualcosa che non so nemmeno io.
    Che motivo hanno loro di odiarmi, Monica? È presto detto: ho sposato il loro amico senza esserne innamorata, e l’ho lasciato per una persona conosciuta su Internet… mi rendo conto che dal loro punto di vista io sia una vera e propria puttana (scusate il termine). Peccato che il mio maritino sapesse fin dall’inizio con che intenzioni lo sposavo… peccato che, conoscendolo, con i suoi amici avrà sicuramente gettato tutte le colpe su di me… e peccato che abbia anche una grave malattia, cosa che mi fa passare sicuramente per una crudele senza cuore.
    Ho avuto dei contatti con due di loro. Uno mi ha semplicemente detto (quando ancora si dovevano iniziare le pratiche di separazione) che sperava che la faccenda si risolvesse al più presto, non per me ovviamente, ma per mio marito. L’altro ha fatto un discorso più articolato, mi ha chiesto perché mi fossi comportata così (è stato l’unico), ma una volta che gli ho risposto è sparito di nuovo nel nulla.
    Mi ha delusa soprattutto il fatto che le abbia sempre reputate persone colte e intelligent