La piazzetta del mese di marzo

Photo©:Sjany

La primavera è in arrivo! E questa è la piazzetta del mese di marzo 2011. Benvenuti, dunque, tutti i nuovi (e ovviamente i vecchi) amici della community AB.it.

Da questo link si accede agli ultimi interventi del mese di febbraio. Questa infatti è la piazzetta virtuale dove la nostra community si incontra e si ritrova ogni giorno e che viene aggiornata mese per mese.

Se sei un nuovo arrivato comincia da qui. Entra e guardati intorno. E se l’ambiente ti piace, presentati e sarai il benevenuto tra noi.

1271 commenti
  1. Aleph
    Aleph dice:

    Eccola!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Benvenuta alla nuova piazzeta!!!!!!

    Sono il primo, che onore!

    Ragazze, vi aspetto tutte qui, pronte per un nuovo mese, cariche di voglia di stare bene, ok???

    Rispondi
  2. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Ho evitato il collegio docenti di questo pomeriggio perchè odio quello sguardo misto tra pietà e invidia delle colleghe che intuiscono o sanno (bo?)del mio disturbo, ho riempito la dispensa di dolci,ma non riesco a mangiarli,ho solo voglia di nascondermi:ancora una volta i miei sforzi per essere una buona insegnante se ne vanno all’aria per colpa della mia malattia…

    Rispondi
  3. Aleph
    Aleph dice:

    E il podio è stato completato!!!

    Ciao Girasole!

    Maria Letizia, non buttarti giù, non pensare di non essere una buona insegnante…ti sono vicino

    Polla!!!Ciaoooooo

    Rispondi
  4. Aleph
    Aleph dice:

    Ilaria……cosa succede?
    Respira, butta via i pensieri brutti, prendi una boccata d’aria, fai due passi, ascolta un pò di musica, scrivici, corri, urla, fai qualsiasi cosa ti possa rilassare o far sfogare…
    E’ solo un momento, passerà…
    Non farti prendere dallo sconforto…
    Sono qui.

    Rispondi
  5. Polla
    Polla dice:

    ..Ilaria.. non fare così.. è proprio in qsti momenti che dovresti cercare di ricordare quelle belle sensazioni che provi quanto stai bene,quando riesci a stare bene.. non te ne dimenticare ora! è solo un momento.. un momento nero.. ma passa.. cerca di portare pazienza e di non volerti così male. non crogiolarti nel dolore.. prova a buttarlo fuori come stai facendo scrivendoci.. cerca la forza dentro di te. sei a casa da sola? a che ora arriva la tua dolce metà???? dai!!!!!

    Rispondi
  6. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Ilaria…non so cosa ti porti ad avere q.sti pensieri,ma nn sono così diversi dai miei:credevo che il mio sogno di diventare una brava insegnante fosse ormai una realtà…ma nn faccio che raccogliere fallimenti

    Rispondi
  7. Ilaria
    Ilaria dice:

    Maria Letizia, tu hai un sogno e ti ci devi aggrappare con tutte le tue forze. Io quando mi abbuffo annullo qualsiasi cosa di buono possa avere. Non ho nemmeno più il coraggio di dire al mio fidanzato che sto male, lui non ce la fa più, reagisce facendosi del male fisicamente perché vede che nemmeno la sua presenza mi salva più…

    Rispondi
  8. silvia
    silvia dice:

    Ilaria mi dispiace tantissimo, ma nn puoi andare da qlc? nn avevi detto ke ti seguiva qlc specialista. Putroppo nn dipende dai cari ke hai intorno. Hai degli sogli nel tuo vissuto ke riemergono e ti fanno male, ci sn delle cose irrisolte ke fino a ke nn avrai dissipato nn t’abbandoneranno…stare male così è solo una tua reazione. Io credo ke dovresti riflettere…da quello ke hai scritto in passato hai avuto grandi difficoltà, in parte le hai superate cn la fuga, ma fuggire nn è ke una soluzione provvisoria…ora 6 lì e x molti versi 6 isolata, sperduta e senza stimoli, xkè ti sembra di nn avere le basi x esser qualcosa, qualcuno, x essere te…anke se il + delle volte nn si sa neanke ki si sia o si voglia essere…
    spero di nn avere divagato troppo, ma quello ke volevo dirti è ke tu ora 6! ke stai vivendo, sopravvivndo tuo malgrado, ma nn devi desiderare la morte, ma una vita vera…devi xrò metterti in cammino x raggiungerla..so ke sn parole semplici da dire e molto meno da mettere in patica, io ne sn la dimostrazione vivente ma 6 qui a kiedere aiuto e noi siamo qui a dirti “ci siamo anke noi su quella strada, nn perdere le speranze, hai il diritto di star male e leccarti un pò le tue ferite, ma meriti anke la felicità…”

    Polla grazie x il tuo incoraggiamento su “febbraio”…hai ragione qnd dici ke tanto neanke molte di noi l’avrebbero festeggiato il carnevale fuori…credo ke l’esperienza in quella comunità ti faccia proprio bene.

    Chiara cerca di star tranquilla, nn pensi ke trovarvi in questa prova , tu e li, nn servirebbe x farvi capire qlc in + sul vostro rapporto?nn voglio essere critica, ma nn mi sento di dissentire tanto dai commenti ke rivolge LunaBlu a Francesco.
    A proposito LunaBlu…ovviamente voglio i dettagli di questa bella cenetta…sguardi col massaggiatore compresi…ahah

    Miele cm va?cm stai? passata la colite? Io stasera sn molto molto indecisa se cenare o no. anke domani se mangiare o no…qnd ci provo mi sento male, ma qnd nn ci provo mi sembra di rincorrere il mio dolore…

    Laura la giornata di oggi cm è stata? 6 riuscita a kiamare?
    Buon inizio Marzo a tutte!

    Rispondi
  9. silvia
    silvia dice:

    MariaLetizia scusami, volevo rivolgerti qlc parola…io credo ke tu abbia paura di quel sogno…essere insegnante x te è esere realizzata, è star bene…è essere adulta…e questo ti spaventa da morire…forse mi sbaglio…cmq cerca di fregartene di + degli sguardi e del giudizio della gente…quella nn capisce nulla lo stesso.

    Rispondi
  10. luna blu
    luna blu dice:

    Ciao…son quasi pronta…vestitino bianco corto…cinturone nero..scarpe nuove tacco 12 a spillo bianche e nere… 😉 ….Silvia…non me ne frega niente del massaggiatore…che dire è passata…credo un po’ mi irriti pure il fatto che ci sia… 😉 …

    Ilariaaaaaaaaaa!!! Coraggio!!! Cmq sai che hai una belllissima voce? Abbiamo una cantante tra noi!!!! 🙂 …
    Tra poco vado…prenderei la bici…

    Rispondi
  11. Aleph
    Aleph dice:

    Azimut…..io ho una grande, grandissima pazienza…quindi che ne dici se ci mettiamo lì e con calma, con grandissima calma, quei frammenti li raccogliamo insieme?
    Uno dopo l’altro…non importa se sarà un lavoro duro.
    Un frammento qui, un’altro là…pezzi di un puzzle esistenziale, schegge d’un vetro infranto in sottili parti taglienti che fanno quasi paura a prenderli in mano, ma non ti preoccupare, per ogni ferita, per ogni graffio, c’è sempre un cerotto da mettere.
    E alla fine, ogni singolo atomo di quel vetro ritroverà il suo posto, andando a formare qualcosa di unico, inimitabile, bello. E le cicatrici lasciate dalle schegge resteranno a testimonianza del duro lavoro, del duro percorso, forti della loro esperienza, per rendere ancora migliore il risultato finale…ricordi di momenti che non vanno e non possono essere dimenticati, da portare con orgoglio e gioia, trofei di battaglie perse in una guerra, finalmente, vinta.

    Quel vetro, Azimut, lo ricomponiamo.
    Tu tornerai a essere intera.

    Rispondi
  12. Marianna
    Marianna dice:

    Buonasera a tutte, belle ragazze, ciao principe Aleph!
    Eccoci quì nella nuova piazzetta, anche marzo è arrivato…

    Ragazze, sono un pò tesa, domani mattina ho il primo incontro con lo psicologo e la cosa un pò mi agita. Mi ritornano in mente vecchi trascorsi, brutti ricordi e ho paura che possano ripetersi anche se so che stavolta è diverso. I miei non sanno nulla dello psicologo, li ho volutamente estromessi perchè so che, quanto meno mia madre, mi tartasserebbe di domande e cercherebbe di mettersi in contatto con chi mi segue per avere maggiori informazioni e questo non mi va. Forse sbaglio, non lo so, per adesso sento che è la decisione migliore.
    Ho coinvolto il mio ragazzo, lui mi appoggia pienamente e mi ha detto di contare su di lui per qualsiasi necessità. E’ un ragazzo straordinario, non si arrabbia mai con me, non so dove trovi tutta questa forza.

    Veniamo a voi! 🙂

    Silvia, sono davvero fiera di te!Provaci anche stasera, più ci provi più verrà naturale proseguire su questa strada. Pensa a quanti passi in avanti stai facendo, non ti arrendere, abbandona i brutti pensieri e lo sconforto, hai una grande forza dentro di te, si percepisce.

    Laura, mi dispiace tanto sentirti così giù. Credo anch’io che dovresti chiamare la psicologa, se ti ha dato il suo numero di telefono è proprio perchè è lì ad aiutarti in questi momenti. Hai fatto bene a parlare con tua madre e soprattutto fai benissimo a prendere le distanze da quella persona, non so come tu abbia avuto la forza di mettere piede in quella casa dopo ciò che è successo. Ti abbraccio, facci sapere come stai!

    Chiara, perchè non metti le scarpette e vai a farti una bella corsetta?Devi cercare di scaricare la tensione in qualche modo, di solito correre ti dona un pò di serenità…cmq stai tranquilla, andrà tutto bene…ti siamo tutte vicine!

    Polla, bella polpastrella!!!!!!!!!!
    Che belli i tuoi post, mi fanno sempre riflettere su molte cose che spesso do per scontate…cmq sei una forza della natura!!!

    Azimut, dai, raccontami, che libro c’è sul tuo comodino? Ti stringo forte forte, non ti lascio andare via…

    Ilaria, cosa è successo?Cosa ti ha spinta all’abbuffata?Ti avevo sentita un pò più serena ultimamente, eri così felice dopo lo shopping di sabato…c’è stato qualche evento che ha scatenato questa tua reazione?

    Claudia, riprenditi in fretta dall’influenza!!Ti aspettiamo!!

    Miele, Maria letizia, un saluto speciale per voi!Come va?

    Girasole!!!Aspetta che vengo lì e ti abbraccio forte forte!! Dai, ti offro anche una pizza, che dici? 🙂

    Luna, divertiti e domani facci sapere!Quì vogliamo il gossip!! Wow, tacco 12!Io sembrerei una papera su un tacco così alto, non so portarli! 🙂

    Vaniglia, sono tanto preoccupata…ti prego, se passi di quì lascia un messaggio, non farci stare in pensiero.

    Rispondi
  13. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Poche parole ‘sta sera, ma tantA amarezza e delusione…davvero, mi chiedo, ancora tanti pregiudizi verso chi ha distubi di carattere psicologico al punto da rischiare il posto di lavoro? Io in questa scuola sono precaria e c.que a giugno me ne andrò, ma se fossi di ruolo…scusate se sta sera sono così pessimista e poco altruista, ma la superficialità della gente mi delude tanto.. UN ABBACCIO

    Rispondi
  14. Chiara*
    Chiara* dice:

    vorrei dirvi qualcosa, vorrei trovare delle parole per voi…
    vorrei poter consolare MariaLetizia e rassicurarla perché lei è e sarà un’ insegnante straordinaria!
    vorrei poter abbracciare forte forte Azimut e mettermi li seduta a terra con lei, con una coperta sulle spalle e aiutarla a rimettere insieme quei pezzi…
    vorrei rassicurare Marianna sulla sua seduta di domani e dirle di pensare che non c’è nessun atto d’ amore più grande verso sè stessa se non quello di decidere di chiedere aiuto.
    vorrei prendere per mano Silvia e accompagnarla passo dopo passo in questo lungo cammino, pieno di imprevisti e di cadute e aiutarla a non mollare quando sente che tutto le sta crollando addosso…
    vorrei poter aiutare Laura a superare questo momento così difficile e pieno di rabbia, di tristezza, di abbandono…
    vorrei potermi sedere ad un tavolino in un caffè insieme ad Ilaria e bere una tisana calda chiacchierando del + e del – per poterla distrarre da tutto questo dolore…
    vorrei poter gioire insieme a Polla dei suoi successi.
    vorrei entrare a far colazione con un cornetto di quelli che brucia Girasole e mangiarlo insieme a lei.
    vorrei poter stringere tutte/i voi in un caldo abbraccio…
    vorrei vorrei vorrei… ma non posso.

    notte angeli.

    Rispondi
  15. miele
    miele dice:

    Ciao angeli,

    Ho letto i post di oggi…sofferenza, rabbia, delusione, ferite e frammenti…percepisco un forte disorientamento in alcune di voi…un dolore profondo e lacerante che non trova il giusto sfogo, e rimane dentro a strappare le fila dei giorni.

    Per questa sera vi lascio soltanto il mio saluto ed un pensiero intenso, che spero vi raggiunga e vi tenga compagnia. Non me la sento di commentare, consigliare, spronare, incoraggiare, coccolare. Credo che risulterei troppo dura e determinata nell’esprimere le mie posizioni e mi rendo conto che in alcuni momenti questo può non essere d’aiuto, anzi.
    Per me smettere di remarmi contro ha significato ingaggiare una lotta quotidiana, ora dopo ora, minuto dopo minuto. Volevo solo dirvi che quel che ad un certo momento sembra disastroso, un momento dopo po’ risultare fattibile. E viceversa. E quindi che quando stiamo bene non dobbiamo far finta di non essere mai state male, e quando siamo in un momento nero non dobbiamo scordare l’entusiasmo di quando abbiamo intravisto la luce.

    Spero di ritrovarvi un po’ più serene domani.
    Vi voglio bene, anche se non vi conosco di persona.

    Stasera ho il viso che scoppia di caldo, e i piedi congelati. Di sicuro vuol dire qualcosa, e voglio cercare di ascoltare i miei contrasti.

    Vi auguro una notte dolce, a domani.

    Rispondi
  16. silvia
    silvia dice:

    C’ho provato e ho fallito…ora n riesco a smettere di far di tutto x svuotarmi.
    Cm si fa? Miele…Polla…Girasole…Yris …Luna…cm si fa? sto ricadendo giù.

    Rispondi
  17. Marianna
    Marianna dice:

    Silvia, vieni quì e parla un pò con me.
    Non fa niente che ci sei ricaduta oggi, domani andrò meglio, ma non smettere mai di lottare. MAI!Tu sei più forte di tutto e di tutti

    Rispondi
  18. miele
    miele dice:

    Silvia, si può fare così: si beve una buona camomilla, ci si piazza davanti ad un bel film e si disattiva il cervello. E ci si perdona, anche se si ha mangiato.

    Rispondi
  19. Chiara*
    Chiara* dice:

    Silvia ci hai provato. STOP.
    Non soffermarti sul fallimento. L’ intenzione c’ era e credo che questo sia molto molto importante.

    Miele ti voglio bene.

    Rispondi
  20. miele
    miele dice:

    Silvia: questa domenica mi sentivo un pallone, immensa, inadatta, stupida, incapace, bloccata, incriccata, appallottolata in me stessa. E a colazione ho dovuto mangiare. A pranzo ho dovuto mangiare. E mi aspettava una cena fuori la sera. Per tutto il pomeriggio mi sono dibattuta in casa come un pesce in secca, ero a disagio, non riuscivo a star ferma, continuavo a pensare “stasera ho il diritto di mangiare o no?”. E poi ad un certo punto mi sono schiaffeggiata davanti allo specchio, imponendomi di tornare sulla terra: perchè non avrei dovuto mangiare, quel giorno? Quel mattino? Quel pomeriggio? La sera? Perchè? Non ho trovato una risposta. Non c’è una risposta, capisci? C’è solo quella che ci siamo costruite noi attraverso i giorni del nostr inferno: “Perchè non me lo merito”. Domenica la realtà si è imposta sulla mia volontà: avrei voluto in qualche modo ripulirmi del cibo, ma il modo non c’era. Lo sentivo dentro di me, nella mia pancia. E alla fine mi sono semplicemente messa a fare altro. Convincendomi che il mio disagio era il disagio di quel giorno, non l’eterna condanna della mia vita. E’ arrivata la sera, la cena in compagnia è andata bene, ho mangiato, ho dormito, e lunedì mi sono “svuotata” naturalmente…secondo i ritmi del mio corpo. E mi sono sentita ridicola per l’affanno del giorno prima. Bastava stare tranquille, aspettare, favorire il tempo della vita quotidiana.
    Puoi provarci?

    Rispondi
  21. Azimut
    Azimut dice:

    Aleph…grazie…con tutto il cuore grazie…

    Ta il vomito e il pianto credo di essermi disidratata. Ho scritto una mail alla mia psicologa, avevo un immenso bisogno di lei e col telefono proprio non riesco a contattare nessuno. Mi ha risposto subito. Non vedo l’ora di avere l’incontro per raccontarle quello che è successo. Ma intanto so che mi è vicina e che non sono sola a tentare di capire…perché io non saprei da che parte cominciare a cercare spiegazioni, ho talmente tanta confusione dentro che il caos mi trascina su pendii troppo ripidi. Io non potrei mai comprendere come certi vissuti di bambina possano a tal punto impedirmi la vita di adulta e come dentro di me sia in realtà quella bambina a soffrire. Stasera non doveva accadere tutto questo

    Marianna stasera non sarò in grado di leggere. Sulla testata del letto c’è un libro di Carol Gilligan e Lyn Mikel Brown “L’incontro e la svolta – La psicologia femminile e lo sviluppo delle adolescenti”. Proprio ieri ho terminato di rileggere Sette storie gotiche di Karen Blixen.

    Silvia, Chiara*, Miele un abbraccio

    Ilaria e Claudina vi sono vicina

    Luna Blu e Polla…buonanotte polpastrelle

    Uhmhm, Girasole, Vaniglia, Laura e Maria Letizia stringo anche voi

    tutte le altre che non ho nominato, che hanno scritto e scriveranno

    un abbraccio particolare a yris…che possano giungerti le parole che vorrei dirti…

    Rispondi
  22. silvia
    silvia dice:

    Ok, sn qui…sn andata già 2 volte in bagno, ma ora devo fermarmi ok, nn devo provarci di nuovo. Miele cerkerò di far cm dici, anzi, lo farò e basta! Grazie, grazie davvero…speravo proprio ke mi rispondessi, ho bisogno di voi, La psicot ke mi segue, è brava, ma nn so se derivi dal fatto ke nn so qnt esperienza abbia cn i dca, ma nn ci si sofferma mai troppo su questo aspetto pratico, riguarda tutto il mio percorso dall’infanzia, i miei comportamenti, le mie reazioni, le sofferenze e mi indica + o meno cosa mangiare, m’ha detto di intrdurre poco, cereali e cose sane e biologike, ma io nn sn così…io nn ero così, ero tipo da 3 p…pane pasta pizza…vado in crisi xkè ho cenato, qnd so ke sarebbe + ke lecito x il mio precario stato fisico. sto sui 43 x 1.70 …ok, ora mi fermo e smetto di pensarci.
    Miele farò cm dici, una camomilla.

    Grazie Chiara, grazie Marianna. Mi sento spenta e inutile, fallita x averci provato, fallita x avere ceduto…Ora STOP

    Rispondi
  23. Azimut
    Azimut dice:

    Silvia si va avanti, sono ancora qui nonostante tutto e oggi la voglia di mollare era davvero tanta. Ce la farai anche tu. Ce la faremo tutte

    Rispondi
  24. miele
    miele dice:

    Silvia.
    Lascia stare quello che eri o quello che sarai. Oggi è oggi. Ora. Adesso. Adesso scrostati dal computer e vai a leggere, o meglio ancora guardati un film assolutamente superficiale…meglio se un po’ ironico…e coccolati una tazza di camomilla bollente.
    Silvia della tua situazione magari ne riparleremo..quando vuoi, come vuoi. Hai anche la mia mail. Vorrei dirti alcune cose ma come dicevo sopra, non riesco a trovare i toni giusti stasera.
    Ti penserò prima di addormentarmi!
    Respira sempre a fondo, questo aiuta senza dubbio a ritrovare un po’ di realtà.

    Rispondi
  25. Polla
    Polla dice:

    ..ok,ho delle riflessioni mie da fare, riflessioni che ho maturato durante qsto percorso di malattia/guarigione/presa di coscienza/chiamatelo come volete.
    riguardano un po’ tutte,credo.
    Facendo riferimento a Silvia stasera.. volevo dire che la consolazione che ti devi dare è che non hai fatto nulla di male,che ti stai torturando per una cosa giusta. è come se io stessi male perchè mi sono lavata i capelli,beh,lo dovrò fare per tutta la vita se vorrò avere dei capelli.. certo,posso anche scegliere di non lavarmeli mai + o lavarli una volta al mese o profumarmeli con aromi,quello che voglio,ma poi???? che senso avrebbe??? a cosa mi porterebbe??? a chiudermi in casa perchè me ne vergognerei? e quando esco essere a disagio e pretendere che il resto del mondo non si accorga che non mi lavo i capelli da un mese??? bah.. difficile.. certo,il resto del mondo può pensare quello che vuole,chiaro,che mi importa??? però io dentro di me mi sento profondamente a disagio e so che i capelli prima o poi me li dovrò lavare .. per il resto della mia vita.. e sperimenterò su di me i prodotti che + me li faranno piacere e essere come io li voglio.e quando mi piaceranno,piaceranno anche agli altri o se non piacciono,cmq io non ci troverò nulla di strano,perchè piacciono a me e perchè comprendo che anche a me a volte non piacciono i capelli di altre persone.. ok ok.. tutto qsto per dire che bisogna iniziare a mangiare e che la tua consolazione di stasera Silvia non può e non deve essere quella di dire”domani rimedio non mangiando,mangiando meno o qualsiasi altra cosa,tipo correre come una pazza,ecc..” No.. la tua consolazione è “domani lo farò di nuovo e di nuovo ancora per il resto dei miei giorni” all’inizio della cura il cibo è come una medicina,va visto come tale.. siamo malate e ci serve la medicina e la nostra medicina è il cibo.. niente altro(a livello pratico ovvio.. poi l’amore,ecc.. ma diamolo per scontato ora..)dunque il cibo come cura. mangerai tutti i giorni della tua vita.. ebbene si è così. dura realtà? bah.. non direi. non quando si supera lo scoglio.. il pensiero fobico non passa dopo un pasto e nemmeno dopo due e nemmeno dopo tre,ecc.. il pensiero fobico passa facendo un percorso e investendo in qsto percorso tutte le energie che sono state messe per ammalarsi e anche di +.. non credere che per Miele sia facile mangiare un pasto.. non lo è.. anzi la vive peggio ancora.ma è così.si arriva ad un punto che quella paura la si vuole provare e ce la si tiene lì,finchè mangiare diventerà così normale da non pensarci +. quindi.. il primo passo è mangiare sempre e prendere peso,costanza. questo deve essere l’obiettivo. pensare che si mangerà per sempre se non si vuole schiattare o campare chiusi in casa e sopravvivere.. poi si passa al pensiero fobico. assicuro che mangiare e stare bene è difficile,molto difficile.. è la cosa + dura.. ma bisogna farlo. il cibo come cura e poi il cibo tornerà ad essere un alimento.. una cosa che si fa come tante altre e anzi,sarà un piacere.. se ne sentirà la necessità,ma prima bisogna imparare a farlo. e non passa neanche dopo una pizza,ce ne vogliono di pizze e di cene di natale,ma non bisogna mollare.. il cibo resta il pensierpo fisso anche quando si riprende una normale alimentazione(anche se in forme diverse e alleggerito cmq),per qsto è così difficile..ma si fa.se si vuole.
    agire. qui e ora,farlo subito. partire da adesso non da domani. è dura,ma quanto è dura continuare così???? bah.. mettete qsta cosa sulla bilancia e valutate voi. io credo che siamo tutte d’accordo.. non ne ho dubbi.

    Rispondi
  26. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Buongiorno a tutte …anche a te Aleph!
    Sto un pochino meglio ma ancora sto facendo l’antivirale e l’antibiotico. L’occhio si è quasi sgonfiato, ho ancora il viso gonfio e le fottutissime bole. E poi, mi sento debole…d’altronde questa cosa lascia tanta debolezza. Ancora poi ho forti dolori in testa….

    Stamane mio padre ha ricominciato a rompermi i coglioni e stavolta gli ho risposto bene bene! Gli ho detto proprio che mi ha stancata, dice sempre le stesse cose….gli ho detto che io sto mangiando, che non sto vomitando ( è così, anche xké sarei scema visto lo stato in cui sono, gli antibiotici…) anche poco ma mangio e che io a differenza sua non dipendo da nessuno, mi faccio le cose da sola, e faccio pure x loro e che lui quando ha avuto l’herpes sembrava un relitto…rompeva le palle a tutti, si lamentava, non faceva nulla….( e anche adosso!). Ma la cosa che più gli ho detto e urlato con soddisfazione e quelo che ho sempre pensato è che LUI NON MI ACCETTA E NON MI HA MAI ACCETTATA! Ke soddisfazione….magra direte voi, ma è quello che sento più di tutto!

    Ieri mattina pure pensavo a questa cosa e mi era venuto l’impulso di abbuffarmi, vomitare tutto…poi, ho pensato anche alle parole del mio datore di lavoro, di quanto mi apprezza e alle persone che mi vogliono bene anche se sono così e mi son detta che NON potevo massacrarmi x una persona superficiale, falsa e opportunista senza argomenti come è LUI! E non l’ho fatto…Stamane poi, così….

    Ragazze, non lo so’ ma forse ho trovato da me il nodo della questione senza consulenti psicologi ai quali ho dato soldi su soldi inutilmente! magari ci sarà dell’altro, di sicuro…verrà fuori. Oggi, dopo questo diverbio mi verrebbe da restringere il cibo…ma che senso ha togliermi qlcs di cui ora ho bisogno?? x chi?no, x un bastardo razzista di padre incapace di dare amore non solo a me ma anche a mia mamma non vale la pena!

    Scusate lo sfogo…ora vado a farmi una spremuta.

    Rispondi
  27. Chiara*
    Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Inizia un’ altra lunga giornata, piena di impegni che non so se riuscirò a portare a termine.
    Non ne ho la forza, nè la voglia, nè la determinazione.
    Vorrei solamente potermi lasciar andare del tutto.

    Vaniglia se questo sfogo ti può esser stato d’ aiuto ben venga. Forse per la prima volta sei riuscita ad aprirti senza timore e a tirare fuori tutto quello che avevi dentro.
    Hai detto bene: non ha senso privarti di qualcosa di cui hai bisogno. Perché faresti del male solo a te stessa e non lo meriti.

    MariaLetizia coraggio. Oggi è il famoso mercoledì. Affronta questa ennesima prova nella convinzione che ce la potrai fare e se così non dovesse essere… pazienza. Ci riproverai ancora. Sei una persona bellissima e chi ti sta intorno e ti vuole bene lo sa. Vede MariaLetizia, non la malattia.

    Silvia, Azimut, Miele, Marianna, Laura, Uhmhm, Ilaria, Claudia, Girasole, LunaBlu, Aleph e tutti i miei angeli… vi voglio bene.

    Un abbraccio

    Rispondi
  28. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!

    Luna!Non te la cavi con così poco!Noi vogliamo sapere tutto!Ehehehehehehe….scherzo, sono contento tu abbia passato una bella serata!

    Vaniglia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Son contentissimo che ci hai scritto!
    E sono davvero felice tu sia riuscita ad “aprirti” e sfogarti con tuo padre, anche se litigarci non è sempre la soluzione migliore. Vediamo cmq come reagirà lui, magari capirà qualcosa, no?
    Intanto tu cerca di stare bene, per te stessa. STOP.
    Ti penso tantooooooooooooooooooooooooo

    Chiara!!!Sì che ce l’hai la forza, ne sono sicuro!Non buttarti giù pensando il contrario, non partire in negativo dicendo che non ce la farai. Non fasciarti la testa prima di sbatterla, come si suol dire…vivi la giornata, e i conti li fai alla sera, non al mattino quando ancora devi cominciare. Anche per te: STOP.

    Polla!!!!!Ho letto con interesse quello che hai scritto e spero davvero possa essere d’aiuto per tutte voi. Buona giornata!

    Silvia….allora cosa mangi oggi?

    Azimut….spero oggi riuscirai a scriverci un pò….ti penso

    Marianna!

    Un saluto anche a Uhmuhm, Ilaria, Claudina, Laura, Girasole, Miele, MariaLetizia e anche a chi non ci scrive da un pò…

    Yris!!!Ma dove sei??????

    Buona mattinata

    Aleph

    Rispondi
  29. Luna blu
    Luna blu dice:

    E’ stata una bella serata…son uscita di casa in bici…tacco 12 e gonna corta…5-6 km…ihihiiiihhhh…ormai la bici è la mia protesi…
    Arrivata al circolo prima son andata negli spogliatoi dove c’erano le mie compagne di remo che si cambiavano… ihhhihhhh…e poi siam salite tutte insieme nel salone…e i ragazzi ci han fatto gran festa…
    Il mio tacco 12 ha rscosso parecchio successo…;-)…la cena tutto sommato nn era niente di chè…ma la compagnia!!! Se penso che solo un paio di anni fa sarei almeno andata al bagno a vomitare tre volte e avrei pensato solo a riempirmi di tutto quel cibo…più che potessi…tanto era offerto…e bere acqua gasata…e non vino…e nn godere di quella compagnia stupenda….
    Ad unc erto punto un nsotro amico si è pure buttatoa terra con la macchian fotografica per fotografarmi..ahahhh…che bello quando mi fan sentire così…che bel gruppo che siamo!!!!

    Rispondi
  30. claudina
    claudina dice:

    Buongiorno ragazze,passo un momento a dirvi che vi penso sempre,siete sempre nel mio cuore,un abbraccio grande a tutte voi e ad Aleph.

    Rispondi
  31. Ilaria
    Ilaria dice:

    Passo anch’io velocemente a salutarvi. Oggi ho bisogno di stare un po’ da sola con i miei pensieri, devo raccogliere le idee. Sarete sempre con me, comunque.

    Rispondi
  32. laura
    laura dice:

    marianna in bocca al lupo per l’incontro.

    silvia va meglio, oggi come stai affrontando la giornata.. forza hai bisogno di mangiare alle volte diciamo tanto di vaniglia che ha un peso al limite, maa per la tua altezza direi che anche il tuo peso è al limite.
    lo so che ci provi, che combatti, e che alle volte ci sembra impossibile, che poi i pensieri non fanno che rendere tutto ancora più opaco, ma io ti sostengo, e spero con tutto tutto il cuore che magari fra un anno scriveremo quì e parleremo dei nostri successi, di come stiamo guarendo.

    vaniglia, hai fatto bene ad esprimere a tuo papà quello che pensi, tira fuori i tuoi vissuti, è difficile, ma è lìunica strada, sò come può essere difficile ora gestire le emozioni, provaci, prova a coccolarti e non farti mancare niente.

    io non sono ancora riuscita a chiamare la psicologa, ormai poi è mercoledì, mi sembra che sia già passato tanto tempo, poi cìè mia mamma a casa, non sò…
    ci provo ragazze, ieri no vomito, oggi no vomito, nonostante tante tensioni sul lavoro e nel privato, ma devo imparare a prndere le cose con più semplicità e quel che sarà sarà, io l’impegno l’ho messo, devo imparare a far scorrere e vedere senza rompermi con tremila paranoie e pessimismo. certo più facile a dirsi che a farsi.

    Rispondi
  33. laura
    laura dice:

    ilaria certo che saremo sempre con te, però se vuoi le tue idee vieni ad esporle quì, a condividerle con noi, se hai bisogno sono sicura che qualcuna di noi ti darà appoggio.

    Rispondi
  34. silvia
    silvia dice:

    Buon giornto a tutte…* Aleph.
    Polla grazie x le tue considerazioni…il discorso dei capelli ha colto nel segno…è vero lo condivido, xciò sn qui…xciò ieri ho lottato xciò nn penso proprio ke x te o Miele sia semplice la sfida di ogni giorno, xciò lo stesso motivo mi rivolgo a voi.
    cmq GRAZIE

    Laura hai ragione, so ke nn è una situazione x nulla sana la mia.
    Nn pensare ke sia passato troppo tempo, qnd sarai davanti alla psicologa devi far riemergere tutto…x questo ti suggerisco di scrivere, di prendere nota di quei tuoi stati d’animo, in questo modo potresti recupararli qnd vai da lei, senza far sì ke ti siano passati addosso lasciando solo male…devi collegare gli eventi al concreto e analizzarli cn lei…è difficilissimo, almeno x me è così, ma è l’unica strada.

    Chiara io dico ke ce la puoi fare! coraggio!

    Marianna ieri volevo dirti tante cose, un primo appuntamento è fondamentale e spero ke tu ti trova bene. Sai ke anke io ci vado x conto mia, all’insaputa degli altri…sento ke dev’essere così, sento ke dev’essere una cosa ke faccio solo io x me stessa. Ti farà sentire anke + matura e forse meno dipendente dagli stati tensionali familiari…fammi sapere!

    LunaBlu ke dire….ke in un paio d’anni tu possa fare questo confronto e stare così bene mette tanta luce e tanta voglia di vivere.

    Azimut , Yris, Girasole dove siete?

    Ilaria noi siamo qui x te e x le tue idee…

    Rispondi
  35. laura
    laura dice:

    azimut, ci sono, non ho le parole per starti vicina, però ci sono, purtroppo le forze per reagire le dovrai trovare in te, ma io sono sicura che da qualche parte un bricciolo di forza la troverai, poi non sei sola, cerca qualcuno che ti possa essere di conforto, anche solo con una parola un’abbraccio.

    Rispondi
  36. Chiara*
    Chiara* dice:

    La forza per reagire si trova dentro di noi, è vero.
    Ma purtroppo spesso, molto spesso, è difficile riuscire a farla emergere e usarla nel modo giusto.
    Anche per me oggi è uno di quei giorni, di quei tanti giorni, in cui questa forza proprio non la trovo.
    Ho solo bisogno di farmi ancora più male per anestetizzarmi.

    Vi porto nel cuore.
    Un abbraccio

    Rispondi
  37. silvia
    silvia dice:

    Chiara nn ho nessuna parole ke possa dar un minimo di conforto a te o Azimut…ma vi penso, vi stringo, vi comprendo e tengo molto a voi.

    Rispondi
  38. Polla&Miele
    Polla&Miele dice:

    ciao donzelle…!

    indovinate un po’….oggi Polla e Miele sono insieme a casa di Pollaaaaaaa!!!!!

    Eh sì, ci siamo volute incontrare e ci siamo gustate un bel piatto di pasta al pomodoro… ora siamo qui con il caffè e la sigaretta, e volevamo lasciarvi il nostro saluto e un sorriso.

    Rispondi
  39. Marianna
    Marianna dice:

    Ciao a tutte,ciao Aleph,
    oh, che bello questo incontro!!Raccontateci tutto!! 🙂

    Stamattina primo incontro. Grazie a tutte per il sostegno, il vostro calore mi arriva in pieno!
    Ero un pò spaesata, balbettavo per la tensione però il dottore è stato davvero comprensivo e ha cercato di mettermi a mio agio in tutti i modi. Ho avuto un’ottima impressione, sono contenta di questo.
    Mi ha consigliato di intraprendere un cammino parallelo con una nutrizionista, devo metter su peso e voglio farlo. Ho detto di si, ne sono convinta, voglio riuscirci.

    Ora mi dedico un pò allo studio, stamattina non sono riuscita a far nulla dopo l’incontro.

    Vi abbraccio tutte, spero che la vostra giornata trascorra nel modo più sereno possibile.

    Laura, Silvia, Azimut, Vaniglia, Chiara, vi stringo forte a me. Vi voglio bene, amiche mie.

    Rispondi
  40. Aleph
    Aleph dice:

    E a noi non ci invitate???????Eheheheheh, scherzo, avete fatto bene!Basta che non spettegolate su di noi però!

    Marianna!!Son contento di come ti è andato l’incontro, sono contento delle tue parole, delle tue decisioni, delle tue sensazioni…sono proprio felice!!!!!Continua così….ti starò accanto tutto il tempo!E non è una minaccia…

    Azimut……………………………………………………………………….ti sono vicino

    Silvia…..lotta

    Rispondi
  41. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Ciao a tutte…e a te naturalmente Aleph!

    Dopo la sfuriata di questa mattina, ho creduto bene di vedere come si sarebbe comportato mio padre. Bene, al contrario di come fa spesso, stamane è uscito di casa e mi ha salutata. A pranzo, parlava, parlava….insomma, comportamento normale, non sull’incazzato, non il suo solito modo di reagire…stavolta, ha dovuto indossare la tutina da verme e mi sa pure che se la tiene! 😉
    sono proprio soddisfatta!
    A parte questo ho di nuovo dolori molto forti in testa, l’orecchi pure mi fa male…sto un po’ a pezzi…

    POLLA e MIELE ma voi siete di Roma?? non mi piace questo tete à tete….xké se siete di Roma mi piaceva esser lì con voi….non mi piace la pasta al pomodoro!

    Un abbraccio a tutti…quà piove piove…

    Rispondi
  42. Aleph
    Aleph dice:

    Vaniglia!!!!!
    Non vorrei sbagliarmi, ma Miele e Polla sono di Torino, o da quelle parti…giusto?
    Per il resto, spero che i dolori alla testa ti passino…sei riuscita a mangiare qualcosa oggi?
    Qui non piove, però c’è un cielo grigio grigio che minaccia di nevicare da un momento all’altro…
    Cerca di vedere come si comporta tuo padre nei prossimi giorni, e fammi sapere…
    Ti sono vicino…

    Rispondi
  43. miele
    miele dice:

    (adesso frego Polla sul tempo, lei starà tornando a casa dopo avermi riaccompagnata a prendere il treno)

    Noi non siamo di Roma, ma nemmeno del Piemonte…comunque stiamo al Nord e infatti oggi abbiam preso la neve 🙂
    Abbiamo semplicemente voluto conoscerci e metterci un po’ alla prova. Abbiamo cucinato insieme e mangiato chiacchierando.

    Vaniglia non capisco bene cosa c’entri che a te non piace la pasta al pomodoro…

    Vabbè, il resto lo lascio raccontare a Polla, che è più chiacchierona di me :)))

    Marianna son contenta che tu abbia deciso di intraprendere un percorso. Se e quando volessi confrontarti, sai che ci sono.

    Aleph come stai? Buona giornata, e anche a tutte le altre…

    Rispondi
  44. Azimut
    Azimut dice:

    Marianna sono contenta che l’incontro sia andato bene e che ti senta determinata ad andare avanti. Vedrai che già il fatto di avere dei punti di riferimento ti sarà di grande aiuto.

    Polla aspettiamo il tuo racconto, si è già capito che Miele non vuol darci soddisfazione…

    Silvia…ti sento…

    Rispondi
  45. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Posso dirlo io dove sta Polla?…ve los crive poi lei…se no passo epr la solita impicciona…
    Io adoro la pasta al pomodoro…con tanto basilico e parmigiano….
    Miele credo Vaniglia abbia scritto che nn le piace la pasta al pomodoro perchè oggi voi avete mangiato quella…quindi ha espresso il suo gusto….che strano…la pasta al pomodoro piace a tutti 😉 …Vaniglia ma tu ne mangi di pasta?
    😉

    Rispondi
  46. Polla&Miele
    Polla&Miele dice:

    ..bene bene.. eccomi qui pupattole,allora??? cosa combinate oggi??? qui tempaccio da lupi.. ho appena accompagnato Miele in stazione e poi sono andata in posta a pagare una bolletta,ma avendo sbagliato biglietto e essendomene accorta dopo 20 min.,ne ho dovuto fare un altro e attendere di nuovo il mio turno.. ma quanto sono sveglia??? va beh.. ora sono tornata nella mia dimora..
    Che dire? Miele è Miele.. e mi è piaciuta davvero un sacco e avrei voluto passare con lei molto + tempo,ma credo proprio che ci ritaglieremo altre occasioni. è stata già molto carina a farsi qsto sbattimento.. alla fine la città in cui sto io,dista dalla sua di quasi 200 km,quindi..non proprio comoda come cosa,ma VOLERE è POTERE!!! giusto? ye.
    cmq è andata molto bene.. ci siamo fatte il pranzo e mi sembravamo entrambe tranquille e in accordo di gusti.. e quindi è stato facile! tra una cosa e l’altra non abbiamo mai smesso di parlare,di tutto,ma soprattutto della nostra situazione attuale e di certe prese di coscienza,ma anche di tanti scheletri nell’armadio che cmq vanno gestiti. io sono una chiaccherona è verissssssssimo.. e infatti avrei voluto ascoltarla molto di + perchè le sue parole non sono le parole di una persona qualunque,sono davvero sentite,mi sono d’aiuto e sono vere.. in realtà nei nostri programmi c’era l’intenzione di andare a fare una passeggiata,ma qui stamattina ha iniziato a nevicare,quindi siamo rimaste rintanate al calduccio.. a propositi Miele,le scarpe erano asciutte??? non te l’ho nemmeno chiesto.. speriamo.. com’è la situazione sul treno? dai,porta pazienza che tra qualche oretta sei nella tua casina,al verde come piace a te!!! olè.
    Marianna.. sono contenta di sentirti propositiva.. vedrai che iniziare la terapia ti stimolerà ancora di +,ma non ti abbattere quando avrai dei momenti difficili,fanno parte del percorso..
    MariaLetizia.. com’è andata oggi? come mai così stanca??
    Vaniglia.. no,non siamo di Roma.. siamo un po’ + su,ma se hai voglia di pigliare un mezzo,io ti aspetto! ma niente pasta al pomodoro quindi? come piace a te la pasta? così te la preparo..
    Azimut.. sono tornate un po’ le parole?
    e le altre dove sonooooooo????

    Rispondi
  47. Polla&Miele
    Polla&Miele dice:

    ..gli spaghetti al pomodoro con un sacco di basiluscus sono il mio piatto preferito!!!! seguiti dagli spaghetti alle vongole.. e infatti il prossimo incontro con Miele ce li spariamo,almeno che non si opti per un pic nic.. eheheh.. ah,Miele,forse non ti ho detto che li so cucinare stra bene.dettaglio da non sottovalutare direi. almeno sai che non ti avvelenooooo.. nuuuuuu..

    Rispondi
  48. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Ma Polla!!! Ma che vuoi che ci voglia a cuicinare due spaghetti con le vongole?
    Ahahhhahhh..io nn saprei da che parte cominciare 😉

    Rispondi
  49. miele
    miele dice:

    LunaBlu, certo che avevo capito il riferimento esplicito di Vaniglia…è che non ne avevo capito molto la pertinenza…ma è naturale che se lei (o qualunque altra) fosse stata con noi, avremmo cucinato qualcosa che andasse bene a tutte…
    Vaniglia…secondo me, dopo aver assaggiato il sugo di pomodoro preparato da me medesima con le verdure dell’estate scorsa, potresti cambiare idea…:)

    Polla…la prossima volta allora cucini tu, non c’è storia!

    Allora vi dico io un paio di cosine…la casetta di Polla mi è piaciuta un sacchissimo, siamo state al calduccio non solo nel senso della temperatura, ma anche perchè ci siamo avvolte nelle parole l’una dell’altra. Lei è la la vivacità fatta persona, è molto combattiva e questo le sarà sempre di grande aiuto.
    Polla, le scarpe sono asciutte, anche se il treno non è riscaldato! Prenderò la polmonite?!? Mah, speriamo bene…!

    Ragazze, io e Polla ci incontreremo ancora…ha detto che verrà a fare la spesa nel mio orto, in estate…:) e naturalmente se qualcuna ne ha voglia, possiamo incontrarci anche in più persone…in fondo, trenitalia dovrà pur servire a qualcosa no?

    A più tardi, ora ho il cambio di treno. Baci baci

    Rispondi
  50. Polla
    Polla dice:

    ..Ilaria.. non dire così.. dai. evidentemente in qsti giorni sei un po’ + fragile e non è così facile uscire dal ciclo quando si inizia.. è un po’ una circolo vizioso.. vorrei darti un consiglio illuminante,ma credo che quello che dovresti fare ora è cercare di stare tranquilla e di distrarti.. non hai un bel film da vedere??? e magari anche da consigliarmi visto che stasera sarò a casina al calduccio? si accettano dritte..

    Rispondi
  51. Girasole
    Girasole dice:

    Cia a tutte …ciao Aleph!

    Prima di tutto….
    Miele, Polla…siete la prova vivente che questo è un posto speciale davvero!
    Che bello immaginarvi a cucinare insieme e a fare due chiacchiere….

    Io, poco tempo…voglia di leggervi e di scrivervi….
    Sono un disastro… dopo solo 2 gg di hotel e serv civile mi sento a pezzi con il ginocchio a pezzi!
    e…e la paura di aver fatto una grande stupidaggine a dare le dimissioni per fare il sevizio civile…
    tutti che mi dicono che ho fatto bene…io che ogni tanto mi dimentico il perhcè l’ho fatto! L’ho fatto perché gli orari sono impossibili…troppe ore troppi straordinari, per una paga assurda…6 gg su 7, sempre i weekend… ma…ma il lavoro mi piace….se non fosse che sono sempre sola…se non fosse che solo sporadicamente c’è un collega con cui confrontarmi, che il collega più presente è il mio capo….
    Che per lo più sono autodidatta….
    Ma il lavoro mi piace…. È nel turismo… ciò per cui ho tanto studiato!
    Ma tutti i weekend…troppi pomeriggi se il collega non c’è…
    A volte straordinari fino a tardi….
    E mia mamma che mi dice…rimettiti in sesto, vedrai che poi potrai fare qualsiasi cosa….. non voglio dare la colpa alla malattia, non voglio che abbia tutta quest importanza!!!
    Avrò molto più tempo libero…non sarò nel turismo….staro molto di più in mezzo alla gente…avrò colleghi…ma cosa potrò imparare? Mmmm non lo so…potrò organizzare progetti, con le scole, con il centro giovanile…culturali e no….detto così…wowow fantastico…ma ho paura! E le dimissioni? Non posso più tornare indietro… ma ho detto a l capo che vorrei collaborare ancora…mmmm le mie porte aperte…sempre!
    E se avessi fatto una stupidaggine? Potro perdonarmelo che a 27 anni non riesco a fermarmi e a trovare il mio posto? Non riesco a fare sacrifici? Non riesco a tener duro e nelle difficoltà mi perdo?
    Eppure tutti fanno gavetta!!! E io la voglio fare…ma alle mie condizioni….è possibile? Ha senso? Se mi guardo, mi vedo come una bambina stupida…una rottola senza meta!
    Se solo riuscissi a fermarmi!

    Rispondi
  52. Girasole
    Girasole dice:

    Leggo di voi tutte….vorrei scrivere scrivere scrivere a ognuna di voi….papiri su papiri, ma non ho tempo…e ho esagerato con me stessa!!!!scusate!
    Però…chiara come stai oggi? Tieni duro, coraggio! I croissant… per te cerco di cuocerlo a puntino
    Ilaria, silvia, forza, dai dai dai!!!!! Tanetevi su, tenete duro….uscite, fate qualcosa! Ci siamo noi, siamo le vostre spalle!
    Marianna, sono contenta per il tuo incontro! Dai, che stai ricominciando da te! Per la pizza….volentieri!:-)
    Uhmuhm?

    Bacio grande a tutte

    Rispondi
  53. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Polla…sembri proprio un pollo…casina…calduccio..ihihihhhh…
    Girasole..nonr icordo che cosa facevi prima…cmq credo siano normali el tue paure conq uesto cambio drastico di vita…ma hai fatto ciò che sentivi e secondo me è quello che dovevi fare!!!! Non devi avere paura di chiudere le porte…o di taglaire il cordone ombelicale… ;-)…
    Ilaria cosa è successo che ti ha fatto reagire così? urla…sfogati…qui ti ascoltiamo…fai finta di scrivee qui tutto l’odio e le paure…e la rabbia che senti dentro…vorrei leggere un post bello pieno di te incazzata….prova a farlo!…non riversalo su te stessa…forse ti serve…son qua che attendo di le ggere :-*

    Rispondi
  54. silvia
    silvia dice:

    Miele, Polla…fate venire una gran voglia d’incontrarvi anke a me! sarebbe bello!
    oggi ho vinto, oggi ce l’ho fatta, ho mangiato xkè avevo fame, nn me ne sn privata nonostante ieri, e ho lavorato senza pensarci…o meglio pensandoci ma scacciando il pensiero…
    Azimut cm va? cm stai?
    Chiara tu ke dici?
    Girasole troppi dubbi…hai fatto una scelta …basta, nn esistono decisioni giuste in assoluto…si vive di percorsi e di strade ke sn unici x ognuno di noi…

    LunaBlu ke fai stasera, niente uscite?
    qui è scoppiata una pioggia improvvisa!

    Rispondi
  55. Marianna
    Marianna dice:

    Silvia, mi sa tanto che io e te siamo davvero molto vicine! 🙂
    Io ho fatto appena in tempo a ritirare le cose che avevo messo ad asciugare fuori, complice il sole che ci ha accompagnate oggi, che è venuto a piovere!
    Cmq, brava, brava ,bravaaaaaaaaaaaa!!!Ce la farai, ne sono sicura!Oggi gioisco insieme a te!!Evvivaaaaa!!

    Girasole, concordo con quanto ti ha detto Silvia. Non ci sono scelte giuste al 100%…hai scelto ciò che ti è sembrato più stimolante, secondo me hai fatto benissimo. Poi è ovvio che ci sia un pò di paura, i cambiamenti sono come i salti nel vuoto, ma dobbiamo credere in quello che facciamo, sempre! L’inizio poi, è sempre la parte più difficile, ma noi siamo con te! Ti mando un abbraccio stritolante! 🙂

    Miele e Polla, vi immagino insieme a preparare la pasta, con Polla che parla parla parla e Miele che ride! Mi sembra un bel quadretto, mi fa tanto piacere!
    Mi sa che in questo mio percorso di terapia vi tartasserò di domande! 🙂

    Maria Letizia, come è andata questa giornata?Hai riposato un poco?Ti penso…

    Azimut, sono lì con te…come stai?

    Vaniglia, hai fatto bene a sfogarti, ad aprirti e soprattutto a non punirti per colpe che non sono tue. Resto dell’idea che dovresti andar via da lì e circondarti di gente che ti rispetti e cerchi di aiutarti. Dimmi un pò, qual è il tuo piatto preferito?Mi organizzo, vengo a Roma e ce lo prepariamo insieme…che dici?

    Aleph, ci sei?Che fai? 🙂

    Yris….mi manchi!!!

    Chiara…

    A più tardi belle ragazze!!

    Rispondi
  56. Azimut
    Azimut dice:

    Davvero Girasole hai fatto una scelta, ma da una parte ci sono le cose note per quanto faticose esse siano, ci sono strade già percorse…dall’altra quello che ancora non è conosciuto e che proprio per questo fa tanta paura. Se hai deciso di dare le dimissioni vuol dire che in quel momento il tuo filo da seguire era quello e anche se all’inizio dovesse rivelarsi una via che non ti convince pienamente quel filo ti condurrà su nuovi sentieri che a loro volta si apriranno sul divenire

    Silvia che bello, sono immensamente felice

    Chiara* ti abbraccio forte

    yris…qui si parla di treni italia…forse noi dovremmo parlare di ryanair…

    Rispondi
  57. Chiara*
    Chiara* dice:

    Miele, Polla sono felice per il vostro incontro.
    Chissà, magari un giorno, visto che anch’ io sono “di queste parti”, riusciremo a trovarci e a fumarci quella sigaretta insieme.

    Marianna il primo scoglio l’ hai superato. Ed è molto importante che questa persona ti abbia fatto da subito una bella impressione.
    Sono davvero orgogliosa per la scelta che hai preso di farti seguire dal nutrizionista. Brava!

    Silvia mi sono venute le lacrime agli occhi… sembri un’ altra persona. Fino a qualche giorno fa dalle tue parole traspariva solo arresa, frustrazione, dolore e ora invece ti sento così combattiva, così desiderosa di cambiare rotta… mi riempie il cuore tutto questo!

    Ilaria vorrei poter trovare delle parole per te ma non ci riesco.
    Perché so been cosa provi. Oggi il mostro ha preso anche me e so che niente riuscirebbe a farmi sentire meglio.
    Sappi solo che ti sono vicina e che prima o poi tutto questo sarà solo un brutto ricordo.

    Girasole basta con i dubbi! hai preso la tua decisione e se ci sei arrivata è solo perché l’ hai voluto e desiderato.
    Non pentirti di quello che hai fatto ma va avanti a testa alta! Se hai seguito il tuo cuore non avrai commesso alcun errore!

    Vaniglia sai che nemmeno a me piace la pasta al pomodoro? Non mi sa di niente! E poi sarà che da piccola ne ho mangiata talmente tanta (mia mamma la faceva tutti i santi giorni) che crescendo mi è andata in odio!
    Forza Vaniglia. Forza.

    Azimut questi tuoi silenzi mi fanno davvero star male.
    Vorrei sapere come stai, cosa ti passa per la testa, cosa stai facendo.
    Ti prego, cerca di non rinchiuderti in te stessa. Io sono qui. Usami.

    MariaLetizia come è andata questa giornata? Spero che tu stasera ci dica qualcosa di positivo…

    Laura ti sento assente. Cosa c’è? Come stai?

    Yris è da molto che non scrivi…

    Bene. Ora scusate ma devo andare in bagno a terminare il mio lavoro.
    Che bello… non vedevo proprio l’ ora! Aspettavo questo momento da non so quanto.
    Sono una perdente. E basta.

    Rispondi
  58. Chiara*
    Chiara* dice:

    Velocissima.
    Un lampo.
    Ormai conosco perfettamente a memoria ogni accorgimento per far presto, così da non farmi scoprire né sentire. Lascio per fino la porta del bagno aperta.
    Sono un automa.
    Conosco il fondo del cesso meglio di qualunque altro luogo.
    Ora sto meglio. Sì sto decisamente molto molto meglio.
    Nonostante le mani dilaniate, la gola che brucia, gli occhi rossi, gonfi e umidi.
    E quel vuoto. Quel vuoto che mi obbligo a riempire e svuotare come se fosse l’ unica cosa che abbia un senso.
    Quel vuoto che fa parte di me e che ogni tanto devo colmare per poi poter assecondare il bisogno di sentirlo ancora più vuoto.
    Lo cerco. Ne sento la necessità.
    Poi quando tutto finisce, per qualche istante, mi sento bene. Come adesso.
    Mi sento finalmente pulita. E’ come se tutto quello sporco venisse raschiato via.
    E poi… poi ecco calare la tristezza. La pietà. L’ immensa pena e autocommiserazione.
    Mi guardo allo specchio e vedo un viso irriconoscibile. Vedo una persona che non è niente.
    Il vuoto si fa sempre più forte, sempre più “pieno”. Ma non ho più voglia di riempirlo.
    Voglio che resti lì dov’è così com’ è. Voglio sentirlo avvolgermi e voglio lasciarmi trascinare via.
    Vado a farmi una doccia. Mi sento addosso l’ odore acre del vomito.
    Quell’ odore maledetto che non se ne va via dalle mani nemmeno lavandole 10, 100, 1000 volte.
    E poi mi infilo sotto le coperte. Laciandomi travolgere da quelle assurde sensazioni… euforia mista a rabbia, soddisfazione mista a disgusto.

    Buona notte angeli.

    Rispondi
  59. laura
    laura dice:

    miele e polla wow..

    silvia complimentoni

    chiara, che dire, perchè ti stai punendo,… oppure stai godendo di questa sofferenza?

    Rispondi
  60. uhmhm
    uhmhm dice:

    E’ una lotta stenuante. Pronunciare parole che poi diventano realtà. Ho paura. Paura che il prossimo passo sia qualcosa di più simile a bulimia o binge. ancora più difficile da accettare.
    Non penso ad altro. Nulla è normale.

    Rispondi
  61. Chiara*
    Chiara* dice:

    Ne godo Laura.
    In questo momento è ciò che cerco. Sofferenza per lenire altra sofferenza.
    Chiodo scaccia chiodo si dice, no?
    Il perché non lo so nemmeno io. Ne ho solamente bisogno.

    Uhmhm se questa è la tua paura allora fermati. Fai qualcosa adesso subito prima che sia troppo tardi.
    Il passo è breve, brevissimo. Non sempre è una strada segnata ma facilmente ci si ritrova percorrendola.
    Se ne sei consapevole, se senti che ci sei vicina fermati. Fermati e inverti rotta definitivamente.
    Non sei sola.

    Azimut tra quel dolore, quelle pieghe, quelle visioni… cerca di trovarvi qualcosa che abbia un senso. Cerca di non lasciarti andare.
    Ti prego.

    Vado a letto. Come se non bastasse ho fatto una gran cazzata. Un bel mix di lassativi, ansiolitici e sonnifero.
    Scusate. Sono una scema.
    La vita è preziosa. Cazzo non va buttata via così.

    Rispondi
  62. silvia
    silvia dice:

    Infatti no Chiara, nn va buttata via così. Noi siamo qui, ma devi esserci anke tu, in tutta la tua coscenza..cn la tua presenza e nn in uno stato di sofferenza vana… ti stringo!

    Marianna sn felice ke sia andata bene l’appuntamento…si anke io ho fatto esattamente la stessa cosa, corsa fuori a prendere i panni stesi…e ora nn piove manco +…siam vicine sì!!

    Azimut ke fai…cm va?

    Fermati Uhmhm…kiedi aiuto.

    LunaBlu è tornato il tuo “ex”?

    cmq ragazze stasera c’ho provato di nuovo e sn qui a trattenere tutto…

    Rispondi
  63. uhmhm
    uhmhm dice:

    Forza Silvia, vedrai che ce la fai 🙂

    Chiara. Si, hai fatto proprio una cazzata. Sono dure le mie parole. Continui a punirti e poi a dirti che sei una perdente. Poi lo rifai.
    Faccio parte del club. Sono stufa di essere clemente verso di noi. No. Non ci sono scuse. Nessuna.
    Punto primo, se la soluzione che vorremmo fosse farla finita per sempre, i mezzi ci sono. Ma se siamo qui, e continuiamo a dirci di voler lottare, o comunque già solo il fatto di essere qui, vuol dire che in fin dei conti non siamo pronte ad arrenderci.
    Dunque, vomitare, scomparire, piccola sempre più piccola. Che palle. Questa gara la vinci con te stessa. L’hai vinta mille volte. Non ha iniziato ad annoiarti?
    Il punto sta nel gareggiare (sempre con noi, prima di tutto) con altri obiettivi. Detto a parole, è semplice. I fatti un po’ meno. Qui non sei sola. Qui, non credo di essere l’unica a pensarlo, basta autocommiserarsi. Tenta di reagire.
    Che non vuol dire saranno sempre vittorie, ma magari ogni tanto ne otterrai qualcuna in più.
    Scusa. Se dico questo è perchè mi interessa di te. Perchè le tue parole mi fanno male.
    Forza.

    Azimut, ti penso molto.

    Girasole, anch’io avevo studiato nel turismo alle superiori. In realtà gli sbocchi potrebbero essere milioni, non per forza stare in isolamento dietro a un bancone. Pensa che per ora ti concentrerai su altro poi potresti fare il patentino per guida turistica, trovare un altro posto più simile a quello dov’eri ora. Il bello del lavorare nel turismo è l’avere la possibilità di incontrare gente nuova, confrontarsi, imparare dall’esperienza. Se lì ottenevi ben poco di tutto ciò, forse hai fatto comunque bene a cambiare.

    Laura, le mani del video. Ossessioni.

    Marianna, sono felice per l’impressione che hai avuto ieri.

    Polla, Miele, vi immagino, meravigliosamente insieme. Che bell’immagine 🙂

    Io sono qui.
    Vorrei andare a vedere il mare d’inverno.

    Rispondi
  64. Aleph
    Aleph dice:

    Uhmuhm, wow!Quanta forza nelle tue parole per Chiara…credo tu abbia fatto bene a scriverle, in qualche modo ci vuole anche quello qui…ed è bello sentirti così determinata, razionale, lucida, consapevole, arrabbiata e tutto il resto nei confronti della malattia. Brava.

    Chiara………ti mando un pensiero grande grande grande. Non devi punirti, semplicemente perchè non c’è motivo di farlo. STOP. Nient’altro. Ti sono vicino.

    Silviaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!Lotta…ti penso…

    Azimut, se mi stai leggendo, buonanotte.

    Vaniglia, dormi tranquilla.

    Ora scappo a letto pure io

    A domani

    Aleph

    Rispondi
  65. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Buongiorno a tutti…
    spero questa sia una buona giornata, io oggi mi sento un po’ giù per via dei segni e del rossore che ancora ho sul viso, le bolle sono quasi andate via….sembro una varicellosa!

    LUNA BLU, la pasta la mangio ma non quella di grano, solo quella di mais! l’altra la vomito….
    peccato che Polla e Miele siano di Torino…

    ….ieri ho avuto un mezzo diverbio con mia sorella…mi sono scocciata!

    LUNA BLU ma perché non vuoi tornare a casa? insomma, sei o no nella nuova casa da sola?

    …mio padre si è alzato ora…keppalle! è troppo presto, ma si è presentato a fare colazione! che fastidio, non lo sopporto! disolito si alza più tardi…
    Che sia una giornata ricca di eventi positivi x tutti…

    Rispondi
  66. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Buongiorno a tutte. Ieri sera sono crollata, il mercoledì mi uccide, i ragazzi mi succhiano tutte le mie energie, poi ieri sera, per stare un po’ insieme, Ale mi ha fatto una sorpresa e mi ha portato a cena fuori. Lo sa che fuori e in più in un buon ristorante mangio di più, io lo so che lo fa per il mio bene, ma queta mattina…un altro chilo in più, comincio a sentirmi grassa e goffa ora ho superatoi 43, lo so che in questa settimana son sempre un po’ gonfia, ma la mia testa malata non lo accetta e ricomincio con il regime restrittivo. Sono così confusa e stanca…quando finirà tutto questo?

    Rispondi
  67. miele
    miele dice:

    Maria Letizia, tutto questo finirà quando il tuo corpo avrà spontaneamente raggiunto il tuo peso forma (che decide LUI, non tu) e si assesterà a quel livello. A quel punto, potrai mangiare tranquillamente, potrà capitare di non mangiare sempre adeguatamente ecc., ma più o meno il tuo peso resterà quello. E tu potrai finalmente cominciare ad affrontare la tua vera vita.

    silvia, mi fa un immenso piacere sentirti decisa…lo sai, te l’ho anche scritto per email.

    uhmhm, puoi spiegarmi un po’ meglio la paura di cadere nella bulimia? mi sembra di capire che tu dovresti mangiare di più ma hai paura che facendolo non saprai fermarti…è giusto così? E’ una paura che condivido con te, alcune volte…ma io credo che qui debba entrare in gioco un po’ di semplice ragionamento: l’alternativa è tra il rischiare questa caduta, e il rimanere per sempre vittima del sottopeso e delle insalatine scondite…

    Chiara*, concordo con silvia che ti scrive “noi siamo qui, ma devi esserci anche tu”…dove sei, Chiara*?
    Quando scrivi, sembra che a scrivere sia solo la tua mano. sembra che tu ti osservi distaccatamente e cinicamente dall’esterno.
    Perchè continui a stordirti con cose che non ti permettono di affrontare il tuo malessere? Perchè continui a rimandare la lotta vera, quella che potrebbe trascinarti fuori dalla melma?
    E sono d’accordo con le parole che uhmhm ti ha rivolto. Auto-flagellarsi, nei fatti e con le parole, è comprensibile…ma qui non hai bisogno di farlo…qui noi tutte/i comprendiamo questo tipo di sofferenza.
    Te l’ho detto tante volte…non credo che aspettare chissà quale svolta mentale sia la via migliore…
    Puoi anche continuare a sostenere che il tuo problema principale non è col cibo…ma di fatto tu fai esercizio fisico spinto, mangi solo certe cose, vomiti e ti riempi di lassativi…tutto questo compone abbastanza bene il profilo di un disturbo alimentare. Vogliamo affrontare la cosa?

    Vaniglia…forse hai letto solo il post di Aleph…io è Polla non siamo di Torino…

    Azimut, che mi racconti, frammenti a parte?

    Rispondi
  68. yris
    yris dice:

    ragazze, è un’altra di quelle settimana da 18 ore giornaliere di lavoro.
    ma vi leggo, vi ascolto, ci sono dietro le quinte, pronta a darvi una mano, pronta a tenere la vostra..
    ed è un meraviglia ritrovarvi a sera..

    brava silvia, brava.. come sono contenta che ci stai provando!

    chiara, tira fuori tutto oggi con la tua psicologa. e poi facci sapere. non fasciarti la testa prima del tempo.. noi siamo qui.

    miele, polla, è dolce pensarvi assieme. cominciate a programmare un lungo viaggio in treno.. e tu azimut invece pensa all’aereo.. 🙂

    maria letizia, finirà quando il tuo organismo non dovrà più procurarsi il cibo con gli espedienti, ma glielo darai con tranquillità., con generosità.
    e lui, paradassalmente te ne chiederà di meno, perchè sa di non doover temere più la carestia..
    finirà quando non avrai più paura di esporti, di confrontarti, di crescere, di di prendere, di perdere, di vivere insomma..
    e ci si arriva, ve lo assicuro..

    un bacio come la luce di questo giorno

    Rispondi
  69. Chiara*
    Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Vi lascio un saluto veloce perché devo scappare.
    Oggi ho il corso di formazione. L’ angoscia sale e questa notte non ho chiuso occhio.

    Vi ringrazio per le vostre parole. Davvero.
    E Miele… hai ragione dici che sono distaccata e cinica verso me stessa. Non riesco a compiere quel passo.
    Ma ci provo. Giorno dopo giorno.
    Io sono consapevole di avere un problema con il cibo non l’ ho mai negato.
    Ed è proprio per questo che ho iniziato a venire qui e che ho deciso di intraprendere un percorso di cura. Perché ormai la cosa mi stava e mi sta tutt’ ora sfuggendo dalle mani.

    Vi stringo forte.
    A stasera.

    Rispondi
  70. Luna blu
    Luna blu dice:

    Buongiorno ragazze e Aleph…
    Per Vaniglia…non sonoa ncora a casa mia…la camera da eltto arriverà l’11 e la montano il 20…manca poco però…visto che qui posso dire tutto…nn mi scoccia tornare a casa…se sapessi che son sola (è tornato domenica sera…è stato via solo il w.end) …quello che mi sfinisce è questa sua continua voglia di sesso…anche se poi gli dico di no…è scocciante dire di no per un’intera sera e per un mucchio di volte…e quindi a volte cedo…ma solo perchè così almeno mi lascia in pace…gli voglio bene..ma è stressante!!!!
    Cmq…cambiamo argomento…Domenica Gara!!!!! Mi faccio accompagnare da un mio amico…
    🙂 …
    Polpine buona giornata e un abbraccio grande…

    Rispondi
  71. laura
    laura dice:

    silvia, brava brava brava, poi raccontaci se ce l’hai fatta, ma l’impoetante è che ci stai provando, che stai veramente tenacemente lottando, l’importante è l’atteggiamento, brava. sono mucho orgogliosa.

    luna, scusa, ma secondo me se lui continua ancore così a romperti per avere momenti d’intimità è perchè non sei stata del tutto chiara con lui, insomma gli hai comunicato chiaramente o no che non state più insieme, che non vuoi stare più con lui. so che è difficile da dire, è complicata la situazione perchè vivete assieme, però fidati è più il pensarci, vedrai che affrontare la questione è più facile di quanto sembra, dopo ti sentirai meglio, e per quanto lui possa soffrire è anche la cosa più corretta nei suoi confronti.

    chiara non fare mai più di mischiare i farmaci così, veramente, è da stupidi, è una leggerezza che non ti puoi permettere.

    Rispondi
  72. Marianna
    Marianna dice:

    Ragazze, passo velocemente anch’io per salutarvi.
    Stanotte ho dormito malissimo, avevo paura di affrontare la giornata di oggi, il cuore mi rimbalzava nel petto, troppi pensieri tra terapia, esame da affrontare, mia mamma che non sta troppo bene…
    Poi mi sono alzata, ho affrontato la colazione e mi sono sentita meglio, sono andata all’università, ho affrontato il mio penultimo esame ed è andato bene, ho telefonato alla mia mamma e mi ha detto che sta meglio…ora mi preparo ad affrontare il pranzo, ma ho un sorriso che va da un orecchio all’altro e volevo dedicarvelo tutto, anzi, vorrei condividerlo con voi!

    Trascorrete una bella giornata, torno non appena mi libero un pò!

    Un baciotto!

    Rispondi
  73. laura
    laura dice:

    ragazze sono un po spavebtata, è da due giorni che ho prurito alle braccia e stanotte mi è venuto un formicolio alle labbra intenso.

    Rispondi
  74. silvia
    silvia dice:

    Buongiorno ragazze, si ho trattenuto tutto, ma nn posso dire ke il mio umore stia bene…lo so, nn devo pensareci…tra un pò ne devo affronatre un altra…quindi…
    complimenti a Marianna…
    LunaBlu ancora nn apro le mail…nn vedo l’ora…
    Miele…grazie!
    Azimut dove 6?

    Chiara…coraggio.
    Yris in realtà ho ancora moltissimo da imparare e ho bisogno di aiuto.
    Devo andare e vorrei scrivervi di +, ma vi penso moltissimo.

    Rispondi
  75. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Laura…sei tanto sottopeso?

    Cmq…non è questione di essere chiari o meno…gli dico quel che penso…gleilo faccio anche capire…il vostro ragazzo lo farebeb con voi se state piangendo?
    ..e dopo un paio di giorni è come se non gli avessi detto nulla…credo pensi che io sia bugiarda…che dico le cose tanto per dire…per questo credo che approfitti della situazione…
    Voi sapete che son andata a posare per un fotografo domenica…lui è convinto che l’abbia fatto con il fotografo…io posso dire quel che voglio…ma tanto decide lui a che cosa credere…e sinceramente son stanca di difendermi da una persona che nn mi crede…
    Siccome secondo em non c’è niente di male gli ho anche fatto vedere le foto…e gli ho detto che mi piace posare…mi paice come vengo in foto…e che vorrei tanto finire epr una volta su una rivista…sarà ambizioso…è vero…lui mi sminuisce molto…e mi ha quasi riso in faccia…come se fossi l’ultima schifezza di questa terra…ma allora se dici che le altre son meglio di em…vattene con le altre!!!! Invece di torturare me!!!!

    Rispondi
  76. laura
    laura dice:

    luna no non sono per niente in sottopeso, sono normopeso, sono alta 1,62 e peso 53 kg.

    comunque luna non mi hai risp al fatto se l’hai lasciato o no.. perchè non riesco a capire cosa ancora aspetti a me sembra chiaro che tu non voglia più stare con lui, poi non dare caso a quello che ti dice, gli uomini quando si sentono feriti attaccano e sminuiscono appunto, questo è indice delle sue insicurezze, non delle tue.

    Rispondi
  77. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Si…siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…l’ho lasciato…ma come si fa se si vive insieme? E se la situazione gli fa comodo?

    Rispondi
  78. laura
    laura dice:

    non so luna, capisco che deve essere difficile per te, però non cedere, a lui fa comodo, che a te dà fastidio, perciò quando insiste non farti sentire in torto ma sii schietta e ribadiscigli che non state insieme e che non vuoi fare sesso con lui, che lui non ha alcun diritto di chiedertelo.

    Rispondi
  79. Ilaria
    Ilaria dice:

    Salve ragazze, ciao Aleph.
    Oggi mi sento estranea da me, come se mi stessi guardando dal di fuori. Forse è un modo per non sentire troppo dolore, non so… non ho più parole. Mi sento sconfitta e perdente, vedo che ad esempio Silvia sta lottando con tutte le sue forze e ce la sta facendo, e invece io mi sono completamente lasciata andare. Non c’è più nemmeno un motivo scatenante, può essere una notizia sentita al telegiornale, può essere una telefonata dei miei, la pioggia, o semplicemente il fatto che mi alzo la mattina, non lo so più… non so come difendermi da tutto questo.
    Vorrei commentare ciascuna di voi ma ora non ce la faccio. Mi dispiace tanto, ma sappiate che comunque non me ne sto fregando di voi.

    Rispondi
  80. silvia
    silvia dice:

    LunaBlu fin’ora pensavo ke fosse una persona importante e sensibile, ke ti è stato vicino nel tuo percorso di guarigione…etc etc…ma ora no, nn può kiederti di farlo se stai piangendo, nn può sminuirti, nn può avvilirti x il fatto ke finalmente dopo tanto aver sofferto ti senti bene cn te stessa, col tuo corpo, no…devi andare via di lì il + presto possibile…fa male a te…nonostante sappia tutto ciò ke hai passato si comporta così? ti dice queste cose? no, nn va bene x niente. Anke xkè tu ora magari sopporti anke xkè forse un pò incolpa ti ci senti, o ti ci 6 sentita x la storia col massaggiatore, ma ti devo dire “se l’è meritata!”! Tieni duro e mandalo a cagare al prox approccio…altrimenti diglielo kiaro, meglio in hotel ke cn lui, o meglio nella tua casa, cn un materasso a terra ke sul suo divano! Nn devi x forza vivere nel compromesso.

    Ilaria mi dispiace leggerti così, e nn so cosa dire x scuoterti. Io ti sento molto sola…anke qnd stai meglio i tuoi racconti ruotano attorno solo al tuo fidanzato…tu hai bisogno di realizzarti…cm kiunque altro, ma x te stessa e nn in funzione di qlc altro. io lo so bene. E’ vero ieri ho lottato, ma oggi mi sento giù e so esattamente xkè…l’insoddisfazione ce la cresciamo dentro.

    Azimut anke qui il cielo è grigio, ma tu puoi fare la differenza.

    Laura cm ti senti ora?

    Rispondi
  81. Luna blu
    Luna blu dice:

    Adesso vi dico cosa sto mangiando…a molte di voi verrà lo schifo…ma a volte mi succede di fissarmi con dei cibi..sto mangiando un panino con dentro carne cruda di vitello…ma neanche quella del carpaccio…quella normale da fettine…ultimamente la mangerei semrpe…così cruda…solo con un po di sale…il limone nn lo avevo…
    Lo sapete con che cosa ho iniziato ad abbuffarmi quando incominciai ad essere bulimica? Avevo 13 anni…carne cruda con maionese…ora la maionese nn l’aggiungerei però ;-)…
    ora leggo quel che mi avete scritto e rispondo

    Rispondi
  82. Luna blu
    Luna blu dice:

    Vi assicuro ragazze che non sto male…non perderò la voglia di vivere e volare per nessuno al mondo…la situazione con il mio sfidanzato mi provoca sfinimento…io cerco sempre di essere stanca troppo per lui e di tornare a casa tardi…nn mi interessa cosa pensa…penserà che ho un amante…
    Le cose son degenerate da quando i suoi fratelli mi han fatto da muratori e piastrellisti a casa mia e io che l’ho fatto per aiutarli…stronzi!! Cmq ora i suoi fratelli ce l’hanno a morte con me…e io con loro…la sua situazione di cuscinetto è delicata è difficile lo so…ma poi ci penso e dico..nn è colpa mia se ha due fratelli così…anzi è più colpa sua che mia…
    Quando vuoi bene ad una persona…perchè dopo 3,5 anni succede allora nn vuoi vederla triste…o che sta male…
    Vi avevo scritto cosa è successo l’ultimo giorno dell’anno…è il post 633 della paizzetta di dicembre…ve lo riporto:

    633.Luna blu dice:

    Ho una gran voglia di piangere…ma i miei occhi sono secchi…in gola ho un groppo…lui è appena uscito…e io son qui con la mia disperazione…
    Scusatemi ma ho bisogno di scrivere quello che mi succede…non so perchè mi sento così male…
    Eraavamo sul divano e ci abbracciavamo…a dire il vero è lui che abbracciava me…mi sento male a dirlo ma il suo contatto mi da fastidio…poi mi ha tolto i pantaloni e si è tolti i suoi…eppure gli voglio così bene…e su questa frase finalmente riesco a piangere…lui era sopra di me…dentro di me…mi ha chiesto se mi paiceva e io ho risposto di no…non voglio più fingere…mi ha chiesto come mi sentivo con il suo …. dentro e io l’ho guardato con indifferenza e gli ho detto “mi sento usata”…si è allontanato…si è rivestito…e prima di andarsene quasi non mi ha salutata…perchè son così…ora sta male per colpa mia…che volevo che sia…potevo fingere ancora una volta…non lo so perchè mi sento così…ho voglia di andare via..da tutti…e anche da me stessa!…sono meschina e cattiva..e lo so che mi scriverete che nn lo sono…che nn è colpa mia…ma perchè io mi sento così?
    31 dicembre 2010 alle 20:21
    Il punto è che io nn voglio vederlo star male…durerà ancora poco…
    Il punto che lui nn sapeva della mia malattia quando ci siam conosciuti…e quando gliene parlai mi disse che se lo avesse saputo mi avrebbe lascuiata perdere subito…che son malattie da viziate e gli faceva anche schifo…
    da quel momento ho cpaito che none ro più innamorata di lui…soffrivo ma nn era la persona sensibile che credevo…
    Lui mi ha aiutata a prendere coscenza del fatto che avevo bisogno di aiuto…ma nn sapeva che cosa avessi….

    Rispondi
  83. nuvola
    nuvola dice:

    salve ragazze penso siano mesi che non scrivo. il mio problema con il cibo era sparito ma ora pian piano sto risorgendo. avev raggiunto un mio equilbrio ma poi improvvisamente ho cominciato a vedermi enorme e così ho ristretto la dieta e contrariamente alla normalità ho inziato ad ingrassare così è ricomparsa quella depressione che mi accompagna da anni. sono molto giù e non trovo il modo di risalire la china. mi sento sola. gli amici rimasti sono pochi e spesso poco sinceri, il mio ragazzo è sempre più assente. Ci limitiamo a vederci massimo due ore a settimana ma per diversi motivi penso diminuiranno. sono davvero disperata anche se cerco di mantenere una falsa stabilità. ultimamente mi trascuro, non ho voglia di curarmi e non sembro più io. come fare per riemergere da questo buio, vorrei solo sparire per sempre.

    Rispondi
  84. Polla
    Polla dice:

    ..Ciao Nuvola,
    io mi ricordo di te..tu? :). Ricordo abbastanza bene le tue difficoltà,anche perchè scrivevi spesso.. io credo che il fatto della cronicizzazione di un dca sia stra possibile, se non estirpato del tutto.. anche a me è successa la stessa cosa.. ma tu fai delle cure? sei seguita da qualcuno? e come mai ti vedi così poco con il tuo ragazzo? e lui lo sa del tuo problema? glielo hai detto che non stai bene in qsto periodo? ti faccio tutte qste domande,ma se non te la senti di rispondere,non ti preoccupare..
    Mi spiace che sei così giù di morale.. so che non è affatto facile affrontare qsto malessere e il tuo non curarti è ovviamente collegato al tuo stato d’animo,ma non lasciare che le brutte sensazioni si impossessino di te, non del tutto almeno,cerca di crearti delle occasioni che possano esserti d’aiuto..

    Rispondi
  85. uhmhm
    uhmhm dice:

    Ragazze! ma che freddo fa?! Rischio l’assideramentoooo.. BRRRR 🙂

    Come state?

    Io sono appena tornata da lavoro, (wow, non mi dispiace l’effetto di dirlo) e ora mi sto bevendo una bella tisanina calda.
    Stamattina ultimo appuntamento per ora con il dentista, volendo potrei tornare a sorridere.. Certo in attesa dell’impianto ecc ma vabbè.

    Marianna, sei stata bravissima, ti invidio proprio un sacco nel tuo riuscire a far confluire le tue energie nello studio e nel portare a casa risultati così soddisfacenti. Credo aiuterebbe anche me dover studiare, ma la tesi, con tutti i suoi punti di domanda, mi manda solo in confusione, ma ce la farò. Non so quando ma ce la farò.

    Silvietta, mangiato? Guarda che sono davvero felice che riesci a far entrare qualcosa dentro il tuo corpicino.
    Posso capire che la tua psicologa non focalizzi l’attenzione sul prblema con il cibo, quella è solo una conseguenza di un non stare bene che va oltre. Però, ripeti questa cosa, scrivitela sulla scrivania accanto ai libri. Se tu non stai bene non è per forza necessario che debbba trasparire anche dal tuo corpo.
    E’ una frase che aveva scritto qualcuna di voi, che mi aveva colpito molto, che mi ripeto quando mi trovo faccia a faccia con il cibo e vorrei proprio fare a meno di mangiarlo. Ripeterselo e ri-ripeterselo. Quando riusciremo a farla nostra un enorme passo in avanti sarà fatto. Forza!

    Azimut, sembra che questo grigiore invernale non voglia andarseene. Ora fa male, ma passerà, e a suo modo mancherà.

    Laura, come stai?

    Luna blu, forza, mnca sempre meno e uscirai da quella casa. La grinta per ricominciare continui a dimostrare di avercela. Vorrei vedere le tue foto di cui vai così fiera, chissà che meraviglia!

    Ilaria, mi spiace molto sentirti così giù. Tieni duro, anche se ti sembra tutto ti stia scivolando addosso non smettere di credere che ritornerà una giornata come quella di sabato. Chi te lo dice che non sia proprio domani? Dai, forza forza.

    Oggi ho mangiato 3/4 di pizza. Sono stata brava, vero? non mi devo sentire in colpa, vero?
    Non è semplicissimo ma credo di essere comunque abbastanza tranquilla.
    Quello che penso sul passare da super restrizioni a abbuffate costanti non se n’è andato del tutto. Mi spaventa.
    Mi capita di trovarmi faccia a faccia con il cibo, inizialmente vorrei rifiutarlo, poi me la racconto un po’ su (devi mangiare, è come lavarsi i capelli e i capelli te li lavi tutti i giorni.. Polla docet), e mangio. Poi, raggiungo la sazietà, ma sento che non riesco più a fermarmi. Mangerei, continuerei a farlo. E mi spaventa. Molto.
    Miele, hai detto che una sensazione simile l’hai sentita anche tu… come l’hai affrontata?

    Vi abbraccio forte, tutte quante.
    Recupero calore, forse non morirò assiderata 😉
    Penso che prima o poi riuscirò a riallungare la mano e a riprendere la mia vita. Andrà così, a momenti mi pare sia impossibile. Ma andrà così, ne sono sicura. Per tutte noi. Vero? Si è così, me lo sento.

    Rispondi
  86. silvia
    silvia dice:

    Si uhmhm ci sn riuscita, sai ke vivo anke io il terrore di iniziare a mangiare e nn sapermi fermare…nn so se sia solo una fissazione…ma fa paura.
    sn felice x te, ti sento + serena.

    LunaBlu tieni duro allora…hai sempre saputo ki fosse, tu ti 6 tirata fuori dall’inferno cn le tue sole mani…lui può far 2 conti in famiglia e decidere ki vuol essere, a te nn deve tangere la cosa…pensa solo a te…a proposito ho visto le foto: complimenti…cm fa a sminuirti nn apisco proprio, credo ke lo dica solo x fottutissima paura di perderti…potresti davvero prendere un volo altissimo!!!

    Rispondi
  87. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Scusate ragazze per la brevità del mio post, ma oggi ho lottato contro me stessa in un modo incredibile: il Mostro mi ha presa, ho portato a casa un mucchio di dolci, ma dopo nemmeno cinque secondi, quella sensazione di estasi che mi dà il sapore del cibo è sparita e ho solo provato lo schifo per quello che stavo facendo .Ho vomitato tutto e ho pianto tanto, ora vado a nanna e domania faràò felice qualche bambino della parocchia con i miei dolci. P.S. Luna…ti sono vicina. UN ABBRACCIO!

    Rispondi
  88. Chiara*
    Chiara* dice:

    Mi scuso anch’ io se sono di poche parole ma purtroppo non riesco a trovarne.
    Né per voi né per me.
    Vi voglio bene angeli.
    Buona serata.

    Rispondi
  89. miele
    miele dice:

    ciao a tutte/i

    solo ora sono riuscita a connettermi, dopo aver lavato i piatti, sistemato un po’ la cucina, preparato il pranzo al mio ragazzo per domani e fatto il bucato. Sono cotta 🙂

    uhmhm, mi hai chiesto di quella sensazione…dunque, io quando mi sono ammalata di anoressia, nel primo periodo avevo tantissima fame, per cui ai digiuni alternavo delle abbuffate abbastanza pesanti (senza vomito)…fino a che mi sono spaventata da sola…e da lì ho iniziato a digiunare e controllare e misurare e basta. da quando ho ripreso a mangiare, una parte di me ricorda le sere passate tra biscotti, cioccolato ed insalata di riso…e ha i brividi di terrore… Ma so bene che mangiare a sufficienza non significa abbuffarmi e non porta per forza a quello. E adesso quella paura la calmo pensando che, anche se ho finito un pasto, durante la giornate, e il giorno dopo, e il giorno dopo ancora…ci saranno altri pasti, e potrò assaggiare altre cose, togliermi qualche voglia, distribuire il cibo insomma.

    Silvia tieni duro eh! Ti sono a fianco.

    MariaLetizia perchè proprio andare a letto? Alle 8 di sera puoi fare ancora tante cosine, che non siano un’abbuffata…leggere, guardare un film, cercare cose in internet, scrivere…no? Non è che dopo ilcibo debba esserci per forza il black out…

    Chiara* mi piace quando scrivi, quandi ti racconti. Cercale, quelle parole.

    Non so se ripasserò più tardi, in caso vi auguro una notte serena e stellata.

    Rispondi
  90. silvia
    silvia dice:

    Nuova serata e nuova lotta. Anke stasera tengo duro.
    ragazze è da tantissimo tempo ke nn ricordavo di cenare…nn so dirvi cm mi sento…male e in colpa x aver mangiato, goffa, gonfia e inutile, ma poi so ke nn è così, ke è la mia mente ke proietta queste immagini e sapete cosa faccio? mi concentro sulle parole di Miele, di cm affronta la sua lotta, di Polla, di Girasole e piano piano ritorno a d una dimensione reale…ci provo, nn è detto ke ci riesca, ma ci sto provando cn tutta me stessa.

    Vi auguro un abuona serata

    Azimut…un pensiero x te

    Rispondi
  91. Aleph
    Aleph dice:

    Buonasera a tutte!!!

    Vi ho letto oggi, ma non vi ho scritto, tra una cosa e l’altra…

    Benvenuta/bentornata Nuvola…piacere di ritrovarti qui!Scrivici un pò…

    Silvia, sono davvero felice di leggere i tuoi post in questi giorni. Lotta ancora…

    Vaniglia…..ti penso tantissimo

    Azimut………….

    Chiara, Marianna, Miele, Laura, Uhmuhm, MariaLetizia, Polla, Girasole, Ilaria, Claudina,vi penso tanto.

    Buonanotte, scusate, domani vi scriverò di più…

    Aleph

    Rispondi
  92. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Buongiorno! Ho dormito davvero tanto, questo vuol dire che sono tanto stanca, ma oggi mi aspettano 6 ore a scuola più andata e ritorno in pullman e poi ancora ripetizioni a una ragazzina delle medie…lo so che andare a dormire alle 8 è assurdo, ma è stato l’unico modo per non cedere nelle grinfie del Mostro…Voi come state? Miele , Polla, Girasole, Silvia, Laura , Marianna e tutte le altre …un’altra giornta un’altra lotta, ma voglio vincerla io…DEVO, con altre abbuffate il mio peso continuerebbe salire e io non voglio prendere chili per colpa delle abbuffate!
    Tornerò qui in serata…UN ABBRACCIO

    Rispondi
  93. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Buongiorno a tutti…e a te Aleph…
    Ieri è stata una giornata tranquilla, non ho avuto neanche quegli attacchi di ansia, a volte immotivati. L’unica cosa è che ancora non mi sento bene, infatti ho dei forti mal di testa, i brividini di freddo e poi, spero passino presto i segni delle bollicine che l’herpes mi ha lasciata sul viso, sulla fronte: uno schifo!

    Ieri sera poi mi sono preparata una zuppa di miso, incantata da una tipa che spesso la fa…vi giuro che come ho sentito poi l’odore e dopo averla assaggiata mi veniva da vomitare! l’ho frullata nel lavandino e son rimasta con l’amaro in bocca…e ho mangiato poco poco! quella e poco altro era la mia cena! che poi, aspettavo tanto il momento, ero entusiasta di mangiare qlcs di nuovo! un sapore pungente, acre, molto forte….chi di voi l’ha rovata??

    ora mi è rimasto del miso bianco che, x come mi sono documentata dovrebbe avere un sapore più dolce, non pungente, più neutro…ah, io adoro sapori puliti, neutri, delicati…non amo troppo le salse, le cose piccanti…mi piace il sapore del pane così com’é…pure senza sale… ch dite?? sono indecisa se riportare al negozio la zuppetta di miso bianco e quindi NON provare ad assaggiarlo che magari questo è buono oppure, giocarmi pure ‘sta carta tanto ormai ce l’ho a casa e magari chiudere proprio con la cucina macrobiotica!

    Vi lasci con questo dilemma….

    ….UHMHM…anche io so’ che devo mangiare, che sono terribilmente sottopeso ma conto tutto quello che mangio ed in parte è dovuto pure alla paura di mangiare troppo e poi vomitare…e poi si, anche io ho paura che se mi lascio andare cado nel circolo vizioso dell’abbuffata! il contare quello che mangio mi fa stare tranquilla….

    Buona giornata a tutte.

    Rispondi
  94. miele
    miele dice:

    Ciao Vaniglia, ben svegliata.
    Ma come mai segui la cucina macrobiotica? Ti basi solo su quella, oppure è una cosa che conosci e provi ogni tanto? Io ne ho un’opinione molto negativa, non solo per motivi nutrizionali ma anche per l’impostazione “sociologica” che ci sta dietro.

    silvia com’è andata poi ieri sera?

    Chiara*, ti auguro di svegliarti raggiante oggi.

    Azimut non ti nascondere, sai?!?! Dai, ti aspettiamo qui.

    Bentornata a Nuvola.

    Ilariaaaaaa…mi mancano i tuoi interventi.

    Claudina spero tu sti aun po’ meglio.

    Ciao Alephino 🙂

    Yris, LunaBlu, Marianna, Girasole, Laura, Polla…buon risveglio anche a voi.

    Rispondi
  95. Chiara*
    Chiara* dice:

    Buongiorno.
    Oggi lavoro solo la mattina e mi sono presa il pomeriggio libero. Stasera alle 18 ho l’ appuntamento con la psichiatra.
    Quella donna è davvero straordinaria. Ha fatto i salti mortali per riuscire a vedermi oggi altrimenti saremmo andate a 18 marzo.
    Il punto è… ho voglia di incontrarla? Ho voglia di parlare? Non lo so. Non so da dove cominciare. Non so se voglio raccontarle tutto quello che sto provando e passando.
    Ho la testa affollata da mille pensieri di cui uno in particolare che mi sta struggendo l’ anima.
    Oggi ho paura. Mi sento debole e fragile. Sento che il Mostro è qui dietro la porta e vuole prendermi.
    Era da tanto che non succedeva in modo così forte.
    Ho già escogitato il modo per saltare il pranzo oggi e mi sto scervellando per fare lo stesso con la cena.
    So che è sbagliato ma non riesco ad essere lucida.
    Provo un grande senso di impotenza, di inadeguatezza, di inutilità.
    Non riesco a sentirmi, è come se questa persona non fossi io.
    E poi mi soffermo sui ricordi… i ricordi di quando stavo bene, di quando non avevo problemi, di quando sorridevo sempre ed ero felice.
    Ora non so nemmeno più cosa vuol dire sorridere e provare emozioni positive.
    Penso a quanto la vita di chi ho vicino sia condizionata dal mio modo di essere, a quanto dev’ essere dura sopportare tutto questo.
    Ma al tempo stesso non ho voglia di lasciare questa strada. Perché ho paura.
    Paura di non saper affrontare il cambiamento, paura di lasciare le mie sicurezze, paura di apparire fragile e paura di essere come gli altri vorrebbero.
    Se ripenso a ieri sera, all’ ennesima serata trascorsa in bagno a vomitare… non provo niente. Mi sembra assolutamente normale.
    Non ce la faccio. Sto sprecando tempo dietro a qualcosa che non cambierà mai. Mi manca la volontà per cambiare.
    Leggo di Silvia, di Girasole, di Miele, di Polla e delle loro vittorie, del loro enorme impegno e provo tanta invidia.
    Invidia sana, beninteso.
    E io invece sono ferma sempre allo stesso punto. Sempre ancorata alle mie convinzioni, ai miei schemi, al mio bisogno di controllo.
    Sono così stanca… stanca e arrabbiata. E delusa. E affranta.
    E mi sento sola. Come un cane. Perché mi rendo conto che questa brutta bestia crea terra bruciata attorno a sé. Voglio stare sola ma soffro per questo.
    Lo so, dovrei cercare di fare qualcosa, direte voi. Ma è difficile.
    La mia mente è malata. Io sono malata. Ma credevo che l’ ammetterlo e prenderne la consapevolezza mi avrebbe aiutata a cercare di fare qualcosa. Invece no. Niente. Il vuoto. Quello che faccio non serve, non basta.

    Silvia sono tanto felice per te. Continua così, non mollare!
    Ti stai comportando benissimo in questi giorni. Non fermarti troppo a pensare. Segui quello che il tuo istinto ti dice di fare e soprattutto ascolta il tuo corpo.

    MariaLetizia il peso deve salire e lo sai anche tu. Ma hai detto bene: non deve accadere per colpa delle abbuffate. Deve avvenire in modo naturale e perché così sia devi cercare di mangiare normalmente, dandoti tempo e senza pretendere troppo. Coraggio.

    Vaniglia io non butterei quel miso bianco. Perché dovresti? Prova a cucinarlo come più ti aggrada, assaggialo e poi decidi se davvero ti piace o no.
    Non farti condizionare da quello che credi essere il tuo gusto.

    Vi mando un grosso abbraccio.

    PS: Azimut…

    Rispondi
  96. Azimut
    Azimut dice:

    Miele non mi sto nascondendo, ogni mia parola in questo momento risulterebbe troppo densa. Sto cercando tocchi schiumosi e fuggevoli, ma so che in questo momento non posso trovarne. Non quando la vita colpisce tanto duramente. E penso a tutti gli istanti di questo nostro esistere in cui altri corpi e altre esistenze sono lacerate e so che il solo spazio disponibile è per il dolore

    Rispondi
  97. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Buongiorno ragazze…e aleph…ieri ho chiacchierato un po con Pina…a volte chiacchieriamo e parliamo di voi..ihihiiihhh…
    Oggi qui nevicava…ora piove…con la bici è sempre un caos…ma presto vivrò più vicina…
    Ieri son uscita in barca…uscita fantastica!!!!
    Il fotografo…ossia il dentista voleva che andassi a casa sua dopo l’uscita in barca per le foto…ma ero così stanca e l’avevo preventivato…infatti gli ho detto che non sarei andata…a volte ci penso e dico…è proprio carino…non pensate male…come persona…è una persona veramente carina e attenta…non dice le parolacce come la maggior parte degli uomini…e mi fa ridere che l’ultima volta gli è scappato un “cazzo” e si è scusato per un po’…
    la sua vita è quella di uno che se la gode…gioca a golf come la maggior parte dei ricconi…tifa il calcio…blear…e tante altre cose che a me non piacciono…qui nn si puo’ dire che siam simili…ahhhahhhahhh..chjissà perchè scrivo questo…un abbraccio e buona giornata…
    Solo 1 cosa per Vaniglia…quindi la tua cena di ieri è stata assaggiare una zuppetta…
    Non ti pare di farti un po troppi problemi per una zuppetta di miso bianco? Quanto costa? Così tanto? … io credo che il gioco sia questo: se non ti piace nemmeno quella bianca sarebbe un’ottima scusa per mangiare di nuovo pochissimo..
    sono emccanismi malati…prova a cercare di vincerli..lo so è difficile ma provaci! ;-)…non sottovalutare gli schemi del tuo cervello…
    io se fossi in te la riporterei indietro…e mangerei qualcosa che son sicura che mi piace…così non rischi di riamanere di nuovo quasi a digiuno…non trovi?
    Miele son curiosa di sapere la tua idea sulal cucina macrobiotica..io nn sapevo neppure che esistesse…
    Silvia…le hai viste le foto? 😉

    Rispondi
  98. miele
    miele dice:

    Azimut…il mio tono era scherzoso in realtà…
    In ogni caso: mi sembra che qui le discussioni siano abbastanza dense già di norma, quindi non credo che ci spaventeremmo delle tue parole…
    E poi, se posso dire ciò che penso…a volte le cose sono semplicemente quello che sono, e non serve pensare più di tanto a con quali pennellate dipingerne il quadro.
    La vita ha colpito duramente te o qualcun altro? se ti va di raccontarci, noi ti ascolteremo.

    Rispondi
  99. miele
    miele dice:

    Ciao Luna…ma quanti traffici di pretendenti hai?!?
    Sulla cucina macrobiotica lascio la parola a Vaniglia, se vuol dirci qualcosa…poi magari esprimerò il mio punto di vista…adesso infatti devo scappare a fare alcune commissioni!
    A dopo
    bacio

    Rispondi
  100. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno buongiorno buongiorno!!!

    Azimut…condivido quanto scritto da Miele…non ci sono parole troppo brutte, troppo dense, troppo dolorose per essere scritte. Non ci sono cose talmente indicibili da non poter essere dette. C’è sempre qualcuno disposto, pronto ad ascoltarle. Non c’è nulla di troppo brutto per scriverlo qui.

    Vaniglia….credo che Luna abbia ragione, se pensi che non riuscirai a mangiarla, nonostante sia solo un tuo schema, riportala indietro e preparati qualcosa che sei sicura di mangiare e di trattenere…poi ho una domanda da farti. Quando scrivi, principalmente, o parli delle liti in famiglia, o di quello che mangi/vomiti…perchè per una volta non provi a parlare anche di altro?chi sei tu?cosa ti piace fare nella vita?perchè stai male?
    Non prenderla come un’intrusione, non è per farmi i fatti tuoi, e se non ti va di rispondere, non preoccuparti. E’ solo che, secondo me, quando scrivi trasuda un’aria di normalità. Come se ci stessi facendo un resoconto, non un racconto in prima persona con i tuoi sentimenti, le tue paure,i tuoi dubbi. Perchè non provi per una volta, che ne so, a raccontarci i tuoi sogni?
    Il mio vuole semplicemente essere un tentativo di stimolare un discorso, una riflessione che magari può aiutarti a uscire per un attimo dagli schemi…cosa ne pensi?

    Miele….buona giornata!

    Chiara…sono davvero felice tu abbia trovato questa persona disposta a seguirti e che lei sia così affidabile, presente, gentile, disponibile. Sfrutta questa possibilità nel miglior modo possibile. Non sai cosa dirle stasera?Non importa, non lo devi sapere adesso e, soprattutto, non credo (poi ditemi voi se mi sbaglio) che tu debba preventivare tutto a tavolino quello che le dirai. Vai tranquilla e vedi come va. Non ci pensare ora. Ti penso.

    Scrivendo queste cose a Chiara, mi è venuta una domanda da fare a chi mi vorrà rispondere…è una domanda un pò personale e intima forse, ma boh prendetela come una piccola curiosità…mi chiedevo: come funziona a grandi linee una seduta con lo psicologo?Che ne so, lui/lei inizia a parlare, a fare domande personali o boh…non lo so, è proprio una curiosità, data anche dal fatto che mi sarebbe piaciuto molto studiare anche psicologia,e magari in futuro lo farò…non voglio sapere cose personali, solo più o meno come si svolge la seduta…dato che alla mia amica non posso chiedere niente, le cose che mi dice me le dice di sua spontanea volontà ma sono sempre frasi o immagini accennate, senza mai approfoondire, e io non vorrei sembrare invadente…
    qualcuna si sente di rispondermi???Eddai, toglietemi questa curiosità!Non dovete scrivermi quello che voi in particolare avete detto/dite nelle vostre sedute, solo come è impostata…

    Bene, dopo questo momento di curiosità, direi che per il momento è tutto…

    buona mattinata

    Aleph

    Rispondi
  101. Azimut
    Azimut dice:

    Aleph la mia seduta si svolge più o meno così. Mi siedo sul divano, la psicologa si mette davanti a me sulla sedia e aspetta che inizi a parlare. E’ buona di restare in silenzio anche parecchio tempo senza togliermi gli occhi di dosso. Quando sono in preda al silenzio però in genere sono anche parecchio agitata, per cui o mi arrotolo e mi srotolo nel plaid che tiene sul divano, mi massacro le mani, il maglione. Allora lei mi chiede cosa c’è e se proprio non rispondo ancora butta là qualche considerazione generale del tipo “mi sta trasmettendo tanta agitazione, mi piacerebbe sapere cosa sta pensando; … mi piacerebbe condividere quello che la sta turbando e pensare insieme come mai”… Raramente inizia a parlare per prima, a volte lo fa quando nei giorni precedenti le ho mandato una mail che ritiene di dover approfondire e allora magari mi chiede cosa volevo dire con quel messaggio, come mi sono sentita quando l’ho scritto, cosa ne penso in quel momento. A volte invece entro e inizio subito a parlare, lei non cambia mai e poi mai il discorso che apro io. Mi ascolta attentamente, cerca di farmi dire cosa ne penso, se mi vengono in mente altre immagini, associazioni e via così. Altre volte ancora le parlo dei sogni, per prima cosa prova a farli interpretare a me e poi mi dice cosa sente dentro lei. Ecco, diciamo che quando parla emerge bene il fatto che mi sta riportando quello che le mie parole provocano dentro di lei, come dire è sempre molto soggettiva. Non so se sono riuscita a renderti un minimo l’idea di come si svolge una seduta, fammi pure domande più specifiche se credi. Un abbraccio

    Rispondi
  102. Aleph
    Aleph dice:

    Grazie Azimut!
    No no mi hai risposto benissimo invece!Era proprio quello che intendevo…mi chiedevo proprio se fosse lei/lui a indirizzare il discorso, cercando di tirar fuori un argomento piuttosto che un altro, oppure il contrario…
    Hai reso l’idea…grazie!

    Rispondi
  103. Azimut
    Azimut dice:

    L’amore ha un trionfo e la morte ne ha uno,
    il tempo e il tempo che segue.
    Noi non ne abbiamo.
    Solo tramontare intorno a noi di stelle. Riflesso e silenzio.
    Ma il canto sulla polvere dopo,
    alto si levera’ su di noi.

    (INGEBORG BACHMANN)

    Rispondi
  104. miele
    miele dice:

    Aleph, io ho avuto tre psicologi finora. Il primo (ero giovane, all’inizio del disturbo alimentare) era un uomo…mi metteva molto a mio agio e stava sempre in silenzio, mi lasciava tempo e spazio per ritrovarmi. Non ho sfruttato a pieno quelle sedute perchè ero totalmente scollegata dalla realtà, in quel periodo, e ora me ne dispiaccio. Poi ho iniziato nel centro dove sono adesso…con una psicologa donna, molto giovane e piacevole…lei iniziava sempre con “allora, miele, come stai oggi?” e poi mi lasciava parlare. ogni tanto riassumeva quello che avevo detto, per sincerarsi di aver capito bene. alla fine tiravamo le somme insieme. Spesso svolgevamo l’incontro sedute per terra, fra cuscini e tappeti colorati, senza le scarpe. Era molto empatica, non riusciva a volte a trattenere le lacrime. Lei ora per un periodo non può lavorare, così è arrivata una nuova psicologa. con lei stiamo sedute sulle sedie. Ha una personalità totalmente diversa ed un impostazione molto più cognitivista, non sembra coinvolta dai miei discorsi, scrive tutto tutto e non mi guard ain faccia, durante la seduta facciamo anche 4-5 cose diverse, lei ha un apsecie di scaletta delle cose di cui vuole parlare, non solo dirige il discorso ma mi dice anche come stare seduta, mi fa domande volte ad arrivare alla risposta a cui vuole arrivare…insomma, al di là del trovarmi bene o male, ti volevo illustrare le diverse possibilità che ho sperimentato. Io trovo comunque sempre molto strano andara ad una “seduta”..nel senso, entrare nello spazio terapeutico, che è in ogni caso ben impostato secondo criteri che il terapeuta ha chiari (anche i colori della stanza, la disposizione degli oggetti…)…mi fa strano, mi sembra di entrare in una specie di bolla…e poi non riesco mai a “sfogarmi” nel vero senso della parola…anche perchè non credo sia quell olo scopo per cui vado. A volte in realtà mi chiedo perchè ci vado. Non che non mi serva, anzi, ma mi sembra che le mie sedute non scavino mai abbastanza…poche volte mi lasciano tracce emotive…non so, forse è un problema mio. Magari il dott. Piccini può o vuol dire qualcosa in proposito.

    Rispondi
  105. Azimut
    Azimut dice:

    Miele… mi riferivo a entrambe le cose…
    Lo spazio dove si svolge la seduta lo sento invece molto “mio”, è un po’ la mia casa, la mia vera casa. Perché io là dentro sono me stessa, è il posto dove dare parola alle mie emozioni, al mio sentire, ai miei silenzi. Quando esco da lì mi sembra di entrare in un mondo altro, ma soprattutto mi porto dietro una carica emotiva enorme. E’ talmente forte che dopo il primo mese durante il quale facevo una sola seduta la settimana abbiamo deciso di farne due perché io restavo schiacciata dal peso di tutte le emozioni che mi portavo dietro. Ogni seduta è una sorta di rivelazione, un frammento che va a ricollocarsi al suo posto

    Rispondi
  106. silvia
    silvia dice:

    Buongiorno a tutte, LunaBlu si le ho viste le foto e te l’ho anke scritto sul blog…complimenti…secondo me lui è solo geloso di perderti e cerca di tagliarti le ali…ma tanto t’ha già persa!

    Miele e tutte le altre ke me l’hanno kiesto ieri ce l’ho fatta, ho trattenuto , ma nn mi sento di accogliere i vostri complimenti xkè in realtà mi sento male. Nn sn felice d’aver mangiato, vivo dei sentimenti molto contrastanti, faccio violenza a me stessa. Cm alcune sanno il mi skema nn è “certi tipi di alimenti”, il mio skema è il vuoto, il nulla…e cn il nulla nn posso andare avanti, quindi ora x me il pasto è un imposizione ke mi do x sopravvivere ed è difficile x me. Nn sto bene cn me stessa, ma devo andare avanti.
    Ho una domanda, normalmente nn percepisco nulla del mio corpo…qnd mangio me lo sento ingombrante e impedita…voi ke mi dite a riguardo?

    Chiara coraggio, nn è concldere un problema l’averlo tirato fuori, è solo aver avuto il coraggio di ammetterlo e se stessa e agli altri. Io ho un suggerimento x te, x affrontare questa seduta: stampa il post ke hai scritto e portalo cn te, leggilo a lei xkè io ci vedo espressi moltissimi punti ke hai bisogno di comuniarle.

    Aleph cn me la dott inizia kiedendomi cm è andata e cm sto…e poi io inizio a parlare…lei mi interrompe ogni tanto e mi spiega alcuni meccanismi…mi suggerisce cose da fare, ma l’argomento partre da me. Avvolte ho la stessa sensazione di Miele, ke nn valga la pena, ke sia una cosa inutile ke nn mi scava o cambia + di tanto, ma altre volte invece è l’opposto…insomma x me nn è facile affronatre l’analisi, ma credo x nessun altro e cmq le cose ke sn dette lì dentro nn avrei il coraggio di ripeterle altrove.

    Azimut…

    Rispondi
  107. claudina
    claudina dice:

    Buongiorno a tutte e buongiorno a te Aleph…primo giorno senza febbre,mamma mia che batosta sta inluenza,sono uno straccio…anche perche’ nonostante stessi male,ho ristretto piu’ che ho potuto tutta la settimana,non ho fatto fatica perche’ la febbre mi teneva una strana nausea e quindi pochissima fame…sono andata avanti a mele ed arance,solo ieri sera ho mangiato pollo e un po’ di pane…la frutta inizia a farmi male pero’…mi fa venire mal di pancia e di stomaco..mi chiedo come faro’ visto che vado avanti con quella:(stamattina ho ricominciato a fare quaalkosa in casa,ma le gambe nn mi reggono..mi sento cosi’ inutile…

    Rispondi
  108. pina
    pina dice:

    buongiorno ragazze, aleph, tutto bene? domanda sciocca!

    chiara* il mostro è dieto la porta sempre e nonfa altro che aspettare un tuo vacillo, oggi a pranzo cerca di prendere qualcosa, è inutile saltare un pasto, è il mostro che vince….sii forte e cerca di mangiare qualcosina, noi siamo con te non temere.

    miele spero per te che la tua terapista orni presto, se quella di ora non i aiuta a liberarti come vorresti forse il vosro approccio è sbagliato, cosa ne pensi di parlarne con lei? perchè non provi a dirgli le stesse cose che hai scritto?

    luna io ti stacco la testa se non la pianti co sti tipi….per quanto riguarda quell’essere schifoso la prossima volta che ti tocca prova a dirgli ch elo denunci se continua a violentarti.

    vaniglia io ci sono sempre, sto aspettando un tuo miglioramento, mangia ciò che ti piace senza esagerare, il mal di testa scomparirà quando farai pasti regolari tutti i giorni

    maria letizia, andare a riposare alle 20.00 non è sbagliato se sei esausta, l’importante è ceh dopo tante ore di sonno tu non ti svegli con il mal di testa.

    uhmhm, 3/4 di pizza!!! eccezzionale, no, non devi sentirti in colpa ma ogogliosa di te

    nuvola, il tuo ragazzo è latitante? non credi che, se tu tenessi un pochino di più alla tua persona sarebe più presente? quello che abbiamo, se ci teniamo, bisogna che ce lo coltiviamo non dimenticarlo.

    scusate se non vi commento tutte, io non sono molto presente nel blog ma vi assivcuro che vi penso tutti i giorni

    vi mando un bacio e un caloroso abbraccio, cercherò di venire più spesso a salutarvi

    Rispondi
  109. Aleph
    Aleph dice:

    Pinaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!Che bella sorpresa trovare un tuo post!!!!!!!!!!!!!!

    Grazie di essere passata!!!!!Spero tu stia bene, quando riesci passa e raccontaci anche di te!!!!!!!

    Rispondi
  110. miele
    miele dice:

    silvia ti rispondo al volo: anch’io non sentivo nulla del mio corpo…anzi, sentivo di essere una specie di contenitore vuoto e pulito…mangiando la sensazione cambia…io quando ho ricominciato, pensavo che dopo pranzo avrei potuto rotolare, tanto mi sentivo gonfia. Ma sai, davvero è solo una sensazione. Non lasciarti spaventare più del necessario. E soprattutto cerca di stare rilassata nella zona addominare, altrimenti ostacoli tu stessa la digestione.
    Proprio oggi sono andata in erboristeria e mi sono fatta miscelare gli ingredienti per un infuso che dovrebbe avere proprietà digestive e lenitive, ed aiutarmi a non sentire quel sonno tremendo, quella testa piena e intontita che di solito mi prende dopo pranzo…perchè la cosa mi causa brividi, mal di testa, tantissimo disagio e ne ho le p… piene. Lo sto bevendo adesso, se funziona poi vi dico!

    pina nella psicoterapia va tenuta in conto l apersonalità del terapeuta, che non può non influenzare la seduta. la mia psicologa di adesso è un apersona molto rigida, si vede subito ed è il suo carattere…si vede che con altre ragazze va bene così…in ogni caso, ci sono anche aspetti positivi e cerco di concentrarmi su quelli. se vedo che il mio disagio aumenta, proverò a parlargliene.

    Vado al lavoro..oggi per fortuna qui c’è il sole!

    A stasera

    Rispondi
  111. Chiara*
    Chiara* dice:

    La mia psichiatra è una donna molto molto dolce.
    Il suo aspetto in primis mi infonde tranquillità e fiducia. E’ giovane (avrà si e no 40 anni al massimo), con un cespuglio di capelli ricci e rossi, le lentiggini e dei vestiti sempre coloratissimi e strani. E il suo sorriso… è così bello!
    Non c’è un luogo preciso dove svolgiamo le sedute, perché lei essendo la co-direttrice di un ospedale psichiatrico oltre che lavorare per la ulss, mi fissa gli appuntamenti a seconda di dove si trova quel giorno.
    Stasera ad esempio saremo nello studiolo dell’ ospedale dove lei è di guardia.
    Gli ambienti dove ci incontriamo sono molto impersonali e tipicamente ospedalieri.
    C’è una scrivania, ci sono le sedie, una libreria con miriadi di libri e altri oggetti insignificanti.
    Di solito quando entro dalla porta mi viene incontro, mi da la mano, mi fa accomodare e inizia con un “Salve Chiara, allora come stiamo oggi? Come va?” e da li io inizio a parlare.
    Stiamo sedute una di fronte all’ altra e lei mi guarda sempre fissa negli occhi.
    Lei ogni tanto mi ferma per fare delle considerazioni, delle domande e mi porta a ragionare e razionalizzare quanto detto poco prima.
    Del disturbo alimentare non si parla mai tantissimo.
    A meno che non sia lei a cercare di fare dei collegamenti con quello che le racconto.
    Diciamo che faccio ancora fatica ad affrontare l’ argomento con serenità anche perché so che lei ogni volta che ci si arriva, insiste sul fatto che dovrei iniziare ad essere seguita anche dal nutrizionista. Cosa per la quale io al momento ancora non sono pronta.

    Pina sono contentissima che tu sia passata a trovarci. Vieni più spesso, ok?

    Silvia i nostri complimenti te li meriti pienamente perché stai dimostrando un coraggio e una voglia di reagire davvero incredibili.
    So che tu non stai bene, perché questo comportamento per te è inusuale e ti fa paura. Ma non pensarci.

    Azimut non so che parole trovare per aiutarti. Traspare così tanto dolore da ciò che scrivi… vorrei poterti stare vicina e abbracciarti forte.
    Non lasciare che questi pensieri tormentino la tua anima. Cerca di reagire.

    Claudia mi fa piacere che pian piano tu ti stia rimettendo in forze.
    Cerca di mangiare, ti prego… sei delibitata e debole. Non puoi permetterti di restare a digiuno o di tirare avanti a briciole. Ti prego.

    Miele… grazie.

    Vi abbraccio

    Rispondi
  112. Chiara*
    Chiara* dice:

    Ilaria devi fare qualcosa. Subito. Non puoi continuare in questo modo.
    Ti stai struggendo con le tue stesse mani. Hai bisogno d’ aiuto, sì. E’ ora di chiederlo davvero.
    Non dicevi di esser seguita da un terapista? Prendi in mano il telefono e chiama! E non vergognarti di farti aiutare da chi ti sta vicino. Chi ti ama è disposto a starti accanto, a raccoglierti quando cadi ma devi dargliene la possibilità.
    Non lasciarti andare così…

    Rispondi
  113. silvia
    silvia dice:

    Grazie x le vostre risposte, Miele infatti mi sembra di rotolare…ma nn devo pensarci, no, devo assecndare la mia fame e basta.

    Chiara ma lo sai ke la tua descrizione della psic. coincide cn la mia? l’aspetto fisico intendo, x il resto la mia è molto sabile nel suo studio tutto pieno di calma, quiete, compresa la fontanella dell’acqua ke scroscia…

    Ilaria kiedi aiuto a ki ti segue, nn temere, devi fare qlc!

    Pina…il tuo posto qui ci sarà sempre…

    Rispondi
  114. uhmhm
    uhmhm dice:

    Chiara, stanotte ti ho sognata. Mi sento in colpa per quello che ti ho detto laltra sera.

    Grazie Pina, che piacere risentirti.

    Silvia, ascolta i consigli di Miele. Persevera, continua a farlo.

    Oggi mi sento la più grande perdente dell’universo:
    !. continuo a rendere peso attraverso le abbuffate.
    2. metto questa sconfitta con il cibo sempre al primo posto.
    3. ieri sera mi ha scritto su skype il professore della tesi ma non ho saputo rispondere.
    4. Io, la tesi, non sto riuscendo a farla.
    5. Allontano tutte le persone che tentano di starmi vicine. Povera mamma compresa.
    6. mia mamma è spaventata perchè le hanno trovato dalla mammografia un nodulo al seno. Come l’anno scorso. Ma nonostante questo non riesco a starle vicino, dice io la continuo a punire. Lei, soprattutto dopo che lo ho parlato di nuovo lunedì è così carina gentile e dolce con me. Io non ci riesco. Sono solo un’egoista.
    7. Settimana prossima devo andare a Verona. Ci sono le lauree dei miei compagni di corso. Ma non la mia. Quella non ci sarà mai.

    Mi sento male, vorrei impegnare in modo produttivo le mie giornate ma non ci riesco.
    Piango, che è meglio.

    Rispondi
  115. Chiara*
    Chiara* dice:

    Uhmhm innanzitutto non dire stronzate!
    In colpa per che cosa??? Non mi hai detto assolutamente niente di male, anzi! Quindi togliti dalla testa questo pensiero per favore. Ok? Se no mi arrabbio!
    Come devi toglierti dalla testa il sentirti una perdente.
    Non lo sei. Stai cercando di combattere, ci stai mettendo tutta te stessa. Purtroppo inciampare, cadere, farsi male… è normale. Non lasciarti schiacciare da questi pensieri.
    Inizia con il fare qualcosa di concreto per te stessa e smetti di vedere sempre tutto nero.
    Ora stai così, sei affranta, avvilita, spaventata. Ma datti tempo e poi inizia a ragionare lucidamente. Vedrai che troverai un sacco di cose in te e nella tua vita x cui sentirti soddisfatta, per cui gioire.
    La tua mamma ora ha bisogno di te. Stalle accanto, donale un sorriso. Metti da parte il rancore e la rabbia. Starai sicuramente meglio.
    E soprattutto non aver paura. Vedrai che quel nodulo non sarà niente di irreparabile.
    E settimana prossima, quando sei a Verona… fammelo sapere x tempo. Che magari passo fino in università a fare un giro.
    Mi hai sognata? E cosa hai sognato? Com’ ero? Cosa facevo?

    Silvia non stai rotolando. Il tuo corpo non è cambiato e non sta esplodendo.
    Semplicemente deve riabituarsi al cibo e per questo credo ci voglia molto tempo e molta pazienza.
    Ma tu non hai fretta, giusto? In queste cose ci vuole tutto tranne che la fretta.
    Io credo in te.

    Vi abbraccio.
    Non credo ci sentiremo prima di stasera.

    Rispondi
  116. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Ciao a tutte….
    MIELE, non seguo la cucina macrobiotica ma, questa zuppa di miso mi destava curiosità e ho voluto provarla…cmq, anche il pesce mi piace…

    LUNA BLU; ti ringrazio sempre per il tuo modo di vedere le cose…non saprei proprio come fare senza di te a scovare quelli che tu definisci meccanism malatiche, magari a volte ci sono pure…ma non è mica sempre così! GRAZIE 1000 –

    PINA, mi piacerebbe tanto che tu conoscessi la mia situazione! ti aggiorno subito: i pasti regolari li faccio da un bel po’ e non vomito più…il problema è che di mal di testa del trigemino si può stare molto male! e quando poi ti prende il fuoco di sant’antonio o herpes zoster al trigemino non è così facile non avere mal di testA! SPero tu mi legga, SOLO X capire che sto passando ben altro che il vomito! – cmq, forse sono io che non ho più voglia di vederti! grazie di tutto!

    Aleph….ti penso spesso!
    A presto ragazze…vado a mangiarmi una mela!

    Rispondi
  117. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Pinaaaaaa te la spacco io la testa se non la smetti di ferire le persone qui….che son fragili e molto sensibili!!! 😉 … sei peggio di me!!!!! Ma io son un caso irrecuperabile!!!!!! Qui lo sanno che dico sempre quel che penso…cmq ho già detto una volta che nn avrei commentato più Vaniglia…perchè lei ci resta male…in futuro non lo farò più…
    L’ho fatto anche io il fuoco di sant’antonio…nn esiste qualcosa di più doloroso giuro!!!!!…mi han detto che si fa da giovani solo se l’organismo è particolarmente invecchiato e compromesso…ma ci son anche altri motivi…

    Rispondi
  118. pina
    pina dice:

    luna, io non ferisco nessuno dico solo ciò che penso, ognuno nella vita fa le sue scelte, chi scrive quì sopra è soggetto a commenti, si mette in gioco.
    cmq a vaniglia voglio dire una cosa, so che non vuoi essere commentata come mi hai scritto per msn ma questo te lo devo, sai il motivo per il quale non ci siamo più viste, se non lo sai te lo ripeto, se non prendi peso io non me la sento di vederti, ho paura per te…sei troppo magra e ho il terrore che possa succederti qualcosa da un momento all’altro, se poi succde quando sei con me non saprei neanche come comportarmi, chi dovrei avvisare…..non mi sento in colpa per la scelta che ho fatto, a te serve tempo per capire e assimilare, son sicura che quello che hai scritto non lo pensi, sai dove puoi contattarmi quando ti sarai calmata.

    Rispondi
  119. claudina
    claudina dice:

    …il uoco di S.Antonio lo possono fare tutti,vecchi o giovani…bisogna aver passato la varicella pero’..in quel caso il virus che la provoca che e’ il medesimo dell’herpes zoster,rimane per sempre nel corpo,in uno o piu’ momenti della vita in cui le difese sono basse, esso ricompare provocando il dolorosissimo fuoco di S. Antonio…

    Rispondi
  120. claudina
    claudina dice:

    VANIGLIA: Non prendere a male cio’ che ti ha scritto Pina, anche io sai da quando non mangio ho spesso mal di testa… poi che adesso il tuo mal di testa dipenda dal trigemino ( e che gran male dev’essere) e’ un altro discorso…se non vomiti ,sono veramente contenta! Adesso hai anche l’herpes con cui combattere e il vomito non ci vuole proprio! Un abbraccio.
    CHIARA: Un bacione grande.

    Rispondi
  121. uhmhm
    uhmhm dice:

    Grazie Chiara.
    Nel mio sogno, aevi dei bellissimi lineamenti ma eri magra, molto.
    Quello colpiva, ma soprattutto uno sguardo stanco, dolce, ma spento.
    Mi spiegavi una cosa con estrema calma ma eri comunque stanca.
    Avrei voluto aiutarti, ma il mio sguardo non era diverso dal tuo.
    Avevi una grossa valigia, ti ho chiesto dove stavi andando e dicevi a Firenze.
    Mah.

    Continuo a mangiare, non riesco a fermarmi, a volte ingurgico cibo con le lacrime agli occhi. Ma dopo, ricomincio.
    Arriva mia mamma tra poco, le preparo una merenda e sto un po’ con lei.

    Rispondi
  122. silvia
    silvia dice:

    Azimut nn 6 sola, io ci sn, noi ci siamo…

    Chiara grazie…in effetti nn ho fretta, anke se mi sembra di stare perdendo tutta la mia vita a nn far nulla, a nn cocnludere nulla…a te cm è andata la terapia? 6 riuscita ad aprirti?

    Uhmhm sapessi cm sn vicina a ciò ke provi, quello stato di insoddisfazione xkè ci sembra di nn far nulla, ke la vita degli altri prosegua e ke noi siamo ferme su noi stesse e sulle nostre cavolate…ma ke oi nn sn tali. E qnd dici ke nn vali ke nn arrivarà la tua alurea, è ciò ke dico anke io…ma tu 6 alla tesi..l’hai conclusa…ce la farai…ma qnd imparerai ad accettarti e nn a senirti sempre perennemente in colpa. E’ capitato anke a me di nn riuscire d essere vicina alle persone care qnd stavano male…nn so xkè ma al posto di avvicinarmi, di essere accondiscendente o affettuosa…bè tutto l’opposto o peggio, la ricerca del distacco…nn so xkè, nn so perkè provo questo,forse un meccanismo di difesa, xkè nn riesco mai a vivere in modo staccato le vicissitudini altrui…in passato è stato così, ma so ke nn siamo noi, ke nn sn insensibile o egoista, so ke ora nn riesco a provare niente, emozioni e sentimenti, ma so altrettanto bene ke nn sn io questa!!! solo questo pensiero mi rasserena un pò. Scusa la comlessità del discorso, nn so se sn riuscita a spiegarmi.

    LunaBlu condivido ciò ke hai scritto a Vaniglia, infatti io nn commento nn xkè nn mi interessi, ma x nn ferire nessuno.Cmq tu cm stai oggi?

    Rispondi
  123. Ilaria
    Ilaria dice:

    Tante cose, troppe e tutte insieme… genitori che non perdono occasione per farmi sentire una fallita… una casa che non riusciamo a comprare per mancanza di fondi… il ciclo è scomparso di nuovo ma ho i dolori da un mese… di figli non se ne parla proprio… mentre vedo che tantissime mie coetanee, ex compagne di scuole o vicine di casa, sono già mamme, e io mi sento sempre più inadeguata e vecchia ogni giorno che passa. Le terme… tanto sospirate… ma subito il pensiero mi è andato al costume da bagno… se prima avevo dubbi ora di sicuro non riuscirò più a indossarlo… 10 kg in meno di una settimana… la gonna nuova già dismessa, non ci entro più… scusate i troppi puntini di sospensione, è che non so proprio come legare tutti questi pensieri, dare loro un senso, ma soprattutto risolverli.
    Prendetevi cura di voi, mi raccomando.

    Rispondi
  124. Azimut
    Azimut dice:

    Non voglio essere sepolta nella terra…voglio essere cremata…oggi non riesco ad avere altro pensiero…scusate…ho bisogno di dirlo a qualcuno… mi dispiace

    Rispondi
  125. uhmhm
    uhmhm dice:

    Silvia.. capisco ciò che dici.
    Io di solito sono sempre stata quella che ascoltava, che dava consigli se erano necessari. Non lo so, di solito alle persone faceva piacere parlare con me.
    Ora c’è un blocco.
    C’è un blocco in tutto, in tutta la mia vita.
    Ne abbiamo parlato con la psicologa lunedì, quella mezz’retta che mi ha concesso (è arrivata in ritardo e mi ha liquidata dopo poco), bè secondo lei è inutile che io faccia paragoni con quella Greta là, tanto non esiste. E’ una mia proiezione, che tutti ci eravamo fatti.
    La Greta brava che studia, che è gentile e disponibile, che ha mille interessi e li segue. Semplice, secondo lei quella persona non esiste.
    Dunque, chi accidenti sono io? Io non lo so.
    L’immobilità fatta person forse.
    Silvia, sapere che ti capita di sentirti così mi fa pensare che purtroppo non sono sola. O forse, che ci riusciremo, tutte insieme.
    Intanto qui continua questo strano rapporto con il cibo. Silvia tu hai mangiato anche stasera? ti prego, dimm di si.

    Azimut, terremo a mente la tua richiesta. Tra molti e molti anni però. Dai domani è sabato, sfrutta la possibilità di stare con le tue figlie. Cerca di combattere l’alone di solitudine attorno a te.

    Ilaria. Purtroppo ti capisco. Ho paura che stia succedendo nanche a me. Vorrei trovare qualcosa per aiutarti a smettere, non riesco a dire niente nemmeno a me stesssa. Non so come affrontare ciò che mi circonda e mangio. Non è giusto. Sensi di colpa opprimenti e l’ago della bilancia che sale.
    Che schifo.

    Chiara com’è andata?

    Buona serata ragazze.
    Vi abbraccio forte.

    Rispondi
  126. miele
    miele dice:

    Azimut, va bene. Lo lascerai detto o scritto a qualcuno, per quando sarà il momento di gestire il tuo corpo senza vita. Ma ora? Oggi? Adesso? Cosa sei, adesso?

    Chiara* che positiva l’atmosfera delle tue sedute! Puoi provare a spiegarmi perchè non te la senti ancora di iniziare col nutrizionista?

    io stavolta, giuro, non ho nemmeno capito bene perchè Vaniglia se la sia presa…

    uhmhm, sei qui a scriverci: e già questo ti rende tutt’altro che perdente.

    Ilaria: STOP. Domani ti svegli e ricominci? Con un comportamento diverso. Chiudi la dispensa, e fatti una lista delle cose che puoi fare durante la giornata. Dà un senso al tuo tempo. Il cibo non risolve nulla. Sarai madre quando iltuo corpo sarà pronto. Anche il mio ciclo mi lancia segnali ma si fa desiderare…e come dargli torto…sono sempre in attività, sommersa da pensieri, parole e opere…e il corpo in qualche modo ci deve parlare…

    dolce silvia, tieni duro anche stasera dai!

    claudina solo frutta e verdura distruggono lo stomaco…ti riempiono l apancia dandoti l’illusione della sazietà, mentre intanto le forze ti abbandonano quatte quatte…

    polla…dove sei? che combini? non disertare, ci manchi.

    l’infuso che ho provato oggi, per ora non è stato d’aiuto…:( ma con le cose naturali bisogna aver pazienza…e non solo con quelle 🙂

    vi auguro una bella serata angeli

    Rispondi
  127. miele
    miele dice:

    ok di nuovo, azimut.
    la domanda è: ma ti va bene sentirti così oppure desidereresti sentirti viva davvero e non sai come fare?
    nel primo caso, io personalmente non ho più nulla da dirti. non voglio sembrare dura, è che qualunque parola cadrebbe nel vuoto, e io non ho parole o energie da sprecare.
    nel secondo caso, proviamo a pensare ad un minimo appiglio per riportarti in vita, che ne dici?

    Rispondi
  128. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Dalle 15 alle 19…solo pianto e vomito. Perchè? Delusione e solitudine…non riesco a spiegarlo in altro modo. Poi, ho avuto la pessima idea di pesarmi e i 45 kg sono così vicini, da adesso cominca il declino, lo so, è già successo. Per questo la mia dietologa non voleva aumenti di peso troppo rapidi e a causa delle abbuffate, perchè i kg che si prendono in questo modo, si perdono presto, non appena la paura di ingrassare troppo mi porterà alla restrizione totale, come so già che avverrà. Ecco, ho parlato senza maschere e senza ipocrisa, sono tanto triste e scoraggiata, ma sopratutto ho paura, io so chi sono, so vivere con 40 kg addosso, con un corpo che ricononosco, che sento mio, ma ora non so chi sono e non c’è nulla di peggio che smetettere di volersi bene. Ora, verso di me, provo solo odio. Scusate lo sfogo…

    Rispondi
  129. Chiara*
    Chiara* dice:

    eccomi qui.
    oggi è stata una giornata… diversa.
    mi sono presa il pomeriggio libero e per una volta ho assecondato i miei desideri.
    mi sono lasciata andare, ho messo da parte il senso di colpa e di responsabilità e mi sono dedicata allo shopping.
    non so da quanto tempo non mi compravo qualcosa per me… oggi ne avevo voglia.
    tra le tante cose ho acquistato anche un vestitino molto “frou-frou” e delicato ma cortino che credo sarà alquanto improbabile indosserò mai.
    Ma mi piaceva l’ idea di averlo nell’ armadio.
    Poi sono stata dalla psichiatra. Stasera c’era un’ aria diversa… più amichevole del solito.
    Ora non so descrivervi le mie sensazioni perché sono un groviglio così intricato che fatico io stessa a mettere insieme i pezzi del puzzle.
    Mi ci vogliono sempre un paio di giorni per riuscire a metabolizzare quello che emerge e trarne qualcosa di positivo.
    Sicuramente la seduta di oggi mi ha lasciato qualcosa di buono.

    Miele non mi sento ad affrontare il nutrizionista perché vorrebbe dire abbandonare i miei schemi, lasciarmi andare completamente nelle mani di qualcun’ altro. Cosa che al momento non mi trova pronta.
    So che è un passo che dovrò compiere prima o poi.

    Vaniglia se posso permettermi di esprimere il mio parere (e non è un giudizio, ci tengo a sottolinearlo) allora dico che in questo periodo ti sento davvero diversa.
    Sembra un’ altra persona quella che scrive. Non sei la Vaniglia che avevo conosciuto.
    Sei sempre sulla difensiva, schiva, distaccata. Come se ti volessi difendere a priori da qualcosa che potrebbe venirti detto e che non accetteresti.
    Questa è la mia impressione e credimi, mi fa male sentirti così.

    Azimut io non so davvero cosa dirti.
    Se non che leggere ciò che scrivi mi spacca il cuore a metà. Nessuno può comprendere il tuo dolore. Ognuno lo vive a modo suo e solo noi sappiamo cosa ci portiamo dentro e perché.
    Ma tu adesso ti stai struggendo continuamente con le tue mani, non ti dai un attimo di pace.
    Le tue sembrano grida d’ aiuto alle quali non c’è niente che possa servire.
    Devi cercare di fare qualcosa Azimut e te lo dico con tutta la sincerità possibile. Così non PUOI permetterti di andare avanti.
    Quello che t porti dentro ti sta lacerando. Ti stai lasciando andare ogni giorno che passa sempre di più e non puoi permettertelo.
    Perché hai tutta una vita davanti che ti aspetta e tante persone attorno che vogliono viverla insieme a te!

    Uhmhm capisco cosa provi. Mi sembra di sentirlo sulla mia pelle… quella costante e perenne insoddisfazione, quella estenuante corsa alla ricerca di te stessa e di qualcosa che ti possa far sentire viva.
    E il corpo, che diventa uno strumento sul quale proiettare il dolore, il capro espiatorio di tutto quanto.
    E del sogno che mi dici? Sai che a Firenze ci devo andare per davvero in aprile???
    Ehi, se la settimana prossima ti va di prendere un caffè… basta dirlo.

    Silvia non stai assolutamente perdendo la tua dietro al nulla. Ti stai impegnando a costruire qualcosa per te, ti stai impegnando per tornare ad essere quella che eri. Stai lottando contro i tuoi demoni e in questa battaglia sei sola contro tutto e tutti. Ma proprio per questo devi sentirti forte. Perché ce la stai mettendo tutta.

    Ilaria mi dispiace tantissimo sentirti così… vorrei poterti dire qualcosa ma non so proprio trovare parole che abbiano un senso.
    Devi cercare di trovare un nuovo punto di partenza, qualcosa da cui ricominciare.
    Il cibo è solo un mezzo per farti del male. So che è difficile, dio se lo so!
    Ma non è impossibile cambiare. Non accade tutto d’ un tratto. Ci vuole tempo, ci vuole impegno, ci vuole forza di volontà.
    Allora forza, tira fuori la grinta e inizia a lottare. Per i tuoi sogni, per quello in cui credi, per quello che vuoi.

    Claudia non puoi andare avanti così, te ne rendi conto? L’ esserti ammalata è diventata l’ ennesima scusa per non mangiare e ora? Pensi di poter continuare con questa storia all’ infinito? No.
    Cerca di ritrovare un po’ di lucidità. Cerca di trovare un po’ d’ amore per te stessa in qualche angolino del tuo cuore.
    Ti sono vicina.

    Pina sono felice di leggerti. Mi metti il buon umore! E le tue parole sono sempre così cariche di verità… grazie.

    Maria Letizia come è andata la tua giornata oggi?

    Laura dove sei? Come stai? Ci sono novità positive oggi? Ti penso tanto.

    Marianna, Girasole che fine avete fatto?

    Angeli vi auguro la buona notte. Aleph a te un abbraccio forte-
    Sono molto stanca e ho bisogno di dormire.

    Rispondi
  130. Chiara*
    Chiara* dice:

    Maria Letizia ho letto solo ora il tuo post… non posso che dirti che ti stringo forte e che purtroppo, ti capisco bene.
    E’ una strada difficile.

    Rispondi
  131. silvia
    silvia dice:

    Miele, Uhmhm no, stasera nn ho ancora cenato…ma ci sto riflettendo, mi ci sto convincendo e dopo andrò…tengo duro…mi sento male, ma devo andare avanti!

    Uhmhm no, nn 6 sola, capita anke a me di sentirmi così…ma portare tutto su un piano reale e pratico aiuta molto, credimi. nn pensare a ki eri…pensa a ki vuoi essere e percorri quella strada.

    Azimut nn va bene così…tu 6 viva! hai dato vita a 2 splendide figlie e puoi VIVERE di emozioni, ma devi farti forza!

    Girasole, Laura, Polla vi penso molto.

    MariaLetizia Ilaria…

    Rispondi
  132. silvia
    silvia dice:

    Chiara sn contenta ke sia andata bene cn la psicologa, ma 6 riuscit a tirare fuori tutto?
    Ragazze…Firenze…ke bello….vorrei andarci anke io!

    Rispondi
  133. Chiara*
    Chiara* dice:

    Silvia non andrò a dormire fino a quando non avrò letto che hai cenato.
    Quindi per piacere… fai in fretta che sto crollando dal sonno!
    Mamma mia, ti rendi conto di quanti passi avanti stai facendo?
    “mi ci sto convincendo e dopo andrò…tengo duro…mi sento male, ma devo andare avanti!” sembra impossibile che sia tu a parlare. E’ bellissimo tutto questo Silvia.
    Non mollare, ti prego. Anche se è dura, anche se hai paura, cerca di trovare dentro di te quella forza che sai provenire dall’ essere cosciente che quello che stai facendo è normale e indispensabile per stare bene.
    Firenze… è la città che amo di più in assoluto. Non vedo l’ ora di tornarci. La visitai da piccola e ora voglio rivivermela con la consapevolezza e la maturità adatte per coglierne ogni meraviglia al 100%.

    Con la dottoressa mi sono aperta QUASI del tutto. Certe cose ancora faccio fatica a dirle apertamente, ma so che lei capisce benissimo quello che intendo.
    Stasera mi ha fatto notare per l’ ennesima volta quanto io sia condizionata dal senso del dover essere e dover fare.
    Di quanto per me la figura “dell’ altro” sia invalidante da un punto di vista emozionale.
    Pian piano arriveremo ad aprire tutte le serrature. Quando troveremo le chiavi giuste.

    Dolce notte angeli.

    Rispondi
  134. Azimut
    Azimut dice:

    Miele se mi andasse bene di sentirmi così qui sopra non ci sarei venuta, non lotterei per mangiare ogni boccone che riesco a buttare giù, non farei il duro lavoro che sto facendo su me stessa e questa sarebbe la mia vita…non ne avrei paura.

    Oggi ho visto seppellire un bambino, aveva sei anni. L’ho visto accasciarsi in sei mesi sotti i colpi implacabili della malattia. Era irriconoscibile. Ho dentro gli occhi di quel padre e di quella madre. Ho dentro quella minuscola bara. E la terra che la ricopriva. Non volevo parlarne. Ma sembrava che io passassi da qui a fare capricci, a crogiolarmi nel mio non-essere.

    Chiara* hai i miei contatti. Firenze per me è molto vicina, lo sai…

    Silvia sono fiera di te

    Un abbraccio forte a tutte e ad Aleph

    Rispondi
  135. Marianna
    Marianna dice:

    Questa mattina sono la prima ad augurarvi un caloroso buongiorno!
    Sono già sveglia da circa un paio d’ore, i miei sono partiti stamattina all’alba e ho voluto salutarli, dato che non ci vedremo per una decina di giorni.
    Ho fatto colazione, sta diventanto una piacevole abitudine ed è il momento della giornata che più preferisco perchè non vado di corsa.
    Sto programmando la giornata; oggi vorrei andare a fare una passeggiata al mare, non è molto lontano dal posto in cui vivo e spero che il mio ragazzo accetti la mia proposta. Mi piace il mare d’inverno, molto molto di più rispetto all’estate, mi piacciono le spiagge deserte, il profumo di iodio, il vento che soffia tra i capelli, il rumore delle onde…

    Ho letto di voi, vorrei poter avervi tutte quì e abbracciarvi. Siete tutte speciali.

    Silvia, come è andata la cena?Sei riuscita a mangiare qualcosa?
    Devo dirtelo, sono molto molto fiera di te!Anche se la vedi come un’imposizione, ti stai sforzando, stai lottando come una piccola samurai e questo non può che farti onore. Anch’io vedo ancora il cibo come una medicina da prendere per star meglio, in modo particolare il pranzo, perchè è una cosa che ho sempre saltato. E’ difficile mettermi a tavola, la maggior parte delle volte mi ritrovo anche a dover pranzare da sola e poichè la cosa non mi piace invito sempre qualcuno a farmi compagnia. Oppure metto un cd, qualcosa che mi rilassi e non mi faccia fare pensieri strani…Quando sei abituata a non introdurre niente nel tuo corpo, anche una briciola ti da l’idea di gonfiore, ma è una sensazione che pian piano passa. Così come ho notato che più mangio serenamente più mi viene fame. Continua così, SIlvia, non demoralizzarti mai!

    Chiara, ti sento un pò più calma, sbaglio?
    Hai fatto benissimo a ritagliarti un pomeriggio tutto per te, a fare shopping, a coccolarti un pò. Questi giorni devono essere stati parecchio duri per te, meriti un pò di riposo e una vagonata di affetto e abbracci! Rilassati in questo fine settimana e indossa l’abito nuovo, sono sicura che ti sta divinamente!

    Azimut, vorrei trovare le parole giuste per donarti un pò di conforto, è una cosa straziante assistere a ciò a cui hai assistito tu. E comprendo anche il tuo stato d’animo, cavolo se lo comprendo, sei anni fa ho visto seppellire nel giro di pochi mesi uno dei miei più cari amici e il mio ex ragazzo. E’ stata una botta tremenda, ma non ti devi lasciare andare. Tu sei ancora quì, hai davanti a te pagine bianche della tua vita da riempire e vorrei tanto che tu le colorassi di tonalità allegre. Sei una persona straordinaria, ci credo davvero quando te lo dico!Ti stringo forte forte, vorrei tanto che tu oggi sorridessi…

    Ilaria, STOP!!E’ ora di rimboccarsi le maniche, coraggio!Tira fuori la grinta, ce l’hai, l’hai dimostrato, programma una bella giornata da trascorrere con il tuo compagno e riparti da zero!E, se posso darti un consiglio, sfogati, parla, non tenerti tutto dentro…ti auguro una splendida giornata!

    Polla, non latitare!Mi mancano i tuoi post!Corriiiiiiiiiiii!!!!!!!

    Girasole, immagino che le tue giornate siano molto frenetiche…ti penso sempre!Mi manchi tanto!!

    Miele, se trovi un rimedio che allevi la sonnolenza post pranzo ti faccio una statua! E’ una cosa che infastidisce moltissimo anche me, infatti volevo passare in farmacia a chiedere qualcosa come rimedio…tienici aggiornate!

    Vaniglia, mi fa piacere leggere che non stai vomitando. Vedrai, tra poco andranno via anche le bollicine fastidiose…come vanno le cose a casa tua?Riesci ad essere più serena?

    Luna Blu, Pina, Aleph, Etera Danzante, Uhmhm, Laura…vi penso sempre tanto e vi mando una abbraccio avvolgente! 🙂

    Ok, è ora di mettermi in moto!

    A più tardi!!

    Rispondi
  136. Marianna
    Marianna dice:

    Dimenticavo…
    Uhmhm, non scoraggiarti mai!Scrivere la tesi non è mai semplice, in modo particolare l’inizio è sempre il più destabilizzante ( come tante cose del resto), ma supererai egregiamente anche questo scoglio!Hai affrontato tutti gli esami con successo, vuoi arrenderti proprio ora che sei a 100 metri dal traguardo?
    Devi cercare di sgombrare la mente da tutti i pensieri negativi…anche per me non è semplice, anzi, ci sono giorni nei quali la mia energia è assorbita dai continui meccanismi del mio cervello…mangio?non mangio?quante calorie ho assunto fino ad ora?perchè mia madre mi tratta da schifo?e perchè più di tratta male e più io cerco di farmi voler bene?Arrivo alla sera così stanca che mi sembra di aver tenuto una zappa in mano e in realtà non ho fatto niente di quello che mi ero prefissa. E allora giù con le lacrime, con il senso di fallimento costante che mi porto dietro…ma bisogna reagire!
    Io faccio il tifo per te! 🙂

    Rispondi
  137. yris
    yris dice:

    maria letizia – e l’invito vale anche per le altre –
    BUTTA QUELLLA MALEDETTA BILANCIA!!!!!!!!!!!

    la mia è ancora in garage e ho deciso di non portarla su. anch’io ero terrorizzata dall’aumento di peso, e il il solo vedere l’ago della bilancia che andava sopra il 40 mi faceva star male, ma ho deciso che volevo guarire e che non doveva essere una misera bilancia ad impedirmelo.

    finchè non avrete raggiunto un maggiore equilibro, e forse anche dopo, consiglio vivamente di NON PESARSI, di non misurare ogni giorno ossessivamente i cambiamenti.
    e anche di NON INDOSSARE ABITI TROPPO STRETTI, di prendere quellle striminzite taglie 34 o 36 o 38, metterle in un cassone e regalarle ai BAMBINI figli dei tanti rifugiati che in questi giorni stanno fuggendo dall’inferno d’africa.

    non abbiate paura di perdere il controllo, NON PESATEVI E BASTA, salvo quando ve lo chiede il vostro psicoterapeuta o nutrizonista (e anche in quel caso, io non guardavo)
    lo so che vi costerà, ma qualche sacrificio bisogna pur farlo per guarire, no???

    azimut, io ci sono, ricordalo..
    un abbraccio a tutte

    PS- aleph!!!!! ho sognato di nuovo un uomo che mi baciava… 🙂 ma questa volta non era giovane come te.. attento chè il mio inconscio ti tradisce.. ehehhe

    Rispondi
  138. miele
    miele dice:

    Anch’io porto il mio buongiorno, anch’io ho appena fatto colazione guardando il sole dalla finestra.
    Invidio chi abita vicino al mare, perchè anche a me piace da matti il mare d’inverso…l’odore bruciante dello iodio lungo la riva e il vento sporco di sabbia e il cielo senza fine, che in fondo all’orizzonte cade nell’acqua…dio, solo al pensiero mi viene da piangere…malinconia positiva..!
    E adoro anche Firenze!
    Visto che non sono l’unica ad amarla…beh, magari potrebbe diventare la meta di un nostro futuro meeting…non so…butto lì…

    Volevo ripsondere ad Azimut.
    Io non avevo l’impressione che tu stessi facendo “i capricci” qui. Piuttosto, mi sembrava che cercassi conferma all’ineluttabilità del tuo dolore.
    Ci hai parlato di un avvenimento la cui tragicità non è nemmeno lontanamente descrivibile. Tutte noi, o quasi, purtroppo forse possiamo portare esperienze del genere. L’anno scorso un ragazzo molto giovane, che ho praticamente cresciuto come un fratello, si è schiantato in macchina ed è morto sul colpo. Porto dentro questo taglio, questa emozione contorta e strngente, questo senso di marmorea impotenza…
    …ma, come cercavo di dirti ieri, ancora non afferro il collegamento tra l’assenza fisica di qualcun altro, e la TUA assenza-in-vita. Ovvio che quanto ti ho scritto era provocatorio, spero fosse chiaro…io so che se sei qui, c’è un motivo, in cui credi…però di fatto non lo spieghi mai. Non lo ricordi mai a te stessa. Non ti ho forse mai sentita parlare di qualcosa che non fosse dolore, perdita di sè o morte. E non ci credo, non ci credo che la tua vita è solo questo. Liberissima di non andare nei dettagli quando ne parli, ma a volte (quando succede) dovremmo essere in grado anche di ammettere che qualcosa “va bene”…è riconoscenza nei confronti della vita stessa…no?

    Rispondi
  139. Chiara*
    Chiara* dice:

    Ecco anche il mio di buongiorno.
    Stanotte non sono riuscita a dormire. Alle 4 avevo gli occhi sbarrati e alle 6.30 in preda all’ ansia mi sono alzata, cambiata, messo le scarpe e sono uscita a correre.
    Non c’è niente che mi dia più serenità. Ne parlavo anche ieri con la dottoressa. Correre per me è liberatorio. Riesco a spegnere il cervello, a mettere i pensieri in stendby e STOP.
    Da poco ho fatto colazione e ora… ora devo pensare a come organizzare la giornata.
    Il terrore del vuoto si sta facendo sentire.

    Azimut non so davvero cosa dire.
    In queste circostanze credo non ci siano parole adatte.
    Quella vita spezzata ancor prima di sbocciare deve aiutarti a riflettere su quanto importante sia ciò che hai e che sei.
    Credo che Miele abbia perfettamente delineato la situazione e io sono d’ accordo con lei nel dire che non ci credo che la tua esistenza sia solo dolore.
    Forse ne sei talmente accecata, talmente assuefatta e abituata che non riesci più a sentirti te stessa senza.
    Ma guardati intorno e soprattutto scavati dentro Azimut. Non sei solo un groviglio di linee spezzate, di angoscia, di vuoto.
    Sei una vita meravigliosa.

    Marianna ti sento un po’ più positiva e desiderosa di trovare il modo per stare bene. Questo mi fa davvero piacere.
    Ci stai mettendo tanta grinta e tanto impegno. Coraggio, non mollare!
    Verrei anch’ io a passeggiare sul mare… amo il mare d’ inverno.
    Il fatto che i tuoi se ne vadano per un po’ come lo vivi? Io al contrario di te bramo la solitudine durante i pasti infatti che i miei siano casa lo vivo male anche per questo.

    Miele che programmi per questo week end? Cosa farai di bello?
    Firenze… sarebbe bellissimo…

    Vaniglia come stai? Come si è conclusa la giornata ieri?

    Yris grazie per la tua disponibilità e i tuoi consigli.
    Ultimamente sei così assente… torna + spesso.

    Vi abbraccio angeli

    Rispondi
  140. Vaniglia
    Vaniglia dice:

    Ciao a tutti…
    CHIARA, mi spiace x la nottataccia, spero che questa giornata sia cmq positiva. Io stamane sto andando ai matti x il mal di testa, ma quel che mi preoccupa è l’occhio che sta ricominciando a gonfiarsi…come la sett scorsa. Devo sentire l’oculista. Stasera, vorrei andare al cinema, ma devo fare att.ne a non prender freddo…vedremo. Tu che farai?

    MARIANNA, a casa mia le cose vanno meglio…c’é un bel clima ma non voglio parlare, ogni volta poi succede il ’48! 😉
    Spero vadano via presto…le bolle! poi la gente è ignorante, ti guarda quando vai in giro come fossi un’appestata! Beata te che sei vicina al mare! inteoria anche io potrei andare….devo prendere la macchina e fare un po’ di strada!

    ora vado a portare fuori il cane e a fare la spesa…buona giornata a tutte e Aleph!

    …ah! ma sono così curiosa di vedere una tua foto!! si puòòòòòòò??? la mia mail è: [email protected] – se tiva mandamela.

    Rispondi
  141. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Dopo una notte piena di incubi, mi sono svegliata anche io, anche se non avrei voluto…avrei preferito una notte eterna. Ho provato a mangiare q,sa per colazione, ma il rifiuto per il cibo è già entrato in azione, non sento la fame , non ho appetito e so che questo durerà per tutto il giorno; tra un’ora arriva una ragazzina per ripetizioni, ma io non riesco a restare snza fare nulla e vado a correre sperando di sfogare un po’ tutta la tristezza che ho dentro…yris, posso anche buttare la bilancia, ma i mei occhi non li posso ingannare, dovrei accettare il mio normopeso, ma questo vuol dire lavorare sulla mia mente e lì che c’è tanta confusione, amarezza e paura.
    Grazie per tutte quelle che hanno avuto una parola per me…

    Rispondi
  142. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!!!!

    Oggi mi sono fatto proprio una bella dormita, ne avevo bisogno. In teoria avevo puntato la sveglia prestissimo, però poi mi sono riaddormentato!

    Vaniglia!!!!!!!Hai un cane???Che cane è????Io li adoro, ma non posso prenderli causa allergie mia e di mio padre…uffff…la foto..beh, ci penso, magari te la mando tra qualche giorno ok?Spero che il tuo mal di testa passi, perchè posso immaginare quanto sia difficile averlo sempre e costantemente…buona passeggiata col cane!Ti penso…

    Chiara…mi spiace per la nottata. Cosa farai oggi?Programmi?Perchè non leggi un bel libro, comodamente seduta in poltrona?O qualcos’altro di tranquillo, un bel film divertente….ti penso

    Miele!Buona giornata!

    Yris!Sono molto, profondamente, estremamente offeso!Cioè, mi tradisci così!?!?!?!?!?!?Ufffffffffffffff, che sia la prima ed ultima volta ok???

    Marianna!!!!!!!!Brava per la colazione!Ottima cosa, ottime parole, ottima positività!Spero tu riesca ad andare al mare oggi!Io non ci sono mai stato d’inverno, però credo piacerebbe anche a me…mi piacciono i posti vuoti, quando sei da solo, l’infinito del mare davanti a te…sì, credo proprio mi piacerebbe.

    Azimut………………non mi sento di scriverti nulla, voglio solo farti sapere che ci sono, ti tengo stretta e non ti lascio andare. Spero tu mi senta.

    Un saluto grande a tutte le altre, e cercate di passare un bel weekend!!!

    Aleph

    Rispondi
  143. Polla
    Polla dice:

    ..Buongiorno donzellette,
    come è iniziato il week end??? io mi sono riposata per bene,ho quasi finito di colazionare, e sono un po’ rimbambita dalle ore di sonno.. sapete.. anche qsta per me è stata una conquista,nel senso che prima non mi concedevo di dormire fino a tardi,mi svegliavo e mi agitavo,ora invece mi dico che non succede nulla se dormo un po’ di + e che non può che farmi bene.. riposare,permette di avere una mente un po’ + lucida e di staccare per + tempo da quei meccanismi che mi prendono e contro i quali devo agire!
    Ho dei buoni propositi per il week end e spero di farcela..settimana prossima,altra settimana di feste (tra lauree e compleanni) e sono già agitata ora..lo scrivo e cerco di dirmi che non ci devo pensare perchè l’ansia non è positiva e non è funzionale ai miei propositi.. eheheh.
    Leggo di voi e delle vostre lotte e sono contenta.. contenta che ci stiate provando..bisogna perseverare,perchè anche a me capita di farcela e poi di ricadere come una pera in abbuffate di verdura e frutta che poi non fanno altro che farmi sentire peggio.. ma non mi butto a terra,continuo con l’idea che ci riprovo! e ci riprovo.. e ci riprovo ancora.. tengo duro!
    Per uhmhm.. è ben difficile avere un dca e riuscire a fare altro.. nel senso che la nostra esistenza ruota intorno al cibo,alla compensazione,ecc.. quindi tutto ciò che non riguarda qsto genere di cose,per noi è difficilissimo da gestire perchè pare quasi inutile.. ed è uno dei motivi che mi porta a lottare sempre di +,che mi fa venire voglia di sfankulare sti meccanismi per iniziare a fare altro.. anche per me è stato molto difficile gestire esami e anche la tesi della triennale è stata un incubo e infatti ora che dovrò fare quella della specialistica sono super spaventata.. per qsto credo sia fondamentale prendere in mano la situazione e chiedere aiuto. nel senso che iniziare una terapia specifica per dca aiuta davvero tanto a spostare il pensiero,ad avere voglia di prendere in mano la propria vita.. che è davvero quella la cosa che conta e non sono solo parole,altrimenti non soffriremmo così tanto della nostra situazione.
    scusate,ma sono ancora un po’ mezza addormentata.. ahahah.. ora mi faccio un bel caffè e poi vedo di alzare le chiappe da qsta sedia,che non è nemmeno troppo comoda..

    Rispondi
  144. Polla
    Polla dice:

    ..ah,anche io adoro Firenze.. potrei dire che è una delle mie città preferite e ci ho lasciato un po’ il cuore visto che il mio moroso ha vissuto lì per qualche anno e io andavo spessissimo a trovarlo.. da qui ci metto un’oretta o poco +.. quindi.. se volete,io vi raggiungooooooo..
    ..mi avete fatto venire super voglia di andare al mare.. qualcuno sta vicino alla riviera romagnola per caso???.. eheheh.

    Rispondi
  145. Chiara*
    Chiara* dice:

    Maria Letizia vorrei poterti dire qualcosa per aiutarti a tirarti un po’ su ma so bene che in questo momento niente sarebbe utile.
    Non posso nemmeno dirti che tutto questo è normale, che l’ aumento di peso devi viverlo come una conquista e non come una condanna.
    Perché sappiamo bene che se non si è pronte psicologicamente ad affrontarlo e ad accettarlo non sarà che qualcosa di terribile e inaccettabile.
    Devi lavorare molto sulla tua mente, è vero. Lo stai facendo e non puoi pretendere che arrivi “tutto e subito”.
    Ci vuole tempo. Intanto cerca solo di essere il + serena possibile, anche se è dura.

    Vaniglia per oggi nessun programma.
    Devo ancora sentire Francesco ma preferisco lasciare che si organizzi per fare qualcosa con gli amici.
    Non voglio che si senta sempre in obbligo di stare con me nel week end, anche perché mi rendo conto che per lui è difficile sopportare la mia situazione, e per quanto si impegni e cerchi di fare di tutto per alleggerire le mie tensioni io la vivo male perché non voglio che si sacrifichi per me.
    Credo che andrò a sparare. Non lo so. Vediamo.
    Il tuo cagnolino come si chiama? E l’ occhio come va?

    Aleph io comodamente seduta in poltrona??? Impossibile. Non ci riuscirei.
    Ci provo spesso a cercare di rilassarmi, a prendermi del tempo per “non fare niente” ma non ne sono capace.
    Come mi ha detto la dottoressa ieri “il giorno in cui mi dedicherò all’ ozio completo faremo tutti festa!”. Tu invece che farai di bello?

    Polla i tuoi buoni propositi andranno a finire bene, vedrai. Ce la metti sempre tutta e sono sicura che anche questa volta sarà così.
    Anch’ io non riesco mai a stare a letto la mattina. Per me dormire è una perdita di tempo. Chissà quando riuscirò a cambiare idea…

    Un abbraccio

    Rispondi
  146. Polla
    Polla dice:

    ..Chiara*, dici che ce la farò??? bah.. in un’ora ho già cambiato idea ottanta volte.. ma l’unica soluzione è non pensare e agire,fare quello che si è stabilito a mente lucida, a priori.. qsto lo so. ma non sono così fiduciosa.. avrei voglia di qualcuno sempre qui con me disposto a gioire delle mie conquiste e aiutarmi ad andare avanti.. invece so che qsto lavoro lo devo fare da me. scegliere di non farlo è solo il consolidarsi sempre + di vecchi meccanismi che prescindono dal cibo,ma che si rifanno su di esso..
    Cmq resto dell’idea che sarebbe bello davvero incontrarsi..

    Rispondi
  147. Chiara*
    Chiara* dice:

    Polla certo che ce la farai.
    E se per qualunque malaugurato motivo non dovesse essere così… pazienza!
    Non può sempre andare tutto come vorremmo. Dobbiamo imparare ad accettare anche una possibile sconfitta.
    Ma sono fiduciosa. Sei una persona estremamente convinta e consapevole di ciò che è, di quelli che sono i tuoi limiti.

    Ilaria come stai oggi? Coraggio.

    Silvia dove sei?

    Claudia hai mangiato qualcosina?

    Ciao ciao

    Rispondi
  148. claudina
    claudina dice:

    Buon pomeriggio a tutti… ho letto un po’ di post,non tutti,sono troppo stanca a anche per leggere..ho una dissenteria tremenda…non tengo nemmeno un bicchiere d’acqua,niente…ieri sera ho mangiato un po’ di bresaola,un po’ di pane,ma subitto dopo in bagno…stanotte avevo sete,ho bevuto e di nuovo in bagno..idem stamattina…faccio fatica persino a parlare…inutile dirvi che sono tutti preoccupati qui..ma io nn so che farci…a malapena riesco a fare 2 cose in casa…e poi mi devo stendere…non riesco a capire se sta cosa sia uno strascico dell’influenza o se ho distrutto l’intestino mangiando solo frutta per troppo tempo…ma come sempre la cosa non mi tocca piu’ di tanto..scivola,come sempre.

    Rispondi
  149. claudina
    claudina dice:

    Oggi e’ il mio compleanno…sono 41..ma chi ha voglia di festeggiare..il mio piccolino mi ha fatto un disegno bellissimo…ha disegnato una bella casa ,vicino c’e’ un bimbo con in mano un palloncino colorato a forma di cuore..in alto la scritta: BUON COMPLEANNO MAMMA!

    Rispondi
  150. Chiara*
    Chiara* dice:

    Claudia allora TANTISSIMI AUGURIIII!!!
    Forza forza forza! Tirati su da quel letto e festeggia! E’ il TUO giorno, non un giorno qualunque e hai tutto il diritto di trascorrerlo nel migliore dei modi!
    Devi essere tu a volerlo però. Deve partire da te il desiderio di fare qualcosa per cambiare, per far si che almeno questa giornata prenda una piega diversa!
    Fatti un regalo, compi un atto d’ amore verso te stessa. VIVI!

    Oggi noto che il blog è +ttosto silenzioso. Bene, spero significhi che siete tutte impegnate in qualcosa che vi tenga la mente lontana dalle cose brutte.

    Vi abbraccio forte

    Rispondi
  151. Aleph
    Aleph dice:

    Claudina!!!!!!Auguroni!!!!!!!!!!!!!!Buon compleanno buon compleanno buon compleanno!!!!
    Sì sì sono d’accordo con Chiara, festeggia festeggia festeggia festeggia!!!!

    Chiara, i miei programmi sono di studiare oggi pomeriggio e poi stasera ho una festa di laurea di un’amica…anche se poi in realtà sono a casa da solo oggi quindi sto più che altro perdendo tempo tra pc e tv…era tanto che non lo facevo, ormai la tv non la guardo mai…

    Spero anche io come te che il silenzio di oggi sia perchè sono tutte impegnate…

    Io sono qui, cmq, se vuoi!

    Rispondi
  152. silvia
    silvia dice:

    ho letto solo ora tuuti i post. Ieri ho cenato, si, è stata , dura, ma sn qui…e ora ho pranzato ma sto davvero male…nn so ke fare fare a trattenere o a liberarmi…scusate…troppi cambiamenti di colpo.
    Passate un buon week end!

    Rispondi
  153. Polla
    Polla dice:

    ..Silvia, non sei enorme.. è solo una sensazione.. lo so che è la cosa che + pesa,ma bisogna pensare che è solo quella,fine a sè stessa.. solo una percezione, totalmente surreale,ma percepita da noi come vera.. ma non lo è. nutrirsi è normale.. è giusto.. non c’è altra via d’uscita.
    Ad ogni modo ci hai provato.. ed è cmq una cosa buonisssssima. ora non ti senti bene,prima non ti sentivi bene.. è il solito discorso dell’insoddisfazione che è sempre presente.. l’unica cosa però è che se mangi,anche se ti senti insoddisfatta,devi pensare che hai fatto una cosa giusta.che hai scelto l’unica alternativa possibile.. e quindi STOP.
    Ma posso chiederti che cosa hai mangiato? ora cerca di non torturarti +.. potresti sempre riprovare con una merendina,piccola piccola,ma pur sempre nutrienti che il tuo corpo riceve..e la tua testa ne sarebbe grata. attendere fino a stasera continuando a rimuginare,credo sarebbe una tortura,no? oggi ?? studi?

    Rispondi
  154. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Finalente sta arrivando Ale, cosi penserò meno al cibo..intato vado avanti con uno yogurt per pranzo, q.sa di più l’avrei vomitato…VI PENSO..scusate se mi sto dedicato poco a voi, ma vi leggo…

    Rispondi
  155. silvia
    silvia dice:

    Ho fatto un pasto completo Polla. Io nn ne faccio mai, ma ultimamente mi sto sforzando e siccome qnd inizio a mangiare poi mi viene realmente fame, nn riesco sempre a controllarmi…è il solito discorso…
    Il mio skema era il vuoto, il digiuno, quindi fare i pasti x me è un cambiamento immane…la merenda nn riuscirei mai a concedermela, e nn so se riuscirei cn la cena stasera, ma h tempo x arrivarci. Devo dire stop e smettere di pensare. E’ l’unica soluzione.In realtà poi nn è solo una percezione fisica xkè il mio fisico abituato al nulla reagire davvero riempendosi subito…cmq devo stoppppparmi.
    Grazie della presenza, siete importanti.
    Devo andare a lavoro. mi aiuterà a nn fermarmi.
    grazie

    Rispondi
  156. Aleph
    Aleph dice:

    Buon lavoro Silvia!
    E stasera, quando sarà ora di cena, e ti verranno dubbi, paure, pensieri di saltare: STOP.
    E poi mangia. E’ una lotta continua, e ti sono accanto.

    MariaLetizia, buon pomeriggio!

    Rispondi
  157. Chiara*
    Chiara* dice:

    Silvia non sei enorme.
    Il tuo corpo semplicemente non è più abituato al cibo. Poco importano le porzioni. Ci vuole del tempo perché i meccanismi fisiologici tornino a lavorare normalmente.
    Il problema sta tutto dentro alla tua testolina. E lo sai.
    Mangiare è la cosa più naturale di questo mondo. Non digiunare né abbuffarsi. Ma nutrirsi.
    E’ questo che dobbiamo imparare a fare. Dobbiamo rieducarci ad alimentarci nel modo giusto.
    Stai facendo dei grandissimi passi avanti. Non importa se non sei riuscita a resistere.
    Ci stai provando e già l’ intenzione è un’ importantissimo traguardo.
    Non pretendere troppo da te stessa. Non chiederti più di quanto riusciresti a sopportare.
    Piano piano, un passetto dopo l’ altro.

    Maria Letizia spero con tutto il cuore che la tua giornata possa terminare serenamente.
    Cerca di tenere la mente occupata ma al tempo stesso non fare come se il problema non ci fosse.
    Devi cercare di focalizzarti sull’ indispensabilità di tutto questo. Anche se nn riesci ad accettarlo, sai che è la cosa giusta.

    Aleph buono studio e buon divertimento per questa sera!

    Io in programma ho una cena fuori a 2.
    Non ne ho molta voglia a dire il vero… so già che potrei incappare nel Mostro e questo mi spaventa.
    Sto premeditando di ubriacarmi per non dover pensare ma so che sarebbe sbagliato.
    E sono nervosa. Molto molto nervosa.
    Il ciclo mi sarebbe dovuto arrivare lunedì e invece… eccolo già qui. Potrebbe non essere un buon segno purtroppo.
    Si potrebbe trattare di una finta mestruazione indotta dal carico di ormoni dato dalla pillola del giorno dopo, come del mio ciclo anticipato sempre a causa dello sbalzo ormonale, come invece potrebbe trattarsi di un’ emorragia da gravidanza.
    Devo aspettare il giorno 14 per fare un test ed essere certa della situazione.
    Non vi nego che questa cosa mi sta uccidendo.

    Vi auguro una buona serata

    Rispondi
  158. luna blu
    luna blu dice:

    Buonasera ragazze e Aleph…
    Claudina Auguriiiiiiiiiiii!!!!!!
    Son stanchissima..ma molto soddisfatta… 😉 …un abbraccio grande a tutti.

    Rispondi
  159. luna blu
    luna blu dice:

    Chiara…quando prendevo la pillola ogni tanto mi succede di aver delle perdite..non pensare subito in negativo 😉 … lo so è difficile…ma provaci…

    Rispondi
  160. silvia
    silvia dice:

    Grazie a tutti del sostegno.

    Chiara cerca di star serena…io dico solo ke ti sn venute prima! punto, ora è questo ke devi pensare. Stasera cerca di star serena, nn ubriacarti…oserei dire “da ke oulpito viene la predica…”anke io spesso cado su questo tasto, quindi ti capisco, so ke servirebbe x scacciare i pensieri in quel momento, ed è inutile dire ke nn è così, in quei momenti ci si sente bene, ma poi? ciò ke viene dopo è disastroso e io l’ho provato mlte volte. pensa ke anke se poco romantico in questa “cena a 2” ci siamo tutte noi accanto a te…cm un folto numero di amike pettegole ke rovinano la serata al tuo Francesco…x la gioia e la soddisfazione di qlc di noi a cui il suo comportamento nn è piaciuto affatto.

    LunaBlu stanca di sabato sera? 6 uscita sul fiume? cm è andata?

    Claudia auguri…cerca di goderti il bel regalo di tuo figlio. sii soddsifatta di qnt hai realizzato fin’ora…xkè c’è tanto ke hai fatto, nn scoraggiarti.

    Rispondi
  161. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Graze ragazze e aleph, pomeriggio tranquillo, prima spesa per la settimana, poi in giro per librerie (io e ale siamo malati di libri…)Ma ora di nuovo zero fame, ho mangiato due mandarini e un arancia…altro lo vomiterei. Questa sera ci vediamo con i nostri amici alle 23…ne approfitto per fare un pisolino…BUONA SERATA A TUTTI!

    Rispondi
  162. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Per Chiara: la pillola del giorno dopo altera la reolarità del ciclo, se ti sono già venute direi che sei a posto. per stare più tranquilla puoi fare un test di quelli presi in farmacia, ma vedrai che nn c’è alcun pericolo.
    Grazie per pensiei che hai per me…TI ABBRACCIO FORTE!

    Rispondi
  163. miele
    miele dice:

    ciao!

    claudina auguri!
    mi spiace sempre essere quella che rompe le uova nel paniere, ma vorrei chiederti se in fondo questa dissenteria non ti faccia un po’ piacere…deperire spontaneamente, senza digiuno forzato…con il corpo che ci contrae ed espelle ogni cosa estranea…

    LunaBlu hai lavorato alla tua casetta nuova?

    Chiara* trovo sempre molto belle le parole che hai per tutte noi. Quando proverai a rivolgerle a te stessa?
    Per il fine settimana programmi tranquilli…forse cinema domani, poi pizza as usual…non so se avrò qui la famiglia a bere il caffè. Io andrei a passeggiare al mare, ma lui è distrutto dal lavoro e non credo vorrà muoversi molto.

    Polla…polla mia! Sai che ti sono accanto…e che sei forte, forte forte forte! Più della malattia… soprattutto, più della solitudine.

    Silvia è proprio sull’abitudine che bisogna agire. Ogni giorno, ad ogni pasto. Dopo un po’, lo sforzo diminuisce…ma non dobbiamo vedere ogni pasto come un ostacolo, altrimenti si va fuori di testa. Io mi sento enorme anche in questo momento…la coulotte mi stringe in vita, mi sembra di occupare tutta la cucina…ma mi rendo conto che forse sono gonfia per altri motivi, anche per questioni mentali…voglio dire, non sempre lo si è (o ci si sente così) per il cibo…prova a fermarti e pensarci. Ah, per favorire la digestione, piccoli trucchetti: fare alcuni respiri profondi prima di iniziare il pasto, e masticare moooolto lentamente.

    MariaLetizia…

    Azimut?

    Ciao Aleph!

    Rispondi
  164. miele
    miele dice:

    Maria Letizia, certo che se parti dicendo “di certo lo vomiterei…”…cominciamo bene….l’esito non può che essere il digiuno…

    Rispondi
  165. Ilaria
    Ilaria dice:

    Ciao a tutte, un abbraccio ad Aleph.
    Che dire… periodo buio come non mai. Oggi è morta una mia zia, e oltre a tutto il resto si è aggiunto anche questo senso di impotenza, il non poter essere lì in questo momento… per quanto sgangherata, una famiglia è sempre una famiglia, e io mi sento sradicata.
    Sono passata giusto per fare gli auguri a Claudina. Tanti ma tanti auguri davvero, non importa quanti anni compi, ma quanti te ne senti e quanta voglia di fare e di stare bene hai.
    Perdonatemi ma ancora non riesco a commentare ciascuna di voi, mi mancano le parole. Continuo sempre a leggervi però.

    Rispondi
  166. Chiara*
    Chiara* dice:

    sono distrutta.
    il Mostro mi ha presa come non era mai successo.
    non so cosa è scattato e non so perché.
    so solo che vorrei poter continuare a dormire e non rendermi conto di questo schifo che mi porto addosso. dentro. che non sono riuscita a buttar fuori.
    mi sento morire. lo so non dovrei dire certe cose. ma è questo che provo.
    tante belle parole rivolte a tutte voi. tanti consigli. tante pacche sulla spalla.
    e poi? poi non saper fare NIENTE quando tocca a me.
    mi sento totalmente impotente.
    mi sento una merda.
    scusate.

    Rispondi
  167. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Buona domenica amiche mie, qui c’ un sole stupendo, le mie gambe già scalpitano, ho tanta voglia di correre e di fare una bella passeggiata con Ale, magari in collina, appena si sveglia…mentre pulivo il balcone, ho notato alcuni teneri fiorellini su un piccolo alberello…è come se mi fossi guardata allo specchio: rami deboli come i miei arti, radici poco profonde come le mie, ma la voglia interiore di crescere, fiorire ed essere belle come me…insomma va un po’’ meglio questa mattina (sarà , anche se so di sbagliare nel pensarla così, che oggi la bilancia segnava 1 kg in meno, forse è rotta…), ma q.ndo c’è Ale va tutto meglio. Ieri abbiamo parlato della convivenza, manca solo un contratto indeterminato per lui e poi potremmo provare questa nuova avventura…ce gioia mi ha regalato. IN questi giorni vi ho trascurato con le mie paure, ora vi dedico qualche riga:
    Chiara* mi è piaciuta l atua idea di prenderti un pomeriggio tutto per te, devo imparare a farlo anche io. Riguardo al tuo incontro con la psichiatra, capisco la tua difficoltà nel descrivere le tue emozioni, ma è molto positivo che ti abbia lasciato q.sa di buon (con la mia sto facendo grandi progressi!). Riguardo al nutrizionista, sai quanto ti capisco…altri schemi, altri controlli, il mio neurologo non me l’ha affiancata apposta mi ha detto che era inutile spendessi altri soldi, io so come e cosa devo mangiare e nn serve il controllo di u medico per farmelo fare
    Azimut mi associo anche io quello che ha scritto Chiara “Quello che t porti dentro ti sta lacerando”
    Uhmhm, da quello che scrivi vedo che le nostre difficoltà sono molto simili…CORAGGIO!
    Silvia…CREDI DI Più IN TE STESSA! (da che pulpito viene la predica )
    Claudia …AUGURI!!!!!Anche se in ritardo
    Marianna …che invidia…il mare…per me sole e mare sono i migliori antidepressivi!
    Girasole che farai di bello oggi?
    Vaniglia, mi fa piacere leggere che non stai vomitando.
    miele …anche io adoro Firenze, forse io e Ale riusciamo ad andarci a Pasqua! No…anche tu al mare….che invidia!
    Polla …mi mancava il tuo buon umore!!!Quali sono i tuoi progetti per il we? Sta andando tutto bene?
    dice:
    Aleph …grazie del pensiero….
    luna blu dice: ….in bocca al lupo per la gara!
    Un pensiero anche per tutte le altre…a questa sera. UN ABBRACCIO

    Rispondi
  168. miele
    miele dice:

    buongiorno!
    sono sveglia già da un po’, ma sono rimasta come un’ebete a guardare il sole che fa l’amore con i prati…il caffè in mano si è raffreddato e ho dovuto rifarlo 🙂
    a casa mia c’è il silenzio completo e sconcertante della domenica mattina…a volte mi piace, ne ho bisogno…
    scrivo e mi leggo le mie cose, sistemo fogli, carte, documenti, annuso i miei libri, disposti come soldati sugli scaffali…osservo la cucina immobile, i giochi di luce sulle superfici calde, la serenità della frutta che giace, in fremente attesa, sul ripiano della dispensa…il piccolo campo di battaglia della colazione, con i suoi umili resti, testimone del susseguirsi testardo dei giorni.
    avere una giornata davanti, a volte, mi emoziona…anche se non ho nulla di speciale da fare.

    Ilaria, passa una domenica serena, ti sono vicina.

    Silvia che ne diresti, oggi, di provare con la colazione?

    LunaBlu buona garaaaaa

    Ci sentiamo più tardi

    Rispondi
  169. laura
    laura dice:

    buon dì, ieri grandi pulizie alla casetta, poi psicologa, poi lavori alla casetta, poi aperitivo, poi cena, dunque non sono riuscita a passare.

    silvia ho letto che stai combattendo molto, che ti senti enorme, e ti capisco, capisco che il tuo cervello si fissi solo su quello che hai mangiato, che ti sembra troppo, lo sò, però come dice polla è la cosa giusta, pensa che stai facendo la cosa giusta per te, che ti stai facendo del bene, che stai costruendo le basi per un rapporto con te stessa basato sull’amore.

    maria letiza, cerca di non ricadere nel digiuno, provaci, provaci, quei 45 kg non vederli solo come il nemico, ma anche come una conquista, che è costata fatica, e che vale la pena difenderla.

    ora vi saluto

    Rispondi
  170. miele
    miele dice:

    Chiara* prova a mettere giù qui quello che è successo. prima, durante, dopo la “visita” del mostro. dove? come? quando? cosa?
    Mettitelo davanti.

    MariaLetizia…vedi, oggi sei più serena…ma poi, di colpo, in certi giorni ti dimentichi questo stato d’animo…dove va a finire?

    Rispondi
  171. Chiara*
    Chiara* dice:

    Ce l’ ho davanti Miele. Ce l’ ho impresso nella mente come una fotografia.
    Non ero io. Non avevo il controllo sulle mie azioni.
    La mia testa mi diceva “no! no! no!” ma l’ istinto aveva la meglio.
    Sapevo a cosa sarei andata incontro e non lo volevo. Ma non riuscivo a fermarmi.
    Pensieri contrastanti si affollavano nella mente “ma si cosa vuoi che sia?” “cazzo Chiara così rovini tutto fermati” “chi se ne frega, non mi interessa.” “no non farlo. non ce n’è bisogno” “devo farlo perché me lo merito. mi merito di star male dopo” e via così.
    Una volta a casa non ho potuto fare a meno di scoppiare a piangere.
    Non potevo vomitare, mi sentivo uno schifo, avevo dei dolori allucinanti allo stomaco… e oggi? Cosa farò oggi? Cosa ne sarà di me?
    Non ce la faccio + in questo modo.
    Fingere fingere fingere.

    Rispondi
  172. Polla
    Polla dice:

    ..buondì bellezze,
    come va oggi? leggo che Chiara ha avuto delle difficoltà,che Ilaria sta lottando duramente e vorrei che non mollaste,vorrei che dopotutto un barlume di speranza rimanesse sempre acceso dentro di voi.. perchè io lo sento,traspare anche quando c’è tanta sofferenza..
    Mi sono svegliata e finalmente dopo tanti gg grigi,anche qui è arrivato il soleeeeee.. sono iper contenta e c’è la mia cagnolona che freme.. io come al solito temporeggio e faccio con calma,ma quando lei fiuta il bel tempo,continua a camminare per la casa e mi appoggia il muso sulle gambe come per chiedermi di uscire.. oggi sarà davvero un piacere camminare e anche se spesso penso che cmq fare le passeggiate con lei è un po’ funzionale al mio bisogno di stare in moto,lei mi aiuta a capire che cmq ci sono anche delle cose normali,che ci sono delle priorità e che esiste il piacere di una passeggiata al sole senza tanti ricami intorno.. il prendermi cura di lei mi aiuta moltissimo a capire che in fondo sono in grado di farlo,mi da forza.. lei dipende totalmente da me e mi fa sentire indispensabile .. è una bella sensazione.
    Spesso penso che avrei voglia di innamorarmi,di condividere la mia vita con qualcuno,ma in qsto periodo mi rendo conto che sono un po’ accecata,che non mi creo occasioni per mettermi in discussione e che quindi anche le relazioni non cadono dagli alberi.. non mi sento sola,diciamo che la solitudine non mi spaventa perchè ho delle basi solide di amicizie che mi accettano così,con i miei alti e bassi,giusto o sbagliato che sia.. qsta malattia mi ha fatto capire quanto sia importante accettare l’altro,non cercare di impregnarlo delle nostre nozioni e verità e ammirarlo nel suo insieme.. siamo belli così! certo.. se ci sono delle difficoltà bisogna affrontarle e anche grazie al sostegno delle persone vicine.. e io in qsto momento sto cercando di farlo.. sono in difficoltà. affronto i miei problemi ogni giorno e ci provo.. nonostante quasi nessuno intorno a me sappia del mio disturbo specificamente, tutte le persone che mi vogliono bene,sono cmq a conoscenza del fatto che sto facendo delle cure a livello psicologico che mi impegnano molto e nelle quali investo molto.. quindi posso parlare dei miei stati d’animo,senza però fare specifico riferimento al cibo.. poi va beh,la mia famiglia sa tutto invece e qsto mi aiuta moltissimo.le mie lotte insieme a loro sono delle continue vittorie.. sempre e dovrei “sfruttarli” di +,dovrei tornare a casa + spesso.. so che qsto sarebbe utile per mettere peso,ma ho scelto di vivere la mia vita temporaneamente in un’altra città e ora lavoro tutta la settimana,quindi voglio farcela con le mie gambe.. perchè è così che sarà anche in futuro..
    Spero che oggi sia una giornata positiva per tutte..

    Rispondi
  173. uhmhm
    uhmhm dice:

    Chiara, come stai?

    Leggo delle tua lotta, non del tutto sconfitta, di ieri sera.
    Vorrei solo farti notare una cosa: sei sicura che sia stata davverouna visita del Mostro? Ti spiego, tu dicevi “massì cosa vuoi che sia”.. eri nel mentre di una cenetta con Francesco no? magari hai solamente mangiato ciò che avevi nel piatto e che il cameriere ti aveva portato. Solo, è la tua visione che ti porta a vederla come un’abbuffata. Non sto qui a dirti che è sbagliato e bla bla, perchè spesso capita anche a me. Vorrei tanto scoprire con mettere a tacere in quei momenti la parte malata che è in noi..
    Ti abbraccio forte.

    Rispondi
  174. Polla
    Polla dice:

    ..che silenzio oggi..
    è un buon segno??? vi state godendo qsta domenica di sole ???
    spero stiate bene.. lo spero davvero.. un abbraccio a tutte/tutti.

    Rispondi
  175. Girasole
    Girasole dice:

    Ragazziiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!! mamma mia che fatica leggervi e non riuscire a scrivervi, ma davvero in questi gg non ce l’ho fata…ma ho cercato di tenermi aggiornata il più possibile!

    oggi sono completamente sola in hotel…8 ore senza vedere nessuno…un solo ospite in arrivo…gliarti 3 sono già in stanza…e io che per non tagliarmi le vene leggo un po’, leggo voi e vi scrivo…
    in realtà un po’ di lavoro da fare ce l’avre3i, ma faccio dopo!

    oggi qui è davvero una giornata splendida…calda…piena di sole, e allora mi sono messa fuori sulla panchile della corte interna con i pantaloni su, a prendere un po’ di sole=vitamina D per le mie ginocchia che fanno male….male male…
    e mi preoccupano immensamente….non riesco a piegarmi, faccio fatica con le scale… e qui in hotel le faccio mille volte al giorno…
    vorrei tanto andare a correre, o fare le mie lunghe passeggiate che mi mancano tanto…
    stamattina sono uscita ho camminato mezzora, poi tappa in chiesa (non ci vado mai…ma oggi pur senza niente dadire mi sono fermata) e poi un altro qualrto d’ora fino a casa..ma che fatica! e pensare che una volta nello stesso tempo facevo un terzo in più di strada!

    Silvia, leggo del tuo sentirti enorme e ti capisco…
    dimagrendo non ho provato la voglia di dimagrire per mettere una taglia in meno o perchè mi vedevo grassa allo specchio…perchè non è per essere più magra che ho iniziato a vomitare è ho smesso di mangiare. Ora però, ora che so che per la prima volta in 2 anni e mezzo sto ingrassando che avrò messo su un chiletto o due… mi guardo e mi vedo enorme, la faccia tonda, il fondoschiena tondo… e pensare che il mio peso normale è sempre stato di 8 kg in più e una volta, tornata dall’erasmus ne pesavo 14 o 15 in più di ora!
    dall’altra parte però non vedo l’ora sia martedì, la visita nutrizionalem, non vedo l’ora che mi pesino, per sapere se tutti questi sforzi sono serviti a qualcosa… nonostante tutto…continuo a mangiare, tengo duro…ma faccio fatica!
    oggi la mia mamma ha fatto le lasagne…
    il ragu preparato ieri con troppo olio per i miei gusti..e io che ieri sera alle 11.30 toglievo quello che è venuto a galla con il cucchiaio…
    e stamattina preparava la teglia e sono dovuta uscire per non mettere becco e litigare, perchè l’odore mi faceva venire la nausea…
    ma poi, sono tornata e l’ho mangiata…non potevo rifiutarmi…era buona, perfetta!
    e poi i pasticcini…mezzo chantilly,…
    ma stasera, pollo scondito e verdure e due fette di pane! però allo yogurt con il calcio…non posso rinunciare…è per il mio bene!
    che confusione! scusate…la mia testa è confusa come le parole che scrivo!
    so che devo stare bene, lo voglio…ma a volte faccio fatica… non voglio…sto perdendo il controllo…sta tornando l’istinto?
    così con il cibo come con la mia vita?

    il servizio civile è iniziato…le mie giornate tra l’infogiovani e l’hotel non mi danno respiro…almeno fino a mercoledì…e poi, poi avro tempo per me, per gli amici, e ancora per me!
    sì ho fatto la cosa giusta…e vi ringrazio per l’appoggio e per le bacchettate sulla mia indecisione! dovevo solo rielaborare il tutt…e ora so che è la cosa migliore!

    leggo di polla che potrebbe anche innamorarsi…la primavera gioca brutti scherzi sul nostro bisogno di amore…e lo condivido…
    sì…l’amicizia, la famiglia…ma l’amore…
    è tutta un’altra cosa, non si può sostituire come non si può sostituire l’amicizia…

    polla tu sei forte e si legge, si respira attraverso le tue parole… e si sente l’appoggio delle persone che ami anche se sono distanti, ma comprendo la necessità di avere qualcuno intorno, quel qualcuno magari…
    io mi sono sempre dettac he in questo casino mi ci sono messa da sola, e da sola mi ci tiro fuori…ma so benissimo che non è così, che non può essere così!

    Marianna, grazie dei tuoi pensieri…grazie per ciò che scrivi… dai tuoi post esce il sole, sai? davvero!!! allora? la tua colazione di questa mattina? 🙂
    come stai?

    Uhmuhm….cerchiamo di scoprire insieme come mettere a tacere quella parte malata di noi?
    Chiara…sottoscrivo il pensiero di uhmuhm….in pieno!

    Miele….che bella la tua immagine di questa domenica…spero tu te la stia godendo proprio come nelle tue premesse:-)

    Maria Letizia… chissà…magari è rotta…magari dovresti romperla tu…quella bilancia:-)
    e la tua domenica?

    Claudina…tanti auguri anche da parte mia….
    come sta il tuo intestino sofferente? e la tua influenza?
    cmq…mi unisco alla domanda non so più di chi… non ti starai crogiolando in questa brutta influenza che non ti fa mangiare e, anzi, ti fa correre in bagno in continuazione? cerca di stare meglio, perchè quando sarà passata DOVRAI RECUPERARE TUTTO E ANCORA DI PIù…CHIARO???????????? 🙂

    ok…
    sicuramente mi manca qualcuno…ma voglio abbracciare tutte tutte e anche Aleph…e augurarvi una domenica super!!!
    ora mi metto a lavorare!
    magari torno più tardi!|

    Rispondi
  176. miele
    miele dice:

    Girasole, silvia…forza. coraggio. CORAGGIO!
    Certo che gli schemi e il controllo tendono a tornare, da me tornano con testardaggine ad ogni risultato…torna la tendenza a restare magra magra per poter sempre pensare “devo mangiare!”, per sentirmi in diritto di farlo. perchè una volta raggiunto il peso forma, quello sano, se mangerò di più sarà completamente una mia scelta, un mio “rischio” diciamo…e ho paura di come mi sentirò.
    il mio sedere si è arrotondato un bel po’, rispetto a mesi fa, il viso è pieno e salutare, il seno è aumentato id una taglia e tornato quasi alla mia norma…il mio ragazzo ferma le mani su di me e sorride, estasiato…
    il corpo cambia, con il cibo: come sarebbe possibile il contrario? ma cambia in meglio e anche nelle piccole cose…la pelle è più bella, i capelli più forti e luminosi, gli occhi cambiano espressione, abbiamo più energia, un po’ meno freddo (e non mi pare poco!) e via dicendo…anzi, vi sfido a scoprire pian piano queste piccole cose in voi…e a valorizzarle come meritano.

    sì girasole, la domenica è proseguita bene com’era iniziata. tra poco mi aspetta la pizza quindi credo che si concluderà in modo positivo!
    a te auguro buon lavoro!

    anch’io spero che tutte le altre siano in giro e stiano bene.

    vi abbraccio

    Rispondi
  177. silvia
    silvia dice:

    Buona domenica, in realtà manca poco alla fine della giornata ma io ancora adesso mi sto riprendendo, purtroppo devo associare la mia giornata a quella di Chiara, x la stessa caduta, x la stessa perdita di controllo…ma oggi ho pranzato di nuovo, nn potendo liberarmi in nessun modo.
    Grazie Miele x le tue parole xkè mi riempiono di forza, mi dai coraggio.
    Girasole grazie anke a te, anke io ho iniziato senza nessuna mira estetica, senza la necessità di dover perdere…ma ne ho perso parekkio…

    vi penso

    Rispondi
  178. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Buona sera a tutte…giornata rilassante, ma anche faticosa per il pensiero continuo del cibo, ma ero con Ale, abbiamo passeggiato e parlato tutto il pomeriggio…come mi sento serena con lui. A cena mi è successa però una cosa spiacevole. Avevo la mia bella insalata pronta, non ricchissima…l’essenziale, Ale mangiava il vitello tonnato, ne ho asseggiato un po’ e il mio stomaco l’ha rifiutato, senza provocare il vomito, ho rifiutto tutto. Perchè? A me sembra più una questione psicologica…domani ne parlerò con la dott,ssa.
    Voi come state?
    laura è bello saperti indaffarata in attività che ti gratificano!Grazie per il tuo pensiero, non digiuno, se no non starei in piedi, ma mangio super controllato…era inevitabile, non riesco a vedere i 45 kg come una conquista,nn ancora…
    miele hai ragione i miei sbalzi di umore sono pazzeschi, non so da cosa dipenda, non penso solo a realtà materiali che mi circondando…altro quesito da sottoporre alla dott.ssa. Grazie per la tua osservazione
    Chiara* …cosa è successo?Come ti capisco: “Non ero io. Non avevo il controllo sulle mie azioni.La mia testa mi diceva “no! no! no!” ma l’ istinto aveva la meglio.Sapevo a cosa sarei andata incontro e non lo volevo. Ma non riuscivo a fermarmi.”Non sei sola tesoro…questo è il mostro contro tutte noi combattiamo…come è poi andata la giornata?
    Polla è bello leggere la tua VOGLIA DI VIVERE!Condivido in pieno la tua frase: ” qsta malattia mi ha fatto capire quanto sia importante accettare l’altro,non cercare di impregnarlo delle nostre nozioni e verità e ammirarlo nel suo insieme.. siamo belli così”, ma è difficile trovare persone così…
    Girasole …come stai?Non è la bilancia che dovrei rompere…ma la mia testa!!!
    Silvia…ti capisco bene nella tua sensazione di vederti enorme…
    silvia…come stai ora?
    Ora torno da Ale…BUONA SERATA

    Rispondi
  179. uhmhm
    uhmhm dice:

    Ho cucinato. Mi andava di farlo. E ho mangiato. Troppo. E bevuto, per non pensare all’aver mangiato. Troppo.
    Troppo ho fatto e di troppo mi sento.
    E’ bastata una risatina mentre ero fuori dalla stanza e me ne sono corsa altrove.
    Mi sento in colpa, ma ancora di più arrabbiata.
    Ritorno alle mie canzoni, cari e adorati Afterhour stasera.
    Lontano da quel disordine che non tollero, dalle abbuffate materne, che non tollero.

    Da me che non mi tollero.
    Domani primo incontro con la psichiatra. Volevo leggere il mio amato Foucault, il potere psichiatrico, ma meglio evitare.Già, meglio.
    Vorrei qualcuno a cui vomitare addosso parole (nient’altro, non si fa, non lo faccio, anche se sarebbe più semplice).
    Basta che bevo pochino e tutto diventa più nitido, senza le protezioni che mi ostino a crearmi. Svelato. E storco il naso. Disgustata. Da me, e dai livelli raggiunti.

    E domani? sono spaventata.
    E dopo?
    Oggi era Carnevale, avrei voluto aer l’occasione di vestirmi: da Punto di Domanda. Nessun travestimento sarebbe stato più appropriato. Già.

    Rispondi
  180. Chiara*
    Chiara* dice:

    Vorrei dirvi qualcosa. Ma non ci riesco.
    Oggi è stato peggio di ieri. Il pensiero subdolo “ma si, tanto ormai il danno è stato fatto” si è impossessato di me e ora posso finalmente andare a letto, chiudere gli occhi e non pensare.
    Non mi sento io. Non SONO IO.
    Il terrore, il chiodo fisso di essere incinta, il mio stato d’ animo perennemente angoscioso, il bisogno di avere avere avere…
    Sono al limite. Mi sento sul ciglio del precipizio.
    Pensieri assurdi mi attanagliano. Avrei voluto…
    Sono arrivata pregare quel dio in cui non credo di farmi di farmi venire qualche brutto male…
    Mi sento persa. Vuota. Inutile. Schifosa.

    Buona notte angeli.

    Rispondi
  181. uhmhm
    uhmhm dice:

    Chiara, ti ho pensata tutto il giorno. Ero preoccupata per te. E ti capisco.
    Appena sarà il 14esimo giorno farai quel test, ne farai anche mille se è il caso. Ma vedrai saranno negativi.
    Allontana quel pensiero, allontana gli altri. Vorrei anch’io.
    Ho cercato ovunque quelle gocce che qualche settimana fa mi hanno fatto dormire, praticamente tutto il giorno. Ma niente, qui solo dell’inutile quanto cara melatonina. Riempiamoci di quella.
    Non gestisco i miei pensieri. Ho paura, prima di tutto di me.

    Spero voi stiate meglio, stiate passando una bella serata non da sole, non così.
    Qui non sta andando. Che delusione, non so da dove ricominciare, la mia mente malata vorrebbe scendere ancora più in basso.
    Domani che dirò a quella donna?
    “La prego, mi dia qualcosa. Io e le mie ossessioni andiamo sempre più a fondo. Mi dia qualcosa per mettermi in stand by?”
    Non mi sopporto, per cambiare.
    Buonanotte..

    Rispondi
  182. Aleph
    Aleph dice:

    Buonasera a tutte!!!!!
    Scusate la mia assenza di oggi, ma c’era qui Lei tutto il giorno quindi non potevo aprire il blog!E domani credo altrettanto!
    E’ stata una bellissima giornata trascorsa insieme, ma, tanto per raffreddare subito possibili pettegolezzi, non c’è altro da raccontare!

    Ho letto i vostri post qua e là, soo davvero tantissimi, se pensate che in 6 giorni abbiamo già scritto più di 200 post!!!Questa piazzetta è vivissima!

    Data la mole di informazioni, non potrò mai commentare e rispondere a tutte quante, quindi lascio un pensiero particolare a (non me ne vogliano le altre):
    Vaniglia!come sempre!, Chiara, Silvia, Azimut, Marianna, Miele…
    A loro e a tutte dico: lottate, lottate, lottate. Ogni giorno. Ogni momento. Io sono lì con voi.

    Spero di riuscire a passare domani mattina prima di uscire, dovrei farcela a fare almeno un salto per augurarvi la buona giornata!!!!

    Ora dormite e fate sonni tranquilli, domani è un altro giorno, e speriamo sia migliore del precedente e peggiore del successivo!

    Aleph

    Rispondi
  183. laura
    laura dice:

    good morning

    ummm “la prego mi dia qualcosa per mettermi in stand by” .. lo sai che non funziona così vero? che anche se ti desse qualcosa, i problemi resterebbero, saresti solo anestetizzata, una volta uscita dal torpore, tutto uguale, la soluzione la devi trovare in te perchè sia definitiva. detto questo comprendo bene il tuo bisogno, comprendo la voglia di stordirti in qualcosa che non ti faccia sentire, tutta la vita ho reagito con questo schema, ora sto cercando di non farlo, alle volte anche io penso che vorrei qualcosa che attutisca lo sconforto. però deve rimanere un pensiero.
    cambiando discorso adoro gli afterhours, davvero, ad esempio oceano di gomma la trova perfetta per gli stati in cui ci si culla nel proprio dolore,ed in effetti la nostra sofferenza “…è come il mare, sembra che ti culli ma poi ti vuole ingoiare…”.
    mi togli una curiosità, te lo avevo gia chiesto ma non ricordo, in che facoltà ti laurei?

    Rispondi
  184. Marianna
    Marianna dice:

    Buongiorno a tutte, buondì Aleph!
    Dopo un fine settimana all’insegna della pioggia finslmente si intravede il sole nel cielo. Però l’ari è sncora frizzante, non vedo l’ora che arrivi la primavera!

    Questo fine settimana è trascorso in modo abbastanza piacevole, i miei non ci sono e la cosa non mi dispiace affatto. Sono stata in compagnia di amici e ragazzo durante i pasti, in modo tale da evitare di farmi venire strane idee in testa. Però non sono soddisfatta di questo comportamento, vorrei riuscire a mangiare senza troppe paranoie anche quando sono sola…vabè, un passo per volta.
    Ho notato una cosa e volevo condividerla con voi: da quando ho iniziato a mettere ordine nella mia alimentazione mi è scattata una molla, direi maniacale, nei riguardi dell’ordine e della pulizia. Sono sempre stata molto ordinata e precisa, però ho iniziato a mettere ogni libro di narrativa in ordine alfabetico, i miei libri di università in ordine di anno e ancora in ordine alfabetico, i pochi oggetti che ho sulle mensole devono essere disposti secondo un preciso ordine ma più di ogni altra cosa il pavimento deve essere lucido.
    Sabato sera pioveva e quando i miei amici sono arrivati a casa mia le loro scarpe erano inevitabilmente bagnate, nonostante le avessero pulite all’ingresso. Ebbene, sono stata tutta la serata a pensare che il pavimento non era perfettamente asciutto, che avrei voluto pulirlo subito…insomma, mi sono scoperta insopportabile!Mercoledì ne parlerò con il dottore…

    SIlvia, il primo pensiero è per te. Non riesco ad esprimere quanto piacere mi faccia sentirti dire che cerchi di pranzare e cenare!Stai facendo enormi progressi e poco importa se qualche volta si scivola, tu cmq ti rialzi sempre più combattiva!Ottimo anzi, eccellente!!

    Girasoleeeeeeeee!!!Oh, ma che bello quando scrivi!!!
    Ah, le lasagne!!!Io le ho affrontate la scorsa settimana, mi pareva di dover fare un salto nel vuoto senza paracadute, però poi sono riuscita a mangiarne un pochino…dai, dai che ce la facciamo a rompere gli schemi, dobbiamo provarci, giusto?Facci sapere come va il tuo nuovo lavoro…ti abbraccio forte forte!

    Chiara, vorrei poter prendere il tuo fardello per alleggerirti da questo problema schiacciante. Vedrai che andrà tutto bene, l’ansia è il nosto peggior nemico. Ti stringo forte.

    Azimut, come hai trascorso il fine settimana?Come stai?Mi manchi!

    Alpeh, tra i sogni di Yris e le giornate trascorse con la tua amica emerge il tuo animo da don giovanni! 🙂 Scherzo, buona giornata!!!Ti penso sempre!

    Vaniglia, cara, dove sei?Mi preoccupo sempre quando non ti leggo. Se ci sei batti un colpo!

    Miele, Ilaria, Claudina, Yris, Luna Blu, Uhmhm e tutte voi che ho dimenticato di nominare, vi auguro una serena e calda giornata!

    A più tardi

    Rispondi
  185. claudina
    claudina dice:

    Buongiorno a tutte e buongiorno aleph…la dissenteria sembra essere passata..ma nn sto bene,e’ da ieri che ho una cosa strana che nn ho mai avuto…uno strano dolore in fondo alla schiena,proprio in fondo…mi sceende lungo le gambe e cammino in modo strano…a letto mi faceva molto piu’ male..ieri sono stata con la famiglia al carnevale,nn ne avevo nessuna voglia ma nn posso esimermi sempre da ogni impegno e quindi sono andata,ma ho fatto una grande fatica…sono tornata distrutta e siamo stati via nemmeno 2 ore…avevo sto dolore che nn mi dava pace…poi mi hanno convinta a fare merenda con loro..the’ e biscotti…subito dopo mi sono stesa e subito ho preso sonno..mi capita spesso ultimamente di addormentarmi molto facilmente…all’ora di cena ho mangiato un panino..ma nn avevo fame,l’ho mangiato per forza,infatti mi son venuti 2 conati di vomito finch’ lo mangiavo…ho lo stomaco tanto gonfio..mio marito dice che ho mangiato troppa frutta negli ultimi tempi…nn so se sia quello…oggi inutile dirvi che mi sento enorme…e che ricomincero’ a non mangiare..nemmeno la frutta adesso visto che mi fa male…domattina ho gli esami del sangue e domani pomeriggio la seduta al centro…non ricordo chi mi ha scritto se sotto sotto non ero contenta di avere la dissenteria: ovvio che si…come sono contenta di non aver fame…perche’ nascondere la verita’? e’ cosi’…Graazie di cuore a chi mi ha fatto gli auguri per il mio compleanno..nn ho festeggiato,ma nn e’ una novita’,io nn lo festeggio piu’ da anni ormai…anche perche’ sono un bel po’ gli anni che compio,nn c’e’ niente da festeggiare,chiedo scusa se c’ e’ qualkuna della mia eta’ che nn la pensa cosi’…io si… un abbraccio.

    Rispondi
  186. silvia
    silvia dice:

    buon giorno ragazze, buon inizio settimana.
    Ke dirvi? io nn sto bene, nel senso ke nn vivo bene questo mio aumento di peso…si, già sn aumentata, anke se nn mi sn pesata ma lo sento. Vabbè nn voglio fissarmi troppo in questo discorso frutt della mia mente malata…

    Marianna siam proprio vicine, sabato pioveva di brutto anke qui…complimenti x la tua svolta!

    Chiara cm va oggi?

    LunaBlu la tua gara?

    Uhmhm vai e lasciati guidare dall’esperienza della tua psicologa, vedrai ke andrà bene. siano cn te

    Rispondi
  187. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Buongiorno polpine…ho eltto…Claudina…coraggio…è che ancora sei influenzata… 😉 …neache io lo festeggio il compleanno…ma perchè nn mi interessa…però mi fa piacere se qualcuno se lo ricorda… :-)…di certo mia sorella gemella se lo ricorda sempre 🙂 …

    Silvia..la gara…quarte su quattro…ihihhihhh!!!! Noi siamo master..ci han messo a gareggiare con le senior..insomma avversarie troppo forti per noi…però abbiam fatto un ottimo tempo…e il lago era bellissimo 😉 …

    Per chi ha facebook…ho messo le foto di ieri…

    Silvia Tu nn ci pensare all’aumento di peso..ok? 😉

    Rispondi
  188. nuvola
    nuvola dice:

    ciao polla certo che mi ricordo di te. vedo che alcune non ci sono più e sono contenta forse significa che stanno meglio. sai anche io sono stata bene per un breve periodo ma poi ci ricado. non parlo del vomito ma di una fissazione continua che non mi abbandona mai. purtroppo ho capito che il mio vero problema è caratteriale. Io voglio da me stessa la perfezione in tutto ed è impos da ottenere, così cerco di controllare il mio peso per raggiungere in ogni modo i miei canoni, ma alla fine perdo il controllo. Il mio ragazzo non mi aiuta, la situazione è difficile da spiegare o forse lui non è come io vorrei e così mi dispero, mi sento orrenda e stupida. il lavoro nonostante il mio impegno costante non migliora, la situazione è difficile ed io reggo a fatica uno stress non legato al lavoro in se ma al non poter mai raggiungere gli obiettivi per colpe che non dipendono da me. cmq penso siano problemi generici che tutti hanno solo che io sto veramente male per questi. Vedo tutto nero, mi guardo allo specchio e mi faccio schifo pensando che magari se fossi diversa gli altri mi accetterebbero o magari il mio ragazzo avrebbe maggiore interesse per me. Purtroppo penso di essere un bersaglio troppo facile, ogni cattiveria mi colpisce a morte. Polla non mi curo perchè io non accetto quello che sono, alcune volte penso che magari sparendo per sempre potrei rinascere un giorno come io desidero essere veramente, ma lo so che sono assurdità. …a presto, spero tu stia bene

    Rispondi
  189. silvia
    silvia dice:

    LunaBlu nn ci penso, ma me lo sento, lo vedo nel mio viso, sulle braccia, le gambe…
    E pensare ke mi impegnavo x loro…ma dopo questa nn me ne importa +…xkè dovrei farlo x loro?? se è a causa loro ke sto così, ke sn piombata in questo skifo! tanta rabbia, tanto sconforto, tanta tristezza e delusione.

    Rispondi
  190. miele
    miele dice:

    silvia…l’alternativa sarebbe rimanere scheletriche per sempre… ma questo significa sostanzialmente digiunare per sempre…
    ti sembra una prospettiva accettabile? a me no. e ti assicuro che oggi mi sento a dir poco ingombrante. e sai perchè? semplicemente perchè non sono andata di corpo…e la mia mente tenderebbe a lasciare che tutta la giornata facesse schifo per questo…che te ne sembra?!
    forza silvia, pensa solo alla libertà che deriverebbe dal tornare a mangiare in modo normale…

    Rispondi
  191. silvia
    silvia dice:

    -miele nn è accettabile, ma io l’unica libertà ke vedo è proprio l’opposto, libertà di nn mangiare, anke se so ke nn è esser libera da me stessa, ma almeno è l’unica cosa ke controllo.
    E’ un brutto discorso, lo so, e nn è x ninete logico, me ne rendo conto, forse nn dovrei scriverlo, nn dovrei riversare qui tutta questa negatività, ma x qnt lotti nn sto bene cn me, nn sto bene cn gli altri, nn cambia il mio modo di pormi, nè le risposte ke ho…xkè m’illudo cm sempre ke da loro si possa aver qlc di diverso, nn ho accettazione…dovrei fregarmene e andare x la mia strada, ma il bello sai qual’è?…ke la mia strada l’ho annullata! e indovina un pò x ki?…x loro

    Rispondi
  192. silvia
    silvia dice:

    si. LunaBlu ho annullato tutto di me…nn so neanke se mai sn stata io…ho fatto in modo da nn avere nessun bisogno, mi sn privata di tutto, fino a mentire così tanto bene a me stessa da autoconvincermi di nn sentire l’esigenza di det cose, di tutto ciò ke nn potevo permettermi o ke sapevo già ke nn avrebbe incontrato la loro approvazione, nn sn stata in grado di seguire una strada ke fosse mia, in tutto…e ora mi trovo doppiamente senza nulla, senza sogni, senza + la spinta x andare avanti x ki, x cosa? cn la pura di intraprendere qls cosa, cn la paura di ciò ke nn conosco…praticamente tutto. Cl sentirmi ancora + stupida ed inutile xkè alla fine nn sn stata neanke buona in questo, xkè sn piombata in questa malattia cm ultimo sfogo x nn affrontare e stravolgere tutto di me. Xkè forse davvero me ne dovrei andare…ma è cm se nn avessi mai camminato. Scusa la confusione, ma oggi è questo ke sento dentro.

    Rispondi
  193. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Confusione tantissima…non riesco a capire bene in che modo ti seia nnullata…fammi un esempio concreto di quello che avresti voluto e che nn hai fatto per loro…

    Rispondi
  194. silvia
    silvia dice:

    I + semplici? io nn avevo bisogno di un vestito carino…nn avevo bisogno di andare alle feste…nn avevo bisogno di quei futili divertimenti leggeri dei miei coetanei…e queste sn le cose quasi atavike…ovviamente poi crescendo sn divetanti altri “nn bisogni”…finkè alla fine nn è restato nulla.

    Rispondi
  195. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno!Anzi, oramai, buonasera!

    Eccomi qui, sono tornato da poco….

    Silvia, sono “contento” dei tuoi ultimi post, stai parlando di te in una maniera un pò diversa dal solito, e mi fa davvero piacere…lotta

    Marianna!!Ehehehehe, grazie del complimento e del pensiero…sì, fai bene a parlare di questa “fissa” che ti è venuta per l’ordine e la pulizia, magari il dottore ti saprà dire di più…

    Vaniglia, dove sei oggi????Come stai???Ti penso…

    Claudina!!!!!!!Son felice tu ci abbia scritto!!!Spero con tutto il cuore che il dolore stia sparendo pian piano. Spero anche che la visita di domani vada bene e ti faccia sentire meglio!

    Luna!!!!Ciaooooooooooooo

    Laura, come stai?Ti penso…

    Azimut…………….

    A dopo

    Aleph

    Rispondi
  196. claudina
    claudina dice:

    buonasera a tutti…pomeriggio da dimenticare…male un bel po’..nn mi sento piu’ il fondo della schiena,mi fa male seduta,in piedi,distesa…giornata passata tra 1 sola mela,e tanti caffe’…tante sigarette…stasera non ho per niente fame,ma mi sono imposta di mangiare almeno un po’ di latte con dei cereali…l’lternativa che scelgo piu’ spesso anche se secondo i miei canoni e’ troppo calorica,ma nn so che altro mangiare…ho stirato tanta di quella roba che ho perso il contoma avendo passato tutta la scorsa settimana a letto le cose si sono accumulate…ora vado a preparare la cena per la famiglia…loro mangiano pasta gratinata…mio marito mi ha chiesto se io non la mangio,l’ho guardato come per chiedergli se e’ impazzito..ma che razza di domande mi fa anche lui? se mangiassi la pasta gratinata al forno senza problemi sarei guarita penso…nn vedo l’ora di avere l’incontro con la nutrizionista,perch’ mi dara’ UNO SCHEMA e magari allora si visto che vivo di schemi,forse riuscira’ a seguirla sempre che mi prometta che non ingrassero’ piu’ di tanto…vi auguro una buona serata e vi abbraccio tutte.

    Rispondi
  197. CANNELLA
    CANNELLA dice:

    ciao a tutti,mi sono imbattuta per caso..o forse per destino in questo sito,cercando un luogo d’incontro nel quale poter anch’io condividere con qualcuno quel grande male che mi sono cucita addosso e che mi domina da ormai qualche anno,e che mi inchioda ad una vita che io non voglio,che mi costringe ogni giorno a contare e ricontare le calorie,per arrivare ad essere come vorrei e come forse non so nemmeno io!mi piacerebbe poter partecipare e condividere con altre persone questo profnodo malessere che mi fa stare male e che non mipernette a 26 anni di poter avere una vita ingrado di definirsi tale

    Rispondi
  198. Aleph
    Aleph dice:

    Benvenuta Cannella!!!
    Hai fatto bene ad iniziare a scrivere qui…allora, dicci tutto…cosa fai tu nella vita?studi?lavori?
    Raccontaci pure quello che ti va…da dove arriva quel profondo malessere di cui parli?cosa ti fa stare così male?
    Sentiti libera di scrivere ciò che vuoi, in ogni momento…vedrai che qui tutte ti accoglieranno alla grande!
    E presto, prima che te ne possa accorgere, avrai conquistato un nuovo set di amiche/i…
    Ciao!

    Rispondi
  199. uhmhm
    uhmhm dice:

    Ciao a tutte..

    Vorrei dire una parola a tutte voi ma sono abbastanza a pezzettini e con poche parole.
    Ho dormito malisssimo, crampi alla pancia allucinanti.
    Incontro dalla psichiatra, per la prima volta.
    Mi ha prescritto dei farmaci, sono antidepressivi, dovrei inziaarli domani. Per inerzia me li sono fatti prescrivere, per inerzia li ho comprati, per inerzia domani li prenderò.
    Mi sento veramente vuota, stanca e abbattuta.
    Che fine hanno fatto le piccole gioie dei giorni scorsi? oggi non ho trovato posto per loro. Stasera devo cenare poi letto, sono davvero sfinita.
    In compenso, questa dottoressa mi ha fatto una carta, codice di esenzione 005. Ok, ora è ufficiale. Mi fa sempre più paura: quelli che io vedevo come dei problemini con il cibo ora hanno un nome. Ogni volta che vado da qualcuno per cercare di risolverli prendono sempre più forma. Ecco, esattamente questo intendo con il potere performativo del linguaggio.
    Dovrei leggere Foucault, per ridimensionare l’influenza che tutte queste persone hanno su di me? Oppure dovrei accettare tutto ciò attendendo tempi migliori? Io non lo so.

    Laura, oggi Oceano di Gomma risuoana nella mia testa. Io sono iscritta (studiare, laurearsi sono termini che poco mi si addicono) a Scienze della comunicazione: editoria e giornalismo. Nulla di troppo impegnativo ma l’ho sempre preso con il massimo impegno.. fino ad ora.
    Volevo qualcosa che mi aiutasse a dormire, a rilassarmi, invece degli antidepressivi. Ho paura. Lei mi ha detto di vederli come le pantofole: fanno sentire di meno il freddo del pavimento di marmo. Tu come stai?

    Silvia, mi ritrovo in tante cose che dici. Sono contenta di vedere che stai riuscendo ad aprirti. Credo tu non sia assolutamente immobile: ci provi, cadi, ti sfoghi, torni indietro, ma continui ad essere in movimento. Prima a poi tutto ciò porterà da qulche parte no?

    Marianna, sono felice per i tuoi giorni tranquilli.. Dove sono andati i tuoi?
    e come ti capisco riguardo al rigore domestico. Sono quasi ossessionata dalle pulizie in casa, e ho un cane gigante che ogni volta mia mamma fa entrare e ogni volta sporca. E io lavo, lavo e rilavo i pavimenti. Parlane con la tua psicologa..

    Vi abbraccio forte forte…

    Rispondi
  200. Marianna
    Marianna dice:

    Sera a tutte, ciao Aleph!

    Benvenuta Cannella, che bel nick che hai scelto!Parlaci un pò di te, noi siamo tutte qui ad ascoltarti e a tenderti una mano. Coraggio!

    Silvia, io ti capisco, ah,non sai quanto ti capisco!
    La mia situazione familiare è una delle cause scatenanti della mia malattia e nonostante mi imponga ogni giorno di fregarmene dei loro atteggiamenti, delle loro parole, non riesco a liberarmi di questo peso.
    Posso tranquillamente affermare di essere cresciuta da sola, nessuno mi ha mai seguita, nella scuola, nella vita, nessuno mi ha mai gratificata in nessun modo ed io non ho fatto altro che cercare di primeggiare per sentirmi dire almeno una volta nella vita brava.
    Quando mi sono laureata 2 anni fa io non ho avuto niente e non perchè non potessimo permettercelo ma perchè secondo loro non era una cosa così importante. Non ho festeggiato con nessuno, non ho potuto scegliere un abito da indossare, non sono andata dal parrucchiere per farmi i capelli…
    Però, il pensiero che sto maturando adesso è questo: va bene, i miei sono fatti così, magari non lo fanno apposta, non credo vogliano farmi soffrire, però io ho tutta una vita davanti da costruirmi, magari lontana da loro, perchè così sto meglio, ma posso ancora gustarmi tutta la serenità che mi è mancata negli anni. Dipende da noi, Silvia, dobbiamo farlo per noi. Perchè dobbiamo punirci?Perchè vogliamo renderci invisibili?Cosa cambierebbe?Usiamo la forza che mettiamo nel riuscire a stare giorni interi senza mangiare, nelle nostre punizioni, per cambiare sta cacchio di vita che ci rende così insofferenti. Si può fare, tu che dici?
    Scusa se il concetto è un pò contorto, mi è ancora molto difficile esprimere quello che sento dentro, mi porto dietro un baule pieno di sofferenza e se ci penso mi viene rabbia, delusione, tristezza…immagino sia lo stesso anche per te.

    Chiara, Azimut, Ilaria, il vostro silenzio mi preoccupa…dove siete, come state?Vi penso tanto…

    Rispondi
  201. Marianna
    Marianna dice:

    Uhmhm, ti sento quasi rassegnata…vorrei poterti aiutare in qualche modo.
    Cerca di lasciare da parte l’inerzia e tira fuori la grinta, sono sicura che ce l’hai!Non ti abbattere, anche a me capita di essere felice un giorno per una piccola vittoria e poi tristissima per una settimana. Anch’io ho paura che il dottore possa prescrivermi gli antidepressivi, ma se la dottoressa te li ha consigliati è perchè non possono far altro che aiutarti.
    Hai provato a prendere qualche tisana per rilassarti prima di andare a dormire?A me ogni tanto aiuta…quella e qualche film scemo che mi strappi un sorriso! 🙂
    I miei sono partiti sabato mattina, hanno deciso di vedere il carnevale a Fano, quindi questo fine settimana è trascorso più serenamente per me.
    Un abbraccio!

    Rispondi
  202. laura
    laura dice:

    silvia cos’è successo a casa?, cosa ti ha scosso così? qualunque sia il motivo non mollare il colpo, non reagire con i soliti meccanismi.

    marianna sono contenta che hai trascorso un bel fine settimana, hai ragione marianna possiamo ancora gustarci tuttal la serenità che ci è mancata, possiamo, spero accada presto, anche se al momento lo edo così lontano come traguardo.

    ummm tu volevi qualcosa per rilassarti e dormire, ti ha dato degli antidepressivi, non sei costretta a prenderli, e sopratutto non prenderli per inerzia, pensaci, datti il tempo per capire se è la cosa giusta per te, se decidi di prenderli fallo perchè credi sia giusto farlo, non perchè ti ci sei trovata in mezzo.

    ho un desiderio enorme di potermi abbufare ma non posso, inoltre mi sento e vedo enorme, sicuramente sono ingrassata, io di mio sono stitica, molto, ma adesso ho raggiunto un livello mai prima d’ora, questa è la terza settimana che non vado di corpo e la cosa mi fa sentire ancora più enorme e grassa, che voglia di mangiare………….. basta . io mi sento che sto così tornando indietro, vomito sempre più spesso, inoltre ste fitte al petto, l’altro giorno mi sembrava che mi stava esplodendo il cuore.

    Rispondi
  203. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Buna sera a tutti! Sono davvero stanca ed è solo lunedì…l’incontro con la dott.ssa è stato molto costruttivo, vorrei tanto portare nella mia vita quella calma e quel calore che mi trasmette…infondo gli incontri servono anche a questo. Poi ho concluso la giornata con un’oretta in palestra, ma quanto mi manca Ale quando sono lì!
    Voi come state?
    Marianna sono contenta che tu abbia passato un fine settimana piacevole, anche io cerco di mangiare con amici e ragazzo tutte le volte che posso, ma anche con i miei, datti tempo, le paranoie ci accompagneranno ancora per un bel po’, ma credo che riconoscerle sia già importante! Parli di ordine e pulizia? Sfondi un porta aperta con me: ordine e schemi nel mangiare…idem in tutto ciò che riguarda la mia giornata, quasi avessi bisogno di seguire un percorso segato per non andare fuori strada, ma potermi così ritrovare sempre..rischio zero!
    Silvia, mi unisco a Marianna: complimenti per i tuoi progressi!
    Chiara, come sei stata oggi?
    Azimut, come stai?
    claudina sono contenta di sapere che stai un po’ meglio, ma non so cosa sia quel dolore di cui parli…capisco quando dici che sei contente della dissenteria e di non avere fame, senza paura di giudizi, perché tanto, chi più chi meno, siamo tutte sulla stessa barca…
    silvia…come ti capisco, io non sono più aumentata di peso, ma 43 kg mi sembrano così tanti…
    Luna Blu quarte su quattro…ma sì, l’importante è la grande voglia di vivere che chiaramente metti in tutto quello che fai, vorrei avere anche solo la metà del tuo entusiasmo, grazie per volerlo regalare a noi!
    nuvola non ricordo di averti già incontrata, quindi…piacere di conoscerti!
    Leggo che abbiamo molto in comune: “Io voglio da me stessa la perfezione in tutto, così cerco di controllare il mio peso per raggiungere in ogni modo i miei canoni, ma alla fine perdo il controllo”.”mi sento orrenda e stupida”. “il lavoro nonostante il mio impegno costante non migliora, la situazione è difficile ed io reggo a fatica uno stress non legato al lavoro in se ma al non poter mai raggiungere gli obiettivi per colpe che non dipendono da me”. Hai ragione sono problemi generici che tutte abbiamo, coraggio…forze stando con noi impareremo tutte ad amarci di più!
    CANNELLA benvenuta! Da quello che leggo anche tu combatti contro questo inferno, hai fatto bene scrivere: ti sentirai meno sola!
    uhmhm che succede?Capisco quando scrivi: “quelli che io vedevo come dei problemini con il cibo ora hanno un nome. Ogni volta che vado da qualcuno per cercare di risolverli prendono sempre più forma”MA forse questo è necessario per affrontarli, anche se fa male da morire!.
    Tante non scrivono più..state bene?
    Domani giornata noiosa: consiglio di classe…odio la burocrazie!
    Preparo la borsa e mi avvio a letto…UN ABBRACCIO!

    Rispondi
  204. Chiara*
    Chiara* dice:

    Vorrei dirvi qualcosa di sensato ma non ci riesco.
    Scusatemi.
    Vi sono vicina, conosco e capisco il vostro dolore, le vostre paure, i vostri dubbi.
    Vorrei poter fare qualcosa per ciascuna di voi, di noi.
    Vorrei che questo fosse solo un brutto bruttissimo sogno dal quale domani mattina finalmente ci sveglieremo.
    Ma non è così.

    Buona notte angeli.
    Vi abbraccio.

    Rispondi
  205. Ilaria
    Ilaria dice:

    Buonasera a tutte, ciao Aleph!
    Passo di qui per farvi un saluto veloce veloce prima di andare a dormire. Non sono sparita, continuo a leggervi tutti i giorni e vi penso in continuazione. È solo che sto attraversando un periodo di standby emotivo, nulla sembra smuovermi, nemmeno i sentimenti negativi successivi alle abbuffate sono più così forti, quasi fossero attutiti da uno strato di ovatta… Spero di risvegliare la voglia di vivere che di solito ho, quando sto bene. Intanto ho deciso di chiedere alla mia dottoressa di famiglia di darmi un ansiolitico leggero, giusto per smussare un po’ di spigoli quando sento che la situazione potrebbe volgere al peggio. Che dite, faccio bene?

    Oltre a dare il benvenuto a Cannella, volevo solo dire due parole a Silvia: condivido al 100% quanto ti ha già detto Marianna. Anch’io provengo da una famiglia a cui ho dato tutto e da cui non ho ricevuto niente. Mi hanno tenuta rinchiusa fra quattro mura finché hanno potuto, e non certo per proteggere me da fantomatici pericoli, ma solo per proteggere se stessi dalle rogne… Come spesso dico, mi sono fatta da sola. Facendo errori a non finire, ma almeno posso incolpare solo me stessa. Però, nonostante tutto il rancore che provo per loro, non riesco a staccarmi del tutto, è come se il fatto di diventare finalmente una persona diversa da loro fosse una specie di tradimento nei loro confronti… ma più vado avanti e più mi convinco che tutto ciò che faccio lo devo a me stessa e non a loro. Soprattutto, è per me stessa che devo guarire. Sono io che convivo con il mio corpo, non loro. Sono io che ho dei desideri che mi riguardano, non loro. Silvia, non è troppo tardi perché tu possa realizzarti. Certo, non potrai pretendere e ottenere ora da loro quel calore e quella protezione che spetta di diritto ad ogni essere umano, però puoi fare molto per prenderti cura di te e lo sai. Convinciti di meritarlo, ok?

    Baci e abbracci a tutte.

    Rispondi
  206. Girasole
    Girasole dice:

    RAGAZZEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11 Sì, tappatevi le orecchie perchè sto urlando!!!!!

    ma che capita…perchè perchè perchè sento quest’aria grigia da queste parti???

    perchè? un paio di settimane fa si respirava quasi la primavera e ora? coraggio! dai fanciulle! domani è la nostra festa e dobbiamo rimboccarci le maniche per festeggiarci al meglio….festeggiare NOI! cosa che dovremmo fare tutti tutti tutti i giorni, perchè siamo delle super donne, con dei super poteri da fare invidia a Wonder Woman…perchè ne abbiamo passate e ne stiamo passando di tutti i colori, abbiamo visto e vediamo tuttora il cesso dal punto di vista sbagliato… usiamo la bilancia nel modo sbagliato…abbiamo mille schemi…giochiamo al ribasso con cibo, calorie e con noi stesse… ci priviamo delle cose più belle della vita…e lo facciamo…
    già, per cosa lo facciamo? cosa si merita tanto? boh? nulla dico io…nulla!!!!
    giorni persi…occasioni perse, sorrisi persi…colori persi! eppure…siamo qui, siamo qui a scrivere scrivere scrivere, a mettere nero su azzurro i nostri pensieri, a aprirci con chi non conosciamo, di cui non sappiamo il nome, qlcn che si cela dietro un finto nome…il mio? Monica! e ve lo dico perchè è quello che sono! Sono Monica, sono Wonder Woman, perchè con tanta immensa fatica ce la sto mettendo tutta per rialzarmi, così come sta facendo Chiara, come fa Polla, come fa Silvia, e Ilaria, e claudina, e vaniglia, Marianna e Maria letizia, laura e luna Blu e tutte tutte le altre…
    e non venitemi a raccontare frottole, che magari non è vero ciò che scrivo, non raccontatemi che simo nullita, inutili, che non valiamo nulla, che ci facciamo piccole piccole perchè nessuno ci possa vedere…
    no, non state a raccontarmelo, perchè questa scusa non vale più! perchè volevo sparire…essere invisibile, ma a cosa sarebbe servito? e poi, se era così vero…perchè mi sono tirata su le maniche, perchè mi sono persino tolta la maglia per poter star bene)…perchè sto facendo tutta questa fatica per tornare a un peso decente, per far venire il ciclo, combattendo con il mio sentirmi enorme, con la mia faccia che torna tonda, per le mie braccia senza i buchi…per il mio petto senza le ombre delle costole…perchè?
    semplice, perchè sono wonder woman…perchè sono più di lei…
    perchè sono stata tanto forte da farmi del male, ma sono ancora più forte per il mio desiderio di curarmi…ed è lo stesso che voi tutte siete…forti forti, incredibilmente forti, nonostante le cadute, nonostante la rabbia, nonostante il vomito e le restrizioni, nonostante gli schemi….
    STOP! STOP! STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!STOP!
    STOP!

    STOP!

    STOP!

    ecco…STOP!

    Ragazze, le palle ce le abbiamo tutte…e siamo forti e siamo delle grandi…

    scrivo tutto questo per voi, e per me, per non dimenticarmelo, per condividerlo, perchè credo in voi…e non vogliio leggere nessuno che pensi che questo non è vero, perchè non ci credo, non posso e non voglio credere che non sia così!

    vi voglio bene sapete?
    e lo dico davvero!

    non so se domani capiteròda queste parti…
    quindi, buona festa della donna a tutte!!!

    Aleph… a te un bacio!

    cannella…benvenuta!

    Scusate se non ho scritto a nessuna in particolare…ma vi abbraccio tutte…una per una!

    Rispondi
  207. silvia
    silvia dice:

    Grazie Ilaria, grazie Marianna, grazie Uhmhm…le vostre parole, le vostre considerazioni mi fanno venire le lacrime gli okki…ma sento così forti questi legami ke nn riesco ad allontanarmi.

    Laura cerca di star + calma e sopratutto l’unica cosa ke posso dirti è di far riferimento alla tua psicologa.

    Scusate se oggi nn ho tantissime parole…vi penso.

    Rispondi
  208. Marianna
    Marianna dice:

    Un passo per volta Silvia, stai facendo progressi e se continui a crederci sono certa che ne farai tantissimi altri!

    Laura, anch’io sono parecchio stitica anche se 3 settimane sono tante! Hai provato qualche rimedio naturale?Tipo kiwi, mele cotte, aiutano un pò a regolarizzare il transito intestinale. Coraggio, mantieni la calma e placa l’abbuffata…dai che ce la fai!Ti abbraccio!

    Chiara, Maria Letizia, dolce notte ad entrambe…siete sempre nel mio cuore.

    Girasole, sei più grintosa di un pezzo rock!!Vai così, dammi un bel cinque virtuale!! 🙂
    Se abbiamo avuto una determinazione così forte nel farci male, possiamo averne altrettanta per costruirci uno splendido futuro!Tutto è nelle nostre mani, Wonder woman può allacciarci le scarpette! 😀 😀
    Passa più spesso, c’è bisogno del tuo colore e calore!!Un mega abbraccio!

    Vaniglia, dove sei?Ti penso…

    Azimut…

    Buonanotte a tutte, amiche mie, notte Aleph.
    A domani!

    Vi voglio bene!!

    Rispondi
  209. Marianna
    Marianna dice:

    Pollaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa?????????Dove sei finita?Su su, vieni quì a raccontarci come hai trascorso il fine settimana! 🙂

    Vado a dormire sul serio. Notte a tutte/i

    Rispondi
  210. Aleph
    Aleph dice:

    GIRASOLEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ok, credo che queste tre righe esprimano già da sè cosa penso del tuo post!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Sei mitica!!!!!!

    Marianna, buonanotte!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Vaniglia……ti penso

    Silvia, non preoccuparti se non hai scritto molto…basta sapere che ci sei!Lotta…

    Notte anche a tutte le altre!

    Aleph

    Rispondi
  211. miele
    miele dice:

    Buondì a tutto il blog

    Monica-Girasole, hai scritto un bel post, ti sento positiva. Io la festa della donna non la considero minimamente, anzi la considero un’enorme cavolata…però di certo so che valiamo in quanto “persone”, e che non coincidiamo con la nostra malattia.

    silvia trovo molto positivo che tu ti sia aperta un po’ a raccontare cosa ti sta logorando. come puoi vedere, qui molte persone hanno alle spalle un vissuto familiare problematico…che non è l’unica possibile causa di un dca, ma che comunque può contribuirvi.
    una persona molto saggia che conosco, e che lavora al cento dove mi seguono, ci ripete sempre che il grande passo da far,e per tutti nella vita, è cercare le nostre “vere” parentele…la nostra vera famiglia, che non sempre coincide con quella che ci ha generate fisicamente. E’ naturale che questo processo porti con sè il senso di colpa e del tradimento, ma a volte è l’unica via per il nostro stesso bene. I genitori sono esseri imperfetti, come lo siamo anche noi…non vanno scusati, certo, ma mentre restiamo perse nella nostra malattia non facciamo neanche nulla per svincolarci da questo ambiente…la malattia è una protesta incorporata, ma la guarigione è il passo avanti che ci può portare fuori dalle orbite che sono dannose per noi.

    Azimut, come mai non scrivi più?

    A tutte le altre, un buon inizio di giornata. A più tardi

    Rispondi
  212. claudina
    claudina dice:

    Buongiorno a tutte ciao Aleph…sono appena tornata dal prelievo del sangue,un siringone enorme…oggi pomeriggio ho la seduta al centro ed in un certo senso non vedo l’ora di andare; ieri sera ho mangiato latte e cereali,non mi sento molto in colpa quando mangio cosi’..forse perche’ so che nn ci sono poi tante calorie in una tazza di latte…mi sento tanto stanca,a malapeena riesco a fare un po’ di pulizie…ho le gambe pesantissime…doloranti..la schiena anche,la testa mezza vuota…volevo fare colazione dopo il prelievo,mi ero ripromessa di fala,ma alla fine ho preso solo un caffe’ macchiato…inizia un’altra giornata senza senso…chissa’ quanto sara’ lunga…sono davvero stanca…pensare a quanto tempo dovro’ andare avanti cosi’ mi butta giu’…spero tanto che la seduta di oggi dallo psicologo mi sia di aiuto…ma sono davvero stanca..tanto stanca…vi auguro una buona giornata.Un abbraccio.

    Rispondi
  213. miele
    miele dice:

    ciao claudina….dopo il prelievo del sangue (lo faccio ogni 6 mesi per il controllo generale dei valori) mi piace sempre sedermi nell’atrio dell’ospedale, con un bel caffè bollente e un dolcetto da mangiare…l’ospedale di mattina presto è un posto stranissimo…non so, sari curiosa di lavorarci, ogni tanto. a parte ciò…mi spiace per la tua stanchezza…soprattutto perchè è dovuta al digiuno (oltre che, ovviamente, all’influenza che hai avuto, ma da quella dopo un po’ ci si riprende)…e ti auguro con il cuore che la seduta, oggi, ti offra qualche spiraglio di luce. se non te la danno loro, ti consiglio di farlo tu il passo…chiedi una dieta da seguire, ora come ora è l’unico modo. credimi, non ti faranno diventare una mongolfiera, non è nel loro interesse.

    Rispondi
  214. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno a tutte!!!!!

    Miele, che bello quello che hai scritto sull’ospedale, lo condivido anche io, e in effetti non mi dispiacerebbe lavorarci giusto per vedere dall’interno tutto…
    Per il resto, ti auguro una buona giornata!!!

    Claudina, non farti aspettative sulla visita di oggi. Vacci e basta, quello che succederà, lo saprai solo in quel momento. Non costruirti immagini, pensieri in testa su come andrà, perchè tanto di sicuro le cose non andranno esattamente come le hai pensate tu. Rilassati un pò fino a quell’ora, stai un pò sul divano, vista la stanchezza…ti penso

    Azimut………………ti tengo stretta

    Chiara……………..

    Vaniglia, passi a salutare?Spero tu riesca….ti penso!

    Marianna, Silvia……………

    A tutte le altre, un augurio per una buonissima giornata!

    Aleph

    Rispondi
  215. pina
    pina dice:

    buongiorno a tutte/i, son passata per un saluto fugace, per farvi sapere che lotto insieme a ciascuna di voi, che oggi è un’altra giornata di dure lotte ma son convinta che sarete tutte vincenti.

    miele, azimut in questo momento è troppo debole per essere quì ma vi porta nel cuore sempre.

    vi mando un bacio

    Rispondi
  216. claudina
    claudina dice:

    MIELE: Devo vedere la nutrizionista il 14 di questo mese e sinceramente non vedo l’ora…non vedo l’ora che mi metta quella dieta davanti…ne ho fortemente bisogno…perche’ ho bisogno di “essere controllata” io nn riesco a mangiare da sola…sono convinta che la dieta diventera’ per me un ulteriore schema,ma sara’ senz’altro piu’ sano degli schemi che faccio io…
    ALEPH: Non ho grandi aspettative dalla seduta di oggi te lo assicuro,vorrei solo capire ,perlomeno cercare con l’aiuto di una persona esperta,cosa mi ha portato a questo e se mai un giorno riusciro’ a chiudere questo capito lo orrendo della mia vita…non sono agitata,non ho paura,non ho aspettative…non sento nulla…vivo tutto come se nn mi riguardasse,mi limito a sopravvivere e a guardare tutto come se fosse un film…

    Rispondi
  217. CANNELLA
    CANNELLA dice:

    GRAZIE a tutti per il vostro benvenuto,ma soprattutto per la disponibilità ad ascoltare un’altra storia,un’altra vita,è difficile e così raro trovare chi ti ascolta e ti incoraggia a parlare,soprattutto quando in realtà tutto ciò che hai dentro ti fa provare vergogna per te stessa,ma che allo stesso tempo ti spinge afidarti così poco degli altri.sono iscirtta all’università anche se ormasi da qualche anno,anzi esattamente 2anni nn ho più fatto nulla,mi sono lasciata andare chiudendomi dentro me stessa per cercare di parare i colpi della vita,ho cercato di costruire una persona che pensavo potesse avere una vita felice,ma mi sono persa dentro di me,angosciandomi su quanto io nn sia perfetta e su come desiderassi ardentemente esserlo nell’illusione di trovare quella felicità che mi sembra una chimera!ho usato il mio corpo come filtro per la realtà,una realtà che però nn esiste se nn nella mia testa, ho cercato aiuto presso un centro per disturbi alimentari e vedere scritto su quel foglio che era vero io avevo un problema reale col cibo mi ha reso ancora più cocciuta perchè nn mi sentivo nemmeno pienamente di meritarla nn mi sentivo tanto magra da dover aver bisogno di qualcuno che mi desse una mano,ma poi piano piano ho cominciato ad intravedere che la realtà che io avevo raccontato a me stessa nn era poi quel modello vincente che io ritenevo essere.oggi ancora nn misento bene con me stessa perchè è difficile superare la percezione di qualcosa che è nella testa, che ti prende tutto.anche se oggi ho maggiore consapevolezza di molte cose,nn riesco ancora a vedere il mio corpo se nn nel modo che io ho deciso essere quello accettabile.per cui ogni giorno ci sta una sfida da intraprendere, tra la parte sana di me che ha preso contatto con la realtà ,e quella che invece vuole vedere la realtà solo come qualcosa che è stato programmato nella testa secondo misure precise!tutto ciò mi lascia atterrita e stanca,perchè è una competizione che mi dilania dentro.ci sono periodi migliori,e momenti di totale sconforto,nei quali sono così arrabbiata con me stessa da voler scomparire.parlare di tutte queste emozioni per me è importante,ma ancor di più lo è sentire che ci sono cose che io posso esprimere che hanno dignità di essere ascoltate . come capisco CLAUDINA quando dice di nn aver aspettative,perchè anche io spesso ho la sensazione di essere una spettatrice di una vita che nn mi appartiene.
    auguro atutti una splendida giornata.

    Rispondi
  218. claudina
    claudina dice:

    ciao Cannella e benvenuta…anche io sai quando devo andare al centro per i dca,penso sempre che forse non e’ li il mio posto,che non sono abbastanza magra per essere li…ma magra o grassa nn importa,dal momento che ci torturiamo la mente ed il corpo con queste ossessioni,chi per un motivo,chi per un altro,il problema sussiste…poco importa quanto pesiamo,quanto mangiamo,cosa mangiamo..il problema c’e’ eccome…il mio e’ quello di cercare una sorta di perfezione corporea,che trovo solamente vedendomi sempre piu’ magra…non ho piu’ nulla di bello a sentire le persone che mi circondano…gli okki sono spenti,il viso e’ triste e scavato,i capelli che ua volta erano cosi’ lunghi e belli sembrano una scopa ormai..le unghie si sfaldano,le ossa fanno male…eppure anche io persevero in questa sorta di autodistruzione per cercare di raggiungere chissa’ quale perfezione…e’ solo un lento suicidio ecco che cos’e’…ma o non voglio morire..non voglio assolutamente…non posso…non ho aspettative…ma in fondo a me stessa,voglio vivere…devo solo trovare la forza,quella spinta per farlo.

    Rispondi
  219. laura
    laura dice:

    silvia non mi hai risposto, cosìè successo a casa?

    buona giornataa tutte

    benvenuta cannella, io tra l’altro adoro la cannella

    Rispondi
  220. CANNELLA
    CANNELLA dice:

    Sono perfettamente d’accordo con te Claudina perchè in fondo abbiamo nascosto la nostra bellezza dietro le nostre paure, e ti capisco perfettamente quando dici di nn avevre più nulla di bello secondo le persone che ti circondano,perchè qualcosa di spento nn emana nè calore nè luce,ma noi abbiamo dentro tantissime cose che nn sono spente,perchè nonstante la nostra luce si sia scurita nn si è spento l’impulso più grande che è quello della vita.la spinta nn è qualcosa che nn ci appartiene,ma che forse dobbiamo solo riconoscere in noi stesse,perchè magari ora si è nascosta tra le mille pieghe delle nostre conivnzioni.e lo dimostra il fatto che abbiamo avuto la forza di voler cercare un aiuto.la nostra prospettiva è deformata dalla nostra testa che nn ci fa ascoltare il nostro corpo,ma dentro di noi ci deve essere qualcosa che ci dia un’ancora di salvezza,anche semplicemente per iniziare ad uscir fuori dal fossato che ci siamo costruite attorno. la nostra più grande forza forse è proprio la nostra sensibilità..perchè guadare il mondo con una lente di ingrandimento ci fa soffrire ma ci dà anche la percezione vera,e questa è una cosa bellissima,io ci credo che la sensibilità e la nostra delicatezza d’animo saranno le nostre ancore di salvezza.un animo gentile non può essere deturpato e forse dobbiamo solo trovar in noi la forza di guardarci dentro e riconoscerci in questo.
    un saluto atutte le donne che sono speciali nella loro normalità.

    Rispondi
  221. Marianna
    Marianna dice:

    Buonasera a tutte/i,
    ragazze, sono un pò preoccupata per voi…sento troppo silenzio quì e questa cosa mi fa pensare male.
    Che succede?Chiara, Silvia, Azimut, Ilaria…come state?

    Pina, tu che hai contatti con Azimut, puoi dirci se almeno sta bene?Mandale un bacio grande grande da parte mia e dille che mi manca tantissimo!

    Ilaria, ci leggi?Ti ho letta troppo rassegnata, cosa è successo?

    Silvia, ti penso tanto…come va?

    Cannella, sono felice che ti sia aperta con noi…quanti anni hai?

    Torno più tardi, devo scappare

    Un saluto a laura, luna blu, claudina, uhmhm, maria letizia, aleph e tutte!

    Rispondi
  222. Polla
    Polla dice:

    ..Buonasera ragazze,
    cosa combinate? io oggi giornatina impegnativa al lavoro.. ma davvero interessante e sono mooooolto contenta perchè è stata proprio utile. Inoltre ho avuto la possibilità di sperimentare il mio approccio al cibo in una situazione del tutto fuori dai miei programmi.. come è andata? un po’ fa ridere. nel senso che era la merenda del mattino..e c’erano patatine,brioches,cioccolatini,salatini,biscotti e poi boh.. altre cose da bere.. e bla bla bla.. ovviamente io mi sono agitata quando ho visto tutto ciò e la mia tendenza ad abbuffarmi si è accesa,ma così,come per ricordarmelo e poi l’ho gestita o almeno ci ho provato.. sono partita con una mela che mi ero portata da casa(e già fa ridere che una ragazza con tutto sto “ben di dio” si metta a mangiare una mela..ma va beh..) e poi ho deciso che era il caso di provare.. che anche se mi fossi abbuffata,almeno ci avevo provato(il fatto che io non vada poi a vomitare fa un po’ da deterrente nella mia mente bacata,ma qsto è un altro discorso..)..quindi? quindi mi sono lanciata in modo del tutto normale(spero..ahaha) sulle brioches.. e viaaaa.. è andata bene.. nel senso che ho mangiato due cornetti al cioccolato,qualche patatina al formaggio e bevuto coca cola.. quindi.. tuuuuutto regolare.. nel senso che benchè nella mia testa due brioches fossero già abbuffata,mi sono sentita bene.. cioè,mi sento di aver scelto io..non ho fagocitato tutto quello che avevo davanti e cmq mi sono pure mangiata la mela che tanto mi fa sentire al sicuro..ho scelto di non rinunciare alla mia sicurezza e allo stesso tempo di provare a fare altro..e sono contenta anche se nella mia mente bacata era tutto evitabile,non è così.e me lo sto continuamente ripetendo..è stata una delle tante prove che mi si pongono nle corso della giornata.. ed è andata così. bene o male? non so,ma così è andata.ci ho pensato un po’ a quello che avevo mangiato,ma poi mi sono accorta che piano piano il pensiero mi abbandonava e che mi risultava del tutto normale..che nulla era cambiato..ed erano le 11.30 del mattino! così dovrebbe essere sempre.. non so se ho fatto confusione,ma avevo bisogno di scrivere qsta cosa .. un po’ per condividerla con voi e un po’ per realizzarla io. non credo che qsto abbia cambiato le cose,ma credo che mettersi alla prova sia molto utile.. utile per acquistare fiducia in sè stessi, utile perchè si impara con l’esperienza e l’esperienza acquisita aiuta ad avere meno paura poichè quando si ripresentano le stesse dinamiche,si è appreso come muoversi.. quindi si rafforza la parte sana.. quella che spesso sembra così lontana..

    benvenuta CANNELLAAAA benvenuta!
    torno da voi.non sperate di esservi liberate così di me.. eheheh.

    Rispondi
  223. laura
    laura dice:

    brava polla, secondo me è andata bene, ma per dirti se è andata bene ti chiedo: poi hai pranzato? perchè io ad es dopo due brioche non ce l’avrei fatta a pranzare, mi sarei riempita di fisse sul fatto che avevo mangiato troppe calorie e che ora non potrei pranzare, e la cosa mi avrebbe rovinato l’intera giornata, perchè io voglio pranzare e perciò avrei dovuto cercare qualcosa di molto leggero da mangiare, insomma sto già impazzendo al solo pensiero.

    un bacio a tutti devo scappare.

    Rispondi
  224. silvia
    silvia dice:

    Ciao A tutte, passo solo ora, nn ho avuto tempo. Grazie alle tante aprole ke mi avete rivolto. l’ho apprezzato moltissimo.

    Miele quelle considerazioni ke fa quella persona saggia di cui hai scritto…bè + o – ciò ke mi ripete la mia psic. ke devo andare alla ricerca di ki “vibra” al mio stesso modo, ma x me certi legami sn difficili da sciogliere e mi lascio trapassare e condizionare, mi impedisco di vivere x questo.

    Laura scusa se nn ho risp, in realtà nn mi va di entrare nei dettagli, nn è successo nulla di grave, nulla di particolare, cm può esser un semplice diverbio, ma io mi butto molto giù, xkè nonostante tutto ciò ke ho fatto x anadr bebe, poi bene nn vado..e ora nn riesco a tollerare + nulla , ma nenake riesco a staccarmene. è complicato.

    Polla 6 grande! lasciatelo dire…il coraggio ke hai avuto nel metterti così alla prova…credo ke a ciò si giunga proprio qnd si combatte x se stesse.

    Cannella benvenuta, qui puoi parlare liberamente e volevo dirti ke molte di noi si trovano in stasi cm te, qnd sembra ke l’immobilità ci domina e la vita scorre da tutt’altra parte mentre noi osserviamo, ma ci sn anke dei bellissimi esempi di lotta cm polla. Girasole e Miele…e di vittoria, cm LunaBlu, Yris…
    Chiara oggi cm va?
    Marianna…Alpeh un saluto anke x voi

    Rispondi
  225. miele
    miele dice:

    Polla polla! Ciao! Che bello leggerti qui. Bella la vicenda di ieri..nel senso di “stimolante”…anch’io però ti faccio la domanda di laura: poi, hai pranzato in modo diciamo “normale” o quella bella merenda è stata una specie di pranzo anticipato, e poi via…leggera fino a sera? Io ammetto che avrei ragionato in questo secondo modo…ma sai che io ho le mie fisse sugli orari ecc. per cui forse è anche per quello.

    silvia secondo me non è che tu debba staccarti dalla tua famiglia, quanto crearti un mondo un po’ più tuo…dove anche altre persone occupino il tuo cuore e il tuo tempo. ma per far questo bisogna cercare qualcosa che non è solitudine…

    Pina, grazie di averci detto di Azimut: io, però, francamente mi sto preoccupando un po’, se puoi dacci maggiori notizie.

    Cannella benvenuta anche da parte mia. Scrivi molto, e cose molto belle…ma per me un po’ poco “concrete”…nel senso che non ho ancora ben capito quale sia il tuo disagio, la tua storia…raccontaci, ma naturalmente se e quando ti va di farlo.

    Per me giornatina ricca di pensieri contrastanti…i vestiti vanno un po’ stretti e io vado un po’ in paranoia…ma solo a tratti…stasera invece c’era un tramonto stratosferico e mi ci sono immersa fumandomi una sigaretta. Piccolo piacere, anzi grande piacere.

    Rispondi
  226. silvia
    silvia dice:

    Miele nn mi stacco dai legami sofferenti, dai doveri e dagli obblighi ke nn riesco + ad assolvere, dai sensi di colpa x questo, x voler nn provare tutto questo. X nn sapere reagire diversamente alle difficoltà e x nn riucire a stare bene cn me.
    Oddiò ke confusione. anke oggi sto imparanoiata. Ma tu nn avevi il controllo? mi sbaglio?

    Rispondi
  227. miele
    miele dice:

    silvia, scusa non ho capito la tua domanda “ma tu non avevi il controllo?”…
    controllo nel senso di schema o controllo nel senso di visita dal nutrizionista?

    Rispondi
  228. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Passo veloce, non riesco a leggere della vostra giornata …è tutta la sera cHe ho un gran mal di stomaco, sarà la tensione per tutte le riunioni di questa settimana…BUONA NOTTE…

    Rispondi
  229. Aleph
    Aleph dice:

    Buonasera a tutte!!!!!!!

    Avete scritto poco oggi….festeggiato il carnevale qualcuna di voi???Io no, non è che mi faccia impazzire come festa in realtà…solo quando ero bambino…

    Devo darvi una “brutta” notizia…i prossimi 3 giorni sarò un pò assente perchè vado in montagna…da solo eh, tanto per evitare pettegolezzi!Eheheheheh…avrò cmq internet, ma a pagamento, quindi cercherò di passare a salutare ma non potrò di certo commentare tutto…

    Cannella, continua a scriverci, ok???Non ti preoccupare di giudizi o altri….un pensiero per te!

    Claudina….com’è andata???Spero bene e tu stia dormendo rilassata ora…

    Vaniglia, ti penso tanto!

    Chiara…….come va?

    Silvia,Miele,Azimut,Marianna,Ilaria,MariaLetizia,Polla,Uhmuhm,Luna,Pina,Laura,Girasole,Yris…e se ho dimenticato qualcuno, scusatemi…mando un pensiero grande a tutte voi!

    Spero di leggervi domani prima di partire…

    Buonanotte!

    Aleph

    Rispondi
  230. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    I dolori allo stomaco sono passati e sono riuscita a dormire bene. Devo cercare di non caricarmi di tutta la tensione del lavoro, come dice la mia dott.ssa: “Non devo portare il lavoro a casa”. Oggi è l’interminabile mercoledì, devo cercare di non arrabbiarmi come ieri, devo accetare che non posso controllare tutto e pretendere che riesca a fare ogni cosa alla perfezione…un abbraccio, a più tardi e…BUONA GIORNATA!

    Rispondi
  231. Chiara*
    Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Scusate per il silenzio di ieri ma è stata una giornata particolarmente difficile.
    Stanno emergendo dentro di me delle prese di coscienza e delle verità molto dure da accettare.
    Mi ritrovo completamente spiazzata, abbandonata a me stessa, confusa.

    Vi penso.
    Un abbraccio

    PS: Azimut dove sei? Il tuo silenzio mi fa paura…
    Vaniglia anche tu… scrivi.

    Rispondi
  232. miele
    miele dice:

    Anch’io vi lascio il mio buongiorno…ultimamente la sera sono piuttosto stanca e ieri non ho più riaperto il blog.

    Che fate oggi? Come state?
    Ieri qui c’è stato poco movimento…si sente che mancano alcune persone: Azimut, Pina, Amira…ma anche Yris (dove sei cara?), LunaBlu…Marianna e Girasole scrivono poco…Vaniglia è scomparsa…
    Noi vi pensiamo sempre, spero sarete presto qui.

    Vado a sistemare un paio di cose e poi alla visita dal nutrizionista. Ho lo stomaco sottosopra per l’agitazione 🙂

    A più tardi!

    Rispondi
  233. Polla
    Polla dice:

    ..Buondì blogghettare,
    eccomi anche io di prima mattina.. sto facendo colazione a poi devo andare dalla psicologa,ma non quella della terapia per i dca..l’altra.. voglia? mica tanta.. più che altro non è che mi manchi la voglia di base.. è che spesso quando esco da lì sono stanca e essere stanca la mattina,non è proprio producente,ma si fa!
    per continuare il mio racconto di ieri cmq.. poi Si,ho pranzato.. ho pranzato con le ragazze:pasta al pesto,cotoletta e contorno di verdure con un pochino di pane. Il pomeriggio poi ho cmq fatto merenda con un frutto e la sera ho cenato con zuppa,insalata,un pane,mela e yogurt e spuntino prima di dormire(mela). io direi che è stata una giornata positiva.. se non fosse che sono rimasta appesantita per un po’ e che la frutta mi fa esplodere.. ma lo so e faccio fatica a non mangiarla!

    miele.. in bocca al lupo per il controllo. ti va di dirci perchè ti senti agitata??? che pensi??? vai tranquilla dai che sarai cmq contenta delle tue fatiche.. :-).

    Rispondi
  234. Ilaria
    Ilaria dice:

    Ragazze, buongiorno.
    Ieri è stata la catastrofe… sono andata dal medico con i risultati di alcune analisi (tutte con il temibile asterisco). Morale della favola: potrei avere un tumore alla tiroide. Voglio poter usare il condizionale fino all’ultimo, ma nella mia testa mi sono già autocondannata… e una volta tornata a casa l’inevitabile (o no?) epilogo… dopo una settimana orribile e 3 giorni tranquilli in cui mi stavo appena appena riprendendo. Per prendere l’ansiolitico devo aspettare stasera, me lo prende il mio fidanzato visto che io non ho la tessera sanitaria e in farmacia non vogliono darmi niente 🙁
    Tornerò per aggiornarvi nei prossimi giorni, per ora mi metto in silenzio stampa 🙁

    Rispondi
  235. claudina
    claudina dice:

    Buongiorno! ieri sono andata alla seduta…ho dovuto aspettare un po,ero con mio marito che continuava a guardarmi mentre aspettavamo..finche’ gli ho detto: ma si puo’ sapere chehai da guardarmi?? lui mi fa..sei proprio piccolina piccolina…una briciola…poi finalmente lo psico e’ venuto a chiamarmi…inizia la seduta,mi chiede come va e io gli dico che va come sempre…inizio a parlare..lui mi ascolta con attenzione,mi guarda fissa negli occhi mentre parlo,nn si perde nemmeno un mio movimento…ascolta,ascolta….poi mi dice: da quello che lei mi racconta,emerge che lei ha completemente cancellato una parte piuttosto lunga della sua vita…sembra quasi che lei stia ripartendo da quando aveva 20 anni…abbia cancellato tutto fino ad arrivare a 2 anni fa quando e’ ritornata a pesare all’incirca come quando era giovanissima…e’ vero…e’ verissimo gli dico io,quasi contenta che lui lo abbia capito…gli ho raccontato di come ero appresnsiva una volta,di come me la prendevo per tutto del terrore che avevo per le malattia e di come tutto sia magicamente scomparso adesso..e lui mi dice: via i kili in piu’ e via le paure e le apprensioni…raggiunto l’obiettivo prefissato: via i kili di troppo…e adesso? nessun’altro desiderio? nessun altro obiettivo? no dico io..niente…mi ha detto che non ho tantissimi kg da prendere…il problema e’ la dieta dissennata che non riesco a smettere….vedra’ mi ha detto che con la dieta sana ed equilibrata che le fara’ la nutrizionista stara’ bene..il nostro obiettivo e’ farla mangiare in modo sano e nutriente e non farla diventare di nuovo grassa…questo no….poi ha voluto sapere un po’ di cose riguardo ai miei figli,a mio marito…conclusione sua? io sento mio marito come un padre…nn come un marito,l’ho messo al posto del papa’ che nn ho piu’…mi ha stupito il fatto di come abbia capito tante cose di me solo sentendomi parlare…sono uscita rilassata,come se mi fosse stato tolto un peso….direi che e’ stato un colloquio positivo…ieri sera poi pero’ mi sono abbuffata…ho mangiato bistecca e d insalata,ma dopo verso tardi ho preso del the’ con i biscotti e nn mi riuscivo a fermare…tanti tanti biscotti al cioccolato…me li sono gustati pero’…quanto erano buoni…poi tanto senso di colpa finche’ ho preso sonno…
    CANNELLA: che bel post che mi hai scritto,che bellle parole…ti ringrazio,mi saranno di aiuto le tue parole…sei una persona molto sensibile e ti poni in maniera cosi’ dolce…grazie ancora…ti lascio la mia mail a te e a chi mi vorra’ scrivere…[email protected] abbraccio.

    Rispondi
  236. Polla
    Polla dice:

    ..Ciao Ilaria,
    leggo un po’ di rabbia ne tuo post + che di preoccupazione o sbaglio? credo che non sia una cosa negativa se cerchi di sfruttarla in qualcosa che ti porti a rielaborare e agire in modo diverso da come spesso ci si impone! Ma senti.. qsta cosa della tiroide.. il medico cosa ti ha detto? come mai parli di tumore? quando saprai qualcosa? non credo che autocondannarsi ti aiuti a gestire meglio qsta cosa e non credo sia l’unica soluzione possibile. hai degli altri esami da fare? e usare il condizionale è giustissimo,poichè sarebbe inutile fasciarsi la testa prima di averla sbattuta da qualche parte.. per quanto ti sia possibile,cerca di stare tranquilla.. vorrei avere delle parole + concrete da offrirti, vorrei poterti aiutare a stare meglio..
    Cosa intendi per settimana orribile? e per tre gg tranquilli? vedrai che riuscirai a stare meglio,cerca aiuto da chi può starti vicino. intanto ti abbraccio e mi scuso se ho ho detto delle banalità,ma avevo voglia di farti capire che ci sono.in qualche modo.. a presto!

    Rispondi
  237. claudina
    claudina dice:

    ILARIA: nn ti autocondannare…hai i valori della tiroide sballati? dubito che da questo si possa pensare subito ad un tumore…anche io ieri nel prelievo che ho fatto c’era un controllo della tiroide ed il medico mi ha gia’ detto che probabilmente saranno sballati perche’ la tiroide risente molto dell’alimentazione sballata…quindi aspetta a autocondannarti,ci vorranno senz’altro esami piu’ approfonditi per arrivare a certe diagnosi.ti abbraccio.

    Rispondi
  238. Aleph
    Aleph dice:

    Buongiorno!!!

    Eccomi qui, sono di passaggio che tra poco parto, come ho scritto ieri sera…

    Ilaria………mi spiace…cmq condivido quello che ti hanno scritto le altre, autocondannarsi non serve a nulla. Noi ti siamo vicini…

    Claudina….buona giornata!!!Mi è sembrata molto positiva la tua visita di ieri, e ne sono davvero felice!Oggi cerca di stare tranquilla…quando hai l’incontro per la dieta con la nutrizionista?

    Chiara………..mi preoccupa il tuo silenzio, la tua mancanza di parole…voglio farti sapere che ti sono vicino e ti penso. Cerca di volerti un pò bene, per favore….

    Vaniglia……..dove sei???Come stai???Ti penso…

    Azimut………

    Miele, buona giornata e buon controllo!Stai tranquilla e non agitarti!Hai ragione, in questi giorni il blog è un pò spento, ma vedrai che riprenderà a vivere più che mai!Io farò il possibile per scrivervi anche dalla montagna….

    Polla!!!!!!!!!Pensaci tu a tenere alto il morale delle truppe, ok????Ehehehehehe…buona giornata!E buona visita anche a te!

    Silvia, ti penso.

    Marianna!

    Un pensiero anche per tutte le altre, e in particolare per l’ultima arrivata Cannella!

    Buona giornata, spero di riuscire a scrivervi il prima possibile!

    Aleph

    Rispondi
  239. claudina
    claudina dice:

    ciao Aleph,la visita dalla nutrizionista ce l’ho lunedi prossimo…ti auguro di passare dei bei giorni in montagna:) un bacione!

    Rispondi
  240. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Ilaria…non ti fasciar la testa prima die ssertela rotta…
    Quei valori sballati potrebebro essere mille altre cose… ;-)…
    Oggi è una giornata stupenda…vi bacio!

    Rispondi
  241. Viola
    Viola dice:

    Di tanto in tanto torno a leggervi e una cosa che mi ha ripetutamente colpito, è il fatto che spesso si parla del Mostro riferendosi solo all’abbuffata e al massimo al conseguente vomito se presente, ma mai al digiuno, all’esagerata attività fisica, al controllo ossessivo e agli altri sintomi…nonostante anch’essi partecipino all’invischiamento nella malattia.
    Lo so che tutto ciò che riguarda il controllo e porta a dimagrire è difficile vederlo come un Mostro, ma sarebbe importante iniziare ad entrare nell’idea che il Mostro non è solo l’abbuffata.

    Riguardo a questa, leggendo, mi sono posta la domanda: “Si tratta di abbuffata oggettiva o soggettiva?”
    Per esempio Claudina (e intanto ti faccio i complimenti per i primi risultati positivi della seduta) scrivi che hai perso il controllo sui biscotti, ma l’entità di questa abbuffata era oggettivamente rilevante?
    Per definizione, un’abbuffata oggettiva, va dalle 1200 calorie fino ad arrivare a 11000 calorie, mentre quella soggettiva è ritenuta eccessiva solo dal soggetto (che ha sforato il suo schema), ma in realtà non lo è.
    In entrambi i casi è presente la sensazione di perdita di controllo (addirittura stati d’alterazione della coscienza, che ho provato ed è tremendo nel momento in cui si torna lucidi), ma dall’una all’altra cambia molto la situazione.

    @Polla sei una lottatrice e da quello che leggo, oltre ad essere un esempio positivo, hai un’invidiabile capacità di analisi, che a mio avviso ti porterà presto a chiudere la porta. Mi piace leggere le tue considerazioni, sono sempre pertinenti e mi fanno riflettere.

    @Vaniglia come va l’herpes?

    @Ilaria spero tu abbia al più presto la notizia che smonti le tue preoccupazioni.

    Rispondi
  242. pina
    pina dice:

    ragazze il detto “la vita è uno specchio, se le sorridi anche lei ti sorride” lo avete dimenticato? su cucciolotte, siamo una grande famiglia, una fa il tifo per l’altra, lottiamoooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
  243. claudina
    claudina dice:

    VIOLA: io nn lo so di quante calorie era composta la mia abbuffata..essendo una che molto spesso restringe fino al digiuno totale,sforare dai miei schemi,significa abuffarmi…di biscotti ne ho mangiati quasi un intero sacchetto…hanno circa 40 kcal quindi suppongo di aver sforato di un bel po’..40kcal a biscotto ovviamente… se poi faccio il conto di quante calorie mangio in una settimana,oggettivamente parlando,nn era un introito esagerato di calorie,ma credo che il problema sia stare cosi’ male dopo aver compiuto un gesto cosi’ naturale come il mangiare…il gustarsi un po’ di cioccolato dopo tanto digiuno o quasi…oggi ovviamente non ho mangiato che mezza mela…stamattina mi vedo grassa e mi sento ingombrante come un elefante…e’ questo che nn va…e’ il mio continuo contare e ricontare anche prima di mangiare una caramella…e’ l’ossessione continua…sono gli schemi,le manie,l’avere sempre la testa che pensa le stesse stupide cose…ancora peggio e’ rendersene conto e non riuscire a smetterla…

    Rispondi
  244. Polla
    Polla dice:

    ..claudina, l’unico modo per bloccare o comunque limitare le abbuffate è quello di iniziare ad alimentarsi..qsto riguarda sia l’abbuffata percepita,sia quella effettiva.. sapevi già che oggi non avresti mangiato e qsto spinge a continuare a mangiare e a sentirsi in errore.. ma ora hai iniziato una terapia e vedrai che ti forniranno gli strumenti per imparare a gestirti..vedrai.. l’aumento di peso è inevitabile poichè durante i digiuni il corpo attiva una sorta di risparmio energetico e qsto rallenta la tiroide.. ma a parte qsto,l’aumento di peso è inevitabile incrementando l’alimentazione e qsto è un dato di fatto al quale tutte ci si deve rassegnare.l’alternativa??? digiunare finchè non si schiatta,abbuffarsi,stare a dieta a vita o l’alternarsi di qsti aspetti,con tutto ciò che essi comportano.. lo so che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare,ma con il supporto degli esperti è davvero un’altra cosa,ci si sente capiti,ma anche spronati ad avere davvero voglia di cambiare e si capisce che così non ha senso continuare.. è un percorso lungo e faticoso,faticosissimo..ma credo che qsta possibilità ce la si debba concedere,diamocela qsta possibilità di cambiare! e lo sto dicendo anche a me..io che faccio una fatica assurda,che continuo a rimandare la svolta,ma che la percepisco così vicina da farmi ancora è paura.. credo stia per finire il tempo di coccolarmi in qsto corpicino senza sostanza,credo sia piuttosto il caso di ricoprirmi di carne,del frutto delle mie fatiche e delle mie conquiste, che mi piaccia o no.ma credo che se il percorso di vivrà come un’ascesa,si potrà gioire davvero di quello che si è conquistato e non sentirsi a disagio per un peso normale ..che valenza può avere quanto peso? che importanza ha nel mondo il mio peso? se qsto comporta il mio isolamento dal mondo e un costante senso di inadeguatezza ? mi sento a disagio ma almeno sono magra??? bah.. qst è importante solo per noi,per nessun altro.è come una persona che si sente a proprio agio solo se esce di casa con le scarpe di Gucci.. ma chissenefrega in realtà??? se uscisse con altre scarpe??? camminerebbe in modo diverso? no.solo che probabilmente lei si sentirebbe a disagio,ma dentro sè stessa..solo imparando ad usare altre scarpe e capendo che non cambia nulla,anzi sono pure + comode,inizierà a viversi meglio la situazione. potrà andare in negozi diversi e avrà + possibilità di scelta.. si,potrà scegliere.. non sarà schiava di un’imposizione che è solo nella sua testa e che non ha nessun contatto con la realtà delle cose..
    come sempre sono partita in 4.. scheggio. torno da voi + tardi. forzaaaaaa!!!

    Rispondi
  245. laura
    laura dice:

    ilaria, ti sono vicina, cerca di stare tranquilla per quanto tu possa, fatti dare supporto dalle persone a te care, ti stringo forte.

    Rispondi
  246. Viola
    Viola dice:

    @Claudia
    certo che il problema sta in entrambi i casi e non volevo farti mettere a contare, mi sono spiegata male :)… volevo soltando dire che c’è differenza tra un’abbuffata oggettiva e una soggettiva, ma non una differenza in merito alla sofferenza che può portare, piuttosto, nel caso di quella soggettiva, il rendersi conto che non si è esagerato, cambia le prospettive.
    Mangiare più di quanto ci si è prefissati perchè il corpo lo richiede in quel momento, è nutrirsi (altro discorso è accettarlo e iniziare a farlo senza quella brutta sensazione di non saper gestire il cibo…), esagerare fino a scoppiare, è farsi del male come quando ci si priva completamente del cibo.

    @Polla
    Esattamente…un’alimentazione regolare può essere la medicina per ridurre o eliminare le abbuffate; così funziona nell’anoressia e nella bulimia, ma non nel Bed, dove le compensazioni sono assenti e l’abbuffata non è fisiologica.

    Rispondi
  247. claudina
    claudina dice:

    POLLA: Trovo che tutto quello che hai scritto sia giustissimo..e’ logica: se io mangio adeguatamente,da stare bene,non arrivero’ alla sera affamata,e non avro’ bisogno di abbuffarmi…io mi ripropongo ogni giorno di farlo,perche’ mi dico che se mangio anche 1000 cal al giorno non ingrassero’ al limtite mettero’ un po’ di carne addosso..ma poi ogni giorno prendo in mano lo yougurt alla mattina e lo rimetto giu’…e a pranzo faccio finta di nulla..come se pranzare nn mi riguardasse…a cena qualkosa mando giu’…ma molto poco…e nonostante la propspettiva di una vita cosi’ mi fa passare la voglia di vivere,continuo…anche ieri ho detto allo psicologo che quando ero grassa non mi piacevo fisicamente,ma di certo ero piu’ felice di adesso…mi ricordo quando io e mia figlia andavamo a letto nel lettone ci guardavamo un film e ci facevamo delle scorpacciate di pop corn…quanto ridevamo,quanto ero felice…adesso si ,fisicamente mi vado bene,ma vivo in questa specie di mondo mio,che sebra fatto di cristallo,dove ho paura ogni momento di caompiere un passo falso e di rompere le meravigliose pareti di cristallo che mi sono costruita…il tutto e’ cosi’ freddo…nn mi da calore,non mi da nulla…solo la magrezza…tanto ambita …tanto desiderata..ora ce l’ho..ma ho perso tutto il resto.
    VIOLA: Non preoccuparti viola,non mi hai fatto contare…e ho capito perfettamente quello che vuoi dirmi…forse sono io che mi sono espressa male…a me piace molto leggere quello che scrivi sai..davvero…ma il bed che cos’e’ esattamente?

    Rispondi
  248. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Claudina tu scrivi :
    “io mi ripropongo ogni giorno di farlo,perche’ mi dico che se mangio anche 1000 cal al giorno non ingrassero’ al limtite mettero’ un po’ di carne addosso..”
    non so quanto tu sia alta…ma io che son alta circa 1.55 solo per il metabolismo basale ne faccio andare 1250 al giorno…per metabolismo basale si intende l’organismo a riposo…quindi tu non metteresti proprio niente con solo 1000 kcal al giorno…anzi succede che dimagrisci semrpe di più…per emttere su epso devi amngiare di più del tuo metabolismo basale..e tu nn mangi neppure le calorie del metabolismo basale…costringi ilt uo corpo a sopravvivere…e ad abbassare sempre di più il suo bisogno di energie…così una volta che riprenderai a mangiare normalmente andrai in contro a gravi problemi di compensazione…insomma…stai consumendo gli organi…le risorse del tuo corpo…

    Rispondi
  249. claudina
    claudina dice:

    LUNA BLU: io sono alta 1,65, io nn conosco il mio metabolismo basale,nel senso che nn so quante calorie a riposo consuma il mio corpo…so che ad ingrassare ci mettevo un attimo…non sono di quelle che ti viene a dire che mangiavo pochissimo e lo stesso ingrassavo..ne’ che avevo la tiroide che funzionava poco e quindi con niente ingrassavo..io mangiavo…mangiavo …sono arrivata ad un punto della mia vita in cui a colazione ,che fortunatamente nn facevo quasi mai,si mangiava una tazza di latte con 2/3 plum cake, e capace che alle 10 di mattina si mangiava un panino con la mortadella…a mezzogiorno il mio etto e passa di pasta ben condita nn me la toglieva nessuno,piu’ quella che avanzavano gli altri…seguivano salumi e porcherie varie..il pomeriggio se lavoravo ok se ero a casa era tutta una serie di spuntini fino a sera…la sera primo o secondo e chi piu’ ne ha piu’ ne metta…dopo cena seguivano patatine e schifezze varie fino a quando andavo a dormire…io adesso penso che i miei problemi alimentari sono arrivati quando mangiavo ed ingrassavo a dismisura,mangiavo e nn avevo limiti,nn ero mai piena,mai…quando sono arrivata a pesare 93 kg qualkosa e’ scattato…quei jeans tg 56..le mani gonfie il mio viso che nn sembrava piu’ il mio viso ma un ammasso informe di grasso,nn riesco a dimenticare…si ogni tanto provavo a mettermi un po’ a dieta,ma durava 2 giorni…poi qualkosa e’scattato…ho deciso fermamente di dimagrire,mi veniva una gran disperazione,mi guardavo quelle braccia enormi e mi dicevo che nn ce l’avrei mai fatta ,erano troppi kili…ho iniziato a togliere la pasta,il pane,le merendine,le patatine…sono arrivata a non mangiare piu’ nulla…e i kili andavano via..eccome! poi arrivata a 60 kg mio marito mi disse di smettere,che ormai avevo il giusto peso che stavo benissimo…ma nn ci sono riuscita..arrivata a 60 volevo essere 50…arrivata a 50 volevo essere 40..tutt’ora a momenti vorrei essere 30…ma sono riuscita a darmi lo stop…nn voglio prendere peso ma non voglio nemmeno andare sotto i 40…io mi spacco la testa…non so cosa diavolo mi sia scattato dentro..so che i primi tempi della dieta ero al settimo cielo,gliamici che mi dicevano che stavo bene che nn sembravo piu’ io…avevo energia da vendere..mi sentivo onnipotente..poi un giorno mio marito mi fece incontrare una sua amica malata di anoressia da anni…lei mi guardo’ con i suoi occhi spenti e mi disse: tesoro,ci sei dentro fino al collo…ti senti forte vero? ti sembra di controllare il mondo…in realta’ ti stai solo uccidendo..non passera’ molto tempo e tutta l’energia che hai in corpo che altro nn e’ che iperattivita’,svanira’,e tu ti sentirai uno straccio…arrivera’ quel momento..aveva ragione..sono uno straccio ora…uno schifo e mi odio perche’ non riesco a gestire piu’ quest cosa che odio,ma che cerco ogni giorno.

    Rispondi
  250. claudina
    claudina dice:

    LUNA BLU: ma quando scrivi che quando ricomincero’ a mangiare normalmente,andro’ incontro a gravi problemi di compensazione,cosa intendi? puoi spiegarmi meglio la cosa?

    Rispondi
  251. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Claudina..tu non sei diversa dalle altre…se mangi troppo ingrassi…se mangi poco dimagrisci…il tutto sta nel mangiare il giusto…
    Il cibo non è che un mezzo per vivere…il cibo…non è il CIBO … oltre un certo limite non perdi più il grasso..perchè non ne hai più da perdere…prima perdi le cose che l’organismo puo’ considerare ancora superflue…i muscoli…poi si intacca l’energia (sempre più fatica a fare cose anche semplici…il metabolismo si adatta a livelli bassissimi…e si è sempre stanchi…) … il nostro corpo è una macchina…dopo el cose non essenziali per la sopravvivenza (perchè nn è più vivere…è sopravvivere) si passa alle cose che a cui l’organismo non puo’ fare a meno…ma del resto come si fa a far funzionare una macchina senza benzina? le ossa si indeboliscono…osteoporosi…e diventano più leggere…più fragili…le unghie e i capellli diventano uno schifo…gli organi non hanno abbastanza nutrimento per funzionare…e si indeboliscono e fan il loro lavoro sempre con più difficoltà…ad esempio il cuore ha bisogno dei sali minerali…e chi vomita ne ha pochissimi … ora è anche vero che dopo i 40 il nostro organismo reagisce in maniera diversa …
    Con gravi problemi di compensazione intendo quei danni che ormai non son più sanabili…ulcera permanente…digestione difficilissima…intestino che fa quel che vuole…insomma…organismo di una eprsona vecchia e malata…e quando darai di nuovo la benzina alla tua macchina…lei non sapra come gestirla…

    Rispondi
  252. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Il grasso che si perde è nella pelle…la rende fresca e giovane…nel collagene…è nelle cellule le aiuta a smaltire i radicali liberi…e le schifezze…poi tu fumi!!!! Chi ha problemi di dca invecchia prima…spesso sembra molto più vecchia di com’è in realtà…anche se è come se si volesse tornare bambine..se non si voelsse crescere…los tress sull’organismo dopo un tot di tempo si vede…

    Rispondi
  253. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Occorre non banalizzare il rporpio stato…non far finta di non vedere…non epnsare di essere immortali…qui si gioca e si scherza con la vita…e con la morte …

    Rispondi
  254. claudina
    claudina dice:

    grazie luna blu,sei stata molto esaustiva…ma cosa devo fare’ tu ci sei passata e sai quanto e’ difficile…ieri lo psico parlando di mia figlia,mi ha chiesto se adesso che sono magra mi sento piu’ giovane,se mi sento la mamma di mia figlia o la sorellina…mi sono sentita cosi’ ridicola tutto di colpo…ma lui ha ragione,mi ha sbattuto in faccia la realta’…credo di essere diventata che cosa? una ragazzina?no…nn si ridiventa ragazzine dimagrendo in maniera malata…hai ragione prima avevo un faccione gonfio e mi sembrava di essere piu’ vecchia,adesso il viso e’ scavato ma con una quantita’ di pelle raggrinzita sotto il mento che mi fa sembrare piu’ vecchia dei miei 41 anni…quando il sabato e la domenica mangio di piu’ e quindi introduco anche piu’ liquidi,mio marito mi dice sempre che ho il viso piu’ luminoso,un po’ piu’ pieno e che sembro ringiovanire di colpo…ma a me spiace,perche’ avere il viso piu’ pieno vuol dire essere grassa di nuovo…vorrei mangiare…ho tanta di quella fame che nn lo so nemmeno discrivere…ma e’ cosi’ difficile..ho tata paura …detesto con tutte le mie forze tutto quel grasso che avevo…

    Rispondi
  255. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Claudina il tutto sta nel capire che non sei più grassa…che hai fatto bene a dimagrire..perchè anche quando si è troppo grassi si sta male…e non è una questione solo estetica…è difficile…scatta qualcosa dentro…e spero epr tute voi che scatti presto…prima che l’organismo sia compromesso per sempre …m,olte qui son già al punto di non ritorno..eppure continuano enlla loro mania…banalizzando il loro stato e spostando il epnsiero sempre su altro…chessò…sugli altri…
    Non hai notato quanti sani e buonic onsigli ci sonos empre tra le parole di tutte qua…eppure non una fa suo quei consigli che dispensa…

    Rispondi
  256. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Allora capisco..leggendo le parole di ognuna di voi..a che punto siete della malattia…perchè io l’ho vissuta…dai 13 ai 30 anni…capisco che molte non vogliono guarire…che altre amano questa malattia…perchè è coem una dipendenza…eppure se provaste solo un attimo a vivere un giorno da persoen sane…vi guardereste indietro e capireste quanto tempo gettato al vento…e allora si scatterebbe quella molla dentro di voi…non è così difficile il passo…ma è motlo più facile perseverare nella malattia…

    Rispondi
  257. claudina
    claudina dice:

    LUNA BLU: E’ vero…si sente che capisci a che punto siamo della malattia…tu descrivi alla perfezione quello che sento e questo mi fa venire un gran magone credimi…come e’ vero che dentro le parole di ognuna ci sono consigli per le altre che pero’ nn vengono messi in atto su se stesse..lo pensavo anche io leggendo i vari post..come e’ vero che e’ molto piu’ facile crogiolarsi dentro la malattia che sforzarsi per uscirne…

    Rispondi
  258. Luna Blu
    Luna Blu dice:

    Caludina è più facile solo perchè si sa già cosa si deve fare…che schemi seguire…è una strada battuta e certa…ma se si ha il coraggio di fare quel passo…si capisce che è motlo più difficile sopravvivere in quegli schemi…che vivere è diverso ed è molto meglio di sopravvivere…è ilc ambaimento che spaventa…

    Rispondi
  259. CANNELLA
    CANNELLA dice:

    buonasera!grazie ancora per tutte le parole di accoglienza!forse sarò affrettata però mi hanno fatto sentire davvero meno sola,perchè in molti dei vosrti racconti ho rivisto me,in molte parole,in tanti punti sspensivi,e in tutti quegli interrogativi che ogni giorno la nostra testa ci mette dinnanzi!io sono una ragazza di 26 anni che da circa due anni soffre di anoressia nervosa,o meglio alla quale da 2 anni è stat diagnosticata questa malattia,anche se in realtà la mia lenta discesa verso l’inferno è cominciata già circa 4anni fa!io ero una ragazza grassa sono arrivata apesare 76 kg a 20 anni,avevo come tutue le persone in sovrappeso sicuramente poca sicurezza nell’essere bella,ma in realtà nn mi interessava allora e nn mi èmai interessato essere bella,soprattutto perchè avevo un ragazzo al quale piacevo,ero la figlia studiosa,una persona che nn dava problemi,nn avevo grilli per la testa!tutto questo però è scoppiato quando io ho cominciato a voler dimagrire, mi sono rivolta ad una nutrizionista e cominciato a stare a dieta,il mio peso forma stabilito era 56kg data la mia altezza1.68.beh io mi sono messa d’impegno e ho cominciato ma poi nn mi sono più fermata,perchènn mi bastava quel peso,era diventata un asfida e più dimagrivo e più mi sentivo forte,ma allo stesso tempo mi chiudevo in me stessa,sono arrivata a 50 però nn mi bastava potevo far meglio,kg dopo kg mi convincevo che potevo ancora perdere peso..45 e poi 43 si ero arrivata a 43 il peso che io stabilito essere il mio pesop ideale ai limiti della sopravvivenza,il peso nel quale potessi vedere finalmente le mie gambe nn più come enormi ma come accettabili!ma in ogni kg perso ho accumulato sofferenza,tristezza,dolore.e quel senso di vuoto che ho dentro.ma ancor più di tutto l’orrore di vedermi ancora come quella ragazza grassa,che ho voluto con tutte le mie forza far scomparire uccidere, perchè in realtà si raccontava di una vita tranquilla,ma che poi soffriva per tabte delusioni ricevute dalla vita.anche so e riconosco che il mio punto di rottura è arrivato in seguito ad una delusione d’amore, perchè è stato in quell’istante che dentro di me ho deciso che mai e poi mai mi sarei sentita inferiore a qualcun altro vergognandomi di come ero,è stato un tradimento scoperto che mi ha fatto vergognare di come ero,mi sono vista allo specchio e ho addossato al mio corpo e a quelle forma sgraziate la causa di tuttto, da allora ho giurato a me stessa che mai e poi mai avrei patito la stessa sofferenza.E’ comiciato così il mio cammino verso l’anoressia,all’inizio ero felice perchè se prima passavo inosservata e tendevo a nascondermi anche se incosciamente,da quando avevo preso a dimagrire notavo nello sguardo altrui qualcosa che mi rendeva fiera..tutto ciò però in fin dei conti è durato poco,perchè poi ho perso la bussola,e se inizialmente vedevo nei commentoi positivi un punto di forza,in seguito invece gli altri erano per me solo un ostacolo,un impedimento alla mia felicità,come se nessuno al mondo potesse capire,ed anzi io mi dovevo difendere dalle loro aggressioni,perchè nn capendo mi avrebbero distolto dai miei obbiettivi!oggi molte di questi pensieri sono ancora nella mia mente,perchè è difficile abbandonare un’idea quando ad essa si lega tutta la vita ela propria felicità,anche se nei momenti di lucidità mi rendo conto che la felicità in fondo nn lìho avuta anzi il contrario,dato che oggi mi sentio così spenta e opaca!ho ripreso qualche kg con fatica, impegno ma la paura,anzi il terrore di ingrassare è sempre presente, e mi incita a voler di nuovo raggiungere il peso che per me è come se fosse il numero magico della felicità!oggi so che così poi nn è perchè è la mia testa che deve cambiare rotta,e nn il mio corpo,so bene che nn sarà un kg in più o in meno ad essere fonte della mia felicità, ma ancora nn riesco a gestire paura e voglia di riuscire davvero a liberarmi da tutti questi pensieri.ci sono momento buoni e momenti tristi.ma oggi ho anche qualcosa che prima nn avevo,coscienza di essere malata,per me questo passo è costato molto perchè sino a pochi mesi fa nn ritenevo di aver davvero un problema anzi spesso quando andavo al centro dei DCAmi ripetavo che ero ingiusta, perchè stavo occupando un posto che io nn meritavo,o meglio usurpavo un posto a qualcuno davvero malato.ma oggi so bene che invece nn è così,io sono apieno titolo in questo problema,e inqualche modo devo guadagnarmi un posto nn lì ma nella vita e nel mondo,tra le persone che stanno bene!

    Rispondi
  260. claudina
    claudina dice:

    ciao Cannella,mamma mia abbiamo un bel po’ di cose in comune io e te..anche io ho cominciato tutto con una dieta…solo che io l’ho fatta da sola,errore madornale,e poi nn mi sono piu’ fermata…dai che ce la facciamo,io spero proprio di si,non mi posso permettere una vita del genere…lo devo a me stessa a mio marito e ai miei figli…io stasera qualkosa ho mangiato e si,il senso di colpa ce l’ho,inutile che io ti dica che ho mangiato e ne sono felice e fiera,no..nn lo sono,pero’ almeno qualkosa che non sia una mela,l ho mangiato. ti abbraccio!

    Rispondi
  261. miele
    miele dice:

    ciao ragazze

    LunaBlu mi è piaciuto moltissimo il tuo post n. 306.
    Ti chiedo un ulteriore sprint di sincerità, se ti va di farlo: mi diresti, secondo te, come percepisci il mio atteggiamento verso tutta questa schifosa malattia? In altre parole, ” a che punto sono”? Perchè io non me ne rendo più conto, al momento. Se non credi sia il caso di scriverlo qui, basta che mi mandi un pvt su FB. Ci tengo al tuo punto di vista e non lo percepirei come un giudizio, un rimprovero o altro.

    Viola io soffro di anoressia, e concordo pienamente con te: anche per me lei è Il Mostro. Non solo le abbuffate sono mostri, anche le ossessioni anoressiche hanno la stessa forza trapanante per cui direi che il nome si addice bene.

    Rispondi
  262. silvia
    silvia dice:

    Ciao tutte, mi affaccio solo ora, ma ho letto tutto…
    Ilaria anke x me nn devo preocc troppo prima di nn sapere cn certezza quali sn le cause…

    LunaBlu anke x me è scattate la stessa cusriosità di Miele, e ti kiedo un tuo parere, se nn ti va qui fallo alla mail, x me fa lo stesso, ma ci terrei davvero tanto.

    Claudia spero ke la terapia continui a fprtificarti, cn me lo fa, riesco a calmarmi, qnt meno a comprendere meglio me stessa.
    Cambiar è molto + difficile ke far dar consigli agli altri…spero di mettere in pratica i buoni propositi.
    Vado, vi penso molto e siete importanti

    Rispondi
  263. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Scusate la mia assenza, domani a quest’ora sarà tutto finito, ma fin’ora lo stress di queste riunioni (piene di giudizi soddintesi) mi distruggono…altro pomeriggio tra lacrime e vomito…quando finirà quest’inferno? Mai come ora ho bisogno di un vostro abbraccio

    Rispondi
  264. silvia
    silvia dice:

    Maria Letizia coraggio! ki sn loro x influenzare tanto il tuo star bene o male!!! le persone ke contano le hai accanto! hai il tuo Ale ke tanto ti fa star bene, hai i tuoi…il piccolo coniglietto…hai noi…nn cadere + giù…cerca sempre di nn fissarti troppo…è ciò ke faccio anke io…sforzati di vedere ciò ke di buono c’è attorno a te! Io lo vedo anke qui, tra noi, c’è un legame ke ci spinge a lottare.

    Rispondi
  265. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Buongiorno a tutte, ho avuto una nottataccia piena di incubi e pensieri; silvia, quello che scrivi è vero, ma io non ce la faccio a lavorare bene in un ambiente ipocrita e menefreghista, dovrei diventare superficiale come gli altri e fregarmene , ma non ci riesco. Spero solo che la riunione non comporti ulteriori problemi…in questo momento non li reggerei…Vi abbraccio ..

    Rispondi
  266. laura
    laura dice:

    luna anche a me piacerebbe un tuo riscontro, anche magari uno stimolo da cui partire, anche perchè mangiare mangio normalmente e questo mi fa un po impazzire, perchè non so bene cosa cambiare di pratico, ogni tanto sento quel bisogno di abbuffarmi e cedo, non sò come fare alle volte cerco di contrastarlo altre non ce la faccio.

    Rispondi
  267. Luna blu
    Luna blu dice:

    Ciao polpine…;-)…come state?
    Miele, Silvia, Laura…vi scriverò cosa penso nel mio prossimo post…è un mio parere ricordatelo…è curioso che la vostra reazione ai miei post è stata molto diversa da una reazione come quella di Claudina (preoccupata sopratutto degli effetti collaterali della malattia…perchè per ora, secondo me non ha nessuna intenzione di liberarsene…ci prova più per gli altri che epr se stessa)… Maria Letizia non so se ha letto ma nn mi pare stia molto bene ultimamente…
    Cmq…tra poco mi trasferisco…che sensazione di libertà…ieri ho visto il massaggiatore..usciva in canoa…io rientravo con la barca…ma come cavolo facevo!!!! Va bene quel che c’è dentro…ma il fuori ha la sua importanza no?
    Ora sto pensando a una sola cosa…non mi date della malata…ma ho visto un paio di scarpe rosse…le voglio!!!! Ahahahhh…

    Rispondi
  268. miele
    miele dice:

    comprale Luna! anch’io per questa primavera voglio cercare scarpe colorate 🙂
    sono contenta del tuo imminente trasloco, ti farà stare bene!

    ciao a tutte le altre, io parto per l’università…qui il tempo oggi è pietoso…voglio il soleeeee

    Rispondi
  269. Chiara*
    Chiara* dice:

    Buongiorno angeli.
    Spero che questa giornata possa portarvi sensazioni positive e nuove vittorie.
    Cerchiamo di tenere lontani i brutti pensieri e di essere forti.
    Il Mostro (in qualunque forma si presenti) è solo una nostra idea. Non permettiamogli di prendersi la nostra vita.

    Vi abbraccio

    Rispondi
  270. Luna blu
    Luna blu dice:

    Non posso comprarle..ne ho appena comprate un paio nuove…bellissime…
    Cmq Silvia…
    Tu vivi a stretto contatto con i tuoi vero? Leggo la paura e lo sconforto del tornare a mangiare…e secondo me lo fai solo per gli altri…e non per te stessa…ma se puo’ servire cmq ben venga…
    La vita è tua…solamente tua…non puoi vivere in funzione di quello che gli altri vogliono che sia della tua vita…forse se riuscissi a staccarti riusciresti veramente a sentire quello slancio dentro verso la vita…la “TUA” vita!!!
    Quando si sente dentro quello…allora non ci son più paranoie verso una doppia brioches…nessuna qua è grassa da dire…che trerribile danno farà una brioches doppia…mi ricollego a Polla…Polla non ha banalizzato la sua malattia…Polla secondo me ha sentito quella spinta dentro verso la guarigione…
    Chiara* dice il Mostro è solo una nostra idea!!! Sei sicura Chiara che sia solo quello? Perchè io ho i miei seri dubbi che sia così insignificante questo mostro…
    Cmq prima la coscienza di essere malate…ma poi la coscienza che è una malattia…non una cosa insignificante di poca importanza…forse si da poca importanza perchè riguarda solo se stesse…e se non si è importanti per se stesse allora come si fa a dare il giusto peso allo star male????
    Credo di averti risposto silvia…
    Laura e Miele al prossimo post…
    Vi ricordo che è solo quello che penso io…ok?

    Rispondi
  271. claudina
    claudina dice:

    Buongiorno a tutte! sono appena tornata a casa,ho portato il piccolo a scuola:) oggi ho tutta la giornata programmata,quindi e’ ok..stamattina pulizie,devo lavare tutti i vetri(toh!novita’) poi pulizie generali,stasera forse andro’ a fare la spesa,e’ una cosa che mi piace molto fare,ma mi son ripromessa di non comprare il solito casino di schifezze che poi tanto nn mangio…stanotte ho dormito bene,niente incubi..nel pomeriggio se riesco andro’ a prendere i risultati degli esami del sangue,speriamo bene.
    LUNA BLU: Ci azzecchi in pieno quando scrivi che piu’ che per me cerco di uscirne per gli altri,almeno per ora e’ cosi’,sbagli quando dici che ho paura degli effetti collaterali della malattia,non e’ cosi’,magari lo fosse,se avessi paura smetterei…ti ho chiesto delucidazioni perche’ mi interessa sapere,informarmi,ma ti assicuro che non ne sono preoccupata,anche se dovrei…forse e’ perche’ sono effetti che non si vedono subito..un po’ come i danni del fumo no? si vedono a lungo andare…la stanchezza che ho infatti e’ arrivata dopo un paio d’anni dall’inizio della malattia…pero’ forse prendendo coscienza sempre di piu’ di quello che sto facendo,iniziero’ a preoccuparmi seriamente…per adesso il mio STUPIDISSIMOpensiero e’ che se ingrasso tutti i sacrifici fatti fino adesso,saranno stati vani.Non vedo l’ora di vedere la nutrizionista…forse sapere che qualkuno MI CONTROLLA fara’in modo che io smetta di ipercontrollare ogni caloria che mangio….COMPRALE LE SCARPE ROSSE LUNA!! che belle! a me piacciono molto le scarpe col tacco,anche se nn riesco molto a camminarci…pero’ quanto son belle…prima non me le mettevo mai perche’ sbocciava fuori la ciccia,e il piede era orribile,a desso qualke volta me le concedo,mi stanno bene anche se le ultime che ho preso lo scorso anno,hanno un tacco esagerato e rischio di cadere ogni minuto:) vi auguro una buona giornata!

    Rispondi
  272. CANNELLA
    CANNELLA dice:

    buongiorno a tutti!!!oggi finalmente dopo giorni di pioggia uno sprazzo di sole!!mi sono alzata con lo stomaco sottosopra,stanotte i pensier si affastellavano la mia testa intasandola,tant’è che ad un certo punto mi son detta:”spegni il tuo cervello e dormi!!!” oggi il mio umore mi suggerisce qualcosa di positivo..almeno queste sono le intenzioni,perciò nn consentirò a nessuno delle persone che ogni giorno mi martellano di farlo oggi!perchè non voglio sciupare questo sole,e soprattutto non voglio accartocciare un’altra giornata!!
    CLAUDIA siamo davvero molto simili,abbiamo due esperienze molto coincidenti e pensieri che conosciamo bene,anche io a volte inconsciamente lego la mia volontà di voler uscire da questo incubo,per far contente in qualche modo i miei genitori,ma poi mi rendo anche conto che in fondo lloro vorrebbero solo una persona felice che non si fa più male.tu che sei una mamma puoi comprendere credo alla perfezione l’amore di una mamma ,io lo capisco lo accetto anche se avolte mi soffoca perchè è troppo,mi impedisce di spiccare il volo,e non perchgè sia legato a cose concrete,anzi io vivo da sola da 19 anni ovvero da quando mi sono trasferita a roma per studiare,perciò sono io che gestisco la mia vita tutti i giorni,ma la sua presenza in me è comunque forte e popprimente anche attraverso la cornetta del telefono,è come se io volessi liberarmene in qualche modo,ma poi sono io a ricercare unn rapporto che è per funzionale ad avere quelle sicurezze esterne che io invece non possiedo! anche io oggi mi sono promessa di aver euna giornata diversa dal solito non fatta di tempo vuoto da riempire,ma di ore preziose da non sprecare,perchè investite in qualcosa che io voglio fare! A volte per me è così difficile perfino capire cose mi va o meno di fare ,perchè è ciome se l’apatia di starmene chiusa a casa avesse la meglio,li sento protetta nel mio angolo,senza aver paura.ma allo stesso tempo ,il mio angolo si tramuta in un cono d’ombra troopo esiguo,per cui oggi uscirò allo scoperto,anche solo per fare una passeggiata,guardare qualche vetrina e distrarmi da tutti i pensieri che ho.
    LUNA comprale assolutamente le scarpe,ti daranno un istante di felicità,perchè ti sara concessa un piccolo piacere,e poi la primavera è alle porte un pò di colore aiuterà a sentirci meno opache!!!

    Rispondi
  273. Azimut
    Azimut dice:

    Chiedo scusa per tutti questi giorni di silenzio. Non riuscivo a leggere. Non riuscivo a scrivere. Soprattutto sentivo di non poter mettere un filtro protettivo ai miei pensieri e alle mie emozioni. Mi avete spesso detto che mi sentivate indulgere al dolore, perdermi in uno smarrimento non costruttivo, smarrirmi in un vuoto intreccio di percezioni che faceva arrancare ancora di più la mia anima. Parole dette per aiutarmi che però hanno trovato spazio tra le maglie delle mia fragilità, inoltrandosi in spazi troppo bui e nascosti per poter trovare il loro giusto respiro. Non avevo la forza per poter non essere pienamente me stessa e ho preferito restare chiusa nel mio intreccio di sensazioni. Non avevo forza neppure per accettare parole che non risuonassero solo come accoglimento e comprensione. Chiedo scusa per tutto questo. Dare un volto alle paure, ascoltare nel profondo l’eco di immagini perdute che tornano con tutto il loro carico di emozione, cercare il punto dove il cuore riesce ad allargarsi e a catturare bagliori di luce che non feriscano gli occhi. Prendere un bicchiere di latte e sentire il piacere di berlo, nello stesso tempo non assumere altro cibo e sentire che le forze si smarriscono; chissà se questo è pur sempre un punto di partenza, uno scostamento da quello schema che ci vuole sempre perdenti nel momento in cui permettiamo al nutrimento di raggiungerci. Richiami, echi che devo inseguire. Qualcosa che mi dice che il cibo verrà dopo, quando la mia mente si sarà saziata di un accoglimento che devo imparare a dare io a me stessa. Per potermi abbracciare in ogni istante, per poter coccolare tutte le mie parti disgregate e tenerle insieme, per potermi nutrire di attimi sottratti al vuoto e al rimbombante silenzio. Vi abbraccio

    Rispondi
  274. Chiara*
    Chiara* dice:

    Luna forse mi sono espressa male questa mattina.
    No, il Mostro non è assolutamente qualcosa di così insignificante. E’ una malattia vera e propria e come tale va presa e curata.
    Ma è una malattia che si insinua nella nostra mente prima ancora che nel corpo. E’ come un’ idea, appunto.
    Qualcosa che non riusciamo a sradicare dal nostro cervello, qualcosa che abbiamo dentro e che ci fa compiere gesti e comportamenti spesso non controllati dalla nostra volontà.

    Azimut vorrei dirti qualcosa di sensato, vorrei non essere banale, vorrei guardarti dritta negli occhi. Ma non posso far nulla di tutto ciò.
    Ti sono vicina e comprendo in pieno ciò che scrivi.
    Altro non mi sento di dirti perché un dolore così grande non può essere lenito con nessuna parola.
    Ti sono vicina.

    Cannella leggere ciò che scrivi per me è una coltellata. Perché rivedo nelle tue parole quello che provo anch’ io e non riesco a capacitarmi del fatto che ci possano essere tante persone che come me devono sopportare tutto questo.

    Clauda tu sei pienamente consapevole di quello che ti sta accadendo.
    Mi fa quasi “paura” la lucidità con cui descrivi le tue sensazioni perché io non ho mai avuto il coraggio di ammettere nemmeno a me stessa l’ evidenza delle cose come tu sei in grado di fare.
    Questo dovrebbe essere un punto di partenza da cui iniziare il tuo cammino.

    Vi abbraccio angeli.
    Scusate se sono di poche parole ma in questo momento ho la testa troppo affollata di pensieri e di paure.
    Un abbraccio

    Rispondi
  275. nuvola
    nuvola dice:

    salave ragazze comen va? purtroppo io non sto bene e gli altri mi fanno stare peggio. stamattina mi ero alzat “positiva” pensando che anche con qualche chiletto in più potevo andare bene, magari con il tempo piano piano posso perderli. Alle 12 mi ferma un’amica e mi dice: sei perfetta, però queste culotte de cheval andrebbero riprese, non le hai mai avute, come mai ora sono comparse. E’ vero che ci sono ma sono mesi che ci combatto e non riesco ad eliminarle perchè dovrei fare la lipo ma non ho soldi e tempo. Ma io dico perchè sono così stupide da pensare a queste cose!!!!!!!!!!!!!!!!Aiuto eppure nella mia vita sono abbastanz intellig ma quando si tratta di cibo e corpo perdo al testa

    Rispondi
  276. miele
    miele dice:

    ciao ragazze, passo per un saluto.

    Claudina, condivido l’impressione di LunaBlu sul fatto che per ora non sembri ancora aver deciso di star meglio…sei affezionata alle sicurezze che la magrezza ti dà. Ma come ti hanno detto al centro, nessuno vuol farti diventare una balena. E se vedrai che hai tendenza ad ingrassare, puoi sempre fare un po’ di sport…anche se non credo sia necessario…mi sembri già piuttosto iper-attiva in casa, è già molto il movimento che fai e basterà a tenerti decisamente in forma, semmai questa rimanesse la tua paura.

    Azimut…probabilmente ti riferivi a me nello scrivere: “Non avevo forza neppure per accettare parole che non risuonassero solo come accoglimento e comprensione. ” Le mie certo non sono state parole accoglienti, negli ultimi tempi. Vorrei scusarmene, ma una parte di me sa di non poter essere accogliente con taluni atteggiamenti che si manifestano davanti ad esperienze intrise di dolore. Perchè il punto non è il venire qui ad esprimerlo, questo dolore: il problema, per quanto mi riguarda, è nell’agire che accompagna il dolore. E’ su quello che fatico ad essere tollerante e dolce. E non credo che la compassione, o la giustificazione, ti possano essere di alcun aiuto. Non so come altro spiegarmi, se mi vengono le parole giuste ci riproverò.

    Nuvola ma tu come ti senti, fisicamente, al di là delle annotazioni fatte da altre persone?

    Rispondi
  277. Azimut
    Azimut dice:

    Miele capisco ciò che vuoi dire e comunque quella sensazione non me l’hanno trasmessa soltanto le tue parole. Solo che in quel momento non sono riuscita ad accoglierle. Non so come spiegarmi. Mi viene in mente questa immagine: una bambina che cade desidera soltanto un abbraccio, che le sue lacrime vangano asciugate. Poi magari è caduta perché si è messa a sfrecciare con la sua bici senza freni e a nulla è valso dirle che prima o poi si sarebbe fatta molto male. Io avevo desiderio di quell’abbraccio e voi eravate in diritto di non darmelo, tutto qui.

    Rispondi
  278. miele
    miele dice:

    Beh Azimut, vorrà dire che in futuro cercherò di starci più attenta, e magari di esprimermi in altro modo, anche se continuerò a dirti il mio pensiero, se me lo permetti. Grazie mille di esserti spiegata, mi hai mostrato qualcosa di me che deov imparare a gestire. Perchè io di solito riesco ad “abbracciare” le persone…ma non quelle che mi richiamano l’unica persona che mi devasta l’anima con inl suo star male.

    Rispondi
  279. Luna blu
    Luna blu dice:

    Miele…ti scrivo quello che ho capito di te…correggimi se sbaglio..perchè molti post magari non li ho letti…
    Tu parli poco di te stessa e tanto delle esperienze raccontate dalle altre qui…il mio psicoanalista spesso mi diceva…parli di te? Di chi parli?…perchè spesso ognuna di noi parla di se stesso…e interpreta e si rispecchia in quello che consiglia e dice agli e degli altri …
    Dallo psicoanalista son andata dopo aver capito che volevo guarire…ho sentito dentro che ce l’avrei fatta…non ci provavo per gli altri…ci provavo perchè ero convinta che questa volta ce l’avrei fatta… e lentamente…seduta dopo seduta…capivo che il cibo non mi terrorizzava più…non era più il mio sedativo..la mia stampella per il dolore…siamo in grado di affrontare la vita senza quello…non ci serve quello perchè siamo in realtà molto forti…questo leggo di te … credo tu sia sulal buona strada per capire che nn serve un sedativo epr la vita…ci saranno sempre dolore e sofferenza…ma ci saranno anche gioia e speranza…

    Chiara* non credo tu volessi banalizzare il mostro…ma in quei termini io l’ho letto come se lo avessi fatto … non sai bene che cosa sia questo mostro…come trattarlo…perchè è con te…e questo ti fa arrabbiare e sentire demotivata e demoralizzata dal tuo stato…tanto che minimizzarlo (ok…non l’hai minimizzato…ma è l’impressione che ho avuto io…quindi lo scrivo…) ti fa sentire meglio…ti fa sentire che ce la puoi fare…ma non esistono scorciatoie…non esistono e ci ho provato per anni…credo che capirai quello che voglio dirti…

    Son sempre pensieri miei ovviamente….
    Laura prossimo post …

    Rispondi
  280. claudina
    claudina dice:

    MIELE: io non ho mai detto che sono fermamente decisa ad uscire da questa cosa,forse avro’ detto che vorrei uscirne,ma che da sola sentivo di non poterlo fare perche’ non e’ gestibile da me…ho anche scritto che nn vedo ‘lora di affidarmi alla nutrizionista per cercare di riequilibrare un attimo la mia alimentazione,non e’ detto che questo basti, non ho detto che seguiro’ alla lettere il suo schema alimentare; so benissimo che la svolta deve partire da me..e adesso non ho l’imput per farlo…pero’ l’aiuto l’ho cercato,che lo abbia fatto per me o per la mia famiglia,l’ho fatto…nn pensare che io fraintenda quello che mi scrivi,lo apprezzo invece,lo prendo come un modo per spronarmi,non accetterei mai ne’ la compassione ne’ il compatimento,preferisco le cose schiette e dirette,a me il tuo modo di esprimerti,che nn trovo per nulla inadeguato,piace e voglio che tu mi scriva ogni cosa che ti senti di dirmi,perche’ so che mi puo’ servire ed aiutare.

    Rispondi
  281. CANNELLA
    CANNELLA dice:

    buon pomeriggio a tutte,leggo i vostri post con emozione,perchè ognuno racchiude una sofferenza che si espime in modi simili o diversi mna che comunque ci conduce nella stessa dimensione di vita,fatta di pensieri tristi.
    CHIARA hai fatto una riflessione lucida e brillante su come in realtà i nostri comportamenti che per le persone che ci circondano sono spesso assurdi risiedono non nel nostro corpo ma nella nostra testa ed è lì che andrebbero sradicati!oggi sarei dovuta andare alla seduta con la picologa del centro dei dca,speravo eattendevo questo momento perchè per me è come se fosse l’unica valvola di sfogo alle frustrazioni che ho dentro,è l’unico ritaglio della mia vita nel quale mi sembra che io sia più me stessa.sono uscita con ottime intenzioni,ero fiduciosa e speranzosa di arrivare a sentire la mia voce anche questa settimana..e poi invece mi sono fatta due ore su una navetta sostitutiva della metro qui aroma e si è fatto tardi,ho chiamato la dottoressa con tanta tristezza per dirle che oggi non cel’avrei fatta ad arrivare ,ma purtroppo non era possibile spostare in un altro orario,e così altre due ore per tornare a casa,avvilita da no n aver potuto avere quel mio spazio:..ma pensandoci e riflettendo sulla delusione rispetto al mancato appuntamento mi sono anche detta che in fondo il mio spazio per sentire la mia voce è qualcosa che prescinde da un appuntamento,e allora sonotornata a casa e per una volta nn ho ignorato me stessa,mi sono soffermata a pensare sulle cose accadute questa settimana ,e sul fatto che io sola posso prendere decisioni ed effettuare sceltee rispetto alla mia vita..non so forse l’aver pensato un pò a me come una persona indipendente dall’affetto degli altri mi ha intimorito ma anche rassicurato;è questo il problema pèrincipale,che io non riesco agestire le mie sensazioni,ho sempre paura di sbagliare e cerco un indirizzo che mi dia un aiuto,ma spesso la protezione delle persone che mi vogliono bene si trasforma in qualcosa di doveroso da seguire,mentre invece oggi pomeriggio mi sono sperimentata apensare che sbagliare da sola forse può darsi non sia così grave come immagino..per ora però aancora nn riesco ad affacciarmi avedere cosa accade!!MIELE su questo punto hai scritto qualcosa che condivido in pieno:a volte ci sia “affeziona” alle sicurezze per quanto esse siano sbagliate. etutto ciò per paura di scoprire cosa ci accade oltre quel campo recintato che noi ci siamo autocostruite..come la torre d’avorio che i filosofi descrivevano per allontanarsi dalle passioni,così io mi sono rinchiusa in essa ma la paura nn può paralizzare la vita!

    Rispondi
  282. Ilaria
    Ilaria dice:

    Non so più che fare… ennesima caduta.
    Ormai sono giunta alla conclusione che è inutile perfino essere ottimista, pensare “è l’ultima volta”, “posso resistere” o “sto guarendo”, perché non è vero. Mangiare mi piace troppo e non riesco a fermarmi, è come se avessi paura che un domani non ci sarà più disponibilità di cibo e quindi lo ingurgitassi tutto subito perché chissà se ce ne sarà mai più…
    Be’, non credo di aver bisogno del parere di Luna, anche se sinceramente sarei curiosa anch’io come tutte, è ovvio… ma so già che risposta mi darebbe: sono in altissimo mare.

    Rispondi
  283. Luna blu
    Luna blu dice:

    Ilaria però sappiam nuotare da quando siam nella pancia della mamma…sta a te trovare al forza di arrivare alla spiaggia…
    Laura scriverò anche quel che penso di te…ti ho lasciata per ultima perchè sei quella che conosco meno…e quella che mi ha stupito di più in passato …

    Rispondi
  284. Chiara*
    Chiara* dice:

    Luna credo che tu abbia ragione.
    A volte pensare al Mostro in altri termini o comunque aggirare la questione da l’ idea di poter avere il controllo della Cosa, ma in realtà non è così.
    Io sono spaventata e voglio con tutta me stessa venire fuori da questo incubo. Ma al tempo medesimo mi sento come “protetta” da queste (finte) sicurezze, nel mio mondo fatto di controllo, di schemi, di regole da rispettare.
    Io non so lasciarmi andare. Alle emozioni, alle pulsioni, ai desideri. E’ come se non mi sentissi in diritto di provare piacere.
    Nella mia vita tutto deve essere sotto controllo. Il dovere è la cosa più importante. E il cibo insieme al corpo mi danno l’ illusione di riuscire a gestire quello che voglio quando voglio.

    Cannella mi dispiace tanto per la seduta saltata.
    Capisco come ti possa sentire… anch’ io quando devo andare dalla psichiatra mi sento addosso uno strano benessere e se per qualche motivo dovessi non riuscire a vederla starei malissimo.
    Il sapere di potermi mettere a nudo, di poter essere la vera Chiara in quei 60 minuti mi fa stare bene.

    Claudia… vorrei poterti dire qualcosa di sensato per cercare di spronarti, per farti vedere davvero dove stai andando ma sarebbe inutile.
    Fino a quando tu non sarai convinta e non vorrai fermamente uscire da questa malattia io credo che ogni sforzo sarà vano.
    Scusami, forse le mie parole non ti piaceranno ma è quello che penso.

    Ilaria non parlare così. Ora sei stravolta. Hai paura. I pensieri ti si aggrovigliano nella mente e non riesci a ragionare lucidamente.
    Il cibo è solamente un mezzo attraverso il quale stai cercando di lenire il tuo dolore.
    Devi farti aiutare davvero Ilaria. Non puoi andare avanti così.
    Il terapeuta che ti seguiva dov’è? Quando avrai la prossima seduta?

    Rispondi
  285. silvia
    silvia dice:

    Ciao a tutte, passo solo ora, ma ho letto tutto…
    LunaBlu ke dire: grazie! profondamente grazie! Le tue parole mi hanno colpito tantissimo xkè hai davvero colto nel segno e xkè proprio in questo periodo mi serviva leggerle…mi serve una spinta ke mi butti verso la “MIA” vita…quella ke ancora nn so cm voglio ke sia, ma quella stessa ke sogno di poter realizzare compiendo le mie esperienze e i miei errori.. cioè tutto ciò ke ho sempre evitato, xkè cm dice Chiara “Io non so lasciarmi andare. Alle emozioni, alle pulsioni, ai desideri. E’ come se non mi sentissi in diritto di provare piacere.
    Nella mia vita tutto deve essere sotto controllo. Il dovere è la cosa più importante”…spero di riuscire a raggiungere quella strada, fatta di percorsi tortuosi, ma cavolo!! percorsi ke voglio pur iniziare a fare! Grazie ancora!

    Cannella prensi un foglio, una penna e metti nero su bianco i tuoi pensieri e le tue riflessioni, così da fermarli e poterli condividere al prossimo appuntamento.

    Azimu sn felice ke hai deciso di tornare…mancavi molto!
    Chiara, Miele cm va?

    Laura mi dispiace sentire ke nn migliorano le cose, ma nn smettere di crederci è la sola cosa ke possiamo fare…me lo ripeto spesso, anke ora ke nn è un bel momento, si arriverà ad un punto, anke se in noi scatta qlc poi credo ke ci voglia tempo x raggiungere quell’obiettivo.

    Vi abbraccio

    Rispondi
  286. Ilaria
    Ilaria dice:

    Chiara, vado ogni lunedì dalla psicologa, ma c’è da dire che non è specializzata nei dca, e quando dice che abbuffarmi non è che un comportamente egosintonico, cioè in parole povere faccio quello che ritengo più giusto in quei momenti, un po’ dubito dell’efficacia di questa terapia…

    Rispondi
  287. Chiara*
    Chiara* dice:

    Secondo me Ilaria il fatto che la tua terapista non sia specializzata in dca può avere come no la sua importanza.
    Io credo che queste problematiche al di là del rapporto malato con il cibo (che sia esso di abuso oppure di rifiuto) siano profondamente legate alla nostra interiorità.
    E’ la nostra testa che in risposta a qualcosa ci ha portate ad intraprendere questa strada.
    Ed è proprio dalla testa che bisogna partire.
    Non pensare che la tua terapia sia inefficacie perché sicuramente non è così.
    Adesso vedi tutto nero, non stai bene, non trovi una via d’ uscita da questo inferno e pensi che qualunque cosa tu possa fare sia inutile.
    E’ normale che ti senta avvilita e sfiduciata. Ma devi darti tempo e soprattutto impegnarti affinché gli sforzi che stai facendo possano portare a qualcosa di concreto.
    Non lasciarti andare Ilaria.

    Silvia come stai oggi?

    Rispondi
  288. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Vi chiedo scusa, ma sono a pezzi, sia fisicamente che moralmente…delusa, amareggiata…ho bisogno di riposo, domani sera riuscirò ad essere più presente…VI ABBRACCIO…BUONA SERATA!

    Rispondi
  289. silvia
    silvia dice:

    Chiara diciamo ke va meglio, nel senso ke provo ad allontanare tutti i pensieri negativi, ma x il resto nn faccio progressi. L’atteggiamento mentale conta tantissimo, ma nn è tutto, sn consapevole del fatto ke devo agire anke sul “pratico” cm spesso dice e fa Miele.
    tu ke dici? cm è andata la giornata?

    Rispondi
  290. yris
    yris dice:

    ilaria, i dca nel complesso sono una malattia “egosintonica”.
    per questo è così difficile sconfiggerli.
    perchè sia pur in modo paradossale ci fanno “stare bene”, costituiscono una fuga, o un alibi, o una protezione, o un vantaggio.
    per questo l’unica strada per uscirne è “trovare un altro vantaggio”, sostituire il comportamento malato ma pur “opportuno” con un altro comportamento, che porti maggiori vantaggi rispetto allo stesso dca.
    il discorso sembra tortuoso, ma in realtà è un serpente che si morde la coda.
    solo quando troveremo altri obiettivi, altre forze, altre visioni del mondo sapremo sostituirle agli schemi che ci imprigionano l’anima, eppur la proteggono.
    trovare il coraggio di osare, di esporsi, di guardarsi e farsi guardare, di accettarsi nella propria “imperfetta umanità” non è cosa da poco.
    però possibile.

    un bacio grande..
    sono sommersa dal lavoro ma sono sempre in agguato..
    🙂 😉 😛

    Rispondi
  291. Chiara*
    Chiara* dice:

    Silvia la giornata è andata.
    Ho lasciato che facesse il suo corso. Mi sono lasciata vivere, come sempre.
    Oggi sono stata dal medico e mi ha prescritto dei fiori di bach contro l’ ansia e gli attacchi di panico.
    Visto che non voglio prendere medicinali ha voluto farmi provare questo rimedio naturale.
    Ma lui stesso ci crede poco nell’ efficacia che può avere. Figurati io.
    Mi sembra di vagare costantemente nel vuoto.
    Mi sento alla continua ed estenuante ricerca di risposte a domande che non so nemmeno io quali siano.
    E ora devo cercare di trattenermi dall’ andare in bagno e vomitare.
    E’ un bisogno impellente, più forte di me.
    E’ la paura che mi spinge a volerlo fare.
    Devo resistere. Aiuto.

    Rispondi
  292. Azimut
    Azimut dice:

    Miele questa cosa è servita anche a me, a capire che il mio strato di pelle ancora non c’è. Altrimenti non mi sarei lasciata ferire così.
    Certo che devi continuare a dirmi il tuo pensiero…insieme a qualche abbraccio però… 😉

    yris….sei tornata anche tu…. Questa volta ti mando il sorriso vero 🙂

    Marianna… mi fai tornare e tu non ci sei….

    Vi abbraccio tutte e abbraccio Aleph, domani spero di avere più forze e di restare più a lungo

    Rispondi
  293. silvia
    silvia dice:

    Yris , Azimut…ke bello riavervi qui…

    Chiara anke la mia dott. mi da di continuo fiori di bach…in combinazioni differenti, io nn ci credo, ma lei tantissimo…ma dice ke mi prendo troppo poco cura di me, ke mi occupo troppo poco di me stessa x riuscire a sentirne l’effetto…spero cn te vada meglio. Ti sn vicina, dai cerca di riempire questo spazio e tempo vuoto cn qlc di cotruttivo…inventati qlc…

    Rispondi
  294. luna blu
    luna blu dice:

    Fiori di bach….mah…io son molto…molto scettica…anzi scetticissima…cmq funzionano epr effetto placebo…quindi se nn ci credi Chaira…lascia stare…
    Chiara tu scrivi:
    Claudia… vorrei poterti dire qualcosa di sensato per cercare di spronarti, per farti vedere davvero dove stai andando ma sarebbe inutile.
    Fino a quando tu non sarai convinta e non vorrai fermamente uscire da questa malattia io credo che ogni sforzo sarà vano.
    Non so…è come se parlassi con te stessa…
    Stasera qui sento ottimismo…o sbaglio?
    Laura…adesso son troppo stanca per scrivere che cosa penso di te…domani…promesso…
    Azimut…Yris…son contenta di leggervi…
    Yris perchè mi mette di buon umore…Azimut perchè scrive così bene…che è vermanete piacevole leggere…
    Silvia ho detto quello che pensavo 😉 …
    Vi abbraccio forte…sopratutto Azimut e Ilaria che ne hanno tanto bisogno 😉

    Rispondi
  295. silvia
    silvia dice:

    LunaBlu sn scettica anke io a riguardo dei fiori di bach e cose del genre, ma la mia dott. ne è fermamente convinta…nn so, io li prendo, male fin’ora nn mi fanno…bene…ke dire!!!
    Sai xkè ti ringrazio ancora di +? xkè qnd ti sento parlare della tua vita e della tua conquista, delle tue passioni e della scoperta di una certa libertà…mi fai venire voglia di raggiungerla, mi fai sentire cm se fosse possibile, a qlc passo da me…cmq hai proprio colpito il segno, lo dicevo anke a Pina.
    Buona notte amike mie…un pensiero x tutte

    Rispondi
  296. Maria Letizia
    Maria Letizia dice:

    Buongiorno…finalmene è venerdì. la scuola, ma s.tutto tutti gli affari burocratici che ci sono mi stanno stancando in un modo incredibile, anche perchè devo occuparmene io , ma nessuno mi da una mano. Oggi portiamo i ragazzi a vedere delle gare di scherma, quindi niente scuola …poi me ne andrò finalmente dai miei…sono così stanca…VI ABBRACCIO

    Rispondi
  297. laura
    laura dice:

    è venerdì e son contenta, ieri pessime news dal lavoro mi aspettera un mese molto molto intenso, per quanto riguarda i fiori di bach a me sembrava qualcosa facessero, certo che ci vuole anche un po di positività e comunque non sono antidepressivi, non sono bombe tropiche, dunque… vabè.
    forza forza che ce la si fa.
    sabato prossimo entriamo nella nuova casetta, speriam bene.

    silvia luna chiara azimut claudina, marianna, ilaria maria letizia aleph, ummm, ed a tutti auguro un bel venerdì, spero che sia una giornata solare.

    Rispondi
  298. miele
    miele dice:

    Ciao a tutte dolci fanciulle

    Azimut, probabilmente la pelle devo farmela anch’io, in particolare di fronte a certe sensazioni e immagini che le parole, per quanto altrui e lontane, mi suscitano.

    LunaBlu, grazie del tuo commento! Dunque, hai ragione sul fatto che devo smettere di sentire tutto in termini di paura e sofferenza, e che il cibo è solo uno specchietto per le allodole…ci sto lavorando 🙂
    Mentre invece non mi sembra di parlare poco di me…anzi…ho spesso specificato che quel che scrivo parte soltanto dalle MIE esperienze (e di piccole esperienze, passate e presenti, ne ho raccontate parecchie..), che quando commento le altre è proprio perchè riflettono i miei stessi comportamenti, e che quando parlo a loro sto parlando anche a me.
    In ogni caso è interessante…tu hai percepito il fatto che parlo poco di me…io a volte mi domando se non dovrei parlarne meno, e lasciare più spazio agli altri…anche questo dice qualcosa, no?

    Piccola Yris, che succede? Ti senti giù?

    silvia, come stai?

    Ilaria, posso chiederti una cosa? Tu lavori? Stai studiando? Insomma: che cosa stai facendo in questo periodo? La Sardegna ti offre delle possibilità di realizzarti? Perchè tempo fa hai scritto: “mi sento sradicata”…e questo mi è rimasto molto impresso…ti va di parlarne?

    Rispondi
  299. yris
    yris dice:

    bambine.. stamattina voglio sorridere con voi.. 🙂

    è stata una settimana di tensione, ma anche di stupori infiniti.
    tanti fili sparsi di vita vecchia e nuova si sono intrecciati,
    e ne ho fatto ghirlande con cui cingermi il capo..

    in questo momento mi sento felice.
    degli incontri che mi hanno segnato la via,
    degli scambi di rinnovate emozioni,
    delle parole come ruscelli d’anima,
    delle possibilità che la vita mi riserva.
    infinite..

    un sorriso che vi riscaldi il giorno
    🙂

    Rispondi
  300. miele
    miele dice:

    ah…i fiori di bach…beh, io non li uso di solito…però io sono contraria ai farmaci, anche per l’influenza…sono convinta che non si possa parlare banalmente di effetto placebo, anche se con la medicina naturale l’atteggiamento della persona contribuisce molto…certo che, in generale, se un corpo è inibito dall’uso abituale dei farmaci, i rimedi cosiddetti “naturali” le prime volte non potranno avere effetto..mentre chi non usa farmaci di sintesi è molto più ricettivo, anche solo verso una semplice tisana…

    Rispondi
  301. Azimut
    Azimut dice:

    Ciao Luna Blu, grazie per le tue parole e per il tuo abbraccio. Come va il conto alla rovescia?

    Silvia mi è mancato moltissimo questo posto, ma non potevo tornare. Avrei continuato a rovesciare sentimenti che era meglio portare da un’altra parte. Come stai?

    Chiara* ti aspetto…

    Marianna dove sei?

    yris… ruscelli d’anima…immagine bellissima e affascinante…

    un abbraccio a tutte

    Cercare un punto di partenza senza cancellare il cumulo di detriti che è alle spalle. In mezzo a quel mucchio di ghiaia potrebbe trovarsi un piccolo sasso luminoso, come quei vetrini colorati che si trovano lungo la spiaggia e che il mare porta a riva nascondendoli come tesori fra i piccoli sassi. La tentazione di spalare tutto è forte, mi dicono che non servirebbe e che comunque anche questo pensiero è pur sempre un punto di partenza. Quel movimento ritmico dell’onda sapeva rapirmi in un gioco infinito di rimandi. Le pietre più grandi dovevano essere salvate dalla risacca, il destino decideva quale di esse poteva continuare a vivere. Io le raccoglievo, le osservavo a lungo e poi le lanciavo più lontano che potevo perché potessero trovare vita nella morte

    Rispondi
  302. Polla
    Polla dice:

    ..Buongiorno ragasse,
    come va??io mi sono appena ustionata facendo colazione,ma per il resto tuuuuutto ok.. eheheh.. diciamo che in qsto periodo sto riflettendo e forse anche un po’ troppo,perchè + penso e + mi consiglio di non farlo,poichè i pensieri rimuginanti.le alternative,le scorciatoie,le ho già pensate tutte e .. che dire? inutili. quindi resta solo l’atto.. e il cambiamento.. non mi resta che qsto,ma non da vivere come una sorta di rassegnazione(magari può essere la sensazione iniziale dovuta ad una sensazione di “non poterne proprio +” di quello che si sta facendo,ma poi credo sia diverso..),ma come una novità tutta da costruire e da sperimentare,volta allo star bene..
    LunaBlu.. quella cosa della scorciatoia mi ha davvero fatto pensare..grazie! Non ci sono scorciatoie.. le condizioni sono due:perseverare in sta situazione o prenderla in mano.. anche se devo dire che tu parli di avere avuto disturbi alimentari dai 13 ai 30 anni.. insomma sono un sacco di anni.. parli di persone che qui dici sembrare rassegnate,si,un po’ è vero,ma.. se a te avessero fatto qsto discorso a 20 anni???intendo nel pieno della malattia..magari anche tu in quel momento una via d’uscita nn la vedevi.. boh.. credo che il percorso di ognuna di noi sia troppo soggettivo.. dico qsto non per giustificare chi si crogiola nel dolore,ma per aprire un barlume di speranza ulteriore, poichè credo che ognuna ne uscirà se lo vorrà.. se ci crederà,se lo riterrà davvero la soluzione,l’unica soluzione possibile! anche se.. è importante capire che per + tempo si porta avanti e + sarà difficile uscirne,poichè i meccanismi si rafforzano e poi dover togliere tutti i coperchi che sono stati messi sopra ciò che c’è di sano in noi saranno davvero tanti.. quindi come sempre sprono per prima me stessa a farlo da subito e a continuare a crederci e a provarci,nonostante sbagli quotidianamente,io ci credo! ma lo dico davvero..

    Rispondi
  303. Chiara*
    Chiara* dice:

    non so.
    io a volte non mi ritrovo in molto di quello che dite.
    forse perché sono in una fase di immobilità, forse perché davvero mi sento impotente e non vedo una via d’ uscita da questa condizione.
    a sentir parlare voi sembra sia così facile guarire… basta la forza di volontà, basta esserne convinte, basta impegnarsi a voler cambiare…
    è vero, siamo noi che dobbiamo darci la spinta, che dobbiamo lavorare sodo e metterci impegno, ma non è così semplice.
    almeno per me.

    Vi abbraccio angeli

    Rispondi